You are on page 1of 78

Painting Space - dipingere nello spazio

Introduzione a
Piranesi 5

Copyright 19972007 Informatix Software International Limited. Tutti i diritti riservati.


Versione in Italiano di Piranesi: Copyright 2003-2007 VideoCOM. Prima edizione: Luglio 2007
Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modiche senza avvertimento e non rappresentano un
impegno da parte di Informatix Software International Limited. Il software descritto in questo documento viene fornito
con contratto di licenza. E illegale copiare il software su un qualunque supporto eccettuati quelli specicamente
ammessi dal contratto di licenza. Nessuna parte di questo documento pu essere riprodotta o trasmessa in ogni forma
o con ogni mezzo, elettronico o meccanico, incluse fotocopie e registrazioni, per qualsiasi scopo senza esplicito
permesso scritto di Informatix Software International Limited.
IL SOFTWARE E FORNITO COME E E SENZA GARANZIA DI NESSUN TIPO, ESPLICITA, IMPLICITA
O ALTRO, ESCLUDENDO SENZA ECCEZIONI GARANZIE DI COMMERCIABILITA O BUONA RIUSCITA
PER SCOPI PARTICOLARI.
Piranesi, Painting Space, e MicroGDS sono marchi registrati o marchi di Informatix Software International Limited in Gran Bretagna, negli
Stati Uniti dAmerica e/o altri paesi.
Piranesi protetto dai seguenti brevetti: US-6226000 - EP-0870284 - JP-3837162
Piranesi nasce da unidea originale di Simon Schoeld e Paul Richens, al Martin Centre for Architectural and Urban Studies, Cambridge
University, U.K.
Miller Hare Limited ha fornito alcune immagini di esempio e alcune risorse per i tuotorial.
Marlin Studios (http://www.marlinstudios.com) ha fornito dei documenti raster emisferici per il tutorial. Copyright 2001 Marlin Studios.
Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o altri Paesi.
Apple, Macintosh, Mac, Finder, e QuickDraw sono marchi registrati di Apple Computer, Inc., registrati negli Stati Uniti e negli altri Paesi.
Autodesk 3ds Max, Autodesk Architectural Desktop, Autodesk Building Systems, Autodesk Civil 3D e Autodesk VIZ sono marchi registrati
di Autodesk, Inc. negli Stati Uniti e negli altri Paesi.
Cinema 4D un marchio di MAXON Computer GmbH.
LightWave 3D un marchio di NewTek, Inc.
La compressione LZW licenziata sotto il brevetto U.S. N. 4.558.302 e controparti straniere.
Rich Photorealistic Content (RPC) un marchio di ArchVision, Inc. RPC le format 2002 ArchVision, Inc. Tutti i diritti riservati.
SketchUp un marchio di Google, Inc.
Adobe e Photoshop sono marchi di Adobe Systems Incorporated registrati negli Stati Uniti e negli altri Paesi.
AccuRender un marchio registrato di Robert McNeel & Associates.
MicroStation un marchio registrato di Bentley Software, Inc.
NavisWorks un marchio registrato di NavisWorks Ltd.
form*Z un marchio registrato di auto*des*sys, Inc.
ArchiCAD un marchio registrato di Graphisoft.
Art*lantis un marchio registrato di Abvent.
VectorWorks e RenderWorks sono marchi registrati Nemetschek North America, Inc.
I nomi degli altri prodotti menzionati in questo documento sono marchi e sono usati solo a scopo di identicazione.

Sommario
Benvenuto in Piranesi

.................................................................. 4

Come lavora Piranesi ........................................................................ 5

Informazioni su questa Guida ........................................................... 5


Usare lAiuto in linea

.................................................................. 5

Per accedere al sistema di Aiuto in linea ............................................ 5

Usare la Guida rapida

.................................................................. 6

Per visualizzare o nascondere la Guida rapida ................................... 6

Tutorial

.................................................................. 6
Per accedere ai tutorial scritti ............................................................. 6
Per accedere al tutorial Quick Start .................................................... 7

World Wide Web

.................................................................. 7

Installare Piranesi

.................................................................. 7

Per installare Piranesi ......................................................................... 7

Licenza dUso di Piranesi

.................................................................. 8

Compatibilit tra versioni differenti di Piranesi ............................. 8


Preparare la scena

.................................................................. 8

I documenti EPix

................................................................ 10

I canali di Piranesi

................................................................ 10

Primo avvio

................................................................ 12
Per avviare Piranesi .......................................................................... 12

Esplorare Piranesi

................................................................ 12

La barra dei Menu ............................................................................ 13


La barra Standard e la barra Informazioni........................................ 13
La barra di Stato ............................................................................... 14
Gli strumenti ..................................................................................... 14
la barra Blocchi ................................................................................ 15
La barra Impostazioni Strumento ..................................................... 16
La barra Colore, Texture e Granulosit ............................................ 17
Il Gestore Cutout .............................................................................. 18
Usare gli Stili .................................................................................... 19
1

Il Selettore di Stile ............................................................................ 20


Il Browser degli Stili ........................................................................ 22
Gli stili e gli alias ............................................................................. 22
Usare le barre e le nestre ................................................................ 23
Aprire un documento ........................................................................ 23
Visualizzar i canali ........................................................................... 24
Visualizzare e modicare le propriet dei le .................................. 24
Zoom ................................................................................................ 25
Effettuare una panoramica................................................................ 25
Passare da una vista allaltra ............................................................ 26
Annullare le azioni ........................................................................... 26
Riapplicare gli effetti ........................................................................ 26
Bloccare le azioni ............................................................................. 27
Registrare un documento .................................................................. 27
Chiudere un documento ................................................................... 27
Uscire da Piranesi ............................................................................. 27

Le novit di Piranesi 5.0

................................................................ 28

Guida rapida ..................................................................................... 29


Nuova interfaccia migliorata ............................................................ 29
Lavorare con barre e nestre ............................................................ 31
Nuovo comando per vericare la disponibilit di aggiornamenti .... 31
Strumenti Cutout riorganizzati ......................................................... 32
Nuovo strumento Cutout multipli .................................................... 32
Nuove funzionalit relative ai cutout uttuanti ................................ 33
Gestire i cutout come un gruppo ...................................................... 33
Nuovo strumento Matita................................................................... 35
Nuove funzionalit dello strumento Pennello .................................. 35
Nuovo strumento Timbro ................................................................. 36
Nuove impostazioni dinamiche per Pennello e Timbro ................... 36
Nuove impostazioni per lo strumento Spruzzo ................................ 37
Nuouvi comandi relativi agli stili Riempimenti Multipli ................. 37
Azioni di rendering riviste................................................................ 37
Impostazioni Sfumino ...................................................................... 38
Nuovo strumento Luce ..................................................................... 38
Miglioramenti ai blocchi .................................................................. 39
2

Nuove impostazioni per la granulosit ............................................. 40


Nuove impostazioni per le texture.................................................... 40
Miglioramenti al Browser degli Stili ................................................ 41
Nuove funzionalit per la registrazione degli stili............................ 42
Nuovo metodo per impostare la dimensione di un nuovo le.......... 42
Nuovi formati di esportazione .......................................................... 43
Nuovo comando Gestione colori ...................................................... 43
Nuove funzionalit di visualizzazione ............................................. 44
Miglioramenti in Vedute 5.0 ............................................................. 44
Modiche generali............................................................................ 45

Dipingere con Piranesi

................................................................ 46

Gli strumenti di pittura ..................................................................... 46


Dipingere con il Pennello ................................................................. 47
Dipingere con la matita .................................................................... 49
Riempire aree della scena con la pittura........................................... 49
Applicare stili multipli ..................................................................... 50
Spruzzare la pittura sulla scena ........................................................ 51
Dipingere con una collezione di tratti .............................................. 52
Aggiungere i cutout alla scena ......................................................... 53
Applicare un ltro ............................................................................ 55
Recuperare i pixel dello sfondo ........................................................ 57
Estrarre i bordi .................................................................................. 58
Estendere e costruire dei piani.......................................................... 58
Applicare sfumature ......................................................................... 59
Simulare la luce ................................................................................ 60
Vincolare la pittura usando i blocchi ................................................ 61
I riempimenti e i blocchi .................................................................. 62
Lo strumento Spruzzo e i blocchi ..................................................... 63
Re-rendering della scena .................................................................. 64
Scegliere un colore ........................................................................... 65
Applicare una texture ....................................................................... 66
Combinare texture e colori ............................................................... 68
Texture e granulosit ........................................................................ 68
Aggiungere granulosit .................................................................... 69
Fondere leffetto ............................................................................... 70
3

Introduzione a Piranesi 5

Benvenuto in Piranesi
Prendendo il suo nome da Giovanni Battista Piranesi, uno dei pi famosi architetti ed
illustratori del XVIII secolo, Piranesi un sistema interattivo di pittura digitale che
permette di produrre immagini di grande qualit ricavandole da modelli tridimensionali.
Si possono dipingere superci di una scena renderizzata con un pennello sensibile alla
supercie che si vuole dipingere, alla sua inclinazione e distanza nella scena.
Le due immagini seguenti mostrano il modello tridimensionale di una citt dipinto con
Piranesi in modo da ottenere degli effetti non fotorealistici e atmosferici.

Scena originale

Scena dipinta

Introduzione a Piranesi 5

Il sistema di pittura intelligente di Piranesi permette di produrre immagini in cui viene


enfatizzato ci che veramente importante nella scena, evitando cos di dover modellare
dei dettagli non necessari.
Come lavora Piranesi
Il segreto di Piranesi nel formato che gestisce, lEPix (Extended Pixel), in cui ogni pixel
registra le informazioni riguardanti il colore RGB, la profondit e il materiale fornite
dalle applicazioni di rendering. I le EPix possono essere creati da molte applicazioni
CAD e dai programmi di modellazione, oppure tramite lapplicazione Vedute, fornita
con Piranesi.
Piranesi usa il formato EPix per controllare le operazioni compiute tramite gli strumenti di
pittura e per consentire una precisa applicazione di texture, cutout e effetti atmosferici.
I valori di profondit e di materiale vengono aggiornati dalle operazioni di Piranesi
in modo che gli effetti possano essere applicati in maniera cumulativa nello sviluppo
dellimmagine nale.

Informazioni su questa Guida


Questa Guida illustra come installare Piranesi con sistemi Microsoft Windows,
fornisce inoltre una panoramica generale sui componenti di Piranesi e sui principali
processi di pittura.
Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto in linea di Piranesi.

Usare lAiuto in linea


Piranesi viene fornito con un esauriente sistema di Aiuto in linea. Vengono fornite
spiegazioni in relazione ai comandi, ai dialoghi e alle procedure per completare ogni
processo. LAiuto contiene anche numerosi esempi di scene realizzate con Piranesi, cos
da illustrare che cosa possibile ottenere con questo programma.
Per accedere al sistema di Aiuto in linea

Richiamare il comando Aiuto > Aiuto di Piranesi


Si apre la nestra Aiuto di Piranesi, alla pagina Panoramica su Piranesi.

Per navigare nellAiuto in ambiente Windows, fare clic sui pannelli Sommario,
Indice, Cerca, Preferiti

Per visualizzare un argomento, fare doppio sul suo nome

Alcuni argomenti includono brevi video clip per dimostrare il funzionamento di


speciche funzioni. Ogni video clip pu essere avviato con Windows Media Player.

Introduzione a Piranesi 5

Usare la Guida rapida


La Guida rapida una novit di Piranesi 5 e fornisce informazioni utili sugli strumenti
di Piranesi.
Il contenuto che appare nella Guida rapida fornisce informazioni per poter utilizzare
lo strumento selezionato in maniera il pi efciente possibile. Laiuto relativo ad ogni
strumento compare non appena si fa clic sullo strumento stesso.
Dalla Guida rapida anche possibile accedere allAiuto di Piranesi.
Per visualizzare o nascondere la Guida rapida

Richiamare il comando Aiuto > Guida rapida

Per i nuovi utenti di Piranesi, nella parte inferiore della Guida rapida disponibile il
bottone Apri Aiuto.
La Guida rapida compare nella parte sinistra della nestra di Piranesi. Facendo clic su
di essa con il tasto destro del mouse e disattivando, nel menu che compare, lopzione
Aggancia, possibile spostare e ridimensionare la Guida Rapida a piacimento.

Tutorial
Piranesi offre tutorial sia scritti che in video.
I tutorial video affrontano alcune delle funzionalit chiave del programma. Ogni video
centrato sugli argomenti che si sono dimostrati di maggior interesse da parte degli
utenti. Guardando i tutorial, si impareranno delle tecniche di pittura per utilizzare al
meglio Piranesi. E possibile accedere ai tutorial video nella cartella Piranesi 5.0 Tutorial
dal menu Start di Windows. I tutorial sono anche reperibili nella sezione Downloads
allindirizzo internet www.informatix.co.uk/piranesi.
Si suggerisce di visitare regolarmente il sito internet per scaricare eventuali nuovi tutorial
video che si rendono disponibili.
I tutorial scritti sono pi dettagliati, forniscono unidea chiara su come utilizzare Piranesi
per dipingere le proprie immagini e sono a diversi livelli di apprendimento. I tutorial
scritti sono un eccellente strumento per imparare ad utilizzare le numerose tecniche di
pittura di Piranesi.
Per accedere ai tutorial scritti

Richiamare il comando Aiuto > Tutorial di Piranesi

Con Piranesi 5.0 anche disponibile un Tutorial Quick Start che fornisce indicazioni
di base sulle modalit di pittura con Piranesi. Questo tutorial rivolto ai nuovi utenti
di Piranesi, ma pu interessare anche i vecchi utenti che desiderano ripassare alcune
funzionalit.
6

Introduzione a Piranesi 5

Per accedere al tutorial Quick Start

Richiamare il comando Aiuto > Tutorial Quick Start di Piranesi.

World Wide Web


Lindirizzo web di Piranesi www.informatix.co.uk/piranesi.
Per accedere al sito direttamente dallinterno di Piranesi:

Richiamare il comando Aiuto > Piranesi Online.

Installare Piranesi
Prima di installare Piranesi, assicurarsi di possedere la congurazione minima:

Processore Intel Pentium 300MHz

Microsoft Windows 2000, Windows XP, Windows Vista

256 MB RAM

monitor con risoluzione 1024x768 o superiore e visualizzazione a migliaia di


colori. Si raccomanda un monitor a milioni di colori.

Per installare Piranesi

Avviare il computer
Piranesi deve sostituire alcuni le di sistema e deve aggiornare il registry.
Assicurarsi di avere i privilegi per poter installare il programma.

Chiudere eventuali applicazioni aperte

Inserire il DVD di Piranesi nel DVDROM drive


Qualora non dovesse apparire automaticamente sullo schermo la nestra di
installazione, avviare il programma di installazione Autorun.exe di Piranesi dalla
radice del DVD

Fare clic su Installa Piranesi, poi su Avanti e seguire le istruzioni che appaiono
sullo schermo

In Piranesi si possono utilizzare dei cutout in formato Rich Photorealistic Content


(RPC). Piranesi contiene tre cutout RPC sul DVD perch vengono utilizzati nel Tutorial
4. Quindi, per poter completare questo Tutorial, assicurarsi di installare tali le. Rich
Photorealistic Content (RPC) un marchio di ArchVision, Inc.

Introduzione a Piranesi 5

Licenza dUso di Piranesi


Quando si avvia Piranesi per la prima volta, viene visualizzato un messaggio relativo ai
termini della Licenza dUso.
Piranesi consente un periodo di utilizzo in modalit dimostrativa di 30 giorni, dopo i
quali non sar pi possibile usare il programma.
Per acquistare una Licenza dUso denitiva, contattare VideoCOM, Distributore Italiano
di Piranesi, al numero 0383-366712 oppure allindirizzo vendite@videocom.it.

Compatibilit tra versioni differenti di Piranesi


Piranesi 5.0 permette di aprire documenti EPix realizzati con versioni precedenti
del programma. Gli stili creati con versioni precedenti alla 5.0 vengono aggiornati
automaticamente non appena si lancia la nuova versione.
Gli stili creati con Piranesi 5.0 possono anche essere utilizzati con versioni precedenti
del programma, ma bisogna notare che potrebbero produrre dei risultati inaspettati.
Ad esempio, in Piranesi 5.0 stato introdotto il nuovo strumento Cutout multipli che
permette di posizionare molteplici cutout su una linea o su una griglia. Questi ed altri
cutout ora vengono inseriti in un gruppo. Se si apre in versioni precedenti alla 5.0 un
documento EPix che contiene dei cutout uttuanti raggruppati, il gruppo viene separato.
Se si riapre il documento in Piranesi 5.0, sar forse necessario ricreare il gruppo. Inoltre,
nella versione 5.0 possono essere usate delle texture quando si disegnano dei cutout
3D originati da le MAN, SKP e 3DS. Se si apre un documento EPix che contiene dei
cutout uttuanti con applicate delle texture con versioni precedenti alla 5.0, le texture
verranno ignorate.
Si noti che i documenti EPix sono perfettamente interscambiabili tra Windows e
Macintosh.

Preparare la scena
Prima di usare Piranesi, di solito si crea un modello 3D usando unapplicazione di
modellazione. Indipendentemente dalla complessit del progetto, il modello deve
comunque essere renderizzato per produrre una semplice immagine ombreggiata.
Limmagine dovrebbe essere illuminata a dovere e vista da un punto di osservazione
adatto.
Si deve poi registrare il le in formato EPix. Assicurarsi di utilizzare la risoluzione
ottimale. Alte risoluzioni producono risultati migliori ma creano dei le molto grandi.
Si noti comunque che, quando si registra un documento EPix in Piranesi, il le viene
compresso riducendone cos la dimensione.
Se lapplicazione di modellazione non in grado di registrare la scena in formato EPix,
possibile utilizzare lapplicazione Vedute fornita con Piranesi. Vedute in grado di
8

Introduzione a Piranesi 5

aprire un certo numero di formati di le, permette inoltre di impostare il punto di vista e
quello osservato, lilluminazione e le ombre. Per maggiori informazioni fare riferimento
allAiuto in linea di Vedute.
Con Piranesi 5.0 sono forniti i plug-in per i seguenti programmi (nella cartella Plugin
sul DVD di Piranesi):

Autodesk 3ds Max versione 9

Autodesk 3ds Max versione 6, 7, 8 e Autodesk VIZ 2005, 2006, 2007

Autodesk 3ds Max versioni 4 e 5, Autodesk VIZ versione 4


Sul sito www.informatix.co.uk sono disponibili plug-in per versioni precedenti.

Autodesk Architectural Desktop


Vengono forniti dei plug-in separati per Architectural Desktop (ADT) versione
2004, 2005, 2006 e 2007.
Si noti che ogni plug-in specico per la versione indicata e non funziona con
versioni precedenti o successive di ADT.

Autodesk Building Systems


Vengono forniti dei plug-in separati per Autodesk Building Systems (ABS) versioni
2005, 2006, 2007.
Si noti che ogni plug-in specico per la versione indicata e non funziona con
versioni precedenti o successive di ABS.

Cinema 4D R8 e R9

LightWave versioni 7 e 8

I plug-in permettono a questi programmi di creare documenti EPix.


I seguenti programmi possono generare documenti EPix direttamente:

AccuRender 4.0

ArchiCAD 8.0 R3 e successive

Art*lantis R 1.02 e successive

Bentley MicroStation 8 e successive

form*Z 3.9 e successive

MicroGDS 5.2 per documenti EPix e versione 7.1 e successive per documenti EPix
e EPix Panorama
9

Introduzione a Piranesi 5

NavisWorks 1.3

SketchUp 1.2 e successive

VectorWorks & RenderWorks 11 e successive

Per informazioni su come creare documenti EPix usando questi programmi, fare
riferimento alla pagina www.informatix.co.uk/piranesi/compatible_products.htm.
Informatix aggiorna le informazioni contenute in questa pagina ogni volta che si rende
disponibile un nuovo plug-in.
E possibile creare nuovi documenti EPix anche in Piranesi. Si possono creare dei
documenti EPix nuovi. Si possono creare dei documenti EPix standard oppure degli
EPix panorama, si possono anche creare dei documenti EPix standard da immagini gi
esistenti, importando ad esempio una pianta oppure un prospetto come punto di partenza.
I le EPix possono poi essere dipinti nelle modalit usuali. Per maggiori informazioni,
consultare lAiuto di Piranesi.

I documenti EPix
I documenti Extended Pixel (EPix) contengono le seguenti informazioni riguardanti
ciascun pixel che appartiene alla scena renderizzata:

RGB - colore del pixel

Profondit - distanza fra la posizione dellosservatore e lelemento della scena alla


cui rappresentazione appartiene il pixel

Materiale - il nome del materiale dellelemento alla cui rappresentazione appartiene


il pixel

Linformazione di colore per ciascun pixel permette di limitare la pittura solo ai


pixel di un determinato colore (allinterno di una certa tolleranza). Linformazione di
profondit per ciascun pixel permette di dipingere la scena in 3D e di applicare tecniche
di rendering. Linformazione sui materiali, invece, permette di vincolare lazione agli
elementi renderizzati di un particolare materiale, ignorando il resto.
I le EPix contengono inoltre informazioni riguardanti la vista del modello, come ad
esempio la posizione dellosservatore.

I canali di Piranesi
Un canale di Piranesi contiene informazioni riguardanti una propriet particolare di
ciascun pixel contenuto in un le EPix. Si possono utilizzare sei canali.
I canali RGB, Profondit e Materiali contengono dati di colore, profondit e materiali
riguardanti le impostazioni relative alla scena dipinta. Il canale RGB viene modicato
10

Introduzione a Piranesi 5

quando si incomincia a dipingere; i canali Profondit e Materiali vengono modicati


quando si aggiungono dei cutout alla scena, quando si estende o si crea un nuovo piano
e quando si recuperano parti della scena.
Ad esempio:

Canale Profondit

Canale RGB

Canale Materiali

Tre ulteriori canali, chiamati canali di Recupero, contengono informazioni di colore,


profondit e materiale riguardanti i pixel nei le EPix renderizzati. Allinizio contengono
i dati di colore, profondit e materiali del le EPix originale aperto per la prima volta.
Tuttavia, possibile effettuare il re-rendering della scena, per cambiare il contenuto di
questi canali. I dati contenuti nei canali di recupero vengono usati per creare molti effetti
o per rimuovere gli effetti aggiunti dopo il rendering della scena. Per esempio, quando si
usa lo strumento Recupera, i dati nei canali attuali vengono sostituiti dai dati nei canali
di recupero.

11

Introduzione a Piranesi 5

Primo avvio
Questa sezione fornisce unintroduzione su alcune caratteristiche base di Piranesi. Per
maggiori informazioni consultare lAiuto di Piranesi.
Per avviare Piranesi

Selezionare Piranesi dal menu Start oppure da Esplora Risorse. In alternativa


possibile fare doppio clic su un documento EPix (con estensione .epp oppure
.epx)

In Piranesi possibile utilizzare dei documenti raster per creare pennelli, cutout, texture
e granulosit. Di norma, se, lultima volta che si utilizzato Piranesi si stava usando
un documento raster, allora questo documento verr automaticamente caricato durante
lavvio successivo del programma, in modo da essere immediatamente disponibile.
Se non si desidera caricare le esterni, premere il tasto Maiuscole allavvio del
programma. Se non si desidera che Piranesi carichi documenti esterni, impostare la
relativa preferenza. Fare riferimento allAiuto di Piranesi per maggiori informazioni.

Esplorare Piranesi
La prima volta che si apre Piranesi, lo schermo dovrebbe apparire come segue:
Barra dei
menu

Barra Opzioni
Strumento

Barra
Standard

Barra Colore, Texture


e Granulosit

Barra
Informazioni

Barra
Strumenti
Guida rapida

Barra Blocchi

Barra di Stato
12

Introduzione a Piranesi 5

Piranesi ha diverse barre strumenti e varie nestre che appaiono o meno in base alle
impostazioni denite. Quando si seleziona uno strumento, possibile visualizzare o
meno le relative nestre di controllo. Queste nestre compaiono nella posizione dove
sono state visualizzate lultima volta. E possibile mostrare o nascondere le nestre
di controllo selezionando la relativa voce nel menu Vista. Per nascondere tutte in una
sola volta, selezionare F3. E invece possibile riposizionare queste nestre usando il
comando Riposiziona nestre nel menu Vista.
La Barra dei menu
Nella parte superiore dello schermo presente la barra dei Menu. E possibile accedere ad
ogni menu semplicemente facendo clic sul relativo nome. Fino a quando non verr aperto
un documento o non ne verr creato uno nuovo, alcuni menu non saranno visibili.
In Piranesi sono inoltre disponibili diversi menu contestuali. I comandi in un menu
contestuale si applicano specicatamente allarea di Piranesi su cui si sta lavorando.
Se, lavorando con Piranesi, si utilizzano alcuni comandi di frequente, possibile
assegnare una scorciatoia da tastiera. Per assegnare una scorciatoia da tastiera ad ogni
comando di menu e ad altre azioni di Piranesi si pu usare il pannello Scelte rapide
da tastiera nel dialogo Preferenze. Per maggiori informazioni consultare lAiuto di
Piranesi.
La barra Standard e la barra Informazioni
Alla destra della barra dei Menu, si trovano le barre Standard e Informazioni.
La barra Standard contiene dei bottoni che consentono un rapido accesso ad alcuni
comandi di menu e ad alcune funzionalit. Per attivare una funzione, fare clic sul relativo
bottone. E possibile aprire, creare, stampare e gestire i documenti, inoltre possibile
controllare le modiche apportate e mostrare/nascondere le barre e le tavolozze.
La barra Informazioni riporta dettagli relativi al pixel che si trova sotto il cursore del
mouse in un documento EPix. Vengono riportate le seguenti informazioni:

le coordinate X e Y della posizione in pixel (0/0 corrisponde allangolo superiore


sinistro di un documento EPix) e la distanza del pixel dalla posizione dellosservatore
nellimmagine renderizzata (la profondit, D) nelle unit in uso
Le coordinate X, Y e Z possono essere visualizzate come coordinate globali
selezionando XYZ dalla lista.

le coordinate della posizione del pixel, nelle unit in uso

il nome del materiale in cui stato renderizzato il pixel.


E possibile usare la nestra Materiali per cambiare il nome o il colore di un
materiale e per combinare i materiali.
13

Introduzione a Piranesi 5

Le informazioni visualizzate si riferiscono al tipo di canale che appare nella nestra del
documento. Ad esempio, se si sta osservando il canale Materiali, tutte le informazioni
riguardano questo canale.
La barra di Stato
La barra di Stato si trova nella parte inferiore della nestra di Piranesi. La parte
sinistra della Barra mostra le informazioni riguardanti un comando, un bottone
oppure unoperazione in corso. Quando aperto un documento, la parte destra mostra
informazioni relative allimmagine e al fattore di zoom attivo:
nome
materiale

nome
canale

fattore di
zoom

Gli strumenti
Tutti i principali strumenti di Piranesi sono raccolti nella barra Strumenti alla sinistra
della nestra di Piranesi:
Pennello
Matita
Riempimento
Spruzzo
Timbro
Cutout
Testo
Cutout multipli
Riempimento multiplo
Filtra
Recupera
Contorna
Costruisci
Sfumino
Luce
Panoramica
Zoom
14

Introduzione a Piranesi 5

In Piranesi si utilizza il termine dipingere per descrivere lazione di applicare il


risultato dello strumento attivo alla scena. Il termine effetto, invece, viene usato per
descrivere il risultato di tutte le impostazioni per lo strumento attivo.
Per visualizzare il nome di ogni strumento, posizionare il cursore del mouse sopra allo
strumento e attendere qualche secondo. Per attivare uno strumento sufciente farvi
clic sopra.
Nel seguito verr fornita una breve descrizione degli strumenti, per maggiori informazioni
consultare lAiuto di Piranesi.
Utilizzare gli strumenti Pennello, Matita. Spruzzo e Timbro per
dipingere la scena con colori, texture e immagini. In Piranesi tali
strumenti sono per assai pi potenti che negli altri software di pittura
in quanto sanno rispondere alle informazioni di profondit e materiale
presenti nella scena.
Questi strumenti permettono di riempire delle aree della scena che
soddisfano le impostazioni denite per i blocchi; permettono inoltre di
applicare in un certo ordine una serie di effetti.
Questi strumenti permettono di inserire nella scena dei modelli 3D,
delle immagini raster, dei testi e di riscalarli e orientarli nella scena.
Utilizzare questi strumenti per applicare dei ltri, per recuperare
limmagine iniziale, per estrarre i bordi, per costruire dei piani, per
creare sfumature e per simulare la luce.
Questi strumenti permettono di navigare la scena e di effettuare degli
zoom.
La barra Blocchi
I blocchi sono una funzionalit di Piranesi estremamente potente. E possibile impostare
dei blocchi in modo che quando si applica uno stile, la pittura venga applicata solo ad
aree speciche della scena. E possibile applicare qualsiasi combinazione dei seguenti
blocchi: blocco sul piano, blocco sul materiale, blocco sullorientamento, blocco sul
colore.
E possibile utilizzare dei valori di tolleranza per determinare quanto precisa debba
essere la corrispondenza al ne di modicare il colore dei pixel di sfondo. Pi elevato
il valore di tolleranza e pi colori saranno sostituiti.

15

Introduzione a Piranesi 5

I blocchi vengono gestiti tramite la barra Blocchi:


Blocco sul Piano
Blocco sullOrientazione
Blocco sul Materiale
Blocco sul Colore
Disabilita Blocchi
Impostazioni Blocco

La barra Impostazioni Strumento


Quando si attiva uno strumento, le relative impostazioni appaiono nella parte sinistra della
barra Impostazioni Strumento. Le opzioni disponibili cambiano in base allo strumento
attivo. Ad esempio, quando si seleziona lo strumento Spruzzo, la barra Impostazioni
Strumento appare nel seguente modo:

Le impostazioni nella barra mostrano opzioni comuni riguardanti, ad esempio, la forma,


la dimensione e langolo. La maggior parte degli strumenti ha delle ulteriori opzioni
a cui si accede facendo clic sul bottone Impostazioni avanzate
, tramite il quale si
accede alla nestra Impostazioni avanzate. Nel caso dello strumento Spruzzo, la nestra
Impostazioni avanzate appare come segue:

Ogni strumento ha associato un insieme di stili predeniti (con stile si intende una serie
di impostazioni specicate nella barra Impostazioni Strumento). Per accedere agli stili
disponibili per lo strumento attivo, fare clic sul Selettore di Stile accanto al riquadro di
anteprima dello strumento:

Selettore di Stile
16

Introduzione a Piranesi 5

Quando si fa clic sul Selettore di Stile, si apre una nestra in cui vengono elencati gli stili
disponibili per lo strumento attivo. Nelle pagine seguenti verranno dati maggiori dettagli
relativi al Selettore di Stile.
Molti strumenti hanno anche il bottone Reset
nella parte destra della barra Impostazioni
Strumento. E possibile fare clic su questo bottone per riportare le impostazioni ai valori
standard. Si noti che vengono riportate ai valori standard tutte le opzioni dello strumento.
Ad esempio, facendo clic sul bottone Reset della barra Impostazioni Strumento dello
strumento Pennello, tutti i pennelli vengono riportati ai loro valori standard.
Gli strumenti Pennello, Timbro e Spruzzo dispongono anche del bottone Impostazioni
dinamiche
che permette di denire ulteriori impostazioni relative al pennello. Ad
esempio, possibile denire delle opzioni relative alla diffusione, alla dissolvenza,
allespansione che creano dei tratti di pennello decisamente differenti.
La barra Colore, Texture e Granulosit
La barra Colore, Texture e Granulosit viene utilizzata per modicare il colore della
pittura, per aggiungere texture o granulosit alleffetto e per controllare lopacit
delleffetto.
I campi Colore, Texture e Granulosit hanno un riquadro di anteprima che mostra
un esempio del risultato delle impostazioni denite. Ad esempio:

Per modicare una impostazione, fare clic sul riquadro di anteprima e applicare le
modiche desiderate nella nestra che si apre.
E possibile mostrare/nascondere la nestra delle impostazioni facendo clic sul bottone
presente nella barra. Possono essere visualizzate le impostazioni avanzate solo per
i componenti selezionati. Ad esempio, se in uso solo una granulosit, facendo clic sul
bottone
si apre la nestra Granulosit; se, invece, sono in uso una granulosit e una
dissolvenza, si apre la nestra Granulosit e Dissolvenza.

Colore
Selezionare un colore oppure sceglierne uno dalla scena, poi denire la percentuale
in base alla quale il colore selezionato verr fuso con il colore di recupero.

Texture
Applicare texture fotograche, personali o procedurali e scegliere la percentuale
in base alla quale si desidera che il colore della texture venga fuso con il colore
selezionato.
17

Introduzione a Piranesi 5

Scegliere uno stile di texture registrato facendo clic sul Selettore di Texture
oppure impostare un nuovo effetto per la texture facendo clic sul riquadro di
anteprima della texture.

Granulosit
E possibile applicare una granulosit nel piano della scena per simulare leffetto
carta.
Scegliere una granulosit registrata facendo clic sul bottone oppure impostare un
nuovo effetto di granulosit facendo clic sul riquadro di anteprima.

Opacit e Fusione
Le impostazioni relative allopacit e alla fusione permettono di denire quanto
inuir sulla scena leffetto impostato. Pi il valore di opacit alto e pi il nuovo
effetto sostituir la scena originale:

100%

60%

30%

Dissolvenza
Le impostazioni relative alla dissolvenza possono essere impostate tramite i bottoni
Dissolvenza lineare e Dissolvenza radiale:
Dissolvenza lineare
Dissolvenza radiale

E possibile usare le impostazioni di dissolvenza per creare diversi effetti atmosferici


sulla scena.
Si noti che possibile riportare le impostazioni ai valori standard facendo clic sul
bottone
alla destra della barra Colore, Texture e Granulosit. Si noti inoltre che
questa operazione non inuenza il colore.
Il Gestore Cutout
Il Gestore Cutout permette di gestire i cutout uttuanti. Con cutout si intende un
elemento esterno volto ad arricchire la scena, ad esempio un albero, una persona, ecc.
Quando inizialmente si inserisce un cutout, questo uttuante, signica che possibile
modicarne la dimensione e la posizione.
18

Introduzione a Piranesi 5

Per mostrare o nascondere il Gestore Cutout:

nella barra Standard selezionare Barre > Gestore Cutout

oppure nel menu Vista selezionare Barre > Gestore Cutout

Barra Strumenti

Cutout uttuanti nella scena

Impostazioni Ombre

Impostazioni Fusione cutout


Punto di aggancio del cutout selezionato

Tramite il Gestore Cutout possibile inserire nella scena dei cutout uttuanti. Fino a
quando i cutout sono uttuanti, possibile importarli in altre scene direttamente dal le
EPix. Tuttavia, se successivamente si saldano i cutout nella scena, questi non sono pi
importabili in unaltra scena. E possibile registrare dei cutout uttuanti in un documento
speciale, in modo che restino sempre disponibili per altre scene.
I cutout vengono registrati esattamente come appaiono nella scena, includendo le
coordinate delle loro posizioni, lo stato della loro visibilit e le impostazioni delle ombre
per morbidezza, direzione, percentuale di fusione e colore.
Quando si dipinge una scena in cui sono inseriti dei cutout uttuanti, Piranesi applica la
pittura dietro ai cutout, come se questi non ci fossero. Ci signica che non sempre si
vede esattamente ci che si sta dipingendo. Per dipingerli, possibile saldare i cutout alla
scena, eliminandoli cos dal Gestore Cutout e facendoli diventare parte integrante della
scena stessa, come qualsiasi altra geometria.
Per maggiori dettagli consultare lAiuto di Piranesi.
Usare gli Stili
Quando si dipinge una scena in Piranesi, si seleziona uno strumento e si utilizzano le
barre e le tavolozze per denirne le impostazioni (per denire ad esempio il colore,
lopacit, la texture, ecc.). Inne, si applica il risultato alla scena.
19

Introduzione a Piranesi 5

Il modo pi semplice e veloce per dipingere con Piranesi selezionare uno stile esistente
dalla libreria di stili fornita o da una libreria creata dallutente stesso. Le librerie di
stili raggruppate deniscono delle categorie di stili. Ogni stile denisce un insieme
di impostazioni degli strumenti. Quando si applica uno stile, gli strumenti vengono
aggiornati appropriatamente.
Quando si applica uno stile, Piranesi aggiorna le barre e le tavolozze in base alle
impostazioni denite per lo stile.
Se uno stile non soddisfa completamente le proprie esigenze, possibile creare delle
variazioni allo stile stesso cambiando anche uno solo dei parametri che lo deniscono.
E possibile selezionare gli stili tramite il Selettore di Stile. E possibile selezionare gli
stili e gestire le librerie di stili e le categorie tramite il Browser degli Stili.
Piranesi permette anche di registrare automaticamente le impostazioni denite per creare
gli effetti. Questo risulta molto utile quando si fanno prove con differenti tecniche di
pittura. E sufciente attivare lopzione che permette di registrare automaticamente
le impostazioni denite e Piranesi creer uno stile ogni volta che si applicano delle
modiche alle impostazioni e si dipinge la scena. E poi possibile registrare lo stile in
una libreria per riutilizzarlo in futuro.
E possibile fare pratica con la creazione e lapplicazione degli stili usando i Tutorial di
Piranesi (a cui si accede dal menu Aiuto).
Il Selettore di Stile
Il Selettore di Stile viene usato per selezionare degli stili da una determinata libreria e
categoria di stili in modo da poter applicare velocemente delle impostazioni predenite
ad uno strumento. Tramite il Selettore di Stile anche possibile aggiungere, eliminare e
modicare gli stili.
Di norma, ogni strumento ha una libreria e una categoria di stili collegate. Ad esempio,
lo strumento Pennello ha collegata la categoria Pennelli nella Libreria Strumenti di
Piranesi, lo strumento Cutout ha invece collegata la categoria Cutout.
E possibile cambiare la libreria e la categoria associate ad ogni strumento ed anche
quelle associate alle texture e alle granulosit.
Per selezionare uno stile tramite il Selettore di Stile:

nella barra Impostazioni Strumento, fare clic sullicona Selettore di Stile

Selettore di Stile
20

Introduzione a Piranesi 5

La libreria e la categoria al momento associate allo strumento attivo vengono


visualizzate nella parte superiore del Selettore di Stile, mentre nel riquadro degli
stili compare unanteprima di ogni stile.

E possibile modicare il tipo di visualizzazione dellanteprima degli stili facendo


clic sul bottone
. Si pu scegliere tra Icone grandi, Icone piccole e Dettagli.

fare clic sullo stile che si desidera applicare

Per modicare la categoria degli stili di uno strumento:

per modicare la libreria o la categoria, fare clic sulle frecce ed effettuare la


selezione desiderata
E possibile selezionare una libreria qualsiasi, deve per essere stata aperta nel
Selettore di Stile. Se necessario, fare clic su
per aprire una libreria.

E anche possibile:

applicare un blocco per mostrare la stessa categoria per tutti gli strumenti di
Piranesi attivando licona
Questo pu essere utile quando si sta lavorando con una sequenza di stili, ad
esempio quando si stanno eseguendo i Tutorial di Piranesi.
Di norma, per, consigliabile associare una specica categoria ad ogni
strumento.

attivando licona , si possono ltrare gli stili per mostrare solo quelli associati
allo strumento in uso
E possibile riportare le librerie e le categorie alla situazione iniziale facendo
clic su
nel Selettore di Stile. Per riportare le texture e le granulosit alle loro
impostazioni standard, fare clic su
del relativo Selettore.

21

Introduzione a Piranesi 5

Il Browser degli Stili


Sebbene sia possibile usarlo per selezionare gli stili, il Browser degli Stili viene
principalmente usato per le funzioni di amministrazione degli stili. Ad esempio, il
Browser permette di aggiungere, copiare, modicare, eliminare stili gi esistenti e di
gestire le librerie di stili e le categorie.
Per visualizzare e nascondere il Browser degli Stili:

nella barra Standard fare clic su Barre e poi scegliere Browser degli Stili

oppure nel menu Vista, selezionare Barre > Browser degli Stili

oppure fare clic sul bottone

nella barra Standard

Il Browser degli Stili permette di accedere alle librerie degli stili. Di norma, il Browser
diviso in tre parti: la parte a sinistra mostra la posizione della libreria, quella centrale
elenca gli stili disponibili, quella a destra mostra i dettagli dello stile selezionato. Se,
ad esempio, si lavora con una sola libreria possibile nascondere la parte a sinistra del
browser.

Per applicare uno stile tramite il Browser degli Stili:

nellarea a sinistra fare clic sulla libreria e sulla categoria in cui si trova lo stile
desiderato

nellarea centrale, fare doppio clic sullo stile che si intende applicare

Per maggiori dettagli sulla creazione delle librerie degli stili, sulle categorie e sulla loro
gestione consultare lAiuto di Piranesi.
Gli stili e gli alias
Alcuni stili usano delle immagini raster, ad esempio, alcuni pennelli, texture e granulosit.
Quando si applica uno stile che referenzia un le raster, Piranesi deve avere accesso a
quel le.
E quindi necessario specicare la posizione del documento raster quando si crea lo
22

Introduzione a Piranesi 5

stile che lo utilizza. Ad esempio, quando si crea un pennello che usa un le raster,
necessario denire la posizione in cui si trova il le. Una volta registrato lo stile, Piranesi
memorizzer la posizione del le raster. Si consiglia quindi di collocare questi documenti
in opportune cartelle.
Si suggerisce di collocare i documenti esterni necessari a Piranesi in ununica cartella, ad
esempio, c:\piranesi\modelli\cutout.
Per consentire di muoversi facilmente tra i documenti raster, Piranesi permette di creare
degli alias per le cartelle in cui risiedono questi le. Quindi, ad esempio, ogni volta che
si crea un nuovo stile con un pennello raster, Piranesi usa lalias per caricare la posizione
del le. Successivamente, quando si usa di nuovo quello stile, Piranesi cerca la cartella
referenziata da quellalias per localizzare il le raster.
Se si sposta il le raster, necessario ridenirne lalias.
Gli alias dovrebbero essere creati prima di realizzare lo stile. Quando si sta creando
uno stile, se si seleziona un documento raster e se stato denito un alias appropriato,
questultimo viene utilizzato come parte del percorso. Ad esempio, un le raster chiamato
Foglia.tif, posto nella cartella referenziata dallalias Pennelli, viene visualizzato come:
<Pennelli>Foglia.tif
Per maggiori dettagli sugli alias consultare lAiuto di Piranesi.
Usare le barre e le nestre
Piranesi ha parecchie barre e nestre che contengono informazioni e comandi. Le barre
e alcune nestre appaiono automaticamente al primo avvio di Piranesi. Le altre nestre
appaiono in base allo strumento in uso oppure solo se si decide di visualizzarle.
Per mostrare e nascondere una barra o una nestre:

nel menu Vista, scegliere Barre e poi selezionare la barra che si desidera
visualizzare o nascondere

oppure nella barra Standard, fare clic sulla voce Barre e scegliere la barra
desiderata

Le barre e le nestre possono essere spostate e ridimensionate. E anche possibile


collegare delle barre e delle nestre tra loro, collassare e combinare le nestre in nestre
a pannelli.
Aprire un documento
Per aprire un documento EPix:

richiamare il comando File > Apri

oppure fare clic sullicona

nella barra Standard


23

Introduzione a Piranesi 5

Il documento viene aperto in una nuova nestra di Piranesi.


Se, in precedenza, con il le sono stati registrati dei cutout uttuanti, questi vengono
caricati nella scena.
E anche possibile creare dei nuovi documenti EPix direttamente in Piranesi.
Per ulteriori dettagli consultare lAiuto di Piranesi.
Visualizzare i canali
Di norma, quando si avvia Piranesi e quando si dipinge, si vedono le informazioni
contenute nel canale RGB. Tuttavia, pu essere utile di volta in volta controllare gli altri
canali. Per esempio, se si intende usare il Blocco sul Materiale si pu controllare quali
elementi della scena appartengono a un certo materiale.
Piranesi visualizza il nome del canale attivo sulla barra di Stato della nestra del
documento.
Per visualizzare un canale differente:

nel menu Vista, scegliere il canale appropriato

oppure selezionare il canale dalla lista dei canali nella barra di Stato

oppure fare clic con il tasto destro sulla scena e nel menu che compare selezionare
il canale desiderato.

Visualizzare e modicare le propriet dei le


Per visualizzare e modicare i dettagli di un documento nella nestra attiva, utilizzare il
dialogo Propriet documento a cui si accede selezionando File > Propriet.
Nella parte superiore del dialogo Propriet documento sono presenti delle informazioni
relative al documento attivo. Vengono inoltre mostrate la dimensione in pixel
dellimmagine e la sua occupazione di memoria.
La sezione Geometria contiene la corrispondenza fra lunit modello nel le e le unit
del mondo reale. In alternativa anche possibile usare il comando Modica > Imposta
dimensione Modello.
La parte inferiore del dialogo mostra ulteriori informazioni sul documento.
Di norma, i documenti, quando vengono registrati, vengono compressi usando la
compressione LZW. Se non si desidera che i documenti vengano compressi, ad esempio
se si utilizza unapplicazione che non gestisce i documenti LZW-compressi, possibile
disattivare il riquadro Compresso.

24

Introduzione a Piranesi 5

Zoom
Quando si dipinge una scena in Piranesi, pu essere necessario allargare limmagine sullo
schermo per dipingere alcuni dettagli oppure pu essere necessario ridurre la dimensione
dellimmagine per avere una visuale globale del risultato. Si noti che quando si effettua
uno zoom, la dimensione attuale della scena non viene modicata, cambia solo laspetto
della scena sullo schermo.
In un documento EPix standard, possibile effettuare uno zoom in di una scena no ad
un massimo di 16:1, mentre uno zoom out no ad un massimo di 1:16. In un panorama
EPix, invece, possibile effettuare uno zoom out no a 1:1 oppure 120, in base alla
dimensione della nestra EPix.
Nella barra di Stato viene visualizzato il fattore di zoom attivo.
Piranesi fornisce un certo numero di metodi per effettuare zoom in e zoom out.
Per effettuare uno zoom in o uno zoom out:

premere i tasti CTRL-+ per effettuare uno zoom in al centro della nestra,
premere i tasti CTRL-- per effettuare uno zoom out

oppure sul tastierino numerico premere + per effettuare uno zoom in al centro
della nestra oppure - per effettuare uno zoom out

oppure richiamare il comando Vista > Zoom In o Vista > Zoom Out

oppure utilizzare il riquadro del fattore di zoom nella barra di Stato

oppure usare la rotella del mouse per effettuare uno zoom in o uno zoom out
centrati nel punto in cui si trova il cursore del mouse.

Effettuare una panoramica


Se si effettuato uno zoom in, possibile spostare il centro della scena. Procedere nel
seguente modo:

usando lo strumento Panoramica

, trascinare la scena allinterno della nestra

oppure se la scena pi grande della dimensione della nestra, usare le barre di


scorrimento

oppure, se si sta usando un mouse a rotella, fare clic sulla rotella per compiere
unesplorazione panoramica della scena

E anche possibile usare la nestra Impostazioni Navigazione che compare nella


tavolozza Impostazioni avanzate quando attivo lo strumento Zoom o lo strumento
Panoramica.

25

Introduzione a Piranesi 5

Passare da una vista allaltra


Ogni volta che si effettua uno zoom oppure una panoramica, Piranesi registra la vista in
memoria. Piranesi pu registrare no a 100 viste.
Per passare da una vista allaltra:

richiamare il comando Vista > Precedente oppure Vista > Successiva.

Annullare le azioni
Mentre si sta dipingendo una scena, si pu annullare lultima azione di pittura.

Fare clic sullicona


Annulla

nella barra Standard oppure nel menu Modica selezionare

In questo modo viene annullata unazione immediatamente dopo averla eseguita.

Fare clic sullicona


Ripeti

nella Barra Strumenti oppure nel menu Modica selezionare

Non possibile applicare lazione Ripeti se dopo lultimo Annulla la scena stata
dipinta.
Riapplicare gli effetti
Mentre si sta dipingendo una scena, possibile che si voglia sperimentare un dato effetto
creato, riaggiustarne i parametri e poi riapplicarlo alla scena esattamente allo stesso modo.
Ad esempio, nellimmagine a sinistra qui di seguito stata usata una texture mattone per
dipingere la supercie. Successivamente stata selezionata una texture differente ed
stato riapplicato leffetto, come mostrato nellimmagine qui sotto a destra.

Per riapplicare un effetto:

fare clic sullicona


Riapplica

nella barra Standard oppure nel menu Modica selezionare

Lazione precedente viene annullata e poi riapplicata con il nuovo effetto.

26

Introduzione a Piranesi 5

Bloccare le azioni
Se si avviata unazione di pittura della scena che richiede un certo tempo per essere
completata, possibile interrompere lazione premendo il tasto ESC.
Se lazione ha apportato dei cambiamenti visibili nella scena, necessario utilizzare
anche il comando Annulla.
Registrare un documento
Richiamare il comando File > Registra per registrare il documento sempre con lo stesso
nome oppure File > Registra come per attribuire un nuovo nome al documento.
Se la scena contiene dei cutout uttuanti, questi vengono registrati con il documento
EPix.
Chiudere un documento
Per chiudere un documento richiamare il comando File > Chiudi.
Uscire da Piranesi
Per chiudere Piranesi richiamare il comando File > Esci.

27

Introduzione a Piranesi 5

Le novit di Piranesi 5.0


Piranesi 5.0 offre un insieme di nuove funzionalit e potenziamenti, eccone un
riassunto:

nuova Guida rapida che fornisce informazioni sugli strumenti di Piranesi

interfaccia ridisegnata:
- nuove barre strumenti
- la Gestione Strumenti stata eliminata
- la barra dei menu ora pu essere spostata
- nuova barra Impostazioni Strumento per accedere alle opzioni
- impostazioni e controlli riorganizzati in nuove barre e nestre
- maggior controllo sul layout delle nestre degli strumenti

nuovi strumenti Cutout e Testo, pi nuove opzioni relative ai cutout

nuovo strumento Cutout multipli

nuove funzionalit per i cutout uttuanti e layout del Gestore Cutout migliorato

operazione Adatta migliorata

nuovo strumento Matita

nuove funzionalit per controllare la forma e la dimensione del pennello

nuovo strumento Timbro per dipingere con tratti di pennello multipli

nuove opzioni dinamiche per modicare la dimensione del pennello o del timbro

nuove funzionalit per lo strumento Spruzzo per controllare la forma e la dimensione


del tratto

le azioni di rendering sono state trasformate in strumenti

nuove opzioni di stondamento

nuovo strumento Luce

nuovo comando per utilizzare riempimenti multipli

nuove opzioni per invertire i blocchi impostati

miglioramenti alla gestione delle granulosit

nuove impostazioni relative alle texture

28

Introduzione a Piranesi 5

miglioramenti al Browser degli Stili

nuove funzionalit per la registrazione degli stili e per crearne in automatico

nuova possibilit di selezione la dimensione nel dialogo Nuovo documento

supporto per Adobe Photoshop (PSD) e ulteriori opzioni di ridimensionamento in


esportazione

nuovo comando per controllare la corrispondenza colore

Vedute versione 5.0


Le funzionalit di Vedute 5.0 sono descritte nellAiuto di Vedute.

Informazioni dettagliate sulle nuove funzionalit della versione 5.0 sono reperibili
nellAiuto di Piranesi.
Guida rapida
La Guida rapida mostra lo strumento al momento in uso e fornisce alcuni suggerimenti
sul suo utilizzo. Il contenuto della Guida cambia in base allo strumento attivo e permette
di accedere direttamente al sistema di aiuto di Piranesi.
Per mostrare e nascondere la Guida rapida:

Richiamare il comando Aiuto > Guida rapida

Per i nuovi utenti di Piranesi, nella parte inferiore della Guida rapida disponibile il
bottone Avvio Aiuto.
La Guida rapida compare nella parte sinistra della nestra di Piranesi. Facendo clic su
di essa con il tasto destro del mouse e disattivando, nel menu che compare, lopzione
Aggancia, possibile spostare e ridimensionare la Guida Rapida a piacimento.
Nuova interfaccia migliorata
Linterfaccia di Piranesi 5.0 molto amichevole permette di scoprire ed utilizzare da
subito le funzionalit del programma cos da avere i risultati migliori il pi velocemente
possibile.
Le principali novit relative allinterfaccia della 5.0 rispetto alle versioni precedenti
sono:

sono state introdotte delle nuove barre strumenti


E possibile selezionare uno strumento dalla barra Strumenti e poi utilizzare le altre
nuove barre e nestre per costruire leffetto desiderato. Ognuna delle precedenti
azioni di rendering stata trasformata in strumento. Ad esempio, ora possibile
selezionare lo strumento Recupera e poi scegliere uno strumento secondario come
il pennello o il riempimento per applicare leffetto. Si noti che nel menu Vista
29

Introduzione a Piranesi 5

ora presente il comando Reset Strumenti. Questo comando ripristina anche le


impostazioni del Gestore Cutout. Se aperto un le EPix, viene ripristinata anche
la direzione dellombra in base alle impostazioni originali del documento.

molte icone degli strumenti sono state ridisegnate

il Riempimento Globale e quello Locale sono stati uniti in un unico strumento con
lopzione Dipingi solo le aree contigue che pu essere o meno attiva

il cursore di ogni strumento ora rappresenta lo strumento attivo quando si trova


sulla scena

la barra Menu pu essere ora spostata o agganciata come si desidera

molti strumenti offrono allutente la possibilit di denire differenti impostazioni


In Piranesi 5, le impostazioni standard per uno strumento si trovano immediatamente
disponibili nella barra Impostazioni Strumento, invece possibile accedere alle
impostazioni pi avanzate, se disponibili, facendo clic sul bottone Impostazioni
avanzate.

oltre alle opzioni di uno strumento vi sono anche le barre Colore, Texture e
Granulosit che contengono ulteriori opzioni per la creazione degli effetti

un nuovo Selettore di Stile permette di collegare ad ogni strumento delle categorie


di stili particolari in modo che quando si usa un dato strumento, sia sempre
disponibile lo stesso insieme di stili
E anche possibile scegliere di mostrare gli stessi stili per tutti gli strumenti e far in
modo che vengano mostrati solo gli stili che utilizzano lo strumento attivo.

ora Piranesi fornisce una descrizione del bottone, del comando o dellopzione sulla
quale si trova il mouse
Ora anche la Scelta colore mostra un riquadro informazioni con i valori del colore
del pixel che si trova sotto al mouse.

i bottoni attivi ora appaiono arancioni

i blocchi vengono gestiti in una nuova tavolozza

i bottoni di controllo della nestra sono stati rimossi (i comandi sono disponibili
nel menu Vista)

la nestra Navigazione ora disponibile solo quando sono attivi gli strumenti
Zoom e Panoramica

il titolo di alcune tavolozze riette gli effetti che sono in uso. Ad esempio la
tavolozza Granulosit e Dissolvenza mostra solo Granulosit o Dissolvenza, a
meno che non siano entrambe attive.

30

Introduzione a Piranesi 5

Lavorare con barre e nestre


In Piranesi 5.0, molte impostazioni vengono controllate tramite le barre e le nestre.
Sono state introdotte delle nuove modalit per la gestione delle nestre degli strumenti,
sia individualmente che a gruppi:

possibile mostrare o nascondere le barre e le tavolozze tramite il menu Vista o


tramite la lista Barre nella barra Standard

fare clic qui per visualizzare la lista Barre

La barra Standard generalmente viene visualizzata alla destra della barra Menu.
I menu scorciatoia per alcune barre e tavolozze permettono anche di attivare o
disattivare le nestre degli strumenti.

possibile collassare o espandere una tavolozza facendo doppio clic sulla sua barra
del titolo

per recuperare spazio sullo schermo, possibile combinare delle nestre in modo
che appaiano in una singola nestra
Per combinare delle nestre, trascinare una nestre sullaltra. Le nestre si
combinano in una nestra a pannelli. Se lo si desidera, possibile creare pi di
una nestra a pannelli. Per riportare una nestre allo stato originale, trascinare
il relativo pannello fuori dalla nestra che lo contiene oppure fare clic destro sul
pannello e selezionare Apri come nestra.

possibile agganciare barre e nestre le une alle altre e ai lati dello schermo
Per collegare le nestre degli strumenti, trascinare la barra o la nestra in modo
che sia adiacente ad unaltra nestra di uno strumento. Quando si collegano le
nestre degli strumenti, se si sposta una nestra, si spostano anche tutte le nestre
alla sua destra e sotto. Per posizionare una nestra di uno strumento in maniera
indipendente, spostare ogni nestra collegata che si trova al di sotto oppure premere
Ctrl e poi trascinare via la nestra.

E anche possibile estrarre, agganciare e ridimensionare alcune barre e nestre. Si


noti che se si ridimensionano le barre Strumenti e Blocchi, vengono automaticamente
ridimensionati anche i bottoni.
Nuovo comando per vericare la disponibilit di aggiornamenti
E ora possibile vericare la disponibilit di nuovi update direttamente online sul sito
web di Informatix selezionando nel menu Aiuto il comando Verica se ci sono
aggiornamenti....
31

Introduzione a Piranesi 5

Strumenti Cutout riorganizzati


Lo strumento Montaggio stato sostituito da due nuovi strumenti:

lo strumento Cutout per inserire dei cutout nella scena

lo strumento Testo per inserire dei cutout di testo nella scena

Per entrambe i tipi di cutout sono disponibili delle nuove impostazioni:

nuova modalit Allineato allasse che permette di allineare i cutout 3D agli assi
reali

nuove opzioni relative agli Stili che permettono di specicare come disegnare un
cutout
E possibile scegliere tra: Normale per disegnare il cutout nella maniera usuale,
Evidenziato per disegnare il cutout come una silhouette e Motion blur per
disegnare il cutout come se fosse in movimento. Ad esempio:

Normale

Evidenzato

Motion blur

Quando si seleziona Evidenziato, si specicano i colori del contorno e del


riempimento e la larghezza della linea del contorno. Quando si seleziona Motion
blur, si specica la direzione e la distanza del blur.
Si noti che qualsiasi ombra che pu essere proiettata da un cutout 3D con applicato un
effetto motion, parte del cutout. Quindi, se si cambia il colore o il tipo di ombra nel
Gestore Cutout, necessario aggiornare le ombre del relativo cutout 3D a cui stato
applicato un effetto blur.
Nuovo strumento Cutout multipli
Il nuovo strumento Cutout multipli pu essere usato, ad esempio, per popolare
rapidamente degli spazi aperti con persone o alberi. E possibile usare questo strumento
per inserire dei cutout in maniera casuale oppure lungo una linea o in una griglia.
La sorgente dei cutout pu essere una libreria di stili oppure dei cutout uttuanti nel
Gestore Cutout. E anche possibile inserire i cutout in un gruppo e scegliere la posizione
in cui collocarlo. Per i cutout inseriti lungo una linea o su una griglia, anche necessario
specicare il numero di ripetizioni dei cutout.

32

Per inserire dei cutout uno alla volta, fare clic nella posizione desiderata

Introduzione a Piranesi 5

Per inserire dei cutout lungo una linea o su una griglia, trascinare dallinizio
della linea o della griglia no alla ne della linea o della griglia. Nellesempio
sottostante, sono stati scelti quattro cutout in maniera casuale da una libreria di stili
e poi sono stati posizionati lungo una linea:

Linea denita
trascinando da qui...

...a qui

Piranesi fornisce delle opzioni per sovrascrivere alcune delle impostazioni originali degli
stili dei cutout. Ad esempio, possibile usare le impostazioni di colore e granulosit in
uso quando si inseriscono dei cutout multipli, ignorando qualsiasi impostazioni relativa
nei cutout originali.
Si noti che qualsiasi blocco si impostato durante luso dello strumento Cutout multipli
sovrascrive automaticamente qualsiasi blocco impostato con i cutout originali.
Nuove funzionalit relative ai cutout uttuanti
Per la gestione dei cutout uttuanti sono disponibili le seguenti nuove funzionalit:

possibilit di raggruppare in gruppi i cutout e anche di scomporre questi gruppi

possibilit di registrare i cutout selezionati in un documento

possibilit di importare cutout multipli

Inoltre, il layout del Gestore Cutout stato rivisto per adeguarlo alla gestione dei gruppi
di cutout.
Gestire i cutout come un gruppo
In Piranesi 5.0, possibile raccogliere i cutout uttuanti in un gruppo in modo da poterli
gestire contemporaneamente.
Per raggruppare i cutout in un gruppo:

nel Gestore Cutout selezionare i cutout che si desiderano raggruppare

fare clic con il tasto destro sulla lista dei cutout e selezionare Raggruppa.
Piranesi assegna un nome al nuovo gruppo partendo da Nome Gruppo 1, ecc.
33

Introduzione a Piranesi 5

E possibile assegnare al gruppo un nome diverso. E anche possibile rinominare


i cutout che appartengono al gruppo. Per maggiori dettagli consultare lAiuto di
Piranesi.
Per scogliere un gruppo di cutout:

nel Gestore Cutout selezionare il gruppo da dividere

fare clic con il tasto destro del mouse e scegliere Separa

In Piranesi 5.0, possibile scegliere di registrare i cutout selezionati in un determinato


documento. Questo, ad esempio, utile se si desiderano registrare solo i cutout visibili.
Per registrare i cutout selezionati:

attivare lopzione Registra solo i Cutout selezionati del dialogo Registrazione


Documento Cutout

In Piranesi 5.0, possibile selezionare dei documenti di cutout multipli da importare


nella scena. Questo pu essere utile dopo avere generato dei cutout in Vedute.
Loperazione Adatta stata notevolmente migliorata:

per i cutout 2D, viene mostrato il contorno e il riquadro di contenimento (questo


visibile se nelle preferenze attiva lopzione Usa evidenziazione per il cursore di
inserimento dei Cutout.
Ad esempio:

34

lasse di adattamento viene ora disegnato a colori e i colori del cursore sono stati
resi corrispondenti. Ad esempio, quando si effettua una rotazione attorno allasse
Z, il cursore viene disegnato in blu per corrispondere allasse attorno al quale sta
ruotando:

Introduzione a Piranesi 5

Nuovo strumento Matita


Lo strumento Penna stato sostituito dallo strumento Matita che offre molte funzionalit
in pi:

si possono disegnare singole linee, linee multiple connesse e forme composte da


linee vuote o piene

si possono disegnare forme in 2D o in 3D

le linee e le gure cave vengono disegnate con una specica ampiezza

Per disegnare delle linee multiple connesse, fare clic sul punto dinizio nella scena e
poi fare clic in ogni punto successivo. Oppure, premere e trascinare la matita da punto a
punto. Una volta specicati tutti i punti sulla linea, premere Esc per terminare oppure
premere Invio per congiungere il primo punto allultimo.
Per disegnare un rettangolo o una ellisse, fare clic ai due angoli opposti o trascinare da
un angolo o da un lato della forma no allangolo o al lato opposto. Per disegnare un
quadrato o un cerchio, premere Maiuscole e trascinare.
E possibile aumentare e diminuire langolo dei rettangoli e delle ellissi usando
rispettivamente le scorciatoie < e >. Queste scorciatoie cambiano la dimensione
della forma di un grado. E possibile usare le scorciatoie quando si dipinge la scena e
quando si specica langolo nella barra Impostazioni Strumento.
Si noti che quando si disegna una singola linea, ora possibile anche fare clic nei due
estremi della linea oppure trascinare il mouse tra i due punti.
Nuove funzionalit dello strumento Pennello
In Piranesi 5.0, lo strumento Pennello dispone di nuove funzionalit:

ora possibile controllare la proporzione di un pennello raster no a un fattore


100%. E anche possibile modicare la forma trascinando una delle maniglie. Ad
esempio:
Maniglie

ora possibile diminuire e aumentare langolo di un pennello usando rispettivamente


le scorciatoie da tastiera < e >. Queste scorciatoie modicano la dimensione
35

Introduzione a Piranesi 5

del pennello di 10 gradi. E possibile usare le scorciatoie quando si dipinge la scena


e quando si specica langolo nella barra Impostazioni Strumento.
Nuovo strumento Timbro
Lo strumento Pennello Multiplo delle precedenti versioni stato trasformato nello
strumento Timbro, che pu essere utilizzato per dipingere la scena con un insieme di
tratti timbro.
I tratti possono essere riscalati no al 100%.
Quando si impostano dei tratti timbro, sono disponibili le seguenti opzioni nel dialogo
Denizione tratti multipli:

possibile controllare la proporzione di ogni tratto no ad un fattore 100


E anche possibile modicare la forma del timbro trascinando le relative maniglie.

la nuova opzione Converti in Alfa permette di convertire lattuale tratto in alfa


I tratti che vengono convertiti in alfa usano il colore delleffetto, mentre le aree
bianche sono trasparenti

Converti in Alfa
non attiva

Converti in Alfa
attiva

I tratti timbro che non hanno informazioni alfa usano i colori nella trama raster e
non hanno trasparenza.
Nuove impostazioni dinamiche per Pennello e Timbro
Quando si impostano dei tratti di pennello dinamici per pennelli 2D o timbri 2D, alle
impostazioni dinamiche stata aggiunta una nuova opzione relativa allestensione. In
questo modo possibile specicare unestensione massima e minima per ogni tratto.
Ad esempio:

0%

50%

100%

Le impostazioni dinamiche vengono mostrate o nascoste facendo clic sul bottone


nella barra Impostazioni Strumento. Quando la nestra Impostazioni dinamiche aperta
il bottone risulta evidenziato
.

36

Introduzione a Piranesi 5

Nuove impostazioni per lo strumento Spruzzo


In Piranesi 5.0, per lo strumento Spruzzo sono disponibili alcune nuove funzionalit:

possibile controllare la proporzione di ogni tratto no ad un fattore 100. E anche


possibile modicare la forma del timbro trascinando le relative maniglie

possibile modicare langolo dei tratti dello spruzzo e le dimensioni Inizio


e Fine per i tratti arrotondati e squadrati usando le maniglie nel riquadro di
anteprima. Ad esempio:
Maniglia Fine
Maniglia Inizio
Maniglia Inizio

Maniglia Angolo

Maniglia Fine

Nuovi comandi relativi agli stili Riempimenti Multipli


In Piranesi 5.0, in una sequenza di un riempimento multiplo ora possibile includere
anche il comando Cattura riessioni.
Le riessioni vengono catturate nel punto in cui si fa clic quando si applica il riempimento
multiplo.
Per catturare le riessioni, creare un nuovo stile scegliendo il comando Cattura
riessioni dalla lista nel dialogo Nuovo Stile. Per disegnare le riessioni, creare uno stile
Riempimento che usa una texture catturata e aggiungere questo stile nella sequenza del
riempimento multiplo. Si ricordi di impostare la distorsione e la scala delleffetto quando
si registra lo stile. Si noti che ora le riessioni includono anche i pixel di sfondo.
Azioni di rendering riviste
Nelle precedenti versioni di Piranesi, si selezionava una azione di rendering per denire
come leffetto globale doveva essere applicato alla scena. Questo tipo di approccio poteva
rendere difcoltoso trovare alcuni tipi di funzionalit. Per ovviare a questo inconveniente,
le azioni di rendering sono state trasformate in strumenti. E ora possibile scegliere uno
strumento di pittura principale e poi lo strumento con cui applicare leffetto.
I nuovi strumenti sono: Filtro, Recupera, Contorna, Costruisci, Sfumino e Luce.
Ad esempio, si pu selezionare lo strumento Contorna per estrarre il contorno del
disegno e poi si pu applicare leffetto usando un pennello o un riempimento. Nella
barra Impostazioni Strumento:

Strumento di pittura al
momento in uso

Strumenti per
applicare leffetto
37

Introduzione a Piranesi 5

Impostazioni Sfumino
La quantit viene ora misurata come percentuale e non come distanza in pixel. Si tratta
della quantit di colore sfumato aggiunto per ogni pixel. Maggiore il valore della
percentuale e maggiore la quantit di colore sfumato applicato ai pixel.
Nuovo strumento Luce
In Piranesi 5.0 stato introdotto lo strumento Luce, a sostituzione del relativo tipo di
dissolvenza disponibile nelle versioni precedenti.
I tipi di luce disponibili sono: Parallela, Punto, Spot e Cono.
Tutte le luci hanno lopzione Forza alla sorgente che permette di specicare
lintensit della luce. Questo valore una percentuale dellattuale opacit. Alla piena
Opacit, una intensit pari a 100 genera una luce molto forte; valori pi bassi generano
intensit inferiori. (Questa impostazione equivale a regolare lopacit ma non permette
linserimento di valori che potrebbero sovraesporre la luce).
Le luci Punto, Spot e Linea hanno lopzione Forza nel range per specicare la forza
della luce in un intervallo determinato.
Qui di seguito vengono elencate alcune impostazioni delle luci; per maggiori informazioni
consultare lAiuto di Piranesi:

le luci Parallele hanno una direzione


Nella tavolozza impostazioni avanzate presente lopzione Direzione bloccata
che permette di utilizzare, se selezionata, una direzione ssata. Se questa opzione
non attiva, viene utilizzata la direzione della luce nel tratto.
Se si sta utilizzando una direzione bloccata, possibile fare clic su una supercie
sulla scena per proiettare la luce ortogonale al piano selezionato.
Se si sta impostando la direzione della luce nel tratto, possibile fare clic come
descritto sopra oppure trascinare per denire la direzione:

Luce diretta ad un
muro di conne

38

dopo lapplicazione
delleffetto luce

le luci Punto hanno un centro e lopzione Posiziona nel tratto

Introduzione a Piranesi 5

Se si attiva questa opzione, loffset della luce viene centrato perpendicolarmente


dallinizio del tratto per ogni offset scelto. Se questa opzione non attiva, il centro
della luce ssato nel tratto.
Se si sta usando un Intervallo bloccato, fare clic per applicare leffetto al centro.
Se non si sta usando un Intervallo bloccato ma si sta usando un centro predenito,
fare clic al termine dellintervallo. Altrimenti trascinare dalla posizione centro no
alla posizione ne dellintervallo.
In base alle attuali impostazioni per la luce, possibile vedere una sfera pari
allintervallo specicato attaccata al cursore del mouse, disegnata nel colore in
uso.

le luci Spot, oltre a quanto visto per le luci Punto, hanno anche unopzione
Direzione bloccata
Attivare questa opzione per utilizzare una direzione ssata, disattivarla per
impostare la direzione della luce nel tratto.
Se si sta usando un centro ssato, fare clic nella posizione appropriata per denire
la direzione e/o lintervallo, in base alle altre impostazioni.
Se non si sta usando un centro ssato e la posizione ssata nel tratto, fare clic
nella posizione appropriata nel tratto oppure fare clic nella posizione desiderata o
trascinare per denire la posizione iniziale e la posizione nale per la direzione e/o
il termine dellintervallo.

le luci Linea hanno un Inizio e una Fine con lopzione Posiziona nel tratto
Attivare questultima opzione per denire linizio e la ne nel tratto, disattivarla
per usare i punti dinizio e terminale ssati.
Se si stanno usando un Inizio e una Fine ssati, fare clic nella posizione
appropriata per denire lintervallo.
Se non si stanno usando Inizio e Fine ssati, trascinare il mouse per denire le
posizioni dinizio e ne.

Miglioramenti ai blocchi
Alle impostazioni dei Blocchi sono stati apportati i seguenti miglioramenti:

la nuova opzione Inverti permette di ribaltare lazione del blocco


Ad esempio, se si imposta un blocco di orientazione invertito e si riempie la
scena con la pittura, verranno dipinte tutte le superci che non hanno la stessa
orientazione.

quando un blocco attivo, accanto al cursore viene visualizzato un lucchetto:


39

Introduzione a Piranesi 5

la lista dei materiale per il Blocco sul Materiale ora pu contenere dei caratteri
particolari, cos come i nomi dei materiali. Si pu usare:
* - per indicare lo stesso numero di caratteri
? - per indicare un singolo carattere
Ad esempio, BA* indicher sia BASE che BALL.

Nuove impostazioni per la granulosit


In Piranesi 5.0 sono stati aggiunti dei nuovi tipi di granulosit e sono state apportate delle
modiche a quelli gi disponibili:

per le granulosit Raster, sono stati aggiunte le opzioni Ripeti X e Ripeti Y per
ripetere la trama della granulosit in una o in entrambe le direzioni
Nelle versioni precedenti, la granulosit veniva sempre ripetuta in tutte e due le
direzioni. Se non si attiva nessuna di queste due opzioni, sulla scena viene posta
una singola mattonella raster

stata aggiunta la nuova granulosit Raster per evidenziare gli effetti sulla scena
Piranesi genera la granulosit automaticamente dallattuale canale RGB o Recupera
RGB. Viene preservata la luminosit dei colori, rendendo cos pi semplice
evidenziare le ombre e le ombreggiature in unimmagine

stata aggiunta la nuova granulosit Stile per variare laspetto della granulosit ad
ogni tratto
Piranesi usa le granulosit in maniera consecutiva da una libreria di stili,
cambiandole ad ogni tratto di pennello.

Nuove impostazioni per le texture


E ora possibile posizionare il punto daggancio di una texture raster allinizio di ogni
tratto, selezionando la nuova opzione Aggan. al cursore. Quando si usa questa opzione,
la trama dei tratti multipli viene sovrascritta. Disattivando questa opzione si imposta
il punto di aggancio ad una posizione ssata e i tratti multipli vengono sincronizzati
attraverso limmagine.

punto di aggancio a
sinistra in alto
40

punto di aggancio
riportato al cursore

Introduzione a Piranesi 5

Miglioramenti al Browser degli Stili


I miglioramenti apportati al Browser degli Stili sono i seguenti:

nella parte destra del Browser stato aggiunto il nuovo pannello Dettagli

pannello
Dettagli

Questo pannello mostra le propriet dellelemento selezionato. Quando si sceglie


una libreria o una categoria, il pannello Dettagli ne mostra il nome, una eventuale
descrizione, lURL e gli strumenti coinvolti dallapplicazione dello stile.
Tramite il pannello Dettagli, possibile applicare delle modiche allelemento
selezionato. Alcune modiche, come ad esempio la modica del campo
Descrizione, possono essere applicate ad una selezione multipla.

nuovo comando Ingrandimento


Nel menu Vista stato aggiunto il comando Ingrandimento che permette di
ingrandire o ridurre le icone relative agli stili
Le impostazioni del comando Ingrandimento vengono applicate anche al Selettore
di Stile.

ulteriori funzionalit di ricerca


E ora possibile inserire la descrizione del testo per i termini da ricercare,
possibile cercare solo nella libreria attuale, invece che in tutte le librerie. Inoltre,
sono stati introdotti dei nuovi operatori per rendere la ricerca pi precisa. E
possibile utilizzare and per cercare pi di una parola e or per cercare una o
laltra parola.
Ad esempio: per trovare tutti gli stili che includono bianco e bordo, digitare
bianco and bordo nel riquadro di ricerca; per trovare tutti gli stili che includono
o bianco o crema, digitare bianco or crema. E anche possibile usare pi di
un operatore di ricerca, ad esempio bianco and crema or bordo. Piranesi verica
le espressioni nellordine.
Si possono usare le virgolette per includere gli operatori come parte del testo di
ricerca. Ad esempio, per trovare tutti gli stili che includono tavolo and sedie e
tavolo da picnic, digitare tavolo and sedie and tavolo da picnic.
41

Introduzione a Piranesi 5

Nuove funzionalit per la registrazione degli stili


E ora possibile registrare automaticamente lo stile che si sta usando. Piranesi genera in
automatico un nuovo stile ogni volta che si modica una impostazione e si dipinge la
scena.
Per registrare gli stili automaticamente:

dal menu Barre, selezionare Registratore Stili e attivare il riquadro Registra gli
stili ( anche possibile attivare/disattivare la voce Registra nel menu Modica
del Browser degli Stili)

Ogni volta che Piranesi registra uno stile, i relativi dettagli vengono aggiunti al
Registratore Stili:

Una volta terminato di registrare gli stili, possibile eliminarli o registrarli in una libreria
di stili. Ogni stile non registrato in una libreria viene automaticamente eliminato da
Piranesi quando si esce dal programma.
Nuovo metodo per impostare la dimensione di un nuovo le
Nelle precedenti versioni di Piranesi, la dimensione di un nuovo documento EPix veniva
specicata in pixel. In Piranesi 5.0, il nuovo wizard usa delle dimensioni di pagina
predenite per impostare la dimensione iniziale di un nuovo le. Piranesi legge le
denizioni del foglio da un documento che ha lestensione csv. Durante linstallazione
di Piranesi, viene fornita una dimensione standard. E possibile modicare questo
documento ma necessario mantenerne il nome in modo che Piranesi possa continuare
a riconoscerlo.
E necessario denire le seguenti informazioni:

I valori iniziali vengono impostati in base al tipo e alla dimensione di pagina impostata.
E possibile modicare ogni valore o impostare delle dimensioni personali selezionando
Personale dal menu relativo al tipo di carta.
42

Introduzione a Piranesi 5

Nuovi formati di esportazione


In Piranesi 5.0, le funzioni di esportazione sono state migliorate:

ora possibile esportare in formato Photoshop PSD


Quando si esporta in formato PSD, al dialogo di esportazione sono state aggiunte
le seguenti opzioni:
Maschere materiali - crea un gruppo invisibile che contiene dei layer separati
per ogni materiale. Ogni layer contiene una maschera di pixel assegnati ad ogni
nome di materiale. Le maschere dei materiali sono nere al 100% dove il materiale
presente e trasparenti altrove. Disattivare questa opzione se non si desiderano
creare dei layer per ogni materiale nel documento EPix.
Unisci gruppi layer Cutout - combina tutti i cutout uttuanti presenti del documento
EPix in un layer e, se presenti, tutte le ombre dei cutout in un altro layer. Se questa
opzione non attiva, viene creato un gruppo contenente un layer per ogni cutout e
un gruppo opzionale contenente un layer per ogni ombra.
Si noti che se un documento PSD viene aperto in unapplicazione che non supporta
i gruppi di layer, potrebbe venire mostrato un layer vuoto indicante linizio e la
ne di ogni gruppo. Inoltre, lopacit e la modalit di fusione dei cutout potrebbero
essere ignorate.

ora possibile specicare la dimensione dellimmagine da creare


Per alcuni tipi di immagini raster ora possibile specicare la dimensione
del documento raster che si andr a creare. A questo proposito, nel dialogo di
esportazione stata aggiunta lopzione Ridimensiona. Questa opzione non
disponibile per tutti i tipi di documenti. Se questa opzione attiva, diventano
disponibili anche le seguenti opzioni:
Larghezza e Altezza: inserire la larghezza e laltezza dellimmagine, in pixel
Mantieni proporzioni: attivare questo riquadro per ssare la proporzione del
documento
Qualit: selezionare dalla lista la qualit dellimmagine. E possibile scegliere tra
Pi simile, Bilineare e Bicubico.

Nuovo comando Gestione colori


E possibile usare le opzioni della Gestione colori per controllare come i colori
dei documenti EPix vengono presentati sullo schermo e poi stampati su differenti
stampanti. In questo modo possibile scegliere i colori per ogni valore RGB caricato
nel documento.
Per gestire i colori nei documenti:
43

Introduzione a Piranesi 5

nel menu File, scegliere Gestione colori

nel dialogo Gestione colori che compare, specicare le propriet di corrispondenza


del colore

Una volta scelta una modalit, Piranesi assicura che i colori vengano riprodotti nel modo
pi fedele possibile al dispositivo scelto.
Nuove funzionalit di visualizzazione
Quando si visualizza un documento EPix, sono disponibili le seguenti ulteriori
funzionalit:

la mappatura delle texture stata rivista per produrre un risultato pi rafnato


Il miglioramento riguarda i cutout 2D, le texture autoavvolgenti, le texture
autotangenti e le texture tangenti con lo strumento Costruisci o il Blocco sul
Piano.

stato rivisto lantialiasing per le texture raster

le texture ora vengono usate per disegnare dei cutout 3D da documenti MAN, SKP
e 3DS
Per cutout da documenti MAN, questo si applica ai materiali che usano gli shader
del colore Wrapped Image e Wrapped Filtered Image. Si specica la posizione
dellimmagine nel pannello Percorsi documenti delle Preferenze.

Miglioramenti in Vedute 5.0


Alcune delle muove funzionalit di Vedute 5.0 sono elencate qui di seguito:

le texture raster ora vengono renderizzate in Vedute

nuove funzionalit di esportazione per esportare parti del modello come cutout
In questo modo si possono esportare le facce come un cutout che pu essere caricato
in Piranesi. Vedute esporta tutte le facce nei materiali selezionati in una collezione
di documenti 3DS (oppure un solo documento, se impostato nelle Preferenze).
Si consiglia di contrassegnare tutti i materiali vetro come trasparenti in Vedute, di
esportare le facce assegnate a quei materiali in un documento cutout e di creare
uno o pi documenti EPix. Poi, in Piranesi, si consiglia di aprire lappropriato
documento EPix, di caricare i cutout e ridurre la quantit di fusione nel Gestore
Cutout.

nuova esportazione e importazione di materiali


E ora possibile registrare le denizioni dei materiali in modo da poterli importare
nello stesso modello o in differenti modelli successivamente. Le denizioni dei

44

Introduzione a Piranesi 5

materiali hanno estensione CSV.


E anche possibile scegliere di creare un materiale se il nome del materiale letto
dalla dal documento di denizione dei materiali non esiste, usando lopzione Crea
i materiali che non esistono nel dialogo Preferenze Vedute.

dialogo di gestione dei materiali rivisto


Le impostazioni di visibilit e delle ombre per ogni materiale vengono ora mostrate
nel dialogo
Alla barra strumenti del dialogo Materiali, sono stati aggiunti i seguenti bottoni:
Esporta facce
Esporta materiali
Importa materiali

dialogo Dimensione Immagine EPix rivisto


Vedute 5.0 usa delle nuove dimensioni di carta predenite per impostare la
dimensione iniziale del documento EPix da creare. Vedute usa la stessa dimensione
carta di Piranesi per creare un nuovo documento EPix vuoto. Con linstallazione di
Piranesi vengono fornite delle dimensioni carta standard. E possibile modicare
il documento contenente queste informazioni, ma necessario mantenere lo stesso
nome. Per maggiori informazioni consultare lAiuto di Piranesi.

Modiche generali

Le librerie di cutout di Piranesi sono state notevolmente estese


Ci sono nuove persone, nuovi alberi, cespugli e ori, diversi nuovi cutout 3D,
nuovi elementi stradali e una estesa selezione di elementi da giardino.

Il colore standard stato modicato da bianco a rosso

La prima riga dei colori personali della tavolozza Colore ora piena

Nel menu Vista ora presente il comando Mostra/nascondi Finestre strumenti

Quando si dipinge usando un pennello con uno spruzzo di colore, leffetto ora
dipinge sopra s stesso invece che sotto

E ora possibile usare la rotella del mouse nei riquadri di testo, ad esempio per
aumentare o diminuire un valore

E possibile denire un alias di Piranesi come un URL in modo che i documenti


raster, le librerie, ecc. possano essere caricate da un sito web

Lanteprima dei documenti EPix e Panorama pu essere visualizzata in Windows


45

Introduzione a Piranesi 5

Explorer.

Lanteprima nel Browser degli Stili e nel Gestore Cutout per piccoli cutout 3D (ad
esempio mattonelle) viene ora disegnata da sopra

La lista dei documenti recenti ora accessibile da File > Apri recenti

Il nuovo EPix File wizard per lopzione Crea un documento EPix da un documento
immagine, ora richiede il nome del documento nella prima pagina del wizard

Modicare la direzione dellombra, la quantit di fusione, il colore o la morbidezza


nel Gestore Cutout, contrassegna il documento in uso come modicato
Queste impostazioni vengono registrate con il documento e non possono essere
annullate.

Dipingere con Piranesi


Gli strumenti e le funzionalit di pittura di Piranesi sono estremamente potenti e versatili,
permettono di creare una incredibile variet di effetti di pittura.
Gli strumenti forniscono molte opzioni che permettono di testare leffetto e di ridenire
limmagine.
Questa sezione fornisce unanteprima degli strumenti di Piranesi e delle funzionalit che
si possono usare per creare delle immagini di alta qualit. Per informazioni complete fare
riferimento allAiuto di Piranesi.
Gli strumenti di pittura
Quando si usa Piranesi per dipingere una scena, si utilizza la barra Strumenti per
scegliere lo strumento da utilizzare. Si utilizzano poi le relative barre per specicare
impostazioni come tipo di applicatore, colore, texture, e cos via. Il modo in cui leffetto
viene applicato alla scena dipende dal tipo di applicatore scelto.
Lo strumento Pennello dipinge la scena con colori, texture e immagini
Lo strumento Matita disegna linee singole o connesse, rettangoli e quadrati, ellissi
e cerchi
Lo strumento Riempimento applica leffetto ai pixel nella stessa area contigua
oppure a tutti i pixel, in base al tipo di blocco impostato
Lo strumento Spruzzo dipinge sopra la scena per creare degli effetti speciali
Lo strumento Timbro dipinge sulla scena con un insieme di immagini predenite
Lo strumento Cutout inserisce degli elementi esterni nella scena
Lo strumento Testo inserisce dei cutout di testo nella scena
46

Introduzione a Piranesi 5

Lo strumento Cutout multipli inserisce nella scena in maniera consecutiva parecchi


cutout
Lo strumento Riempimento multiplo applica una serie di effetti in un dato ordine
Lo strumento Filtro altera il colore dei pixel
Lo strumento Recupera riapplica il colore , la profondit e il materiale di sfondo
Lo strumento Contorna evidenzia i bordi della scena per realizzare degli schizzi
Lo strumento Costruisci crea o estende dei piani per generare dei nuovi scenari
Lo strumento Sfumino applica un effetto sfumato alla scena
Lo strumento Luce aggiunge degli effetti atmosferici che simulano la luce
Le impostazioni di ogni strumento vengono denite tramite la barra Impostazioni
Strumento. Alcuni strumenti hanno delle ulteriori opzioni che possono essere impostate
tramite la nestra Impostazioni avanzate. Per accedere a questa nestra, fare clic sul
bottone
nella barra Impostazioni Strumento.
E possibile modicare il colore della pittura e aggiungere delle texture o delle granulosit
agli effetti, possibile modicare lopacit e la modalit di fusione e utilizzare gli
strumenti di dissolvenza per applicare ulteriori speciali effetti. Per accedere a queste
impostazioni, utilizzare la barra Colore, Texture e Granulosit.
Tutte le barre e le nestre sono accessibili tramite il comando Barre nel menu
Vista.
Dipingere con il Pennello
Lo strumento Pennello permette di dipingere la scena a mano libera, come se il mouse
fosse un pennello.
Piranesi dispone dei seguenti tipi di pennello:

cerchio

rettangolo

raster

di setole

Con leccezione del pennello di setole, possibile utilizzare il pennello 2D o il suo


equivalente 3D.
Il pennello 2D dipinge sempre frontalmente, mentre per il pennello 3D lorientazione
viene denita dal piano del pixel sul quale si trova il cursore del mouse quando si inizia
a dipingere. Il pennello 3D cambia inoltre dimensione con la prospettiva. Ad esempio:
47

Introduzione a Piranesi 5

pannello 2D

pannello 3D

Quando si dipinge un le EPix panorama, il pennello viene posizionato su una sfera


centrata nella posizione dellosservatore e i tratti vengono disegnati con un numero sso
e specico di pixel. I pennelli 3D operano nel modo usuale applicando pi pittura nelle
aree pi scure e meno in quelle pi chiare.
Il pennello lavora applicando pi pittura alle aree scure e meno alle aree chiare. Quindi,
ad esempio, un pennello circolare morbido applica pi pittura al centro del pennello
stesso.
Quando si dipinge con un pennello raster, la quantit di pittura applicata dipende da
quanto scura limmagine. Le aree bianche sono trasparenti. Se limmagine raster non
ha informazioni di colore, Piranesi interpreta automaticamente la luminosit del colore
dellimmagine per produrre la pittura.
Qualsiasi documento raster pu essere importato in Piranesi come pennello raster. E
anche possibile creare dei nuovi pennelli raster. Per maggiori informazioni consultare
lAiuto di Piranesi.
Prima si sceglie il tipo di pennello nella barra Impostazioni Strumento e poi se ne
deniscono le caratteristiche. Ad esempio, possibile specicare la dimensione e la
morbidezza del pennello e cambiarne la forma alterandone la proporzione. E anche
possibile impostare delle impostazioni dinamiche per denire opzioni di espansione, di
diffusione e dissolvenza.
Per dipingere con il pennello:

per applicare la pittura, fare clic sulla scena

oppure trascinare il pennello sulla scena


Si pu vincolare il pennello a una direzione specicata, premendo il tasto
Maiuscole mentre si trascina il mouse. La direzione in cui il pennello vincolato,
viene specicata nella nestra Impostazioni avanzate.
Per evitare che il pennello dipinga mentre si muove il cursore, premere il tasto
Ctrl. Quando si rilascia il tasto modicatore, il tratto di pennello viene continuato
a partire dalla posizione del cursore.

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


48

Introduzione a Piranesi 5

Dipingere con la matita


Lo strumento Matita permette di tracciare delle linee diritte e delle forme pressate
sulla scena ed particolarmente utile per apportare dei ritocchi quando si crea un nuovo
documento EPix da un disegno al tratto.
Piranesi dispone dei seguenti tipi di matita:

linea
linee
singola connesse

rettangolo

ellisse

La matita pu essere 2D o 3D e segue gli stessi principi di disegno come descritto per
il pennello.
Nella barra Impostazioni Strumento si sceglie il tipo di matita e poi si deniscono le
successive opzione. Ad esempio, possibile specicare lo spessore delle linee e langolo
per i rettangoli e le ellissi. E anche possibile usare lantialiasing per rimuovere laspetto
seghettato che potrebbe essere visibile nelle linee diritte e nei bordi.
Per dipingere con la matita:

per disegnare linee singole, fare clic due volte oppure trascinare la matita da un
estremo allaltro della linea

per tracciare linee connesse, fare clic su ogni punto di connessione oppure trascinare
il mouse tra i punti
Una volta specicati tutti i punti, premere Esc per terminare la linea sullultimo
punto in cui stato fatto clic oppure premere Invio per collegare lultimo punto
al primo

per disegnare un rettangolo o una ellisse, fare clic in due punti oppure trascinare
la matita dal punto dinizio no a quello terminale della forma; per disegnare un
quadrato o un cerchio, premere Maiuscole mentre si trascina

Si pu vincolare la matita in una direzione specica premendo il tasto Maiuscole


mentre si trascina il mouse. La direzione in cui viene vincolata la matita specicata
nella nestra Impostazioni avanzate.
Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.
Riempire aree della scena con la pittura
Lo strumento Riempimento permette di applicare un effetto ad intere aree con un solo
clic. Ad esempio, si potrebbe voler svuotare la scena riempiendola con pittura bianca,
49

Introduzione a Piranesi 5

usando poi lo strumento Contorna per creare uno schizzo stilizzato della scena.
Lesempio sottostante mostra una pratica applicazione dello strumento Riempimento. La
prima immagine mostra la scena originale. Questultima stata poi riempita di bianco e,
tramite lo strumento Contorna, ne sono stati estratti i bordi.

Spesso si vogliono riempire solo determinati elementi sulla scena; si pu ottenere questo
effetto usando i blocchi in combinazione con lo strumento Riempimento. E possibile
fare in modo che lo strumento Riempimento dipinga solo i pixel simili sulla scena o solo
quelli che si trovano nella stessa area contigua al pixel su cui stato fatto clic.
Per dipingere con il riempimento:

fare clic sulla scena


Assicurarsi che il mirino del cursore
riempire.

si trovi sullelemento che si desidera

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Applicare stili multipli
Lo strumento Riempimento multiplo permette di applicare un certo numero di stili uno
dopo laltro usando un solo clic sulla scena.
Gli stili riempimento multiplo vengono impostati in una categoria di stile e sono elencati
nellordine in cui si desidera vengano applicati. Quando si fa clic sulla scena, se gli stili
hanno dei blocchi specicati, il punto in cui si fa clic denisce il pixel di riferimento per
il blocco. E anche possibile includere uno stile che deve essere applicato dopo che il
riempimento multiplo ha terminato di dipingere la scena.
In un riempimento multiplo possibile inserire i seguenti stili:

riempimenti contigui e non-contigui


E possibile usare qualsiasi stile di riempimento in cui lo strumento Riempimento
lo strumento principale oppure lo strumento scelto per applicare leffetto, come ad
esempio Contorna, Costruisci, ecc.

50

stili a spruzzo di pittura

Introduzione a Piranesi 5

stili con i comandi Re-Rendering, Auto-contrasta e Cattura riessioni

Per applicare un riempimento multiplo:

fare clic sulla scena

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Spruzzare la pittura sulla scena
Lo strumento Spruzzo permette di spargere la pittura sulla scena per creare degli effetti
speciali.
Piranesi offre tre tipi di spruzzo:

arrotondato

squadrato

raster

Qualsiasi documento raster pu essere importato in Piranesi come spruzzo raster. E


anche possibile creare dei nuovi spruzzi raster. Per maggiori informazioni consultare
lAiuto di Piranesi
Si sceglie il tipo di spruzzo nella barra Impostazioni Strumento e poi se ne deniscono
le impostazioni. Ad esempio, possibile specicare la dimensione e la morbidezza dei
tratti, inoltre possibile modicare la forma del tratto cambiandone langolo o applicando
un tremolio. Possono anche essere denite delle impostazioni dinamiche, ad esempio,
possibile controllare la dissolvenza dello spruzzo.
Se si sta ricostituendo un colore con lo strumento Spruzzo, il colore di ciascun tratto
di pennello viene denito dal colore e dalla texture del pixel che si trova al di sotto del
punto di aggancio del tratto di pennello. Ci signica che se un tratto di pennello si
sovrappone a un bordo fra due colori sulla scena, la pittura forma una macchia a cavallo
del bordo.
Per usare lo strumento Spruzzo:

fra gli Strumenti, selezionare lo strumento Spruzzo

per applicare la pittura, fare clic sulla scena o trascinare il pennello attraverso la
un pennello 3D in cui il pennello orientato in un piano ortogonale al piano della
scena sotto al pennello e a un dato piano di riferimento

Ogni tratto diffuso possiede un colore singolo. Se si sta ricostituendo un colore con lo
strumento Spruzzo, il colore di ciascun tratto di pennello viene denito dal colore e dalla
texture del pixel che si trova al di sotto del punto di aggancio del tratto di pennello. Ci
signica che se un tratto di pennello si sovrappone a un bordo fra due colori sulla scena,
51

Introduzione a Piranesi 5

la pittura forma una macchia a cavallo del bordo.


Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.
Una volta denito il tipo di spruzzo che si desidera applicare, per dipingere la scena si
procede nella maniera usuale.
Per dipingere la scena:

fare clic sulla scena per applicare uno spruzzo

oppure trascinare il pennello attraverso la scena


Per impedire al pennello di dipingere mentre si sposta il cursore, premere il tasto
Ctrl. Non appena si rilascia il tasto modicatore, il tratto del pennello continua a
partire dallattuale posizione del cursore.

E anche possibile applicare la pittura automaticamente. Piranesi spruzza la pittura in una


griglia di dimensione pressata. Se la dimensione della cella della griglia inferiore al
tratto dello spruzzo, i tratti la sovrascriveranno e la scena verr completamente dipinta
con lo spruzzo. Se la cella maggiore del tratto dello spruzzo, si vericheranno delle
lacune nei punti in cui la scena non spruzzata.
Per denire la griglia e per spruzzare la pittura, attivare il riquadro Schizza nella barra
Impostazioni Strumento e poi specicare le impostazioni dello spruzzo.
Per spruzzare la pittura, fare clic sulla scena. Lo spruzzo inizia nel punto del clic e
termina quando la griglia piena. E possibile interrompere lo spruzzo premendo il tasto
Esc.
Dipingere con una collezione di tratti
E possibile dipingere la scena usando una collezione di immagini raster che cambiano
mentre si dipinge. Nel seguente esempio sono stati usati tre differenti tipi di tratti di
timbri:

I timbri sono simili ai pennelli. E possibile usare timbri 2D o 3D. I tratti 2D si applicano
sempre frontalmente mentre quelli 3D sono orientati verso il piano del pixel sul quale si
trova il cursore del mouse quando si inizia a dipingere.
Come tratto di un timbro possibile utilizzare qualsiasi documento ratser che possa
essere importato in Piranesi. E anche possibile creare nuovi tratti raster.
52

Introduzione a Piranesi 5

E possibile specicare la scala globale di un timbro e modicare lo spazio tra ogni


tratto. E anche possibile scegliere se ruotare i tratti del timbro in base alla direzione
della pittura oppure se mantenere la direzione ssa. In maniera analoga agli strumenti
Pennello e Spruzzo, anche per lo strumento Timbro le impostazioni si deniscono nella
barra Impostazioni Strumento e si accede ad ulteriori opzioni nella nestra Impostazioni
dinamiche.
Una volta denito il tipo di timbro che si desidera applicare, la scena viene dipinta nella
maniera usuale.
Per dipingere la scena:

fare clic sulla scena per applicare un timbro

oppure trascinare il pennello attraverso la scena


Per impedire al pennello di dipingere mentre si sposta il cursore, premere il tasto
Ctrl. Non appena si rilascia il tasto modicatore, il tratto del pennello continua a
partire dallattuale posizione del cursore.

Se limmagine raster di fondo ha un proprio colore, possibile scegliere di usare i


colori nellimmagine raster oppure possibile convertire i tratti in alfa e usare il colore
delleffetto.
Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.
Aggiungere i cutout alla scena
Gli strumenti Cutout, Testo e Cutout multipli permettono di inserire dei cutout nella
scena.
Lo strumento Cutout permette di aggiungere cutout singoli, generalmente da una Libreria
di Stili.
Lo strumento Testo permette di aggiungere del testo 2D e 3D alla scena.
Lo strumento Cutout multipli permette di aggiungere alla scena un insieme di cutout
lungo una linea o in una griglia rettangolare.
Quando si inserisce un cutout nella scena, questo uttuante. Ci signica che possibile
applicargli delle modiche, come spostarlo, ridimensionarlo e modicare il colore e la
direzione della sua ombra. I cutout possono anche essere raggruppati e modicati tutti
insieme. I cutout uttuanti vengono fusi nella scena tramite il Gestore Cutout.
Il modo pi semplice per inserire un cutout nella scena quello di selezionarne uno gi
esistente nel Selettore di Stile. E anche possibile creare dei nuovi cutout.

53

Introduzione a Piranesi 5

Il modo in cui si inserisce un cutout dipende dal modo in cui orientato (Frontale,
Tangente o Allineato allasse):

la modalit Frontale posiziona il cutout rivolto di fronte, preservandone la


prospettiva e la scala

la modalit Tangente posiziona il cutout tangenzialmente ad un determinato


piano nella scena
Ad esempio:

modalit Frontale

modalit Tangente

Si noti che i cutout inseriti con lo strumento Cutout multipli vengono sempre inseriti in
modalit Frontale.

la modalit Allineato allasse posiziona i cutout 3D orientati in base al sistema


di coordinate reali del modello, indipendentemente dal punti in cui si inseriscono
nella scena

Piranesi offre molte funzionalit avanzate per linserimento dei cutout. Ad esempio, si
potrebbe desiderare di inserire un cutout con il suo punto di aggancio sul terreno, ma
lattuale posizione sul terreno potrebbe essere nascosta da un elemento di fronte a questo
punto. Per maggiori dettagli, consultare lAiuto di Piranesi.
Quando si inserisce un cutout nella scena, possibile usare il Gestore Cutout per
applicare delle modiche sul cutout inserito. E possibile modicarne la dimensione,
forma, posizione e orientamento. E possibile modicare un cutout uttuante in qualsiasi
istante, a meno di non aver saldato il cutout o averlo eliminato dalla scena.
Per adattare un cutout uttuante:

usando il Gestore Cutout, selezionare il cutout uttuante da adattare e fare clic su

spostare il cursore del mouse sulla scena


Quando si sposta il cursore del mouse nella scena, vengono aggiunti al cutout gli
strumenti adatta. Mentre si muove il mouse nella scena, il cursore cambia per
indicare la modica che si pu applicare.

54

Introduzione a Piranesi 5

Se si stanno modicando dei cutout multipli, Piranesi aggiunge gli strumenti


adatta al cutout master e una icona a diamante nel punto di aggancio di ogni
ulteriore cutout nella selezione. Il cutout master il primo selezionato nel Gestore
Cutout. E possibile selezionare un nuovo cutout master facendo clic sul diamante
di un altro cutout.

spostare il cursore del mouse sul cutout no a quando non si vede il cursore
richiesto

premere e mantenere premuto il bottone del mouse e contemporaneamente spostare


il mouse per traslare, ridimensionare o far ruotare il cutout come richiesto

rilasciare il pulsante del mouse


Il cutout viene immediatamente ridisegnato nella scena. E possibile annullare le
modiche apportate alla dimensione, alla forma, alla posizione e allorientamento
di un cutout.

per terminare la modica del cutout, premere Esc o fare clic su

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Applicare un ltro
E possibile applicare un ltro per distorcere il colore dei pixel per creare effetti speciali,
ad esempio per creare effetti a rilievo o per schiarire la scena.
Lo strumento Filtro opera alterando il colore di ognuno dei pixel in base al loro valore
RGB e in base al valore RGB dei pixel vicini. La quantit per la quale viene inuenzato
il colore del pixel attivo e quello dei suoi vicini controllata dalla matrice del ltro,
illustrata in dettaglio nellAiuto di Piranesi.
E possibile usare i valori del canale Recupera RGB anzich quelli del canale RGB,
attivando lopzione Usa Recupero nella barra Impostazioni Strumento .
Nella barra Impostazioni Strumento, si possono scegliere i seguenti ltri:

Blur
Il ltro Blur permette di ammorbidire i bordi di una scena. E possibile specicare
la quantit e lintervallo dei pixel su cui viene applicato il ltro.
Quando si applica il ltro Blur, possibile ammorbidire i pixel senza disturbare la
nitidezza e la posizione dei bordi grazie allopzione Preserva bordi.

Effetto rilievo
Il ltro Effetto rilievo permette di creare un effetto rilievo. E possibile denire la
55

Introduzione a Piranesi 5

direzione di incidenza della luce.

Casuale
Il ltro Casuale permette di spandere i colori dei pixel nella scena. E possibile
specicare la distanza in pixel dellarea di azione, il modo in cui la pittura viene
diffusa e la morbidezza delleffetto.

Personale
E possibile creare un proprio ltro, usando le impostazioni ltro Personale. Piranesi
viene fornito con parecchi stili che usano dei ltri personalizzati. Si vedano gli stili
registrati nella Libreria di Stili.

Mezzetinte
Il ltro Mezzetinte permette di creare effetti a tono continuo, simili quelli utilizzati
nei processi di stampa. E possibile scegliere tra un numero di retini a mezzetinte
predeniti.

Luminosit
Il ltro Luminosit altera il contrasto e la luminosit nella scena. Le impostazioni
possono essere denite manualmente oppure possibile utilizzare Ottimizza
nella nestra Istogramma (a cui si accede facendo clic sul relativo bottone nella
nestra Impostazioni avanzate).

Tonalit
Il ltro Tonalit altera la saturazione e la tonalit in una scena. E possibile
intervenire sulla purezza del colore e sulla sfumatura o sulla tinta.

Riduci colori
Questo ltro permette di ridurre il numero di colori, lintensit o la profondit del
colore nella scena. E possibile scegliere il numero di livelli a cui ridurre i colori
nellimmagine. E anche possibile scegliere di ridurre i colori usando i valori RGB
o i valori HLS nella scena.

Maggioranza
Questo ltro permette di cambiare il colore o lintensit dei pixel, utilizzando il
valore che compare pi di frequente in una regione; ha leffetto di ammorbidire i
colori dei bordi e di rimuovere il disturbo.

Contrasta
Questo ltro permette di contrastare le immagini sfocate; leffetto viene determinato
dal numero di pixel presenti in una griglia e dal livello di contrasto. Impostando
livelli alti di contrasto si accentuano i bordi. Se sono presenti difetti o macchie essi

56

Introduzione a Piranesi 5

verranno accentuati.

Classica
Questo ltro permette di appiattire la scena raggruppando in classi le regioni
di pixel che hanno propriet simili. Il raggruppamento viene determinato dai
colori, dai materiali e dalla direzione delle normali dei pixel adiacenti. E possibile
registrare la classica in un documento immagine, in modo da poterlo usare, per
esempio come texture raster.

Stonda i bordi
Questo ltro permette di stondare i pixel sui bordi orizzontali e verticali. E
possibile specicare come i bordi debbano essere deniti scegliendo tra profondit,
materiale o colore.

scena originale

ltro Personale

ltro Effetto rilievo

ltro Mezzetinte

ltro Blur

ltro Classica

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Recuperare i pixel dello sfondo
Lo strumento Recupera permette di recuperare il colore, la profondit e il materiale dai
canali di recupero della scena.
Si pu recuperare solo una parte della scena, per esempio usando lo strumento Recupera
con lapplicatore Pennello, oppure si pu usare un riempimento per recuperare lintera
scena.
57

Introduzione a Piranesi 5

Per recuperare solo il colore (Recupera RGB), lasciando intatti profondit e materiale,
utilizzare uno strumento di pittura come il Pennello o il Riempimento, impostare la
quantit di colore nella barra Colore, Texture e Granulosit a 0% e dipingere la scena.
Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.
Estrarre i bordi
Lo strumento Contorna mette in evidenza i contorni della scena in un colore o in una
texture diversa, per creare dei disegni al tratto della scena. Piranesi evidenzia in modo
marcato i contorni della scena in cui la profondit o il colore o il materiale cambiano
bruscamente. Le impostazioni dello strumento vengono come al solito denite nella
barra Impostazioni Strumento.
Se si sceglie di usare la profondit per denire i bordi, possibile modicare lequilibrio
tra bordi interni e contorni esterni. I bordi interni appaiono quando langolo della
supercie cambia bruscamente (ad esempio nellangolo degli edici), mentre i contorni
esterni appaiono quando la profondit cambia in modo deciso.
Se si sceglie di utilizzare il colore per denire i bordi, possibile enfatizzare aree in cui
si vericano delle consistenti variazioni di colore, oppure possibile scegliere solo i
contorni in cui cambia maggiormente la luminosit del colore.
La scena seguente stata prima riempita con il colore bianco, poi i contorni sono stati
resi nuovamente visibili usando un pennello grande e sofce di colore viola. Per denire
i bordi stata usata la profondit, con un bilanciamento tra bordi esterni e interni:

scena originale

scena dipinta

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Estendere e costruire dei piani
Lo strumento Costruisci permette di estendere un piano esistente nella scena o di creare
un nuovo piano. Per esempio, possibile che si voglia creare un nuovo muro sullo stesso
piano di uno gi esistente o che si desideri aggiungere uninferriata in un nuovo piano.
58

Introduzione a Piranesi 5

Quando si costruisce un piano, si cambia la denizione dei pixel sottostanti:

il canale RGB viene dipinto nel modo usuale per i pixel che sono sostituiti

la profondit cambia in modo che sia uguale a quella del piano che si sta
costruendo

il materiale cambia in modo da coincidere con quello del pixel scelto per specicare
il piano, oppure si pu scegliere di generare un nuovo materiale

Anche il canale RGB viene dipinto. Nella barra Impostazioni Strumento possibile
scegliere se modicare i canali profondit e materiale oppure solo uno o laltro.
E possibile denire quali pixel sostituire:

Sostituisci i pixel pi vicini coinvolge i pixel posti davanti ad un certo pixel


selezionato (come se si affettasse la scena)

Sostituisci i pixel pi lontani agisce sui pixel posti dietro al piano selezionato
(come se si trattasse di un muro)

Sostituisci tutti i pixel permette di agire su tutti i pixel

Se si stanno sostituendo i pixel pi vicini o pi lontani, possibile scegliere se deve


essere dipinto anche il piano selezionato.
Nellesempio seguente, lo strumento Costruisci stato usato per creare la sezione di muro
centrale usando una texture. Lopzione Sostituisci i pixel pi lontani era attiva, mentre
lopzione Includi pixel nel piano era disabilitata. Il muro esistente era selezionato
come piano di costruzione. I pixel che giacciono dietro al nuovo piano vengono nascosti
dal muro.

scena originale

scena dipinta

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Applicare sfumature
Lo strumento Sfumino permette di applicare un effetto macchiato alla scena. Le
59

Introduzione a Piranesi 5

impostazioni di questo strumento permettono di impostare una distanza per sfumare la


pittura, di specicare la percentuale di umidit del pennello e di scegliere se usare il
pigmento nel canale Recupera RGB o se usare il colore delleffetto. Combinando le varie
opzioni, si possono ottenere innumerevoli tipi di effetti diversi.
Nellesempio seguente la scena stata per prima cosa riempita di bianco. Leffetto
stato creato usando i valori di recupero RGB, con un pennello setoso e un basso valore
di fusione. La sfumatura stata applicata sulla scena con vari colori e in alcune zone
stato richiesto di evidenziare i bordi:

scena originale

scena dipinta

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Simulare la luce
Lo strumento Luce viene utilizzato per creare differenti tipi di luce.
Nella barra Impostazioni Strumento si sceglie il tipo di luce che si desidera applicare.
Piranesi dispone dei seguenti tipi di luce:

Parallela
Questo tipo di luce crea limpressione di una luce parallela o di una sorgente di luce
distante come il sole.

Punto
Questo tipo di luce crea limpressione di una luce punto.

Spot
Questo tipo di luce crea limpressione di una luce spot.

Linea
Questo tipo di luce crea limpressione di una luce linea o neon.

Ogni luce dispone di diverse impostazioni per denirne la direzione, il centro e


lintervallo. E anche possibile impostare la potenza alla sorgente di luce. A piena
60

Introduzione a Piranesi 5

potenza, una intensit pari a 100 produce una luce molto forte. Valori pi bassi producono
intensit inferiori.
Lesempio seguente mostra come stata utilizzata una luce Parallela per creare leffetto
di una scena al tramonto. Il piano del muro di mattoni ha denito la direzione della luce
e la scena stata riempita con il tipo di fusione Scherma e con il colore arancione:

scena originale

scena dipinta

Lesempio seguente mostra lutilizzo di una luce Spot. Per impostare la distanza di
caduta della luce stato utilizzato un intervallo o range. Lopzione Posiziona nel
tratto stata utilizzata per impostare il centro della sorgente di luce nella posizione del
clic sulla scena:

scena originale

scena dipinta

Per informazioni dettagliate, consultare lAiuto di Piranesi.


Vincolare la pittura usando i blocchi

E possibile impostare dei blocchi in modo che quando si applica uno stile alla
scena, la pittura venga applicata solo ad aree speciche della scena. Per esempio,
si pu scegliere di dipingere solo gli elementi fatti di legno (cio, renderizzati in
un materiale chiamato Legno), oppure si pu dipingere di giallo tutto ci che
61

Introduzione a Piranesi 5

attualmente dipinto di rosso.


E possibile applicare qualsiasi combinazione dei seguenti blocchi:
per vincolare la pittura ai pixel di un piano particolare
per vincolare la pittura ai pixel in un particolare orientamento
per vincolare la pittura ai pixel di un materiale particolare
per vincolare la pittura ai pixel di un particolare colore
Quando si seleziona un tipo di blocco, possibile impostare una tolleranza per specicare
quanto strettamente debba essere applicato il blocco stesso. Ad esempio, si pu impostare
il Blocco Colore e stabilire che debbano essere dipinte solo le zone rosse oppure solo le
zone di prevalenza rosse.
Quando si applica lo stile, il pixel che si trova direttamente sotto il cursore del mouse
quando si inizia a dipingere denisce il piano, il materiale, lorientamento e/o il colore
e il blocco.
Con il Blocco sul Materiale, possibile vincolare la pittura a pixel corrispondenti a
materiali diversi, impostando una lista di materiali. Quando in uso una lista di materiali,
licona relativa al blocco appare cos:
.
Per attivare o disattivare un blocco, sufciente fare clic sul bottone appropriato nella
barra Blocchi.
Quando si incomincia a dipingere la scena, il blocco viene denito dal pixel che si trova
sotto al cursore del mouse quando lo si preme per la prima volta. E possibile impostare
una qualsiasi combinazione di blocchi. Se si seleziona pi di un blocco, i pixel devono
soddisfare tutte le condizioni dei blocchi scelti. E anche possibile invertire lazione dei
blocchi.
Per eliminare tutti i blocchi contemporaneamente, fare clic su

nella barra Blocchi.

I riempimenti e i blocchi
Utilizzando i blocchi in combinazione con gli strumenti, possibile specicare particolari
elementi da riempire con la pittura. Per esempio, si pu scegliere di riempire tutte le
superci dipinte in blu con una pittura di colore rosso.
Oltre ad usare i blocchi per scegliere cosa riempire, si pu scegliere di riempire tutti i
pixel simili nella scena o solo quelli nellarea contigua rispetto al pixel dove inizialmente
si fatto clic.
Per esempio, nella scena seguente, tutti i pannelli della nestra sono di materiale Vetro e
il Blocco sul Materiale attivo:

62

Introduzione a Piranesi 5

riempimento di pixel contigui

riempimento di tutti i pixel

Si noti che le ombre sul vetro vengono mantenute. Questo accade perch stata utilizzata
la modalit di fusione Sovrapponi che combina il colore attuale con quello delleffetto,
preservando la luminosit e le zone pi scure del colore in uso. Se si fosse utilizzata la
modalit di fusione standard Normale, che dipinge ogni pixel nel colore delleffetto, la
scena verrebbe dipinta con un colore pieno, oscurando cos le ombre.
Se non si stanno usando i blocchi, non rilevante se si stanno dipingendo aree contingue
o non contigue.
I blocchi sono uno strumento potente se usati con lo strumento Riempimento in quanto
permettono di dipingere diverse parti di una scena consecutivamente, usando un
singolo clic del mouse. Ciascuno stile nella sequenza di riempimento pu usare una
combinazione di blocchi. Se si desidera che ciascuna azione di riempimento in una
sequenza di Riempimento Multiplo dipinga lintera scena, non si imposti nessun blocco
negli stili di riempimento.
Lo strumento Spruzzo e i blocchi
Se non si usano blocchi con lo strumento Spruzzo, le diverse propriet dei pixel vengono
ignorate. Ci signica che si possono perdere alcuni dettagli quando la pittura viene
applicata da diversi piani, materiali e orientamenti o colori (sebbene questo talvolta sia
proprio leffetto che si vuole ottenere).
Nellesempio sottostante, la pittura originale stata coperta con pittura bianca, poi
stato usato lo strumento Spruzzo con una quantit di colore pari a 0% per produrre
leffetto di spargimento della pittura. Non vi erano blocchi attivi.

scena originale

scena dipinta senza blocchi

63

Introduzione a Piranesi 5

Quando ci sono blocchi attivi, se nella barra Impostazioni Strumento non attiva
lopzione Reset Blocco, il tratto del pennello principale viene vincolato nel modo
usuale. Ci signica che se si trascina il pennello al di fuori dellarea denita dai blocchi
impostati per il tratto del pennello iniziale, lo Spruzzo non dipinge. I blocchi vincolano
anche i tratti diffusi del pennello, sovrapponendo leggermente i bordi dellarea di blocco
in modo da creare un effetto di conne sfumato.
Se si attiva Reset, i blocchi impostati vengono applicati al piano, al materiale,
allorientazione e al colore che si trovano sotto il tratto del pennello singolo. Ci
signica che, muovendosi nella scena, si pu applicare la pittura allintera scena, ma i
tratti di pennello relativi a diversi piani, materiali, orientazioni o colori non si spargono
uno nellaltro (a parte una leggera sovrapposizione).

Blocco sul Materiale,

Blocco sul Materiale,

Reset non attiva

Reset attiva

Se si desidera applicare i blocchi deniti allintero tratto, attivare lopzione Stretto.


Quando questa opzione attiva, i tratti su differenti piani, materiali, orientamenti e colori
non si sovrappongono, creando cos dei contorni netti.

Stretto non attiva

Stretto attiva

Re-rendering della scena


Quando si soddisfatti del risultato ottenuto dipingendo una scena, possibile effettuare
il re-rendering del le in modo che i canali RGB, profondit e Materiali vengano copiati
nei canali Recupera. Quando si usa lo strumento Recupera, viene recuperata la scena rirenderizzata. In maniera analoga, quando la quantit di colore inferiore al 100%, viene
usato il canale RGB della scena ri-renderizzata.
Se si effettua il re-rendering della scena, una buona idea prima registrare il le con un
64

Introduzione a Piranesi 5

nuovo nome in modo da non perdere la scena renderizzata originale, nel caso servisse
in futuro.
Scegliere un colore
Il colore scelto per dipingere viene visualizzato nella barra Colore, Texture e Granulosit,
nel riquadro di anteprima relativo:

E possibile selezionare un colore tramite la nestra Colore oppure possibile selezionare


un colore dalla scena usando la Scelta colore.
Per scegliere un colore tramite la nestra Colore:

fare clic sul riquadro di anteprima nella barra Colore, Texture e Granulosit
Viene visualizzata la nestra Colore.

scegliere il modello da usare fra RGB, HLS

scegliere il colore trascinando le barre di scorrimento oppure inserendo direttamente


i valori nei relativi riquadri
Il colore scelto viene visualizzato nel riquadro di anteprima.
In alternativa, anche possibile selezionare un colore personale preregistrato,
oppure possibile denire un colore utilizzando lo spettro dei colori.

Si noti che nelle Preferenze lopzione Scelta colore impostata su Windows,


possibile scegliere un colore usando il dialogo standard di Windows. Per maggiori
informazioni consultare lAiuto di Piranesi.
Per scegliere un colore usando la Scelta colore:

fare clic sulla Scelta colore

spostare il contagocce sulla scena sopra al colore che si desidera usare


I valori del colore sotto al cursore del mouse vengono mostrati in un ToolTip.

fare clic sul colore scelto


Il nuovo colore viene visualizzato nel riquadro di anteprima. Per maggiori
informazioni consultare lAiuto di Piranesi.

E possibile specicare la miscela di colore richiesta, inserendo, in valore percentuale,


la quantit di colore. Questo valore denisce il bilanciamento fra il colore nel canale
Recupera RGB ed il nuovo colore:
65

Introduzione a Piranesi 5

0% usa il colore Recupera

50% combina il colore Recupera e il nuovo colore

100% usa una pittura basata totalmente dal nuovo colore.

Ad esempio, se il colore Recupera blu e il nuovo colore rosso:

0% produce una pittura blu

50% produce una pittura viola

100% produce una pittura rossa

Quando la quantit di colore inferiore a 100%, se si dipinge sopra a sezioni della scena
che hanno dei diversi colori Recupera, il colore della pittura cambia tra le differenti aree
della scena.
Si noti che se la scena gi stata dipinta e ora si desidera applicare un colore sopra ad un
altro, il colore Recupera il colore nel canale Recupera RGB, non il primo colore con
cui stata dipinta la scena.
Se si combina il nuovo colore con un colore precedentemente usato (invece del colore
Recupera, si consiglia di utilizzare la barra relativa allOpacit.
Altre opzioni, come aggiungere una texture colorata, possono modicare il colore nale
della pittura.
Applicare una texture
La texture attualmente selezionata viene visualizzata nel relativo riquadro di anteprima
nella barra Colore, Texture e Granulosit:

Per aggiungere una texture ad un effetto, abilitare lopzione Texture.


Sono utilizzabili cinque tipi di texture:

Raster
Una texture raster usa unimmagine esterna per aggiungere degli effetti realistici
alla scena.
Si seleziona il piano sul quale limmagine raster si sovrapporr alla scena. Ci
sono molti modi per scegliere come denire il piano. Ad esempio, la modalit
Riempi mappa limmagine raster sullintera larghezza e altezza della scena,
senza prospettiva, usando la scala impostata. La modalit Autotangente inserisce
la texture in maniera tangente al piano, preservando la prospettiva e la scala.

66

Introduzione a Piranesi 5

Quando si seleziona unimmagine raster da utilizzare come texture, questa


immagine pu avere: solo informazioni alfa, solo informazioni di color oppure
entrambi i tipi di informazioni.
Se la texture raster ha solo informazioni alfa, allora nel riquadro di anteprima
della texture viene mostrato il simbolo alfa (). Le texture raster con informazioni
alfa si comportano in modo analogo ai pennelli, per cui, pi scura limmagine
e pi pittura viene applicata. Per questi tipi di texture, la barra Quantit non
disponibile.
Se una texture raster ha informazioni di colore ma non informazioni alfa, allora il
simbolo non compare e la barra Quantit di nuovo disponibile. Le texture raster
che non hanno informazioni alfa non sono trasparenti. Quando una texture raster
ha informazioni sul colore, possibile usare la barra Quantit per fare sparire la
texture e simultaneamente mostrare il colore della pittura.
Se ha informazioni di colore e informazioni alfa, la texture applica il proprio colore
ma anche trasparente e applica la pittura dove indicato dalle informazioni alfa.
Quando si applica la pittura usando una texture raster, possibile adattare la
dimensione, la forma e lorientazione della texture stessa. Ad esempio, si pu
allineare una texture con degli elementi presenti nella scena.
Si noti che non possibile adattare texture 2D in un documento EPix Panorama.
Per maggiori dettagli, consultare lAiuto di Piranesi.

Disturbo
Una texture disturbo crea una trama tridimensionale uguale in tutte le direzioni. Le
aree chiare e scure deniscono come verr applicata la pittura, per cui pi scura
larea e pi pittura verr aggiunta.

Planare
Una texture planare crea una texture alfa tridimensionale senza alcun colore
associato. Le aree chiare e scure deniscono come verr applicata la pittura, per
cui pi scura larea e pi pittura verr aggiunta.

Catturata
Una texture catturata dipinge delle riessioni nella scena. Le riessioni vengono
catturate dalla scena usando uno specico piano.

Cubica
Una texture cubica, partendo da un le raster, lo ingrandisce di sei volte (in modo
trasparente) e lo avvolge in forma cubica. Ogni faccia della texture cubica viene
mappata sul corrispondente le panorama di Piranesi.
67

Introduzione a Piranesi 5

Il tipo di texture da utilizzare viene selezionato nella nestra Colore e Texture. Per
visualizzare questa nestra fare clic su . Per maggiori informazioni consultare lAiuto
di Piranesi.
Nella nestra Colore e Texture, possibile usare i valori soglia per denire delle aree
nella scena su cui verr applicata della pittura e aree su cui la pittura non verr applicata.
Questo utile, ad esempio, per creare degli effetti mezzotono e tratteggio.
Combinare texture e colori
Se si seleziona una texture raster che ha un colore, possibile usare il controllo a
scorrimento relativo alla quantit per controllare la proporzione fra il colore della texture
e quello di pittura.
Se si imposta il controllo a scorrimento della texture a 100%, viene usato il colore della
texture. Se invece il controllo a scorrimento impostato ad un valore inferiore al 100%,
il colore della texture viene combinato con quello di pittura selezionato.
Se il controllo a scorrimento Quantit colore impostato al 50% e il controllo a
scorrimento Quantit Texture anchesso impostato al 50%, Piranesi prima combina
il colore scelto con il colore del canale Recupera RGB per produrre il colore risultante.
Per maggiori informazioni consultare lAiuto di Piranesi.
Texture e granulosit
Quando si deniscono stili ed effetti, si pu decidere di non aggiungere nulla oppure di
aggiungere texture, granulosit oppure aggiungere entrambe.
Le texture sono diverse dalle granulosit, perch possono creare un effetto tridimensionale
e includere un proprio colore. Lesempio seguente usa la stessa immagine raster, prima
come immagine raster e poi come granulosit raster:

texture raster

granulosit raster

Si pu ricreare leffetto della granulosit usando una texture alfa come texture raster in
modo 2D. Piranesi offre opzioni separate di texture e granulosit in modo da permettere
la sovrapposizione di una granulosit a una texture.

68

Introduzione a Piranesi 5

Aggiungere granulosit
La granulosit al momento in uso visualizzata nel relativo riquadro di anteprima nella
barra Colore, Texture e Granulosit:

Per aggiungere una granulosit ad un effetto, attivare lopzione Granulosit.


Tutte le granulosit si comportano come i pennelli, quindi quando si applica una
granulosit, le aree chiare e scure deniscono con che peso debba essere applicata la
pittura. Pi scura larea e pi pittura viene applicata.
Sono utilizzabili cinque tipi di granulosit:

Raster
Questo tipo di granulosit utilizza unimmagine esterna da sovrapporre agli effetti
sulla scena. E possibile mappare il tassello raster, pixel per pixel, sulla scena
oppure su lintera larghezza e altezza della scena.

Disturbo
Questo tipo di granulosit crea una trama bidimensionale. Le aree chiare e scure
determinano come viene applicata la pittura, per cui pi scura larea, pi pittura
viene applicata.

Cubica
Una granulosit Cubica si basa su unimmagine raster, imposta una proporzione di
6x1 e la riavvolge come un cubo. Ciascuna faccia della granulosit cubica mappa
la corrispondente faccia del le panorama di Piranesi.

RGB
Questo tipo di granulosit genera una grana dal canale RGB per sovrapporre gli
effetti sulla scena. Le aree pi chiare e pi scure dei colori gi esistenti vengono
preservate. Questo tipo di granulosit utile per evidenziare le ombre e le
ombreggiature nellimmagine.

Stile
Questo tipo di granulosit genera delle granulosit in maniera consecutiva da una
determinate libreria di stili. Ogni volta vengono usate le impostazioni relative alla
granulosit dello stile corrispondente, che cambiano ad ogni applicazione del tratto,
generando cos una estrema variet.

Se si seleziona unimmagine raster, Piranesi interpreta automaticamente le zone


69

Introduzione a Piranesi 5

dellimmagine con il colore pi scuro e pi chiaro per produrre la granulosit.


E possibile utilizzare come granulosit qualsiasi documento raster importato in Piranesi.
E anche possibile creare delle nuove granulosit.
Il tipo di granulosit da utilizzare viene selezionato nella nestra Granulosit, a cui si
accede facendo clic su .
Quando si imposta una granulosit, se non si registrano le impostazioni esattamente,
potrebbe essere difcile riprodurre in seguito lo stesso effetto. Si consiglia quindi, una
volta creato un tipo di granulosit soddisfacente, di registrarlo come se fosse uno stile in
modo da poterlo riutilizzare anche in futuro.
Durante la sperimentazione delle impostazioni, spesso utile utilizzare la funzionalit
Registra gli stili che permette di registrare in automatico un nuovo stile ogni volta che
si apportano delle modiche alle impostazioni e si applica leffetto alla scena.
Per maggiori informazioni, consultare lAiuto di Piranesi.
Fondere leffetto
E possibile usare lopacit e i tipi di fusione per controllare come leffetto globale viene
applicato alla scena. Le funzioni di fusione si trovano nella parte destra della barra
Colore, Texture e Granulosit:

Per controllare quanto leffetto viene fuso nella scena, possibile utilizzare il valore di
Opacit:

1% produce un risultato difcilmente apprezzabile

50% produce un risultato a met tra il nuovo effetto e la scena esistente

100% sostituisce completamente la scena originale con il nuovo effetto

100%
70

60%

30%

100%

60%

30%

Introduzione a Piranesi 5

E possibile controllare il modo in cui i pixel subiscono leffetto di unazione di pittura


scegliendo un tipo di fusione. Sono disponibili 18 tipi di fusione:

Normale
Applica leffetto attuale, senza modicarlo ulteriormente.

Moltiplica
Combina i colori attuali con leffetto. Produce un effetto trasparente, in modo che i
colori sottostanti vengano parzialmente preservati.

Tinta
Sostituisce i colori attuali con il colore delleffetto preservando la luminosit dei
colori attuali. E possibile dipingere di bianco per creare unimmagine in scala di
grigio.

Luce
Combina i colori attuali e il colore delleffetto come se fossero sorgenti di luce.

Dissolvi
Dipinge i pixel nella scena con un motivo casuale. Aumentando la quantit di
fusione, aumenta la probabilit che i pixel vengano dipinti.

Schiarisci
Sostituisce i pixel pi scuri del colore delleffetto.

Scurisci
Sostituisce i pixel pi chiari del colore delleffetto.

Differenza
Sottrae il colore attuale dal colore delleffetto e gli assegna il valore assoluto
(positivo) risultante. Il risultato la differenza fra il colore attuale e il colore
delleffetto. Se leffetto bianco, i valori RGB vengono invertiti; se leffetto
nero, i valori RGB non vengono modicati.

Esclusione
Produce un effetto colore simile a quello di Differenza, ma con un contrasto pi
basso. Se leffetto bianco, i valori RGB vengono invertiti; se leffetto nero, i
valori RGB non vengono cambiati.

Luce intensa
Schiarisce o scurisce la scena, a seconda che il colore delleffetto sia chiaro rispetto
71

Introduzione a Piranesi 5

al grigio, al 50% o pi scuro. Ci produce leffetto di una luce piuttosto forte sulla
scena.
Se il colore delleffetto pi chiaro del grigio al 50%, la scena viene illuminata
(come con la fusione Luce). Se il colore delleffetto pi scuro del grigio al
50%, la scena viene resa pi scura (come con la fusione Moltiplica). Se leffetto
bianco, la scena viene dipinta in bianco; se nero, la scena viene dipinta in nero.

Sovrapponi
Combina il colore attuale con leffetto preservando la luminosit del colore attuale.
Il risultato una combinazione della fusione Moltiplica e della fusione Luce,
in base al colore delleffetto.

Scherma
Rende pi luminoso il colore attuale in misura dipendente dal colore delleffetto.
Se il colore delleffetto nero, il colore attuale non viene modicato.

Brucia
Scurisce il colore attuale in una misura dipendente dal colore delleffetto. Se
leffetto bianco, il colore attuale non viene cambiato.

Luce soffusa
Crea leffetto di illuminazione diffusa sulla scena. Se un componente RGB del
colore delleffetto pi chiaro del 50%, quel colore schiarito nella scena (come
con la fusione Scherma). Se un componente RGB del colore delleffetto pi
scuro del 50%, quel colore scurito nella scena (come con la fusione Brucia).

Tonalit
Preserva la luminosit e la saturazione dei colori attuali, cambiando la tonalit in
quella del colore delleffetto.

Luminosit
Preserva la tinta e la saturazione dei colori attuali, cambiando la luminosit in
quella del colore delleffetto.

Saturazione
Preserva tinta e luminosit dei colori attuali, modicando la saturazione in quella
del colore delleffetto.

Colore
Preserva i colori attuali, cambiando tonalit e saturazione in quelle del colore
delleffetto.

72

Introduzione a Piranesi 5

Gli strumenti di dissolvenza possono essere utilizzati per creare diversi effetti atmosferici
sulla scena, ad esempio per creare della nebbia realistica o per aggiungere degli effetti
speciali con texture e colori.
Nella barra Impostazioni Strumento possibile scegliere tra due tipi di dissolvenza:

Lineare
Questo tipo di dissolvenza permette di dissolvere in maniera lineare tra due
posizioni.
A sua volta, sono disponibili cinque tipi di Dissolvenza lineare:
Profondit - Leffetto viene graduato tra due diverse profondit della scena. Pu
essere utilizzato, ad esempio, per produrre un effetto di foschia realistico. La
foschia dovrebbe essere pi densa nella parte posteriore della scena e pi tenue
nella parte anteriore.
Terreno - Leffetto viene graduato tra due diverse altezze della scena. Pu essere
utilizzato, ad esempio, per produrre un effetto di nebbia realistico. La nebbia
dovrebbe essere pi densa nella parte bassa della scena e pi tenue nella parte alta.
Quantit - Leffetto viene graduato tra due piani paralleli sulla scena. Pu essere
utilizzato, ad esempio, per simulare la luce riessa su una supercie.
2D - Leffetto viene graduato tra due posizioni dello schermo e i pixel vengono
dipinti in base alla loro profondit. Pu essere utilizzato per creare, ad esempio, un
effetto tramonto.
Direzione - Leffetto viene graduato tra due posizioni dello schermo, in base alla
posizione dellosservatore, e la direzione specicata. Pu essere utilizzato per
creare, ad esempio, un tramonto in una scena panoramica.

Lesempio seguente usa una Dissolvenza lineare Terreno per creare un effetto nebbia
realistico:

scena originale

scena dipinta

La prima immagine dellesempio seguente mostra un panorama prima dellapplicazione


di una dissolvenza. La seconda immagine mostra come stata utilizzata una Dissolvenza
73

Introduzione a Piranesi 5

lineare Direzione per creare leffetto di un tramonto. Leffetto stato creato in due passi,
usando il Blocco sul Materiale e due colori di pittura:

scena originale

scena dipinta

Per maggiori dettagli, consultare lAiuto di Piranesi.

Radiale
Questo tipo di dissolvenza permette di dissolvere leffetto in maniera radiale da un
punto o da una linea denita.
A sua volta, sono disponibili quattro tipi di Dissolvenza radiale:
2D - Regola leffetto a partire da un dato punto nel piano della scena.
3D - Regola leffetto a partire da un punto centrale in tutte le direzioni. Pu essere
applicato un effetto atmosferico, in modo da rendere pi naturale leffetto.
Linea 2D - Regola leffetto da un segmento denito sul piano dello schermo, senza
considerare la profondit. Adatto ad esempio per simulare la lucentezza delle
colonne.
Linea 3D - Regola leffetto da un segmento denito, applicandolo in tutte le
direzioni. Pu essere utilizzato per riettere la luce in prospettiva sulle superci
riettenti.

Lesempio seguente mostra lutilizzo di una Dissolvenza radiale 2D pre creare un bordo
circolare morbido attorno ad un edicio. La dissolvenza stata centrata sulledicio e
lintervallo stato impostato sul suo perimetro; queste posizioni sono poi state invertite
per creare leffetto:

scena originale
74

scena dipinta

Introduzione a Piranesi 5

Lesempio successivo usa una Dissolvenza radiale Linea 2D per simulare la riessione
della luce su una supercie brillante:

scena originale

scena dipinta

Per maggiori dettagli, consultare lAiuto di Piranesi.

75

Introduzione a Piranesi 5

76