You are on page 1of 60

Settembre 2015

33

Guide Operative
Bollettino informativo
per la gestione dei servizi
demografici comunali

L’ufficiale
d’anagrafe,
di stato civile
ed elettorale
SPECIALE AGGIORNAMENTO
SU SEPARAZIONI
E DIVORZI CONSENSUALI
Guida per gli adempimenti
dell’ufficiale di stato civile

C
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
RIPRODUZIONE VIETATA

PROPRIETÀ LETTERARIA RISERVATA
A norma delle leggi sul diritto di autore e del codice civile,
è vietata la riproduzione di questo fascicolo
o di parte di esso con qualsiasi mezzo, elettronico, meccanico,
per mezzo di fotocopie, microfilms, registrazioni od altro,
senza l’autorizzazione scritta dell’editore.

Servizio a cura di:

Agostino Pasquini

Grafiche E. GASPARI - Cadriano di Granarolo E. (Bologna) - Via M. Minghetti, 18
Tel. 051-763201 – Fax 051-6065611 - www.gaspari.it – e-mail: mail@gaspari.it

L’ufficiale d’anagrafe, di stato civile ed elettorale
Settembre 2015

Indice
❑ AGGIORNAMENTO SU SEPARAZIONI E DIVORZI CONSENSUALI:
Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Pag. 7
1. Le quattro vie per divorziare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “

8

1.1 La “novità interpretativa” sui divorzi amministrativi
stranieri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “

8

1.2 Un po’ di storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “

9

1.3 Il divorzio amministrativo straniero . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 10
1.4 Il Massimario “vigente” . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 10
1.5 Ma adesso in Italia vale anche il divorzio
“amministrativo”… . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 11
2. Il divorzio consensuale italiano, storia degli ultimi
nove mesi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 12
3. La separazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 14
3.1 I nuovi termini della separazione prima del divorzio – la
decorrenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 14
3.2 Il termine di decorrenza semestrale . . . . . . . . . . . . . . . . “ 15
3.3 Il termine di decorrenza annuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 15
3.4 Lo scioglimento anticipato della comunione dei beni . . . . “ 15
4. Il divorzio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 16
5. La modifica delle condizioni di separazione o divorzio . . . “ 17
5.1 L’assegno di mantenimento al coniuge “debole” – una
delle condizioni di divorzio in via di evoluzione . . . . . . . . “ 17
5.1.1 I fatti della sentenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 18
6. La negoziazione assistita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 18
6.1 Il notaio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 20
3

. . . . . . . . “ 27 9. . . . . . . . “ 31 9. . . . . . . . . . . . . . . .5 Il termine per trascrivere e la sua eventuale interruzione .2 Il rinvio immediato senza provvedimento – solo per incompetenza dell’ufficiale di stato civile – possibile ma pericoloso . . . .1 La sanzione amministrativa e la sua contestazione . . . . . . . . . . . . . .1 Le conseguenze della presenza di figli e l’intervento del PM . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 28 9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 28 9. . . . come termine ordinario della legge 241/1990 . “ 26 9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 27 9. . . . . . . . . . . . . . . .7 L’interruzione dei termini in caso di preavviso di rigetto . . . . . . . . . “ 30 9. . . . . . il pubblico ministero e il presidente del tribunale . .2 Se il notaio non ha rogitato… . . . . . . . . . . . . . . . . . L’atto di stato civile. . . . . .6 Trenta giorni. . . . le formule ministeriali e le modalità della trascrizione: per riassunto o per intero? . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .3 I motivi “teorici” per il rigetto . “ 31 9. . .2 Il verbale . . “ 23 7. . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 24 8. . . . . . . . . . . .1 I controlli preliminari alla trascrizione delle convenzioni con gli avvocati . . “ 24 7. . . . . . . “ 22 7. . . . . . . . . . .4 La contestualità per la negoziazione assistita – gli atti in teleconferenza o a sottoscrizione differita . . .8 L’accoglimento dell’istanza di trascrizione o il rigetto . . . . . . . . . . . . . . . . . La presenza dei figli. .2 I figli minori devono essere di entrambi i coniugi che si stanno separando o divorziando . . . . . . . Decorrenza dei 10 giorni – “tutti gli avvocati?” – la sanzione . “ 32 4 . . . . . . . . . . . . . . . . “ 26 8. . . . . . . . . . . . . . . . . . . .L’ufficiale d’anagrafe. “ 30 9. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .4 Il preavviso di rigetto .3 Copie analogiche autenticate in digitale e invio telematico “ 21 6. . . . . “ 25 8. . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 6. . . “ 20 6.

“ 37 10. . . . . . . . . . . . . . . .1 Coniugi stranieri e coniugi che chiedono l’applicazione di altra legge comunitaria (cenni) . . . . . . . . l’invito formale e l’annotazione eventuale della conferma o della mancata conferma . . . . . . . . .5. . .9 La relazione al PM ai fini del possibile giudizio di rettificazione . . . . . . . . .5 Serve una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà da porre agli atti? . . L’introduzione del diritto fisso . Separazione e divorzio con dichiarazioni rese all’ufficiale di stato civile . . . . . . . . . . . . . . . .1 Il contenuto dell’atto di stato civile e la formula ministeriale .5. . . . . . . . . . . . . . . . . . .3 La decadenza immediata dei benefici per la dichiarazione sostitutiva falsa . . . . . . “ 41 11. . . . . . . . “ 43 11. . . . . . . . . . . . . . . .L’ufficiale d’anagrafe. . “ 35 10. . . . . . . .2 L’assenza di figli. . . . . . . “ 45 5 . . . . . . . . . . . . . .5. . . . . L’immediata efficacia delle dichiarazioni che modificano le condizioni di separazione e divorzio . . . . . . . . . . . . . . . . . “ 42 11. . . . .1 Il termine e le modalità entro cui confermare l’accordo di separazione e divorzio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .2 Il “fulcro” dello sbaglio . . . . . . . . . . . . “ 34 10. . . . . 10. . . . . . 10. . . . . . 10. . . . . . . . . . . . . . 10. . “ 33 10. . . . . . . . .5 Non serve la dichiarazione sostitutiva .3 Il procedimento per la dichiarazione resa all’ufficiale dello stato civile . . . . . . . . . “ 37 10. . . . . . . . .3 I controlli preliminari. . .2 La conferma o la mancata conferma dell’accordo: il “diritto al ripensamento” alla separazione o al divorzio . . . “ 39 “ 39 “ 40 “ 40 “ 41 “ 41 11. . Aspetti fiscali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .5. . . . . 10. . . . . . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 9. . . .4 La cancellazione dell’atto di stato civile indebitamente registrato . . . . . . . . “ 44 12. . . . .5. . . . . . . . . . . . . . . . .4 La dichiarazione di ciascuna delle parti . . . . . l’impossibilità di prevedere atti di trasferimento patrimoniale e la mancanza di nulla osta preliminare . “ 35 10. . . . . . . . . . . . . . . .

. . .6 Dal 01/10/2015 si parte . . . . . . . . . . . . . .L’ufficiale d’anagrafe. . . . . . . . . . . . . . . . “ 46 47 47 48 48 48 48 14. . . . . . . . . . “ 45 13. . . . . . . .2.2. . .2. . . .2 Interpretazione letterale o estensiva dell’art. . . . . . . . . . . . . . . .4 I contenuti della rilevazione . . . . Le annotazioni nel comune di trascrizione dell’atto di matrimonio. “ 49 14. . . “ 13. . .2 Separazioni e divorzi a seguito di procedimento consensuale per negoziazione assistita . . . . . . “ 13. 89 cc? .2. “ 13. . . . “ 13. . . . . . . “ 50 15. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Divorzio breve e divieto temporaneo di nuove nozze per la donna divorziata o vedova .252) e divorzi (modello ISTAT M. . . “ 49 15. . “ 13. . . . . . . . . . . .2. . . . . . . . . . . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 13.1 L’errore . . . . . . . . . . . . .2. . . .1 Le comunicazioni “tradizionali” e quelle “nuove” . . . . . “ 46 13. . . . . . . due errori del decreto facilmente sanabili . . . . . . . . . . . .1 La separazione breve e le nuove nozze . . . .253) tramite provvedimento del giudice . 6 “ 53 . . . . . . .2 La statistica dei divorzi e delle separazioni . . “ 13. . . . . . . . . . . Annotazioni e comunicazioni (le trascrizioni) .1 Separazioni personali dei coniugi (modello ISTAT M. . . . “ 51 15.5 I nuovi modelli di rilevazione (informatica) .3 La rilevazione statistica dei divorzi e separazioni consensuali – la nuova circolare ISTAT del 26/05/2015 rivolta agli uffici di stato civile . . relative alle convenzioni di negoziazione assistita di divorzio. . . “ 52 ❑ SCADENZARIO SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 . . . . . . . .

debbano essere applicate solo per quello che espressamente prevedono. in nome di una supposta “semplificazione” della ma­ teria. implicando una inevitabile ingerenza nella vita dei cittadini e delle persone. • Le nuove formule “definitive”. Queste novità. 7 . approcciarsi al tema del divorzio come agli altri temi simili. ci hanno permesso di avere un quadro com­ plessivo molto più organico e soprattutto coordinato con il resto della normativa.L’ufficiale d’anagrafe. Volere cioè negare il divorzio quando è palese che le condizioni di legge siano asso­ lutamente coerenti con la richiesta dei divorziandi. Che il matrimonio in Italia non fosse più “indissolubile” lo si sapeva dal 1970. Noi rimaniamo dell’idea che queste norme. ma ai propri convincimenti personali. non certo quanto loro ritengano “giusto”(1). specie quando interessano stranieri o cittadini italiani che vivono all’estero. che è solo procedurale e non certo dei contenuti. così come accettare un’applicazione sciatta e non rigorosa della norma. rispetto a dicembre 2014. che presto avremo delle nuove forme di “unione di tipo familiare” è altrettanto certo. • L’introduzione dei termini abbreviati della separazione preliminare al divorzio. non tanto in base alle norme. un po’ come tutta l’opinione pubblica. e noi ci allineiamo a questa tradizione rifiutando la linea di altri editori ed autori che invece si avventurano a proporre chiavi di lettura della materia o troppo “liberali” o troppo “restrittive”. tralasciando ogni interpretazione troppo personale. che possono e devono fare solo ciò che la legge prevede. Dopo nove mesi ci vediamo costretti a fare un aggiornamento. non rende giustizia al ruolo degli ufficiali di stato civile. (1) Il nostro editore è da sempre molto rigoroso e attento alle previsioni normative e alla loro “tassativa” applicazione. • I primi casi problematici. negandolo o allargandone l’applicazione. quello che è un po’ meno certo è l’atteggiamento di alcuni ufficiali dello stato civile che sembrano. quando venne emanata la legge 898/1970. oltre al testo del DL 132/2014: • I mutati orientamenti ministeriali. speriamo un po’ più definitivo. che tenga presente. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE IL TEMA DEL MESE AGGIORNAMENTO SU SEPARAZIONI E DIVORZI CONSENSUALI Premessa A dicembre 2014 su questa guida avevamo pubblicato le prime indicazioni operative dando agli operatori le istruzioni principali per l’uso su “divorzi e separazioni consensuali”.

questo atto debita­ mente tradotto e legalizzato. nel caso in cui si renda ne­ cessario procedere ad un divorzio.4. che dovranno essere iscritti e annotati. in brevissima successione temporale. c. ma di quella più complessa. per un atto consensuale Si tratta di due atti di stato civile. per le responsabilità intrinseche al ruolo dell’ufficiale dello stato civile. questa sentenza debitamente tradotta e legaliz­ zata. Atto amministrativo di una competente autorità amministrativa straniera. 69. che verrà trascritto senza alcuna analisi preventiva. verrà trascritto nei registri dello stato civile e determinerà l’efficacia del divorzio anche nei confronti dei terzi. 4) Rivolgersi ad un’autorità non italiana (religiosa o civile straniera) A sua volta questa modalità si concretizza in 4 fattispecie diverse: 4. 65 della legge 218/1995.1.1 La “novità interpretativa” sui divorzi amministrativi stranieri Sulle sentenze straniere o di autorità religiose ecclesiastiche non c’è alcuna novità e. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 1. non si provvede ad alcun approfondimento. 1. simile per effetti all’atto consensuale dinnanzi all’ufficiale di stato civile italiano. previo nulla osta o autorizzazione dell’autorità giu­ diziaria.2. 3) Rivolgersi ad un ufficiale dello stato civile italiano. 4. 4. in questa sede. che dovrà essere semplicemente annotata sull’atto di matrimonio e su quello di nascita degli sposi (art.L’ufficiale d’anagrafe. Pronuncia di un tribunale di qualsiasi stato che abbia però le caratteristiche di cui all’art.3. 4. verrà trascritto e poi annotato direttamente dall’ufficia­ le dello stato civile. verrà trascritta e poi annotata direttamente dall’ufficiale dello stato civile. È la modalità più economica e semplice per il cittadino. Pronuncia di un tribunale di uno stato della UE. 1 lett. 2) Rivolgersi a due (almeno uno per coniuge) legali per una negoziazione assistita In questo caso l’atto consensuale. Ci sembra invece necessa­ 8 . 64 della legge 218/1995. che provvederà a trasmettere un particolare estratto della sua pronuncia. le modalità per ottenerlo sono essenzialmente queste: 1) Rivolgersi al tribunale italiano In questo caso l’atto che determinerà il divorzio sarà una sentenza. Le quattro vie per divorziare Una volta che una coppia risulti coniugata secondo i principi del diritto italiano. Pronuncia di un’autorità della Chiesa Cattolica che verrà delibata dalla Corte d’ap­ pello e poi trascritta. che abbia però le caratteristiche di cui all’art. D del DPR 396/2000). qualsia­ si sia la forma di celebrazione o stipulazione del matrimonio.

b) l’atto introduttivo del giudizio è stato portato a conoscenza del convenuto in conformità a quanto previsto dalla legge del luogo dove si è svolto il processo e non sono stati violati i diritti essenziali della difesa. che abbia avuto inizio prima del processo straniero. che voleva far constare il proprio divorzio pronunciato all’estero.2 Un po’ di storia Il primo gennaio 1997 entrava definitivamente in vigore la legge 218/1995. Dunque il cittadino italiano o straniero residente in Italia. g) le sue disposizioni non producono effetti contrari all’ordine pubblico. e) essa non è contraria ad altra sentenza pronunziata da un giudice italiano passata in giudicato. dopo l’introduzione anche in Italia del divorzio “senza giudice”. 64 Riconoscimento di sentenze straniere 1. 1. approfondire sul divorzio amministrativo straniero. Un effetto che immediatamente coinvolse con una certa “preoccupazione” gli ufficiali di stato civile fu il caso delle sentenze di divorzio che venivano pronunciate all’estero. Fu uno dei passaggi più complicati della lenta e inesorabile trasformazione del ruolo dell’ufficiale di stato civile. anche dei rudimenti forensi. Dal 1997 questa operazione toccò agli ufficiali di stato civile in quanto divenne appli­ cabile l’art. portava una copia della sentenza straniera che veniva e viene tuttora “analizzata” dall’ufficiale dello stato civile al fine della sua trascri­ zione e successiva annotazione a margine del matrimonio e della nascita. face­ vano tutta la valutazione preliminare per decidere se la sentenza potesse essere efficace in Italia. Fino a quella data una sentenza straniera per diventare efficace in Italia doveva essere “delibata” dalla Corte di Appello. 64 della legge 218/1995 che dispone: Art. f) non pende un processo davanti a un giudice italiano per il medesimo oggetto e fra le stesse parti. che dovette acquisire.L’ufficiale d’anagrafe. 9 . per il forte contenuto innovativo sulla interpretazione dell’istituto. d) essa è passata in giudicato secondo la legge del luogo in cui è stata pronunziata. c) le parti si sono costituite in giudizio secondo la legge del luogo dove si è svolto il processo o la contumacia è stata dichiarata in conformità a tale legge. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE rio. La sentenza straniera è riconosciuta in Italia senza che sia necessario il ricorso ad alcun procedimento quando: a) il giudice che l’ha pronunciata poteva conoscere della causa secondo i principi sulla competenza giurisdizionale propri dell’ordinamento italiano. per la prima volta. In altre parole 3 giudici con un buon cancelliere.

in conformità alle leggi vigenti in quel paese. letto i provvedimenti con cui la CdA si è dichiarata incompetente. Principi generali La sentenza di divorzio pronunciata all’estero può essere riconosciuta e trascritta in Italia. l’ufficiale dello stato civile trascrisse il provvedimento del “collega” neozelandese e annotò il divorzio a margine di matrimonio e nascita. minacciando la citazione per danni. 64. è possibile procedere alla sua trascrizione solo quando ne sia stata verificata la conformità ai principi di 10 .L’ufficiale d’anagrafe. In un secondo momento la corte si dichiara incompetente perché la riforma del diritto internazionale privato ha abolito il giudizio di delibazione. come succede oggi in Italia. a distanza di 16/17 anni il Ministero dell’Interno consolidò. Riconoscimento in Italia di una pronuncia straniera di divorzio. ma nessuno rispose. dal locale ufficiale di stato civile. Si poneva in questo modo un grave problema: si poteva ritenere che fosse efficace un divorzio straniero di questo tipo.4 Il Massimario “vigente” A proposito di questo caso. l’ufficiale dello stato civile chiese nuovamente istruzioni.1. L’avvocato fece dunque una diffida all’ufficiale di stato civile perché provvedesse alla trascrizione. anche a seguito di istruzioni ricevute verbalmente dalla Procura della Repubblica. 1. ove risultino sussistenti i requisiti prescritti dalla norma citata e purché sia previamente dichiarato estinto il giudizio eventualmente pendente in Italia relativo al medesimo oggetto (lett. prima per la separazione e poi per il vero e proprio divorzio? Fece notevole scalpore il caso che capitò ad un ufficiale di stato civile. nel Massimario 2014 questo orientamento: Capitolo XI – Divorzio 11. in una prima pronuncia la Corte si dichiara incompetente perché trattasi di provvedimento amministrativo e non giurisdizionale. ai sensi dell’art. A questo punto il cittadino con l’avvocato si recano dall’ufficiale dello stato civile del comune di iscrizione AIRE il quale. pronunciato. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 1. oppone un rifiuto verbale a trascrivere. L’avvocato italiano si reca alla Corte d’Appello italiana per ottenere una sentenza di delibazione. […] Nel caso di divorzio “consensuale” emesso all’estero da autorità non giurisdizionali.3 Il divorzio amministrativo straniero Già in quegli anni però alcuni stati prevedevano la possibilità di pronunciare un divor­ zio senza alcun intervento del giudice. 218. f) del citato art. ma con un atto notarile o dell’ufficiale dello stato civile. ottiene dalle autorità di quel paese il divorzio. probabilmente primo assoluto in Italia. 64 della legge 31 maggio 1995. quando la legge Italiana obbligava la doppia pronuncia giurisdizionale. Alla fine del 1996 un cittadino italiano iscritto all’AIRE in quanto residente e sposato in Nuova Zelanda. n.

fino al 2014. affermava che il provvedimento straniero doveva essere trattato come una sentenza.5 Ma adesso in Italia vale anche il divorzio “amministrativo”… È chiaro che le tutele individuali e le modalità procedimentali di un divorzio ammini­ strativo sono infinitamente più semplici rispetto a quelle di una sentenza (si pensi semplicemente al tema della giurisdizione. Hanno effetto in Italia i provvedimenti stranieri relativi alla capacità delle persone nonché all’esistenza di rapporti di famiglia o di diritti della personalità quando essi sono stati pronunciati dalle autorità dello Stato la cui legge è richiamata dalle norme della presente legge o producono effetti nell’ordinamento di quello Stato. non è tenuto a richiedere la documentazione attestante il successivo deposito dell’atto in questione presso detti uffici giudiziari. non si debba più applicare l’art. perché in Italia lo scioglimento del vincolo matrimoniale po­ teva avvenire solo con detto atto. più sopra citato. 64. 65 . 1. ai fini della trascrizione del provvedimento. anno in cui è entrato in vigore il divorzio consensua­ le dall’ufficiale dello stato civile. e ciò in analogia a quello che accade per le sentenze straniere di divorzio. 64. ai provvedimenti amministrativi di divorzio emessi da notai o dagli ufficiali di stato civile. Noi siamo dell’idea che ora sia arrivato il momento di non fingere più e. dei diritti di difesa. del passaggio in giudicato …).Riconoscimento di provvedimenti stranieri 1.R. e non dipende dal successivo deposito dell’atto stesso presso l’autorità giudiziaria brasiliana. “riservato alle sentenze”. 7 del D. 32 del 21/12/2011 si è anche infatti ribadito che la validità della scrittura pubblica di divorzio consensuale.P. In particolare l’ufficiale di stato civile dovrà procedere a verificare che il provvedimento (accertatatene la non contrarietà all’ordine pubblico ed il rispetto dei diritti di difesa) comporti l’irreversibile dissoluzione dei vincolo matrimoniale. purché non siano contrari all’ordine pubblico e siano stati rispettati i diritti essenziali della difesa. […]” Con successiva Circolare n. ai sensi e nei modi stabiliti dall’art. ai fini civilistici. 64 articolo per la trascrizione di una sentenza o provvedimento di divorzio pronunciati all’estero.L’ufficiale d’anagrafe. deve rifiutare l’adempimento. decorre dalla data dell’atto notarile. A tale forma di divorzio devono pertanto essere attribuiti gli stessi effetti di una sentenza di divorzio passata in giudicato. 64 della legge 218/95 […]. in questi casi. come disposto dalla normativa di quel paese. pertanto. 65: Art. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE cui all’art. ma il ben più semplice art. anche se pronunciati da autorità di altro Stato. […]” Dunque il Ministero. 396/2000. Ove l’ufficiale di stato civile non ritenga sussistenti i requisiti prescritti dal citato art. Era dunque una forzatura notevole applicare l’art. 11 . L’ufficiale di stato civile.

di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Dunque pare evidente che in questo caso non vanno verificati i 7 (lettere dalla a alla g) presupposti dell’art. senza alcun intervento del giudice. 16 del 1° ottobre 2014 • la n. 64. Il divorzio consensuale italiano. gli sposi potranno separarsi. ma solo l’eventuale contrarietà all’ordine pubblico e la “consen­ sualità” dell’atto amministrativo straniero. senza giudice. Anni di riferimento 2015-2016 Il nostro editore ha proposto a catalogo due pratiche di sicura utilità per destreggiarsi in tutto questo “divenire normativo e regolamentare” quasi alluvionale. non essendo di competenza dei tribunali. A completamento di questo primo passaggio. La Direzione centrale dei servizi demografici del Ministero dell’Interno è intervenuta tempestivamente con quattro circolari: • la n. decidere e modificare le condizioni del loro divorzio o della loro separazione. il legislatore. 2. Vedremo se il Ministero dell’Interno semplificherà le istruzioni operative del Massima­ rio. 19 del 28 novembre 2014 • la n. 17 . storia degli ultimi nove mesi L’11 dicembre 2014 si è conclusa la prima fase del procedimento normativo che ha determinato la più grossa innovazione in materia di stato civile degli ultimi anni: la pos­ sibilità cioè di fare separazione e divorzio dall’avvocato o dall’ufficiale dello stato civile. non venivano rilevati: • Circolare Istat 26 maggio 2015 n. a maggio 2015. Molto più semplicemente possiamo dire che al posto di sentenze complicate. 12 . Si è parlato di “degiurisdizionalizzazione” del divorzio. Il Ministero dell’Interno con un decreto trasmesso per le vie brevi . abbattendo drasticamente i tempi della separazione obbligatoria preliminare al divorzio. con la legge 55/2015 “Disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”. non pubblicato in Gazzetta Ufficiale. processi lunghi e costosi. ha fatto diventare il divorzio “veloce”. con un ac­ cordo consensuale.Modalità tecniche inerenti l’avvio della rilevazione degli accordi extra-giudiziali in materia di separazioni e divorzi (consensuali). 21 del 10 dicembre 2014 • la n. 6 del 24 aprile 2015 Infine è giunta l’ISTAT con le istruzioni per la gestione della statistica relativa ai divorzi amministrative che. divorziare.L’ufficiale d’anagrafe. a dicembre 2014 aggiornò tutte le formule per gli atti di stato civile interessati dalla novella legislativa.

Nella tabella che segue abbiamo tentato di schematizzare quanto poi cercheremo di esplicitare dettagliatamente nel seguito della trattazione. A regime questa norma dovrebbe anche ridurre considerevolmente il lavoro dei tribu­ nali per tutti quei divorzi e separazioni che non presentano aspetti di complicazione note­ vole o che non sono il punto finale di disgregazioni familiari particolarmente conflittuali. 854810. 13 . seppure permangano dei dub­ bi su alcune questioni che vedremo nella trattazione.b L’abbonamento include un nuovo contenuto multimediale.Cod. approfondimenti e link a fonti istituzionali. Agente di zona. o inviaci una comunicazione per essere contattato dal ns. di prossima pubblicazione. 854810. – Separazioni e divorzi consensuali con assistenza di due o più avvocati . Consul­ ta l’elenco dei modelli. dedicato a separazioni e divorzi consensuali. Lo sforzo organizzativo è stato sicuramente notevole e.Cod.L.a – Separazioni e divorzi consensuali con dichiarazione resa all’ufficiale di stato civile . disponibili per gli Enti abbonati al “Servizio Ufficio Demografici” di Progetto OMNIA. si può dire che sicuramente il D.L’ufficiale d’anagrafe. la vita di quei cittadini che dovevano avventurarsi in cause lunghe e defatiganti per ottenere una separazione o un divorzio consensuali. con guide normative. 132/2014 ha semplificato. di molto. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE MODULISTICA GASPARI È disponibile a catalogo la seguente Modulistica per l’attuazione dei relativi adempimenti.

per cui serve trascri­ zione. La separazione Qualora due coniugi intendano sospendere i loro rapporti o addirittura concluderli. Trascrive l’atto di negoziazione con la relativa autorizza­ zione del PM. Separazione. Deve dare un nulla osta se fatta dagli avvocati di parte con negoziazione entro 5 giorni oppure rinviare al presidente del tribunale. il 22 aprile 2015. Trascrive l’atto di negoziazione con la relativa autorizza­ zione del PM.. la moglie e il marito sono reciprocamente eredi uno dell’altra anche qualora siano separati. la legge 55/2015 “Disposizioni in materia di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di comunione tra i coniugi”. Separazione. ma gestiscono la con disposizioni negoziazione. Nota 2: se entro 10 giorni dal pronunciamento di PM o Tribunale l’atto non è pervenuto all’USC. Non può raccoglie­ re la dichiarazione. oppure rinviare al presidente del tribunale entro 5 giorni. Promuove le annota­ zioni e le comunica­ zioni. Ma le parti possono farla con negozia­ zione gestita dai rispettivi legali. Questo vuol dire. Nota 1: per il divorzio (scioglimento o cessazione degli effetti civili è indifferente) servono alternativamente: 1 anno di separazione preliminare per divorzi giudiziari. Ufficiale di Stato Civile Raccoglie la dichia­ razione e attende la conferma dell’ac­ cordo. di beni per cui serve trascrizione. divor­ zio (nota 1) o modi­ fica delle condizioni Uno per parte con o senza figli. non scioglie il vincolo. senza figli e senza disposizioni di beni per cui serve trascri­ zione. Non è richiesta. Entro 10 giorni i legali tra­ smettono all’USC (nota 2). 14 .1 I nuovi termini della separazione prima del divorzio – la decorrenza Con grande clamore di stampa la Camera dei deputati ha definitivamente approvato. Se non ci sono figli deve dare nulla osta. 3. 3. Iscrive e annota. divor­ zio (nota 1) o modi­ fica delle condizioni. Tipologia di attività necessaria per ciascuno dei soggetti Avvocato Notaio Non necessa­ ria. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Tipologia di provvedimento richiesto Separazione. dovranno addivenire ad una separazione. Promuove le annota­ zioni e le comunica­ zioni.. Deve dare autorizzazione nell’interesse del figlio oppu­ re rinviare al presidente del tribunale entro 5 giorni. Entro 10 giorni i legali tra­ smettono all’USC (nota 2). ma eleva sanzione a tutti gli avvocati. Non è richiesta. La separazione personale. che dovrà essere anche trascritto nei registri immo­ biliari. Non può raccoglie­ re la dichiarazione. se ci sono figli deve dare autorizzazione. È necessario l’atto pubbli­ co del nota­ io. ad esempio. che permane il diritto successorio. divor­ zio (nota 1) o modi­ fica delle condizioni. Pubblico Ministero Non è richiesto intervento se fatta dallo Stato Civile. 6 mesi di separazione preliminare per divorzi consensuali. che ha degli effetti nella comunione/separazione dei beni e in tutti gli altri aspetti della vita matrimoniale. Uno per parte con figli e senza gestiscono la disposizioni di beni negoziazione.L’ufficiale d’anagrafe. questo può trascrivere.

ove alla data di instaurazione del giudizio di divorzio sia ancora pendente la causa di separazione in relazione alle domande accessorie. Il DM 9/12/2014 è chiaro: la decorrenza è la data di iscrizione dell’atto di accordo e non quella di conferma dell’accordo stesso.  anticipare anche il momento dell’effettivo scioglimento della comunione dei beni tra i coniugi. 15 . poi si è capito che la volontà del legislatore non era quella di confermare. 711. la causa deve essere assegnata al giudice della separazione personale. dovranno avere chiaro che il termine semestrale decorre: a) dalla data di deposito del ricorso nelle ipotesi di ricorso congiunto (art. fa decorrere tale termine dalla notificazione della domanda giudiziale di separazione. 3.p. Se in un primo momento la conferma dell’accordo era sembrata una fase di integrazio­ ne dell’efficacia. secondo comma. Per il punto d).). prevede inoltre che. c) dalla data certificata nell’accordo di separazione raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita dagli avvocati.c.3 Il termine di decorrenza annuale La nuova norma riduce a dodici mesi la durata del periodo di separazione ininterrotta dei coniugi che legittima la domanda di divorzio da proporre in sede giurisdizionale. per i divorzi che si faranno di fronte a loro o che dovessero pervenire con l’assistenza degli avvocati. 711. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Il testo interviene sulla legge n. in modo da:  anticipare il momento della possibile proposizione della domanda di divorzio al giudice (1 anno dalla separazione invece di 3). ma quella di dare ai coniugi un po’ di tempo per un eventuale ripensamento. che hanno valore solo dichiarativo e non sostanziale.4 Lo scioglimento anticipato della comunione dei beni Se i coniugi. d) dalla data dell’atto contenente l’accordo di separazione concluso innanzi all’ufficiale dello stato civile. 898 del 1970. sono superati i dubbi sull’effettiva data da cui decorre la separazione a seguito di accordo dinnanzi all’ufficiale di stato civile. 3.2 Il termine di decorrenza semestrale Gli ufficiali di stato civile.L’ufficiale d’anagrafe. Tutte le date sono sostanzialmente diverse da quella di annotazione a margine del ma­ trimonio. 3. a seguito dell’emanazione delle nuove formule ministeriali. b) dalla data di notificazione del ricorso in caso di presentazione dello stesso da parte di uno solo dei coniugi (art. viene precisato espressamente il momento in cui avviene lo scioglimento. prima della separazione erano in regime di comunione legale dei beni. c. al di là del nome dato all’istituto.  anticipare il momento del divorzio consensuale per negoziazione assistita o per atto di fronte all’ufficiale di stato civile (6 mesi invece di tre anni). primo comma). da cui far decorrere la separazione.

. che rap­ presenta un terzo tipo che qui non analizzeremo................. in data ........... Ricordiamo che la formula 175-bis prevede: «Con provvedimento del ....c........ in sede di redazione degli atti di matrimonio.  nella separazione consensuale.. fra i coniugi di cui all’atto di matrimonio controscritto» Secondo questa norma sarà necessario precisare che oltre ad essere stata omologata o disposta la separazione giudiziale... in sede di udienza di comparizione........ purché omologato. ........ Dunque la nuova norma aggiunge un comma all’art...... quelli civili sono iscritti in parte I. agli stessi fini... al momento in cui il presidente del tribuna­ le...... come sono bene abituati a fare gli ufficiali di stato civile........ intervenuto ad un convegno......... • La cessazione degli effetti civili Quando cessano gli effetti civili di un matrimonio ecclesiastico. con un po’ di protagonismo.......... in relazione all’ordinanza del presidente del tribunale che autoriz­ za i coniugi a vivere separati..... n.......... La norma introduce una disposizione di natura procedurale secondo cui.... 16 ......... Il divorzio Un famoso giudice........ 191 c.... Analoga comunicazione deve essere tra­ smessa. in quanto ancora tutta la normativa parla di due istituti diversi...L’ufficiale d’anagrafe.... La norma che stiamo analizzando in alcuni passaggi è molto precisa e differenzia tra i due istituti.... se i coniugi sono in comunione dei beni.. ad esempio: quelli religiosi vanno trascritti in parte II A... che in detta sfera potrebbe mantenere ancora degli effetti esclusivamente di carattere religioso... solo con il passaggio in giudicato della sentenza di separazione... ha avuto modo di affermare che in Italia il divorzio non esiste.. la separazione deve essere comunicata all’ufficio di stato civile per l’annotazione sull’atto di matrimonio......... Questi due istituti sono: • Lo scioglimento Quando viene sciolto il vincolo ed ogni effetto di un matrimonio celebrato solo in sede civile.... Tale previsione non era più adeguata alla realtà quotidiana in cui gli effetti patrimo­ niali della comunione legale continuavano a prodursi per i coniugi separati anche dopo l’interruzione della convivenza........ alla data di sottoscrizione del relativo verbale di separazione.. fatta salva la dichiarazione di nullità del matrimonio........... è stata: . ma il momento effettivo si verificava “ex nunc”.......... autorizza i coniugi a vivere separati................. risulta sciolta anche la comunione dei beni....... che anticipa lo scioglimento della comunione legale:  nella separazione giudiziale....... 4................... di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Prima della nuova norma la separazione personale era uno dei motivi di scioglimento della comunione... sia in Italia che all’estero.....

L’ufficiale d’anagrafe, di stato civile ed elettorale
Settembre 2015
L’UFFICIALE DI STATO CIVILE
In altri passaggi invece la norma parla genericamente di divorzio, non sappiamo se
per una ormai sempre più frequente sciatteria del legislatore o se volutamente, per tentare
di annullare la differenza tra i due istituti o molto più semplicemente per esigenze di “sin­
teticità” come faremo noi nel prosieguo di questa trattazione…

5. La modifica delle condizioni di separazione o divorzio
Si tratta di una fattispecie fino ad oggi sconosciuta agli ufficiali di stato civile, che non
dovevano, quando era pronunciata dal giudice, né annotarla né trascriverla.
La riforma continua a non richiederne né l’annotazione né la trascrizione qualora
sia pronunciata dal giudice; qualora invece si pervenga ad una modifica consensuale
con una negoziazione assistita dagli avvocati o addirittura venga formalizzata con una
dichiarazione all’ufficiale di stato civile, andrà iscritta o trascritta nei registri dello stato
civile.
Questa prescrizione ancora poco analizzata pone due problemi:
• Modifiche inerenti aspetti patrimoniali o di rapporti da regolare
per atto pubblico
Che senso ha, qualora queste modifiche debbano essere fatte di fronte al notaio, perché ineriscono a beni immobili o rapporti soggetti a trascrizione, doverle
trascrivere anche nei registri dello stato civile, quando non modificano nulla relativamente al “vincolo personale”?
• Modifiche trasmesse dagli avvocati dopo una negoziazione assistita
Il comma 3 dell’art. 63 dell’O.S.C. prevede che vadano trascritti per intero solo i
matrimoni celebrati di fronte ad un ministro di culto e quelli ex art. 109 del CC;
tutto il resto dovrebbe trascriversi per riassunto. Ma come si fa a riassumere una
negoziazione assistita che contiene delle modifiche nella vita degli sposi, magari
anche molto dettagliate?
La ratio della disposizione è sicuramente quella di creare nei registri dello stato civile
un sistema di pubblicità e di opponibilità ai terzi di queste “modifiche”; peccato però che,
al momento, non ci sia la più pallida idea di come certificarle, se non con il rilascio di
una copia integrale.
Ma se è prevedibile solo il rilascio di una copia integrale non è forse il caso di trascri­
verle per intero?
Infine ci si chiede, non essendo prevista l’annotazione né a margine della nascita né
del matrimonio, come possa fare il terzo a sapere dell’esistenza di queste modifiche, se
non glielo dice l’ufficiale dello stato civile che le ha iscritte o trascritte o uno dei coniugi…
Probabilmente il tutto si risolverà in una sorta di ufficio del registro, a basso costo,
senza imposta di bollo e registro, in cui si darà data certa a dette modifiche ai soli fini
dei rapporti dei due (ex) coniugi, con una scarsissima possibilità di opponibilità ai terzi.

17

L’ufficiale d’anagrafe, di stato civile ed elettorale
Settembre 2015
L’UFFICIALE DI STATO CIVILE
5.1 L’assegno di mantenimento al coniuge “debole” – una delle condizioni
di divorzio in via di evoluzione
Tra i temi più delicati che stanno alla base del grande contenzioso tra ex coniugi c’è
senza dubbio il tema del “mantenimento” del coniuge debole, per il quale la legge pre­
vede la corresponsione di un assegno periodico.
A tal proposito è bene che gli ufficiali di stato civile sappiano che la Corte di Cassa­
zione con la sentenza Sez. I Civile n. 6855 del 3 aprile 2015, per la prima volta, grazie
alle “spinte” per uniformare nei fatti la situazione dei coniugi a quella dei conviventi (è
abbastanza significativo che la parola convivente per la lingua italiana sia un maschile, ma
possa essere applicata anche al femminile, con possibili future implicazioni similari anche
alle coppie omosessuali…), ha disposto che un/a divorziato/a, nel caso in cui abbia una
relazione “significativa” con un nuovo partner, in realtà abbia creato una nuova famiglia
e perda ogni diritto nei confronti del coniuge precedente.
Sostanzialmente la Corte riconosce un principio, ormai abbastanza pacifico nell’o­
pinione pubblica, per cui non è giusto che il/la divorziato/a prenda l’assegno dall’ex
coniuge e contestualmente viva una relazione con un nuovo soggetto.
5.1.1 I fatti della sentenza
Nel 2004 lui chiedeva il divorzio senza assegni per la moglie. Nel 2010 il Tribunale
gli concedeva il divorzio, ma mettendo a carico del marito un assegno di 1000 euro al
mese a favore della ex moglie.
Il marito chiedeva la riforma della sentenza in quanto il Tribunale “non aveva tenuto
conto della stabile convivenza, che aveva dato luogo ad una vera e propria famiglia di fatto,
della ex moglie con altro uomo, ciò che dovrebbe escludere la corresponsione di assegno
divorzile a carico del coniuge, anche se tale convivenza venisse a cessare”.
Il giudice d’appello aveva accolto il ricorso affermando che “una relazione more uxorio
rileva ai fini della determinazione dell’assegno a carico dell’ex coniuge” nei limiti in cui tale
relazione “incida sulla reale e concreta situazione economica della donna, risolvendosi in
una condizione e fonte, effettiva e non aleatoria, di reddito“.
La rilevanza ai fini della trattazione di questo lavoro è che potrebbe capitare, a livello
consensuale, che gli ufficiali di stato civile vengano coinvolti in queste valutazioni al fine
di redigere un atto di modifica delle condizioni di separazione o divorzio.

6. La negoziazione assistita
Per addivenire ad un divorzio consensuale, gli strumenti sono due: la negoziazione
assistita dall’avvocato ed eventualmente dal notaio e la dichiarazione congiunta resa
all’ufficiale dello stato civile.
La vera novità, non solo in materia matrimoniale, ma per tutto il contenzioso civile è
l’introduzione di questo nuovo istituto, che viene definito dall’art. 2 del D.L. 132/2014,
come un accordo mediante il quale le parti convengono di cooperare in
buona fede e con lealtà per risolvere in via amichevole la controversia
tramite l’assistenza di avvocati iscritti all’albo.
Gli elementi essenziali e generici, validi per ogni tipo di negoziazione assistita e non
solo per quella in materia matrimoniale, sono:

18

L’ufficiale d’anagrafe, di stato civile ed elettorale
Settembre 2015
L’UFFICIALE DI STATO CIVILE
 La convenzione è l’accordo che scaturisce da questo procedimento ed è redatta,
a pena di nullità, in forma scritta.
 Lo strumento della negoziazione può essere usata anche dalla P.A., ma deve
essere assistita dall’avvocatura civica.
 Il termine entro cui deve svolgersi la negoziazione non è inferiore a un mese e
non superiore a tre mesi, può essere prorogato per ulteriori trenta giorni su accordo tra le parti; l’oggetto della controversia, oltre che problemi di ordine matrimoniale, non deve riguardare diritti indisponibili o vertere in materia di lavoro.
 Gli avvocati certificano la conformità dell’accordo alle norme imperative e all’ordine pubblico, l’autografia delle sottoscrizioni apposte alla convenzione sotto la
propria responsabilità professionale.
 È dovere deontologico degli avvocati informare il cliente all’atto del conferimento
dell’incarico della possibilità di ricorrere alla convenzione di negoziazione assistita.
 Il tentativo di avviare una negoziazione assistita è condizione di procedibilità
della domanda giudiziale.
 Per la controversia in materia di risarcimento del danno da circolazione di veicoli e natanti e per proporre in giudizio una domanda di pagamento a qualsiasi
titolo di somme non eccedenti cinquantamila euro, il tentativo di negoziazione è
obbligatorio. Se le parti non lo tentano la domanda al giudice è improcedibile.
 Quando il tentativo di negoziazione è obbligatorio una parte invita le altre e
attende almeno 30 giorni nei quali il tentativo viene accolto o rifiutato.
 L’invito a stipulare la convenzione deve indicare l’oggetto della controversia e
contenere l’avvertimento che la mancata risposta all’invito entro trenta giorni
dalla ricezione o il suo rifiuto può essere valutato dal giudice ai fini delle spese
del giudizio.
 La dichiarazione di mancato accordo è certificata dagli avvocati designati.
 Se con l’accordo le parti concludono uno dei contratti o compiono uno degli atti
soggetti a trascrizione, per procedere alla trascrizione dello stesso la sottoscrizione del processo verbale di accordo deve essere autenticata da un notaio.
 Costituisce illecito deontologico per l’avvocato impugnare un accordo alla cui
redazione ha partecipato.
In materia matrimoniale gli avvocati devono dunque:
• Necessariamente essere almeno uno per parte.
• Devono poi dichiarare, oltre a tutte le condizioni già viste:
- le hanno informate che possono esperire la mediazione familiare e dell’importanza per l’eventuale figlio minore di trascorrere tempi adeguati con ciascuno dei genitori;
- che l’atto trasmesso è un originale o una copia autenticata da loro stessi;
19

l’ufficiale dello stato civile dovrà sicuramente trascrivere. Facciamo un esempio: se le parti si accordano affinché la manutenzione di un loro immobile spetta ad uno dei due o che il marito paga l’affitto per l’ex moglie. dunque non deve mai esserci il notaio. perché detti atti in questo contesto devono essere stipulati con l’assistenza del notaio? Ben diverso è il caso in cui le parti decidono che la casa comune entra in proprietà del marito. Detto più semplicemente con un esempio: se in una convenzione assistita dagli avvocati. 6. le parti decidono che la casa comune sarà del marito. la sottoscrizione della convenzione assistita dagli avvocati deve essere autenticata nelle firme da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato o. come farebbe a non trascrivere un atto quando lo stesso PM ha dato il suo nulla osta? Riassumendo: 1) Nelle dichiarazioni rese all’ufficiale dello stato civile non possono esserci atti di disposizione patrimoniale. magari registrata. allargando di fatto il campo della previsione normativa. Qui è necessario l’atto pubblico e la trascrizione nei registri immobiliari. per procedere alla trascrizione nello stato civile. ma con usufrutto della moglie. ma al fine della trascrivibilità è necessario solo il nulla osta/autorizzazione del PM o del presidente del tribunale. quando invece sarebbe stato necessario. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE - dell’importanza per l’eventuale figlio minore di trascorrere tempi adeguati con ciascuno dei genitori. ci siamo chiesti in molti se nell’atto manchi detto rogito notarile.2 Se il notaio non ha rogitato… Al di là della rubrica dell’art.1 Il notaio Se con l’accordo le parti concludono uno dei contratti o compiono uno degli atti sog­ getti a trascrizione nei registri immobiliari. tutti atti per cui basta una semplicissima scrittura privata. dando all’accordo un effetto obbligatorio e non reale di immediata trasferimento del bene. 5 che parla di “esecutività dell’accordo”. 6. con l’introduzione del nulla osta/autorizza­ zione del PM o del presidente del tribunale ha tolto all’ufficiale dello stato civile ogni discrezionalità. 20 . si producano o meno gli effetti relativi al vincolo matrimoniale. 2) Nelle convenzioni assistite dagli avvocati possono esserci o meno sia atti di disposizione patrimoniale che rogiti notarili. che prevede il loro intervento semplicemente qualora si com­ piano atti soggetti a trascrizione. ma questo la norma non lo dice. I notai nei loro incontri periodici hanno già fatto sapere che il loro intervento è neces­ sario ogni qualvolta ci si accordi sugli aspetti patrimoniali. essere redatta per atto pubblico (rogito notarile). Se l’accordo arriva con il nulla osta del PM. senza rogito notarile. e nello stesso atto si separano: è tutto nullo perché manca il rogito o qualcosa si salva? A nostro avviso la legge di conversione.L’ufficiale d’anagrafe.

22. n.3 Copie analogiche autenticate in digitale e invio telematico Il nuovo Massimario e le norme del Codice dell’amministrazione digitale danno alcune indicazioni operative in tema di “digitalizzazione” dell’attività dell’ufficiale dello stato civile. 7 marzo 2005. entrambi con firma digitale. L’ufficiale di stato civile ricevente provvederà. in caso di conservazione sostitutiva. Riproponiamo queste indicazioni per poter ben inquadrare. 53: “Facoltà di notificazioni di atti civili. Probabilmente al momento non è possibile pensare che i due coniugi. 6. […] c) La L.lgs.L’ufficiale d’anagrafe. comma 1. Ogni documento informatico così formato dovrà essere sottoscritto con firma digitale da parte del funzionario responsabile per attestarne la conformità all’atto cartaceo originale e poi inviato tramite PEC. in caso di bisogno. Dunque vanno tenuti presenti: a) Il nuovo Massimario dello stato civile […] l’ufficiale di stato civile potrà utilizzare la copia per immagine su supporto informatico dell’atto cartaceo già prodotto e firmato dalle parti (art. 82 (Codice dell’amministrazione digitale) Art. Si provvederà. sottoscritti o inviati con queste modalità. a conservare tale documentazione con le procedure di rito previste per gli archivi comunali. […] b) Il D. 22. assieme ai loro rispettivi avvocati. firmino digitalmente l’atto di convenzio­ ne e lo trasmettano sempre digitalmente al PM che a sua volta potrebbe dare il nulla osta firmandolo digitalmente… Possono però esserci degli atti che solo parzialmente vengono redatti. le nor­ me e le indicazioni relative a: a) atto cartaceo scansionato e trasmesso previa autentica di copia digitale di documento nato analogico (cioè su carta). infine. la loro conformità all’originale deve essere autenticata da un notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato con dichiarazione da questi firmata digitalmente ed allegata al documento informatico. c) trasmissione con PEC di documento digitale creato con le modalità a) e b). amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali” con successive integra21 . apponendovi una propria dichiarazione di conformità del documento stampato a quello ricevuto per via telematica. 21-1-1994 n. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 3) Se manca il nulla osta del PM o l’autorizzazione del presidente del tribunale. Codice amministrazione digitale). alla stampa dell’atto ricevuto. b) atto digitale autenticato o sottoscritto con firma digitale. Copie informatiche di documenti analogici: […] per tutti i documenti analogici originali unici permane l’obbligo della conservazione dell’originale analogico oppure. la convenzione non è trascrivibile ed andrà opposto un preavviso di rigetto e poi un eventuale rigetto. ai fini della trascrizione.

re­ datto nel medesimo contesto. comma 2. o se si possa fare in modo diverso. nel rispetto della normativa. sottoscritto con firma digitale ed allegato al messaggio di posta elettronica certificata. n. anche regolamentare. La notificazione con modalità telematica si esegue a mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo risultante da pubblici elenchi. 53 del 1994». attestandone la conformità all’originale a norma dell’articolo 22.L. Mentre non abbiamo quasi alcun dubbio che per le dichiarazioni rese all’ufficiale dello stato civile ci debba essere la contestualità. 1. La domanda è stata posta da quegli avvocati di parte che operano in sedi molto distan­ ti. Il messaggio deve indicare nell’oggetto la dizione: «notificazione ai sensi della legge n.L’ufficiale d’anagrafe. 3-bis. se non altro perché andranno firmati “nella casa comunale”. riteniamo che 22 . La notifica si perfeziona. nel momento in cui viene generata la ricevuta di accettazione […] 4. unico luogo dove può legittimamente operare l’ufficiale di stato civile (ricordiamo che i registri cartacei non possono essere portati fuori dal Comune e che gli eventuali atti al di fuori della casa comunale. n. La notificazione può essere eseguita esclusivamente utilizzando un indirizzo di posta elettronica certificata del notificante risultante da pubblici elenchi. b) [gli estremi del provvedimento autorizzativo del consiglio dell’ordine nel cui albo è iscritto [lettera abrogata]. per potersi redigere.4 La contestualità per la negoziazione assistita e gli atti in teleconferenza o a sottoscrizione differita Ci si è già chiesto se è necessario che la negoziazione pervenga in un unico atto. concernente la sottoscrizione. c) il nome e cognome o la denominazione e ragione sociale ed il codice fiscale della parte che ha conferito la procura alle liti. . devono essere previsti dal Codice Civile). L’avvocato redige la relazione di notificazione su documento informatico separato. d) il nome e cognome o la denominazione e ragione sociale del destinatario. […] 6. 3. La relazione deve contenere: a) il nome. 82. per il soggetto notificante. 90. sostanzialmente il solo matrimonio in imminente pericolo di vita. magari perché i rispettivi clienti non abitano più nella stessa città o nella stessa regione. La notifica si esegue mediante allegazione dell’atto da notificarsi al messaggio di posta elettronica certificata. 2. Quando l’atto da notificarsi non consiste in un documento informatico. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE zioni e modificazioni tra cui l’ultima con il D. e) l’indirizzo di posta elettronica certificata a cui l’atto viene notificato.Art. 5. l’avvocato provvede ad estrarre copia informatica dell’atto formato su supporto analogico. g) l’attestazione di conformità di cui al comma 2. del decreto legislativo 7 marzo 2005. 24 giugno 2014. cognome ed il codice fiscale dell’avvocato notificante. f) l’indicazione dell’elenco da cui il predetto indirizzo è stato estratto. la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici.

uno a Milano e l’altro a Roma. L’ufficiale di stato civile si vede pervenire due atti complementari per dichiarare una unica separazione. In quella sede gli avvocati redigono un verbale che verrà sottoscritto con atto pubblico da due notai. ne prenderà atto e trascriverà. 3. l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate . L’atto di Milano verrà portato per l’autorizzazione al PM di Milano. psichica o sensoriale. entrambi i PM danno l’autorizzazione. stabilizzata o progressiva. 2. • figli portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3. dando reciprocamente atto della modalità di redazione. il pubblico ministero e il presidente del tribunale Per questa norma la presenza dei figli “rilevante”. che ancora studia e che risiede con la madre ed un figlio minore che risiede con il padre. dove ha in proprietà un appartamento che usa esclusivamente. la 23 . La presenza dei figli. 104. in sede di richiesta di trascrizione. I rispettivi avvocati si accordano per una teleconferenza ciascuno nel proprio ufficio con i loro clienti. e poi promuoverà le annotazioni… 7. Il matrimonio religioso è trascritto a Palermo. 3 (Soggetti aventi diritto) 1. che dispone: L. La persona handicappata ha diritto alle prestazioni stabilite in suo favore in relazione alla natura e alla consistenza della minorazione. 5-2-1992 n. • figli economicamente non autosufficienti (ovviamente non basta la vivenza a carico fiscalmente dichiarata). Facciamo un esempio: lui e il suo avvocato risiedono a Milano. singola o plurima. I due avvocati autenticano la copia delle rispettive negoziazioni e l’inviano a Palermo. • figli maggiorenni incapaci (sottoposti a tutela. è quella di particolari categorie di figli: • figli minori. Lei e il suo avvocato risiedono a Roma. di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione. quello di Roma al PM di Roma. con un po’ di difficoltà. nel senso che produce degli effetti.Art. continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione.L’ufficiale d’anagrafe.Legge-quadro per l’assistenza. n. alla capacità complessiva individuale residua e alla efficacia delle terapie riabilitative. curatela ed amministrazione di sostegno). ma che risulta di proprietà della comunione coniugale. della legge 5 febbraio 1992. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE le convenzioni assistite potrebbero essere redatte anche in contesti diverse e poi riunite in un unico atto. Qualora la minorazione. Si devono separare ed hanno un figlio. È persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica. comma 3. correlata all’età. abbia ridotto l’autonomia personale. 104 . che è causa di difficoltà di apprendimento. in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente.

anche di una sola parte – ricadenti nelle predette condizioni. al presidente del tribunale. residenti. 46 del decreto del Presidente […]” 24 . Le situazioni riconosciute di gravità determinano priorità nei programmi e negli interventi dei servizi pubblici. 7. Le relative prestazioni sono corrisposte nei limiti ed alle condizioni previste dalla vigente legislazione o da accordi internazionali. che fisserà entro i successivi trenta giorni.2 I figli minori devono essere di entrambi i coniugi che si stanno separando o divorziando Segnaliamo infine che il Ministero. infatti la Circolare n. Con questa impostazione ministeriale succedeva che.1 Le conseguenze della presenza di figli e l’intervento del PM La presenza di figli appartenenti alle categorie di cui al paragrafo precedente deter­ mina che: a) non è possibile rendere una dichiarazione consensuale all’ufficiale di stato civile. gli avvocati dovranno farsi parte attiva per trasmettere il tutto all’ufficiale di stato civile.L’ufficiale d’anagrafe. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE situazione assume connotazione di gravità. b) serve obbligatoriamente una convenzione per negoziazione assistita dagli avvocati. 2) Dà una autorizzazione alla trascrizione se ci sono detti figli. In questo ultimo caso non deve fare un rigetto semplice con rinvio all’avvocato. Se il presidente darà esito positivo alla trascrizione. 3) Non dà né 1) né 2) perché ritiene che l’accordo non risponda all’interesse dei figli. ma deve trasmettere la negoziazione assistita. entro cinque giorni da quando dà parere negativo. non avrebbe potuto accedere alle prerogative del divorzio consensuale. domiciliati o aventi stabile dimora nel territorio nazionale. ha disposto che i figli potessero essere anche di una sola parte. in un primo tempo. 19 del 28/11/2014. c) il PM non dà un semplice nulla osta. se il coniuge separato in attesa di divorzio avesse avuto un figlio con il/la nuovo/a convi­ vente. 7. da rendere ai sensi dell’art. 4. La presente legge si applica anche agli stranieri e agli apolidi. la compa­ rizione delle parti e provvederà senza ritardo. era di questo tenore: “[…] È di immediata evidenza il rilievo procedurale di tali esclusioni e la necessità che l’ufficiale dello stato civile acquisisca da ciascuno dei coniugi adeguata dichiarazione circa l’assenza di figli . Quindi l’intervento del PM nella negoziazione assistita è di tre tipi: 1) Dà un nulla osta generico quando non ci sono figli della categoria di cui sopra. ma autorizza la trascrizione.

comma 2. 104. il Ministero con la successiva circolare n. va intesa nel senso che è possibile accedere al procedimento di cui al citato articolo 12 in tutti i casi in cui i coniugi che chiedono all’ufficiale dello stato civile la separazione o il divorzio nonché la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio già intervenuti. portatori di handicap grave. In assenza di un pregresso o di decisioni similari riteniamo che la decorrenza dei 10 giorni per la trasmissione sia: 1) O dalla pubblicazione/deposito del provvedimento (qualora segua un percorso di pubblicazione formale). devono avere. comma 3. ma a ben vedere il tutto è semplicissimo da spiegare: • Qualora l’atto pervenga con il nulla osta o l’autorizzazione da parte del PM o del presidente del tribunale. invece. di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3. Nella prima circolare il Ministero dell’Interno ha previsto che “tutti gli avvocati” devono curare la trasmissione. se destinati alla tra­ scrizione nei registri di stato civile. 2) O dalla notifica agli avvocati (qualora segua un percorso di notifica). deve rilasciare questo nulla osta o la similare autorizzazione. […]” 8. dovrà essere consegnata in 10 giorni al comune per essere trascritta. andrà trascritto senza ritardo. la cosa ha spaventato chi si ferma ad una semplice interpretazione letterale. saranno sanzionati. 6 del 24/04/2015 dispose: “[…] La disposizione di cui all’articolo 12. come abbiamo visto al paragrafo pre­ cedente: il nulla osta o l’autorizzazione del PM o del presidente del tribunale. Decorrenza dei 10 giorni – “tutti gli avvocati?” – la sanzione Tutti gli atti degli avvocati contenenti una negoziazione assistita. se ritardano a richiedere la trascrizione. n. non comuni ma di uno soltanto dei coniugi richiedenti. quasi sicuramente decorrenti dal depo­ sito della richiesta di nulla osta fatta dagli avvocati alla cancelleria della Procura. Ne consegue che. non abbiano figli in comune che si trovino nelle condizioni richiamate nell’articolo. in caso di accoglimento. in quanto detta disposizione non aveva alcuna attinenza con la norma. Se rigetterà l’istanza. dal momento della sua notifica formale all’avvocato che ha richiesto la “trascrivibilità”. della legge 5 febbraio 1992. maggiorenni incapaci o economicamente non autosufficienti. in forza della quale è escluso il ricorso all’istituto in presenza di figli minori.L’ufficiale d’anagrafe. La norma prevede che il PM in cinque giorni. altrimenti deve trasmettere gli atti al presidente del tribunale. questa non sarà trascrivibile. l’eventuale presenza di figli minori. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Accortosi dell’errore. ma. Non osta. ovvero economicamente non autosufficienti. anche se “mate­ 25 . il termine “figlio” ove ricorra nelle formule approvate con decreto del Ministro dell’Interno del 9 dicembre 2014. del decreto legge in esame. deve essere riferito ai figli comuni dei coniugi richiedenti. Gli avvocati dovranno farsi parte attiva per verificare che il presidente del tribunale o il PM abbiano dato il loro nulla osta o la loro autorizzazione perché.

000 ad euro 10. L’infrazione può essere personalmente contestata a tutti gli avvocati. come abbiamo detto. trascorso il termine di dieci giorni. alla notifica del verbale e agli adempimenti conse­ guenti. con la nuova circolare 6 del 24/04/2015 conferma quanto da noi spiegato e dice: “[…] a tal proposito. dovrà avviare l’iter per l’irrogazione delle sanzioni a carico del legale che abbia violato l’obbligo di trasmissione entro il predetto termine […]” era assolutamente sbagliato.000 (duemila) a € 10. ai fini dei conseguenti adempimenti e. Per l’infrazione commessa è prevista la irrogazione di una sanzione amministrativa da € 2. tant’è che il Ministero. anche se la trasmissione è stata curata solo da uno di essi. capita l’assurdità della prima in­ dicazione. hanno una responsabilità uguale ed intera.1 La sanzione amministrativa e la sua contestazione All’avvocato che viola l’obbligo di trasmettere entro 10 giorni la negoziazione assistita con relativi nulla osta o autorizzazione del PM o del presidente del tribunale è applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2. spettava a loro provvedere ai due adempimenti: richiesta di nulla osta e consegna all’ufficiale dello stato civile.000. e se non vi hanno provveduto.000 (diecimila) a ciascuno degli avvocati in quanto. la responsabilità sarà di tutti gli avvocati. che potrebbero anche chiedere di mettere a verbale alcune dichiarazioni. Nei confronti dello stato civile nulla importano eventuali patti contrari in cui un avvocato delegava l’altro. appare utile chiarire che alla trasmissione è sufficiente che provveda uno soltanto degli avvocati che abbia assistito uno dei coniugi ed ha autenticato la sottoscrizione. Ovviamente il testo della circolare 19 del 28/11/2014 che prevedeva: “[…] Da tale innovazione discende che l’ufficiale dello stato civile dovrà ricevere da ciascuno degli avvocati l’accordo autorizzato. se non è arrivata nei termini. 26 . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE rialmente” trasmesso da uno solo dei due o più avvocati che hanno assistito i coniugi nella negoziazione. La sanzione amministrativa pecuniaria sarà applicata pertanto solo qualora nessuno degli avvocati dei due coniugi abbia provveduto alla trasmissione nei termini […]” 8. • Qualora l’atto pervenga senza il nulla osta o l’autorizzazione da parte del PM o del presidente del tribunale o dopo i 10 giorni.2 Il verbale Ogni comune deciderà quale unità organizzativa dovrà farsi carico delle incombenze legate all’elevazione della sanzione.L’ufficiale d’anagrafe. Alla irrogazione della sanzione di cui al periodo che precede è competente il Comune in cui devono essere eseguite le annotazioni. 8. è responsabilità anche degli altri.

C. se questa non vi è stata. Se ci sono dei dubbi si trascriva la convenzione per intero. tutto il resto dovrebbe trascriversi per riassunto.P. Però. Infine in caso di mancato pagamento entro 60 giorni si dovrà dare avvio alla riscos­ sione coattiva o con la procedura di cui al R. Ma come si fa a riassumere una negoziazione assistita che contiene delle clausole.1 I controlli preliminari alla trascrizione delle convenzioni con gli avvocati La nuova norma non prevede nulla in materia di “patologia” della negoziazione assisti­ ta dagli avvocati. magari. tralasciando aspetti che non hanno alcu­ na rilevanza per lo stato civile. e successive modificazioni. A tal proposito l’art. n. L’atto di stato civile. 109 del CC. Entro 30 giorni dalla notificazione dell’avviso. il comma 3 dell’art. oltre alle spese del procedimento. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Gli avvocati sanzionati possono anche versare.33 più le spese del procedimento. di accordarsi con detti specialisti.S. noi siamo dell’idea che si debba trascrivere per riassunto solo la “parte” relativa al vincolo matrimoniale. la somma di € 3. come segue […]”.L’ufficiale d’anagrafe. gli avvocati sanzionati possono far pervenire. se più favorevole.D. distinguendoli da quelli che possono omettersi. nel senso che non è previsto. 608. 63 dell’O. prevede che vada­ no trascritti per intero solo i matrimoni celebrati di fronte ad un ministro di culto e quelli ex art. 9. con la procedura di cui al d. n. n. e successive modificazioni o mediante ruolo. Le formule emanate con il DM 9/12/2014 non risolvono il dubbio in quanto riportano. Ciò per evitare all’ufficiale di stato civile la responsabilità di riassu­ mere o. scritti difensivi e documenti e possono chiedere di essere sentiti personalmente. Non approfondiamo questa parte della trattazione in quanto ogni comune avrà sicu­ ramente degli uffici o dei concessionari preposti alla riscossione coattiva e sarà bene. 689 testualmente recita al primo comma: È ammesso il pagamento di una somma in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa o. entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione. come abbiamo già detto. ad esempio come in materia di pubblica­ 27 . 639. 29 settembre 1973. 16 della legge 24 novembre 1981. entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione immediata o. in caso di necessità. ciascun avvocato per sé e per l’intero. nell’apposito spazio un laconico: “[…] Aderendo a tale richiesta.R. le formule ministeriali e le modalità della trascrizione: per riassunto o per intero? Secondo alcuni sarebbe bene che la convenzione di negoziazione assistita fosse tra­ scritta integralmente.333. omettere parti importanti. 14 aprile 1910. provvedo alla trascrizione del documento. al Prefetto della Provincia. chiaramente ciò fin quando l’ufficiale dello stato civile non sia davvero in forte difficoltà nell’individuare gli aspetti rilevanti. dalla notificazione degli estremi della violazione. al doppio del minimo della sanzione edittale. magari anche molto dettagliate? Nonostante questa difficoltà. 9.

di cui si sarà provveduto ad estrarre copia da porre agli atti. Si badi bene però che anche in questo caso. l’ufficiale di stato civile non può mai op­ porre un rifiuto a trascrivere. b) la procedura giudiziale di rettificazione di cui agli artt. salvo ogni intervento del Legislatore o del Ministe­ ro in via regolamentare. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE zioni. 2) “garantita” dal Procuratore della Repubblica o dal presidente del tribunale che né hanno decretato la “trascrivibilità”.L’ufficiale d’anagrafe. senza alcun provvedimento. dell’O. Nella nota di accompagnamento si dettaglierà il fatto che sussistono motivi per cui è assolutamente impossibile procedere alla trascrizione e perché dunque si rimettono in allegato alla nota. potrebbe essere meglio utilizzare la procedura che illustriamo nel prossimo paragrafo. la convenzione è: 1) “assistita” almeno da due avvocati ed eventualmente da un notaio. ma certamente più tranquilla. due istituti: a) il rigetto previsto dalla legge 241/1990. un atto di opposizione o rigetto tipico. che a nostro avviso dovranno essere chiari e precisi. Facciamo tre esempi: 1) il matrimonio cui si riferisce l’istanza di trascrizione della negoziazione assistita dagli avvocati non è stato trascritto nel comune per cui non sussiste competenza territoriale dell’ufficio. si dovrà rispondere formalmente con raccomandata con ricevuta di ritorno e assicurata in quanto contenente documentazione. 2) l’atto fatto pervenire non è né un originale né una copia autentica ed è evidente che l’ufficiale di stato civile deve porre agli atti delle sue trascrizioni solo atti originali o copie autentiche. 9.C. si dovrà pertanto fare riferimento ai principi generali. In ogni caso qualora si decidesse di rimettere gli atti senza provvedimento a chi ne chiede una trascrizione assolutamente non possibile. 28 . senza dubbio più lunga. al fine di tutelarsi di fronte ad eventuali non improbabili errori.S. sia l’istanza che i documenti allegati.2 Il rinvio immediato senza provvedimento – solo per incompetenza dell’ufficiale di stato civile – possibile ma pericoloso Preliminarmente illustriamo questa eventualità solo ed esclusivamente perché siamo consapevoli che possano esistere delle evenienze per cui non sorge neppure la compe­ tenza dell’ufficiale dello stato civile nell’istruire la trascrizione. se si escludono i casi di cui al paragrafo precedente. I motivi sono molto semplici da comprendere. 95 e seg. 9. Senza scomodare istituti in via analogica (non dobbiamo creare nessun nuovo atto di opposizione) proponiamo di utilizzare.3 I motivi “teorici” per il rigetto In una procedura come quella della trascrizione di una negoziazione assistita. 3) non c’è nulla osta o autorizzazione alla trascrizione del PM o del presidente del tribunale.

sarebbe alquanto presuntuoso pensare che questi specialisti del diritto abbiano sbagliato tutto. Consigliamo quindi di procedere. per quanto l’ufficiale dello stato civile possa essere attento e preparato. per cui non sussiste competenza funzionale dell’ufficio.  In realtà chi fece materialmente l’annotazione o chi l’aveva promossa sba­ gliò la data di decorrenza della separazione. per un semplice refuso. la pagina con il nulla osta non sia stata scansionata dall’avvocato.  In realtà potrebbe essere che. anche nel terzo esempio fatto al paragrafo prece­ dente. molto più probabilmente può esserci stato qualche “er­ rore” legato alla specificità dello stato civile e. • Non risulta che sia stata rilasciata autorizzazione o nulla osta alla trascrizione né dal Procuratore della Repubblica né dal presidente del tribunale.L’ufficiale d’anagrafe. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Dunque in presenza di questi due elementi. 29 . con molta cautela utilizzando l’istituto del “preavviso di rigetto”. • Sussiste annotazione a margine del matrimonio. • L’atto pervenuto non è né un originale né una copia autentica. o altro elemento da cui risulta all’ufficiale dello stato civile che non ci sia stata separazione di durata superiore ai sei mesi. questi “errori” potrebbero essere sanabili. anche successiva al nulla osta del PM o. Facciamo qualche esempio. se sanabili. contraddistinguendo con un punto “l’errore” e con una freccia la possibile “sanatoria”: • Il matrimonio cui si riferisce la negoziazione assistita non è stato trascritto nel comune. che altro non è che un avviso preliminare con cui si invita la controparte dell’ufficio a sanare alcune imperfezioni. Uno dei principi fondamentali della teoria generale del diritto è che qualsiasi atto vo­ lontario produce comunque degli effetti. ancora più probabilmente. • La sottoscrizione degli interessati non sia stata autenticata né dall’avvocato né da altro pubblico ufficiale (notaio).  Ad un’analisi più attenta potrebbe essere successo che il ministro di culto non abbia chiesto la trascrizione nei termini o che siano state erroneamente riportate le generalità degli sposi negli indici.  La dimenticanza potrebbe essere sanata con una nuova sottoscrizione ed autentica. a cui far seguire un ul­ teriore nulla osta.  L’avvocato potrebbe avere trasmesso una copia che si era fatto per i suoi atti e si sia tenuto l’originale che pensava di trasmettere all’ufficio dello stato civile. anche qualora sia mancante di alcune fattispecie che lo perfezionano.

Nella norma non sono espressi i termini entro cui il presidente del tribunale deve emet­ tere il suo provvedimento. Dunque ad un’istanza apparentemente da rigettare. 2) Una volta che il PM o il presidente del tribunale ha emesso nulla osta o autoriz­ zazione alla trascrizione.L’ufficiale d’anagrafe. 30 . 10-bis. In realtà l’unico termine che ha il giudice è quello di fissare l’udienza entro trenta giorni. in mancanza. si dovrà rispondere formalmente. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano alle procedure concorsuali e ai procedimenti in materia previdenziale e assistenziale sorti a seguito di istanza di parte e gestiti dagli enti previdenziali. Dell’eventuale mancato accoglimento di tali osservazioni è data ragione nella motivazione del provvedimento finale. 1. sarà dato corso al provvedimento di rigetto dell’istanza di tra­ scrizione. dalla scadenza del termine di cui al secondo periodo. gli istanti hanno il diritto di presentare per iscritto le loro osservazioni. prima della formale adozione di un provvedimento negativo. eventualmente corredate da documenti. La comunicazione di cui al primo periodo interrompe i termini per concludere il procedimento che iniziano nuovamente a decorrere dalla data di presentazione delle osservazioni o. segnalando che. tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. o trasmettere gli atti al presidente del tribunale. Entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della comunicazione. nulla ricevendo nel termine di 10 giorni dalla notifica. Comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza. Però mancano anche i termini entro cui l’ufficiale dello stato civile deve fare tutta l’istruttoria e procedere alla trascrizione. 9. n. comunica tempestivamente agli istanti i motivi che ostano all’accoglimento della domanda.4 Il preavviso di rigetto Gli esempi fatti e tanti altri che la pratica sta già mettendo in luce ci fanno dunque propendere per l’utilizzazione della Legge 7 agosto 1990. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 9. gli avvocati hanno 10 giorni per consegnare l’atto da trascrivere all’ufficiale di stato civile. che potrebbero diventare anche molto lunghi nel caso in cui si instauri un vero e proprio processo. 241 che prevede: Art.5 Il termine per trascrivere e la sua eventuale interruzione Abbiamo visto che nei procedimenti di trascrizione della negoziazione assistita ci sono due termini previsti nella norma: 1) Gli avvocati devono richiedere il nulla osta al PM che ha 5 giorni per ri­ spondere ed emettere il nulla osta o l’autorizzazione. Nei procedimenti ad istanza di parte il responsabile del procedimento o l’autorità competente. con una nota in cui si dovranno evidenziare gli elementi che ostano all’accoglimento.

la cui motivazione può consistere in un sintetico riferimento al punto di fatto o di diritto ritenuto risolutivo. Dobbiamo ora vedere cosa significhi l’interruzione applicata a detti trenta giorni. ancora non si è pervenuti ad una definizione condivisa da tutti. preso atto che l’ufficiale dello stato civile opera (anzi il Sindaco. Fino a prova contraria ci sentiamo di affermare che l’ufficiale dello stato civile debba trascrivere entro 30 giorni dal ricevimento dell’istanza degli avvocati. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 9. 132/2014) come ufficiale di Governo.6 Trenta giorni. 6 del D. Conclusione del procedimento 1. La prescrizione rimane sospesa […] Art. le pubbliche amministrazioni concludono il procedimento con un provvedimento espresso redatto in forma semplificata. i procedimenti amministrativi di competenza delle amministrazioni statali e degli enti pubblici nazionali devono concludersi entro il termine di trenta giorni. Nei casi in cui disposizioni di legge ovvero i provvedimenti di cui ai commi 3.7 L’interruzione dei termini in caso di preavviso di rigetto Nel precedente paragrafo 9. che i termini non possano essere nella disponibilità delle amministrazioni locali e che comun­ que. improcedibilità o infondatezza della domanda. 2. qualora fossero regolamentati. 9. ancora una volta. Effetti e durata dell’interruzione. Questo termine è fonte di un dibattito tra gli esperti e la giurisprudenza. la legge 241/90 che dispone: Art. come dice l’art.L’ufficiale d’anagrafe. sarà necessario fare riferimento all’istituto della prescrizione civile contenuta nel codice civile. ovvero debba essere iniziato d’ufficio. Sospensione per rapporti tra le parti.4 abbiamo visto che la proposizione del preavviso di ri­ getto determina “l’interruzione” dei termini. non possono essere superiori a quelli generali della 241/90. 4 e 5 non prevedono un termine diverso. Ove il procedimento consegua obbligatoriamente ad un’istanza. nel paragrafo successivo. come termine ordinario della legge 241/1990 In mancanza (almeno noi non siamo riusciti ad individuare detto termine in modo sicuro e certo) di un termine specifico riteniamo che vada applicata. 2945. inammissibilità.L. Abbiamo poi detto. che i termini per la trascrizione sono di 30 giorni. per cui si prevede: Art. le pubbliche amministrazioni hanno il dovere di concluderlo mediante l’adozione di un provvedimento espresso. 2. In assenza di una norma specifica che definisca l’istituto dell’interruzione nel procedi­ mento amministrativo. 2941. Per effetto dell’interruzione s’inizia un nuovo periodo di prescrizione. Se ravvisano la manifesta irricevibilità. […] Noi siamo tra coloro che ritengono. […] 31 .

o i 30 giorni. Al termine le ipotesi saranno due: 1. lo stato civile ha tanti giorni quanti ne mancavano al 30° quando ha fatto il preavviso… • L’avvocato non risponde. Quanto pervenuto determina la possibilità di trascrivere. trascorsi i 10 giorni. i termini si “interrompono” e se: • L’avvocato risponde. se ha ricevuto. se non ha ricevuto.L’ufficiale d’anagrafe. se non ha ricevuto. o i 30 giorni. Allo stato attuale la terza ipotesi è quella più accreditata. Terza ipotesi: il legislatore non si è sbagliato. se ha ricevuto. se non ha ricevuto. promuovendo le annotazioni e facendo le comunicazioni. trascorsi i 10 giorni. ma va fatta una precisazione:  Lo stato civile fa il preavviso di rigetto. voleva dire “interruzione” tout court:  Lo stato civile fa il preavviso di rigetto. se ha ricevuto. voleva dire “interruzione”. lo stato civile ha tanti giorni quanti ne mancavano al 30° quando ha fatto il preavviso (è “distorsivo” dello spirito della norma pensare che la non risposta dell’avvocato abbia effetto dilatorio) per emettere il provvedimento finale di rigetto. voleva dire “sospensione” […]:  Lo stato civile fa il preavviso di rigetto.8 L’accoglimento dell’istanza di trascrizione o il rigetto Una volta comunicati i motivi che ostano all’accoglimento dell’istanza (detto in altri termini: “il preavviso di rigetto”) andrà preso atto dei termini come li abbiamo illustrati nei paragrafi precedenti e delle eventuali note o documenti aggiuntivi fatti pervenire dagli avvocati. pertanto si procede alla trascrizione. lo stato civile ha nuovamente 30 giorni per emettere il provvedimento finale di rigetto. lo stato civile ha tanti giorni quanti ne mancavano al 30° quando ha fatto il preavviso per emettere il provvedimento finale di rigetto. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE A questo punto siamo in grado di formulare tre ipotesi: Prima ipotesi: il legislatore si è sbagliato. trascorsi i 10 giorni. l’ufficiale dello stato civile ha ulteriori 30 giorni per emettere il rigetto: massimo 90 giorni dall’istanza. 32 . 9. quindi nel caso peggiore: se l’ufficiale dello stato civile fa il preavviso di rigetto al 29° giorno dalla ricevuta dell’istan­ za e l’avvocato non riceve la raccomandata dopo 30 giorni. lo stato civile ha nuovamente 30 giorni… • L’avvocato non risponde. Seconda ipotesi: il legislatore non si è sbagliato. i termini si “interrompono” e se: • L’avvocato risponde. o i 30 giorni. lo stato civile ha nuovamente 30 giorni… • L’avvocato non risponde. i termini si “sospendono” e se: • L’avvocato risponde.

P. In altre parole. Nel caso in cui l’ufficiale dello stato civile rifiuti l’adempimento di un atto. C) riportate le considerazioni.R. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 2. B) riassunti i termini e il procedimento seguito.L’ufficiale d’anagrafe. andranno: A) ribaditi i motivi. ma qualche suo elemento potrebbe essere “dub­ bio” o palesemente privo di presupposti. o intende opporsi a un rifiuto dell’ufficiale dello stato civile di ricevere in tutto o in parte una dichiarazione o di eseguire una trascrizione. l’atto è stato trascritto. Rifiuto di atti 1. I coniugi che stanno divorziando decidono. Quanto pervenuto non è sufficiente e si procederà ad un rigetto dell’istanza con un provvedimento formale. deve proporre ricorso al tribunale nel cui circondario si trova l’ufficio dello stato civile presso il quale è registrato l’atto di cui si tratta o presso il quale si chiede che sia eseguito l’adempimento. 7 e 95 del D.P. 10 bis della legge 241/1990). una annotazione o altro adempimento. deve indicare per iscritto al richiedente i motivi del rifiuto. ad 33 . D) evidenziate le assenze eventuali di un intervento delle parti.R. 95. 7. Infine oltre ad indicare chi sia il responsabile del procedimento (l’ufficiale dello stato civile che ha eseguito l’istruttoria) dovrà segnalarsi che a norma degli artt. non possa essere accolto. Art. tra i casi che da subito si sono presentati c’è sicuramente quello in cui la convenzione di negoziazione assistita dagli avvocati.Art. da chiunque richiesto. in modo chiaro ed esplicito. 3-11-2000 n. avverso al rifiuto è previsto ricorso esclusivo “al tribunale nel cui circondario si trova l’ufficio dello stato civile presso il quale è registrato l’atto di cui si tratta o presso il quale si chiede che sia eseguito l’adempimento”. in qualunque momento della trascrizione o delle successive fasi di annotazione e/o promozione delle stesse e delle comunicazioni ai vari uffici a cui va data notizia. Nel caso si proceda. per ciascun motivo. Ricorso Chi intende promuovere la rettificazione di un atto dello stato civile o la ricostituzione di un atto distrutto o smarrito o la formazione di un atto omesso o la cancellazione di un atto indebitamente registrato. Nel caso invece che si proceda al rigetto.9 La relazione al PM ai fini del possibile giudizio di rettificazione Può succedere che. […] 9. 3-11-2000 n. contenga un atto di disposizione patri­ moniale che sarebbe dovuto essere rogitato da un notaio ed invece è stato trasmesso con la sola firma autenticata dagli avvocati. andrà succintamente preso atto nella trascrizione anche delle eventuali integrazioni pervenute. D. a cui il PM ha dato un suo nulla osta alla trascrizione. 396 . 396. per cui l’eventuale nota o do­ cumento integrativo presentato. emergano degli elementi per cui non è possibile opporre un rifiuto (con la fase preliminare della comunicazione dei motivi che ostano alla trascrizione ex art.

Quindi può essere che entrambi si facciano assistere da un unico avvocato. ma dovrà proporre istanza di rettifica o cancellazione dell’atto che dovesse ritenere “errato/sbagliato”. dunque si ritiene che non vada data notifica ai controinteressati. Dunque la competenza è piena in capo ad ogni ufficiale di stato civile. non è prevista l’obbligatorietà per ogni coniuge. Separazione e divorzio con dichiarazioni rese all’ufficiale di stato civile La competenza dello stato civile e l’assistenza eventuale di un avvocato Da un punto di vista funzionale la norma parla di sindaco. al momento della relazione non esistono e se ci dovessero essere saranno sentiti/convocati/citati diretta­ mente dal PM. quale ufficiale dello stato civile. che quanto deciso dagli sposi sia palesemente illegittimo. Essendo questa una procedura di carattere giudiziale. ma è estesa anche a quello di residenza di uno dei due coniugi. debba avere effetto reale. che è stata sollevata a questo problema in diversi momenti di confronto. sempre possibile per ogni tipologia di atto. l’unica cosa che potrà fare. né opporsi né annullare quanto ha fatto. che. debba passare in proprietà ad uno solo di essi (2). La competenza territoriale è in capo all’ufficiale dello stato civile del luogo di tra­ scrizione del matrimonio. 95 ss. Ciò non toglie che potrebbe essere considerato appropriato avvisare i coniugi. È possibile che i due coniugi si facciano assistere da uno o più avvocati.L’ufficiale d’anagrafe. ma se gli permane qualche dubbio o sia eventualmente sicuro. (2) La prima obiezione. di proprietà di entrambi. mentre da subito vogliono risolvere il problema del vincolo matrimoniale. dopo la trascrizione. A questo punto l’ufficiale dello Stato civile. cioè immediatamente traslativo della proprietà. salvo limitazio­ ne della delega. è che non necessariamente la dichiarazione degli sposi. che stanno divorziando. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE esempio. che non può più. 3) ogni altro documento ritenuto necessario. il PM potrebbe non avere nulla da obiettare. 2) copia semplice della richiesta di trascrizione e della convenzione inviate dall’avvocato. Come già abbiamo precedente detto. Al fine di permettere gli accertamenti del caso allegherà alla relazione/rapporto al Procuratore della Repubblica: 1) copia integrale dell’atto del quale chiede di proporre la rettificazione. In questo contesto. dell’Ordinamento dello Stato Civile. operazione non prevista sui registri dello stato civile. specie se non ci sono i figli. non fa sorgere immediatamente nessun procedimento amministrativo. promuoverà alla Procura della Repubblica la rettifi­ cazione prevista dagli artt. Potrebbero semplicemente avere deciso che con un separato atto notarile stabiliranno i termini economico-finanziari del loro divorzio. non sarà certo quella di annullare alcunché. ma ciò non è un obbligo. 10. benché già trascritto. Solo il PM se lo ritiene utile o necessario potrà attivarsi presso il Tribunale. magari perché uno dei due vorrebbe nuovamente coniugarsi. tra l’altro. l’ufficiale dello stato civile è bene che proceda alla trascrizione. come d’altra parte succede abbastanza frequentemente anche nelle sentenze di divorzio. 34 . che la ex casa coniugale.

può rappresentare un problema il fatto che non sia stato trascritto e forse non è neppure trascrivibile il loro matrimonio all’estero? • Cittadini residenti. • Cittadini residenti. probabilmente. come prevede l’ordinamento comunitario. secondo l’ordinamento comunitario Il caso che si è da subito prospettato è quello di cittadini che possono invocare come legge applicabile al loro divorzio. una legge diversa da quella italiana.1 Coniugi stranieri e coniugi che chiedono l’applicazione di altra legge comunitaria (cenni) Alcuni tra i più attenti interpreti dello stato civile hanno già evidenziato alcune criticità relative ai criteri di collegamento tra la nuova procedura dinnanzi all’ufficiale dello stato civile e la normativa di diritto internazionale privato e comunitario. per procedere alla trascrizione dello stesso la sottoscrizione del processo verbale di accordo deve essere autenticata da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato. Sul significato della prescrizione che obbliga la presenza di un notaio per le conven­ zioni abbiamo già scritto. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Ci si è chiesti perché questa differenza: in caso di negoziazione consensuale. per le negoziazioni assistite da avvocato. Al momento non diamo alcuna risposta alle due domande e. questi debbano essere capaci. non escludeva il ricorso ad una separazione o ad un divorzio consensuali.L’ufficiale d’anagrafe. La risposta non può essere che nel fatto che in questo secondo caso non devono esserci figli. per la dichiarazione consensuale all’ufficiale di stato civile. Mentre nella negoziazione con gli avvocati la presenza dei figli. per­ ché celebrato in Italia. per cui dovrebbe essere tutto più semplice. si faccia riferimento al paragrafo 7. sono obbligatori almeno due avvocati. […]”. La norma prevede anche che: “L’accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale”. l’impossibilità di prevedere atti di trasferimento patrimoniale e la mancanza di nulla osta preliminare Per il significato che va dato al termine “figli”. ma­ gari anche quando ha già trascritto nei suoi registri l’atto di matrimonio. se ci sono figli. che: “Se con l’accordo le parti concludono uno dei contratti o compiono uno degli atti soggetti a trascrizione. indipendenti e maggio­ renni. Vedremo… 10. Ci si è chiesti se l’ufficiale dello stato civile possa procedere a ricevere detto divorzio applicando. in questo caso è necessario che. 10. ne basta uno per entrambi. quella di uno stato UE che non pre­ veda alcuna separazione consensuale preliminare. 5 si prevedeva. mentre nell’art. anche minori. una ri­ sposta certa. che vorrebbero utilizzare questa procedura semplificata. una legge straniera. ma non italiani (entrambi) coniugati con atto non trascritto Ci sono sicuramente dei cittadini stranieri che risiedono in Italia da anni. pertanto non rientriamo nel merito.2 L’assenza di figli. senza l’intervento del legislatore o del giudice è praticamente impossibile. ma che chiedono di applicare al loro divorzio. 35 .

2643. determinano che la negoziazione assistita debba essere rogitata da un notaio. 2643 del codice civile. 19 del 28/11/2014. 12) i contratti di anticresi. il diritto di abitazione. costituiscono o modificano i diritti edificatori comunque denominati. Atti soggetti a trascrizione. previsto nella stesura originaria del D. 4) i contratti che costituiscono o modificano servitù prediali. l’assegno di mantenimento. 11) gli atti di costituzione dei consorzi che hanno l’effetto indicato dal numero precedente. come riferimento. Si devono rendere pubblici col mezzo della trascrizione: 1) i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili. 5) gli atti tra vivi di rinunzia ai diritti menzionati nei numeri precedenti.L’ufficiale d’anagrafe. 2-bis) i contratti che trasferiscono. ma scomparso. previsti da normative statali o regionali. ovvero qualunque altra utilità economica tra i coniugi dichiaranti […]. se sussistono. 3) i contratti che costituiscono la comunione dei diritti menzionati nei numeri precedenti. 8) i contratti di locazione di beni immobili che hanno durata superiore a nove anni. aveva ipotizzato una ipotetica volontà del legislatore: “[…] volta ad escludere qualunque valutazione di natura economica o finanziaria nella redazione dell’atto di competenza dell’ufficiale dello stato civile.. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Qui basta segnalare che sussiste una differenza sostanziale importante tra: • Patti di trasferimento patrimoniale che. 6) i provvedimenti con i quali nell’esecuzione forzata si trasferiscono la proprietà di beni immobili o altri diritti reali immobiliari. 12-bis) gli accordi di mediazione che accertano l’usucapione con la sottoscrizione del processo verbale autenticata da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato. il trasferimento o la modificazione di uno dei diritti menzionati nei numeri precedenti. il diritto di superficie. 10) i contratti di società e di associazione con i quali si conferisce il godimento di beni immobili o di altri diritti reali immobiliari. 7) gli atti e le sentenze di affrancazione del fondo enfiteutico. Gli atti soggetti a trascrizione sono una categoria (3) molto più ampia degli atti di trasferimento immobiliare.L. escludono la possibilità di rivolgersi all’ufficiale di stato civile per rendere una dichiarazione consensuale di separazione o divorzio. 13) le transazioni che hanno per oggetto controversie sui diritti menzionati nei numeri.ad esempio . Si tratta di veri e propri atti di trasferimento di diritti reali. 14) le sentenze che operano la costituzione.l’uso della casa coniugale. i diritti del concedente e dell’enfiteuta. • Atti soggetti a trascrizione che. 9) gli atti e le sentenze da cui risulta liberazione o cessione di pigioni o di fitti non ancora scaduti. Art. 36 . In assenza di specifiche indicazioni normative.” (3) A solo titolo d’esempio si veda cosa dispone l’art. ovvero da strumenti di pianificazione territoriale. trasferiscono o modificano il diritto di usufrutto su beni immobili. il diritto di uso sopra beni immobili. per un termine maggiore di tre anni. come . 2) i contratti che costituiscono. va pertanto esclusa dall’accordo davanti all’ufficiale qualunque clausola avente carattere dispositivo sul piano patrimoniale. con la legge di conversione. se sussistono. Tant’è che il Ministero dell’Interno con la Circ. eccettuato il caso di vendita seguita nel processo di liberazione degli immobili dalle ipoteche a favore del terzo acquirente. quando la durata della società o dell’associazione eccede i nove anni o è indeterminata.

visto che la norma prevedeva che l’efficacia della dichiarazione dei coniugi si sarebbe avuta solo con una conferma della stessa non prima di trenta gior­ ni. preliminarmente allo scioglimento del matrimonio civile e alla cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso trascritto.4 La dichiarazione di ciascuna delle parti In un primo momento. Le parti possono inoltre richiedere. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Detta indicazione risultava assolutamente priva di fondamento e il Ministero si è visto costretto a rivedere completamente queste indicazioni arrivando ad affermare: “[…] Non rientra. appare opportuno precisare che l’ufficiale dello stato civile è tenuto a recepire quanto concordato dalle parti. sia nel caso di richiesta congiunta di cessazione degli effetti civili o scioglimento del matrimonio (c. d. una serie di adempimenti che vedremo qui di seguito. Perché queste dichiarazioni tengano luogo dei provvedimenti giudiziali corrispondenti. nell’accordo concluso davanti all’ufficiale dello stato civile. senza entrare nel merito della somma consensualmente decisa. nella forma di un processo verbale con il seguente contenuto: 37 . Si tratta infatti di disposizioni negoziali che determinano tra i coniugi l’insorgenza di un rapporto obbligatorio che non produce effetti traslativi su di un bene determinato preclusi dalla norma. né della congruità della stessa […]” 10. 10. è necessario un periodo di separazione.d.L’ufficiale d’anagrafe. assegno di mantenimento). sempre congiuntamente. nel divieto della norma la previsione. a molti era sembrato meglio fare un unico atto dove sarebbe stato trascritto l’accordo da parte dei coniugi e dei loro eventuali avvocati e la dichiarazione di conferma. sia nel caso di separazione consensuale (c. invece.3 Il procedimento per la dichiarazione resa all’ufficiale dello stato civile Dunque i coniugi possono recarsi dall’ufficiale dello stato civile per rendere una loro dichiarazione consensuale per ottenere:  La separazione  Lo scioglimento del matrimonio civile  La cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso trascritto  La modifica delle condizioni di separazione e divorzio Anche in questo caso. è necessario che vengano effettuati dalle parti e dall’ufficiale dello stato civile. la modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio già stabilite ed in particolare possono chiedere l’attribuzione di un assegno periodico (di separazione o di divorzio) o la sua revoca o ancora la sua revisione quantitativa. assegno divorzile). Il Ministero invece ha fatto una scelta diversa e ha previsto che si debba iscrivere su­ bito l’accordo nel registro di matrimonio alla parte II serie C. di un obbligo di pagamento di una somma di denaro a titolo di assegno periodico. Al riguardo.

se presente per assistere la parte anche se è lo stesso dell’altra parte). n. comma 3. n.. (indicare le generalità dell’avvocato. Ufficiale dello stato civile del Comune di ……………………………………….. (indicare il provvedimento/la convenzione di negoziazione assistita/l’accordo che ha determinato la separazione. Ha poi previsto una formula per ciascuna delle tre fattispecie: • Separazione • Divorzio • Modifica delle condizioni di separazione e divorzio. avanti a me …………………………. tra scioglimento e cessazione degli effetti civili. se presente per assistere la parte). 104. - di essere/non essere parti in giudizio pendente.……………. indicare l’autorità giudiziaria).. sono comparsi i coniugi ……………………………………………………………… (indicare le complete generalità del primo coniuge).. per il divorzio. - di non essere genitori di figli maggiorenni incapaci. - di non essere genitori di figli minori. con l’assistenza dell’avvocato ……. in ………………………………………………………………. - di essere legalmente separati a seguito di …………………………….. concernente la separazione personale tra gli stessi (in caso affermativo. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Oggi ………………. …… parte …… serie …… anno ……. - di non concordare tra di loro alcun patto di trasferimento patrimoniale. In realtà le fattispecie sono quattro se distinguiamo.. numero 2).. (indicare se nella funzione di sindaco o di chi lo sostituisce o per delega avuta). di cui all’atto iscritto/trascritto nei registri dello stato civile del Comune di ………………………………….. con tutti i dati per identificarlo) e di trovarsi in uno dei casi di cui all’articolo 3... n.. dinanzi a …………………………………………………………….L’ufficiale d’anagrafe.……………………………………………… (indicare le generalità dell’avvocato. - di non essere genitori di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti. ...….. lettera b). 898..…... i quali mi dichiarano: - di avere contratto matrimonio in data ……………………………. 38 .. …………………………………………………….. della legge 5 febbraio 1992. legge 10 dicembre 1970. con l’assistenza dell’avvocato ……………………………………. - di non essere genitori di figli maggiorenni portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3.. primo comma. e …………………………………………… (indicare le complete generalità del secondo coniuge).

[…]” Dunque chi ha scritto la circolare consiglia di acquisire dagli sposi una dichiarazione sostitutiva in cui dicono di non avere figli minori. 12 settembre 2014. amministrazione di sostegno). 104.026.5. anche in relazione alla norma che il legislatore ha voluto semplice e chiara: D.anche di una sola parte – ricadenti nelle predette condizioni.di non essere genitori di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti. Separazione consensuale. innanzi al sindaco.5 Serve una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà da porre agli atti? Nella circolare del Ministero dell’Interno. da rendere ai sensi dell’art. […]” In altre parole gli sposi dichiarano le stesse cose in due documenti diversissimi e con un efficacia altrettanto diversa.1 Il contenuto dell’atto di stato civile e la formula ministeriale Questa dichiarazione andrà poi inserita negli allegati all’atto di stato civile in cui gli stessi sposi dichiarano. n.di non essere genitori di figli maggiorenni incapaci. 19 del 28/11/2014. 396.di non concordare tra di loro alcun patto di trasferimento patrimoniale.di non essere genitori di figli maggiorenni portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3. prot. 71 dello stesso regolamento. . . Direzione centrale dei servizi demografici.di non essere genitori di figli minori. del comune di residenza di uno di loro o del comune 39 . 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000. 132 Art. 13. 12. n. curatela. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 10.L. Si tratta in sostanza di una cosa senza senso. n. quale ufficiale dello stato civile a norma dell’articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000. . richiesta congiunta di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio e modifica delle condizioni di separazione o di divorzio innanzi all’ufficiale dello stato civile 1. I coniugi possono concludere. comma 3. con le formule 121 ter – quater – septies: “[…] . per quanto attiene alla condizione d’incapacità dei figli maggiorenni.L’ufficiale d’anagrafe. n. incapaci o privi di risorse economiche … 10. della legge 5 febbraio 1992. 445 e disponga gli idonei controlli ai sensi dell’art. va riferito al tradizionale regime civilistico dell’incapacità di agire ed ai correlati istituti (tutela. Il contenuto della richiamata attività di controllo. ad un certo punto si dice: “[…] È di immediata evidenza il rilievo procedurale di tali esclusioni e la necessità che l’ufficiale dello stato civile acquisisca da ciascuno dei coniugi adeguata dichiarazione circa l’assenza di figli . n. .

ovvero economicamente non autosufficienti. 3. la dichiarazione che esse vogliono separarsi ovvero far cessare gli effetti civili del matrimonio o ottenerne lo scioglimento secondo condizioni tra di esse concordate.3 La decadenza immediata dei benefici per la dichiarazione sostitutiva falsa Se infatti analizziamo la falsa dichiarazione dalla parte del D.5. di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ai sensi dell’articolo 3. L’atto contenente l’accordo è compilato e sottoscritto immediatamente dopo il ricevimento delle dichiarazioni di cui al presente comma. primo comma. […] È di tutta evidenza che la norma non chiedeva né una dichiarazione sostitutiva di atto notorio né un atto di stato civile in cui si dovesse dichiarare tutto ciò … Il Ministero per non sbagliare ha creato una formula e proposto una dichiarazione sostitutiva con lo stesso contenuto. 898. Se invece l’ufficiale di stato civile dovesse scoprire che esiste un figlio minore o disabi­ le. Allo stesso modo si procede per la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. della legge 5 febbraio 1992. nei casi di cui all’articolo 3.R. 10. Fermo restando quanto previsto dall’articolo 76. L’accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale. 28-12-2000 n. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE presso cui è iscritto o trascritto l’atto di matrimonio. 2. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano in presenza di figli minori. 10. qualora dal controllo di cui all’articolo 71 emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione. L’ufficiale dello stato civile riceve da ciascuna delle parti personalmente. 104. della legge 1° dicembre 1970.2 Il “fulcro” dello sbaglio Gli ufficiali di stato civile. il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. comma 3. nel senso che il divorzio o la separazione avranno il loro corso naturale. con l’assistenza facoltativa di un avvocato. dovrebbe attuare due diversi procedimenti. con l’assistenza facoltativa di un avvocato.5. Noi invece siamo “scandalizzati” dalla superficialità e ci spieghiamo. dovremmo applicare l’automatismo previsto dall’ Articolo 75 Decadenza dai benefici 1. poco avvezzi ad utilizzare gli strumenti del DPR 445/2000.L’ufficiale d’anagrafe. non succede nulla. Anzi qualcuno avrà pensato anche a qualche elogio per l’estensore della circolare e delle formule. 40 . numero 2). n.P. 445. un accordo di separazione personale ovvero. nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. lettera b). n. Se le due dichiarazioni sono vere. non avranno colto l’assoluta contraddittorietà delle due prescrizioni. di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio.

ma solo giurisidizionale. la prima dichiarazione rimane senza effetti. 11.P. Per cancel­ lare un atto che ha presupposti falsi deve sempre intervenire il giudice.Ricorso 1. una annotazione o altro adempimento. dice che ciò può essere fatto solo dal giudice. L’immediata efficacia delle dichiarazioni che modificano le condizioni di separazione e divorzio Le nuove formule ministeriali. 2. detto be­ neficio decadrebbe immediatamente… Cosa assolutamente non possibile per chi consoce lo stato civile. non serve assolutamente a nulla. e unica da applicare allo stato civile. 10.5 Non serve la dichiarazione sostitutiva Dunque la situazione è questa: se applichiamo gli effetti della falsità in una dichiara­ zione sostitutiva dell’atto di notorietà dovremmo automaticamente cancellare l’atto di stato civile. la norma speciale.L’ufficiale d’anagrafe. che è l’unico vero documento che può sciogliere il matrimonio o prevedere la separazione… il resto è inutile. 10. emanate con il DM 9/12/2014 hanno reso evidente lo schema della separazione e del divorzio con dichiarazione resa all’ufficiale dello stato civile. deve proporre ricorso al tribunale nel cui circondario si trova l’ufficio dello stato civile presso il quale è registrato l’atto di cui si tratta o presso il quale si chiede che sia eseguito l’adempimento. L’interessato può comunque richiedere il riconoscimento del diritto al mantenimento del cognome originariamente attribuitogli se questo costituisce ormai autonomo segno distintivo della sua identità personale. Il divorzio si può fare con un atto amministrativo dell’ufficiale di stato civile. 41 . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE In altre parole se la dichiarazione falsa era funzionale ad avere il divorzio. 396: Art. 95 .R.5.5. induce in errore e può sminu­ ire l’importanza dell’atto. per l’esempio fin qui fatto. 3-11-2000 n.4 La cancellazione dell’atto di stato civile indebitamente registrato In realtà per poter cancellare gli effetti di un atto di stato civile non si può ancora agire in via amministrativa. Fino alla disposi­ zione che ordina la cancellazione dell’atto questo esplica i suoi effetti e. I coniugi rendono una prima dichiarazione e dopo trenta giorni la confermano (o ci ripensano…). che ribadisce le medesime dichiarazioni di quanto conte­ nuto nella formula dell’atto. Chi intende promuovere la rettificazione di un atto dello stato civile o la ricostituzione di un atto distrutto o smarrito o la formazione di un atto omesso o la cancellazione di un atto indebitamente registrato. gli sposi rimangono divorziati anche se hanno un figlio minore … Il tutto è chiaramente previsto nel D. se non la confermano. La dichiarazione sostitutiva. 3. o intende opporsi a un rifiuto dell’ufficiale dello stato civile di ricevere in tutto o in parte una dichiarazione o di eseguire una trascrizione. ma in realtà. Il procuratore della Repubblica può in ogni tempo promuovere il procedimento di cui al comma 1.

ma di­ screzionale. basta solo la prima dichiarazione e non serve la conferma. 3) Scaduto il termine. queste sono immedia­ tamente efficaci. ovvero di cessazione degli effetti civili del matrimonio o di scioglimento del matrimonio secondo condizioni concordate. 3° comma del D. 12. Allo stesso modo si deduce che dette dichiarazioni. non avendo contenuti definitivi. a margine dell’atto con cui l’ufficiale dello stato civile ha raccolto la dichiarazione di modifica delle condizioni (formula 121-septies). In ogni caso anche lo stralcio del nuovo formulario conferma questa interpretazione e le formule 121-quinquies e sexies del D. 19 del 28/11/2014 aveva affermato la necessità: 1) Che venisse dato un termine entro cui i coniugi devono confermare il loro ac­ cordo. 11. Ciò è desumibile dall’art.1 Il termine e le modalità entro cui confermare l’accordo di separazione e divorzio Per le altre tre fattispecie la norma dice espressamente: […] li invita a comparire di fronte a sé non prima di trenta giorni dalla ricezione per la conferma dell’accordo anche ai fini degli adempimenti di cui al comma 5. possono in ogni momento essere modificati. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Per la modifica delle condizioni di divorzio e separazione invece è tutto più semplice. 9 dicembre 2014 prevedono la conferma e la mancata conferma solo per i casi di separazione o divorzio consensuali. già nella Circolare n. La dichiarazione è immedia­ tamente efficace. in modo chiaro e inequivocabile. l’ufficiale dello stato civile. Da questa analisi si deduce. secondo il Ministero sarebbe stato: “[…] opportuno che l’ufficiale iscriva comunque l’atto già redatto nei registri dello stato civile. la norma non prevede la necessità di confermare l’accordo con una successiva dichiarazione. non essendo pre­ vista in nessun testo normativo la necessità che le dichiarazioni di modifica consensuale delle condizioni di divorzio vengano confermate dopo i 30 giorni.L. il fatto che detta dichiarazione sia stata o meno confermata. La mancata comparizione equivale a mancata conferma dell’accordo […] Il Ministero dell’Interno. Questo si spiega con la natura stessa di questi accordi che. 2) Che detto termine non fosse prima di trenta giorni (questo lo prevede la nor­ ma). quando riceve le dichiarazioni dei coniugi. li invita a comparire di fronte a sé non prima di trenta giorni dalla ricezione per la conferma dell’accordo […] Come si vede. che tuttora non sembra avere una durata di legge. che. dando conto 42 .L’ufficiale d’anagrafe. 132/2014: […] Nei soli casi di separazione personale. Infine non serve neppure annotare. non devono essere annotate né a margine del matrimonio né a margine degli atti di nascita.M. immediatamente efficaci.

A tal proposito il Ministero ha previsto una sola formula....] (indicare le complete generalità del primo coniuge). non potrà essere superiore a qualche mese.] (indicare le generalità dell’avvocato...] (indicare se nella funzione di sindaco o di chi lo sostituisce o per delega avuta)... Detto termine non potrà essere prima di 30 giorni.] avanti a me […….. presumibilmente d’accordo con le parti e i relativi avvocati.] (indicare le complete generalità del secondo coniuge). Si disse che per non meno di trenta giorni dove­ vano riflettere e poi confermare o meno. nelle formule 121 ter e quater viene ora inserita..] (indicare le generalità dell’avvocato. ……….. alcuni parlamentari affermarono la necessità di una sorta di diritto di “ripensamento”. Il tenore dell’atto è molto semplice: Oggi […….. prima della frase di chiusura. con l’assistenza dell’avvocato [……. se presente per assistere la parte).].. presumibilmente... una novità: […] Ho invitato le parti a comparire nuovamente davanti a questo Ufficio per la conferma dell’accordo nel giorno ...]. con l’assistenza dell’avvocato […….. che andrà ovviamente adat­ tata a ciascuna delle tre fattispecie di accordo........]. […]” Al termine di queste premesse.... ma qui né il legislatore né il ministero l’hanno precisato..... Sorgeva dunque la necessità anche di formaliz­ 43 . 11. Ma non potrà neppure essere troppo lungo..2 La conferma o la mancata conferma dell’accordo: il “diritto al ripensamento” alla separazione o al divorzio Dunque per perfezionare le dichiarazioni di cui ai punti precedenti sarà necessario raccogliere una dichiarazione di conferma.L’ufficiale d’anagrafe.. dovevano avere un adeguato periodo per poter riflettere su quanto stavano compiendo. Tale atto non è suscettibile di annotazione.. darà un termine preciso entro cui comparire per la conferma.. Ufficiale dello stato civile del Comune di [……... parte ... Quando sentimmo i primi commenti sulla norma che sarebbe stata emanata. (indicare una data non inferiore a trenta giorni da quella dell’accordo) e li ho informati che la mancata comparizione equivale a mancata conferma dell’accordo.]. e [……... che stavano per separarsi o divorziare consensualmente con questa modalità estremamente semplificata. se presenti) dei loro rispettivi av­ vocati. [……. L’atto andrà immediatamente iscritto nei registri con sottoscrizione delle parti e (eventualmente. [. di cui all’atto iscritto al n. i quali mi dichiarano di volere confermare l’accordo di [……. serie ……. Si diceva cioè che i coniugi. anno ..... concluso innanzi a questo ufficio in data [……. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE della mancata conferma da parte degli interessati.. se presente per assistere la parte anche se è lo stesso dell’altra parte).. sono comparsi i coniugi […….] L’ufficiale dello stato civile...

. Specie negli uffici di stato civile dove si redigono molti atti in parte IIC.. che non poteva avere durata indefinita. Il contenuto dell’atto anche in questo caso è molto semplice: Oggi […….. come qualsiasi altro pubblico ufficiale. i quali insieme con me e con gli avvocati presenti per assisterli.3 I controlli preliminari.] (indicare le generalità dell’avvocato. lasciando la responsabilità delle scelte quasi integralmente alle parti. ……... il Ministero ha omesso due aspetti importanti: • Qualora i coniugi non si presentino per nulla nel termine prefissato potrebbe essere utile prorogare o ridefinire il termine (potrebbero esserci state delle ragioni di forza maggiore) • Può risultare utile annotare a margine dell’accordo la conferma o la mancata conferma Abbiamo infatti detto che. del rigetto e/o semplice segnalazione al PM.] (indicare le generalità dell’avvocato. con l’assistenza dell’avvocato [……. anno ……….3 relativo ai “controlli preliminari alla trascrizione delle convenzioni con gli avvocati”.. La scelta ministeriale è stata quella di prevedere un altro atto.L’ufficiale d’anagrafe. l’accordo non esplica i suoi effetti e dunque l’ufficiale dello stato civile non promuove le annotazioni e le comunica­ zioni relative.. se sono. o non sono.. in cui si formalizzerà la mancata conferma. se presente per assistere la parte anche se è lo stesso dell’altra parte). se presente per assistere la parte). e [……. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE zare la mancata conferma che integra proprio questo diritto di “ripensamento”. 11.. 44 ..] (indicare le complete generalità del secondo coniuge non comparso. parte ………. con una sola parte o con nessuna e con il solo ufficiale di stato civile.].] (indicare le complete generalità del primo coniuge non comparso). Con i relativi aggiustamenti quanto lì illustrato a proposito dell’integrazione documentale. fin quando non c’è la conferma.. lo sottoscrivono. In questo caso dovrà fare le medesime valutazioni che abbiamo già prospettato nel capitolo 9. potreb­ be avere contezza dell’esistenza di false dichiarazioni. Ufficiale dello stato civile del Comune di [……. anche a futura memoria. avanti a me [……. “diventati esecutivi”.. Non sappiamo bene se per una scelta meditata o per una eventuale sottovalutazione del problema. vale anche in questa sede. con l’assistenza dell’avvocato [……. costrizioni alla sottoscrizione o semplici errori delle parti. non sono comparsi i coniugi […….... l’invito formale e l’annotazione eventuale della conferma o della mancata conferma Bisogna dare atto al Ministro che la procedura definita con il DM 9/12/2014 è estre­ mamente lineare e semplice e non richiede all’ufficiale di stato civile nessuna particolare attività di studio.] di cui all’atto iscritto al n. del preavviso di rigetto. se del caso). serie ………...] (indicare se nella funzione di sindaco o di chi lo sostituisce o per delega avuta). Ovviamente l’ufficiale dello stato civile. potrebbe risul­ tare utile annotare a margine degli accordi.] nel giorno stabilito per la conferma dell’accordo di […….

parte …. le convenzioni di negoziazione assistita dagli avvocati e le dichiarazioni rese all’ufficiale dello stato civile. con le modalità indicate nei capitoli precedenti. 13. […] L’esenzione da ogni altra tassa è stata però implicitamente abrogata dal D. in quanto “qualcuno” dovrà stabilire l’ammontare preciso del diritto: Alla Tabella D).00 a titolo di diritto fisso. dispone: […] 1. Nella tabella che segue c’è un quadro riassuntivo di questi adempimenti. dopo il punto 11 delle norme speciali inserire il seguente punto: «11-bis) Il diritto fisso da esigere da parte dei comuni all’atto della conclusione dell’accordo di separazione personale. sono esenti dall’imposta di bollo. andranno fatte comunicazioni ed annotazioni. ……. il diritto non potrà essere riscosso.. Aspetti fiscali. ricevuto dall’ufficiale di stato civile del comune non può essere stabilito in misura superiore all’imposta fissa di bollo prevista per le pubblicazioni di matrimonio dall’articolo 4 della tabella allegato A) al decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972.. serie …. ovvero di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio. 642». n. 19 della legge 74/1987. L’introduzione del diritto fisso In materia di divorzio l’art. allegata alla legge 8 giugno 1962. di registro e da ogni altra tassa. n. Tutti gli atti. Fin quando questa delibera non sarà emanata. che prevede. il suo tenore è semplicissimo: «Con atto in data ……………… iscritto in questi registri al n. n. 12. che l’ufficiale di stato civile potrà introitare e registrare in un apposito registro. simile a quello dei diritti sui certificati anagrafici e alle carte d’identità.L’ufficiale d’anagrafe. Riteniamo che detto diritto sia una componente dei diritti di segreteria il cui ammontare va ancora definito con apposita deliberazione della giunta comunale. Noi siamo tra coloro che ritengono la norma non immediatamente operativa. 604. i documenti ed i provvedimenti relativi al procedimento di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché ai procedimenti anche esecutivi e cautelari diretti ad ottenere la corresponsione o la revisione degli assegni di cui agli articoli 5 e 6 della legge 1° dicembre 1970. nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. anno …… l’accordo di cui all’atto controscritto:  è stato confermato  non è stato confermato nel termine stabilito. 898.L. una volta ricevuta la dichiarazione del primo accordo. Annotazioni e comunicazioni (le trascrizioni) Una volta che siano stati trascritti.». 45 . 132/2014. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE Abbiamo pertanto pensato di creare una annotazione non prevista nel formulario del 9/12/2014. € 16.

1 Le comunicazioni “tradizionali” e quelle “nuove” Il Ministero dell’Interno.L’ufficiale d’anagrafe. 13. dopo la conferma dell’atto da parte degli interessati. L’ISTAT tiene aggiornata l’apposita pagina del suo sito e l’apposito modulo con le rela­ tive istruzioni per la compilazione: 46 . i matrimoni e i cambi di cittadinanza.2 La statistica dei divorzi e delle separazioni Fino ad oggi. le morti. oltre a queste consuete comunicazioni ne ha aggiunta un’altra con la Circolare 19 del 28/11/2014: L’ufficio dello stato civile. le cancellerie dei tribunali dovevano compilare i modelli di statistica ufficia­ le per divorzi e separazioni. così come succede agli ufficiali di stato civile ed anagrafe che devono compilare i moduli della statistica ufficiale sulle nascite. è tenuto a comunicare l’avvenuta iscrizione dello stesso alla cancelleria presso la quale sia eventualmente iscritta la causa concernente la separazione od il divorzio. A tali fini l’ufficiale acquisirà dalle parti ogni informazione necessaria per individuare esattamente la cancelleria competente a ricevere la descritta comunicazione. ovvero a quella del giudice davanti al quale furono stabilite le condizioni di divorzio o di separazione oggetto di modifica. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE TIPOLOGIA ATTO Comunicazione all’ufficiale d’anagrafe Comunicazione all’ufficiale elettorale Comunicazione all’avvocato di parte Annotazione atto di nascita iscritto e trascritto Annotazione atto di matrimonio iscritto e trascritto Negoziazione con avvocati di separazione Non serve Non serve Doverosa Non prevista Formula ministeriale Negoziazione con avvocati di divorzio Doverosa Doverosa Doverosa Formula ministeriale Formula ministeriale Negoziazione con avvo­ cati di modifica condi­ zioni di separazione Non serve Non serve Doverosa Non prevista Non prevista Negoziazione con avvo­ cati di modifica condi­ zioni di divorzio Non serve Non serve Doverosa Non prevista Non prevista Doverosa Dopo conferma Doverosa Dopo conferma Doverosa solo se presenti all’atto Formula ministeriale Dopo conferma Formula ministeriale Dopo conferma Non serve Doverosa solo se presenti all’atto Non serve Utile con formula adattata a margine accordo Non serve Doverosa solo se presenti all’atto Non serve Utile con formula adattata a margine accordo 1a dichiarazione dall’USC di divorzio o di separazione Conferma/non conferma dell’accordo dall’USC di separazione Conferma/non conferma dell’accordo dall’USC di divorzio Non serve Non serve 13.

per la statistica ufficiale.252) e divorzi (modello ISTAT M.formato pdf (504.2 Separazioni e divorzi a seguito di procedimento consensuale per negoziazione assistita Questi atti.41 Kb) • Formulario Negoziazione Separazione e divorzi ex art. 6 . 6 legge 162/2014 (17.presenza/assenza di assegno per il coniuge e per i figli. e il Ministero dell’Interno per il censimento statistico.2.2.1 Separazioni personali dei coniugi (modello ISTAT M. la  Di­ rezione Statistica del Ministero della Giustizia. riportiamo qui di seguito. importo. condizione professionale. soggetto erogatore. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 13. pur avendo di norma un nulla osta o un’autorizzazione di procura o del presidente del tribunale. stato civile precedente. 6 .L’ufficiale d’anagrafe. attraverso i moduli del paragrafo precedente. - alcune notizie di carattere demo-sociale (fornite direttamente dai coniugi o tramite i loro legali) .formato word (64. 13.99 Kb) • Formulario Negoziazione Separazione e divorzi ex art. Il Consiglio Nazionale Forense ha predisposto alcuni fac-simile per facilitare il lavoro degli Avvocati nei casi di negoziazione assistita per la separazione e divorzio e per faci­ litare il monitoraggio a fini statistici. caratteristiche dei coniugi (data e luogo di nascita/residenza.253) tramite provvedimento del giudice Le due rilevazioni forniscono importanti elementi per studiare le situazioni di rottura dell’unione coniugale e il contesto socio-economico in cui si verificano. - sesso.49 Kb) • Formulario Negoziazione Separazione e divorzi ex art.formato pdf (494. titolo di studio.32 Kb) • Formulario Negoziazione Separazione e divorzi ex art. 12 (Ufficiale stato civile) . Per ogni procedi­ mento esaurito con una separazione e con un divorzio vengono rilevati: - aspetti procedurali e giudiziari. non passano. - provvedimenti economici . età e affidamento dei figli minori. cittadinanza. ai soli fini della conoscenza tutti i link predisposti dal sito del consiglio nazionale forense: • Modulo Trasmissione Accordo Negoziazione assistita ex art. Gli altri due formulari sono frutto di una collaborazione istituzionale con l’Istat.formato word (59.data e rito di celebrazione del matrimonio.30 Kb) 47 . Il primo fac-simile permette una facilitazione nell’adempimento da parte degli Avvocati dell’obbligo di trasmissione dell’Accordo di separazione o divorzio all’Ufficiale di Stato civile. 12 (Ufficiale stato civile) . assistenza legale.

L’ufficiale d’anagrafe. Anni di riferimento 2015-2016”.2. Gli Uffici di Stato Civile dei Comuni dovranno pertanto svolgere il ruolo di nuova unità di rilevazione dei procedimenti consensuali che riguardano le separazioni personali dei coniugi e gli scioglimenti e le cessazioni degli effetti civili del matrimonio. in tal modo l’ISTAT vuol dar tempo alle software house e ai comuni di predisporre i protocolli di comu­ nicazione automatica. le modalità di registrazione on line e di primo accesso (userid e password personali in dotazione al Comune). Chi li volesse consultare li può scaricare a questo indirizzo: http://www. che si aggiunge e in parte si sostituisce a quello tradizionale dei Tribunali.2.5 I nuovi modelli di rilevazione (informatica) Dunque. sia mediante upload diretto di un file di testo contenente tutti gli eventi registrati nel periodo di rilevazione della singola replicazione d’indagine”. diventa un nuovo punto di snodo del circuito informativo statistico.2.it/sepdivcons.2. più 7 pagine di istruzioni. l’Ufficio di Stato Civi­ le del Comune. preoccupata che gli ufficiali di stato civile non avessero sufficienti incombenze quando trascrivono delle negoziazioni assistite o iscrivono degli accordi consensuali. l’Istat renderà note le caratteristiche del sito. Prima di analizzarla diciamo subito che il nuovo sistema di trasmissione della rilevazio­ ne da parte degli ufficiali di stato civile entrerà in funzione il 01/10/2015.29.Modalità tecni­ che inerenti l’avvio della rilevazione degli accordi extra-giudiziali in materia di separa­ zioni e divorzi (consensuali). le istruzioni per la compilazione e l’invio on line dei modelli di rilevazione.3 La rilevazione statistica dei divorzi e separazioni consensuali – la nuova circolare ISTAT del 26/05/2015 rivolta agli uffici di stato civile Era praticamente impossibile che l’ISTAT non si accorgesse che i divorzi e le separa­ zioni trascritte dall’ufficiale di stato civile senza alcuna sentenza sfuggivano alla statistica ufficiale… Infatti la circolare è arrivata: “Circolare Istat 26 maggio 2015 n. 13.4 I contenuti della rilevazione Per ciò che concerne i flussi informativi necessari alla produzione di statistiche ufficiali su separazioni e divorzi (codici ISTAT PSN IST-00115 e IST-00116).istat.a. che verrà inviata nelle prossime settimane.6 Dal 01/10/2015 si parte La trasmissione dei moduli sarà solo con una piattaforma web denominata GINO++. Il sistema di acquisizione consente sia la compilazione mediante l’inserimento puntuale dei dati nel singolo modello statistico in formato elettronico. Ad oggi questa piattaforma non è stata attivata e la stessa circolare prevede: “Con una successiva comunicazione. al pari di quanto già avviene per i Matrimoni. 48 .pdf 13. 17 . che funzionerà collegandosi al sito https://gino. 13. l’I­ STAT ha predisposto due appositi “modulini” di sole 7 pagine di domande.it/tower-file-storage/gaspari/10486/attachment/854810. Il pericolo che l’ISTAT intende prevenire e che si determini una perdita di informazioni (nel caso di separazioni e divorzi consensuali extra-giudiziali) in seguito all’introduzione della nuova disciplina.progettoom­ nia. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 13. a tal fine sono stati predisposti i tracciati record.

. al n...1 L’errore L’errore non si riscontra fin quando non si prende la formula e la si applica dopo aver ricevuto la proposta di annotazione. Come sappiamo il meccanismo delle trascrizioni delle convenzioni di negoziazione as­ sistita si basa sulla loro trascrivibilità nei registri del comune di “iscrizione o trascrizione” del matrimonio... . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 14.... 396).. 162. .. Come pare evidente dalla lettura delle due formule. serie.. trascritta nei registri di matrimonio di questo ufficio dello stato civile. parte.. decreto del presidente della Repubblica 3 novembre 2000.. FORMULA 175-sexies Annotazione di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili del matrimonio mediante convenzione di negoziazione assistita (articolo 6..... n. in virtù di un adempimento che il Ministero non ha ritenuto di tenere presente. Con convenzione di negoziazione assistita dagli avvocati (indicare ciascuno degli avvocati che hanno assistito le parti per la convenzione) conclusa in data . è stato concluso l’accordo di separazione personale tra i coniugi (indicare le generalità dei coniugi) di cui all’atto di matrimonio controscritto. parte. da fare sui registri di questo secondo comune di trascrizione. e articolo 49. lettera g-bis.... 14. primo comma. n. Ma se si usa in questo secondo comune la formula ministeriale si crea un piccolo pro­ blema. proveniente da un altro comune... Gli ufficiali di stato civile sanno bene che quel matrimonio potrebbe essere stato tra­ scritto in altro comune e lì andrebbe annotato sia la separazione che il divorzio. . decreto del presidente della Repubblica 3 novembre 2000.. è stato concluso l’accordo di scioglimento (o di cessazione degli effetti civili) del matrimonio controscritto. lettera g-bis.. convertito. 396).. con modificazioni. trascritta nei registri di matrimonio di questo ufficio dello stato civile. al n. FORMULA 175-quater Annotazione di separazione personale fra coniugi mediante convenzione di negoziazione assistita (articolo 6 decreto-legge 12 settembre 2014.. ma se chi deve effettuare 49 .. due errori del decreto facilmente sanabili Chiudiamo questa trattazione segnalando due formule che andranno adattate. 132. convertito con modificazioni nella legge 10 novembre 2014 e articolo 49.. serie.. risalta il fatto che la trascrizione è stata effettuata nei registri di matrimonio “di questo ufficio”.L’ufficiale d’anagrafe. Con convenzione di negoziazione assistita dagli avvocati (indicare ciascuno degli avvocati che hanno assistito le parti per la convenzione) conclusa in data ... 132. Le annotazioni nel comune di trascrizione dell’atto di matrimonio. primo comma.. relative alle convenzioni di negoziazione assistita di divorzio. decreto-legge 12 settembre 2014 n. dalla legge 10 novembre 2014 n. . n.

Dovrà invece indicarsi il comune di trascrizione della convenzione in modo espresso. L’ufficio di stato civile di questo secondo comune dovrà adattare le formule. anche soltanto a generare. può autorizzare il matrimonio quando è inequivocabilmente escluso lo stato di gravidanza o se risulta da sentenza passata in giudicato che il marito non ha convissuto con la moglie nei trecento giorni precedenti lo scioglimento. numero 2. ete­ rologa. se il bambino nasce prima di 300 giorni. Divieto temporaneo di nuove nozze Non può contrarre matrimonio la donna. la domanda di chiedersi chi possa essere il padre. lettere b) ed f). di uno dei coniugi. Il tribunale con decreto emesso in camera di consiglio. Tralasciando il tema di come venga concepito il bambino (fecondazione omologa. del fatto che si possa vietare a qualcuno di sposarsi.L’ufficiale d’anagrafe. se non dopo trecento giorni dallo scioglimento. 898. 89.) è ovvio che. Si può discutere. Allo stesso modo se il figlio nasce prima che siano trascorsi 300 giorni dalla separazione. Il divieto cessa dal giorno in cui la gravidanza è terminata. Il legislatore del divorzio breve (legge 55/2015) ha avuto un’amnesia e non ha trattato il problema. 15. della legge 1 dicembre 1970. Sono esclusi dal divieto i casi in cui lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio siano stati pronunciati in base all’articolo 3. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE l’annotazione non ha trascritto la convenzione. l’annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio. anche sulla costituzionalità. Il divorzio breve (6 mesi di separazione) accentua il problema… Già il problema aveva una sua rilevanza nel 1942 quando venne scritto il codice civi­ le. Il legislatore dice di fatto: “se il figlio nasce prima dei trecento giorni dal divorzio o dalla vedovanza si presume figlio dell’ex marito…”. quinto e sesto dell’articolo 84 e del comma quinto dell’articolo 87. Si applicano le disposizioni dei commi quarto. Divorzio breve e divieto temporaneo di nuove nozze per la donna divorziata o vedova Fino a prova contraria un bambino nasce dopo circa 300 giorni da quando la madre lo ha concepito. tant’è che la norma è stata adeguata. sentito il pubblico ministero. naturale ecc. da quando è deceduto il marito della donna che lo ha partorito. non può certo affermare che l’atto di matrimonio sia di “questo ufficio”. non è per nulla peregrina. ma ha solo ricevuto la proposta di anno­ tazione. detta rilevanza si è poi accentuata con l’introduzione del divorzio. di certo però è innegabile l’efficacia della norma in relazione alla presunzio­ ne di legittimità del figlio. se poi la donna vuole sposarsi prima dei 300 giorni andrà dal Presidente del Tribunale che potrà autorizzare il matrimonio quan­ do: 50 . n. dall’annullamento o dalla cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio. e nei casi in cui il matrimonio sia stato dichiarato nullo per impotenza.

Se però il divorzio è stato consensuale con negoziazione assistita dagli avvocati o con atto dell’ufficiale dello stato civile. la possibilità che non intervenga la presunzione di legittimità con il secondo marito è abbastanza alta. termine ampiamente inferiore ai 300 giorni del codice civile. non ci sono problemi in quanto i mesi di separazione sono 12. numero 2. ovvero dalla data certificata nell’accordo di separazione raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita da un avvocato ovvero dalla data dell’atto contenente l’accordo di separazione concluso innanzi all’ufficiale dello stato civile. i mesi di separazione sono stati solo sei. 2. 15. ovvero è stata omologata la separazione consensuale ovvero è intervenuta separazione di fatto quando la separazione di fatto stessa è iniziata almeno due anni prima del 18 dicembre 1970. in quanto pos­ 51 . qui il problema è diverso. Già immaginiamo le “battute” fuori posto sui rapporti prematrimoniali o in costanza di matrimonio con persona diversa dal coniuge. ben di più dei 300 nei quali si presume la legittimità del figlio. non serve neppure il nulla osta del tribunale.L’ufficiale d’anagrafe.1 La separazione breve e le nuove nozze Il codice civile in realtà prevede un’altra possibilità di poter procedere alle nuove noz­ ze. quando il divorzio sia stato pronunciato: “[…] in base all’articolo 3. È provato che la donna non è incinta (solitamente basta un certificato di un medico dell’ufficio sanitario pubblico). lettere b) ed f). Se poi viene provato che il divorzio è stato dichiarato dal giudice (per il divorzio con­ sensuale detta disposizione non può operare. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE 1. in quanto non può essere rimesso all’ufficia­ le dello stato civile l’onere di accertare questo fatto) per impotenza del marito. senza l’intervento del giudice. L’eventuale interruzione della separazione deve essere eccepita dalla parte convenuta […] f) il matrimonio non è stato consumato. n. 898 […]” Queste due norme richiamate prevedono che il divorzio possa essere richiesto quando: b) è stata pronunciata con sentenza passata in giudicato la separazione giudiziale fra i coniugi. Se dunque dovesse nascere un figlio prima dei 300 giorni. La moglie prova di non aver convissuto con l’ex marito nei 300 giorni prece­ denti. In tutti i predetti casi. quindi i giorni sono 365. della legge 1 dicembre 1970. Se dunque si tratta di una separazione precedente ad un divorzio giudiziale. anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale. le separazioni devono essersi protratte ininterrottamente da almeno dodici mesi dall’avvenuta comparizione dei coniugi innanzi al presidente del tribunale nella procedura di separazione personale e da sei mesi nel caso di separazione consensuale. per la proposizione della domanda di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio.

Procede comunque alle pubblicazioni in quanto la lettera della norma. è comunque rimasto immutato (in realtà però i termini per la separa­ zione consensuale amministrativa sono passati da 3 anni – quasi mille giorni – a sei mesi – quasi 180 giorni).L’ufficiale d’anagrafe. 89 cc? A questo punto l’ufficiale dello stato civile a cui viene richiesto di procedere alle pub­ blicazioni (o al matrimonio senza pubblicazioni) prima dei 300 giorni effettivi della sepa­ razione. sì libera di stato. alle pubblicazioni. 15. in quanto la donna è. poi ci penserà il tribunale… 52 . ben motivata. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 L’UFFICIALE DI STATO CIVILE sono intervenire questioni ben meno leggere. Attivando la presunzione di legittimità prima dei 300 giorni il figlio potrebbe benissimo essere riconosciuto quale figlio del primo marito. anche se sembra prevalere il secondo orientamento. cioè che l’ufficiale dello stato civile è tenuto alla sola applicazione della legge vigente… Forse però varrebbe la pena fare opposizione. 2. sep­ pure modificata rispetto a quando fu emanata. quali l’eredità del figlio nei confronti di un padre diverso dall’attuale marito della mamma. Al momento non ci sono orientamenti ministeriali o sentenze da citare e gli esperti che scrivono sui vari forum sono divisi sulla prima o seconda ipotesi. ha due opzioni: 1. Nega le pubblicazioni richiamando i 300 giorni.2 Interpretazione letterale o estensiva dell’art. ma a seguito di una separazione veloce di soli sei mesi. cioè il richiamo alla legge sul divorzio. operando così un’applica­ zione estensiva del codice civile.

anche se negativo.R. 247 e 252. 31-08-1999. 90. x SERVIZI MILITARI . n. 69/2013). art. art. dell’elenco dei militari in congedo illimitato che nel mese precedente hanno trasferito la residenza e trasmissione ai comuni dei relativi estratti matricolari.D. x CARTE D’IDENTITÀ . x CITTADINI EXTRACOMUNITARI . x ANAGRAFE .D.Invio al Distretto Militare.G. x GIUDICI POPOLARI .R. 15-03-2010.Trasmissione dei dati aggi orna­ ti. 15 .U.Trasmettere alla Prefettura e alla Questura l’elenco ed il prospetto riepilogativo delle car­ te d’identità rilasciate nel bimestre scorso (R. 495). n.P.Trasmissione al Dipartimento Trasporti Ter­ restri (D. 6 . Artt.) di Roma delle variazioni di residenza dei possessori di patenti di guida e/o di veicoli (qualora non si utilizzi il collegamento telematico) (art. n. 8/2001). 289.L. . di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 x 1 settembre 2 settembre STATO CIVILE . x ANAGRAFE . 4 settembre 5 settembre D E M O G R A F I C I 53 . c. 06-051940. n. 1106 ). 287 . x SERVIZI MILITARI .Artt.P. 3). 285. n. n. 394. 33 D. 116.Comunicare alla questura le variazioni e le cancellazioni dall’A.M. 16 e 21). art.Comunicazione al Centro Docu­ mentale dei trasferimenti di residenza degli iscritti (d.Inviare. 3004-1992.I. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n.Lgs.R. 34 del 25-06-2007). 18-12-2000. 635 . anche se negativo. via Web-mail. d.T.P.D.P. 16-12-1992.E.(Solo negli anni dispari) Scaden­ za del termine per l’invio al Presidente del Tribunale di due copie del verbale corredate degli elenchi approvati (Legge 10-04-1951. dell’elenco dei militari in con­ gedo illimitato che nel mese precedente hanno trasferito la residenza e trasmissione ai comuni dei relativi estratti matricolari. x SERVIZI MILITARI .art.R. al loro indirizzo di residenza.Invio al Centro Documentale com­ petente.R.L’ufficiale d’anagrafe. nella quindicina precedente (d. D. n. con cadenza settimanale. n.A. ai cittadini stranieri nati in Italia che hanno compiuto il 18° anno nel mese scorso l’avviso-raccomandata che po­ trebbero diventare italiani se entro il 19° anno di età renderanno una dichiarazione di voler acquisire la citta­ dinanza (art.

APR/4 (iscrizioni e cancellazioni) di rilevazione in formato cartaceo. x ANAGRAFE .Verificare che siano state date.R.P. x STATO CIVILE .Verificare siano state apportate. tutte le variazioni prescritte.P. Solo se non trasmesse attra­ verso INA-SAIA. .G. D/7A e D/7B (eventi e movimenti della popolazione) e modd.U.Comunicare alla questura le variazioni e le cancellazioni dall’A. con cadenza settimanale.D. tutte le comunicazioni di rito relative alle variazioni apportate nello scorso mese. 394. x ANAGRAFE . ecc. nella quindicina precedente (d.L’ufficiale d’anagrafe.Verificare che siano state date all’Ufficio elettorale. 15 settembre 16 settembre 54 .R.2010.12. art.I. 34 del 25-06-2007). 112). n. n. x SERVIZI MILITARI . 30-09-2003.messaggistica (Circ.R. 20 del D. le mor­ ti e le celebrazioni di matrimonio. 2506-2008. Min. x ANAGRAFE .Trasmissione dei dati aggiorna­ ti. via Web-mail. 28. ai ruoli matricolari. 8/2001). all’Ufficio Tributi. n.20 del d. art.L. al casellario giudiziale e dei carichi pendenti.1989.P.R. le comunicazioni. 31-08-1999.P.01.A. n. (entro 12 giorni dall’even­ to) relative ai matrimoni e ai decessi dei pensionati e rimborso eventuale danno erariale (art. Sanzione da 100 a 300 euro (art.2004. n. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 D E M O G R A F I C I 6 settembre 8 settembre 9 settembre x STATO CIVILE .L. x COMUNICAZIONI INPS .Trasmettere.R. n.UTG delle schede ISTAT D/3 (matrimoni). 83).Rilevazione rinvenimenti cadaveri non identificati.PersoneScomparse. P/4 (nascite). 62) le comunicazioni concernenti le nascite. D/4 e D/4bis (decessi). 15 . utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n. 313). nonchè le sentenze dell’autorità giudiziaria e gli altri provvedimenti relativi allo stato civile delle persone. 223) e al casel­ lario giudiziale (circolare Ministero interno 14. n. x CASELLARIO GIUDIZIALE . n. 14 novembre 2002. l’elenco delle persone di età superiore ai 14 anni decedute nel mese preceden­ te (art.M.05.S. (Istruzioni Istat).E.RM@cert. 6 . all’ufficio anagrafe (art. Int. 18-12-2000.P.Verificare se sono state date all’I. 46 D. 12 d. 269). 30.Trasmissione alla Prefettura .N. In formato elettronico all’indirizzo: Comm­ Gov. x CITTADINI EXTRACOMUNITARI .

I. - trasmissione. 84). immigrati ed emigrati del mese precedente (Circo­ lare ministero dell’Interno 15 febbraio 1986 n. quindi non potranno essere proposti per l’iscrizione sulle liste elettorali con la revisione seme­ strale (d. .5 (decessi anagrafe) relati­ ve al mese precedente.Artt.R. 223). n. 10-09-1990.Art. x GIUDICI POPOLARI . x ANAGRAFE .4 (nascite) P.L’ufficiale d’anagrafe. con cadenza settimanale. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 16 settembre x x ELETTORALE . gli elenchi dei: nati. n.R. 287 .Trasmissione dei dati aggior nati. x RILEVAZIONE ISTAT . 223 .L.R. 285 . 34 del 25-06-2007). ISTAT D/4 e D/4bis.R. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n. via Web-mail.U. 10). x SERVIZI CIMITERIALI .A. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n.Sollecitare fornitura dei registri. APR/4.P.Ultimo giorno per la trasmissione all’ISTAT per via telematica delle schede ISTAT di rileva­ zione: ISTAT D/3. via Web-mail.Scadenza del termine per la: - restituzione dei certificati penali da parte dei Casellari Giudiziari (d. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n. n. 34 del 25-06-2007).E.E.A. .R. con cadenza settimanale.Trasmissione dei dati aggiorna­ ti. D E M O G R A F I C I 55 . da parte della Questura.A. 20-03-1967. n. ISTAT D/7A e D/7B. x ANAGRAFE . 34 del 25-06-2007). 2).P. 16 e 21).Termine del divieto di esumazio­ ne straordinaria (d. x STATO CIVILE .R. P.I. dell’elenco no­ minativo dei giovani che sono sottoposti alle misure di prevenzione e che. morti. x ANAGRAFE .(Nei soli anni dispari) Scadenza del termine per la convocazione da parte del Presidente del Tribunale.Art.E. della Commissione Circondariale alla qua­ le dovrà partecipare il Sindaco o un Consigliere da lui delegato (Legge 10-04-1951. via Web-mail. con cadenza settimanale. 20 settembre 23 settembre 28 settembre 30 settembre ANAGRAFE .I. .P. (Istruzioni Istat).Trasmissione dei dati aggiorna­ ti.S.Inviare all’A. 20-03-1967.

anche se negativo. 285 .G. 1. 95).Affissione: - del manifesto con cui il Sindaco invita gli elettori che in­ tendono essere iscritti nell’Albo degli Scrutatori a farne domanda entro il mese di novembre (Art.L’ufficiale d’anagrafe. . 53).Trasmissione al Dipartimento Trasporti Ter­ restri (D. n.P. 1095).R.Inizio possibilità esumazioni straordinarie (d. Comunicazione al Centro Documentale dei trasferimenti di residenza degli iscritti (d. x PRESIDENTI SEGGI ELETTORALI .P. n. Artt.D.Invio al Centro Documentale com­ petente. ai cittadini stranieri nati in Italia che hanno compiuto il 18° anno nel mese scorso l’avviso-raccomandata che po­ trebbero diventare italiani se entro il 19° anno di età renderanno una dichiarazione di voler acquisire la citta­ dinanza (art.P. 69/2013). 116.R.R. 53). legge 21-03-1990.Inviare.Comunicare alla questura le variazioni e le cancellazioni dall’A. n. 1. 6 . dell’elenco dei militari in congedo illimitato che nel mese precedente hanno trasferito la residenza e trasmissione ai comuni dei relativi estratti matricolari. 8/2001).D. x ANAGRAFE . Legge 21-031990. Comunicazione al Centro Documentale dell’elenco de­ gli iscritti deceduti nel trimestre precedente (d. 18-12-2000. - del manifesto per l’aggiornamento dell’albo dei presi­ denti di seggio elettorale (Art. n. 394. x SERVIZI MILITARI . 1.R. art. al loro indirizzo di residenza. nella quindicina precedente (d. D. 7. x CITTADINI EXTRACOMUNITARI . n. x STATO CIVILE . 1106). dell’elenco dei militari in con­ gedo illimitato che nel mese precedente hanno trasferito la residenza e trasmissione ai comuni dei relativi estratti matricolari. 31-08-1999. 495). 33 D.P. n.Invio al Distretto Militare. 16-12-1992. 90/2010. 90/2010. n. c. Legge 08-03-1989.T.Lgs. 3.P.R. x SERVIZI MILITARI . 15 .L.M. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 D E M O G R A F I C I 1 ottobre 4 ottobre 56 x ELETTORALE . n. 7. n.R. 247 e 252.Affissione del ma­ nifesto per l’aggiornamento dell’albo dei presidenti di seggio elettorale (Art. x SERVIZI CIMITERIALI . 10-09-1990. art.Art.) di Roma delle variazioni di residenza dei possessori di patenti di guida e/o di veicoli (qualora non si utilizzi il collegamento telematico) (Art. n. anche se negativo. art. 3004-1992. d. 84). c. art.U. c.P. 285.

A. anche se negativo. 12 d. D E M O G R A F I C I 57 . x COMUNICAZIONI INPS . ai ruoli matricolari.Verificare che siano state date.Scadenza del termine per la formazione degli elenchi primo e secondo della revisione semestrale: 1) delle liste elettorali generali (d.L. n.P. Sanzione da 100 a 300 euro (art.P. n. le comunicazioni (entro 12 giorni dall’evento) relative ai matrimoni e ai decessi dei pensionati e rim­ borso eventuale danno erariale (art. 223 .05. 269). dei militari in congedo illimitato dece­ duti nel trimestre scorso. x ANAGRAFE . Solo se non trasmesse attra­ verso INA-SAIA. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 4 ottobre 7 ottobre 8 ottobre 9 ottobre 10 ottobre x SERVIZI MILITARI . Compilazione delle liste per le nuove sezioni (d. 112).Art. n.P. 34 del 25-06-2007).1989. Revisione delle liste delle sezioni esistenti. 46 D. 2) delle liste elettorali aggiunte.R. 313).S. 35). x SERVIZI MILITARI .12. . x STATO CIVILE . all’ufficio anagrafe (art.2004.Trasmissione dei dati aggiorna­ ti.E. x ELETTORALE .Art.R. n.N.Trasmettere. 20 del D. 223 . n. n. 16). x CASELLARIO GIUDIZIALE .Verificare se sono state date all’I.R. 30-09-2003. con cadenza settimanale. 62) le comunicazioni concernenti le nascite. all’Ufficio Tributi.P.I. Ripartizione del Comune in sezioni elettorali.L. l’elenco delle persone di età superiore ai 14 anni decedute nel mese preceden­ te (art. 223) e al casel­ lario giudiziale (circolare Ministero Interno 14.Verificare siano state apportate. 25-062008. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n.P. 20-03-1967. tutte le comunicazioni di rito relative alle variazioni apportate nello scorso mese. 2003-1967.L’ufficiale d’anagrafe. n. 30. le mor­ ti e le celebrazioni di matrimonio. 20 del d. via Web-mail. al casellario giudiziale e dei carichi pendenti. nonché le sentenze dell’autorità giudiziaria e gli altri provvedimenti relativi allo stato civile delle persone.Verificare che siano state date all’Ufficio elettorale.R.Inviare al Distretto Militare elenco. tutte le variazioni prescritte. x ANAGRAFE . ecc.R. 14 novembre 2002.

x ELETTORALE .R.Termine per il deposito degli atti della re­ visione semestrale e per la presentazione del ricorso alla C. x ELETTORALE .Comunicare alla questura le variazioni e le cancellazioni dall’A. nonché degli eventuali ricorsi (d.P. x ANAGRAFE . 8/2001). 20-03-1967. nella quindicina precedente (d.Art. via Web-mail.R. 346 . 223 . 15 .P. 20-03-1967. n. 31-08-1999. 6 . n.Art.E.D. n. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n.I. all’Agenzia delle Entrate.E. Lgs.Artt. D/7A e D/7B (eventi e movimenti della popolazione) e modd.Trasmissione dei dati aggiorna­ ti.R. 18 e 39).UTG delle schede ISTAT D/3 (matrimoni).Scadenza del termine per la trasmissione alla C. x ANAGRAFE .Artt. n. art. 28 e 39). .A.Trasmissione dei dati aggiorna­ ti. 223 .U.Trasmettere.M. 20-03-1967. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 D E M O G R A F I C I 11 ottobre 14 ottobre STATO CIVILE . art. 223 . entro il 15 di codesto mese. n. con cadenza settimanale. 223 .R. 20-03-1967.E. x ELETTORALE . dei verbali e degli atti della revisione seme­ strale.P.A.E.Trasmissione alla Prefettura . 394.Deposito nella segreteria comunale degli atti della revisione semestrale e affissione del relativo ma­ nifesto (d. x CITTADINI EXTRACOMUNITARI . utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n. 34 del 25-06-2007). . 18-12-2000. l’elenco delle persone residenti nel Comune decedute nel trimestre precedente. D/4 e D/4bis (decessi).Artt.P. (Istruzioni Istat). 48). con cadenza settimanale. APR/4 (iscrizioni e cancellazioni) di rilevazione in formato cartaceo. contro la decisione dell’Ufficiale elettorale (d. 34 del 25-06-2007).P.I. x ANAGRAFE . 18 e 39).Ci. n. 31-10-1990. 19). n. con lo stato di famiglia di ciascuna (D.Scadenza del termine per la notifica a coloro che non sono stati compresi nell’elenco primo del­ la revisione semestrale o sono stati proposti per la cancel­ la zione (d. P/4 (nascite).Ci.R.R.L’ufficiale d’anagrafe.R.P. via Web-mail. 15 ottobre 16 ottobre 20 ottobre 21 ottobre 23 ottobre 58 x .R.G. x ELETTORALE .

Termine ultimo per l’invio al Prefetto. x ANAGRAFE .Verificare che siano state apportate alle liste di leva le variazioni resesi necessarie a seguito di ricorsi. dei registri dello Stato Civile da utilizzare nel prossimo anno (art. c.4 (nascite) P. D E M O G R A F I C I 59 . con cadenza settimanale.Inviare all’A. Alla seduta interviene il Sindaco o un Consigliere da lui dele­ gato (Legge 10-04-1951.Lgs. 95). 20-03-1967.S.Scadenza del termine entro il quale il Presidente della C. x STATO CIVILE . 18 e 39). c. gli elenchi dei: nati. 287 . (Istruzioni Istat). c. immigrati ed emigrati del mese precedente (Circo­ lare Ministero dell’Interno 15 febbraio 1986 n.Trasmissione dei dati aggiorna­ ti. Legge 21-03-1990. n.Ci. D. art. 7. 53).Scade il termine per la presentazione delle domande d’iscrizione nell’Albo degli presidenti di seggio elettorale (art. x ANAGRAFE .L’ufficiale d’anagrafe. x GIUDICI POPOLARI . 1. n. 28 e Artt.5 (decessi anagrafe) relati­ ve al mese precedente.R.Artt. n. per la vidimazione.I. . via Web-mail. 1. 1). x RILEVAZIONE ISTAT . 16).Art. n. 1936.P. P.M. APR/4. ISTAT D/4 e D/4bis.L. osservazioni o altra causa (D. x ELETTORALE .R.A. 1. 3. 2). x SERVIZI MILITARI . morti. 66. Scade il termine per l’affissione del manifesto con cui il Sindaco invita gli elettori che intendono essere iscritti nell’Albo degli Scrutatori a farne domanda entro il mese di novembre (art. di stato civile ed elettorale Settembre 2015 SCADENZARIO DI SETTEMBRE-OTTOBRE 2015 26 ottobre 28 ottobre 31 ottobre x ELETTORALE .E. utilizzando il programma Anag-Aire (Circolare Ministero dell’Interno n. 1. 223 . n. 27 febbraio 2001). 34 del 25-06-2007).E. accusa ricevuta degli atti della revisione semestrale (d. 15-03-2010.U. ISTAT D/7A e D/7B. Legge 08-03-1989.Ultimo giorno per la trasmissione all’ISTAT per via telematica delle schede ISTAT di rileva­ zione: ISTAT D/3.(Nei soli anni dispari) Scadenza del termine entro il quale la Commissione Circondariale deve compilare gli elenchi circondariali aggiornati. c.