You are on page 1of 16

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

La Juve stecca a Bologna e il Napoli tenta il contro-sorpasso
Ad una settimana di distanza dallo scontro diretto dello “Juventus Stadium”, che ha decretato la nuova capolista di
questo campionato, il verdetto potrebbe essere nuovamente ribaltato, con il Napoli che potrebbe approfittare del
passo falso della Juve di Allegri, la quale impatta sullo 0 a 0 nell’anticipo del venerdì sera in casa del Bologna. Così
come quello passato, anche questo turno di serie A, il ventiseiesimo, inizia molto presto, dal venerdì, per poi
concludersi il lunedì successivo proprio con il match dei partenopei, che affronteranno il Milan di Mihajlovic. Dopo
aver sconfitto il Napoli è dunque il Bologna la grande sorpresa di questo campionato, riuscendo a fermare i bianconeri,
che venivano da ben 15 vittorie consecutive. Rialza la testa l’Inter di Mancini vincendo nell’anticipo del sabato sera 3 a
1 contro la Sampdoria di Montella, in grandissima crisi di risultati e con solamente 2 punti di vantaggio sul Frosinone
terz’ultimo. Con lo stesso risultato nel pomeriggio di sabato, il Verona compie un altro piccolo passettino verso una
miracolosa salvezza vincendo il derby contro il Chievo. Scossa fondamentale in chiave terzo posto per la Fiorentina,
che espugna “l’Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo per 3 a 2. Tiene il passo anche la Roma, che grazie ad un ritrovato
Dzeko (3 gol nelle ultime 2 partite di campionato), strapazza il Palermo per 5 a 0 nel posticipo della domenica sera,
mantenendo la distanza di 2 punti dal terzo posto che vale la Champions. Vincono il Genoa, 2 a 1 sull’Udinese (con Di
Natale che si lascia parare un rigore da Perin al 90esimo) e il Sassuolo, tornato alla vittoria per 3 a 2 sull’Empoli di
Gianpaolo. Altro rigore sbagliato e anche in questo caso decisivo, è stato quello di Maxi Lopez in Torino-Carpi,
terminata 0 a 0 in virtù proprio del rigore fallito dall’attaccante granata, che avrebbe permesso la squadra di Ventura di
sbloccare una partita difficilissima contro un ottimo Carpi. Termina 0 a 0 anche Frosinone-Lazio, altro derby di
giornata, che permette agli uomini di Stellone di ottenere un altro piccolo punticino e sperare ancora nella salvezza.

Carlo Sicignano

Ottavi di Champions League, primi quattro match
della competizione più importante d’Europa, per
l’Italia scende in campo la Roma che affronta il
temibile Real Madrid. Per la squadra di Spalletti,
nonostante l’ottima prestazione, finisce con un
amarissimo 0-2 all’Olimpico. Un super gol di
Cristiano Ronaldo a metà del secondo tempo gela i
giallorossi, prima del gol di Jesè Rodriguez
all’ultimo minuto che sancisce anticipatamente
l’uscita della squadra italiana dalla competizione.
Per i giallorossi mancano due rigori…
Il Psg supera in casa 2-1 il Chelsea. Apre le danze
Ibrahimovic su punizione, pareggio di Obi Mikel
sempre nel primo tempo. Nella ripresa grande assist
di Di Maria e gol vittoria di Cavani. Il Benfica supera
1-0 lo Zenit in casa a tempo scaduto con Jonas. Un
super Draxler porta il Wolfsburg alla vittoria con il
Gent nel 2-3 finale in Belgio.

R.Agnello

QUINTO TURNO: IL CICLONE CHELSEA MANDA A CASA IL CITY, ARSENAL AL REPLAY, TOTTENHAM OUT
La premier riposa, è tempo di FA cup. La competizione entra nel vivo ed è tempo di verdetti, quello più
importante arriva dallo Stamford Bridge nel big match tra Chelsea e Manchester City. Pellegrini scende in
campo con un undici imbottito di giovani come segno di protesta contro la Federazione per il calendario
riservatogli con l’accavallarsi nel giro di 7 giorni FA cup, Champions e finale di Football league cup. La
scelta del tecnico dei Citizens però costa caro, il Chelsea domina e asfalta i rivali con un roboante 5-1. A
segno per i blues il solito Diego Costa, Willian, Cahill, Hazard e Traorè, per il City il gol del momentaneo
pareggio è stato messo a segno da Faupala. Nessuna sorpresa per Watford, Everton e West Ham che
proseguono nel loro cammino. Gran colpo per Reading e Crystal Palace che eliminano rispettivamente
West Bromwich Albion e Tottenham. Al replay invece l’Arsenal che non va oltre lo 0-0 contro l’Hull City.
Tutto facile per il Manchester United contro lo Shrewsbury Town società militante in Football League One.
Gianluca Castellano

IL PUNTO SULLA LIGA..
Primo concreto tentativo di fuga del Bracellona di Luis
Enrique, che al termine di una partita avara di emozioni (
complice anche la giornata negativa del poco ispirato
Messi) vince a fatica contro il Malaga grazie alle reti di
Suarez e Neymar, che valgono l’ allungo a quota 63 ed
una buona dose di tranquillità in vista degli impegni
europei. Frenata casalinga per l’Atletico Madrid, che non
riesce a superare l’ ostacolo Villareal al termine di una
partita combattutissima e si deve accontentare di un solo
punto, salendo così a quota 55 , a ben 8 lunghezze dai
catalani. Male il Real fuori casa, che nonostante il
vantaggio iniziale di Cristiano Ronaldo ( su cui grava un
errore decisivo dal dischetto ) subisce il veemente ritorno
del Malaga e porta a casa un punticino che vale la terza
posizione a quota 54 e tanti dubbi sulla reale forza di un
gruppo ricco di campioni ma povero di certezze.

Francesco Rosa.

Nella 21° giornata di Bundesliga, non cambia
molto all’apice della classifica. Bayern Monaco e
Dortmund vincono entrambe.
Il Bayern Monaco, infatti, batte per 3-1 il
Darmstandt con la doppietta di Thomas
Mullered il solito gol di Robert Lewandowski.
Il Borussia Dortmund, invece, porta a casa i 3
punti vincendo per 0-1 in casa del Bayern
Leverkusen, grazie alla rete del bomber di casa
Aubameyamng.
Mentre per il posto rimasto in Champions,
l’Herta Berlino fa un passo falso pareggiando
contro il Wolfsburg per 1-1. Lo Schalke 04 non
ne approfitta e si fa raggiongere dallo Stoccarda
pareggiando per 1-1, quindi il terzo posto è
sempre a 2 punti.

MARCO SORRENTINO

Adesso i Cagliari deve lottare solo con sé stesso per raggiungere l’obiettivo
della promozione in Serie A. Certo i sardi erano i favoriti, ma dopo un inizio
traballante arrivano le certezze. Il Cagiari in un weekend riesce a prendere
due punti sul Crotone, secondo in classifica, e addirittura 3 sul Pescara terzo,
grazie proprio alla vittoria sulla squadra bianco azzurra al Sant’Elia per 2-1.
Non bene il Crotone, fermato all’Arechi dalla Salernitana penultima sull’ 1-1.
Flop anche del Novara che perde in casa con un’incredibile 1-2 della
Ternana. Si fermano tutte le inseguitrici: pareggiano Bari e Latina senza reti,
e il Cesena non va oltre l’1-1 con il Livorno, ed è pari anche tra Vicenza ed
Avellino. Colpo Modena che batte 1-0 il Brescia. Ascoli-Como 1-0, SpeziaLanciano 2-0 e Pro Vercelli-Entella 2-3.

Classifica:
Cagliari 61
Crotone 56
Pescara 48
Cesena 43
Novara 42
Bari 41
Spezia e V.Entella 40
Brescia 39
Avellino 37
Ternana 36
Perugia 34
Latina e Trapani 33
Ascoli e Livorno 31
Vicenza 30
Modena 29
Pro Vercelli 28
V.Lanciano 26
Salernitana 25
Como 21

R.Agnello

Il Gladiator Sant’Erasmo non molla un
centimetro. Per lo Scalc1one il playout è
ormai un miraggio
Grande prova di carattere e concentrazione dei ragazzi di mister Lieto. Partita insidiosa che non andava sottovalutata e
così è stato. Il primo tempo scivola via con azioni di rutine e finisce 3 a 0 per i gladiatori sammaritani (meritano
quest’appellativo perchè sempre rimaneggiati… solo 6 uomini di movimento “titolari”) con le reti di Battista Russo
all’8′, di Nardiello al 10′ e Stigliano al 13′
.
Secondo tempo che sembra riprendere pari pari il primo con le reti al 31′ di Di Lella, al 34′ di Stigliano ed al 35′ ancora
Nardiello. Sei a zero dopo soli cinque minuti del secondo tempo e mister Lieto pensa di rotare anche i “soli” 6 giocatori
di movimento ed ad uno alla volta butta nella mischia i 4 U18 che completavano la lista. Si inizia con Merola
Emmanuele per passare a Alberto Varvella per proseguire con Antonio Romito e finire con Fabio Aulicino. Proprio
quando mister Lieto ne lascia due in campo lo Scalc1one si rifà sotto con tre reti al 52′, 55′ e 56′ ed i vesuviani
cominciano a crederci ed è proprio quello il momento che il tecnico sammaritano rimette il quintetto base ed il
Gladiator S.Erasmo chiude la gara con le reti di Bucciero al 58′ e dell’U18 Varvella al 60′.
Catello Carbone

Foto di Catello Carbone

Con il campionato fermo, sono
le Final Eight 2016 ad
intrattenere
gli
spettatori
amanti del Basket in questo fine
settimana, con un tre giorni che
hanno
decretato
Milano
vincitrice di questa prima
competizione stagionale. Tutte
le partite si sono disputate al
“Forum di Assago”, casa proprio
dell’Armani Jeans. Si parte il
venerdì con Trento che vince su
Pistoia 81 a 74. Tocca poi a
Cremona eliminare i campioni
uscenti di Sassari 97-89. Nel
pomeriggio Avellino supera
Reggio Emilia 94-87 e in serata
Milano si sbarazza di Venezia
88-59. Nelle semifinali del
sabato, Avellino vince ancora
(continuando la striscia positiva
di
vittorie
ottenute
in
campionato) contro Trento 7169 e Milano supera facilmente
Cremona 90 a 58. Si giunge
quindi alla finale di domenica,
dove l’Armani ottiene una
grandissima vittoria su Avellino
82-76 e riporta la Coppa nel
capoluogo lombardo per la
quinta volta nella storia, a venti
anni di distanza dall’ultima
volta. Si tratta del secondo titolo
dell’era del patron Armani.

Carlo Sicignano

DELPO CI SARAI!
Dopo ben undici mesi di sofferenza, Juan Martin Del
Potro ha fatto il suo rientro nel circuito. I suoi fan
possono finalmente gioire . Il tennista argentino ha
esordito
nel torneo di Delray Beach (Stati Uniti,
cemento). Al cospetto di un pubblico che non si è
risparmiato in quanto a feste, Delpo ha infatti vinto e
convinto, al primo turno ,battendo nettamente lo
statunitense Denis Kudla con uno score di 6-1 6-4. Il volto
del tennista era teso, non più quello di una volta. Portava i
segni della sofferenza ed di tutte le operazioni subite e
tutte le ore di riabilitazione, prima, e allenamento, dopo.
Ma si è vista anche tanta determinazione, tanta voglia di
rialzarsi e tornare il giocatore di un tempo. Quella
determinazione che era mancata ad inizio 2015, quando la
torre di Tandil (cosi’ lo chiamano i suoi tifosi) ha cercato
l’ultimo rientro (Miami 2015). E smaltita la sbornia di
emozioni per il rientro dopo undici mesi di inattività,
Delpo ci prende gusto e approda ai quarti di finale
battendo il qualificato Smith per 6-4, 6-4. Per Juan Martin
è arrivato il primo vero esame: ai quarti di finale lo
attende Chardy, avversario sempre insidioso per
chiunque, un test molto più attendibile, rispetto a quelli
superati brillantemente contro Kudla e Smith.
Sicuramente un test che potrà aiutarlo e aiutarci a capire
meglio quanto vale il nuovo Del Potro. E questo Del Potro
vale. Eliminato anche Chardy ,6-2 6-3 in un’ora e ventidue
minuti di gioco. Ed è semifinale contro Sam Querrey,
uscito vincitore dalla battaglia contro il connazionale
Smyczek .Cede Del Potro (7-5 7-5) contro un potente e
solido Sam Querrey nel penultimo atto del torneo di
Delray Beach. Una sconfitta da considerarsi fisiologica.
Buono nel complesso il rientro dell’argentino (n.1.042)
che continua a trovare sensazioni positive nel suo tennis
alla ricerca della giusta costanza per risalire velocemente
la classifica ATP. Naturalmente è ancora presto per dire se
Juan Martin potrà tornare ai livelli raggiunti in
precedenza, quelli che l’hanno portato a vincere ben
diciotto titoli, tra cui uno Slam (US Open 2009).

Marco Sebastiano Zotti

MotoGP: svelata la nuova Honda!
Marquez e Pedrosa lanciano la sfida
La Honda c’è! Riparte dalla nuova RC213V la casa
motociclistica giapponese, che ha scelto il circuito di Sentul
(Indonesia) come location per la presentazione delle nuove
moto. Ancora una volta a caccia del titolo 2016 saranno i due
piloti spagnoli Marquez e Pedrosa, i quali lanciano
apertamente la sfida ai rivali della Yamaha Rossi - Lorenzo.
Poche le modifiche rilevate sulle nuove vetture: diverso nella
forma il cupolino e nella rigidità il telaio. Intanto, stilato il
calendario della stagione 2016: come ormai di consuetudine,
arriva la conferma della partenza dal Qatar e dell’ultima gara
da disputare a Valencia.
Fabio De Martino

Ferrari: la rossa si tinge di bianco
Presentata la nuova SF16-H
La Ferrari ha finalmente svelato la nuova monoposto 2016. La nuova
vettura che sarà nuovamente affidata a Vettel e Raikkonen per
contrastare il dominio Mercedes, è stata presentata online dalla
scuderia di Maranello. Salta subito all’occhio un particolare estetico non
da poco: la livrea presenta all’altezza dell’abitacolo il colore bianco,
rifacendosi alle vecchie ispirazioni cromatiche delle monoposto anni
‘70. La presentazione svolta dal team principal Maurizio Arrivabene, è
avvenuta il giorno dopo il 118° anniversario dalla nascita di Enzo Ferrari.
La nuova ‘Hybrid’ sarà già di scena nei test di Barcellona. Non ci resta
che dire: in bocca al lupo!
Fabio De Martino

LA SETTIMANA PERFETTA
TITOLI PER ERRANI E SCHIAVONE, VINCI DIVENTA TOP 10
Continua il grande momento italiano nel tennis
femminile. Dopo il successo a San Pietroburgo di una
settimana fa da parte di Roberta Vinci, stavolta è Sara
Errani a gioire, a Dubai.
Nono titolo in carriera per la 29enne bolognese, appena
il secondo sul cemento dal 2008 (successo in Slovenia a
Portoroz), sicuramente il più prestigioso, dato che si
tratta di un Premier (come lo era S. Pietroburgo per la
Vinci).
Nell’atto conclusivo del torneo, Sarita ha annientato la
ceca Strycova, sconfitta per 6-0, 6-2 in 66 minuti di
gioco a senso unico.
Questa impresa risalta ancora di più se si pensa che la
Errani non era neppure compresa tra le teste di serie
che, a dire il vero, hanno subito una ecatombe, tutte
eliminate nei primi due turni.
Compresa Roberta Vinci, che ha così “evitato” il derby
con la connazionale ed ex partner in doppio (con cui ha
vinto 5 Slam).
Poco male per Roberta, probabilmente stanca dopo le
fatiche in Russia. Poco male perché la contemporanea
sconfitta di Carla Suarez Navarro (n.3) le ha consentito
l’ingresso in top 10 per la prima volta nella carriera da
singolarista. E’ la quarta italiana a riuscirci dopo Pennetta,
Schiavone e la stessa Errani (che nel frattempo è risalita
fino al n. 17), ma la giocatrice più anziana in assoluto, a 33
anni compiuti lo scorso 18 Febbraio. Niente male, come
regalo di compleanno.
Ad incorniciare una settimana quasi perfetta per il tennis
azzurro in gonnella, c’è anche lo straordinario successo di
Francesca Schiavone a Rio de Janeiro rimontando
l’americana Shelby Rogers in finale, con il punteggio di 26, 6-2, 6-2.
Titolo numero 7 per la Leonessa, che a quasi 36 anni
suonati si regala una gioia che le mancava dal 2013, tra
l’altro annullando un match point nei quarti.
Due titoli (su due tornei disputati in WTA) ed una
giocatrice in top 10. Meglio di così, per l’ Italia, davvero
non poteva andare…
Alessandro Testa

CALCIO, SESSO E SOLDI
«Revenge porn - calcio, sesso e soldi» si intitola il
libro scritto da Nathalie Koah, l’ex amante di
Samuel Eto’ o attaccante e allenatore
dell’Antalyaspor , che sembra nascondere un lato
della sua vita molto oscuro. La bella ventinovenne
racconta attraverso le pagine di un libro , la sua
storia con l’ex nero-azzurro, parlando di una
relazione turbolenta, un amore malato, e di una
persona squilibrata che pone fine ad un rapporto
durato 7 anni pubblicando delle foto che ritraggono
nuda la sua amante. Quale persona sana di mente e
innamorata farebbe un gesto simile? Ha deciso così
Nathalie di ribellarsi a lunghi anni di soprusi da
parte di un « malato di sesso, libertino, amorale,
senza limiti né scrupoli.» Forti le parole che rilascia
nelle interviste definendosi «una prigioniera» e
rivelando la vita segreta di un campione che soffre il
suo povero passato e il suo inappagabile presente
conducendo una vita da frustrato senza una vera e
propria identità , un Dottor Jekyll e un Mister Hyde
insomma . Oggi 22 febbraio sarebbe dovuto uscire

in Francia il libro ma, i legali di Eto’ o bloccano la
pubblicazione, e la Koah fa ricorso contro la censura
Questo è solo uno dei tanti ed eclatanti scandali
sessuali nel mondo calcistico, avente come
protagonisti delle persone che anzichè apprezzare le
loro ricchezze sono invece eternamente
insoddisfatte.

Corinne
Crescenzo

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO
INVESTIGATIBO E SPORTIVO DELL’ATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone
Editore: Antonella Castaldo
Capo Redattore: Luigi Liguori
Coordinatore di Redazione: Ferruccio Montesarchio
Editing Grafica e Copertina: Catello Carbone
Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo - Università
Parthenope di Napoli
FDC e FDS by Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008
del 28/02/2008
Info line: fattodisport@gmail.com
Seguici anche su Facebook : FATTO DI SPORT
FATTO CRONACA
SPYNEWS24