You are on page 1of 16

   

L'ENERGIA INTEGRA 
    “Integrazione sociale e occupazionale 

 attraverso l'energia solare fotovoltaica di  Terza Rivoluzione Industriale” 

L’azienda siciliana nasce dall’idea di due giovani imprenditori, i fratelli Alberto  e  Diego  Cusumano,   da   sempre   vicini   al   mondo   del   vino   grazie   al   padre  Francesco produttore di mosti concentrati, che nel 2001 decidono di dare il via alla  produzione di vini di qualità in grado di valorizzare le peculiarità del territorio  siciliano.  Pur essendo profondamente legata alla terra d’origine dalla tradizione centenaria,  la Sicilia, fonte d’ispirazione non solo per i vini ma soprattutto per i valori che  l’azienda vuole trasmettere (energia, corposità, passionalità), si tratta di una realtà  imprenditoriale giovane, ha da poco raggiunto il nono anno di vita, ed è composta  da persone animate dalla voglia di fare bene, molto attente alla qualità a tutti i  livelli, alle richieste del mercato, all’innovazione e allo sviluppo tecnologico.  Contemporaneità, dinamicità, tecnologia e   metodo artigianale sono gli elementi  principali che hanno caratterizzato l’azienda fin dalla sua fondazione.  Essi sono  oggi alla base del successo e che hanno portato le etichette Cusumano sulle tavole  di   tutto   il   mondo.   Gli   stessi   Diego   e   Alberto   definiscono   la   loro   avventura  imprenditoriale “una bella favola glocal”, dove la cultura locale non ha impedito lo  sviluppo su scala globale, ma al contrario ha infuso nuovo slancio. Si tratta di un  nuovo modo di fare vino, un connubio perfetto tra passato e futuro, tradizione e  innovazione, uomo e natura che trasformano l’antica arte di produrre vino.  Da qui l'idea di costruire un impianto fotovoltaico industriale di elevata potenza,  tale   da   garantire   l'autosufficienza   energetica   per   molte   fasi   della   produzione  vinicola.     L’impianto   fotovoltaico   installato   (   200   kWp),   eviterà,   inoltre,  l’emissione in atmosfera di una quantità pari a 148.400 k g di CO2.  La Cusumano è una azienda che crede nella responsabilità sociale dell'impresa, a  tal   punto   da   essere   la   prima   in   Europa   a   finanziare   con   il   proprio   impianto  “L'Energia   Integra”,   un   progetto   sociale   e   culturale   che   ha   l’obiettivo   della  redistribuzione   sociale   del   lavoro   e   della   diffusione   nelle   aziende   locali   delle  tecnologie fotovoltaiche, con la collaborazione di partners di elevata esperienza nel  settore delle rinnovabili sensibili, in tempi di crisi, alla questione occupazionale.

Regione Siciliana Dipartimento Energia Secondo la visione “empatica” e “anti-entropica proposta da Jeremy Rifkin, a cui si ispira il Piano Energetico Ambiatale della Regione Siciliana, le nuove politiche climatiche rispettose dell'ambiente e dei cicli naturali dell'energia, devono essere una occasione non solo di riorientamento in senso sostenibile dei nostri modelli energetici, ma anche di riequilibrio sociale e di redistribuzione della ricchezza. La sostenibilità esprime empatia verso le generazioni future, alle quali abbiamo il dovere etico di lasciare un pianeta vivibile come quello che ci è stato affidato dai nostri padri, e anche di non appesantire le conseguenze del cambiamento climatico sulle popolazioni più deboli e sfavorite, dunque più esposte alle sue terribili conseguenze, specialmente nel sud del mondo. La redistribuzione della ricchezza esprime empatia verso i nostri simili, creando occasioni di lavoro per le fasce meno favorite della popolazione nei paesi più industrializzati. In questo senso, il progetto l'Energia Integra è doppiamente apprezzabile: infatti con esso si realizzano due visioni empatiche allo stesso tempo, quella della realizzazione dell'impianto secondo standard di allargamento della filiera e coinvolgimento dell'impresa locale, uno dei principi portanti del PEARS, e quello non direttamente previsto da PEARS, e dunque ancora più apprezzabile, dell'inserimento professionale di una categoria sfavorita come quella dei sordi, per la realizzazione degli schemi dei quadri elettrici. Creare lavoro, sostenibilità e integrazione sociale attraverso una visione etica e percorsi empatici dell'energia, rappresenta la più rapida ricetta per uscire in avanti da una crisi che è prima ancora di una crisi finanziaria o del credito, è una crisi delle persone e del loro ruolo nella società.

Il CETRI è un centro studi fondato da professionisti ed ambientalisti che si propone i seguenti obiettivi: contribuire all’accelerazione dell’attuale processo di transizione energetico e epocale, orientando le politiche ambientali e le attività economiche verso un modello energetico sostenibile e rispettoso dell’equilibrio chimico e climatico della nostra biosfera. Preservare l’integrità della visione Rifkiniana della Terza Rivoluzione Industriale in particolare contro due pericoli: possibili interpretazioni “deviate”, soprattutto quelle che tendono a confondere obiettivi energetici di Terza Rivoluzione, con obiettivi di seconda rivoluzione industriale; • possibili interpretazioni “parziali”, che ne privilegino solo alcuni aspetti disperdendo la sua forza di insieme, e l’efficacia di un sistema coerente da applicarsi secondo un modello preciso, adattabile a ogni territorio e declinabile in vario modo secondo le caratteristiche locali, ma non scindibile arbitrariamente. Il CETRI opererà in simbiosi con tutte le realtà imprenditoriali, associative, politiche e culturali interessate a sostenere e diffondere la visione di Jeremy Rifkin della Terza Rivoluzione Industriale sul territorio italiano in tutte le sue istanze da quella nazionale a quelle locali. Il CETRI ha la forma giuridica di una associazione non riconosciuta cui è possibile aderire previa compilazione e presentazione di apposito formulario on line e si articola secondo la formula dell’open member-ship”, dunque rimane accessibile da parte di qualunque personalità sia a titolo individuale che in rappresentanza di entità ed organismi che condividano pienamente e senza riserve la visione originale della Terza Rivoluzione Industriale così come elaborata e divulgata dal professor Jeremy Rifkin.

Solartec sro è una azienda Europea di produzione di celle e moduli fotovoltaici con una esperienza ventennale nei sistemi industriali e semiconduttori. Possiede un centro ricerche che vanta oltre 12 brevetti Internazionali utilizzati per la costruzione di celle fotovoltaiche per satelliti e telecomunicazioni. Solartec ha sposato il compito di diffondere la Terza Rivoluzione Industriale attraverso un dialogo continuo con le piccole e medie imprese, formandole, prestandone le referenze e aiutandole a professionalizzarsi con interventi di affiancamento e sistemi finanziari e commerciali diretti e non mediati dalla distribuzione locale. Con centinaia di impianti istallati e venduti, chiuderà il 2010 con con un fatturato ragguardevole, dimostrando una crescita esponenziale superiore al 300% in un solo anno. La Cooperativa Sociale Segni di Integrazione ONLUS è stata costituita nel 2006 tra soci Sordi ed udenti, esperti a vario titolo in servizi attinenti l’integrazione scolastica e lavorativa delle persone sorde. E’ stata istituita direttamente dall’ ENTE NAZIONALE SORDI, che ne è socio, con l’obiettivo specifico di dotare nella Regione Sicilia una struttura specializzata in grado di erogare servizi altamente professionali e specifici. Da oltre tre anni eroga servizi in favore dei Sordi e CON i Sordi ed oggi si accinge a fungere da “collante” nella risposta occupazionale che con questa filiera s’intende dare. L’Ente Nazionale Sordi – ENS è l’unico Ente istituito per legge per l’Assistenza, la Protezione e la Promozione della persona Sorda. Lo stesso opera senza fini di lucro per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale e per l’integrazione dei minorati dell’udito e della parola nella società; ha tra i propri fini quello di tutelare, rappresentare e difendere gli interessi morali, civili ed economici dei minorati dell'udito e della parola in osservanza dell'art. 2 della legge 21 agosto 1950, n. 698 e del D.P.R. 31.3.1979; adempie ai compiti previsti dalle Leggi dello Stato e delle Regioni, nonché ad ogni iniziativa ad esse riferite; promuovere la crescita, la piena autonomia e 'integrazione scolastica, lavorativa e sociale dei minorati dell'udito e della parola; tutela e valorizza la cultura dei Sordi e la Lingua dei Segni; rappresenta e difende gli interessi sociali, morali ed economici dei minorati dell'udito e della parola presso organi, commissioni, comitati dello Stato, delle Regioni, degli Enti Locali (a mente dell'art.2 della legge 21 agosto 1950, n. 698, confermato dal D.P.R. 31.3.1979); per Statuto provvede alla promozione sociale dei Sordi mediante il loro sviluppo intellettuale, culturale e professionale, nonché mediante la loro partecipazione alla vita sociale e produttiva. La pluriennale esperienza dell’Ente Nazionale Sordi, nonché il suo contatto diretto e costante con i soggetti sordi, ha permesso di identificare nella disoccupazione uno degli aspetti più critici ed emergenti che caratterizza la vita, già per nulla semplice, degli associati, pertanto promuove l’Accordo Quadro con la filiera del Fotovoltaico che si accinge a siglare.

SolartecMed è una società di mediazione di componenti industriali operante da oltre 3 anni nel mercato Fotovoltaico a livello internazionale. Costituita da un team di giovani professionisti con una particolare attenzione alle tematiche ambientali, SolartecMed nasce con l'intento di distribuire in modo innovativo i prodotti legati alle energie rinnovabili. Con questi presupposti è maturata l'idea di costituire un “Network” formato da Progettisti e Installatori che possano collaborare insieme attraverso un principio di condivisione opensource, ispirato ad uno dei pilastri della Terza Rivoluzione Industriale: le Smart-Grid Solartec sro, azienda europea di produzione celle fotovoltaiche, titolare di brevetti internazionali, è stata la prima a credere nel potenziale del “Network” tant'è che oggi SolartecMed Network è molto più di una brillante idea, è una realtà con oltre 130 affiliati in tutta Italia che ne garantiscono la continuità con lo sviluppo del gruppo di lavoro, che oggi ci vede coinvolti nel progetto di integrazione e formazione. SolartecMed Netwok, come detto, si ispira ai principi di Terza Rivoluzione Industriale di Jeremy Rifkin, l’economista americano teorico della “Green Economy”, che presuppone un modello energetico decentrato contro il modello attuale basato sui cicli delle fonti energetiche tradizionali concentrate (fossili e uranio) ormai in crisi irreversibile.

Meridiana Impianti snc è una azienda Siciliana specializzata in impianti tecnologici industriali ed è anche produttrice di sistemi “stand alone” per illuminazione pubblica, sistemi che esporta ed installa in tutto il mondo. Meridiana Impianti è una delle 130 aziende affiliate al SolartecMed Network e per le sue dimensioni, capacità operative e finanziarie spesso ha il ruolo di “General Contractor” di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni. Meridiana Impianti, avendo consapevolezza della responsabilità sociale di impresa, così come prevede il regolamento del Network SolartecMed, condivide i suoi lavori e le sue commesse con le piccole e medie imprese locali, rispettandole sia sul piano contrattuale e lavorativo che finanziario, condividendone gli utili e le referenze finali, ad impianto ultimato, con tutti gli attori attraverso il rilascio di attestati di merito.

La SST Impianti è un’azienda specializzata nella costruzione di impianti tecnologici, presente nel mercato siciliano, anche se con denominazione diversa, da oltre trent’anni. Negli ultimi cinque anni, la SST, sensibile ed attenta alle tematiche ambientali e peraltro convinta che le stesse possano rappresentare un’opportunità di lavoro, ha rivolto il proprio interesse al tema “dell’Energia Rinnovabile”, investendo in formazione e corsi di specializzazione nazionali ed internazionali sul settore. La SST ha già realizzato numerosi impianti fotovoltaici della SST è responsabile tecnico a titolo principale. Queste esperienze pongono la SST- Impianti come “azienda di riferimento tecnico” del Network SolatercMed e la inseriscono nel “progetto formativo” in una posizione di coordinamento sia nella sezione pratica (in cantiere) che nella parte formativa, con particolare attenzione allo stage dedicato ai ragazzi quadristi dell’ENS ai quali mette a disposizione tutti gli strumenti e l'esperienza. Oggi la SST-Impianti, oltre ad essere medie aziende siciliane. “Service Partner” Fornius, è partner principale della SolartecMed, azienda che collabora per formare e avviare a queste nuove tecnologie piccole e eseguiti a regola d’arte, impianti provenienti da una stretta collaborazione con SolartecMed Network di cui Paolo Meli Ceo

La SCAGI CONSULTING dinamica società di consulenza nasce da un team di professionisti allo scopo di fornire servizi completi di consulenza, di direzione e di formazione rivolti a tutte le aziende ed enti pubblici. Il nostro servizio di consulenza e l’apparecchio metodologico estremamente innovativo che prepara le aziende alla certificazione dei sistemi di gestione aziendali, ed in grado di accompagnarle nel processo di adeguamento organizzativo. L’ambizione della Scagi Consulting è quella di essere riconosciuta dai clienti come la protagonista di una nuova generazione di consulenti altamente specializzati e fortemente innovativi. La società si afferma infatti sul mercato per l’affidabilità dei suoi servizi e per le capacità di cogliere le nuove sfide, confidando nel protagonismo degli individui e nelle risorse che adotta per il conseguimento degli obiettivi aziendali. in particolare si propone di non fornire risposte precostituite, ma di proporre soluzioni il più possibile efficaci alle mutevoli esigenze delle aziende e degli enti pubblici.

Progetto di Comunicazione
Il progetto di Comunicazione verte sulla formazione professionale nell’ambito delle tecnologie che si utilizzano per la produzione di energia pulita tramite sistemi fotovoltaici e sulla responsabilità sociale delle imprese che vogliono attuare e mettere in pratica le linee guida della terza rivoluzione industriale secondo la visione di Jeremy Rifkin. La Terza Rivoluzione Industriale Jeremy Rifkin ha introdotto anche nell'Area del Mediterraneo un concetto di un nuovo modello energetico basato sulle risorse di cui abbiamo il controllo (il sole, il vento, l’acqua, la terra), piuttosto che sulle risorse di cui non disponiamo (fossili, uranio). Questo nuovo modello energetico, è decentrato e interattivo, una sorta di internet dell’energia in cui tutti i cittadini, le imprese, gli uffici pubblici siano non solo consumatori ma anche produttori di energia come per l’informazione su Youtube o Facebook, e dunque riveste grande interesse per gli enti locali, perché mette la generazione dell’energia alla loro portata restituendo loro protagonismo, e implica una alta intensità di lavoro anziché di capitali rispetto alle energie tradizionali, creando sviluppo, crescita economica, occupazione e innovazione tecnologica. Per ulteriori informazioni sullo scenario europeo della Terza Rivoluzione Industriale si allega un documento di riferimento che è stato elaborato dal team di Rifkin e presentato alla conferenza climatica di Poznan lo scorso dicembre. Per poter funzionare adeguatamente, questo modello energetico, deve “mettere a regime” le energie rinnovabili, pietra angolare della Terza Rivoluzione Industriale, colmarne le naturali intermittenze di flusso produttivo, massimizzarne la raccolta, l’accumulo e la distribuzione minimizzando inefficienze e dispersioni e privilegiando l’auto-consumo. In tal modo sarà possibile raggiungere quella soglia critica del 20 % prevista dall’Europa con il suo pacchetto clima-energia approvato durante la Presidenza Francese a dicembre scorso. In questo sforzo, I paesi del Mediterraneo (dotati della migliore esposizione solare mitigata dalla temperatura media annua migliore al mondo ) e quindi la Sicilia possono fare la loro parte solo se si riuscirà ad integrare un nuovo modo di produrre energia dalle fonti rinnovabili, con nuovi modi di accumularla attraverso l’idrogeno, le costruzioni ad energia positiva e a distribuirla attraverso le reti intelligenti preparando nuovo network, di professionisti locali formati in Europa ed in Sicilia da personale altamente qualificato , relativamente alle tecnologie immediatamente utilizzabili.

Infatti, il l'elemento critico per realizzare questo ciclo virtuoso dell’energia sul territorio rimane il fattore umano. Se non si crea una nuova generazione di professionisti dell’energia competenti in tutte le suddette nuove tecnologie e ben radicati nel territorio, le capacità industriali di produrre pannelli, turbine e celle a idrogeno eccederanno presto le possibilità e capacità di installazione sul territorio. Si creeranno così lunghe liste d’attesa per tali tecnologie, che frustreranno i consumatori e restringeranno il mercato, in definitiva rendendo impossibile il raggiungimento di quella massa critica che permette di creare sostanziose economie di scala, con conseguente caduta dei prezzi e aumento della qualità dell’offerta come è già avvenuto nel mondo dell’informatica o della telefonia mobile. Per questa ragione si deve cominciare dalla formazione e dalla riqualificazione professionale. Uno dei fattori di maggiore criticità per la rapida espansione di tali tecnologie è, come indicato prima, il capitale umano. Infatti, mentre le imprese si stanno rapidamente attrezzando sia con la ricerca che con apposite riconversioni tecnologiche per la produzione dei nuovi sistemi di produzione energetica decentrati non altrettanto velocemente procede la formazione di tecnici e installatori sul territorio dove queste nuove tecnologie andranno a diffondersi rischiando di creare una strozzatura distributiva che potrebbe vanificare lo sforzo produttivo delle nuove industrie energetiche proposto dall’Europa. Per ovviare a questo inconveniente, bisogna procedere dunque in parallelo e molto rapidamente con un programma volto a creare le competenze sul territorio per acquisire a livello locale le competenze professionali che siano pronte a assemblare, installare, riparare e sostituire le componenti delle nuove tecnologie energetiche di terza rivoluzione industriale, mentre l’industria mondiale si prepara a immettere sul mercato. L’investimento formativo in queste tecnologie sarà determinante anche per attirare investimenti industriali nel settore: una azienda di fotovoltaico o di celle a idrogeno sarà più motivata a installarsi su un determinato territorio, se questo territorio può offrire una manodopera qualificata già formata, o in avanzato stato di formazione su tali nuove tecnologie energetiche. Fino a oggi, quando si parlava di tecnici dell’energia si intendeva: “fisico nucleare” o “ingegnere petrolifero”, perché le fonti energetiche di riferimento erano quelle concentrate (carbone,

petrolio, gas e uranio) la cui manipolazione costituiva operazione di una certa delicatezza, e il cui sfruttamento presupponeva enormi investimenti finanziari, infrastrutturali geo-politici e anche militari. Nel nuovo scenario energetico basato sulle fonti distribuite (sole, vento, acqua, terra) i tecnici dell’energia saranno quelli che sanno manipolare le tecnologie che sfruttano tali fonti. È dunque fondamentale preparare tali nuove figure professionali nel Area del Mediterraneo anticipando questo nuovo mercato dell’energia e del lavoro, Formare una nuova generazione di tecnici dell’energia Per realizzare quest’obiettivo La Cusumano vini srl , la Meridiana Impianti srl e SolartecMed Network hanno intrapreso negli ultimi due anni una serie di contatti con operatori internazionali nel settore delle rinnovabili e con la Regione Siciliana, che hanno portato alla definizione della presente proposta di accordo mirante a riqualificare gli operatori esistenti o nuovi operatori sul territorio desiderosi di imparare e aggiornare le loro competenze sulle tecnologie energetiche del futuro, tutte tecnologie in realtà già disponibili sul mercato. Anche il Piano Energetico Ambientale della Regione Siciliana (PEARS) prevede la

riqualificazione degli operatori del settore ambiente e energia a livello regionale, e alcune università già si attrezzano con Master su specifici argomenti, ma non esiste ancora una strategia specifica dell'amministrazione mirante a formare sistematicamente gli operatori esistenti sul territorio o in procinto di entrare nel mercato. Esiste invece la sensibilità di aziende internazionali che credono nella Terza Rivoluzione Industriale e che applicano nell'immediato e in un ambito strettamente operativo, sistemi di diffusione e formazione sulle linee guida precedentemente trattate e rifacendosi ad un clima di responsabilità sociale d’impresa: una via operativa e reale, con un grande sforzo finanziario e con un grande entusiasmo di impresa. Il corso si rivolge dunque a tutte le piccole e medie imprese del settore delle costruzioni, elettricisti e idraulici, a soggetti svantaggiati e a tutti i professionisti progettisti che vogliano formare una risorsa nel settore delle rinnovabili.

Formazione di Terza Rivoluzione Industriale
Programma Formativo

Formazione per n° 10 Piccole e Medie Imprese Formazione per n° 11 Tecnici Ingegneri, Architetti, Geometri Formazione per n° 13 Ragazzi Sordi come da : “L'Energia Integra” L' obiettivo principale è fornire ai partecipanti una conoscenza approfondita sulle potenzialità della tecnologia fotovoltaica, fornendo loro sia le competenze tecniche/impiantistiche che quelle normative ed economico finanziarie, per valutare in maniera adeguata la validità di applicazione necessaria alla realizzazione di un progetto esecutivo. Gli strumenti didattici utilizzati quali schemi di sintesi , lavagne , proiettori saranno integrati con l'uso di PC e materiale informatico utile a stimolare l' interesse e l'apprendimento dei partecipanti, con particolari costruttivi in aula. Tali Corsi sono organizzati secondo dei livelli di seguito specificati , e con metodologia “full time”. Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione aziendale e del materiale didattico in formato multimediale .

RELATORI
Dr. Mario La Iuppa Sig. Paolo Meli Ing. Salvo Bruno Ing. Leonardo Passamonte Ing. Roberto Latona Ing. Fabio Sparacino

IMPRESE
Energy and House di Giuseppe Alfano Galizzi impianti Elettrotel snc Proaudium Elettra di Girolamo Galizzi di Ninni Porcaro di Rosario Iuppa di Michele Leone Irmec Centro Impianti Ditta FC C F Impianti S.I.T. di Alessandro Falzone di Aldo Giuliana di Calogero Fanara di Filippo Cusimano di Francesco Sacco

TECNICI - PROGETTISTI
Ing. Ing. Ing. Ing. Ing. Francesco Puccio Barbara Pizzuto Andrea Bernasconi Biagio Gelardi Giovanni Biundo Ing. Ing. Ing. Ing. Ing. Vito Speciale Pino Urso Vito Scuderi Aurelio Molino Giacomo La Rocca

Arch. Lucia Carrubba

RAGAZZI QUADRISTI
Vincenzo Deliziosi Giordano Kuprienko Ekaterina Dario Pignataro Pietro Follari, Giuseppina Maniscalco Giovanni Sorci Luca Lo Verde Michele Cannizzaro Baldassarre Palazzolo Michele Zuppardo Lucio Felice Benedetto Meli Giuseppe Canale

Stage - Energia Integra
Programma per ragazzi Coop Segni di Integrazione

Lunedì 19 Aprile 2010
• • •

Effetto Fotovoltaico Sistemi fotovoltaici – ad isola e connessi in rete Componenti di un impianto FV Vantaggi economico ambientali
Relatore Dr. Mario La iuppa

Martedì 20 Aprile 2010
• • • Cenni sul concetto di "energia" Cenni sul concetto di energia elettrica Cenni sulla composizione di un impianto FV con particolare sulla quadristica Relatore Tec. Paolo Meli

Mercoledì 21 Aprile 2010

Cenni sulla progettazione di un impianto fotovoltaico Presentazione del progetto "Cusumano" Quadri elettrici tipologia, caratteristiche, classificazione
Relatore Tec. Paolo Meli

Giovedì 22 aprile 2010
• • •

Segni grafici elettrici Quadri impianto Cusumano Comparazione segni elettrici con foto di componenti Componentistica di un quadro di campo di Cusumano già assemblato e cablato
Relatore Tec. Paolo Meli

Le attività formative avranno luogo presso il Circolo Nautico Costa Ponente in Via P.M. 72 all'interno della Riserva Naturale Capogallo - Mondello - Palermo Le attività inizieranno alle 09:00 e termineranno alle 13:00 intervallate da una pausa caffè

Stage - Energia Integra
Programma per Imprese e Tecnici

Lunedì 19 Aprile 2010
• •

Presentazione dell'impianto fotovoltaico della committente Cusumano srl
Ubicazione, tipologia e producibilità prevista dell'impianto

Caratteristiche principali dell'impianto
• • • • • • • Potenza di picco Potenza nominale moduli fotovoltaici Inverters Quadri di campo Quadri di parallelo Monitoraggio Protezioni

Analisi dei vantaggi economici ed ambientali
• • • • Valutazione degli incentivi Analisi dei consumi Copertura del fabbisogno energetico Valutazione dei benefici ambientali

Criteri di progettazione e scelta delle soluzioni tecniche
• • • • • • Determinazione del campo fotovoltaico Realizzazione strutture di supporto Scelta degli inverter e della quadristica Realizzazione dei cavidotti Modalità di connessione alla rete Realizzazione del sistema di monitoraggio Relatore Ing. Fabio Sparacino

Martedì 20 Aprile 2010
• • •

Il sopralluogo Dimensionamento Scelta dei componenti
Relatore Dr. Mario La Iuppa

Mercoledì 21 Aprile 2010
• • •

Analisi tecnica dei materiali Dimensionamento dispositivi di protezione Messa a terra Trasmissione dati e monitoraggio tramite web
Relatori Tec. Paolo Meli, Ing. Salvo Bruno

Giovedì 22 Aprile 2010
• • • •

Procedure amministrative - Enel Procedure amministrative G.S.E. Documentazioni da presentare Cenni sugli inseguitori solari La sicurezza sul lavoro
Relatori: Ing. Passamonte, Resp. Scagi

Le attività formative avranno luogo presso il Circolo Nautico Costa Ponente in Via P.M. 72 all'interno della Riserva Naturale Capogallo - Mondello - Palermo

Le attività inizieranno alle 15:00 e termineranno alle 19:00 intervallate da una pausa caffè

Alla fine dei lavori Giovedì 22 Aprile 2010 dalle ore 19:00 presso il Circolo Nautico Costa Ponente, si terrà un rinfresco a cui tutti gli attori del progetto L'energia Integra sono invitati a partecipare. Saranno inoltre presenti, Diego Cusumano CEO della Cusumano Vini, Rossana Interlandi Direttore del Dip. Energia Regione Sicilia, Angelo Consoli Presidente del CETRI, Ruggero Avellone Presidente della Cooperativa Sociale ONLUS Segni di Integrazione, e Antonio Coppola Presidente del Consiglio Regionale dell'Ente Nazionale Sordi