You are on page 1of 44

Universit di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

Corso di Laurea in Economia e Legislazione dei Sistemi


Logistici
Anno Accademico: 2013/14

CORSO DI SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E


STOCCAGGIO
Docente: Marino Lupi

UNITA DI CARICO
UNITA DI TRASPORTO
UNITA DI MOVIMENTAZIONE

PARTE C

M. Lupi"Sistemi
M.Lupi
"Sistemidi
diMovimentazione
MovimentazioneeeStoccaggio"Stoccaggio"-A.A.
A.A.2011/12
2013/14--Universit
Univ. di Pisa
di Pisa
- Polo
- Polo
Sistemi
dellaLogistici
Logistica
didi
Livorno
Livorno

UNITA DI MOVIMENTAZIONE
Le unit di movimentazione sono gli elementi che consentono alle
unit di carico di aderire alle unit di trasporto: veicoli stradali,
carri ferroviari, navi; in modo da trasferire le forze agenti sulle unit di
carico. Esse inoltre sono utilizzate per trasferire le unit di carico da
un tipo di unit di trasporto ad un altro (esempio: dal pianale di un
semirimorchio al pianale di un carro ferroviario) e quindi nel trasporto
intermodale; esse sono utilizzate anche per lo stoccaggio delle unit di
carico.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

CARRELLO ELEVATORE FRONTALE


Il carrello elevatore frontale (front loader, fork-lift) innalza il
contenitore mediante movimentazione lungo linee fisse verticali.
Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi
di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..

E ununit di movimentazione di
derivazione industriale (utilizzato per
la movimentazione nei magazzini
industriali : carrello elevatore a
forche frontali ). Ha come pregio la
facilit di uso e la mobilit. Come
difetti: il baricentro si modifica fra la
fase di carico e quella di scarico;
movimentazione praticamente
assente a macchina ferma.

Asse
sterzante

Asse fisso

La figura precedente si riferisce ad un classico fork lift con presa a


forche dal basso. I carrelli elevatori frontali pi recenti sono
equipaggiati con uno speciale telaio di sollevamento al quale
agganciato uno spreader.

http://www.fantuzzi.com

Esistono macchine per la


movimentazione dei container
vuoti, empty container
handler , (Lifting capacity
7,000 10,000 kg, )
Essi possono avere diversi
tipi di presa dei container.
Per esempio dallalto

Fonte: http://www.fantuzzi.com

oppure frontale

FDC 18k5

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

Ci sono i loaded
container handler, per la
movimentazione
di
contenitori pieni (Lifting
capacity: 36-45 t ).

Fonte: http://www.kalmarind.com

Fonte: http://www.kalmarind.com

TRATTORE A RALLA PER TERMINALI (Terminal


Tractor)

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei piazzali portuali, Tesi in


Ingegneria civile, Univ. di Pisa, 2003.

Sono simili ai trattori degli


autoarticolati: spostano i contenitori
trainando i rimorchi (pianali) su cui i
contenitori sono appoggiati.

Fonte:http://www.diariocontship.it/imgs/trattori.jpg.

Fonte:http://www.ensnewswire.com/ens/aug2009/2009-08-27-093.html

Ci sono anche trattori ibridi,


diesel-elettrici (ossia il motore
diesel serve a produrre energia
elettrica che alimenta un motore
elettrico direttamente collegato
alle ruote). Sono dei mezzi a
basso impatto ambientale. La
figura si riferisce ad un loro
utilizzo nel porto di Huston.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

Fonte:http://www.siteselection.com/features/2
009/jul/Eastern-Europe/

Nel caso di navi Ro-Ro il


trattore pu anche salire sulle
navi (nella figura lunit di
carico costituita dallintero
rimorchio).

Rispetto ai normali trattori degli autoarticolati questi terminal tractor


sono ottimizzati per un uso su brevi distanze e per eseguire velocemente
le manovre di aggancio e di sgancio dei rimorchi (ma comunque sono
ottimizzati per eseguire le manovre dei rimorchi in generale: per
esempio hanno un ottimo raggio di sterzata, visibilit ..).
M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

MULTITRAILER
Il multitrailer costituito da un terminal tractor a cui vengono
agganciati pi rimorchi (trailers) su gomma. Sui trailer sono
poggiate le unit di carico.
Il multitrailer si guida
come un normale mezzo
per il trasporto di
rimorchi: le manovre di
curvatura, ed in
particolare quella di
inversione ad U, sono
un po delicate.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

10

Normalmente nei terminali utilizzato per spostamenti su lunghe


distanze .

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

11

CARRELLO CAVALIERE -STRADDLE CARRIER-

Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi


di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..

Lo Straddle Carrier innalza il contenitore al proprio interno: il


baricentro rimane allinterno delle aree di impronta delle ruote in
qualsiasi condizione di carico.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

12

Gli assi delle ruote sono generalmente


tutte sterzanti.
Lattacco con i contenitori avviene
mediante spreader dallalto.

13
.

I carrelli cavalieri consentono


movimenti fino alla quarta
altezza e quindi lutilizzo dei
piazzali fino alla terza altezza.

Fonte:http://www.cvsferrari.com/jsps/portal/produ
cts/pro17.jsp

Lattacco ai semirimorchi e casse


mobili avviene con piggy-back dal
basso.

Il tipico impiego di questo mezzo e quello di supporto alle grandi


gru di banchina (portainer, ship-to-shore gantry crane): per la
movimentazione di unit di carico fra le zone di scarico adiacenti
alle banchine (le cosiddette buffer areas, aree di transito) e i
piazzali di stoccaggio dei terminal marittimi. Inoltre essi operano la
movimentazione dei container allinterno dei piazzali di stoccaggio
(storage yards) dei terminali marittimi.
Una caratteristica fondamentale di questo mezzo, che ne
costituisce un vantaggio, quella di
potere sollevare il
contenitore verticalmente e di poterlo trasportare orizzontalmente.
Pu quindi operare senza essere in sincronia con la grande gru di
banchina, come per esempio nel caso di un trattore a ralla,
operazione cosiddetta di decupling: disaccoppiamento,
sganciamento).
Inoltre ha il vantaggio di un limitato ingombro trasversale e
perci la possibilit di movimentare unit di carico nelle zone dei
terminali marittimi ad alta densit di stoccaggio.

14

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei


piazzali portuali,Tesi in Ingegneria Civile, Univ. di Pisa, 2003.

Esempio di
caratteristiche di uno
straddle carrier

Meccanismo di
sollevamento

Distanziale sollevato mediante catena a


comando idraulico. Distanziale telescopico:
la
lunghezza
pu
essere
regolata
automaticamente per i container da 20 e da
40.Altezza di sollevamento : 7820 mm

Capacit
di
sollevamento
Peso proprio,
circa
Velocit
di
spostamento

40.000 Kg

Velocit
di
sollevamento
Velocit
di
abbassamento

Senza carico 15 m/min

Distanza
massima utile
Produttivit
media
Costo medio

800 metri

64.000 Kg
Senza carico 26 Km/h
con carico 24 Km/h

Senza carico 15 m/min


con carico 15 m/min.

7,6 TEUs/h
505 000 euro

15

REACH STACKER, GRU FRONTALE (IMPILATORE)


Caratteristica del reach stacker, gru semovente frontale o
impilatore (anche gru gommata), quella di potere movimentare le
unit di carico, sia verticalmente, sia orizzontalmente a macchina
ferma.
Sono utilizzati in
particolare nel caso del
trasporto combinato
strada-ferrovia: in
questo caso il reach
stacker permette di
movimentare
velocemente, con
macchina ferma,
ununit di carico dal
Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi
di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..
pianale di un autoveicolo
a quello di un carro
16
ferroviario.

Fonte: www.elme.com

Lattacco dei contenitori avviene mediante spreader dallalto


M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

17

Fonte: www.elme.com

Lattacco delle casse mobili o semirimorchi mediante piggyback


spreader.
M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

18

Fonte: http://www.ma-in.no/truck_ny_ferrari_1.asp

Movimentazione di un semirimorchio
M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

19

Movimentazione di una cassa mobile


M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

20

Fonte:http://www.liebherr.com

I nuovi modelli permettono


limpilamento fino alla
quinta-sesta altezza.

Fonte: http://www.fantuzzi.com

CS45 KM

21

Lunghezza telaio
Lunghezza interasse
Lunghezza totale compreso spreader
con braccio a 0
Larghezza misurata all'asse anteriore
Altezza con braccio a 0
Capacit di sollevamento sotto lo
spreader per la prima fila
Capacit di sollevamento sotto lo
spreader per la seconda fila
Capacit di sollevamento sotto lo
spreader per la terza fila
Produttivit media
Costo medio

8.6 m
6.5 m
11.64 m
4.18 m
4.77 m
42 t
35 t
19 t
12,9
TEUs/h
320 000
euro

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei


piazzali portuali, Tesi in Ingegneria Civile, Univ. di Pisa, 2003.

Esempio di
caratteristiche
di uno di un
reach stacker

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

22

Le dimensioni
longitudinali della
macchina (circa 10m) e
la necessit di
agganciare le unit di
carico trasversalmente
per avvicinare il
baricentro determinano
un area di ingombro in
esercizio piuttosto
ampia.

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei


piazzali portuali, Tesi in Ingegneria Civile,Univ. di Pisa, 2003.

In ogni caso lampia versatilit del mezzo ha fatto s che tutti i


terminali intermodali strada-ferrovia, ed anche quelli marittimi,
dispongano di questo tipo di macchina di movimentazione.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

23

Fonte: Bonora G. ocacci C.,Funzionalit e


progettazione degli impianti ferroviari CIFI 2002.

CARRELLO
LATERALE
(SIDELOADER)

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

24

Carrello laterale
(Fantuzzi-Reggiane)

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

25

Fonte: http://www.fantuzzi.co.uk/images/side_loader_heavyl.jpg

Carrello laterale

26

GRU A PORTALE TRANSTAINER

Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi


di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..

Caratteristica della gru a portale (transtainer) quella di potere


movimentare le unit di carico, sia verticalmente sia
orizzontalmente, mantenendo il baricentro allinterno della
macchina.

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

27

Sono generalmente mezzi di grosse dimensioni che hanno un


carico per asse notevolmente elevato e perci pressioni specifiche
sul terreni che necessitano di adeguate vie di corsa.
Abbiamo due tipi fondamentali di transtainer:
- Transtainer con ruote in gomma (Rubber Tyred Gantry
Crane, RTG)
- Transtainer con ruote in acciaio su rotaia (Rail mounted
Gantry Crane, RMG)

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

28

Rubber Tyred Gantry


Crane (RTG)

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei


piazzali portuali, Tesi in Ingegneria Civile, Univ. di Pisa, 2003.

Rail Mounted
Gantry Crane
(RMG)
29

Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi


di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..

Le gru a portale sono molto utili nel caso di piazzali con notevole
ricambio: per esempio nei terminali strada-rotaia dei grossi
interporti per la formazione di treni blocco. In generale per il
passaggio veloce di unit di carico da unit di trasporto stradale a
treni e viceversa; oppure fra treni di tipo diverso (come nei
cosiddetti interporti gateway).
M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

30

Linea di confine
Terminale gateway (porta: sia
in ingresso, sia in uscita).

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

31

Fonte: Grossato Raffaella , Il sistema gateway nello sviluppo della rete di


trasporto combinato in Europa: il caso di Verona Quadrante Europa, Tesi di
Dottorato in Ingegneria dei Trasporti, XX Ciclo, DISTART-Trasporti,
Universit di Bologna,, 2008.

Il sistema gateway (in Ferrovia)

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno
32

Ci pu essere un terminal gateway


anche in destinazione. Si ha una
situazione analoga a quella del
transhipment
nel
trasporto
marittimo .
Terminale gateway

Linea di confine
Terminale gateway

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

33

ritorniamo alle transtainer


Linterasse dei portali generalmente di circa 20-25 metri nel caso di
transtainer su gomma e di 25-50 nel caso di transtainer su rotaia.

Fonte: Spinetti C.Tecniche di funzionamento e gestione dei


piazzali portuali,Tesi imn Ingegneria Civile, Univ. di Pisa.

RTG Kalmar SISU

M. Lupi"Sistemi
M.Lupi
"Sistemidi
diMovimentazione
MovimentazioneeeStoccaggio"Stoccaggio"-A.A.
A.A.2011/12
2013/14--Universit
Univ. di Pisa
di Pisa
- Polo
- Polo
Sistemi
dellaLogistici
Logistica
didi
Livorno
Livorno 34

Le gru a portale consento di impilare fino alla quinta altezza


utilizzando la sesta per le manovre.

Fonte:http://www.noellchina.com/en/products.asp?mainID=139

La struttura di gru a portale permette notevole


velocit di manovra e quindi di realizzare
performance notevoli in termini di tiri anno ( in
particolare maggiori nel caso di gru su rotaia).

35

Esempio di
caratteristiche di
Rubber Tyred Gantry
Crane (RTG).

Fonte: http://www.kalmarind.com

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

36

Esempi di
dimensioni di
Rubber Tyred Gantry
Crane (RTG).

Fonte: http://www.kalmarind.com
Fonte: http://www.kalmarind.com

37

Esempio di
caratteristiche di
Rail mounted
Gantry Crane
(RMG)

Fonte: www.konecranes.com

38

GRU PORTUALE PER CONTENITORI ( SHIP-TOSHORE GANTRY CRANE)


Sono macchine
utilizzate per la
movimentazioni
lungo un molo:
per lo scarico, e
il carico, dei
contenitori da
bordo nave a
terra.
Si muovono su
rotaie
39

Esempio di caratteristiche di una gru portuale

Fonte: www.konecranes.com

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

40

Esempio di caratteristiche di una gru portuale

Fonte: www.konecranes.com

M. Lupi "Sistemi di Movimentazione e Stoccaggio"- A.A. 2013/14 - Univ. di Pisa - Polo Sistemi Logistici di Livorno

41

Esempio di caratteristiche di una gru portuale

Fonte: www.konecranes.com

42

Fonte: Russo F. in Cantarella (a cura di), Sistemi


di trasporto: tecnica ed Economia, UTET,2007..

Sequenza di operazioni che deve eseguire una gru portuale ship-toshore: aggancio del contenitore, sollevamento, traslazione, messa
sul molo (o direttamente sulla unit da trasporto) e sgancio. Per
velocizzare le manovre alcuni operazioni possono essere fatte
contemporaneamente (per esempio sollevamento e traslazione).

Tempi medi di manovra, delle gru portuali per contenitori (secondi)


Produttivit allincirca: 25-32 contenitori/ora per navi madre e 3243 contenitori/ora per navi feeder.

43

Attualmente si
stanno
diffondendo, per
velocizzare le
operazioni di
carico e scarico, i
multi-lift spreader

44