You are on page 1of 8

I CIRCOLO DIDATTICO

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA


DI Ufficio Scolastico Regionale per la Campania
VICO EQUENSE Direzione Didattica 1° Circolo
80069 Vico Equense (NA)
Cod.fisc. 82011000633 – Cod. mecc. NAEE198002
Sede: via Sconduci, 12 – Tel/Fax: 0818015730
E-mail: NAEE198002@istruzione.it
info@pec.primocircolovico.it
Sito web:www.primocircolovico.it

Prot. N 1896/B32 Vico, 22 aprile 2010


C. INT. N. 131

ALL’ATTENZIONE
INSEGNANTI DI SCUOLA PRIMARIA
In particolare insegnanti classi 2e e 5e
Docente referente INVALSI A. Parlato
All’ins. C. Desiderio
Docenti i sostegno delle classi 2° e 5°

DSGA
Personale ATA-
ASS.AMM SIG.RA Anna Fiorentino

SITOWEB
SEDE
MASSIMA ATTENZIONE!

OGGETTO: RILEVAZIONE INVALSI A.S 2009/2010:


DISPOSIZIONI INTERNE

PREMESSA
La rilevazione dei processi formativi da parte del Servizio Nazionale di Valutazione nasce dall’esigenza di
dotare il Paese di un sistema di valutazione dei risultati conseguiti dalla Scuola in linea con le
esperienze più avanzate a livello internazionale. In questa prospettiva la valutazione del sistema
scolastico è da intendersi come un’infrastruttura stabile e consolidata che consenta di migliorare
progressivamente i livelli di apprendimento nella Scuola e, di conseguenza, le opportunità di sviluppo e
di crescita dell’intero Paese. Le prove standardizzate previste dal sistema di valutazione non si pongono
in contrapposizione con le procedure e le prove previste dalla valutazione formativa e sommativa
prevista della singola scuola, ma si connotano come uno strumento per integrare elementi di
valutazione esterni che possano, in tal modo, consentire ai processi programmatori della scuola di
avvalersi del feedback valutativo per calibrare il processo di insegnamento e aumentare i livelli di
apprendimento. Pur con i limiti insiti nelle prove standardizzate, esse solo possono garantire la
compatibilità dei risultati conseguiti dagli alunni e dalle scuole, tenendo anche in considerazione le
condizioni e le caratteristiche degli studenti oggetto di rilevazione periodica e puntando a fornire in
prospettiva, accanto a valutazioni in termini assoluti, anche valutazioni di valore aggiunto.

1
La somministrazione di questionari di valutazione standardizzati consente di confrontare i dati della
singola scuola in rapporto ai dati nazionali; l’analisi, d’altra parte, non si deve risolvere in una presa
d’atto, ma deve essere considerata un punto di partenza per interrogarsi, riflettere ed eventualmente
cambiare, perché il fine ultimo, si afferma nella circolare di accompagnamento alla rilevazione,
consiste nel fornire ad ogni scuola uno strumento di diagnosi per migliorare il proprio lavoro.

Quest’anno le classi coinvolte nella rilevazione nazionale, per quel che riguarda la scuola Primaria,
sono: II e V. La somministrazione della Prova di Italiano e Matematica avverrà nella scuola primaria in
giornate diverse, per ridurre l’effetto di affaticamento degli allievi.

DATE DELLE RILEVAZIONI NELLA SCUOLA PRIMARIA


 6 maggio 2010: Prova Preliminare di lettura (classe II); Prova di Italiano (classi II e V)
 11 maggio 2010: Prova di Matematica (classi II e V); Questionario studente (classe V).

TIPOLOGIA DELLE PROVE

II Primaria:
1. Prova preliminare a tempo di lettura. La prova ha una durata di 2 minuti e serve esclusivamente per
testare la capacità di lettura “strumentale” (decodifica) raggiunta da ciascun alunno
2. Prova di Italiano, costituita da una prova di comprensione di un testo narrativo, integrata da un
esercizio di ricomposizione di frasi ( approfondimenti pag.12 del manuale).
3. Prova di Matematica, formata da un insieme di domande a scelta multipla relative alle seguenti aree:
a) numero, b) spazio e figure, c) misura, dati e previsioni ( approfondimenti pag.13 del manuale).

V Primaria:
1. Prova di Italiano costituita da tre sezioni (comprensione di un testo narrativo, comprensione di un
testo informativo, grammatica), con domande a scelta multipla o a risposta aperta univoca.
(approfondimenti pag.14 del manuale).
2. Prova di Matematica, formata da un insieme di domande a scelta multipla o a risposta aperta
univoca relative alle seguenti aree: a) numero, b) spazio e figure, c) relazioni e funzioni, d) misura, dati
e previsioni.
3. Questionario studente, che permetterà di raccogliere informazioni sulle caratteristiche degli alunni,
sul loro contesto familiare, sulle attività che svolgono dentro e fuori la scuola ( approfondimenti pag.15
del manuale).

TEMPI DI SOMMINISTRAZIONE DEGLI STRUMENTI SNV 2009/10- STRUMENTI- DURATA MASSIMA EFFETTIVA(SENZA
LE PAUSE E IL TEMPO PER LE CONSEGNE PRELIMINARI)

ORE 9.30 -10.30


Prova preliminare di lettura (II primaria) 2 minuti
(prova a cronometro)
Prova di Italiano (II primaria) 35 minuti
Prova di Matematica (II primaria) 30 minuti

ORE 10.30
Prova di Italiano (V primaria) 60 minuti
Prova di matematica (V primaria) 60 minuti
Questionario studente (V primaria) 30 minuti

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI DISABILI1 ALLE PROVE SNV.

2
Si sottolinea, in premessa, che le prove SNV (II e V primaria) non sono finalizzate alla valutazione
individuale degli alunni, ma al monitoraggio dei livelli di apprendimento conseguiti dal sistema
scolastico, nel suo insieme e nelle sue articolazioni.
Qualunque sia la tipologia di disabilità di un alunno, essa deve essere segnalata sulla Scheda risposta
dei singoli studenti, barrando l’opzione più appropriata fra quelle di seguito indicate (che rispecchiano
la categorizzazione utilizzata per l’esame di conclusione del primo ciclo):
1=disabilità intellettiva; 2=disabilità visiva: ipovedente; 3=disabilità visiva: non vedente; 4=DSA;
5=altro.
Ciò consentirà di considerare a parte i risultati degli alunni disabili e di non farli rientrare nella
elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri alunni.
Tenuto conto di quanto sopra, la decisione di far partecipare o meno (e se sì con quali modalità) gli
alunni con certificazione di disabilità intellettiva (o di altra disabilità grave), seguiti da un
insegnante di sostegno, alle prove INVALSI è rimessa al giudizio della singola scuola.
Questa può: 1) non far partecipare alle prove gli alunni con disabilità intellettiva o altra disabilità grave,
impegnandoli nei giorni delle prove in un’altra attività;
2) farli partecipare insieme agli altri studenti della classe, purché sia possibile assicurare che ciò non
modifichi in alcun modo le condizioni di somministrazione, in particolare se si tratta di classi
campione.
La decisione sarà presa dal collegio dei docenti sulla base delle indicazioni dei consigli di classe..
Gli alunni con diagnosi di DSA partecipano alle prove SNV nelle stesse condizioni degli altri.
Si ribadisce che, in ogni caso, i risultati di tutti gli alunni per cui sia stata segnalata sulla Scheda
risposta individuale una condizione di disabilità verranno elaborati in maniera a sé stante così da
non incidere sul risultato medio della scuola o della classe.

DISPOSIZIONI OPERATIVE

Per garantire che la rilevazione del SNV si svolga in modo uniforme e corretto su tutto il territorio
nazionale, è fondamentale che i docenti si attengano in maniera precisa e rigorosa alle procedure di
seguito descritte.
In qualità di Somministratore della Prova, ogni docente ha la responsabilità di:
1. Prender conoscenza in modo approfondito delle procedure descritte nel manuale che le verrà
consegnato, almeno una settimana prima della data prevista per la somministrazione
2. Assicurarsi che ciascun allievo riceva in modo corretto i materiali appositamente predisposti
3. Somministrare le prove nel modo indicato nel manuale
4. Assicurare che la somministrazione avvenga nei tempi stabiliti e registrare nella Scheda di
somministrazione l’orario di inizio e di conclusione della somministrazione degli strumenti
5. Raccogliere, alla fine della somministrazione, tutti i fascicoli (sia quelli compilati che quelli
eventualmente inutilizzati).
6. Registrare sulla scheda-risposta di ciascun alunno le risposte date alle domande delle prove e del
Questionario studente. In questa fase, che può avvenire in un momento separato rispetto alla
somministrazione delle prove secondo le disposizioni date dal dirigente, è possibile farsi aiutare da altri
insegnanti o dal personale di segreteria.

REGOLE GENERALI
Durante la somministrazione il Somministratore è tenuto a:
• NON rispondere alle eventuali richieste di aiuto degli alunni sulle domande delle Prove
Cognitive.
• NON dare alcuna informazione aggiuntiva, indicazione o suggerimento relativamente al
contenuto di nessuna delle domande della Prova.

3
LA MIGLIORE RISPOSTA da dare a qualunque di queste richieste di aiuto è:
“Mi dispiace ma non posso rispondere a nessuna domanda. Se ti può essere
utile, rileggi le istruzioni e scegli la risposta che ti sembra migliore”.

Una settimana prima della somministrazione (entro il 30


aprile 2010)
Circa una settimana prima della somministrazione e, comunque, non dopo il 3 maggio 2010, il
somministratore dovrebbe:
a) conoscere bene le procedure e le funzioni del somministratore.
b) Pianificare tutte le varie fasi della somministrazione insieme al Dirigente
Scolastico (o al suo delegato . il referente INVALSI ins. A. Parlato).
A tale scopo si propone la seguente check list
Check list(1):
Spunta
1. Operazioni da pianificare una settimana prima della /
N
somministrazione controll
o
1 Verificare la sistemazione dei banchi nelle classi
2 prendere accordi reciproci con i docenti delle classi interessate cui
appartengono gli allievi
3 organizzare le modalità di svolgimento della pausa
4 scorta di penne biro (blu o nere)
5 Eventuali materiali di lettura per gli alunni che dovessero terminare le
prove prima del tempo di scadenza
6 munirsi di un cronometro (solo per la II primaria)

Un’ora prima della somministrazione


È necessario che il/i docente/i che somministra si trovi a scuola un’ora prima della somministrazione:
alle ore 8.00 del giorno previsto per la somministrazione (6 maggio 2010 per la II primaria e 11
maggio 2010 per la V primaria). Il dirigente scolastico (o un suo delegato) consegnerà alle SS.LL.

• la Scheda-Alunni della classe,


• la Scheda riepilogativa precompilata dalla segreteria con i nomi degli alunni secondo l’ordine
del registro di classe
• i fascicoli delle prove, dopo aver aperto il plico di ogni classe tagliando la fascetta
• termosaldata.

A tale scopo si propone la seguente lista di controllo( da effettuarsi prima di recarsi nelle aule)

Check list (2):


Spunta
/
N 2. Operazioni un’ora prima della somministrazione controll
o
1. Ritiro materiali( dal Dirigente o suo delegato) e controllo materiali:
Scheda Alunni(contiene l’elenco dei codici degli alunni e gli spazi per la registrazione di
eventuali assenze alle prove).
le etichette adesive col codice scuola, studente, classe, plesso

4
• per ogni alunno della II primaria:
Prova preliminare di lettura
Prova di italiano
Prova di matematica

• per ogni alunno della V primaria


Prova di italiano
Prova di Matematica
Questionario‐studente
2. Incollare sui fascicoli degli strumenti le etichette adesive col codice
scuola e il codice studente
3. Assicurarsi, inoltre, che le aule interessate per la somministrazione
siano state preparate, laddove possibile, con un numero sufficiente di
banchi adeguatamente separati in modo che gli alunni non possano
comunicare con i compagni vicini o copiare. Nel caso ciò non
fosse possibile chi somministra verificherà che gli alunni
lavorino da soli e senza copiare.

Si ricorda che le etichette adesive con il codice vanno incollate nell’apposito spazio sulla copertina dei
fascicoli degli strumenti Tale operazione va eseguita, prima dell’inizio della prova, anche per gli alunni
che fossero eventualmente assenti il giorno della somministrazione. Solo le eventuali copie in più
rispetto al numero degli studenti elencati nella Scheda riepilogativa non vanno etichettate. Una di
queste per ogni tipologia di strumento potrà servire per la lettura delle istruzioni. Si ricordi che i
fascicoli della prova di Italiano e del Questionario studente, dovranno, insieme alle eventuali copie
residue, restare in custodia del dirigente fino al giorno della prova di Matematica.

N.B. Molto importante che gli alunni siano messi nelle condizioni di affrontare le prove nel migliore
dei modi, consapevoli dell’importanza che essi svolgano con impegno, ma senza eccessiva ansia e
preoccupazione. Pertanto è importante adottare tutte le misure che garantiscano che gli alunni
lavorino individualmente ,evitando suggerimenti da parte di chicchessia. (dalle indicazioni del
responsabile del servizio nazionale di valutazione)

Durante la somministrazione
Il somministratore deve attenersi alle seguenti norme generali durante la somministrazione delle prove:

Check list(3):
Spunta
/
N 3. Disposizioni/Operazioni durante la somministrazione controll
o
1 far sedere ordinatamente gli alunni nei banchi
2 non rispondere a domande riguardanti il contenuto dei quesiti. Una
buona risposta in questi casi è: «Mi dispiace, non posso
risponderti. Cerca di fare del tuo meglio»
3 assicurarsi che ogni allievo abbia compreso ciò che deve fare e come
rispondere
4 la fase preliminare (distribuzione dei materiali e lettura delle consegne)
contenuta in non più di 10‐15 minuti
5 per lo svolgimento delle prove
a) penna a biro e il relativo fascicolo
b) non è consentito l’uso del dizionario e della calcolatrice tascabile
c) non è consentito l’uso di gomme, matite e penne cancellabili
5
d)eventuali calcoli o disegni vanno effettuati sul fascicolo stesso (Noè
consentito l’uso di fogli aggiuntivi per la brutta copia)

Check list (4):


Spunta
/
N 4. Operazioni comuni alle prove di somministrazione controll
o
1 Consegna fascicolo ad ogni allievo (controllo corrispondenza alunno-
codice)
2 Ribadire agli alunni di non aprire il fascicolo
3 Registrare sulla scheda gli eventuali allievi assenti
4 Leggere con gli alunni le istruzioni
5 Dare il via dicendo “Ora girate la pagina e cominciate”
6 Vedi tempi specifici di ciascuna prova
7 A fine prova dire agli allievi di chiudere i fascicoli e passare a ritirarli
8 Riportare sulla Scheda di Somministrazione il termine della prova

Indicazioni e consigli utili da fornire agli alunni:

1.“Quando leggeremo le istruzioni su come rispondere, rimanete seduti ai vostri posti e ascoltate
attentamente.
2. Come sapete, dovete rispondere a un certo numero di domande di Italiano e/o di Matematica. Alcune
delle domande saranno per voi facili ed alcune saranno un po’ più difficili. Dovete cercare di
rispondere a tutte le domande e utilizzare il tempo che avete a disposizione nel modo migliore.
3. Se non siete sicuri di una risposta, segnate quella che vi sembra più appropriata e continuate con la
successiva domanda.
4. Se non sapete rispondere a una domanda, andate alla successiva e poi ritornate indietro alla fine della
prova se vi resta ancora del tempo.
5. Non dovete assolutamente parlare tra di voi né tanto meno copiare; d’altra parte
ricordate che non vi sarà dato alcun voto, quindi anche se doveste andar male non vi
saranno conseguenze per voi”. Ricordarsi, inoltre, di scrivere sempre alla lavagna l’ora di inizio e fine
di ogni prova.

II primaria: tempi prova italiano( 6 maggio)


N Spunta
/
Tempi Operazioni comuni controll
o
Prova preliminare Indicazioni operative e distribuzione fascicoli
Trascorsi i 2 minuti dire agli allievi di posare subito la penna e chiudere
i fascicoli. Passare a ritirarli
Riportare sulla Scheda di Somministrazione l’ora di
inizio e di termine della prova
Prova di Italiano Indicazioni operative e distribuzione fascicoli
1 Trascorsi i primi 20 invitare gli alunni che non l’abbiano già fatto
minuti autonomamente a passare alla seconda parte della
prova
Dopo altri 5 minuti invitare gli alunni a passare al secondo esercizio
della seconda parte
Trascorsi 35 minuti dire agli allievi di posare subito la penna e chiudere
dall’inizio della prova i fascicoli. Passare a ritirarli
6
Tempi prova matematica( 11 maggio)
Prova di Indicazioni operative e distribuzione fascicoli
Matematica
Trascorsi 30 minuti dire agli allievi di chiudere i fascicoli e passare a
dall’inizio della prova ritirarli
Quando tutti i far rientrare gli alunni nelle loro aule
fascicoli sono stati
ritirati

V primaria : tempi prova italiano( 6 maggio)


N Spunta
/
Tempi Operazioni comuni controll
o
1 Prova di Italiano Indicazioni operative e distribuzione fascicoli
Trascorsi i primi 25 invitare gli alunni che non l’abbiano già fatto
minuti autonomamente a passare al secondo testo
Dopo altri 20 minuti invitare gli alunni a passare alla terza parte
(ortografia e grammatica)
Trascorsi 60 minuti dire agli allievi di chiudere i fascicoli e passare a
dall’inizio ritirarli
Ora di conclusione Da annotare sulla Scheda di Somministrazione
della prova

Tempi prova matematica( 11 maggio)


Prova di Indicazioni operative e distribuzione fascicoli
matematica
Trascorsi 60 minuti dire agli allievi di chiudere i fascicoli e passare a
dall’inizio della prova ritirarli
Ora di conclusione Da annotare sulla Scheda di Somministrazione
della prova

Tempi questionario studente( 11 maggio)


Questionario‐ Distribuire agli alunni il fascicolo del questionario
studente
Lettura istruzioni e inizio compilazione
Ora d’inizio della Controllar sull’orologio l’ora di inizio
compilazione
Trascorsi 30 minuti dire agli alunni di chiudere i fascicoli
dall’inizio della
compilazione
altri 5‐10 minuti Se qualche alunno non avesse ancora terminato
In fine Ritirare tutti i questionari

Dopo la somministrazione
Riordinare tutti i fascicoli in gruppi a seconda della tipologia e metterli nell’ordine dato nella Scheda
Alunni. I fascicoli non compilati di eventuali alunni assenti devono esser restituiti all’INVALSI
7
insieme con il restante materiale. Il numero di fascicoli consegnati alla scuola deve corrispondere
esattamente a quelli restituiti all’INVALSI.

LA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE-RISPOSTA DEGLI STUDENTI

La compilazione delle schede-risposta degli alunni (predisposte dalla segreteria) avverrà subito dopo la
somministrazione delle prove. alle ore 13.00
I somministratori provvedono a registrare sulle schede (stessa modalità della Prova nazionale) le
risposte date dagli alunni alle domande chiuse delle prove – che sono la stragrande maggioranza - (in
questo caso si tratta semplicemente di segnare sulla scheda la lettera della risposta data dall’alunno 8) e
a correggere e codificare le risposte scritte dagli alunni alle domande aperte, secondo le istruzioni
fornite a questo proposito dall’INVALSI nella griglia di correzione9.
_____________________________________________________________________
7 Per garantire l’anonimato degli studenti, La Scheda riepilogativa (contenente i nomi degli alunni) rimane invece agli
atti della scuola e deve essere accuratamente conservata.
8 Nel caso in cui l’alunno non abbia risposto non va segnato nulla. Se invece l’alunno ha dato due riposte o una risposta
incomprensibile, si deve segnare l’opzione “non valida” indicata con “NV”.
9 Tali istruzioni sono il più esaustive possibile. Tuttavia, qualora dovessero esservi dubbi non altrimenti risolvibili, ci si
può rivolgere al servizio telefonico organizzato dall’INVALSI ai seguenti numeri: 06-94185-277, 06-94185- 301, 06-
94185-313.

TIPOLOGIA DEI SOMMINISTRATORI:

In linee di massima in relazione alle modalità organizzative relative alle tipologia dei somministratori
delle varie prove si dispone che gli insegnati di matematica di classe seconda somministrino italiano in
quinta e gli insegnanti di matematica di classe quinta o altra classe somministrino italiano in seconda;
Successivamente, per la prova di matematica, gli insegnanti di italiano di classe seconda
somministreranno matematica in quinta e gli insegnanti di italiano di classe quinta o altra classe
somministreranno matematica in seconda.
Gli insegnanti interessati ,con il supporto del docente referente A. Parlato e della vicaria C. Desiderio
predisporranno opportuno prospetto di scambio ore e compensazione discipline per la
somministrazione; resta inteso che per quei docenti per i quali si dovesse rendere necessario una
eventuale prestazione aggiuntiva di servizio(perche non in servizio nelle ore previste per la
somministrazione a interscambio di discipline e classi), si prevedranno forme di recupero di tale
eventuale orario aggiuntivo, concordando il tutto con il Dirigente scolastico.
Tale prospetto di somministrazione dovrà essere predisposto e fornito alla scrivente improrogabilmente
entro sabato 24 aprile.

Si confida nella consueta disponibilità, professionalità e senso di responsabilità per il buon esito del
procedimento.

Si allega:
- manuale di sommistrazione Versione 2

Il Dirigente scolastico
Dott.ssa Debora Adrianopoli