You are on page 1of 4

Laboratori dei 4Venti- Arte, Sciamanesimo e

Spiritualità
Rincontrandoci, guarendo e fiorendonei circoli
cerimoniali
Sabato 30 aprile-Domenica 1 Maggio 2016
Il Mulino, Mortara (Pavia)
Laboratorio teorico-esperienziale condotto da
Ana Maria Llamazares

DIONISO E CHIRONE: RADICI SCIAMANICHE DELL’OCCIDENTE
Il loro potenziale terapeutico nel mondo contemporáneo

Chirone e Achille
I secolo d.C.I secolo d.C.
Napoli, Museo Archeologico NazionaleNapoli, Museo Archeologico Nazionale

Dioniso

ø
Presentazione
I Laboratori dei 4Venti sono esperienze di integrazione dove esploriamo la
cosmovisione sciamanica e i suoi ponti con i nuovi oparadigmi olistici occidentali,
attraverso la complementazione sinergica della parola, i simboli, il suono, la musica, il
movimento e l’immaginazione creativa.
I circoli cerimoniali aprono spazi per scoprire, ragionare, comprendere, condividere e
celebrare. Percorrendo le multi-dimensioni della realtà integriamo
sintonicamenteicampi più sottili e dimenticati della nostra coscienza, per guarire,
risvegliare e fiorire… riconoscendo che il cambiamento esteriore è solo una
conseguenza naturale della trasformazione personale.

ø
Dinamica del lavoro
Sei ore di lavoro al giorno, dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30.
L’incontro inizia con un cerchio cerimoniale dove si svolge un rituale di apertura delle 7
direzioni e una meditazione attiva. Si condivide la parola nel cerchio e dopo un breve
intervallo si espongono i temi proposti con presentazioni audiovisive. Nel pomeriggio
si realizzano pratiche per integrare movimento corporeo, viaggi guidati con tamburo e
suoni etnici, meditazioni, espressione plastica. Si chiude con un cerchio di condivisione.
I laboratori si possono seguire in forma indipendente, ma è preferibile la continuità
delle due giornate per favorire l’integrazione della matrice simbolica completa con un
lavoro di auto-esplorazione più profondo e per condividere il senso di comunità che si
instaura attraverso la convivenza del grupo.
ø
Tematiche
Primo giorno. Introduzione alla cosmovisione sciamanica.
Dioniso e Chirone: radici sciamaniche dell’Occidente
Nel primo giorno si presenta la matrice della cosmologia sciamanica (le 7 direzioni, i 3
piani del mondo, il mandala delle 4 direzioni e l’asse del mondo). Si introducono i temi
di base dello sciamanesimo: il viaggio, la trance, la trasformazione, gli animali di potere
e il loro simbolismo e significato nelle diverse tradizioni culturali, i tipi di guarigione, il
concetto di potere personale. Si presentano le figure mitologiche di Dioniso, maestro
dell’estasi, e Chirone, il guaritore ferito, come radici del sapere sciamanico occidentale.
Secondo giorno: Archetipi sciamanici e sentieri di trasformazione
Nel secondo giorno si approfondisce il potenziale trasformativo dello sciamanesimo nel
mondo contemporaneo. Percorrendo i 4 venti o direzioni della ruota di medicina, si
lavora con i 4 archetipi sciamanici universali: il guaritore, il maestro, il guerriero e il
veggente (secondo l’antropologa Angeles Arrien), collegandoli agli archetipi di Dioniso
e Chirone. Si esplorano le tappe dell’iniziazione sciamanica e le sue corrispondenze col
processo d’individuazione secondo Carl G. Jung, sperimentando qualità e simbolismo
delle energie dei quattro elementi: acqua, terra, aria e fuoco. Si tracciano prospettive
di lavoro e di equilibrio in quattro ambiti di convivenza: con noi stessi, con gli altri, con
il contesto nel quale viviamo, con i nostri antenati e successori.
ø
Recuperare il sacro nel mondo contemporaneo
Lo sciamanesimo è la prima via spirituale degli esseri umani, nata da una connessione
profonda con la Natura attraverso l’esplorazione sensibile e rispettosa delle possibilità
della coscienza. E’ un cammino ancestrale di conoscenza e guarigione, una filosofia
pratica, una disciplina spirituale, uno stile di vita. La sua concezione multidimensionale
del cosmo corrisponde a una matrice archetipica universale, che appartiene alla
memoria collettiva dell’umanità e da cui possiamo alimentarci per ampliare la nostra

coscienza e approfondire il cammino di auto-conoscenza, la trasformazione personale
e i vincoli con gli altri esseri ed elementi con cui condividiamo il pianeta.
Ogni popolo ha sviluppato un proprio stile sciamanico, alcuni utilizzando soprattutto il
potere curativo delle piante sacre per raggiungere la trance, altri l’uso intensivo del
suono del tamburo, ma tutti condividono un linguaggio simbolico comune. Nel
laboratorio si propone una visione transculturale e archetipica, mettendo l’enfasi sulle
tradizioni originarie dell’America.
L’avvicinamente sensibile attraverso i simboli e i suoni sacri ci aiuta a riconnetterci con
queste antiche radici di saggezza e ad arricchire la nostra spiritualità, guidandoci nel
cammino alla scoperta del nostro potere personale, la nostra propria “medicina”, la
fonte della nostra energia vitale e della possibilità di trasformazione.
In questo modo, lo sciamanesimo diventa una via ancora viva, a portata di mano per
guarire le ferite della frammentazione post-moderna e recuperare il senso del sacro, di
essere vivi e presenti in questo momento co-evolutivo del cosmo e dell’umanità.
ø
Obbiettivi. Perchè partecipare a questo laboratorio?
-Esplorare un altro modo di vedere il mondo: la cosmovisione sciamanica
-Riconoscere il simbolismo personale, le immagini e i simboli che ci costituiscono
-Risvegliare la nostra sciamanità, le proprie qualità di conoscenza e guarigione
-Acquisire risorse sciamaniche e ricreare la sacralità nella nostra vita quotidiana
-Vivere la ricchezza di condividere con gli altri questo tipo di esperienza.
ø
Viaggio guidato con tamburo: all’incontro con i nostri animali di potere
Il proposito dei “viaggi sciamanici” nel contesto contemporaneo è di autoconoscenza e
guarigione spirituale. Con la tecnica del suono del tamburo si può indurre uno stato
dolce di espansione della coscienza, nel quale, insieme al rilassamento profondo
prodotto dalla sincronizzazione delle onde cerebrali col ritmo continuo del battito del
tamburo, si estimola la visualizzazione attiva di immagini e sensazioni che ermegono
tanto dal campo simbolico personale come dall’inconscio sociale e collettivo.
L’apparizione di animali con i quali possiamo stabilire un vincolo intimo e profondo
constituisce uno degli assi della spiritualità sciamanica, che ci dona l’esperienza
dell’identificazione o comunione energetica cob le nostre forze personali, configurate
come esseri animali o spiriti della natura.
L’esperienza si realizzerà in cerchio. S’inizia con una breve spiegazione della tecnica e
della missione, che nel primo giorno sarà “andare all’incontro del nostro animale di
potere” en el secondo giorno “chiedere guarigione al nostro animale di potere”. Il
viaggio propriamente detto dura 20 minuti. Si può realizzare sdraiate o sedute in una
posizione rilassata e introspettiva. Si apre poi uno spazio per rgistrare l’esperienza e
condividerla con il gruppo. Si chiude con un ringraziamento al cerchio cerimoniale.

Costo del laboratorio: 120€ (70€ per un giorno solo).
Studenti: 90€ (50€ per 1 giorno).
Informazioni e iscrizioni: info@aurorafestival.it
ø
Biografia
Laureata in Antropologia (Università di Buenos Aires) e
Master in Metodologia dell’Investigazione Scientifica
(Università di Belgrano). Ricercatrice del CONICET
(Consiglio Nazionale di Investigazione Scientifica e
Tecnica, Argentina). Professore associato della cattedra
Introduzione agli Studi Indoamericani del Diploma in
Diversità Culturale (Università Tre di Febbraio, Buenos Aires) e visiting professor del
Diploma di Pensiero Sistemico (Università Nazionale di Rosario, Santa Fé). Docente
della Fondazione Colombia, Buenos Aires. Cofondatrice della Fondazione
desdeAmérica. Collaboratrice della sezione Opinione del giornale La Nación.
Consulente della Fondazione Awaken e del progetto NetSpirit.tv e Awaken/Network.
E’ stata professoressa delle Università Nazionali di Buenos Aires e Tucumán,
Università del Salvador e Palermo. Visiting professor all’Università di Cambridge
(Inghilterra), Autónoma de Barcelona (Spagna), Autónoma de Occidente (Colombia) e
del California Institute of Integral Studies (CIIS), San Francisco, California.
Ha scritto numerosi articoliscientifici, accademici e di divulgazione, e vari libri. Autrice
del libro Del reloj a la flor de loto. Crisis contemporánea y cambio de paradigmas
(Editorial Del Nuevo Extremo, 2011, 2013) y dell’articolo Occidente Ferito. Il
potenziale di guarigione dello sciamanesimo nel mondo contemporaneo. Coautrice
diEl lenguaje de los dioses. Arte, chamanismo y cosmovisión indígena en Sudamérica
(Editorial Biblos, 2004, 2011).
Attualmente tiene corsi, conferenze, seminari, coordina gruppi di studio suinuovi
paradigmi e sul pensiero transdisciplinare e facilita laboratoricon l’integrazione di
tecnichesciamaniche e linguaggi simbolici.
Contatto:anallama2014@gmail.com
www.espacio4vientos.com.ar - www.delrelojalaflordeloto.blogspot.com -