You are on page 1of 32

id e ittà

c
gu it
Le tu elle o
a b d
gr più mon

e

l
de

A

stampa la guida su fogli A4,
orientamento orizzontale,
stampa dimensioni effettive

B

piega ogni foglio a metà lasciando
la stampa all’esterno

Legenda
Questa guida ha delle parti interattive
che possono aprire pagine web.
Verificare con il vostro operatore telefonico perchè potrebbero essere applicati
i costi previsti per il traffico dati.

www.faxi.at .....link internet
azione....link internet
azione....link googlemap

C

sovrapponi i fogli piegati, mantenendo
l’ordine indicato dal numero di pagina e
rilegali tutti insieme con una pinzatrice o
una spirale

Chi siamo

GUIDA di

BARCELLONA

Author@ Gryffindor

EDIZIONE 2015
Experience Partner

Weagoo è un’azienda specializzata nella raccolta ed elaborazione di informazioni turistiche
brevi ed essenziali a carattere storico, artistico,
culturale, naturalistico ed architettonico. WeaGoo, nella sua attività di ricerca e recensione
dei siti, con gli attuali 35.000 punti d’interesse,
110 province, 1.600 comuni e tutte le città
d’arte italiane, sta costantemente e progressivamente realizzando una mappatura capillare del territorio che comprende anche località
minori, ma non per questo prive di storia e di
testimonianze importanti.
Il nostro obbiettivo è creare il più grande database d’informazioni turistiche localizzate e
descritte in modalità “short information” concepite per fornire un’informazione essenziale
ma utile al turista prima e durante la visita della
città. WeAGoo è differente della maggior parte
dei siti disponibili su internet per la standardizzazione del contenuto e per la georeferenzazzione.
L’attività primaria di WeAGoo consiste nel riversare queste informazioni nel proprio portale
weagoo.com fornendo funzionalità di ricerca
dei punti di interesse e risultati immediati. Dal
portale si possono creare, generare, riordinare

e stampare propri itinerari turistici con luoghi,
mappe, immagini, note e informazioni utili delle
città. Gli utenti che si registreranno gratuitamente potranno inoltre usufruire di maggiori
funzionalità come il salvataggio dei propri itinerari in un proprio profilo utente, la creazione di
programmi di viaggio multi-città e alcune componenti social.
Tutte le informazioni e funzioni di questo portale sono offerte gratuitamente al visitatore, il
portale si finanzia attraverso le attività di produzione di guide personalizzate, contributi,
sponsorizzazioni e inserzionisti.
Weagoo s.r.l. permette di distribuire e condividere liberamente queste guide a condizione
che non vengano modificate. E’ permesso utilizzare il link ma non la distribuzione del prodotto finito da server diversi da quello originale
di download individuato e/o indicato da weagoo
s.r.l..
Weagoo S.r.l., è disponibile ad azioni di cobranding e de-branding. Contattare il nostro
ufficio o scivete a :
info@weagoo.com

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

le

l
de

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Come stampare la guida
(versione Book)

Parco Guell © MorBCN

vista livello regione

BARCELLONA: SEMPLICEMENTE IRRESISTIBILE!
Barcellona è una di quelle città che non visiti
semplicemente ma vivi, anche se non vuoi ti
coinvolge e ti mostra la sua anima. E’ difficile
spiegarlo a parole ma chi ha già avuto modo
di recarsi nella città catalana sa come Barcellona si apra alla gente, la accolga offrendo, nel
bene e nel male, tutta se stessa. Nonostante
una forte identità e un legame indissolubile con
la tradizione e la cultura catalana, Barcellona
è una città proiettata verso l’esterno, recepisce
stimoli da ogni parte del mondo ed accoglie
senza chiusure chi voglia eleggerla come dimora, tanto da essere una delle città più multietniche d’Europa e non solo. Forse è proprio
la consapevolezza della sua identità, capace di
sopravvivere anche al franchismo, a far si che
non tema culture e tradizioni diverse, anzi, se
ne arricchisca tanto da essere divenuta una
delle città più dinamiche del Mondo.

vista livello nazione

In continuo movimento, come il mare che la
bagna, Barcellona è una città culturalmente
molto vivace, centro di una esponenziale crescita economica, che sa rinnovarsi e sa conciliare
perfettamente la sua parte antica con quella
moderna, la tradizione con l’avanguardia. Immaginate un multiforme palcoscenico in cui
vanno in scena tutto l’anno arte, cultura, cibo,
sport, moda, stile, musica e divertimento:
semplicemente irresistibile. Nonostante sia la
seconda città di Spagna dopo Madrid, con la
3

4

capitale si contende il primato di più importante centro economico ed intellettuale del
Paese. La città catalana attira turisti da tutto il
mondo grazie ad un’offerta davvero vasta: imperdibili le opere dell’architetto Gaudì, da scoprire l’affascinante quartiere gotico, frizzante
la rinnovata zona portuale, ricche di proposte
le gallerie d’arte ed i musei, coinvolgenti e pittoresche le passeggiate lungo le Ramblas,
animata l’invidiabile vita notturna al pari, se non
oltre, delle più importanti metropoli mondiali,
innumerevoli gli eventi, saporita e stuzzicante
l’offerta gastronomica. Tutto questo fa si che
ogni anno Barcellona sia eletta la meta preferita di tutto il territorio iberico ed una tra le più
visitate in Europa. Non solo, i giovani sempre
di più scelgono Barcellona anziché Londra sia
per una breve vacanza in cui immergersi nelle
bellezze artistiche ed architettoniche di giorno
e divertirsi tra una miriade di ristoranti, bar de
copas e discoteche la notte, sia per un periodo
più lungo, magari in cerca di una nuova esperienza lavorativa e di vita all’estero. La vitalità
di Barcellona deve essere ricercata anche nel
suo passato, nella sua continua ricerca di autonomia e libertà di esprimere il suo carattere
peculiare, nel suo essere da sempre città di incontro tra culture, tradizioni, popoli.
Fondata dai Cartaginesi intorno al 230 a.C.
presumibilmente con il nome Barkeno, fu

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

vista livello paese

CITTà
LALACITTà

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

All’inizio del nuovo secolo a Barcellona vi
fu una vera e propria esplosione demografica dovuta soprattutto ai numerosissimi operai
che si recarono in città in cerca di lavoro. Nel
1931, quando si stava formando la Seconda
Repubblica Spagnola, vi fu la prima vera dichiarazione di autonomia. I nazionalisti catalani proclamarono una repubblica all’interno
di una ‘Federazione Iberica’ e costituirono la
“Generalitat de Catalunya”. Ben presto, però,
con la guerra civile la Spagna fu costretta ad
affrontare un periodo drammatico. Durante
i giochi Olimpici del 1936 numerosi atleti ar-

© Noebu
Porto © Diliff

5

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Con l’unione di Catalogna e Aragona, attraverso
il matrimonio dei rispettivi discendenti delle due
dinastie, ha inizio un periodo di grande prosperità per tutta la zona. Nel XV secolo le nozze tra
Ferdinando d’Aragona ed Isabella di Castiglia
sanciscono la nascita di una Spagna unita,
composta da Castiglia, Catalogna e Aragona.
Ma l’attenzione verso la regione catalana viene
meno così che Barcellona andrà perdendo
gradualmente la sua importanza economica e
mercantile, anche a causa dell’affermazione
degli scali commerciali d’oltreoceano; comincia
a nascere un forte sentimento indipendentista
che crescerà sempre di più nei secoli. L’ostilità
dei catalani alla dominazione castigliana cul-

minò nella Guerra di Successione (1702-1713),
e nel 1714 Barcellona cadde sotto un pesante
assedio. La conseguenza fu che Filippo V, oltre
a mettere fuori legge la lingua catalana, costruì un enorme forte, La Ciutadella, per tenere
sotto controllo i suoi sudditi infedeli. Solo dopo
il 1778 alla Catalogna fu concesso di commerciare con l’America e con ciò iniziò una ripresa
della regione, tanto che la prima Rivoluzione
industriale spagnola, basata sul cotone, iniziò
proprio da Barcellona. Nel IXX secolo, fu grazie
all’interesse del Romanticismo che la cultura e
la lingua catalana non scomparvero. Durante il
Rinascimento scrittori e poeti si batterono affinché divenisse nuovamente popolare la lingua della loro gente e contemporaneamente
nacque anche un fervente movimento nazionalista appoggiato da membri di tutti i partiti.

LA CITTà

conquistata successivamente dai Romani e
resa colonia con il nome di Colonia Favencia
Julia Augusta Paterna Barcino. Nei secoli le
conquiste si susseguono: dapprima i Visigoti,
poi i Mori, sino ad arrivare ai Franchi di Carlo
Magno, con la proclamazione di Barcellona a
capitale della “Marca Hispanica”. E’ proprio
nel periodo in cui i francesi di Carlo Magno
scacciarono gli arabi (801 d.C.) che si ritiene
ufficialmente iniziata la storia dell’attuale città.
Il nome Catalogna deriva da Catalunya, in lingua locale, e comprende le contee della storica
Marca Hispanica. Testimonianza dell’influenza
francese è che la lingua oggi più vicina al catalano è la langue d’oc, l’antica lingua del sud
della Francia.

LA CITTà

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

rivati a Barcellona decisero di restare ed entrare a far parte delle Brigate Repubblicane
Internazionali, diventate celebri anche grazie
a scrittori come Ernest Hemingway e George
Orwell. Quando nel 1936 il Fronte Popolare
vinse le elezioni, la Catalogna ottenne una
vera e propria autonomia che però durò poco
visto che la roccaforte dei repubblicani venne
occupata e conquistata dall’esercito franchista
(1939). Tale accadimento causò l’abbandono
della città da parte di migliaia di catalani che
preferirono recarsi oltreconfine piuttosto che
sottomettersi al “Generalissimo”. Fu questo
l’inizio di un periodo buio per Barcellona e la
Catalogna: vennero bandite la lingua catalana
e la danza caratteristica chiamata Sardana e si
cercò, inoltre, di contrastare i movimenti indipendentisti trasferendo immigrati dall’Andalusia.
La luce ritornò sulla Catalogna con la morte di
Franco nel 1975 e la salita al trono di Spagna
di Juan Carlos di Borbone che volle fortemente
intraprende un nuovo corso democratico per la
Spagna. Venne riconosciuta l’autonomia della
regione e fondata la Generalitat, una sorta
di parlamento locale. Il Catalano, assieme a
Basco e Galiziano, vennero riconosciuti come
lingue ufficiali della Spagna e insegnate nelle
scuole. Nel 1979, con un referendum popolare,
i catalani decisero per l’autonomia regionale e
ottennero lo statuto di autonomia.
Negli ultimi decenni Barcellona è cresciuta esponenzialmente e si è sviluppata su servizi ad
alto contenuto tecnologico, sull’industria metallurgica, automobilistica e farmaceutica. Le Olimpiadi del 1992 sono state il punto di svolta
poiché la città si è preparata ad accoglierle potenziando le sue infrastrutture, la metropolitana,
le aree portuali, la rete ferroviaria, l’aeroporto,
dando uno straordinario impulso anche al turismo. Nel 2004 Barcellona è stata anche la
prima città ad aver ospitato il Forum Universal
de las Culturas, e tale evento ha fatto si che
Barcellona, per darne una degna sede, sviluppasse una nuova area urbana di circa 30 ettari
lungo il litorale balneare tra il porto olimpico di
Barcellona e Sant Adrià de Besos. Il nuovo sito
comprende un centro congressi, una piazza
centrale, parchi, auditorium e il l’edificio Forum
disegnato da un famoso studio di architettura
all’avanguardia.
6

Casa Mila © Diliff

BUS
Gli autobus urbani sono oltre 800 e circolano
tutti i giorni dalle 6 alle 23, oltre 17 linee di
autobus notturni (nitbùs) che eseguono un
servizio no-stop 24 ore su 24 oppure quello notturno dalle 22 alle 4 del mattino. Le linee sono
distinte da colori e numeri diversi (ad esempio
quella rossa percorre il centro della città). Ci
sono moltissime linee che vi accompagneranno nei luoghi turistici di interesse della città. Le
linee più interessanti sono la numero 6 che percorre la Diagonal fino al Poble Nou, all’altezza
della spiaggia. L’autobus 24 segue la linea del
Passeig de Gràcia e passa proprio davanti a
Casa Batlló, Casa Milà e il Palau Robert. Con
il numero 14 si va dalla Vila Olímpica fino al
barrio de la Bonanova. Il 40 finisce al Port Vell
e il 41, percorre tutta la Avenida Diagonal fino a
Plaza Francesc Macià.
Oltre a quelli urbani, potrete usufruire di un mezzo molto comodo per visitare i posti di maggior
interesse della città: Barcelona Bus Turístic.
© Noebu
Questo mezzo offre tre linee: la linea rossa

(nord) passa per Plaça Catalunya, il Passeig
de Gràcia, la Sagrada Familia, il Parc Güell, il
monastero de Pedralbes, il Museo del Fútbol
Club Barcelona. La linea azzurra (sud) comincia dal Passeig de Gràcia e porta all’Anello
Olimpico e alla montagna de Montjuïc, la zona
del Port Vell, il Porto Olimpico, il Parco de la
Ciutadella e il Barrio Gótico. La terza è la linea
verde, che corre lungo la costa, e passa per
il Porto Olimpico, il Poblenou e il Forum. E’
consentito salire e scendere dall’Autobus a piacimento e in ciascuna delle 42 fermate. Con
l’acquisto del biglietto si riceve anche una guida informativa su ognuna delle fermate, ed un
carnet di sconti utilizzabile nei principali posti
da visitare. Il servizio è in funzione tutto l’anno
eccetto il 25 di Dicembre ed il 1 di Gennaio a
partire dalle 9 del mattino circa. La frequenza
è di circa 25 minuti in bassa stagione e ogni
5 minuti in estate. Il biglietto costa € 24,30 e
€ 34,20 per 1 o 2 giorni. I bambini pagano €
14,40 e 18,00.
https://www.barcelonabusturistic.cat
TRAM
Con le sue 6 linee, il tram può essere molto
utile per spostarsi a Barcellona, soprattutto
perché connette parti di città non servite dalla
metropolitana. I tram prestano servizio dalle
05:00 alle 00:00 dalla domenica al giovedì e
dalle 05:00 alle 02:00 venerdì e sabato. Il sistema integrato ATM (Autoritat del Transport
Metropolità) fa sì che i biglietti possano essere
usati indifferentemente in metro, autobus, nitbus, treni Renfe e su alcuni treni FGC. Alcuni
tram, inoltre, sono dotati di connessione Wi-Fi
gratuita. Segnaliamo la linea Tramvia Blau,
tram turistico che porta sino alla funicolare del
Tibidabo (singolo € 5,50). La funicolare di
Montjuic ha un costo di viaggio singolo € 7,80,
andata e ritorno € 11,50. Il numero di telefono
per le informazioni è (+34) 902 193 275
www.trambcn.com
METRO
E’ probabilmente il mezzo più comodo e veloce per attraversare Barcellona e spostarsi
da un’attrazione turistica all’altra. La rete sotterranea dispone di 11 linee che viaggiano
7

dalle 5:00 alle 24:00 dal lunedì al giovedì, la
domenica e i festivi; dalle 5:00 alle 2:00 il venerdì e il sabato con orario continuato. Dispone
anche di una rete urbana di ferrovie gestite dalla Generalitat di Catalunya (FGC), che integra
la rete metropolitana. Il costo del biglietto di un
singolo viaggio è di € 2.15. Autobus e la metropolitana sono gestiti dalle autorità dei trasporti
della città, la TMB. È possibile acquistare biglietti, abbonamenti e carnet in edicole e sportelli
bancomat Servi-Caixa, nonché sui sistemi di
metropolitana e treno (macchine automatiche
e biglietteria), ma non sugli autobus. Bisogna
sempre timbrare il biglietto prima di cambiare
treno. Prestare attenzione al fatto che per passare dalle linee della metropolitana gestite da
TMB (1,2,3,4,5 e 11) a quelli gestiti dal FGC
(6,7 e 8) è necessario uscire e poi rientrare attraverso un nuovo sportello a pagamento. Nel
caso di un biglietto giornaliero, è necessario
utilizzarne uno nuovo. Se si è utilizzato un biglietto da viaggio multiplo (come il il T-10) non vi
sarà nessun addebito per il cambio linea.
www.tmb.cat
TAXI
I taxi sono decisamente più costosi del trasporto pubblico ma offrono un servizio efficiente
e capillare e consentono di evitare il caos dei
mezzi pubblici, soprattutto in alcuni orari e nei
mesi estivi. Sono di colore nero con le porte
gialle e una luce verde se sono liberi. Si possono aspettare allo stazionamento o fermarli
per la strada.
Taxi: 93 481 10 85
Taxi adattati (per mobilità ridotta): 93 420 80 88
BICI
A Barcellona è possibile utilizzare il servizio di
noleggio CicloBus Barcelona, che consente
di noleggiare una bicicletta per un ora, mezza
giornata, uno o più giorni; le bici si possono
prendere in un posto e lasciare in un altro. Nei
luoghi di noleggio sono disponibili cartine e informazioni sui luoghi da visitare. Vi consigliamo
di acquistare Ciclo 10, una carta valida per
10 ore di noleggio. Negli autobus non è consentito l’accesso alle bici mentre nella metro è
permesso il trasporto delle bici durante tutta la
giornata il sabato, la domenica e i giorni festivi,
in luglio ed agosto tutti i giorni. Nei restanti il
8

trasporto delle bici è permesso nei giorni lavorativi dalle 5.00 alle 7.00 dalle 9.30 alle 17.00 e
dalle 20.30 sino alla chiusura.
http://www.barcelonaciclotour.com
A piedi
Ovviamente muoversi a piedi rimane sempre
il metodo più economico e facile per visitare
Barcellona. Non sempre le distanze sono contenute, ma sicuramente passeggiare sui larghi
viali della città vi permetterà di godere appieno
delle bellezze artistiche e paesaggistiche.
Las Golondrinas
Si tratta di imbarcazioni turistiche, rondini in
italiano, che fanno un giro lungo la costa permettendo di conoscere le coste barcellonesi da
un altro punto di vista. Ne esistono di due tipi:
quelle tradizionali e quelle moderne, dei catamarani molto simili a degli aliscafi. Le due linee
partono entrambe all’altezza del monumento a
Colon (linea 3 della metropolitana), e si muovono una sulla sinistra e l’altra sulla destra della
costa di Barcellona. La linea gialla va verso la
Barceloneta, le spiagge e il Porto Olimpico, per
arrivare al Porto Forum. La rossa va verso il
Molo di Ponente e la stazione marittima internazionale sotto il Montjuic, superando il ponte
Puerta de Europa. Linea gialla € 15,00 adulti €
5,50 bambini - Linea rossa € 7,20 adulti € 2,80
bambini. Gratis con la Barcelona Card.
DA/PER L’AEROPORTO
Aeroporto Internazionale di Barcellona (El Prat
de llobregat)
L’aeroporto internazionale di Barcellona si trova nella località “El Prat de Llobregat” e dista
circa 15 chilometri dal centro in direzione sud.
Lo scalo è il secondo per importanza nel paese
e gestisce rotte per le principali destinazioni internazionali, sia europee che mondiali.
Treno
Il treno RENFE passa ogni 30 minuti ca. e collega l’aeroporto di Barcellona al centro città. La
durata è di circa 25 minuti. Potete prendere il
treno da Clot, Passeig de Gràcia o Barcelona
Sants (anche come Sants Estacio).Se state
viaggiando dall’aeroporto al centro città potete
scendere alla stazione Sants, Passeig de Gràcia o Clot dove troverete le fermate della metropolitana e da qui poi prendere la metropolitana

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Grazie anche ad un sistema del trasporto pubblico ottimamente integrato (anche se gestito
da diverse aziende) e multimediale, pulito e
capillare, con la possibilità di utilizzare i così
detti biglietti multi-viaggio, cioè utilizzabili su
diversi mezzi di trasporto (autobus, tram, treni
locali-FGC, Ferrovie catalane e linee della metropolitana), muoversi in città è estremamente
semplice e veloce. I biglietti cumulativi per tutti
i mezzi pubblici hanno una durata variabile, da
due a 5 giorni, con costi da 12,80 a 28,00 euro,
decisamente ottimi per il turista. Inoltre è possibile acquistare dei biglietti che permettono di
utilizzare sino a quattro mezzi di trasporto in un
arco temporale stabilito a seconda della zona
scelta, i più utilizzati dai visitatori sono il T-Dia
(dura un giorno al costo di € 7,60 zona 1) e
T-10 (valido per 10 viaggi per metro e bus al
costo di € 9,95) e si acquistano nelle biglietterie della metropolitana, negli uffici al pubblico
della TMB (società degli autobus) e negli uffici
d’informazione turistica della città. Tenete presente che i biglietti per la singola corsa hanno
un costo di € 2.15
www.tmb.cat

TRASPORTI

COME MUOVERSI A BARCELLONA

TRASPORTI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

9

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

per numerose compagnie low-cost europe
e nonostante disti circa 100 Km dal centro di
Barcellona(a 103Km a Nord Est) è ben collegato con la capitale catalana.
Autobus
Il Barcelona Bus è il mezzo di trasporto più
conveniente tra l’Aeroporto di Girona ed il Centro di Barcellona. Le fermate dell’autobus sono
appena fuori dall’aeroporto e ti porteranno a
Estacio d’Autobusos Barcelona Nord nel centro di Barcellona. Da lì la fermata della Metropolitana più vicina, a soli 5-10 minuti a piedi,
alla stazione degli autobus è Arc De Triomf
(Linea Rossa, L1). La durata del tragitto da Girona al centro di Barcellona è di circa 1 ore e
10 minuti. Tieni presente che ci sono 2 diversi
Barcelona Bus della stessa società. Uno parte
dall’Aeroporto di Girona e va direttamente a
Barcellona (e vice versa) l’altro parte dal centro di Girona e va a Barcellona (e vice versa),
presta attenzione quando ti rechi all’aeroporto.
I biglietti non possono essere prenotati in anticipo e costano € 15 solo andata e € 25 andata
e ritorno. Il centralino del Barcelona Bus offre
assistenza anche in inglese:
Treno
La rete ferroviaria RENFE collega il Centro di
Barcellona e Girona in circa 1 ora e 10 minuti. Il
biglietto di andata per un adulto è di circa € 11
Taxi
E’ un mezo decisamente costoso visto che
la tariffa è di circa € 120 per la sola andata.
Girona non è una brutta città, potete pensare
di fermarvi una notte e poi, successivamente
prendere i mezzi per raggiungere Barcellona.
Auto a noleggio
Altra possibilità potrebbe essere il noleggio di
un’auto dall’aeroporto di Girona o dal centro di
Barcellona, e guidare lungo la costa. Magari
con una sosta in una delle numerose spiagge
che si trovano lungo la strada che costeggia
la Costa Brava. Consigliamo di confrontare alcune agenzie di noleggio per verificare i prezzi
spesso la differenza delle tariffe di noleggio è
notevole da una compagnia all’altra.
Si può arrivare a Barcellona anche atterrando
all’aeroporto di Sabadell, che dista 24 km dal
centro città o a quello di Reus, in Costa Dorata,
a 108 km a sud di Barcellona(Autovia Tarragona-Reus s/n, E-43200, Reus, Tarragona Tel:
+34 97 777 2204).

TRASPORTI

verso la tua destinazione finale.Se non avete
acquistato il biglietto T10 ma solo un normale
biglietto, dovrete comprarne un altro per fare
il cambio a Estacio Sants Barcelona Sants. Se
avete un biglietto T10 potete cambiare senza
dover pagare altro. La metropolitana parte direttamente dalla stazione Barcelona Sants e da
Passeig de Gràcia
Aerobus
Altro mezzo a disposizione dei turisti è
l’aerobus, una navetta speciale che ha come
capolinea Plaça de Catalunya e viaggia con
una frequenza di 15 minuti (dalle 6 alle 1 di
notte) al costo € 5,90 (solo andata), € 10,20
andata e ritorno. E’ importante ricordare che
entrambi gli Aerobus del Terminal 1 e del
Terminal 2 si fermano alle stesse fermate nel
centro città. Se stai andando verso l’Aeroporto
di Barcellona, assicurati di prendere l’Aerobus
giusto: quello per il Terminal 1 è blu chiaro e
blu scuro, quello per il Terminal 2 è blu scuro e
giallo. Con Barcelona Card sconto del 20% del
prezzo del biglietto
TMB Airport Bus
Il Numero 46 funziona durante il giorno tra
le 05:00 e le 00:15 di da entrambi i terminal dell’aeroporto. Facendo più fermate
dell’Aerobus impiega più tempo ad arrivare in
centro città, ma può essere utilizzato il biglietto
T10. NitBus N17 è l’autobus che viaggia durante le ore che vanno dalle 23:00 alle 04:40. Il
costo di un biglietto di sola andata è di € 2,15.
Inoltre, su questo autobus, puoi utilizzare il T10.
Taxi
I tipici taxi gialli e neri coprono il tragitto
dall’aeroporto al centro città e viceversa in circa
25 minuti per una tariffa di circa € 30 (varia a
seconda del Terminal di partenza) oltre ogni
bagaglio trasportato, ma è meglio informarsi
prima di salire consultando le tariffe esposte
all’interno di ogni mezzo, o direttamente il conducente. Tel: +34 93 303 3033
Auto a noleggio
Se noleggiate l’auto in aeroporto, per arrivare
al centro dovete prendere la statale C-31 che
collega direttamente con il centro della città.
Le uscita consigliate sono la Ronda Litoral, la
Ronda de Dalt, la Gran Via e l’Avinguda Diagonal.
Aeroporto Internazionale di Girona
© Noebu
L’aeroporto
internazionale di Girona, è scalo

TRASPORTI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

10

INFORMAZIONI UTILI
Siti Internet Della Città
Per informazioni generali visitate il sito:
http://www.barcelonaturisme.com
Ufficio Informazioni Turistiche
Indichiamo di seguito alcuni uffici turistici:
Ufficio Turistico in Placa Catalunya
Placa de Catalunya, 17 - 08002 Barcelona,
orario: 08:30 - 20:30
Metropolitana: Catalunya (Linea Verde, L3) e
(Linea Rossa, L1)
Tel: +34 93 285 3834
E’ il principale ufficio turistico di Barcellona e
può essere utile, ad esempio, a trovare un alloggio, a prenotare il bus turistico, le mappe
della città, le informazioni sugli autobus e sui
trasporti ed altre informazioni turistiche.
Tenete presente che l’ufficio si trova interrato
rispetto al piano della piazza vicino alla fontana. Come riferimento cercate le grandi colonne con una “I” in cima.
Ufficio Turistico Municipio di Barcellona
Placa de Sant Jaume, 1 - 08002 Barcelona
Metropolitana: Jaume (Linea Gialla, L4)
Orari: Lunedi - Venerdi: 08:30 - 20:30 Sabato:
09:00 - 19:00 Domenica e Festivi: 09:00 - 14:00
Ufficio Turistico Aeroporto di Barcellona
Aeroporto Terminal A e B
Orari: ogni giorno: 09:00 - 21:00
El Prat de Llobregat – 08820 - Barcelona
T1: +34 93 378 8175 T2B: +34 93 378 8149
Numeri Utili
In caso di emergenza numero unico 112, che
coordina polizia, ambulanze e vigili del fuoco.
Pronto soccorso: 061
Pompieri: 080
Policia Nacional: 091
Guardia Civil: 062
Guardia Urbana di Barcellona: 092
Emergenze veterinarie: 93 205 31 16
Help Desk per i turisti di Barcellona: 93 2903327
S.O.S. Autostrada A7: 902.20.03.20
Consolato Italiano
C/ Mallorca 270, 08037 Barcellona

11

12

segreteria.barcellona@esteri.it
Tel. 0034-902050141
Tel. durante gli orari di chiusura del Consolato:
Funzionario di turno del Consolato Generale:
0034-659790266 (operativo dalla chiusura del
Consolato Generale sino alle 22 dal lunedì al
venerdì; dalle 9 alle 22 i fine settimana, il 24
dicembre ed il 25 dicembre).
Funzionario di Turno del Ministero degli Esteri:
0039-0636912666 (operativo per tutte le altre
fasce orarie).
Barcelona Card
La Barcelona Card è una carta di trasporto e
di sconto emessa dall’Associazione del Turismo di Barcellona che ti consente di effettuare viaggi illimitati e gratuiti sui trasporti pubblici (Metropolitana, autobus, tram e treno dalla
città di Barcellona all’aeroporto) e l’ingresso
gratuito o lo sconto su circa 100 attrazioni turistiche. Offre in particolare: sconti sull’entrata
a molti famosi musei e gallerie d’arte; sconto
del 10% in specifici ristoranti di Barcellona; il
20% di sconto al Palau de la Musica e il Gran
Teatre del Liceu. La maniera più veloce e più
semplice è di comprare la Barcelona Card online e ritirarla all’ufficio informazioni turistiche di
Barcellona e quindi viaggiare gratuitamente sul
treno RENFE verso il centro della città. Per ritirare la tua carta hai bisogno sia della ricevuta
che hai acquistato online sia di un documento
identificativo. In alternativa puoi acquistare la
Barcelona Card presso gli uffici di informazione
turistiche di Barcellona.
La scheda è disponibile per periodi compresi
tra 3 e 5 giorni (costo di € 40,50 per un biglietto
di 3 giorni e € 54,00 per una di 5 giorni).
Barcellona card
Clima
Barcellona è una città che gode di un clima
principalmente caldo ed accogliente con temperature miti durante tutto l’anno. Vi possono
essere dei periodi con piogge anche intense,
magari all’inizio dell’estate e dell’autunno ma
normalmente le giornate sono soleggiate e
calde. Il periodo ideale per visitare Barcellona,
è da maggio alla fine di giugno, senza il rischio
di trovare la folla di luglio ed agosto.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

info utili

TRASPORTI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

I MIGLIORI TOUR E COSE DA FARE
Il team di esperti di Musement seleziona le migliori cose da fare in tutto il
mondo con diverse opzioni per tutte le tasche. Le nostre offerte spaziano dalle
escursioni per piccoli gruppi con guide private, agli ingressi ai musei e alle mostre senza fare la fila, oltre a molte altre esperienze indimenticabili.
MIGLIOR PREZZO GARANTITO
Se trovate la stessa attività a un prezzo più basso da un’altra parte, noi pareggeremo l’offerta.

ESPERIENZE

Sagrada Familia: biglietti senza fila
L’edificio nel corso degli anni è diventato uno dei segni distintivi
universalmente conosciuti della città e del Paese. È visitato da
milioni di persone ogni anno e molti altri studiano il suo contenuto architettonico e religioso. A Barcellona è impossibile non
visitarlo, risparmia tempo prezioso per visitare il capolavoro di
Antoni Gaudì.
INFORMAZIONI
DURATA : 1 giorno
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni
PREZZO : da € 18,50

Parco Güell: biglietti salta fila
Questo è senza dubbio uno dei luoghi più magici della capitale
catalana. Il parco è stato progettato dal famoso maestro del
Modernismo Catalano, commissionato dall’industriale e politico spagnolo Eusebi Güell all’inizio del XX secolo. Sarai deliziato dai suoi mosaici colorati e dai colonnati ornati da colonne
doriche. Una volta entrato, sarai accolto dalla famosa statua
della salamandra multicolore chiamata “El Drac”.

Cerchi un prodotto specifico? Hai bisogno di aiuto in fase di ordine? Il nostro
team di assistenza clienti è qui per aiutarvi passo dopo passo.
ACQUISTI FACILI E SICURI
Trattiamo le tue carte e i tuoi dati con cura. Prenota la tua attività attraverso il
nostro sito web e le nostre app e riceverai una conferma immediata.

INFORMAZIONI
DURATA : 1 giorno
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni
PREZZO : da € 9,00

PRENOTA ORA

la
lta a
sa cod

ASSISTENZA CLIENTI 24/7

SCELTI PER VOI da

PRENOTA ORA

Scopri TUTTE LE ATTIVITA’ A BARCELLONA
n
no ere
da rd
pe

Camp Nou: tour dello stadio e Museo del
Barcelona
Questo biglietto include l’ingresso al museo e il tour. Il FC
Barcelona, noto anche come il grande ‘Barça’, è una delle
squadre di calcio più famose d’Europa e del mondo. Il museo
offre una spiegazione dettagliata sulla storia di questo grande
club. Verificare il calendario,l’orario può subire variazioni.
INFORMAZIONI
DURATA : 1 ore 30 minuti
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni
PREZZO : da € 23,00
13

14

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Musement è una piattaforma online che permette ai viaggiatori di scoprire, prenotare e acquistare
le migliori attività, gli ingressi alle mostre e ai musei, i pass e le visite guidate per qualsiasi destinazione.

ESPERIENZE

Acquista online le migliori attività, gli ingressi alle mostre e ai
musei, i pass e le visite guidate.

la
lta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

La Pedrera (parola catalana che significa “cava”), conosciuta
anche come Casa Milà, è stata costruita tra il 1906 e il 1912,
diventando un punto di riferimento artistico tra i più innovativi.
Considerato uno degli edifici più importanti del XX secolo,
grazie alla sua spettacolare facciata e alla sua originalissima
terrazza, la Pedrera è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità
dall’Unesco nel 1984. Non fare la coda...risparmia tempo

Approfitta di oltre 100 sconti in musei, attrazioni,
tour, negozi e molto altro
Ricevi una guida turistica gratuita con tutte le
informazioni indispensabili

Tempo libero: sono previsti sconti fino al 50%
in 12 attività, tra le quali si possono nominare
il Casinò di Barcellona (ingresso e cocktail di
benvenuto), l’Aquarium di Barcellona, lo Zoo di
Barcellona, il Poble Espanyol, la Gaudí- Experience e altro.

Vita notturna: potrai avere fino al 30% di
sconto in 3 locali notturni di Barcellona: Milano
Cocktail Bar, The Michael Collins Bar e Bcn
NightCard.
Negozi e ristoranti: sono previsti sconti fino al
20% in ristoranti, negozi e altri servizi come il
Locker Barcellona.
Mobilità: potrai viaggiare gratis e illimitatamente per due giorni sui mezzi pubblici e avere
sconti in servizi quali Barcelona Moto, Barcelona Rent a Bike, Cooltra Motos e Moto Rent
& Renting.
La Barcellona Card Express è valida dal 2
gennaio fino al 31 dicembre 2015.

Casa Batlló: biglietti salta fila con videoguida
Casa Batlló, capolavoro e gioiello architettonico progettato
dall’architetto catalano di fama mondiale Antoni Gaudí, punto
di riferimento fondamentale del Modernismo - versione catalana dell’Art Nouveau - si trova su Passeig de Gràcia, il viale
più elegante di Barcellona. La visita è completata dal vestibolo
e dalla scalinata principale della casa e in lingua italiana.
INFORMAZIONI
DURATA : 1 giorno
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
PREZZO : da € 21,50

Tour in bicicletta a Barcellona
Questo tour guidato in bicicletta vi permetterà di conoscere
Barcellona in modo rilassante, pedalando senza fretta per le
sue strade e le sue piazze. Le esperte guide locali vi faranno
scoprire angoli splendidi e vi racconteranno la storia della città
attraverso aneddoti curiosi. Lungo il cammino si effettuano
varie fermate, per ascoltare le spiegazioni storiche della guida
e scattare fotografie.

elenco completo
delle attività e dei
musei

ORDINA ORA

INFORMAZIONI
DURATA : 3 ore (min gruppo 20 px)
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni (in inglese)
PREZZO : da € 22,00

Prezzo a partire da 20,00 €
15

16

PRENOTA ORA

PRENOTA ORA

n
no ere
da rd
pe

Visite e tour: avrai fino al 50% di sconto in 16
visite e tour in città, tra i quali figurano il Barcellona Ciclotour, il Barcellona Port Tour, il Catalunya Bus Turístic, le Cantine Codorniu, il Vesping Barcelona, i Walking Tour Picasso e molto
altro ancora.

Intrattenimento: potrai assistere con sconti
fino al 20% a 7 spettacoli. Qualche esempio? Il
Gran Galà Flamenco, il Patio Andaluz, il Tablao
de Carmen.

INFORMAZIONI
DURATA : 1 ora
DISPONIBILITÀ : tutti i giorni dalle 9.00 alle 20.00
PREZZO : da € 20,50

la
lta a
sa cod

Musei e luoghi di interesse: potrai avere fino
al 60% di sconto in 48 musei e importanti attrazioni della città, tra i quali si contano la Basilica della Sagrada Familia, la Casa Museo
Gaudí, la Fondazione Joan Miró, La Pedrera,
Casa Batlló, il Museo d’Arte Contemporanea di
Barcellona (MACBA), il Museo di Storia della
Catalogna, il Museo del Modernismo Catalano
(MMCAT), Camp Nou Experience e molti altri.

ESPERIENZE

La Pedrera: biglietti salta fila con audioguida

Viaggia gratis e illimitatamente per due giorni sui
mezzi pubblici di Barcellona

La Barcellona Card Express ti consentirà di
sfruttare al meglio il tuo soggiorno nella splendida città catalana! Per due giorni potrai viaggiare gratis e illimitatamente sui mezzi pubblici
e avrai più di 100 sconti in musei, attrazioni,
tour, attività per il tempo libero, intrattenimento,
vita notturna, negozi e ristoranti.

SCELTI PER VOI da

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Barcellona Card Express

ESPERIENZE

CONSIGLI UTILI

la
lta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Sagrada Familia

Carrer de la Marina 253 - Barcellona
Considerata il capolavoro dell’architetto Antoni Gaudí, grande
esponente del modernismo catalano, la sua edificazione inizió
nel 1882 ed é tuttora incompleta. Ogni parte del progetto é ricca
di simbolismi cristiani e l’esterno mostra una trasposizione della
chiesa cattolica, le guglie infatti rappresentano gli apostoli, i santi
e la madonna. Le tre facciate della cattedrale, la facciata della
nativitá, della passione e della gloria, mostrano invece la vita di
Gesú.

2

Plaça de Santa Maria, 1 - Barcellona
Migliore esempio dello stile gotico-catalano, la chiesa, costruita
tra il 1329 e il 1383, è dedicata alla patrona dei marinai ed è
soprannominata “chiesa del popolo” . La sua uniformità architettonica è dovuta alla velocità con cui vennero compiuti i lavori,
finanziati da mercanti e costruttori navali. Questa chiesa veniva
visitata da tutti coloro che dovevan avventurarsi in viaggi per
mare, e al suo interno appeso alla statua della vergine vi è il
modellino di una nave.

DA VISITARE

3

TiP

chiese...................................................pag 1
palazzi..................................................pag 5
musei....................................................pag 9
monumenti e strutture..........................pag 13
teatri.....................................................pag 21
varie......................................................pag 23

Santa Maria del Mar
Santa Maria del Mar

La Cattedrale
Catedral de la Santa Creu i Santa Eulàlia

Calle de Santa L - Barcellona
La costruzione della cattedrale gotica della città è in gran parte
merito del persistente impegno cittadino: i lavori cominciarono
nel XIII secolo e si conclusero nel XIX. Oggi sorge al limite della
superficie occupata dall’originaria colonia romana. All’interno è
formata da tre navate coperte da volte a crociera e la facciata è
fiancheggiata da due torri ottagonali. Il suo chiostro ombroso,
con il mormorio dell’acqua e gli alberi da frutta, ricorda un paesaggio romantico.

(tourist informations in pills)

chiese.............................................pag 14
palazzi............................................pag 16
musei..............................................pag 20
strutture..........................................pag 24
piazze/vie.......................................pag 28
monumenti - teatri..........................pag 30
parchi..............................................pag 34
varie................................................pag 36
tibidabo...........................................pag 38

4

Santa Maria del Pi
Santa Maria del Pino

Carrer del Cardenal Casañas, 7 - Barcellona
L’edificio attuale fu edificato tra il 1320 e il 1391 e si dice che fu
costruito sopra una chiesa paleocristiana. La chiesa spicca per
le sue enormi vetrate rosa e multicolorate. La facciata è gotica e
ha un grande rosone al centro del diametro di 10 m, alle estremità delle basi del timpano ci sono due pigne che testimoniano
il nome della chiesa; l’interno è a navata singola e l’altare è in
alabastro. Il campanile è molto caratteristico, alto 54 mt, e con
6 campane.

Casa Batllo © tato grasso

17

18

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

CHIESE

Sagrada Familia

la
l ta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Palazzo del Barò de Quadras - Casa Asia
Palau del Barò de Quadras - Casa Asia

Av Diagonal, 375 - Barcellona
Il Palau del Barò de Quadras di Puig i Cadafalch fu eretto tra
il 1902 e il 1904 ed è caratterizzato sulla facciata da minuziosi
intagli neogotici e belle vetrate. Dal 2003 è sede della Casa Asia,
un centro culturale le cui iniziative sono dedicate al continente
asiatico e alla zona del Pacifico.

Casa Mila Di Gaudì
2
Casa Mila

Carrer de Provença, 261 - Barcellona
La casa Mila di Gaudì, conosciuta anche come “La Pedrera” è
uno degli edifici più amati dai turisti. Essa copre una vasta area e
include 2 grandi terrazze circolari grazie alle quali tutte le stanze
della struttura godono di molta luce. Non presenta tante decorazioni ornamentali ne tanti colori, ed è costruita interamente di
pietre naturali. Indubbiamente la parte più interessante è il tetto,
dal quale si può ampiamente ammirare la città e vari camini surrealistici.

3

Casa Batllò

Passeig de Gràcia, 39 - Barcellona
Il progetto di casa Battlò nacque nel 1904 quando Joseph Battlò,
altolocato industriale, propose a Gaudì il compito di ristrutturare
un palazzo. I piani più bassi eran dedicati al proprietario mentre
quelli più alti eran destinati ad essere affittati. Sia la posizione,
nei pressi delle più importanti architetture moderniste che le ridotte dimensioni della facciata erano una sfida per Gaudì che
riuscì, solo dopo tre anni di lavoro, a finire sorprendentemente
il progetto.

4

Casa Amatller
Casa Amatller

Paseo de Gracia, 41 - Barcellona
Questo edificio, che risale al XIX secolo, è opera di Puig i Cadafalch; esso presenta finestre in stile gotico e un timpano con scalinata preso intenzionalmente in prestito dall’architettura urbana
olandese. Nella sua facciata si finestre di ispirazione gotica, una
profusione di ceramiche e una cornice a gradoni che ricorda
l’architettura olandese. Esso è testimonianza di quanto fosse
eclettico il modernismo.

19

20

la
lta a
sa cod

Casa Batllò

PRENOTA ORA

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

PALAZZI

CHIESE

1

la
lta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Carrer del Consell de Cent, 351 - Barcellona
Costruita nel 1905, questa casa rappresenta il contributo che
Domènech i Montaner fece alla Manzana de la Discordia.
All’esterno vi sono intagli in stile art nouveau e il luminoso ingresso invece è piastrellato con un motivo principalmente floreale. Al primo piano vi è un vortice di sculture, sontuosi mosaici e
decorazioni eccentriche da impressionare chiunque.

6

Casa Calvet
Casa Calvet

10

Casa Cuadros
Casa Cuadros

La Rambla 82 - Barcellona
Impossibile non notare questo particolarissimo edificio caratterizzato da un dragone verde che dall’alto scruta La Rambla
tenendo “in mano” un ombrello, e da ombrelli posti a decorazione
della facciata. La Casa rappresenta un vecchio negozio di ombrelli risalente alla fine del diciannovesimo secolo abbellito con
riferimenti allegorici all’Oriente e all’Egitto. Oggi il negozio non
c’è più e l’edificio, uno dei punti d’interesse più fotografati della
via, ospita una banca.

Palazzo Della Musica Catalana
Palau de la Musica Catalana

11

Calle de San Pedro Mas Alto, 14 - Barcellona
Questa sala da concerto è uno dei punti più eccelsi dell’architettura
modernista e appartiene al Patrimonio Universale dell’Umanità.
L’edificio fu costruito tra il 1905 e il 1908 da Lluìs Domènech i
Montaner per la società musicale Orfeo Català con la collaborazione di alcuni tra i più importanti artisti catalani del tempo.
All’inizio fu concepito come un tempio per il Rinascimento Catalano; dopo il 1990 subì diversi cambiamenti, tra i quali la costruzione dell’auditorium.

8

Casa della Città di Barcellona
Casa de la Ciudad de Barcelona

Plaça St Jaume 1 - Barcellona
Palazzo elegante situato nel centro storico della città di fronte al
Palazzo della Generalitat della Catalogna. La struttura attuale
è il risultato di costruzioni risalenti a epoche diverse. La bella
facciata principale è del XVIII secolo, nonostante la sua origine
sia del 1369, anno in cui cominciò l’edificazione del Salone dei
Cento. All’interno sono infine da ammirare diverse opere d’arte
dei grandi maestri catalani.

Carrer de Casp 35 - Barcellona
Risalente al 1899 l’edificio venne progettato e realizzato da
Gaudí per il proprietario di una fabbrica di tessuti, Pere Calvet. I
dettagli che fanno della facciata un lavoro unico sono i simboli:
sopra alla porta c’è l’iniziale del proprietario e accanto c’è un
cipro, simbolo dell’ospitalità. Molti la considerano come l’opera
più conservatrice dell’architetto catalano; a differenza delle altre
strutture ideate da Gaudì, Casa Calvet presenta infatti una facciata simmetrica.

7

9

Antico Ospedale della Santa Croce
Antic Hospital de Santa Creu

Calle del Hospital, 56 - Barcellona
In questo complesso era ospitato nel XV secolo il più importante
ospedale della città. Oggi L’Antic Hospital de la Santa Creu ospita la Biblioteca Nazionale di Catalogna, con la più completa
collezione di documenti che ripercorrono la lunga storia della regione. Nel Medioevo, periodo di splendore per questo ospedale,
l’Antic Ospital era ritenuto tra i migliori d’Europa. La sua costruzione cominciò nel 1401 sotto il regno di Marti, e subì ampliamenti
nel XVI e XVII secolo.

Palazzo del Governo di Catalunya
Palau de la Generalitat de Catalunya

12

Plaça St Jaume 3 - Barcellona
Sede della presidenza della Generalitat de Catalunya (nome
con cui viene indicato il sistema amministrativoistituzionale per
il governo autonomo della comunità della Catalogna), l’origine
dell’edificio è medievale (1289) e come pochi in Europa il governo catalano ha avuto modo di usare la stessa sede più o meno
ininterrottamente sin da quei tempi. Oggi il palazzo ci appare in
tutta la sua bellezza come un misto di stile gotico, gotico fiammeggiante, rinascimentale e barocco.

Palazzo Guell
Palau Guell

Calle Nueva de la Rambla, 3-5 - Barcellona
Quest’opera di Gaudì, come la maggior parte dei suoi lavori, è
caratterizzata dall’aspetto maestoso, che si esprime sia nella facciata che nella sala, coperta da una cupola attraversata da una
luce naturale. Sul tetto si ergono circa venti comignoli con sorprendenti cappellucci di ceramica policroma. E’ una delle opere
dell’architetto che sono state nominate patrimonio dell’umanità
dall’UNESCO. È stato costruito tra il 1885 e il 1889 per il ricco
industriale Eusebi Güell.

21

22

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Casa Lleò Morera
Casa Lleò Morera

PALAZZI

5

PALAZZI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Fondazione Antoni Tapies
Fundaciò Antoni Tapies

Carrer d’Aragó, 257 - Barcellona
La fondazione fu creata nel 1984 dall’artista Antoni Tàpies con lo
scopo di diffondere l’arte contemporanea utilizzando diverse tipologie del sapere umano. La struttura fu progettata dall’architetto
Domenech i Montaner. All’interno si trova una delle collezioni più
complete di Tàpies ma durante l’anno vengono ospitate anche
opere di altri artisti. L’edificio contiene anche una biblioteca specializzata in opere di artisti contemporanei.
Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00. Ingresso € 7; ridotto € 5,60.

2

Centro della Cultura Contemporanea-CCCB
Centre de Cultura Contemporània - CCCB

Calle de Montalegre, 5 - Barcellona
Il CCCB è un complesso di auditorium, aree per l’allestimento
di mostre e sale per conferenze che fu aperto nel 1994 in un
edificio che fu sede, nel XVIII secolo, di un ospizio. Lo spettacolare cortile, e anche vastissimo, è delimitato da un ampio
mura di pietra. Con la sua superficie di 4500 mq suddivisa in
quattro distinte aree, il centro ospita eventi, mostre e rassegne
cinematografiche.
Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00, giovedì 11-22. Ingresso € 4,50.

3

Macba, Museo d’Arte Contemporanea
MACBA, Museu d’Art Contemporani

Calle de Ferlandina, 1-21 - Barcellona
L’apertura del MACBA, centro culturale di portata internazionale,
nel 1994 è stato un evento che ha contribuito a dare vitalità a
questo quartiere. Al pianterreno e al primo piano vi sono pezzi
riguardanti la galleria stessa e sono talmente tanti che solo una
parte può essere messa in mostra; ci sono opere di Tàpies, Brossa, Klee e Calder. La galleria ospita anche mostre temporanee
e una fornita libreria d’arte.
Lunedì-venerdì 11.00-19.30; sabato 10.00-20.00; domenica 10.00-15.00. € 8.

4

Museo dell’Erotico
Museu de l’Erotica

Rambla de San Jos - Barcellona
All’interno di questo museo si possono osservare i vari modi
in cui ci si può dedicare a uno dei divertimenti più antichi del
mondo. Nel museo ve ne è di ogni tipo. Vi sono molti materiali di
interesse storico, come per esempio dei bassorilievi indiani che
mostrano vari aspetti dell’amore tantrico, delle incisioni del XVIII
secolo rappresentanti le posizioni del Kama Sutra e così via. Vi
sono anche stanze delle torture del sadomaso.
Lunedì-sabato 10.00-20.00 (ottobre-maggio); 10.00-21.00 (giugno-settembre). € 8.

23

24

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

musei

PALAZZI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Carrer de Montcada, 13 - Barcellona
Il museo apre le porte al pubblico il 9 Marzo 1963, con sede nel
palazzo Aguilar. Esso rappresenta la volontà ferma dell’artista
di lasciare una sua impronta in questa città. Esso però non espone tutta l’esperienza artistica del pittore ma solo quello che
è definito “periodo blu” che copre i primi anni del ‘900. Il nome
del periodo è dovuto al fatto che Picasso dipingeva in maniera
monocromatica, utilizzando il blu in tutte le sue sfumature.

Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00. Ingresso € 2,50.

Museo della Cioccolata
Museu de la Xocolata

10

Calle del Comercio, 17 - Barcellona
Gli amanti del cioccolato saranno sicuramente entusiasti di visitare un simile museo. All’interno, durante la visita, è impossibile
non farsi venire l’acquolina in bocca, ripercorrendo la storia e
le origini del cioccolato, il suo arrivo in Europa e i numerosi miti
e immagini che ruotano intorno a questo alimento. Si possono
vedere esposti anche modelli, ovviamente di cioccolato, di edifici
famosi come la Pedrera e la Sagrada Familia.

Fondazione Miro’
Fundacio Miro’

Avinguda de Miramar, 7 - Barcellona
Costruita nel 1981 e contenente più di 5000 disegni, centinaia di
opere grafiche, 150 sculture e 9 arazzi la fondazione voleva essere per Mirò un centro di incontro e di studio dell’arte contemporanea. L’edificio rispecchia il gusto artistico del fondatore: esso
è un blocco di cemento armato strutturato attorno a due giardini
con sculture dell’artista miste ad altre opere contemporanee. Al
suo interno offre il Cafè de e la Fundacìo Mirò.

Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00; domenica fino alle 15.00. Ingresso € 4,30.

7

Museo Marittimo di Barcellona
Museu Marítim de Barcelona

Avinguda de les Drassanes, 1 - Barcellona
L’edificio è di stile gotico, costruito nel 1283 e rimaneggiato, senza cambiare tuttavia la pianta originale. Il museo contiene navi,
reperti risalenti all’inizio dell’età cristiana, armi, pezzi d’artiglieria,
una sezione legata all’epoca della propulsione meccanica, dipinti
di velieri e armatori, lavori di cartografia nautica e strumenti nautici-astronomici. Notevole è la riproduzione a grandezza naturale
della galea regale, nave ammiraglia a Lepanto.

Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00. Ingresso € 11; ridotto € 6.

6

9

Martedì-sabato 10-19(ott-giu) e 10-20(lugl-sett); giovedì 10-21.30; domenica 10-14.30.

Museo di Storia Catalana
Museu de català d’Història

11

Museo Nazionale d’Arte della Catalunya
Museu Nacional d’Art de Catalunya

Plaza de Pablo Vila, 3 - Barcellona
Un tempo adibito a magazzino, questo edificio dagli anni ‘90 è
sede del Museo di Storia Catalana, una specie di presa di posizione patriottica, ma in ogni caso interessante. Al secondo e
terzo piano vi sono le mostre permanenti che conducono i visitatori in un viaggio nella storia dall’età della pietra fino agli anni ‘80
del secolo scorso. Presenta una panoramica istruttiva e divertente di 2000 anni di storia catalana.

Mirador del Palau Nacional, 3-15 - Barcellona
Il museo è ospitato dal Palau Nacional e le sue opere offrono una
panoramica stupefacente di 8 secoli di storia catalana. Ha un
totale di 250.000 pezzi e svolge anche una funzione di restauro,
studio e conservazione. Il tesoro più importante del museo sono
le pitture murali che rappresentano Cristo in gloria, la vergine
Maria e i santi, recuperate da chiese del X secolo sparse nei
Pirenei. Furono aggiunte una parte di numismatica e fotografia.

Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19; mercoledì fino alle 20, domenica fino alle 14.30. € 4

Martedì - sabato 10.00 - 19.00; domenica fino alle 14.30. Ingresso € 10.

8

Museo delle Cere
Museu de Cera

12

Pje de la Banca, 1-3 - Barcellona
All’interno di questo museo si possono ammirare circa trecento
statue di cera, dal principe Calo al fianco di Camilla, a Yasser
Arafat. Lady D. è posta da tutt’altra parte, intenta ad aiutare
Madre Teresa. I protagonisti di Guerre Stellari danno vita ad una
simpatica scenetta altamente futuristica, facendo sembrare il famoso Don Chisciotte un pò fuori luogo. C’è anche la camera
degli orrori.

Forum Caixa
Caixaforum

Avinguda del Marquès de Comillas 7 - Barcellona
L’edificio, progettato da Puig i Cadafalch, è un grande esempio
di modernismo industriale. Grazie alla Fundaciò “la Caixa” che
nel corso degli anni lo restaurò più volte conservandone le caratteristiche principali, oggi il Forum ospita mostre e varie attività
culturali.
Aperto da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 20:00. Sabato e domenica dalle 10:00 alle
21:00. Ingresso gratuito.

Lunedì-venerdì 10-13.30 e 16-19.30; sabato-domenica 11-14 e 16.30-20.30. € 15.

25

26

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Museo Picasso
Museu Picasso

musei

5

musei

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Porto Olimpico
Port Olimpic

Muelle de Mestral - Barcellona
Il Porto, situato di fronte alla Villa Olimpica, occupa circa 25 ettari che sono stati sottratti al mare e combina gli scopi nautici
con la frequentazione dei cittadini; esso infatti è dotato di scuole
e servizi per chi naviga e di dozzine di ristoranti e bar per chi
invece rimane a terra.

2

Peix, Frank Gehry
Peix, Frank Gehry

Paseo Mar - Barcellona
Questa enorme scultura è stata disegnata da Frank Gehry, e
si erge ai piedi del Port Olimpic, di fronte al mare. Essa rappresenta una balena alta 35 metri, costituita da nastri d’acciaio
color rame tutti intrecciati, che luccica al soli. Questa struttura fu
allestita nel 1992.

3

Zoo di Barcellona
Zoo de Barcelona

Paso del Instituto Escuela - Barcellona
Lo Zoo di Barcellona è da sempre un’attrazione per tutti i turisti. Nel 2003 è avvenuta la morte dell’attrazione principale dello
zoo, il gorilla albino Floquet de Neu (Fiocco di Neve); nonostante
questo avvenimento lo zoo non ha diminuito il considerevole numero di visite. All’interno dello zoo ci sono molti animali in esposizione; vi è anche un ristorante, una zona pic-nic, un negozio,
macchine elettriche, pony ed un mini trenino.

4

Fontana di Canaletes
Font de Canaletes

Rambla de Canaletes 129 - Barcellona
Situata all’inizio delle Ramblas quasi a Placa de Catalunya è uno
dei luoghi più significativi della città. E’ l’equivalete della Fontana
di Trevi, ma senza rimetterci neanche una monetina. Una diceria
popolare invita i turisti a bere la sua acqua perché «qui beu de
canaletes, torna a la ciutat» (“chi beve dal canalete, torna alla
città”). Inaugurata nel XIX sec. è famosa per essere il posto in
cui i tifosi del Barcellona si ritrovano per festeggiare i successi
della squadra.

27

28

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

strutture

MUSEI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

La Rambla 89B - Barcellona
Animato e colorato come un mercato napoletano, ordinato come
uno svizzero La Boqueria, o Mercat San Josep, è uno dei mercati alimentari più visitati del mondo. Ospitato all’interno di un
grande edificio in ferro è certamente il più famoso e colorato di
Barcellona e il più grande della Spagna. Qui risulta facile scoprire perché la cucina mediterranea sia famosa in tutto il pianeta
grazie ai suoi ingredienti unici. E’ un insieme di colori e profumi,
di catalani e turisti.

6

Mosaico di Mirò
Mosaic Miro

Transbordador Aeri
Transbordador Aeri

Moll Nou 92 - Barcellona
Con i suoi 1300 metri di percorso, il Transbordador Aeri attraversa tutte le acque del porto. Esso è sostenuto da due torri: la torre
di Sant Sebastià, alla Barceloneta, e la torre di Juame I, situata
vicino al World Trade Center Barcelona; un’altra stazione si trova
a Miramar. Collega il porto di Barcellona con la montagna del
Montjuïc, venne costruita in vista dell’Esposizione Universale del
1929 dall’architetto Carles Buïgas e inaugurata nel 1931.

Rambla de Mar
Rambla de Mar

11

Rambla del Mar - Barcellona
Questa sinuosa passerella prolunga le Ramblas sulle acque del
porto, fino al Maremagnum, grande centro commerciale con negozi, ristoranti e bar. Questo ponte pedonale ruota su se stesso
per permettere alle navi di entrare nel porticciolo, è stato costruito durante le Olimipiadi del 1992. Sulla banchina del porto,
Rambla del Mar appunto, troviamo l’Acquario e il cinema Imax
oltre ad una fantastica vista del mar Mediterraneo.

8

Acquario di Barcellona
Aquari de Barcelona

Paseo de Itaca - Barcellona
Questo acquario è stato aperto nel 1995 e si vanta di essere
il più grande d’Europa;infatti presenta la più vasta collezione di
pesci del Mediterraneo, suddivisa in 21 vasche, tra le quali la
galleria degli squali, lunga 80metri, che è indubbiamente uno
dei momenti più interessanti della visita. Vi sono anche pesci
provenienti dal Mar Rosso e dai mari caraibici. Un’area interattiva ospita pinguini provenienti dall’Antartico e una vasca di razze
che si possono accarezzare.

10

La Rambla 69 - Barcellona
Sulla Rambla è possibile calpestare un mosaico di Mirò senza
saperlo. L’opera è caratterizzata da un mosaico colorato di piastrelle di forma circolare situato di fronte al Teatre de Liceu vicino all’omonima fermata della Metro e proprio al centro della
Rambla. L’artista catalano lo ha lasciato in omaggio a questa
splendida strada. Con un po’ di pazienza e altrettanta fortuna è
possibile cercare e trovare nel mosaico una mattonella firmata
dal pittore stesso.

7

9

Fontana Magica
Font Màgica

Avinguda de la Reina Maria Cristina - Barcellona
La Fontana Magica, situata ai piedi della collina di Montjuic, fu
ideata dall’ingegnere Carles Buigas, unendo in modo molto originale acqua, luce e colore. Questa fontana con i suoi vari cerchi
concentrici di getti permette di creare una bellissima e mutevole
scultura d’acqua di grande plasticità: uno spettacolo di ritmo musicale e poetico che la città offre ai suoi visitatori.

Maremagnum
Maremagnum

12

Port Vell - Barcellona
Il Maremagnum è un centro commerciale che comprende negozi, ristoranti e vari spazi per il tempo libero. Si distingue dagli
altri perchè è aperto tutti i giorni, compresi la domenica e i festivi,
salvo il 25 Dicembre e l’1 Gennaio. All’interno si trovano negozi
che vendono tutto quello di cui uno ha bisogno e anche bar e
ristoranti.

Torri Veneziane
Torres Venecianes

Avinguda de la Reina Maria Cristina 2 - Barcellona
Le due torri, costruite nello stesso periodo in cui fu edificata la
piazza, intorno al 1929, sono così definite perchè richiamano il
campanile di San Marco di Venezia. Alte, massicce e dalla forma
inequivocabile fanno da preludio al promontorio di Montjuic.

29

30

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Mercato della Boqueria
Mercat De La Boqueria

strutture

5

strutture

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Quartiere e Spiaggia “La Barceloneta”
Barrio E Playa “La Barceloneta”

Paseo Mar - Barcellona
La Barceloneta è il vecchio quartiere dei pescatori della città:
una zona popolare, un labirinto di piccole stradine intrecciate intorno al mercato, oggi ristrutturato in modo audace. La maggiore
attrattiva della Barceloneta è la spiaggia, una lingua di sabbia
che si snoda dal frangiflutti alla Villa Olimpica. Durante l’estate
questa zona è affollata da turisti provenienti da tutti il mondo,
l’animazione per le strade non ha sosta e in spiaggia si resta
fino all’alba.

2

Quartiere “La Riva”
La Ribera

Placeta de Montcada 9 - Barcellona
In questo luogo, centro cittadino e cuore commerciale della città
nei secoli XIII e XIV, si respira l’aria della Vecchia Barcellona. E’
uno dei quartieri storici della metropoli ed è caratterizzato dalla
presenza di artisti, gallerie d’arte e musei che si mischiano ai locali notturni, questa è infatti anche una delle zone più frequentate
di Barcellona. Qui troviamo: la chiesa di Santa Maria del Mare,
il Mercato del Born, il Palazzo della Musica Catalana e il Museo
Picasso.

3

Passeig de Gràcia
Passeig de Gràcia

Passeig de Gràcia - Barcellona
Principale asse verticale e via più elegante della città, anche grazie alle opere di architettura modernista di Antoni Gaudí e Lluís
Domènech i Montaner, questa strada ha sempre rappresentato il
fulcro della vita mondana di Barcellona e ancora oggi costituisce
il viale più bello e suggestivo della metropoli. Questa è inoltre
una delle vie più care di Spagna sia per quanto riguarda il costo
degli appartamenti che per i prezzi proposti dai negozi presenti.

4

Piazza di Catalunya
Plaça de Catalunya

Plaça de Catalunya - Barcellona
Famosa per le numerose sculture, per le statue, per i monumenti
e per le fontane di stile neoclassico e d’avanguardia, è la piazza
più importante di Barcellona. Attorno ad essa si concentrano la
finanza, il commercio ed il turismo della capitale catalana. Questo luogo, edificato dall’architetto Francisco Nebot e risalente al
1927, divide i quartieri vecchi dalla parte più recente della città.
Merita una visita El Corte Inglés, il più grande centro commerciale della Spagna.

31

32

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

piazze / vie

strutture

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Plaça de Sant Jaume - Barcellona
Cuore del Barri Gotic, la Placa Sant Juame è il cuore amministrativo e politico della città ed anche una delle più antiche e
importanti piazze della capitale. Alle estremità opposte si trovano
il Palau de la Generalitat ( sede del governo autonomo catalano)
e la Casa de la Ciutat ( il municipio ). Il suo nome attuale deriva
dal nome della parrocchia Sant Juame che vi sorgeva dall’età
medievale fino all’abbattimento nel 1823.

6

Quartiere Gotico
Barrio Gotico

Piazza di Spagna
Plaça d’Espanya

Plaça d’Espanya- Barcellona
La Placa d’Espanya, con la sua fontana monumentale, rappresenta uno dei punti più importanti della città, in quanto essa collega l’accesso meridionale alla città dalla costa mediante grandi
arterie urbane, come ad esempio il Paral-lel. La piazza ospita
anche la Porta del Montjuic e l’area tradizionalmente occupata
dalla Fiera di Barcellona. Nelle sere d’estate offre un privilegiato
scenario di concerti e altri spettacoli.

Piazza Reale
Plaza Real

11

Plaza Real - Barcellona
Questa piazza è priva di traffico, ma dietro alle sobrie facciate
neoclassiche del XIX secolo si celano ristoranti, locali notturni,
bar e alberghi economici, ed è per questo che coloro che qui vi
abitano non trovano quasi mai pace. Questa grande piazza si differenzia dalle sue consimili di altre città spagnole per la presenza
delle eleganti palme, i lampioni di Gaudì e i tavoli al sole.

8

Quartiere Raval
Barrio el Raval

Plaça dels Àngels 7 - Barcellona
Si sviluppa a sinistra della Rambla ed è una zona che possiamo
definire “Ex”: ha un’ex nome (si chiamava Barrio Chino), è l’ex
quartiere dei toreri, dei ladri e anche delle prostitute. Oggi è invece luogo di tendenza che ospita il MACBA, il porto Olimpico,
numerose gallerie d’arte, localini fashion e ristoranti etnici. Va
detto però che del vecchio Barrio Chino non tutto è andato perduto: ci sono infatti ancora alcuni vicoli in cui è meglio non entrare.

10

Carrer de la Lleona 1-13 - Barcellona
Rappresenta non solo la storia della città e il centro della parte
vecchia di Barcellona ma anche storicamente il centro politico,
religioso e culturale della capitale fin dalle sue origini. Al suo interno sorgono infatti, oltre ai principali edifici pubblici, anche le
costruzioni più antiche come la Cattedrale e il Palazzo del Vescovo. Girando per il Barrio non è raro vedere appesi ai balconi
lenzuoli con insulti in catalano messi dai residenti che non sopportano i turisti.

7

9

Paese Spagnolo
Poble Espanyol

Oxford St 278 - Barcellona
Risultato di un’idea risalente all’Esposizione Universale del 1929
e maturata dall’architetto Josep Puig i Cadafalch il quale pensò
di riunire in un unico posto le costruzioni caratteristiche di tutta la Spagna. E’ un museo all’aria aperta che occupa un’area
di 42000 m² e al suo interno riproduce edifici, piazze e strade
più rappresentative di alcune città spagnole. Il Poble permette
di conoscere e assaporare, senza girare la Spagna, i luoghi e i
sapori tipici della penisola.

La Rambla
La Rambla

12

La Rambla - Barcellona
Las Ramblas, lunga 1,2 km, è il viale centrale di Barcellona che
passa nel cuore della città. E’ fondamentalmente una strada
pedonale, con due strette strade a senso unico ai lati. Lungo la
Ramblas si tengono spettacoli, statue umane, mercatini e artisti
da strada. Ci sono anche dozzine di negozi e ristoranti, e non
mancano musei e monumenti. Il famoso pittore Miró ha creato un
mosaico circolare vicino al teatro Liceu, lungo la via.

Montjuïc
Montjuïc

Plaça de les Cascades 14-20 - Barcellona
Offre molteplici attrazioni: arte, cultura, storia e natura sono tutte
qui raggruppate. Questo promontorio, in grado di regalare uno
splendido panorama della città e il cui nome deriva dal catalano
medievale e significa “monte degli ebrei”, ospita: il Paese Spagnolo, il Castello, il Palau Sant Jordi, lo stadio Olimpico Lluís Companys, il Museu Nacional d’Art de Catalunya, la Font màgica, la
Torre de telecomunicaciones, il giardino botanico e il cimitero di
Montjuic.

33

34

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Piazza Sant Jaume
Plaça de Sant Jaume

piazze / vie

5

piazze / vie

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Arco di Trionfo
Arc del Triomf

Av de Vilanova - Barcellona
L’Arco di Trionfo fu progettato da Joseph Vilaseca in stile modernista per fungere da ingresso all’Esposizione Universale e
caratterizzato da una inconsueta muratura in stile islamico. Non
è chiaro quale trionfo si volesse celebrare, ed è molto difficile
calarsi nelle menti dei barcellonesi dei tardi anni ‘80 del XIX secolo. Sarebbe facile considerare questo monumento come una
rappresentazione della felicità e dell’ottimismo che dominava la
città in quel periodo.

2

Monumento a Colombo
Monument a Colombo

Plaza del Portal de la Paz - Barcellona
Questo monumento fu costruito nel 1888 per l’Esposizione Universale. Fu proprio a Barcellona che il famoso navigatore fece ai
compiaciuti monarchi cattolici i suoi resoconti sulle scoperte nelle
Americhe. Credenze popolari affermerebbero che Colombo abbia origini catalane, anche se in realtà non è così. Il monumento
è alto 60 metri e da questo punto si possono ammirare sia la
Rambla che i porti di Barcellona.

3

Gran Teatro del Liceu
Gran Teatre del Liceu

Rambla de Capuchinos, 51-63 - Barcellona
Questo teatro, uno dei grandi d’Europa, fu costruito nel 1847 ed
è conosciuto dagli abitanti di Barcellona semplicemente come
Liceu. Nella sua grandiosa sala a ferro di cavallo ospita 2300
posti a sedere. Nel 1994 la sala fu distrutta da un incendio, ma
le autorità cittadine riuscirono a ristrutturarla e a rendere il teatro
di nuovo operativo nell’ottobre del 1999. La Sala degli Specchi
e il grand foyer sono sopravvissuti all’incendio e ancora oggi in
buone condizioni.

4

Teatro Comunale
Ciutat del Teatre

Passeig de Santa Madrona 44 - Barcellona
Si tratta di uno spazio dedicato completamente alle arti sceniche.
E’ ospitato in edifici noucentisti costruiti per l’Esposizione Internazionale del 1929 e comprende il Mercato dei Fiori, il Teatro Lliure e l’Istituto del Teatro con un totale di sei sale e una capienza
di oltre 2000 posti.

35

36

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

monumenti / teatri

piazze / vie

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Parc Guell

Carrer d’Olot, 1-13 - Barcellona
Tra le opere di Gaudì, questo parco è stato una delle più imponenti e impegnative, dedicando ad esso gli anni 1900-1914.
Questo progetto non doveva essere solo un parco, infatti Gaudì
concepì questa idea come una specie di città-giardino ispirandosi al modello inglese. Gli abitanti non approvarono questo progetto, infatti fu accontonato per mancanza di fondi. Oggi è un
parco pubblico, e appare nell’elenco dei patrimoni dell’umanità
dell’UNESCO.

2

Parco Diagonale del Mar
Parc Diagonal del Mar

Calle de Jos - Barcellona
Questo parco copre quattordici ettari all’interno del quale si alternano dolci ondulazioni verdi e laghi, dova la terra e il mare si
incontrano. Questo parco è molto interessante poichè è caratterizzato dalle pergole metalliche, dai mille alberi e grattacieli che
offrono spettacolari viste panoramiche.

3

Parco della Cittadella
Parc de la Ciutadella

Paseo de Pujades, 18 - Barcellona
Questo bellissimo parco è perfetto per chi vuole passare un pò
di tempo in mezzo al verde. Dopo la guerra di successione spagnola Filippo V rase al suolo una parte della Ribera per costruirci
la fortezza della Ciutadella; per questo essa divenne un odiato
simbolo di tutto quello che i catalani detestavano di Madrid e dei
borbonici. Nel 1869 fu abolita e fu costruito il parco. Di grande
interesse è l’imponente cascata, creata da Fontsère con l’aiuto
di Gaudì.

4

Parco di Joan Mirò
Parc de Joan Mirò

Carrer de Tarragona - Barcellona
Il parco è un’opera basilare dell’urbanistica barcellonese degli anni ‘80, con una superficie che ricopre i quattro isolati
dell’Eixample e si alterna con spazi alberati e aree lastricate.
Esso è dominato dalla scultura di Joan Mirò “Dona i ocell”, che
raggiunge i 22 metri di altezza.

37

38

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

parchi

monumenti / teatri

Parco Guell

la
l ta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Camp Nou - F.C.Barcelona

Avinguda de Joan XXIII - Barcellona
Con i suoi 99mila posti, lo stadio del F.C.Barcellona è una delle
“cattedrali” calcistiche più importanti al mondo. Fu inaugurato nel
1957 e da allora è stato lo scenario delle gesta del Barca. Per gli
appassionati tifosi locali rappresenta una seconda casa; durante
l’anno riceve anche un milione di turisti interessati alle sue strutture e al suo museo, dove si trovano esposti i trofei della squadra
e gli oggetti e foto che testimoniano la sua gloriosa storia.

2

Padiglione Mies Van der Rohe
Pavellò Mies Van der Rohe

Plaça de Carles Buïgas 7 - Barcellona
Rappresenta un capolavoro dell’architettura moderna e fu costruito e progettato da Mies Van der Rohe come padiglione tedesco
per l’Esposizione Internazionale del 1929, al termine della quale
fu distrutto. In seguito, nel 1986, fu ricostruito uguale e nello stesso luogo e oggi ospita una fondazione dedicata all’architettura.

3

Castello di Montjuic
Castel de Montjuic

Camí del Mar - Barcellona
Dalla cima della collina, il Castello di Montjuic domina Barcellona
e tutta la sua costa. Esso fu costruito nel XVIIXVIII secolo, su un
fortino già esistente, che prima ancora era stato una torre di vedetta. Nel corso degli anni passò di mano in mano a diversi personaggi, come il duca di Peterborough e Filippo V, fino a quando
nel 1960 fu donato alla città dal dittatore Franco. All’interno ospita anche un Museo Militare, inaugurato nel 1963.

4

Torre Agbar
Torre Agbar

Avinguda Diagonal, 209 - Barcellona
La luminosa Torre Agbar, opera di Jean Nouvel, è diventata uno
degli elementi predominanti nell’orizzonte barcellonese, caratterizzato da pochi edifici di questa altezza. Essa riesce a non
passare inosservata, dato che nelle vicinanze non vi è alcun edificio in grado di competere per altezza. Le autorità sperano che
questa torre, insieme al Forum 2004, riesca a ridare vita all’area
de El Poblenou.

39

40

PRENOTA ORA

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

varie

parchi

Camp Nou - F.C.Barcelona

la
l ta a
sa cod

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

1

Monte Tibidabo
Tibidabo

Carretera de Vallvidrera al Tibidabo 95-111 - Barcellona
Collina alta 512 metri che domina Barcellona e offre un panorama sorprendente e meraviglioso della città. Il Tibidabo non è solo
una splendida risorsa della natura ma accoglie anche il secondo
più antico parco divertimenti d’Europa dopo il Prater di Vienna.
Ospita poi: la Veranda (belvedere dal quale si domina la città), la
chiesa dedicata a San Giovanni Bosco e al Sacro Cuore, il Tram
Azzurro, la Funicolare, l’Osservatorio astronomico Fabra e il Museo di Fisica Sperimentale.

2

Tempio Segreto del Sacro Cuore
Temple Sagrat Cor

Plaza del Tibidabo - Barcellona
Questa chiesa del Sacro Cuore fu costruita per espiare gli eventi
della Setmana Tragica del 1909, durante la quale le folle saccheggiarono le chiese di tutta Barcellona. In realtà si tratta di due
chiese, l’una sopra l’altra. Quella superiore è sormontata da una
gigantesca statua di Cristo ed è dotata di un’ascensore che vi
porterà sul tetto dove è possibile contemplare il panorama.

3

Parco delle Attrazioni
Parc d’Atraccions

Camino de Vallvidrera a el Tibidabo 4-6 - Barcellona
Il luna-park è il motivo per quale molti barcellonesi salgono sul
Tibidabo. Tra le attrazioni più gettonate ci sono i sette minuti
trascorsi nell’Hotel Krueger, una casa degli orrori, infestata da
attori che recitano la parte di Dracula, di Hannibal Lecter e di
altri famigerati personaggi. Un’altra interessante attrazione è il
Museu d’Automats, in cui sono conservati 35 fantocci automatici,
alcuni risalenti al 1980.

4

Torre de Collserola
Torre de Collserola

Carretera de Vallvidrera al Tibidabo 23-25 - Barcellona
Alta 288 metri, questa torre per le telecomunicazioni fu costruita tra il 1990 e il 1992 da Sir Norman Foster. All’esterno vi è
un’ascensore in vetro che conduce fino all’area panoramica, a
115 metri dal suolo. Si dice che in una giornata limpida si possa
vedere nel raggio di 70km.

41

42

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

tibidabo

varie

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

VUOI ESSERCI?

Queste guide, il portale weagoo.com e la promozione
della
3
4 città sono servizi offerti
gratuitamente a migliaia di
turisti.

servizio migliore, WeAGoo si
riserva di selezionare la presenza nelle proprie Guide, di
attività nelle seguenti categorie :

Weagoo si sostiene attraverso finanziamenti privati e
piccoli contributi economici di
sponsorizzazione.

pernottamento: hotel, bed and
breakfast, camping ecc.

Con l’intento di fornire all’
utilizzatore della guida un

servizi: farmacie, officine, negozi
in genere, assicurazioni ecc.

ristorazione: ristoranti, trattorie,
pizzerie, bar, gelaterie ecc.

Se hai una attività commerciale in questa città e ritieni
che i tuoi servizi possono essere utili al turista ed in linea
alla qualità offerta dalla guida,
scrivici a:
inguide@weagoo.com
potresti essere uno dei pochi
e selezionati sponsor.

THE CITY SPONSOR
Weagoo, con l’iniziativa TheCitySponsor, vi offrirà la presenza
esclusiva o privilegiata nelle schede informative turistiche nel
nostro portale per la città prescelta e sulle Guide prodotte durante la stampa dei punti di interesse della stessa , una vetrofania che identifica l’appartenenza esclusiva al network e il
mantenimento per un anno sui ns. server.
43

44

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

tibidabo

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

ITINERARI CONSIGLIATI
Barcellona, lo abbiamo già detto, può essere
considerata un grande palcoscenico che non
chiude mai le sue quinte. Di seguito diamo degli spunti per visitare le sue attrazioni artistiche,
paesaggistiche, architettoniche e di intrattenimento. Potrete spaziare tra arte romanica, gotica, modernista sino ad ammirare vere e proprie
opere d’avanguardia. La natura che arricchisce
Barcellona è davvero ricca e le spiagge cittadine saranno l’ideale per una pausa al sole. E
poi la costa catalana, ricca di scorci splendidi e
vivaci centri per le vacanze.
ITINERARIO 1: Dalla Barcellona medievale a
quella modernista
Il primo itinerario che vi proponiamo prevede
la visita al quartiere gotico, il nucleo medievale della vecchia Barcellona, nella mattinata e,
dopo un appetitoso pranzo nei pressi del mercato della Boqueria vi porteremo attraverso la
Rambla alla scoperta delle opere di Gaudì. Se
la Rambla, o meglio le Ramblas, visto che in
realtà si tratta di un viale di circa tre chilometri
costituito da cinque tratti (de Santa Monica,

CONSIGLI DI VIAGGIO

chiese...................................................pag 1
palazzi..................................................pag 5
musei....................................................pag 9
monumenti e strutture..........................pag 13
teatri.....................................................pag 21
varie......................................................pag 23

Itinerario 1

Sagrada Familia © Germanramos

45

46

dels Caputxins, de Sant Josep, dels Estudis,
de Canaletes), sono considerate il cuore pulsante di Barcellona, il Barrio Gotico rappresenta la storia di Barcellona. Così chiamato per
la presenza al suo interno di splendidi monumenti gotici, potrete riconoscere anche tracce
dell’antica città romana tra l’affascinate labirinto
di stradine da visitarsi esclusivamente a piedi.
Come partenza proponiamo Plaça del Seu (A)
dove ammirerete la Cattedrale cittadina dedicata a Santa Eulàlia e realizzata a cavallo tra
il XIV e il XV secolo in stile gotico. Imboccando
la stradina sul lato ovest della cattedrale raggiungerete la centrale Plaça Jaume I (B) nella
quale si ergono l’Ajutament e il Palau de la
Generalitat, la sede del governo regionale
caratterizzato da uno scenografico ingresso
gotico. L’Ajutament, invece, è in stile neoclassico e proprio dai suoi balconi venne proclamata la Repubblica spagnola nel 1931. Verso
via Laietana, merita una piccola deviazione la
Plaça del Rei: graziosa piazza rimasta intatta
nella sua struttura medievale. In uno degli an-

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

ITINERARI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

ITINERARIO 2:Raval, Montjuic e Parc Gűell
Situato ad ovest della Rambla, il quartiere
Raval dall’essere sempre stato considerato
malfamato ha ottenuto, a partire dalla fine
del secolo scorso, la nomea di quartiere bohemien, tanto da essere luogo frequentato
assiduamente da Picasso e tra i favoriti dal
grande scrittore catalano Manuel Vasquez
Montalban. Potreste iniziare visitando, in Plaça
dels Angels (A), ai margini del Barri Xines, il
Museu d’Art Contemporani de Barcelona
che oltre ad ospitare opere di artisti catalani
presenta pezzi di Tapiès, Klee e Calder. Nelle
vicinanze, in Carrer de l’Hospital non tralasciate l’Hospital de la Santa Creu (B), edificio
del XV secolo sede della Biblioteca nazionale.
Alcuni dei padiglioni interni dell’ospedale sono
adibiti ad aree espositive che spesso ospitano
interessanti mostre di artisti contemporanei. In
quest’area consigliamo la visita della chiesa
più antica della città ed uno dei pochi esempi di
romanico catalano ancora visionabili: la Eglesia de Sant Pau del Camp (C), lungo il Carrer
Sant Pau, raggiungibile dirigendovi verso sud
dal Carrer de l’Hospital. A questo punto potrete
47

prendere la funicolare, o un autobus, che dalla
stazione del metro di Paral.lel vi condurrà verso
la collina e il castello di Montjuic (D). Su questa collina, con il suo parco vera e propria isola
verde della città, sono situati oltre al castello,
il Pavello’ Mies van der Rohe ed il sontuoso
Palau Nacional che ospita le collezioni medievali del Museu Nacional d’Art de Catalunya,
la Fundacio’ Joan Miro’, il Museu Etnòlogic e il
Museu d’Arquelogia. Ritornando alla stazione
di Paral.lel, potrete recarvi al Parc Gűell (E).
Tenete presente che la metro (linea L3, fermata Lesseps) dista circa 15 minuti a piedi dal
parco, se volete evitare questo tragitto a piedi è
consigliabile scegliere l’autobus che ferma proprio all’entrata del parco. Il Parc Gűell avrebbe
dovuto diventare, nel progetto voluto appunto
dal conte Gűell e commissionato all’architetto
Gaudi, una sorta di città-giardino. Purtroppo il
progetto fallì ma il parco attuale è comunque
magnifico. Opera di Gaudi sono la Sala Hipòstila, costituita da un’area aperta di 84 colonne,
che avrebbe dovuto essere il mercato della
comunità, il Banc de Trenadis una panchina
piastrellata che si trova sopra la Sala Hipòstila
e la fotografatissima fontana della salamandra.

Itinerario 2

48

Tra i profumatissimi alberi che arricchiscono il
parco, come i fichi, i mandorli e gli ulivi, sorgono la Casa Museu Gaudì con le sue guglie
ed il colonnato di roccia scolpita.
ITINERARIO 3: Porto Vecchio e Barceloneta
Ultimo spunto, ma che non esaurisce le mille attrazioni che Barcellona offre, è quello di riprendere, magari in un pomeriggio da far terminare
poi con una cena e qualche copas, il percorso
delle Ramblas dal mercato della Boqueria
questa volta verso sud, cioè verso il mare, oltre
il monumento di Colombo fino al Porto Vecchio e alla Barceloneta. Qui respirerete tutto il
fascino della Barcellona di mare, dei pescatori,
dei ristoranti di pesce ma anche delle nuove
zone commerciali come il Maremagnum, dove
non mancano nuove attrazioni e divertimenti.
La zona del vecchio porto fatiscente è stata sistemata nel 1992 ed adesso il Moll d’Espanya
ospita barche lussuose e l’acquario della città,
uno dei più grandi d’Europa. Oltre il Porto Vecchio si apre la Barceloneta, famosa per i suoi
ristoranti con specialità di pesce. Nel Palau del
Mar è ospitato il Museu d’Història de Catalunya, il Passeig Maritim e il Port Olimpic.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Riprendendo il nostro itinerario lungo la Rambla in direzione nord, cercando di cogliere
tutta la vitalità e vivacità di questo grande viale pedonale, arriverete alla centralissima
Plaça de Catalunya (G) la piazza che segna
il confine nord della città vecchia: proprio da
qui ha inizio il quartiere tardo-ottocentesco
dell’Exaimple, cuore del modernismo catalano.
L’Exaimple è un quartiere borghese pensato
durante il rinnovamento urbano del 1869 ed è
caratterizzato da una rigorosa griglia di isolati
uniformi di forma quadrangolare smussati agli
angoli. Lasciata Plaça de Catalunya ci si avvia su Passeig de Gràcia (H), una delle arterie
più importanti del quartiere. Proprio a partire
da questo momento, lungo il lato ovest potrete
ammirare alcuni dei più rappresentativi prodotti
dell’architettura modernista barcellonese: Casa
Lleo Morera al numero 35, Casa Amatller al
numero 41 e, al numero 43 Casa Battlo’ (H),
naturalmente una delle famose opere di Antoni

Gaudi. All’angolo del Carrer Arago’ è ubicata
la Fundacio’ Antoni Tàpies (I) che ospita gran
parte delle opere del grande artista ispanico.
Riprendendo la passeggiata lungo il Passeig
de Gràcia, dal lato opposto a quello sino ad ora
costeggiato, ma sempre nella stessa direzione,
potrete ammirare un altro capolavoro realizzato
da Gaudi, Casa Milà, meglio conosciuta come
la Pedrera a causa dalla sagoma inconfondibile
della facciata lunga e sinuosa. A questo punto,
sempre passeggiando per circa un chilometro
nell’Avinguda Diagonal e passando poi per
un viale laterale, o, se siete un po’ affaticati,
utilizzando un mezzo pubblico, arriverete finalmente a quello che forse è il simbolo di Barcellona nell’immaginario dei turisti: la Sagrada
Famìlia. Imponente espressione del modernismo catalano il Tempio è l’opera a cui Gaudi
dedicò gli ultimi 30 anni della sua esistenza,
sino al 1926, anno della sua morte; non solo,
tanta fu la dedizione dell’architetto catalano per
questa sua opera che addirittura decise di vivere gli ultimi anni della sua vita all’interno del
sito in costruzione, dove oggi sono ospitati la
sua tomba ed un museo a lui dedicato.

ITINERARI

tichi edifici che la circondano potrete vedere il
Museu d’Historia de la Ciutat. Ritornando a
Plaça Jaume I, e dirigendovi verso le Ramblas, percorrerete l’affollato Carrer de Ferran
(C) lungo il quale visionerete la piccola ma
gradevole Plaça de Pi, attigua a Plaça St. Josep Oriol. La piazza è un luogo dove troverete
una moltitudine di bar e ristoranti e potrete ammirare la chiesa tardo-gotica di Santa Maria
del Pi (F) con il suo splendido rosone. A sud
del Carrer de Ferran invece potrete fare una
breve pausa in Plaça Reial (D), luogo di ritrovo
subito a ridosso della Rambla dels Caputxins.
Vi ritroverete quindi a circa metà delle Ramblas e potrete ammirare sul lato ovest la facciata laterale del Gran Teatre del Liceu (E) e
di seguito l’entrata dell’imperdibile Mercat Sant
Josep, comunemente noto come La Boqueria.
Ammirerete dapprima lo stile modernista del
mercato più grande di Spagna con le coloratissime vetrate e la struttura in ferro battuto, poi,
durante la visita interna di questo vero e proprio
paradiso di prodotti locali potrete, anzi, dovrete
approfittare per soddisfare piccoli o grandi appetiti: non mancate di provare i locali che preparano stuzzicanti pietanze con materie prime
freschissime provenienti direttamente dal mercato. Inoltre, non resisterete dall’acquistare la
splendida ed invitante frutta esposta all’interno.

ITINERARI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Figueres
Paesino situato a circa 130 km de Barcellona,
merita una visita per il visionario Teatre-Museu
Dalì opera di auto-celebrazione dell’artista
catalano che vi catapulterà in un mondo eccentrico e surreale.
Raggiungibile in treno dalla stazione Barcelona
Sants in circa 2 ore.
Teatre-Museu Dalì
Plaça Gala-Salvador Dalí 5, Figueres
Orari: 1 nov-28 feb: 10.30-18.00; 1 mar- 30
giu: 9.30-18.00; 1 lug-30 set: 9.00-20.00; 1-30
ott:9.30-18.00
www.salvador-dali.org
Cadaqués
Incantevole paesino di pescatori da vedere e
da cui raggiungere Port Lligat, dove visitare la
sorprendente Casa-Museo di Dalì e percorrere
il panoramico sentiero che conduce a Cap de
Creus. Deliziosa località della Costa Brava.
Raggiungibile in autobus dalla Estaciò
d’Autobusos Barcelona Nord in 2 ore e 15
minuti.
Casa-Museu Dalì
Port Lligat, Cadaqués
Orari: 15 mar-14 giu e 16 set-6 gen: 10.3018.00; 15 giu-15 set: 9.30-21.00
www.salvador-dali.org
Montserrat
L’abbazia benedettina di Montserrat è il cuore
spirituale della Catalogna e offre la possibilità
di visionare il suo ricco patrimonio culturale e
di ammirare la spettacolare posizione tra le
montagne. Nell’abbazia è custodita la Moreneta, la statua della Vergine nera patrona della
Catalogna. Il museo vanta fra gli altri quadri di
Picasso, Dalì, El Greco, Monet e Caravaggio.
Raggiungibile con treni della Generalitat de
Catalunya (FGC) dalla stazione di Plaça
d’Espanya fino a Aeri de Montserrat per prendere la teleferica (partenza ogni 15 minuti) oppure fino a Monistrol de Montserrat per prendere il tipico e panoramico treno chiamato
cremallera (partenza ogni 20 minuti). 1 ora in

treno più circa 15 minuti in teleferica o cremallera
www.montserratvisita.com
Tarragona
L’antica Tarraco, importante centro degli antichi Romani in Spagna e capitale della provincia tarraconensis, è oggi ricordata da importanti resti archeologici di epoca romana che sono
valsi alla città di Tarragona il riconoscimento
dell’UNESCO quale Patrimonio dell’Umanità.
Raggiungibile in treno dalle stazioni di Passeig
de Gracia e Sants in circa 1 ora.
www.tarragonaturisme.cat
Girona
Seconda città più importante della Catalogna, ha conservato splendidamente tradizioni e cultura di questa terra. Consigliamo
l’interessante escursione per chi vuole conoscere la Catalogna più tipica visitando inoltre il
suo interessante centro storico ed i suoi musei.
Raggiungibile in treno dalle stazioni di Barcelona Sants e Passeig de Gracia in circa 1 ora
e 30 minuti.
www.ajuntament.gi/turisme

IL MARE
Barcellona offre ben 4 km di spiagge che non
sono certo quelle della Costa Brava o delle
Baleari ma hanno pur sempre il vantaggio di
essere raggiungibili in pochi minuti, in qualsiasi
momento. Inoltre, si tratta di spiagge ben attrezzate e curate. Ricordiamo che dal 28 maggio al
25 settembre e durante la Settimana Santa gli
animali domestici possono accedere solo alle
spiagge a loro riservate, mentre durante il resto
dell’anno hanno accesso libero a tutto il litorale.
Spiaggia di Sant Sebastin
Si trova nella zona della Barceloneta. E’ dotata
di tutti i servizi di assistenza, tra cui la Croce
Rossa e servizi di supporto all’utenza quali bar,
docce ecc.. E’ raggiungibile con la Linea 4 della
Metro, fermata Barceloneta; per le auto, è disponibile un parcheggio con 250 posti.
Spiaggia della Barceloneta
Questa è la più popolare delle spiagge cittadine. Prendete la Linea 4 del Metro fermata
Barceloneta o Ciutadella. Si può raggiungere
anche dalla fine della Rambla, costeggiando il
Porto con una passeggiata di circa 15 minuti.
Nei pressi c’è un parcheggio di circa 700 posti
ma tenete in considerazione che è anche la più
frequentata, soprattutto nei mesi estivi. Al centro della spiaggia noterete l’opera di Rebecca
Horn, Omaggio alla Barceloneta.
Spiaggia de la Nova Icaria
Essendo la spiaggia più vicina alla Città Olimpica risulta molto frequentata ed affollata. Si raggiunge con la Metro, Linea 4, fermate Ciutadella e Bogatell, andando poi a piedi in direzione
delle torri gemelle. Proprio perché è una spiaggia con un’altissima affluenza è molto curata
ed attrezzata, con tre beach-bar, due ristoranti
molto popolari lungo la passeggiata e innumerevoli bar e ristoranti fuori il Porto Olimpico.

Museo Dalì © Levilo

49

Spiaggia del Bogatell
Proprio di seguito alla spiaggia di Nova Icaria,
troverete la spiaggia del Bogatell, molto ampia
e servita da un sentiero ideale per fare jogging,
pattinaggio o da percorrere in bici. Per raggiungerla potete servirvi della Metro, Linea 4,
fermate Poblenou e Llacuna.
50

Spiaggia della Mar Bella
Tenete conto che è la spiaggia di Barcellona
dedicata al nudismo e naturismo. Si raggiunge con la Linea 4, fermata Selva del Mar. Si
prosegue poi per circa 15 minuti a piedi. Tuttavia è spesso frequentata da persone che non
praticano il nudismo. E’ dotata di un parcheggio
di 1.500 posti.
Spiaggia della Nova Mar Bella
Poiché non è così agevole raggiungerla, questa spiaggia più tranquilla e meno frequentata
è forse la spiaggia cittadina più bella. E’ raggiungibile con la Linea 4, fermate Selva de Mar
e Besos Mar proseguendo poi a piedi per circa
20 minuti.
La Costa Maresme
Trattasi di località non cittadine ma che presuppongono delle vere e proprie gite fuori porta. La
Costa Maresme inizia proprio dopo la fine della
città di Barcellona, arrivando sino alla Francia,
ed è il tratto di costa preferito dai Barcellonesi
che scelgono le graziose cale e le acque limpide
di questo tratto di costa al posto delle spiagge
cittadine. Potrete ammirare un susseguirsi di
scenari differenti, tra tradizionali e pittoresche
località di mare (Sant Pol e Arenys de Mar, o la
più vivace Santa Susanna) alternate a nuove e
vivaci città turistiche (Calella).
Anche se la Costa Maresme potrebbe essere
meta di un viaggio a parte, potrete comunque
godere delle sue bellezze anche per un solo
giorno o un Week-end, basterà prendere il
treno Renfe a Placa de Catalunya in direzione
Massanet-Massanes e ammirare lo spettacolo.
Costa Brava: tra Lloret de Mar e Tossa
Queste due famose località si trovano a breve
distanza l’una dall’altra ma rappresentano due
situazioni opposte per quanto concerne la vita
cittadina, esempio eccellente dei due aspetti
che rendono tanto amata la Costa Brava. La
prima è la città vivace, scelta dai giovani per
i locali, la vita notturna, località alla moda che
non dorme mai. Tossa de Mar, per contro, è
una località tranquilla, raffinata, scelta per le
spiagge, la cultura e la buona gastronomia.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Proponiamo alcune escursioni da poter fare
partendo da Barcellona in giornata.

il mare

FUORI PORTA

fuori porta

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

La serata spagnola inizia infatti verso le
20:00, quando normalmente negli altri paesi
si cena, con un momento importantissimo
nella tradizione iberica, le Tapas. Non si può
semplicemente catalogare come aperitivo,
sarebbe riduttivo. Si esce per incontrare gli
amici sorseggiando del buon vino o della birra
fresca e assaporando una delle numerosissime Tapas che la cucina catalana e l’intera
Spagna propongono. Che siano pan con tomate, croquettas, albondigas, chiriso o altro,
l’importante è che siano appetitose, preparate
con materie prime fresche, e comode da stuzzicare. Si perché gli spagnoli sono esigenti da
questo punto di vista, quindi passeggiando per
le vie di Barcellona prediligete locali frequentati
da catalani, troverete i piatti migliori. Ma questo
incontro con gli amici non si esaurisce seduti
in un locale, ir de tapas significa muoversi tra
più locali, passeggiando per la città sino all’ora
di cena. A volte l’ora delle tapas si prolunga e
dunque sostituisce la vera e propria cena, altrimenti verso le 22:00 si raggiunge il ristorante
dove si cenerà.

Qui l’offerta è davvero infinita: cucina locale
tradizionale, cucina di altre regioni della Spagna, cucina internazionale, fusion, fast food,
pizzerie…Barcellona può soddisfare davvero
qualsiasi palato! Ricordate di prenotare, se
possibile, il tavolo, vi accorgerete altrimenti di
quanto siano frequentati i ristoranti spagnoli
con attese a volte molto lunghe.
Terminata la cena, anche chi non finirà la serata ballando al ritmo sfrenato di una delle numerose discoteche cittadine, potrà sorseggiare
qualche cocktail. Vi sono locali in cui si servono
i più famosi cocktail internazionali, ma solitamente gli spagnoli preferiscono bere una copa,
cioè semplicemente l’alcolico preferito accompagnato da una bibita (vodka/tonica, coca/rum,
gin/lemon) in uno bar de copas, appunto. Sono
locali a metà tra un bar ed una discoteca, solitamente aperti sino alle 3:00/4.00 del mattino
orario in cui iniziano ad affollarsi le discoteche.
Qui è più probabile ascoltare musica ispanica,
anche internazionale, e la gente parla e balla
con in mano un bicchiere. Potrete, altrimenti,
assistere ad uno spettacolo di flamenco o perché no, ad uno spettacolo erotico.
Per gli amanti della notte la serata proseguirà
magari facendo prima una sosta per riprendere
le forze con un bocadillo, panini che spesso
si consumano durante la notte spagnola, e poi
ballando fino all’alba….e non dimenticate di
fare una veloce colazione prima di andare a letto! Ricordate che in quasi tutti i locali notturni,
che siano bar de copas, discoteche o altro, normalmente troverete all’ingresso un buttafuori:
soprattutto il fine settimana, vi è una selezione
all’ingresso più o meno rigida, ma comunque

Fontana magica © Nadia_the_witch

51

è meglio non indossare scarpe da ginnastica
o pantaloni troppo sportivi per non rischiare di
restare fuori. Ecco, ora avete un’idea di come
affrontare nel modo giusto una serata a Barcellona, indipendentemente dai locali che
frequenterete. Per agevolarvi nella programmazione, anche se consigliamo comunque di
decidere (a parte quanto detto sui ristoranti) in
base alle impressioni del momento, diamo una
breve descrizione delle caratteristiche delle
singole zone.
Nel quartiere del Born potrete trovare facilmente raffinati cocktail, oppure scegliere locali, soprattutto bar, decisamente “alternativi”
nel Barrio Gotico. Lungo la spiaggia verrete
coinvolti da uno dei graziosi chiringuitos: quelli
della Barceloneta hanno l’obbligo di chiusura a
mezzanotte. Spingendosi fino alla spiaggia di
Nova Marbella, nei pressi del Forum, si trovano
invece i chiringuitos musicales, che di notte si
trasformano in discoteche all’aperto.
Nel quartiere del Raval troverete numerosissimi
ristoranti etnici, locali con musica dal vivo e qui
sono concentrati alcuni bar storici abitualmente
frequentati da Picasso e Hemingway; è la zona
dove per tradizione si va a bere l’assenzio e riconoscerete sicuramente le atmosfere di alcune scene del film “Vicky Cristina Barcelona”, di
Woody Allen che ha scelto Barcellona per il suo
film. Sempre in questo quartiere troverete uno
dei locali più famosi della città per gli spettacoli erotici, frequentatissimi dai barcellonesi. Il
Raval è un quartiere che fino a non molto tempo era rifugio di emarginati, delinquenti, prostitute. Oggi è decisamente cambiato: nonostante
sconsigliamo di avventurarsi di notte in alcuni
suoi vicoli, soprattutto verso il barrio chino, è
uno quartiere aperto, moderno e cosmopolita,
uno tra i più vivi e trendy di Barcellona.
Il quartiere che concentra il maggior numero di
locali gay è invece l’ Eixample, tanto da essere stato soprannominato tra i giovani Gayxample. Se volete immergervi nella suggestione
della Vecchia Barcellona, dei bohemien amanti
della vita notturna, delle gallerie d’arte il quartiere della Ribera, tra il Parco della Ciutadella
e la parte bassa della Via Layetana è il posto
giusto. La sera si veste di atmosfere fuori dal
tempo con le sue stradine antiche e i vicoli
52

medievali illuminati dalla luce magica dei lampioni. Negli ultimi anni si è trasformato in una
zona frequentatissima ricca di gallerie d’arte,
bar, ristoranti e locali alla moda. La zona del
Porto Olimpico, oltre a una vasta offerta di
ristoranti è ricca di locali per l’intrattenimento,
discoteche ed ospita anche il Casinò di Barcellona. Lungo l’Avinguda Diagonal troverete
una elevata concentrazione di bar musicali e
discoteche, per soddisfare davvero ogni preferenza. Chi non ama ballare ai ritmi sfrenati dei
musica tecno, house, jungle, potrà cercare uno
dei numerosi jazz club, assistere a spettacoli
di cabaret o cimentarsi nel ballo del tango in
uno dei locali ad esso dedicati. Animatissimo è
anche il quartiere di Gràcia, meno frequentato
dai turisti ma amatissimo dai Barcellonesi che
la sera bevono qualcosa nei locali che circondano La Plaça del Sol, il centro della vita notturna di questo quartiere.
Vi segnaliamo una rivista presente in tutte le
principali città spagnole e che è un vero e proprio punto di riferimento per gli spagnoli: La
Guía del Ocio. E’ una fonte preziosissima di informazioni sugli eventi, feste, mostre, locali cittadini. Si trova in edicola, nei locali ed ha anche
una versione online: www.guiadelociobcn.es
con i bambini
Anche i turisti più piccoli troveranno Barcellona divertente ed emozionante, qui persino
l’arte è talmente affascinante e a volte bizzarra
da piacere proprio a tutti! Inizieremo consigliando una sosta al Parc de La Ciutadella, un
parco proprio nel centro città. Raggiungibile
con la metro (Linea Gialla), troverete all’interno
un lago dove poter noleggiare una canoa.
All’interno del parco, inoltre, potrete visitare
un’altra attrazione, lo Zoo di Barcellona. Sempre per gli amanti della natura, segnaliamo il
Barcelona Aquarium (www.aquariumbcn.
com), raggiungibile con la metro (linea Verde)
che si trova in Moll d’Espanya del Port Vell. Ci
sono poi alcuni parchi divertimento che faranno
trascorrere a voi ed ai vostri figli alcune ore
davvero spensierate. Il più vicino al centro è il
Tibidabo, a 25 minuti da Placa de Catalunya,
raggiungibile con un servizio speciale di autobus Tibibus. Si tratta più di un grande luna-park
che di un vero e proprio parco divertimenti.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

la sera
Per quanto concerne la serata e la notte di Barcellona, crediamo che il modo giusto per viverle
non sia tanto lo scegliere un locale piuttosto
che un altro, quanto conoscere lo stile unico
degli spagnoli per godere appieno di tutto il divertimento che una città come Barcellona può
offrire. Per questo daremo certamente alcune
indicazioni sui quartieri, i locali, gli spettacoli
presenti in città ma descriveremo, soprattutto,
la maniera migliore per vivere la Barcellona dal
calar del sole.

COSA FARE

COSA FARE...

COSA FARE

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Tipici di Barcellona sono, inoltre, i mercati. Ve
ne sono circa 40 municipali e spesso sono ospitati in strutture che sono vere e proprie opere
d’arte. Il più famoso e pittoresco è “Mercato de
la Boqueria”, tripudio di carne frutta e verdura.
E’ uno dei mercati più visitati del mondo e il più
grande della Spagna. Il suo nome ufficiale è
Mercat San Josep (orario: lunedì-sabato dalle
8.00 alle 20.00) e rappresenta una tappa assolutamente obbligatoria per chi si trova a Barcellona, perché raffigura il vero esempio di mercato popolare catalano. Unica accortezza è di
fare attenzione ai portafogli, alle macchine fotografiche e ai cellulari, essendo un luogo molto
affollato i borseggiatori potrebbero rappresen-

tare un fastidioso inconveniente. Sempre mercato alimentare, anche se meno celebre della
Boqueria, nei pressi della cattedrale c’è il Mercato di Santa Caterina, nato nel 1848, è il più
antico della città (Orari: sabato-mercoledì dalle
8.00 alle 15.30). Tra gli altri mercatini dove
fare acquisti interessanti citiamo “Les Encants
Vells” (Orari: lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.00 alle 19.00 www.encantsbcn.
com) in Plaça de les Glories Catalanes, dove
per quattro giorni a settimana si può curiosare
tra usato, nuovo ed anticaglie, è uno dei mercatini delle pulci più antichi d’Europa. Il Mercato di San Antoni, con alimentari (lunedìsabato dalle 7.00 alle 14.30 e dalle 17.30
alle 20.30), abbigliamento(lunedì, mercoledì,
venerdì e sabato dalle 8.00 alle 20.00), libri e
dischi(domenica dalle 9.00 alle 14.00).
Merita una visita anche il Mercat Gotic
d’antiguetas, allestito con oggetti di valore
tutti i giovedì (dalle 10.00 alle 22.00 - chiuso ad
agosto) davanti alla Cattedrale. Vi sono, inoltre,
mercatini che non sono all’interno di strutture ad
essi dedicati, citiamo ad esempio nella Plaça
Nova il giovedì il mercato dell’antiquariato; il
primo e il terzo venerdì del mese, nella Plaça
del Pi, quello dei formaggi, dolci e miele. In
Plaça Reial la domenica mattina è la volta del
mercato filatelico di francobolli e monete dalle
9.30 del mattino fino alle 14.30 ed in ultimo,
sempre la domenica, vicino la Sagrada Familla
c’è un mercato d’artigianato. Segnaliamo infine
il grande centro commerciale L’Illa, in Avinguda Diagonal, orari: lunedì-sabato dalle 10.00
alle 21.30.

EVENTI
Barcellona, come tutta la Spagna, è molto legata agli eventi ed alle tradizioni popolari. Accanto a queste, vi sono numerosissime manifestazioni più recenti ma già entrati nella moderna
tradizione della città.
Carnevale
Febbraio-marzo www.bcn.es/carnaval

Sfilate e balli caratterizzano il vivace carnevale
barcellonese, che ha il suo punto culminante
nella “Rua”, la grande sfilata in costume che
parte da Plaça d’Espanya e attraversa il centro
della città concludendosi con la “sepoltura della
sardina” a Montjuic, inizio della quaresima.
Festes de Sant Eulalia
12 febbraio www.bcn.es/cultura/santaeulalia

Sant’Eulalia è la santa patrona di Barcellona,
e la sua celebrazione ha luogo all’inizio di febbraio prolungandosi per una decina di giorni.
Per l’occasione sono organizzate numerose
manifestazioni culturali e folkloristiche.
Feria de Abril de Cataluña
Fine aprile-inizio maggio Parc del Forum

Si tratta di una celebre festa del sud che la numerosa comunità andalusa di Barcellona non
manca di festeggiare ballando flamenco e sevillanas. Durante la festa potrete assaggiare
piatti tipici del sud della Spagna.
Festa dels Cors de la Barceloneta
Primo weekend di giugno

Nelle principali strade della Barceloneta sfilano
gruppi di abitanti del quartiere in tipici costumi suonando e ballando in omaggio ad una
tradizione di 150 anni fa.
Verbena de San Joan
23 giugno

La notte più lunga dell’anno si festeggia in tutti
i quartieri della città. I giovani solitamente trascorrono la notte sulla spiaggia della Barceloneta mangiando coca, il tipico dolce di San Joan,
e facendo esplodere petardi.
Festa Major de Gracia
Metà agosto www.festamajordegracia.cat
La Boqueria © vgm8383

53

E’ una delle più belle feste popolari di Barcel54

lona con numerosissimi concerti e manifestazioni folkloristiche in tutte le principali piazze del
quartiere e nelle vie decorate per l’occasione.
Festa Major del Raval
Metà luglio

Tipica festa di quartiere che si anima di canti e
balli lungo tutte le viuzze.
Festes de la Mercè
Fine settembre

E’ la principale festa popolare di Barcellona in
onore di una delle due patrone della città. Oltre a numerosi concerti, è possibile assistere
a manifestazioni folkloristiche quali i castelli
umani dei castellers, il ballo della sardana e
le sfilate di “diavoli, giganti e correfoc”. La
sardana è la danza nazionale catalana e si
balla tutti assieme in circolo, accompagnati
dai tipici strumenti locali. Un’altra manifestazione culturale molto importante sono i castells
umani, originari di Tarragona ma diffusi in tutta
la Catalogna. Le diverse contrade di ogni città
si combattono per realizzare il castells più alto
e più solido. Ogni castello si incorona con la
‘enxaneta’, un bimbo che viene portata fin sopra la cima del castells e che arrivato in alto
alza il braccio.
Festa Major de la Barceloneta
Ultima settimana di settembre

Concerti, balli, degustazioni di specialità locali
e fuochi d’artificio arricchiscono il programma
della festa popolare di questo vivace quartiere
marinaro.
Festival Unicas
Metà maggio-fine giugno www.festivalunicas.com

Festival dedicato alle grande voci femminili della musica mondiale. E’ ospitato dal bellissimo
Palau de la Musica Catalana.
Festival de Flamenco Ciutat Vella

Fine maggio, presso il CCCB (Centre de Cultura Contemporània de Barcelona), Carrer de Montalegre, 5

Questo festival porta ogni anno a Barcellona
alcuni fra i più importanti interpreti del flamenco
a livello mondiale.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Molto interessante è anche la varietà che Barcellona offre anche per lo shopping poiché ci
si potrà sbizzarrire tra piccole botteghe artigiane, mercati, grandi magazzini e negozi di tendenza.
Per i souvenir, ma soprattutto per acquisti veramente tipici come gli oggetti in pelle, i cappelli
e le famose “espadrillas”, recatevi tra le Ramblas e la Via Layetana, nel Born e nel Barrio
Gotico (soprattutto nei pressi di Plaça del Pi).
In estate interessanti prodotti artigianali sono in
vendita anche nelle bancarelle che sono istallate nei pressi del Port Vell (Barceloneta).
Se siete alla ricerca di negozi eleganti, alla
moda, o oggetti di design, la vostra meta è
nell’Eixample, lungo l’Avinguda Diagonal e il
Passeig de Gràcia. In particolare l’ultima moda
la troverete nel Bulevard Rosa. Chi è amante
dei grandi magazzini, soprattutto per la vastissima scelta, non potrete perdere El Corte Inglès di Plaça Catalunya, il più grande di Barcellona con i suoi 8 piani. Nel quartiere del Raval,
in Carrer dels Tallers troverete negozi di dischi specializzati in vari generi musicali. Il Bus
Shopping Line, un autobus speciale, offre un
percorso dedicato ai turisti e gli appassionati di
shopping nel centro della città e comprando la
tessera T-Shopping si potrà salire e scendere
dall’autobus tutte le volte che si desidera. Percorso del bus shopping line: da Plaza de Catalunya fino a plaza Pius XII (Diagonal). Ogni 7
minuti, dal lunedì al venerdì: 7.30/21.45, sabato: 9.30/21.20.

EVENTI

SHOPPING

SHOPPING

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

E’ il principale festival europeo della musica elettronica, dedicato alle musiche
d’avanguardia e all’arte multimediale. Ha luogo
alla “Feria de Barcelona” ed in alcune delle
principali sale per concerti ed eventi della città.
Attira ogni anno migliaia di giovani ed amanti di
questo genere musicale.
Festival del Grec
Fine giugno-inizio agosto www.barcelonafestival.com

Si tratta del principale festival dell’estate barcellonese e protagonisti sono il teatro, la danza
e la musica. Si svolge in numerosi teatri in
tutta la città fra cui quello del Grec, un teatro
di ispirazione greca costruito all’inizio del XX
secolo, da cui prende il nome.
B-estival
Luglio www.b-estival.com

Festival di world music che presenta artisti di
livello internazionale che si esibiscono nella
suggestiva conice del Poble Espanyol.
Festival Internacional de Jazz de
Barcelona
Fine ottobre - inizio dicembre

E’ considerato uno tra i più celebri festival jazz
d’Europa. Si svolge in numerose sale da concerti fra cui il Palau de la Musica, L’Auditori e il
Luz de Gas.
Festival del Cinema di Barcellona
L’evento più importante dedicato al cinema è il
Festival del Cinema di Barcellona che include

sei eventi: Alternativa, festival Internazionale
del Cinema Indipendente, Festival del Corto, la
Mostra Internazionale del Cinema Gay e Lesbico, la Mostra del Cinema Africano, la Mostra
del Film delle Donne e quella dedicata agli Ufo
e agli oggetti non identificati.
LIBRI E POESIA
Grande importanza hanno le fiere riguardanti
i libri e la letteratura, come il Liber, la Settimana del Libro in Catalano, il Salone Internazionale del Fumetto, la Fiera del Libro e la
Fiera del Libro Vecchio e d’occasione. Per
quanto riguarda la poesia, bisogna ricordare
due grandi appuntamenti barcellonesi: Barcelona Poesia, che dura sette giorni e il giorno
di Sant Jordi (San Giorgio), il 23 aprile, giorno
della morte di Cervantes, in cui si festeggiano i
libri e le rose, e più in generale l’avvento della
primavera.
CORRIDA
Manifestazione tipicamente spagnola è la corrida ed una delle “Plazas de Toros” più grande
è proprio quella di Barcellona. Nel luglio 2010,
tuttavia, a seguito di un’iniziativa legislativa
popolare sostenuta da 180.000 firme, il parlamento catalano ha approvato l’abolizione nel
territorio catalano della corrida: Barcellona, capoluogo della comunità autonoma della Catalogna, ha dunque deciso di vietare lo spettacolo con i tori. La norma è entrata in vigore nel
gennaio 2012 e dunque la Catalogna diventa la
seconda regione della Spagna a vietare le corride, dopo l’arcipelago delle Canarie.

Festa Major de Gracia © Jaume Meneses

55

CUCINA
La cucina di Barcellona, come del resto la
cucina catalana, è sicuramente un aspetto
importante dell’offerta turistica della città. I piatti che potrete gustare sono il risultato di una
cucina che parte da materie prime sempre di
qualità, sia di terra che di mare, per realizzare
piatti della tradizione secolare e piatti innovativi
e sperimentali, tanto che Barcellona è oramai
ritenuta una delle capitali del gusto in Europa
e nel monndo. Mangerete, anzi assaporerete
piatti unici non senza poter deliziare i palati

Zarzuela

Ingredienti: 600 gr coda di rospo; 400 gr
pomodori; 300 gr calamari; 24 vongole; 16
cozze; 4 scampi; 4 gamberoni; cipolla; aglio;
prezzemolo; 2 cucchiai olive nere; 1/2 Limone;
4 cucchiai brandy; 4 cucchiai olio d’oliva extravergine; sale; pepe
Preparazione: pulite la coda di rospo, tagliatela in tranci e pulite i calamari tagliandoli poi
ad anelli. Pulite le cozze, fate spurgare in acqua salata le vongole e successivamente fate
aprire i molluschi sul fuoco in un tegame con
dell’olio; lasciateli raffreddare un po’ e sgusciateli. Sbollentate, pelate e tritate i pomodori.
Fate appassire la cipolla tritata con l’aglio in
2 cucchiai di olio; unite i pomodori, un po’ di
sale e cuocete per 10 minuti. Intanto rosolate
la coda di rospo in 2 cucchiai di olio, unite i
calamari, il succo del mezzo limone e cuocete
per 10 minuti. Aggiungete nella pentola del
pesce il sugo di pomodoro poi i frutti di mare e
i crostacei. Lasciate insaporire, quindi pepate,
unite le olive snocciolate e bagnate con il brandy. Fate evaporare, spolverate di prezzemolo,
quindi servite con fette di pane tostato.
56

con vini, spumanti e dessert di qualità. Principe
dei dessert è la squisita e oramai famosissima
crema catalana, una crema al latte caramellata in superficie. Altri dolci tipici sono il Flaona,
gli xuixo, la ricotta con miele e i “bombons de
músic”. Tra i piatti imperdibili ricordiamo la fideuà (sottili spaghetti, serviti con zafferano e
frutti di mare, con nero di seppia e calamari),
la zarzuela, il pan con tomate (o pa amb tomaquet, tipica tapas catalana) e la butifarra (salsiccia di maiale speziata, servita in diversi modi).

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Metà giugno www.sonar.es

cucina

Sonar

EVENTI

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

Ingredienti: 1 bastoncino di cannella; 500 ml
di latte; 1 limone; 25 gr amido di mais (maizena); 4 tuorli d’uovo; 100 gr di zucchero; noce
moscata; zucchero grezzo di canna
Preparazione: sciogliete la maizena in poco
latte freddo; grattugiate la buccia del limone
e mettetela in un tegame con il resto del latte,
metà dello zucchero e la cannella. Portate il
tutto ad ebollizione mescolando per sciogliere
lo zucchero e togliete dal fuoco il tegame dopo
alcuni secondi di bollore. Lavorate insieme, in
una ciotola a parte, i tuorli d’uovo e il rimanente
zucchero, aggiungendo poi anche l’amido di
mais già sciolto precedentemente in un po’ di
latte freddo. Quindi, dopo aver amalgamato
bene, aggiungete il composto di latte bollente,
filtrandolo con un colino e continuando sempre
a mescolare. Versate tutto il composto ottenuto
in un tegame e portatelo ad ebollizione a fuoco
vivace continuando a mescolare e lasciandolo
cuocere per circa 2 minuti. Levatelo dal fuoco e
trasferite la crema ancora calda nelle apposite
coppette piatte. Una volta raffreddatosi il composto mettetele in frigorifero. Al momento di
servire in tavola, cospargete la superficie della
crema con lo zucchero di canna e un pizzico di
noce moscata. Per caramellare la crema catalana potrete utilizzare il grill ben caldo del vostro forno o potrete utilizzate l’apposito attrezzo.

WI-FI E HOT-SPOT
Barcellona WiFi è un servizio offerto dalla città
di Barcellona, dotata di una delle più estese reti
di Internet WiFi pubblico di Spagna e d’Europa,
con il quale connettersi a Internet attraverso
punti di accesso WiFi situati in diverse strutture
comunali ed in diversi luoghi della città (hotspot
segnalati da un’insegna azzurra). L’accesso a
questo servizio può essere effettuato attraverso i normali browser come Mozilla Firefox, Microsoft Internet Explorer, e così via, facendo un
login nella homepage di Barcelona WiFi, che
vi si aprirà automaticamente sul vostro device.
E’ richiesto semplicemente un dispositivo (un
computer portatile, PDA, telefono cellulare...)
con dispositivo WiFi.
Una volta che si accede alla homepage del
portale, potrete utilizzare l’accesso Internet

per navigare, ma tale accesso sarà bloccato
per le pagine ed i servizi con contenuti ritenuti
eticamente discutibili. Al fine di non perturbare
il mercato, secondo la normativa vigente, la velocità di connessione è limitata a 256 Kbps e
sono limitate anche le applicazioni quali scambi
tipo peer to peer di qualsiasi contenuto (musica, film ecc), l’utilizzo della telefonia IP, videoconferenze (Skype simili) o comunque l’uso
di applicazioni diverse dalla semplice navigazione, nel caso si aprirà nella pagina un avviso
di accesso vietato. Inoltre il servizio è attivo
solo dalle 8:00 alle 22:00 (l’1:00) nelle sale di
studio notturne. Potrete, inoltre accedere direttamente alle informazioni sulla città: Agenda,
Plano BCN, tra gli altri.
www.bcn.cat/barcelonawifi/es/que-es.html

DOVE MANGIARE A BARCELLONA?
Considerate che in città ci sono centinaia di
ristoranti, trattorie, bar de tapas, caffè e fast
food e ciò permette a Barcellona di offrire la
possibilità di gustare qualsiasi tipo di piatto a
qualsiasi ora del giorno e della notte. Per darvi
un’indicazione su dove recarvi per assaporare
al meglio la vasta offerta di piatti della capitale
catalana, ricordando comunque che in ogni
quartiere troverete locali pronti a soddisfare
anche i palati più esigenti, iniziamo con il consigliare il quartiere della Barceloneta e del
Porto Vecchio, specialmente per i piatti a base
di pesce. Anche il quartiere del Born è ricco di
ristoranti e locali che offrono cucina catalana

ma anche del resto delle regioni spagnole, troverete locali storici della ristorazione cittadina
tra cui il ristorante frequentato da Picasso e dai
modernisti di inizio ‘900. In Rambla de Catalunya, nel cuore del quartiere dell’Eixample, troverete un locale conosciutissimo dai residenti
per la qualità delle tapas. Non dimenticate di
fare un gino nella Boqueria, enorme mercato
alimentare coperto dove si riforniscono ogni
giorno non solo i turisti, ma anche gli abitanti
del luogo e i migliori chef della città. Qui potrete
recarvi in uno dei numerosi locali nei pressi dello stesso e assaggiare tapas e piatti preparati
direttamente con prodotti freschi di giornata.
57

DIZIONARIO
Sì: Si
No: No
Salve, Ciao: Hola
Grazie: Gracias
Per favore: Por favor
Mi scusi, Scusa: Discúlpeme
Non capisco: No entiendo
Aperto: Abierto
Chiuso: Cerrado
Sinistra: Izquierda
Destra: Derecha
(Sempre) Diritto: Derecho
Lontano: Lejos
Vicino: Cerca
58

Mappa, Cartina stradale: Mapa
Informazioni turistiche: Información turística
Strada, Via: Calle
Piazza: Plaza
Ospedale: Hospital
Polizia: Policía
Farmacia: Farmacia
Ristorante: Restaurante
Banca: Banco
Negozio: Tienda
Prima colazione: Desayuno
Pranzo: Almuerzo
Cena: Cena

Acqua: Agua
Vino: Vino
Birra: Cerveza
Pane: Pan
Caffé: Café
Carne: Carne
Pesce: Pescado
Il conto, per favore: Me trae la
cuenta por favor?
Quanto costa?: Cuánto cuesta?
Accettate carte di credito?:
Aceptan tarjetas de crédito?
Parla...?: Habla usted...?
Avreste...?: Tiene usted ... ?

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

Crema Catalana

wi-fi / dizionario

cucina

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

SCRIVI QUI I TUOI APPUNTI DI VIAGGIO

CHIESE
17 Santa Maria del Mar -p.14
28 La Cattedrale - p. 14
32 Santa Maria del Pi - p. 14
PALAZZI
1 Palazzo Barò de Quadras - p. 16
2 Casa Mila di Gaudì - p. 16
4 Casa Batllò - p. 16
5 Casa Amatller - p. 16
6 Casa Lleò Morera - p. 17
7 Casa Calvet - p. 17
21 Palazzo della Musica - p. 17
29 Palazzo del Governo - p. 17
31 Casa della Città - p. 18
35 Casa Cuadros - p. 18
38 Ospedale Santa Croce - p. 18
42 Palazzo Guell - p. 18
MUSEI
3 Fondazione Antoni Tapies - p. 20
14 Museo di Storia Catalana - p. 21
19 Museo Picasso - p. 21
20 Museo della Cioccolata - p. 21
25 CCCB - p. 20
26 Macba - p. 20
33 Museo dell’Erotico - p. 20
43 Museo delle Cere - p. 21
44 Museo Marittimo - p. 22
MONUMENTI
8 Arco Di Trionfo - p. 32

59

60

45 Monumento a Colombo - p. 32
STRUTTURE
10 Zoo di Barcellona - p. 24
11 Peix, Frank Gehry - p. 24
13 Trasportatore Aereo - p. 26
15 Acquario di Barcellona - p. 26
16 Maremagnum - p. 25
24 Fontana di Canaletes - p. 24
34 Mercato della Boqueria - p. 25
37 Mosaico di Mirò - p. 25
46 Rambla de Mar - p. 25
47 Torri Veneziane - p. 26
PIAZZE / VIE
12 “La Barceloneta”- p. 28
18 Quartiere “La Riva” p. 28
22 Passeig de Gràcia - p. 28
23 Piazza di Catalunya - p. 28
27 Quartiere Raval- p. 30
30 Piazza Sant Jaume - p. 29
36 La Rambla - p. 29
40 Quartiere Gotico- p. 29
41 Piazza Reale - p. 29
48 Piazza di Spagna - p. 30
PARCHI
9 Parco della Cittadella - p. 34
49 Parco di Joan Mirò - p. 34
TEATRI
39 Gran Teatro del Liceu- p. 32

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

61

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA

VUOI USARLE ?
Se hai una attività commerciale in questa città
e ritieni che i tuoi servizi possono essere utili
al turista ed in linea alla qualità offerta dalla
guida, scrivici a:
info@weagoo.com

Weagoo s.r.l. autorizza la distribuzione e
condivisione gratuita delle miniGuide a condizione che non vengano modificate.
E’ permesso utilizzare il link ma non la distribuzione del prodotto finito da server diversi
da quello originale di download individuato e/o
indicato da weagoo s.r.l..
Questa guida è disponibile anche in versione
co-brand (assieme al nostro logo) e white-label
(con solo il vostro logo)

Es. di ditribuzione delle miniGuide di Weagoo:
Facebook
potete distribuirle gratuitamente nelle vostre
pagine Facebook a tutti i vostri iscritti, è sempre
un omaggio gradito
Blogger
Per chi scrive e si occupa di travel è sicuramente uno strumento di fidelizzazione maggiore
Hotel, B&B, Ristoranti ecc.
Possono essere inserite gratuitamente nelle
proprie pagine internet per un maggior contenuto
Mail e comunicazioni social
Per esempio ,in fase di conferma di una prenotazione allegando il llnk di download, oppure
per attività di D.M

63

per approfondire scansiona il QRcode

www.weagoo.com
copyright © 2015 weagoo
V. 1.0.2
Weagoo non fornisce alcuna garanzia sulla qualità e l’accuratezza delle informazioni così come al carattere esclusivo delle stesse. Parte del materiale presente in questa guida è soggetto a licenze “Commons”, immagini, suoni e altro materiale sono di proprietà dei rispettivi proprietari, le mappe
sono di Google Maps - ©2012 Google Inc. e Tele Atlas North America, Inc. Altri marchi, nomi e prodotti menzionati e non, sono dei rispettivi proprietari.
WeAGoo adotta una procedura di segnalazione, gestione delle obiezione o reclami concernente il materiale e il contenuto di questa guida, ovvero
ritieni che il materiale e il contenuto pubblicato lede il tuo diritto d’autore, contattataci senza indugio attraverso l’apposita procedura di segnalazione
presente all’indirizzo : http://www.weagoo.com/it/contact. Le informazioni possono variare anche senza preavviso e sono puramente indicative.

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!

BARCELLONA