You are on page 1of 74

bodin_six_livres_republique

- La tua evidenziazione a pagina 78-78 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015


09:22:25
Cette puissance est absolue et souveraine, car elle n'a autre condition que la l
oi de Dieu et de nature ne commande. [122-129] Et en quelque sorte que ce soit,
le sujet, qui est [p. 120] exempt de la puissance des lois, demeure toujours en l
a sujtion et obissance de ceux qui ont la souverainet. Or il faut que ceux-l qui son
t souverains ne soient aucunement sujets aux commandements d'autrui, et qu'ils p
uissent donner loi aux sujets, et casser ou anantir les lois inutiles, pour en fa
ire d'autres : ce que ne peut faire celui qui est sujet aux lois, ou ceux qui on
t commandement sur lui
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 79-79 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:26:29
Si donc le Prince souverain est exempt des lois de ses prdcesseurs, beaucoup moins
serait-il tenu aux lois et ordonnances qu'il fait : car on peut bien recevoir l
oi d'autrui, mais il est impossible par nature de se donner loi, non plus que co
mmander soimme chose qui dpende de sa volont, comme dit la loi, Nulla obligatio con
sistere potest, quae voluntate promittentis statum capit : qui est une raison nce
ssaire, qui montre videmment que le Roi ne peut tre sujet ses lois
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 79-79 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:27:04
ainsi que le Pape ne se lie jamais les mains, comme disent les canonistes, aussi
le Prince souverain ne se peut lier les mains, quand [bien mme] il [le] voudrait
. Aussi voyons-nous la fin des dits et ordonnances ces Mots : CAR TEL EST NOTRE P
LAISIR, pour faire entendre que les lois du Prince souverain, [bien] qu'elles fu
ssent fondes en bonnes et vives raisons, nanmoins qu'elles ne dpendent que de sa pu
re et franche volont.
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 79-79 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:28:19
il] n'est pas en leur puissance d'y contrevenir, s'ils ne veulent tre coupables d
e lsemajest divine, faisant guerre Dieu, sous la grandeur duquel tous les Monarque
s du monde doivent faire [p. 122] joug, et baisser la tte en toute crainte et rvren
ce. Et par ainsi la puissance absolue des Princes et seigneuries souveraines, ne
s'tend aucunement aux lois de Dieu et de nature
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 79-79 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:28:39
celui qui a mieux entendu que c'est de puissance absolue, et qui a fait ployer l
es Rois et Empereurs sous la sienne, disait que ce n'est autre chose que droger a
u droit ordinaire
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 79-79 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:28:55
celui qui a mieux entendu que c'est de puissance absolue, et qui a fait ployer l
es Rois et Empereurs sous la sienne, disait que ce n'est autre chose que droger a

u droit ordinaire : il n'a pas dit aux lois divines et naturelles. Mais le Princ
e [n'] est-il pas sujet aux lois du pays, qu'il a jur garder
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 80-80 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:34:34
Il ne faut donc pas confondre la loi et le contrat, car la loi dpend de celui qui
a la souverainet, qui peut obliger tous ses sujets, et ne s'y peut obliger soi-mm
e
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 82-82 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
09:56:46
les premiers Empereurs Romains n'taient pas souverains, mais seulement chefs, et
premiers des citoyens, qu'ils appelaient Principes ; et cette forme de Rpublique t
ait en apparence Aristocratique, en effet Monarchique, et s'appelait PRINCIPATUS
: en laquelle l'Empereur avait cette prrogative d'tre le premier en dignit, en hon
neur, en sance combien qu' la vrit la plupart des Empereurs taient tyrans
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua nota a pagina 84 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015 10:34:18
femelle
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 84 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015 10:
34:18
traite
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 95-95 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
10:45:11
Puisqu'il n'y a rien plus grand en terre, aprs Dieu, que les Princes souverains,
et qu'ils sont tablis de lui comme ses lieutenants, pour commander aux autres hom
mes, il est besoin de prendre garde leur qualit, afin de respecter et rvrer leur ma
jest en toute obissance, sentir et parler d'eux en tout honneur, car qui mprise son
Prince souverain, il 1 mprise Dieu, duquel il est l'image en terre. C'est pourqu
oi Dieu parlant Samuel, auquel le peuple avait demand un autre Prince : C'est moi
, dit-il, qui ils ont fait injure
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 96-96 | Aggiunto in data gioved 29 ottobre 2015
10:52:31
y a, dit-il 1 , trois parties de la Rpublique, l'une prendre avis et conseil, l'a
utre tablir officiers, et la charge d'un chacun, et la troisime faire justice. Il
a entendu parler des droits de la majest, encore qu'il dise parties de la Rpubliqu
e ; ou bien il faut confesser qu'il n'en a point parl, car il n'y a que cet endro
it-l. Polybe ne dtermine pas aussi les droits et marques de souverainet, mais il di
t, par- [p. 153] lant des Romains, que leur tat tait ml de puissance Royale, de seig
neurie Aristocratique, et de libert populaire, vu, dit-il, que le peuple fait les
lois et les officiers, et que le Snat ordonne des provinces et de l'pargne, et reo
it les Ambassadeurs, et reconnat des plus grandes choses ; les Consuls tiennent l
a prrogative d'honneur, en forme et qualit Royale, mme en guerre, o ils sont tous pu
issants. En quoi il appert qu'il a touch les principaux points de la souverainet p
uisqu'il dit que ceux qui les ont tiennent la souverainet. Denys dHalicarnasse sem

ble avoir mieux crit, et plus clairement que les autres. Car il dit que le Roi Se
rvius, pour ter la puissance au Snat, donna pouvoir au peuple de faire la loi et l
a casser, dcerner la guerre et la paix, instituer et destituer les officiers et c
onnatre des appellations de tous les magistrats et en autre lieu parlant du trois
ime trouble advenu en Rome entre la Noblesse et le peuple, il dit que le Consul M
. Valerius remontra au peuple qu il se devait contenter d avoir la puissance de
faire les lois, les officiers, et le dernier ressort ; et quant au reste, qu il
appartenait au Snat
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 99-99 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
07:35:50
SENATUS DECEVIT, POPULUS JUSSIT. Vrai est que les Magistrats, et [de mme] les Tri
buns, passaient le plus souvent par souffrance ce que faisait le Snat, si la chos
e ne portait coup la puissance du menu peuple, ou la majest des tats. Ainsi parlai
ent les anciens Romains, quand ils disaient, Imperium in magistratibus, auctorit
atem in Senatu, potestatem in plebe, majestatem in populo
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 99-99 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
07:36:12
car le mot de majest est propre celui qui manie le timon de la souverainet
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 99-99 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
07:37:54
Premire marque de la souverainet. Et par ainsi nous conclurons que la premire marqu
e du prince souverain, c est la puissance de donner loi tous en gnral, et chacun e
n particulier ; mais ce n est pas assez, car il faut ajouter, sans le consenteme
nt de plus grand, ni de pareil, ni de moindre que soi : car si le prince est obl
ig de ne faire loi sans le consentement d un plus grand que soi, il est vrai suje
t, si d un pareil, il aura compagnon ; si des sujets, soit du Snat, ou du peuple,
il n est pas souverain
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 100-100 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 07:59:51
Voil donc quant la premire marque de souverainet, qui est le pouvoir de donner loi
ou commander tous en gnral, et chacun [p. 162] en particulier, [pouvoir] qui est i
ncommunicable aux sujets
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 101-101 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:03:25
Sous cette mme puissance de donner et casser la loi, sont compris tous les autres
droits et marques de souverainet : de sorte qu parler proprement on peut dire qu
il n y a que cette seule marque de souve-[p. 163] rainet, attendu que tous les a
utres droits sont compris en celui-l, comme dcerner la guerre, ou faire la paix, c
onnatre en dernier ressort des jugements de tous magistrats, instituer et destitu
er les plus grands officiers, imposer ou exempter les sujets de charges et subsi
des, octroyer grces et dispenses contre la rigueur des lois, hausser ou baisser l
e titre, valeur et pied des monnaies, faire jurer les sujets et hommes liges de
garder fidlit sans exception celui auquel est d le serment, qui sont les vraies mar
ques de souverainet, comprises sous la puissance de donner la loi tous en gnral, et
chacun en particulier, et ne la recevoir que de Dieu

==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 101-101 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:07:19
comme dcerner la guerre ou traiter la paix, qui est l un des plus grands points d
e la majest
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 101-101 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:09:17
Cela se vrifie non seulement par les lois Romaines, [mais] aussi de tous les autr
es peuples, et d autant qu il y a plus de hasard commencer la guerre qu traiter
la paix, le menu peuple Romain pouvait bien faire la paix ; mais s il tait questi
on de la guerre, il fallait assembler les grands tats, jusqu ce que le menu peupl
e et pleine puissance de donner la loi : c est pourquoi la guerre fut dcerne contre
Mithridate par la loi Manilia, contre les Pirates, par la loi Gabinia, contre P
hilippe II, Roi de Macdoine, par la loi Sulpitia, et la paix faite avec les Carth
aginois, par la [p. 164] loi Martia, [et] ainsi des autres. Et d autant que Csar
fit la guerre en France, sans mandement du peuple, Caton fut d avis qu on devait
rappeler l arme, et livrer Csar aux ennemis
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 101-101 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:09:40
Cela se vrifie non seulement par les lois Romaines, [mais] aussi de tous les autr
es peuples, et d autant qu il y a plus de hasard commencer la guerre qu traiter
la paix, le menu peuple Romain pouvait bien faire la paix ; mais s il tait questi
on de la guerre, il fallait assembler les grands tats, jusqu ce que le menu peupl
e et pleine puissance de donner la loi : c est pourquoi la guerre fut dcerne contre
Mithridate par la loi Manilia, contre les Pirates, par la loi Gabinia, contre P
hilippe II, Roi de Macdoine, par la loi Sulpitia, et la paix faite avec les Carth
aginois, par la [p. 164] loi Martia, [et] ainsi des autres. Et d autant que Csar
fit la guerre en France, sans mandement du peuple, Caton fut d avis qu on devait
rappeler l arme, et livrer Csar aux ennemis. En cas semblable les tats du peuple A
thnien dcernaient la guerre et la paix, comme on peut voir de la guerre contre
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:13:08
Je mets ces exemples des deux plus grandes Rpubliques populaires qui furent [jama
is] ; car en l tat Royal, il n y a point de doute, et mme les princes souverains t
irent soi la connaissance des moindres exploits et entreprises qu il faut faire
en guerre. Et quelque charge qu ils donnent aux dputs de traiter paix ou alliance,
nanmoins ils n accordent rien sans en avertir le prince, comme on peut voir au t
rait de Cambrsis dernier, les dputs de la part du Roi lui rcrivaient d heure en heure
tous les propos tenus d une part et d autre. Mais en l tat populaire on voit le
plus souvent la guerre et la paix se manier par l avis du Snat, ou conseil priv se
ulement, et bien souvent par l avis seul d un capitaine, auquel on donne toute p
uissance, parce qu il n y a rien plus dangereux en guerre que publier les entrep
rises qui ne peuvent alors russir, non plus que mines ventes ; et toutefois, il fau
t qu elles soient publies si le peuple en est averti. /...
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:15:39

quant aux monarchies, il est bien sans difficult, que la rsolution de la paix et d
e la guerre dpend du Prince souverain, si l tat est pure monarchie. Car s royaumes
de Pologne, Danemark, et Sude, qui sont tats changeants et incertains, selon que l
e Prince ou la noblesse ont les forces, et nanmoins qui tiennent plus de l Aristo
cratie que de la monarchie, la rsolution de la paix et de la guerre dpend de la no
blesse, comme nous dirons en son lieu ; aussi, nous avons touch ci-dessus qu il n
e se fait loi en ces pays-l que du consentement de la noblesse
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:17:19
La troisime marque de souverainet est d instituer les principaux officiers :
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 103-103 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:38:16
Ce n est donc pas l lection des officiers qui emporte droit de souverainet, [mais]
la confirmation et provision. Bien est-il vrai que ce point-l en retient quelque
chose, et montre que les Princes ne sont pas absolument souverains, si ce n est
de leur vouloir et consentement que telles lections se fassent
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 103-103 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:39:03
Or puisque la puissance de commander tous sujets en une Rpublique est celui qui t
ient la souverainet, c est bien raison que tous Magistrats reconnaissent ce pouvo
ir de lui.
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 103-103 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:39:32
Comme on peut voir aprs que les Romains eurent chass les rois, par la loi Valeria
non seulement le dernier ressort fut rserve au peuple
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 103-103 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:40:14
Mais disons de l autre marque souveraine, c est savoir du dernier ressort, qui e
st et a toujours t l un des principaux droits de la souverainet
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 103-103 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 08:46:05
Tite-Live appelle cette loi le fondement de la libert populaire, [quoiqu elle] ft
mal excute. La mme loi tait encore plus troitement
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 16:18:46
qui montre bien que la puissance de la vie et de la mort tait au peuple
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201

5 16:22:49
Aussi, en la Rpublique de Venise, il n y a que le grand Conseil de tous les genti
lshommes Vnitiens qui donne grce
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 16:23:31
combien qu Florence pendant l tat populaire, les huit avaient usurp la puissance d
e donner grce, si est-ce que cela fut depuis rendu au peuple lors que Sodrini chan
gea l tat
==========
bodin_six_livres_republique
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 201
5 16:23:54
Quant nos rois, il n y a chose de laquelle ils soient plus jaloux
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 13-13 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
16:47:43
Linvention du concept de souverainet par Bodin au XVI sicle va transformer 2010Jul
19 - 1 version , 00503799-telintgralement la comprhension que lon pouvait avoir de
la vie politique dune collectivit. Alors que lexercice du pouvoir tait encore dispos
ition des vassaux les plus puissants, en sus du Souverain, la souverainet va le c
oncentrer en un seul point. Elle cristallisera toutes les comptences politiques,
pour en lgitimer la dtention exclusive par le Souverain, en lexposant sous la forme
dune thorie juridique du pouvoir politique. Et nous conservons encore aujourdhui l
a souverainet pour exprimer lessence de lappareil dEtat
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 14-14 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
16:58:11

protestants. Il devait tre loprateur de la stabilisation de son territoire, puisquen


reconnaissant au seul Souverain la comptence de dcider pour tous, quelles que soi
ent les volonts et croyances de ses sujets, il entendait faire cesser les initiat
ives dsordonnes des diffrents membres de la Rpublique. Dans lutilisation du terme de R
ublique plutt que de celui usit lpoque de royaume, on saisit immdiatement la radica
uveaut de la comprhension bodinienne du pouvoir, dont la marque premire nest pas de
faire la guerre - donc dexercer un pouvoir militaire -, mais de faire acte de lgis
lation. La souverainet est la puissance normative au service du juste ordonnancem
ent des mnages et collges composant la Rpublique. Elle est donc ce qui sous-tend et
conduit la Rpublique vers son organisation la plus stable possible. Mais pour ce
faire, elle doit tre absolument htrogne aux parties de la collectivit ; elle transce
nde radicalement la ralit humaine, et sa lgitimation est ce prix. Quelles sont alor
s les consquences de cette inflexion particulire du pouvoir dans la dfinition de l
objet et de l tre politiques ? Quelles diffrences de comprhension de l existence po
litique traduit cette conception particulire du pouvoir, et, plus avant, quelles
relations se construisent avec les commands dans cette volution de structuration d
u pouvoir politique ? 14
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 14-14 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
16:58:33
Dans lhorizon polmique de lpoque, ravage par les guerres de religion, linvention de ce
concept avait pour but de couper court aux tensions prvalant entre catholiques e

t protestants
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 14-14 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
16:59:25
devait tre loprateur de la stabilisation de son territoire, puisquen reconnaissant a
u seul Souverain la comptence de dcider pour tous, quelles que soient les volonts e
t croyances de ses sujets, il entendait faire cesser les initiatives dsordonnes de
s diffrents membres de la Rpublique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 14-14 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:01:06
radicale nouveaut de la comprhension bodinienne du pouvoir, dont la marque premire
nest pas de faire la guerre - donc dexercer un pouvoir militaire -, mais de faire
acte de lgislation
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 15-15 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:02:55
la monopolisation de la comptence politique par un rfrent unique, dautant plus ambige
que Bodin utilise le terme de Rpublique pour en dsigner la forme politique, ne perm
et pas de rinscrire la souverainet dans une ligne historique. La rpublique romaine,
par exemple, est parvenue stabiliser ses institutions en reconnaissant au snat lau
torit, et au peuple le pouvoir ; le gouvernement mixte quelle inaugurait contredit
demble le postulat de lunicit de la souverainet
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 16-16 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:11:09
premire spcificit de la souverainet, qui la distinguera du pouvoir monarchique dont
elle reprend la trame, est sa nature impersonnelle. Le pouvoir politique n est p
lus simplement localisable dans le jeu des institutions, puisquil se cristallise
en un centre transcendant. Mais il se dparticularise de tout support matriel pour
embrasser les traits de l absolue et perptuelle puissance de commandement. Car po
ur assurer la continuit de la forme de la Rpublique, il fallait dmatrialiser la fonc
tion souveraine pour la rincarner en un support perptuel. La souverainet comme form
e particulire du pouvoir politique va alors peu peu se distinguer de la personne
du Souverain
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 16-16 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:44:18
roturiers , disant quil faut proportionner les charges aux diffrences qualitatives
de la population. Il prcisera comment recruter les ministres et les officiers, en
disant lgitime de donner ceux qui sont de haut rang les honneurs, et dcrtant qu un
e petite fonction suffit la vertu des petites gens. Mais en ce qui regarde la fao
n dont le Souverain aborde ses sujets, ou la faon dont les sujets considrent le So
uverain, ceux-ci sont tous sur un mme pied d galit, puisque sujets- , donc soumis au
Souverain. Au travers de toutes les distinctions phnomnales que la population mani
feste, une galit fondamentale la traverse : son gale soumission, sans conditions, a
u Souverain. Par o lon saisit que la relation de pouvoir engendre par la souveraine
t dtermine trs fortement les rapports entre la sphre politique et la socit. Car si la
distinction de ces deux registres ntait pas encore bien assure, elle va prsent gagne
r une pertinence particulire. Le pouvoir est un principe actif ; il agit sur quel

que chose. Il faudra donc concevoir un secteur de ralit, au sein de la Rpublique, s


ur lequel la souverainet va oprer. Et peu peu, la socit va se distinguer, comme 16
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 16-16 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:54:04
Mais en ce qui regarde la faon dont le Souverain aborde ses sujets, ou la faon don
t les sujets considrent le Souverain, ceux-ci sont tous sur un mme pied d galit
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 16-16 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:54:24
Mais en ce qui regarde la faon dont le Souverain aborde ses sujets, ou la faon don
t les sujets considrent le Souverain, ceux-ci sont tous sur un mme pied d galit, pui
sque sujets- , donc soumis au Souverain
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 17-17 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:56:14
pourtant, suivre la pense de Bodin, labsoluit de la souverainet ferme la voie des in
terrogations, puisqu chaque question est oppose labsolue autonomie du Souverain
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 17-17 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:56:46
On sent que la fragilit conceptuelle de la souverainet bodinienne rside dans lincapa
cit en lgitimer les fondements
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 18-18 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
17:59:18
La forme de la dmocratie corporative dveloppe par Althusius partir de la rfrence aux
droits de souverainet fournissait une voie alternative au dveloppement monolithiqu
e de la souverainet bodinienne ; cest cependant cette dernire forme qui va lemporter
sur le continent europen, et devenir loutil juridique principal de la forme monar
chique absolutiste telle quelle se dveloppera ensuite en France
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:07:36
le pouvoir est distinct de la collectivit humaine, ce sera alors pour permettre l
a coexistence de chacune des liberts individuelles. Il ne sera donc plus orient ve
rs ce qui apparat ds lors comme une hypostase, le bien commun, le dtournant de sa vr
itable mission, mais vers la protection des individus. Il ne pourra ds lors plus
adopter la position transcendante qui assurait la lgitimit de son omni-comptence
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:12:06
Les hommes rclament en effet le droit de manifester une entire libert dans le secte
ur de leur existence prive
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p

- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015


18:13:02

est ncessaire la pense politique de prendre la mesure de cette mtamorphose de la so


uverainet, puisque sa limitation et son immanence ne sont pas les consquences dun s
imple changement de forme de la Rpublique, mais signalent lmergence dune nouvelle fo
rme de socit. Comme lavait senti A. de Tocqueville lorsquil tait all en Amrique observ
r la gense de la dmocratie
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:16:57
Car limmanence du pouvoir, assorti au contrle qui doit en tre fait, doit cependant
conserver le schme de la centralisation politique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:17:59
face cette rorientation de la souverainet, il est possible de prciser plus avant le
s incidences induites par une certaine reprsentation de la nature de la souverain
et sur la socit des individus. En fonction des schmes utiliss pour exprimer la souver
ainet du peuple nouvellement acquise, deux formes dinstitution politique se dessin
ent des deux cts de lAtlantique : cest en France la nation qui devient souveraine, a
lors que les Amricains proclament We the people comme souverain. Une diffrence de
vocabulaire, uniquement ? Ou bien plus radicalement une diffrence dattitude envers
le pouvoir
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:18:24
qui distingue foncirement les penses rvolutionnaires amricaine et franaise est la dfia
nce envers le pouvoir manifeste par les Amricains, alors que les Franais pensent av
oir restaur la justesse de lacte gouvernemental en en remettant linitiative la volo
nt gnrale
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 22-22 | Aggiunto in data venerd 30 ottobre 2015
18:25:23
Rpublique fdrale opre en effet la seconde mtamorphose de la souverainet en en divisant
lessence
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 26-26 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
08:03:45
Pour Bodin en effet, le Souverain est solutus legibus, et se place en tant que t
el dans une position de transcendance par rapport la collectivit
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
09:21:35
pouvoir se dploie, pour ce dernier, suivant une logique dynamique, qui chappe tout
e volont den figer les ressorts. Ce qui lavait amen concevoir une institution politi
que mlant les trois composantes essentielles dune population : Connaissant ces dfau
ts (des trois formes classiques de gouvernement) et cartant chacune de ces espces,

les sages lgislateurs en ont choisi une qui participe de toutes. Ils la jugent p
lus ferme et plus stable, parce que, lorsquil y a dans un mme Etat un prince, des
optimates et un gouvernement populaire, chacun surveille lautre
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
09:21:49
Cest, demble, une logique oppose que suivra Bodin
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
09:23:41
Suivant la logique de labsoluit essentielle ce pouvoir, il est inconcevable que pl
usieurs puissent se le partager, puisqualors, qui obira aux commandements souverai
ns ? Si tous y participent, puisque le Souverain est exempt du devoir dobir ses com
mandements, on retombera dans un tat danarchie
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
09:23:57
On prend alors la mesure du pari bodinien : pour prserver lordre de la Rpublique, i
l est ncessaire quun seul en soit linitiateur, et que tous lui obissent
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 31-31 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
09:49:37
puissance absolue et perptuelle (... ) de commander
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
10:55:27
Or, cette cristallisation des comptences politiques rattaches un commun rfrant charg
de les fonder est radicalement nouveau
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
10:57:20

Si l on cherche par exemple un quivalent du pouvoir souverain chez les Romains, i


l faut d emble noter que l absence de terme romain quivalant la notion de souverai
net indique qu un foss conceptuel spare les modes de reprsentation du pouvoir (lato
sensu) valables Rome et dans l Europe moderne 11 . Il pouvait y avoir une summa
potestas, mais qui ne dsignait qu une seule comptence, le droit suprme de vie et de
mort exerc par certains magistrats. Ce pouvoir suprme rendait donc compte dune cap
acit exceptionnelle, ce titre dnote par ladjectif summa , et non de son caractre es
tiel
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
15:40:38
subsomption des fonctions gouvernementales sous un seul point focal radicalement
transcendant est llment politique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p

- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015


15:41:15
nouveau lgu par la dfinition de la souverainet
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
15:43:58
fonction premire des capacits politiques nest plus militaire, comme dans la logique
de lImperium, mais civile, puisque la dimension la plus haute de la Rpublique est
(... ) lgislative
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:07:20

Pouvoir absolu centralisant toutes les fonctions politiques, dont la primordiale


est lgislative, la souverainet introduit en outre une transformation du paysage p
olitique. Sil ny a en effet quune source lgitime de pouvoir, les individus y sont to
us soumis un mme degr. L o le pouvoir est uniforme, o il sadresse tous en gnral
un en particulier , tous sont sujets de la mme faon. La socit humaine est alors consi
dre sous langle, non plus de sa diversit phnomnale, mais de son homognit. Ce ne sera
la varit anthropologique qui intressera laction politique, mais lunit au regard de la
quelle tout homme est membre du corps politique. Cette transformation qualitativ
e du lieu dexercice de la souverainet permet lmergence de la notion de territoire su
r lequel elle pourra lgitimement uvrer
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:08:40

transcendance de la souverainet implique labsolue subordination, ce qui oblige lhom


ognit comportementale de lobissance inconditionne. Llment constitutif de la souverai
ra alors de prendre corps sur un territoire donn o les sujets seront tous galement
soumis sa puissance
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:18:44

puissance de commandement renvoie en effet la capacit d agir d une certaine manire


, qui serait plus explicite sous la notation de pouvoirfaire . C est ce pouvoir
-faire que font rfrence la majestas des latins et le des ges, et l 'est  
dtem - bsl  ses de l dtet d'e tte-psse -, psq'l td
t l'tlst d'e flt ptetelle. Cest la possession d une aptitude par
ticulire qui oblige la reconnaissance de la supriorit d une personne ou d une insti
tution pour une certaine fonction, et qui justifiera loctroi du pouvoir de comman
der certains
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 36-36 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:20:47

L o la force est employe, lautorit proprement dite a chou 19 . Si lon commande en u


du pouvoir, cest un comportement dalins quon engendrera, et non un acte de commandeme
nt. Or Bodin est on ne peut plus clair sur le statut du citoyen : il est un fran
c sujet , donc un sujet libre. Le citoyen ne peut donc obir que sil reconnat la lgiti
mit de la supriorit absolue du commandement souverain.Faut-il alors supposer que ces
t labsoluit qui justifie lobissance inconditionnelle des citoyens, sans prise en com

pte du contenu du commandement


==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 38-38 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:56:59
C est parce que le Souverain est le garant aux sujets des conventions et obligat
ions mutuelles qu ils ont les uns envers les autres 24 qu il doit se situer abso
lument au-dessus de la ralit anthropologique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 39-39 | Aggiunto in data sabato 31 ottobre 2015
16:57:53
parce que s il n y a pas de pouvoir pour obliger les
mes de leur engagement, rien ne viendrait assurer qu
issance souveraine seule peut contraindre les hommes
et stables
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 39-39 | Aggiunto in
16:59:56

individus respecter les ter


ils tiennent parole ; la pu
dvelopper des liens sereins

data sabato 31 ottobre 2015

C est parce que les hommes ne peuvent s obliger eux-mmes qu ils doivent recourir
un pouvoir extrieur charg de valider leur parole. Mais le champ des relations inte
rsubjectives n est pas le seul devoir tre assur. Les individus eux-mmes doivent tre
protgs : le Prince est oblig de maintenir par la force des armes et des lois ses su
jets en sret de leurs personnes, biens, et familles (... ) 25 . La puissance dtenue
par le Souverain assure aussi la protection de la sphre prive de chaque individu.
En d autres termes, le pouvoir souverain absolu est dans son essence particulire
inconditionnel, mais sa raison d tre, plus originaire puisqu elle lui donne l tre
, s inscrit dans une dynamique rciproque : Et la raison principale qui peut mouvo
ir les Princes juger leurs sujets, est l obligation mutuelle, qui est entre le P
rince et les sujets, car tout ainsi que le sujet doit obissance, aide, et reconna
issance son Seigneur, (de mme) aussi le Prince doit au sujet justice, garde et pr
otection
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 04:39:11
il faut que ceux-l qui sont souverains ne soient aucunement sujets aux commandeme
nts d autrui, et qu ils puissent donner loi aux sujets, et casser et anantir les
lois inutiles, pour en faire d autres : ce que ne peut faire celui qui est sujet
aux lois, ou ceux qui ont commandement sur lui. C est pour quoi la loi dit que
le Prince est absous de la puissance des lois
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 04:40:03
pour cette raison, la dmocratie ne saurait tre quabsence dordre, chaos, puisque dans
cette forme de Rpublique les citoyens n ont pas obir aux lois qu ils posent ; ils
ne pourraient, de mme, paradoxalement, faire de lois, puisque ceux qui les forme
nt ny seraient pas contraint, ce qui annule leur porte normative
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 44-44 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 04:41:44

La comptence souveraine est donc indivisible, centralise et inalinable


==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 47-47 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 04:55:31
Sous cette mme puissance de donner et casser la loi, sont compris tous les autres
droits et marques de souverainet : de sorte qu parler proprement on peut dire qu
il n y a que cette seule marque de souverainet, attendu que tous les autres droi
ts sont compris en celui
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 50-50 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:50:23
De faon trs novatrice, il va exclure du domaine politique la question du bonheur,
et confiner le champ de la puissance politique dans le secteur public, et le dis
tinguant de la sphre prive
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 50-50 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:52:04
d un ct la cristallisation de toutes les fonctions politiques au sein du pouvoir s
ouverain, de l autre l exclusion de son champ de pertinence de rfrences qu on lui
adjoint classiquement
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 50-50 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:52:45
observe alors un double mouvement invers : d un ct la cristallisation de toutes les
fonctions politiques au sein du pouvoir souverain, de l autre l exclusion de so
n champ de pertinence de rfrences qu on lui adjoint classiquement. L une des notio
ns les plus souvent sollicites pour finaliser la vie politique d une collectivit e
st ainsi la rfrence faite au bonheur
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 51-51 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:57:08
dfinition du bonheur est par trop plurivoque pour servir de point normatif l orga
nisation de la Rpublique. Il ne convient donc pas de faire entrer en ligne de com
pte, pour dfinir la Rpublique, ce mot heureusement . 50 Puisqu il n est pas possibl
e de donner une dfinition fixe de ce qu il faudrait viser comme tant le Bonheur, i
l ne convient pas de faire entrer cette considration dans la vise tlologique de la Rp
ublique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 51-51 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:57:28
Cest le risque pris si lon suit les antiques dans leur dfinition de la Rpublique com
me socit d hommes assembls, pour bien et heureusement vivre
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 52-52 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 09:59:33
sparant la vise normative de la vie politique de la finalit tlologique du bonheur, Bo

din opre donc une rupture radicale avec les penseurs politiques classiques. La vi
e politique chappe la proccupation de la vie bonne, ou au souci de raliser le bonhe
ur auquel aspirent les hommes. Cette dimension anthropologique nest pas dordre pol
itique. La finalit politique n a pas de vise thique ; elle est tout entire tourne ver
s le souci de permettre aux hommes de vivre ensemble, suivant un juste ordonnanc
ement, sans virer au chaos
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 53-53 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:03:51
La Saint-Barthlmy est contemporaine de la publication des Six Livres de la Rpubliqu
e, publie en 1574. Le jugement de cet vnement est sans appel pour Bodin : le Souver
ain sest gar en devenant partie dune querelle ; il devra donc subir le prix de son i
nconsquence : la fragilisation de son autorit. Le pouvoir politique sest dvoy en inve
stissant un objet qui lui est normalement tranger. Ce nest pas en usant de son pou
voir pour favoriser un des termes du conflit quil gagnera la paix. La souverainet
ne doit en effet intervenir qu au regard de questions d ordre public. Et c est b
ien plutt lorsque le Roi ne parvient pas cerner les objets relevant de sa comptenc
e qu il risque d engendrer des divisions
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 54-54 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:12:27
dtaillant le pouvoir souverain, pouvoir essentiellement et constitutivement tempo
rel, Bodin souligne en effet la non pertinence de ces mouvements, leur inconsist
ance conceptuelle, et donc leur illgitimit. Ce point est assez important pour que
Bodin prenne la peine de le dire explicitement : Je ne parlerai que de la puissa
nce temporelle, qui est le sujet que je traite, de laquelle ils (les canonistes
et thologiens) n ont point parl, afin qu on entende qui sont les princes absolumen
t souverains, et si les autres princes sont sujets l Empereur, ou au pape
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 55-55 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:16:21
La sparation radicale des considrations relevant du spirituel et de ce qui concern
e le pouvoir temporel est la consquence d une prcision assez drastique de la fonct
ion de la vie humaine en Rpublique, sur laquelle nous reviendrons plus loin 56 .
Limportance de la religion nest pourtant pas conteste. Bodin souligne qu un bon cit
oyen doit tre vertueux, et qu cette fin la religion est fondamentale. Mais cet or
dre de considration ne concerne pas la fonction souveraine. Les requtes des commun
auts religieuses ne peuvent donc tre places sur un plan politique ; elles ne sont p
as des objets susceptibles dtre prises en compte par la souverainet. Les arguments
thologiques ou ecclsiastiques ne sont pas pertinents, puisquils excdent ou dvoient la
finalit politique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 55-55 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:18:24
C est de mme en cherchant srier les sphres de comptence de la souverainet que Bodin i
ntroduit dans la rflexion politique une distinction trs moderne et novatrice son po
que, qui ne spare pas encore l existence publique de la sphre prive
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 55-55 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:22:36

qui distingue en effet la Rpublique justement ordonne des Rpubliques invalides est
que le Souverain prend en charge les comportements des sujets lorsqu ils interag
issent les uns avec les autres, et oblige ses sujets, dans une totale allgeance,
pour ce qui regarde exclusivement la sphre publique. Deux biens chappent alors par
nature la comptence souveraine, deux objets relevant du priv, et en consquence hor
s des prtentions du souverain ; deux biens impossible dtre enlevs aux individus sans
altrer la forme Rpublique : la proprit de leurs biens et la libert naturelle
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 56-56 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:24:33
saurait en effet y avoir de res-publica que s il y a, dans un mme mouvement, r
es-privata ; sinon on n utiliserait mme pas le mot : Mais outre la souverainet, i
l faut qu il y ait quelque chose de commun, et de public : comme le domaine publ
ic, le trsor public, le pourpris de la cit, les rues, les murailles, les places, l
es temples, les marchs, les usages, les lois, les coutumes, la justice, les loyer
s, les peines, et autres choses semblables, qui sont ou communes, ou publiques,
ou l un et l autre ensemble, car ce n est pas la Rpublique s il n y a rien de com
mun.(... ) Or il (Platon, qui voulait que tous les biens soient communs) ne juge
ait pas que si cela avait lieu, la seule marque de Rpublique serait perdue, car i
l n y a point de chose publique, s il n y a quelque chose de propre, et ne se pe
ut imaginer qu il y ait rien de commun, s il n y a rien de particulier
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 57-57 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:31:04
Comme nous le reprendrons plus loin 58 , l homme est matre de son foyer, mais doi
t abandonner ses prtentions lorsqu il sort de sa sphre prive puisquau homme ne peut
se positionner au-dessus des autres
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 57-57 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:31:59
Tout ce qui est prsuppos pour qu une vie collective puisse se dvelopper, des instit
utions politiques aux moyens de la vie sociale, sont donc du domaine des comptenc
es du seul Souverain
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 59-59 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:40:01
Bodin dfinit la Rpublique et son organisation institutionnelle en constituant l ob
jet public, comme consquence de ce que les hommes partagent en vivant ensemble, m
ais dans un mme mouvement il retire toute pertinence aux organisations humaines e
n leur refusant la reconnaissance de leur autonomie et en la plaant sous tutelle
gouvernementale. Ce faisant, il coupe court toute interrogation sur ce que solli
cite la vie commune ; son attitude intellectuelle empche lmergence dun pan de rflexio
n sur linteraction entre le pouvoir et les associations humaines
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 59-59 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 10:42:16
atomise d une certaine faon le tout en traduisant ces parties comme htrognes au com
mun
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p

- La tua evidenziazione a pagina 63-63 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20


15 12:22:54

dengendrer un tat danarchie gnralise, mais parce que sans souverainet, il ny a mme p
peuple
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 63-63 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 12:24:04
ce n est pas la ville ni les personnes qui font la cit, mais l union d un peuple
sous une seigneurie souveraine, encore qu il n y ait que trois villages
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 64-64 | Aggiunto in data domenica 1 novembre 20
15 20:06:05
donc le Souverain peut vhiculer la puissance normative dune essence, cest parce quil
nest adquatement ni cette essence, ni tranger elle. La souverainet s incarne donc d
ans un homme ou un corps sous la forme de la possessio, et non de la proprietas
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- Il tuo segnalibro a pagina 75 | Aggiunto in data marted 3 novembre 2015 22:59:1
5
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 97-97 | Aggiunto in data marted 3 novembre 2015
23:13:27
La Mthode de l histoire, Bodin prenait ses distances avec la tradition philosophi
que, en signalant que ce dont il avait parler n avait jamais t abord par les antiqu
es Grecs et Romains, reprsentant l volution la plus acheve de la rflexion politique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 101-101 | Aggiunto in data marted 3 novembre 201
5 23:40:59
ne nous semble donc pas incorrect de dire que le concept de souverainet ne pouvai
t pas appartenir la pense grecque parce quelle ntablit pas de distinction ontologiqu
e entre des lments d un mme genre. Il ne saurait donc exister dans ses schmes de pen
se une ralit dont la qualit serait
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data marted 3 novembre 201
5 23:41:10
d tre par dfinition transcendante ; les Grecs n taient pas en possession de la catgo
rie intellectuelle permettant la souverainet d tre pense
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:10:08
On se retrouve ici dans une des antithses de la pense bodinienne, puisque l absenc
e d un pouvoir intrinsquement suprieur aux autres aurait du, selon ses hypothses, e
ngendrer l anarchie. Or ce ne fut pas le cas.Qu est-ce qui a donc pu immuniser l
e pouvoir contre sa dsagrgation
==========

UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:11:47
Les dcisions prises n taient pas le fait de volonts diffrentes de celle du peuple at
hnien ; elles en sortaient au contraire intgralement. Obir un commandement revenait
donc obir un ordre ressortant du dmos lui-mme
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:13:18
C est prcisment pour cette raison qu Aristote parle de relation politique : dans l
a cit dmocratique, le citoyen est tour tour gouvernant et gouvern, c est un pouvoir
politique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:14:16
Ce roulement au poste de commandement suprme avait l avantage de ne pas dpossder le
s citoyens de leur aptitude dcider, de leur permettre de s approprier leur cadre
d existence. Il avait en outre lavantage non moins ngligeable d annihiler tout ins
tinct d exercice arbitraire du pouvoir, puisque ceux qui l on commande aujourd h
ui pourront tre les chefs de demain
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 107-107 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:19:05
Mais quels arguments Bodin utilise-t-il pour invalider juridiquement la possibil
it dinstitutions politiques reposant sur le partage du pouvoir ? Pourquoi soutient
-il quil ne saurait y avoir de gouvernements mixtes
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 108-108 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:21:45
Puisque nous avons dit de la souverainet, et des marques et droits (de celle-ci),
il faut voir en toute Rpublique ceux qui tiennent la souverainet, pour juger quel
est l tat : comme si la souverainet gt en un seul Prince, nous l appellerons Monar
chie ; si tout le peuple y a part, nous dirons que l tat est populaire ; s il n y
a que la moindre partie du peuple, nous jugerons que l tat est Aristocratique
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 109-109 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:29:19
classiques ? Si les trois sources du pouvoir politique, de nature donc diffrente,
sont mles dans une forme mixte, si l on associe un, plusieurs, et tous dans une mm
e forme gouvernementale, cela revient dire que pas un n a plus qu un autre le dr
oit de dcider, que tous peuvent autant que les autres prtendre avoir raison ; donc
en fait on se trouve dans la condition de l tat populaire
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 109-109 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:30:06
mixtion des trois Rpubliques ensemble ne fait point d espce diffrente, vu que la pu
issance Royale, Aristocratique, et populaire ensemble, ne fait que l tat populair

e, si ce n tait qu on donnt la souverainet pour un jour au Monarque, et que le jour


suivant la moindre partie du peuple et la seigneurie, et aprs tout le peuple, et
chacun des trois et son tour la souverainet
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 110-110 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:48:53
comprend que Bodin rejette comme rationnellement incompatible avec la vie en Rpub
lique, donc ordonne, toute reconnaissance du pouvoir souverain plus d une forme p
ure de Rpublique, et pour tre encore plus prcis plus d un homme, puisque la souvera
inet a pour fonction essentielle d homogniser un divers par nature dissoci et discor
dant
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 111-111 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 00:54:47
saisit donc ici le cur de l argumentation rationnelle, ou purement thorique, de Bo
din contre la mixtion des formes gouvernementales, autrement dit contre un parta
ge du pouvoir souverain. Son refus de penser ces formes n est que la consquence d
e dductions partir de l absoluit de l essence de la souverainet
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 114-114 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 06:53:56
grande avance que Bodin effectue au niveau de la prcision des actes politiques est
de distinguer la forme de la Rpublique et la forme de son gouvernement
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 113-113 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 06:56:03
Son refus des gouvernements mixtes est en fait d abord un refus des formes mixte
s de la Rpublique, soit un refus de principe de pouvoir penser une puissance souv
eraine partage entre un, plusieurs ou tous. On devrait donc plus exactement parle
r d un refus des formes mixtes de Rpublique que d un refus des gouvernements mixt
es
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 114-114 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:01:23
Car il y a bien diffrence de l tat et du gouvernement : qui est une rgle de police
qui n a point t touche de personne ; car l tat peut tre en Monarchie, et nanmoins il s
era gouvern populairement si le Prince fait part des tats, Magistrats, offices, et
loyers galement tous sans avoir gard la noblesse, ni aux richesses, ni aux vertus
. Il se peut faire aussi que la Monarchie sera gouverne Aristocratiquement quand
le prince ne donne les tats et bnfices qu aux nobles, ou bien aux plus vertueux seu
lement, ou aux plus riches ; aussi la seigneurie Aristocratique peut gouverner s
on tat populairement, distribuant les honneurs et loyers tous les sujets galement,
ou bien Aristocratiquement, les distribuant aux nobles ou aux riches seulement
; laquelle varit de gouverner a mis en erreur ceux qui ont ml les Rpubliques, sans pr
endre garde que l tat d une Rpublique est diffrent du gouvernement et administratio
n (de celle-ci
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 116-116 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:12:50

lintuition de Bodin est profonde en ce quelle carte la confusion, dommageable la co


mprhension philosophique de la sphre politique, entre ce qui relve de la Constituti
on des Rpubliques et ce qui relve de leur administration - ce quen termes modernes
lon appellera respectivement le droit constitutionnel et le droit administratif
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 117-117 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:20:31
est possible de voir que la forme la plus acheve de Rpublique sera la Monarchie te
mpre, la meilleure forme de gouvernement sollicitant les deux corps, de l aristocr
atie et du peuple
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 117-117 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:23:33
ne faut donc pas confondre la loi et le contrat, car la loi dpend de celui qui a
la souverainet, qui peut obliger tous ses sujets, et ne s y peut obliger soi-mme ;
et la convention est mutuelle entre le Prince et les sujets, qui oblige les deu
x parties rciproquement. Et ne peut l une des parties y contrevenir au prjudice, e
t sans le consentement de l autre ; et le Prince en ce cas n a rien par-dessus l
e sujet, sinon que cessant la justice de la loi qu il a jur garder, il n est plus
tenu de sa promesse, comme nous avons dit, ce que ne peuvent les sujets entre e
ux, s ils ne sont relevs du Prince
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 118-118 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:27:58
Mais le principal point de la Rpublique qui est le droit de souverainet, ne peut tr
e ni subsister, parler proprement, sinon en la monarchie, car nul ne peut tre sou
verain en une Rpublique qu un seul ; s ils sont deux ou trois, ou plusieurs, pas
un n est souverain, d autant que pas un ne peut donner, ni recevoir loi de son c
ompagnon: et combien qu on imagine un corps de plusieurs seigneurs, ou d un peup
le tenir la souverainet, si est-ce qu elle n a point de vrai sujet, ni d appui, s
il n y a un chef avec puissance souveraine pour unir les uns et les autres : ce
que ne peut faire un simple Magistrat sans puissance souveraine
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 119-119 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:29:09
La relation de puissance souveraine semblerait, dans la comprhension bodinienne d
e la ralit anthropologique, prsupposer qu un homme ne saurait obir que s il n est ex
clusivement rduit qu ntre que sujet
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 119-119 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:30:33
en quelque sorte que ce soit, le sujet, qui est exempt de la puissance des lois,
demeure toujours en la sujtion et obissance de ceux qui ont la souverainet. Or il f
aut que ceux-l qui sont souverains ne soient aucunement sujets aux commandements
d autrui, et qu ils puissent donner loi aux sujets, et casser ou anantir les lois
inutiles, pour en faire d autres : ce que ne peut faire celui qui est sujet aux
lois, ou ceux qui ont commandement sur lui. C est pourquoi la loi dit que le Pr
ince est absous de la puissance des lois, et ce mot de loi emporte aussi en lati
n le commandement de celui qui a la souverainet

==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 119-119 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:31:04
puissance donne au Souverain l institue ipso facto comme en-dehors de la ralit huma
ine
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 119-119 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:32:14
Il ne considre pas la possibilit d tre souverain de soi, par exemple, pourtant si c
entrale chez Aristote qu il connaissait si bien. L bauche des analyses grecques d
u concept d autonomie, dterminant chez les philosophes du XVIII sicle, est intgrale
ment absente chez Bodin
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- La tua evidenziazione a pagina 122-122 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2
015 07:39:35
les relations qu ils entretiennent entre eux, les pairs peuvent traiter des affa
ires publiques uniquement sur le plan du commerce ; toute autre institution publ
ique est la charge du Souverain, sans discussion possible
==========
UNIVERSITE_PARIS-EST_These_de_doctorat_p
- Il tuo segnalibro a pagina 123 | Aggiunto in data mercoled 4 novembre 2015 22:1
7:47
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 8-8 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 2015 18
:35:48
neither the promoter of the good life, nor the protector of rights. It is the co
nciliator of interests
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 15-15 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 2015
22:45:56
monarchia __rzoril,? _..rnigliore forma di go- verno, ma l unica, perch? tutte i
n ultima analisi sono fondate pcitto_ ti i_ suddti esduso rap presentante e sebb
ene Hobbes usi accenti demon per la tecnica della mag- gioranza, sostiene in con
clusione che it problema e tutto nell ac- centramento del potere, che in una rno
narchia avviene in forma evidente, mentre in un governo popolare esiste camugato
da fictitious institutions
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 213-213 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:26:29
solo modo per dar vita alla costituzione di un potere LA FONDAZIONE comune capac
e di difendere gli uomini dalle inva- DELLO STATO. DEFINIZIONE sioni degli altri
popoli e dalle reciproche ingiurie, ed DELLO STATO insomma di garantire la loro
sicurezza in modo che con la propria attivita e con i prodotti della terra essi
possano nutrirsi e vivere comodamente, consiste nell investire di tutto it prop
rio potere e di tutta la propria forza un uomo od una assemblea di uomini che si
a in grado di ridurre tutte be varie opinioni, per mezzo della plurality dei vot

i, ad una sola volonta


==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 214-214 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:27:48
Questa e la fondazione di quel grande Leviatano o piuttosto, per parlare con pia
reverenza, di quel Dio rt- mortale a cui, al disotto del Dio immortale, not sia
mo debitori della nostra pace e difesa. Infatti, attraverso questa autorita di c
ui e stato investito da ogni singolo individuo nello stato, esso 6 in grado di u
sare tanto potere e tanta forza che gli 6 stata conferita, si da piegare col ter
rore le volonta di anti e fare in modo da rivolgerle al mantenimento della pace
interna ed all aiuto reciproco contro i nemici esterni
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 218-218 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:32:04
L opinione che un monarca riceva it suo potere attraverso un patto, cioe sotto c
ondizione, deriva dalla non comprensione di questa semplice verita, che, essendo
i patti niente altro che parole e promesse verbali, non hanno forza di obbligar
e, impedire, o proteggere alcuno, all infuori di quella che e data loro dalla pu
bblica spada, cioe dalle mani non legate di quell individuo o assemb:ea che eser
cita la sovranita, e le cui azioni siano avallate da tutti e messe in esecuzione
dalla forza di tutti, riunita nella persona del sovrano
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 219-219 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:33:22
Quarto, dato che ogni suddito e, in conse- guenza di questa istituzione, autore
di tutte IV) LE AZIONI DEI SOVRANI le azioni ed opinioni del sovrano istituito,
ne NON POSSONO ESSERE, SECOND() GIUSTIZIA, derive che qualunque cosy egli fascia
non pub CRITICATE DAI SUDDITI essere considerate come offesa rivolta ad al- cun
o dei suoi sudditi, ne egli deve essere accusato di ingiustizia da alcuno di lor
o
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 219-219 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:33:37
ogni singolo individuo a autore di tutto ciS che it sovrano fa
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 222-222 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:37:00
diritto connesso con l esercizio della IX) E DI FARE LA GUERRA 0 LA PACE sovrani
ta, it far guerra e pace con gli altri stati, COME MEGLIO CREDE... ClOe it giudi
care quando la guerra e utile all inte- resse comune e quante truppe devono esse
re reclutate, armate e pagate per quello scopo; e quanto denaro deve essere rich
iesto ai sudditi per far fronte alle spese del conflitto
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 224-224 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:39:35
riunioni. QUESTI MITT Questi sono i diritti che rappresentano la base es- SONO
senziale della sovranit, e sono i segni dai quali si puO INDIVISIBILI... discern
ere in quale individUo od assemblea sia posto it potere sovrano e da chi sia det

enuto
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 226-226 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:42:31
Come di fronte al padrone i servi sono tutti uguali e senza distinzione di grado
, cosi sono i sudditi in presenza del sovrano
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 226-226 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:43:58
comunemente quelli che vivono sotto un governo monarchico pensano che tale sia u
n difetto proprio della monarchia, mentre coloro che vivono sotto un governo dem
ocratico attribuiscono tutti gli svantaggi a quells forma di governo, mentre it
potere, sotto qualunque forma sia espresso, se e sufEcientemente capace di prote
ggerli e lo stesso
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 228-228 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:46:19
perche it potere di rappresentare la moltitudine deve essere necessariamente con
ferito ad un solo individuo od a piu persone, e, in quest ultimo caso, l assembl
ea deve essere di tutti, o soltanto di un gruppo ristretto. Quando it potere rap
presentativo della moltitudine e nelle mani di un solo individuo, allora it gove
rno a una monarchia; quando e in una assemblea aperta a tutti i cittadini, a una
democrazia o governo popolare; quando invece e in un assemblea composta di un g
ruppo ristretto, viene chiamato aristocrazia. Non esistono altre forme di govern
o, perche o uno, o piu, o tutti, devono detenere per intero it potere sovrano ch
e, come ho gia dimostrato, e indivisibile
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 229-229 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:48:53
tal modo, laddove e gia stato costituito un potere sovrano, non put esistere alt
s ra-ppresentanza dello stesso popolo, se non per certi scopi partico- .1ari, li
mitatidall autorita. del sovrano. Diversamente si creerebbero due- sovrani e cia
scuno vedrebbe la sua persona rappresentata da due attori che, opponendosi uno d
ovrebbero di necessity dividere quel potere che, se gli uomini desiderano di viv
ere in pace, deve essere indivisibile, e di conseguenza riporterebbero la moltit
udine allo stato di . guerra, cosa questa contraria al fine che ci si propone al
l atto dell istituzione di ogni sovranita
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 230-230 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:50:35
Ora, nella monarchia, l interesse privato coincide con quello pubblico e le ricc
hezze, onori e potere di un monarca scaturiscono soltanto dalle ricchezze, poten
za e buon nome dei sudditi, poiche nessun re pueo mai essere ricco, glorioso, ne
sicuro, se i suoi sudditi sono o poveri, o spregevoli, o resi deboli dal bisogn
o e dal malcontento, si da non pater far fronte, in una guerra, ai propri nemici
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 230-230 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:50:46

contrario, in una democrazia od in una aristocrazia i] benessere pubblico non e


spesso cosi utile al vantaggio individuale
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 231-231 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:51:22
come lo e invece un perfido consiglio, un atto di tradimento od una guerra civil
e
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 234-234 | Aggiunto in data gioved 5 novembre 201
5 23:59:03
tuttavia chi considerera gli stati particolari che sono esistiti e che oggi esis
tano nel mondo, non sara forse facilmente propenso a ridurli a quelle tre forme
e sara invece portato a pensare che ne esistano altre derivanti dal mescolarsi d
i quelle, quali per es. i regni elettivi, in cui i re ricevono it potere sovrano
soltanto per un certo tempo, od i regni in cui it re gode di un potere limitato
, i quali governi vengono tuttavia definiti dalla maggioranza degli scrittori co
n it termine di monarchic
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 251-251 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 12:26:06
sebbene si possa immaginare che da un potere cosi illimitato =, . . san--o derivare
molte dannose consecruenze, tuttavia ci6 che nasce dalla mancanza di esso, cioe
la guerra di ciascuno contro it proprio cosa di gran lunga peggiore
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 259-259 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 12:34:50
leggere questi autori greci e latini gli uomini, fin dalla loro fanciullezza, ha
nno preso l abitu- dine, sotto una falsa apparenza di liberta, di favorire i tu
multi e di criticare sfacciatamente le azioni dei loro sovrani, ed ancora di cri
ticare coloro che prima hanno criticato i sovrani, e ciO con molto spargimento d
i sangue; si che io penso si possa dire che non si e mai pagata a cosi taro prez
zo la conoscenza di una cosa come, nel mondo occi- dentale, si e pagato I appren
dimento delle lingue greca e Latina
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 264-264 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 13:24:05
implicito che l obbligazione dei sudditi nei I SUDDITI NON SONO confronti del so
vrano dura lino a che dura quel TENUTI AD OBBEDIRE potere mediante it quale ques
ti ii protegge, ma AL SOVRANO non dura piu di esso, perche it diritto che gli uo
mini hanno, per natura, ad assicurare la protezione di se stessi, quando nessun
altro sia in grado di far ciO, non puO essere tralasciato in conseguenza di alcu
n patto. La sovranita e l anima dello stato che, una volta uscita dal corpo, non
e piu capace di imprimere it mow alle membra. II fine dell obbedienza e la prot
ezione, e dovunque l uomo consideri che questa risieda, nella propria o nell alt
rui spada, la natura fa in modo che l obbedienza umana e lo sforzo a conservare
la protezione coincidano con questa
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 264-264 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 13:25:21

sebbene la sovranita sia, nell intenzione di coloro che la istituirono, immortal


e, e invece, per la sua stessa natura, non soltanto soggetta a morte violenta in
conseguenza di una guerra esterna, ma contiene anche nel suo seno, fin dal mome
nto della propria istituzione ed a causa dell ignoranza e delle passioni degli u
omini, i germi di morte naturale per discordia interna
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 265-265 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 13:26:33
Se un sovrano rinunzia alla sovranita per se c per i suoi eredi, i suoi sudditi
ritornano al puro stato di natura, perche, quantunque l ordine naturale renda ev
idente chi sono i suoi figli od i suoi parenti piis prossimi, tuttavia (v. cap.
precedente) dipende dalla volonta deI sovrano di stabilire chi abbia diritto all
a successione. Se egli non vuole avere eredi non esiste allora alcuna sovranita
o soggezione. I1 caso analogo se egli muore senza dar riconoscimento ai suoi par
enti e senza dichiarare it proprio erede, perche non cie un erede riconosciuto e
perciO nemmeno e dovuta alcuna soggezione
==========
leviatano1
- La tua evidenziazione a pagina 268-268 | Aggiunto in data venerd 6 novembre 201
5 18:15:46
soli limiti che it potere del rappresentante e tenuto a rispettare sono quelli c
ontemplati dalla non scritta legge di natura
==========
[Arihiro_Fukuda]_Sovereignty_and_the_Sword_Harrin(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 24 | Aggiunto in data domenica 8 novembre 2015 08:4
6:45
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 210-210 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:34:25
am now in a position to apply Hobbess general theory to solve the puzzle I began
by isolating about the person of the state. How can such a
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 211-211 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:34:35
seemingly insubstantial person be the holder of sovereignty and the seat of powe
r? First we
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 211-211 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:36:05

I need to note by way of preliminary that I shall be concerned only with Hobbess
account of sovereignty by Institution, not with sovereignty by Acquisition. Hobbes i
ntroduces this distinction at the end of chapter
of Leviathan, thereafter devotin
g chapters
and
to institutionand chapter
to acquisition.
Sovereignty is sai
edwhen the members of a multitude covenant not with each other but with a conquer
or to whom they individually submit themselves
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 211-211 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre

2015 06:36:27
his analysis of sovereignty by acquisition makes no mention of the person of the
state
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 211-211 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:37:53
The only means, according to Hobbes, by which a multitude can manage to institutea
commonwealth is by transforming themselves into an arti cial person by way of aut
horising some natural person or persons to represent them
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 212-212 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:39:44
The Multitude naturally is not One, but Many, he retorts, so that it is only the U
nity of the Representer, not the Unity of the Represented, that maketh the Perso
n One. The only way in which a Multitude of men, are made One Personis when they are
by one man, or one Person, Represented. There is, in short, no natural unity out
side the state; unity and community are attained only with the appointment of a
representative, and cannot otherwise be understood in multitude.
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 212-212 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:40:49
When they perform this act of mutual covenanting, this is as much as to say that
they appoint one Man, or Assembly of men, to beare their Person. So the outcome is
more than Consent, or Concord; it is a reall Unitie of them all, in one and the
same Person, in consequence of which they are now able, through the agency of th
e person representing them, to act in the manner of a single person with one wil
l and voice
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 212-212 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:41:08
What is the name of the arti cial person brought into existence when a multitude f
orms itself into such a unity by instituting a representative? The name of the p
erson thus engendered is the commonwealth or state
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 212-212 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:41:41
What is the name of the arti cial person brought into existence when a multitude f
orms itself into such a unity by instituting a representative? The name of the p
erson thus engendered is the commonwealth or state. As soon as the members of th
e multitude agree, each with each, to appoint one Man, or Assembly of men, to bea
re their Person, the multitude so united in one Person, is called a COMMON-WEALTH,
in latine CIVITAS
the term Hobbes also translates in Leviathan as state
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 213-213 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:44:50
Hobbes then proceeds to baptise the person of the commonwealth or state with its
own speci c name, informing us of it in his gravest tones. This is the Generation

of that great LEVIATHAN, or rather (to speake more reverently) of that Mortall G
od, to which wee owe under the Immortal God, our peace and defence
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 213-213 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:48:11
As we have seen, however, the name of the person engendered by the transformatio
n of the multitude into one person through their agreement to appoint a represen
tative is not the sovereign but the state. The sovereign is the name of the repr
esentative of the multitude united in one person, and is thus the name of the re
presentative of the state
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 213-213 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 06:48:25
Armed with this analysis, we can now see how the apparently insubstantial person
of the state can nevertheless be the holder of sovereignty and the seat of powe
r
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 214-214 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:19:29
So the name of the person Commandingis not the sovereign but the person whom the s
overeign represents. And the name of that person, as Hobbes eventually declares
in a further echo of Cicero, is Persona Civitatis, the Person of the Common-wealt
h
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 215-215 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:23:45
It is certainly true according to Hobbes that there cannot fail to be an identit
y between the will of a lawful sovereign and the will of the commonwealth or sta
te. As I have laboured to demonstrate, however, this is not in the least because
Hobbes believes in any kind of organic unity between the two. It is simply beca
use he insists that all lawful sovereigns are representatives, and thus that all
their public actions must be attributed to the person whom they represent, name
ly the person of the state
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 215-215 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:24:44
remains for Hobbes to distinguish between the representation and misrepresentati
on of the states authority
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 215-215 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:27:50
How are we to discriminate between lawful sovereigns and those who merely usurp
the powers of the state without enjoying the standing of accredited representati
ves? To put the same question the other way round, who has the right to authoris
e the actions of the state?
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 216-216 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre

2015 07:28:55
But it is of the utmost importance to Hobbess theory that the acts performed by s
overeigns are trulyattributable to the state, and are in fact the actions of the s
tate in the real world
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 216-216 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:29:26
have characterised as purely arti cial, and bears a close resemblance to such exem
plary members of the class as hospitals, bridges and so forth. Like such inanima
te objects, the state is unquestionably capable of acting, since it is capable o
f being represented and of having actions trulyattributed to it.
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 216-216 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:31:23
The public acts of a sovereign will count as valid acts of the state if and only
if the sovereign has been authorised to perform them by each and every member o
f the multitude
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 216-216 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:31:44
One Person,of whose Acts a great Multitude,by mutuall Covenants one with another
,have made themselves every one the Author,to the end he may use the strength an
d means of them all,as he shall think expedient,for their Peace and Common Defen
ce
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 217-217 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:34:07
The sovereign is commissioned, in other words, merely to exercise those of our r
ights which, so long as we exercise them ourselves, will lead to war.
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 217-217 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:35:00
Hobbes goes to the almost blasphemous extreme of drawing a parallel between this
act of engendering and the work of God. The Pacts and Covenants, by which the pa
rts of this Body Politique were at rst made, set together, and united, resemble t
hat Fiat, or the Let us make man, pronounced by God in the Creation
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 218-218 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:37:39
pass unwounded between the opposing swords of those that contend, on one side for
too great liberty, and on the other side for too much Authority
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 218-218 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:38:52
Those contending for too much authority are identi able as the theorists of divine

right, who rose to renewed prominence in the face of the parliamentary attack o
n the English crown in the early
s. All political power, these writers declare, is na
turall.
God is its immediate Author
and all rulers acquire it from divine ordinati
ther than from the consent of the people, who have no more possibility in right t
o choose their Kings, then to choose their Fathers.
Hobbess vision of the state as a
n arti cial person authorised by its own citizens has the effect of challenging ev
ery element in this argument. All political power, he replies, is Arti ciall.
The only
source from which the authority of the state can validly ow is the consent of eve
ry one of the Subjects.
The capacity of sovereigns to act as legitimate representat
ives of the state must therefore be derived originally from the consent of every
one of those that are to bee governed.
The state is a wholly human contrivance, not
in the least an outcome of Gods providence
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 218-218 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 07:39:11
During the civil wars of the
s, this view of consent became one of the leading argum
ents used by the supporters of Parliament to question the powers of the crown
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 221-221 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 19:17:26
But by this Institution of a Common-wealth, every particular man is Author of al
l the Soveraigne doth; and consequently he that complaineth of injury from his S
overaigne, complaineth of that whereof he himselfe is Author; and therefore ough
t not to accuse any man but himselfe
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_politics.__Volume_3,(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 222-222 | Aggiunto in data mercoled 11 novembre
2015 19:18:10
His account of attributed action already enables him to rest his case against th
e constitutionalist writers of his age. The concept of the political covenant is
not a means of limiting the powers of the crown; properly understood, it shows
that the powers of the crown have no limits at all. The theory of attributed act
ion lies at the heart of the politics of Leviathan
==========
[Quentin_Skinner]_Visions_of_Politics(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 420-420 | Aggiunto in data domenica 6 dicembre
2015 08:29:32
But on the other hand, they make no comparable distinction between the powers of
states and the powers of the communities over which they rule. On the contrary,
the whole thrust of republican theory is towards an ultimate equation between t
he two. This undoubtedly yields a recognisable concept of the state, one that ma
ny Marxists and exponents of direct democracy continue to espouse. But it involv
es a repudiation of the most distinctive element in the mainstream theory of the
modern state: the claim that it is the state itself, rather than the community
over which it holds sway, that constitutes the seat of sovereignty
==========
DALLA POLITICA ALLA RAGION DI STATO La scienza del governo tra XIIIe XVII secolo
(Maurizio Viroli-DONZELLI EDITORE-)
- Il tuo segnalibro a pagina 20 | Aggiunto in data mercoled 23 dicembre 2015 06:5
4:50
==========
skinner-storiapensieropolitico1

- Il tuo segnalibro a pagina 31 | Aggiunto in data marted 29 dicembre 2015 16:45:


45
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 32 | Aggiunto in data marted 29 dicembre 2015 16:47:
25
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 55 | Aggiunto in data marted 29 dicembre 2015 17:40:
49
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 119 | Aggiunto in data mercoled 30 dicembre 2015 19:
57:07
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 121 | Aggiunto in data mercoled 30 dicembre 2015 20:
01:09
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 135 | Aggiunto in data gioved 31 dicembre 2015 14:46
:16
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 325 | Aggiunto in data gioved 31 dicembre 2015 15:30
:44
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 326 | Aggiunto in data gioved 31 dicembre 2015 15:39
:33
==========
Seconda Inattuale TESTO
- La tua evidenziazione a pagina 6-6 | Aggiunto in data mercoled 6 gennaio 2016 1
0:57:55
fenomeno storico, riconosciuto puro e completo e risolto in un fenomeno della co
noscenza, , per colui che lo ha riconosciuto, morto, poich egli ha riconosciuto in
lui lillusione, lingiustizia, la passione cieca e soprattutto tutto lorizzonte osc
urato dalla dimensione terrestre di quel fenomeno e contemporaneamente la sua po
tenza storica. Questa potenza diventata impotente per lui che sa, forse non anco
ra per lui che vive. La storia pensata come scienza pura e divenuta sovrana sare
bbe una sorta di epilogo e di resa dei conti della vita per lumanit. La formazione
storica piuttosto solo al seguito di una potente nuova corrente di vita, di una
civilt in divenire per esempio, qualcosa di salutare e promettente riguardo al f

uturo, quindi solo allora, se dominata e condotta da una forza superiore e non d
omina e conduce lei stessa. La storia, fino a quando a servizio della vita, a se
rvizio di una potenza storica e perci non potr e dovr mai diventare, in questo ordi
ne subordinato, scienza pura come lo la matematica. Ma la questione fino a quale
grado la vita avr bisogno dei servizi della storia una delle questioni e preoccu
pazioni somme per quanto riguarda la salute di un uomo, di un popolo, di una civ
ilt, dato che con un certo eccesso della stessa si sbriciola e degenera la vita e
alla fine, attraverso questa degenerazione, la storia stessa. II Il fatto che l
a vita abbia bisogno del servizio della storia deve essere compreso in modo cos e
vidente come laffermazione, che successivamente dovr essere dimostrata, che leccess
o di storia danneggi il vivente. Sotto tre aspetti la storia appartiene al viven
te: appartiene a lui come colui che agisce e che ha aspirazioni, a lui come colu
i che conserva e adora, a lui come a colui che soffre e che ha bisogno di essere
liberato. A questa triade di relazioni corrisponde una triade di modi della sto
ria, per quanto permesso distinguere un modo monumentale, uno antiquario e uno c
ritico della storia. La storia appartiene, prima di tutto, a colui che agisce e
ha potere, a colui che combatte un grande combattimento, che ha bisogno di esemp
i, maestri, consolatori e non riesce a trovarli fra i suoi compagni e nel presen
te. Cos apparteneva a Schiller 8 , poich il nostro tempo cos cattivo, diceva Goethe
, che la natura utilizzabile non incontra pi il poeta nella vita umana che la cir
conda. 7 LEOPARDI, A se stesso, vv.7-11. 8 SCHILLER, Johann Christoph Friedrich
von (Marbach sul Neckar 1759 Weimar 1805).Drammaturgo, poeta, teorico della lett
eratura e dellestetica. Fra le sue opere si ricordino I masnadieri (1781), Don Ca
rlos (1787), la trilogia di Wallenstein (1800-1), Guglielmo Tell (1804), le Lett
ere sulleducazione estetica delluomo. Esercita uninfluenza fondamentale sul Romanti
cismo e sullIdealismo tedesco6 SULLUTILIT E IL DANNO DELLA STORIA PER LA VITA
==========
Seconda Inattuale TESTO
- La tua evidenziazione a pagina 6-6 | Aggiunto in data mercoled 6 gennaio 2016 1
0:58:53
fenomeno storico, riconosciuto puro e completo e risolto in un fenomeno della co
noscenza, , per colui che lo ha riconosciuto, morto, poich egli ha riconosciuto in
lui lillusione, lingiustizia, la passione cieca e soprattutto tutto lorizzonte osc
urato dalla dimensione terrestre di quel fenomeno e contemporaneamente la sua po
tenza
==========
Seconda Inattuale TESTO
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data mercoled 6 gennaio 2016
13:02:00
senso storico, quando agisce e trae le sue conseguenze incontrollato, sradica il
futuro, perch distrugge ogni illusione e toglie alle cose esistenti la sola atmo
sfera nella quale loro riescono a vivere
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 149 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 01:14:
46
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 174 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 19:50:
05
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 175 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 19:50:
58

==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 176 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 19:52:
32
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 178 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 19:54:
54
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 193 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 23:34:
01
==========
skinner-storiapensieropolitico1
- Il tuo segnalibro a pagina 194 | Aggiunto in data gioved 14 gennaio 2016 23:34:
40
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 28 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 17:30:
32
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 29 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 17:32:
12
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 30 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 17:34:
01
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 31 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 17:38:
48
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 47 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 18:13:
10
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 48 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 18:22:
52

==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 49 | Aggiunto in data sabato 30 gennaio 2016 18:28:
04
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 147 | Aggiunto in data domenica 31 gennaio 2016 13:
15:55
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 149 | Aggiunto in data domenica 31 gennaio 2016 13:
19:30
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 150 | Aggiunto in data domenica 31 gennaio 2016 13:
27:27
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 152 | Aggiunto in data domenica 31 gennaio 2016 13:
31:33
==========
[Umberto_Galimberti]_Cristianesimo._La_religione_d(BookZZ.org)
- Il tuo segnalibro a pagina 153 | Aggiunto in data domenica 31 gennaio 2016 13:
33:10
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 378-382 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 07:57:10
Perch questo potenziale si realizzi, occorrono politiche e azioni governative, is
tituzioni sociali, norme e consuetudini di comportamento adeguate (il modo di reg
olazione). Il keynesismo visto come il modo di regolazione che ha permesso al reg
ime fordista emergente di realizzare appieno il suo potenziale. E questo a sua v
olta considerato come la causa che sta alla base della crisi degli anni settanta
(Aglietta, 1979b; De Vroey, 1984; Lipietz, 1985, 1988).
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 389-391 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 07:57:59
David Harvey (1993) suggerisce che, in realt, il capitalismo potrebbe trovarsi ne
l mezzo di una transizione storica dal fordismo-keynesismo a un nuovo regime di ac
cumulazione, che chiama provvisoriamente di accumulazione flessibile.
==========

Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 430-432 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:01:56
Insistiamo su questa qualit essenziale per una storia dinsieme del capitalismo: la
sua plasticit a tutta prova, la sua capacit di trasformazione e di adattamento. S
e esiste, come credo, una certa unit del capitalismo, dallItalia del secolo XIII f
ino allOccidente doggi, qui che occorre in prima istanza collocarla e osservarla
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 451-457 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:05:32
Nel discutere lallontanamento degli olandesi dal commercio alla met del XVIII seco
lo per divenire i banchieri dellintera Europa, Braudel suggerisce che un tale allon
tanamento rappresenta una tendenza ricorrente nel sistema-mondo. La stessa tende
nza si era manifestata in precedenza nellItalia del Quattrocento, quando loligarch
ia capitalistica genovese si spost dalle merci alle attivit bancarie, e nella seco
nda met del XVI secolo, quando i nobili vecchi genovesi, i prestatori accreditati d
el re di Spagna, si allontanarono gradualmente dal commercio. Dopo gli olandesi,
la tendenza fu confermata dagli inglesi alla fine del XIX e agli inizi del XX s
ecolo, quando la fine della fantastica avventura della rivoluzione industriale cre
una sovrabbondanza di capitale monetario (Braudel, 1981-82, vol. III, p. 235).
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 462-463 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:06:22
[Ogni] evoluzione complessiva di tale ordine sembr[a] annunciare, con lo stadio d
el rigoglio finanziario, una sorta di maturit; il segnale dellautunno
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 582-584 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:38:34
la metamorfosi dellEuropa nellattrezzo mostruoso della storia del mondo in cui si tr
asform dopo il 1500 non costitu una semplice transizione. Si tratt invece di una ser
ie di tappe e di passaggi, i primi tra i quali sono molto anteriori al classico
Rinascimento della fine del secolo XV.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 587-592 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:39:19
Ci troveremo sempre di fronte, in Egitto come in Giappone, ad autentici capitali
sti, grandi mercanti allingrosso che prosperano sulle rendite degli scambi, e mig
liaia di ausiliari, commissionari, mediatori, cambiavalute, banchieri. Inoltre,
dal punto di vista degli strumenti, delle possibilit o garanzie dello scambio, ne
ssuno di questi gruppi mercantili ha nulla da invidiare agli omologhi occidental
i. In India e fuori, i mercanti tamil, bengalesi e gujarati formano associazioni
compatte, i cui affari e contratti passano da un gruppo allaltro, come avviene i
n Europa tra i fiorentini e i lucchesi e i genovesi, o i tedeschi del Sud o gli
inglesi. Nellalto Medioevo ci sono stati anche re dei mercanti al Cairo, a Aden e
nei porti del golfo Persico (Braudel, 1981-82, vol. III, pp. 507-508).
==========

Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 596-597 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:47:17
laspetto pi rilevante di questa transizione, peraltro trascurata dagli studiosi, l
a singolare fusione di stato e capitale, che in nessun luogo fu realizzata in mo
do tanto favorevole al capitalismo come in Europa.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 598-600 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:48:33
capitalismo pu trionfare solo quando si identifica con lo stato, quando lo stato.
Nella sua prima grande fase, che coincide con lascesa delle citt-stato italiane,
a Venezia, Genova, Firenze, llite del denaro che detiene il potere.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 604-605 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:48:58
Come Weber sostiene nella sua Storia economica, nellantichit, cos come nel tardo Me
dioevo, le citt europee erano state il vivaio del capitalismo politico.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 621-626 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:51:17
La nostra analisi convalider queste osservazioni mostrando che la concorrenza int
erstatale stata una componente decisiva in ciascuna fase di espansione finanziar
ia e un fattore fondamentale nella formazione di questi blocchi di agenti govern
ativi e imprenditoriali che hanno guidato leconomia-mondo capitalistica attravers
o le sue successive fasi di espansione materiale. Ma, a parziale precisazione de
lla tesi di Weber, la nostra analisi mostrer anche che la concentrazione del pote
re nella mani di particolari blocchi di agenti governativi e imprenditoriali sta
ta altrettanto cruciale della concorrenza tra formazioni politiche di forza allinc
irca uguale per le ricorrenti espansioni materiali delleconomia-mondo capitalistic
a.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 626-629 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:52:15
Generalmente le principali espansioni materiali si sono avute solo quando un nuo
vo blocco dominante aveva accumulato un potere mondiale sufficiente da essere in
grado non solo di aggirare o situarsi al di sopra della concorrenza interstatal
e, ma di porla sotto controllo e di assicurare un livello minimo di cooperazione
interstatale.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 632-634 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 09:52:55
pari di Weber, Marx attribuiva grande importanza al ruolo svolto dal sistema del
debito pubblico, introdotto da Genova e Venezia nel tardo Medioevo, nel sostene

re lespansione iniziale del capitalismo moderno.


==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 647-652 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:06:29
Con i debiti pubblici sorto un sistema di credito internazionale che spesso nasc
onde una delle fonti dellaccumulazione originaria di questo o di quel popolo. Cos
le bassezze del sistema di rapina veneziano sono ancora uno di tali fondamenti a
rcani della ricchezza di capitali dellOlanda, alla quale Venezia in decadenza pre
st forti somme di denaro. Altrettanto avviene fra lOlanda e lInghilterra. Gi allinizi
o del secolo XVIII [] lOlanda ha cessato di essere la nazione industriale e commer
ciale dominante. Quindi uno dei suoi affari pi importanti diventa, dal 1701 al 17
76, quello del prestito di enormi capitali, che vanno in particolare alla sua fo
rte concorrente, lInghilterra. Qualcosa di simile si ha oggi fra Inghilterra e St
ati Uniti (Marx, 1978, libro primo, p. 928).
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 800-801 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:20:15
lequivalente dellopinione di Braudel secondo cui la fusione di stato e capitale co
stitu lingrediente fondamentale nellemergere di un livello chiaramente capitalistic
o, situato al di sopra del livello delleconomia di mercato e in antitesi con esso
.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 814-815 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:21:20
La formazione del mercato mondiale e la conquista militare del mondo non occiden
tale procedettero di pari passo.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 817-823 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:22:53
Poi, durante e dopo la Seconda guerra mondiale, la fortuna gir. In tutta lAsia e lA
frica le antiche sovranit vennero ristabilite, e furono poste le condizioni per l
a creazione di nuove sovranit. Certo, la massiccia decolonizzazione fu accompagna
ta dalla costituzione dellapparato di forza occidentale pi vasto e potenzialmente
distruttivo che il mondo avesse mai conosciuto. Come osserva Krasner (1988, p. 2
1), la vasta rete di basi militari quasi permanenti allestero, posta in essere da
gli Stati Uniti durante e dopo la Seconda guerra mondiale, non aveva alcun preced
ente nella storia; nessuno stato aveva mai stanziato sul territorio sovrano di a
ltri stati proprie truppe in numero cos vasto e per un periodo di pace cos lungo. E
tuttavia, sul campo di battaglia dellIndocina questo apparato militare di dimens
ioni mondiali si dimostr del tutto inadeguato al compito di piegare ai suoi voler
i una delle nazioni pi povere della terra.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 870-872 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:27:20
La storia del capitalismo sta per concludersi, come Max Weber sembrava presagire

, attraverso la formazione di un impero mondiale realmente globale fondato sulla


stabile superiorit di forze dellOccidente? O, come sembrava prevedere Adam Smith,
sta giungendo al termine con la formazione di uneconomia di mercato mondiale in
cui la superiorit di forze dellOccidente svanisce?
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 874-878 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:28:21
Le origini di questo processo saranno fatte risalire alla formazione nellEuropa d
el tardo Medioevo di un sottosistema di citt-stato capitalistiche nellItalia sette
ntrionale. Questo sottosistema era e rimase unenclave del modo di governo in via
di disintegrazione proprio dellEuropa medievale, un regime di signori della guerra
soggiogato e tenuto assieme dal potere sistemico dualistico di papa e imperatore
. Nondimeno esso prefigur, e cre inintenzionalmente le condizioni da cui emerse, d
ue secoli dopo, il pi ampio sistema di stati-nazione di Vestfalia.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 907-912 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:31:53
questo piano elevato, alcuni grossi mercanti di Amsterdam nel Settecento, oppure
di Genova nel Cinquecento, sono in grado di sovvertire da lontano interi settor
i delleconomia europea o addirittura mondiale. Cos alcuni gruppi di attori privile
giati si sono impegnati in circuiti e calcoli che i comuni mortali ignorano. Per
esempio, il cambio, legato ai commerci lontani e ai complessi giochi del credit
o, unarte sofisticata, aperta al pi ad alcuni privilegiati. Questa seconda zona di
opacit che, al di sopra delle chiarezze delleconomia di mercato ne costituisce in
qualche modo il limite superiore, rappresenta per me, come si vedr, il terreno p
er eccellenza del capitalismo. Senza di essa, questo impensabile: l abita, in cas
a sua, e l prospera
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 917-922 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:32:44
Marx (1978, libro primo, p. 212), ci ha invitato a [lasciare] questa sfera rumoro
sa che sta alla superficie ed accessibile a tutti gli sguardi, per seguire [il p
ossessore di denaro e il possessore di forza-lavoro] nel segreto laboratorio del
la produzione sulla cui soglia sta scritto: No admittance except on business. Qui
, egli assicur: Ci si dovr svelare larcano della fattura del plusvalore. Anche Braude
l ci ha invitato ad accomiatarci per un po dalla sfera rumorosa e trasparente del
leconomia di mercato, e seguire il possessore di denaro in un altro laboratorio s
egreto, dove admittance is only on business, ma che situato al piano superiore,
piuttosto che a quello inferiore, rispetto al mercato. Qui, il possessore di den
aro incontra non il possessore della forza-lavoro, ma quello del potere politico
.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 930-932 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 10:33:36
pochi si sono avventurati al piano superiore del contromercato dove si trova, per
usare le parole delliperbole di Braudel, il regno dellarrangiarsi e del diritto del
pi forte e dove egli ritiene che si nascondano i segreti della longue dure del cap
italismo storico.

==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 980-982 | Aggiunto in data domenica 28 f
ebbraio 2016 11:40:03
Lo stato concepito s come organismo proprio di un gruppo, destinato a creare le c
ondizioni favorevoli alla massima espansione del gruppo stesso, ma questo svilup
po e questa espansione sono concepiti e presentati come la forza motrice di una
espansione universale, di uno sviluppo di tutte le energie nazionali
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1029-1031 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:49:49
lo stesso sistema mondiale moderno si formato attraverso periodiche fondamentali
ristrutturazioni guidate e governate dai successivi stati egemonici, e su di es
se ha basato la propria espansione.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1043-1045 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:51:42
trattava in sostanza di un sistema di dominio segmentato. Era anarchia. Ma si tr
attava di una forma di dominio territoriale segmentato che non possedeva nessuno
dei connotati di possessivit ed esclusivit trasmessi dal moderno concetto di sovr
anit. Esso rappresentava unorganizzazione eteronoma di diritti e di rivendicazioni
territoriali sullo spazio politico
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1062-1064 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:53:37
il capitalismo e gli stati-nazione sono cresciuti assieme, e presumibilmente sono
in qualche modo dipendenti luno dagli altri, sebbene i capitalisti e i centri di
accumulazione del capitale opponessero spesso una resistenza concertata allesten
sione del potere statale (Tilly, 1984b, p. 140).
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1097-1099 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:57:23
Lantinomia tra una logica di potere capitalistica e una territorialista non va co
nfusa con la distinzione tracciata da Charles Tilly tra un modo di formazione de
llo stato e di conduzione della guerra a intensit di coercizione, uno a intensit di c
apitale, e un modo intermedio basato sulla capitalizzazione della coercizione.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1103-1107 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:59:01
Capitalismo e territorialismo cos come vengono qui definiti rappresentano, al con
trario, strategie alternative di formazione degli stati. Nella strategia territo
rialista il controllo sul territorio e sulla popolazione costituisce lobiettivo,
e il controllo sul capitale mobile il mezzo, della formazione dello stato e dell

e attivit belliche. Nella strategia capitalistica la relazione tra fini e mezzi c


apovolta: il controllo sul capitale mobile lobiettivo, e il controllo sul territo
rio e sulla popolazione il mezzo. Questa antinomia non implica nulla in merito a
l grado di coercizione impiegata nella ricerca del potere mediante luna o laltra s
trategia.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1107-1109 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 11:59:16
Come vedremo, al culmine del suo potere la Repubblica veneziana era allo stesso
tempo la pi chiara incarnazione di una logica di potere capitalistica e di un per
corso verso la formazione dello stato a intensit di coercizione.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1116-1129 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:00:57
Storicamente, la tendenza pi energica verso lespansione territoriale ha avuto orig
ine nel vivaio del capitalismo politico (lEuropa) invece che nella sede dellimpero
territorialista pi sviluppato e meglio consolidato (la Cina). Questa discrepanza
non fu dovuta a differenze nelle rispettive capacit iniziali. Da ci che storici e
archeologi possono dirci a proposito di dimensioni, potenza e capacit di tenere i
l mare della flotta di Cheng Ho osserva Paul Kennedy (1993a, pp. 39-40) i cinesi s
arebbero stati facilmente in grado di circumnavigare lAfrica e scoprire il Portogal
lo parecchi decenni prima che le spedizioni di Enrico il Navigatore iniziassero
a spingersi seriamente a sud di Ceuta. Dopo le riuscite spedizioni dellammiraglio
Cheng Ho nelloceano Indiano, tuttavia, la Cina Ming ritir la sua flotta, limit il c
ommercio marittimo e interruppe i rapporti con le potenze straniere. Secondo Jan
et Abu-Lughod, il fatto che la Cina Ming abbia deciso di far questo, invece di i
ntraprendere i passi conclusivi per conseguire una vera egemonia nel sistema mon
diale eurasiatico, ha creato sconcerto, se non addirittura sgomento, in molti aut
orevoli studiosi almeno da cento anni a questa parte. Pi in particolare, essendo g
iunta vicina a esercitare il dominio su una parte significativa del globo, e god
endo di un vantaggio tecnologico non solo nella produzione del tempo di pace ma
anche in quella navale e militare [] perch mai [la Cina] fece marcia indietro e ri
tir la sua flotta, lasciando in questo modo un enorme vuoto di potere che i merca
nti musulmani, privi del sostegno di una potenza navale statale, erano del tutto
impreparati a occupare, ma che i loro rivali europei sarebbero stati pi che desi
derosi e in grado di riempire dopo un intervallo di circa settanta anni? (Abu-Lu
ghod, 1989, pp. 321-322)
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1136-1140 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:05:27
benefici attesi dal Portogallo e dagli altri stati europei dalla scoperta e dal
controllo di una rotta diretta verso lOriente erano incomparabilmente maggiori de
i vantaggi che lo stato cinese poteva attendersi dalla scoperta e dal controllo
di una rotta diretta verso lOccidente. Cristoforo Colombo si imbatt nelle Americhe
perch lui e i suoi sponsorizzatori castigliani avevano tesori da ritrovare in Or
iente. Cheng Ho non fu altrettanto fortunato, non essendovi in Occidente alcun t
esoro da inseguire.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1153-1155 | Aggiunto in data domenica 28

febbraio 2016 12:06:59


lo stato imperiale cinese costituisce lesempio storico pi chiaro di unorganizzazion
e territorialista che non cadde mai nella trappola di quel genere di eccessiva e
stensione a cui Paul Kennedy (1993a) attribuisce il crollo definitivo delle succ
essive grandi potenze occidentali.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1172-1173 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:09:18
una delle enclave autonome che, come ci rammenta Perry Anderson nel brano citato i
n precedenza, abbondavano nello spazio politico del sistema di dominio medievale
.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1178-1179 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:10:11
ha affermato Ruggie (1993, p. 166), gli europei inventarono lo stato moderno non
una ma due volte, una volta nelle citt dominanti del Rinascimento italiano, e una
seconda volta, qualche tempo dopo, nei regni a nord delle Alpi.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1182-1186 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:10:43
Lo stato pi potente del sottosistema, Venezia, il vero prototipo dello stato capi
talistico, nel duplice significato di esempio perfetto e di modello per il futuro. U
noligarchia mercantile capitalistica deteneva saldamente il controllo del potere
statale. Le acquisizioni territoriali erano sottoposte ad attente analisi costibenefici e, generalmente, furono intraprese solo come un mezzo con lobiettivo di
accrescere la redditivit delle attivit delloligarchia capitalista che esercitava il
potere statale (Cox, 1959, capp. 2-5; Lane, 1966; Braudel, 1981-82, vol. III, p
p. 120-121; Modelski e Modelski, 1988, pp. 19-32).
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1186-1188 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:11:21
Con buona pace di Sombart, se mai esistito uno stato il cui governo fosse confor
me ai criteri dello stato capitalistico enunciati nel Manifesto del Partito Comu
nista (nientaltro che un comitato che amministra gli affari di tutta la classe bor
ghese, Marx e Engels, 1974, p. 102),
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1189-1190 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:30:05
Da questa prospettiva, gli stati capitalistici dominanti delle epoche successive
(le Province Unite, il Regno Unito, gli Stati Uniti) appaiono come versioni sem
pre pi diluite degli standard idealtipici realizzati da Venezia secoli prima.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)

- La tua evidenziazione alla posizione 1223-1225 | Aggiunto in data domenica 28


febbraio 2016 12:37:24
cos la capacit dei governanti capitalistici di manovrare a proprio vantaggio lequil
ibrio del potere dipendeva in maniera decisiva da una conoscenza quasi monopolis
tica dei processi decisionali degli altri governanti, e dalla capacit di controll
arli.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1223-1225 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:37:47
cos la capacit dei governanti capitalistici di manovrare a proprio vantaggio lequil
ibrio del potere dipendeva in maniera decisiva da una conoscenza quasi monopolis
tica dei processi decisionali degli altri governanti, e dalla capacit di controll
arli. Questa era la funzione della diplomazia permanente.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1239-1244 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:40:06
rispetto a considerazioni di potenza. Le citt-stato italiane, tuttavia, non tentaro
no mai, individualmente o collettivamente, una trasformazione intenzionale del s
istema di dominio medievale. Per ragioni che diverranno chiare in seguito, esse
non ebbero n il desiderio n le capacit di intraprendere una tale azione di trasform
azione. Ci vollero altri due secoli dal 1450 circa al 1650 circa (il lungo XVI sec
olo di Braudel) prima che un nuovo genere di stato capitalistico, le Province Un
ite, si trovasse di fronte allopportunit di trasformare il sistema di dominio euro
peo per adattarlo alle esigenze dellaccumulazione di capitale su scala mondiale,
e la cogliesse.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1240-1244 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:40:29
Le citt-stato italiane, tuttavia, non tentarono mai, individualmente o collettiva
mente, una trasformazione intenzionale del sistema di dominio medievale. Per rag
ioni che diverranno chiare in seguito, esse non ebbero n il desiderio n le capacit
di intraprendere una tale azione di trasformazione. Ci vollero altri due secoli
dal 1450 circa al 1650 circa (il lungo XVI secolo di Braudel) prima che un nuovo g
enere di stato capitalistico, le Province Unite, si trovasse di fronte allopportu
nit di trasformare il sistema di dominio europeo per adattarlo alle esigenze della
ccumulazione di capitale su scala mondiale, e la cogliesse.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1251-1253 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:41:29
Lintensificazione del conflitto di potere europeo fu presto seguita dalla sua esp
ansione geografica, poich alcuni governanti territorialisti andarono alla ricerca
di modi pi indiretti per incorporare nei loro domini la ricchezza e il potere de
lle citt-stato italiane.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1255-1257 | Aggiunto in data domenica 28

febbraio 2016 12:42:05


in particolare, le fortune delle citt-stato italiane in generale, e di Venezia in
particolare, si basavano soprattutto sul controllo monopolistico di un nodo cru
ciale della catena di scambi commerciali che univa lEuropa occidentale allIndia e
alla Cina attraverso il mondo islamico.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1259-1261 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:42:49
Portogallo e Spagna, guidate e assistite dagli agenti capitalistici genovesi che
Venezia aveva escluso dai traffici pi redditizi del Mediterraneo, assunsero la l
eadership. Mentre il Portogallo ebbe successo, la Spagna fall, ma si imbatt in una
fonte di ricchezza e di potere completamente nuova: le Americhe.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1273-1279 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:57:09
Da quel conflitto erano emerse nellEuropa nordoccidentale nuove realt di potere ch
e, in varia misura, avevano sussunto la logica di potere capitalistica allinterno
di quella territorialista. Il risultato fu la formazione di mini-imperi compatt
i di cui gli stati dinastici francese, inglese e svedese costituirono gli esempi
migliori che individualmente non potevano uguagliare il potere della Spagna, ma
che collettivamente non potevano essere subordinati ad alcuna autorit politica c
entrale, vecchia o nuova che fosse. Il tentativo della Spagna, assieme al papato
e alla casa imperiale degli Asburgo, di distruggere o subordinare queste nuove
realt di potere non solo fall, ma si tradusse in una situazione di caos sistemico
che cre le condizioni per lemergere dellegemonia olandese e la liquidazione definit
iva del sistema di dominio medievale.
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1289-1293 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 12:58:53
Questa intensificazione sistemica del conflitto sociale fu una diretta conseguen
za della escalation dei conflitti armati tra governanti. Dal 1550 circa al 1640
circa, il numero di soldati mobilitati dalle grandi potenze europee aument di pi d
el doppio, mentre dal 1530 al 1630 il costo per schierare ciascuno di questi sol
dati sul campo di battaglia aument di cinque volte (Parker e Smith, 1992, p. 14).
Questo incremento dei costi di protezione port a un marcato aumento della pressi
one fiscale sui sudditi che, a sua volta, scaten molte delle rivolte del XVII sec
olo
==========
Il lungo XX secolo. Denaro, potere e l origine dei nostri tempi (La cultura) (It
alian Edition) (Giovanni Arrighi)
- La tua evidenziazione alla posizione 1393-1395 | Aggiunto in data domenica 28
febbraio 2016 13:36:29
destrezza e la risolutezza del singolo fantaccino contavano sempre meno, lardimen
to e il coraggio personale scomparvero quasi del tutto sotto una compatta armatu
ra protettiva. [] Eppure le truppe addestrate al modo mauriziano davano prova aut
omaticamente della loro superiore efficacia sul campo (McNeill, 1984, p. 110).
==========
Fernand Braudel - Capitalismo e civilt materiale.txt - Blocco note (standard)
- Il tuo segnalibro alla posizione 1330 | Aggiunto in data sabato 5 marzo 2016 1

6:36:30
==========
The Rise and Fall of the Great Powers (Vintage) (Kennedy, Paul)
- La tua evidenziazione alla posizione 232-233 | Aggiunto in data sabato 5 marz
o 2016 17:45:51
Since the cost of standing armies and national fleets had become horrendously gr
eat by the early eighteenth century, a country which could create an advanced sy
stem of banking and credit (as Britain did) enjoyed many advantages over financi
ally backward rivals.
==========
[Martin_van_Creveld]_The_rise_and_decline_of_the_s(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 69-69 | Aggiunto in data domenica 6 marzo 2016
08:46:48
In the chinks between the two great universal organizations there grew the great
monarchies, which, much later, were destined to turn into states
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 56-58 | Aggiunto in data domenica 6 marz
o 2016 09:49:27
Gli storici del nostro Risorgimento insomma hanno fatto del suddetto periodo il
simbolo della riscossa per il conseguimento delle libert civili contro loppression
e straniera o meglio austriaca. In Federico Barbarossa, pertanto, si vide una so
rta di predecessore di Francesco Giuseppe dAustria.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 82-84 | Aggiunto in data domenica 6 marz
o 2016 09:51:28
Originale invece limpostazione del belga Henri Pirenne che rinvenne la pi caratter
istica matrice comunale nella borghesia mercantile costituente in ogni citt leleme
nto pi ricco, pi attivo, maggiormente desideroso di cambiamenti, come viene asseri
to nel lavoro La citt del Medioevo.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 132-144 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 09:58:39
Considerato il Comune come affermazione delle forze autonomistiche delle comunit
cittadine e ritenuto che la sua affermazione la ristrutturazione della societ e d
ellautogoverno partendo dal basso, si trovato nella crisi dellimpero una condizion
e atta a consentire la nascita e laffermazione di questa nuova forma di governo c
ittadino. Infatti, dalla seconda met del secolo XII, limpero non era in condizioni
di rivendicare diritti e di esercitare il potere attaccando le forze particolar
istiche segnatamente al di qua delle Alpi: neppur minimamente vi riusc Enrico IV,
il meno adatto forse a rivendicare i diritti della corona e dellimpero, nonostan
te lo scontro frontale con Gregorio VII che avvi la lunga lotta per le investitur
e conclusasi con il Concordato di Worms nel 1122. Le controversie verificatesi a
lla morte di Enrico V (1106-1125) e la del tutto inadeguata statura di Lotario d
i Supplimburgo (1125-1137) e di Corrado III (1137-1152), costituirono poi la bas
e per il consolidamento delle realt comunali che n limpeto di Federico Barbarossa,
n la pi pronunciata abilit politica di Federico II, avrebbero pi potuto ridimensiona
re o annullare.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 213-215 | Aggiunto in data domenica 6 ma

rzo 2016 10:14:57


Le aree ove lo sviluppo economico e quello del commercio risultano maggiori sono
comunque la valle Padana e quella dellArno. Qui si producono e si concentrano le
pi notevoli risorse commerciali in citt di notevoli proporzioni, volte ad attrarr
e la popolazione dei territori circostanti fino a creare quasi il vuoto attorno
a loro.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 239-242 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:25:58
Tutto ci, insomma, consiglia di prescindere dalle generalizzazioni e pur riconosc
endo al Comune una coincidenza cronologica e una dislocazione geografica ad ampi
o spettro, che ci consentono di considerare tale fenomeno come elemento peculiar
e di una precisa et della storia, diremo che forse il fenomeno stesso non necessa
riamente e sempre rivoluzionario, come fummo abituati a ritenere, ha costituito
unesperienza significativa e consistente segnatamente nella parte del centro-nord
della penisola italiana.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 378-381 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:44:13
A ci aggiungeremo inoltre e non si tratta di un argomento di modesta entit politic
a, che laristocrazia comunale, almeno quella che ebbe il merito di determinare il
Comune nel primo periodo, ovvero in quello dei consoli, fu quasi sempre di orig
ine feudale e che pure il Comune di popolo non riusc mai, n intese centralizzare d
el tutto o far fuori le esistenti e forti consorterie feudali.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 419-420 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:49:23
Firenze, se calcoliamo la sua popolazione odierna e la paragoniamo a quella di P
arigi, per cui si vede come lo sviluppo della citt del fiore nel Medioevo abbia d
el prodigioso e come essa possa considerarsi allora una vera megalopoli
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 429-430 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:50:15
Comunque le aree di pi intensa urbanizzazione per esempio nellItalia centro-setten
trionale e nelle Fiandre diverranno tali soprattutto per il gran numero delle lo
ro citt pi che per lentit delle medesime.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 431-434 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:50:34
Il massimo dellestensione e della consistenza abitativa poi raggiunto agli inizi
del 300 da citt come Milano, Firenze, Parigi che gi possiedono una terza cerchia mu
raria, mentre le due precedenti risultano anguste e superate dal moltiplicarsi d
elle costruzioni e dei loro abitanti che in tali centri raggiungeranno e superer
anno i 100 mila, raccolti in una superficie di 450 ettari a Parigi e di 600 a Fi
renze.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 440-441 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:52:24

Oltre a quelle gi menzionate, le citt pi grandi in et comunale sono in Italia Venezi


a e Genova, anchesse forse non lontane nella stessa epoca dai 100 mila abitanti.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 452-455 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:54:43
Due precisazioni faremo ancora a questo punto: nel parlare del fenomeno comunale
italiano amiamo riferirci anche noi soprattutto a esempi tolti dal contesto cen
tro-settentrionale della penisola. In Italia meridionale invece diversa la sorte
delle citt del Regno, rette dalle Universitates sviluppatesi nellampia e forte co
rnice di un potere centrale normanno-svevo e poi angioino-aragonese.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 477-479 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 10:56:07
Fra i cittadini nuovi la gente nova compaiono non di rado persone di condizione se
rvile che dalla fuga dalle campagne si attendevano il conseguimento di un miglio
r tenore di vita, qualche forma di libert personale e soprattutto la possibilit di
sottrarsi allobbedienza al signore, unobbedienza dura a sopportarsi, soprattutto
a livello psicologico.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 530-535 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 11:02:16
Una difformit piuttosto marcata fra lo status italiano e quello dOltralpe riscontr
abile invece (tanto per indicarne almeno uno) nellatteggiamento della nobilt. In I
talia i nobili rimangono legati alle citt, abitano al loro interno anche se hanno
molteplici residenze in campagna in cui vivono una buona parte dellanno. In Fran
cia, in Inghilterra e in altre terre dellOccidente i nobili predilessero soprattu
tto le loro tenute e continuarono a vivere nei loro castelli. Le citt franco-brit
anniche pertanto risultarono meno ricche e furono abitate da persone meno elegan
ti e raffinate.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 539-541 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 11:02:45
patriziato urbano presente e operante nella nostra penisola ebbe tuttavia import
anza crescente in ogni luogo e allaristocrazia del sangue si un assai presto la pr
osperit del ceto mercantile arricchito, ben presto provvisto di palazzi che gareg
giarono con quelli delle famiglie feudali.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 802-808 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:01:36
Il risultato della Dieta e delle successive costituzioni per la restaurazione de
l potere imperiale gener la formazione di un imponente gruppo di oppositori fra i
quali si contarono molti Comuni lombardi e veneti, nonch il pontefice Alessandro
III (1159-1181). La reazione di Federico fu imprevedibilmente dura. Alessandro
III fu costretto a riparare in Francia e fu sostituito con lantipapa Vittore IV (
1159-1164).
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 874-876 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:07:27

Lincontro del 1177 si svolse nei termini pi amichevoli possibili sulla gran parte
delle questioni formali, relative alla pacificazione. Fu quello un giorno di gio
ia per tutta la cristianit e segnatamente per il papa.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 874-878 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:07:54
Lincontro del 1177 si svolse nei termini pi amichevoli possibili sulla gran parte
delle questioni formali, relative alla pacificazione. Fu quello un giorno di gio
ia per tutta la cristianit e segnatamente per il papa. Limperatore dei Romani e re
di Germania, dinanzi al cui potere tutti avevano tremato per quasi venticinque
anni, si impegnava con un solenne giuramento, considerato quasi simbolo di assis
tenza della grazia divina, ad attuare il concetto di sacro impero, basato sul ri
conoscimento della supremazia pontificia.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 928-930 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:12:51
Tuttavia, se la realt dei rapporti fra papato-impero non era tutta nella prestigi
osa assise di S. Marco, non si pu sottacere che almeno per un momento, in quel lu
glio 1177, tutta la cristianit apparve pacificata.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 946-949 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:14:43
In queste condizioni si giunse in prossimit della scadenza del trattato veneziano
con un papa che si faceva eccessive illusioni sulla sua forza e sulla possibili
t di bloccare limpero mentre i Comuni, erano tutto sommato disposti a far la pace
con limperatore e meno interessati a rinnovare unintesa papale di cui avevano meno
bisogno.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 956-958 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:15:49
Sei settimane dopo, a Piacenza, furono siglati i preliminari della pace da cui f
urono praticamente esclusi i rappresentanti di Roma. I comuni, come abbiamo in p
recedenza accennato, ottenevano il riconoscimento della loro esistenza e delle l
oro prerogative in cambio del pagamento di tributi che dianzi ricordavamo fecero
dellimperatore il monarca pi ricco
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 968-970 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:17:01
Cos il 20 giugno 1183 lo strumento complessivo di pace redatto sotto forma di att
o di grazia dellimperatore, venne giurato con solennit a Costanza, dinanzi a unaffo
llatissima Dieta. Federico ricevette le citt comunali come fedeli suddite per con
validare lelezione dei loro consoli e riconobbe in tal modo formalmente i Comuni.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 988-989 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:19:36
Cos le sunnominate concessioni finirono per essere gradualmente estese a tutti i
Comuni, i quali si configurarono come organismi politici e amministrativi legitt

imi e parte della struttura imperiale


==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 993-995 | Aggiunto in data domenica 6 ma
rzo 2016 15:20:08
ci subito profittarono i Comuni per consolidare e collaudare la loro forza. Essi
allora estromisero il vescovo dalla loro giurisdizione civile e contemporaneamen
te dotarono le citt di edifici pubblici spesso ben distinti dalla cattedrale, per
evidenziare meglio la loro autonomia oltre che rispetto allimpero anche nei conf
ronti del potere ecclesiastico.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 998-1001 | Aggiunto in data domenica 6 m
arzo 2016 15:23:46
consolidamento delle istituzioni comunali procedette poi di pari passo con la pr
ogressiva sottomissione del contado, militare oltre che politica. Tale sottomiss
ione fu ottenuta in modo diverso, a volte con le armi, a volte mediante la stipu
la di alleanze e in qualche occasione anche grazie a ingaggi militari ricercati
qualora il Comune, per la difesa del suo territorio, necessitasse dellaiuto dei c
ontingenti armati dei feudatari vicini.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1033-1036 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:29:19
In Italia guelfi e ghibellini si trasferirono allinterno delle citt. Particolarmen
te forte fu la lotta fra le due fazioni nel XIII secolo in Firenze, citt ove levol
uzione in senso statale delle istituzioni fu lenta e faticosa. Il popolo fiorent
ino impose le Arti come elemento costitutivo di governo solo a partire dalla met
del 200.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1056-1058 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:31:09
Nonostante gli odi e le fazioni cittadine, gli assalti, gli agguati e le continu
e aggressioni, Firenze conobbe nel 200 una crescita costante e promettente che fe
ce della citt toscana una delle pi affermate e delle pi grandi del mondo.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1059-1061 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:31:37
La novit pi importante della seconda fase della vita comunale fu senza dubbio il c
ambiamento della magistratura collegiale dei consoli con il podest. Pertanto si p
u a buon diritto parlare di una fase podestarile del Comune.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1079-1080 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:34:00
Nel corso del 200 a Firenze si impose una sorta di Signoria di tipo economico. Co
n la met del secolo poi i mercanti e la mercatura fiorentina si rafforzarono ed a
cquisirono un ruolo fondamentale.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1079-1082 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:34:37

Nel corso del 200 a Firenze si impose una sorta di Signoria di tipo economico. Co
n la met del secolo poi i mercanti e la mercatura fiorentina si rafforzarono ed a
cquisirono un ruolo fondamentale. Nel 1252 fu coniato il primo fiorino doro ossia
la prima moneta aurea in assoluto dellOccidente medievale. Sempre nello stesso p
eriodo,
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1103-1105 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 15:37:25
Con la fine del 300 poi lo Stato territoriale fiorentino divent una sorta di unico
, grande contado, vario, articolato e ricco e fortemente differenziato al suo in
terno.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1341-1341 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:39:28
Tintori e Farsettai, comunque, perduta la solidariet dei Ciompi, ebbero egual sor
te nel 1382.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1339-1341 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:39:40
Gli scardassatori pertanto dovettero uscire dal Comune, 300 di loro vennero cond
annati per vari motivi e 30 furono colpiti dalla pena capitale, naturalmente si
trattava dei pi irriducibili animatori della sommossa. Tintori e Farsettai, comun
que, perduta la solidariet dei Ciompi, ebbero egual sorte nel 1382.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1359-1360 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:43:24
va precisato che i princpi sui quali si bas la Signoria furono legemonia di coloro
che assunsero il predominio e lequilibrio con le potenze vicine.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1361-1366 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:44:17
Mentre nel XIII secolo, poi, i mutamenti apparvero graduali e si riusc, almeno es
teriormente, a mantenere la vecchia impalcatura comunale, nel XIV secolo, la Sig
noria sbocci senza infingimenti e diaframmi e da essa restarono fuori le classi p
opolari che pagarono il fio delle lotte da loro animate nelle citt italiane e fur
ono, senza esitazione e anzi con un malcelato senso di liberazione, messe da par
te: le masse rurali poi, per le quali, con la met del Trecento, le condizioni di
vita si fecero pi gravi, anche in seguito allepidemia di peste, furono anchesse com
promesse dalla nuova istituzione.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1423-1425 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:50:54
passando dal Comune alla Signoria, il destino umano si fece pi misero e allallarga
mento del cerchio istituzionale fece riscontro una restrizione delle libert e man
c la sicurezza della vita, prima condizione di uno Stato sociale, mentre tramont i
l progresso delle istituzioni.
==========

LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)


- La tua evidenziazione alla posizione 1419-1422 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:51:12
Pi marcato tale giudizio pessimistico fu nel Sismondi che nella Storia delle repu
bbliche italiane (1807-1814) rimpianse la perdita delle libert comunali, in unItal
ia signorile in cui la condizione dei cittadini venne resa difficile dalla conce
ntrazione del potere nelle mani di pochi governanti.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1439-1443 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:52:50
Burckhardt tuttavia ebbe la responsabilit di forzare taluni termini gi presenti ne
lla storiografia illuministica, in base ai quali al Rinascimento vennero conferi
ti meriti artistici, culturali e ideologici, mentre al Medioevo vennero connessi
aspetti di chiusura tenebrosa, rozzezza e incivilt. Cos anche se in misura non se
mpre eguale, Falco e de Vergottini, ma soprattutto il Volpe scorsero nelle Signo
rie e nel Principato pi che lautunno del Medioevo, il sorgere dellet moderna.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1453-1459 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 16:54:55
Signorie che in Italia ebbero in qualche modo la funzione assunta in altre zone
dellOccidente dagli Stati nazionali. Cos Signoria e Principato non sono stati pi ve
duti come la conclusione autoritaria dellaristocrazia comunale, ma si compreso co
me le nuove istituzioni anticipassero nella penisola vari aspetti della formazio
ne dello stato moderno. Su questi e altri punti si intrattiene una specifica let
teratura storica, sviluppatasi negli ultimi anni: ricorderemo Sergio Bertelli ch
e si occupa del Potere oligarchico nello stato-citt medievale. Giorgio Chittolini
invece affronta La crisi degli ordinamenti comunali e le origini dello stato de
l Rinascimento.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1552-1555 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 17:06:38
Il momento di massima fortuna dei Visconti coincise con la loro massima espansio
ne territoriale e fu raggiunto nel 1395 da Gian Galeazzo Visconti al quale, come
accennato, Venceslao di Boemia concesse il titolo di principe e duca. In tal mo
do infatti i Visconti divennero autonomi persino dalla signoria imperiale che av
eva rivolto loro un cos grande onore.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1595-1596 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 17:16:01
Anche nella metropoli ligure si deve notare insomma una progressiva posizione au
toritaria da parte di mercanti arricchiti che in forza delle loro sostanze
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1603-1610 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 17:17:26
linstabilit politica che avevano costituito lambascia di Genova, data lassenza nella
citt di San Marco di numerose consorterie nobiliari e la tendenza dei nobili a f
ar entrare nellambito del potere talune famiglie arricchitesi con il commercio. A
ci aggiungeremo che leconomia veneziana, basata sul commercio e la finanza e meno
sulla produzione tessile e sullartigianato, non conobbe la concentrazione dei la

voratori salariati e di piccoli e medi artigiani che resero precario lequilibrio


di altri centri urbani (per esempio Firenze). Tuttavia fu proprio Venezia che co
n i suoi aristocratici si chiuse maggiormente e nel 1297 attu la Serrata del Magg
ior Consiglio, nel cui nome laccesso al pi importante organo di governo della Repu
bblica divenne appannaggio delle famiglie che gi ne avessero fatto parte
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- La tua evidenziazione alla posizione 1617-1619 | Aggiunto in data domenica 6
marzo 2016 17:18:09
Senza dubbio Firenze guard con attenzione e forse con gelosia alle conclusioni de
lla politica veneziana, ma la citt del fiore era politicamente e socialmente trop
po diversa dalla repubblica lagunare per attuare una politica troppo scopertamen
te oligarchica e antidemocratica.
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- Il tuo segnalibro alla posizione 1659 | Aggiunto in data domenica 6 marzo 2016
17:27:54
==========
LItalia dei Comuni e delle Signorie (Ludovico Gatto)
- Il tuo segnalibro alla posizione 1456 | Aggiunto in data domenica 6 marzo 2016
17:32:33
==========
[Alessandro_Barbero]_La_guerra_in_Europa_dal_rinas(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 44-44 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 06
:45:01
la nascita degli organici permanenti, il numero di uomini che ogni stato mantene
va sotto le armi anche in tempo di pace si accrebbe enormemente. Alla morte di F
ederico il Grande, nel 1786, il piccolo regno di Prussia manteneva un esercito d
i 200.000 uomini, pi di quelli che limmenso impero di Carlo V aveva sui suoi libri
paga due secoli prima, o di quelli che il Re Sole trov in servizio quando sal al
trono. proprio con gli eserciti di Luigi XIV, in effetti, che ebbe inizio la nuo
va espansione degli apparati militari: stato calcolato che nel 1696 il re di Fra
ncia avesse sotto le armi quasi 400.000 uomini, e alla fine della guerra di Succ
essione spagnola i diversi teatri europei videro contemporaneamente in azione 1.
300.000 soldati
==========
[Alessandro_Barbero]_La_guerra_in_Europa_dal_rinas(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 47-47 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 06
:58:47
conseguenza particolarmente rilevante di questo nuovo clima fu il declino delle
tradizioni militari della nobilt italiana, che fino a questepoca aveva partecipato
in gran numero alle guerre europee, al servizio soprattutto delle potenze catto
liche, e aveva fornito comandanti e quadri di grande prestigio, ma che nel Sette
cento si ridusse sempre pi a vegetare negli eserciti da operetta degli staterelli
italiani
==========
Alissa M. Ardito-Machiavelli and the Modern State_ The Prince, The Discourses on
Livy, and the Extended Territorial Republic-Cambridge University Press (2015)
- La tua evidenziazione a pagina 2-2 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 12:0
3:25
Truly no province has ever been united or happy unless it has all come under obe
dience to one republic or to one prince, as happened to France and to Spain

==========
Alissa M. Ardito-Machiavelli and the Modern State_ The Prince, The Discourses on
Livy, and the Extended Territorial Republic-Cambridge University Press (2015)
- La tua evidenziazione a pagina 14-14 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 15
:48:37
year 1494 is signi cant for two reasons.First, the dramatic and humiliating collap
se revealed to Machiavelli the moral and political bankruptcy of the Italian rul
ing class.
==========
Alissa M. Ardito-Machiavelli and the Modern State_ The Prince, The Discourses on
Livy, and the Extended Territorial Republic-Cambridge University Press (2015)
- La tua evidenziazione a pagina 15-15 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 15
:52:55
The Discourses and the Art of War reveal his persistent anxiety over Italys elabo
rate division into fragile, small urban states unable to compete with the growin
g power of France and Spain
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 19 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 18:03:03
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 21 | Aggiunto in data gioved 24 marzo 2016 18:17:57
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 24 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:22:27
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 26 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:27:19
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 28 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:38:04
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 29 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:46:57
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 30 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:51:57
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 31 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 11:58:16
==========
chabod-scrittisumachiavelli

- Il tuo segnalibro a pagina 32 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 12:04:36


==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 34 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 16:24:12
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 36 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 17:20:30
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 41 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 17:41:47
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 42 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 17:51:20
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 43 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 18:27:10
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 47 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 18:57:23
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 48 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 19:01:36
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 49 | Aggiunto in data venerd 25 marzo 2016 19:03:02
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 55 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 10:43:41
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 57 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 11:02:14
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 59 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 11:50:34
==========
chabod-scrittisumachiavelli

- Il tuo segnalibro a pagina 59 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 11:55:59


==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 60 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 12:21:44
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 61 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 12:26:29
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 63 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 12:34:29
==========
chabod-scrittisumachiavelli
- Il tuo segnalibro a pagina 64 | Aggiunto in data sabato 26 marzo 2016 12:37:39
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 36-39 | Aggiunto in data domenica 27 mar
zo 2016 09:09:17
La lotta fra i Papi e gli Hohenstauffen fin col lasciare lItalia in uno stato poli
tico essenzialmente diverso da quello degli altri paesi occidentali. Mentre in F
rancia, in Ispagna, in Inghilterra il sistema feudale era ordinato per modo che,
dopo percorso lo stadio della sua vita, do- vette cadere nelle braccia della mo
narchia unitaria;
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 72-73 | Aggiunto in data domenica 27 mar
zo 2016 09:11:40
trasformazione del popolo in una moltitudine indifferente, inerme e in estremo g
rado tas- sabile.
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 74-79 | Aggiunto in data domenica 27 mar
zo 2016 09:12:21
Nessun ufficio poteva pi esse- re conferito in virt dellelezione popolare, sotto pe
na di veder devastato il paese, dove ci si osasse, e ridotti gli abitanti in cond
izione servile. Le imposte, basandosi so- pra un ampio catasto e sulle consuetud
ini maomettane, venivano riscosse con quei modi vessatorii e crudeli, sen- za de
i quali, del resto, in Oriente impossibile estorce- re un quattrino ai contribue
nti. Qui insomma non si ha pi un popolo, ma una moltitudine di sudditi sottopo- s
ti a s rigido sindacato,
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 82-85 | Aggiunto in data domenica 27 mar
zo 2016 09:13:03
dallautentico costume mussulmano co- pi altres Federico il sistema di esercitare il
commercio per conto proprio in tutto il mare Mediterraneo, riser- bandosi, con
molto scapito del commercio de suoi sud- diti, il monopolio di parecchi generi.

==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 107-111 | Aggiunto in data domenica 27 m
arzo 2016 09:15:34
Invano S. Tommaso dAquino, nato suddito di Fede- rico, pose innanzi la dottrina d
i un governo costituziona- le, in cui il principe simmagina assistito da una Came
ra alta da lui nominata e da una Rappresentanza eletta dal popolo. Simili teorie
si perdevano senza eco nelle scuo- le, e Federico ed Ezzelino rimasero per lItal
ia le due pi grandi figure politiche del secolo XIII.
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 163-165 | Aggiunto in data domenica 27 m
arzo 2016 09:21:21
Entrando poi ne particolari vi si scorge la funzione affatto moderna dellonnipoten
za dello Stato: il principe deve aver cura di tutto, restaurare e mantenere le c
hiese e i pubblici edifizi,
==========
Z-Burckhardt (la civilt del rinascimento in Italia)
- La tua evidenziazione alla posizione 366-368 | Aggiunto in data marted 29 marz
o 2016 14:54:08
fu appunto in quella circostanza che, trovandosi insieme il Papa e lIm- peratore
sullalto della torre di Cremona per godervi il panorama della Lombardia, al loro
ospite Gabrino Fon- dolo, tiranno della citt, venne voglia di farli precipita- re
al basso ambedue.
==========
[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 17
:22:00
Wi thin Florence herself, the historical ideas created by Florentine humanists s
urvived to reach maturity in the days of Machiavelli
==========
[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 17
:27:52
contrast to the still medieval pattern in the Trecento, I t a ly in the Quattroc
ento, as is well known, presents the first example of modern inter-state conditi
ons: a system of sovereign region-states each of which had absorbed the abundanc
e of local autonomies, created new loyalties, and replaced the allegiance to the
Empi r e or the Church
==========
[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 17
:29:16
an equilibrium of forces making Renaissance I t a ly in some respects akin to th
e Greek pattern of independent states on a city-state basis, and in other respec
ts a small-size prototype of the modern western family of nations
==========
[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 40-40 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 17
:45:15
Papacy, then in Avignon, which designed and organized the resistance against the
potential danger of an expansionist monarchy with its center in Milan
==========

[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 40-40 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 17
:45:35
In the 1350 s and 1360 s, the situation still seemed to be basically what it had
been in the thirteenth century when the Popes had thwarted the efforts of the H
ohenstaufen to erect an Italian Monarchy on the basis of the south-Italian kingd
om
==========
[Hans_Baron]_Crisis_of_the_Early_Italian_Renaissan(BookZZ.org)
- La tua evidenziazione a pagina 41-41 | Aggiunto in data marted 29 marzo 2016 18
:01:51
Guelphism still was said to be the party of the Church, but only as far as relig
ion was concerned; on the secular plane it was the party of republican liberty
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- La tua evidenziazione alla posizione 238-241 | Aggiunto in data sabato 2 apri
le 2016 10:36:33
So far the best response is that military competition in Europe gave the Europea
ns an edge. The argument has been formulated most cogently by Paul Kennedy, who
points to Europes competitive markets and persistent military rivalries. In his v
iew, while military rivalry created an arms race, competitive markets fostered m
ilitary innovation and kept any one country from taking over the continent and b
ringing the competition to a halt.
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- La tua evidenziazione alla posizione 249-251 | Aggiunto in data sabato 2 apri
le 2016 10:37:45
Nor do ongoing military rivalries always promote innovation. They in fact failed
to do so in eighteenth-century India and Southeast Asia. The case of India, as
we shall see, is particularly illuminating, for like Europe it had markets and i
ncessant warfare, and the combatants were quick to adopt the latest weapons and
tactics. The innovations, however, by and large originated in the West.
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- La tua evidenziazione alla posizione 218-219 | Aggiunto in data sabato 2 apri
le 2016 12:31:43
Military historians (Geoffrey Parker in particular) make it clear that Europeans
were at the forefront of the gunpowder technology, well before the Industrial R
evolution.
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- La tua evidenziazione alla posizione 391-395 | Aggiunto in data sabato 2 apri
le 2016 12:47:26
Sovereigns on the other side of the world, however, seemed far less bellicose. T
he Italian Jesuit Matteo Ricci concluded as much, roughly a century after Machia
velli, as he reflected on nearly three decades spent as a missionary in China, t
rying to convert the countrys cultural and political elite. Although China in his
view could easily conquer neighboring states, neither the emperors nor Chinese
officials had any interest in doing so. Certainly, this is very different from ou
r own countries [in Europe], he observed, for European kings are driven by the ins
atiable desire to extend their dominions.
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- La tua evidenziazione alla posizione 418-422 | Aggiunto in data sabato 2 apri

le 2016 12:51:22
Warfare was indeed the sole purpose of the early modern states in western Europea
t least if we judge by what they levied taxes and borrowed money for. True, fund
s were spent on justice and palaces, and there was a pittance for transportation
and famine relief. But the sums expended were minimalmere pocket change, at leas
t for the major powers. Even the grandest of royal residencesthe palace of Versai
llesabsorbed less than 2 percent of Louis XIVs tax revenues. Meanwhile, 40 to 80 p
ercent of government budgets went directly to the military, to defray the costs
of armies and navies that fought almost without interruption (table 2.1).
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 15-15 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
17:54:09
The city-state has been always far less characteristic of other parts of the wor
ld and was virtually absent from the political arrangements of the great civiliz
ations of India and China. While a version of the city-state was brought eastwar
ds as far as the Indus valley by Alexander the Great, there was no concept at al
l of the city-state in Chinese political thought. It is generally known that Chi
na did have associations of merchants, but these never acquired anything like th
e importance that they came to have in the west, where they became major compone
nts of the city-states and often evolved into city governments. In China the cit
y was always essentially a node in the administrative network of empire, and the
idea of the city as being in any sense free was quite meaningless
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 15-15 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
17:55:21
The ancient Mediterranean, in which it achieved a role so important that it beca
me central to all political ideas and ideals, will first be examined. This will
be followed by an examination of the rise of the empires which brought this worl
d to an end and of the subsequent waning of their power, particularly in western
Europe. This in turn produced a situation in which the second flourishing of th
e city-state then took place in Italy
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 16-16 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
17:55:46
Low Countries and the Baltic
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 17-17 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
17:58:32
The political fluidity and ethnic complexity of the eastern Mediterranean region
had been considerably increased by the dramatic fall of the Minoan Empire in th
e middle of the second millennium bc. Migrant peoples from the north were drawn
into the political and economic vacuum created by the demise of the great thalas
socracy that for long had controlled the seas and islands between the coasts of
Egypt and Greece. During this period the eastern Mediterranean world was dominat
ed by feuding tribal states vying with one another for pre-eminence. Such pre-em
inence was most easily achieved over the great land areas stretching eastwards f
rom the Mediterranean to the Persian Gulf and it was here that the first imperia

l states had been established


==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 17-17 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
17:59:08
After a time they became city-dwellers and they were the first people who are kn
own to have founded recognizable city-states as their basic form of political or
ganization
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 19-19 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:10:51
was around the beginning of the first millennium that the Phoenicians became the
great traders of the ancient world and they were the first people of whom it co
uld be said that maritime trade was the mainstay of their existence
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:12:15
These Phoenicians were also responsible for some of the greatest advances in sci
ence and technology. Besides shipbuilding, navigation and associated activities,
they developed metal working using bronze
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:12:34
These Phoenicians were also responsible for some of the greatest advances in sci
ence and technology. Besides shipbuilding, navigation and associated activities,
they developed metal working using bronze. They produced parchment and develope
d a new system of writing based on the alphabet
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:14:35
The Phoenicians contributed both raw materials and technological skills to great
projects such as the building of the Temple in Jerusalem
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:16:17
The Mediterranean is an inland sea, which was ideal for the simple maritime tech
nology of the time to be developed and improved upon. It was also an area in whi
ch wealth and poverty were close bedfellows and the urge to economic improvement
arose out of necessity
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016

18:17:43
The arrival of the city-state on the world scene took place at a time and in a p
lace in which a particular set of geopolitical conditions operated. The Mediterr
anean is an inland sea, which was ideal for the simple maritime technology of th
e time to be developed and improved upon. It was also an area in which wealth an
d poverty were close bedfellows and the urge to economic improvement arose out o
f necessity. This was because while any particular part of the Mediterranean reg
ion would have possessed only relatively limited resources, when taken as a whol
e the situation was very different. By bringing these resources together and mak
ing them more readily available, maritime trade was able to convert the relative
poverty of individual areas into the considerable wealth of the whole. Maritime
trade thus unified the lands around the Mediterranean and created a whole that
was far greater and more impressive than
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 20-20 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:17:58
The arrival of the city-state on the world scene took place at a time and in a p
lace in which a particular set of geopolitical conditions operated. The Mediterr
anean is an inland sea, which was ideal for the simple maritime technology of th
e time to be developed and improved upon. It was also an area in which wealth an
d poverty were close bedfellows and the urge to economic improvement arose out o
f necessity. This was because while any particular part of the Mediterranean reg
ion would have possessed only relatively limited resources, when taken as a whol
e the situation was very different. By bringing these resources together and mak
ing them more readily available, maritime trade was able to convert the relative
poverty of individual areas into the considerable wealth of the whole. Maritime
trade thus unified the lands around the Mediterranean and created a whole that
was far greater and more impressive than merely the sum of its parts
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:34:33
The Phoenician experience demonstrated for the first time that the economy opera
ted most successfully, and with the greatest innovation, when the city was an in
dependent entity with a minimum of outside interference
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:34:55
these circumstances the territorial state had proved to be far less effective an
d even acted as an impediment to successful economic and scientific advance
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:36:27
Their mariners were at home in all the places where they traded and they made co
ntact with many different peoples and were exposed to a variety of influences an
d knowledge emanating from many different places
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book

s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 21-21 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:36:44
Their mariners were at home in all the places where they traded and they made co
ntact with many different peoples and were exposed to a variety of influences an
d knowledge emanating from many different places. Unlike the territorial states,
their boundaries did not set limits to their perspective on the world
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 24-24 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:43:55
Each of the Phoenician city-states was, in Braudels phrase, an autonomous world in
its own right
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 25-25 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
18:48:55
The whole of the eastern Mediterranean littoral, home of the first city-states,
rapidly fell into their hands. In 878 bc the Phoenician city-states lost their i
ndependence and became subjects of the king of Assyria. This conquest of the cor
e region of the Phoenician world resulted in the complete disruption of the comm
ercial system that had been built up over the preceding centuries
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 26-26 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:04:17
The Carthaginians clearly inherited the dynamism of their Phoenician forebears a
nd this is seen in the continuation of exploration further than ever before
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 27-27 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:09:00
The Phoenicians continued to be the dominant economic force in the western Medit
erranean and Carthage remained the leading city until the third century bc when
this position was challenged and eventually brought catastrophically to an end
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 27-27 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:10:06
Despite their vulnerability to attack from the east, and the continuous problems
to which this gave rise, the great achievement of the Greeks was being able to
combine the maintenance of their freedom from foreign domination with the establ
ishment of freer societies within the city-states themselves. It was with these
people that the city-state of antiquity reached its apogee
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:18:20

Hellas and poverty have always been foster-sisters, observed Herodotus


==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 29-29 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:18:34
Hellas and poverty have always been foster-sisters, observed Herodotus, 2 and, li
ke the Phoenicians, the Greeks countered this by turning to maritime trade
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:39:46
The original meaning of the word polis was stronghold
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:48:45
The Politics, Aristotle discussed the question of where the sovereign power in t
he polis should reside and came to the conclusion that the best place for it was
with the people. The majority ought to be sovereign . . . For it is possible tha
t the many, no one of whom taken singly is a good man, may yet taken all togethe
r be better than the few, not individually but collectively
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 36-36 | Aggiunto in data domenica 3 aprile 2016
19:50:26
The army was based on the hoplites, who were drawn from the citizen body and who
se heavy armour was intended as a kind of mobile defensive wall.
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 40-40 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 01:
02:12
many ways the city-states
es for two very different
d power
==========
Geoffrey Parker-Sovereign
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a
11:36

of Athens and Sparta can be regarded as being prototyp


sorts of state based respectively on sea power and lan
City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
pagina 43-43 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 01:

This Peloponnesian War that began in 432 bc between the Aegean maritime confeder
acy led by Athens and a Peloponnesian confederacy led by Sparta was in geopoliti
cal
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 44-44 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 01:
11:44

terms a war between sea power and land power.


==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 55-55 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 23:
32:54
For 300 years after Alexander the eastern Mediterranean and the western part of
what we now call the Middle East remained in the Greek economic and cultural sph
ere
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 55-55 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 23:
33:07
For 300 years after Alexander the eastern Mediterranean and the western part of
what we now call the Middle East remained in the Greek economic and cultural sph
ere. The principal drive towards this Hellenization came from the cities founded
by Alexander and the Diadochoi
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 60-60 | Aggiunto in data luned 4 aprile 2016 23:
47:24
Rome was in fact an Etruscan foundation located in the middle of territory that
was farmed by Latin tribes. By the middle of the sixth century bc the city was r
uled by the Tarquins, a dynasty of Etruscan kings who had established themselves
in the valley of the Tiber. In 510 bc the last of these kings, Tarquinius Super
bus, was expelled and the res publica came into being
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 61-61 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 05
:58:55
This was how Rome had developed in the early centuries of its existence, but it
was its subsequent behaviour that increasingly distanced it from the Greek model
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 62-62 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:00:01
The putative Athenian Empire had been a thalassocracy that sought to bind togeth
er a group of maritime city-states.Rome, on the other hand, introduced the terri
torial concept, and territoriality on this scale did not enter into Greek thinki
ng at all
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 64-64 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:07:24
Cato the Censor, who was a byword for austerity and puritanism, was the foremost p
rotagonist of the rural virtues. In De re rustica he expressed this trenchantly
when he observed that When our forefathers would praise a worthy man, they praise
d him as a good husbandman . . . and they believed that praise could go no furth
er. He then went on to assert that Husbandmen make the strongest men, and the brav

est soldiers
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 65-65 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:09:48
While the more usual pattern in imperialism was for the country to take over the
city as part of its territorial conquest, here the opposite took place and one
city, imbibed with rural ideas, itself absorbed the countryside. This was the ba
sis for the great transformation of Rome from urbs to imperium
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 65-65 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:11:40
The new Roman state of Italia that had been created in 264 bc looked out onto a
sea that was dominated by Carthage, some 600 kilometres to the south. Carthage h
ad assumed the position of being the leading city in the Phoenician world after
those of the Levant had been absorbed into the Persian Empire. Being heir to a l
ong tradition of Phoenician city-states going back a thousand years, in most fun
damental ways Carthage was a more typical Mediterranean city-state than was Rome
. First, like the other Phoenician cities, it was a maritime state and the princ
ipal basis of its power was its navy. Second, its lifeblood was commerce and thi
s commercial activity had taken its mariners across the Mediterranean and beyond
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 66-66 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:13:46
Thus while the new Roman Italia was basically a land state established and susta
ined by military power, Carthage was a sea state established and sustained by tr
ade and protected by its navy. Rome rapidly reached the conclusion that maritime
power and trade were essential prerequisites to the increase of its wealth and
the further consolidation of its power. As a consequence of this the next stage
in its development entailed its entering more fully into the maritime affairs of
the Mediterranean. Given that Rome looked out onto a sea which was in effect a
Carthaginian lake, this policy decision by the Roman oligarchy made con ict with C
arthage inevitable
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 68-68 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:18:26
Born in the plains of Latium, the urban part of the Roman system had nurtured tr
ade and the rural part had nurtured militarism. The two came together on a massi
ve scale after the conclusion of the Punic Wars to achieve domination over Mare
nostrum and then the world
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 70-70 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:22:01
doing this he threw down a deliberate challenge not only to the authority of the
Senate but to the Republic itself. The result of this was a civil war in which
Caesar emerged triumphant

==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 70-70 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:23:48
When the Roman Empire came into existence the great cities lying along the Helle
nistic axis from Egypt to the Aegean were still the most important centres of we
alth and civilization, and this was the world over which Rome sought to establis
h its control
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 71-71 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:25:11
Within a quarter of a century of the death of the rst emperor, the Christian mess
age was being widely disseminated by St Paul, a Judaeo-Greek from Tarsus. The ex
tent of Pauls missionary journeys are an indication of the nature of the world of
his day and of the most important cities within it. His activities, as revealed
in the Epistles and the Acts, took him particularly to Antioch, Tarsus, Miletus
, Ephesus, Thessaloniki, Corinth and Athens. 7 These cities were all located eit
her on the Hellenistic axis or around the Aegean Sea.
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 71-71 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:25:39
was this Greek world that mattered most to Paul and which he addressed in the Ep
istles
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 72-72 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:28:15
Magna Graecia. Here it was that the Romans rst encountered the great civilization
of the Mediterranean and, more speci - cally, the city-state in the Greek sense o
f the term. From then on the Romans took every opportunity to embrace all things
Greek. Greek art, architecture, philosophy, religion and many aspects of govern
ment were taken on board and became part of what was to become a shared Hellenic
inheritance. Even after Greece was, in Gibbons phrase, reduced to a province of th
e Roman Empire, the Romans persisted in their great respect for the cultural and
intellectual power of the conquered. 8 In Horaces words, Graecia capta ferum vict
orem cepit et artes intulit agresti Latio (Greece, taken captive, captured her sav
age conqueror, and carried her arts into clownish Latium). 9 The arts brought by
the Greeks certainly included the art of government, and a Roman version of the
polis became almost as central to their political concepts as it had been to the
Greeks themselves
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 75-75 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:33:36
The real life of the polis was now everywhere extinct or rapidly passing away, ob
served Fowler of the situation by the rst century bc, The bodily appearance was th
ere, but the spirit had departed. 12 Slowly but steadily it was being crushed out
under the massive weight of the imperium. Roman law and government also replace

d the old local laws and nally in the third century ad the Emperor Caracalla intr
oduced a single legal system throughout the Empire. By then the once proud citie
s of the east had themselves also been demoted to being the municipal towns of a
n empire, and the Hellenistic axis of cities was replaced by a radial system of
communications centring on Rome
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 75-75 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:33:56
Despite the hopes of republicans like Cicero, in the end polis and imperium coul
d not really coexist
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 76-76 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:39:29
times been a polis. This was to be Romes nal transformation. The city-state that h
ad destroyed all the others was itself destroyed by the forces that it had unlea
shed. Gibbon expressed the opinion that the decline of Rome was the natural and i
nevitable effect of immoderate greatness
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 77-77 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:41:57
While it was true that the Roman Empire was by then long in its grave, many of t
hose cities that Rome had itself buried had risen again as independent states in
the post-Roman world
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 78-78 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:43:07
was to be 500 years after the assumption of the imperium maius by Augustus Caesa
r in 27 bc before a really independent city-state again made its appearance in t
he Mediterranean. This was Venice
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 80-80 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:51:34
dreamed of. As a city, Venice was unique in a number of ways. Unlike most of the
cities of northern Italy that had survived until that time, it had not original
ly been a Roman foundation
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 81-81 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:55:10
While the citys site was a safe one, it might have seemed to be economically unpr
opitious. However, its location at the head of the Adriatic between west and eas
t gave it an unrivalled opportunity for trade between the two. It had easy acces
s to Constantinople, the principal western terminus of the trade routes from the

east, while the Adriatic formed a maritime corridor leading to the Alps and the
heart of western Europe. Located between the sea and the Alps, Venice was well
able to conduct trade with the emerging Transalpine world via the Adriatic and t
he Brenner Pass. Although militarily strong, in material terms this world was re
latively poor and backward and it was Venice that began to change this by supply
ing it with the products brought along the Silk Route
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 81-81 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:56:04
Most fundamentally, Venice was located in an intermediate position within that l
ongitudinal strip of territory in which the boundary between the western and eas
tern empires continually oscillated. As the post-Roman world stabilized, its per
ipheral location changed from disputed frontier to connecting link
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 81-81 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:57:15
In reality Venice belonged to the west only by her geographical location, maintai
ned Pirenne, in the life that animated her and the spirit that inspired her, she
was foreign to it. 11 Many aspects of Venetian history and culture bear this out.
St Mark was from Jerusalem via Alexandria, and Venices most potent symbols, the
winged lions of St Mark, are of eastern origin. According to Morris, the Piazzo
San Marco is unmistakably an expatriated Byzantine forum and its most famous archi
tecture, such as its churches and the Doges Palace, displays strong Byzantine inf
luences
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 81-81 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:57:38
However, when it came to it, Venice made the choice to remain a part of the west
ern world. In the Great Schism of 1054 Venice took the decision to stay within t
he Roman Catholic sphere rather than to take the Greek Orthodox road
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 82-82 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 06
:59:16
Venice then participated in the First Crusade in 1096, which heralded the beginn
ing of trade with the Levant which from then on became its lifeblood and made Ve
nice more independent of the Byzantine connection. It is significant that in 117
7 Venice was chosen to be the place in which the great reconciliation between th
e Emperor Frederick Barbarossa and Pope Alexander iii took place
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 82-82 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 07
:01:01
The whole Crusade was financed by Venice, which supplied the ships and equipment
and paid the soldiers who attacked and toppled the Byzantine Empire
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book

s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 82-82 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 07
:02:02
Subsequently the Venetian gold ducat replaced the Byzantine solidus as Europes pr
incipal trading currency
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 82-82 | Aggiunto in data marted 5 aprile 2016 07
:03:07
despite its naval, political and above all economic success, Venice never sought
to become the new Rome. Territorial domination of that kind was not in the natu
re of this commercial state. From the outset its lifeblood was trade and the cit
y remained above all a community of merchants
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 85-85 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
15:21:45
Venice seemed to be balanced at a point halfway between monarchy and popular gov
ernment; the balance was so sure and delicate that the Doge never became a tyran
t and the Councils never became democratic . . . Venice, owing to its especially
favourable political and economic conditions, was the archetype of oligarchic g
overnment
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 86-86 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
15:24:19
In the thirteenth century, Marco Polo, together with his father Niccolo and his
uncle Maffeo, all members of the Venetian merchant class
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 87-87 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
15:24:58
Here we see Venice linking the ancient and the modern by precociously embarking
on those developments that were to change the face of Europe
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 87-87 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
15:25:39
was Venice which introduced the ancient polis to the new Europe that was then co
ming into being, and versions of the polis, in many different forms, were to bec
ome familiar features of the European scene during the coming centuries
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 87-87 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
15:26:11
It was said that Venice was Byzantiums favourite daughter
==========

Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 91-91 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:26:39
One of the most basic characteristics of the Renaissance was the revival of urba
n life in Italy, and the Adriatic made a major contribution to the success of th
is
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 91-91 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:27:36
However, in the medieval epoch the cities of Gallia Cisalpina were to take Venic
e rather than Rome as their model, and the Renaissance then pointed them in the
direction of the polis rather than the imperium
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 92-92 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:29:01
The first inhabitants of Venice were refugees from those mini Romes that had been
established in Gallia Cisalpina and which then became the source of the urban ci
vilization that was inherited by the new foundations on the Adriatic
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 92-92 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:30:02
With the revival of city life within it, the Po basin became once again the phys
ical and human link between the Mediterranean and northern Europe and was thus t
he key region in the formation of the post-Roman world
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 92-92 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:30:26
Following the arrival of the Barbarians in the fth century there was considerable
destruction but the basic structures of civic life managed to maintain a tenuou
s existence. It was the Christian Church, which had become the Empires of cial reli
gion in the fourth century, that held together the remnants
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 92-92 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:30:42
the Empire crumbled, the Church took over from the civil authorities and assumed
the position of being a kind of surrogate government
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 93-93 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:37:18
However, from the outset, the Church had been central to the return of an urban

culture and this was re ected both in the splendour of the ecclesiastical architec
ture and politically in the continuing role of the Church in the government of t
he city
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 95-95 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:42:18
Immigration took place from town to country and the richer citizens came to poss
ess properties in both. The result of this symbiosis was, in effect, the urbaniz
ation of the surrounding countryside. While in ancient Rome the result of the wh
ole process had been the ruralization of the city, here the opposite took place
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 99-99 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016
17:58:28
While Pope and Emperor each had his own geopolitical core of power, neither the
reach of Pope nor of Emperor extended easily into northern Italy, which thus too
k on the position of being an indeterminate area between their two spheres
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 100-100 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 18:00:38
The Emperor may have been humbled but the struggle had weakened the authority of
them both. The only real winners from all this were the comuni of the northern
Italian cities, which used the power vacuum that the dispute created to assert t
heir independence of both Church and Emperor
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 21:57:51
Barbarossas grandson, the Emperor Frederick ii, was more concerned with Italy tha
n with Germany and he sought to impose his rule vigorously on the whole of the p
eninsula. Heir to the Norman rulers of Sicily, for much of his reign his court w
as in Palermo. In effect he moved the centre of the Empire across the Alps and d
reamed of a revival of its ancient Roman predecessor. In this connection he work
ed on a plan to divide Italy into imperial provinces and thus to end for good th
ose divisions that had plagued the peninsula for so long. Alarmed at this prospe
ct, the Pope proposed an alternative plan to divide Italy into provinces that wo
uld be states of the Church. In these circumstances, the con ict of papal and impe
rial power became more intense than ever
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 102-102 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 21:58:38
The Pope also saw himself menaced by an Emperor whose aim was to move towards th
e establishment of a powerful and basically secular state and saw no option but
to ally himself with the cities and to became the champion of their rights
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)

- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201


6 22:12:19
ladder. One of the most infamous examples of this phenomenon were the Borgia. Ro
drigo Borgia came from a minor Spanish landowning family and bribed himself to t
he papacy as Alexander vi. His illegitimate offspring Cesare and Lucrezia both b
ecame deeply involved in the power politics of city-state rivalry. As captain ge
neral of the papacy, Cesare was involved in incessant wars between the city-stat
es of the north and he typi ed the circumstances which made it so dif cult to create
that city-state consensus that would have strengthened their collective positio
n. The death of Frederick ii inaugurated the greatest age of the city-states of
northern Italy. They prospered as never before and in them began the Renaissance
, the great revival of learning, which was to have such profound effects on all
aspects of European life in the following centuries. In many ways the Italian ci
ty-state was the vehicle for the Renaissance in much the same way as 2,000 years
earlier the Greek polis had been the vehicle for the rise of that Hellenic civi
lization to which the Renaissance owed so much. Renaissance civilization is prima
rily b i s h o p s , d u k e s a n d r e p u b l i c s . 105
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:13:41
The death of Frederick ii inaugurated the greatest age of the city-states of nor
thern Italy
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:13:58
began the Renaissance
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 105-105 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:14:41
Renaissance civilization is primarily
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 106-106 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:14:50
an urban civilization, observed Clarke, its greatest contribution to art and liter
ature came from the towns
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 106-106 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:16:39
The republican institutions on which they had been based were giving place to fo
rms of authoritarian government that came to be closely associated with the cons
olidation of the power of one particular family. The city-states were in effect
becoming monarchies, and absolute monarchies at that. The main reasons for this
development were the deep divisions within the cities, which made the achievemen
t of consensus increasingly dif cult. The persisting GuelfGhibelline con ict was at t

he root of this but there were many others. Most fundamental was the con ict withi
n each of the cities between the patrician class, the grandi, and the ordinary f
olk, the popolani. In the case of Florence, the deepest division was between the
Blacks the old nobility together with the bankers and the Whites who were the trade
classes
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 107-107 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:20:00
It was this solution to the social and economic turmoil that led to the consolid
ation of the power of the Medici family
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- La tua evidenziazione a pagina 108-108 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 201
6 22:21:53
This was the beginning of the dynasty that was to rule Florence for most of the
next 200 years
==========
Geoffrey Parker-Sovereign City_ The City-State Ancient and Modern (Reaktion Book
s - Globalities) (2005)
- Il tuo segnalibro a pagina 116 | Aggiunto in data mercoled 6 aprile 2016 23:37:
56
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:49:05
si volge uno sguardo d insieme sull Impero romano si colpiti dal suo carattere m
editerraneo. La sua estensione non va oltre il bacino del grande lago interno ch
e esso rinserra da ogni lato. Le lontane frontiere del Reno, del Danubio, dell E
ufrate, del Sahara formano un vasto cerchio difensivo destinato a proteggerne i
limiti. Il mare, indubbiamente, assicura sia la sua unit politica che la sua unit
economica, poich l esistenza dei confini dipende dal dominio che. l Impero eserci
ta sul Mediterraneo. Senza questa grande via di comunicazione n il governo, n l am
ministrazione dell "orbis romanus" sarebbero stati possibili . E interessante c
onstatare come, invecchiando, l Impero accentui sempre pi il suo carattere maritt
imo. Roma, la sua capitale di terra ferma, abbandonata nel Quarto secolo per una
capitale che al tempo stesso un mirabile porto: Costantinopoli
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:49:34
Tuttavia, questa decadenza non sembra aver colpito sensibilmente il commercio ma
rittimo nel Mediterraneo che continua attivo e ben sostenuto in contrasto con l
apatia
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 32-32 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:51:12
Delle due grandi regioni dell Impero, l Oriente e l Occidente, la prima era infi
nitamente pi importante della seconda, non solamente per la superiorit della sua c
ivilt, ma anche per la sua maggiore vitalit economica. A partire dal Quarto secolo

solo in Oriente esistono vere e proprie citt e qui si concentrano, in Siria e in


Asia minore, le industrie di esportazione e in particolare quelle tessili, di c
ui il mondo romano costituisce il mercato, servito da navi siriane. Il predomini
o commerciale dei Siriani certamente uno dei fatti pi interessanti della storia d
el Basso Impero (1). Esso ha contribuito in larga misura a quella orientalizzazi
one progressiva della societ che doveva concludersi nel bizantinismo. Questa orie
ntalizzazione, di cui veicolo il Mediterraneo, una chiara prova dell importanza
crescente del mare, mentre l Impero invecchiando s indebolisce ed indietreggia a
l Nord sotto la pressione dei barbari
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:53:01
Questo primo tentativo dei barbari ebbe di duraturo solo le rovine che provoc. Ro
ma aveva ancora sufficiente vigore per respingere gli invasori al di l del Reno e
del Danubio: riuscir a contenerli per un secolo e mezzo ancora, ma queste guerre
fiaccarono le sue armate e le sue finanze. Intanto il rapporto di forza diveniv
a sempre pi ineguale tra i Germani, la cui pressione si faceva pi forte a mano a m
ano che la crescita demografica li spingeva imperiosamente alla conquista di nuo
vi territori, e l Impero, al quale la diminuzione di popolazione rendeva impossi
bile una resistenza vittoriosa anche se non si pu non ammirare l abilit e la deter
minazione dei Romani. All inizio del Quinto secolo, tutto finito: l Occidente in
tero invaso, le sue province si trasformarono in regni franchi: i Vandali si sta
biliscono in Africa, i Visigoti in Aquitania e in Spagna, i Burgundi nella valle
del Rodano, gli Ostrogoti in Italia
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 33-33 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:54:15
Gi Clodoveo aveva voluto conquistare la Provenza e fu necessario l intervento di
Teodorico per impedirgli d estendere le frontiere del suo regno fino alla Costa
Azzurra. Questo primo insuccesso non scoraggi i suoi successori. Un quarto di sec
olo pi tardi, nel 536, profittarono dell offensiva di Giustiniano contro gli Ostr
ogoti per farsi cedere da questi ultimi la regione desiderata ed interessante no
tare la costanza con cui la dinastia merovingia tende fin d allora a divenire a
sua volta una potenza mediterranea. Nel 542, Childeberto e Clotario tentano una
spedizione, del resto sfortunata, al di l dei Pirenei. L Italia soprattutto solle
tica le ambizioni dei re franchi, che s alleano ai Bizantini e poi ai Longobardi
nella speranza di mettere piede a sud delle Alpi. Costantemente delusi s accani
scono in nuovi tentativi. Gi nel 539 Teoberto ha valicato le Alpi e allorch Narset
e, nel 553, riconquister i territori occupati, altri tentativi verranno fatti nel
584-85 e dal 588 al 590 per impadronirsi di nuovo di quelle terre
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 34-34 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:58:07
Tutti i grandi avvenimenti della storia si svolgono sulle sue rive. Dal 493 al 5
26 l Italia, governata da Teodorico, esercita su tutti i regni germanici una ege
monia attraverso cui si perpetua e si afferma la potenza della tradizione romana
. Poi, scomparso Teodorico, questa potenza subisce una battuta d arresto ancora
pi evidente. Manca poco che Giustiniano non restauri l unit imperiale (527-565). L
Africa, la Spagna, l Italia sono riconquistate. Il Mediterraneo torna ad essere
un lago romano. Bisanzio, tuttavia, esausta per l immenso sforzo compiuto, non
pu n completare n conservare intatta quest opera straordinaria. I Longobardi gli so
ttraggono il Nord dell Italia (568), i Visigoti si liberano dal suo giogo. Tutta
via Bisanzio non abbandona le sue pretese e riesce a conservare per lungo tempo
ancora l Africa, la Sicilia, l Italia meridionale. Non rinunzia a dominare l Occ

idente grazie al mare, controllato dalle sue flotte, s che la sorte dell Europa s
i gioca pi che mai in questo momento sulle onde del Mediterraneo
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 07
:59:37
pretesa avversione dei barbari per le citt una favola convenzionale smentita dall
a realt. Se, all estrema frontiera dell Impero, qualche citt stata saccheggiata, i
ncendiata e distrutta, incontestabile che la grande maggioranza di esse sopravvi
ssuta. Una statistica delle citt oggi esistenti in Francia, in Italia, sulle rive
del Reno e del Danubio, mostrerebbe che, nella maggioranza, esse sorgono ove so
rgevano le citt romane e che il loro nome spesso una trasformazione del nome di q
uelle
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 35-35 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:00:18
La Chiesa, com noto, aveva ricalcato le sue circoscrizioni religiose sulle circo
scrizioni amministrative dell Impero: in generale ogni diocesi corrispondeva a u
na "civitas". Ora, l organizzazione ecclesiastica non aveva subto quasi nessuna m
odifica all epoca delle invasioni, e aveva quindi conservato il suo carattere mu
nicipale nei nuovi regni fondati dai conquistatori germanici. Questo talmente ve
ro che a partire dal Sesto secolo la parola "civitas" prende il senso particolar
e di citt episcopale , di centro di diocesi . Sopravvivendo all Impero sul qual
e si era fondata, la Chiesa ha dunque contribuito in larga misura a salvaguardar
e la esistenza delle citt romane
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 36-36 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:02:38
Grazie alla navigazione dalle coste della Spagna e della Gallia verso quelle del
la Siria e dell Asia Minore, il bacino del Mediterraneo non cessa di consolidare
quella unit economica che era stata creata attraverso i secoli in seno alla comu
nit imperiale. E per questo motivo che l organizzazione economica del mondo sopr
avvive al suo smembramento politico
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 37-37 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:05:30
Ricordiamo anzitutto che Marsiglia non ha cessato d essere, fino agli inizi dell
Ottavo secolo, il grande porto della Gallia. I termini usati da Gregorio di Tou
rs nei numerosi aneddoti nei quali gli accade di parlare di questa citt, ci obbli
gano a considerarla come un centro economico eccezionalmente animato (7). Un com
mercio marittimo molto attivo la collega a Costantinopoli, alla Siria, all Afric
a, all Egitto, alla Spagna e all Italia. I prodotti dell Oriente, il papiro, le
spezie, i tessuti di lusso, il vino e l olio sono importati regolarmente. Mercan
ti stranieri, Ebrei e Siri in maggioranza, vi si sono stabiliti, e la loro nazio
nalit attesta l intensit dei rapporti tra Marsiglia e le regioni bizantine
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 39-39 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:12:21
All inizio del Settimo secolo, chi avesse gettato un colpo d occhio sull avvenir
e non avrebbe trovato nessuna ragione per non credere al persistere della tradiz
ione. Ma ci che allora era naturale e razionale prevedere non si realizzato. L or

dine del mondo che era sopravvissuto alle invasioni germaniche non ha retto l ur
to dell Islam, che si lanciato nel solco della storia con la forza elementare di
un cataclisma cosmico. Durante la vita di Maometto (571-632) nessuno avrebbe po
tuto immaginarlo e prepararvisi . Tuttavia in non pi di cinquanta anni l Islam s
estende dal Mar della Cina all Oceano Atlantico. Nulla gli resiste. In un solo i
mpeto rovescia l Impero persiano (633-644), toglie successivamente all Impero bi
zantino la Siria (634- 636), l Egitto (640-642), l Africa (643-708), irrompe in
Spagna (711). La sua marcia si arrester all inizio dell Ottavo secolo, quando le
mura di Costantinopoli da una parte (717) e i soldati di Carlo Martello dall alt
ra (732), infrangeranno la sua grande offensiva che tendeva ad accerchiare i due
fianchi della cristianit. Ma se la sua forza d espansione si ormai esaurita, tut
tavia ha cambiato la faccia della terra. La sua spinta improvvisa ha distrutto i
l mondo antico. La comunit mediterranea che lo racchiudeva scomparsa
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 39-39 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:12:45
L invasione dei barbari del Nord non aveva modificato nulla d essenziale in ques
ta situazione. Ed ecco che, ad un tratto, i paesi stessi dove era nata la civilt
gli sono strappati, il culto del profeta si sostituisce alla fede cristiana, il
diritto musulmano al diritto romano, la lingua araba alla lingua greca e alla li
ngua latina. Il Mediterraneo era stato un lago romano; ora diventa, per gran par
te, un lago musulmano. Esso separa, ormai, invece di unirli l Oriente e l Occide
nte dell Europa. Il legame che univa ancora l Impero bizantino ai regni germanic
i dell Ovest spezzato
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 42-42 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:14:40
In generale, non si dedicata sufficiente attenzione all immensa portata dell inv
asione dell Islam nell Europa occidentale (1). Essa, infatti, mise il continente
europeo in condizioni mai esistite fin dai primi tempi della storia. Attraverso
i Fenici, i Greci e infine i Romani, l Occidente aveva sempre ricevuto la civil
t dall Oriente; era vissuto, per cos dire, del Mediterraneo: ed ecco che per la pr
ima volta obbligato a vivere di se stesso, delle proprie risorse
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 42-42 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 08
:17:33
In generale, non si dedicata sufficiente attenzione all immensa portata dell inv
asione dell Islam nell Europa occidentale (1). Essa, infatti, mise il continente
europeo in condizioni mai esistite fin dai primi tempi della storia. Attraverso
i Fenici, i Greci e infine i Romani, l Occidente aveva sempre ricevuto la civil
t dall Oriente; era vissuto, per cos dire, del Mediterraneo: ed ecco che per la pr
ima volta obbligato a vivere di se stesso, delle proprie risorse. Il centro di g
ravit, collocato fino allora sulle rive del mare, si trasferisce verso nord, per
cui lo Stato franco che, tutto sommato, aveva avuto fino a quel momento solo un
ruolo secondario nella storia europea, diviene l arbitro dei destini dell Europa
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 42-42 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 10
:48:34
E impossibile considerare soltanto una coincidenza la chiusura del Mediterraneo
ad opera dell Islam e la simultanea entrata in scena dei Carolingi. Guardando le
cose a distanza si scorge nettamente tra l uno e l altro un rapporto di causa e
d effetto. L Impero franco pone le basi dell Europa del Medioevo. Ma la missione

che esso ha compiuto ha avuto come premessa indispensabile il rovesciamento del


l ordine tradizionale del mondo; e i Carolingi non avrebbero avuto il ruolo che
ebbero se l evoluzione storica non fosse stata deviata dal suo corso e, per cos d
ire, spostata dal suo asse dall invasione musulmana. Senza l Islam, l Impero fra
nco non sarebbe mai esistito, e Carlomagno senza Maometto sarebbe inconcepibile
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 10
:51:00
L influenza germanica dominante nel momento in cui, bloccato al Sud, l Impero si
estende ampiamente sull Europa settentrionale, e spinge le sue frontiere fino a
ll Elba e alle montagne della Boemia
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 10
:51:22
storia economica mette in luce particolarmente la diversit fra l epoca carolingia
e i tempi merovingi (3). In quest ultimi, la Gallia ancora un paese marittimo e
d grazie al mare che esistono circolazione e commercio. L Impero di Carlomagno,
al contrario, essenzialmente continentale. Non comunica con l estero, uno Stato
chiuso, uno Stato senza sbocchi, che vive in un quasi completo isolamento
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 10
:59:12
Certo, la transizione tra un epoca e l altra non avvenuta con la rapidit e la chi
arezza di un taglio netto. Si pu dire che, a partire dalla met del Settimo secolo,
il commercio marsigliese declina man mano che i Musulmani avanzano nel Mediterr
aneo. La Siria, conquistata dal 634 al 636, cessa per prima di inviare navi e me
rcanzie. Subito dopo, l Egitto passa a sua volta sotto il giogo dell Islam (640)
e il papiro non arriva pi in Gallia; ed significativo che, dal 677, la canceller
ia regia cessa di usarlo
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 43-43 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 10
:59:40
mare che lo alimentava si chiuso davanti a lui e la vitalit economica che esso av
eva mantenuto, per suo tramite, nelle regioni dell interno definitivamente spent
a. Nel Nono secolo la Provenza, un tempo la regione pi ricca della Gallia, divenu
ta la pi povera
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 45-45 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11
:39:28
Se si ammette, e si obbligati ad ammetterlo, che nel Tredicesimo secolo la riapp
arizione dell oro, con i fiorini di Firenze e i ducati di Venezia, caratterizza
la rinascita economica dell Europa, indubbio che l abbandono di questa coniazion
e attesta al contrario una profonda decadenza. Non basta dire che Pipino e Carlo
magno hanno voluto porre rimedio al disordine monetario degli ultimi tempi dell
epoca merovingia. Essi avrebbero potuto rimediarvi senza rinunciare a coniare mo
nete d oro. Incontestabilmente, essi vi hanno rinunziato per necessit, vale a dir
e a seguito della scomparsa del metallo giallo dalla Gallia
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 46-46 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11

:39:42
scomparsa non ha altra causa che l interruzione del commercio nel Mediterraneo
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 46-46 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11
:40:01
E tutto questo talmente vero che l Italia meridionale, rimasta in contatto con C
ostantinopoli, conserva come essa la moneta d oro, per cui i sovrani carolingi s
i vedono costretti a sostituire la moneta d argento
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 47-47 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11
:43:57
Tutte le grandi cose che Carlomagno ha compiuto si dovettero alla sua potenza mi
litare ovvero all alleanza con la Chiesa. Ora, n la Chiesa n le armi potevano padr
oneggiare le circostanze per le quali l Impero franco era stato privato dei suoi
sbocchi con l estero. Fu necessario assoggettarsi ad una situazione ineluttabil
e. La storia obbligata a riconoscere che il secolo di Carlomagno, per quanto bri
llante in altre cose, dal punto di vista economico un secolo di regresso
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 47-47 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11
:44:31
L organizzazione finanziaria dell Impero franco finir di convincerci. Essa in eff
etti rudimentale all estremo. L imposta pubblica, che i Merovingi avevano conser
vato ad imitazione di Roma, non esiste pi. Le risorse del sovrano consistevano so
lo negli introiti dei suoi beni, nei tributi riscossi dai popoli vinti e nel bot
tino di guerra. Il teloneo non contribuisce pi ad alimentare il Tesoro, testimoni
ando cos la decadenza commerciale dell epoca, e si trasforma in una semplice esaz
ione in natura brutalmente prelevata sulle rare mercanzie trasportate sui fiumi
e lungo le strade
==========
Henri Pirenne-Le citt del Medioevo -Laterza (1995)
- La tua evidenziazione a pagina 47-47 | Aggiunto in data gioved 7 aprile 2016 11
:48:01
reclutamento dei funzionari nell aristocrazia stato l errore fondamentale dello
Stato franco, e la causa essenziale della sua dissoluzione cos rapida dopo la mor
te di Carlomagno. In verit nulla era pi fragile di questo Stato nel quale il sovra
no, onnipotente in teoria, dipendeva di fatto dalla fedelt di agenti indipendenti
da lui. Il sistema feudale fin dalle sue origini in questa situazione contraddi
ttorio. Per sopravvivere l Impero carolingio avrebbe dovuto possedere, come l Im
pero bizantino o l Impero dei califfi, un sistema d imposte, con controllo finan
ziario, una centralizzazione fiscale ed un Tesoro per provvedere al mantenimento
dei funzionari, ai lavori pubblici, all armata e alla flotta. L impotenza finan
ziaria che caus la sua caduta la dimostrazione evidente dell impossibilit nella qu
ale si trov di mantenere la sua struttura amministrativa su una base economica ch
e non era in grado di sostenerla
==========
Why Did Europe Conquer the World? (Hoffman, Philip T.)
- Il tuo segnalibro alla posizione 799 | Aggiunto in data venerd 8 aprile 2016 15
:38:29
==========