You are on page 1of 3

Coordinamento provinciale

di Napoli

Dispositivo approvato dalla Direzione provinciale del 19 maggio 2008

Il quadro politico tracciato nella relazione della Coordinatrice, che la Direzione


fa propria, rende ineludibile un percorso condiviso di costruzione del Partito che lo
metta in condizione di concorrere nella pienezza delle sue possibilità al bisogno di
governo fermo, efficace, integro che ci viene richiesto dalle tante emergenze della
città e della regione. Pertanto, la Direzione provinciale assume come necessaria e
improrogabile la chiusura dl percorso costituente entro il 29 giugno 2008 con la
costituzione dei Circoli e la celebrazione dell’Assemblea provinciale per l’elezione
del segretario provinciale, che sin d’ora è convocata per i giorni 28 e 29 giugno
2008.
A tal fine, la Direzione provinciale di Napoli approva i seguenti punti che
modificano il Regolamento approvato in Direzione regionale il 25 gennaio 2008.

1. Nei comuni capoluogo è costituito un Circolo in ogni Quartiere.


Successivamente, previa indicazione statutaria, sarà eletto un Coordinamento
per ogni Municipalità e il Coordinamento cittadino della città di Napoli.

2. Alle Assemblee comunali partecipano con diritto di voto tutti i cittadini che
abbiano compiuto il 16° anno alla data del voto e che si siano iscritti al P.D..
L’iscrizione avviene il giorno stesso della votazione prima dell’esercizio del
voto.

3. La quota minima di iscrizione è stabilita in € 5,00 da consegnare al Presidente


del seggio elettorale il quale a sua volta provvederà a consegnare il tutto alla
Commissione di Garanzia.

4. Ogni iscritto esercita il diritto di voto nel comune di residenza.

5. Il numero dei componenti il Coordinamento comunale, relativo ad ogni


comune, è stabilito in ragione del numero di abitanti, secondo lo schema già
approvato all’unanimità dall’esecutivo provinciale in data 08 febbraio 2008:

• N. 16 componenti nei comuni con popolazione fino a 10.000 abitanti;


• N. 30 componenti nei comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 30.000
abitanti;
• N. 40 componenti nei comuni con popolazione compresa tra 30.001 e 50.000
abitanti;
• N. 50 componenti nei comuni con popolazione oltre i 50.000 abitanti;

6. Le Liste per le elezioni al Coordinamento comunale devono comprendere un


numero di candidati non superiore al numero dei componenti da eleggere e non
inferiore a i due/terzi. Le Liste saranno bloccate e dovranno essere composte
alternando candidati di sesso diverso, pena l’inammissibilità.

7. Le Liste dovranno essere presentate alla Commissione di Garanzia entro le ore


12,00 del quarto giorno antecedente la data stabilita per l’assemblea.

8. E’ costituita una Commissione di garanzia paritetica che dovrà sovrintendere al


percorso della costituzione dei Coordinamenti cittadini. La Commissione di
Garanzia è nominata dall’Esecutivo provinciale entro il giorno 26 maggio
2008.

9. I seggi elettorali saranno composti da un Presidente nominato dalla


Commissione di Garanzia e da un rappresentante di ogni lista presentata nel
comune.

10. I seggi spettanti ad ogni lista saranno calcolati secondo il metodo d’Hondt.

11. Le Assemblee per il voto dei Coordinamenti comunali dovranno tenersi entro e
non oltre il 22 giugno 2008, secondo quanto stabilito dall’ordine del giorno
approvato all’unanimità dalla Direzione provinciale.

12.Nella prima seduta del Coordinamento locale che si svolgerà dopo la


proclamazione dei componenti il Coordinamento locale, il delegato della
Commissione di Garanzia, in accordo con i componenti eletti stabilirà la data
di svolgimento dell’elezione del Coordinatore locale che potrà avvenire anche
nella suddetta seduta. Il tutto, comunque, dovrà svolgersi entro e non oltre il 10
luglio 2008.

13. L’ elezione del Coordinatore locale avviene con voto segreto e a maggioranza
assoluta degli aventi diritto al voto. Qualora nessun candidato consegua la
maggioranza assoluta si procede al ballottaggio tra due candidati che hanno
riportato il maggior numero di voti. E’ eletto Coordinatore il candidato che
consegue la maggioranza semplice dei voti.

14. Di norma è previsto un seggio elettorale per ogni Comune. La Commissione di


Garanzia potrà valutare l’eventualità di aggiungere un seggio per quei Comuni
particolarmente estesi sul piano territoriale. le operazioni di voto si dovranno
svolgere in un'unica giornata, in maniera continuativa, dalle ore 9,00 alle ore
18,00.
15. Per la presentazione delle Liste occorrerà la sottoscrizione di almeno 50 firme
dei residenti nel comune.