Carretto - 1919

1

ISBN 978-88-941833-0-6

2

3

Crocifissione - 1971

4

Siamo giunti alla quinta edizione del Premio Emilio Notte. Un lustro di attività segna senza dubbio un traguardo, ma al
contempo impegna a far meglio e di più.
Sarebbe ad esempio in futuro auspicabile il
coinvolgimento dell’Accademia di Napoli, e
non solo. Evento consolidato, il Premio può
oggi vantare un significativo patrimonio di
arte grazie alle opere acquisite. Inoltre, la
restaurata sede della pinacoteca Emilio
Notte, nel Palazzo Ducale di Ceglie, offre
una degna cornice per ospitare l’evento. I
giovani artisti partecipanti possono pertanto misurarsi in un certame utile per valutare
complessivamente il proprio contesto. E i
premiati sperimentano l’onore (ma anche
l’onere) di inserire la loro opera in una collezione pubblica.
Non mancano alcune novità. Intanto, la
scelta di allestire la mostra nella tarda primavera e non più nel bel mezzo dei rigori
invernali. Poi, la decisione di evitare la compartimentazione in varie sezioni (scultura,
pittura, fotografia etc.), divisione che può
essere ancora utile dal punto di vista didattico-laboratoriale, ma che non rispecchia
le ormai infinite relazioni e contaminazioni
interne al fare artistico.
La giuria, composta dal sottoscritto, da
Vanda Valente (cui, come sempre, va la
nostra riconoscenza individuale e collettiva per l’impegno e l’energia profusi senza
risparmio), dal professor Massimo Guastella, dal professor Massimo Nardi e da
quest’anno anche dal professor Cosmo
Laera, fotografo di notorietà europea e docente all’Accademia di Brera, ha assegnato
il primo premio ex aequo a Stefano Cacciatore e a Lisa Cutrino. Non si tratta, però, di
una deminutio capitis; l’equa ripartizione
non va intesa quale evangelica divisione di
pani e pesci per carenza di vertici qualita-

tivi. Al contrario, la commissione ha inteso
premiare due opere attuali e di pari impatto
emotivo.
Non viviamo forse nel mezzo di quotidiani
naufragi (concreti, tangibili, ma anche paradigmatici ed epocali) e di ferite insanabili
(morali, mentali, fisiche, planetarie)? Anche
senza invocare la grande tradizione in un
tema caro tra gli altri a Turner, Géricault o a
Caspar David Friedrich, o più di recente a
Renato Paresce e allo stesso Emilio Notte,
che al naufragio e ai naufraghi dedicò opere pensose e solenni, si deve riconoscere
in quell’immagine del solitario cargo sballottato da onde e venti – opera della Cutrino
- un messaggio che lancia più di un amo
nelle profondità della sensibilità contemporanea. Basti ricordare l’eco planetaria della
Costa Concordia: infausta sommatoria di
insipienza, vanità, superficialità e inutilità.
Ma non sempre nelle vicende umane è
vero il brocardo secondo il quale l’inutile
non rende nullo l’utile. C’è saggezza anche
nella chimerica ricerca di un altrove impossibile per chi affronta quell’eterna immagine del divenire che è l’oceano. Così l’Ulisse
dantesco. E così, forse, la condizione generale di una umanità giunta alle Colonne
d’Ercole della storia.
Altresì, quella paradossale fasciatura
nell’opera di Stefano Cacciatore, quella lettura senza soggetto agente, quella “visione cieca” così simile al lucore che acceca
chiunque per contagio, come nel celebre
romanzo di Saramago, non è forse l’emblema dell’impermeabilità alla notizia, dell’indifferenza al fatto, dell’assuefazione al tutto, purché sia salvo il minuscolo recinto individuale, che contraddistingue una società
“anestetizzata” per definizione?
Milano, 17 giugno 2016

5

Presentazione 5a Edizione “Premio Emilio Notte”
settembre 2015

Interno del Museo Archeologico
e di arte contemporanea

INTERNO Pinacoteca
“EMILIO NOTTE”
caSTELLO DUCALE

Inaugurazione Pinacoteca
“EMILIO NOTTE”
caSTELLO DUCALE

6

Ancora una volta la ricorrenza del Premio
EMILIO NOTTE per i giovani talenti, ormai
alla V Edizione, mi ha dato la possibilità
di incontrare di nuovo tutti voi partecipanti
con grande soddisfazione delle opere
esposte che ci ripagano di tutto l’impegno
profuso per la preparazione dell’evento.
Sono venuta nelle accademie per scegliere
insieme i tanti lavori da esporre.
Purtroppo bisogna procedere con una
selezione ma per la V Edizione, c’è stata
la soddisfazione di vedere le proprie opere
esposte sia nel Castello Ducale che al
MAAC; Museo di Arte Contemporanea,
dedicato esclusivamente al premio
omonimo.
La città di Ceglie Messapica, può vantare
un Polo Museale di notevole importanza.
Richiamo continuo di turisti e di gente
interessata all’Arte. Spero in futuro che
questa nuova realtà, sproni voi giovani
a nuovi cimenti, a nuovi traguardi da
raggiungere e magari anche collaborando
insieme.Inserisco con gli altri scritti, la
lettera di ringraziamento e di ricevimento
dei cataloghi dei precedenti premi, del
Sovrintendente Capitolino dott.Claudio
Parisi Presicci, ciò a dimostrazione del
lavoro di comunicazione che da anni
si porta avanti per la divulgazioneaffermazione del Premio stesso e di tutti
voi concorrenti Anche quest’anno, in
collaborazione con l’Amministrazione

Comunale di Ostuni è stata realizzata,
presso Palazzo Tanzarella, la 2a Edizione
del Premio OVER 40, con la partecipazione
degli artisti: Nicola Fiume, Roger Koropari
e Michele Vallarelli, che si è conclusa
entro dicembre 2015; è auspicio che il
premio over 40 possa contare su due
sezioni, quella invernale e l’altra sezione
da abbinare al periodo dell’ inaugurazione
della mostra dei giovani talenti.
Ringrazio, per la collaborazione i
professori delle Acc. di Belle Arti di Bari,
prof. Cotugno e prof. Pagliarulo, Acc.
di Foggia il prof. Ciccone, Acc. di Lecce
i professori Contini, il prof. Lisi e il prof.
Giovanni Spagnulo del Liceo Artistico
di Grottagie, unico Istituto partecipante
in funzione del gemellaggio avvenuto
diverso temmpo addietro con la città di
Grottaglie, fulcro della ceramica in Puglia.
Ringrazio l’Amminisrtrazione Comunale di
Ceglie Messapica, la Regione Puglia, nella
persona della Dirigente dott.ssa A. Vita
Perrone e l’Amministrazione Comunale di
Ostuni, ringrazio ancora l’allievo dell’Acc.
di Belle Arte di Bari, Cosimo Argentiero,
mio concittadino, che si è prodigato per la
riuscita del concorso...
A voi tutti partecipanti, con l’augurio di
sempre maggiori raggiungimenti, un
arrivederci alla VI Edizione del Premio
Emilio Notte.

7

8

Si fa sempre molto poco per i giovani, grande merito va alla Presidentessa e ideatrice
del Premio Emilio Notte Vanda Valente che
ancora una volta ha organizzato questa
sana e interessante competizione artistica
rivolta ai giovani talenti che operano nel
campo artistico. Il Premio è giunto alla 5a
edizione, molte le opere in mostra allestite
in due magnifiche strutture il MAAC, museo archeologico e arte contemporanea
e il castello Ducale di Ceglie Messapica.
Sono state inserite nel premio tutte le discipline artistiche. Novità di quest’anno

è stata la mostra dell’Accademia di Belle
Arti di Bari sull’incisione, intitolata “Semeia” che ha già avuto due tappe, al castello
Carlo V di Monopoli e al Palazzo dell’Ateneo dell’Università di Bari nel salone degli
affreschi. In questa edizione hanno avuto
un ruolo determinante sia la fotografia che
la ceramica. Sono sempre più speranzoso
nel credere che il Premio Emilio Notte riesca a coinvolgere sempre più l’attenzione
degli addetti ai lavori e delle istituzioni. Ancora una volta ringrazio Vanda Valente per
l’invito.

LA GIURIA A LAVORO per la SELEZIONE dei CANDIDATI PREMIATI
al concorso V edizione “EMILIO NOTTE”

9

Strage dei pionieri - 1974

10

11

Nel panorama delle attività culturali e

evidentemente ad un impegno personale

artistiche presenti sul territorio Pugliese,

dei curatori, contribuisce il Premio Emilio

in particolare modo nell’area della Valle

Notte,

D’Itria,

meta

intergenerazionale e di forte impatto sul

turistica, ho avuto modo di constatare

pubblico data la varietà dei settori artistici

l’esistenza di un ‘interessante realtà che

coinvolti: dalla grafica al design, dalla

ruota intorno alla figura di un artista,

fotografia alla pittura, sempre con estrema

un maestro della pittura italiana del

attenzione agli sviluppi più contemporanei

Novecento, Emilio Notte.

dei linguaggi artistici e delle loro modalità

I motivi che hanno determinato la riuscita

espressive. Una opportunità di crescita

di

anche per tanti talenti a cui viene dedicata

divenuta

questo

ormai

interessante

ambita

evento

sono

sicuro

momento

di

confronto

effettivamente legati alla lungimiranza di

attenzione e spazio.

coloro che hanno compreso l’importanza,

Ripeterò

per la città di Ceglie Messapica, di

soprattutto

valorizzare il patrimonio di opere ricevute

conoscere e di farla apprezzare, sicuro che

dal celebre autore attraverso un sapiente

la qualità delle prossime edizioni sarà la

restauro del castello dove è ospitata la

conferma di quanto ho potuto constatare

collezione.

in questo mio primo incontro con il premio

Ma

a

incentivare

la

riuscita,

oltre

1

volentieri
mi

l’esperienza

preoccuperò

di

e
farla

omonimo e con la città.

2

1 - FOTO GRUPPO, da sinistra Valenzi Gomez D’Ayala,
Riccardo Notte, Emilio Notte signora sconosciuta
il Seduita Padre Salvato Mario

2 - 1965 - Emilio Notte e Maria Palliggiano.

3 - 1956-57 - Terracina Da sinistra Carmine Di Ruggiero,
Maria Palliggiano, Emilio Notte, Michele De Palma,
Bruno Di Bello e Luigi

3

12

ll Premio Emilio Notte, nato come Concorso Regionale, giunge alla sua 5a Edizione,
come Premio riconosciuto a livello nazionale ed internazionale. L’alta onorificenza
conferita da parte del Capo dello Stato con la sua medaglia ne è la conferma.
Il numero elevato e crescente di giovani talenti che ogni anno partecipano al Premio
Emilio Notte dimostra come lo stesso sia per tutti loro una importantissima occasione
per affermare e vedere riconosciuto il proprio talento.
Dato il suo indiscusso valore culturale, rappresenta un motivo di lustro ed orgoglio
per la nostra Ceglie Messapica, a pieno titolo città d’arte e cultura.
Dal 10 Maggio 2016 il Premio Emilio Notte è parte integrante del nuovo Polo
Culturale “Sistema Gusto d’Arte”. Le opere del Premio, infatti, sono collocate nella
Sala del Consiglio del Castello Ducale, sede anche della Pinacoteca Emilio Notte,
e nella Galleria di Arte Contemporanea del MAAC (Museo Archeologico e di Arte
Contemporanea).
Mariangela Leporale, Assessore alla Cultura

1969

13

14

LICEO
ARTISTICO - GROTTAGLIE - CLASSE III A
_________
“COMPOSIZIONE MODULARE”

15

16

LICEO ARTISTICO - GROTTAGLIE
- CLASSE IV A
_________
“TRITTICO”

LICEO ARTISTICO
- GROTTAGLIE - CLASSE III E IV A
_________
“MALGRADO TUTTO”

17

_________DANESE LUANA
“CIN CIN”

18

_________

GALIANI ROSANNA
“BOTTIGLIA CON LOGO SCUOLA”

19

_________

GALIANI ROSANNA
“PORTASPEZIE OLIO E ACETO”

20

GIANNONE SARAH, NACCI VALENTINA,
SCHINAI MARIA GRAZIA
_________
“WORLDAPPLE”

21

_________

GRECO YLENIA
“PITALE PORTA OLIVE”

22

_________

KASAPI KLEVIS
“ADOLESCENZA”

23

LANZILLOTTA
_________ ANGELA EMI
“MATRIS”

24

_________

LIGORIO ANTONIO
“I LOVE NATURA”

25

_________

MONOPOLI FRANCESCO
“fantasia di pasta”

26

_________

NITTI VALERIA
“L’ACQUA: L’ORO AZZURRO DEL NOSTRO PIANETA”

27

_________ PULLINI LUIGI
“COSMO”

28

_________

TOMMASICCHIO ELENA
“YING-YANG, BENE&MALE”

29

_________

TOMMASICCHIO ELENA
“L’ALBERO DELLA VITA”

30

31

gruppo luedo - arces domenico
- macri’ lucia
_________
“SELVA”

32

_________ BORTONE CRISTINA
“CHILOGRAMMI”

33

_________ CACCIATORE STEFANO
“ITALIA SVEGLIATI”

34

_________ CAPRA ANTONELLA
“SENZA TITOLO”

35

_________

CHIRICO MARIKA
“PRIMORDIO”

36

_________CUSCITO ANNALAURA
“TRACCE DI Sé”

37

LA
GRASTA ANTONELLA
_________
“CICUTA”

38

39

_________

MORETTI ANTONIA
“UGUALI MA DIVERSI”

RIZZELLO ANTONELLA
_________
“LIGHT”

40

_________

ZOCCO VALENTINA
“SNEAKY HELL”

41

42

_________

acquaviva cosima
“IN-FINITI DETTAGLI”

43

_________

ALTAMURA MAURO
“PALAZZO ROBERTI, MOLA DI BARI”

44

_________

ARGENTIERO COSIMO
“ATTENTI... PERICOLO”

45

BEVILACQUA FEDERICA
_________
“ANGOSCIA”

46

_________BEVILACQUA VALERIO
“BEKLEMMUNG”

47

_________ BIANCO VALENTINA
“SENSUALITà”

48

CARDOLINI RIZZO COSIMO
_________
“COLOSSEO”

49

CAROLEO TERESA BENEDETTA
_________
“SENZA TITOLO”

50

CASSANO MARIANGELA
_________
“NO TITLE”

51

_________

COTUGNO VITO
“LA SIBILLA CUMANA”

52

CUTRONE LUIS ALBERTO
_________
“MANIFESTARE”

53

_________

DE CANDIA MAURO
“OMAGGIO AD ARCIMBOLDO”

54

_________DE SERIO GIANNI
“ÀNEMOS”

55

DIMITVIZEVIC’ NATALIJA
_________
“MADRE”

56

GIOVANE ANTONIO
_________
“SELVA”

57

_________

KE LI
“QUI BAISHI”

58

_________ LACIRIGNOLA LUCIA
“SENZA TITOLO”

59

_________

MAGARELLI PASQUALE
“OMAGGIO A G. COZZOLI”

60

MUOLO
CARMINE MAURIZIO
_________
“TIME”

61

_________PAGLIARULO ANGELO
“SENZA TITOLO”

62

_________

PALMIERI MICHELA
“SENZA TITOLO”

63

PICIACCHIA
_________ CROSTINA
“OMG”

64

SAMMALI LUCIA
_________
“A PEZZI”

65

_________

SPADAVECCHIA ANTONIA
“AL DI Là DELLA NATURA”

66

_________

TOYODA IZUMI
“OMAGGIO A KÄTHE KOLLWITZ”

67

zvaric maria
_________
“EVA”

68

69

_________ AMORESE LUCREZIA
“SOFFERENZA”

70

_________

BALDARI CRISTINA
“Brucia. Tace”

71

BALESTRA GIUSEPPE
_________
“VOLUPTAS”

72

BELLANOVA STEFANO
_________
“SNAKè”

73

CAVONE MADIA LUCIA
_________
“SEQUENZA”

74

_________

CESENA MARIA
“SGUARDO SENZA TEMPO”

75

_________

chiarello franco
“il fazzoletto DI FEDERICA ”

76

_________

CORTESE GABRIELE
“IN-TRASPARENZA”

77

_________

CUTRINO LISA
“IN BILICO”

78

_________

distasio filomena
“VENERE IN PELLICCIA”

79

_________

EPIFANI ILENIA
“J’M NOT A GOOSE”

80

_________

GIOIA GRAZIANO
“SENZA TITOLO”

81

_________ KARPUNINA POLINA
“ENERGIA I-II-III”

82

LORUSSO FRANCESCO
_________
“ELEONORA”

83

_________ MARIANO ALESSANDRA
“ILLU MINA AZIONE”

84

85

MARTINELLI MARIANGELA
_________
“SENZA TITOLO”

_________

MATRANGA MARIA
“IN ALTO MARE”

86

87

_________ MERICO ELISABETTA
“INSTALLAZIONE”

_________

NUTRICATO FRANCESCA
“THE COLORS OF THOUGHTS”

88

PARENTE MARINELLA
_________
“NUDO”

89

_________ PERNIOLA IRMA
“PEN-SIERI”

90

91

_________

PEIRGIANNI ANNALISA
“HO CATTURATO IL SOLE”

RAFAILIA PARASKEVI KOLTSIDA
_________
“MELANCHOLIA”

92

SANTOPIETRO GIOVANNI
_________
“SENZA TITOLO”

93

_________

SARDANO KATIA
“GLI ALIENATI”

94

_________

SCHIFANO ANDREA
“CHRONOPHOBIA”

95

_________

SCOLAMIERO SAMANTA
“MELISSA E IL FUTURISMO”

96

_________

SCRASCIA FRANCESCA
“LA SACERDOTESSA DEL DOLORE”

97

SEMERARO SERENA
_________
“DUE MONDI”

98

99

_________

BALDARI CRISTINA
“Connessione onirica”

100

_________

COLETTA SARA
“DISCO MEDUSA”

101

_________

DE FAZIO VITTORIA
“TEATRO DI CEGLIE MESSAPICA”

102

DIMPOPOLULOS ANGELA
_________
“SENZA TITOLO”

103

DI SALVATORE ANDREA - MICCOLI MATTEO
- ROSATO GABRIELE
_________
“TITANICA”

104

_________

MARTINO STEFANIA
“FRAGILITà E LEGGEREZZA DELLA FORZA”
- fuori concorso -

105

_________

orlando ilaria
“mobili da bagno”

106

_________

saponaro leonardo
“ascendente cancro”

107

Emilio Notte

I Premi della quinta Edizione del Premio Emilio Notte per le Arti Visive
1° Premio
CACCIATORE Stefano con “Senza Titolo” e CUTRINO Lisa per la Pittura “In Bilico”.
Premiati:
1° Gruppo Luedo - Domenico Arces - Lucia Macrì - Fotografia “Selva”
2° Sara Coletta - Installazione lampada “Disco Medusa”
3° Lucia Sammali - Incisione “A pezzi”
4° Gianni De Serio - Incisione “Old Style”
5° Cristina Piciacchia - Incisione “OMG”
6° IV A classe Liceo Artistico Calò di Grottaglie - Ceramica “Trittico”
7° Samanta Scolamiero - Pittura “Melissa e il Futurismo”
La Commissione segnala:
Fotografia: Cuscito Anna Laura, Antonia Moretti; Ceramica: Valeria Nitti, Elena Tommasicchio;
Scultura gruppo: Di Salvatore Andrea, Miccoli Matteo, Rosato Gabriele; Incisione: Cassano Mariangela.
Selezionati per il catalogo:
Acquaviva Cosima, Altamura Mauro, Alunni classe IIII, IV del Liceo Artistico “Calò” - Grottaglie, Amorese Lucrezia,
Argentiero Cosimo, Baldari Cristina, Balestra Giuseppe, Bellanova Stefano, Bevilacqua Federica, Bevilacqua
Valerio, Bianco Valentina, Bortone Cristina, Buccarello M. Rita, Cacciatore Stefano, Capra Antonella, Cardolini
Rizzo Cosimo, Caroleo Teresa, Cassano Mariangela, Cavone Madia Lucia, Cesena Maria, Chiarello Franco,
Chirico Marika, Coletta Sara, Cortese Gabriele, Cotugno Vito, Cuscito Anna Laura, Cutrino Lisa, Cutrone Luis
Alberto, Danese Luana, De Fazio Vittoria, De Candia Mauro, De Serio Gianni, Dimopoulos Angela, Di Salvatore
Andrea, Miccoli MAtteo, Rosato Gabriele, Dimitvizecic’ Natalija, Di Stasio Filomena, Epifani Ilenia, Galiani
Rosanna, Giannone Sarah-Nacci, Gioia Graziano, Giovane Antonio, Greco Ylenia, Gruppo Luedo, Karpunina
Polina, Kasapi Klevis, Ke Li, La Grasta Antonella, Lacirignola Lucia, Lanzillotta Angela, Ligorio Antonio, Lorusso
Francesco, Magarelli Pasquale, Mariano Alessandra, Martinelli Mariangela, Martino Stefania, Matranga Maria,
Merico Elisabetta, Monopoli Francesco, Moretti Antonia, Muolo Maurizio Carmine, Nutricato Francesca, Orlando
Ilaria, Pagliarulo Angelo, Palmieri Michela, Parente Marinella, Perniola Irma, Piergianni Annalisa, Piciacchia
Cristina, Pullini, Luigi, Rafailia Paraskevi, Rizzello Antonella, Sammali Lucia, Santopietro Giovanni, Saponaro
Leonardo, Sardano Katia, Schifano Andrea, Scolamiero Samanta, Scrascia Francesca, Semeraro Serena,
Spadavecchia Antonia, Tomasicchio Elena, Toyoda Izumi, Zocco Valentina.

108

2° Premio over 40
Palazzo Tanzarella - Ostuni

Palazzo Tanzarella - Ostuni

• Nicola Fiume
• Roger Koropari
• Michele Vallarelli

Anno 2015
109

OperA di MICHELE VALLARELLI

Siamo alla 2a Edizione del Premio Emilio Notte OVER 40, frutto della collaborazione
dell’Amministrazione Comunale di Ostuni con l’Associazione Culturale E. Notte. Anche
per il 2015 si evidenzia la partecipazione di tre validi artisti: Nicola Fiume, Roger Koropari
e Michele Vallarelli. Palazzo Tanzarella, ancora una volta ha ospitato mostre di grande
eccellenza dando un significato culturale di forte rilievo alla nostra città.
Si sta studiando la realizzazione di un luogo da ospitare la nuova Pinacoteca di ARTE
CONTEMPORANEA E. NOTTE, Pinacoteca che sicuramente sarà luogo di incontri culturali-artistici. Un saluto cordiale a tutti voi e appuntamento alla 3a Edizione.
Gianfranco Coppola
Sindaco di Ostuni

110

OperA di Roger KOROPARI

Il PREMIO OVER 40, alla seconda edizione, con la partecipazione di tre importanti artisti
del nostro territorio, NICOLA FIUME, ROGER KOROPARI e MICHELE VALLARELLI. Anche
quest’anno la scelta dei tre artisti è stata dettata dalla valutazione artistica e dall’impegno
dimostrato nei tanti anni di lavoro.
A loro, un grazie particolare e un augurio di felice prosieguo.
Vanda Valente

111

Opere di nicola fiume

112