You are on page 1of 1

$30/"$"

la Repubblica -6/&%  "(0450 



-BQPMFNJDB

1&34"1&3/&%*1*
XXXDOTBTJU
XXXSFQVCCMJDBJU

*MDBTP-VMUJNBSFHJPOFBEBWFSFJOUSPEPUUPJMUJDLFUJM1JFNPOUF
.BTVMDPOUPOPODOFTTVOBDFSUF[[BTJQVBOEBSFEBJFVSP
JODBTPEJGFSJUJJO5SFOUJOPBJFVSPQFSVOFMJDPUUFSPJO7FOFUP

-6$"%"/%3&" 4$3*5503&

i(JVTUPGBSQBHBSF
DDIJTDBNCJB
MBJVUPQFSVOUBYJw

*/6.&3*








7"--&%"045"
4RVBESBEJTPDDPSTP
BUFSSBQFSJOUFSWFOUJ
TFO[BGFSJUJ
FVSPBMHJPSOP
&MJTPDDPSTP
FVSPEJUJDLFU
QJFVSP
BMNJOVUP
GJOPBVONBTTJNP
EJFVSP
1*&.0/5&
6OBTRVBESBEJUSF
QFSTPOFFVSP
4VQQMFNFOUP
QFSPHOJPSBEPQP
MBQSJNBFVSP
&MJTPDDPSTP
FVSPUJDLFUQJ
FVSPPHOJNJOVUP
GJOPBVONBTTJNP
EJNJMMFFVSP
-0.#"3%*"
4RVBESBTPDDPSTP
BMQJOPQFS
JOUFSWFOUPTFO[B
GFSJUJFVSPBMMPSB
UFUUPEJFVSP

SFTJEFOUJ
DPOEPUUB
JNQSVEFOUF
&MJTPDDPSTPUFUUP
NBTTJNPFVSP
7&/&50
%VFDFOUPFVSP
EJDIJBNBUBF
QFSPHOJPSB
EJJOUFSWFOUP
NBTTJNPFVSP
QFSJGFSJUJ NBTTJNP
FVSP
QFSMFQFSTPOF
JMMFTF
&MJTPDDPSTP
GJOPBFVSP
53&/5*/0
*MTPDDPSTPBUFSSB
OPOQSFWFEFDPTUJ
QFSDIJDIJFEF
MJOUFSWFOUP
&MJTPDDPSTPFVSP
QFSJGFSJUJ 
QFSHMJJMMFTJ
FQFSMFDIJBNBUF
JNNPUJWBUFF
FVSPBMNJOVUP
"-50"%*(&
4FSWJ[JPHSBUVJUP
QFSJMTPDDPSTP
BUFSSBB#PM[BOP
&MJTPDDPSTP
FVSP
QFSHMJJOUFSWFOUJ
JOHJVTUJGJDBUJ
FVSPBMNJOVUP
GJOPBVONBTTJNP
EJNJMMFFVSP

4JTBMWJ TPMUBOUP
DIJQV
MBHJVOHMBEFMMFUBSJGGF
QFSJMTPDDPSTPJONPOUBHOB
"/%3&"4&-7"

ei sulla Marmolada, a oltre


3 mila metri di quota, al confine tra Veneto e Trentino,
incapace di scendere, perch sei
sfinito o perch arrivato il maltempo. Decidi (giustamente) di
chiedere aiuto, ma attenzione: il
conto sar molto diverso in base
al versante da cui saliranno i soccorritori. Questo quello che accade sulle Alpi, dove quasi tutte le regioni (ad eccezione del Friuli) hanno stabilito un tariffario per gli interventi di soccorso nei confronti
di escursionisti imprudenti, inesperti, privi di attrezzatura adeguata o pi semplicemente che
non hanno bisogno di cure una volta trasportati a valle. Lultimo tariffario entrato in vigore questanno in Piemonte, dopo Lombardia, Veneto, Valle dAosta e le
province autonome di Trento e
Bolzano, con lobiettivo di scoraggiare chi si improvvisa alpinista
per il week-end e chi confonde lelisoccorso con un servizio di elitaxi.
Valle che vai, tariffa che trovi:
un caos di norme diverse con molte difficolt di interpretazione da
parte delle squadre di soccorso alpino (che in Lombardia, ad esempio, sono chiamate a decidere il
confine tra fatalit e imprudenza) e pure dei medici. Perch la differenza tra chi ha un certificato
medico di pochi giorni e chi torna
a casa illeso pu essere un conto di
migliaia di euro. E quando arriva il
conto spesso scatta il ricorso. Nella maggior parte dei casi quando
la chiamata arriva al 118 (come
prevedono le procedure) si pagano pure gli interventi delle squadre da terra. Ma la vera stangata
quella dellelisoccorso: 140 euro al
minuto. La linea pi dura quella
del Veneto dove c il maxi-ticket
per gli appassionati delle attivit
ricreative ad alto rischio: i feriti
pagano meno, chi ne esce illeso paga di pi. Lelenco delle attivit
lungo: dallalpinismo allarrampi-

cata libera, dal parapendio al rafting. Se arriva lelicottero la chiamata di un alpinista illeso pu costare - in Veneto - fino a 7.500 euro. Massimali pi limitati a Trento
e Bolzano (750 e 1.000 euro), in
Lombardia (780 euro), in Piemonte (1.000 euro) e in Valle dAosta
(3.500 euro).
La solidariet di montagna ha
origini antiche, ma i turisti sui sentieri sono sempre pi numerosi.
Come, purtroppo, le vittime: 20
nellultimo mese, questanno, e
30 da giugno. La delibera della Regione Veneto parla chiaro: Quan-

do un incidente in montagna
conseguenza di attivit ricreative
non corretto farne ricadere il costo non sanitario sulla collettivit. Per i residenti previsto uno
sconto del 20%. Idem in Lombardia dove - oltre allo sconto residenti - c una penale del 30% per gli
imprudenti. Quando nel 2015 sulle Tre Cime di Lavareto le ricerche
di due alpinisti tedeschi impegnarono per ore due elicotteri e alcune squadre di soccorritori arrivarono due fatture (da Belluno e da
Bolzano) per un totale di 20 mila
euro. Chi pag? Lassicurazione

rima una docu-serie sugli


uomini del soccorso alpino
(.PVOUBJO)FSP), ora il thriller dellestate, -BTPTUBO[BEFM
NBMF, ambientato tra le montagne dellAlto Adige. il percorso
dellautore televisivo e scrittore
altoatesino Luca DAndrea.
Che cosa ne pensa delle tariffe
del soccorso alpino?
Che siano necessarie. Con il
turismo di massa in montagna
capita di incontrare persone che
scambiano gli elicotteri per taxi
per tornare a valle. Daltro canto
opportuno che ci sia discrezionalit da parte degli uomini del
soccorso alpino: loro - e solo loro sanno se lintervento era necessario oppure no.
Lei ha seguito gli eroi della
montagna durante molti interventi: da cosa stato colpito?
Ognuno di loro ha una spinta
diversa: c quello che lo fa perch a sua volta stato salvato,

-PTDSJUUPSF
-VDB%"OESFB 
BVUPSF
QFS&JOBVEJ
EJ-BTPTUBO[B
EFMNBMF

dei due tedeschi, pi o meno la


stessa che copre i soci del Cai con
un massimale di 25 mila euro. Andremo in montagna con la polizza
nello zaino? Maurizio Dellantonio
presidente del soccorso alpino
italiano mette in chiaro che le entrate vanno alle regioni (il soccorso alpino finanziato a parte) e
che il sistema potrebbe essere migliorato: Chi chiede aiuto prima
di mettersi in guai peggiori giusto che paghi un ticket, ma non va
stangato. Altrimenti ci sar chi rischia la vita pur di non pagare.
Non un sistema per fare cassa: le
entrate coprono solo in minima
parte i costi elevatissimi di questi
interventi. E un sistema unico
per tutte le Alpi? Difficile, ogni regione ha il proprio bilancio.

quelli che lo fanno per adrenalina. Ma tutti, anche dopo tanti anni, si stupiscono di fronte alla natura e sono innamorati delle sue
manifestazioni, non solo quelle
pi belle, ma anche quelle pi
drammatiche e terrificanti con
cui spesso hanno a che fare.
La tecnologia in questi casi
aiuta molto.
vero, ma parliamo di uomini che sono lultimo anello di una
catena di solidariet che affonda
le sue radici nella storia della gente di montagna. E nonostante le
dotazioni tecnologiche che hanno, alla fine resta luomo e la sua
eterna lotta che con la natura
e non contro la natura. Quello
che mi ha davvero colpito che
questi uomini ricevano pochi
grazie in rapporto alle vite salvate: un po perch le persone
che portano a valle sono sotto
shock, un po perch chi viene salvato ha un rapporto particolare
col suo soccorritore (talvolta c
imbarazzo) ma questi uomini
meriterebbero pi attenzione.

BT

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"