[…] I meccanismi di formazione delle strutture fenestrati sono molteplici e non dovute

al solo disseccamento ma anche a bolle di gas generatesi a causa della degradazione
della sostanza organica nelle mucillagini di questi tappeti algali-batterici.
La parte superiore veniva esposta subaerealmente e disseccata. A volte si vedono
strutture di tipo “TP”. Dove vedete il “26” si nota un livello di stromatoliti obliquo
rispetto alla superficie principale che potrebbe simulare mezzo di questi TP.
Oggi alle Bahamas si generano questi poligoni da disseccamento con vaschette grandi
anche 1/1,5 m e con bordi arricciati in alto all’interno delle quali c’è acqua con le alghe
che vi crescono dentro.
Quello è l’orizzonte sopratidale nel momento in cui il ciclo è esposto nelle condizioni
sopratidali.
Ma quali sono le cause dell’innesco di queste ciclicità?
In piattaforma non abbiamo strumenti di misura di tempo molto raffinati. La zona
“Triasina Oberausi” prende quasi tutto il NORICO, quella “Triasina Ancheni ” prende
tutto il RETICO per un intervallo che in totale comprende alcuni Ma.
Se avessimo due livelli ben datati in uno spessore di 100 m stratigrafici e potendo
contare tutti i cicli potremmo dedurre la durata di ogni singolo ciclo ma ciò non è
possibile.
1. C’è un grande gruppo di ricercatori che sostiene che questa ciclicità sia
relazionata ai cicli di Milancovich assumendo variazioni del livello del mare
causate da cambiamenti climatici anche di modesta entità (bastano 5 m
d’acqua di oscillazione del livello del mare per creare queste modificazioni). Una
delle scuole di pensiero più forti di questa tesi sono stati i ricercatori Napoletani
della Geomar, i quali volevano agganciare il ciclo peritidale a quello
processionale (dunque c.ca 21000 anni per ciascun ciclo ognuno dei quali ha
uno spessore di c.ca 1.5 m).
2. Ghisburg 1973 modello auto ciclico. Secondo lui i cicli si formano per subsidenza
della piattaforma. Si parte da una laguna che produce sabbia carbonatica. Ad un
certo punto questo sedimento occupa tutta la laguna allora non c’è più acqua e
gli organismi produttori (alghe e megalodon) non possono più vivere. Allora c’è
un momento di LAG, di attesa (INTERTIDALE-SOPRATIDALE). Poi la subsidenza da
sola portava al nuovo allagamento e si formava così una nuova laguna.
Ricomincia il ciclo. Questo modello non implica variazioni del livello del mare ma
solo subsidenza.
3. Bosens 2005 definisce pulsazioni tettoniche durante la formazione di questi
depositi sul margine continentale. Ci sono delle faglie dirette che a scatti vanno
ribassando e questi scatti avevano fatto in modo che si formassero i cicli.
I napoletani e D’Argenio con Andres Rasser e la sua scuola, dicevano ceh non poteva
trattarsi ne di auto ciclicità ne di subsidenze perché al tetto dei cicli spesso di vede un
overprinting dato da micro carsismo cosicché si hanno cavità fenestrate allargate da

Attualmente è in corso una pro gradazione negli ultimi 5000 anni di c.ca 5 Km dal sopratidale. reservoir di petrolio. Ad un certo punto il TIDAL FLAT prograderà completamente ed arriverà alla barriera di scogliera quindi la laguna morirà. l’INTERTIDALE con le stromatoliti che si formano ed il SUBTIDALE e la LAGUNA antistante. La situazione è quindi molto complessa ma mentre in questa zona ci sono thrusts e non riusciamo a vedere bene la situazione. teniamo conto che questo è il margine continentale della Tetide ionica e quando si parla di subsidenza o annegamento delle piattaforme nel giurassico probabilmente si parla di SGONFIAMENTO TERMICO giacchè è difficile dimostrare il tasso di subsidenza sopra ipotizzato solo x carico o tettonica.dissoluzione carsica. Probabilmente la tetide ionica si andava aprendo ed ha dato vita ad una fase tettonica oltre che nel permiano anche nel Trias e non direttamente nel Presbachiano. negli IBLEI ci sono pozzi che attraversano 3000-4000m di questa roba > Formazione di Gela. correggete qualche cavolata che ho scritto sicuramente! :-* . In zone più interne della piattaforma (CAVA DI SAN VITO LO CAPO) ci sono paleo suoli con terra rossa (paleo suoli con mangrovie) in cui si vedono le impronte delle radici della mangrovia che vznno dentro a questi sedimenti essendo essi costituiti da roba palustre e da CARACEE (particolari alghe di acqua dolce). Il TIDAL FLAT va progradando verso mare (PROGRADAZIONE PER APPORTO DI SEDIMENTI DAL MARE). Ragazzi. gli uragani lo scagliano sopra al TIDAL FLAT e questo meccanismo fa crescere il TIDAL FLAT verso mare. Questo comprova secondo loro la necessità della caduta del livello del mare.. le tempeste prendono il fango dalla laguna.. Come si formano i cicli? Gli ambienti si formano uno accanto all’altro. Ad Andros nella parte che guarda al golfo della Florida osserviamo oggi il SOPRATIDALE esposto con le eolianiti che si formano. ho scarrucolato lettera per lettera questo è quello che c’è. Ripetitivamente si ha questo processo e le stromatolitiintrappolano il fango. La laguna si riempie. (norico-retico) Quindi bisogna pensare ad un tasso di subsidenza elevatissimo per giustificare la subsidenza di 3000-4000 m di carbonati in 20-25 Ma. Se c’è caduta del livello del mare allora dobbiamo pensare a meccanismi allociclici e non auto ciclici.