You are on page 1of 4

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

DIPARTIMENTO DI LETTERE – LINGUE, LETTERATURE
E CIVILTÀ ANTICHE E MODERNE

CENTRO

DI

STUDI

COMPARATI

ITALO-LUSO-BRASILIANI

1. PRESENTAZIONE
Durante il simposio internazionale realizzato a Perugia il 18 aprile 2013,
dal titolo Incontro con le culture lusofone: identità e ibridazione, al quale
hanno partecipato soprattutto studiosi di lingua e letterature lusofone e di
lingua e letteratura italiana, abbiamo riscontrato una straordinaria convergenza
di interessi nella ricerca, in ambito comparatistico, di questioni legate alle
migrazioni e diaspore nel mondo contemporaneo (individuali o collettive) e al
loro correlato di problemi, sofferenze fisiche o psicologiche e conflitti più o
meno espliciti fra popolazioni diverse. Se da una parte la facilità dei viaggi e la
velocità dei nuovi mezzi di comunicazione ha generato speranze e attese che le
strade del mondo fossero di libero accesso a tutti, dall’altra assistiamo
all’ergersi di sempre nuovi steccati e frontiere, fenomeni di diffidenza e
intransigenza, quando non di vero e proprio razzismo, conflitti locali o nazionali
di origine etnica o religiosa, separazioni sempre più marcate fra chi possiede
molto e chi è stato privato anche del minimo necessario per vivere. Tutto ciò
sollecita nuovi approcci di ricerca e lo stesso concetto di identità monolitica è
messo in discussione, in funzione della necessità di ripensare il mondo e la
propria cultura in termini dialogici, in cui ogni paese apporta il suo contributo e
ne accoglie altri. Discipline come la linguistica, la letteratura comparata,
l’antropologia culturale, la sociologia, la storia contemporanea e la geografia
umana possono e debbono dialogare e proporre, possibilmente, studi e nuove
interpretazioni di tali fenomeni.
Si sono intensificati altresì i rapporti, più o conflittuali, fra lingue,
letterature e culture diverse e, conseguentemente, i fenomeni di ibridazione,
contaminazione, fusione linguistico-letterarie che, in ambito linguistico, hanno
favorito lo sviluppo di lingue di contatto, interlingue, diglossie e bilinguismo,
mente in ambito letterario abbiamo a che fare con autori e opere che
intrecciano e fondono tradizioni diverse o violano il canone, con significativi
apporti tematici e stilistici.
Data la convergenza riscontrata fra le nostre ricerche e l’interesse di altri
colleghi di varie università con le quali abbiamo progetti in comune, abbiamo
pensato di fondare con sede a Perugia un centro di studi che fungesse da polo
di investigazione interdisciplinare, capace di unire ricercatori di vari paesi che si
occupano di tutte le problematiche suddette.
Il Centro di Studi Comparati Italo-Luso-Brasiliani vuole essere un’ampia
piattaforma di ricerca che ha la sua sede nel Dipartimento di Lettere – Lingue,

brasiliana e africana) e l’italiano.collegati e studiati in una prospettiva multidisciplinare. la stessa università ad un ampio elenco di istituzioni universitarie che compartecipano con varie modalità all’incremento degli studi sui rapporti linguistici. le frontiere tra quello che è considerato parte del canone e . i differenti registri linguistici e i fenomeni evolutivi della lingua con l’obiettivo di attualizzare la descrizione funzionale della stessa e. spesso favoriti dall’apporto delle traduzioni. letterari e culturali fra Italia. saranno oggetto di interesse e studio non solo gli scambi fra le diverse tradizioni dei paesi di lingua portoghese. frutto dell’incontro e della fusione fra elementi di lingue diverse con le quali il portoghese è entrato in contatto sia in Brasile sia nel continente africano. il centro di ricerca concentrerà i suoi sforzi su un’approfondita analisi comparatistica tra il portoghese (inteso ovviamente nelle sue varianti europea. in senso lato. nella descrizione comparata dei sistemi verbali in questione e. Tale riflessione s’impernia. nonché del rapporto e delle differenze fra le varianti del portoghese. L’analisi proposta non si limiterà all’ambito metalinguistico ma avrà il suo correlato pratico. come elemento produttivo a livello della definizione sia di pratiche e metodologie traduttive sia di nuove strategie per l’insegnamento delle lingue straniere (in particolar modo. in modo da mettere in risalto le dinamiche storiche. e di questi con l’Italia e l’Europa in generale. ma anche i rapporti che si stabiliscono all’interno di una stessa letteratura. Altri ambiti di ricerca privilegiati saranno quelli delle lingue di contatto. I fenomeni linguistici saranno quando possibile . In questo senso. dei materiali d’insegnamento linguistico destinati agli apprendenti italiani. Ambiti di ricerca Nell’ambito linguistico. sociali e culturali originate dall’incontro fra le diverse realtà in analisi. 2. conseguentemente. riguardanti il binomio linguistico in questione ma che non escludono riflessioni apportate dall’analisi comparata di altri sistemi grammaticali). partendo dal presupposto che ogni letteratura forma il suo canone in rapporto e dialogo continuo con altri modelli e sistemi. in modo da far sì che gli studenti italiani e stranieri sappiano districarsi nel contatto con parlanti nativi del portoghese che possono provenire dai vari paesi della galassia lusofona.Letterature e Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia e collega. in studi che in una prospettiva diacronica e sincronica permetteranno di mettere in luce i due idiomi.in contesti testuali e/o comunicativi . a livello sintattico. Per quanto riguarda la letteratura e la cultura. Per quanto riguarda il portoghese. Portogallo e Brasile. si penserà alla produzione di materiale didattico per l’insegnamento del portoghese che tenga conto del variegato universo lusofono. a livello semantico-lessicale. nella sua composizione e attività. interessano particolarmente la correlazione tra canone grammaticale.

“A poesia brasileira contemporânea”. non tralasceremo gli autori (di origine italiana o meno) che. Tavola rotonda dal titolo “Linee e tendenze della poesia brasiliana contemporanea”. Nell’ambito di questa manifestazione. Per ultimo. “A nitidez das coisas”. Molti sono stati nel passato i legami fra Italia e Brasile. 3. con la partecipazione di Solange Fiuza Cardoso Yokozawa (Universidade Federal de Goiás/Universidade do Porto/CNPq). aula D. Palazzo Meoni. 10h00-12h00. 3. 14h30 – 16h30. gli autori o i gruppi che entrano in conflitto o dissidio aperto con il modello ufficiale. sócio-culturais e literárias. dettati anche dalla grande migrazione che inizia alla fine del secolo XIX e che ha visto miglia di famiglie lasciare la propria terra per ricostruirsi una vita in quel paese sudamericano. si sono realizzati i seguenti appuntamenti: “Erranza e dintorni / Errance et alentours”. Antônio Donizeti Pires (Universidade Estadual PaulistaAraraquara/Universidade de Brasília/Universidade de Coimbra/CAPESFCT). incontro con il poeta brasiliano José Eduardo Degrazia. Palazzo Manzoni. Vera Lúcia de Oliveira (Università degli Studi di Perugia) e Paula de Paiva Limão (Università degli Studi di Perugia). 14h30-16h30. 2. 30/04/2015. 02/12/2013.le opere. le mutue influenze. Ideazione (dal 2013) della manifestazione “Incontri con la poesia del mondo”. così come i rapporti che si sono stabiliti in passato e attualmente fra la letteratura portoghese e quella brasiliana e fra queste e le letterature dei paesi africani di lingua portoghese. incontro con il poeta italofrancese Flaviano Pisanelli. Sempre in una prospettiva comparatistica e multidisciplinare. gli scrittori legati alla diaspora italiana. le interferenze e i prestiti. adottando definitivamente l’italiano come lingua letteraria o camminando sul binario del bilinguismo letterario. saranno parimenti e possibilmente oggetto di studio. Palazzo Meoni. 08/11/2013. Palazzo Meoni. interessano le relazioni fra la letteratura italiana e quelle lusofone. gli scambi. inversamente. incontro con il poeta brasiliano Ítalo Moriconi. Organizzazione di eventi per la divulgazione dei risultati delle ricerche Iniziative già realizzate e/o previste a breve 1. Aula E (III piano). In tal senso. che vede coinvolti poeti di varie nazionalità che visitano l’Umbria e che ha come obbiettivo promuovere colloqui diretti degli autori con studenti e colleghi del nostro dipartimento. Gli stessi concetti di identità e frontiera diventano oggetto di studio e riflessione. hanno fatto il cammino opposto a quello dei loro avi e si sono stabiliti in Italia. 22/10/2014. Realizzazione di un simposio dal titolo Construção e desconstrução de fronteiras geo-linguísticas. Via del Verzaro. aula 2. nell’ambito del . 49. o che comunque hanno incorporato temi e forme che sono il risultato di questo processo di adattamento. aula D. 16h00-18h00.

che si svolgerà a Perugia il 12 e 14 maggio 2016. Divulgazione L’attività di divulgazione prevede la creazione di una pagina web dove saranno di volta in volta pubblicate tutte le attività previste. 7-11 ottobre 2015.V SIMELP – Simpósio Mundial de Língua Portuguesa. 5. Lecce. organizzazione di corsi liberi aperti anche alla comunità non studentesca. alle iniziative editoriali. organizzazione di seminari. attività di aggiornamento e convegni. OLIVEIRA PAULA CRISTINA DE PAIVA LIMÃO . Cercheremo inoltre di offrire banche dati che possano fungere da strumenti di ricerca per studenti e studiosi in generale. 20 VERA LÚCIA APRILE DE 2015. Proponenti VERA LÚCIA DE OLIVEIRA PAULA CRISTINA DE PAIVA LIMÃO PERUGIA. Realizzazione di un congresso internazionale dal titolo “Culture e Letterature in dialogo: identità in movimento / Culturas e Literaturas em diálogo: identidades em movimento”. 4. 4. dai differenti progetti di ricerca in corso.