You are on page 1of 1

Urbino

15

GIOVED 3 NOVEMBRE 2016

CASA DELLA POESIA BERTOCCI A LETTURA AD ALTA VOCE


OGGI POMERIGGIO la Fondazione Carlo e Marise Bo in collaborazione
con lassessorato alla Cultura del Comune di Urbino propone La lettura
ad alta voce: alla Casa della Poesia in via Valerio si svolger la lettura
del testo di Angelo Philip Bertocci (Gaeta 1907 Iowa City 2002)
Memorie di mia madre (1937) da Figli di due mondi. Il ciclo di letture
dedicato ai temi dellesilio e della migrazione nel Novecento: le letture
sono realizzate dal Centro Universitario teatrale Cesare Questa.

La qualit lobiettivo dellAteneo


Il Piano Strategico ha fatto da guida allispezione del ministero
di LARA OTTAVIANI

LUNIVERSIT di Urbino in
fermento: da poco terminata la
visita di ben 14 ispettori dellAnvur, Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e
della Ricerca, ed pronto il primo
Piano Strategico varato dallAteneo, con un documento sulle politiche di qualit. Proprio la parola
qualit il motore che guida in
questo momento lUniversit di
Urbino in ogni settore, dalla ricerca al reclutamento del personale.
QUESTI tre elementi erano strettamente connessi perch il Piano
Strategico dellUniversit degli
Studi di Urbino 2016-2018, realizzato per la prima volta, era propedeutico alla visita degli ispettori
dellAnvur in quanto era il primo
documento che questi avrebbero
preso in esame arrivati a Urbino
poich contiene gli obiettivi che
lAteneo si dato per i prossimi
anni; di seguito, sarebbe stato analizzato il piano delle politiche per
la qualit che si concentra maggiormente sugli studenti.
DOPO 4 GIORNI di indagini e
analisi da parte dellAnvur, gli
ispettori hanno riscontrato intanto disponibilit e spirito di collaborazione da parte di tutte le componenti dellAteneo: ci sono gi

pareri positivi e sono state indicate aree in cui si pu migliorare, anche se la relazione definitiva sar
pronta a gennaio, ed stato segnalato che il personale tecnico e amministrativo di notevole competenza e motivato.
IN 7 PUNTI sono stati evidenziati in maniera sintetica gli obiettivi e le ragioni del Piano Strategico, che individua gli obiettivi
prioritari per lo sviluppo dellUniversit di Urbino, rendendola
competitiva a livello nazionale e
internazionale spiega il rettore
Vilberto Stocchi . Ora stato elaborato ma gi a novembre-dicembre verr ritoccato per il periodo
2017-2019, in modo da tenere conto della situazione che si evolve. Il
primo obiettivo per noi la qualit nei percorsi formativi, qualit
nelle politiche di reclutamento,
qualit nei servizi.
NEL PIANO infatti si legge che
le scelte che lAteneo chiamato a
fare saranno effettuate garantendo gli equilibri finanziari, che sono indispensabili per ogni serio
Piano di Sviluppo. Particolare attenzione meritano le politiche di
reclutamento che dovranno rispondere a requisiti di qualit, sia
per quanto riguarda la ricerca che
per gli aspetti gestionali, sempre
pi necessari per rendere competi-

I NUMERI

14

ISPETTORI MINISTERIALI

OGGI E IERI
Il magnifico
rettore
Vilberto
Stocchi di
recente e (a
destra) con il suo
predecessore
Carlo Bo

tivo il nostro Ateneo. Una valenza strategica rappresentata


dallOfferta formativa che dovr
essere sempre pi rispondente a
formare giovani che vengano in
possesso di specifiche competenze ma che siano anche dotati di
uno spirito critico capace di discernere realt sempre pi complesse. In questo contesto lInternazionalizzazione non solo un
asset strategico, ma una necessit
per rispondere adeguatamente alle sfide di una societ sempre pi
multiculturale e globalizzata. Essa rappresenta anche un modo
per consolidare le relazioni con altri Atenei, rendendo pi efficace
lattivit di ricerca e la didattica attraverso lo scambio di visiting
professors e di studenti. Questo

processo richiede interventi di razionalizzazione finalizzati a migliorare la funzionalit delle strutture esistenti, rendendole pi moderne e adatte alle attivit didattiche e di ricerca. La stessa attenzione dovr essere rivolta ai servizi
per gli studenti e allammodernamento della struttura amministrativa.

Una vera squadra di


verificatori arrivata
da Roma per vagliare
lAteneo partendo
dalla lettura e analisi
del Piano Strategico

I PUNTI STRATEGICI
LUniversit mira a
diventare competiviva
a livello nazionale
e internazionale
e per questo punta
a migliorare vari settori

NEL PIANO allora si pensa anche alla sede per Scienze Motorie,
alla biblioteca a san Girolamo, ai
laboratori allex Sogesta, alla messa a norma dei collegi universitari, tutti obiettivi che richiedono
un impegno per almeno 5 o 6 anni, che lAteneo non vuole eludere ma anzi realizzare nel segno
delleccellenza.

POLITICA LA MINORANZA SPIEGA PERCH IN CONSIGLIO HA VOTATO CONTRO LA DELIBERA

Nuove assunzioni in Comune, il Pd molto critico


SULLE ASSUNZIONI di personale che il Comune di Urbino potrebbe fare il gruppo consiliare del
Pd difende la sua posizione: nessuna contrariet a nuovi posti di lavoro ma al modo ambiguo in cui
lamministrazione ha gestito loperazione. Le affermazioni rilasciate dalla giunta al Carlino in merito
alle delibera sulle assunzioni in
Comune sono false e tendenziose.
Dietro il candido stupore della
giunta, che si dice meravigliata
del nostro voto contrario e della
non collaborazione al loro lavoro
sereno e pacifico, si cela la peggiore delle ipocrisie dicono i consiglieri del Pd . Tutti sanno, in
giunta, che il nostro voto contrario aveva in premessa non certo la
contrariet a dare o stabilizzare

qualche posto di lavoro, ma piuttosto la contrariet ad approvare un


atto viziato dal palese, marchiano
conflitto di interesse che lassessore Magrini aveva introdotto partecipando al voto di una delibera

QUANTE IPOCRISIE
Non siamo contrari a dare
posti di lavoro, ma ai conflitti
di interesse che ci sono
che rinnova il contratto a suo marito. Questa disinvoltura nellaffrontare questioni di opportunit
morale un comportamento che
il gruppo Pd, dallinizio di questa
legislatura, non mai stato dispo-

sto ad accettare e per il quale non


fa sconti, oggi, n a Maura Magrini n al suo noviziato. Ricordiamo che un anno e mezzo fa, per
una questione analoga, Paolo Silvestrini fu costretto alle dimissioni dalla vicepresidenza di Urbino
Servizi. Per analogia e a maggior
ragione, la stessa risoluzione
avrebbe dovuto essere presa dalla
giunta, dal sindaco e dallassessore.
PER IL GRUPPO Pd surreale
che allindomani di un consiglio
dove rispunta anche il debito di
30mila euro col Comune
dellazienda del fratello del sindaco e si contesta lincontro con le associazioni sportive dilettantistiche in cui lAssessora Vetri ha

maldestramente favorito una


azienda che opera nel settore, ci si
senta dire che siamo contro le assunzioni. Questo anche offensivo. Sentirselo dire da una maggioranza che per la seconda volta consecutiva, nonostante gli emendamenti chiesti dal sindaco e accolti
dal nostro gruppo, boccia con motivi pretestuosi una nostra mozione volta a valutare il livello di benessere o malessere lavorativo in
Comune irritante e indicativo
della loro sensibilit giuslavorista.
Sia chiaro a tutta la maggioranza
che su queste vicende ambigue e
vischiose non troveranno mai la
nostra collaborazione. Non opporsi non significherebbe, infatti, essere collaborativi, bens essere
complici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DIBATTITO
Il consiglio comunale di Urbino