You are on page 1of 4

Iudica diritto commerciale

Diritto commerciale :Campobasso vol(1) settima edizione (2) ottava edizione

Imprenditore
Art 2082 Cc. E' imprenditore chi esercita professionalmente un' attivit economica organizzata
al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi.

Concetto di professionalit: non necessario che sia un attivit principale..


professionale colui che esegue attivit continua.
Il concetto di imprenditorialit si contrappone alla occasionalita.
imprenditorialit non necessita che sia un attivit duratura =continua nel tempo. Un
soggetto che apre un attivit stagionale un imprenditore come un altro soggetto
che ha un attivit annuale.
Un attivit imprenditoriale coinvolge altre attivit e soggetti e implica la intenzione di
continuit.
Due soggetti che costruiscono una sola casa non sono imprenditori ma se costruiscono
pi case allora diventano imprenditori.
ORGANIZZATA : organizzazione significa che a seconda dellattivit che svolgo
necessito una certa quantit di beni e servizi e operai. Lorganizzazione pu anche
non implicare operai e quindi non un requisito essenziale(necessario)
dellimprenditore in quanto basterebbe una minima organizzazione per essere
imprenditori (anche le sole conoscenze) . Lorganizzazione qualsiasi strumento
capitale per limprenditore.
ATTIVITA ECONOMICA : il fine/la tendenza /lo scopo dellimprenditore di generare
profitto. NON importa se di fatto gli utili saranno superiore al costi. Importa che al
momento della costituzione dellimpresa si abbia la tendenza di generare profitto
attraverso la fissazione dei prezzi dei prodotti che coprano i costi di produzione. Una
societ non deve necessariamente produrre utili per poter essere attivit economica.
La costituzione di una societ con lo scopo di creare perdita non attivit economica
sempre quando questa societ non abbia ritorni di immagine. Es: squadra di
yamamay se ha ampie perdite ma ha un ritorno di immagine un attivit economica.
SCAMBIO DI BENI O DI SERVIZI : (riguarda la circolazione di beni o denaro)
Non si imprenditore perch non c scambio con lesterno.
Se da un contratto di locazione (affitto) ricevo una somma questa rimane nelle mie
tasche. Allora la somma non circola e non imprenditore per il punto di vista di
scambio di beni e servizi. Invece un direttore di residence non detiene i soldi nelle
proprie tasche in quanto i ricavi circolano nel mercato attraverso il pagamento delle
spese di manutenzione o pulizie( o di servizi CONTINUATIVI). ES: il proprietario
dellimmobile (che vende o affitta una casa) non imprenditore( il mediatore, che
mette in contatto il venditore e il compratore imprenditore) . Il direttore del
residence imprenditore.
CONCETTO DI LUCRO : il lucro un elemento indispensabile dellimprenditore?

Lucro oggettivo :lucro a cui devono tendere tutti gli imprenditori, anche le onlus i
quanto i costi devono essere inferiori ai ricavi. I ricavi poi vengono distribuiti. E
perci le onlus sono imprenditori
Lucro soggettivo : il. Modo in cui il viene impiegato il lucro oggettivo. Se il lucro
viene redistribuito tra i soci allora lucro soggettivo.
Per essere riconosciuto come imprenditore dellordinamento, deve essere corretto?
LICEIT CON RIFERIMENTO ALLA ATTIVIT ECONOMICA : chi svolge attivit economica
illecita sono imprenditori in quanto adempiono a tutti i punti per essere imprenditore .
Il nostro ordinamento riconosce illeceita dei mafiosi come imprenditori ma non li
riconosce e non li tutela. Infatti tutti i danni a carico dellimprenditore verranno
applicate allimprenditore illecito ma non le verranno riconosciute le tutele da parte
del nostro ordinamento. Si vengono applicate le leggi a sfavore perch altrimenti si
arriverebbe alla conseguenza di non applicare agli illeciti nessuna norma favorendone
lattivit.
Se il soggetto due attivit , fallir soltanto lattivit imprenditoriale. Pu fallire come
imprenditori ma non come libero professionista.

Art 2083 PICCOLI IMPRENDITORI nel codice civile


Sono imprenditori coloro che svolgono attivit prevalentemente con il proprio lavoro e
dei componenti della famiglia. Tipiche figure di piccoli imprenditori sono:

Coltivatori diretti del fondo


Art igienici e piccoli commercianti

Chi non si superano queste soglie,


tutelato.

escluso dal fallimento ed

Il piccolo imprenditore nella legge fallimentare


I piccoli imprenditori e imprenditori agricoli non erano soggetto a fallimento fino al
D.Lgs 169/2007. La nuova normativa non faceva pi riferimento al piccolo
imprenditore ma dichiarava fallito limprenditore(agricolo o piccolo o commerciale )
se superava i limiti imposti dallArt 1. Nonostante ci in base a leggi speciali
limprenditore agricolo non pu essere soggetti al fallimento.

Inizialmente nella legge fallimentare il piccolo imprenditore era individuato


esclusivamente in base a parametri monetari qui di con criterio diverso da
quello del codice civile. La societ commerciale non era considerata di piccoli
imprenditori. . Perci si vista la necessit di trovare un punto di incontro tra
le due norme. La nuova normativa non definisce pi il piccolo imprenditore ma
individua alcuni parametri dimensionali dellimpresa al di sotto del quale
limprenditore commerciale non fallisce ed tutelato.

Art 1 legge fallimentare (oltre i limite, non tutelato)


Se limprenditore (commerciale) non rispetta uno dei seguenti requisiti allora egli
soggetto alle disposizioni sul fallimento.
o

Attivo patrimoniale degli ultimi tre esercizi inferiore a 300000

o
o

Ricavi lordi inferiore a 250000


Ammontare dei debiti anche non scaduti ad 500000

Imprenditore agricolo :
Art 2135 imprenditore agricolo chi esercita una delle seguenti attivit: coltivazione
del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attivit connesse [2082, 2083].
Per coltivazione del fondo, per selvicoltura e per allevamento di animali si intendono le
attivit dirette alla cura ed allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria
del ciclo stesso, di carattere vegetale o animale, che utilizzano o possono utilizzare il
fondo, il bosco o le acque dolci, salmastre o marine (1).

Selvicoltura : coltivazione taglio e vendita di alberi


Allevamento di animali (la vecchia normativa parlava di bestiame ) bestiame da cui si ricavano
prodotti. Gli animali possono essere cani, gatti.
Alla cura o allo sviluppo di un ciclo stesso: ciclo biologico tutta la vita di un animale e delle
piante quindi chi si occupa di tutta la vita o di una parte del ciclo(solo la nascita)
imprenditore agricolo. Chi tagli alberi e rivende non imprenditore agricolo perch non
prende parte al ciclo biologico dellanimale.

tutelato(non pu fallire) perch egli

Limprenditore agricolo

soggetto a duplice rischio :

rischio economico che grava su tutti gli altri imprenditori.


rischio ambientale si intende possibili incendi o malattie su piante o animali
(allevamento di polli in batteria: polli ingabbiati su grande scala vengono alimentate e
tenute per fare uova )

Si intendono comunque connesse le attivit, esercitate dal medesimo imprenditore


agricolo, dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione,
commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti
prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali,
nonch le attivit dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l'utilizzazione
prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda normalmente impiegate nell'attivit
agricola esercitata, ivi comprese le attivit di valorizzazione del territorio e del
patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione ed ospitalit come definite dalla
legge [2557] (2).

Attivit connesse alla agricoltura:

Manipolazione : alterazione di prodotti come lutilizzo di OGM o innesto


Conservazione : sottolio
Trasformazione : marmellate, pomodori in salsa, vino
Commercializzazione :vendita di prodotti
Valorizzazione : in senso lato come attivit di sponsorizzazione attraverso
Doc, DOP (agricoltore chiedere al consorzio di riconoscere e valorizzare i
propri prodotti dietro pagamento)

PREVALENZA : Limprenditore colui che faccia attivit connesse alla


agricoltura e utilizzi prevalentemente (50%+1) prodotti ottenuti dalla
coltivazione del fondo o bosco o allevamento. Es. imprenditore commerciale
alla vendita di conserve solo se i prodotti sono prevalentemente dalla sua
coltivazione. Allincontrario il rischio ambientale non grava perch
prevalentemente i prodotti non sono di propria produzione
RICEZIONE E OSPITALITA : accoglimento e servizio di ristorazione a terzi. Si
parla quindi di agriturismo. Dal punto di vista dellattivit di ricezione e
ospitalit , imprenditore agricolo se provenienza dei prodotti sono
prevalentemente dalla propria produzione. Un attivit agriturismo solo se il
50%+1 deriva direttamente dal proprio campo.
Con riferimento alla ospitalit, se attivit prevalente quella della ospitalit e
non quella agricola allora non attivit agricola. Deve prevalere lattivit
agricola allattivit commerciale per poter essere imprenditore agricolo. Se
limpresa che fattura un milione di euro una SPA e i prodotti sono
integralmente di derivazione propria. Larticolo non prende in
considerazione la forma della societ e quindi una SPA pu essere
imprenditore agricolo. Limprenditore che sia agricolo o no ma che possiede
una deve rispettare le regole che le spa devono seguire come la tenuta dei
libri contabili. Il nostro imprenditore non fallisce perch agricolo perch
lattivit che svolge soggetto a duplice rischio. imprenditore agricolo chi
alleva i pesci con il fine che questi pesci verranno pescati. imprenditore
agricolo colui che li alleva ma se li compra da un terzo e poi uccide sole le
bestie allora non imprenditore agricolo. Chi fa della pesca una professione
non sono imprenditori agricoli perch non li allevano. Se invece li allevano e
poi li uccidono allora si sono imprenditori agricoli perch partecipano a ciclo
biologico.