You are on page 1of 18

Progetto di valorizzazione degli interventi sui

Beni Culturali dellAsse 4 del POR-2007-2013

LIGURIA HERITAGE
www.liguriaheritage.it

LIGURIA HERITAGE
www.liguriaheritage.it

Liguria Heritage: u
 n progetto innovativo per la
valorizzazione dei beni culturali della Liguria
regionale avrebbe garantito la promozione e
la valorizzazione degli interventi, due azioni
necessarie e di certo pi efficaci se sviluppate
su ampia scala.
Decidemmo di affidare la progettazione e
lesecuzione del progetto alla finanziaria
della Regione, la FILSE, un soggetto
che di mestiere promuove lo sviluppo
economico dei territori. nato cos Liguria
Heritage, un programma che ha messo al
centro dellattenzione le ragioni per cui
importante visitare i beni appena recuperati.
Solo in questo modo si potevano cogliere gli
obiettivi economici di crescita prefissati.
Per sviluppare il progetto la Regione ha deciso
di puntare fortemente sullinnovazione,
avvalendosi della societ regionale di
informatica Datasiel e si orientata da
subito verso le tecnologie ICT, le tecnologie
dellinformazione e della comunicazione,
che creano lalleanza giusta ed efficace tra
divertimento e cultura, apprendimento e,
con una parola che si affacciata da poco nel
mondo della valorizzazione dei beni culturali,
emozione.

Quando con il Dipartimento Sviluppo


Economico
della
Regione
Liguria
incominciammo a pianificare lutilizzo dei
finanziamenti europei per il settennato
2007-2013 ci venne un idea nuova e
coraggiosa. Articolammo il Por Fesr 20072013 in quattro assi di intervento e al
territorio, considerato come infrastruttura
base per la creazione di sviluppo,
dedicammo il terzo e il quarto asse. Se con
il terzo asse abbiamo finanziato interventi
infrastrutturali logistici molto importanti,
con il quarto abbiamo deciso di investire
sul patrimonio culturale della Liguria, quale
volano per la crescita economica.

Siamo certi infatti che non stia solo


nella tecnologia la chiave di efficacia del
progetto, ma soprattutto nella nostra
capacit di raccontare questi beni culturali.
Come? Coinvolgendo, incuriosendo,
stimolando, ed emozionando.

Consapevoli che il futuro Asse 4 poteva


nascere solo da una forte compartecipazione
delle amministrazioni locali, abbiamo chiesto
alle Province di coordinare le proposte
progettuali del territorio, seguendo dei precisi
filoni culturali tesi a valorizzare alcuni aspetti
prevalenti della specificit ligure. La regia

Renzo Guccinelli

IL PROGETTO

Un progetto europeo di comunicazione


integrata e multicanalit
italiano e in inglese previste per i principali
castelli della Liguria, due app bilingue per
sistemi android e IOS, un blog, che ha
valore di rivista scientifica, nel quale gli
specialisti del settore potranno condividere
le loro conoscenze, la pubblicazione
di guide cartacee e multilingue e la
realizzazione della realt aumentata per 4
siti - il Castello dei Fieschi di Montoggio,
il Castello Ursino di Noli e le citt romane
di Luni e di Ventimiglia - con avatar
tridimensionali di personaggi storici a
condurre i visitatori attraverso suggestive
ricostruzioni.
Particolare attenzione rivolta al mondo
dei social network. Grazie a Facebook,
Twitter e Youtube si costruita una rete
di comunicazione efficace con gli addetti
ai lavori - i sistemi regionali e locali
di promozione turistica, i Comuni e le
persone che si adoperano in vari modi per
la promozione del territorio - e con cittadini
e turisti, una rete che ci permette di unire
con profitto sinergie, progetti ed eventi
promozionali.

Il progetto Liguria Heritage, dedicato


alla valorizzazione di 97 beni culturali
recuperati grazie ai fondi della asse 4
del Por Fesr 2007-2013, un prodotto
editoriale tecnologicamente avanzato e
allavanguardia affidato a Datasiel. Nasce
dallesigenza di invogliare alla fruizione
delle ricchezze della Liguria che, una
volta recuperate, hanno bisogno di uno
strumento duttile che le valorizzi. La
Regione punta sui beni culturali come
volano per lo sviluppo delleconomia e
del turismo, perch solo con la presenza
dei visitatori che si colgono gli obiettivi di
crescita e si crea economia.

www.facebook.com/liguriaheritage
@liguriaheritage
twitter.com/liguriaheritage

Lo strumento ideale stato individuato in


un progetto di comunicazione integrata
da sviluppare su pi canali. Al sito
internet bilingue, che raccoglie le schede
di presentazione dei beni recuperati, si
affiancano oltre trenta audioguide in

blog
www.liguriaheritagelab.it
video.liguriaheritage.it

fasi meno note della storia ligure, ma di


certo non meno interessanti e curiose.
Tutto ci grazie a una nuova applicazione, del
tutto originale e pensata proprio per Liguria
Heritage, realizzata in partnership con ETT
S.p.A. La realt aumentata una tecnologia
gi nota nella valorizzazione del patrimonio
culturale, ma la forma che i visitatori trovano
in questi quattro siti completamente
nuova. Le aree monumentali sono divise
in stanze virtuali: grazie al GPS, entrando
in ciascuna di esse il visitatore incontra gli
avatar e molti altri contenuti multimediali.
Quindi, uno strumento nuovo, che
arricchisce una visita vera, e non virtuale, al
patrimonio culturale ligure.

Il visitatore che incontrer Liguria Heritage


in molti siti del territorio ligure avr a
disposizione innovazioni tecnologiche utili
ad apprezzare la storia del castello, dellarea
archeologica, del museo o, in generale,
del bene culturale che questo progetto
valorizza.
Ma in quattro siti particolari, il Castello dei
Fieschi di Montoggio, il Castello Ursino di
Noli e le citt romane di Luni e di Ventimiglia,
avr la possibilit di vivere unesperienza
davvero particolare.
Potr incontrare, sotto forma di avatar, tanti
personaggi storici che hanno fatto la storia
di quei siti. A Montoggio, Gerolamo Fieschi
racconter la storia della sua strenua difesa
del castello e della famiglia dallassedio della
Repubblica di Genova e dei Doria, terminato
con la sua tragica morte. A Noli, Enrico del
Carretto narrer le vicende storiche e la
vita quotidiana di un importante feudatario
di Federico Barbarossa. Nelle antiche citt
romane personaggi dellepoca illustreranno
3

LA REALT AUMENTATA

La realt aumentata di Liguria Heritage

LA LIGURIA FEUDALESTORIE DI MARCHESI, CONTI E MERCANTI

La Liguria feudale

Fortezza di Sarzanello (SP)

Trentatr castelli medievali restaurati,


resi accessibili, musealizzati o indagati
archeologicamente anche grazie ai fondi
europei e valorizzati dal progetto Liguria
Heritage. Probabilmente questo dato
stupir gli stessi liguri che, fino a questo
momento, forse ignoravano che la propria
regione annoverasse una simile ricchezza
di testimonianze det medievale.

Molti di questi beni arricchiscono


lentroterra ligure e punteggiano il
territorio da ponente a levante: dal
castello Doria di Dolceacqua alla rete
dei castelli carretteschi del savonese, ai
possedimenti fliscani della provincia di
Genova, alle fortificazioni vescovili che
caratterizzano la Lunigiana. Questi siti
sono ora pronti a diventare meta dei
visitatori e dei liguri stessi.
Nellenumerare i castelli che fanno
parte di Liguria Heritage ricorrono
insistentemente alcuni nomi quali i Doria,
i Fieschi, i vescovi-conti, i Del Carretto ai
quali se ne affiancano altri, minori solo
per la dimensione dei loro possedimenti,
ma non di certo per il ruolo che ebbero
nelle dinamiche storiche della Liguria.

Castello di Noli (SV)


4

Queste dinamiche non sono sempre


facili da comprendere, gli esperti sono
continuamente alla ricerca di nuovi dati
che possano aiutare la ricostruzione degli
eventi.

Castello di Montoggio (GE)

rivaleggiato tra loro, si sono alleate con i


territori limitrofi, unite solo da un comune
scopo: estendere il proprio dominio.

Dati che possono giungere dai documenti


o dalle indagini archeologiche che in
alcuni casi sono avvenute proprio grazie
ai fondi stanziati dallUnione Europea.
Non pensate, perci, che la storia sia una
scatola chiusa incapace di regalarci nuove
emozioni.

I castelli, costruiti ex novo da queste


famiglie o su preesistenti strutture
edificate
durante
il
processo
di
incastellamento
che
interess
la
regione tra il X e il XIII secolo, ancora
adesso ci raccontano le storie di questi
potentati. Basta un solo sguardo alla loro
posizione o alla loro struttura edilizia per

Grazie al sito internet, alle schede dei


castelli, alle audio-guide e allinnovazione

Castello di Dolceacqua (IM)


5

LA LIGURIA FEUDALESTORIE DI MARCHESI, CONTI E MERCANTI

comprenderne la funzione allinterno del


proprio contesto territoriale e capirne,
cos, la funzione celebrativa che il
castello signorile di Dolceacqua aveva
assunto per i Doria, il valore difensivo del
castello di Noli, il controllo del territorio
svolto dal castello della Pietra in Vobbia
o lesigenza di imporsi sul territorio
di confine svolta dai vescovi-conti a
Sarzana.

Queste famiglie, dal medioevo allet


moderna e in alcuni casi anche oltre,
hanno intessuto rapporti o hanno

LA LIGURIA FEUDALESTORIE DI MARCHESI, CONTI E MERCANTI

Castello della Pietra di Vobbia (GE)

parla di nobili e popolani e di quanti,


come tutti noi, possono vivere in Liguria
o visitarla di passaggio, un passaggio che
pu comunque lasciare un segno.

introdotta dalla realt


aumentata,
Liguria Heritage vi racconta i risultati
delle ultime scoperte archeologiche,
vi permette di immedesimarvi in coloro
che questi castelli li hanno vissuti,
frequentati, costruiti o visti demolire, vi

variet e nella loro localizzazione in tutto


larco regionale.

Villa romana del Varignano vecchio

Non sempre la Liguria viene associata al


periodo preistorico e romano. Il fasto che
invest Genova in et moderna fu tale da
oscurare per molto tempo la memoria e
limportanza di ci che era stata la storia
della citt e della Liguria ai suoi primordi.

Avreste mai immaginato che la Liguria


potesse offrire cos tanto, oltre ai siti
gi conosciuti delle Arene Candide o
dei Balzi Rossi? Questo lobiettivo di
Liguria Heritage: la scoperta di ci che
la regione offre per ogni suo periodo
storico, la curiosit di volerne sapere di
pi, la possibilit di farlo attraverso le
schede dei beni presenti sul sito internet,
o gli interventi di realt aumentata che
interesseranno i siti romani di Luna e di
Albintimilium.

Adesso, grazie ai lavori di restauro e


musealizzazione dei siti, si sta cercando
di riportare in auge questo periodo
storico di fondamentale importanza
per levoluzione storico-culturale del
territorio.
La bellezza e linteresse dei beni della
rete da Liguri a Romani sita nella loro

Miniere di Monte Loreto (GE)


7

LA PREISTORIA E LA STORIA ANTICA DELLA LIGURIA

Quello che viene offerto al visitatore la


possibilit di avere un approccio interattivo
con un relitto romano rinvenuto a Santo
Stefano al Mare, di vedere con i propri
occhi i graffiti preistorici allinterno
dello splendido contesto del Geoparco
del Beigua, di visitare la miniera del
Monte Loreto, la pi antica miniera di
rame dellintera Europa Occidentale o
ancora di recarsi presso i castellari e le
testimonianze romane dello spezzino.

DA LIGURI A ROMANI

Da Liguri a Romani

LA PREISTORIA E LA STORIA ANTICA DELLA LIGURIA

DA LIGURI A ROMANI

Luni (SP)

domus con tanto di mosaici finemente


eseguiti.

Si tratta di testimonianze dellintervento


colonizzatore dei romani sulla regione, a
discapito delle agguerrite popolazioni dei
Liguri Apuani e Intemeli, i quali furono
costretti a cedere perch impossibilitati
a resistere allimpulso espansionistico
romano, ma non senza combattere
strenuamente.

I reperti rinvenuti negli scavi sono


ammirabili in strutture che offrono
ai visitatori tutte le informazioni per
comprendere questa fase del passato
che diamo per scontata senza conoscerla
nella sua specificit.

Mosaico - Luni (SP)

Tali siti rappresentano vere e proprie


eccellenze, ci permettono di camminare
allinterno di alcune colonie romane,
di ammirarne i teatri, i monumenti, le
8

Dallo
spaccato
storico
dellItalia
novecentesca
del
Passatempo
di
Rossiglione allarcheologia di Pegli, dalla
storia di Sestri Levante allantica tradizione
delle marionette.
Il progetto di Valorizzazione delle risorse
naturali e culturali della Liguria interviene
in diversi istituti museali del genovesato,
creando nuove sedi e restaurando, o
ampliando, quelle esistenti, per potenziare
lofferta didattica e culturale.

Villa Grock (IM)

Senza contare la realt dedicata al pi


grande e apprezzato clown del 900 che
proprio a Imperia soggiorn negli ultimi
anni della sua vita: lo svizzero Adrien
Wettach in arte Grock.

Palazzi nobiliari che ospitano importanti


esposizioni e opere darte, un parco
museale con sculture di grande pregio
di Rainer Kriester, le torri del Brandale.
Un caleidoscopio di opportunit culturali
attendono il visitatore in provincia di
Savona.

Se, invece, scegliete di visitare lestremo


levante ligure potrete incontrare un
maniero imponente che si affaccia sul
mare limpido.
il castello di Lerici, che rappresenta una
delle realt museali pi importanti della
provincia spezzina. Nelle sue sale il museo
geopaleontologico: il mondo dei dinosauri
tra le mura di un castello medievale
perfettamente conservato.
Tra restauri, recuperi, ampliamenti e
allestimenti, i fondi europei offrono grandi
opportunit a queste istituzioni museali ed
Liguria Heritage a guidare il visitatore
alla scoperta di alcune tra le attrazioni
culturali pi significative.

Castello di Lerici (SP)

Nell imperiese, una sede nuova di zecca


che accoglie il museo navale e nuovi spazi
a disposizione per la collezione Terruzzi
a villa Regina Margherita, la magnifica
dimora fatta costruire a Bordighera dalla
prima regina dItalia.

PASSATO E FUTURO LA RETE MUSEALE DELLA LIGURIA

Passato e Futuro

DIMORE E GIARDINI DEI LIGURI

ELEGANZA DEL VIVERE

Eleganza del vivere


Nell imperiese, a cavallo tra 800 e 900,
sono tante le personalit che rimasero
ammaliate dalle bellezze della Riviera dei
Fiori. E tante sono le ville che li ospitarono.
Da villa Hanbury a Ventimiglia, con il suo
ricchissimo giardino botanico al palmeto
Winter a Bordighera, da villa Curlo a
Taggia, alle ville Ormond e Nobel a
Sanremo, il progetto di Valorizzazione delle
risorse naturali e culturali della Liguria
restituisce a dimore e parchi tutto il loro

Villa Hanbury (IM)

Ville, parchi e giardini. Fontane, laghetti,


grotte artificiali e paesaggi romantici.
Grandi dimore della nobilt genovese
dei secoli passati, testimonianze della
ricchezza e del potere delle pi importanti
famiglie liguri.
Liguria Heritage propone un viaggio
nelleleganza e nella storia dei palazzi
genovesi, degli splendidi giardini di Strada
Nuova e delle ville sulle coste levantine,
delle dimore situate in centri storici carichi
di fascino o in localit pi intime e discrete
dellentroterra.

Villa Serra di Comago (GE)

fascino e Liguria Heritage fa da guida in un


percorso fatto di verde e di eleganza.
E nello spezzino, in una delle valli pi
verdeggianti e libere da urbanizzazione di
tutta la regione, suggeriamo di visitare la
dimora Maghella, allinterno dello storico
borgo rotondo di Varese Ligure, centro
di importanza turistica e produttiva con
un passato da caposaldo dei Fieschi,
testimoniato dallimponente castello.

Villa Saluzzo Serra sede della GAM (GE)

10

E poi c un castello, a Bolano in


provincia della Spezia, che sorge in
una terra che sfida lingegno umano,
tra pendii scoscesi e terrazzamenti.
Un paesaggio tipico ligure.
Oggi risorge e diventa punto di riferimento
didattico per andare alla scoperta delle
tecniche di coltivazione e di trasformazione
dei prodotti, per approfondire i mestieri
rurali e i sapori della tradizione, tra bosco,
orto e frutteto.

Museo Della Filigrana di Campo Ligure (GE)

Il ferro delle fucine di Masone e la delicata


filigrana della valle Stura, lardesia e le
miniere dellentroterra del Tigullio, le
lavorazioni tradizionali della carta a Mele e
delle campane ad Avegno, la ricchezza di
Genova: il suo porto.

Liguria Heritage consente di gettare uno


sguardo su queste attivit, sulle localit
che le hanno accolte e sui mutamenti
che queste lavorazioni tradizionali hanno
generato nei luoghi stessi.

La grande tradizione vetraria di Altare,


oggetti, tecniche, storia di unarte che qui
ha radici profonde.

Museo dellarte vetraria di Altare (SV)

In questi siti si interviene potenziando, o


creando, nuovi spazi espositivi in musei
che raccontano i mestieri e le produzioni
tipiche della Liguria: quelle legate alle
risorse del sottosuolo, ai commerci e ai
11

LA CULTURA MATERIALE DEI LIGURI

foto@Davide Oddone

metalli, talvolta anche in settori di nicchia


ma sempre di eccellenza.

SAPER FARE

Saper fare

LA DIFESA DELLA REPUBBLICA, LA DIFESA DEL REGNO SABAUDO

LIGURIA, TERRA DI FORTI

Liguria, terra di forti


lotte per la dominazione del Ponente che
videro scendere in campo la Repubblica di
Genova.
Il castello di Bonassola, fortezza medievale
costruita per arginare le incursioni dei
pirati e la Batteria Chiodo di Ameglia,
struttura dei primi del 900 realizzata in
funzione antinave, sono due delle tante
strutture difensive presenti nella provincia
della Spezia.

Batterie di Camogli (GE)

Le mura di Genova, con i suoi forti, sono


uno dei sistemi difensivi pi imponenti
dEuropa, progettato per proteggere la
citt dalle invasioni nemiche. Poco lontano
potete trovare Forte Geremia, strategica
fortezza sui crinali appenninici e le Batterie
antiaeree di Camogli, un concentrato di
storia militare in pochi chilometri.
E, ancora, lo storico Acquedotto di
Genova, opera ingegneristica senza pari in
Italia.

Castello di Bonassola (SP)

Sebbene
di
epoche
diversissime,
testimoniano la costante attenzione
rivolta al mare, perch da l che, nei
periodi pi burrascosi della storia ligure,
potevano pi facilmente arrivare i nemici.
I fondi stanziati dallUnione europea
e dalla Regione Liguria permettono la
riqualificazione di questi beni, destinati
a diventare centri di cultura per
manifestazioni ed eventi, attraverso il
recupero conservativo delle strutture e il
potenziamento dei servizi di accoglienza
ai visitatori.

Forte Santa Tecla a Sanremo (IM)

In provincia di Imperia il Bastione di


Cervo e il Forte Santa Tecla di Sanremo
testimoniano le vicende storiche dei secoli
passati, dal rischio di invasioni da terra
al timore degli attacchi saraceni, fino alle

Con Liguria Heritage si va alla scoperta


della storia scritta fra le loro mura.

12

Gli interventi

I 97 beni culturali sui quali la Regione


Liguria intervenuta con i fondi
europei dellAsse 4 del Por Fesr 20072013 e valorizzati dal progetto Liguria
Heritage.

RETE FEUDALE
GENOVA: Luoghi e castelli fliscani
(Cogorno), Castello Fieschi Doria
Malaspina (Santo Stefano DAveto),
Castello di Roccatagliata (Neirone),
Castello di Torriglia, Castello di
Montoggio, Castello dei Fieschi Senarega
(Valbrevenna), Palazzo Spinola (Isola del
Cantone), Castello della Pietra (Vobbia),
Castello dei Fieschi (Savignone).
SAVONA: Torre civica e spazi pubblici
(Cisano sul Neva), Mura del centro
storico (Villanova dAlbenga), Castello di
Bardineto, Castello di Cairo Montenotte,
Castello di Calizzano, Castello di Cosseria,
Castello di Dego, Castello di Garlenda,
Castello di Noli, Castello di Zuccarello,
Parco archeologico di Orco Feglino
LA SPEZIA: Castello dei Vescovi di
Luni (Castelnuovo Magra), Fortezza
Firmafede (Sarzana), Castello di Vernazza,
Apparato fortificatorio altomedievale
cittadella vescovile (Brugnato), Apparato
fortificatorio lungo un tratto della via
Francigena (Santo Stefano di Magra),
Castello della Brina (Sarzana), Castello
di Sesta Godano, Fortezza di Sarzanello
(Sarzana), Sito archeologico di Carpena
(Ricc del Golfo), Torre Pentagonale di
Vezzano Ligure, Torre di Guardia di Framura
IMPERIA: P
 ercorso fortificazioni
antibarbaresche (Taggia),
Castello di Dolceacqua

DA LIGURI A ROMANI
GENOVA: Miniere di Monte Loreto
(Castiglione Chiavarese)
SAVONA: A
 rte rupestre al
Geoparco del Beigua
LA SPEZIA: Anfiteatro romano (Luni),
Castellaro di Pignone, Castellaro di
Zignago, Laboratorio per larcheologia
di Ossegna (Maissana), Museo degli
Antichi Liguri al Castello di Madrignano
(Calice al Cornoviglio), Villa romana
del Varignano Vecchio (Portovenere)
IMPERIA: M
 useo del relitto romano
(Santo Stefano al Mare), Forte
dellAnnunziata (Ventimiglia)

ELEGANZA DEL VIVERE


GENOVA: Galleria Arte Moderna e
Wolfsoniana (Genova); Giardini di via
Garibaldi (Genova); Lascito Cuneo (San
Colombano Certenoli); Parco di Villa
Doria (Genova); Parco di Villa Negrotto
Cambiaso (Arenzano); Parco di Villa Spinola
(Lavagna); Parco di Villa Tigullio (Rapallo);
Parco di Villetta Dinegro (Genova); Villa
Borzino (Busalla); Villa Sauli Podest
a Pr (Genova); Villa Serra di Comago
(SantOlcese); Villa Vicini (Zoagli)
IMPERIA: G
 iardino e palmeto del
Winter (Bordighera); Villa Curlo (Taggia);
Villa Hanbury (Ventimiglia); Villa Nobel
(Sanremo); Villa Ormond (Sanremo)
LA SPEZIA: Dimora Maghella
(Varese Ligure)

PASSATO E FUTURO
GENOVA:Museo del Passatempo
(Rossiglione); Palazzo Balbi
(Campomorone); Palazzo Fascie
(Sestri Levante) Villa Durazzo
Pallavicini a Pegli (Genova)
LA SPEZIA: Castello di Lerici
SAVONA: C
 asa del Console (Calice
Ligure); Complesso del Brandale
(Savona); Fortezza di Castelfranco
(Finale Ligure); Palazzo Peloso Cepolla
(Albenga); Parco museale Rainer
Kriester (Vendone); Polo museale
Perrando (Sassello); Villa Groppallo
(Vado Ligure); Villa Jorn (Albissola)
IMPERIA: M
 useo Navale Internazionale
del Ponente Ligure (Imperia); Museo
Terruzzi a Villa Regina Margherita
(Bordighera); Palazzo Muzio (Diano
Marina); Villa Grock (Imperia)

SAPER FARE
GENOVA: E
 comuseo dellardesia e
Cava di Isolona (Orero); Genoa Port
Center (Genova); Museo del ferro
Tubino (Masone); Museo della Carta
(Mele); Museo della filigrana (Campo
Ligure); Museo delle campane (Avegno);
Museo minerario di Gambatesa
(Ne); Villa Cavagnari (Cicagna)
SAVONA: M
 useo dellarte
vetraria (Altare)
LA SPEZIA: Castello del
Poggio (Bolano)

LIGURIA, TERRA DI FORTI


GENOVA: A
 cquedotto storico della
Val Bisagno (Genova), Batterie di
Camogli, Forte Geremia a Masone,
Parco urbano delle Mura (Genova)
IMPERIA: B
 astione di Cervo,
Forte Santa Tecla (Sanremo)
LA SPEZIA:Batteria Generale Chiodo
(Ameglia), Castello di Bonassola

Le

RETI

del progetto

Credits
Realizzazione:

Datasiel s.p.a.

Coordinamento:

Carlo Brozzo, Marco Gozzi,


Antonio Petruzzella, Lorenzo Rizzo

Introduzione:
Testi:

Renzo Guccinelli
Annalisa Acquaro, Serena Montaldo,
Antonio Petruzzella

Hanno collaborato:

Michela Borfiga, Alessio Cardullo,


Nicola Cavagnaro, Giacomo Revelli,
Valentina Vettori

Progetto grafico e
impaginazione:

Simona Franci

Stampa:

Grafiche G7
Via Marconi 93 Savignone (GE)

piazza De Ferrari 1 - Genova


tel. +39 010 5485 1
fax +39 010 5488 742
PEC: protocollo@pec.regione.liguria.it

piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova


tel. +39 010 840 33 03
fax +39 010 542 335
sede legale: via Peschiera 16 - Genova
tel. +39 010 840 31
fax +39 010 814 919
E-mail: filse@filse.it
PEC: filse.filse@pec.cstliguria.it

via XX settembre 42 - Genova


tel. +39 010 6545 1
fax +39 010 6545 422
e-mail: centromedia@regione.liguria.it
PEC: csm@pec.datasiel.net

LA LIGURIA FEUDALE
STORIE DI MARCHESI, CONTI E MERCANTI

DA LIGURI A ROMANI
LA PREISTORIA E LA STORIA ANTICA DELLA LIGURIA

ELEGANZA DEL VIVERE


DIMORE E GIARDINI DEI LIGURI

PASSATO E FUTURO
LA RETE MUSEALE DELLA LIGURIA

SAPER FARE
LA CULTURA MATERIALE DEI LIGURI

LA LIGURIA,TERRA DI FORTI
LA DIFESA DELLA REPUBBLICA,
LA DIFESA DEL REGNO SABAUDO

18