You are on page 1of 34

rra

i
M
o&
t
n
e
g
o
Ar
r
,
o
r
O
tu
il a
g
Vi

Silvio Vigliaturo
Oro, Argento & Mirra

Si ringraziano:
per il patrocinio,

Comune di

Cosenza

MAB Cosenza
nelle vatrine di Corso Mazzini
10 dicembre 2016 - 7 gennaio 2017

per lorganizzazione

Arte in Vetrina
Ideata e curata da Francesca Mirabelli Giordano

per il contributo alla realizzazione delliniziativa

Allestimento Massimo e Luigi Donato


Comunicazione Francesca Mirabelli e Vigliaturo Studio Glass

Si ringraziano infine i commercianti che hanno aderito alliniziativa.

silvio vigliaturo

oro, argento & mirra

LARTE IN VETRINA
ORO, ARGENTO & MIRRA
Larte in vetrina torna a Cosenza ad un anno esatto dalla sua prima esperienza,
dallidea di Francesca Mirabelli Giordano. Lo fa per aspergere, con lo strigile
di una nuova e scintillante esposizione artistica, le incrostazioni apatiche e
neghittose, le inevitabili pigrizie intellettuali indotte dai consueti ritmi della
quotidianit anonima. Non un tentativo vano, come lesperienza del 2015 ha
concretamente dimostrato; c, nella gente di Cosenza, lansia di respirare stimoli
nuovi, edificanti e ricchi di suggestione. Per appagarla, e mantenersi al contempo
coerenti con la progettualit delliniziativa, la migliore risorsa apparsa quella
di un artista poliedrico, di fama internazionale, pittore e scultore del vetro: non
a caso, anche lui calabrese per nascita e vocazione. Parliamo di Silvio Vigliaturo,
cittadino di Acri, dove possibile visitare il museo MACA - che contiene la
Collezione Permanente di oltre duecentoquaranta sue opere donate alla Citt -,
a riprova della continuit del suo rapporto con il territorio e la cultura calabresi.
Non facile analizzare criticamente larte di Silvio Vigliaturo. Non solo perch
lhanno gi fatto in tanti e sempre nomi prestigiosi della critica darte; ma soprattutto
perch la complessit dei suoi lavori rende problematica una reductio ad unum
che sia esaustiva della poliedricit e ricchezza dei contenuti artistici dellautore.
Rimandare alle emozioni che la visione diretta delle opere pu suscitare nello
spettatore, appare la soluzione pi idonea, per non forzare in schemi una
complessit ricca e travolgente; e per consentirne una fruibilit che, nellimmaginario individuale, pu essere percepita in modo pi vario di quanto lindagine

6_7

critica razionale possa esprimere. E di Simonide di Ceo la definizione che larte


figurativa sia la poesia muta, con ci esprimendosi i termini di una irrazionalit
che rasenta il sublime, o addirittura si addentra in esso, attraverso la creativa
suggestione del soggettivo: per lappunto, fuori dagli schemi, lontano dai sentieri
tracciati.
Vigliaturo figlio della sua terra, ne coagula le antichissime radici culturali,
coniugandole con gli stimoli artistici pi moderni, quelli dellespressionismo,
del cubismo, del surrealismo; il passato ed il presente; interpreta il suo tempo,
trasportandovi il proprio antichissimo retaggio culturale. Le sue opere darte,
compendio di una formazione diacronica, propongono le caratteristiche proprie
di ogni altra opera darte: una volta venute alla luce, vivono di vita propria, quasi
indipendentemente dalla volont e dai propositi dellartista. Come figli che scelgono
la propria strada, sganciandosi dalla tutela dei genitori; con limpronta genetica
di questi ultimi, ma anche con una individualit originale. E proprio questultima
che va osservata, ammirata e compresa.
Le opere esposte alla mostra sono inedite, un autentico dono dellartista alla
citt. Propongono un percorso culturale, ossia lantica antitesi, gi persiana e
greca, fra il bene ed il male: Angeli e Demoni, in un rapporto dialettico che
lessenza stessa della vita, la sua contraddittoria complessit. Le luci e le ombre che
le sculture proiettano, nei giochi cromatici del vetro, sono speculari al messaggio
profondo che lartista ha inteso trasmettere. E quel conflitto fra Arimane e Oromaze,
la notte e la luce, che allegoricamente ripropone un dualismo connaturato alla
problematicit della vita, quanto meno nella sua esperienza razionale. E atto di
audacia culturale dellautore affrontare un dramma cos complesso, attraverso
la suggestione delle sue opere; farlo trasparire nelle movenze delle sue creazioni
scultoree, nella consapevolezza che lintuizione artistica sia lunica capace di

sintetizzare forma e sostanza, agganciando il mistero profondo della vita. Nella


mostra di corso Mazzini verranno esposte quindici opere, riproduttive del
messaggio ideale, quale si sinteticamente cercato di delineare.
La dicotomia assunta simbolicamente dallartista viene rappresentata dalloro e
dallargento, per riproporre, anche cromaticamente, leterno contrasto fra il bene
ed il male.
Le sculture recano i seguenti sottotitoli:
Per oro:
il drammaturgo; lattore; il pittore; la signora; lattrice; creativo; il perbenista.
Per argento:
il matematico; la vergine; lartista; nobildonna; lattore; arlecchino; il critico;
il filosofo.
Corso Mazzini certamente un palcoscenico degno dellautore e sapr apprezzarne
loriginale creativit. Luniversalit dei temi si presta ad una istintiva attenzione,
allo sforzo spontaneo di cogliere il senso profondo del messaggio dentro gli artifici
cromatici che lo rivestono. Daltra parte, non esiste arte figurativa senza pregio
estetico, e bench lestetica non sia categoria logica ma del gusto, non vi
dubbio che lestrema raffinatezza delle forme elaborate da Vigliaturo sia in grado
di stabilire un immediato rapporto empatico con i visitatori. La mostra servir
anche a questo, ad uno scambio reciproco di stimoli culturali e di consensi.
A conclusione di simile esperienza, forse saremo tutti pi completi.
Francesca Mirabelli Giordano

8_9

B I
E Q
O
R
I
U
I L

12_13

14_15

18

20_21

22

23

24_25

26_27

28_29

&

rra
i
m

argento
oro
30

31

t
ma

ta

ivo; il perbenista;
reat
il
e; c
go; l

r
a
u
t
t
t
o
ric
re
ma
am
tematico; l
ma
e;
ttor

to r

e; il pitt o a
l
;i l m
;
o
c
atemati
a
or m m
tt
i
p
e;
arl aturgo; lattore; il
ecc
hino
; il cr
itico
;il d
ram
v
a
e
l
;
r
g
o
c
i
i
n
t
e; l
m
ma
e
a
t
rti
a
a
m
l
s
;
i
e
g
nor
ittor
p
a
l
;i
n
i
g
e
er ; la
av
r

il d r
re;
or
l ign
s
a
a;
ver
ti s t
r
g
i
a

n
l
e
;
o
cre
r
e;
ce;
l
a
signora; lattri

ate

u r g ; l a t
o
ti v
is
n
o
e
;
il p e r b
rle
r
d
cc h
l
i
ino; il critico;
ico
tt
; or
a

;l
o in
a
r
r
censo & mi

tore; la sign
o
r
il pit
a
;
l
re;

a
tt
tto
hino; il critico;i
ecc
l
d
r
arl
perbenista;il
; il
nna; la
do

enista;il m

a m at
m
a;
a
no lattri c e; cre a
b
il
r e;
d
o
nna; latto

a
t
ivo

;i
l
p
e
rb

ro incenso & m
o
;
irra
o
g
r
; la
n
n
a
o
;
l
atu
d

l
a
i
tto
ob
n
re;
;
ts a
ice; creativ
r
t
t
; la ta; nobi o
l
tis

[] Fra favola e gioco, le forme tridimensionali si espandono nel contrappunto


fra la luminescenza interiore della materia e quella esterna della luce, che si rifrange sulla superficie opaca dei colori. proprio in questo rapporto di reciprocit tra la creativit che impasta il colore e lo specchiato della superficie vetrosa,
che si stabiliscono i canoni dellestetica di questo artista. Egli sembra proporsi
come un alchimista manipolatore della materia inorganica per ottenere un plasma
liquido e denso di vitalit poetica. Vigliaturo sa lavorare il vetro conferendogli
solidit e robustezza, mentre la visibilit e la tangibilit della sostanza vetrosa
non possono che alludere allacqua e al ghiaccio. Ma non va dimenticato, ov-

38_39

viamente, che nel vetro sottinteso il lavorio del fuoco, dellaria e della terra,
per restare nella metafora della trasmutazione alchemica allorigine di questi lavori. Allinterno delluniverso fiabesco delle creature immaginose di Vigliaturo
evidente lidea di una rappresentazione allusiva, che si traduce nella concretezza, tuttaltro che fragile, di forme che sembrano provenire da residui di memorie oniriche. Di fronte a queste sculture, che sono certamente decorative nella
loro intrigante bellezza e []
Vittorio Sgarbi
Dal catalogo I GIUDIZI DI SGARBI-Giorgio Mondadori, maggio 2005

40_41

42_43

48

52_53

54_55

Caro Monsignore,
per il tramite del collega e amico [] mi sono arrivati i cataloghi di Silvio
Vigliaturo. Devo dirLe che sono rimasto molto favorevolmente colpito. Vigliaturo
bravo. Mi capita spesso di vedere materiali di
artisti contemporanei ma raramente ho provato lammirazione ed il piacere che
mi hanno dato i suoi vetri colorati. E un artista geniale con un istinto sontuoso
e glorioso per lo splendore del colore; il colore che lui ama e sa trattare con sapienza
e soprattutto con grazia. Vigliaturo nato per fare quello che fa.
Non saprebbe e non potrebbe fare altro. In mezzo a tanti artisti faticosamente
intelletualizzanti, speculativi e sperimentali senza talento lui produce, con facilit,
arte luminosa e felice. Complimenti! Gli auguro tutti i successi che merita. Mi
creda, con amicizia e stima, Suo

Caro Dottore,
Lei non immagina quanto sia contento di leggere le Sue parole di stima nei
confronti dellopera di Silvio Vigliaturo, che io ho avuto modo di apprezzare sia
come uomo che come artista. Mi riempie di gioia sapere che un maestro esperto
come Lei, fine conoscitore dellarte, possa aver dedicato la Sua attenzione ai
cataloghi di Silvio e, ancora di pi, abbia potuto apprezzarne il principio ispiratore
che guida la sua mano, cos come la composizione della sua tavolozza di colori.
Condivido ogni singola parola del Suo prezioso giudizio, che io non avrei potuto
esprimere in maniera altrettanto colta ed elegante. Ha ragione: Vigliaturo nato
per fare quello che fa, e a mio avviso lo dimostra il fatto che il valore di un artista
emerge incontrastato, quando il suo operato suscita ammirazione, in egual misura,
tanto nelle anime degli esperti, quanto in quelle dei profani, suscitando
unempatica sinergia di sensazioni nell Io pi profondo di tutti gli osservatori.
La ringrazio ancora una volta per aver dedicato il Suo prezioso tempo alla
contemplazione della produzione di Vigliaturo, cogliendo loccasione per farLe
avere i sensi della mia stima pi profonda, confermandomi Suo devotissimo

Antonio Paolucci
Direttore dei Musei Vaticani, Roma
Citta del Vaticano, 27 febbraio 2014

Giovanni Carr
Segretario Pontificia Commissione di Archeologia Sacra
dal Vaticano, 6 marzo 2014

Silvio Vigliaturo (Acri, 1949), vive e lavora a Chieri (To). Dalle prime esposizioni,
nel 77, sino alla partecipazione alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Italia,
il percorso artistico di Vigliaturo si presenta in costante evoluzione. Il disegno, il
dipinto, il vetro, lacciaio, la terra cotta sono tutti trattati allo stesso tempo come
materia e come scelta ideologica. Grazie alla mescolanza delle tecniche,
lorizzonte delle esperienze di Vigliaturo si dilata e apre la strada a una visione
originale e inedita. Lapproccio che lartista adotta nel lavorare il vetro derivato
dalla sua instancabile attivit pittorica. Il forte impatto visivo delle sue opere nasce
dalla trasparenza dei colori, capace di generare unaffascinante sembianza di
fluidit, e dallantinomia tra il peso della materia utilizzata e la leggerezza delle
forme che lartista riesce a foggiare attraverso di essa.
Nel 2006, testimonial artistico dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino. Nello
stesso anno, la Calabria gli dedica un museo il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) che ospita una collezione permanente delle sue opere intesa come
un biografico che si snoda attraverso pi di duecento esemplari, tra sculture e dipinti.
E artista testimonial della Regione Calabria a Expo Shanghai 2010 e nuovamente
ad Expo Milano 2015. Prende parte alla mostra Contemporary Glass Sculpture,
allOrlando Museum of Art, che raccoglie i pi importanti artisti del vetro e celebra
i 50 anni del movimento Studio Glass. Espone sue opere in Europa, America, Asia
e nel 2016 rappresenta lItalia allEuropean Glass Festival a Wroclaw (Polonia),
Capitale Europea della Cultura 2016.

Tra le esposizioni
Universit del vetro di Altare e Silvio Vigliaturo, Museo del Vetro, Altare (Sv)
Facing 1200, Glasskulpturen, Museum Moderner Kunst Kaernten, Klagenfurt,
Austria
Fresh Glass. Venice Galeria Miejska Arsenal, Poznan
Hsinchu Municipal Glass-Museum, Hsinchu, Taipei, Taiwan
Islands of glass 1920-2005, Eretz Israel Museum, Tel Aviv, Israele
Kleombrotos-Vigliaturo, una lettera dal passato Museo Nazionale Archeologico
della Sibaritide, Sibari (Cs)
Contemporary Istanbul - Palm Beach Jewelry - Sofa New York - Art Chicago
Amazzoni, Workshop In Opera , Sacrato del Duomo, Chieri (To)
Silvio Vigliaturo. Mescolanze, Museo del Presente, Rende (Cs)
Lampes dartistes pour Hanouca, Muse dart et dhistoire du Judaisme, Parigi
Regioni e Testimonianze dItalia, Castel SantAngelo, Roma
La via dei profeti, Festa dei lumi, Museo Ebraico, Casale Monferrato (Al)
The Gallery in Cork Street di Londra, Regno Unito
Italian Festival Weeks, Al Quasba, Sharja, UAE
Silvio Vigliaturo. Italia 150, Altra Terra, Rotonda Antonelliana, Castellamonte (To)
Luxury Please - Palazzo Hofburg, Vienna
Materia e trasparenza Palazzo delle Prigioni Nuove, Venezia
Fundacin Centro Nacional del Vidrio, La Granja de San Ildefonso, Spagna
Alle origini del Vetro, Castello di Corigliano Calabro
Alle origini del Vetro, Biblioteca Nazionale di Cosenza

Distribuzione opere: Italregali, Montalto Uffugo (cs)


info: 0984.939662 - 330584455 mas.donato@tiscali.it