You are on page 1of 2

Sigle degli accordi

E' bene sapere che lo schema che viene proposto qua sotto non indica la "verit assoluta", spesso
infatti tale notazione si presta a molteplici interpretazioni, qui abbiamo semplicemente cercato di
rispettare le definizioni pi comunemente accettate.
SIGLA

NOME

ACCORDO

C5 ( o omit3 )

DO quinta ( power chord )

DO-SOL

C/G

DO, SOL al basso

DO-MI-SOL

C maj7 o DO^7

DO settima maggiore

DO-MI-SOL-SI

Cm/maj7

DO minore / settima maggiore

DO-MIb-SOL-SI

C7

DO settima

DO-MI-SOL-SIb

Cm7 (DOm7)

DO minore settima

DO-MIb-SOL-SIb

Cm7/b5

DO minore settima/quinta diminuita

DO-MIb-SOLb-SIb

C (DO)

DO settima diminuita

DO-MIb-SOLb-LA

Cdim (DOdim)

DO diminuito

DO-MIb-SOLb

Cmaj7/#5

DO settima maggiore/quinta eccedente

DO-MI-SOL#-SI

C7/#5

DO settima minore/quinta eccedente

DO-MI-SOL#-SIb

Cadd9

DO nona aggiunta

DO-MI-SOL-RE

Cmadd9

DO minore/nona aggiunta

DO-MIb-SOL-RE

Cm7/b5

DO minore settima/quinta diminuita

DO-MIb-SOLb-SIb

Csus4

DO quarta sospesa

DO-FA-SOL

Csus9

DO nona sospesa

DO-SOL-RE

Csus2

DO seconda sospesa

DO-RE-SOL

Csus4/7

DO quarta sospesa/settima

DO-FA-SOL-SIb

Cmaj9

DO nona/settima maggiore

DO-MI-SOL-SI-RE

Cm9

DO minore/nona

DO-MIb-SOL-SIb-RE

C7/b9

DO settima/nona minore

DO-MI-SOL-SIb-REb

Cmaj9/#11

DO settima maggiore/nona/undicesima eccedente

DO-MI-SOL-SI-RE-FA#

Cmaj7/#11

DO settima maggiore/undicesima eccedente

DO-MI-SOL-SI-FA#

Quali regole stanno dietro a queste sigle?

Il nome, ad esempio DO, ci indica la fondamentale dell'accordo, quando non ci sono ulteriori
specifiche si sottintende che con la fondamentale presente la terza maggiore e la quinta
giusta.

o
o
o
o
o
o
o

Una "m" subito dopo ci indica che minore, ad esempio DOm.


Un "7" indica che presente la settima giusta (settima di dominante).
Un "maj7" o "maj" indica che presente la settima maggiore.
Un "9" indica che presente la settima e la nona.
Un "11" indica che presente la settima, la nona e la undicesima.
Un "13" indica che presente la settima, la nona, la undicesima e la tredicesima.
Un "add" indica che bisogna aggiungere una nota. Ad esempio "DOadd9" designa l'accordo di
DO (DO-MI-SOL) pi la nona (= DO-MI-SOL-RE). In questo caso l'aggiunta della nona non
implica l'aggiunta della settima. Lo stesso discorso vale per "add11" "add13" etc.
Un "sus" indica che l'accordo sospeso e di solito al posto della terza vi la 2a o la 4a. Ad
esempio "DOsus4" indica l'accordo di DO privato della terza (MI) con in pi la nota indicata,
in questo caso a un intervallo di quarta da DO troviamo il FA (= DO-FA-SOL).
Un "b" indica che tale intervallo va abbassato di mezzo tono. Ad esempio un "DO b9" indica
DO-MI-SOL-RE bemolle. Nota che in questo caso "DO b9" = "DOaddb9" e per specificare
una eventuale settima si deve ricorrere alla notazione "DO7/b9".
Un "#" indica che tale intervallo va alzato di mezzo tono. Ad esempio un "DO #11" indica DOMI-SOL-FA diesis. Nota che anche in questo caso "DO #11" = "DOadd#11" e per specificare
una eventuale settima e nona inclusa nell'accordo si deve ricorrere alla notazione "DO9/#11".
Un "+" indica che la quinta eccedente. Ad esempio DO+ non significa DO maggiore ma
DO5+ o DO#5 (= DO-MI-SOL#); nota che la quinta giusta (qui SOL) viene omessa.
Un "-5" o "5-" o "b5" indica che la quinta diminuita. Ad esempio DO (-5) significa DO-MISOLb. Nota ancora che la quinta giusta (qui SOL) viene omessa.
Un "" indica un accordo di 7a diminuita. Ad es. DO = DO-MIb-SOLb-SIbb(La), ma a volte
viene inteso anche come DO-MIb-SOLb. Qui useremo "" per indicare l'accordo diminuito
con settima diminuita e "dim" per indicare la triade diminuita.

o
o
o