18

Serie B R Bilancio di un anno

MARTEDÌ 3 GENNAIO 2017 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Spezia ed Entella pigliatutto
Nel 2016 marcia da Serie A

1Dominio delle due squadre liguri: hanno conquistato più punti e più vittorie

Pure i loro giocatori sul podio: Chichizola il più presente, Caputo re dei bomber
Roberto Pelucchi

I

l 2016 bacia in fronte la Li­
guria. Se ai fini della pro­
mozione contassero i risul­
tati dell’anno solare, la regione
porterebbe in Serie A, a far
compagnia a Sampdoria e Ge­
noa, entrambe le sue squadre
di B. Spezia 68 punti, Entella
65: nessuno ne ha ottenuti di
più. Di Carlo, tecnico degli
spezzini, ha conquistato 17 vit­
torie, come Aglietti e Breda, al­
lenatore passato e presente
della squadra di Chiavari. Nella
rilettura delle statistiche del
2016, per uniformità, teniamo
in considerazione le squadre e i
giocatori che sono sempre stati
in Serie B (senza ovviamente
considerare playoff e playout).
SQUADRE Alle spalle di Spezia
ed Entella ci sono il Bari (con
62 punti) e due squadre che so­
no andate alla grande nel ritor­
no della passata stagione, ma
che poi hanno reso molto meno
del previsto nell’andata di quel­
la attuale. Stiamo parlando di
Cesena (58) e Trapani (57).
Cammino più lineare, invece,
per Novara (55) e Perugia
(53). L’Entella è anche la for­
mazione che ha segnato di più
(63 gol, davanti al Bari con 55 e
Salernitana con 54), lo Spezia
quella con la miglior difesa (ap­
pena 30 reti incassate). Il flop è
dell’Avellino, che ha conquista­
to appena 39 punti, perdendo
la metà delle partite giocate
(21, soltanto 9 le vittorie) e se­
gnando meno di tutti (33 reti).
In fondo alla classifica anche
Pro Vercelli e Brescia (46 pun­
ti) e Latina (47, con il record di
pareggi: 23), ma il sul bilancio
non entusiasmante dei brescia­
ni (66 gol incassati) pesano gli
appena 19 punti fatti con Bo­
scaglia nel ritorno. L’Ascoli è la
squadra che ha segnato più ri­
gori (8), la Pro Vercelli quella

Benevento: arriva Eramo
Il Frosinone va su Mokulu
Djuric da Cesena al Bristol
 Il primo botto del 2017 porta la firma del
Benevento che ingaggia il centrocampista
Eramo (contratto sino al 2019) dalla Sampdoria.
Il Frosinone è pronto a rispondere con la punta
Mokulu dall’Avellino, squadra che è a un passo
dal terzino Laverone dalla Salernitana. Molto
attivo il Vicenza: la prima scelta per il
centrocampo resta Gucher (Frosinone), con
Pulzetti (Spezia) alternativa; davanti può
tornare Ebagua (ora alla Pro Vercelli). Il
Brescia, che dopo il grave infortunio di Somma
e il ritorno a Udine di Bubnjic, anche lui
infortunato, deve sistemare la difesa e punta in
particolare su Krajnc (Sampdoria) e Jakimovski
(Benevento). Pisa e Bari vogliono il regista
Vacca (Foggia). Il Perugia ha chiesto
Scozzarella al Trapani. Il Cesena ha ceduto
l’attaccante Djuric agli inglesi del Bristol City
per 2 milioni di euro. In Lega Pro il Bassano
prende il centrale Trainotti (ex Mantova).
Pederzoli (Venezia) verso Padova. Il Venezia ci
prova per Mancuso (Samb). Caccavallo e
Schiavi (Salernitana) nel mirino del Parma.
L’Arezzo prende Cenetti (Bassano). La Viterbese
vicina a Falcone (Reggiana). Emmausso (Genoa)
va al Taranto. A Cosenza De Angelis per ora
resta in panchina e c’è Valoti in arrivo come d.s.
Nicolò Schira

BRESCIA

Somma, un altro crac:
la stagione è già finita
Giudice: 10 squalificati
più fallosa (693), la Salernita­
na la più cattiva (16 rossi).
GIOCATORI In due occupano il
trono del gol: Daniele Cacia
dell’Ascoli e Francesco Caputo
dell’Entella, entrambi con 20
gol (poi c’è Coda della Salerni­
tana con 19). Cacia, tra l’altro,
è anche il giocatore che ha se­
gnato più rigori (7) ed è a quo­
ta 126 reti in B, a ­4 da Costan­
zo e ­9 da Schwoch tra i bom­
ber di sempre tra i cadetti. Tra
gli attaccanti bene anche Ciano
(Cesena, 15) e Ceravolo (Ter­
nana­Benevento, 14). Ma se
pensiamo che Pazzini ne ha se­
gnati 16 soltanto da settembre
a dicembre... Chichizola, por­
tiere dello Spezia, anche nel
2016 è il giocatore con più pre­
senze (42, come Rosina che le
ha divise tra Bari e Salernita­
na), mentre Nicolas, numero
uno prima del Trapani e ora del

Da sinistra il
portiere dello
Spezia,
Leandro
Chichizola,
26 anni, e
Francesco
Caputo,
29 anni,
attaccante
dell’Entella
LAPRESSE

Verona, è quello che ha vinto di
più (24 partite), davanti al suo
ex compagno Scognamiglio
(ora al Novara) e al suo compa­
gno attuale Fossati (era al Ca­
gliari) con 21. Gli avellinesi Ca­
staldo e Gonzales (ex Ternana)
sono coloro che hanno perso
più partite (18 volte), Minelli
del Brescia è il portiere più per­
forato (62 volte, davanti a Ter­
racciano della Salernitana con
57 e a Lanni dell’Ascoli con 54).
I più cattivi sono Martinelli del
Brescia (4 espulsioni) e Zanon
della Ternana (18 ammonizio­
ni). I giocatori più sostituiti so­
no stati Gianluca Sansone (Ba­
ri e Novara) e Leonardo Moro­
sini (Brescia): 21 volte, una in
più di Ciano (Cesena), mentre
Camara (prima a Modena, poi
a Brescia) quello che è entrato
più volte dalla panchina (20).
(dati statistici Tetr4ctis)

20

 I gol segnati da Caputo
(Entella) e Cacia (Ascoli):
nessuno ne ha fatti di più.
Cacia ha anche il primato
di rigori trasformati: 7

66

 I gol subiti dal Brescia
guidato da Boscaglia la scorsa
stagione e da Brocchi in quella
attuale. Il portiere Minelli
ne ha incassati ben 62

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LEGA PRO-PROTAGONISTI

Pordenone da vertigini: 84 punti
1I friulani hanno una media punti inferiore solo a Juve e Roma. Cellini e Brighenti i più prolifici
Gattuso, poi promosso), men­
tre in questa stagione nel giro­
ne B sta riuscendo a tenere te­
sta a squadre blasonate come
Venezia (che la precede in clas­
sifica di un solo punto) e Par­
ma (che insegue a ­2).

Lorenzo Grossi

P

ordenone caput mundi.
O quasi. Il bilancio 2016
della Lega Pro – stilato
considerando, per uniformità,
soltanto delle squadre e i gio­
catori che non hanno cambiato
campionato, e senza playoff e
playout – regala un dato sor­
prendente: il Pordenone, con
84 punti in 39 gare disputate
nell’anno solare, non soltanto è
la regina incontrastata della
terza divisione italiana, ma la
sua media punti di 2,15 è di po­
co inferiore a quella delle pri­
me della classe della Serie A.
Soltanto Juventus (2,63) e Ro­
ma (2,21), infatti, sono riuscite
a fare meglio della formazione
neroverde tra i professionisti in
Italia.
AMBIZIONI Questa marcia in­
diavolata ha permesso alla
squadra friulana allenata da
Tedino di giocare i playoff la
scorsa stagione (è stata elimi­
nata in semifinale dal Pisa di

MERCATO DI B E LEGA PRO

SQUADRE AL TOP Oltre ad ave­
re portato a casa più punti nel
2016 (45 in casa e 39 in trasfer­
ta), il Pordenone è anche la
squadra che è riuscita a vincere
più partite: 26, egualmente di­
stribuite tra casa e trasferta, al­
le quali vanno aggiunti 6 pa­
reggi (tutti conquistati nel pro­
prio stadio). Alle spalle della
squadra di Tedino ci sono il
Lecce con 77 punti (21 vitto­
rie), Alessandria (22) e Cremo­
nese (23) con 76, il Foggia con
75 (21). Il Matera ha segnato
più reti di tutti: 77, contro le 72
del Foggia, le 70 del Pordenone
e le 67 di Cremonese e Lecce.

Andrea Brighenti, 29 anni, Cremonese LIVERANI

I PROTAGONISTI I capocanno­
nieri ex aequo del 2016, con 20
gol, sono Marco Cellini e An­
drea Brighenti: il primo li ha

segnati con le maglie di Spal e
Livorno, il secondo tutti con la
Cremonese. Poi con 19 c’è Alti­
nier del Padova, con 18 Catura­
no del Lecce, con 17 Bocalon
dell’Alessandria e Arma (Reg­
giana­Pordenone); l’attaccan­
te marocchino è anche il gioca­
tore che ha trasformato più ri­
gori (9). Il portiere più trafitto
è Gragnaniello (Casertana­
Melfi): ha incassato 57 gol. Il
più cattivo è Signorini (Rimini­
Fondi), che è stato ammonito
17 volte, seguito a ruota da Biz­
zotto del Bassano (16) e Vacca
del Foggia (15). Tomei e Stefa­
ni del Pordenone hanno vinto
più partite di tutti (26), vice­
versa Ghidotti del Prato è quel­
lo che ne ha perse di più (22). È
ovviamente di due portieri il
primato dei minuti giocati: Pe­
rilli della Reggiana e Ravaglia
della Cremonese (3510). Il gio­
catore più sostituito è Altinier
del Padova (24 volte), mentre è
entrato per più volte dalla pan­
china Sparacello (Padova­
Südtirol, 28 volte).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 BRESCIA (v.c.) Stagione finita per Somma,
che a Trapani si è rotto il legamento anteriore
del ginocchio sinistro (un anno fa toccò al
ginocchio destro). Sarà operato a Villa Stuart
nei primi giorni della prossima settimana.
 GIUDICE SPORTIVO Squalificati per una
giornata Crivello e Kragl (Frosinone), Martinelli
(Brescia), Pulzetti (Spezia), Zanon (Ternana),
Fossati (Verona), Longhi (Pisa), Perrotta
(Avellino), Rizzo (Vicenza), Tonucci (Bari).
 LA SITUAZIONE La classifica di B alla fine del
girone di andata: Verona p. 41; Frosinone 38;
Benevento (-1) e Spal 36; Cittadella 34; Carpi 32;
Perugia 30; Entella e Bari 29; Spezia e Novara
28; Ascoli e Brescia 27; Vicenza 25; Salernitana
e Pro Vercelli 24; Latina 23; Cesena 22; Pisa e
Avellino 21; Ternana 20; Trapani 13. Si tornerà in
campo con il seguente programma. Sabato 21
ore 15: Brescia-Avellino (1-1), Carpi-Vicenza (20), Cittadella-Bari (2-1), Entella-Frosinone (0-2),
Latina-Verona (1-4), Pisa-Ternana (0-1), SpalBenevento (0-2) e Trapani-Novara (2-2);
domenica 22 ore 15 Ascoli-Pro Vercelli (1-1), ore
17.30 Salernitana-Spezia (1-1); lunedì 23 ore
20.30 Perugia-Cesena (1-1).

LA SITUAZIONE
L’Alessandria resta in fuga: +5
Rimonta Parma: -3 dal Venezia
Terzetto in vetta nel girone C
 Il campionato di Lega Pro è fermo per le festività e
riprenderà il 21 e 22 gennaio col seguente programma:

GIRONE A Alessandria p. 50; Cremonese 45; Livorno
42; Arezzo 39; Lucchese (-1) e Renate 32; Giana,
Viterbese e Piacenza 30; Siena e Como 29; Olbia 28;
Pistoiese 25; Carrarese 22; Tuttocuoio 21; Pontedera 20;
Pro Piacenza 19; Lupa Roma 18; Prato 13; Racing Club 12.
Domenica 22 ore 14.30 Olbia-Pontedera (0-0) e
Pistoiese-Prato (2-2); ore 16.30 Carrarese-Livorno (0-1),
Cremonese-Pro Piacenza (3-2), Siena-Arezzo (1-2) e
Tuttocuoio-Lupa Roma (2-1); ore 20.30 AlessandriaLucchese (1-0), Como-Giana (3-1), Piacenza-Renate (1-1) e
Racing Club-Viterbese (1-3).
GIRONE B Venezia p. 42; Pordenone 41; Padova e
Parma 39; Reggiana 37; Gubbio 35; Bassano 33;
Sambenedettese 31; Feralpi Salò 29; Santarcangelo 27;
AlbinoLeffe 26; Maceratese (-3) 24; Südtirol e Ancona
23; Lumezzane 22; Teramo, Modena e Forlì 19; Mantova
18; Fano 16. Domenica ore 14.30 Bassano-Ancona (2-1),
Fano-AlbinoLeffe (1-1), Gubbio-Lumezzane (1-0), ParmaSantarcangelo (0-0) e Teramo-Pordenone (1-3); ore
18.30 Feralpi Salò-Südtirol (2-1), Forlì-Padova (0-2),
Maceratese-Modena (0-0), Mantova-Sambenedettese
(3-1) e Reggiana-Venezia (1-1).
GIRONE C Matera, Juve Stabia e Lecce p. 43; Foggia 41;
Cosenza e Francavilla 33; Fondi (-1) e Fidelis Andria 29;
Catania (-7) 28; Siracusa 27; Casertana (-2) e Monopoli
26; Paganese 23; Messina 21; Akragas 20; Taranto 19;
Reggina 18; Catanzaro e Melfi (-1) 17; Vibonese 15.
Sabato 21 ore 14.30 Fondi-Catania (1-1), FrancavillaMessina (1-1), Siracusa-Taranto (0-0); ore 16.30 LecceMelfi (3-1), Reggina-Akragas (2-2), Vibonese-Foggia (0-3);
ore 18.30 Cosenza-Matera (2-3); ore 20.30 CasertanaPaganese (1-0), Juve Stabia-Monopoli (1-0); lunedì 23
ore 20.45 Fidelis Andria-Catanzaro (0-3, Rai Sport).