You are on page 1of 8

Dicembre 2016 -VI settimana

L. Seta
18 dicembre 2016

Integrazione

1.1

Lintegrale indefinito

Lintegrale indefinito e lantiderivazione (libro di testo par 6.1).


Primitiva di una funzione f (x). Ovvero F (x) una primitiva di f (x) se F 0 (x) = f (x).
Tutte le primitive di una stessa funzione differiscono per una costante arbitraria. Ovvero
se F (x) una primitiva di f (x) allora tutte le altre primitive si possono scrivere come
F (x) + C, con C una costante.
Integrale indefinito la famiglia di tutte le primitive di una funzione data f (x), e si indica
con il simbolo:
Z
f (x) dx.
Valgono le seguenti
Z
d
f (x) dx = f (x);

dx
Z

F 0 (x) dx = F (x) + C.
Funzione integranda e la funzione f (x), ovvero la funzione di cui si cerca la primitiva.
Variabile dintegrazione e la variabile che appare nel differenziale dx.
Alcuni integrali elementari.
Linearit. Lintegrale definito gode della propriet seguente, detta di linearit:
Z

Z
(af (x) + bg(x)) dx = a

Z
f (x) dx + b

g(x) dx.

1.2

Integrale definito

Lintegrale definito ha a che fare con il calcolo dellarea determinata dal grafico di una funzione
(libro di testo par. 6.2 e 6.3).
Z b
f (x) dx?
Cosa significa
a
b

Z
Attenzione allordine degli estremi dintegrazione!

Z
f (x) dx =

f (x) dx
b

Attenzione al segno della funzione integranda! Se f (x) < 0 e a < b allora


b

f (x) dx = AREA
a
t

Z
La funzione integrale F (t) =

f (x) dx.
a

La variazione della funzione integrale:


Z
Integrale definito e primitiva:

d
F (t) = f (t).
dt

f (x) dx = F (b) F (a).


a

Propriet dellintegrale definito:


Z a
f (x) dx = 0;
Area nulla
a
b

Z
Ordine degli estremi dintegrazione

Z
f (x) dx =

a
b

Z
Costante moltiplicativa
Composizione di aree

f (x) dx;
b

f (x) dx;

f (x) dx =
a

f (x) dx =
a

Z
f (x) dx +

f (x) dx.
c

Integrabilit delle funzioni continue


Integrale di Riemann

1.3

Applicazioni economiche

Confrontare il libro di testo paragrafo 6.4. In particolare il par. 6.4.4 Surplus del consumatore
e del produttore.

1.4

Principali tecniche di integrazione

Decomposizione in somma:
Z
Z
Z
f (x) + g(x) dx = f (x) dx + g(x) dx.
Si usa in particolare, ma non solo, per i seguenti integrali (una volta applicate le formule
che fanno passare dal prodotto alla somma, vedi sotto):
2

sin(x) sin(y) dx con e costanti;

cos(x) cos(y) dx con e costanti;

sin(x) cos(y) dx con e costanti;

sinn (x) cosm (y) dx con e costanti ed n ed m non entrambi pari;

Integrazione per sostituzione. Alcuni integrali immediati:


Z
1
f (x)+1 + C con 6= 1;

f (x) f 0 (x) dx =
+1
Z 0
f (x)

dx = log |f (x)| + C;
f (x)
Z

ef (x) f 0 (x) dx = ef (x) + C;


Z

cos f (x)f 0 (x) dx = sin f (x) + C;


Z

sin f (x)f 0 (x) dx = cos f (x) + C;


Z
f 0 (x)

dx = arctan f (x) + C;
1 + f (x)2

La prossima settimana

La settimana sar dedicata a completare lo studio dellintegrazione e allintroduzione delle funzioni


di pi variabili (in parentesi i paragrafi corrispondenti sul libro di testo).
Integrazione per parti (par. 6.5);
Integrazione funzione razionali;
Funzione di due variabili (8.1; 8.2; 8.3);
Problemi di ottimizzazione libera (10.1; 10.2; 10.3);
Ottimizzazione vincolata (11.1; 11.2).

Suggerimenti, consigli
Studiare gli esempi economici del libro. In particolare, paragrafo 6.4.4 ed esempio 6.12.
Ripetere le principali formule trigonometriche
Identit fondamentali

sin2 x + cos2 x = 1
1 + tan2 x = sec2 x
1 + cot2 x = csc2 x

Somma e differenza di angoli

sin(x + y) = sin x cos y + cos x sin y


sin(x y) = sin x cos y cos x sin y
cos(x + y) = cos x cos y sin x sin y
cos(x y) = cos x cos y + sin x sin y
tan x + tan y
tan(x + y) =
1 tan x tan y
tan x tan y
tan(x y) =
1 + tan x tan y
Duplicazione

sin(2x) = 2 sin x cos x


cos(2x) = cos2 x sin2 x
= 2 cos2 x 1
= 1 2 sin2 x
2 tan x
tan(2x) =
1 tan2 x
Dimezzamento

r
x
1 cos x
sin =
2
2
r
x
1 + cos x
cos =
2
2
x
1 cos x
tan =
2
sin x
sin x
=
1 + cos x
Riduzione delle potenze
1 cos 2x
2
1 + cos 2x
2
cos x =
2
1 cos 2x
2
tan x =
1 + cos 2x
sin2 x =

Da prodotto a somma

sin x sin y =
cos x cos y =
sin x cos y =
tan x tan y =
tan x cot y =


1
cos(x y) cos(x + y)
2

1
cos(x y) + cos(x + y)
2

1
sin(x + y) + sin(x y)
2
tan x + tan y
cot x + cot y
tan x + cot y
cot x + tan y

Da somma a prodotto

sin x + sin y = 2 sin

x + y 

sin x sin y = 2 cos


cos x + cos y
cos x cos y
tan x + tan y
tan x tan y

2 
x +
y

cos

x y 
2 
x
y

sin
2
2 
x + y 
x
y
= 2 cos
cos
 x2 y 
 x2 + y 
sin
= 2 sin
2
2
sin(x + y)
=
cos x cos y
sin(x y)
=
cos x cos y

Pu essere utile conoscere le funzioni iperboliche (combinazioni di funzioni esponenziali)


cos definite:
cosh x =

ex + ex
,
2

tanh x =

sinh x =

ex ex
2

sinh x
ex ex
= x
cosh x
e + ex

Ecco alcune formule utili:


cosh2 x sinh2 x = 1;
sinh(x y) = sinh x cosh y cosh x sinh y;
cosh(x y) = cosh x cosh y sinh x sinh y;
tanh x tanh y
tanh(x y) =
;
1 tanh x tanh y
sinh 2x = 2 sinh x cosh x;
cosh 2x = cosh2 x + sinh2 x;
cosh 2x + 1
cosh2 x =
;
2
5

sinh2 x =

cosh 2x 1
.
2

Funzioni iperboliche inverse Si introducono le funzione inverse delle funzioni iperboliche.


La funzione inversa del sinh(x) si indica in vari modi: sinh1 (x) oppure arcsinh (x), e ancora
settsinh (x), detta settore seno iperbolico. In modo analogo per le altre funzioni iperboliche.
Inoltre valgono le seguenti:



sinh1 (x) = log x + x2 + 1 ;





cosh1 (x) = log x + x2 1 ;




1
1+x
1
tanh (x) = log
;
2
1x
Le derivate di queste funzioni sono date da:
Dx (sinh x) = cosh x
Dx (cosh x) = sinh x
1
Dx (tanh x) =
cosh2 x
1
Dx (sinh1 x) =
x2 + 1
1
Dx (cosh1 x) =
se cosh1 x > 0
2
x 1
1
Dx (cosh1 x) =
se cosh1 x < 0
2
x 1
1
Dx (tanh1 x) =
1 x2
Luso di queste funzioni risulta utile per la soluzione di alcuni integrali irrazionali:
Z



dx
1
2

= sinh x + C = log x + x + 1 + C
x2 + 1
Z



dx

= cosh1 x + C = log x + x2 1 + C
x2 1

Z
1
2 + 1 + x x2 + 1
2+1
log
x
+
x
sinh
x
+
x
x

x2 + 1 dx =
+C =
+C
2
2

Z
1
2 1 + x x2 1
21

log
x
+
x

cosh
x
+
x
x

x2 1 dx =
+C =
+C
2
2


Z
1 + x
dx
1
1
+C

= tanh x + C = log
1 x2
2
1 x

Esercitiamoci

Esercizio 1. Risolviamo i seguenti integrali indefiniti immediati (semplice sostituzione della variabile dintegrazione):

1
dx
a)
(2 + 5x)3
Z
1
c)
dx
x log(x)
Z
x3
e)
dx
1 + x8

b)

1 + 2x dx

log(x)
dx
x
Z
dx

f)
x (1 + x)

d)

Esercizio 2. Risolviamo i seguenti esercizi utilizzando la decomposizione in somme:


e2x
x
dx
e 1
Z 2
x a2
d)
dx
x
Z 3
x +x+1
f)
dx
x2 + 1

dx

a)
x+1+ x1
Z
1
c)
dx
1 + e2x
Z

e)
4x4 + 3x2 + 5x dx

b)

Esercizio 3. Risolviamo i seguenti integrali indefiniti utilizzando la trasformazione trigonometriche:


Z
Z
a)
sin(2x) cos(x) dx
b)
sin2 (x) cos3 (x) dx
Z
Z
1
dx
c)
cos(x) sin(3x) dx
d)
tan2 (x)

Esercizio 4. Provare a risolvere i seguenti integrali indefiniti utilizzando la sostituzione x = sin(t)


e dx = cos(t) dt:
a)

Z
1

x2

dx

b)

1
dx
1 x2

Esercizio 5. Risolviamo i seguenti integrali indefiniti:


Z
a)

dx
4
2x + 1

b)

Z
cos(ax) dx

c)
Z
e)

Z
d)

3xex dx
1
dx
1 + cos(x + a)

1
dx
2
3x + 2

f)

sin(3x) sin(2x) dx

Esercizio 6. Data la funzione definita nellintervallo [0, 1] da:


(
0, se x (0, 1]
f (x) =
5, se x = 0
Verifica che f (x) la funzione ha integrale nullo in [0, 1].
Esercizio 7. Calcoliamo lintegrale:
Z

sin2 x dx.

Esercizio 8. Considerato il risultato dellesercizio precedente, e ricordando il significato geometrico dellintegrale definito verifichiamo che:
Z

sin x dx =
0

cos2 x dx = .