You are on page 1of 3

Il

problematicismo pedagogico

E’ un paradigma sviluppatosi all’interno della
pedagogia, si tratta di un modello interpretativo dei
processi educativi rivolto alla teoria e alla pratica
educativa.
Questo paradigma riflette sulla realtà educativa
utilizzando più approcci:

- Trascendentale: Ha lo scopo di valorizzare le
polarità delle antinomie caratterizzanti l’esperienza
educativa (io-mondo; natura-cultura; individualità-
socialità).

- Dialettico: Volto ad assicurare il dialogo tra gli
assunti religiosi e laici, chiusi entrambi nelle loro
verità assolute e normative, respingendo entrambi
gli assunti a priori.

- Fenomenologico: Mira a sottolineare la
complessità dell’esperienza educativa
valorizzando tutte le sue dimensioni (cognitiva,
affettiva, sociale, psicologica)

Quindi il problematicismo delinea un modello di
razionalità critica muovendosi su un doppio
binario:

- Metodologico: che conduce al superamento
delle prospettive unilaterali caratteristiche della
pedagogia dell’800.

- Epistemologico*: Cerca di indicare la via
educativa tramite due idee

1. Idea Trascendentale: riconosce la natura
antinomica della vita educativa ma riconosce la
sua parzialità, in quanto tende a compiere scelte in
entrambi i poli, garantendo in questo modo vitalità
formativa a entrambi.
Coglie l’universalità dell’esperienza, specie in
ambito pratico.

2. Idea del possibile: si basa sull’aderenza
alla realtà, che significa legare passato-presente-
futuro in modo da considerare le situazioni in
maniera critica traendo le giuste indicazioni per
evitare possibili errori.

La ragione deve trovarsi nelle condizioni non solo
di comprendere il mondo, ma di trasformarlo in
modo che individualità e socialità possano
svilupparsi armonicamente.

*L’epistemologia è quella branca della filosofia che
si occupa delle condizioni sotto le quali si può
avere conoscenza scientifica e dei metodi per
raggiungere tale conoscenza.