You are on page 1of 2

Studio dell'icona del Cristo Pantocratore di Rostov (primo terzo del XVI° secolo

)

CRISTO PANTOCRATORE DI ROSTOV

Immagine centrale della Deesis proveniente dalla Chiesa del villaggio Gumenets (primo terzo del XVI°
secolo) conservata nel Museo-comprensorio di Rostov.

Iconografìa caratterizzata da: proporzioni allungate, disegno rigoroso e nitido, tonalità più
corpose ed intense nella pittura dell'incarnato, bagliori freddi delle lumeggiature sul manto.
Il volto del Cristo richiama un certo senso di immaterialità, trascendenza e distacco ascetico.

© 2013 - Studio a cura di Rosella Crespi Pagina 1

bianco Pigmenti usati:  ROSSO: rosso ercolano.Studio a cura di Rosella Crespi Pagina 2 .  BIANCO: bianco zinco. VOLTO E MANI Campitura: giallo.  GIALLO: ocra gialla.poco giallo 2) verde + bianco + poco blu CHITONE (VESTE) Campitura: Velatura di giallo Velatura di rosso + poco blu (ripetere più volte) Grafia: rosso + poco blu + poco nero Schiarimenti: 1) più scuro della base: rosso -i.  BLU: blu oltremare.bianco CLAVO Campitura: giallo + rosso Grafia: campitura + rosso ROTOLO Campitura: giallo + verde + bianco + poco nero schiarimento : bianco CAPELLI. bianco titanio © 2013 .+ poco blu -i. rosso SFONDO giallo.  NERO: nero avorio.  VERDE: terra verde.blu (colore diluito. Studio dell'icona del Cristo Pantocratore di Rostov (primo terzo del XVI° secolo) SCHEDA DEI COLORI HIMATION (MANTO) Campitura: Velatura di giallo Velatura di verde + nero (ripetere più volte) Grafia: verde + nero Ombreggiatura: grafia diluita Schiarimenti: 1) verde + bianco. verde. come un ombreggiatura) 2) rosso + blu -i.