You are on page 1of 19

LA

CLASSIFICAZIONE
DELLE ROCCE E IL
CICLO
LITOGENETICO
oI minerali si aggregano tra loro secondo 3 principali
processi litogenetici.
Il processo magmatico: caratterizzato dalla presenza del magma, massa fusa,
incandescente, che si trova in condizioni di pressione estremamente varibili nella
crosta terrestre o nel manto esterno. Porta alla formazione di rocce magmatiche o
ignee.
Il processo sedimentario: avviene attraverso lalterazione o lerosione dei materiali
rocciosi a causa degli agenti esogeni (acqua, vento, ghiaccio) che, in questo modo,
formano dei detriti che successivamente si riaccumulano diventando rocce
sedimentarie. un processo che ha luogo solo ad una certa profondit della crosta
terrestre poich necessita di temperature comprese tra gli 0 e i 150C e di bassa
pressione.
Il processo metamorfico: prevede la trasformazione di rocce preesistenti
(magmatiche, sedimentarie) in rocce metamorfiche. Ci avviene quando il
materiale roccioso sottoposto a condizioni di pressione e/o temperatura diverse
da quelle esistenti nel momento della sua formazione.
oLa roccia viene generalmente definita
come un agglomerato naturale di
minerali.
Ci sono 2 tipi di rocce:
Le rocce OMOGENEE: costituite da un solo
minerale.
Le rocce ETEROGENEE: formate
dallaggregazione di pi minerali differenti tra
loro.
Le Rocce Magmatiche
o Si dividono in 2 GRUPPI:
Le rocce Intrusive: derivano da magmi solidificatisi negli strati pi profondi
e, quindi, con un lento raffreddamento ed in condizioni di elevata
pressione dovuta alle rocce soprastanti. In queste rocce avviene una
cristallizzazione totale del fuso che porta alla formazione di cristalli di
notevoli dimensioni, spesso visibili ad occhio nudo.
Le rocce effusive: si formano quando il magma arriva a traboccare in
superficie, passando cos da una temperatura di circa 1000C alla
temperatura ambiente e venendo sottoposto a un notevole
abbassamento di pressione. un processo che avviene molto rapidamente
e pertanto la cristallizzazione avviene solo in piccola parte allinterno della
roccia mentre allesterno molto spesso non vi la presenza di cristalli
(sostanza amorfa).
Le Rocce Magmatiche si dividono
in 4 famiglie fondamentali a
seconda del tipo di magma che le
compone.
oRocce sialiche o acide: alcuni magmi, detti sialici sono molto ricchi di silice e
di alluminio per cui le rocce da essi originate presentano evidenti cristalli di
quarzo( SiO2 ) ed alluminosilicati. La silice totale supera il 65 % della massa. Il
colore delle rocce in genere chiaro.

Esempio di roccia acida intrusiva:


Granito

Corrispondente estrusivo:
Riolite

Liparite:
Rocce femiche o basiche: originano da fusi, detti femici, che sono meno ricchi
di silice ma con presenza di silicati di calcio, magnesio e ferro. Gli
alluminosilicati sono pochi e la silice totale non supera il 52 % in massa. Il
colore di queste rocce scuro e non si evidenziano, ovviamente, cristalli di
quarzo.
Esempio di roccia basica intrusiva:
Gabbro

Corrispondente estrusivo:
Basalto
Rocce neutre: derivano da magmi nei quali i silicati e gli
alluminosilicati sono in equilibrio. Il contenuto totale di silice
tra il 52 ed il 65 %.

Esempio di roccia neutra intrusiva:


Diorite

Corrispondente estrusivo:
Andesite
Rocce ultrabasiche o ultrafemiche: rocce molto scure formate, per lo pi, da
silicati di magnesio e ferro. La silice totale non supera il
45 % in massa.

Esempio di roccia ultrabasica intrusiva:


Peridotite

Rocce alcaline: ricche di elementi alcalini come il sodio (Na) o


il potassio (K).
Sienite (intrusive)

Trachite (estrusive)
Le Rocce Sedimentarie
o Nascono grazie ai processi di diagenesi che detrminano il
passaggio da sedimenti distinti a rocce sedimentarie vere e
proprie. Un importante processo diagenetico quello della
litificazione, costituita da due fasi:
La compattazione: la restrizione degli spazi compresi tra i
sedimenti , dovuta ai materiali sovrastanti che si
sovrappongono.
La cementificazione: dovuta alle acque che scorrono nei
sedimenti sfruttando la presenza dei pori.
Le Rocce
sedimentarie si
dividono in 3 gruppi
Le Rocce Clastiche:
o Sono formate da frammenti di altre rocce e si
classificano a seconda della dimensione dei clasti
(detriti) che le compongono:
Conglomerati: rocce custituite da clasti maggiori di 2mm,
derivano dalle cementificazione delle ghiaie. Si dividono a
loro volta in:

Brecce: se sono formati da ciottoli spigolosi (spesso detriti caduti dai


versanti montuosi).
Puddinghe: se sono formati da ciottoli arrotondati (detriti trasportati da da
fiumi e torrenti, depositi alluvionali).
Arenarie: sono costituite da clasti di dimensioni
comprese tra i 2mm e gli 0,063 mm. Sono sabbie
cementate che possono essere ricche di granuli di
quarzo o di altra natura. Derivano da sabbie
desertiche, costiere o di bassifondi marini.
Argille: rocce formate da clasti di dimensioni inferiori
a 0.063 mm. Esse sono sabbie che si depositano
prevalentemente sul fondo di grossi laghi.
Marne: rocce che derivano dalla mescolanza di argille
e calcare.
Piroclastiti: formate da depositi di materiali emissi da
esplosioni vulcaniche.
Le Rocce Organogene
o Rocce formate quasi totalmente dallaccumulo
di sostanze legate allattivit organica.
o Si dividono in:
Rocce Bioclastiche: composte da semplici accumuli di
gusci e apparati scheletrici (ammassi di conchiglie).
Rocce Biocostruite: formati da ammassi di organismi
costruttori (coralli marini tropicali).
Depositi organici costituiti dallaccumulo di materia
organica vegetale o animale che, con il tempo, diventano
fonti di carboni e idrocarburi.
Le Rocce Chimiche
Sono quelle rocce che si depongono a causa dei
fenomeni atmosferici come ad esempio la
precipitazione nei bacini acquei di composti chimici
disciolti nellacqua.
Possono essere:
Evaporiti: se si formano per la precipitazione di Sali per
effetto dellevaporazione intensa dellacqua del mare.
Contengono minerali quali calcite, salgemma, gesso e
solfati complessi.
Rocce Residuali: sono accumuli prodotti dalla
degradazione meteorica di rocce ignee e sedimentarie.
Le Rocce Metamorfiche
Si formano attraverso la trasformazione di altre rocce , provocata da
aumenti di temperatura e di pressione (metamorfismo).
Esistono 2 tipi di metamorfismo:
1) Il metamorfismo di contatto: si verifica quando un magma risale la crosta
terrestre provocando combiamenti nella composizione mineraria delle rocce con
cui entra in contatto. caratterizzato da alte temperature e basse pressioni.
2) Il metamorfismo regionale: causato dai movimenti della crosta terrestre che
fanno sprofondare le masse rocciose in superficie, sottoponendole a forti
pressioni. Le rocce che derivano da questo processo presentano una tipica
scistosit cio, la capicit di sfaldarsi secondo piani paralleli.

GRADI DI METAFORMISMO:
Basso quando prevale lazione della pressione.
Medio quando c unazione combinata di pressione e temperatura.
Alto quando prevale linflenza esercitata dalla temperatura.
Classificazione Delle Rocce
Metamorfiche
Le Filladi: derivano da una metamorfismo di basso grado di
rocce argillose. Sono formate da piccoli cristalli di quarzo e
presentano una scistosit elevata.
I Micascisti: la loro formazione dovuta al metamorfismo
regionale di grado medio ed alto di rocce argillose.
Presentano alternazioni di strati cristallini di quarzo e
miche.
Gli Gneiss: si formano grazie al metamorfismo regionale di
grado medio e alto. Hanno una composizione simile a
quella dei graniti.
Scisti e Glaucofane: sono originate dal metamorfismo a
basso grado di lave basaltiche che avviene in zone poco
profonde della crosta terrestre.
Il Ciclo Litogenetico
o un processo ciclico che rappresenta le
diverse fasi che legano i 3 principali processi
litogenetici.
La prima fase costituita dal processo magmatico, con lintrusione
o leffusione di materiali fusi che emergono in superficie.
La fase successiva prevede il deterioramento delle rocce ignee
effusive grazie allazione degli agenti atmosferici. In questo modo,
attraverso i processi di diagenesi, si formano le rocce sedimentarie.
Infine, le rocce vengono coinvolte nei movimenti della crosta
terrestre a causa del processo metamorfico regionale, fino a
giungere di nuovo nel sottosuolo, dove vengono sottoposte a
fenomeni di fusione che riavviano il ciclo partendo dal processo
magmatico.