You are on page 1of 3

EXPONIAMOCI

Allinizio del corrente anno scolastico ho partecipato al


viaggio di istruzione organizzato dal POLO SCIENTIFICO
TECNOLOGICO di Sulmona e Pratola, con meta lEXPO 2015
di Milano. Abbiamo aderito circa 110 studenti di Pratola e
Sulmona. Gli accompagnatori: professoresse Sarno, Di Fiore
e Moncada per il Liceo e professori dellITIS e dellITG.
A bordo di due comodi pulman siamo partiti alle ore 7.20
dallimbocco dellautostrada a Pratola. Il viaggio stato
reso piacevole dal nostro grande entusiasmo e dalla sosta a
Modena, con visita alla cattedrale romanica mondialmente
rinomata. La sera siamo giunti a Milano alle 20.30 e subito
abbiamo consumato una modesta cena che abbiamo
provveduto ad integrare con delle ottime pizze. La notte,
nellhotel Malpensa stata del tutto insonne, trascorsa tra
scherzi e divertimenti di vario genere.

Alle 7 del secondo giorno tutti in piedi, una colazione


veloce ma nutellosa, e di corsa allEXPO che ci apparso
come una citt nella citt. Lingresso ci ha catapultato nel
padiglione della Coop e di seguito, magnifico e inimitabile il
padiglione italiano. I professori ci hanno diviso in gruppi di
massimo 7 persone. Il mio gruppo ha visitato per primo il
padiglione USA. Lodore della carne statunitense ti stordiva
e ti metteva in azione le papille gustative. Ci siamo subito
gratificati con una bistecca grandissima e succulenta. Lo
stand della Francia si presentava un po disadorno,
sembrava improvvisato. Primeggiavano le baguette.
Ugualmente povero quello olandese, privo di cibi esposti.
Dopo due delusioni siamo entrati in un padiglione
finalmente interessante: quello tedesco. Veramente degno
di nota lapparecchiatura per fare la birra e la grande
variet di wurstel e crauti. Ci siamo soffermati sulla
EXPONIAMOCI

macchina per il riciclo dellacqua, un progetto avveniristico


per la salvaguardia dei beni ambientali. Nel padiglione della
coca cola ci hanno accolto con una bottiglietta di coca cola
a testa e ci hanno accompagnati nel percorso storico di
questa bevanda, notizie veramente interessanti, ma la pi
curiosa che coca cola, dopo ok la seconda parola pi
diffusa nel mondo. Lo stand cinese, colorato e luminoso,
mostrava il loro sistema di riciclaggio del cibo mediante
proiezioni luminosissime e gradevoli allo sguardo. Il
pavimento era costellato di illuminazioni. Eravamo stanchi
di tante bellezze, forse erano gli occhi i pi stanchi e
naturalmente le gambe. Dopo una breve visita al Mc
Donald ci siamo avventurati nel padiglione coreano, un
fantastico percorso nel buio per erudirci sullobesit.
Veramente ci siamo sentiti in colpa per aver mangiato cos
tanto. In un atrio grandissimo con delle comode poltrone ci
siamo riposati per un bel po. Poi abbiamo avuto la
meravigliosa idea di tornare nello stand della coca cola ma
dopo una avventurosa fila di 3 ore abbiamo dovuto
desistere perch era tempo di tornare dai nostri professori.
Alle 20 siamo tornati in albergo e dopo una cena poco
entusiasmante, compensata con ottimi hamburger
comprati allEXPO, di nuovo nelle camere per iniziare
un'altra notte di bagordi.

Lindomani mattina, terzo giorno del viaggio dopo colazione


ci siamo recati a Milano dove ci attendeva la guida per la
visita del Duomo. Il Duomo lo avevo gi visto e posso dire
con sincerit che dopo due notti e due giorni di stanchezza
totale ho ascoltato ben poco la prolusione della guida. Gli
insegnanti ci hanno lasciato un ora di libert per rifocillarci
e fare shopping. Io ho comprato la divisa del Milan. Alle
EXPONIAMOCI

14:30 ci siamo ritrovati con gli insegnati allingresso della


galleria Vittorio Emanuele e alle 15 siamo ripartiti per
lAbruzzo. Il viaggio di ritorno stato meno bello
dellandata perch il pensiero andava sempre alla normale
vita di studio che ci aspettava. Siamo arrivati alle 23:30
alluscita dellautostrada di Pratola. Mi ha fatto piacere
vedere il viso sorridente di mio padre e i sono reso conto
che stare a casa non poi cos male.