You are on page 1of 72

Poste Italiane s.p.a. - Sped. in Abb. Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.

1, comma 1, DCB Firenze 1


Mittente: UISP - Via de’ Vespucci c/o Impianti Sportivi La Trave - 50145 Firenze

Aprile 2005
Anno 2° numero 4
La rivista
dei runners
Podismo e Atletica
€ 2,50
Vivicittà per la pace
S
i è tanto parlato di “effetto Baldini”, ovvero dell’aumento di maratoneti dovuto all’entusiasmante prestazione
di Stefano Baldini alle Olimpiadi di Atene. In realtà il popolo dei maratoneti era già in costante crescita e, fin-
ché i media supporteranno con cronache e immagini le imprese come l’ultima di Alberico Di Cecco alla maratona di
Roma, i numeri non potranno che crescere. Il muro dei diecimila partecipanti, che sembrava fino a poco tempo fa irrag-
giungibile, è stato sfondato proprio nella capitale. I podisti dimostrano di apprezzare le competizioni che offrono l’iscrizione
gratuita come Treviso, e quelle che invece mettono in campo i loro tesori artistici e culturali, come Roma e Firenze. E proprio
nel capoluogo fiorentino il prossimo 10 aprile si correrà il Vivicittà Firenze Half Marathon, manifestazione che ogni anno si
ripete in oltre 40 città italiane e altrettante straniere. Questo evento è un’occasione speciale per correre, riscoprire la propria
città, e regalare con la propria presenza un segno concreto alla volontà di pace nel mondo. Il Vivicittà Firenze Half Marathon
vedrà alla partenza molti dei nostri lettori, e noi saremo lì al loro fianco per catturare con le immagini i loro sorrisi e i loro stati
d’animo. Appuntamento in piazza Santa Croce il 10 aprile quindi, per una giornata di solidarietà, pace e sport per tutti!
La Redazione

La REDAZIONE mette a
disposizione esperti per ri-
Indice
spondere a quesiti su allena-
mento, medicina, infortuni e 4 Nostra inchiesta
sul doping/2 45 L’ASICS Juniores vince
il titolo italiano di cross
alimentazione.

Inviate le vostre domande a:


9


Calendario
delle gare 50 Il tendine di Achille
di Andrea Bini

15 52
Podismo e Atletica: Classifiche di alcune Dieta mediterranea e sport
via de’ Vespucci c/o gare di febbraio e marzo di Roberto Albanesi
Impianti Sportivi La Trave
50145 Firenze
E-mail: podismo@runners.it
37 Claudio Simi insignito
Cavaliere dell’ordine di merito 53

Lettere
in redazione

38 Calendario
Retrorunnig 62 Il riscaldamento pre-gara
di Tiziano Marzotti

Podismo e Atletica 39
La rivista dei runners
Tutto sulle corse a tappe
di Francesco D’Alessandro 63 Parliamo di tendini
di Damiano Fasciano
Mensile Anno 2° n. 4 - aprile 2005

40
Reg. Trib. n°5321 del 6-2-2004
Direttore Responsabile: Ugo Bercigli
Direttore Editoriale: Barbara Bonanno
Risultati
gare nazionali 64 É primavera, dai comincia
a correre di Fulvio Massini

44
Grafica ed impaginazione: Andrea Grassi
Collaboratori: Leonardo Baccini, Andrea Bini, Marco Bonaiuti,
Sergio Califano, Stefano Cappellini, Marco Cecchella, Gianni
Commenti
alle gare 66

Emilio Lunghi, la prima
medaglia olimpica italiana
Cecconi, Marzia Chiocchi, Patrizia Cini, Franco Civai, Lucia- di Gustavo Pallicca
no Facchini, Damiano Fasciano, Luigi Felicetti, Fabio Fiaschi,
Giancarlo Ignudi, Fulvio Massini, Giuliano Menci, Gina Nesti,
Gustavo Pallicca, David Parronchi, Ennio Sarli, Belinda Sori-
ce, Maria Luisa Tognelli, sito internet www.lagalla.it
Per abbonarsi
Fotografie:
Piero Giacomelli, www.lagalla.it, Fabio Marranci Nel mese di aprile sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento per tutto il
Foto di copertina di Piero Giacomelli
2005, 7 numeri (maggio-dicembre 2005) a € 15,00
Classifiche gentilmente fornite
dagli organizzatori delle varie manifestazioni. Versamento c/c 28613503 intestato a UISP Comitato di Firenze specificare
Editore Barbara Bonanno nella causale “Abbonamento Rivista Podismo e Atletica”
Redazione c/o UISP
v. de’ Vespucci c/o Impianti Sportivi La Trave 50145 Firenze
La ricevuta del versamento dovrà essere inviata via fax
cell. 333/1841505 - tel. 055/4286774 al 055/4249936 oppure per posta alla Redazione Podismo e Atletica
Fax 055/4249936
E-mail: runners@aliceposta.it c/o UISP via de’ Vespucci – Impianti Sportivi La Trave – 50145 Firenze
Stampa: Nuova Cesat Coop Firenze - Tiratura:
���������� 2800 copie Abbonamenti spediti il 22-3-2005

Podismo e Atletica - 3
Nostra inchiesta sul doping/2
Doping e prestazioni: sfatiamo un mito
Articolo tratto da “Mente e Maratona” di L. Speciani e P. Trabucchi - Editoriale Sport Italia 2003.
La pubblicazione è consentita per gentile concessione dell’autore e dell’editore.
Luca Speciani potrà eventualmente rispondere alle mail più interessanti ricevute sull’argomento. www.lucaspeciani.it

“I maschi dell’elefante marino sprecano cinque come la ricchezza, l’ammirazione, il potere, la stima vrebbe migliorare fortemente le caratteristiche car-
quintali del loro grasso nella stagione degli accop- degli altri. Ma l’emozione forte legata al primeggia- diovascolari degli individui, capiamo fino in fondo
piamenti, per combattere gli altri maschi. I maschi re continua a prorompere dai geni che i nostri avi ci l’enormità dei risultati di questa ricerca.
di leone sprecano un’enormità di calorie copulando hanno lasciato in eredità. Per arrivare davanti a tutti, E ancora, risulta dall’inchiesta del magistrato Guari-
anche 30 volte al giorno con una femmina, prima nella preistoria avremmo ucciso a colpi di pietra il niello sul doping nel calcio, che un calciatore profes-
che la femmina rimanga gravida. I maschi umani nostro rivale Abele. Oggi ci limitiamo a truccare le sionista (uno qualsiasi, non uno dopato) ha una pro-
sprecano il proprio tempo e le proprie energie per carte assumendo sostanze dopanti o (se ce lo lascia- babilità 35 volte superiore alla media di ammalarsi
raggiungere la laurea, scrivere libri, praticare disci- no fare) tagliando il percorso. Un piccolo - orribile di cancro al fegato o di leucemia. Figuriamoci come
pline sportive, suonare musica jazz e fondare culti - passo avanti. s’impennerebbe questa probabilità ove si potesse li-
religiosi.” Oggi il doping sportivo ha un fatturato mondiale mitare lo studio ai soli calciatori dopati!
Geoffrey Miller di 10 miliardi di Euro, che ha trovato in Italia (nel Naturalmente la distorsione di questo fenomeno si ha

C
2001) spazio per circa 900 milioni di Euro (poco me- in misura maggiore negli sport che più sono condi-
hi è abituato ad appoggiarsi sempre all’ester- no del 10%). Quando c’è da truccare le carte, siamo zionati da ingaggi personali, e che muovono grandi
no per fare fronte alle proprie esigenze, farà sempre in prima fila. somme di denaro. Ma non si creda che sport “poveri”
sicuramente un abbondante uso di integratori Filippo Grassia, presidente del CONI milanese, in un siano molto meno toccati. La tentazione di imbro-
“leciti”. Per costui arriverà un momento nella vita, recente convegno universitario, ha riportato i dati di gliare è dentro ai nostri geni e, per tenerla a freno,
nel quale la sua tendenza sarà esasperata a tal punto un’indagine svolta nei settori giovanili della FIGC c’è poco da far appello ai valori morali di ciascuno.
da desiderare di effettuare un passo in più. Ed ecco (calcio), da cui risulta che il 36,7% degli intervistati O si è in grado di fare “i
che, come per magia, si apriranno per lui le dorate è disposto a ricorrere ai farmaci per migliorare il suo carabinieri” in modo
porte degli “integratori proibiti”, di cui alcuni loschi rendimento sportivo. E addirittura il 48,8% (uno su serio, oppure occorre
figuri mantengono vivo il mercato nei campi di atle- due!) ritiene i farmaci dopanti importanti per vince- rassegnarsi a che i
tica. re. Evviva le nuove leve! nostri figli “si adegui-
La voglia di primeggiare, di essere i più forti e i più Poiché tuttavia non si può fare di ogni erba un fascio, no” e siano costretti
visibili, trae le sue origini dall’evoluzione stessa. Gli è necessario distinguere tra assunzione di sostanze a doparsi (e a morire
uomini primitivi più forti (ma anche più abili, o più diverse lecite o illecite, e tra sostanze utili o inutili. giovani) se vogliono
prestanti e veloci) erano quelli che potevano disporre Fermo restando che, comunque, chi si dopa (poco o fare sport in modo
del maggior numero di donne. La donna concedeva i tanto non cambia la sostanza) sta barando. Sta gio- competitivo.
suoi favori all’individuo che meglio di altri garantiva cando a un gioco al quale partecipa solo lui. La giustificazione che
probabilità di sopravvivenza alla prole, sia per le sue Il premio, ove colui che bara non fosse scoperto, e molti usano - natural-
doti fisiche, che per le sue maggiori capacità di difesa ove facesse uso di sostanze veramente utili (il che mente solo quando colti
e protezione. Da allora gli uomini in grado di distin- non sempre è detto), può essere una maggiore fama o con le mani nel sacco - è
guersi e di meglio competere hanno ottenuto un van- una maggiore ricchezza. Forse anche una maggiore legata all’ignoranza dei
taggio riproduttivo, che ha portato a sviluppare nei capacità di riprodursi, posto che rischi legati all’assunzio-
discendenti (noi) piacere ed emozioni prima n’avesse diffi- ne di queste sostanze. La
positive coltà. colpa è sempre di qualche medico dai canini aguzzi,
connesse al L’altra faccia della o di qualche commerciante senza scrupoli (le cui col-
primeggiare medaglia invece, in pe naturalmente, sono gravi, e non vanno sminuite,
e all’imporsi questo meschino ma vogliamo una volta o l’altra prenderci la nostra
sugli altri. patto faustiano, è responsabilità di individui adulti e dotati di libero
Questa ca- l’altissimo rischio arbitrio?).
ratteristica di mortalità legato È forse possibile che alcuni di questi atleti possano
emotiva non è all’assunzione di dire: “Ma io non lo sapevo...”. Bene, sappiano che
naturalmente stimolatori artifi- nessuno gli crede.
solo umana, ciali della presta- Si dice che i ciclisti che assumevano epo durante Giri
ma è nata mol- zione. d’Italia e Tour de France, dovessero dormire collegati
to prima di noi, A questo propo- ad un cardiofrequenzimetro con allarme incorporato,
ed è comune sia sito è interessan- e con la ciclette a fianco del letto, perché se il sangue
all’elefante ma- te citare alcune fosse diventato troppo denso rischiavano di morire.
rino (parecchio interessanti sta- In caso di allarme dovevano balzare sulla ciclette e
più grande della tistiche. Una per tutte, quella che ha pedalare qualche minuto.
femmina, aven- do lanciato esaminato le percentuali di mortalità per malattie Non mi si venga a dire che costoro non si sono mai
la competizione con gli altri maschi sulle dimensioni cardiovascolari in ciclisti che avevano partecipato a chiesti a che cosa potesse portare tutto ciò. Non rac-
complessive) che al vanesio pavone, la cui “inutile” Giro d’Italia e Tour de France negli anni tra il 1980 contiamoci le barzellette. Non siamo più negli anni
coda ha proprio lo scopo di mostrare alle pavonesse e il 1990. Nei dieci anni successivi, la mortalità per ’50, e chiunque pratichi uno sport in modo competi-
la sua perfetta salute. malattie cardiovascolari aveva un’incidenza dieci tivo può accedere ad un’invidiabile mole di dati e di
Non c’è da stupirsi, dunque, se anche la semplice vo- volte maggiore rispetto alla popolazione media. Dato ricerche, da internet alla più piccola delle biblioteche
glia di primeggiare può esporre in modo forte qual- allucinante se si pensa che la popolazione media non locali. Chi non lo fa oggi, è perché non lo vuole fare,
siasi individuo alla tentazione di cercare scorciatoie è fatta da atleti magri e ben alimentati, sportivi ed e desidera bendarsi gli occhi. Non venga a lamen-
più o meno lecite per diventare il primo della fila. allenati, ma da persone, per l’appunto, medie: obesi, tarsi col mondo quando si troverà sdraiato in un let-
Oggi abbiamo vicariato il puro e semplice scopo sedentari, depressi, ecc. Se inoltre consideriamo che to d’ospedale perforato dalle flebo con le unghie e
riproduttivo con altri obiettivi collaterali connessi, un’attività sportiva aerobica come il ciclismo do- i capelli che cadono per la chemioterapia. Non c’è

4 - Podismo e Atletica
peggior sordo di chi non vuol sentire. molti velocisti che sono stati trovati positivi agli ana- di ossa e cartilagini, tanto preziose in chi corre una
La volontaria cecità sui rischi del doping ricorda un bolizzanti (il caso Ben Johnson, il canadese record- maratona. Un toccasana, dunque. Tra l’altro auto-
po’ quello che accade con il fumo, dove un’impres- man mondiale, fece scalpore), e con essi numerosi prodotto dall’uomo attraverso l’ipofisi, quindi del
sionante quantità di ricerche, dagli anni ’50 ad oggi, pesisti, discoboli o saltatori. È piuttosto evidente, a tutto naturale. Produciamo GH quando serve: dopo
documenta l’effetto cancerogeno e predisponente chiunque abbia un minimo di spirito di osservazione, un intenso allenamento, o nelle prime ore della notte
all’infarto sia del fumo attivo sia di quello passivo. che le masse muscolari gonfiate di alcuni di questi (ovvero quando abbiamo bisogno di riaggiustare tes-
E i pacchetti di sigarette riportano la scritta “Nuoce “uomini record” sono del tutto artificiali (è noto, in- suti danneggiati dalla nostra attività fisica), e invec-
gravemente alla salute”. Ma ancora nel 2002 è facile fatti, che la semplice iperassunzione proteica non fa chiando ne secerniamo sempre in quantità inferiore
vedere genitori che, in auto, accendono spensierati crescere le masse muscolari - l’incremento richiede (con un picco intorno ai 18 anni). Il corpo dunque sa
il loro “piccolo ciuccio”, con un paio di marmocchi uno stimolo!). E non sono neppure naturali gli atteg- quando e quanto produrne. Ma noi, si sa, vogliamo
sul sedile posteriore, minando con il loro egoismo i giamenti da “Tarzan” esibiti sulla linea di partenza, giocare agli apprendisti stregoni, e le lezioni non ci
tessuti polmonari dei loro piccoli. con percussioni del petto, movimenti scattanti e bru- bastano mai. Poiché nel sangue si parla di quantità di
Ricordo una ragazza che lavorava per me fino a qual- schi, mani che battono scimmiescamente sulle cosce, GH da 1 a 5 ng/
che tempo fa, che era convinta che il cancro colpisse occhi spiritati e dilatati. Tali ml (miliardesi-
solo i fumatori che mangiavano contemporaneamen- atteggiamenti, mi di grammo
te anche carne. Poiché lei era vegetariana, fumava che rientrano per millilitro),
come una ciminiera nella beata convinzione di essere alla perfezione sbagliare di un
immune. Alla nostra mente (e alle multinazionali del in un quadro di fattore 10 o 100
tabacco che le diffondono ad arte) basta una piccola overdose ormo- è facilissimo.
scusa, anche di consistenza minima, per tranquil- nale, vanno molto Anzi, dico io:
lizzarci. E a quella scusa, orecchiata chissà dove e al di là di quanto basta sommi-
magari anche non del tutto infondata, ci attacchiamo giustificherebbe nistrarne e si
come se fosse parola divina. una giusta tensio- sbaglia sem-
La morale è semplice: cercare di fare aprire gli occhi ne emotiva legata pre, perché
alle persone è fiato sprecato. Chi ha voglia di capire all’imminente par- le quantità
il significato di quello che sto dicendo, capirà. Chi tenza. corrette il
non ne ha voglia, scorrerà via veloce e dirà tra sé e Gli anabolizzanti, corpo è già
sé: “Ma in fondo lo fanno tutti… il mio allenatore, tra cui il noto e vieta- in grado di
che ci andava pesante negli anni ’60, in fondo è an- tissimo nandrolone, produrle da solo. Con
cora vivo… che sarà mai il sangue un po’ aumentano le masse la somministrazione, infatti, sono in agguato l’acro-
più denso… sono ormoni muscolari e la forza complessiva da esse espri- megalia (ingrossamento osseo abnorme), l’eccessiva
naturali… e poi sono mibile. Non hanno però alcun effetto sulla capacità ritenzione di acqua e sali con formazione di edemi,
sotto controllo medico.” aerobica dell’atleta, e hanno quindi un’importanza la comparsa del diabete, e quel che è peggio, l’in-
Bugie e pinzillacchere in limitatissima per l’incremento delle prestazioni di un fezione del “morbo della mucca pazza” (50 casi di
grado di scavarvi la tom- maratoneta. Basta, infatti, osservare la magrezza dei malattia segnalati, da quando l’ormone era estratto
ba nel pieno della vostra corridori degli altopiani, per capire che il “collo di dal cervello di persone decedute). E se ci limitassimo
vita. bottiglia” per il maratoneta non sta certo nella gran- ad allenarci bene, a dormire di più, e ad ascoltare con
Preso atto dunque che dezza della massa muscolare. In qualche modo pos- fiducia i segnali del nostro corpo?
informare gli atleti dei sono invece influenzare le prestazioni femminili, che Per completare la rassegna delle sostanze ormonali
rischi che corrono, pro- possono trarre vantaggio da una certa “mascolinizza- proibite, non si può non citare l’onnipresente corti-
duce ben pochi risulta- zione” dei loro muscoli. Come dimenticare, infatti, sone. Questo pericoloso ormone corticosurrenale è
ti (e forse lo sponta- le nuotatrici sovietiche o dell’ex DDR “tagliate nel oggi usato, come fosse la panacea per tutti i mali, da
neo allontanamento marmo”, che competevano negli anni ’70 con la no- moltissimi medici, allo scopo di sopprimere la na-
dallo sport competiti- stra Novella Calligaris? Frutto di intensi allenamenti turale reazione corporea di risposta ad uno stimolo
vo da parte di quelli nei freddi mari del Nord? (per esempio allergico). Se il cortisone ha il merito di
- ancora tanti - che I vantaggi legati all’assunzione di anabolizzanti, in aver salvato la vita a pazienti la cui eccessiva rispo-
sono puliti), proviamo ad affrontare il atletica, sono tanto più rilevanti quanto più breve sta allergica (per esempio asmatica) avrebbe potuto
problema sotto un altro punto di vista, con un’affer- e istantanea è la prestazione richiesta. Forse è per essere letale, nella maggior parte dei casi di uso quo-
mazione forte: l’uso di stimoli esterni non consente questo che la maggior parte dei tumori al fegato “so- tidiano è usato (a mio giudizio: irresponsabilmente)
quasi mai di andare veramente più forte. spetti” si riscontrano tra i sollevatori di pesi. I danni per la semplice soppressione di sintomi normalissimi
Se in qualche caso (spesso con notevole bisogno di legati agli steroidi anabolizzanti non riguardano tut- come eczemi, irritazioni, arrossamenti, pelle acneica,
assistenza da parte di medici, allenatori e speciali- tavia solo il fegato, ma anche - come già accennato - raffreddori di tipo allergico, dolori articolari e mille
sti) l’effetto è percepibile, l’unica cosa certa è che in l’apparato cardiovascolare, l’apparato genitale, e più altri tipi di sopportabili sofferenze.
seguito il corpo si riprenderà tutto con gli interessi. in generale, i disturbi del comportamento, con sbalzi Come funzionano i cortisonici? Con un meccani-
Perché non siamo fatti di ingranaggi, che basta oliare d’umore e aumento dell’aggressività. Come sempre, smo molto semplice: spostano l’attenzione del corpo
perché non cigolino più. Abbiamo sofisticatissimi mente e corpo sono in stretta correlazione. verso una reazione cosiddetta di “lotta e fuga”, cioè
sistemi di feed back e di omeostasi, che di fronte ad Quello che va capito è comunque - come giusta- predispongono l’individuo a combattere o a fuggire
una massiccia invasione di una sostanza in eccesso, mente rileva Albanesi - che, doping o non doping, davanti ad un pericolo incombente (tigre feroce o
compensano immediatamente bloccandone (magari) “un ronzino non diventerà mai un purosangue”. Se automobile che sta per investirci). Per fare questo il
la produzione endogena, o trasformandone imme- Ben Johnson correva i 100 in 9”8 da dopato, e in cortisone “disattiva” tutti i meccanismi di controllo
diatamente una parte in sostanze biologicamente 10”1 senza aiuti, questo poteva avere un peso a li- di medio e lungo periodo (per esempio le reazioni al-
inattive. vello mondiale. Ma non avrebbe cambiato nulla ad lergiche che ci segnalano la tossicità - per noi - di una
Avete un’idea di quante “meteore” passano dal mon- un atleta (per esempio) da 11”5 in grado di correre, certa sostanza, oppure le funzioni digestive o, anco-
do dell’atletica, e dopo un anno o due di grandi risul- dopato, in 11”2. In cambio di questo nulla, l’atleta ra, l’eliminazione di cellule potenzialmente cancero-
tati spariscono completamente nel nulla? A tutto c’è in oggetto darà la vita. A qualcuno può sembrare un se), così da avere tutte le risorse rivolte allo scontro
una spiegazione. buon affare? fisico. La pressione sanguigna aumenta, il sangue af-
Avviene così che i culturisti che fanno uso costante Chi invece fa uso di GH (Growth Hormone, o ormo- fluisce ai muscoli, i grassi vengono mobilizzati: tutto
di testosterone esogeno per incrementare la propria ne della crescita, o ancora somatotropina) avrà l’ef- il corpo si rivolge verso la lotta o la fuga.
massa muscolare, si trovino ad avere la produzione fetto “dopante” di sintetizzare più proteine, aumen- Già le normali condizioni di stress che viviamo ci
interna talmente azzerata, che non appena smettono tando l’ossidazione dei grassi e riducendo gli effetti portano ad avere alti livelli di cortisolo quotidiana-
l’assunzione, scoprono di avere i testicoli grandi co- dell’insulina. Interviene inoltre nella costruzione di mente. Immaginiamoci che cosa succede alle nostre
me una nocciola, e livelli ormonali conseguentemen- nuovo tessuto osseo, aumentando l’assorbimento di funzioni di lungo periodo (per esempio la citata eli-
te scarsissimi per lungo tempo. fosforo e calcio a livello intestinale. Con la conse- minazione delle cellule potenzialmente cancerose)
Ma non sono solo i culturisti a fare uso di anabo- guenza complessiva di aumentare la massa magra a quando al cortisolo endogeno andiamo ad aggiun-
lizzanti. Per restare nella pista di atletica, vi sono scapito di quella grassa, e di favorire la resistenza gere buone quantità di cortisonici esterni sotto altre

Podismo e Atletica - 5
forme. Pensare che pubblicizzano in TV prodotti a altre parole la produzione di globuli rossi. Tutti sap- avariati. E oggi il corpo è diventato in grado di rea-
base di cortisone anche contro l’arrossamento delle piamo quale sia l’importanza dei globuli rossi (attivi gire agli stimoli orientando le proprie risposte verso
mani di chi lava i piatti! trasportatori dell’ossigeno nel sangue) per l’atleta una situazione di equilibrio ottimale. Non un equili-
Ecco, dal punto di vista dell’atleta (e questo è il mo- che corra lunghe distanze. Uno dei colli di bottiglia brio statico, ma influenzato dai nostri comportamenti
tivo per cui alcuni cortisonici sono considerati do- della prestazione aerobica, è spesso proprio la capa- (corsa o sedentarietà, cibo sano o impoverito, difese
ping), queste sostanze portano le energie dell’atleta cità dell’organismo di apportare ossigeno e zuccheri naturali stimolate o soppresse), e comunque sempre
(come se fosse sotto un forte stress) a trasferirsi tutte ai muscoli (e naturalmente la capacità di questi ulti- rivolto verso il miglior stato di salute possibile.
verso la parte fisica e muscolare. La reazione di “fu- mi di utilizzarli). Pertanto un incremento dei globuli Davanti ad un improvviso aumento di viscosità del
ga” è così trasformata in una reazione di “corsa più rossi aumenta la possibilità dell’organismo di espri- sangue, il corpo immediatamente attua le sue difese.
veloce”, nelle intenzioni di chi gioca allo stregone. mere energia, condizionando in teoria la prestazio- Aumenta la pressione sanguigna per non fare “ingor-
Inoltre adeguate quantità di cortisonici possono non ne. Il “quanto”, naturalmente, e ancora di più il “per gare” il sangue denso nelle arterie, ma naturalmente
fare sentire sensazioni di dolore muscolare o arti- quanto” è tutto da discutere. Infatti, se il vantaggio deve adattare tutti gli altri “sistemi” ai nuovi livelli
colare (infatti, spesso sono usate le infiltrazioni per offerto, le prime volte, può essere complessivamente pressori. Inoltre deve immediatamente disattivare la
consentire ad atleti infortunati di prendere comunque di qualche secondo al chilometro (il che, come già produzione interna di eritropoietina da rene e fegato
parte a gare importanti). Tuttavia ritengo che per il detto, può forse cambiare qualcosa a livello di top (che vanno incontro così a fenomeni degenerativi), e
maratoneta, assumere sostanze che imitino i suoi runner, ma nulla a livello amatoriale), molti di più ancora contrastare la presenza esogena dell’ormone
ormoni dello stress, sia solo controproducente. La sono invece i rischi legati a questa pratica, purtroppo con l’attivazione di enzimi specifici in grado di eli-
capacità, infatti, di correre velocemente consumando abbastanza diffusa tra i professionisti di alcuni sport minarne il sovrappiù.
buone quantità di grassi, è inversamente proporzio- aerobici. La glicoproteina dell’EPO innalza il livel- È chiaro ed evidente, dunque, che non appena la
nale allo stress percepito. Condizioni più dure (reali lo di globuli rossi nel sangue (ematocrito) rendendo somministrazione di EPO cessa (e prima o poi deve
o percepite mentalmente come tali) possono, infat- quest’ultimo più denso. Valori “normali” possono cessare per non subire i gravi effetti collaterali del-
ti, produrre una corsa temporaneamente più veloce, aggirarsi intorno a 40. Atleti ben allenati tendono ad l’ormone), colui che era un “quasi” top runner si tra-
spostando però l’utilizzo di energia verso il glicoge- avere il sangue più fluido, per effetto del maggior sforma immediatamente nel peggiore dei ronzini. E
no (e non più verso i grassi), con il risultato di far volume plasmatico, e possono avere, pertanto, valo- non va più nemmeno a calci nel sedere. Per due moti-
finire la “benzina” dopo 32-35 km. Punto su cui, co- ri un po’ più bassi (35-38). La maggiore densità del vi: uno di ordine fisico, l’altro di ordine psicologico.
munque, ritorneremo più avanti parlando di tecniche sangue, però, comporta gravi rischi per la salute de- A livello fisico, infatti, per i motivi appena esposti,
di allenamento specifiche. gli atleti. Per fare fronte ad un sangue più “solido” e per un lungo periodo il rene e il fegato avranno dif-
L’incremento prestativo che ci si potrebbe attendere viscoso, infatti, il corpo deve aumentare la pressione ficoltà a secernere le giuste quantità di eritropoietina
su distanze più brevi, resta comunque tutto da dimo- sanguigna. Ove vi siano occlusioni parziali del lume endogena naturale. E quella poca, sarà tendenzial-
strare. delle arterie, la situazione si aggrava con possibili- mente disattivata dal corredo enzimatico sviluppato
Anche per i cortisonici, dunque, il gioco può valere tà di trombi, edemi polmonari, infarti. Ecco perché, in tempi di “abbondanza”. A livello psichico, invece,
la candela? La risposta è sicuramente no. E forse può come già citato, i ciclisti dopati con eritropoietina ci si sarà abituati ad anda-
anche essere opportuno lasciare sullo scaffale della dovevano dormire con la ciclette al fianco, collegati re forte “barando”,
farmacia o del supermercato tutti quei prodotti che ad un cardiofrequenzimetro che faceva suonare la o in altri termini, fa-
tra gli ingredienti indichino, senza un valido motivo, sveglia in caso di pulsazioni troppo basse: senza cendo meno “fatica”
la presenza di cortisonici. quella “sveglia” semplicemente non si sarebbero degli altri.
Prima di finire di spaventarci, occorre ancora esami- alzati da quel letto per sempre. Se qualcuno pensas- Di nuovo a confronto
nare l’effetto delle sostanze proibite stimolanti, come se ancora che può valerne la pena, ci faccia su una con quelli che riusci-
le anfetamine, alcuni alcaloidi (caffeina) e altre, mol- riflessione. vamo a battere un me-
to “di moda” negli anni ’60. Chi non ricorda la tragica Quello che tuttavia dovrebbe scoraggiare anche chi se prima, ci troviamo
fine del ciclista Simpson sul Mont Ventoux, stroncato non è in alcun modo spaventato dagli effetti colla- in difficoltà a tornare
da un attacco cardiaco in pieno Tour de France? Be- terali (come già detto, la mente si autoconvince che nelle retrovie. La pri-
ne. Le anfetamine (usate in modo massiccio per dare anche le nostre peggiori porcherie siano lecite: “In ma volta fingiamo uno
coraggio ed incoscienza ai soldati di leva americani fondo è una sostanza naturale… la usano in medici- stiramento, la seconda
durante la guerra nella giungla del Vietnam) sono na per gli anemici… se non lo faccio io lo faranno diciamo di volere fare
farmaci stimolanti del sistema nervoso centrale. Ge- i miei avversari… sono capace di stare attento… un “test”, la terza avremo
nerano tossicodipendenza e assuefazione, con gravi non è mai mor- to nessuno…”), è il digerito male, e poi, finite
effetti collaterali: aumento della pressione, fatto, indiscutibile, le scuse, possiamo solo
tachicardia, che il “dopo” diven- abbandonare il campo con la tristezza di esserci bru-
insonnia, ta molto più difficile ciati una possibile carriera ricca di soddisfazioni.
allucinazio- del “prima”. Per- Il patto col diavolo non paga mai. Ecco perché atleti
ni, collassi. ché? di indubbio spessore fisico, costretti a non fare uso
L’ e f f e t t o La risposta è sem- di sostanze dopanti a causa degli stretti controlli
dopante è plice: il corpo si effettuati su di loro dopo essere stati colti con “le
legato alla difende da ciò che mani nella marmellata”, hanno regalato prestazioni
doppia azione gli viene imposto penose per lunghi periodi.
di riduzione dall’esterno senza Abbiamo visto (e sofferto) tutti quale sia stato il
della sensazio- che lui ne senta il calvario sportivo di un Pantani, gettato come offer-
ne di fatica e bisogno (ed è sen- ta sacrificale in pasto ai coccodrilli per scuotere un
alla sensazione za dubbio il caso mondo nel quale, veramente, ogni limite dettato dal
di coraggio e di ogni forma di buon senso era stato superato. Quale pena vederlo
invulnerabili- doping: le nostre arrancare, su quelle salite che l’avevano visto trion-
tà che induce. distorsioni men- fatore, dietro a tanti che neppure erano in grado, ai
Effetto peraltro tali cercano la vittoria ad ogni costo, tempi, di fargli da gregari. Da lui non le scuse che
di breve dura- ta, perché ma il corpo non necessariamente concorda). ci saremmo aspettati (“ho sbagliato, mi sono illuso,
- come sempre - i sistemi difensivi e omeostatici del È una gran fortuna che questo avvenga. Senza questa mi hanno abbindolato”), o le denunce chiare di chi
corpo umano riportano presto le cose in pari, obbli- reazione omeostatica saremmo alla totale mercé di l’aveva colpevolmente aiutato, ma invece una tena-
gando chi fa uso di anfetaminici ad aumentare le do- qualunque sostanza farmaceutica (sintetica o natura- ce difesa delle sue posizioni, con ammissioni mini-
si, o addirittura a fare uso di barbiturici (anch’essi in le) con cui il nostro organismo entri in contatto. È il me e silenzi pesanti come macigni.
grado di generare dipendenza) per contrastare effetti vacuo sogno illuminista del dominio sulla natura: tot Roberto Barbi ha invece chiuso la maratona mon-
eccessivi o indesiderati degli stimolanti. Numerosi grammi di x per ottenere una risposta y dal corpo. diale di Edmonton (impossibilitato a continuare a
buoni motivi, insomma, per chiunque, per astenersi Ma il corpo non è matematica, è biologia, è vita. La doparsi a causa del controllo a sorpresa che l’aveva
dal farne un uso anche saltuario. risposta adattativa agli insulti provenienti dal mon- smascherato) con tempi da amatore. Il simpatico
Infine sua maestà l’EPO. L’eritropoietina, lo dice il do esterno ci ha permesso di sopravvivere in questa atleta toscano ci offre però l’occasione per qualche
nome stesso, è l’ormone che stimola l’eritropoiesi, in giungla fatta di piante velenose, germi patogeni, cibi considerazione aggiuntiva.

6 - Podismo e Atletica
Nell’intervista di Daniele Menarini pubblicata su denza a doparsi. Non per giustificare, ma per capire. “Correre” contro coloro che tagliavano il percorso,
“Correre” di Ottobre 2002, Barbi fa delle afferma- E difendersi con cognizione di causa. autoriducendosi i chilometri di una maratona. Se il
zioni che devono farci pensare. Steven Pinker1 spiega come l’esigenza di primeggia- discorso può avere una sua logica nell’ambito delle
Dice l’operaio di cartiera toscano: “Ho comincia- re, di dominare, di mettersi in mostra, sia un’emo- migliaia di amatori non competitivi, non è tuttavia
to con l’EPO stimolato dalle chiacchiere al bar, al zione dal profondo significato adattativo. Come il accettabile da chi investe su se stesso in ottica com-
campo, al negozio di articoli sportivi. Mi chiedono leone o il lupo capo branco, infatti, l’uomo primitivo petitiva (magari chiedendo l’aspettativa sul lavoro, o
quanto ho di ematocrito, e alla mia risposta si met- più forte e robusto era quello che poteva scegliere le rinunciando a promozioni o avanzamenti di carriera,
tono a ridere. Ecco perché perdi sempre, mi dicono, femmine con le quali riprodursi. Dunque noi siamo o sacrificando preziosi tempi familiari o di altro ge-
dove pensi di andare con dei livelli così?” tutti figli suoi: figli del capo branco. Da lui abbiamo nere), e si vede poi superato dal solito furbone che,
Inizia così a doparsi con regolarità, riuscendo ad ereditato l’emozione di essere primi, di essere i più pagando, gli sottrae meriti, fama e incentivi.
allentare i limiti del gravoso lavoro in cartiera che forti. I più profondi recessi della nostra mente “evo- Non si riuscirà mai, forse, a liberare l’atletica com-
non gli consentiva di allenarsi come gli altri. Barbi lutiva” sanno che o si vince, o sarà qualcun altro a pletamente da queste figure. Ognuno però
continua: “Ti chiamano dappertutto, ti offrono ogni riprodursi al posto nostro. E per provare una volta de- ve fare la sua
volta più del tuo stipendio mensile per batterti con ancora quell’emozione siamo parte: la federa-
keniani sempre diversi, che nessuno controlla. Dopo disposti a tutto. zione, i giudici,
è davvero difficile cambiare rotta. Ti trovi costretto Poiché però nei gli organizza-
ad andare sempre più forte, e ti servono soldi per millenni abbia- tori. E se un
andare più forte (in riferimento all’alto costo dei mo imparato a atleta è “chiac-
prodotti proibiti). Poi vitamine, e tutta una serie reindirizzare in chierato” forse
di cose che devi assumere di conseguenza. Senza modo più umano i si dovrebbe
contare le cure per i danni più frequenti: l’insonnia, nostri ciechi istin- usare maggio-
innanzi tutto, ma anche la pubalgia, perché sei por- ti (per esempio re prudenza
tato a spingere al massimo, e la tua carrozzeria, che usando un sistema nell’invitarlo
è quella di sempre, ne risente.” anticoncezionale, a destra e a
Quaranta controlli FIDAL del tutto inutili (svolti se non vogliamo manca of-
solo sulle urine) non rilevano nulla. A Edmonton in- un figlio, anche se frendogli
vece la IAAF fa controlli a sorpresa incrociati urine questo va in direzio- lauti rimbor-
e sangue, e il gioco viene scoperto. Dopo le analisi ne opposta al nostro si. Se non
Barbi afferma: “L’ho vissuta, in qualche modo, come “interesse” biologi- arriviamo a capire
una liberazione, la fine di un incubo”. co), forse possiamo che è premiando l’atleta pulito che s’incentiva la
Ma per lui non finisce qui. anche imparare a non essere schiavi delle pratica sportiva, siamo fuori strada.
Le telefonate degli “ami- nostre insicurezze e paure. Paura di non farcela, pau- John Syer e Christopher Connolly2, consulenti psi-
ci” dopo il fattaccio sono ra di valere poco, paura di essere sconfitti, e di esse- cologici per tre anni della squadra di calcio inglese
per sincerarsi che non re quindi messi in secondo piano davanti al mondo del Tottenham Hotspur, affermano che il cambio di
siano stati fatti nomi, o che ci guarda e giudica. mentalità, la maturazione vera, di un atleta, si ha
per dirgli: “Coglione, se Se un individuo ha sufficiente autostima di sé, credo quando capisce che è necessario spostare il fuoco
me lo chiedevi, t’inse- debba essere solo fiero di non aver gettato il cervello dell’attenzione dall’esterno all’interno di se stessi.
gnavo io come fare!”. alle ortiche, condannandosi ai gravi effetti collatera- Quando finalmente lo sportivo smette di lottare in-
In sostanza un uomo li delle pratiche di doping. È proprio dall’accettazio- cessantemente per ottenere glorie ed onori dal mon-
e un atleta distrutto, ne consapevole dei nostri limiti biologici, che può do esterno (sotto forma di approvazione sociale o di
che sa di essere riu- nascere il coraggio di scegliere un comportamento beni materiali), e sposta definitivamente l’interesse
scito a portare il suo più saggio. verso obiettivi interni: la qualità del gioco, la bel-
personale da 2h14’ a Nella direzione diametralmente opposta si muove lezza del gesto, la fluidità dell’azione. L’automoti-
2h11’ solo mettendo tutto quel variegato mondo di medici e trafficoni vazione che sorge da una tale crescita interiore, non
a rischio la sua salute senza scrupoli che, abbagliando l’atleta di livello richiederà mai l’uso di intrugli e pozioni per estrin-
e la sua integrità, e medio alto con la promessa di una facile fama, di- secarsi, perché è indipendente dal piazzamento o dal
che ora ha anche perso completamen- struggono la sua salute, il suo portafoglio e la sua giudizio esterno.
te credibilità nel mondo della corsa. Perché (come immagine, proponendo scorciatoie il cui unico risul- Chi ha bisogno di doparsi, invece, è sempre un per-
scrive Carl Lewis in un’intervista rilasciata a “Il tato è quello di arricchire chi le propone. dente. Anche quando arriva primo.
Giornale” nel Dicembre 2002) se è vero che agli Non sarà mai troppo tardi per liberare il mondo del- Questi concetti li ho già espressi, ragionando da un
sponsor non interessi se non vinci, è anche vero che l’atletica da questo genere di ciarlatani che sfruttano altro punto di vista, ne “Lo zen e l’arte della corsa”,
quando vieni scoperto con le mani nella marmellata, le debolezze psicologiche di gente che ama la corsa quando sostenevo che il confine tra integrazione e
per gli sponsor sei finito. e l’agonismo, ma che non dispone della sufficiente doping fosse essenzialmente un confine mentale.
Auguriamo naturalmente a tutti coloro per i quali stabilità emotiva per capire dove sta l’imbroglio, e Se chi corre è psicologicamente dipendente da terze
lo sport è, o era, ragione di vita, di poter ripetere chi ne pagherà le conseguenze. sostanze per poter anche solo pensare di scendere in
almeno le loro prestazioni pre doping, dimostrando Sbagliano entrambi, naturalmente: L’uomo “di pista, il risultato sarà comunque drogato, indipen-
di essere ancora ottimi atleti, in grado di restituire, scienza” che si vende, e l’atleta mentalmente fragile dentemente dal tipo e dalla qualità delle sostanze
con la loro fatica, almeno un po’ di quello che hanno che compra, perché - ricordiamolo - nessuno è mai assunte.
ingiustamente tolto ad altri “puliti” (a cui, ricordia- stato “obbligato” a doparsi. Certo, tra i due, il primo La legge faccia il suo corso, e impedisca con con-
molo, hanno sottratto senza merito premi, ingaggi ci sta sicuramente più antipatico. trolli sempre più efficienti che alcuni individui ap-
e onori). Qualcuno è arrivato addirittura a proporre due clas- profittino di briciole di mala scienza per appropriar-
L’unico modo per disintossicarsi sul serio sarebbe sifiche, come avviene in certe specialità del body si di premi ed onori immeritati, mettendo a rischio la
quello di buttare tutto a mare, ricominciando len- building: “naturali” e no. Nell’atletica vedo la cosa loro salute. Noi, runner o amatori, lontani dal podio
tamente da ritmi magari ridicoli (rispetto a prima), impossibile, sia per i danni fisici irreversibili che olimpico, possiamo quasi dimenticarci del proble-
ricostruendo con pazienza e saggezza l’equilibrio ogni forma di doping induce, sia per la naturale re- ma. Se la nostra corsa sarà pulita, e avremo vissuto
distrutto. Augurando a chi ha fatto a lungo uso di pulsione del pubblico verso chi corre al di là delle la gioia di raggiungere un risultato gratificante con
sostanze dopanti, di non andare ad arricchire col suo sue forze con aiuti esterni. In breve tempo le gare le sole nostre forze, avremo vinto comunque.
caso le già pesanti statistiche di settore. “a libero doping” non verrebbero più seguite, né dal Come sempre, sono l’uso distorto della mente e l’at-
La vera disintossicazione, tuttavia, è mentale. Ed è pubblico, né dagli sponsor, e i falchi tornerebbero taccamento ai nostri bisogni (gonfiati) che ci allon-
l’unica in grado di salvarci dalla tentazione costante presto a mascherarsi da allodole nelle competizioni tanano dalla realtà. La realtà è quella della nostra
cui i nostri geni ci hanno condannato. corrette. corsa: quella che facciamo con gioia tutti i giorni
Quest’ultima frase, che fa intendere come il naturale Altri ancora suggeriscono di ignorare il problema, inspirando ed espirando, e muovendo un passo da-
desiderio di primeggiare anche a costo di “barare” perché la corsa è un fatto personale, e la presenza di vanti all’altro.
sia di origine evolutiva, merita forse qualche parola alcuni disonesti non può cambiare il nostro piacere Non c’è altro mezzo che il perfetto equilibrio tra
in più, in grado di offrire una luce nuova sulla ten- di “volare”. Analoga considerazione venne fatta a corpo ed anima, perché il nostro gesto sia ogni gior-
suo tempo per criticare la campagna intrapresa da no più bello ed elegante.

Podismo e Atletica - 7
Integrazione e doping
A cura di Marzia Chiocchi, in collaborazione con la dott.ssa Daniela Becherini,
responsabile dell’Unità Funzionale Medicina dello Sport USL 6 Livorno

(Parte seconda) - EPO: aumento viscosità ematica, con


conseguente ipertensione arteriosa, insuffi-
Classi di sostanze cienza cardiaca, trombosi, ictus cerebrale,
doping infarto miocardio.
- Sport: l’uso è frequente nel ciclismo
Stimolanti (amfetamine, amine (EPO) e in tutti gli sport dove si ricercano
simpaticomimetiche, cocaina, gli effetti descritti.
caffeina) e sostanze correlate.
Metodi e pratiche doping
- Effetti ricercati: abolizione/riduzione
del senso di fatica, da cui maggior tolle- - Doping ematico: emotrasfusione, autoe-
ranza allo sforzo, incremento del livello motrasfusione (sangue, globuli rossi, emo-
di vigilanza, aumento dell’agonismo e derivati).
aggressività; ad esempio: le amfetamine Trasportatori di O2: perfluoroderivati, tra-
aumentano la capacità di eseguire uno sportatori a base di emoglobina o Hb coniu-
sforzo aerobico, fanno tollerare il lavoro gate, modificatori allosterici emoglobina.
muscolare per un periodo più lungo, in- Sostituti del plasma.
nalzano la soglia di tolleranza all’acido - Effetti ricercati: incrementare il trasporto
lattico (l’amfetamina maschera la fatica, e la capacità di rilascio dell’O2.
che è il meccanismo di difesa dell’organi- - Effetti dannosi: febbre, piastrinopenia,
smo per non oltrepassare i limiti di impe- alterazioni epatiche, ipertensione, sovrac-
gno potenzialmente dannosi). carico di ferro, ipossiemia, cefalea, nausea,
- Effetti dannosi: ipertensione, emicra- vomito.
nia, tachiaritmie, ansia, tremori, morte, - Alterazioni chimico fisiche del campio-
aggressività, allucinazioni, deliri. ne.
- Sport in cui si fa maggiore uso di Manipolazioni farmacologiche, chimiche,
queste sostanze: soprattutto nel calcio e fisiche, cateterizzazione vescicale, sostitu-
ciclismo. zione campioni di urine.
Doping genetico: uso non terapeutico di
Analgesici narcotici (morfina, geni per produrre ormoni o altre sostanze
eroina) e sostanze correlate. naturali, al fine di incrementare le presta-
zioni. Si basa sulla terapia genica, cioè sul-
- Effetti ricercati: riducono e maschera- l’introduzione di cellule geniche in situ o in
no il dolore, danno euforia. circolo tramite vettori (in genere virus).
- Effetti dannosi: aggravamento lesione, depressio- Diuretici e sostanze correlate
ne respiratoria, dipendenza fisica e psichica. Classi di sostanze soggette a
- Effetti ricercati: riduzione veloce del peso, aumen- determinate restrizioni
Anabolizzanti (steroidi androgeni) e to della velocità di escrezione delle sostanze dopanti
sostanze correlate. e loro diluizione. Alcool, derivati cannabis - Corticosteroidi (anti-
- Effetti dannosi: grave deplezione idroelettrolitica, dolorifici, euforia) - Anestetici locali.
- Effetti ricercati: incremento della massa e potenza ipotensione. Betabloccanti.
muscolare, stimolo dell’aggressività e quindi incre- - Sport: assunte in quelli in cui sono previste cate- - Effetti ricercati: riducono le manifestazioni so-
mento della carica agonistica con effetti dannosi sul gorie di peso, e ovunque si voglia manipolare il con- matiche dell’ansia come i tremori, la sudorazione, le
fegato (alterazione dell’ittero, emorragie, tumori), trollo del doping. palpitazioni (azione simpaticomimetica).
sull’epidermide (acne, ritenzione idrica), sull’appa- - Effetti dannosi: ipotensione, depressione, bronco-
rato cardiovascolare (sotto studio sono le dislipide- Ormoni peptidici e affini spasmo, insufficienza cardiaca, riduzione frequenza
mie e l’aumento della massa cardiaca), sulla psiche cardiaca, disturbi della pelle, epatiti.
(euforia, aggressività, dipendenza, depressione da - Effetti ricercati: - Sport: ne viene fatto uso nel tiro con l’arco, bob,
sospensione), sul sistema endocrino dei maschi (con - Gonadotropine, H.C.G. stimolano la produzione tuffi, tiro, pentathlon moderno, salto con gli sci, vela,
femminilizzazione, ginecomastia, ipotrofia testi- di testosterone, riducono l’atrofia testicolare da abu- lotta, scacchi, bridge, bocce, biliardo, automobili-
colare, riduzione o scomparsa di sperma, a volte in so di testosterone. Sono usati come agenti masche- smo, aeronautica.
modo irreversibile), sul sistema endocrino femminile ranti.
con mascolinizzazione (variazione del tono di voce, - A.C.T.H.: effetto euforizzante e antinfiammatorio. Alcune valutazioni
ipertrofia clitoridea irreversibile, peluria, alterazione - G.H. o ormone della crescita: aumenta la massa
del ciclo mestruale, variazione del tessuto adiposo). muscolare con riduzione della massa grassa, stimola Sulla base di quanto espresso, appare evidente che
Inoltre si possono avere effetti nocivi sull’accresci- la crescita di tutti i tessuti (incrementa l’altezza nei non esistono farmaci attivi e allo stesso tempo in-
mento (arresto precoce della crescita ossea). bambini). nocui. Talvolta, è difficile anche stabilire l’entità del
- Sport in cui si fa maggiore uso di queste sostan- - EPO: stimola la produzione di globuli rossi, fa- rischio per la salute.
ze: atletica leggera, culturismo, pesistica, e ovunque vorisce il trasporto di O2 ai muscoli: aumento della
sia richiesto un incremento della massa muscolare. resistenza in anaerobiosi per stimolazione eritropoie- Viene dunque da chiedersi:
tica.
 Beta-2-agonisti - Effetti dannosi: - gli atleti conoscono i reali rischi dell’assunzione di
- Gonadotropine: edema, cefalea, irritabilità, irre- alcune sostanze?
- Effetti ricercati: azione simpaticomimetica, sti- quietezza, depressione, ginecomastia. - si tende a minimizzare, anche da parte di medici
molazione periferica muscolatura liscia, eccitazione - A.C.T.H.: ritenzione idrica, acne, irsutismo, diabe- ed allenatori, gli effetti dannosi di alcune sostanze
funzione cardiaca, aumento glicogenolisi epatica e te mellito, infezioni, miopatia, obesità con disturbi soprattutto per i più giovani?
muscolare, stimolazione respiratoria, aumento dei dell’assetto lipidico, osteoporosi, s. Cushing. - ci troviamo di fronte ad atleti perfettamente consci
riflessi, effetti anabolizzanti se usati ad alte dosi. - G.H.: reazioni allergiche, iperglicemia, iperlipide- del rischio che corrono, ma decisi comunque ad an-
- Effetti dannosi: diminuzione appetito, tremore, ta- mia, acromegalia negli adulti, gigantismo nei sog- dare fino in fondo per ottenere risultati importanti?
chicardia, ansietà, palpitazioni, anoressia, ipertrofia getti in accrescimento, ispessimento cutaneo, artrite, il doping rispecchia un’interpretazione scorretta del-
cardiaca, aritmie, infarto del miocardio. impotenza, insorgenza dei tumori. l’agonismo o viceversa?

8 - Podismo e Atletica
Il calendario delle gare
Domenica 3 aprile - La Romola (FI) - 18ª CORRI
ALLA ROMOLA - semicompetitiva di km 14,500 e Domenica 10 aprile - Pontetetto (LU) - loc. Giar-
non competitiva di km 7 e 1,500 - ritrovo c/o G.P. dino - Trofeo Lucchese - non competitiva di km
Romola - via Treggiaia 45/b - partenza ore 9.00 - 2/6/12/18 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00
Gli organizzatori che vogliono vedere pubblicati i dati iscrizione € 3,50 - per inf. sig. Stiaccini 055.827181 - per inf. 0583.582763
delle loro manifestazioni sul presente calendario, - sig. Scortichini 055.827483 (ore cena)
dovranno far pervenire entro il giorno 10 del mese Domenica 10 aprile - Paperino (PO) - CORRENDO
precedente i dati alla redazione al seguenti fax: Domenica 3 aprile - Arezzo - PARCOCORSA ... A OVEST DI PAPERINO - semicompetitiva di km
055 4249936 o via e-mail a runners@aliceposta.it - competitiva di km 11 e non competitiva di km 5 14 - non competitiva di km 2/7 - ritrovo c/o Circolo
- previsti percorsi ridotti per cat. giovanili - ritrovo c/o Arci di Paperino - partenza ore 9.00 - iscrizione € 3,00
Si consiglia ai lettori di verificare sempre, telefo- - per inf. 0574.540192
parco Pertini - partenza ore 10.00 - iscrizione € 4,00
nando agli organizzatori, le date di effettuazione
- il giorno della gara € 5,00 - non competitiva € 3,00
delle manifestazioni presenti nel calendario. Domenica 17 aprile - Firenze - 33ª GUARDA FIRENZE
- per inf. 0575.979153
CALENDARIO VALIDO FINO AL 15 MAGGIO 2005 - Non competitiva di km 10 e 3,5 - Iscrizione € 5,00
Sabato 9 aprile - La Barca - Gallicano (LU) - 1° (gratuita per i ragazzi fino a 14 anni e gli over 60) -
TROFEO MELOGRANO - Criterium Podistico Tosca- per informaz. tel. 055 5522957 - fax 055 5536823.
no - competitiva di km 9 e non competitiva di km 4
TOSCANA - gara giovanile promozionale di km 0,500 - partenza Domenica 17 aprile - Arezzo - 21ª CORSA DEL SA-
ore 15.30 - iscrizioni € 3,00 - per inf. 347.3796343 RACINO - competitiva di km 11 e non competitiva
Aprile - 347.1497978 - fax 0583.666556 di km 11 e 5 - ritrovo piazza della Libertà - partenza
ore 10.00 - iscrizione € 4,00 (di cui € 1,00 a favore
Sabato 2 aprile - Titignano (PI) - STAFFETTA DI Domenica 10 aprile - Policiano (AR) - 2ª CORSA dell’Associazione Nazionale Tumori) - senza pre-
PRIMAVERA - competitiva a squadre 2x7,900 km DI PRIMAVERA IN VALDICHIANA - competitiva di mio partecipazione € 1,00 - per inf. 335.7246452
su circuito unico - partenza ore 15.30 - iscrizione € km 11 e non competitiva di km 3 - ritrovo loc. Man- - 329.3566747 - 0575.300712
12,00 a squadra - per inf. 050.772858 - 050.772505 ziana - Casamori - partenza ore 15.30 (cat. giovanili)
- ore 16.30 (adulti) - iscrizione € 2,00 - il giorno della Domenica 17 aprile - Pieve a Celle (PT) - TROFEO
Sabato 2 aprile - La Torre - Fucecchio (FI) - 13ª gara € 3,00 - gratuite per le cat. giovanili - per inf. IL CASTAGNO DI PIEVE A CELLE - LA GARA È
SCARPINATA DELLE CERBAIE - Trofeo Pisano 0575.979153 - 0573.979030 (la gara era inizialmente STATA ANNULLATA
- non competitiva km 5/10 - partenza ore 16.00 - programmata per il 28 di marzo)
iscrizione € 2,00 - per inf. 0571.298814 Domenica 17 aprile - Tavarnelle (FI) - 24ª MARA-
Domenica 10 aprile - Firenze - VIVICITTÀ HALF TONINA DI TAVARNELLE - competitiva di km 21,100
Domenica 3 aprile - Castelfranco di Sotto (PI) MARATHON - competitiva di km 21,097 e non com- e non competitiva di km 10/6/2/0,500 - ritrovo piazza
- 25° CASTELFRANCO MONTEFALCONE CA- petitiva di km 11 - ritrovo piazza S. Croce - partenza Matteotti - partenza ore 9.00 - iscrizione € 5,00 (ma-
STELFRANCO - Trofeo Pisano - non competitiva ore 10.00 - iscrizione € 20,00+5,00 (cauzione chip) ratonina) - il giorno della gara € 7,00 - non competitiva
di km 6/12/17/22 - partenza 8.30 - iscrizione € 2,00 - tesserati Uisp € 15,00+5,00 (cauzione chip) - le iscri- € 3,50 - per inf. 055.8077910
- per inf. 0571.489884 (ore pasti) zioni chiuderanno il 9 aprile - non competitiva € 5,00
(anche la mattina della gara) - per inf. 055.432055 - Domenica 17 aprile - Prato - MNIMARATONA DI
Domenica 3 aprile - Salviano - La Leccia (LI) - 33° 055.4286774 (UISP Firenze) - vivicittà@uispfirenze.it PRATO - non competitiva di km 5/10/18 - ritrovo c/o
MARCIAGIRO DELLE COLLINE LIVORNESI - Tro- ex Ippodromo - partenza ore 9.00 - iscrizione € 5,00
feo Tre Province - non competitiva di km 6/11/16/25 Domenica 10 aprile - Siena - VIVICITTÀ SIENA - per inf. 0574.691133
- partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf. - competitiva di km 12 e non competitiva di km 5/2 -
0586.855107 partenza piazza del Campo - partenza ore 9.30 - iscri- Domenica 17 aprile - Cenaia (PI) - 12ª CENAIA
zione € 3,00 - il giorno della gara fino alle 9.00 sarà di CORRE - Trofeo Tre Province - Trofeo Pisano - non
Domenica 3 aprile - Bagni di Lucca (LU) - GIRO € 5,00 - per inf. 0577.271567 - fax 0577.271907 competitiva di km 6/13/21 - partenza ore 8.00/8.30 -
DEI COLLI TERMALI - Trofeo Lucchese - non com- iscrizione € 2,00 - per inf. 050.643722 - 050.63555
petitiva di km 2/4/8/12/20/25 - partenza ore 8.00/8.30 Domenica 10 aprile - S. Miniato Basso (PI) - 26°
- iscrizione € 2,00 - per inf. 0583.87932 MARATONINA GIACOMO PUCCIONI - Trofeo Domenica 17 aprile - San Piero in Campo - Barga
Pisano - non competitiva di km 6/12/17/22/26 - (LU) - CORSA PODISTICA - Trofeo Lucchese - non
Domenica 3 aprile - Vangile - Massa e Cozzile partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf. competitiva di km 2/5/10/18 - partenza ore 8.00/8.30
(PT) - 21ª MARATONINA DEL GHIBELLINO - semi- 0571.464561 - iscrizione € 2,00 - per inf. 0583.710052
competitiva km 21 e km 11 - non competitiva di km 7
e 3 - ritrovo c/o Circolo Arci di Vangile - partenza ore Domenica 10 aprile - Massarosa (LU) - 33ª CORRI Domenica 17 aprile - Siena - UN MONTE DI CORSA
9.00 - iscrizione € 4,00 - cat. giovanili € 1,00 - per inf. MASSAROSA - Trofeo Tre Province - non competiti- - competitiva di km 15 e non competitiva di km 4 - ri-
0572.636440 - 347.8119817 - fax 0572.950437 va di km 5/10/18 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione trovo piazza Salimbeni - partenza ore 9.15 - iscrizione
€ 2,00 - per inf. 0584.975809 gratuita - per inf. stefano.poggialini@banca.mps.it
- 0577.271567 (Uisp Siena)

Domenica 17 aprile - Marina di Carrara (MS)


PUBBLICAZIONE DI LETTERE ED ARTICOLI
La pubblicazione di qualsiasi articolo, lettera o notizia è gratuita. Le prestazioni professionali e le collaborazioni sono a - CAMPIONATI ITALIANI DI CORSA SU STRADA
titolo gratuito. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono in nessun caso. MASTER - competitiva di km 10 - ritrovo c/o Campo
di Atletica Leggera - partenze a partire dalle 9.30 -
PUBBLICAZIONE DI CLASSIFICHE iscrizioni € 10,00 da effettuarsi entro il 12 aprile - per
La pubblicazione di qualsiasi classifica è gratuita. inf. 0585.56600 - 329.6271105 - fax 0585.648435
PUBBLICAZIONE DI CORSE IN CALENDARIO
La pubblicazione delle corse in calendario è gratuita. Per essere inserite in calendario, dovranno pervenire alla redazione Domenica 17 aprile - Livorno - VIVICITTÀ LIVOR-
via fax o posta elettronica entro i primi del mese precedente. NO - competitiva di km 12 - ritrovo c/o Campo Scuola
LA PUBBLICAZIONE DI SPAZI PUBBLICITARI E’ A PAGAMENTO - partenza ore 10.30 - per inf. 0586.887704
¼ di pagina € 80,00 - Mezza pagina € 150,00 - Pagina intera € 260,00 - Seconda e terza di copertina € 500,00
- Quarta di copertina € 750,00. Sui prezzi di listino per gli spazi commerciali deve essere sommata l’I.V.A. 20%. Il Lunedì 18 aprile - Pistoia - CORRI CON ARTS &
materiale deve essere inviato entro il giorno 10 del mese precendente. CRAFTS - semicompetitiva di km 10 e non competiti-
va di km 5 - ritrovo Area ex Breda - v. Pertini - parten-
PER LE TUE INSERZIONI PUBBLICITARIE E SE VUOI DIVENTARE UN PUNTO VENDITA za ore 20.00 - iscrizione € 2,50 - senza premio parte-
CONTATTA IL 333 1841505 - 333 7179966 cipazione 0,50 - per inf. 0573.34761 - 335.261308

Podismo e Atletica - 9
Sabato 23 aprile - San Rossore (PI) - 24ª Maggio Domenica 8 maggio - Capanne (PI) - 27ª CA-
STRAPAZZATA - Trofeo Pisano - Criterium PANNE CORRE - Trofeo Tre Province - Trofeo
Podistico Toscano - non competitiva di km Domenica 1° maggio - Casoli (LU) - LA VIA Pisano - non competitiva di km 6/13/21 - par-
6/11/15 - partenza ore 15.30 - iscrizione € 2,00 LOMBARDA - non competitiva di km 18 - traversa- tenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf.
- per inf. 338.2331409 ta podistica da Casoli a Fornovolasco - ritrovo c/o 0571.467288
Palestra scuola media di Gallicano - partenza ore
Domenica 24 aprile - S. Piero a Ponti (FI) - 26° 10.00 - iscrizione € 10,00 obbligatoria entro il 30.04 Domenica 8 maggio - San Cassiano a Vico (LU)
TROFEO MISERICORDIA E GRUPPO FRATES - per inf. 329.3147725 - fax 0583.666556 - CORSA PODISTICA - Trofeo Lucchese - non
- semicompetitiva di km 13,700 e non competitiva competitiva di km 2/6/12/21 - partenza ore 8.00/
di km 7 e 0,500 - ritrovo c/o Misericordia S. Piero Domenica 1° maggio - Reggello (FI) - 5ª MA- 8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf. 0583.997550
a Ponti - partenza ore 9.00 - iscrizione € 3,00 RATONINA DELLE 4 PIEVI - competitiva di km
- senza premio partecipazione € 0,50 - per inf. 22 - partenza dalla Pieve Romanica di Cascia Domenica 8 maggio - Vaglia (FI) - 28° TROFEO
055.8999205 (Reggello) alle ore 9.00 - arrivo a Loro Ciuffenna DELLO SCARABONE - non competitiva di km 16/
(AR) - non competitiva di km 4 con partenza alle 10/4 - ritrovo c/o Circolo Nardi - partenza ore 9.00
Domenica 24 aprile - Marlia (LU) - 29ª MARCIA ore 9.30 da Loro Ciuffenna - iscrizione € 5,00 (entro - iscrizione € 3,00 - per inf. 055.407549
DELLE VILLE - Trofeo Tre Province - Trofeo il 26.04) - € 8,00 (dal 27.04 al giorno della gara)
Pisano - Trofeo Lucchese - non competitiva - non competitiva € 3,00 - per inf. 333.8627777 - fax Domenica 8 maggio - Cinquale di Montignoso
di km 3,500/6/12/18/23 - partenza ore 8.00/8.30 055.9171147 (MS) - 16° MARE-MONTI-MARE - competitiva di
- iscrizione € 2,00 - per inf. 0583.309735 km 17 e non competitiva di km 8 - ritrovo piazza
Domenica 1° maggio - Nugola (LI) - 3ª MARCIA Maccari - partenza ore 9.15 - iscrizione € 6,00 (fino
Domenica 24 aprile - Oste (PO) - 32ª EDIZIONE NUGOLESE - Trofeo Tre Province - non competiti- a venerdì 6.05) - dopo € 10,00 - non competitiva €
LA MARATONINA DEL PIEDONE - competitiva va di km 6/12/18 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizio- 3,00 - per inf. tel./fax 0585.808837 - 328.3874716
di km 21,097/10,800 e non competitiva di 4 ne € 2,00 - per inf. 0586.977145
- ritrovo c/o Misericordia di Oste - partenza Martedì 10 maggio - Firenze - 24° TROFEO LO
ore 9.00 - iscrizione € 4,00 (per i primi 500 Domenica 1° maggio - Bientina (PI) - 23ª MA- PRESTI - non competitiva di km 10 - ritrovo c/o
iscritti) - € 2,00 per i successivi - per la mara- RATONINA BIENTINESE - Trofeo Pisano - non Circolo Le Torri - via Lunga - partenza ore 20.00
tonina chiusura iscrizioni il 22 aprile - per inf. competitiva di km 6/12/18 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 3,00 - senza premio partecipazione €
0574.791119 - iscrizione € 2,00 - per inf. 0587.755886 0,50 - per inf. 055.7323353
Domenica 24 aprile - Pieve a Ripoli (FI) - 20° Domenica 1° maggio - Camigliano (LU) - 29ª Venerdì 13 maggio - Scandicci (FI) - 11° RI-
TROFEO ROMAGNOLI LILIANO - semicom- PASSEGGIATA PANORAMICA CAMIGLIANESE - CORRI PER S. ZANOBI - competitiva di km 9,700
petitiva di km 15 e non competitiva di km 11 Trofeo Lucchese - non competitiva di km 2/5/10/18 - ritrovo c/o Comune - per inf. 055.253722
e 5 - ritrovo c/o Circolo Arci - partenza ore - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf.
9.00 - iscrizione € 3,00 - per inf. 0571.22121 0583.928139 Sabato 14 maggio - Castiglion Fiorentino (AR)
- 348.0431844 - fax 0571.22121 - CORRI AL BOSCATELLO - competitiva di km
Domenica 1° maggio - Settignano (FI) - 32ª 10,500 e non competitiva di km 4,500 - percorsi
Lunedì 25 aprile - San Felice (PT) - PASSEG- SCARPINATA SULLE COLLINE SETTIGNANESI ridotti cat. giovanili - ritrovo c/o Centro Commer-
GIATA PISTOIESE - semicompetitiva di km 12 - non competitiva di km 12/6/2 - ritrovo c/o Casa ciale Boscatello - partenza ore 16.00 cat. giovanili
e non competitiva di km 4 - ritrovo stabilimento del Popolo - partenza ore 9.00 - iscrizione € 3,00 - ore 17.00 cat. adulti - iscrizione € 3,00 entro il
Sorgente S. Felice - partenza ore 9.00 - iscrizione - senza premio di partecipazione € 0,50 - per inf. 05.05, dopo € 5,00 - non competitiva € 1,00 - per
€ 3,00 - senza premio partecipazione 0,50 - per 055.8315170 inf. 0575.659729 - fax 0575.658560
inf. 0573.34761 - 335.261308
Domenica 1° maggio - Aulla (MS) - 5ª CIAMP- Sabato 14 maggio - Ponte a Ema (FI) - 2° TRO-
Lunedì 25 aprile - Sesto Fiorentino (FI) - 31° TADA DEL DRAGO - non competitiva di km 10 FEO D. CAMILLI - non competitiva di km 11 - per
TROFEO OLIVIERO FROSALI - competitiva di - partenza ore 9.00 - per inf. 0187.421183 inf. 055.643235
km 13,600 e non competitiva di km 6 - ritrovo
c/o Circolo Rinascita - via Matteotti 18 - par- Domenica 1° maggio - Pistoia - GARA PODISTI- Sabato 14 maggio - Quercioli (MS) - 18ª MA-
tenza ore 9.00 - iscrizione € 3,00 - senza pre- CA - semicompetitiva - 0573.23082 Uisp Pistoia DONNA DEI QUERCIOLI - non competitiva di km
mio partecipazione € 0,50 - per inf. 055.364426 (per quanto riguarda questa manifestazione non ci 7 - partenza ore 16.00 - per inf. 0585.47652
(8-16) - 340.6736485 sono pervenute informazioni aggiuntive)
Domenica 15 maggio - San Casciano (FI) - 21°
Lunedì 25 aprile - Barga (LU) - 27ª MARCIA Domenica 1 maggio - Tavola (PO) - 12° FESTA TROFEO PODISTI - competitiva di km 12 - per inf.
BARGA E I COLLI DEL PASCOLI - Trofeo Tre DEL PODISTA - competitiva di km 15 e non 333.4368237
Province - Trofeo Lucchese - non competitiva di competitiva di km 8 - percorsi ridotti per le cat.
km 6/12/18 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € giovanili - ritrovo c/o Circolo Arci Olimpia - par- Domenica 15 maggio - Pian del Quercione (LU)
2,00 - per inf. 0583.709001 tenza ore 9.30 - iscrizione € 3,00 per i primi 500 - 34° SGAMBATA SULLE COLLINE VERSILIESI
iscritti - oltre € 1,00 senza premio partecipazio- - Trofeo Tre Province - non competitiva di km 5/10/
Lunedì 25 aprile - San Giuliano Terme ne - per inf. tel/fax 0574.622434 - 338.5635738 16 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizione € 2,00 - per
(PI) - ECO-MARCIA DEI MONTI PISANI inf. 0584.937368 - 0584.938808
- Trofeo Pisano - non competitiva di km Martedì 3 maggio - S. Paolo (PO) - PRATO PER
6/12/20 - partenza ore 8.00 - iscrizione € LA VITA - non competitiva - per inf. 0574.691133 Domenica 15 maggio - Ponte a Elsa (FI) - 15°
2,00 - per inf. 347.6550500 - www.lagalla.it Uisp Prato (per quanto riguarda questa mani- SCARPINATA PONTEAELSESE - Trofeo Pisano -
- redazione@lagalla.net festazione non ci sono pervenute informazioni non competitiva di km 6/12/18 - partenza ore 8.00/
aggiuntive) 8.30 - iscrizione € 2,00 - per inf. 0571.464019
Lunedì 25 aprile - Foiano della Chiana (AR) -
32° CAMINATA DEL DONATORE - competitiva Giovedì 5 maggio - Firenze - 22ª SUDATINA DI Domenica 15 maggio - Tereglio (LU) - CORSA
di km 12,500 e non competitiva di km 3,500 MAGGIO - non competitiva di km 8 - ritrovo c/o Pol. PODISTICA - Trofeo Lucchese - non competitiva
- ritrovo piazza Cavour - partenza ore 9.30 - Isolotto - via Pio Fedi - per inf. 338.6006800 di km 3/5/12/20 - partenza ore 8.00/8.30 - iscrizio-
iscrizioni per le Società gratuite se prenotate ne € 2,00 - per inf. 0583.762003
entro il 20/04 - dopo € 3,00 - iscrizioni per i Sabato 7 maggio - S. Pierino - Fucecchio (FI)
singoli gratuite anche il giorno della gara. per - 1° TROFEO CONTRADA S. PIERINO - Criterium Domenica 15 maggio - Bonelle (PT) - 31ª MARA-
inf. fax 0577.679404 - 0575.648833 Podistico Toscano - competitiva di km 10 e non TONINA DEL PARTIGIANO - competitiva di km
competitiva di km 5 - partenza ore 18.00 - per inf. 21,097 e 12 - non competitiva di km 6 - ritrovo
Venerdì 29 aprile - Campi Bisenzio (FI) - 1° 335.7750797 c/o Circolo Arci - partenza ore 9.00 - iscrizione
TROFEO GRANFONTE - non competitiva di € 5,00 - non competitiva € 3,00 - senza premio
km 11/4/2 - ritrovo c/o Parco Villa Montalvo - Domenica 8 maggio - Aulla (MS) - 1° TROFEO partecipazione € 1,00 - gratis per cat. giovanili
partenza ore 20.15 - iscrizione € 3,00 - per inf. ACLI - non competitiva di km 8 - partenza ore 9.00 - per inf. 0573.380291 - fax 0573.382700
339.8869470 - fax 0574.468359 - per inf. 339.2658020

10 - Podismo e Atletica
Sabato 30 aprile - Sesta Godano (SP) - 1ª MAR-
LIGURIA CIA VALLE DEL MANGIA - non competitiva di km Domenica 3 aprile - Modena - 5ª CORSA STRA-
6/13 - partenza ore 16.00 loc. Mangia - per inf. PANARO - competitiva di km 13 e non competitiva
Aprile 348.7451850 di km 2/7/12/17/25 - per inf. 059.467019

Domenica 3 aprile - Portomaggiore (FE) - TRO-


Domenica 3 aprile - Montemarcello (SP) - 14ª Maggio FEO CITTÀ DI PORTOMAGGIORE - gara di km
MARCIA TRA FIUME COLLINA E MARE - non
competitiva di km 7/14/21 - partenza ore 9.00 - per 2/8/10 - ritrovo ore 9.00 - per inf. 0532.907601
Domenica 1° maggio - Vezzano Ligure (SP) - 21ª
inf. 0187.65565 MARCIA VEZZANESE ROSSONERA - non compe-
Domenica 3 aprile - Castelvetro Piacentino
titiva di km 6/12 - partenza ore 8.30 da piazza del
Domenica 3 aprile - Monte Parodi Biassa (SP) (PC) - 30ª MARCIA DI PRIMAVERA - gara di km
Popolo - per inf. 0187.699848
- 8ª MARCIA PALESTRA NEL VERDE - gara di km 5/8/12/18 - partenza dalle ore 8.00 alle 9.00 - per inf.
7/14/20 - partenza ore 9.00 - per inf. 0187.738533 0523.823643 - 349.5256987
Sabato 7 maggio - Sarzana (SP) - 11° MARCIA
GRUPPO AMICI PAVONE - non competitiva di km
Domenica 10 aprile - La Spezia - 13ª VIVICITTÀ Domenica 3 aprile - Traversetolo (PR) - 10ª
1/6/10/16 - partenza ore 16.00 dall’Istituto Immaco-
- gara di km 4 e 12 - ritrovo viale Mazzini - partenza MAMIANO INSIEME - corsa podistica di km 6/
lata Pavone - per inf. 0187.622325
ore 10.30 - per inf. Cattani Umberto 0187/501775 11/18 - partenza dalle ore 8.30 alle 9.00 - per inf.
- 0187.501056 0521.848242
Domenica 8 maggio - Ponzano Madonnetta (SP)
- 25ª MARCIA TRE MULINI - non competitiva di km
Domenica 10 aprile - Vado Ligure (SV) - MARA- Domenica 3 aprile - Russi (RA) - 29ª MARATONA
15/6/2 - partenza ore 9.00 dal Campo Sportivo Ma-
TONINA CITTÀ DI VADO LIGURE - competitiva di DEL LAMONE -competitiva di km 42,195 e non
telli - per inf. 0187. 631651
km 21,095 - per inf. 019.2892250 competitiva di km 5/10 - partenza ore 9.00 - per inf.
0545.927270
Domenica 15 maggio - Sarzana (SP) - 26ª AVIS
Domenica 17 aprile - S. Stefano Magra (SP) - 31ª SARZANA - non competitiva di km 6/14/25/60 - par-
MARCIA DI TRIGOLA - non competitiva di km 12/7 Venerdì 8 aprile - Vegioletta (PC) - 5ª SERATA
tenza ore 7.00 (km 60) - ore 8.30 (altre gare) - ritrovo
- partenza ore 9.00 dalla Sede Alpini - via Brigate IN ALLEGRA COMPAGNIA - gara di km 5/10
piazza Matteotti - per inf. 0187.610844
Alpine - per inf. 0187.630768 - partenza ore 18.00/19.00 - per inf. 0523.336185
- 368.3544601
Domenica 24 aprile - Monte Parodi (SP) - 8ª MAR-
EMILIA ROMAGNA
CIA PALESTRA NEL VERDE - non competitiva di Sabato 9 aprile - Bentivoglio (BO) - loc. San Ma-
km 7/14/20 - partenza ore 9.00 dalla Colonia Comu- Aprile rino - CAMMINATA A S. MARINO BENTIVOGLIO
nale - per inf. 0187.738533 - gara di km 3/10 - partenza ore 16/16.30 - per inf.
Sabato 2 aprile - S. Agata Bolognese (BO) - 9ª 051.711631
Lunedì 25 aprile - Forte di Montalbano (SP) - 25° CAMMINATA DELLA SOLIDARIETÀ - competitiva
TROFEO CADUTI DELLA RESISTENZA - non di km 9 e non competitiva di km 5 e 3 - ritrovo c/o Sabato 9 aprile - Moletolo (PR) - CAMMINATA
competitiva di km 6/12/20/42 - partenza ore 8.30 palestra Comunale - partenze dalle ore 16.30 - iscri- CIRCOLO INZANI - gara di km 6/12 - partenza ore
- per inf. 328.4539218 zione € 3,00 - cat. giovanili e non competitivi € 1,50 15.30 - per inf. 238.6586719
- per inf. 051.6820098

Podismo e Atletica - 11
Sabato 9 aprile - Villanova di Ravenna (RA) - 23ª Lunedì 25 aprile - Arrone (TR) - TROFEO DELLA circolo Arci - partenza ore 9.00 - iscrizione € 4,00
PODISTICA DEL QUARTIERE S. ROCCO - compe- TORRE - gara di km 10/3 partenza ore 9.45 - per inf. - per inf. 347.8119817 - fax 0572.95047
titiva di km 7 e non competitiva di km 2 - partenza ore 0744.300086 - 0744.304044
16.30 - per inf. 0544.404082 Domenica 3 aprile - Bologna - MARATONINA
CITTÀ DI BOLOGNA - competitiva di km 21,097
Maggio - per inf. 051.6012346
Domenica 10 aprile - Castello d’Argile (BO) -
MARATONINA DEL BRUCO - gara di km 3/10/21
- partenza ore 8.30/9.00 - per inf. 051.977171 Domenica 3 aprile - Villa Lagarina (TN) - MARA-
Domenica 1° maggio - Piediluco (TR) - GIRO DEL
TONINA DELLA PACE - competitiva di km 21,097
LAGO DI PIEDILUCO - gara di km 14/4 - partenza
Domenica 10 aprile - Ferrara - VIVICITTÀ - gara - partenza ore 10.00 - per inf. 0464.438082
ore 9.00 - per inf. 0744.220216
di km 12/6/1,500 - partenza ore 10.30 - per inf.
0532.907616 Domenica 3 aprile - Villafranca (VR) - MARATO-
Domenica 1° maggio - Foligno (PG) - STRAFO-
NINA DEL TAMBURINO SARDO - competitiva di
LIGNO - Plateatico - gara di km 12,500/3 - partenza
Domenica 10 aprile - Podenzano (PC) - 4ª MA- km 21,097 - per inf. 045.7902770
ore 9.00 - per inf. 075.5693544
RATONA VAL NURE E VAL TREBBIA - gara di
km 5/13/24/42 - partenza ore 7.00/9.30 - per inf. Domenica 10 aprile - Firenze - VIVICITTÀ HALF
Domenica 15 maggio - Terni B. Rivo (TR) - TRO-
0523.554622 MARATHON - competitiva di km 21,097 - ritrovo
FEO DAL POLO ALLA LUNA - gara di km 12/6
piazza S. Croce - partenza ore 10.00 - per inf. UISP
- partenza ore 9.45 - per inf. 0744.304044
Domenica 10 aprile - Alfonsine (RA) - 23° G.P. Firenze 055.4286774
LIBERAZIONE - competitiva di km 21,097 e non Domenica 22 maggio - Ellera di Corciano (PG)
competitiva di km 10/2 - partenza ore 9.30 - per inf. Domenica 10 aprile - Milano - STRAMILANO
- HALF MARATHON A. PERUSIA - gara di km
0545.82428 HALF MARATHON - competitiva di km 21,097
21,097/10 - partenza ore 9.30 - per inf. 330.522707
- partenza piazza del Castello ore 10.45 - per inf.
Domenica 10 aprile - Riccione (RN) - 27ª STRA- 02.58140432
Domenica 29 maggio - Fiamenga di Foligno (PG)
RICCIONE - competitiva di km 12 e non compe- - TROFEO FILECTO - gara di km 12,300 - partenza
titiva di km 12/6/2 - partenza ore 9.30 - per inf. Domenica 10 aprile - Alfonsine (RA) - 23° G.P.
ore 9.30 - per inf. 0742.67404 - 072.23578
0541.646802 LIBERAZIONE - competitiva di km 21,097 e non
competitiva di km 10/2 - partenza ore 9.30 - per inf.
Domenica 17 aprile - Lido Adriano (RA) - 2° TRO- 0545.82428
FEO LA PRITONA - gara di km 13/10/2 - partenza LAZIO
ore 9.30 - per inf. 0544.64726 Domenica 10 aprile - Tolentino (MC) - CHIENTI
Aprile HALF MARATHON - competitiva di km 21,095 - per
Lunedì 25 aprile - Marina di Ravenna (RA) - 22ª inf. 0733.971944
FESTA DI PRIMAVERA -competitiva di km 8 e non Domenica 4 aprile - Formia (LT) - 7° TROFEO
competitiva di km 2 - partenza ore 16.30 - per inf. PARCO DI GIANOLA E MONTE DI SCAURI - gara Domenica 17 aprile - Brugnera (PN) - MARATO-
544.465022 di km 9 - partenza ore 9.45 - per inf. 0771.772081 NINA DI BRUGNERA - competitiva di km 21,097
- partenza ore 9.30 - per inf. tel./fax 0434.613291
Lunedì 25 aprile - Fabbrico (RE) - 26ª CAMMI- Domenica 4 aprile - Roma Eur - CORRI PER
NATA 25 APRILE - competitiva di km 21,095 e L’EUR - gara di km 6 - ritrovo ore 9.00 - per inf. Domenica 17 aprile - Feltre (BL) - CORRI FELTRE
non competitiva di km 5,600 e 11,500 - ritrovo via 06.5415467 - competitiva di km 21,097 - per inf. 328.7199464
Matteotti - partenza ore 9.00 - iscrizione € 5,00 www.girodellemura.it
(fino al 24.04) la mattina della gara € 7,00 - per inf. Domenica 10 aprile - Roma - VICITTÀ ROMA
0522.660576 - competitiva di km 4 e 12 - partenza ore 10.30 da Domenica 17 aprile - Taglio di Po (RO) - MA-
largo Vittime del Terrorismo - arrivo allo Stadio delle RATONINA - competitiva di km 21,097 - per inf.
Terme - per inf. 06.5758395 - fax 06.5745009 (Uisp 0426.660829
Roma)
UMBRIA Domenica 24 aprile - Merano - 12ª MEZZA MARA-
Domenica 17 aprile - Roma - ROMA APPIA RUN TONA DI PRIMAVERA - competitiva di km 21,097
- competitiva di km 14,500 - ritrovo c/o Stadio delle - partenza da Merano centro - ore 9.30 - per inf.
Aprile terme di Caracalla - partenza ore 9,20 - per inf. 0473.232126 - fax 0473.212590
06.6990498
Domenica 3 aprile - Civitella del Lago (TR) - TRO- Domenica 24 aprile - Gaggiano (MI) - I COLORI
FEO LAGO DI CORBARA - gara di km 10 - parten- DEL NAVIGLIO HALF MARATHON - compe-
za ore 10.00 - per inf. 0744.750993 Maggio titiva di km 21,097 - per inf. 348.8138648 - fax
02.89404853
Domenica 3 aprile - Loc. Polimer - Terni - 2° TRO- Domenica 15 maggio - Roma - TROFEO ATAC
FEO PODISTICO C.L.M. TERNI - gara di km 5/10 - competitiva di km 10 e passeggiata di km 2 - ri-
Domenica 24 aprile - Rieti - MEZZA MARATO-
- partenza ore 10.00/11.00 - per inf. 0744.422510 trovo c/o Circolo Atac - partenza ore 9.30 - per inf.
NA CITTÀ DI RIETI - competitiva di km 21,097
06.4065064
- partenza ore 9.30 - per inf. 0746.200081
Domenica 3 aprile - Terni - 2ª CITTÀ SU DUE www.rietiincorsa.com
RUOTE - gara di km 10 - partenza ore 9.00 - per inf.
0744.421124 MEZZE MARATONE IN ITALIA Lunedì 25 aprile - Vignola (BO) - MEZZA MA-
RATONA - competitiva di km 21,097 - per inf.
Sabato 9 aprile - Parrano di Trevi (PG) - TROFEO Domenica 3 aprile - Riviera del Brenta (VE) - 8ª 051.225659 www.maratonadeicastelli.it
SAN VINCENZO - gara di km 7 - partenza ore 17.00 RIVIERA DEI DOGI - competitiva di km 21,097
- per inf. 328.6763412 - 347.4196289 - partenza da Fiesso D’Artico alle ore 9.15 - per inf. Domenica 1° maggio - Reggello (FI) - 5ª MARA-
www.rivieradeidogi.it TONINA DELLE QUATTRO PIEVI - competitiva di
Domenica 10 aprile - Perugia - VIVICITTÀ - gara di km 22 - partenza da Reggello ed arrivo a Loro Ciuf-
km 12 - ritrovo piazza Duomo - partenza ore 10.00 Domenica 3 aprile - San Benedetto del Tronto fenna - partenza ore 9.00 - iscrizione € 5,00 (entro il
- per inf. 075.5730699 - fax 075.5737091 (AP) - MARATONINA DEI FIORI - competitiva di km 26.04) - dopo € 8,00 - per inf. 333.8627777
21,097 - per inf. 0735.751082
Domenica 17 aprile - Ponte Valleceppi (PG) - Domenica 1° maggio - Bari - MARATONINA DEL
TROFEO LA PINETA - gara di km 10 - ritrovo c/o Domenica 3 aprile - Vangile di Massa e Cozzile LEVANTE - competitiva di km 21,097 - per inf.
Parco CVA - partenza ore 8.30 - per inf. 075.691867 (PT) - 21° MARATONINA DEL GHIBELLINO - 080.5312999
semi-competitiva di km 21 e km 11,500 - ritrovo c/o
Domenica 8 maggio - Trieste - MARATONINA DEI
DUE CASTELLI - competitiva di km 21,097 - per inf.
Inviateci i volantini delle Vostre manifestazioni FAX 055/4249936 040.3220224

12 - Podismo e Atletica
050.888000 - 348.7058830 - www.pisamarathon.it
Domenica 8 maggio - Igea Marina (RN) - MARA- - info@pisamarathon.it
TONINA DEI LAGHI - competitiva di km 21,097 - per
inf. 348.760310 Domenica 12 giugno - Anguillara (RM) - ROMA
NO LIMITS - competitiva di km 42,195 - per inf.
Domenica 29 maggio - Genova - 23ª STRAGENO- 06.3037669
VA - competitiva di km 21,097 e non competitiva di
km 6 - per inf. 348.7717072 - www.stragenova.it Sabato 18 giugno - Acquaviva Picena (AP) - MA-
RATHON ACQUAVIVA PICENA - competitiva di km
42,195 - per inf. 059.342310
MARATONE IN ITALIA
Domenica 3 luglio - Prato - PRATO BOCCADI-
Domenica 3 aprile - Russi (RA) - 29ª MARATONA RIO - maratona + staffetta km 21 e 10 - per inf.
DEL LAMONE - competitiva di km 42,195 - ritrovo 0574.445266 dal 31 maggio al 5 giugno - Follonica (GR) - 5°
p.za Farini - partenza ore 9.00 - per inf. 0545.927270 ITALY COAST TO COAST - 4 tappe - staffetta a
(sig. Giardini) 0544.418536 (sig. Mazzotti) squadre 4x442 km dal Tirreno all’Adriatico - per inf.
ULTRAMARATONE 059.211215 - fax 059.214816
Domenica 3 aprile - Siracusa - SIRACUSA CITY
MARATHON - competitiva di km 42,195 e 21,097- Sabato 9 aprile - Alzano Lombardo (BG) - 24 ORE dal 10 al 12 giugno - Sovico (MI) - 5° GIRO
partenza ore 9.00 - per inf. 338.3388775 - fax DEL DELFINO - per inf. 035.885646 - 339.2349357 PODISTICO DELLA BRIANZA - corsa di 3 tappe
06/233239670 per complessivi km 29 - per inf. 0362.903970 -
Lunedì 25 aprile - Castel Bolognese (RA) - 50 349.6666811
Domenica 17 aprile - Torino - MARATONA DI KM DI ROMAGNA - competitiva di km 50 - per inf.
TORINO - competitiva di km 42,195 - per inf. tel./fax 0546.50336 - 349.4420526 dal 23 al 25 settembre - Rufina (FI) - 2° GIRO
011.4559959 - info@turinmarathon.it PODISTICO DEL CHIANTI RUFINA - per inf.
Sabato 28/29 maggio - Firenze - 33ª 100 KM DEL 335.6240527 - 338.1409121
Domenica 24 aprile - Padova - MARATONA DI PASSATORE - competitiva di km 100 - ritrovo piazza
S. ANTONIO - competitiva di km 42,195 - partenza della Signoria - partenza ore 15.00 - arrivo a Faenza
ore 9.00 da Vedelago arrivo a Padova - per inf.
049.8227114
- per inf. 0546.664603 - fax 0546.687804 CORRERE IN TOSCANA
Domenica 26 giugno - Pistoia - 30ª PISTOIA- Domenica 17 aprile - Arezzo - 21ª CORSA DEL
Domenica 24 aprile - Napoli - MARATONA CITTÀ ABETONE - competitiva di km 52 - traguardi inter-
DI NAPOLI - competitiva di km 42,195 - per inf. SARACINO - competitiva di km 11 e non compe-
medi km 16/31 - ritrovo piazza del Duomo a Pistoia titiva di km 11 e 5 - ritrovo piazza della Libertà -
081.6174151 - partenza ore 7.30 - arrivo all’Abetone - per inf. partenza ore 10.00 - iscrizione € 4,00 - senza pre-
www.pistoia-abetone.com mio partecipazione € 1,00 - per inf. 335.7246452
Lunedì 25 aprile - Vignola (BO) - MARATONA DEI
CASTELLI - competitiva di km 42,195 - partenza da - 329.3566747 - 0575.300712
Vignola (MO) arrivo ai Giardini Margherita (BO) - per
inf. 051.231003 CORSE A TAPPE Domenica 8 maggio - Cinquale (MS) - 16ª MARE-
MONTI-MARE - competitiva di km 17 e non compe-
Lunedì 25 aprile - Martinsicuro (TE) - 5ª MARA- Dal 4 al 9 aprile - Taormina (ME) - GIRO PODISTI- titiva di km 7 - ritrovo piazza Maccari - partenza ore
TONA DELL’ADRIATICO - competitiva di km 42,195 CO A TAPPE DI TAORMINA - 5 tappe per comples- 9.15 - per inf. 0585.808837 - 328.3874716
- partenza ore 9.00 - per inf. 360.707671 sivi km 34 - per inf. 338.8260722
Domenica 29 maggio - Puntone di Scarlino (GR)
Domenica 1° maggio - Vercelli - MARATONA DEL dal 4 al 9 aprile - 3° GIRO DELL’UMBRIA - 5 - 7° TROFEO CALA VIOLINA - competitiva e non
RISO - competitiva di km 42,195 - partenza ore 9.00 tappe dal lunedì al sabato - per inf. 347.4416086 competitiva di km 12 - per inf. 338.5698574
- per inf. 011.6056231 - fax 011.6057007 - 075.5178245
Domenica 5 giugno - Pisa - 7ª PISA MARA-
Domenica 1° maggio - Mareno di Piave (TV) - 2ª dal 23 al 25 aprile - San Vincenzo (LI) - GIRO THON - competitiva di km 42,195 - partenza
MARENO MARATHON - competitiva di km 42,195 PODISTICO COSTA DEGLI ETRUSCHI - 3 tappe alle ore 8.30 da Pontedera ed arrivo a Pisa - €
- partenza ore 8.30 - per inf. 347.4487556 - fax di km 6/10/12 - per inf. 333.6591610 - www.equipe- 25,00+10,00 cauzione dal 01.03 al 20.05 - per inf.
0438.497476 - ino@marenomarathon.it golfobaratti.net 050.888000 - 348.7058830 - www.pisamarathon.it
- info@pisamarathon.it
Domenica 8 maggio - Trieste - 6ª MARATONA dal 24 al 30 aprile - Isola d’Elba - 2ª ISOLA
D’EUROPA - competitiva di km 42,195 e mezza D’ELBA ECOMARATHON TOUR - 4 tappe per Domenica 26 giugno - Pistoia - 30° PISTOIA
maratona di km 21,097 - per inf. 040.410399 un totale di km 42,195 - per inf. 333.1841505 ABETONE - competitiva di km 52 - traguardi inter-
- www.ecomarathon.it - www.runners.it - medi km 16/31 - ritrovo piazza del Duomo a Pistoia
Domenica 8 maggio - Fano (PU) - COLLEMAR- elba@ecomarathon.it - info@runners.it - partenza ore 7.30 - arrivo all’Abetone - per inf.
ATHON - competitiva di km 42,195 - per inf. www.pistoia-abetone.com
338.1222694 dal 9 al 14 maggio - Pordenone - GIRO PODISTI-
CO A TAPPE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA - 4 Sabato 17 settembre - Borgo S. Lorenzo (FI) - 32°
Domenica 8 maggio - Collelongo (AQ) - ECOMA- tappe - per inf. 040.9220203 MARATONA DEL MUGELLO - competitiva di km
RATONA DEI MARSI - competitiva di km 42,195 42,195 - per inf. 055.8457277
- per inf. 339.7172067 dal 16 al 22 maggio - Isola d’Elba - GIRO PODI-
STICO A TAPPE DELL’ISOLA D’ELBA E DEL- Domenica 2 ottobre - Lammari (LU) - 11ª MA-
Domenica 8 maggio - Sommacampagna (FG) L’ARCIPELAGO TOSCANO - 5 tappe - per inf. RATONINA IL CAMPANONE - competitiva di km
- MARATONA DEL CUSTOZA - competitiva di km tel./fax 0565.851503 - info@promosport-italia.com 21,097 - per inf. 347.2610927
42,195 - per inf. 045.8960671
dal 22 al 27 maggio - Bassignana (AL) - TOUR Domenica 9 ottobre - Sinalunga (SI) - 30ª PAS-
Domenica 15 maggio - Cagnano Varano (FG) DELLA BASSA VALLE TANARO - 5 tappe per SEGGIATA ALLA FIERA - competitiva di km 12 - per
- 2ª MARATONA DEL GARGANO - competitiva complessivi km 40 - per inf. 0131.445344 inf. 368.3156996
di km 42,195 e 21,097 - per inf. 0884.80275 -
339.3804493 dal 27 al 29 maggio - Porto Maurizio (IM) - LA RI- Domenica 13 novembre - Livorno - 25ª MARATO-
VIERA LIGURE A TAPPE - per inf. 0532.909010 NA DI LIVORNO - competitiva di km 42,195 - per
Domenica 5 giugno - Pisa - 7ª PISA MARA- inf. 0586.886309 - 338.9563043
THON - competitiva di km 42,195 - partenza dal 30 maggio al 4 giugno - Radicofani (SI) -
alle ore 8.30 da Pontedera ed arrivo a Pisa - € GIRO DELLA VALDORCIA - per inf. 0578.31561 Domenica 27 novembre - Firenze - 22ª FIRENZE
25,00+10,00 cauzione dal 01.03 al 20.05 - per inf. - 347.5819105 MARATHON - competitiva di km 42,195 - per inf.
055.5522957

Podismo e Atletica - 13
PROGRAMMA
MARATONE 2005
NEW YORK CITY MARATHON 2005
Programmi da 6 giorni e 4 notti o 7 giorni e 5 notti con partenze il 2-3-4 novembre 2005
Partenza 3 novembre - Hotel Edison - 6 giorni e 4 notti camera doppia € 1290,00
7 giorni e 5 notti camera doppia € 1390,00
Hotel Park Central - 6 giorni e 4 notti camera doppia € 1440,00
7 giorni e 5 notti camera doppia € 1580,00
Residence BEACON - Appartamenti 7 giorni e 5 notti bilocale x 4 € 1190,00
bilocale x 3 € 1390,00 - bilocale x 2 € 1490,00
Partenza da Milano - Roma - Voli diretti - Partenza da altri aeroporti con voli British o Luthansa sconto € 50
Tasse aeroportuali € 100,00 circa - Tassa di iscrizione € 50,00 - Tassa iscrizione maratona € 110,00
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi:
GIANCARLO MARATONE E TURISMO - Via Siena 23 - 59100 PRATO
Tel. 0574 401738 Fax 0574 405861
e-mail: info@maratonedelmondo.com - web: www.maratonedelmondo.com

DAL 20 AL 27 GIUGNO 2005


PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
GIANCARLO MARATONE E TURISMO
QUARANTADUE SPORT - VIA SIENA, 23 - PRATO - TEL. 0574 401738 - FAX 0574 405861
QUARANTADUE SPORT - CENTRO COMMERCIALE APOLLONIO - VIA APOLLONIO, 15 (BS) - TEL. 030 3099342 - FAX 030 3398517
QUARANTADUE SPORT - VIA KOSOVEL, 19/1 - LOC. BASOVIZZA (TRIESTE) 040 9221333

PROMOZIONE
ECCEZIONALE
BROOKS RADIUS EURO 65,00 (listino euro 105,00) NEW BALANCE 832 EURO 65,00 (listino euro 105,00)
BROOK BURN EURO 65 ,00 (listino euro 105,00) NEW BALANCE 765 EURO 65,00 (listino euro 110,00)
BROOKS ADRENALINE EURO 75,00 (listino euro 120,00) REEBOK COMPETITION EURO 60,00 (listino euro 100,00)
ASICS GEL DS TRAINER IX EURO 85,00 (listino euro 140,00) REEBOK PREMIER LITE EURO 60,00 (listino euro 100,00)
ASICS GEL KAYANO EURO 105,00 (listino euro 160,00) REEBOK ROAD LITE EURO 65,00 (listino euro 110,00)
SAUCONY TRIGON R EURO 70,00 (listino euro 140,00) MIZUNO PRECISION EURO 80,00 (listino euro 130,00)
SAUCONY GRID ENY EURO 55,00 (listino euro 89,00) MIZUNO PANTHOM EURO 60,00 (listino euro 100,00)
SAUCONY LEGACY 3 EURO 50,00 (listino euro 95,00) MIZUNO WAVE PHANTOM EURO 60,00 (listino euro 120,00)
DIADORA PULSION EURO 40,00 (listino euro 79,00) MIZUNO NIRVANA EURO 105,00 (listino euro 160,00)
DIADORA MYTHOS 330 EURO 55,00 (listino euro 110,00) MIZUNO CREATION EURO 105,00 (listino euro 160,00)
Le scarpe possono essere prenotate telefonando allo 0574 24992
dalle 10.00 alle 12.30 o dalle 16.00 alle 19.00 tutti i giorni ad eccezione del lunedì
14 - Podismo e Atletica
Classifiche
92 DEL TORTO RANIERI QUELLI DELL’UNA PISA 1.15.22 5 DAMI FRANCO ASC. SILVANO FEDI 1.04.17
93 DI GIOIA MASSIMO LIBERO 1.15.26 6 MORI MASSIMO ATL. SIGNA 1.04.38
94 SBRANA PAOLO LIBERO 1.15.32 7 FRANCINI GIUSEPPE ATL. LA RAMPA 1.05.17
95 TANZINI STEFANO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.15.45 8 MENAFRA ANTONIO ATL. SIGNA 1.05.33
96 CANNIZZARO MARCO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.15.56 9 BALESTRI STEFANO ATL. VINCI 1.06.25
97 BALDONCINI MASSIMO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.16.00 10 ROMITI MAURO G.S. MAIANO 1.07.27
98 LAVAGNINI MAURIZIO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.16.08 11 CALAMAI FRANCO G.S. MAIANO 1.07.31
99 ZAMPOLI MAURO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.16.09 12 DEL GIUDICE CESARE ATL. AMATORI CARRARA 1.08.05
100 PANCANI STEFANO CAI PISTOIA 1.16.11 13 FILIPPINI STEFANO ATL. CASALGUIDI 1.08.15
Empoli 6 febbraio 2005 - km 15 101 BIGAZZI ANTONIO POD. EMPOLESE 1.16.17 14 CONVALLE ANTONIO G.P. LE SBARRE 1.10.14
102 BINDI FRANCO LIBERO 1.16.25 15 NOBILE ANTONIO A.S. NUOVA LASTRA 1.10.21
16° Trofeo Tra le colline empolesi 103 AGOSTINI RENZO
104 TADDEI FRANCESCO
POD. LA STANCA
POD. IL PONTE SCANDICCI
1.16.31
1.16.34
16 VERDIANELLI FRANCO
17 CARLINI ENNIO
TEAM SUMA
AMATORI CASTELFRANCHESI
1.10.43
1.10.49
CLASSIFICA MASCHILE 105 GALEOTTI MAURIZIO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.16.35 18 CIPOLLINI CLAUDIO ATL. VINCI 1.11.46
1 ANTONINI SILIANO ATL. SIGNA 0.54.51 106 ESPOSITO CRISTIANO ATL. SINALUNGA 1.16.51 19 FANETTI ENRICO MONTEAPERTI 1.11.59
2 PICCHI JURI ATL. SIGNA 0.55.08 107 LUCHERINI STEFANO LIBERO 1.17.09 20 CAPPELLI FRANCO A.S. NUOVA LASTRA 1.12.17
3 MARANGHI ROBERTO ATL. CASTELLO 0.56.42 108 NGUYEN HOI POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.17.28 21 INFANTE TOBIA A.S. NUOVA LASTRA 1.12.18
4 FRANCHINI ANDREA G.P. SBARRE OLIO SARDELLI 0.57.25 109 MANGANI ROBERTO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.17.44 22 BAGNI REMO POD. EMPOLESE 1.12.29
5 SALVADOR GIUSEPPE IL FIORINO 0.57.30 110 VALENZA MICHELE POD. IL PONTE SCANDICCI 1.17.51 23 CIPOLLONI EZIO CAI PISTOIA 1.13.04
6 PRATELLI FABIO ASSIC. GENERALI 0.57.39 111 ARZILLI LOREDANO POL. CASA CULTURALE 1.17.53 24 SANI MARCO LIBERO 1.13.07
7 BERTONERI DANTE ATL. SIGNA 0.57.54 112 CARLI RAFFAELE CAI PISTOIA 1.18.14 25 VESCOVINI DONELIO G.S. LE TORRI 1.14.07
8 BENARDESCHI MARCO ATL. CASALGUIDI 0.57.59 113 AGUSTA MAURIZIO MONTELUPO RUNNERS 1.18.16 26 LUCHERINI RINALDO G.S. LE TORRI 1.14.14
9 DINI FRANCESCO C.U.S. PISA 0.58.49 114 GRILLI GRAZIANO ATL. SINALUNGA 1.18.20 27 DANIOLO GABRIELE POL. CASA CULTURALE 1.14.30
10 BOUZID RIDHA ATL. CASTELLO 0.58.56 115 ANTONINI ALBERTO ATL. SIGNA 1.18.21 28 MANDOLA ANGELO ATL. SIGNA 1.14.43
11 VITI LUCA ATL. CASALGUIDI 0.59.02 116 BACHINI FABRIZIO POD. PIEVE A RIPOLI 1.18.30 29 PANCHETTI VLADIMIRO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.14.47
12 BURRONI GIOVANNI TORRE DEL MANGIA 0.59.27 117 RAFFETTA VINCENZO ATL. MONTECATINI 1.18.31 30 ERCOLINI ROLANDO ATL. PORCARI 1.14.50
13 ORSI SERGIO ATL. VINCI 0.59.43 118 DOLFI ROBERTO ASC. SILVANO FEDI 1.18.36 31 MARZOCCHINI PAOLO POD. EMPOLESE 1.15.01
14 CHIARUGI PAOLO ATL. VINCI 0.59.44 119 FEDELE GIUSEPPE ATL. MONTECATINI 1.18.57 32 ORRU’ GIUSEPPE POD. IL PONTE SCANDICCI 1.15.19
15 CARBONE MARIO ATL. VINCI 0.59.54 120 GIGLIOLI SIMONE POD. IL PONTE SCANDICCI 1.19.33 33 GAROFANO MARIO POD. EMPOLESE 1.15.23
16 CARLOTTI CLAUDIO ATL. PONTEDERA 1.00.02 121 MONTI MAURIZIO MONTELUPO RUNNERS 1.19.46 34 MENICHINI MAURO AMATORI CASTELFRANCHESI 1.15.29
17 SODI MARCO ATL. SIGNA 1.00.04 122 ARFAIOLI LEONARDO POD. EMPOLESE 1.20.02 35 PALATRESI ENZO LIBERO 1.15.33
18 BIANCHINI STEFANO ATL CAPRAIA E LIMITE 1.00.05 123 ORLANDI ANDREA MONTELUPO RUNNERS 1.20.13 36 DAL CANTO PAOLO CREMISI PONSACCO 1.15.51
19 BARDOTTI SANDRO ATL. CASTELLO 1.00.24 124 GATTA GUIDO LIBERO 1.20.16 37 SANNINO GUIDO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.15.57
20 LANDOZZI STEFANO PALESTRA OASI 1.00.26 125 MANETTI ANDREA POD. IL PONTE SCANDICCI 1.21.54 38 FRANCESCA GIUSEPPE A.S. NUOVA LASTRA 1.16.01
21 LOLLI GIOVANNI ASC. SILVANO FEDI 1.01.02 126 BITOZZO DANIELE G.S. PIEVE A RIPOLI 1.21.55 39 LUCCHI G.FRANCO CAI PISTOIA 1.16.12
22 CECCHI FEDERICO ATL. VINCI 1.01.04 127 PIAMPIANI ALESSANDRO IL PONTE SCANDICCI 1.22.25 40 AZZINI MASSIMILIANO G.P. LE SBARRE 1.16.14
23 MENICHETTI ROBERTO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.01.10 128 PUNO ANTONIO CAI PISTOIA 1.22.26 41 ESPOSITO PIERO CAI PISTOIA 1.16.53
24 TORRIGIANI RICCARDO ATL. VINCI 1.01.38 129 PISANO ETTORE G.S. PIEVE A RIPOLI 1.22.50 42 BONISTALLI VALERIANO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.17.14
25 SPINELLA MARIO ATL. SIGNA 1.01.42 130 MARINARI PIERO LE PANCHE 1.22.51 43 ZONEFRATI ROBERTO G.P. MASSA E COZZILE 1.17.36
26 MANGIA CARMINE ASC. SILVANO FEDI 1.01.54 131 DI STEFANO MARIO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.23.03 44 DI FRAIA GENNARO POD. EMPOLESE 1.17.39
27 SFORZI MARCO ATL. CASALGUIDI 1.01.59 132 SPAGLI ROBERTO POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.23.10 45 CALORINI LIDO POL. CASA CULTURALE 1.18.13
28 CONTI ELIANO A.S.S.I. BANCA TOSCANA 1.02.00 133 ROCCHI RICCARDO IL PONTE SCANDICCI 1.24.15 46 PRATESI ENZO TORRE DEL MANGIA 1.18.33
29 SCARLINI SIMONE ATL. SIGNA 1.02.03 134 DI CARLO MAURIZIO G.P. MASSA E COZZILE 1.24.16 47 SCHIMMENTI ANGELO AMATORI CASTELFRANCHESI 1.19.12
30 GARBELLI VITTORUGO CITTA’ DI SESTO 1.02.32 135 DEL VECCHIO FRANCO LIBERO 1.24.31 48 CONTARINI MICHELE POL. CASA CULTURALE 1.19.34
31 CIUFFI QUINTO ALPI APUANE 1.02.52 136 BARTOLINI MARCO POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.25.36 49 RAVEGGI ALBERTO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.19.54
32 MONTANARO FRANCESCO IL FIORINO 1.03.27 137 MARCANTELLI ROSSANO PONTE A BUGGIANO 1.25.44 50 VITELLARO ROSARIO ATL. S.MARIA LUCCA 1.20.07
33 LAZZERI MIRCO PODISTICA EMPOLESE 1.03.37 138 SPITALETTA FRANCESCO ATL. CASALGUIDI 1.26.00 51 CIANI FRANCO MONTELUPO RUNNERS 1.20.12
34 BAGNI BRUNO ATL. CASALGUIDI 1.03.53 139 PIERONI CLAUDIO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.26.15 52 PANICHI SILVANO POD. MISER. AGLIANESE 1.21.32
35 ANICHINI STEFANO G.P. ROMOLA 1.03.54 140 MORI ALESSANDRO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.26.16 53 SCARPA FRANCO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.22.20
36 BARTOLINI ENRICO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.03.57 141 MANETTI GIUSEPPE ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.26.35 54 SECCHIONI MARCO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.22.23
37 MANDOLA ENRICO ATL. SIGNA 1.04.10 142 RAGGI ALDO ATL. CASALGUIDI 1.27.18 55 GIGLIOLI VASCO POL. CASA CULTURALE 1.22.30
38 MESSINA GIROLAMO A.S. NUOVA LASTRA 1.04.29 143 FABBRONI FRANCO ATL. CASALGUIDI 1.28.30 56 SANCLIMENTI GIUSEPPE POL. CASA CULTURALE 1.22.35
39 SPAGNOLI ALESSANDRO B2K 1.04.30 144 COPPOLA ROSARIO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.29.13 57 CRISTEL CARLO VALENTI RAPOLANO 1.23.09
40 ROSSETTI MASSIMO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.04.34 145 BRESCHI MASSIMO POD. MISER. AGLIANESE 1.29.21 58 VIGNOZZI ALESSANDRO FIESOLE OUTBACK 1.23.31
41 PICCHI MIRKO POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.04.39 146 BOSCO ANGELO POD. EMPOLESE 1.30.07 59 BIANCHI FAUSTO ATL. VINCI 1.23.45
42 MUGNAI CLAUDIO RESCO REGGELLO 1.04.50 147 PICCINI ALESSANDRO G.P. LA GALLA 1.30.33 60 GROSSO ANTONIO POL. CASA CULTURALE 1.23.53
43 VITI LUIGI ATL. CASALGUIDI 1.06.23 148 BORETTI LEONARDO SAN CASCIANO 1.30.39 61 FRAVOLINI PATRIZIO ATL. SIGNA 1.24.38
44 BENVENUTI MASSIMILIANO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.06.24 149 TIEZZI MASSIMO ATL. SINALUNGA 1.31.10 62 CIFUNI ANTONIO PALESTRA OASI 1.26.14
45 LELLI MAURO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.06.34 150 MAGGIORELLI MAURO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.32.12 63 MANNINI SANDRO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.26.24
46 RAGIONIERI ANDREA ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.06.50 151 POLI ALESSANDRO POL. CASA CULTURALE 1.33.37 64 VERALLI ALESSANDRO POL. CASA CULTURALE 1.26.27
47 CHELI PAOLO ATL. PORCARI 1.06.55 152 SCONCI FRANCO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.38.31 65 MARMUGI RAFFAELLO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.26.32
48 BANDINI SAURO GISP - CHIANCIANO 1.06.58 153 FURLANETTO NICOLA AUSONIA 1.41.09 66 ASTA DOMENICO POD. EMPOLESE 1.27.00
49 CAPPELLINI STEFANO POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.07.12 154 AIAZZI PIERO AUSONIA 1.41.10 67 VALORI MAURO POD. EMPOLESE 1.27.01
50 CAPECCHI MASSIMILIANO LIBERO 1.07.26 155 MERCUGLIANO ANTONIO ATL. BORGO A BUGGIANO 1.48.34 68 ZEPPI NICCOLO’ POD. EMPOLESE 1.27.19
51 BONDI MARCO G.S. LE PANCHE 1.07.30 69 RINALDI ALESSANDRO G.P. MASSA E COZZILE 1.29.02
52 BONAMICI DANIELE CRAL COPIT 1.07.42 CLASSIFICA FEMMINILE 70 POSTACCHINI LUCIO LIBERO 1.29.17
53 CARTOCCI DANIELE POD. SAN CASCIANO VAL DI PESA 1.07.50 1 PERRONE CRISTINA G.S. PIEVE A RIPOLI 1.04.53 71 GIORGETTI DORIANO ATL. S.MARIA LUCCA 1.31.28
54 CARACCIOLI MIMMO LIBERO 1.07.56 2 BIANCHI ILARIA TEAM SUMA 1.11.42 72 BAGNOLI CARLO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.31.38
55 TOFANELLI ALBERTO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.08.08 3 ANDREANI NICOLETTA POD. SAN CASCIANO VAL DI PESA 1.13.31 73 LASSI GIANCARLO SALA 78 1.31.58
56 FIORE ROBERTO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.08.10 4 DEIANA MARUSKA POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.14.53 74 CACIAGLI EZIO POL. CASA CULTURALE 1.34.43
57 FEDELI FABIO POD. IL PONTE PONTE. A EGOLA 1.08.14 5 SCHETTINO ANTONIETTA G.P. MASSA E COZZILE 1.15.47 75 LEONI IVANO POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.35.43
58 CAVALLINI LUCA CREMISI PONSACCO 1.08.40 6 ANDREOTTI FRANCESCA ASC. SILVANO FEDI 1.18.17 76 CIARDELLI RICCARDO TEAM SUMA 1.36.56
59 MERCATELLI FRANCESCO ATL. LA RAMPA 1.08.44 7 BIAGI ELISA TEAM SUMA 1.19.02 77 MARMO UGO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.38.32
60 BOLDRINI LUCA TRIATHON (PT) 1.08.55 8 BOLDI CARLA TORRE DEL MANGIA 1.19.09 78 POPPIOLINI SILVANO G.S. MAIANO 1.48.33
61 FEDELE SERGIO ATL. MONTECATINI 1.08.57 9 DAMI TIZIANA ASC. SILVANO FEDI 1.20.42
62 AMORELLI CLAUDIO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.09.18 10 BILANCERI LISA G.S. PIEVE A RIPOLI 1.22.58 VETERANE
63 BALLI CAI PISTOIA 1.09.22 11 CAPOBIANCO MIRELLA TEAM SUMA 1.25.14 1 GEPPETTI SONIA TEAM SUMA 1.18.22
64 MARCANTELLI ROBERTO PONTE A BUGGIANO 1.09.29 12 PROFETI SILVIA POD. IL PONTE SCANDICCI 1.26.37 2 IZZO IMMACOLATA ATL. VALDINIEVOLE 1.21.48
65 BINI ANDREA POD. EMPOLESE 1.09.45 13 LORENZI ANTONIETTA CRAL ASL 3 PISTOIA 1.31.39 3 MASOTTI GIGLIOLA ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.26.47
66 RUSSO FILIPPO DLF. FIRENZE 1.10.12 14 MUZZI EMANUELA ASC. SILVANO FEDI 1.31.57 4 SANTINI SONIA G.S. PIEVE A RIPOLI 1.33.36
67 VAIANI RICCARDO A.S. MONTELUPO RUNNERS 1.10.13 15 ISOLANI LUCIA POL. CASA CULTURALE 1.38.26
68 NICCOLINI MARCO ASC. SILVANO FEDI 1.10.20 ARGENTO
69 VANNUCCI REMO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.11.18 VETERANI 1 SALVADORI SIRIO ATL. VINCI 1.08.00
70 DI STASI STEFANO POD. LA STANCA 1.11.26 1 CERNICCHIARO NICOLA A.S. NUOVA LASTRA 1.01.51 2 SALVADORI BRUNO ATL. VINCI 1.09.32
71 PISANI MARCO TEAM SUMA 1.11.33 2 AIELLO MORENO ATL. PONTEDERA 1.01.57 3 LANDONI PAOLO ATL. CASTELLO 1.10.05
72 LO CONTE DAVISE ATL. SINALUNGA 1.11.36 3 BOLOGNESI RINALDO G.P. MASSA E COZZILE 1.02.36 4 TACCETTI ANDREA A.S. NUOVA LASTRA 1.13.17
73 TADDEI MAURIZIO LIBERO 1.11.40 4 GIANNI LUIGI G.S. ORECCHIELLA 1.04.08 5 NESI ALESSANDRO R.M. BERZANTINA 1.15.15
74 SANTONI MORENO LIBERO 1.11.54 6 MARCACCI SERGIO OSPEDALIERI PISA 1.15.40
75 MENICHETTI MAURO POD. EMPOLESE 1.12.01 7 BIAGINI GIANPIERO CAI PISTOIA 1.16.04
76 PITTI ROBERTO POD. IL PONTE SCANDICCI 1.12.02 8 CENCI NORICO G.P. S. ANDREA 1.17.29
77 MICHELOTTI SIMONE G.P. MASSA E COZZILE 1.12.14 9 D’AGOSTINO SALVATORE POL. CASA CULTURALE 1.17.47
78 ANGARANO STEFANO G.S. LE TORRI 1.12.50 10 BONOCORE SALVATORE AMATORI CASTELFRANCHESI 1.18.04
79 SASSO ANTONIO ASC. SILVANO FEDI 1.13.03 11 BOSCHI MARCELLO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.19.42
80 DICIOTTI LUCA POD. IL PONTE SCANDICCI 1.13.13 12 TOMMASELLI ALFREDO G.P. LE SBARRE 1.20.09
81 CHESI GRAZIANO POD. SAN CASCIANO VAL DI PESA 1.13.22 13 NUZZI SANTI SAN CASCIANO 1.23.36
82 TESI ALBERTO POD. SAN CASCIANO VAL DI PESA 1.13.35 14 SEQUORCINI GIAMPIERO ATL. VINCI 1.23.50
83 CAPPELLI PAOLO LIBERO 1.13.57 15 CHESI FRANCO SPENSIERATI 1.24.06
84 CORSINOVI VALERIO G.S. LE TORRI 1.13.59 16 IRATO FRANCESCO UGNANO 1.24.51
85 NERCI DANIELE G.P. MASSA E COZZILE 1.14.05 17 BARDELLI GIULIANO CAI PISTOIA 1.26.11
86 MORETTI ANDREA G.S. LE TORRI 1.14.18 18 PIERI OTELLO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.26.42
87 NICCOLI FABIO G.P. MASSA E COZZILE 1.14.20 19 BONAFE’ ALBERTO TEAM SUMA 1.28.07
88 TONI SANDRO POD. EMPOLESE 1.14.32 20 TADDEI SERGIO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.28.39
89 BARCI GIANLUIGI G.S. LE TORRI 1.14.39 21 MELI ANDREA G.S. MAIANO 1.30.15
90 CECCONI ANDREA POD. IL PONTE PONTE A EGOLA 1.14.57 22 MANETTI ALFREDO ATL. CAPRAIA E LIMITE 1.31.37
91 LICATA MASSIMO ATL. PONTEDERA 1.15.00 23 VIGNI MARCELLO G.S. MAIANO 1.47.32

Podismo e Atletica - 15
16 - Podismo e Atletica
Maiano 13 febbraio 2005 - km 13,5 109 PECORINI PAOLO CARICENTRO 1.14.53 12 GIANNOCCOLO ANTONIO G.S. MAIANO 1.04.41
110 PARIGI MASSIMO LIBERO 1.14.54 13 CIPOLLINI CLAUDIO ATL. VINCI 1.05.03
111 NESI FRANCESCO G.S. MAIANO 1.14.57 14 GUIDOTTI CLAUDIO LIBERO 1.05.17
2° Memorial Giuliano Martelli 112 SEGALI SIMONE G.S. MAIANO 1.14.59 15 LANDI PIERO G.S. MAIANO 1.05.26
113 STEFANELLI MARCO COLZI PRATO 1.15.02 16 GUALTIERI FABIO ATL. MISERICORDIA AGLIANESE 1.06.48
CLASSIFICA ASSOLUTI 114 MONACO VINCENZO G.S. MAIANO 1.15.12 17 ESPOSITO ANGELO A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.07.26
1 FRANCHINI ANDREA LE SBARRE 0.51.32 115 BALOCCHINI MASSIMO G.S. MAIANO 1.15.19 18 ROMANO PIETRO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.07.58
2 BERTONERI DANTE ATL. SIGNA 0.52.01 116 BONATTI PAOLO MARATHON CLUB FIGLINE 1.15.23 19 GAROFANO MARIO POD. EMPOLESE 1.08.09
3 PRATELLI FABIO TEAM ROSSANO LOTTI LIVORNO 0.52.22 117 NATI MAURIZIO MARCIATORI MUGELLO 1.15.34 20 CAPUTO VINCENZO G.S. MAIANO 1.08.20
4 GIOVANNETTI DENIS ATL. VINCI 0.52.35 118 PIERONI MAURO ISOLOTTO FIRENZE 1.16.06 21 SARTI GINO POL. OLTRARNO 1.08.29
5 TORRACCHI ALDO LASTRA A SIGNA 0.52.37 119 MARCHI MICHELA G.S. IL FIORINO 1.16.09 22 BRUNI GIULIANO ISOLOTTO FIRENZE 1.09.09
6 GIACOMELLI MASSIMILIANO ASS. GENERALI 0.53.33 120 GRILLI GRAZIANO ATL. SINALUNGA 1.16.11 23 BAGNI REMO POD. EMPOLESE 1.09.12
7 SALVADOR GIUSEPPE G.S. IL FIORINO 0.53.34 121 BENELLI SIMONE ATL. CASALGUIDI 1.16.13 24 FANETTI ENRICO �������� ������� 1.09.15
8 RIDHA BOUZID ATL. CASTELLO FIRENZE 0.53.44 122 SALVETTI FRANCO A.I.C.S. 1.16.18 25 BETTI TULLIO ISOLOTTO FIRENZE 1.09.18
9 DA PRATO MICHELE CAMAIORE 0.53.49 123 FRATONI MAURIZIO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.16.22 26 VALENTE MARIO ZAMBRA SESTO FIORENTINO 1.09.30
10 RANFAGNI ALESSIO G.S. IL FIORINO 0.54.12 124 SORIANI LUIGI ISOLOTTO FIRENZE 1.16.29 27 MELANI EGILDO RINASCITA MONTEVARCHI 1.09.50
11 ROMAGNOLI FABIO MARCIATORI MUGELLO 0.05.38 125 MONTI MAURIZIO MONTELUPO RUNNERS 1.16.49 28 GIBBINO GIANPAOLO LIBERO 1.09.56
12 ANICHINI STEFANO LA ROMOLA 0.55.50 126 BRESCHI MASSIMO ATL. MISERICORDIA AGLIANESE 1.17.13 29 FRAVOLINI PATRIZIO ATL. SIGNA 1.10.14
13 CASCIARI MASSIMO ISOLOTTO FIRENZE 0.55.55 127 BUCCHERI DAVIDE CARICENTRO 1.18.26 30 FRANCESCHINI FRANCO CARICENTRO 1.10.33
14 CARBONE MARIO ATL. VINCI 0.56.04 128 GRASSI ANDREA ISOLOTTO FIRENZE 1.18.30 31 CIRRI STEFANO LIBERO 1.11.19
15 BASSIN PABLO A.S.D. MONTEMURLO PRATO 0.56.47 129 DEL TORA GIANLUCA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.18.36 32 GRASSI LORIANO BANCA TOSCANA 1.11.40
16 DA PRATO DINO CAMAIORE 0.57.00 130 CHIOSTRINI NICOLA LIBERO 1.18.45 33 RASPANTI PAOLO LA NAVE 1.11.44
17 TERZANI G.S. IL FIORINO 0.57.23 131 CROCINI STEFANO ATL. MISERICORDIA AGLIANESE 1.18.51 34 DI GIUSEPPE ENZO NUOVA LASTRA A SIGNA 1.11.59
18 MANETTI LORENZO G.S. MAIANO 0.57.40 132 ORNELLA ALAIN G.S. MAIANO 1.18.54 35 LAVA ENRICO ISOLOTTO FIRENZE 1.12.01
19 NOTTURNI ROBERTO MARATHON CLUB FIGLINE 0.58.28 133 MATERASSI PAOLO G.S. MAIANO 1.18.56 36 ???? ENNIO IL PONTE SCANDICCI 1.12.27
20 LENZI SIMONE LA STANCA 0.58.36 134 MECHINI MARCO LIBERO 1.19.05 37 BERGAMASCHI AGOSTINO LIBERO 1.12.50
21 PROZZO ANTONIO RESCO REGGELLO 0.58.51 135 PAGLIAI MARCELLO LE TORRI FIRENZE 1.19.19 38 PONEFRATI ROBERTO MASSA E COZZILE 1.13.05
22 MICHELINI DANIELE MARCIATORI MUGELLO 0.58.56 136 SANTINI ANDREA ATL. SINALUNGA 1.19.38 39 BACCETTI MARCELLO LIBERO 1.13.11
23 VONAZZO SALVATORE G.S. IL FIORINO 0.59.05 137 DEL GAMBA FABRIZIO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.19.45 40 MAZZONI EMANUELE LIBERO 1.13.35
24 MEINI TIZIANO RESCO REGGELLO 0.59.06 138 BELLINI GABRIELE ASSI 1.19.53 41 BALDINI PATRIZIO MARCIATORI MUGELLO 1.14.26
25 BALDINI ANDREA G.S. MAIANO 0.59.14 139 PELI VARESCO LA NAVE 1.19.56 42 BRINI RENZO ATL. CALENZANO 1.14.45
26 FANI ROBERTO LIBERO 0.59.21 140 BARGHINI MARCO ATL. VINCI 1.20.10 43 SGATTI ADRIANO LA NAVE 1.14.47
27 CHAPLIN TIMOTHY ISOLOTTO FIRENZE 0.59.31 141 TRAVAGLI FABIO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.20.33 44 PAMPALONI ANDREA ISOLOTTO FIRENZE 1.15.36
28 FERRARI MICHELE ALPI APUANE 0.59.41 142 GIANNINI PAOLO MONTEAPERTI SIENA 1.21.05 45 COSI VANNI LA NAVE 1.15.43
29 POLI ALESSANDRO LIBERO 0.59.44 143 NESI MARCO G.S. MAIANO 1.21.10 46 BETTI FABRIZIO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.15.56
30 GRAZIOLI GIANPAOLO G.S. MAIANO 0.59.50 144 VISCONTE ADRIANO ATL. CASTELLO FIRENZE 1.21.22 47 GARAU SERGIO ESERCITO 1.16.03
31 ANICHINI PAOLO LA ROMOLA 0.59.55 145 LIZZO ANTONIO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.22.03 48 DI FRAIA GENNARO POD. EMPOLESE 1.16.40
32 MUGNAI CLAUDIO RESCO REGGELLO 1.00.00 146 GIACHI LUCA LA NAVE 1.22.05 49 SCHIANTARELLI FABIO ASSI 1.17.39
33 CAPACCIOLI WILLIAM ATL. CASTELLO FIRENZE 1.00.10 147 MARINAI PIETRO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.22.09 50 SOLAZZO VINCENZO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.18.10
34 IEBBA ANTONIO ATL. VINCI 1.00.31 148 ERRETTA CARLO POL. OLTRARNO 1.22.19 51 LIPPI MAURO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.18.22
35 TORRINI ANDREA LIBERO 1.00.37 149 ? ? ? GIANLUCA ZAMBRA SESTO FIORENTINO 1.22.23 52 VIGNOZZI ALESSANDRO FIESOLE OUT RACK 1.18.47
36 BOVANI GRAZIANO A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.00.38 150 PASSERI STEFANO LA NAVE 1.23.01 53 PAGLIUCHI PAOLO LA TORRE PONTASSIEVE 1.19.24
37 LANDI SAURO LA TORRE PONTASSIEVE 1.00.43 151 ARIANI ALESSIO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.23.19 54 BIZZOCO GIUSEPPE LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.19.54
38 ZANOBIN DAVID ATL. SANGIOVANNESE 1.00.48 152 GUARRINI ADOLFO LIBERO 1.23.26 55 GRAZIANI PIERO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.20.01
39 BORSELLI DANIELE G.S. MAIANO 1.00.51 153 COSENTINO GIUSEPPE ISOLOTTO FIRENZE 1.23.32 56 AZZARO GIUSEPPE LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.20.47
40 GAMBI MARCELLO MARCIATORI MUGELLO 1.01.04 154 BARTOLINI MARCO PODISMO IL PONTE PISA 1.23.48 57 BLASI ENZO POLICIANO AREZZO 1.21.03
41 RAGIONIERI ANDREA CAPRAIA E LIMITE 1.01.10 155 GIANASSI GIUSEPPE AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.23.57 58 VENTRE MAURIZIO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.21.26
42 PEZZATINI FRANCO VICCHIO MARATHON 1.01.21 156 PELOSI CARLO LIBERO 1.24.12 59 RIBERA VINCENZO CANOTTIERI FIRENZE 1.24.20
43 BIGAZZI MASSIMO MARATHON CLUB FIGLINE 1.01.23 157 MANCINI FRANCESCO ASSI 1.24.43 60 MORI ROBERTO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.24.36
44 GIOVANNIELLO MATTEO A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.01.29 158 BARONCELLI DIMITRI ATL. MISERICORDIA AGLIANESE 1.24.46 61 FRUTTUOSI ALVARO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.25.09
45 D’ESOPO MASSIMO MARCIATORI MUGELLO 1.01.31 159 PEZZUCCHI GIOVANNI CENTRO UISP 1.25.10 62 GRATTINI MARIO CRAL INPS 1.25.52
46 PARRI LIDO CAPRAIA E LIMITE 1.01.39 160 NICCOLI NICOLA LIBERO 1.25.37 63 LAPINI LUCIANO LA NAVE 1.26.01
47 ZUCCONI SERGIO MASSA E COZZILE 1.03.03 161 MENICACCI MATTEO G.S. IL FIORINO 1.26.32 64 BIFFOLI ANDREA F.P. GRASSINA 1.26.29
48 LANCITTI GIUSEPPE MARATHON CLUB FIGLINE 1.03.10 162 MALEVOLTI GIUSEPPE VICCHIO MARATHON 1.26.41 65 BORGHINI AUGUSTO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.27.50
49 BERTINI ANDREA LA TORRE PONTASSIEVE 1.03.11 163 GRAZIANI DORIANO ATL. SINALUNGA 1.26.43 66 LATIN VALFREDO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.27.55
50 MATTONAI GIOVANNI LIBERO 1.03.25 164 GUIDANTONI BRUNO CANOTTIERI FIRENZE 1.26.56 67 GIANNETTI SILVANO MARCIATORI MUGELLO 1.28.19
51 AIROLDI MASSIMO G.S. MAIANO 1.03.48 165 GUIDANTONI LORENZO CANOTTIERI FIRENZE 1.26.58 68 BUTINI MAURIZIO IL PONTE SCANDICCI 1.30.41
52 RUGNO MARIO STUDIO MOTORIO 1.03.55 166 CAPORIZZI GIUSEPPE ATL. VINCI 1.27.24
167 GAI FEDERICO LA NAVE 1.27.46 69 BONISTALLI VALERIANO CAPRAIA E LIMITE 1.30.59
53 SALVADORI PAOLO ASICS FIRENZE MARATHON 1.04.11 70 ORLANDO STEFANO LUIVAN SETTIGNANO 1.33.13
54 AMANTINI STEFANO ISOLOTTO FIRENZE 1.04.14 168 GHAZINOORI REZA G.S. MAIANO 1.29.17
55 MAZZEI ALESSANDRO SAN CASCIANO 1.04.17 169 BISORI ANDREA LIBERO 1.31.49 71 MANETTI ALDO LIBERO 1.34.35
56 ILARIONI LUCA LIBERO 1.04.45 170 VANNINI PAOLO LUIVAN SETTIGNANO 1.33.58 72 INNOCENTI GIANCARLO D.L.F. 1.37.32
57 BROGION PATRIZIO G.S. MAIANO 1.04.58 171 AMEDEI AMEDEO CARICENTRO 1.34.28 73 DEI BRUNO IL PONTE SCANDICCI 1.37.55
58 CASSI ROBERTO G.S. MAIANO 1.05.00 172 GHAZINOORI ALI G.S. MAIANO 1.36.50 74 SALVI RODOLFO LIBERO 1.40.29
59 CALANDRA GIACOMO ATL. VINCI 1.05.01 173 FERRONI ANDREA G.S. MAIANO 1.36.56 75 GOTTI FRANCESCO LA NAVE 1.46.00
60 FRULLINI RICCARDO LUIVAN SETTIGNANO 1.05.10 174 LOMBARDI LUCIANO LIBERO 1.38.29
61 PIERACCHIOTTI PAOLO ISOLOTTO FIRENZE 1.05.14 175 ZOCCALI MARCO VICCHIO MARATHON 1.41.42 VETERANE FEMMINILE
62 BANCHELLI MORENO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.05.15 1 BISORI NICOLETTA CITTA’ DI SESTO 1.10.36
63 STELLA GIOVANNI ISOLOTTO FIRENZE 1.05.22 CLASSIFICA FEMMINILE 2 BELLONI IMBENIA ATL. VINCI 1.16.14
64 BARONCINI LUCA LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.05.23 1 FABBRO RACHELE LAMMARI 1.02.07 3 IZZO IMMACOLATA ATL. VALDINIEVOLE 1.16.52
65 LANDI ANDREA RINASCITA MONTEVARCHI 1.05.24 2 BLIKRE KELLY G.S. MAIANO 1.04.52 4 PRATI LAURA NUOVA LASTRA A SIGNA 1.20.14
66 DI CAPRIO GIUSEPPE G.S. IL FIORINO 1.05.25 3 RANFAGNI GRAZIA RESCO REGGELLO 1.05.10 5 MASOTTI GIGLIOLA CAPRAIA E LIMITE 1.22.18
67 DESI LUCA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.05.38 4 ZIO ESTER A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.06.26 6 ALGA MELISE LA NAVE 1.22.27
68 LO CONTE DAVIDE ATL. SINALUNGA 1.05.40 5 TAZIOLI MARTINA CAMAIORE 1.06.34 7 SARCHIELLI ROSSANA LASTRA A SIGNA 1.25.34
69 MERCATELLI FRANCESCO LA RAMPA 1.05.48 6 PETRACCHI DONATA G.S. MAIANO 1.07.03 8 NARDINI MARIA GRAZIA F.P. GRASSINA 1.26.05
70 MASI SANDRO G.S. IL FIORINO 1.06.00 7 CUSELLO ROSA MARCIATORI MUGELLO 1.07.38 9 COCCHI PATRIZIA CARICENTRO 1.26.37
71 MOSCATELLI ANTONIO ISOLOTTO FIRENZE 1.06.01 8 ALBANI LUCIANA RESCO REGGELLO 1.09.59 10 BATTAGLINI ROSSANA LA NAVE 1.27.18
72 TOTI SAURO RESCO REGGELLO 1.06.02 9 ARCARI MARIA ATL. SIGNA 1.13.43 11 VITTORINI ENI CAPRAIA E LIMITE 1.30.56
73 D’ERRICO GABRIELE G.S. MAIANO 1.06.23 10 PECCHIOLI ANTONELLA G.S. MAIANO 1.14.09 12 RIVARA ALESSANDRA POL. OLTRARNO 1.31.45
74 FRANCINI SERGIO ATL. SINALUNGA 1.06.25 11 TARCHI GRAZIANA MARCIATORI MUGELLO 1.15.59 13 GILBERT LAURA G.S. MAIANO 1.44.21
75 CAMPOLMI JACOPO ISOLOTTO FIRENZE 1.06.30 12 GABBRIELLI SARA G.S. IL FIORINO 1.16.17 14 DOMINO JOE G.S. MAIANO 1.46.48
76 GATTAI ERMANDO A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.06.47 13 CANTARELLI CATERINA LA NAVE 1.16.35 15 CALZOLARI MARIA LUISA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.49.14
77 MELANI ELICO AMATORI CASTELFRANCO 1.07.00 14 GIGLI FIAMMETTA ATL. CALENZANO 1.17.23
78 BELLA ORAZIO G.S. MAIANO 1.07.48 15 PASQUARIELLO MARIA COLZI PRATO 1.17.40 ARGENTO
79 CARLINI DANIELE ATL. CALENZANO 1.08.16 16 CARLUCCI GIANNA ISOLOTTO FIRENZE 1.19.48 1 LANDINI PAOLO ATL. CASTELLO FIRENZE 1.05.05
80 PERINI CLAUDIO LUIVAN SETTIGNANO 1.08.41 17 SICURANZA SILVIA CRAL LE POSTE FI 1.19.59 2 GERBI PIERO LA TORRE PONTASSIEVE 1.06.19
81 TAIUTI MASSIMILIANO CITTA’ DI SESTO 1.08.44 18 RETTORI SANDRA ISOLOTTO FIRENZE 1.20.45 3 LEPRI FRANCO MARCIATORI MUGELLO 1.06.57
82 ESPOSITO PASQUALE A.S.D. MONTEMURLO PRATO 1.08.59 19 GROSSI SILVIA G.S. IL FIORINO 1.22.02 4 LENZI PIERO MARATHON CLUB FIGLINE 1.07.05
83 FELITTI ANSELMO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.09.07 20 GUTTADAURO MARTA G.S. MAIANO 1.22.07 5 NESI ALESSANDRO BERZANTINA PORRETTA TERME 1.08.56
84 GALLI SERGIO COLZI PRATO 1.09.20 21 FOLETTO CHIARA G.S. MAIANO 1.23.22 6 MANNUCCI ALBERTO GUALDO 1.10.02
85 ROSATI STEFANO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.10.22 22 FANFANI LETIZIA ISOLOTTO FIRENZE 1.24.35 7 NISTRI FRANCO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.11.26
86 BENEDETTI WALTER TEAM WARBLEMAN 1.10.27 23 LORENZI ANTONIETTA CRAL ASL PISTOIA 1.24.49 8 BINI FRANCO BERZANTINA PORRETTA TERME 1.11.27
87 BORIOSI CLAUDIO ATL. SIGNA 1.10.38 24 SACCARDI MONIA LA NAVE 1.27.25 9 BARZANTI CARLO LA NAVE 1.12.36
88 ALBORETTI GIOVANNI AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.10.45 25 FIORAVANTI STEFANIA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.27.51 10 BANDINI ARMANDO NARNALI PRATO 1.13.06
89 GALLI STEFANO LA NAVE 1.11.14 26 BOUALAFA FATNA G.S. MAIANO 1.29.52 11 CALOSI ALBERTO ISOLOTTO FIRENZE 1.13.28
90 AUGUSTA MAURIZIO MONTELUPO RUNNERS 1.11.33 27 WEBSTER EREN G.S. MAIANO 1.30.46 12 BRUNO GIOVANNI G.S. MAIANO 1.13.40
91 MARTELLI STEFANO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.11.38 28 PRATO DONATELLA CASTELFRANCO EMILIA 1.31.02 13 DEL MORO FALIERO ASSI 1.15.17
92 SOLDINI LUCA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.11.41 29 MINIATI AMBRA G.S. IL FIORINO 1.34.54 14 ROSSI CARLO POD. VALLE DEL MUGNONE 1.15.50
93 GHERARDI STEFANO G.S. MAIANO 1.11.46 30 RAZZOLINI SERENA LA NAVE 1.37.33 15 NIUZZI SANTI SAN CASCIANO 1.17.36
94 TINTI PAOLO ATL. SIGNA 1.11.58 31 BOSCHI FABIANA CARICENTRO 1.38.49 16 BECUCCI ROLANDO MARATHON CLUB FIGLINE 1.18.40
95 CORRADOSSI ANTONIO LIBERO 1.12.03 32 PIETRINI MARIA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.40.36 17 GIBIN AMILCARE POLICIANO AREZZO 1.19.13
96 PERCOSSI ALESSANDRO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.12.12 18 CIAMPI ROBERTO MISERICORDIA S. PIERO A PONTI 1.20.09
97 NERLI DANIELE MASSA E COZZILE 1.12.13 VETERANI 19 MANNUCCI OTELLO LE PANCHE CASTELQUARTO FI 1.21.08
98 ROTI SANDRO G.S. IL FIORINO 1.12.18 1 BOLOGNESI RINALDO MASSA E COZZILE 0.57.39 20 FERRONI MARIO CITTA’ DI SESTO 1.23.53
99 BIANCHI MAURIZIO POL. OLTRARNO 1.12.19 2 BETTI CARLO G.S. MAIANO 0.59.18 21 FRANCESCHINI VINCENZO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.24.31
100 TONI SANDRO POD. EMPOLESE 1.12.28 3 ROMITI MAURO G.S. MAIANO 0.59.27 22 BONAIUTI ROBERTO ATL. CALENZANO 1.24.40
101 PICCIOLI LEONDARDO G.S. MAIANO 1.12.33 4 FRANCINI GIUSEPPE POL. TAVARNELLE 1.00.04 23 MELI ANDREA G.S. MAIANO 1.25.30
102 TADDEI FRANCESCO IL PONTE SCANDICCI 1.12.35 5 SIENI RENZO G.S. MAIANO 1.01.05 24 BATTELLI FRANCO ISOLOTTO FIRENZE 1.26.44
103 FRILL FRANCO MARCIATORI MUGELLO 1.12.40 6 BALESTRI STEFANO ATL. VINCI 1.01.36 25 ANONIMO �������� ������� 1.29.13
104 GORI NOCENTINI ROSSANO MARCIATORI MUGELLO 1.12.44 7 CHITI CLAUDIO ATL. SIGNA 1.02.50 26 GELLINI LUIGI F.P. GRASSINA 1.31.54
105 DELLA LASTRA MARCO IL PONTE SCANDICCI 1.12.49 8 FOSSI RENZO ATL. SIGNA 1.03.00 27 MOROZZI SIRO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1.34.32
106 TARDUCCI RICCARDO G.S. MAIANO 1.13.23 9 GIANASSI GABRIELE AVIS QUERCETO 1.03.17 28 MINIATI WALTER G.S. IL FIORINO 1.35.37
107 MENCAGLI SANDRO ISOLOTTO FIRENZE 1.13.37 10 FRANCHI GIOVANNI G.S. IL FIORINO 1.03.34 29 CHIESI SANDRO VICCHI AMICI 1.38.20
108 GHERI FILIPPO CARICENTRO 1.14.20 11 PAGNI MASSIMO CASTELFRANCO EMILIA 1.04.38 30 VIGNI MARCELLO G.S. MAIANO 1.45.02

Podismo e Atletica - 17
Tavola (PO) 20 febbraio 2005
Campionato provinciale
di corsa campestre UISP
Pistoia-Prato-Valdinievole
CATEGORIA ESORDIENTI MASCHILI
1° SCHIAVONE NICCOLO’ 1995 ALP PRATO 1’35”

CATEGORIA ESORDIENTI FEMMINILI


1ª MAZARA FEDERICA 1994 ATLETICA CALENZANO 1’52”
2ª FUSI IRENE 1995 NUOVA ATLETICA LASTRA 1’53”

CATEGORIA RAGAZZI
1° BETTI JACOPO 1992 ALP PRATO 3’12”
2° SANTORO ALESSIO 1992 C.S.I. PRATO 3’19”
3° RICCI GABRIELE 1993 ATLETICA CALENZANO 3’20”
4° SCHIAVONE MATTIA 1992 ALP PRATO 3’36”

CATEGORIA RAGAZZE
1° D’ ANGELO IMMACOLATA 1993 ALP PRATO 3’42”

CATEGORIA CADETTI
1° VENTURINI FABIO 1990 SILVANO FEDI PISTOIA 4’22”
2° LOLLI RICCARDO 1990 ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 4’29”
3° CAMBI GABRIELE 1990 ATLETICA CALENZANO 4’43”
4° SGUANCI LORENZO 1991 ALP PRATO 4’53”
5° GONFIANTINI LORENZO 1991 ATLETICA CALENZANO 5’49”

CATEGORIA CADETTE
1ª VETERE IRENE 1990 ATLETICA CALENZANO 5’31” Parco di Cascine delle Tavola 20 febbraio 2005 - Foto di Piero Giacomelli [www.pierogiacomelli.com]
CATEGORIA ALLIEVI
1° VENTURINI MARCO 1989 SILVANO FEDI PISTOIA 27’43” 18° NICCOLI FABIO 1975 G.P. MASSA E COZZILE 28’25” CATEGORIA ARGENTO MASCHILE
19° VENTURI LUCA 1968 SILVANO FEDI PISTOIA 29’47” 1° MELANI ROMANO 1940 LA STANCA VALENZATICO 18’23”
CATEGORIA ASSOLUTI MASCHILE 20° PADOVAN LUIGI 1980 ATLETICA VALDINIEVOLE 32’27” 2° MORRONE GAETANO 1945 INDIVIDUALE 18’44”
1° FEDAOUI ABDELILAH 1974 G.S. IL FIORINO 21’57” 21° MENCI MATTEO POLISPORTIVA BONELLE 32’58” 3° BONACCHI MARCO 1943 SILVANO FEDI PISTOIA 19’29”
2° PAPI MARCO 1979 ASD MONTEMURLO 22’07” 22° BETTAZZI GIANNI 1971 G.P. CROCE ORO PRATO 33’55” 4° MARCHIONI REMO 1935 RM BERZANTINA PORRETTA T. 21’08”
3° FUSI ANDREA 1962 NUOVA ATLETICA LASTRA 22’36” 23° MAGAZZINI MSIIMO 1974 G.P. CROCE ORO PRATO 33’55” 5° CARLONI FORTUNATO 1939 ATLETICA CALENZANO 21’55”
4° BARDAZZI FILIPPO 1969 ASD MONTEMURLO 22’36” 6° BONAIUTI ROBERTO 1944 ATLETICA CALENZANO 22’05”
5° ANDREOTTI ASCANIO 1972 SILVANO FEDI PISTOIA 22’48” CATEGORIA VETERANI MASCHILE 7° PICCINI DANILO 1936 ATLETICA CALENZANO 23’18”
6° MICHELONI MARCO 1980 ROBERTO COLZI PRATO 23’03” 1° NOBILE ANTONIO 1954 NUOVA ATLETICA LASTRA 17’02”
7° VALENSISE MASSIMO 1973 SILVANO FEDI PISTOIA 23’40” 2° SOLDI FABRIZIO 1955 ATLETICA CASALGUIDI 17’09” CATEGORIA FEMMINILE ASSOLUTA
8° BALLERINI SIMONE 1959 ATLETICA SIGNA 23’57” 3° CEFALA’ DOMENICO 1954 POL. OSTE MONTEMURLO 17’55” 1ª GIGLI FIAMMETTA 1971 ATLETICA CALENZANO 18’50”
9° MANDO’ MIRKO POL. CAPEZZANA PRATO 24’07” 4° NERUCCI SANDRO 1954 ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 18’22” 2ª TOCCAFONDI PATRIZIA 1961 ALP PRATO 19’08”
10° FAETI STEFANO 1961 ATLETICA SIGNA 24’22” 5° GRASSI LORIANO 1950 BANCA TOSCANA 19’20” 3ª SCIABOLACCI ELENA 1978 SILVANO FEDI PISTOIA 19’14”
11° LUCENTE GIAN FRANCO 1961 NUOVA ATLETICA LASTRA 24’41” 6° VENTURINI GIORDANO 1947 SILVANO FEDI PISTOIA 19’35” 4° ROSI PAOLA 1962 POL. OSTE MONTEMURLO 21’06”
12° DIACK IBRAHIMA 1971 ATLETICA CALENZANO 25’30” 7° DI CARLO GAETANO 1951 C.S.I. PRATO 21’06” 5° FALVELLA ROSA 1963 C.S.I. PRATO 22’01”
13° BELVISO GAETANO 1961 LE PANCHE CASTELQUARTO 25’43” 8° POSTACCHINI LUCIO 1947 INDIVIDUALE 22’21” 6° NUZZI EMANUELA 1965 SILVANO FEDI PISTOIA 22’39”
14° GALEOTTI FRANCESCO 1980 ATLETICA CALENZANO 26’44” 9° AMERINI GUIDO 1954 SILVANO FEDI PISTOIA 22’35”
15° MATI ALESSIO INDIVIDUALE 26’55” 10° DE FILIPPO ALDO 1953 SILVANO FEDI PISTOIA 22’37” CATEGORIA FEMMINILE VETERANE
16° CERCHIARI RICCARDO 1968 POLISPORTIVA ASD JOLO 27’43” 11° PRATESI ROBERTO 1945 NUOVA ATL. LASTRA A SIGNA 23’29” 1° SARCHIELLI ROSSANA 1948 NUOVA ATLETICA LASTRA 23’27”
17° FABBIANI NICOLA 1963 POLISPORTIVA ASD JOLO 28’08” 12° PADOVAN LUCIANO 1947 ATLETICA VALDINIEVOLE 28’09” 2° GIANI ARDELIA 1951 SILVANO FEDI PISTOIA 28’56”

18 - Podismo e Atletica
Scandicci 20 febbraio 2005 - km 21,097

25° Trofeo Il Ponte

Categoria Assoluti Maschile 29 CARDIA GAETANO A.S.C.SILVANO FEDI 1.18.56 58 TORRINI ANDREA LIBERO 1.23.58

Servizio fotografico di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com)


1 NGANAGA SAMWEL G.S. ORECCHIELLA GAR 1.10.36 30 FEDI MARCO U.P. ISOLOTTO 1.19.03 59 CARTOCCI DANIELE PODISTICA SAN CASCIA 1.24.06
2 NDAYSENGA PATRICK ASSINDUSTRIA SPORT P 1.10.38 31 CASINI LEANDRO G.S. M. ANTRACCOLI 1.19.12 60 PARRONCHI DAVIDE U.P. ISOLOTTO 1.24.23
3 ORSI MARCO GP ALPI APUANE 1.11.47 32 CONSERVA GIUSEPPE G.S. ORECCHIELLA GAR 1.19.22 61 MOGGIA GIANNI A.S. DIELLEFFE 1.24.32
4 PICCHI YURI GS ATL. SIGNA 1.12.08 33 CECCONI EMANUELE RUNNERS ALTO RENO 1.19.38 62 PIERI CARLO UNIONE POL.TAVARNELL 1.24.34
5 MONGILI VITTORIO TEAM CAFFE HAWAI 1.12.09 34 NOTTURNI ROBERTO MARATHON CLUB FIGLIN 1.19.52 63 BANDINI SAURO GISP CHIANCIANO 1.24.35
6 QUINZI GIUSEPPE ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.13.08 35 GELLI RONY RUNNERS ALTO RENO 1.20.25 64 MARCHI DIEGO G.S. MAIANO 1.24.49
7 CHECCACCI LORENZO GR. POD. PARCO ALPI 1.13.12 36 MELANI ALESSIO U.S. ROBERTO COLZI 1.20.27 65 IMBARRATO ALBERTO A.S.C.SILVANO FEDI 1.24.54
8 GIOVANNETTI DENIS A.S. ATL. VINCI MALU 1.13.17 37 MONTANARO FRANCESCO G.S.IL FIORINO 1.20.41 66 BORSETTO GIANNI G.S. AUSONIA CLUB 1.24.58
9 ANTONINI SILIANO GS ATL. SIGNA 1.13.37 38 PIERAGNOLI FEDERICO U.S. ROBERTO COLZI 1.20.43 67 SANSONI GIACOMO CICLOLANDIA 1.24.59
10 BOUZID RIDHA ATL. CASTELLO 1.13.50 39 ALBINI ALESSANDRO G.S.IL FIORINO 1.20.46 68 PERITORE DANIELE ATL. CASTELLO 1.25.23
11 TORRACCHI ALDO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.14.05 40 ECHTNER STEFANO U.P. ISOLOTTO 1.20.53 69 SECCI ANDREA G.S. LE PANCHE CASTE 1.25.25
12 CAPACCI GIANLUCA U. POL POLICIANO 1.14.21 41 JULIANO CRISTIANO G.S. LE PANCHE CASTE 1.20.58 70 MATTONAI GIOVANNI GU LIBERO 1.25.27
13 MARTIRE LORENZO G.S.IL FIORINO 1.14.35 42 BASSIN PABLO POL.MONTEMURLO M.T. 1.21.00 71 FIASCHI FABIO U.P. ISOLOTTO 1.25.27
14 PAOLETTI ALBERTO U.P. ISOLOTTO 1.14.53 43 MANGIA CARMINE A.S.C.SILVANO FEDI 1.21.02 72 GIURLEO PAOLO G.S.IL FIORINO 1.25.55
15 BERTONERI DANTE GS ATL. SIGNA 1.14.55 44 RASTRELLI DAVID C.U.S. UDINE 1.21.21 73 BONDI MARCO G.S. LE PANCHE CASTE 1.26.03
16 PANARIELLO RAFFAELLO GP ALPI APUANE 1.14.57 45 CHAPLYN TIMOTHY U.P. ISOLOTTO 1.21.36 74 VANNUCCI LEONARDO LIBERO 1.26.06
17 CARLOTTI CLAUDIO A.S.PONTEDERA ATLETI 1.14.59 46 CIUFFI QUINTO GP ALPI APUANE 1.21.56 75 QUIRINI LORENZO G.S. CITTA DI SESTO 1.26.20
18 BURRONI GIOVANNI TORRE DEL MANGIA 1.15.51 47 BARTOLINI ENRICO A.S NUOVA ATLETICA S 1.22.02 76 RUGNA MARIO STUDIO MOTORIO 1.26.28
19 MONTEFORTI MASSIMILI ATL. FUTURA ROMA 1.16.23 48 BRASCHI ANDREA CIRCOLO LA ZAMBRA 1.22.34 77 GROSSI GIACOMO G.S. LE LUMACHE 1.26.32
20 ORSI SERGIO A.S. ATL. VINCI MALU 1.16.49 49 PROZZO ANTONIO G.S. RESCO REGGELLO 1.22.53 78 LAZZERI MIRKO POD. EMPOLESE 1.26.33
21 CHIARUGI PAOLO A.S. ATL. VINCI MALU 1.16.50 50 CONTI DARIO CIRCOLO LA ZAMBRA 1.22.59 79 MOSCATELLI ANTONIO U.P. ISOLOTTO 1.26.34
22 SCARLINI SIMONE GS ATL. SIGNA 1.17.10 51 ZANOBINI DAVIDE ATL.SANGIOVANNESE 1.23.06 80 DE CHIGI LUCIO GISP CHIANCIANO 1.26.36
23 DA PRATO DINO A. ATL. CAMAIORE 1.17.17 52 FANI ROBERTO LIBERO 1.23.16 81 MESSINA GIROLAMO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.26.53
24 FORTEZZA BORIS G.S. LE PANCHE CASTE 1.17.31 53 PICCHI MAURO A.S. ATL. VINCI MALU 1.23.17 82 LANCELLOTTI GIUSEPPE MARATHON CLUB FIGLIN 1.26.54
25 OTTANELLI LORENZO U.P. ISOLOTTO 1.17.33 54 ROMANO CARMINE U.S. ROBERTO COLZI 1.23.29 83 RAMALLI STEFANO GS ATL. SIGNA 1.26.59
26 SPINELLA MARIO GS ATL. SIGNA 1.17.48 55 GIOVANNELLI MATTEO POL.MONTEMURLO M.T. 1.23.31 84 PICCHI MIRKO POD. PONTE A EGOLA 1.27.09
27 ANICHINI STEFANO G.S. LA ROMOLA 1.17.58 56 FRANCHI CARLO LIBERO 1.23.39 85 ILARIONI LUCA LIBERO 1.27.19
28 CAMPIGLI MAURO G.S. MAIANO 1.18.42 57 MACCARINI ALESSANDRO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.23.45 86 BOCCARDI MARCO G.S. AUSONIA CLUB 1.27.31
87 LUCCHESI PAOLINO MISERICORDIA DI PRAT 1.27.36
88 ULIVI MAURO ATL. CASTELLO 1.27.43
89 BIANCHI SERGIO U.S. ROBERTO COLZI 1.27.44
90 GOSETTO MARCELLO MISERICORDIA DI PRAT 1.27.45
91 ZULLO GIUSEPPE A.S.C.SILVANO FEDI 1.27.46
92 RAZZOLI RICCARDO A.S.C.SILVANO FEDI 1.27.51
93 LELLI FILIPPO ATL.SANGIOVANNESE 1.27.53
94 BARCHIELLI MORENO G.S. LE PANCHE CASTE 1.28.00
95 BENEDETTI GUIDO G.S. LE PANCHE CASTE 1.28.07
96 GIANNOCCARO PIETROEM POL.MONTEMURLO M.T. 1.28.24
97 D AIUTO GIUSEPPE U.P. ISOLOTTO 1.28.27
98 ANTONINO LEONARDO U.P. ISOLOTTO 1.28.28
99 GUIDI ALESSANDRO LIBERO 1.28.29
100 AMICONE ARISTIDE G.S. LE PANCHE CASTE 1.28.33
101 ORLANDI ANDREA MONTELUPO RUNNERS 1.28.36
102 MERCATELLI FRANCESCO UNIONE POL.TAVARNELL 1.28.39
103 BRACCIALINI MATTEO GP ROSSINI PONTASSER 1.28.46
104 CAMPOLMI JACOPO U.P. ISOLOTTO 1.28.50
105 STERA AURELIO G.S. GUALDO 1.28.56
106 CIRELLI ANTONIO ATL. CASTELLO 1.28.59
107 NESI MAURO UNIONE POL.TAVARNELL 1.29.00
108 GRASSI ROBERTO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.29.25
109 MAZZEI ALESSANDRO PODISTICA SAN CASCIA 1.29.27
110 MUGNAINI ANDREA POL.MONTEMURLO M.T. 1.29.38
111 EMILI GINO MONTERIGGIONI SPORT 1.29.43
112 CORTI GIACOMO LIBERO 1.29.48
113 DACCI ALESSANDRO AVIS QUERCETO 1.29.49
114 D AIUTO CARLO GS ATL. SIGNA 1.30.19

Podismo e Atletica - 19
238 LEONE ROSSANO U.S. ROBERTO COLZI 1.42.39
239 BORIOSI CLAUDIO GS ATL. SIGNA 1.42.51
240 FELITTI ANSELMO G.S. AUSONIA CLUB 1.42.52
241 LENCI MASSIMILIANO G.S.IL FIORINO 1.43.15
242 PINI MARCO G.S. RESCO REGGELLO 1.43.17
243 BECCANI LUCA G.S. RESCO REGGELLO 1.43.19
244 PERLINI FABIO CARICENTRO 1.43.20
245 MAZZANTI LUCA ASSI BANCA TOSCANA F 1.43.33
246 DI PIETRO PAOLO LIBERO 1.43.34
247 STEFANELLI MARCO U.S. ROBERTO COLZI 1.43.49
248 APPETECCHI MAURIZIO POD. NARNALI 1.43.51
249 BIFFONI ALESSANDRO POD. NARNALI 1.43.56
250 ARIANI ALESSIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.43.58
251 MANCIN ALESSANDRO CAI PRATO 1.44.09
252 GIANASSI EDOARDO VENTINOVE MARTIRI PO 1.44.12
253 MORELLI LEONARDO LIBERO 1.44.29
254 MANCINI FRANCESCO POD.FRAT.POP.VALLE D 1.44.30
255 ROSSI ROBERTO FUTURA PRATO 1.44.49
256 GIANNELLINI FRANCO UNIONE POL.TAVARNELL 1.44.53
257 RIVOLTA LUIGI G.S. RESCO REGGELLO 1.44.54
258 VAIANA MARIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.45.03
259 PIZZANELLI DAVIDE GP ALPI APUANE 1.45.09
260 MECHINI MARCO LIBERO 1.45.10
261 ALUNNI ROBERTO LIBERO 1.45.13
262 TODINI RAFFAELE LIBERO 1.45.14
263 PAGLIAI MARCELLO G.S. LE TORRI 1.45.19
264 BENELLI FABIO CARICENTRO 1.45.23
265 DELONI MAURO G.S. RESCO REGGELLO 1.45.30
266 ORSINI MIRKO G.S. RESCO REGGELLO 1.45.33
267 GIANNETTI ANDREA ATL.PIETRASANTA VERS 1.45.53
115 BONINI FRANCESCO GS ATL. SIGNA 1.30.21 156 SANESI SANDRO U.P. ISOLOTTO 1.33.56 268 GRASSI MASSIMO TENNIS CLUB POGGIBON 1.45.59
116 ROSAI FRANCESCO G.S.IL FIORINO 1.30.31 157 SPAGNESI MICHELE CARICENTRO 1.33.59 269 CAMPINOTI PAOLO G.S. AUSONIA CLUB 1.46.01
117 ESPOSITO PASQUALE POL.MONTEMURLO M.T. 1.30.37 158 TAUFER OSCAR LIBERO 1.34.00 270 VISCONTI ADRIANO ATL. CASTELLO 1.46.19
118 BALLI ALESSANDRO G.S. CAI PISTOIA 1.30.38 159 MORETTI ANDREA G.S. LE TORRI 1.34.03 271 MOSCARDINI MASSIMO LIBERO 1.46.23
119 BONATTI PAOLO MARATHON CLUB FIGLIN 1.30.47 160 LIGI FABRIZIO GS RMTE 1.34.05 272 SPINELLI FABIO LIBERO 1.46.26
120 FALORNI IVANO CARICENTRO 1.30.49 161 FALSETTI DANIELE LIBERO 1.34.07 273 GIULIANI STEFANO G.S. AUSONIA CLUB 1.46.40
121 VAIANI RICCARDO MONTELUPO RUNNERS 1.30.51 162 CIRRI MARCO LIBERO 1.34.21 274 ANGIOLINI ROBERTO TENNIS CLUB POGGIBON 1.46.45
122 CAMBI DAMIANO A.S NUOVA ATLETICA S 1.30.54 163 TOMADA DAVID LIBERO 1.34.22 275 TOSCHI DANIELE ATLETICA MARCIATORI 1.46.48
123 LANDI ANDREA POL. RINASCITA MONTE 1.31.04 164 BUGLKIA DANIELE G.S. GUALDO 1.34.25 276 PEZZUCCHI GIOVANNI U.P. ISOLOTTO 1.46.51
124 FANTAPPIE LEONARDO CRAL ATAF FI 1.31.08 165 BENASSAI ALESSANDRO LIBERO 1.34.28 277 NATI MAURIZIO ATLETICA MARCIATORI 1.46.56
125 BALDI DAVID G.S. UGNANO 1.31.09 166 ROSATI STEFANO G.S. AUSONIA CLUB 1.34.38 278 TALOZZI MARCO LIBERO 1.46.59
126 GATTAI ARMANDO POL.MONTEMURLO M.T. 1.31.11 167 MONTALBERTI PIERLUIG MARATONA DI TORINO 1.34.50 279 PICCIOLI LEONARDO G.S. MAIANO 1.47.03
127 VINATTIERI ALESSIO GS ATL. SIGNA 1.31.13 168 FELLINI ALESSANDRO GS ATL. SIGNA 1.34.54 280 FANCELLI UMBERTO ��������
������� 1.47.13
128 LAPINI MASSIMO LUVIAN SETTIGNANO 1.31.18 169 BROGIONI PAOLO POL. OLIMPIA 1.34.55 281 PANCINI GIANLUCA LIBERO 1.47.18
129 CALATTINI RICCARDO POL. OLIMPIA 1.31.24 170 RAUGEI PAOLO POL.MONTEMURLO M.T. 1.34.57 282 PARRINI VANNI ATL. CALENZANO 1.47.22
130 PROVVEDI FRANCO POL. OLIMPIA 1.31.25 171 SEGALI SIMONE G.S. MAIANO 1.34.59 283 ROSSI FILIPPO ASSI BANCA TOSCANA F 1.47.24
131 FALCIANI CLAUDIO IL PONTE SCANDICCI 1.31.29 172 BARTOLETTI ENRICO A.S.C.SILVANO FEDI 1.35.02 284 CHIARELLI LORENZO G.S. LE PANCHE CASTE 1.47.26
132 RAFFAELLI LUCA G.S. LAMMARI 1.31.30 173 TAIUTI MASSIMILIANO G.S. CITTA DI SESTO 1.35.08 285 TRAVAGLI FABIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.47.36
133 CHESI GRAZIANO PODISTICA SAN CASCIA 1.31.39 174 FAILLI CARLO G.S. MAIANO 1.35.09 286 DE MARINIS GUGLIELMO LIBERO 1.47.43
134 CHIOSTRI ALESSANDRO G.S. GUALDO 1.31.43 175 MURPHY CONOR LIBERO 1.35.11 287 PASQUI FEDERICO LIBERO 1.47.51
135 D ALESSANDRO FRANCES G.S. CITTA DI SESTO 1.31.44 176 MARIOTTI MAURO G.S. MONTAPERTI 1.35.12 288 FALLENI SIMONE LA NAVE ROVEZZANO 1.48.04
136 DI DONATO CLAUDIO LA NAVE ROVEZZANO 1.31.55 177 MANNINI MAURIZIO CRAL DIP.COMUNALI FI 1.35.18 289 BARUCCI ALESSANDRO LIBERO 1.48.20
137 COSI ALESSANDRO CANOTTIERI FIRENZE 1.31.59 178 DOLFI ROBERTO A.S.C.SILVANO FEDI 1.35.31 290 SPARAVIGNA ANTONIO G.S. AUSONIA CLUB 1.48.51
138 ZECCHI FILIPPO ATL. CALENZANO 1.32.00 179 FERRARI SAMUELE G.S. PIEVE A RIPOLI 1.35.56 291 BELLINI GABRIELE G.S. LE PANCHE CASTE 1.48.56
139 BENEDETTI STEFANO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.32.14 180 PRATESI LUIGI G.S. LE PANCHE CASTE 1.36.01 292 FABBRONI FRANCO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.49.21
140 CARLI RAFFAELLO G.S. CAI PISTOIA 1.32.20 181 MORGANTI MAURIZIO UNIONE POL.TAVARNELL 1.36.11 293 LENTO FABIO LIBERO 1.49.35
141 PAOLETTI SIMONE LIBERO 1.32.27 182 PAOLETTI MASSIMILIAN G.S. MAIANO 1.36.13 294 ADAMI FRANCESCO CRAL INPS FIRENZE 1.49.36
142 STELLA GIOVANNI U.P. ISOLOTTO 1.32.34 183 BRESCHI RICCARDO VTB VAIANO 1.36.21 295 SANTINI GIANLUCA CRAL INPS FIRENZE 1.49.38
143 MEGNA FRANCO CIRCOLO LA ZAMBRA 1.32.36 184 GIANASSI FILIPPO G.S. CITTA DI SESTO 1.36.23 296 PAPI ROBERTO LIBERO 1.50.05
144 CAPPELLI PAOLO LIBERO 1.32.44 185 PEDOL ANGELO LIBERO 1.36.26 297 TOCCAFONDI STEFANO C.S. PRATO 1.50.07
145 SCHIATTARELLA FABRIZ LIBERO 1.32.45 186 MERCATELLI FABIO UNIONE POL.TAVARNELL 1.36.27 298 GIANNINI GIANLUCA LIBERO 1.50.34
146 ANGARANO STEFANO G.S. LE TORRI 1.32.47 187 FRILLI FRANCO ATLETICA MARCIATORI 1.36.36 299 CASCIONE LEONARDO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.51.15
147 BARDI MIRCO LIBERO 1.32.54 188 BANI ADRIANO ATLETICA CAMPI UNIVE 1.36.38 300 SARTI MARCO ATLETICA MARCIATORI 1.51.20
148 LELLI MAURO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.32.56 189 BENUCCI ALESSANDRO U.P. ISOLOTTO 1.36.58 301 RINALDI JOSE G.S. LE PANCHE CASTE 1.51.34
149 PISCOPO LUCA G.S. LE PANCHE CASTE 1.33.07 190 VAGNUZZI CARLO POL. RINASCITA MONTE 1.37.06 302 BARTOLI FRANCO G.S.OLTRARNO 1.51.36
150 BARCI GIANLUIGI G.S. LE TORRI 1.33.22 191 GALLORINI LUIGI G.S. LE PANCHE CASTE 1.37.15 303 SPITALETTA FRANCESCO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.51.40
151 TESI ALBERTO PODISTICA SAN CASCIA 1.33.23 192 BONELLI ROBERTO G.P. MASSA E COZZILE 1.37.19 304 GIANNINI PAOLO GS MONTEAPERTI 1.51.55
152 ORLANDI BRUNO ATL.SANGIOVANNESE 1.33.27 193 BINI FEDERICO SAN GIMIGNANO SPORT 1.37.20 305 ZINGARELLO PATRIZIO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.51.57
153 DI PUORTO ROMEO ATL.SANGIOVANNESE 1.33.29 194 DEI NICOLA SAN GIMIGNANO SPORT 1.37.21 306 FILIPPINI ROBERTO LIBERO 1.52.10
154 PIERACCINI MARCO ATL.SANGIOVANNESE 1.33.31 195 PORCIATTI VALERIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.37.25 307 LAZZAROTTO GIULIANO G.S. MARATONETI DEL 1.52.14
155 NARDONI NICOLA LIBERO 1.33.48 196 EPIFORI LUCIANO LIBERO 1.37.27 308 CALANDI SILVIO CANOTTIERI FIRENZE 1.52.20
197 GHERDINI STEFANO G.S. MAIANO 1.37.39 309 ROGGI ALDO ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.52.21
198 PALCHETTI MASSIMO GS FRATRES 1.37.47 310 BASILICO CARLO MISERICORDIA DI PRAT 1.52.36
199 CERRETI MARIO MONTERIGGIONI SPORT 1.37.48 311 CASSI ROBERTO G.S. MAIANO 1.53.04
200 BIANCHI MAURIZIO G.S.OLTRARNO 1.37.55 312 COMPAGNINO ALESSANDR LIBERO 1.54.16
201 MAGNI FAUSTO LIBERO 1.37.58 313 LOMBARDI LUCIANO POD. MISERICORDIA AG 1.54.18
202 PAOLETTI MARCELLO CANOTTIERI FIRENZE 1.38.03 314 TOGNI GIULIO LIBERO 1.54.25
203 CATANESE GIAMPAOLO GS POLIZIA DI STATO 1.38.06 315 AIROLDI MASSIMO G.S. MAIANO 1.54.30
204 TOSI MASSIMILIANO LIBERO 1.38.18 316 GUIDANTONI LORENZO CANOTTIERI FIRENZE 1.54.45
205 SBRIGLIONE ALESSANDR LIBERO 1.38.25 317 MARINARI PIERO G.S. LE PANCHE CASTE 1.55.15
206 TIRICO PASQUALE G.S. MAIANO 1.38.44 318 PUZIO ANTONIO G.S. CAI PISTOIA 1.55.18
207 TONI SANDRO POD. EMPOLESE 1.38.46 319 GARONI SERGIO LIBERO 1.55.36
208 MASI FRANCO G.S. LE PANCHE CASTE 1.38.50 320 FOSSATI ALESSIO LIBERO 1.56.26
209 CHIAPUSSO RAFFAELE DORATLETICA 1.38.51 321 TEOBALDELLI EMANUELE LIBERO 1.57.15
210 LUSINI ALESSANDRO LIBERO 1.38.58 322 LIZZO ANTONIO U.P. ISOLOTTO 1.57.58
211 GOSETTO RICCARDO MISERICORDIA DI PRAT 1.39.02 323 SESTINI MARCO U.P. ISOLOTTO 1.57.59
212 BIANCHI GIOVANNI LIBERO 1.39.16 324 RINALDI PAOLO G.S. LE TORRI 1.58.13
213 BUSELLI CLAUDIO G.P.PIOMBINO AVIS 1.39.41 325 CANTINI UGO G.S. LE TORRI 1.58.15
214 BAGNARA LUCA UNIONE POL.TAVARNELL 1.39.53 326 GONFIANTINI ANDREA LIBERO 1.58.59
215 PARCOSSI ALESSANDRO G.S. LE PANCHE CASTE 1.39.55 327 BORETTI GIAN LEONARD PODISTICA SAN CASCIA 1.59.02
216 PIERONI MAURO U.P. ISOLOTTO 1.39.57 328 FRANCIONI SANDRO MONTELUPO RUNNERS 1.59.56
217 BALDI ALESSANDRO G.S.IL FIORINO 1.40.04 329 CHELI MARIO LIBERO 2.00.58
218 POLI GIANNI VENTINOVE MARTIRI PO 1.40.19 330 BONETTI FRANCESCO LIBERO 2.01.35
219 VENANZI CARLO LIBERO 1.40.28 331 STELLA GIUSEPPE LIBERO 2.01.52
220 CERBAI ALESSANDRO CIRCOLO LA ZAMBRA 1.40.31 332 PELLEGRINI MASSIMILI ATL MONTECATINI 2.02.27
221 LOCATELLI PATRIZIO CUS MILANO 1.40.34 333 PICCIOLI ALESSANDRO G.S.OLTRARNO 2.03.27
222 NANNETTI MAURO A.S. ATL. VINCI MALU 1.40.43 334 BALDINI ROBERTO GS. JOLLY MOTORS 2.05.02
223 CACIOLLI STEFANO LIBERO 1.40.45 335 PASQUI MARCO LIBERO 2.05.05
224 DEL TORA GIANLUCA G.S. AUSONIA CLUB 1.40.50 336 GALLO FRANCESCO A.S.C. FIRENZE 2.05.08
225 CONTI FEDERICO CIRCOLO LA ZAMBRA 1.40.52 337 GIANI FABIO U.P. ISOLOTTO 2.05.15
226 PALUMBO ALBERTO G.S. LE PANCHE CASTE 1.40.53 338 FORZINI LUIGI A.S. MEETING 2.05.36
227 CERBAI MATTEO CIRCOLO LA ZAMBRA 1.40.54 339 SALVATICI STEFANO LIBERO 2.05.37
228 BROGINI MARCO TORRE DEL MANGIA 1.40.56 340 COLANGELO MARZIO POD. MISERICORDIA AG 2.07.34
229 BAGNI ALESSANDRO LIBERO 1.41.11 341 DUCCI ANDREA LIBERO 2.07.42
230 VANNINI PAOLO G.S. LUVIAN 1.41.18 342 NESI SIMONE U.S. ROBERTO COLZI 2.07.48
231 GALLI SERGIO U.S. ROBERTO COLZI 1.41.20 343 BELLIN SAMUEL CR. COLLI ALTI SIGNA 2.08.36
232 CHIOSTRINI NICOLA LIBERO 1.41.21 344 MONTI MAURIZIO MONTELUPO RUNNERS 2.13.10
233 VACCA PAOLO G.S. LE PANCHE CASTE 1.41.33
234 D ULIVO GIUSTO ATL.AMATORI LIVORNO 1.41.44 Categoria Assolute Femminile
235 BALOCCHINI MASSIMO G.S. MAIANO 1.41.46 1 BIANCHI ILARIA TEAM SUMA 1.17.57
236 SQUILLONI PAOLO ETRURIA TRITHLON PRA 1.42.14 2 NERI CRISTINA SOCIETA ATLETICA L 1.20.51
237 CASPRINI ANDREA POD.FRAT.POP.VALLE D 1.42.33 3 VANNUCCI VERONICA POL.MONTEMURLO M.T. 1.21.17

Servizio fotografico di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com)


20 - Podismo e Atletica
4 IOZZELLI EMMA G.S. LAMMARI 1.22.38
5 GIOFRE CATERINA ATL.SANGIOVANNESE 1.27.50
6 SUARDI SIMONA ATL. CASTELLO 1.28.54
7 BLIKRE KELLY G.S. MAIANO 1.29.37
8 BOSCHI MANUELA G.S. LE TORRI 1.29.57
9 SPADONI MARIA LUISA ATL. CASTELLO 1.31.20
10 MAZZONI PAOLA CAI PRATO 1.31.31
11 ANDREONI NICOLETTA PODISTICA SAN CASCIA 1.33.22
12 ZIO ESTER POL.MONTEMURLO M.T. 1.35.04
13 SORICE BELINDA BALESTRINI TEAM 1.36.16
14 SCHOEB SUSANNE G.S. LE PANCHE CASTE 1.36.24
15 COPPI AURORA POL. OSTE PRATO 1.37.24
16 CALAMAI SONIA ATL. CALENZANO 1.38.10
17 GIANNINI ORIANA ATL.PIETRASANTA VERS 1.41.29
18 ROSADI MIRIA G.S. LE LUMACHE 1.42.09
19 BREGA DANIELA GS POLIZIA DI STATO 1.42.13
20 RAMAZZOTTI ILARIA U.S. ROBERTO COLZI 1.43.55
21 GELSI ADA LUCIA SAN GIMIGNANO SPORT 1.44.08
22 CHELLINI SANDRA IL MARATONETA RUNNER 1.45.00
23 ARCARI MARIA GS ATL. SIGNA 1.45.18
24 CORTI SILVIA CARICENTRO 1.45.21
25 PECCHIOLI ANTONELLA G.S. MAIANO 1.45.37
26 ARCARI ANGELA GS ATL. SIGNA 1.48.05
27 ARSIE TANIA LIBERO 1.48.17
28 BRACALONI CHIARA LIBERO 1.48.30
29 PASQUARIELLO MARIA U.S. ROBERTO COLZI 1.48.37
30 GALANTI MANUELA G.S.OLTRARNO 1.48.47
31 FANFANI LETIZIA U.P. ISOLOTTO 1.50.10
32 CAPOBIANCO MIRELLA TEAM SUMA 1.50.23
33 BRACALONI VALERIA LIBERO 1.50.29
34 RETTORI SANDRA U.P. ISOLOTTO 1.50.53 58 VANNUCCHI ERNESTO VENTINOVE MARTIRI PO 1.41.45 Categoria Veterane Femminile
35 FOLETTO CHIARA G.S. MAIANO 1.51.47 59 PANICHI SILVANO POD. MISERICORDIA AG 1.41.50 1 SALVIETTI LUANA G.S. LAMMARI 1.24.00
36 ROSADI MARCELLA G.S. LE LUMACHE 1.52.22 60 CIANI FRANCO MONTELUPO RUNNERS 1.41.55 2 FRATI LAURA ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.49.55
37 BIANCHI GIANNA U.P. ISOLOTTO 1.53.37 61 MORANDINI DANIELE LA NAVE ROVEZZANO 1.42.04 3 NARDINI MARIA GRAZIA FRATELLANZA POPOLARE 1.55.58
38 CARLUCCI GIANNA U.P. ISOLOTTO 1.54.07 62 MAZZARA MARTINO ATL. CALENZANO 1.42.15 4 FEDELE ANTONIETTA G.S. LE TORRI 1.57.22
39 PIDATELLA DELIA G.S. LE PANCHE CASTE 1.54.34 63 LAVA ENRICO U.P. ISOLOTTO 1.42.48 5 ULIVI MARZIA CARICENTRO 2.05.10
40 DE CARLI MARINA G.S. MAIANO 1.55.17 64 BRUNO ANTONIO G.S. MAIANO 1.42.49 6 VITTORINI ENI ATL. CAPRAIA E LIMIT 2.05.32
41 BIGLIAZZI PAOLA MONTERIGGIONI SPORT 1.57.06 65 DI BIASI LINO POD. MISERICORDIA AG 1.42.55
42 UGOLINI LUCIA TORRE DEL MANGIA 1.57.18 66 FIASCHI PIERO GS ATL. SIGNA 1.43.05 Categoria Argento Maschile
43 BERTOLETTI SIMONETTA RUNNING CENTER CLUB 1.57.30 67 CRISTEL CARLO G.S. VALENTI RAPOLAN 1.43.57 1 SALVATORI SIRIO A.S. ATL. VINCI MALU 1.26.31
44 ROMEI ANNALISA G.S. MAIANO 1.58.16 68 DEL GAMBO JACOPO D.L.F. FIRENZE 1.44.16 2 LANDINI PAOLO ATL. CASTELLO 1.28.52
45 FANI VALERIA IL MARATONETA RUNNER 1.58.17 69 NERI RICCARDO VTB VAIANO 1.44.37 3 SCALI PAOLO SOC. CAPPUCCINI 1.33.09
46 BACCIN MARIA ANGELA G.S.OLTRARNO 1.59.30 70 SCHIANTARELLI FABIO ASSI BANCA TOSCANA F 1.45.12 4 TACCETTI ANDREA ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.33.10
47 D AGOSTINO DANIELA GP ALPI APUANE 1.59.34 71 GIANNOTTI GIULIANO ATL.PIETRASANTA VERS 1.45.36 5 BUONAFE ALBERTO TEAM SUMA 1.33.25
48 MAGHERINI LAURA LIBERO 1.59.35 72 FOCONI FRANCO G.S. UGNANO 1.46.07 6 BINI FRANCO R.M. VERZANTINA PT 1.35.33
49 MINIATI AMBRA G.S.IL FIORINO 1.59.43 73 PAGLIUCHI PAOLO G.S. LE TORRI 1.46.58 7 MORICONI VINICIO ATL.PIETRASANTA VERS 1.36.05
50 CHIARI STEFANIA CARICENTRO 2.00.20 74 PAMPALONI ANDREA U.P. ISOLOTTO 1.47.29 8 VENTAGLI PAOLO G.S. LE PANCHE CASTE 1.36.28
51 MONTANI MARTINA U.P. ISOLOTTO 2.00.55 75 SOLAZZO VINCENZO G.S. LE PANCHE CASTE 1.47.41 9 NESI ALESSANDRO G.P. BERZANTINA 1.36.40
52 QUINTERI DENISE G.S. LE TORRI 2.02.26 76 LO RE GIUSEPPE LE FONTI PO 1.47.45 10 BARZANTI CARLO LA NAVE ROVEZZANO 1.39.58
53 COSI SIMONETTA LIBERO 2.05.56 77 BARTOLONI MASSIMO LE FONTI PO 1.47.48 11 NISTRI SANZIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.40.40
54 BONACCHI PATRIZIA ATL.CASALGUIDI M.C.L 2.07.43 78 LIPPI MAURO G.S. LE PANCHE CASTE 1.47.56 12 BRUNO GIOVANNI G.S. MAIANO 1.40.48
55 MONNI ADA MONTELUPO RUNNERS 2.13.11 79 VIGNOZZI ALESSANDRO POLISPORTIVA FIESOLE 1.48.07 13 GOTI UMBERTO GS. JOLLY MOTORS 1.41.05
56 TARABELLA CADDIA ATL.PIETRASANTA VERS 2.18.24 80 BIPPOLI ANDREA FRATELLANZA POPOLARE 1.48.09 14 CALOSI ALBERTO U.P. ISOLOTTO 1.43.32
81 AZZARO GIUSEPPE G.S. LE PANCHE CASTE 1.48.11 15 BASTIANI FRANCO MIS. SAN PIERO A PON 1.43.43
Categoria Veterani Maschile 82 STRIANESE FRANCO GIO GS ATL. SIGNA 1.49.31 16 TRONCONI GIANCARLO GS LA TORRE FOSSATO 1.43.54
1 AIELLO MORENO A.S.PONTEDERA ATLETI 1.17.35 83 GIANNOCCOLO ANTONINO G.S. MAIANO 1.49.43 17 DEL LUNGO FRANCESCO FRATELLANZA POPOLARE 1.43.59
2 CERNICCHIARO NICOLA ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.19.39 84 SALADINO SIMONE G.S. LE TORRI 1.49.57 18 ALDERIGHI ALESSANDRO GS ATL. SIGNA 1.44.13
3 GIANERELLI VINCENZO GP ALPI APUANE 1.19.57 85 GIGANTI BERNARDO LIBERO 1.50.00 19 PAOLI PAOLO G.S. LE TORRI 1.44.35
4 FEMIA ANTONIO U.P. ISOLOTTO 1.20.39 86 CUCIGNATTO MAURO LUI LIBERO 1.50.04 20 IRATO FRANCESCO G.S. UGNANO 1.45.21
5 PAOLICCHI PAOLO A.S.PONTEDERA ATLETI 1.21.29 87 BLASI ENZO U. POL POLICIANO 1.51.13 21 ZINGARELLO GIUSEPPE ATL.CASALGUIDI M.C.L 1.45.40
6 BALDI RINALDO ATL.SANGIOVANNESE 1.23.18 88 LAPINI LUCIANO LA NAVE ROVEZZANO 1.52.08 22 BRACCIALINI CLAUDIO GP ROSSINI PONTASSER 1.45.56
7 BADII CLAUDIO G.S. LE TORRI 1.23.25 89 GRASSI LUIGI VENTINOVE MARTIRI PO 1.52.12 23 ARRIGO ANGELO G.S. MAIANO 1.46.02
8 BALESTRI STEFANO A.S. ATL. VINCI MALU 1.24.37 90 GIAMBRONE ANTONIO MISERICORDIA DI PRAT 1.52.45 24 CIAMPI ROBERTO MIS. SAN PIERO A PON 1.46.38
9 DE MASI DOMENICO A.S.C.SILVANO FEDI 1.25.22 91 VENTRE MAURIZIO G.S. LE PANCHE CASTE 1.52.56 25 NUZZI SANTI PODISTICA SAN CASCIA 1.47.52
10 BARTOLOZZI LUCIANO ATL. CAPRAIA E LIMIT 1.26.16 92 BRUNETTI MASSIMO G.S. MAIANO 1.54.22 26 BATTELLI FRANCO U.P. ISOLOTTO 1.49.59
11 RIVA FABRIZIO GR. POD. PARCO ALPI 1.26.37 93 FREZZA VALDEMARO FRATELLANZA POPOLARE 1.54.32 27 BECUCCI ROLANDO MARATHON CLUB FIGLIN 1.50.17
12 MENAFRA ANTONIO GS ATL. SIGNA 1.26.45 94 FRUTTUOSI ALVARO G.S. LE PANCHE CASTE 1.54.44 28 MANNUCCI OTELLO G.S. LE PANCHE CASTE 1.50.47
13 ROMANO PIETRO G.S. LE PANCHE CASTE 1.27.49 95 GUIDANTONI BRUNO CANOTTIERI FIRENZE 1.55.12 29 GIPIN AMICARE U. POL POLICIANO 1.50.55
14 FOSSI RENZO GS ATL. SIGNA 1.27.58 96 DEL ZOTTO MAURO VTB VAIANO 1.55.23 30 VIVOLI ALBERTO CARICENTRO 1.51.02
15 BALESTRINI CARLO MONTERIGGIONI SPORT 1.28.20 97 D AGOSTINO DOMENICO POD. MISERICORDIA AG 1.56.11 31 CASTELLI SERGIO G.S. MAIANO 1.53.01
16 DE MASI CARMINE POL.MONTEMURLO M.T. 1.28.23 98 SCARPINI FABRIZIO CRAL M.P.S. 1.56.23 32 MELI ANDREA G.S. MAIANO 1.54.15
17 PASCULLI GAETANO EKO BIKE TRAVALLE 1.29.07 99 SEVERINO MAURIZIO CANOTTIERI FIRENZE 1.57.03 33 FACCHINI LUCIANO G.S. LE PANCHE CASTE 1.56.41
18 SCALI FABRIZIO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.29.14 100 SANFILIPPO CALOGERO GS. JOLLY MOTORS 1.58.58 34 CELLINI LUIGI FRATELLANZA POPOLARE 2.02.07
19 FRASSONI ROBERTO ASSI BANCA TOSCANA F 1.29.45 101 NICCOLINI ATTILIO G.S. AUSONIA CLUB 1.59.37 35 CONSIGLI EDO PODISTICA SAN CASCIA 2.03.24
20 CAPPELLI FRANCO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.29.58 102 SALVI RODOLFO POD. MISERICORDIA AG 2.00.01 36 MONTEFUSCO GINO POD. MISERICORDIA AG 2.05.38
21 ZUFFA ANDREA G.S. LE TORRI 1.31.10 103 GIUSTI PAOLO LIBERO 2.00.49 37 VIGNI MARCELLO G.S. MAIANO 2.13.42
22 VESCOVINI DONELIO G.S. LE TORRI 1.31.16 104 NORIS ROBERTO G.S. LE PANCHE CASTE 2.00.56 38 MANETTI AUGUSTO G.S. MAIANO 2.17.31
23 LANDI FABIO ATLETICA MARCIATORI 1.31.27 105 BISORI ANDREA G.S. MAIANO 2.01.20 39 CHIESI SANDRO VECCHI AMICI VARLUNG 2.19.01
24 BORGIOLI FRANCO GS ATL. SIGNA 1.31.53 106 ROMITI RAFFAELLO G.S. MAIANO 2.01.29
25 MUCCIARINI MASSIMO G.S. VALENTI RAPOLAN 1.32.32 107 PEPI VALERIO TORRE DEL MANGIA 2.02.03 Classifica Diversamente Abili
26 INFANTE TOBIA ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.32.40 108 TAMBASCIA ENNIO G.S. LE TORRI 2.04.39 1 BALDAZZI ALESSIO UNITA’ SPINALE C.T.O. 1.08.58
27 CIPOLLINI CLAUDIO A.S. ATL. VINCI MALU 1.32.59 109 BONISTALLI VALERIANO ATL. CAPRAIA E LIMIT 2.05.33 2 VIGNOZZI GIULIANO G.S.M. TOSCANI 1.08.58
28 UGOLINI ALBERTO LIBERO 1.33.05
29 FANETTI ENRICO G.S. MONTAPERTI 1.33.16
30 LISCI ROBERTO ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.33.40
31 GUIDOTTI CLAUDIO ATLETICA MARCIATORI 1.33.57
32 LUCHERINI RINALDO G.S. LE TORRI 1.34.01
33 LANDI PIERO G.S. MAIANO 1.34.24
34 MATTIA AGOSTINO G.S. MAIANO 1.34.39
35 CAPUTO VINCENZO G.S. MAIANO 1.34.56
36 BRUNI GIULIANO U.P. ISOLOTTO 1.34.58
37 CIRRI STEFANO LIBERO 1.35.00
38 DEGLI ESPOSTI PAOLO VTB VAIANO 1.35.01
39 PANCHETTI VLADIMIRO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.35.21
40 MELANI EGILDO POL. RINASCITA MONTE 1.35.26
41 BETTI TULLIO U.P. ISOLOTTO 1.35.32
42 ESPOSITO ANGELO POL.MONTEMURLO M.T. 1.35.40
43 GUALTIERI FABIO POD. MISERICORDIA AG 1.35.59
44 BERGAMASCHI AGOSTINO LIBERO 1.36.29
45 MIGLIORINO SALVATORE ASN.ATL.LASTRA A SIG 1.36.44
46 BAGNI REMO POD. EMPOLESE 1.37.09
47 PALCHETTI ANDREA G.S. LE TORRI 1.37.22
48 SANNINO GUIDO A.S NUOVA ATLETICA S 1.37.33
49 BISDOMINI ADRIANO G.S. UGNANO 1.37.45
50 GAROFANO MARIO POD. EMPOLESE 1.38.17
51 DI FRAIA GENNARO POD. EMPOLESE 1.38.59
52 FRANCESCHINI FRANCO CARICENTRO 1.39.08
53 SACCARDI MASSIMO ASSI BANCA TOSCANA F 1.39.25
54 MAGI AURELIO VENTINOVE MARTIRI PO 1.39.40
55 VENTURI ENZO GS LA TORRE FOSSATO 1.40.00
56 SCOLAFURRO GIANNI TORRE DEL MANGIA 1.41.26
57 MENCHI ROGAI SERGIO POL. RINASCITA MONTE 1.41.41

Podismo e Atletica - 21
Lamporecchio (PT) 27 febbraio 2005 - km 15

15ª Passeggiata della Croce Verde


I
l forte rappresentante dell’Atletica Signa, Siliano 4 BOUZIDH RIDHA ATLETICA CASTELLO 43’36” 43 SORRI MASSIMO ATLETICA VINCI 53’19”
Antonini ha fatto sua la gara podistica di Lampo- 5 GIOVANNETTI DENIS ATLETICA VINCI 43’47” 44 STEFANI STEFANO MISERICRDIA LUCCA 54’12”
6 TORRACCHI ALDO NUOVA ATL. LASTRA 44’18” 45 CHIAVACCI PAOLO ATLETICA PORCARI 54’12”
recchio denominata “Passeggiata della Croce Verde 7 BECATTINI FABRIZIO ASCD S. FEDI PISTOIA 45’32” 46 BENEDETTI DAVIDE ATLETICA CAMAIORE 54’41”
Pubblica Assistenza” che si è disputata sulla distanza di 8 BIANCHINI STEFANO ATL. CAPRAIA & LIMITE 45’33” 47 CHESI GRAZIANO SAN CASCIANO 54’41”
9 CARBONE MARIO ATLETICA VINCI 46’04” 48 MORONI LORENZO G.P. MASSA E COZZILE 55’45”
km 15. L’atleta di Cerreto Guidi ha percorso la distanza 10 DA PRATO DINO ATLETICA CAMAIORE 46’36” 49 NERLI DANIELE G.P. MASSA E COZZILE 55’50”
nel tempo di 42’04” e ha preceduto il garfagnino Danie- 11 ORSI SERGIO ATLETICA VINCI 46’53” 50 BALDASSERONI PAOLO ATLETICA CASALGUIDI 56’10”
le Rubino (GP Parco Alpi Apuane) che ottiene il tem- 12 BURCHI GIULIANO LA STANCA VALENZATICO 47’05” 51 SANTONI MORENO INDIVIDUALE 56’13”
13 CECCHI FEDERICO ATLETICA VINCI 45’57” 52 MORONI RICCARDO AVIS COPIT PISTOIA 56’15”
po di 42’18”, alla terza posizione si colloca Giuseppe 14 TORRIGIANI RICCARDO ATLETICA VINCI 48’24” 53 ORLANDI VALERIO JOLLY MOTORS 56’50”
Quinzi (Nuova Atletica Lastra) che percorre la distanza 15 GEBRE ECZABAR TIGABU CESARE BATTISTI VERNIO 48’29” 54 NICCOLI FABIO G.P. MASSA E COZZILE 57’03”
in 43’25”, quarto il marocchino Ridha Bouzidh (Atle- 16 ZUCCONI SERGIO G.P. MASSA E COZZILE 49’04” 55 DALI’ ALESSANDRO LA STANCA VALENZATICO 57’17”
17 ROSSETTI MASSIMO G.S. PIEVE A RIPOLI 49’09” 56 GOTI FABIO PODISTICA PRATESE 57’18”
tica Castello Firenze) in 43’36”, quinto Denis Giova- 18 RAGIONIERI ANDREA ATL. CAPRAIA & LIMITE 49’22” 57 GOSETTO MARCELLO G.P. MIS. CHIESANUOVA 57’40”
netti (Atletica Vinci) in 43’47”. Fra i veterani ancora 19 PICCHI MAURO ATLETICA VINCI 49’31” 58 CAMEDDA ALESSANDRO ATL. BORGO A BUGGIANO 57’42”
una vittoria per il rappresentante del Gruppo Podistico 20 SFORZI MARCO ATLETICA CASALGUIDI 50’03” 59 BONELLI ROBERTO G.P. MASSA E COZZILE 57’48”
21 LORENZINI BRUNO R.M. BERZANTINA 50’08” 60 PETRINI CIVITELLI EMILIANO ATLETICA FERRUZZA 57’50”
Massa e Cozzile Rinaldo Bolognesi che ottiene il tempo 22 ROSSI DANIELE PODISTICA FATTORI 50’14” 61 MICHELOTTI SIMONE G.P. MASSA E COZZILE 57’53”
finale di 48’53” e precede Giuseppe Francini (Atletica 23 ORSINI GABRIELE POLISPORTIVA CENAIA 50’15” 62 LELLI GIAN LUCA G.P. AVIS COPIT PISTOIA 57’54”
La Rampa) in 50’04”, 3° Stefano Balestri (Atletica Vin- 24 DI STASI STEFANO LA STANCA VALENZATICO 50’27” 63 QUARTAROLO EDOARDO CRAL ASL 3 PISTOIA 58’00”
25 NICCOLINI MARCO ASCD S. FEDI PISTOIA 50’38” 64 TAZIOLI JURY MISERICORDIA AGLIANESE 58’41”
ci) in 51’33”. Meini Giuseppe ottiene la vittoria nella 26 CHELI PAOLO ATLETICA PORCARI 50’48” 65 BACHINI FABRIZIO G.S. PIEVE A RIPOLI 58’43”
categoria veterani argento correndo in 56’36 e precede 27 BUONAMICI MASSIMO G.P. MASSA E COZZILE 50’56” 66 BARONCELLI SIMONE MISERICORDIA AGLIANESE 58’47”
28 CALANDRA GIACOMO ATLETICA VINCI 50’59” 67 DOLFI ROBERTO ASCD SILVANO FEDI 59’03”
Romano Melani (La Stanca Valenzatico) e Giampiero 29 BANDINI SAURO GISP CHIANCIANO 51’26” 68 STAGI GIOVANNI U.C. VALDINIEVOLE 59’15”
Biagini (Cai Pistoia). La fucecchiese Cristina Perrone 30 MARCATELLI FRANCESCO ATLETICA LA RAMPA 51’36” 69 RAFFETTA VINCENZO ATLETICA MONTECATINI 59’16”
(GS Pieve a Ripoli) si aggiudica la gara nella categoria 31 BONAMICI DANIELE AVIS COPIT PISTOIA 51’41” 70 QUARTAROLO EDOARDO CRAL ASL 3 PISTOIA 59’36”
32 PALANDRI PAOLO LA STANCA VALENZATICO 51’53” 71 FORASTIERO MASSIMILIANO G.P. FUTURA PRATO 1:00’26”
femminile con il tempo finale di 50’18 davanti a Rache- 33 MUNGAI DANIELE POLISPORTIVA BONELLE 52’02” 72 FRANCIONI SANDRO MONTELUPO RUNNERS 1:01’01”
le Fabbro (GS Lammari) e alla senese Patrizia Liverani 34 CARTOCCI DANIELE SAN CASCIANO 52’14” 73 ANTONINI ALBERTO ATLETICA SIGNA 1:01’02”
(Torre del Mangia Siena). 35 DE CHIGI GIULIO GISP CHIANCIANO 52’19” 74 FEDELE GIUSEPPE ATLETICA MONTECATINI 1:01’03”
36 FRANCESCHI FILIPPO ASCD SILVANO FEDI 52’30” 75 MELANI ALESSANDRO ASD SILVANO FEDI PISTOIA 1:01’15”
Giancarlo Ignudi 37 BALLI ALESSANDRO G.P. CAI PISTOIA 52’48” 76 CROCIANI STEFANO MISERICORDIA AGLIANESE 1:01’17”
38 BUONAGUIDI MATTEO ATLETICA MONTECATINI 52’57” 77 GANUGI STEFANO ASD JOLO PRATO 1:01’19”
Cat. ASSOLUTI MASCHILE 39 MARCANTELLI ROBERTO G.P. PONTE BUGGIANESE 52’59” 78 GIRALDI STEFANO MONTELUPO RUNNERS 1:01’35”
1 ANTONINI SILIANO ATLETICA SIGNA 42’04” 40 MERCATELLI FABIO ATLETICA LA RAMPA 53’06” 79 ALBANO GIULIANO ASD JOLO PRATO 1:01’50”
2 RUBINO DANIELE G. P. PARCO ALPI APUANE 42’18” 41 BIAGIOLI MARCO PODISTICA FATTORI 53’07” 80 FROSINI GRAZIANO ATLETICA CASALGUIDI 1:01’53”
3 QUINZI GIUSEPPE NUOVA ATL. LASTRA 43’25” 42 RISI GUIDO G.P MASSA E COZZILE 53’18” 81 NARDELLA CIRO G.P. FUTURA PRATO 1:02’05”
82 DAL CANTO MARCO ATLETICA CASALGUIDI 1:02’09”
83 MARCANTELLI ROSSANO G.P. PONTE BUGGIANESE 1:02’31”
84 PACINI WALTER PODISTICA FATTORI 1:02’55”
85 PUZIO ANTONIO G.P. CAI PISTOIA 1:03’02”
86 RATENI ANTONIO LA STANCA VALENZATICO 1.03’15”
87 CAPORIZZI GIUSEPPE ATLETICA VINCI 1.03’54”
88 ARRIGHETTI MASSIMO MIS. C. BATTISTIVERNIO 1.04’22”
89 FANTOZZI MARCO INDIVIDUALE 1.04’39”
90 CAPORALI UMBERTO INDIVIDUALE 1.05’14”
91 DE SANTIS GIANFRANCO G.P. MASSA E COZZILE 1.05’50”
92 PALMESI DANIELE LA STANCA VALENZATICO 1.05’57”
93 VIOLA MARIO AVIS AMATORI PESCIA 1.06’20”
94 BARTOLINI MARCO PODISTICA IL PONTE 1.06’30”
95 BELLI MAURIZIO LA STANCA VALENZATICO 1.06’50”
96 MANNU ROBERTO ATLETICA VINCI 1.07’30”
97 PADOVAN LUIGI ATLETICA VALDINIEVOLE 1.07’31”
98 MANETTI PATRIZIO PODISTICA FATTORI 1.07’35”
99 NANNETTI MAURO ATLETICA VINCI 1.07’41”
100 DEGL’INNOCENTI LUCA RINASCITA MONSUMMANO 1.07’44”
101 BARZACCHINI PAOLO N. ATLETICA LASTRA 1.07’46”
102 FABBRONI FRANCO ATLETICA CASALGUIDI 1.08’26”
103 VIVIANI LOREDANO JOLLY MOTORS PRATO 1.08’40”
104 BENELLI SIMONE ATLETICA CASALGUIDI 1.09’08”
105 ROGGI ALDO ATLETICA CASALGUIDI 1.09’12”
106 BARONCELLI DIMITRI MISERICORDIA AGLIANESE 1.09’23”
107 CASCIONE LEONARDO ATLETICA CASALGUIDI 1.10’50”
108 LOMBARDI LUCIANO MISERICORDIA AGLIANESE 1.10’57”
109 NARDELLA LUIGI PODISTICA PRATESE 1.12’24”
110 FALZARANO LORIANO ATLETICA VALDINIEVOLE 1.12’24”

Servizio fotografico di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com)


22 - Podismo e Atletica
111 MAZZEI GIAN LUCA PODISTICA PRATESE 1.14’27”
112 BARCACCI GIULIANO PODISTICA PRATESE 1.14’32”
113 COLANGELO MARZIO MISERICORDIA AGLIANESE 1.15’51”

Cat. ASSOLUTE FEMMINILE
1 PERRONE CRISTINA G.S. PIEVE A RIPOLI 50’18”
2 FABBRO RACHELE G.S. LAMMARI 50’37”
3 LIVERANI PATRIZIA TORRE DEL MANGIA SIENA 56’25”
4 ARESU LUCIANA LA STANCA VALENZATICO 57’15”
5 COPPI AURORA OSTE MONTEMURLO 58’01”
6 SCHETTINO ANTONIETTA G.P. MASSA E COZZILE 58’46”
7 BECARELLI MONICA POLISPORTIVA BONELLE 59’32”
8 ANICETI MICHELA PRATO MARATHON 59’ 38”
9 ANDREOTTI FRANCESCA ASCD SILVANO FEDI 1:00’22”
10 CAPORALI ELISABETTA ASCD SILVANO FEDI 1:00’39”
11 GIUSTI EVA MISERICORDIA LUCCA 1:01’30”
12 ROSSI MARA G.P. MASSA E COZZILE 1:02’26”
13 CAMMILLI TIZIANA ATLETICA VINCI 1.03’09”
14 ROSADI MARCELLA G.S. LE LUMACHE 1.04’24”
15 DOLFI NARGA ASD JOLO PRATO 1.04’27”
16 LORENZI ANTONIETTA CRAL ASL 3 PISTOIA 1.07’08”
17 DE VINCENZI VALENTINA ATL. BORGO A BUGGIANO 1.07’12”
18 LUNAKOVA YVETA JOLLY MOTORS PRATO 1.08’58”
19 MOCCIA ILARIA PODISTICA PRATESE 1.14’15”

Cat. VETERANI MASCHILE
1 BOLOGNESI RINALDO G.P. MASSA E COZZILE 48’53”
2 FRANCINI GIUSEPPE ATLETICA LA RAMPA 50’04”
3 BALESTRI STEFANO ATLETICA VINCI 51’33”
4 NIEDDA RAIMONDO ATLETICA SIGNA 51’34” 29 FIASCHI ANTONIO PODISTICA PRATESE 1.03’24” Cat. ARGENTO MASCHILE
5 GIANNINI CLAUDIO ASCD SILVANO FEDI 52’43” 30 MEONI ALESSANDRO MISERICORDIA AGLIANESE 1.04’16” 1 MEINI GIUSEPPE ATLETICA VINCI 56’36”
6 SOLDI FABRIZIO ATLETICA CASALGUIDI 52’51” 31 DIENNO OTTAVIO PODISTICA NARNALI 1.06’05” 2 MELANI ROMANO LA STANCA VALENZATICO 57’44”
7 GIANNINI MAURO ASCD SILVANO FEDI 53’05” 32 DINI ENRICO LA STANCA VALENZATICO 1.07’09” 3 BIAGINI GIAN PIERO G.P. CAI PISTOIA 57’51”
8 CIPOLLINI CLAUDIO ATLETICA VINCI 53’42” 33 BERTINOTTI MARCO G.P. CAI PISTOIA 1.08’18” 4 MINIGHETTI WALTER PODISTICA FATTORI 1:00’48”
9 GUALTIERI FABIO MISERICORDIA CHIESANUOVA 54’02” 34 AMORIELLO LUIGI ATLETICA VALDINIEVOLE 1.08’33” 5 SQUARCINI GIAMPIERO ATLETICA VINCI 1:00’54”
10 DEGL’INNOCENTI ASTENIO ATLETICA PORCARI 54’31” 35 DE ROSA SALVATORE JOLLY MOTORS PRATO 1.08’44” 6 PIERI OTELLO G.S. PIEVE A RIPOLI 1:01’13”
11 BIANCHI FAUSTO ATLETICA VINCI 55’47” 36 ORSI MARINO G.P. MASSA E COZZILE 1.09’56” 7 TUCI SAURO CARIPIT PISTOIA 1:02’10”
12 FABRIZIO PASQUALE G.P. FUTURA PRATO 57’28” 37 FONTANA ITALO MISERICORDIA AGLIANESE 1.09’56” 8 PIRAINO GIOVANNI PODISTICA NARNALI 1:02’16”
13 PETRILLI NICCOLO’ INDIVIDUALE 58’08” 38 NORI ROBERTO LE PANCHE CASTELQUARTO 1.09’56” 9 TADDEI SERGIO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.02’49”
14 GUIDOTTI MORENO G.S. PIEVE A RIPOLI 58’48” 39 SALVI RODOLFO MISERICORDIA AGLIANESE 1.10’51” 10 SALOMONI FRANCO INDIVIDUALE 1:03’00”
15 SANDRELLI VINCENZO PODISTICA PRATESE 59’18” 40 LOZZI PIER LUIGI JOLLY MOTORS PRATO 1.10’53” 11 MENICHETTI CARLO G.S. PIEVE A RIPOLI 1.03’27”
16 DI BIASI LINO MISERICORDIA AGLIANESE 59’55” 41 BONISTALLI VALERIANO ATL. CAPRAIA & LIMITE 1.11’47” 12 BERTINI FRANCO G.P. CAI PISTOIA 1.05’10”
17 FORASTIERO ANTONIO G.P. FUTURA PRATO 1:00’34” 42 SANTINI PIERO PODISTICA EMPOLESE 1.12’18”
18 BALDI FRANCO G.P. CAMPIGLIO 1.00’51” 13 SARDI FIORENZO PODISTICA FATTORI 1.07’10”
43 LIVI ERMANNO PODISTICA FATTORI 1.13’03”
19 GHERARDI STEFANO R.M. BERZANTINA 1:01’03” 44 DERO CARLO LA STANCA VALENZATICO 1.14’32” 14 LUCARINI PIERO PODISTICA FATTORI 1.07’20”
20 BIOLCHI GIORGIO JOLLY MOTORS 1:01’22” 45 MAGNI LEALDO CARIPIT PISTOIA 1.16’22” 15 ZINGARELLO GIUSEPPE ATLETICA CASALGUIDI 1.10’49”
21 TANGANELLI RINALDO AVIS COPIT PISTOIA 1:01’28” 46 LAURIA TOMMASO RINASCITA MONSUMMANO 1.17’29” 16 CENCI GIORGIO PODISTICA PRATESE 1.10’51”
22 DI CARLO GAETANO CSI 1:01’33” 47 PADOVAN LUCIANO ATLETICA VALDINIEVOLE 1.18’20” 17 DIMUNDO GIANFRANCO G.P. FUTURA PRATO 1.11’53”
23 SCALDINI DANIELE G.P. MASSA E COZZILE 1:01’41” 18 DEGL’INNOCENTI GIANFRANCO G.P. CAI PISTOIA 1.12’32”
24 VERZELLI VEZIO JOLLY MOTORS 1:01’51” Cat. VETERANE FEMMINILE 19 BONISTALLI ROBERTO G.P. CAI PISTOIA 1.13’15”
25 BARTOLOMEI EROS AVIS COPIT PISTOIA 1:01’57” 1 BELLONI IMBENIA ATLETICA VINCI 1.04’40 20 MAESTRIPIERI FIORELLO G.P. CAMPIGLIO 1.13’31”
26 PETTINELLI ALESSANDRO CARIPIT PISTOIA 1:01’58” 2 SANTINI SONIA G.S. PIEVE A RIPOLI 1.07’45” 21 MONTEFUSCO GINO MISERICORDIA AGLIANESE 1.14’12”
27 ELEMENTI MAURIZIO R.M. BERZANTINA 1:02’23” 3 BABBINI MILVIA C.A.I. PRATO 1.11’01” 22 SALVATORI UMBERTO ASD JOLO PRATO 1.16’23”
28 GORI CLAUDIO PODISTICA NARNALI 1:02’25” 4 VITTORINI ENI ATL. CAPRAIA & LIMITE 1.11’42” 23 FURLAN MARIO ATLETICA VINCI 1.18’04”

Podismo e Atletica - 23
24 - Podismo e Atletica
Atletica giovanile
4 ZHOU Stefano 1989 AM TOSCANA ATLETICA 7.37 3 DI GIORGIO Cristina 1985 PF ATLETICA UDINESE MALIGNANI 3.40
5 COLOMBINI Lucio 1984 PM ULIVETO UISP ATLETICA SIENA 7.43 4 ROSELLINI Silvia 1986 JF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 2.90
Batteria 7 5 AGOSTINI Beatrice 1989 AF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 2.80
1 SAMMURI Valerio 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.79 6 DELL’AMICO Irene 1982 SF ATL. CUS PISA 2.70
2 ROSSI Andrea 1980 SM SV070 ATLETICA ARCOBALENO SAVONA 6.89 7 ANDREUCCETTI Ilaria 1988 AF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 2.50
Mandela Forum (FI) 15 febbraio 2005 3 NECCO Gabriele 1983 PM ULIVETO UISP ATLETICA SIENA 7.01 8 LORINI Serena 1987 JF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 2.30
4 DELLO IACONO Massimilia 1987 JM ATLETICA LIVORNO 7.11 8 BUSSU Nicole 1985 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 2.30
Campionati Toscani 5 GIOVANNINI Thomas 1987 JM TOSCANA ATLETICA 7.28 10 BENUCCI Barbara 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 2.20
Individuali Open - 2ª Giornata 6 DE MATTEIS Davide
Batteria 8
1988 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 7.50
Salto in lungo J/P/S Donne
1 COPPA Alessandro 1984 PM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 6.83 1 BIONDINI Silvia 1976 SF RI224 C.S. FORESTALE 5.93
ASSOLUTI M/F e ALLIEVI/E 2 GIULIANI Simone 1986 JM ATL. VIRTUS CR LUCCA 6.88 2 CIABUCCHI Sara 1980 SF TOSCANA ATL.EMPOLI 5.80
3 VITALI Silvio 1987 JM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 6.99 Campionessa Toscana
Salto triplo J/P/S Uomini 4 PANNOCCHI Luigi 1987 JM TOSCANA ATLETICA 7.41 3 DOVERI Francesca 1982 SF ATL. APUANA FEMMINILE 5.74
1 LAMENTI Diego 1972 SM G.S. FIAMME ORO PADOVA 15.49 5 ZELONI Gabriele 1966 MM35 ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.41 4 DI SALVO Sara 1985 PF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 5.30
2 FALCINI Fabio 1967 SM ATL. CUS PISA 13.52 6 CERCHI Carlo 1986 JM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 7.45 5 PALERMO Chiara 1986 JF ULIVETO UISP ATLETICA SIENA 5.28
Campione Toscano Assoluto Batteria 9 6 NEVIANI Elisa 1965 SF MOLLIFICIO MODENESE CITTADELLA 5.18
3 PIANIGIANI Lorenzo 1986 JM TOSCANA ATLETICA 13.13 1 MICHELETTI Fabio 1985 PM MI080 ATL. RICCARDI MILANO 6.63 7 LISCHI Silvia 1985 PF ATLETICA LIVORNO 5.05
4 FALCHI Filippo 1986 JM TOSCANA ATLETICA 13.12 2 MARTINA Francesco 1983 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 7.04 8 BRUSCELLA Alice 1987 JF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 5.00
5 WANG Claudio 1986 JM TOSCANA ATLETICA 13.07 3 PAMPALONI Alessio 1989 AM TOSCANA ATLETICA 7.08 9 BARTOLUCCI Giulia 1986 JF ATL. APUANA FEMMINILE 4.70
4 CAPPELLA Giovanni 1987 JM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.52 10 CORTOPASSI Ilaria 1980 SF ATLETICA LIVORNO 4.53
55 metri Hs Allieve Finale Diretta - Serie Unica Batteria 10
1 DA SAN BIAGIO Martina 1988 AF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 8.53 1 FAGGIOLI Gabriele 1986 JM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.73 Getto del peso A/J/P/S Donne
Campionessa Toscana Allieve 2 PALMIERI Marco 1989 AM TOSCANA ATLETICA 7.04 1 RASPA Valentina 1989 AF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 10.64
2 CAMPINOTI Jaya 1988 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.93 3 AUGUSTO Davide 1988 AM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 7.12 Campionessa Toscana Allieve
3 SPINICCI Sara 1989 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 9.55 4 GHERARDI Jacopo 1977 SM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.12 2 BARTOLOZZI Maria Letizia 1967 SF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 10.06
5 GONZI Sandro 1978 SM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.16 Campionessa Toscana Assoluta
400 metri A/J/P/S Uomini 6 PARIGI Marco 1987 JM TOSCANA ATLETICA 7.84 3 VIVOLI Giulia 1988 AF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 9.98
1 LISA Tommaso 1977 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 52.26.00 Finale 1 4 LOMBARDI Gemma 1987 JF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 9.04
Campione Toscano Assoluto 1 TENDI Lorenzo 1975 SM G.S. FIAMME ORO PADOVA 6.47 5 SCOLI Aurora 1988 AF ATLETICA LIVORNO 8.74
2 MENCARINI Paolo 1965 SM PROSPORT ATL. FIRENZE 52.42.00 2 MICHELETTI Fabio 1985 PM MI080 ATL. RICCARDI MILANO 6.55
3 PELA’ Marco 1978 SM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 52.66 3 FAGGIOLI Gabriele 1986 JM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.66 55 metri A/J/P/S Donne
4 PARRINI Francesco 1980 SM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 53.38.00 Campione Toscano Assoluto Batteria 1
5 MATTII Luca 1988 AM TOSCANA ATLETICA 54.50.00 4 CARDINALE Tommaso 1983 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.69 1 BERTI Alessia 1983 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.22
Campione Toscano Allievi 5 SAMMURI Valerio 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.74 2 LUTRI Elisa 1984 PF ATLETICA LIVORNO 7.73
6 BONFIGLIO Giuseppe 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 54.71 6 DELLA SANTINA Marco 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.81 3 GERMANI Ilaria 1989 AF ATLETICA LIVORNO 8.02
7 BONCI Emanuele 1985 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 54.97 Finale 2 4 BENUCCI Barbara 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.22
8 DOVIZIO Antonio 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 55.05.00 1 GINI Leonardo 1978 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.74 5 POLI Gemma 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.56
9 GIOVANNELLI Davide 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 55.22.00 2 COPPA Alessandro 1984 PM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 6.74 6 GIORGETTI Francesca 1989 AF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 8.59
10 D’ANTONIO Massimo 1982 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 55.32.00 3 GIULIANI Simone 1986 JM ATL. VIRTUS CR LUCCA 6.82 Batteria 2
11 CASELLA Alessio 1987 JM ATL. CUS PISA 55.42.00 4 SERI Andrea 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.85 1 ANDREOTTI Alessia 1974 SF ATL. CUS PISA 7.37
12 BARALE Marco 1986 JM ATL. CUS PISA 55.53.00 5 ROSSI Andrea 1980 SM SV070 ATLETICA ARCOBALENO SAVONA 6.87 2 POGGIONI Letizia 1984 PF ATL. APUANA FEMMINILE 7.40
13 ARIANI Riccardo 1987 JM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 55.80 6 SANNA Luca 1977 SM ATL. CUS PISA 6.99 3 GORI Valentina 1989 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 7.91
14 MARTINA Francesco 1983 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 55.98 Finale 3 4 GUALANDI Sara 1979 SF ULIVETO UISP ATLETICA SIENA 7.97
15 PAMPALONI Alessio 1989 AM TOSCANA ATLETICA 56.02.00 1 DI SANTI Fabio 1988 AM NOTA BENE ATL. FUTURA ROMA 6.86 5 CERINI Ilaria 1987 JF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.99
16 PROIETTI Thomas 1988 AM PI083 POL CORSO ITALIA PISA 56.26.00 2 PALMIERI Marco 1989 AM TOSCANA ATLETICA 6.99 6 NENCI Sarah 1972 SF ATLETICA LIVORNO 8.05
17 ORRU Carlo Alberto 1985 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 56.35.00 Campione Toscano Allievi Batteria 3
18 PIACENTE Antonio 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 56.55.00 3 CAPPETTI Marco 1988 AM ETRUSCATLETICA 7.03 1 BATACCHI Carlotta 1986 JF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.40
19 STEFANINI Enrico 1987 JM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 57.47.00 4 TURCHI Lorenzo 1988 AM TOSCANA ATLETICA 7.07 2 MARTELLONI Priscilla 1986 JF ATLETICA LIVORNO 7.77
20 MANNELLI Nicola 1989 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 57.68 5 AUGUSTO Davide 1988 AM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 7.07 3 ROMANELLI Giulia 1988 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.96
21 GIANNASI Federico 1989 AM ATL. VIRTUS CR LUCCA 57.86 6 PAMPALONI Alessio 1989 AM TOSCANA ATLETICA 7.08 4 INNOCENTI Simona 1989 AF ATLETICA LEGGERA PRATO 8.70
22 MATTII Alessio 1987 JM TOSCANA ATLETICA 58.26.00 5 GUIDI Francesca 1989 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 8.87
23 DI CIANNI Simone 1983 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 58.31.00 55 metri Hs J/P/S Uomini Batteria 4
24 BINDI Walter 1988 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 58.90 Batteria 1 1 PACINI Claudia 1986 JF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.21
25 IBRAHIM Aladino 1988 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 59.12.00 1 CONTI Marco 1976 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.88 2 CASAMASSIMA Ilaria 1973 SF ATL. SESTESE FEMMINILE 7.64
26 GRILLI LEONULLI Filippo 1988 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 59.64 2 GREGORI Giovanni 1985 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 8.21 3 SANESI Elisa 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.83
27 GIANNI Lorenzo 1988 AM PROSPORT ATL. FIRENZE 59.72 Batteria 2 4 BASTIANI Sara 1985 PF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 8.01
28 VILLANI Roberto 1985 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 1.00.30 1 BIANCHINI Riccardo 1975 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.71 5 CALAMAI Victoria 1989 AF ATLETICA LEGGERA PRATO 8.53
29 NUTI Gianmarco 1989 AM TOSCANA ATLETICA 1.02.86 2 MENCHINI Davide 1976 SM G.S. FIAMME ORO PADOVA 7.78 Batteria 5
30 FALCINI Alberto 1987 JM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 1.03.99 3 MAFFEIS Marco 1973 SM MI080 ATL. RICCARDI MILANO 7.98 1 MECIANI Camilla 1989 AF ATL. SESTESE FEMMINILE 7.56
4 VITALI Silvio 1987 JM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 9.05 2 DEGL’INNOCENTI Claudia 1983 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.88
55 metri A/J/P/S Uomini Finale 3 NICOLAI Benedetta 1988 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 8.00
Batteria 1 1 BIANCHINI Riccardo 1975 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.70 4 CAPPELLINI Elena 1988 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.10
1 TENDI Lorenzo 1975 SM G.S. FIAMME ORO PADOVA 6.52 Campione Toscano Assoluto Finale 1
2 DOVIZIO Antonio 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 6.95 2 MENCHINI Davide 1976 SM G.S. FIAMME ORO PADOVA 7.71 1 PACINI Claudia 1986 JF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.12
3 BERTONCINI Francesco 1977 SM A.S.PONTEDERA ATLETICA 7.02 3 MAFFEIS Marco 1973 SM MI080 ATL. RICCARDI MILANO 7.92 Campionessa Toscana Assoluta
4 ARIANI Riccardo 1987 JM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.05 4 CONTI Marco 1976 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.95 2 BERTI Alessia 1983 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 7.22
5 TOGNAZZI Francesco 1976 SM ULIVETO UISP ATLETICA SIENA 7.07 5 GREGORI Giovanni 1985 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 8.33 3 ANDREOTTI Alessia 1974 SF ATL. CUS PISA 7.35
6 BIANCHI Fausto 1962 SM A.S.PONTEDERA ATLETICA 7.41 4 POGGIONI Letizia 1984 PF ATL. APUANA FEMMINILE 7.40
Batteria 2 400 metri A/J/P/S Donne 5 BATACCHI Carlotta 1986 JF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.43
1 DELLA SANTINA Marco 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.83 1 BONCOMPAGNI Elisa 1983 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 59.95 6 CASAMASSIMA Ilaria 1973 SF ATL. SESTESE FEMMINILE 7.63
2 SERI Andrea 1986 JM M. PELLEGRINI BANCA D.MAREMMA 6.88 Campionessa Toscana Assoluta Finale 2
3 DI SANTI Fabio 1988 AM NOTA BENE ATL. FUTURA ROMA 6.92 2 ROBERTI Francesca 1977 SF TOSCANA ATL.EMPOLI 1.00.10 1 MECIANI Camilla 1989 AF ATL. SESTESE FEMMINILE 7.48
4 CAPPETTI Marco 1988 AM ETRUSCATLETICA 7.14 3 KARAI Livia 1986 JF ATL. APUANA FEMMINILE 1.00.17 Campionessa Toscana Allieve
5 ORRU Carlo Alberto 1985 PM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 7.22 4 GIANNOTTI Laura 1986 JF ATLETICA LIVORNO 1.00.89 2 SANESI Elisa 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.73
6 GRAZIANI Giovanni 1983 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.66 5 MANETTI Francesca 1988 AF LI038 CENTRO ATLETICA PIOMBINO 1.02.25 3 ROMANELLI Giulia 1988 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 7.98
Batteria 3 Campionessa Toscana Allieve 4 NICOLAI Benedetta 1988 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 8.05
1 GINI Leonardo 1978 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.83 6 BALDACCI Silvia 1987 JF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 1.02.96 5 GORI Valentina 1989 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 8.06
2 MASSONI Lorenzo 1987 JM TOSCANA ATLETICA 7.10 7 MAZARA Laura 1987 JF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 1.03.25 6 GERMANI Ilaria 1989 AF ATLETICA LIVORNO 8.08
3 GIANNASI Federico 1989 AM ATL. VIRTUS CR LUCCA 7.42 8 SPINELLI Bianca 1988 AF ATL. APUANA FEMMINILE 1.03.41
4 D’AMICO Lorenzo 1983 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.47 9 FERRETTI Martina 1989 AF LU106 A. ATL. CAMAIORE 1.03.43 55 metri Hs J/P/S Donne
5 FORMICOLA Luca 1989 AM ATL. VIRTUS CR LUCCA 7.65 9 MINIATI Serena 1989 AF ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 1.03.43 Batteria 1
Batteria 4 11 CONTI Sara 1982 SF ATL. APUANA FEMMINILE 1.03.57 1 CECCARELLI Ilaria 1968 SF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.37
1 SANNA Luca 1977 SM ATL. CUS PISA 6.90 12 DONATI Sara 1981 SF ATL. APUANA FEMMINILE 1.04.91 2 FERRARO Laura 1987 JF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.48
2 LENZI Samuele 1986 JM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 6.91 13 ESPOSITO Francesca 1988 AF ATLETICA LIVORNO 1.05.01 3 GALEOTTI Martina 1984 PF ATL. APUANA FEMMINILE 9.01
3 PICCHI Claudio 1982 SM ATL. VIRTUS CR LUCCA 7.02 14 MAZZONI Elisa 1989 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 1.05.90 4 RASETTI Enrica 1987 JF ATLETICA LIVORNO 9.52
4 TURCHI Lorenzo 1988 AM TOSCANA ATLETICA 7.11 15 PACCHIANO Francesca 1989 AF ATL. SESTESE FEMMINILE 1.06.22 Batteria 2
5 CORTOPASSI Alessio 1987 JM ATLETICA LIVORNO 7.51 16 LUCHERINI Valentina 1985 PF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 1.06.66 1 BONACCHI Giada 1981 SF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 8.25
6 JANNIELLO Ettore 1989 AM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 7.53 17 DEL MONTE Chiara 1989 AF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 1.07.77 2 FABBRI Chiara 1986 JF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 8.72
Batteria 5 18 DI PACE Raffaella 1989 AF ATL. APUANA FEMMINILE 1.07.80 3 GUANTINI Eva 1986 JF ATLETICA LIVORNO 9.29
1 CARDINALE Tommaso 1983 PM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 6.75 19 CORDURI Sara 1989 AF ATL. SESTESE FEMMINILE 1.08.92
2 RASPI Emiliano 1972 SM A.S.PONTEDERA ATLETICA 6.94 20 BALDINI Sara 1988 AF TOSCANA ATL.EMPOLI 1.09.16 Finale
3 MAZZONI Michele 1980 SM ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 7.09 21 MARCHESINI Chiara 1989 AF ATLETICA LEGGERA PRATO 1.12.25 1 BONACCHI Giada 1981 SF ASSI BANCA TOSCANA FIRENZE 8.23
4 MERCALDO Alessandro 1982 SM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 7.23 Campionessa Toscana Assoluta
5 BAGNOLI Daniele 1977 SM TOSCANA ATLETICA 7.37 Salto con l’asta A/J/P/S Donne 2 CECCARELLI Ilaria 1968 SF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.40
Batteria 6 1 BENEDINI Claudia 1986 JF ATL. APUANA FEMMINILE 3.50 3 FERRARO Laura 1987 JF TOSCANA ATL.EMPOLI 8.41
1 PIERUCCI Simone 1983 PM ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 6.91 Campionessa Toscana Assoluta 4 FABBRI Chiara 1986 JF ATL.ASICS FIRENZE MARATHON 8.74
2 FORNESI Ferido 1962 SM ATL.C.R.PISTOIA E PESCIA 6.97 2 CININI Amalia 1988 AF AMATORI ATL.CARRARA CA.RI.CA. 3.50 5 GUANTINI Eva 1986 JF ATLETICA LIVORNO 9.14
3 BONFIGLIO Giuseppe 1981 SM C.S. ACCADEMIA NAVALE LIVORNO 7.28 Campionessa Toscana Allieve 6 GALEOTTI Martina 1984 PF ATL. APUANA FEMMINILE 9.15

Podismo e Atletica - 25
Firenze 5 marzo 2005

Rosamimosa

ASSOLUTE 66 PASQUINI STEFANIA MONTEVARCHI 46.44.67 10 ANTONINO SARA SCUOLA BARACCA


1 SEDONI ROMINA PROSPORT FERRARA 27.48.91 67 POSFORTUNATO LORENZA MONTEVARCHI 48.10.84 11 MAIANI MICHELA GINN. ARIETE
2 MUCCI MERY ASCD SILVANO FEDI 28.10.30 68 GAIALINI RENATA MONTEVARCHI 53.03.97 12 ESPOSITO ILENIA ELEM. F. PETRARCA
3 DALLAI ROSSELLA LAMMARI 28.49.35 13 BELLATTI LINDA �
4 FALLANI FRANCESCA MAIANO 28.54.56 VETERANE 14 DI MARE ERICA �
5 ACCIAI JESSICA MAIANO 29.50.72 1 BISORI NICOLETTA CITTÀ DI SESTO 33.12.01 15 GAMBONE ALESSIA �
6 BAMBI TESSA MAIANO 30.40.97 2 IZZO IMMACOLATA ATL. VALDINIEVOLE 36.23.55 16 TORCHIA CECILIA POL. CASA CULTURALE
7 BOSCHI MANUELA LE TORRI 31.20.14 3 FRATI LAURA NUOVA LASTRA 38.00.07
8 SAMUELLI LUCIA ASSI 31.49.25 4 SARCHIELLI ROSSANA NUOVA LASTRA 39.06.98 RAGAZZE
9 COLLINI GABRIELLA MONTEVARCHI 32.20.53 5 MELISE ALGA LA NAVE 39.44.41 1 VITALE LINDA ATL. LASTRA A SIGNA
10 MAZZINI ROSA MONTEVARCHI 32.33.75 6 COCCHI PATRIZIA CARICENTRO 39.48.73 2 GIANNI TIZIANA PROSPORT
11 STUMPO ELISABETTA MAIANO 33.40.79 7 BATTAGLINI ROSSANA LA NAVE 40.26.85 3 GONFIANTINI GIORGIA A.L. PRATO
12 ANDREONI NICOLETTA SAN CASCIANO 33.49.87 8 VITTORINI EMI ATL. CAPRAIA E LIMITE 41.08.55 4 BRUNI CHIARA ATL. ASICS FI
13 MARCHI MICHELA IL FIORINO 34.01.11 9 RIVARA ALESSANDRA OLTRARNO 41.25.34 5 MANETTI NOEMI ATL. ASICS FI
14 GABRIELLI SARA IL FIORINO 34.16.51 10 NAVARRINI FIORELLA CARICENTRO 42.35.88 6 BOCCALINI ELISA ATL. CALENZANO
15 TOCCAFONDI CINZIA A.L. PRATO 34.29.12 11 STOLFI TERESA ���������
�������� 42.53.43 7 SETTIMELLI VERONICA ATL. CALENZANO
16 ARCARI MARIA ATL. SIGNA 34.37.16 12 FORDIANI CRISTINA ���������
�������� 43.17.27 8 FUMAROLA DEBORA ATL. CALENZANO
17 PECCHIOLI ANTONELLA MAIANO 34.45.25 13 ULIVI MARZIA CARICENTRO 43.20.65
18 LANDI MICHELA IL FIORINO 35.07.18 14 ALUNNI LORIANA MONTEMURLO 44.13.51 CADETTE
19 MAURRI LAURA RESCO 35.16.81 15 MANI PIERANNA MAIANO 44.19.62 1 DI MARCO GIUDITTA A.L. PRATO
20 ARSIE TANIA C. UISP 35.25.54 16 TALLINI MARZIA MAIANO 45.00.00
21 CASINI CHIARA IL FIORINO 35.30.20 17 ULIVELLI ELETTRA LASTRA A SIGNA 45.52.35 ALLIEVE
22 RAMAZZOTTI ILARIA COLZI 35.38.82 18 GIULIANI DINA CARICENTRO 46.30.44 1 FUSI ILARIA LASTRA A SIGNA
23 CORTI SILVIA CARICENTRO 35.42.70 2 MARCHESINI CHIARA A.L. PRATO�
24 ARCARI ANGELA ATL. SIGNA 35.45.18 ARGENTO
25 AVERSA CLAUDIA ASSI 35.47.13 1 DALLAI IRENE ATL. SIGNA 38.57.62 SOCIETA’ A PUNTI
26 GUTTADAURO MARIA MAIANO 36.02.67 2 CECCONI FRANCA LE TORRI 40.58.53 1 ATL. LASTRA 338
27 BOUAHFA FATNA MAIANO 36.11.65 2 A.P. PRATO 308
28 PASQUARIELLO MARIA COLZI 36.14.57 ESORDIENTI �� 3 ASICS FI 274
29 MORGANTI ILARIA ASSI 36.24.45 1 TOGNI ELENA XXV APRILE 4 ATL. SIGNA 178
30 CESARI LOREDANA ASSI 36.29.04 2 CAPPELLI TERESA ATL. ASICS FI 5 IL FIORNO 121
31 SAMPIERI VERONICA ATL. EMPOLI 36.38.53 3 SCIACCA MARINA LASTRA A SIGNA
32 MASSELLUCCI STEFANIA A.L. PRATO 37.04.63 4 GAMBERI LETIZIA ATL. ASICS FI SOCIETA’ A PARTECIPANTI
33 FANFANI LETIZIA ISOLOTTO 37.06.65 5 MEUCCI ELISA A.L. PRATO 1 MAIANO 18
34 GALANTI MANUELA OLTRARNO 37.08.71 6 BINAZZI ZINASH A. ASICS FI 2 PIAN DI SAN BARTOLO 13
35 REGGIOLI ELENA AUSONIA 37.09.53 7 VIGANO’ ELENA A.L. PRATO 3 CARICENTRO 11
36 TOPPINO ELENA ATL. ASICS FI 37.16.73 8 FUSI IRENE LASTRA A SIGNA 4 MONTEVARCHI 7
37 ANGIOI ALESSANDRA CARICENTRO 37.29.59 9 FAETI SARA LASTRA A SIGNA 5 LA NAVE 7
38 SICURANZA SILVIA POSTE 37.33.28
39 CARLUCCI GOPVANNA ISOLOTTO 37.35.21
40 FRANCESCHELLI ELISABETTA LA NAVE 37.39.07
41 QUADRI IRENE ATL. SIGNA 37.42.38
42 QUINTIERI DENISE LE TORRI 37.47.01
43 SABATINI SILVIA MAIANO 38.01.10
44 RETTORI SANDRA ISOLOTTO 38.09.06
45 BERGIGLI PATRIZIA MAIANO 38.15.59
46 RAZZOLINI SERENA LA NAVE 38.44.12
47 CARERI FLAVIA MAIANO 38.53.89
48 GIARDINA ANTONELLA LE PANCHE 39.12.15
49 USAI ALESSIA ASSI 39.30.97
50 PORTACCIO ELEONORA ISOLOTTO 39.45.30
51 BIASOTTI MARIANGELA ASSI 40.00.98
52 BELLINI CINZIA QUADRIFOGLIO 40.30.54
53 CHIARI STEFANIA CARICENTRO 40.37.07
54 AGNOLONI SILVIA MAIANO 40.40.64
55 LABARDI LAURA LA NAVE 40.56.18
56 MINIATTI AMBRA IL FIORINO 41.02.89
57 FEDI GIORGIA ATL. APUANA 42.48.56
58 ISOLANI LUCIA POL. CASA CULTURALE 43.19.36
59 BRUSCOLA CRISTINA ���������
�������� 43.21.59
60 ANGEI TERESINA ASCD SILVANO FEDI 43.22.80
61 IOANNA ASSUNTA G.P. FUTURA PRATO 44.09.13
62 ANTONINI MARIA PIA POD. SAN MINIATO 44.18.80
63 PAOLI TATIANA RESCO 44.46.52
64 BOSCHI FABIANA CARICENTRO 45.10.25
65 FINOIA ELISA MONTEVARCHI 45.43.93

26 - Podismo e Atletica Servizio fotografico di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com)


Uliveto Terme - 5 marzo 2005 - km 7
7ª Rosa Paradisa
ASSOLUTI UOMINI (1956-1987)
1 Santangelo Massimiliano Atletica Castello 0.22.39
2 Maranghi Roberto Atletica Castello 0.22.56
3 Abdelilah Fedaoui G.S. Il Fiorino 0.23.03
4 Pratelli Fabio Ass.Generali Livorno 0.23.21
5 Lombardi Luca Alpi Apuane Castelnuovo G. 0.23.55
6 Carlotti Claudio Pontedera Atletica 0.23.56
7 Sbrana Marco Pontedera Atletica 0.24.10
8 Bambini Alberto Borgo a Buggiano 0.24.23
9 Piconcelli Stefano Camaiore 0.24.51
10 Filippis Rosario Capar Pisa 0.25.01
11 Bulleri Maurizio Pontedera Atletica 0.25.08
12 Giannini Giacomo Team Suma Pisa 0.25.22
13 Franceschi Fabrizio Le Sbarre Titignano 0.25.31
14 Orsi Sandro ��������
������� 0.25.43
15 Galia Jonata Virtus Lucca 0.25.46
16 Nelli Andrea Le Sbarre Titignano 0.25.59
17 Gazzarrini Francesco Pieve a Ripoli 0.26.02
18 Martini Antonio Atletica Vinci 0.26.09
19 Malacarne Alessandro Pontedera Atletica 0.26.32 7 Pardini Angelo Lammari 0.26.59 8 Sorice Belinda Balestrini Team Livorno 0.30.10
20 Mazzantini Roberto Pontedera Atletica 0.26.47 8 Riva Fabrizio Alpi Apuane Castelnuovo G. 0.27.15 9 Deiana Maruska Il Ponte 0.30.31
21 Berlingacci Dino Orecchiella Castelnuovo G. 0.26.55 9 Convalle Antonio Le Sbarre 0.27.48 10 Grassini Paola La Galla Pisa 0.30.47
22 Chimenti Stefano La Galla Pisa 0.26.56 10 Brunini Fabrizio Marignana 0.28.07 11 Balloni Francesca Pontedera Atletica 0.31.05
23 Pelagagge Giacomo La Verru’a San Frediano 0.26.58 11 Canini Emilio Alpi Apuane Castelnuovo G. 0.28.24 12 Arrighi Cristina W le Donne Vicopisano 0.32.40
24 Fiore Roberto Il Ponte 0.27.00 12 Cortelli Paolo Le Sbarre 0.28.33 13 Marzi Claudia La Galla Pisa 0.32.46
25 Picchi Mirko Il Ponte 0.27.09 13 Castropignano Emilio Le Sbarre 0.28.50 14 Giusti Eva Lammari 0.32.50
26 Cappellini Stefano Il Ponte 0.27.13 14 Marchetti Claudio Le Sbarre 0.29.08 15 Camilli Tiziana Atletica Vinci 0.33.27
27 Mascia Roberto Arcobaleno Collesalvetti 0.27.23 15 Sestito Ferdinando Team Suma Pisa 0.29.19 16 Cambi Elena La Galla Pisa 0.33.40
28 Fedeli Fabio Il Ponte 0.27.28 16 Valentino Pietro Marathon Club Pisa 0.30.00 17 Giannini Oriana Atletica Pietrasanta 0.34.02
29 Vitaloni Roberto Atletica Carrara 0.27.33 17 Geri Fabio Il Ponte 0.30.29 18 Caterini Antonella La Galla Pisa 0.34.12
30 Rossi Pierluigi Atletica Capraia e Limite 0.27.43 18 Bitozzi Daniele Pieve a Ripoli 0.30.32 19 Capobianco Mirella Team Suma Pisa 0.34.24
31 Orsini Gabriele ��������
������� 0.27.45 19 Vignozzi Alessandro Fiesole Out Back 0.30.42 20 Profeti Silvia Il Ponte 0.34.26
32 Giuntini Alessandro Rossini Pontasserchio 0.27.49 20 Azzini Massiniliano Le Sbarre 0.30.46 21 Lari Federica Il Ponte 0.35.34
33 Vanni Luca Atletica Porcari 0.27.54 21 Pelletti Roberto Team Suma Pisa 0.31.23 22 Grazzini Rosalba Le Sbarre Titignano 0.35.59
34 Bassi Tony Kalevi La Galla Pisa 0.28.08 22 Giusti Francesco Santa Maria del Giudice 0.32.09 23 Santoro Paola W le Donne Vicopisano 0.36.17
35 Cavallini Luca Cremisi Ponsacco 0.28.14 23 Profili Gabriele Le Sbarre 0.32.43 24 Bucaciuc Diana Atleica Pietrasanta 0.36.21
36 Nocetti Andrea Lammari 0.28.18 24 Mandroni Giovanni Galleno 0.32.44 25 Pierotti Alessandra La Galla Pisa 0.36.33
37 Stefani Stefano Lammari 0.28.35 25 Dal Canto Paolo Cremisi Ponsacco 0.33.00 26 Gori Paola Casarosa 0.37.26
38 Baggiani Daniele Il Ponte 0.28.36 26 Tognini Bruno Atletica Porcari 0.33.12 27 Rastelli Gianna Silvano Fedi Pistoia 0.38.00
39 Biagiotti Massimo Pontedera Atletica 0.28.46 27 Ruggeri Giacomo La Galla Pisa 0.33.50 28 Turchi Monica Podistica Nugolese 0.38.10
40 Lucchesi Lido Alpi Apuane Castelnuovo G. 0.28.54 28 Peloponneso Marcello Atletica Porcari 0.34.44 29 Ciucci Mariangela Rossini Pontasserchio 0.38.31
41 Nevoni Alessandro Podistica Nugolese 0.29.00 29 Fantozzi Giorgio Arcobaleno Collesalvetti 0.35.07 30 Santini Graziella Amatori Castelfranchesi 0.39.08
42 Pisani Marco Team Suma Pisa 0.29.03 30 Ciardelli Riccardo Team Suma Pisa 0.35.24 31 Tarabella Caddia Atletica Pietrasanta 0.39.19
43 Panconi Mauro Lammari 0.29.10 31 Bartalini Roberto Rossini Pontasserchio 0.35.25 32 Di Lisi Cinzia La Galla Pisa 0.40.11
44 Papini Andrea Rossini Pontasserchio 0.29.28 32 Bernardeschi Leonello Misericordia Pontedera 0.35.51 33 Di Giacomo Annalisa Atletica Apuana 0.40.47
45 Maggini Andrea La Galla Pisa 0.29.30 33 Bacci Riccardo Casarosa 0.36.06 34 Martinelli Sabrina Sala 78 0.41.08
46 Moroni Lorenzo Massa e Cozzile 0.29.31 34 Santini Pietro Podistica Empolese 0.36.03 35 Bartalacci Cinzia Sala 78 0.42.15
47 Giglioli Simone Il Ponte 0.29.45 35 Lucchesi Aldo Tramvieri 0.36.34 36 Rielli Anna Maria Due Arni Cep 0.42.53
48 Ferrisi Simone Le Sbarre Titignano 0.29.46 36 Orsi Marino Massa e Cozzile 0.36.50 37 Gallerini Giuliana Spensierati Santa Croce 0.42.57
49 Frediani Giovanni Team Suma Pisa 0.29.54 37 Giuntoli Paolo Rossini Pontasserchio 0.37.11 38 Sagginelli Tiziana AAMPS Amatori 0.45.12
50 Diciotti Luca Il Ponte 0.29.55 38 Cagnaccio Gennarino Atletica Porcari 0.37.17
51 Niccoli Fabio Massa e Cozzile 0.29.58 39 Giorgetti Doriano Santa Maria del Giudice 0.38.19 LADIES DONNE (1960 e precedenti)
52 Fontana Marco Rossini Pontasserchio 0.30.17 40 Luperi Luigi Rossini Pontasserchio 0.40.19 1 Antongiovanni Mara Lammari 0.28.29
53 Pardini Lisandro Lammari 0.30.23 41 Ciampolini Maurizio Rossini Pontasserchio 0.40.34 2 Casalini Manola Atletica Apuana 0.29.21
54 Cecchella Marco La Galla Pisa 0.30.30 42 Cervelli Piero Le Sbarre 0.43.28 3 Geppetti Sonia Team Suma Pisa 0.31.53
55 Bronzini Sandro Rossini Pontasserchio 0.30.37 43 Pardini Moreno Rossini Pontasserchio 0.44.12 4 Balleri Maria Grazia Team Suma Pisa 0.33.03
56 Falaschi Fabrizio Rossini Pontasserchio 0.30.40 5 Paracchini Elena Ospedalieri Pisa 0.33.19
57 Rossi Paolo La Galla Pisa 0.30.51 ARGENTO UOMINI (1945 e precedenti) 6 Ceccarelli Isabella Ospedalieri Pisa 0.34.04
58 Warin Garry Arcobaleno Collesalvetti 0.30.53 1 Giribon Emilio Alpi Apuane Castelnuovo G. 0.27.25 7 Orvieto Eleonora Ospedalieri Pisa 0.34.05
59 Baldasseroni Paolo Atletica Casalguidi 0.30.57 2 Salvadori Sirio Atletica Vinci 0.27.50 8 Quaia Orietta La Verru’a San Frediano 0.34.46
60 Costa Frola Luca La Galla Pisa 0.31.04 3 Meini Giuseppe Atletica Vinci 0.30.43 9 Giorgi Clivene San Cassiano 0.36.00
61 Nerli Daniele Massa e Cozzile 0.31.12 4 Moriconi Vinicio Pietrasanta 0.30.52 10 Biondi Mariella Ospedalieri Pisa 0.36.48
62 Bachini Fabrizio Pieve a Ripoli 0.31.21 5 Conforti Marcello Amatori Castelfranchesi 0.32.12 11 Mariani Liliana Cionamarket 0.36.52
63 Pitti Roberto Il Ponte 0.31.35 6 Tardelli Giovanni Lammari 0.32.30 12 Comparini Donatella Rossini Pontasserchio 0.37.12
64 Piampiani Alessandro Il Ponte 0.31.40 7 Tomaselli Alfredo Le Sbarre 0.32.31 13 Ferrucci Adriana Ospedalieri Pisa 0.37.21
65 Fiori Mauro Ospedalieri 0.31.41 8 Giuntini Ferdinando Arcobaleno Collesalvetti 0.32.36 14 Favilla Alberta San Cassiano 0.37.56
66 Capecchi Roberto Atletica Porcari 0.31.48 9 Colarusso Gennaro Atletica Porcari 0.32.39 15 Attubato Maria Borgo a Buggiano 0.37.58
67 Chiavacci Paolo Atletica Porcari 0.31.51 10 Cioni Giorgio Rosignano 0.33.22 16 Battaglini Paola Le Sbarre 0.38.16
68 Banchelli Francesco Il Ponte 0.32.03 11 Mozzoni Giacomo Due Arni Cep 0.33.26 17 Pratesi Ghiara Luciana Ospedalieri Pisa 0.38.35
69 Dal Canto Marco Atletica Casalguidi 0.32.23 12 Fredianelli Luigi Atletica Porcari 0.33.30 18 Frusoni Maria Atletica Porcari 0.38.47
70 Michelotti Simone Massa e Cozzile 0.32.35 13 Cantini Bruno Cenaia 0.34.03 19 Minuti Valeria Alta Valdera 0.38.59
71 Nannetti Mauro Atletica Vinci 0.32.57 14 Bracci Sergio Maratona di Torino 0.34.10 20 Carpita Patrizia Cionamarket 0.39.47
72 Pannocchia Fabio Rossini Pontasserchio 0.32.58 15 Coen Paolo AIG Livorno 0.34.21 21 D’Amico Anna Maria AAMPS Livorno 0.41.10
73 Diodati Roberto Atletica Pietrasanta 0.33.08 16 Menichetti Carlo Pieve a Ripoli 0.34.28 22 Dell’Innocenti Franca La Galla Pisa 0.41.12
74 Mataresi Federico Rossini Pontasserchio 0.33.13 17 Santucci Francesco Marathon club Pisa 0.34.40 23 Pelletti Rosalba Team Suma Pisa 0.41.23
75 Ticà Riccardo Palmerino 0.33.31 18 Giannotti Giuliano Atletica Pietrasanta 0.35.16 24 Lazzereschi Daniela Fratres 0.41.37
76 Nardi Luca Palmerino 0.33.32 19 Bonafe Alberto Team Suma Pisa 0.35.41 25 Caleschi Anna Bellaria Pontedera 0.41.40
77 Spina Vincenzo W le Donne 0.33.47 20 Acconci Pier Luigi Atletica Porcari 0.36.19 26 Nunziatini Laura Marathon club Pisa 0.41.41
78 Cecchella Claudio La Galla Pisa 0.33.49 21 Gnesi Lido Rossini Pontasserchio 0.36.38 27 Donati Maura Atletica Porcari 0.41.42
79 Di Carlo Maurizio Massa e Cozzile 0.34.00 22 Matteucci Dino La Galla 0.37.00 28 Bartolozzi Maria Laura Marathon club Pisa 0.41.44
80 Andreozzi Paolo Marathon club Pisa 0.34.10 23 Squadrone Angelo Marathon club Pisa 0.37.05 29 Moretti Carla Borgo a Buggiano 0.42.07
81 Contussi Claudio Rossini Pontasserchio 0.34.18 24 Facca Luigi Marathon club Pisa 0.37.06 30 Badalassi Adriana Casarosa 0.42.19
82 Pizzo Rosario Galleno 0.34.20 25 Pancanti Pier Luigi Casarosa 0.37.16 31 Montanelli Reana Casarosa 0.42.47
83 Lazzari Graziano Team Suma Pisa 0.34.32 26 Burresi Pietro Marathon club Pisa 0.37.20 32 Brogi Graziella Spensierati Santa Croce 0.42.55
84 Paoletti Riccardo Il Ponte 0.34.50 27 Venturini Nicola Marignana 0.37.34 33 Biancalani Enza Spensierati Santa Croce 0.42.56
85 Taddei Maurizio Pontedera Atletica 0.34.55 28 Turelli Franco Le Sbarre 0.38.18 34 Sammuri Rossana AAMPS Livorno 0.43.00
86 Lanni Marcello Rossini Pontasserchio 0.35.06 29 Ottaviano Sebastiano Marathon club Pisa 0.38.32 35 Ruggiero Mariella Borgo a Buggiano 0.43.38
87 Pellicci Giovanni Amici Marcia Massarosa 0.35.32 30 Pieracci Bruno Sala 78 Ponte a Elsa 0.39.05 36 Iacoponi Grazia Borgo a Buggiano 0.44.09
88 Chelotti Luca Rossini Pontasserchio 0.35.44 31 Masini Ivo Rossini Pontasserchio 0.40.02 37 Andreotti Stefania AAMPS Livorno 0.44.17
89 Monari Alberto Marathon club Pisa 0.35.57 32 Cardelli Alberto Rossini Pontasserchio 0.41.16 38 Cai Amalia Ospedalieri Pisa 0.44.18
90 Politano Michel Massa e Cozzile 0.36.24 33 Cozzoli Carlo Lammari 0.41.32 39 Grassi Rosalia Le Sbarre 0.44.19
91 Politano Roberto Massa e Cozzile 0.36.27 34 Carlotti Elio Tiglio Bientina 0.41.33
92 Morgillo Francesco Le Sbarre Titignano 0.36.32 35 Salati Sauro Atletica Porcari 0.41.43 Partecipazione GRUPPI ���
93 Lombardi Giovanni Team Suma Pisa 0.37.07 36 Mariani Roberto Marathon club Pisa 0.41.48 1 ATLETICA PORCARI ���� �� 47
94 Pieracci Emiliano Ponte a Egola 0.37.20 37 Salvetti Giancarlo Marciatori Marliesi 0.42.09 2 PODISTICA G.ROSSINI PONTASSERCHIO��� �� 29
95 Angeli Giuseppe Arcobaleno Collesalvetti 0.37.51 38 Gigli Francesco Due Arni Cep 0.42.24 3 LE SBARRE TITIGNANO ���� �� 24
96 Giannetti Andrea Pietrasanta 0.39.18 39 Parra Fernando Cionamarket 0.42.59 4 MARATHON CLUB PISA ���� �� 23
97 Molea Giuseppe La Galla Pisa 0.41.43 40 Pellegrini Francesco San Casciano 0.44.12 5 G.P.d. LA GALLA - PISA ���� �� 21
98 Trapani Gaspare Rossini Pontasserchio 0.45.10 41 Conti Giacomo Due Arni Cep 0.44.57 6 PODISMO IL PONTE - PONTE A EGOLA ��� �� 20
99 Bascherini Guido Pietrasanta 0.45.20 7 G.S.d. LAMMARI ���� �� 16
ASSOLUTI DONNE (1961-1987) 8 W LE DONNE ���� �� 15
VETERANI UOMINI (1944-1955) 1 Bianchi Ilaria Team Suma Pisa 0.26.08 9 POLISPORTIVA MAGGIANO ���� �� 14
1 Cernicchiaro Nicola Nuova Lastra a Signa 0.25.25 2 Perrone Cristina Pieve a Ripoli 0.27.08 10 PODISTICA NUGOLESE ���� �� 12
2 Ghilardi Lauro Atletica Marignana 0.25.42 3 Menichini Lucilla Lammari 0.28.41 11 US PARTIGLIANO ���� �� 12
3 Dami Franco Silvano Fedi Pistoia 0.25.51 4 Jaccheri Elena La Galla Pisa 0.28.57 12 CASAROSA FORNACETTE ���� �� 12
4 Paolicchi Paolo Pontedera Atletica 0.26.01 5 Dami Elisa Silvano Fedi Pistoia 0.29.27 13 PODISTICA GALLENO ���� �� 10
5 Gianni Luigi Orecchiella Castelnuovo G. 0.26.16 6 Biagi Elisa Team Suma Pisa 0.29.53 14 GP MASSA E COZZILE ���� �� 10
6 Mori Massimo Signa 0.26.35 7 Di Cesare Daniela Le Sbarre 0.30.03 15 PONTEDERA ATLETICA ����� �9

Podismo e Atletica - 27
precedenti edizioni. Una staffetta era composta da
ragazzi della scuola media Ceccardo Roccatagliata
Ceccardi di Ortonovo che hanno, con grinta ed en-
tusiasmo, sopperito al freddo ed ai chilometri termi-
nando la prova con un buon tempo complessivo. A
corollario della manifestazione una camminata non
competitiva tra i resti dell’insediamento romano del
II secolo a.C. che hanno attratto ed affascinato un
centinaio di partecipanti.
CLASSIFICA SQUADRE MASCHILI E MISTE
1 MARINA MILITARE LA SPEZIA 2.31’56”
2 PARCO ALPI APUANE 2.32’08”
3 G.S. MASSA CARRARA 2.36’07”
4 FAVARO 1 2.37’33”
5 ATLETICA CARRARA 1 2.37’39”
6 G.S. ORECCHIELLA 2.46’42”
7 CITTA’ DI GENOVA 2.51’07”
8 FAVARO 2 3.04’07”
9 LE TARTARUGHE 3.08’16”
10 P.G.S. MARCE LA SPEZIA 3.08’42”
11 AMATORI PODISTI CARRARA 3.24’20”
13 CARRARA TEAM NC
14 TEAM MARBLE MAN NC

CLASSIFICA SQUADRE FEMMINILI


1 G.S. LAMMARI F 2.52’08”
2 FAVARO F 3.56’07”

CLASSIFICA MASCHILE FRAZIONISTI


1 LAZZAROTTI ANDREA 19’33”
Luni (SP) 6 febbraio 2005 2 PANARIELLO RAFFAELLO 19’39”
poco più di tre chilometri. 3 CERVI RICCARDO 19’54”
4 SIMONE GIUSEPPE 20’02”
3ª Archeomarathon di Luni L’edizione di quest’anno, inserita nel calendario di 5 CIPRO SERGIO 20’05”
“Corrilunigiana 2005” è stata caratterizzata da una 6 BALZANO MICHELE 20’49”
giornata di splendido sole con una temperatura, alla 7 MALACARNI GIORGIO 20’58”
Maratona a staffetta nella zona 8 FERRARI WALTER 21’04”
archeologica di Luni partenza del primo staffettista, di circa -3°. Il freddo 9 GRECHI GIOVANNI 21’11”
non ha impedito, tuttavia, ad un numeroso gruppo 10 FERRARI FABIO 21’12”
Domenica 6 febbraio, organizzata dal Comune di di atleti ed accompagnatori di essere comunque pre- CLASSIFICA FEMMINILE FRAZIONISTE
Ortonovo e dall’UISP Valdimagra, si è svolta, su un senti. Alla corsa hanno partecipato 16 squadre delle 1 SALVIETTI DANIELA 23’19”
2 FABBRO RACHELE 23’51”
percorso che si snoda in parte all’interno della zona quali due interamente femminili. La competizione 3 ANTONGIOVANNI MARA 24’12”
archeologica di Luni nel comune di Ortonovo (SP), maschile è stata vinta dalla squadra della Marina Mi- 4 MENICHINI LUCILLA 24’33”
litare di La Spezia con il tempo di 2.31’56” mentre 5 BUCCI BARBARA 24’36”
la terza edizione della “Archeomarathon di Luni”, 6 LAZZINI PAOLA 25’06”
corsa a staffetta sulla classica distanza di 42,195 quella femminile ha visto prevalere la formazione 7 COZZANI LIANA 25’34”
chilometri. Ogni squadra era composta da sette atleti G.S. Lammari di Lucca con il tempo di 2.52’08”. 8 NANNIZZI NADIA 26’31”
9 SANTINI CHIARA 26’43”
che percorrevano ciascuno due giri di un anello di Entrambe le squadre hanno battuto i record delle 10 LOMBARDI SILVIA 27’40”

28 - Podismo e Atletica
Castelvecchio Pascoli (LU) 27 febbraio 2005 Liano Renucci (GS Orecchiella) in 21’20” e Nicola CATEGORIA TM
Cernicchiaro (Nuova Atl. Lastra) in 21’27”. L’ultima 1. Raffaello Panariello (Alpi Apuane) 19’22”
Campionati Toscani gara in programma è stata il cross (km 6) riservato 2. Giuseppe Pagnini (Golfo Baratti) 20’02”
Amatori-Master agli uomini sotto i 50 anni. Il garfagnino Graziano 3. Marco Papi (ASD Montemurlo) 20’14”
Poli (Alpi Apuane) ha imposto alla corsa un ritmo CATEGORIA MM35
Il Gruppo Sportivo Orecchiella ha organizzato do- sostenuto fin dai primi metri, seguito principalmente 1. Domenico Orsi (GS Orecchiella) 19’20”
menica 27 febbraio i Campionati Toscani individuali da Camillo Campitelli (GS Orecchiella) e Raffaello 2. Alessandro Barsi (Alpi Apuane) 19’23”
e di società di cross riservati al settore amatori e ma- Panariello (Alpi Apuane). A metà gara Poli ha guada- 3. Simone Giraldi (US Roberto Colzi) 20’23”
ster. I 171 atleti si sono dati battaglia sui verdi prati gnato spazio sugli inseguitori che si sono uniti in un CATEGORIA MM40
di Castelvecchio Pascoli in una mattinata decisamen- gruppetto comprendente Barsi, Panariello e Orsi, ma 1. Graziano Poli (Alpi Apuane) 19’15”
te serena dopo la neve dei giorni precedenti. Nella nulla hanno potuto e il portacolori del GP Alpi Apua- 2. Andrea Fusi (Nuova Atl. Lastra) 19’39”
prima gara in programma, il cross femminile (km 4), 3. Camillo Campitelli (GS Orecchiella) 19’43”
ne ha vinto in 19’15” davanti a Domenico Orsi (GS
Daniela Salvietti (GS Lammari) e Maria Luisa Spa- CATEGORIA MM45
Orecchiella) in 19’20” e Raffaello Panariello (Alpi
1. Nello Domenicali (Alpi Apuane) 19’33”
doni (Atl. Castello) hanno preso subito il largo sulle Apuane) in 19’22”, seguito dai compagni di squadra 2. Claudio Carlotti (Pontedera Atletica) 20’13”
avversarie transitando appaiate a metà gara, davanti Alessandro Barsi in 19’23” e Nello Domenicali in 3. Massimiliano Begliomini (Silvano Fedi) 20’15”
a Rosa Mazzini (Pol. Rinascita Montevarchi) e a un 19’33”, sesto Andrea Fusi (Nuova Atl. Lastra). CATEGORIA MM50
gruppetto di atlete capitanato da Elisa Dami (ASC 1. Stefano Maestripieri (ASC Silvano Fedi) 20’18”
Silvano Fedi). Nell’ultimo chilometro di gara Danie- CATEGORIA TF 2. Aldo Allori (Golfo Baratti) 20’48”
la Salvietti ha sferrato l’attacco decisivo andando a 1. Ilaria Ramazzotti (US Roberto Colzi) 18’4” 3. Moreno Aiello (Pontedera Atletica) 20’53”
vincere in solitudine con il tempo di 15’51” su Luisa 2. Gianna Rastelli (ASC Silvano Fedi) 20’14” CATEGORIA MM55
Spadoni, seconda in 15’56” e Rosa Mazzini, terza 3. Regina Renai (Rinascita Montevarchi) 29’20” 1. Franco Dami (ASC Silvano Fedi) 21’16”
in 16’14”, al quarto posto, grazie a un gran finale, CATEGORIA MF35 2. Nicola Cernicchiaro (Nuova Atl. Lastra) 21’27”
la forte maratoneta Mara Antongiovanni (GS Lam- 1. Maria Luisa Spadoni (Atl. Castello) 15’56” 3. Oreste Campanini (Alpi Apuane) 21’48”
mari) in 16’26” seguita da Elisa Dami in 16’30” e 2. Barbara Bucci (GS Lammari) 16’40” CATEGORIA MM60
Cinzia Toccafondi in 16’38” entrambe dell’ASC 3. Miria Rosadi (US Roberto Colzi) 17’38” 1. Vasco Canigiani (ASC Silvano Fedi) 24’40”
Silvano Fedi. La seconda prova di giornata è stata CATEGORIA MF40 2. Sergio Marcacci (Ospedalieri Pisa) 25’25”
il cross (km 6) riservato alle categorie dai 50 anni 1. Rosa Mazzini (Rinascita Montevarchi) 16’14” 3. Vinicio Moriconi (Atl. Pietrasanta) 25’32”
2. Cinzia Toccafondi (ASC Silvano Fedi) 16’38” CATEGORIA MM65
in poi, dove a dettare legge dal primo metro è sta-
3. Oriana Giannini (Atl. Pietrasanta) 17’46” 1. Giuseppe Monini (GS Orecchiella) 23’10”
to Stefano Maestripieri (ASC Silvano Fedi) uno dei
CATEGORIA MF45 2. Giuseppe Benassi (Atl. Marignana) 26’29”
più forti prodotti del podismo toscano negli anni ’80, 1. Daniela Salvietti (GS Lammari) 15’51”
al ritorno dopo anni di inattività. Dietro di lui, Aldo 3. Franco Agostino Pardini (Ospedalieri Pisa) 29’02”
2. Mara Antongiovanni (GS Lammari) 16’26” CATEGORIA MM70
Allori (Golfo Baratti) e Moreno Aiello (Pontedera 3. Maria Pasquariello (US Roberto Colzi) 18’52” 1. Giuseppe Pieri (ASC Silvano Fedi) 28’07”
Atletica) hanno a lungo lottato per il secondo posto, CATEGORIA MF50 2. Pierino Benvenuti (GS Maiano) 28’29”
seguiti da un gruppetto comprendente Cernicchia- 1. Isabella Ceccarelli (Ospedalieri Pisa) 18’20” 3. Antonio Domenicali (ASC Silvano Fedi) 28’47”
ro, Dami, Renucci, Gianni, Paolicchi e Campanini. 2. Elena Paracchini (Ospedalieri Pisa) 18’35” CATEGORIA MM75
Stefano Maestripieri andava a vincere nettamente 3. Mariella Biondi (Ospedalieri Pisa) 19’54” 1. Marcello Vigni (GS Maiano) 35’18”
in 20’18” davanti a Aldo Allori in 20’48” e More- CATEGORIA MF55 CATEGORIA MM80
no Aiello in 20’53”, a seguire Franco Dami (ASC 1. Luciana Pratesi (Ospedalieri Pisa) 25’26” 1. Giovanni Vitaloni (Atl. Carrara) 41.35
Silvano Fedi) autore di un brillante finale, quarto in CATEGORIA MF70 Roberto Gianni
21’16” su Luigi Gianni (GS Orecchiella) in 21’19”, 1. Rosa Varni (ASC Silvano Fedi) 31’10”

Podismo e Atletica - 29
Montemurlo (PO) 6 marzo 2005 - km 16,800

4° Giro
di Javello

Foto di Andrea Stanzani

MASCHILE 57 MANGIA CARMINE ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:15’21” 114 SOLDINI LUCA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:24’56”
1 TREVE MATTIA CITTA’ DI SESTO 1:02’49” 58 MANCINI ROGER VTB VERNIO 1:15’39” 115 CARLI RAFFAELE G.P. CAI PISTOIA 1:25’06”
2 DI VICO CRISTIANO ATLETICA CASTELLO 1:02’51” 59 NESI MAURO ATLETICA LA RAMPA 1:15’47” 116 CONTI LUCA PODISTICA PRATESE 1:25’20”
3 SEQUI DANIELE TEAM RUNNERS SEANO 1:03’30” 60 BIGAZZI MASSIMO MARATHON CLUB FIGLINE 1:15’49” 117 FILIPPI ALESSANDRO PODISTICA PRATESE 1:25’22”
4 BOUZIDH RIDHA ATLETICA CASTELLO 1.05’14” 61 PIERI CARLO INDIVIDUALE 1:15’51” 118 DI DONATO CLAUDIO LA NAVE FIRENZE 1:25’30”
5 DA PRATO MICHELE ATLETICA CAMAIORE 1:05’37” 62 LORENZINI BRUNO R.M. BERZANTINA 1:15’57” 119 PANCANI STEFANO G.P. CAI PISTOIA 1:25’50”
6 GIOVANNETTI DENIS ATLETICA VINCI 1:05’48” 63 DI STASI STEFANO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:16’10” 120 BIAGIOLI MARCO PODISTICA FATTORI 1:26’05”
7 BENELLI ATLETICA CASTELLO 1:06’05” 64 ALESSANDRO RUNNERS 1:16’14” 121 ORLANDI VALERIO JOLLY MOTORS PRATO 1:26’35”
8 CHIARUGI PAOLO ATLETICA VINCI 1:06’55” 65 NICCOLINI MARCO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:16’35” 122 FABBIANI NICOLA ASD JOLO PRATO 1:26’38”
9 MEINI FABIO RESCO REGGELLO 1:06’56” 66 LANZELLOTTI GIUSEPPE MARATHON CLUB FIGLINE 1:16’39” 123 PISCHEDDA SAM LUCA PODISTICA NARNALI 1:26’41”
10 BECATTINI FABRIZIO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:07’35” 67 PACINI DAVID MISERICORDIA AGLIANESE 1:16’45” 124 DOLFI ROBERTO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:26’53”
11 BARBI FRANCESCO G.P. PARCO ALPI APUANE 1.08’02” 68 MACCARINI ALESSANDRO ATLETICA CASALGUIDI 1.16’54” 125 BONATTI PAOLO MARATHON CLUB FIGLINE 1:27’06”
12 INNOCENTI FAUSTO TEAM RUNNERS SEANO 1.08’35” 69 NESTI FEDERICO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:16’55” 126 PARRINI VANNI ATLETICA CALENZANO 1:27’14”
13 CARBONE MARIO ATLETICA VINCI 1:08’56” 70 COCO MARCO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:17’05” 127 CONTE DANIELE AURORA MONTALE 1:27’20”
14 BERNARDESCHI MARIO ATLETICA CASALGUIDI 1.09’04” 71 PAPI LUCIANO OSTE MONTEMURLO 1.17’06” 128 GOTI FABIO PODISTICA PRATESE 1:27’36”
15 BALDI GIULIANO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:09’13” 72 FANTI MARCO ASD JOLO PRATO 1:17’27” 129 BOCCARDI MARCO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:27’40”
16 BERTONE GIANNI ATLETICA SIGNA 1:09’30” 73 CHELI PAOLO ATLETICA PORCARI 1:17’54” 130 ROSATI STEFANO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:27’41”
17 TORRIGIANI RICCARDO ATLETICA VINCI 1:09’36” 74 DE CHIGI LUCIO GISP CHIANCIANO 1:18’00” 131 LELLI GIAN LUCA AVIS COPIT PISTOIA 1:27’48”
18 DA PRATO DINO ATLETICA CAMAIORE 1:09’38” 75 MERCATELLI FRANCESCO ATLETICA LA RAMPA 1:18’10” 132 STEFANELLI MARCO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:27’55”
19 CARDIA GAETANO AASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1.09’47” 76 RAZZOLI RICCARDO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:18’19” 133 SIMONE VTB 1:27’57”
20 NUCERA MAURO RUNNERS LIVORNO 1:10’07” 77 MARTINI MAURIZIO JOLLY MOTORS PRATO 1:18’31” 134 BRESCHI RICCARDO VTB 1:28’00
21 SAMBROTTA PIERO ETRURIA TRIATHLON 1:10’14” 78 DA PRATO GABRIELE G.P. PARCO ALPI APUANE 1:18’38” 135 MATI ALESSIO INDIVIDUALE 1:28’26”
22 CECCHI FEDERICO ATLETICA VINCI 1:10’31” 79 GOSETTO MARCELLO MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:18’42” 136 NERLI DANIELE G.P. MASSA E COZZILE 1:28’28”
23 SPEZZIGA DAVIDE ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:10’43” 80 CAPECCHI MASSIMILIANO INDIVIDUALE 1:19’04” 137 CHESI GRAZIANO PODISTICA SAN CASCIANO 1:28’40”
24 FREDIANI MILENO ATLETICA VINCI 1:11’04” 81 CHARIMANO SAVERIO INDIVIDUALE 1:19’08” 138 BALLATI ALBERTO INDIVIDUALE 1:29’01”
25 GEBRE ECZEBHER TIGABU CESARE BATTISTI VERNIO 1:11’18” 82 GRASSI ROBERTO NUOVA ATL. LASTRA 1:19’10” 139 FRANCESCO G.P. CROCE ORO PRATO 1:29’11”
26 PARRONI DAVID ISOLOTTO FIRENZE 1:11’22” 83 PALANDRI PAOLO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:19’46” 140 PECORINI PAOLO CARICENTRO FIRENZE 1:29’14”
27 MANDOLA ENRICO ATLETICA SIGNA 1:11’28” 84 CARTOCCI DANIELE G.S. SAN CASCIANO 1:19’56” 141 FRATONI MAURO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:29’19”
28 SANSONI GIACOMO CICLOLANDIA 1:11’49” 85 IEBBA ANTONIO ATLETICA VINCI 1:20’35” 142 GOSETTO RICCARDO MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:29’40”
29 CHIPARO LEANDRO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:11’54” 86 MARCANTELLI ROBERTO G.P. PONTE BUGGIANESE 1:20’50” 143 BASILICO CARLO MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:29’50”
30 PIERAGNOLI FEDERICO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:12’16” 87 GROSSI GIACOMO G.P. LE LUMACHE 1:20’54” 144 AGOSTINI RENZO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:29’51”
31 ALBINI ALESSANDRO G.S. IL FIORINO 1.12’28” 88 LUCCHESI LIDO G.P. PARCO ALPI APUANE 1:20’59” 145 GALLI PAOLO LA NAVE FIRENZE 1:29’55”
32 BORSETTO GIANNI AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:12’29” 89 BUONINCONTRI DOMENICO ATLETICA MONTECATINI 1:21’01” 146 CACIOLLI STEFANO INDIVIDUALE 1:30’10”
33 VITI LUCA ATLETICA CASALGUIDI 1:12’41” 90 CARTELLINO ILLEGGIBILE 1:21’02” 147 MARTINELLI MASSIMO T.C. RUNNING PRATO 1:30’19”
34 LENZI SIMONE G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:12’49” 91 ANONIMO G.P. LE LUMACHE 1:21’15” 148 CRISTIANO INDIVIDUALE 1:30’28”
35 MANDO’ MIRKO POLISPORTIVA CAPEZZANA 1:12’51” 92 SASSO ANTONIO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:21’26” 149 BENASSAI ALESSANDRO INDIVIDUALE 1:30’30”
36 NARDI MAURIZIO INDIVIDUALE 1:12’57” 93 DALI’ ALESSANDRO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:21’31” 150 MOCCIA DAMIANO PODISTICA PRATESE 1:30’59”
37 ANONIMO INDIVIDUALE 1:13’06” 94 MAGNOLFI MASSIMO TENNIS CLUB PRATO 1:21’42” 151 ALBANO GIULIANO ASD JOLO PRATO 1:31’25”
38 LUCENTI GIANFRANCO NUOVA ATL. LASTRA 1:13’07” 95 FRANCHI ROMANO G.P. CAI PISTOIA 1:21’58” 152 VIZZINI MASSIMILIANO PRATO MARATHON 1:31’59”
39 TIELLI TIZIANO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:13’12” 96 DI GIANNI GIUSEPPE OSTE MONTEMURLO 1:21’59” 153 CERCHIARI RICCARDO ASD JOLO PRATO 1:32’07”
40 ZUCCONI SERGIO G.P. MASSA E COZZILE 1:13’14” 97 NISTRI PAOLO INDIVIDUALE 1:22’02” 154 MANNU ROBERTO ATLETICA VINCI 1:32’51”
41 PICCHI SERGIO ATLETICA VINCI 1:13’18” 98 MERCATELLI FABIO ATLETICA LA RAMPA 1:22’04” 155 CIANI ALESSIO INDIVIDUALE 1:32’55”
42 PROZZO ANTONIO RESCO REGGELLO 1:13’27” 99 BALLI ALESSANDRO G.P. CAI PISTOIA 1:22’46” 156 LEONE ROSSANO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:33’17”
43 DI CATERINA EMANUELE AVIS COPIT PISTOIA 1:13’31” 100 TORRI MASSIMILIANO G.P. CAI PISTOIA 1:22’49” 157 POLACCHINI MASSIMO G.S. MAIANO FIESOLE 1:33’19”
44 DURANTE EMIDIO PODISTICA NARNALI 1:13’34” 101 MORONI RICCARDO AVIS COPIT PISTOIA 1:22’50” 158 JACOVINO MICHELE MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:33’23”
45 RIGALI ANGELO G.S. ORECCHIELLA 1:13’43” 102 OLMI LUCA ATLETICA CASALGUIDI 1:22’51” 159 RATENI ANTONIO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:33’24”
46 FERRARI MICHELE G.P. PARCO ALPI APUANE 1:13’52” 103 GIOMETTI MARCO VTB VAIANO 1:22’57” 160 GIAMBRONE ANTONIO MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:33’30”
47 POLI ALESSANDRO INDIVIDUALE 1:14’03” 104 STEFANACCI FEDERICO VTB VAIANO 1:22’59” 161 GIANNETTI LUCIANO G.P. MASSA E COZZILE 1:33’40”
48 TOROS GIUSEPPE RESCO REGGELLO 1:14’04” 105 BALDASSERONI PAOLO ATLETICA CASALGUIDI 1:23’25” 162 SBRIGLIONE ALESSANDRO INDIVIDUALE 1:33’57”
49 MUGNAI CLAUDIO RESCO REGGELLO 1:14’11” 106 BERTINI DAVID INDIVIDUALE 1:23’26” 163 CACIOLI RICCARDO ATLETICA CASALGUIDI 1:34’07”
50 ROSSI DANIELE PODISTICA FATTORI 1:14’14” 107 CALANDRA GIACOMO ATLETICA VINCI 1:23’28” 164 MUNGAI GIAN LUIGI G.S. MAIANO FIESOLE 1:34’10”
51 LANDI SAURO LA TORRE FIRENZE 1:14’26” 108 NARDELLA CIRO G.S. FUTURA PRATO 1:23’33” 165 DI GIOIA MASSIMO INDIVIDUALE 1:34’21”
52 SFORZI MARCO ATLETICA CASALGUIDI 1:14’42” 109 MENICACCI ANDREA INDIVIDUALE 1:23’51” 166 MARCANTELLI ROSSANO G.P. PONTE BUGGIANESE 1:34’36”
53 RAGIONIERI ANDREA ATL. CAPRAIA & LIMITE 1:14’45” 110 GALLI SERGIO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:24’17” 167 PANARIELLO NICOLA ETRURIA PRATO 1:34’53”
54 BIANCHI SERGIO U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:15’07” 111 FEDELE SERGIO ATLETICA MONTECATINI 1:24’50” 168 MENGONI MAURO ETRURIA PRATO 1:34’56”
55 BERLINGACCI DINO G.S. ORECCHIELLA 1.15’10” 112 SORICE DONATO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:24’53” 169 BENELLI FABIO CARICENTRO FIRENZE 1:35’06”
56 BANDINI SAURO GISP CHIANCIANO 1:15’20” 113 SCARLINI DANIELE ATLETICA CALENZANO 1:24’55” 170 MULINACCI GIUSEPPE AVIS COPIT PISTOIA 1:35’20”

30 - Podismo e Atletica
48 FILIPPINI STEFANO ATLETICA CASALGUIDI 1:34’08”
49 VANNUCCHI ERNESTO POL. XXIX MARTIRI FIGLINE 1:34’19”
50 BALDI FRANCO G.P. CAMPIGLIO 1:34’25”
51 RUSSO FRANCESCO G.P. CAI PRATO 1:35’04”
52 VIGNOZZI ALESSANDRO ASD JOLO PRATO 1:35’08”
53 PETTINELLI ALESSANDRO G.P. CARIPIT PISTOIA 1:35’14”
54 FIASCHI ANTONIO PODISTICA PRATESE 1:35’59”
55 CEFALA’ DOMENICO OSTE MONTEMURLO 1:36’47”
56 MAZZONI EMANUELE INDIVIDUALE 1:36’50”
57 TANGANELLI RINALDO AVIS COPIT PISTOIA 1:37’47”
58 MEONI ALESSANDRO MISERICORDIA AGLIANESE 1:37’58”
59 BARTOLOMEI EROS AVIS COPIT PISTOIA 1:38’19”
60 TARGETTI PIERO POL. COSTA AZZURRA 1:38’36”
61 NUTI ANDREA G.P. CAI PISTOIA 1:38’42”
62 LIVI ERMANNO PODISTICA FATTORI 1:40’46”
63 POMPILIO MATTEO G.P. CROCE ORO PRATO 1:41’05”
64 ROBERTO VINCENZO FILIPPIDE 1:41’21”
65 VERZELLI MASSIMO JOLLY MOTORS PRATO 1:41’27”
66 GRASSI LUIGI POL. XXIX MARTIRI 1:42’02”
67 BERTINOTTI MARCO G.P. CAI PISTOIA 1:42’02”
68 RINALDI ALESSANDRO G.P. MASSA E COZZILE 1:43’03”
69 CANGIOLI GIACOMO G.P. CAI PRATO 1:43’07”
70 DINI ENRICO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:44’50”
71 POSTACCHINI LUCIO INDIVIDUALE 1:45’27”
72 LILLI TIBERIO G.P. CAI PRATO 1:45’53”
73 VANNUZZI OMERO G.P. CAI PRATO 1:46’50”
74 DE ROSA SALVATORE JOLLY MOTORS PRATO 1:47’31”
75 CECCHI VINICIO JOLLY MOTORS PRATO 1:48’48”
76 SOLDANI GABRIELE G.P. CAI PISTOIA 1:50’17”
Foto di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com) 77 MULINACCI DANIELE JOLLY MOTORS PRATO 1:50’50”
78 CARRARESI GIANNI ATLETICA CASALGUIDI 1:50’54”
79 ORSI MARINO G.P. MASSA E COZZILE 1:52’00”
171 CHIARELLO ANDREA AVIS COPIT PISTOIA 1:35’37” 14 PASQUARIELLO MARIA U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:34’57” 80 DE ROSA EVANGELISTA G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:53’45”
172 BARNI ENRICO ATLETICA PORCARI 1:35’55” 15 ROSATI MIRIAM LE LUMACHE PRATO 1:35’47” 81 CIARDELLI RICCARDO TEAM SUMA 1:55’05
173 GIANASSI EDOARDO POL. XXIX MARTIRI FIGLINE 1:36’15” 16 RAMAZZOTTI ILARIA U.S. ROBERTO COLZI PRATO 1:36’24” 82 SPIGHETTI ANTONIO LO SCARPONE 1:55’06”
174 GANGI MARIO AVIS AMATORI PESCIA 1:36’20” 17 ROSADI MARCELLA G.P. LE LUMACHE 1:38’27” 83 SALVI RODOLFO MISERICORDIA AGLIANESE 1:55’49”
175 POLI GIANNI POL. XXIX MARTIRI FIGLINE 1:36’23” 18 DAMI TIZIANA ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:39’51” 84 MARTINI ANDREA PODISTICA PRATESE 1:55’49”
176 GIANNI RENATO G.P. CAI PRATO 1:36’35” 19 ARCARI MARIA ATLETICA SIGNA 1:40’19” 85 NESTI ANTENORE LE PANCHE CASTELQUARTO 2:00’13”
177 ROSSI ROBERTO FUTURA PRATO 1:37’33” 20 ARCARI ANGELA ATLETICA SIGNA 1:40’22” 86 TRESCA CARDUCCI GIOVANNI ATLETICA MONTECATINI 2:00’15”
178 MARINARI PIERO LE PANCHE CASTELQUARTO 1:37’51” 21 MASOTTI GIGLIOLA ATL. CAPRAIA & LIMITE 1:41’22” 87 ASTA DOMENICO PODISTICA EMPOLESE 2:00’55”
179 CIARAMELLA MASSIMO PODISTICA FATTORI 1:37’54” 22 FRANCHI ROSSELLA G.P. CAI PISTOIA 1:41’54” 88 NENCI DANIELE INDIVIDUALE 2:01’24”
180 BENELLI SIMONE ATLETICA CASALGUIDI 1:37’56” 23 BETTI ALESSANDRA INDIVIDUALE 1:42’09” 89 TIMPANARO MARIO G.P. CROCE ORO PRATO 2:01’31”
181 PALMESI DANIELE G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:38’09” 24 SACCARDI MONIA LA NAVE FIRENZE 1:43’09” 90 COSENZA SERGIO JOLLY MOTORS PRATO 2:04’00”
182 PACINI WALTER PODISTICA FATTORI 1:38’15” 25 PARRINI AMBRA G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:43’10” 91 D’ AGOSTINO DOMENICO MISERICORDIA AGLIANESE 2:11’07”
183 DUCCESCHI GIOVANNI G.P. LE FONTI PRATO 1:38’16” 26 DE VINCENZI VALENTINA ATL. BORGO A BUGGIANO 1:43’17” 92 GOTTI FRANCESCO LA NAVE FIRENZE 2:16’17”
184 FOSSI PAOLO FILIPPIDE 1:38’31” 27 ANTONIUCCIO FRANCESCA ATLETICA SIGNA 1:43’52” 93 PADOVAN LUIGI ATLETICA VALDINIEVOLE 2:31’30”
185 ZENINI FILIPPO ATLETICA CALENZANO 1:38’41” 28 ULIVAGNOLI BARBARA CITTA’ DI SESTO 1:43’53”
186 ARRIGHETTI MASSIMO C. BATTISTI VERNIO 1:38’46” 29 ROSI PAOLO POLISPORTIVA OSTE 1:47’32” ARGENTO
187 PALLERINI CLAUDIO TORRE DEL MANGIA SIENA 1:38’59” 30 LUNAKOVA YVETA JOLLY MOTORS PRATO 1:49’24” 1 MELANI UMBERTO MISERICORDIA AGLIANESE 1:17’50”
188 CRISTIANO TORRE DEL MANGIA SIENA 1:39’22 31 CHIARI STEFANIA CARICENTRO FIRENZE 1:49’48” 2 CANIGIANI VASCO R.M. BERZANTINA 1:21’30”
189 APPETELLITI MAURIZIO PODISTICA NARNALI 1:39’24” 32 MELISE ALGA LA NAVE FIRENZE 1:50’06” 3 LENZI PIERO MARATHON CLUB FIGLINE 1:23’25”
190 BROCCOLO VINCENZO JOLLY MOTORS PRATO 1:39’26” 33 BABBINI MILVIA G.P. CAI PISTOIA 1:51’45” 4 TACCETTI ANDREA NUOVA ATL. LASTRA 1:25’05”
191 MELANI ALESSANDRO ASD JOLO PRATO 1:39’27” 34 FRANCESCHELLI ELISABETTA LA NAVE FIRENZE 1:51’52” 5 NESI ALESSANDRO R.M. BERZANTINA 1:25’08”
192 MARCO INDIVIDUALE 1:39’29” 35 BATTAGLINI ROSSANA LA NAVE FIRENZE 1:52’42” 6 MANNUCCI ALBERTO GUALDO SESTO FIORENTINO 1:27’23”
193 MANETTI PATRIZIO PODISTICA FATTORI 1:39’52” 36 CAPOBIANCO MIRELLA TEAM SUMA 1:55’05” 7 NISTRI SANDRO LE PANCHE CASTELQUARTO 1:27’44”
194 PASTACALDI MARCO OSTE MONTEMURLO 1:40’30” 37 MOCCIA ILARIA PODISTICA PRATESE 1:57’23” 8 BARZANTI PAOLO LA NAVE FIRENZE 1:28’04”
195 MANENTI CLAUDIO PODISTICA PRATESE 1:40’48” 38 IZZO IMMACOLATA ATLETICA VALDINIEVOLE 1:57’38” 9 MELANI ROMANO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:30’25”
196 PISANESCHI ADRIANO FILIPPIDE 1:41’23 39 IOANNA ASSUNTA FUTURA PRATO 2:03’58” 10 BIAGINI GIAMPIERO G.P. CAI PISTOIA 1:30’36”
197 BELLI MAURIZIO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:41’24” 40 MANNELLI CLAUDIO G.P. CAI PRATO 2:12’28” 11 CIONI GIORGIO G.P. ROSIGNANO 1:30’38”
198 VIVIANI LOREDANO JOLLY MOTORS PRATO 1:41’26” 41 BONACCHI PATRIZIA ATLETICA CASALGUIDI 2:18’26” 12 GOTI UMBERTO JOLLY MOTORS PRATO 1:31’00”
199 BARUCCI ALESSANDRO INDIVIDUALE 1:41’38” 42 GIANI ARDELIA ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 2:31’55” 13 REGOLI ANGELO LE TORRI FIRENZE 1:33’21”
200 CAVICCHIOLI ANDREA COSTA AZZURRA PO 1:41’45” 43 DONATI MAURA ATLETICA PORCARI 2:31’56” 14 CIABATTI VITTORIO MISERICORDIA CHIESANUOVA 1:33’28”
201 GIANNINI GIAN LUCA INDIVIDUALE 1:42’54” 44 CASCIONE NICOLETTA ATLETICA CASALGUIDI 2:31’57” 15 MINIGHETTI WALTER PODISTICA FATTORI 1:33’55”
202 BARTOLINI MARCO PODISMO IL PONTE 1:42’57” 16 PAOLI PAOLO LE TORRI FIRENZE 1:34’38”
203 DEL TOMA GIAN LUCA AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:42’58” VETERANI 17 BONACCHI MARCO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:35’07”
204 DI CARLO MAURIZIO G.P. MASSA E COZZILE 1:43’50” 1 AIELLO MORENO AS PONTEDERA ATLETICA 1:09’57” 18 TARDELLI GIOVANNI G.S. LAMMARI 1:35’24”
205 MENCI MATTEO POLISPORTIVA BONELLE 1:44’44” 2 DAMI FRANCO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:11’44” 19 CAPPELLI DONARO CANOTTIERI COMUNALI FI 1:36’41”
206 ZINGARELLO PATRIZIO ATLETICA CASALGUIDI 1:45’49” 3 FRANCINI GIUSEPPE ATLETICA LA RAMPA 1:13’46” 20 ZINGARELLO GIUSEPPE ATLETICA CASALGUIDI 1:36’42”
207 LUCIOLI LIDO OSTE MONTEMURLO 1:45’57” 4 POLITI MAURO G.S. MAIANO FIESOLE 1:14’53” 21 PIRAINO GIOVANNI PODISTICA NARNALI 1:38’08”
208 ANONIMO LA NAVE FIRENZE 1:46’12” 5 GIANNI LUIGI G.S. ORECCHIELLA 1:14’58” 22 BARBIERI GIANCARLO AVIS QUERCETO 1:38’22”
209 PAOLO INDIVIDUALE 1:46’27” 6 BILLI UMBERTO INDIVIDUALE 1:15’22” 23 BECUCCI ROLANDO MARATHON CLUB FIGLINE 1:39’30”
210 RUOTOLO TIZIANO ATLETICA MONTECATINI 1:46’29” 7 PACINI PIER GIOVANNI ATLETICA CASALGUIDI 1:15’41” 24 LUCARINI PIERO PODISTICA FATTORI 1:41’53”
211 PADOVAN LUIGI ATLETICA VALDINIEVOLE 1:47’06” 8 BALESTRI STEFANO ATLETICA VINCI 1:16’01” 25 CIABATTI RICCARDO LO SCARPONE PRATO 1:43’16”
212 CANUGI STEFANO ASD JOLO PRATO 1:47’07” 9 GIORGINI LUCIANO ATLETICA VINCI 1:16’50” 26 SARDI FIORENZO PODISTICA FATTORI 1:43’41”
213 ZAMBONI GIAMPAOLO G.P. CROCE ORO PRATO 1:47’53” 10 CHIPARO TOMMASO MISERICORDIA AGLIANESE 1.17’08” 27 TONI LUCIANO ATLETICA MONTECATINI 1:46’37”
214 AGOSTINI STEFANO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:48’29” 11 CALAMAI FRANCO G.S. MAIANO FIESOLE 1:17’24” 28 CENCI GIORGIO PODISTICA PRATESE 1:48’36”
215 MONETTI FRANCESCO INDIVIDUALE 1:48’50” 12 FOSSI RENZO ATLETICA SIGNA 1:17’34” 29 MARUCCELLI VIRGILIO CITTA DI SESTO 1:48’51”
216 CASULLI GIUSEPPE JOLLY MOTORS PRATO 1:49’25” 13 GIANNINI CLAUDIO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:18’34” 30 MASI GIAMPIERO LO SCARPONE 1:59’33”
217 LUCARINI PAOLO PODISTICA FATTORI 1:49’26” 14 SOLDI FABRIZIO ATLETICA CASALGUIDI 1:18’47” 31 MAESTRIPIERI FIORELLO G.P. CAMPIGLIO 2:01’32”
218 ROGGI ALDO ATLETICA CASALGUIDI 1:49’36” 15 GUALTIERI FABIO MISERICORDIA AGLIANESE 1:18’59” 32 BONISTALLI ROBERTO G.P. CAI PISTOIA 2:01’42”
219 BARZACCHI PAOLO NUOVA ATL. LASTRA 1:50’46” 16 GIANNINI MAURO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:19’02” 33 DIMUNDO GIANFRANCO FUTURA PRATO 2:01’43”
220 ANONIMO RICCARDO OLTRARNO 1:50’52” 17 POSETTO EMILIO PODISTI LIVORNESI 1::19’57” 34 SONATORI UMBERTO ASD JOLO PRATO 2:11’08”
221 GAI FEDERICO LA NAVE FIRENZE 1:52’42” 18 PASCULLI GAETANO ECOBIKE TRAVALLE 1:20’28”
222 GIOVANNETTI MARCELLO LA NAVE FIRENZE 1:54’45” 19 SCALI FABRIZIO NUOVA ATL. LASTRA 1:21’19”
223 LOMBARDI LUCIANO MISERICORDIA AGLIANESE 1:55’40” 20 GIANNOCCOLO ANTONIO G.S. MAIANO FIESOLE 1:21’37”
224 BARCACCI GIULIANO PODISTICA PRATESE 1:57’24” 21 FABRIZIO PASQUALE G.S. FUTURA PRATO 1:22’06”
225 BRESCHI MASSIMO MISERICORDIA AGLIANESE 1:58’04” 22 NERUCCI SANDRO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:22’18”
226 CIURLI STENIO PODISTICA EMPOLESE 2:00’27” 23 CAPORALI IVALDO ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:23’35”
227 SPITALETTA FRANCESCO ATLETICA CASALGUIDI 2:01’01” 24 MANDOLA ANGELO ATLETICA SIGNA 1:24’06”
228 FURLANETTO NICOLO’ AUSONIA SESTO FIORENTINO 2:01’02” 25 RUSSO COSIMO ROBERTO A.I.C.S. FIRENZE 1:24’39”
229 ANONIMO PIETRO AUSONIA SESTO FIORENTINO 2:01’23” 26 LISCI ROBERTO NUOVA ATL. LASTRA 1:24’43”
230 MAZZETTI LEONARDO JOLLY MOTORS PRATO 2:04’58” 27 LOMI MARZIO G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:24’56”
231 BALESTRI GIOVANNI AURORA MONTALE 2:10’29” 28 GAROFANO MARIO PODISTICA EMPOLESE 1:25’10”
232 GILARDINI MASSIMO G.P. MASSA E COZZILE 2:11’33” 29 BAICCHI GERARDO G.P. CAI PISTOIA 1:25’34”
233 MELANI STEFANO ASD JOLO PRATO 2:15’47” 30 TOGNETTI MARCO G.P. PONTE BUGGIANESE 1:26’16”
234 LO BIANCO GIOVANNI INDIVIDUALE 2:17’28” 31 FORASTIERO ANTONIO G.S. FUTURA PRATO 1:26’54”
235 BONACCHI ANDREA ATLETICA CASALGUIDI 2:21’49” 32 MEOLA VINCENZO LE FONTI PRATO 1:27’16”
33 BELLUCCI SERGIO PODISTICA NARNALI 1:27’19”
FEMMINILE 34 RASPANTI PAOLO LA NAVE FIRENZE 1:27’28”
1 JOZZELLI EMMA G.S. LAMMARI 1:09’56” 35 FRAVOLINI PATRIZIO ATLETICA SIGNA 1:28’02”
2 DALLAI ROSSELLA G.S. LAMMARI 1:18’05” 36 CIRRI STEFANO AUSONIA SESTO FIORENTINO 1:28’16”
3 MUZI ALESSANDRA RUNNERS LIVORNO 1:24’51” 37 COSI VANNI LA NAVE FIRENZE 1:29’02”
4 DAMI ELISA ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:25’23” 38 DI BIASI LINO MISERICORDIA AGLIANESE 1:29’08”
5 CAPORALI ELISABETTA ASCD SILVANO FEDI PISTOIA 1:28’05” 39 MAGI AURELIO POL. XXIX MARTIRI 1:29’57”
6 FRANCHI PATRIZIA G.P. CAI PISTOIA 1:29’07” 40 DELLA GOTTA LUIGI POL. XXIX MARTIRI 1:30’17”
7 CAMBI KETTY POLISPORTIVA BONELLE 1:29’56” 41 SANDRELLI ANTONIO PODISTICA PRATESE 1:30’39”
8 DI BIASE MARINA INDIVIDUALE 1:30’16” 42 SCALDINI DANIELE G.P. MASSA E COZZILE 1:31’25”
9 BECARELLI MONICA POLISPORTIVA BONELLE 1:30’31” 43 BIOLCHI GIORGIO JOLLY MOTORS PRATO 1:31’57”
10 BARBARA G.S. COMETA 1:31’22” 44 SANTI PIERO PODISTICA FATTORI 1:32’11”
11 COLLINA LOREDANA ATLETICA CALENZANO 1:32’39” 45 ELEMENTI MAURIZIO R.M. BERZANTINA 1:32’20”
12 ARESU LUCIANA G.P. LA STANCA VALENZATICO 1:33’31” 46 RICCI MARCELLO ATLETICA CALENZANO 1:32’34” Foto di Piero Giacomelli
13 FRANCHI LORETTA G.P. CAI PISTOIA 1:34’16” 47 DI CARLO GAETANO C.S.I. PRATO 1:33’54”

Podismo e Atletica - 31
GARA PATROCINATA DA: COMUNE DI CAPOLIVERI - UISP- COMUNE DI PORTOFERRAIO - ENTE PARCO NAZIONALE ISOLE DI TOSCANA - PROVINCIA DI LIVORNO - LEGAMBIENTE - REGIONE TOSCANA
Il Team Runners in collaborazione con Atletica Isola d’Elba, www.runners.it e Tuscanhotels organizza a Lacona - Capoliveri - Isola d’Elba la seconda edizione del giro podistico a tappe

*Ài“ˆ>∜˜ˆ
MONTEPREMI COMPLESSIVO: € 10.000
Primi 10 assoluti maschili esclusi da categorie
Prime 5 assolute femminili escluse da categorie
Categorie Maschili
A/M - 18-29 (1987-1976) dal 1° al 10°
B/M - 30-39 (1975-1966) dal 1° al 10°
C/M - 40-49 (1965-1956) dal 1° al 10°
D/M - 50-59 (1955-1946) dal 1° al 10°
E/M - 60 e oltre (1945 e precedenti) dal 1° al 10°
Categorie Femminili
A/F - 18-29 (1987-1976) dalla 1ª alla 5ª
B/F - 30-39 (1975-1966) dalla 1ª alla 5ª
C/F - 40-49 (1965-1956) dalla 1ª alla 5ª
D/F - 50-59 (1955-1946) dalla 1ª alla 5ª
E/F - 60 e oltre (1945 e precedenti) dalla 1ª alla 5ª
Premi per società
1ª Class. € 300,00 - 2ª Class. € 200,00 - 3ª Class. € 150,00
4ª Class. € 150,00 - 5ª Class. € 150,00
La classifica verrà stilata in base al numero dei classificati della sola gara
competitiva. Le società per essere inserite in questa graduatoria devono
essere formate da almeno 10 atleti. In caso di parità vale la somma dei
piazzamenti di ogni singolo concorrente.
*œ`ˆÃ“œ i ̏ïV>
>ÊÀˆÛˆÃÌ>ÊÊÊ`iˆÊÀ՘˜iÀÃ
Premi in natura o materiale sportivo. Pacco gara a tutti i partecipanti.
Vige il regolamento UISP, obbligatorio certificato medico.

+՜Ì>Ê`ˆÊˆÃVÀˆâˆœ˜iÊ`Êxä]ää
œ˜ÊVœ“«ï̈Û>Ê`ÊÎä]ää
-œœÊˆÃVÀˆâˆœ˜iÊÃi˜â>ÊÜ}}ˆœÀ˜œÊ`Ênä]ää
*iÀʈ˜vœÀ“>∜˜ˆ\
ÜÜÜ°À՘˜iÀðˆÌʇÊi‡“>ˆ\ʈ˜vœJÀ՘˜iÀðˆÌ
ÜÜÜ°iVœ“>À>̅œ˜°ˆÌʇÊi‡“>ˆ\iL>JiVœ“>À>̅œ˜°ˆÌ
>LˆœÊˆ>ÃV…ˆÊÎÎÎÊǣǙ™ÈÈ
>ÕÃ̜ʘ˜œVi˜ÌˆÊÎÎÎÊ{nÈxÓÈn

Lacona, 24 - 30 aprile 2005


Sistemazioni alberghiere
HOTEL LACONA - 4 STELLE
Sistemazioni alberghiere all’interno della sede organizzativa della maratona a due
passi dalla partenza e dall’arrivo delle tappe.
Soluzione in pensione completa
(dalla cena del 24 aprile al pranzo del 30 aprile bevande incluse - 1/2 litro
d’acqua e 1/4 di vino)
- camera doppia o tripla € 319,00 per persona
- camera singola € 399,00 per persona
- riduzione bambini in camera con i genitori: 0/2 gratis, 3/6 60%, 7/12 10%
- notte supplementare in doppia o tripla € 55,00 per persona
- notte supplementare in singola € 70,00
Soluzione residence solo pernottamento
dalla notte del 24 aprile alla mattina del 1° maggio.
(incluse pulizie finali - pulizia dell’angolo cottura e delle stoviglie a carico del
cliente)
- Monolocale per 2 persone € 269,00 - Monolocale per 3 persone € 299,00
- Bilocale per 4 persone € 339,00 - Bilocale per 5 persone € 379,00
VILLA DELLE GINESTRE - APPARTAMENTI

Vœ“>À>̜˜>Ê`i½܏>Ê`½ L> Sistemazioni residenziali a soli 7 chilometri dalla sede organizzativa delle
gare.
Soluzione residence solo pernottamento

{ÊÌ>««iÊ«iÀÊVœ“«iÃÈۈʎ“Ê{Ó]£™x
dalla notte del 24 aprile alla mattina del 1° maggio.
(incluse pulizie finali - pulizia dell’angolo cottura e delle stoviglie a carico del cliente)
- Monolocale per 4 persone € 199,00 - Bilocale per 4 persone € 221,00
- Bilocale per 5 persone € 244,00 - Attico per 6 persone € 299,00
Possibilità di prenotare il traghetto tramite l’Hotel e il passaggio da

`>ÊÓ{Ê>ÊÎäÊ>«ÀˆiÊÓääx
Portoferraio per l’Hotel.

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:


Hotel Lacona – Località Lacona – 57031 Capoliveri
/Ê Ê ,
Ê* ,Ê/1//ÊÊ-
,//ÊÊ/"1,ʇÊ*, Ê* ,Ê Ê-"
 / Tel. 0565964054 – Fax 0565964189
e-mail: booking@tuscanhotels.it
Internet: www.tuscanhotels.it
#
MODULO DI ISCRIZIONE ISOLA D’ELBA ECOMARATHON TOUR
Da rispedire con copia versamento a Barbara Bonanno, via dei Platani 11/G - 50013 Campi Bisenzio o via fax 055 4249936

Cognome ..................................... Nome ...................................... Luogo e Data di nascita ............................................

Via e numero ...................................................................... CAP ....................... Città .............................................

Società ................................................................. Cod. Società ..................... Num. Tessera .......................................

Tel. o cell. ....................................... Fax ............................... e-mail ......................................................................

ISCRIZIONE: € 50 Gara Competitiva e € 30 Non Competitiva con soggiorno in albergo convenzionato


SOLO ISCRIZIONE SENZA SOGGIORNO: € 80
PAGAMENTO TRAMITE BONIFICO BANCARIO: BANCO POSTA - C.C. 57647976 ABI 07601 CAB 02800 CIN X
VAGLIA POSTALE: intestato a Barbara Bonanno, via dei Platani 11/G - 50013 Campi Bisenzio
Cecina 6 marzo 2005
Campestre Sociale Open
Classifiche generali
e di categoria 3ª prova
Class. Gara maschile m. 7000
1 Capretti Andrea Orecchiella 24’ 00’’
2 Lachi Alessio Torre del Mangia 24’ 12’’
3 Pertusati Gabriele Runners Livorno 24’ 25’’
4 Martellacci Stefano Atl. Castello 25’ 14’’
5 Quintavalle Marco Orecchiella 25’ 23’’
6 Clementi Daniele Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 25’ 42’’
7 Poggiali Marcello DESERT FRIEND’S 26’ 25’’
8 Polidori Curzio Atletica Livorno 26’ 33’’
9 Evangelisti Michele Orecchiella 26’ 49’’
10 Sardi Giacomo Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 26’ 57’’
11 Carresi sergio Equipe Golfo Baratti 27’ 01’’
12 Faucci Emo Libero 27’ 33’’
13 Rosi Mauro Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 28’ 45’’
14 Baneschi Simone Libero 28’ 45’’
15 Abu Sneineh Akram
16 Modica Pietro
Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass.
Libero
29’
29’
10’’
15’’
Roberto Marconi due volte oro agli italiani indoor
17 Biasci Marileno Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 29’ 21’’
18 Tempestini Antonio Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 29’ 31’’ Il 25, 26 e 27 febbraio 2005, al palazzetto della Fiera di Genova, si sono disputati i Campionati Italiani Indoor
19 Pecorino Ignazio VV FF Grosseto 29’ 31’’ di Atletica Leggera. L’Atletica Amatori Cecina Pubblica Assistenza era presente con il Presidente Onorario e
20 Raciti Marco Atl. Follonica 29’ 44’’
21 Galgano Maurizio CRAL A.T.L. 29’ 47’’ portacolori dell’associazione, l’inossidabile Roberto Marconi, che gareggia nella categoria Masters MM65;
22 Guerrieri Moreno Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 29’ 58’’ nonostante i postumi di una recente influenza, Roberto ha deciso di cimentarsi nelle due gare che gli sono più
23 Mauro Salvatore Triathlon Livorno 30’ 03’’ congeniali sabato 26 nei 1500 m e domenica 27 negli 800.
24 Del Torto Ranieri Quelli dell?una Pisa 30’ 27’’
25 Galli Fabio Podisti Livornesi 30’ 42’’ La gara di sabato era difficile da impostare sul piano tattico, 13 partenti nella stretta pista delle indoor sono
26 Bianchi Andrea Atl. Amatori Cecina Pubb.Ass. 31’ 24’’ molti, era quindi importante non farsi “imbottigliare” in partenza e correre su buoni ritmi per evitare sorprese
27 Torrini Luigi Podisti Livornesi 32’ 01’’ nel finale, ma c’era anche l’esigenza di risparmiare energie per la gara del giorno dopo. Roberto ha corso alla
28 Citi Matteo Atl. Livorno 32’ 10’’
29 Della Bella Luciano Livorno Marathon 32’ 31’’ perfezione, partenza decisa ma senza strafare, poi una bella progressione ed infine avanti controllando la gara
30 Cresci Claudio Podisti Livornesi 32’ 44’’ fino al traguardo, 1° e Campione Italiano in 5’05”06, ottimo tempo per una gara tutto sommato tattica, lo
31 Piscolich Silvano Podisti Livornesi 34’ 01’’ conferma il confronto con il tempo del campione della categoria 5 anni più giovane MM60, il triestino Silvano
32 D’ambra Roberto Podisti Livornesi 35’ 21’’
Zerbo, inferiore di poco più di un secondo.
Clas - Gara femminile - 4000 m. Archiviato il primo obiettivo, domenica 27 negli 800 non c’era più niente da risparmiare, tattica alla Marconi,
1 Liverani Patrizia Torre del Poggio 17’ 47’’ partire forte, tenere il ritmo e sprintare in fondo. In testa dalla partenza all’arrivo, correndo praticamente da solo
2 Brevi Alexandra Libera 18’ 07’’
(2° e 3° ad oltre 12”), Marconi ha conquistato il secondo titolo italiano fermando il cronometro su un tempo
Clas - Allievi ( 4000 m.) strepitoso, 2’29”95, in questo caso il confronto indiretto con Zerbo è a favore di Roberto di oltre otto secondi.
1 Baneschi Davide Atl. Livorno 14’ 46’’ Con due titoli Italiani in tasca Marconi si appresta ora a partire per la Svezia dove ad Eskilstuna dal 10 al 13 di
2 Baldacci Mirko Atl. Livorno 16’ 38’’
marzo si disputano gli europei. Da tutti gli sportivi cecinesi un grande “in bocca al lupo” a Roberto che, possia-
Cla - Ragazzi ( 1000 m.) mo star certi, anche in terra scandinava difenderà i colori Italiani puntando al massimo risultato.
1 Bambara Danilo Libero 04’ 41’’ Amatori Cecina
2 Baldacci Davide Libero 05’ 01’’

Podismo e Atletica - 33
34 - Podismo e Atletica
Partenza ore 9.30

Podismo e Atletica - 35
36 - Podismo e Atletica
Claudio Simi insignito dell’onorificenza di Cavaliere
dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana
La carriera Vincitore di 2 Campionati Toscani Maratona
categoria amatori.
CLAUDIO SIMI, nato a Villa Basilica l’11 Vincitore di 1 Campionato Italiano di Maratona
novembre 1956 - ha cominciato la sua atti- MM45 UISP.
vità sportiva con i giochi della gioventù. Da Vincitore di 2 Campionati IUTA Gran Fondo.
lì è iniziata la sua passione per la corsa che 131° alla Maratona di New York (1991).
nel 1970 è sfociata in una vera attività ago- 80° alla Maratona di Londra (2000).
nistica. 115° alla Maratona di Parigi (2002).
24° alla Maratona d’Atene (1980).
I risultati più importanti e prestigiosi sono 4°ai Campionati Mondiali MM45 di Corsa in
qui riassunti. Montagna (2004).
1° veterano alla 50 km di Romagna (2004).
Vincitore di 2 titoli di Campionato Italiano In-
dividuale FIDAL di Corsa in Montagna (1978- Convocato in Nazionale di Maratona nel 1981.
1980). Convocato 6 volte in Nazionale di Corsa in
Vincitore di 3 Campionati Italiani a staffetta FI- Montagna.
DAL di Corsa in Montagna (1978-1979-1996).
Vincitore di 6 prove delle 10 nel Campionato Primati personali:
Europeo Assoluto di Corsa in Montagna (trofeo  5000 m 14’58’’;
Cime).  10000 m 30’29’’;
Vincitore del Campionato mondiale di Corsa in  2000 siepi 6’00’’;
Montagna a S. Giovanni Ilarione (1983).  Maratona 2h 18’01’’.
Vintitore di 3 titoli Italiani di Corsa in Monta- Record Toscano di Maratona nel 198
gna Master 45 (2001-2002-2003). in 2h 18’01’’.
Due volte vincitore della Pistoia-Abetone
(2000-2002), secondo arrivato nel 2001, terzo A seguito di questi risultati è stato insignito
arrivato nel 2003. dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al
Vincitore di 10 Campionati Toscani Assoluti di Merito della Repubblica Italiana (27 dicembre
Corsa in Montagna. 2004).

L’ASSOCIAZIONE SPORTIVA G.S. PIEVE A RIPOLI ORGANIZZA

20° Trofeo Romagnoli Liliano


Domenica 24 Aprile 2005
Gara podistica semicompetitiva di km 15 e non competitiva di km 11 e 5
Ritrovo ore 7,30 presso il Circolo Arci di Pieve a Ripoli (Cerreto Guidi)
Partenza ore 9,00 - Quota iscrizione € 3,00
PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI ORE PASTI:
Ettore 0571 586634 - 347 0377174 - Fabrizio 0571 22121 - 348 0431844 - Fax 0571 22121
Le iscrizioni per le Società termineranno venerdi 22/04/05 alle ore 23
per i singoli 30 minuti prima della partenza
PREMIAZIONI:
70 Assoluti 40 Veterani 15 Donne Assolute 5 Donne Veterane 10 Argento Maschile
Ai primi 3 assoluti buono benzina del valore di € 150,00 - 100,00 - 60,00
Alle prime 3 assolute buono benzina del valore di euro 100,00 - 70,00 - 50,00
Ai primi 3 veterani 1° televisore 2° prosciutto 3° spalla dal 4° in poi premi in natura a scalare.
Argento maschile e veterane premi in natura a scalare
SOCIETÀ
1ª Società Televisore - 2ª Prosciutto + Confezione di Vino - 3ª Spalla - dalla 4ª alla 10ª Coppe
LA CORSA SARA’ RIPRESA DA TOSCANA TV
Podismo e Atletica - 37
Dopo l’Arco dei Gavi, le Arche Scaligere e le arcate di Ponte Pietra, a Verona, in località Lugagnano, è sorto
l’Arco dei Gamberi.
Bello, alto, imponente e naturalmente color gambero, è stato eretto come simbolo di vittoria di tutti coloro
che corrono all’indietro contro lo scetticismo e l’indifferenza di chi non ci considera degni di nota.
Domenica 6 marzo 2005, ore 6.00: la giornata inizia sotto i migliori auspici, illuminata da un sole che via via
brilla sempre più alto nel cielo; ma, mentre fervono i preparativi per la “31ª Monte-Spada”, l’orologio della
mia mente fa già le 11.00, ora d’inizio della storica “1ª Sgamberata a Lugagnano” ed il mio innato ottimismo
mi porta a fantasticare sul numero di partecipanti, sui vincitori e sulla folla che applaude gli atleti.
Mano a mano che si avvicina l’ora l’agitazione affianca l’ottimismo (che non muore mai), arriva il mio
“Gruppone Tosco-Emiliano-Veneto”, bisogna preparare il percorso, ma la strada è piena di gente e nel
trambusto generale invento le “iscrizioni volanti” con il tavolino dei pettorali che si sposta per la piazza.
Alla fine riesco a raccogliere una quarantina di partecipanti tra podisti Veronesi, il gruppone T.E.V. e un po’
di amici che si vedono sempre nel momento del bisogno.
Pronti… Via, partono i concorrenti della passeggiata all’indietro di 600 m, una bella idea che ha permesso
alla gente di avvicinarsi in maniera morbida al retrorunning.
Nuovamente pronti… Via, e stavolta è puro spettacolo, agonismo cristallino con gli atleti che incendiano
l’asfalto di via XXVI Aprile. Come al solito Luca Ginnani dell’Atletica Casalguidi parte a razzo (nonostante le
mie raccomandazioni) seguito da Paolo Tartari e Massimo Gozzo, ma poi Luca cala e si fa superare da Paolo
che taglia il traguardo dei 1500 metri per primo con il tempo di 8’03”.
La favorita Rita (simpatico gioco di parole) Loberti non ha problemi a vincere la gara femminile sulla
sorprendente Miriam, l’atleta di casa che verrà in seguito divinizzata. Giunge terza Carla “salutoalsole”
Caregnato.
L’ultimo casino lo combino io (che novità!) facendo impazzire il cronometrista per stilare le classifiche.
Ma non è finita, il rituale pranzo di fine gara subisce un grave ritardo perché qualcuno è “scappato” con i
tortellini! Però cari i miei Gamberi e Gamberetti, ce l’abbiamo fatta, abbiamo conquistato Verona e adesso
... sotto a chi tocca.
Vi saluto come l’anno scorso: allenatevi perché la prossima volta ci sarò anch’io e sarà battaglia.
Moreno Tommasi - G.P. Lugagnano Verona

Comunicati del Consiglio Direttivo Associazione Italiana RetroRunning


Definito il calendario delle gare valide per il Campionato Italiano Retrorunning “RETRO CHALLENGE”
3 aprile 2° Retromiglio Ambrosiano Cesano Boscone (MI)
21 maggio 2° Corri all’indietro all’Ovest di Prato Quartiere S.Paolo (PO)
11 giugno 9° Gambero d’oro Città di Prato Prato
18 giugno 3° Gambero Sprint Collesalvetti (LI)
9 luglio 3° Gambero di marmo Avenza (MS)
16 luglio 3° RetroCamaiore Camaiore (LU)
24 luglio 2° Sali in Retro Camp. Naz. Corsa in salita Treschè Conca (VI)
17 settembre 3° CasalinRetro Casalguidi (PT)
2 ottobre 5° Campionato Nazionale Retrorunning Albignasego (PD)
18 dicembre 2° Retrorunning Città di Castelmaggiore Castelmaggiore (BO)

Altre gare in calendario


16 aprile 2° RetroStrabologna in Piazza Maggiore Bologna
8 maggio 1ª Retromarcia Agriform Sommacampagna (VR)
14 maggio 1° Retrorunning “60° Annivers. Feste Unità” Bologna

Info: Angeli 3476715847 - Vettorato 3498623270 - Barducci 0574467514 www.retrorunning.com


Si auspica che altre società sportive abbiano intenzione di organizzare gare
38 - Podismo e Atletica
Tutto sulle corse a tappe
Da qualche anno se ne sente parlare, la maggior parte preferite, non più di 20 minuti di corsa.
dei podisti che l’ha provata è pienamente soddisfatta - E quelli successivi?
e felice di ripeterla, la difficoltà sta solo nella scelta: Alla fine di questa stupenda avventura la stanchezza
quanti giorni? E poi mare, montagna o campagna? prima o poi si farà sentire, quindi tornati a casa, du-
Questa nuova tipologia di gara è decollata in modo rante la prima settimana sì alla corsa rigenerante e
naturale grazie all’opportunità che offre di unire la al riposo, chi poi si sente bene può cercare una gara
vacanza al piacere di correre tra paesaggi incantevo- anche di domenica, ma non troppo impegnativa. Per
li, pieni di fascino e storia. coloro che hanno interpretato bene la gara, rispettan-
Ma prima di partire occorre non lasciare niente al do il proprio organismo, i frutti arriveranno in meno
caso, per affrontare l’evento nel modo migliore pos- di dieci giorni. Se si punta ad una gara particolare è
sibile. bene darsi un freno, eseguire qualche lavoro di fina-
Ecco perché nelle righe seguenti voglio analizzare i lizzazione e vedere che l’evento cada tra la terza e la
molteplici aspetti su cui porre attenzione. quarta settimana successiva.
- Cosa portarsi dietro?
- La preparazione. Il beauty-case non deve essere una valigetta ospeda-
Dovendo percorrere molti chilometri in pochi giorni liera, ma quando si va fuori, si sa, non abbiamo tutto
è chiaro che bisogna abituarsi a correre a lungo ed a a portata di mano. Quindi portate con voi pomate,
buon ritmo. Fondamentali sono gli allenamenti a rit- antidolorifici, compeed per le vesciche e quant’altro
mo medio, il lungo con all’interno delle variazioni di vi possa servire; siate prudenti sotto quest’aspetto.
ritmo non troppo veloci, la salita o sedute in palestra - L’abbigliamento?
per incrementare la forza. Stesso discorso, le condizioni climatiche si conosco-
- Il riscaldamento. no in linea di massima, ma avere qualche capo fuori
Molto tranquillo con la consapevolezza di dover cor- stagione come una felpa più pesante o magliette più
rere anche nei giorni successivi: direi che 15 minuti estive può rivelarsi molto utile. Se andate in monta-
di corsa lenta, stretching e 3-4 allunghi possono ba- gna sono d’obbligo un k-way, un fuseau e magliette
stare. Giro di javello - Foto di Andrea Stanzani a manica lunga.
- Quale tattica? A che ritmo correre? - Frutti e benefici futuri?
L’interpretazione di una corsa a tappe è strettamente - Il riposo. Per tutti l’evento rappresenta una buona preparazio-
legata agli obiettivi di ciascun partecipante. L’anda- Lo sforzo è notevole, quindi il riposo deve essere ne in vista di gare da 12 km fino alla mezza marato-
tura iniziale va impostata in base alle capacità perso- adeguato, approfittate per dormire un po’ di più, ma- na. I maratoneti possono utilizzare la gara come ot-
nali, senza guardare gli altri. Chi affronta una corsa a gari un’ora nella classica pennichella dopo pranzo, e timo allenamento, correndo le tappe a ritmo medio,
tappe per la prima volta deve limitarsi ad ascoltare le sfruttate il silenzio dei posti incantevoli dove allog- metodo che permetterà d’avere modifiche organiche
sensazioni provocate dall’impegno sportivo, correre giate, che non trovate quotidianamente, specialmente importanti in previsione di una maratona.
con tranquillità cercando di risparmiare, almeno nei per chi abita in città. - E poi…?
primi giorni, più energie possibili e godersi la vacan- - Cosa fare e cosa evitare i giorni precedenti? Non dimenticate l’obiettivo principale, la vacanza.
za. A chi non interessa la parte agonistica consiglio La settimana precedente un solo lavoro intenso è suf- Cercate di trascorrere una settimana di relax e sere-
di affrontare le tappe come fossero allenamenti, di ficiente, come delle ripetute o variazioni di ritmo, per nità ricaricando le batterie tra luoghi meravigliosi,
ammirare fino in fondo i percorsi insieme ad amici il resto corsa lenta con 5-6 allunghi finali. Rilassate- magari insieme ai familiari più stretti. Partite con lo
vecchi e nuovi ed esplorare il territorio nelle ore libe- vi dedicando attenzione allo stretching e ad esercizi spirito giusto e il divertimento sarà assicurato.
re. Coloro che competono per posizioni di categoria abbandonati da tempo. Il giorno prima riposate, o se Francesco D’Alessandro
ed assolute devono dosare le forze in modo esempla-
re, in base a lunghezza e dislivello dei percorsi: stare
molto attenti a non compromettere il tour a causa di
una partenza troppo veloce nella prima tappa, correre
potendo sempre effettuare una leggera progressione
nei finali, dare il massimo solo nella penultima o an-
cor meglio nell’ultima tappa.
- Scarpe da utilizzare.
È importante conoscere bene i terreni su cui si svolge
la manifestazione per un adeguata scelta delle calza-
ture, comunque non correte con scarpe superleggere,
ma usate un tipo intermedio, in modo da prevenire Le nuove ambizioni per la Semi-maratona di Nizza
gli infortuni. Portate sempre un paio di scarpe di ri-
serva, non si sa mai cosa può succedere. Domenica 24 aprile 2005 gli organizzatori della Semi-maratona di Nizza tenteranno di battere gli ultimi
- Come recuperare? record arrivando a 8000 partecipanti.
Tagliato il traguardo, dopo il ristoro ed un cambio Un record questo che ha tutte le chances di essere raggiunto grazie alle numerose novità che colpiranno
abbigliamento, 10 minuti di defaticamento sono con- gli sportivi di tutto il mondo.
venienti. Dopo ogni tappa servitevi di ciò che avete a Con le sue 4 corse (la 21,1 km, la 10 km, la 4 km Tout Nice Court Odysséa e la Défi Running Collège), la
disposizione: stare 20 minuti con le gambe immerse Semi-maratona di Nizza si è imposta durante gli anni come un avvenimento irrinunciabile per i più grandi
in una piscina, eseguire dello stretching dopo la doc- campioni. Ma è anche l’appuntamento della solidarietà. Nel 2004, più di 1200 donne si sono mobilitate
cia, altrimenti nel pomeriggio un bel massaggio, una ed hanno partecipato alla marcia/corsa per la 4 km Odysséa, i cui fondi sono completamente destinati ad
pedalata sulla bici, una passeggiata panoramica. un’associazione che lotta contro il cancro al seno. Questa corsa ha riscosso un grande successo e viene
- Come comportarsi a tavola? riproposta nel 2005. Si spera che la solidarietà farà ancora una volta parte della festa.
Non alterate le vostre abitudini alimentari e niente La grande novità 2005 sarà l’evoluzione del villagio della Semi-maratona, verrà installato, infatti, « Sport’
cibi sofisticati, che potrebbero causare disturbi in- Expo’ », una vera e propria piattaforma d’incontro e d’informazione riguardo tutto ciò che concerne lo
testinali. L’organismo richiede un aumento di car- sport. Questo spazio di vendita, di consigli e di dimostrazioni è dedicato a tutti gli amatori della corsa a
boidrati, quindi abbondate con piatti di pasta, ma piedi.
evitando condimenti pesanti. Proteine e grassi vanno Sport, solidarietà e buonumore saranno gli ingredienti per il week-end più sportivo dell’anno ... perchè
introdotti con tanta verdura, legumi, carne bianca e anche quest’anno l’avvenimento sia indimenticabile.
pesce. Effettuate la colazione almeno due ore prima Azur Sport Organisation, 16 �������
bd,
della gara secondo le usanze personali. Non scordate Pape Jean XXIII ���������������������������������������
06300 Nice - tel: 0033 4 93 26 19 40
la frutta e di bere molto per integrare liquidi e sali www.nicesemimarathon.com
minerali persi. communication@azur-sport.org

Podismo e Atletica - 39
Risultati nazionali
di Palermo Stefano Santoro. “Sartori - ha detto - è un Piacenza 6 marzo 2005
Villa Lagarina (TN) 27 febbraio 2005 atleta che fa della modestia la sua forza ed anche in
questa manifestazione ha dimostrato il suo gran va- 10ª Placentia Marathon e
Patrizia Tisi, la regina lore”. Alle spalle del campione del mondo a squadre 5ª Maratonina
del Cross Italiano della cento chilometri si è classificato il compagno di
squadra in nazionale e suo conterraneo Pio Malfatti Doppietta keniana, in campo maschile, a Piacenza
E tre! Patrizia Tisi conquista il suo terzo titolo trico- che è arrivato al traguardo con un distacco di oltre (con molto freddo) nella 10ª Placentia Marathon for
lore consecutivo di corsa campestre, confermando la 51 minuti. La milanese Lorena Di Vito ha vinto tra Unicef e 5ª Half Marathon con i successi nella 42
propria posizione di assoluto predominio in Italia. le donne. km di Sammy Rotich per distacco sul bergamasco
Tisi, lungo i 7,8 km del duro percorso trentino, ha Una cinquantina i concorrenti partiti alle 12 di sabato Emanuele Zenucchi e sul connazionale Samuel Ta-
fatto gara a sé, staccando la seconda arrivata, Silvia da piazza Vittorio Veneto a Trapani per una “sfida” rus. Nella 21 km successo di Edwin Kipchom sul
La Barbera, di ben 28” e la terza, l’inossidabile Ga- che ha avuto nel freddo, nel vento e nella pioggia gli tunisino Ridha Chihaoui e su Alfredo Cosentino.
viglio, di 42”. avversari più duri. Tutti italiani invece i successi in campo femminile
Una grande soddisfazione per l’atleta bresciana del All’alba di domenica, quindi, è calato il sipario sul- grazie a Tiziana Di Sessa prima nella maratona e Ro-
team CO-VER Mapei che, pur non essendo ancora la prima edizione della “Sicilia in… 100 km”. Dei sita Rota Gelpi nella mezza (1.15’34” primato perso-
al meglio della condizione, ha dimostrato ancora una 50 concorrenti partiti sabato a mezzogiorno davanti nale), quest’ultima ad un test in funzione maratona
volta tutta la classe di cui dispone. al Municipio di Trapani solo 38 sono arrivati al tra- di Padova.
In campo maschile vittoria di Maurizio Leone, otti- guardo posto all’interno del Palazzetto dello Sport In totale in 2000 al via per una manifestazione che si
ma prova per Giuliano Battocletti, secondo a solo 4” di Palermo in via dell’Olimpo. Il maltempo che ha è posta l’obiettivo, come nelle precedenti edizioni, di
e protagonista di una bellissima rimonta, ha comple- accompagnato la fatica degli atleti nel pomeriggio fornire un eccellente organizzazione e dare un cor-
tato il podio Gabriele De Nard a 15” dal vincitore. e nella notte tra sabato e domenica ha costretto 12 poso contributo all’Unicef a discapito del risultato
partecipanti al ritiro. Freddo, vento e pioggia, in tecnico.
Gara maschile 11.800 m alcuni punti è caduta anche grandine, hanno reso
1° LEONE Maurizio CARABINIERI SEZ. ATLETICA 35’52” la gara ancora più ardua. La prova vinta dal tren- Ordine d’arrivo maratona maschile
2° BATTOCLETTI Giuliano CO-VER SPORTIVA MAPEI 35’56” tino Stefano Sartori, in 8h00’25”, e dalla milanese 1° Rotich Sammy Ken 2.17’51”
3° DE NARD Gabriele G.A. FIAMME GIALLE 36’07” Lorena Di Vito, con il tempo di 9h53’49” ha avuto 2° Zenucchi Emanuele Ita 2.21’33”
Gara femminile 7.800 m nel palermitano Fabio Raccuglia, dell’Universitas, 3° Tarus Samuel Ken 2.25’36“
1ª TISI Patrizia CO-VER SPORTIVA MAPEI 27’07” settimo assoluto in 10h53’04”, il primo degli isola- 4° Gozzano Marco Ita 2.29’22”
2ª LA BARBERA Silvia A.S.D. C.U.S. PALERMO 27’35” ni. La manifestazione organizzata dall’associazione 5° Veletti Giuseppe Ita 2.30’45”
3ª GAVIGLIO Flavia ATL. ALESSANDRIA 27’49” MOL era anche valida per l’assegnazione del titolo Ordine d’arrivo maratona femminile
1ª Di Sessa Tiziana Ita 2.51’43”
individuale siciliano della 100 chilometri. Le maglie
2ª Definis Luigia Ita 3.07’33”
di campione regionale sono state conquistate dallo
3ª Bergoglio Anna Ita 3.15’29”
stesso Raccuglia categoria M40, Antonino Sagona Ordine d’arrivo maratonina maschile
M45, Giuseppe Roccasalvo M50, Maurizio Crispi 1° Kipchom Edwin Ken 1.03’51“
M55, Giuseppe Salica M60, Edoardo Vaghetto M65, 2° Chihaoui Ridha Tu 1.06’39”
Salvatore Roas M70 e da Giuliana Amarù F45. 3° Cosentino Alfredo Ita 1.08’32”
Ordine d’arrivo maratonina femminile
ORDINE DI ARRIVO MASCHILE 1ª Rota Gelpi Rosita Ita - Forestale 1.15’34”
1) �������������������������������������
Stefano Sartori Fila Team 8h00’25”
2ª Vinci Donatella Ita 1.23’27”
2) ������������������������������������������
Pio Malfatti Atl. Trenia Cavit 8h51’32”
3ª Richini Daniela Ita 1.25’25”
3) ����������������������������������������������������
Osvaldo Beltramino Atl. Pinerolo 3 Valli 9h00’55”
4) �����������������������������������������������
Alessandro Giacinto Pol. Astro 2000 10h04’20”
5) ��������������������������������������������
Jan Michael Andersen Amok Alborg 10h10’28”
6) �������������������������������������������
Marcello Romano Pol. Astro 2000 10h47’01”
7) ������������������������������������������
Fabio Raccuglia Universitas PA 10h53”04”
8) ���������������������������������������������������
Giuseppe Gaglio Sport Amatori Partinico 11h09’18”
9) �����������������������������������������������
Aldo Maffucci Atl. Pinerolo 3 Valli 11h30’01”
10) �������������������������������������������������
Salvatore Verulento ARC Busto Arsizio 11h30’39”
11) ����������������������������������������������������
Calogero Arcadipane Track Club Master CL 12h26’38”
12) ������������������������������������������
Edoardo Vaghetto Atl. Bagheria 12h32’52”
13) ��������������������������������������������������
Melchiorre Napoli Ass. Sport Terrasini 12h48’01”
Trapani - Palermo 26-27 febbraio 2005 14) �����������������������������������������
Santo Borella Runners Bergamo 12h51’49”
15) �������������������������������������������
Maurizio Bondì Marathon Club PA 12h53’32”
1ª Sicilia in 100 km 16) �������������������������������������������
Luigi Groppi Marathon Placentia 13h03’40”
17) �������������������������������������������������������
Michele Rizzitelli Atl. Disfida di Barletta 13h08’30”
Stefano Sartori, portacolori del Fila Team, campione 18) ����������������������������������������������������
Giuseppe Roccasalvo Club Atletico Ispica 13h23’33”
europeo e mondiale a squadra sulla distanza dei cento 19) ����������������������������������������������
Giuseppe Ferretto Atletica Bassano 13h55’09”
chilometri, è il trionfatore della prima edizione della 20) Steno Pasquè Road Runners MI 14h42’55”
“Sicilia in… 100 km”. L’ultramaratoneta trentino ha 21) ����������������������������������������������
Massimo Faleo Globe Runners Foggia 14h49’07”
vinto la manifestazione organizzata dall’associazio- 22) �������������������������������������������
Carlo Sapora Atl. Villa Aurelia 14h53’40”
ne MOL con il tempo di 8 ore 00’25”. “Avrei potuto 23) ����������������������������������������������������
Raffaele Perrone Atl. Marathon Santeramo 14h57’22”
24) Girault Herri F.F.A. ��������� 15h14’11”
fare meglio - molto affaticato, ha dichiarato - ma le
25) �������������������������������������������
Livio Andreatta Atl. Villazzano 15h18’29”
condizioni climatiche della seconda parte della gara 26) ��������������������������������������
Giuseppe Salica Amatori PA 15h46’11”
hanno costretto me come tutti gli altri concorrenti 27) �����������������������������������������������
Francesco Paolo La Torre Amatori PA 15h46’21”
a correre in condizioni molto precarie”. Ed, infatti, 28) ������������������������������������
Antonino Sagona Pro Alia 15h49’28”
l’inclemenza del tempo ha fortemente rallentato la 29) ������������������������������������������������
Salvatore Roas A.S. Dil Pol. Marsala 16h31’53”
marcia d’avvicinamento da Trapani a Palermo degli 30) ������������������������������������������
Maurizio Crispi GS. H 13,30 PA 17h52’44”
atleti. A metà gara, al passaggio da Alcamo Marina,
il vincitore era transitato dopo 3 ore e 34 minuti con ORDINE DI ARRIVO FEMMINILE
una proiezione finale intorno alle sette ore di gara. 1) ����������������������������������������
Lorena Di Vito Pro Patria MI 9h53’49”
2) ���������������������������������������
Martina Yuda S.V. Yenesien 11h05’42”
Poi il vento gelido che in molti punti quasi non ha
3) ����������������������������������������������
Irene Senfter Full Sport Naturafit 11h05’42”
permesso di andare avanti e la pioggia copiosa che 4) ����������������
Giuliana Amarù Amatori
��������������������������
Palermo 11h29’57”
ha accompagnato la fatica dei partecipanti da Capaci 5) �������������������������������������������
Marina Mocellin Atl. Lolli Auto 12h26’38”
fino all’arrivo al Palazzetto dello Sport di via del- 6) �����������������������������������������������
Giacinta Speltra G.S. Polizia Stato 12h47’15”
l’Olimpo hanno maledettamente complicato le cose. 7) ������������������������������������������������
Angela Gargano Atl. Disfida Barletta 14h43’17”
Ad accogliere il vincitore c’era l’assessore allo Sport 8) ��������������������������������������������
Patrizia Pisetta Atl. Villazzano 15h18’29” Campaccio 2005 - Foto di Andrea Zanobini

40 - Podismo e Atletica
K T

O
LC G
AS R

R SM
CA NIN
TE ET
B PO

EY
C IO
R IS

VO Y
B
OS

LI

LL
N
UN

UG
N
OT

IC
M
Per tutte le società sportive si offrono occasioni
di merce per premi gara e calze personalizzate
Ferrara 20 febbraio 2005 6° Pasetto G. Luca Corradini R. 1.06’13”
13ª Maratonina Corriferrara 7° Kuzin Olexander UKR 1.08’19”
8° Chinnici Calogero Recastello 1.08’23”
Al marocchino Harroufi 9° Romano Edoardo Corradini R. 1.08’30”
la Corriferrara 10° Licen Porro Giacomo 1.08’40”

Il marocchino batte in volata Alberico Di Cecco Ordine d’arrivo femminile


autore di una gara sempre al comando 1ª Javornik Helena SLO 1.09’53”
Record nella gara femminile: vince la slovena Ja- 2ª Balciunaite Zivile LIT 1.11’57“
vornik con il terzo tempo mondiale dell’anno 3ª Waithaka Frashiah KEN 1.16’23“
4ª Zanardi Marina ProSport FE 1.17’55”
Corsa da record la 13ª Corriferrara Half Marathon 5ª Magnani Simonetta CUS PR 1.21’48”
for UNICEF, con il successo fra le donne della slo- 6ª Lagat Sally KEN 1.21’58”
vena Helena Javornik in 1.09’53”, terza prestazione
mondiale dell’anno e nuovo record della corsa (prec.
1.13’00 della Viceconte nel 2000), poi la lituana Zi-
vile Balciunaite, pure lei sotto il record e al persona- 31ª Maratonina Valli e Pinete
le, con 1.11’57”. Tra gli uomini successo del maroc- - Domenica 6 marzo 2005 -
chino Ridouane Harroufi sul carabiniere Alberico Di Pala de Andrè (Ravenna)
Cecco, sempre al comando della corsa e battuto solo
nella volata finale. Ravenna africana: nella 31ª edizione della maratoni-
na Valli e Pinete di Ravenna (assente Bartoletti per
Ordine d’arrivo maschile febbre) successo in campo maschile del ruandese
1° Harroufi Ridouane MAR 1.03’47” Mathias Ntawulikura (1.05’35”) sul burundiano
2° Di Cecco Alberico CC.BO 1.03’50” Ndaiysenga (1.07’14”) e Alessandri (1.07’18”), tra
Via del Lavoro, 67 3° Kanda Paul KEN 1.04’12” le donne della keniana Sally Lagat (1.22’17”) sulla
4° Chelimo Elias KEN 1.04’14” connazionale Frasciah Waithaka (1.23’58”) e sulla
50056 Montelupo 5° Chamer Jacob KEN 1.04’18” ravennate Monica Orselli (1.26’16”).

Fiorentino (FI)

Tel. 0571.993471
Fax 0571.994349

e-mail: info@la-bor.it
www.la-bor.it

Roma-Ostia 2005

Podismo e Atletica - 41
24 aprile 2005
32ª Maratonina del Piedone
RITROVO: Presso la Misericordia di Oste di Montemurlo (Prato)
PARTENZA: ore 9,00 Km 21,097 - Km 10,800 - non competitiva Km 4
PREMI DI PARTECIPAZIONE
Ai primi 500 completo di 2 asciugamani € 4,00, dal 601° in poi una confezione di caffè € 2,00 - Secondo premio per tutti gli iscritti
ISCRIZIONI
Le iscrizioni per la maratonina Km 21,097 si chiuderanno il 22 Aprile 2005
Le iscrizioni per le società si chiuderanno alle 21 del 22 aprile 2005
Le iscrizioni per i singoli partecipanti si chiuderanno mezz’ora prima della partenza
Gli atleti sprovvisti di regolare punzonatura verranno estromessi dall’ordine d’arrivo
Saranno premiate con coppe e trofei le 20 società con il maggior numero di iscritti
Le prime 7 società saranno premiate con spalle e prosciutti
Verranno predisposti i seguenti punti di ristoro: 1 lungo il percorso e 1 all’arrivo
PREMIAZIONI
21,097 KM MASCHILE dal 1° al 5° assoluti MEDAGLIA D’ORO + PREMIO SPECIALE - dal 6° al 100° assoluti PREMIO IN NATURA
21,097 KM FEMMINILE dalla 1ª alla 3ª assoluta MEDAGLIA D’ORO + PREMIO SPECIALE - dalla 4ª al 20ª assoluta PREMIO IN NATURA
21,097 KM VETERANI (dal 1955 al 1946) - dal 1° al 30° categoria PREMIO IN NATURA
21,097 KM MASCHILE ARGENTO (da 60 anni in poi) saranno premiati i primi 15
21,097 KM FEMMINILE VETERANE (1955 e precedenti) - saranno premiate 10 donne (nate 1955) con PREMIO IN NATURA
10,800 KM MASCHILE - saranno premiati i primi 15 con PREMIO IN NATURA
10,800 FEMMINILE - saranno premiate 10 donne con PREMIO IN NATURA
SPECIFICARE LE ISCRIZIONI PER CATEGORIA PER FAX COMPETITIVA O NON COMPETITIVA
LE ISCRIZIONI PER SOCIETÀ SI ACCETTANO PER FAX 0574 791119
PER INFORMAZIONI TELEFONARE A: ROSI (0574 )791119 - AIELLO 0574 27162. Ore pasti

42 - Podismo e Atletica
31ª edizione della Roma - Ostia
Un autentico miracolo meteorologico ha regalato
uno splendido sole agli oltre settemila podisti, che
con grande entusiasmo hanno preso parte alla 31ª
edizione della Roma - Ostia.
La giornata, favorevole dal punto di vista climatico,
ha permesso delle splendide prestazioni sia in campo
maschile sia femminile.
Tra gli uomini il podio ha parlato interamente kenia-
no con la vittoria di James Kwambay in 1h00’45”, ha
portato l’attacco decisivo al 13° km ed ha preceduto
sul traguardo della Rotonda di Ostia i connazionali
Rotich (1h01’22”) e Biwott (1h01’48”); solo un av-
vio un po’ troppo lento gli ha precluso la possibilità
di migliorare il primato della corsa di 1h00’06”.
Record della manifestazione sfiorato anche nella
prova femminile con una Rosalba Console padro-
na assoluta della gara e vincitrice in 1h09’34”, suo
primato personale. A farle compagnia sul podio tutto
italiano sono salite Marcella Mancini (1h13’15”) e
Giustina Menna (1h14’40”).
Maurizio Canforini

Organizzatori Ciaspolada su
vicenda Tonolini
Il Comitato organizzatore della Ciaspolada esprime
stupore, delusione ed amarezza per la vicenda che ha
visto protagonista l’atleta Asha Tonolini. La vincitri-
ce dell’edizione 2005 ha infatti gareggiato lo scorso
9 gennaio con ciaspole non regolamentari, in quanto
accorciate volutamente di alcuni centimetri rispetto
al modello originale. Tale fatto - emerso successiva-
mente alla gara - è stato appurato direttamente dai
responsabili della Podistica Novella, in questi giorni,
dopo aver chiesto direttamente all’atleta bresciana di
visionare le ciaspole con le quali aveva gareggiato.
In virtù del regolamento di Coppa Europa - al quale
la Ciaspolada si rifà, in quanto membro fondatore -
non appare peraltro possibile giungere alla squalifica
postuma dell’atleta in quanto nessun reclamo scritto
è stato presentato nei tempi previsti (20’ dal termine
della gara) e nessun provvedimento è stato preso in
quel lasso di tempo. Di fatto, se pur a malincuore, le
classifiche ufficiali debbono così ritenersi tali a tutti
gli effetti.
Pur comprendendo e facendosi carico della delusione
delle concorrenti risultate penalizzate dalla vicenda,
il Comitato organizzatore deve attenersi alla regola
utilizzata a livello internazionale, in manifestazioni
di tali dimensioni, che sancisce la certezza del risul-
tato acquisito sul campo una volta stilate le classifi-
che ufficiali. Contravvenire a tale norma - afferma la
Podistica Novella - significherebbe minare di fatto le
competizioni in quanto verrebbe cancellata “la cer-
tezza del risultato” ovvero uno dei pilastri su cui si
poggiano le competizioni sportive.
Rimane peraltro aperto il capitolo relativo al com-
portamento di lealtà sportività cui ogni atleta deve
attenersi durante le competizioni. Per questo, pur
impossibilitati a comminare una sanzione diretta,
gli organizzatori della Podistica Novella esprimono
“Delusione sul piano umano e la loro totale ripro-
vazione sul piano agonistico per quanto avvenuto.
La delusione è legata soprattuto al constatato tra-
dimento della loro fiducia. Pur divenuta una mani-
festazione mondiale l’organizzazione della Ciaspo-
lada ha mantenuto in questi anni, volutamente, un
clima familiare, basato sul rispetto diretto di ognuno
dei componenti: “la grande famiglia”. Quanto avve-
nuto nell’ultima edizione cancella tale presupposto e
ci obbligherà ad adottare provvedimenti e controlli
maggiormente severi. Rimane l’auspicio che si sia
trattato di una semplice ingenuità, magari legata al-
la non perfetta conoscenza dei regolamenti, più che
di un atto voluto e finalizzato a frodare gli avversari
e di conseguenza anche la stessa Ciaspolada”.

Podismo e Atletica - 43
Commenti alle gare
DAL TROFEO DELLE TRE PROVINCE
A cura di Maria Luisa Tognelli

Lungo le rive del Serchio


Cominciamo il mese di febbraio con la “XXVI dal
fiume Serchio ai Monti Pisani” organizzata dal
Gruppo Podistico Rossini. Siamo molto numerosi
essendo presenti i tre Trofei (Tre Province, Lucche-
se e Pisano); punto logistico della manifestazione
l’ampia Piazza del Mercato. A noi podisti non resta
che la scelta del percorso, ce ne vengono proposti
tre, rispettivamente di 6, 13 e 19 km (ma in realtà
quest’ultimo è di 21). La giornata è splendida, non
c’è una nuvola, certo fa abbastanza freddo: il ter-
mometro segna -1. Partiamo, attraversiamo subito
il Serchio e siamo a Vecchiano: giunti nella piazza
principale possiamo ammirare la pieve di Sant’Ales-
sandro del XII secolo di origine romanica, ce lo di- e separarci dai podisti della 11 km. Proseguiamo in Nel regno della “Regina”
mostra la fiancata sinistra; davanti alla sua facciata direzione di Corniano, Cusigliano e Collebrunacchi,
ecco che si staglia massiccia la Torre Campanaria o luoghi a noi ben noti e dei quali siamo “innamorati”. Per la “XXI Porcari Corre” l’appuntamento è nel-
Torre dell’Orologio, probabilmente un tempo torre Giungiamo quindi a Marzana e, dopo esserci risto- la piazza del locale mercato il giorno 20 febbraio
d’avvistamento indubbiamente a carattere difensivo. rati, ci separiamo anche dagli amici della 16 km; ci e sono presenti i Tre Trofei, quindi siamo molto
Ci avviamo quindi verso l’aperta campagna, costeg- avviamo ora verso Calenzano per salire poi verso numerosi, ma lo diventiamo ancora di più perché
giamo il cimitero, mentre sulla sinistra s’intravede Corniano e c’è ancora un po’ di foschia. Passo dopo verso le 7.30 cominciano ad arrivare molti pullman
il piccolo abitato di Nodica, nel passato fortificato; passo siamo arrivati in prossimità dell’Azienda Agri- soprattutto dall’Emilia. Qui è sempre una gran festa
passiamo quindi sotto l’autostrada per avviarci ver- turistica Podere di Sottogello e, giunti a Corniano, ed i dialetti si mescolano e ci piace ascoltarli nelle
so Filettole (da filix = felce?) che un tempo faceva ci rendiamo conto di quanto sia cambiata la vita in loro diverse inflessioni e ...riflettiamo su quest’Italia
certamente parte del sistema difensivo pisano con- queste zone un tempo ad economia esclusivamente unita, ma così diversa e variegata con tutti i proble-
tro Lucca, poco dopo siamo sulla via Panoramica e contadina: un’insegna, infatti, ci annuncia la presen- mi del passato e del presente. Tuttavia non è questa
scendiamo quindi nuovamente a Filettole. A questo za di un Hotel Vacanze. Questi sono luoghi molto la sede per tali riflessioni, non ci sono dubbi che il
punto il percorso ricalca quello degli anni preceden- amati dai turisti stranieri, soprattutto inglesi e tede- podismo ci “unifica” e questo è già un bel risultato.
ti: infatti costeggiamo nuovamente il Serchio e lo schi che scelgono vacanze alternative. Ci avviamo Meteorologicamente la giornata è piuttosto incerta, i
attraversiamo sul ponte di Ripafratta. Da notare in ora su una strada panoramica tra uliveti e cipressi chilometri che ci vengono proposti sono 5-14-20-25
questa zona le numerose torri di avvistamento, alcu- fino alla Fattoria Aglione; percorriamo poi via Ca- e, per i ...bambini, c’è un percorso più breve. Fat-
ne ben conservate come quella di Avane, di Filettole sale e quindi, di nuovo su strada asfaltata, arriviamo te le nostre scelte, percorriamo per un buon tratto
e della stessa Vecchiano. Dopo Ripafratta risaliamo alla deviazione che ci porta alla salita verso San Mi- via Policelle, per voltare poi sulla destra e, con una
attraverso un folto bosco per scendere sulla strada niato. Percorse via Sforza e via Dalmazia, notiamo lieve salita, giungere in località Madrigali dove ci
che da San Giuliano porta a Lucca e, costeggiando il Sacrario di Santa Maria a Fortino e passiamo di dividiamo dai podisti della 12 km. Chi percorre la
un canale popolato da grosse carpe, giungere a Rigo- fronte al Liceo Marconi. Ho ricordato più volte che 20 e la 25 prosegue fino al Turchetto dove, soprat-
li. Qui saliamo sull’argine, lo percorriamo di buona a San Miniato insegnò Giosuè Carducci, ma repetita tutto per la gioia dei buongustai, troviamo il ristoro
lena ed eccoci a Pontasserchio dove, rientrando in iuvant, siamo quasi in dirittura d’arrivo; percorsa via “Tiramisù” che fa veramente onore al suo nome: c’è
paese, osserviamo che fervono i preparativi per la delle Casine verso l’Agriturismo Olivo, eccoci dopo ogni ben di dio, uova con pancetta, biscotti con mie-
sfilata dell’ultima domenica di Carnevale. È stata poco al traguardo. Nota bene: ormai le nostre gambe le e marmellata, dolce e salato e chi più ne ha più ne
davvero una marcia varia e piacevole. hanno il contachilometri incorporato ed esse ci “han- metta, né manca il ristoro per i nostri amici a quattro
no detto” che i chilometri erano probabilmente...... zampe. Percorriamo poi via di Montecarlo, ammi-
Anche se l’avessimo saputo li avremmo affrontati rando dal basso questo grazioso e storico paese sorto
Tutti a San Miniato ugualmente volentieri, ma, almeno mentalmente, ci sull’antica Rocca del Cerruglio per volontà di Carlo
saremmo predisposti diversamente. Ci consoliamo IV di Boemia, ma ora ben più noto per il pregiato
Domenica 13 febbraio noi podisti delle Tre Province, con i.... salutari kiwi. omonimo vino. Giuntivi abbastanza vicini voltiamo
insieme a quelli del Pisano e del Lucchese, ci ritro-
viamo a San Miniato Basso, in occasione del “XXII
Trofeo Casa Culturale”. Ci sono proposti quattro
percorsi rispettivamente di km. 6-11-16-22; è una
bellissima giornata anche se di prima mattina l’aria
è piuttosto gelida ed i campi appaiono bianchi per
la brina, né manca un po’ di foschia. Partiamo ab-
bastanza agguerriti e dopo pochi metri, volgendo a
sinistra sulla Statale 67 e poco dopo a destra, intra-
prendiamo un’impegnativa salita verso San Miniato
Alto; ne attraversiamo in parte il centro senza passa-
re, come altre volte, sotto la chiesa di San Francesco,
percorriamo via di Ser Ridolfo e non possiamo fare
a meno di ammirare il signorile Palazzo Grifoni del
XVI secolo; dopo un breve tratto in via Carducci
scendiamo per via Fornace Vecchia verso il Convio
ed intanto ammiriamo dall’alto la bella campagna
attorno, ondulata e varia, ora popolata, ora austera
e solitaria. Giunti in fondo alla discesa, lasciamo la
strada del Convio per dirigerci a sinistra e giunge-
re poco dopo nei pressi dell’Agriturismo Cafaggio

44 - Podismo e Atletica
sulla sinistra per via Cercatoia Alta e quindi, entrati
nel bosco, giungere poi al secondo “megagalattico” La squadra juniores dell’ASICS Firenze
ristoro. Qui la 20 si separa dalla 25 che prosegue
fino a Veneri; poco dopo inizia la via romana Cassia Marathon vince il titolo italiano
o Francigena che ci fa tornare col pensiero al passato
ed il confronto tra le vie di comunicazione di oggi e nel Campionato di Società
quelle di ieri ci sorge spontaneo. Eccoci ora al risto-
ro “Chicco” dopo il quale ci attende un’altra mera-
viglia, questa volta è la natura ad incantarci, infatti, a
di cross al Campaccio
braccia aperte, ci attende la grande e storica quercia
dove il nostro gruppetto sosta per una foto, ... chi
corre a testa bassa non sa cosa si perde! Illuminati da
tanta bellezza attraverso boschi e prati arriviamo al
ristoro “La Legge”, dove più che per rifocillarci so-
stiamo per scambiare quattro chiacchiere con amici
di vecchia data; saliamo poi verso La Torretta: è un
bel tratto panoramico che affrontiamo in scioltezza
ed ormai, quasi in dirittura d’arrivo, siamo da “Ro-
bertino” dove ci viene offerto del buon caffè, per chi
lo vuole, anche con panna. Giungiamo poi in alto al
punto panoramico che domina il paese e sul quale
spicca la grande scritta “PORCARI CORRE”. Così
scendiamo velocemente verso il traguardo dando
un’occhiata al bianco campanile che si erge maesto-
so nel regno della “Regina” (lo sponsor della mani-
festazione), che ci offre il pacco gara ed un caldo
copricapo di lana bianca. È stata come sempre una
marcia bella e così varia che non abbiamo avuto il
tempo di pensare alla fatica, che non abbiamo av-
vertito per niente. Quanto ai ristori poi, che dire?
Pantagruelici.

Silvia Del Fava, Anna Laura Mugro, Chiara Morandi, Camilla Floridi.
Con la neve sù per La Verru’a

L
Con la “XXIX dall’Arno alla Verru’a” domenica 27 a squadra Juniores femminile dell’Asics t’invade e dai libero sfogo alla gioia indescrivibile
siamo all’ultima marcia di questo mese di febbraio Firenze Marathon ha conquistato il Cam- che è dentro di te. Ti rendi conto allora che non è
che definire pazzo è poco per le perturbate condi- pionato Italiano di Società 2005 di Corsa stato un caso, che sei davvero forte e che le tue
zioni meteorologiche che lo hanno caratterizzato e Campestre, lo scorso 13 febbraio, al prestigioso compagne sono forti quanto te!
che certo non hanno fatto dormire sonni tranquilli “Campaccio” di S. Giorgio sul Legnano (MI), che Ritornando alla gara, eravamo coscienti di essere
agli organizzatori del gruppo di Cascina. Per for- vedeva alla partenza il meglio dell’atletica nazio- tra le squadre favorite, seppur con la consapevo-
tuna, nonostante le negative previsioni, il tempo ci nale. Ancora una volta a salire sul gradino più alto lezza del valore indiscusso delle nostre avversarie
ha regalato una bella giornata anche se con bassa del podio sono state Silvia Del Fava, Annalaura che avremmo di lì a poco affrontato sul campo.
temperatura. Punto logistico della manifestazione, Mugno, Chiara Morandi (bravissime le tre por- Bello il percorso, vario e molto impegnativo so-
quest’anno, le strutture del campo di calcetto poiché tacolori della società fiorentina, che hanno così prattutto nella parte centrale, con brevi, ma secchi
nel vicino stadio c’erano lavori in corso; quattro i bissato il titolo italiano di corsa su strada allieve strappi in salita, con discese e curve a gomito: un
percorsi: km 2-6-13-21. Ognuno fa la sua scelta e dello scorso ottobre) ed anche Camilla Floridi (al percorso cioè alquanto selettivo, che, qualche ora
partiamo tutti di buona lena poiché il freddo ci met- suo debutto nella squadra di mezzofondo), tutte al dopo la nostra gara, avrebbe visto impegnati mol-
te in brio e l’unico modo per scaldarci è correre o primo anno di categoria. Ecco di seguito, da parte ti tra i migliori atleti mondiali, atleti del calibro
comunque sbrigarsi il più possibile. Usciti dal piaz- di una delle protagoniste, la cronaca personale di di Lebid (il vincitore del cross lungo), i keniani
zale del ritrovo ci avviamo verso il ponte sull’Arno un’indimenticabile giornata di sport. e l’olimpionico Baldini. Tantissimi gli spettatori
per giungere a Lugnano e poi in località Noce. A “Ce l’abbiamo fatta! Dopo tanti sacrifici, abbiamo presenti ai lati del tracciato, che noi junior (un
questo punto ha inizio la salita verso la Verru’a e raggiunto uno degli obiettivi principali di tutta la centinaio alla partenza) abbiamo dovuto ripetere
qua e là la presenza di chiazze di neve ci fa appa- stagione agonistica: la conquista del titolo nazio- tre volte per un totale di 5600 m. L’avvio, come
rire il paesaggio decisamente invernale ed i nostri nale di società di cross. Domenica 13 febbraio, al solito molto veloce, ci ha permesso sin dall’ini-
passi si fanno più attenti mentre dall’alto ci appare partecipando al famoso “Cross del Campaccio”, zio di far parte del gruppetto di testa. E che tifo
la piana circostante avvolta da una leggera foschia. valido quest’anno come Campionato Italiano di durante la gara! Spinte dall’incitamento dei nostri
Ad un certo punto, dopo esserci separati da chi ha Società, abbiamo vinto il titolo juniores femminile compagni e amici, che ci ha dato quella giusta
scelto la 13 km, abbiamo incontrato l’ormai a noi a squadre, per di più al nostro primo anno di ca- carica per continuare a stringere i denti e lottare
ben noto gruppo statuario che sembra riprodurre il tegoria, grazie all’ottima prestazione individuale fino al traguardo, abbiamo concluso la prova con
Laocoonte e che ci fa ricordare la ben più nota copia conseguita da ciascuna di noi. il fantastico 2° posto assoluto di Silvia, il mio 10°
romana dell’opera di Agesandro, Atenore e Polido- Che emozione salire sul podio più alto! E dire posto e il 28° di Chiara, piazzamenti questi che
ro di Rodi, conservata a Roma nel Museo Vaticano. che lo scorso mese di ottobre Silvia, Chiara ed io hanno portato la nostra squadra in vetta alla clas-
Dalle bellezze dell’arte ritorniamo a quelle della l’avevamo già provata a Salerno in occasione de- sifica finale di società. Incredibile! E non bisogna
natura: la neve ora copre tutto il percorso, per for- gli Italiani su strada allieve. Ma si sa, ad ogni gara dimenticare il buon risultato di Camilla: anche
tuna non è scivolosa, mentre un timido solicello ci si associano sempre particolari sensazioni. Ecco, se il suo punteggio non è valso per la classifica
riscalda e rincuora. Giunti alla Rocca, una gelida sei lì poco prima della partenza. Ti concentri, cer- finale, ha comunque disputato una buona prova,
tramontana ci punge, per poco tempo per fortuna, chi di scaricare le tensioni, di cacciar via i timori. considerando che si trattava della sua prima gara
perché inoltrandoci nuovamente nel bosco siamo Devi convincerti che anche tu sei forte, che anche a livello nazionale.
riparati. Scorgendo dall’alto Vicopisano giungia- le avversarie ti temono. Poi ... lo sparo. Lo scatto Ho ripensato spesso a quella splendida giornata
mo a Campo dei Lupi e qui, volgendo sulla destra rabbioso e deciso a cercar di conquistare subito il del 13 febbraio. Questo titolo italiano ha rappre-
attraverso un piacevole sentiero tra oliveti e mac- posto là davanti a tutte, al fianco delle più forti, sentato sì un ulteriore tassello, in aggiunta a tutti
chia mediterranea, rieccoci a Lugnano. Attraversato che ti metta al riparo da qualche brutta sorpresa, gli altri finora conseguiti da ciascuna di noi, ma è
nuovamente l’Arno, affrontiamo un tratto d’argine ad evitare di star lì ad inseguire per tutta la gara pur vero che, al di là dell’aspetto puramente ago-
e alcune stradelle di campagna che ci portano al- con affanno. Un posto là davanti che ti stimoli a nistico del risultato, esso contribuirà soprattutto a
l’arrivo soddisfatti per la bella e bianca camminata. fare meglio di sempre, a non mollare mai, anche farci raggiungere quello che è il nostro più gran-
Qui gli organizzatori ci accolgono simpaticamente quando le gambe sembrano macigni! Poi la fine. de obiettivo: poterci finalmente considerare delle
col tradizionale saporito caldo risotto annaffiato da Aspetti le tue compagne, o loro te, le inciti a per- Vere Atlete.”
buon vino rosso. difiato. E se vinci … è un’emozione indicibile che Annalaura Mugno

Podismo e Atletica - 45
DAL TROFEO PODISTICO LUCCHESE 22° Trofeo Casa Culturale più lungo, anche se sicuramente bello per i luoghi
attraversati, fatti di campagna, collina e viste pano-
21ª Porcari Corre Si è svolta domenica 13 febbraio 2005 la ventiduesima ramiche.
edizione del “Trofeo Casa Culturale”, organizzata a S. Ritrovo e partenza come di consueto presso l’ex
Si è svolta domenica 20 febbraio la ventunesima edi- scuola elementare del paese, dove erano allestiti i
Miniato Basso (PI) dalla Polisportiva Casa Culturale.
zione della marcia “Porcari Corre”, organizzata a Por- tavoli per le iscrizioni, la premiazione ed il ristoro.
La giornata inizia con una fitta nebbia che ha ostacola-
cari (LU) dal gruppo sportivo Atletica Porcari. Si tratta Buona come sempre l’organizzazione, che ha offerto
to la trasferta dei podisti, ma si trasforma ben presto in
indubbiamente della marcia Regina dell’anno, non so- la possibilità di ritirare il premio anche prima della
una bella giornata di sole caratterizzata da temperature
lo per il nome dello sponsor della marcia e del gruppo partenza mediante la consegna di apposito tagliando.
particolarmente miti per la stagione. Oltre 2430 gli ap-
organizzatore, ma anche e soprattutto per le dimensio- Il premio individuale era costituito da una maglietta
passionati dei vari trofei podistici che si sono ritrovati
ni notevolissime della manifestazione. Basti pensare al o, in alternativa, da un secchio in materiale plastico,
qui per dare l’avvio ad una bella manifestazione.
numero di iscritti, 5600, che di per sé rappresenta un da un recipiente da cucina e da una confezione di
Ritrovo e partenza come sempre presso la grande ed
dato eccezionale; erano qui riuniti, infatti, tutti i calen- latte. Premiate 70 società sportive con oggetti vari.
accogliente sede della Polisportiva, dove sono stati
dari podistici della Toscana, con molte partecipazioni
allestiti i banchi per le iscrizioni, al coperto, e i tavoli
di gruppi extra regione che sono recati a Porcari con
per ristoro e premiazioni nell’ampio cortile esterno.
apposita gita. Giornata con cielo coperto ma senza
Da qui i podisti hanno preso il via sui diversi percorsi Campionato toscano di
pioggia, temperatura non particolarmente fredda ma società Cadetti/e e Ragazzi/e
predisposti dagli organizzatori, che prevedevano lun-
giusta per una bella scampagnata in mezzo a podisti di
ghezze di 2, 6, 11, 16 e 22 km e che si snodavano
molte parti d’Italia. Giornata fredda ma limpida a Prato nella fase regiona-
sulle belle colline tipiche della campagna toscana
Ritrovo e partenza come di consueto presso la piazza le del Campionato toscano di società Cadetti - Cadet-
dopo aver attraversato parte del centro storico di S.
del mercato dove alcune grandi strutture coperte ospi- te - Ragazzi - Ragazze, che ha visto la partecipazione
Miniato.
tano i tavoli per le iscrizioni, la premiazione ed il risto- complessiva di circa 500 atleti divisi per categorie. Nel-
Buona l’organizzazione, i ristori e la segnaletica, con
ro. Da qui i podisti hanno preso il via sui diversi per- la gara individuale ragazzi sui metri 1.500 vittoria del
panini per tutti all’arrivo. Premio individuale costi- pisano Antonio Bandini (Atletica Granducato BFB) con
corsi predisposti dagli organizzatori, che prevedevano
tuito da una confezione di kiwi (!), latte e bottiglia il tempo di 5’42”.
lunghezze di 3, 5, 12, 20 e 25 km e che si snodavano
di mezzo litro di acqua minerale. Premiate le società Fra le ragazze la piombinese Barbara Autunnali (C.A.
sulle belle colline tra i paesi di Porcari, Montecarlo e S.
sportive con oggetti vari. Piombino) si aggiudica la gara correndo nel tempo di
Martino in Colle, regalando ai podisti incantevoli viste
sulle vallate sottostanti. Lungo la strada i partecipanti 6’04” sui 1.500.
Eccellente la vittoria di Andrea Mirandola (Atletica
hanno potuto trovare qualsiasi tipo di ristoro, dalle tor- 31ª Passeggiata tra i boschi Monsummanese) fra i cadetti che sui m 2.500 della gara
te alla focaccia, dai biscotti all’uovo al tegamino, dal
ottiene il tempo di 8’53”.
caffè con la panna al succo d’arancia. Si è svolta domenica 6 marzo la trentunesima edi- La pontederese Federica Soldani (Pol. Aurora Pontede-
Ottima come sempre l’organizzazione, come si con- zione della “Passeggiata tra i boschi”, organizzata a ra) si aggiudica la gara correndo i metri 2000 nel tempo
viene al più grande gruppo podistico della Toscana. Vorno (LU) dal gruppo U.S. Vorno. Aderivano alla di 7’54”.
Spettacolari come detto i ristori e molto importanti i manifestazione sia il T.P.L. sia il Trofeo Tre Pro- Nelle classifiche di società titolo regionale per l’Atle-
premi per i partecipanti, costituiti da una confezione di vince, si è pertanto realizzata una bella giornata di tica Sestese maschile nella categoria ragazzi, in quella
rotoloni Regina e da una berretta di lana con lo stesso sport, caratterizzata da un bel sole ma anche dalla cadetti e nella combinata (Ragazzi + cadetti).
marchio (premio questo riservato ai soli partecipanti molta neve caduta nei giorni precedenti, che ha re- Vittoria dell’Atletica Asics Firenze Marathon nella ca-
effettivi, anche perché si poteva ritirare soltanto pre- so impossibile l’effettuazione delle marce di 17, 25 tegoria ragazze e dell’Atletica Cascina fra le cadette
sentando un tagliando consegnato lungo il percorso). e 32 km. Gli oltre 1500 partecipanti si sono quindi mentre la classifica complessiva (Cadette + Ragazze)
Premiate oltre cento società sportive con oggetti in ter- cimentati sui percorsi più brevi di 2,5 e 12 km, per va all’Atletica Asics Firenze Marathon.
racotta e un grande contenitore in materiale plastico. la verità, il percorso di 12 km è sembrato a tutti ben Giancarlo Ignudi

33
CONI - D.L.F. AREZZO - PROVINCIA e COMUNE AREZZO - ITIS “G. GALILEI” AREZZO - FIDAL

a
SPONSOR TECNICO

28° CAMPIONATO ITALIANO FERROV I E R I


CAMPIONATO REGIONALE UISP CORSA SU STRADA

PROGRAMMA DI DOMENICA 29 MAGGIO


PIAZZA S. FRANCESCO - AREZZO
RITROVO: ore 8.00 Arezzo piazza Guido Monaco.
Sabato 28 MAGGIO 2005 Partenza ore 9,30.
Gara del settore giovanile M/F · ore 21 PREMI INDIVIDUALI: I PRIMI 10 ASSOLUTI (esclusi cat.)
Gara INTERNAZIONALE FEMM. km 5 in circuito a invito · ore 21,50 Primi 8 di ogni categoria (previste 21 categorie)
Gara INTERNAZIONALE MASCH. km 10 in circuito a invito · ore 22,10 LE PRIME 5 ASSOLUTE (escluse cat.) Premi di valore.
Inoltre verranno premiati i primi 10 di ogni categoria.
Arezzo Scalata al Castello km 14 e Km 5 n.c. (chiusa al traffico) NON SARANNO ACCETTATE ISCRIZIONI

Domenica 29 MAGGIO 2005


PRIVE DI TASSA GARA
P R E M I O D I PA RT E C I PA Z I O N E :
Gara aperta a tutti FIDAL e AMATORI I primi 700 arrivati uomini e le prime 100 donne: Completino Atletica Mizuno (foto)

Iscrizioni: km 14 - € 5,00 entro il 31 marzo; € 10,00 entro il 30 aprile; € 15,00 entro Albergo convenzionato HOTEL PLANET****
il 15 maggio, € 20,00 entro il 25 maggio. Vanno inviate a � U.P. Policiano c/o Sinatti località Rigutino (a 10 km da Arezzo) - tel. 0575 97971
Fabio via Policiano 102/a 52040 Arezzo, mediante bonifico bancario su C.C. 90 B.P.E.L. prezzo convenzionato camera doppia € 60 pernotto + colazione.
Abi 5390 Cab14123 o vaglia postale (ufficio postale Rigutino). Dati richiesti: cognome, prezzo convenzionato camera tripla € 70 pernotto + colazione.
nome, data di nascita, indirizzo, numero tessera, società di appartenenza. INFORMAZIONI: prof. Fabio Sinatti 0575 979153 - 0575 979030 - 0575 979205
DOMENICA 29 MAGGIO NON VERRANNO ACCETTATE ISCRIZIONI. fax 0575 97699 - 0575 350425 - www.unionepolisportivapoliciano.it
DOMENICA 30 OTTOBRE 2005
GARA Km 5 NON COMPETITIVA
PREMIO DI PARTECIPAZIONE:
Quota iscrizione: VI 7a MARATONINA CITTÀ DI AREZZO
T-SHIRT MIZUNO PIÙ PRODOTTI ALIMENTARI € 5,00 fino al 29 maggio
2° Campionato Italiano Geometri

46 - Podismo e Atletica
Castelvecchio Pascoli 27 febbraio 2005 ciare l’arrivo di Rossella, mancano poco più di 300
metri, sono vicina ... vedo l’arrivo ... grida d’inci-
Campionati Toscani individuali tamento da ogni angolo ... 100 metri ... è fattaaaa!
e di Società Masters Tempo ufficiale 48’50”, incredibile ma vero, ho fatto
un “tempone”! ... e credo di dover ringraziare pro-
Nei dintorni del campo sportivo di Castelvecchio Pa- prio lei, la ragazza che per quest’anno ho battuto,
scoli (LU), con la perfetta organizzazione del Gruppo ma so già che il prossimo sarà lì ad aspettarmi con
Podistico Orecchiella e del comitato Provinciale della più grinta che mai. Baci e abbracci con le mie com-
FIDAL di Lucca, si sono disputati i Campionati Toscani pagne, anche loro felici per i risultati ottenuti. Oltre
Individuali e di Società (solo Senior Masters) per il setto- ad un’Emma superlativa che si è imposta su Zanardi
re promozionale della FIDAL. Nella classifica assoluta e Disessa classificandosi 2ª assoluta, vediamo al 6°
vittoria dell’atleta locale Graziano Poli (GP Parco Alpi
posto Daniela (new entry del G.S. Lammari) al 7°
Apuane), davanti a Domenico Orsi (Orecchiella), terzo
Raffaello Panariello, quarto Alessandro Barsi e quinto
Rossella, 11ª la sottoscritta, 13ª Lucilla, 14ª Barbara,
Nello Domenicali tutti del Gruppo Podistico Parco Alpi 15ª Paola. Presenti anche due maschietti Giovanni e
Apuane. Nella categoria veterani ritorno alla vittoria per Nicola, che hanno ben figurato nei veterani e argen-
Stefano Maestripieri (ASCD Silvano Fedi Pistoia) che to. Premiazioni in una bella, calda e accogliente sala,
precede il livornese Aldo Allori (Equipe Golfo Baratti), dove le ragazze amaranto hanno fatto ben figurare i
terzo Moreno Aiello (Pontedera Atletica). Nella catego- colori sociali. E per finire, pranzo a base di tigelle
ria femminile, la lucchese Daniela Salvetti (GS Lamma- calde, accompagnate da affettati misti, formaggi e ...
ri) fa sua la gara lasciando alle sue spalle Maria Luigia marmellata e NUTELLA!
Spadoni (Atletica Castello) e Rosa Mazzini (Rinascita Modena, aspettami pure anche l’anno prossimo!
Montevarchi). Vittoria, nella classifica di società, per la Mara
formazione locale del GS Orecchiella con 730 punti, da-
vanti all’ASCD Silvano Fedi Pistoia (647) e al Gruppo
Podistico Parco Alpi Apuane (543). Domenica 16 gennaio 2005
Giancarlo Ignudi 1ª Puccini Marathon
Half Marathon di Carnevale Rosamimosa - Foto di Piero Giacomelli
Classica della Madonnina 1° Trofeo Burlamacco
Ben tre le madrine della manifestazione Miss Puc-
Come ogni anno con il mio gruppo sportivo, parte- La Regione Toscana, la Provincia di Lucca, il Co- cini Marathon Debora Matrone di Viareggio; Miss
cipo alla Classica della Madonnina, in provincia di mune di Viareggio, la Fondazione Carnevale di Via- Torre del Lago Puccini Federica D’Alessandro di Li-
Modena, quest’anno alla 28ª edizione. L’appunta- reggio, la Circoscrizione e l’Associazione Carnevale do di Camaiore; Miss Carnevale Sara Gelli di Torre
mento è diventato irrinunciabile vista l’amicizia che di Torre del Lago Puccini, la Fondazione Festival del Lago Puccini che ha anche preso parte alla gara.
ci lega alla polisportiva La Madonnina ed anche per Pucciniano, il Viareggio Triathlon e il C.G.C. sez. Di seguito i nomi dei primi classificati:
una perfetta e cordiale organizzazione che ci accom- Atletica di Viareggio, ringraziano tutti gli infatica-
pagna tutto il week end. Nota di merito anche alla bili volontari e le forze dell’ordine che con grande Classifica Maschile
parte non competitiva della manifestazione. impegno hanno permesso la riuscita di questo primo 1° Jonan Kiptarus Atletica Castello
La domenica mattina  la  gran piazza adibita a ritro- grande evento sportivo carnevalesco. 2° Mattia Treve Toscana Atletica
vo, dove la sera prima appena qualche automobile Centrati in pieno gli obiettivi prefissati in fase pro- 3° Vittorio Mongini Caffè Hawai Grosseto
era parcheggiata, viene presa d’assalto da decine di gettuale: 4° Suri Picchi G.S. Atletica Signa
tende variopinte montate dai vari G.S.; un’iniziati- - la “Puccini Marathon” è stata un grosso spot pub- 5° Michele Da Prato Atletica Camaiore
va molto carina e comoda per i podisti, da usare sia blicitario per il Carnevale con il Rione Torre del Classifica Femminile
per deposito borse, per cambio indumenti e, cosa Lago Puccini già addobbato a festa e un gran pasta 1ª Ilaria Bianchi Suma Sport
più importante, per ripararsi dalla pioggia prima e party offerto a tutti i partecipanti; 2ª Veronica Vannucci Polisportiva Montemurlo
dopo gara. Partenza non competitiva ore 9 e, come - è stata la corsa dell’impegno civile e sociale con un 3ª Cristina Neri Ass. Gen. Progetto Sport
d’incanto, cosa irreale per noi lucchesi, tutti e 1000 risultato eccezionale, l’intero ricavato raccolto con 4ª Denise Cavallini Ass. Gen. Progetto Sport
i podisti puntuali come un orologio sono partiti al le iscrizioni € 4.052,00 è stato, infatti, donato all’en- 5ª Cristina Perrone Pieve a Ripoli
via dato dallo speaker (con l’eccezione di qualcuno te pubblico “Lega Italiana Lotta per i Tumori” ed al
che secondo me deve aver partecipato a qualche non progetto dell’UNICOOP Firenze “Il cuore si scio- L’incredibile affluenza di partecipanti arrivati per
competitiva toscana!). Temperatura rigida, ma con glie” affidamenti a distanza dei bambini nel mondo, l’80% la mattina stessa ha creato diversi problemi in
l’opportunità di usufruire di spogliatoi e docce cal- legato al Perù (paesi Lima e Ayacucho). special modo alle iscrizioni con notevoli disagi per
di. Partenza competitiva ore 10.15 dopo la consueta “Puccini Marathon” inserita nel calendario della i concorrenti e per questo ce ne scusiamo e ringra-
punzonatura. Circa 500 i podisti e atleti, nomi im- F.I.D.A.L. come mezza maratona competitiva (km ziamo sentitamente tutti per la pazienza dimostrata,
portanti (G. Leone, O. Andriani, T. Disessa, Zanar- 21,097), dal punto di vista sportivo ha avuto una sicuramente faremo tesoro di tutti gli inconvenienti
di, ...), nomi meno importanti, visto che la Gazzetta grande partecipazione di atleti con oltre 600 iscritti, verificati in questa prima edizione per sviluppare e
neanche li cita nonostante piazzamenti da podio, ma provenienti dalle società sportive più prestigiose del- potenziare questa manifestazione sportiva facendola
altrettanto conosciuti (Iozzelli, Poli, ...). Percorso ve- la Toscana in prevalenza dalle province di Firenze, diventare l’evento sportivo versiliese di inizio anno.
loce e pianeggiante su un anello da ripetere due volte Prato e Pistoia. Un saluto e un ringraziamento di cuore nuovamen-
per un totale di km 12,400. Poco prima dello sparo, “Puccini Marathon” si è caratterizzata per la partico- te ai tanti silenziosi volontari e a tutti i concorrenti
intravedo la ragazza con la quale tutti gli anni faccio larità del tracciato: un percorso cittadino interamente soprattutto da parte della “Lega Italiana Lotta per i
battaglia (l’anno scorso l’ha spuntata lei) e decido di pianeggiante (ottimo per cercare il record) e molto Tumori” e dal progetto della UNICOOP Firenze “Il
continuare la sfida (un modo come un altro per avere suggestivo; partendo infatti dal centro del paese, ar- cuore si scioglie” affidamenti a distanza dei bambini
un obiettivo a cui pensare). Partenza velocissima e, riva al piazzale Belvedere sfiorando sia la villa del nel mondo, per l’importante obbiettivo ottenuto.
nonostante tutto l’impegno, vedo allontanare il mio Maestro Giacomo Puccini, sia il lago di Massaciuc- L’appuntamento per tutti voi è per la seconda edizio-
obiettivo, ahimè mi sa tanto che anche quest’anno coli, per poi attraversare tutto il paese, imboccare lo ne della “Puccini Marathon” inserita nelle Manife-
sono fregata! Passano i chilometri e la distanza fra storico viale dei Tigli ed arrivare all’incrocio con via stazioni Carnevalesche di Torre del Lago Puccini e
noi, circa 150 m, diventa costante. Alla fine del pri- Paolo Savi in piena darsena di Viareggio. Il ritorno a del Carnevale di Viareggio 2006:
mo giro sento l’urlo inconfondibile di Giò col sot- Torre del Lago Puccini avviene ripercorrendo il viale
tofondo di Luca: “Dai che la riprendi! Hai solo 100 dei Tigli, immerso nel Parco Regionale, mentre l’ul- “PUCCINI MARATHON”
metriiiiii!!!” Uno stimolo in più per mettercela tutta. timo tratto di corsa si snoda attraverso la splendida 2° Edizione - Half Marathon di Carnevale
Vedo che lentamente la sto avvicinando, lei si gira, marina di Torre del Lago per poi concludere la corsa 2° Trofeo Burlamacco - domenica 5 febbraio 2006
segno di stanchezza che rafforza ancora di più la mia nel traguardo di piazza della Pace. Informazioni:
determinazione. Ultimo cavalcavia, la raggiungo e la Hanno partecipato alla corsa due atleti portatori di Viareggio Triathlon
sorpasso, sono ai limiti ma non devo mollare e non handicap del progetto “Filippide” del C.N.R. (per via Pucci, 62 - 55049 Viareggio (LU)
voglio che lei se ne renda conto, finalmente con la di- informazioni sito www.progettofilippide.cnr.it) Lo- Tel. 0584.963696 - fax 0584.943703
scesa riesco a recuperare un po’; ultimo chilometro, renzo Bonanni e Alessandro Testi, allenati da Enrico http://www.versiliasport.com/
non sento più il suo respiro dietro di me, continuo Marchetti e premiati dal direttore della SIAE di Via- Ass. Carnevale - tel. 393.3361160
la mia corsa senza indugi, sento lo speaker annun- reggio e dalla Fondazione Festival Pucciniano. http://www.carnevale.tv - e-mail: carnevale@carnevale.tv

Podismo e Atletica - 47
“Colline di Napoli”, vincono commentato i vari aspetti di una corsa a tappe, fornen-
do tantissimi consigli tecnici. Si è affiancato a Marco
Menna e Bazhar Cascone, lo speaker per eccellenza dell’atletica cam-
Dalle “Colline di Napoli” è scomparso il sole. Ancora pana.
pioggia e vento hanno caratterizzato l’ultima giornata I vincitori di questa terza edizione sono in pratica i
della corsa a tappe. La terza frazione del Vomero è podisti che già nella tappa inaugurale nel bosco di Ca-
stata la più breve, ma non per questo facile. Nuovi sa- podimonte avevano fatto segnare i tempi migliori. Gli
liscendi che hanno messo a dura prova la carovana de- ordini d’arrivo delle tre giornate - come detto - sono
gli atleti. Con i finali 7,200 chilometri, i partecipanti stati dunque uguali, offrendo l’esatta dimensione delle
hanno completato i trenta chilometri previsti dal giro forze in campo.
sui colli di Capodimonte, Posillipo e Vomero. Fra gli uomini la vittoria è andata al marocchino Taou-
Per l’ultima tappa gli organizzatori si sono avvalsi del- tik Bazhar con un tempo totale di 1h38’52”, al secon-
lo stadio Collana, dove in pratica l’atletica è di casa. do posto Marco Calderone (Antoniana Runners) in
Partenza ed arrivo sulla pista in tartan del complesso 1h39’55”, terzo Alfredo Norvello (Bartolo Longo) in
sportivo che in estate ospita il Meeting Internazionale. 1h42’26”, quarto Riccardo Lanzafame (Atl. Catania)
La RuNaples, che ha organizzato l’evento, può rite- in 1h42’51”, quinto Andrea Maresca (Bartolo Longo)
nersi soddisfatta del lavoro svolto. D’altra parte sono in 1h43’07” e sesto posto per Emilio Luce (Isaura Val-
stati circa 300 i podisti provenienti da molte regioni le Irno) in 1h43’50”.
che hanno aderito all’iniziativa. Tra le donne affermazione di Giustina Menna, l’atleta
Il giro vomerese ha toccato alcune delle strade più napoletana in forza alla Cover Mapei Verbania, col
conosciute del quartiere residenziale. Gli atleti hanno Giro di javello - Foto di Andrea Stanzani
tempo totale di 1h51’51”, seconda posizione per la
percorso via Cilea e corso Europa, per poi imboccare casertana Alessandra Insogna (New Team Liberi) in
via Tasso in discesa verso l’incrocio con la panora- ni, Centro Sportivo Italiano, FIDAL ed Azienda Ospe- 1h54’38”, terza Sonia Marongiu, l’atleta sarda del-
mica via Aniello Falcone, fino all’ingresso della Villa daliera Monaldi altri validi sostenitori. Tra questi una l’Erco Sport, in 1h57’31”, al quarto posto la toscana
Floridiana. Qui un tracciato in tufo, molto ripido e sci- particolare menzione ai rappresentanti del CSI Napoli Cristina Neri (Ass. Generali), vincitrice della passata
voloso per la pioggia, ha accompagnato gli atleti fino (Salvatore e Pasquale Maturo ed Antonio Papa) che edizione, in 1h58’49”, quinta Cinzia Oliva (Nikaios
all’uscita superiore di via Merliani. La corsa ha poi hanno curato gli aspetti tecnici delle classifiche con Gragnano) in 2h10’14”, al sesto posto è poi giunta
imboccato un tratto di via Scarlatti per poi ritornare il giudice arbitro della FIDAL campana Gostoli. Ma Carmela Romano (Nikaios Gragnano) in 2h12’36”.
nuovamente in direzione del Collana. Qui il classico non va dimenticata l’opera di sorveglianza lungo gli La classifica per società ha premiato la Napoli Nord
giro di pista ha chiuso definitivamente la terza edi- itinerari podistici svolta con scrupolosa attenzione dai Marathon con 4579 punti, seconda l’Asa Detur con
zione delle Colline. Identici gli arrivi, come il giorno ragazzi della RuNaples, anch’essi flagellati dal mal- 4111 punti e terza Stufe di Nerone con 3020 punti.
prima ed ancora il precedente. Bazhar, Calderone, tempo che ha purtroppo investito due dei tre giorni di Alla vigilia di San Valentino, la manifestazione non
Norvello per gli uomini e Menna, Insogna, Marongiu gare. Altra citazione meritoria per le signore addette poteva non prevedere una speciale classifica riservata
per le donne. ai tavoli dei ristori (ben forniti ed a volontà per tutti) e alle coppie in gara. Bene, questa è stata appannaggio
Per le “Colline di Napoli” si è trattato di un week-end per le ragazze del cosiddetto guardaroba-borse. del duo toscano Cristina Neri - Massimo Bonaretti
non solo di gare, ma anche di visite guidate. I podisti- Prima delle premiazioni al Collana si è tenuta una (Livorno) con un tempo totale di 4h07’06”, davanti
turisti hanno ammirato il centro storico, soffermandosi corsa non competitiva, organizzata in sostegno di ai coniugi Cinzia Oliva - Gaetano Palomba (Nikaios
presso alcuni monumenti di particolare valore artisti- Emergency; ed era questo lo scopo principale cui la Gragnano) in 4h09’00”. Al terzo posto Annunziata
co, ma non hanno tralasciato di passeggiare sul lungo- RuNaples teneva in particolar modo. Infatti, il ricava- Castaldo - Pasquale Auletta (Marathon Club Frattese)
mare e lungo gli itinerari della città alta, affacciandosi to di questa gara dimostrativa è stato offerto all’Asso- in 4h22’27”.
verso il panorama del golfo. Infine una serata in una ciazione umanitaria. Tra le società, premiato anche il Circolo Dipendenti
caratteristica pizzeria. Un binomio dunque tra sport “Le Colline di Napoli” hanno ospitato per i tre giorni Perugina K2, come compagine più numerosa tra le
e turismo, supportato anche da Comune, Provincia e di gare un testimonial d’eccezione, Orlando Pizzolato. extra regionali.
Regione, ma che ha trovato nell’Esercito Italiano, Co- Il due volte vincitore della maratona di New York ha Giovanni Mauriello

Ti ricordi la lunga e caldissima estate del 2003?

Pensaci adesso alla prossima!!!

Pistoia - S.Agostino - V.Gozzano, 75


Preventivi, Vendita, Installazione, Assistenza tecnica e Manutenzioni
di Climatizzatori d’aria a pompa di calore delle migliori marche
Mitsubishi Electric*, Daikin, LG, Airwell, Electra, Saeco, DeLonghi…
Conviene pensarci ora! Poi fanno anche tanto caldo economico e silenzioso
con l’innovativa tecnologia POWER DC INVERTER
Telefona ora al N° 0573 935005
Per preventivi gratuiti e prezzi scontati per i lettori di Podismo e Atletica
*fino al 31 Maggio sconti fino al 30% sulla gamma Mitsubishi Electric
48 - Podismo e Atletica
Pisa, 14 febbraio 2005
Il consorzio interprovinciale dei più importanti
gruppi podistici della zona (Criterium Podistico
Toscano) fondato nel 2003 per promuovere il mo- I vincitori (da sinistra verso destra: Cristina Giorgi, Andrea Franchini, Isabella Ceccarelli, Nicola Cernic-
vimento podistico in tutte le sue forme e protago- chiaro, Emilio Giribon ed il presidente del CPT Pierluigi Brogni).
nista della rinascita della Strapazzata, della Pisa-
Marathon e della nascita di un circuito di corse, presenza di Roberto Bonechi (presidente provin- Castelnuovo Garfagnana, 6° Atletica Vinci e a se-
competitive e non, il sabato pomeriggio, comunica ciale FIDAL) e delle locali autorità, sono stati guire gli altri gruppi.
che è disponibile il regolamento ed il calendario premiati i primi 13 gruppi, i primi 10 atleti delle L’edizione 2005 del circuito vedrà impegnati molti
del “2° CRITERIUM PODISTICO TOSCANO - 5 categorie (Amatori Uomini, Amatori Donne, più atleti nelle 16 tappe in programma (nel 2004 la
TROFEO INNOVATIVE - edizione 2005”. La pri- Veterani Uomini, Ladies e Argento Uomini) e gli media di partecipazione è stata di quasi 250 atleti
ma tappa è prevista sabato 5 marzo, alle ore 15.30, atleti che hanno partecipato a più corse delle 15 per gara) e sono previste delle novità nei punteggi
a Uliveto Terme, corsa di 7 km, con la 7ª edizione programmate nel circuito. Gli atleti che difende- delle classifiche ed inoltre potremo vedere anche
della “Rosa Paradisa”, evento tradizionalmente ranno il titolo di categoria sono: Andrea Franchini all’opera bambini di tutte le età. Inoltre il Circuito
abbinato alla festa delle donne, con iscrizione (Amatori Uomini - Le Sbarre Titignano), Cristina è abbinato allo Sponsor “Innovative Nutrition &
gratuita per queste e per i bambini nati dal 1991 Giorgi (Amatori Donne - Team Suma Pisa), Nico- Pharma” di Perignano (Pisa), azienda del settore
in poi. L’organizzazione è affidata alla Podistica la Cernicchiaro (Veterani Uomini - Nuova Lastra integratori e prodotti energetici che sta entrando
Ospedalieri che oltretutto dovrà difendere anche a Signa), Isabella Ceccarelli (Ladies - Ospedalieri nel mondo dello sport.
il prestigioso titolo vinto dal gruppo nella scorsa Pisa) ed Emilio Giribon (Argento Uomini - Alpi Si consiglia di prendere visione del regolamento,
edizione. Il 17 dicembre 2004 si è infatti svolta la Apuane Castelnuovo Garfagnana). La classifica del calendario e del manuale di qualità e di contat-
cerimonia di premiazione della 1ª edizione dove dei gruppi è stata la seguente: 1° Pod. Ospedalieri tare il 348.7058830 per le informazioni necessarie
in una serata molto partecipata a Pappiana, ospiti Pisa, 2° Le Sbarre Titignano, 3° La Galla Pisa, 4° per le iscrizioni.
della Podistica G. Rossini di Pontasserchio e alla Pod. G. Rossini Pontasserchio, 5° Alpi Apuane Criterium Podistico Toscano (Ufficio Stampa)

Podismo e Atletica - 49
Chiropratica
I tendini e il nostro sistema muscolo scheletrico:
IL TENDINE DI ACHILLE
di Andrea Bini - Doctor of Chiropractic U.S.A. - www.chiropratica-bini.it

I
n questo articolo cercherò di inquadrare la funzio-
ne dell’apparato tendineo nella biomeccanica del
nostro sistema muscolo-scheletrico, e farò parti-
colare riferimento alla tendinite più diffusa quella del
tendine di Achille.
I tendini svolgono la funzione di unire i gruppi musco-
lari con la le ossa, sono composti da filamenti fibrosi
ed elastici, quando i muscoli si contraggono ed accor-
ciano la loro azione di leva su di una giuntura si genera
movimento, ma la forza del muscolo sarebbe troppo
potente se non ci fosse una membrana ad assorbirla.
I tendini permettono di attenuare la forza muscolare e
fare sì che i vari movimenti siano meno traumatizzanti.
Essi costituiscono un vero e proprio sistema di ammor-
tizzazione del nostro corpo.
Nel nostro sport non si hanno normalmente traumi da
allungamento o distorsione, a parte le eventuali cadute,
i tendini sono però sottoposti a logorio continuo spe-
cialmente quando svolgiamo i così detti allenamenti
“lunghi”.
Il primo apparato tendineo che viene colpito nel runner
è il tendine di Achille che collega il tendine del ga-
strocnemio (detto normalmente gemello o polpaccio)
con il calcagno. Consiste in un lungo filamento che
si assottiglia verso il suo attaccamento al calcagno. È
soggetto a ripetuta frizione nel movimento continuo e
regolare dei grandi chilometraggi, se la sua elasticità è
alterata si genera infiammazione che può diventare fa-
cilmente dolore quando trascurata, questa condizione
viene infatti comunemente chiamata “tendinite”.
Se l’atleta si trova con tali problemi la prima cosa da
accertarsi sarà individuare eventuali rotture nel tendi-
ne, che si hanno normalmente in caso di trauma o di
sovraccarico con il tendine già infiammato o doloran-
te, normalmente questo tipo di lesione è ben visibile
tramite ecografia. Se non si presentano rotture o sfi-
lacciamento di alcun grado si dovrà cercare la causa
che ha dato luogo all’infiammazione e si cercherà una
eventuale variazione nella normale dinamica della dismetria del bacino, quando cioè le ossa del bacino petutamente allungamento muscolare per il polpaccio
giuntura. non sono perfettamente alla stessa altezza ma esiste e gli altri gruppi muscolari della gamba, in modo da
Se il podista corre già da tempo e si trova davanti a una sostanziale differenza (da 5 mm a 2 o più cm), an- togliere la pressione costante dalla struttura ossea.
questo problema per la prima volta la prima cosa da che in questo caso tutto l’appoggio e la biomeccanica Nella maggior parte dei casi di tendinite al polpaccio
pensare saranno dei cambiamenti nella normale mec- della corsa risulteranno alterate e potranno dar inizio ho riscontrato una contrattura del gemello che andava
canica del movimento, come ad esempio delle scarpe ad infiammazione e dolore. a ridurre il campo di azione di questo muscolo e quin-
nuove non adatte o vecchie e consumate. La metodologia di cura consiste essenzialmente nella di costituiva una alterazione al corretto movimento
Il correre con dolori in altre parti del corpo come rimozione della causa di alterazione della biomecca- della giuntura. Se tale contrattura è presente si dovrà
ginocchia, anche, schiena, piede, può portare ad una nica del sistema di corsa. indirizzare la tensione muscolare con apposite tecni-
momentanea alterazione della meccanica dell’appog- La terapia farmacologica contribuirà a diminuire o che miofasciali o fisioterapiche per riportare la giusta
gio e quindi ad alterare la corretta azione di corsa; eliminare il dolore e l’infiammazione ma per ottenere elasticità nel muscolo.
anche correre a lungo in terreni sconnessi può essere risultati stabili nel tempo sarà necessario rimuovere la Quando ad alterare l’appoggio è una dismetria si
causa di alterazione dell’appoggio. causa che ha fatto nascere il problema. Purtroppo in dovrà cercare di diminuire più possibile la rotazione
Il corridore che ha da poco iniziato l’attività o quel- questo caso sarà meglio osservare la nostra azione più del bacino tramite la manipolazione, facendo ruota-
lo che ha ripreso dopo un infortunio dovranno stare odiata “il riposo”, il corpo deve infatti avere il tempo re superiormente la parte più bassa e inferiormente
attenti, oltre che a tutto ciò detto fino ad ora, anche di eliminare lo stato infiammatorio che si è formato, quella più alta. In molti casi si dovrà anche lavorare
ad un troppo repentino aumento del chilometraggio correre con il dolore non farà altro che peggiorare la su eventuali tensioni sulla muscolatura che regola il
che può sovraccaricare il sistema e specificamente i situazione. movimento del bacino, come iliopsoas e piriforme.
tendini. La prima mossa è quella di usare ghiaccio come an- Anche altri tendini sono suscettibili di infiammazione
Un quadro particolarmente importante dal punto di tinfiammatorio naturale (da applicare per almeno 20 nel podista, come ad esempio il tendine rotuleo e la
vista chiropratico è rappresentato dal corridore con minuti più volte al giorno). Si dovrnno compiere ri- fascia plantare, ma di questi parleremo in futuro.

50 - Podismo e Atletica
in 18’17”5. Stefano Quattrini (Centro Atletico Piombi- na Atletica) con metri 4,70. Nella gara del triplo allie-

L’angolo no) veste la maglia di campione toscano allievi aggiu-


dicandosi la gara sui km 4 nel tempo finale 12’49”9.
Nel Cross Corto femminile km 4 doppio titolo per
Maria Rosa Ognissanti (Atletica Apuana) che centra la
ve titolo regionale a Jaya Campitoti (Toscana Atletica
Empoli) con metri 11,17, nella gara del triplo assoluti
femminile successo per Silvia Biondini (CS Forestale)
con la misura di metri 13,13 mentre il titolo regionale
di Giancarlo Ignudi vittoria assoluta e quella della categoria promesse con è andato a Sara di Salvo (Assi Banca Toscana Firenze)
il tempo di 13’38”2. Il cross lungo femminile km 6 ve- con metri 11,59. Nel peso allievi successo del lucchese
de il trionfo della monsummanese Sara Orsi (Atletica Giacomo Puccini (Virtus CR Lucca) che lancia l’attrez-
Sestese Femminile) che ottiene il tempo di 20’36”2. zo a metri 13,13, per la categoria assoluti ancora una
Campionati Regionali Indoor Il cross lungo femminile categoria promesse km 6 se vittoria per il tifernate Carlini Marco (Libertas Città di
a Lucca lo aggiudica la versiliese Martina Tazioli (Atletica Ca- Castello) con metri 14,82 e titolo toscano per Massimo
maiore) in 23’40”9. Napoli Alessandro (GS Il Fiorino Giovannini (Assi Banca Toscana) con metri 13,05
Giornata dei titoli regionali indoor al Campo Scuola Sesto Fiorentino) con il tempo di 30’08” sui km 10 del-
CONI di Lucca dove si sono dati convegno i Lanciatori la gara si impone nella categoria cross lungo assoluto.
delle varie specialità. Nel cross lungo Promesse il titolo regionale è andato Pieve a Nievole (PT) 20 febbraio 2005
Il titolo regionale assoluto nel giavellotto femminile è al monsummanese Stefano Diamante (Asics Atletica
andato ad Elena Mazzarrini (Toscana Atletica Empoli) Firenze Marathon) che ottiene sui km 10 il tempo di Correndo per Stefania
con la misura di metri 44,02, quello delle promesse a 36’03”. Nella staffetta 3x1000 cadetti trionfo per la for-
Luana Picchianti (Atletica Apuana Femminile) con mazione monsummanese dell’Atletica Monsummanese Il nazionale finlandese Pedri Kiikiri si aggiudica la
40,02. (Sabatini - Lombardi - Mirandola) corrono i 3000 metri 4ª edizione di “Correndo per Stefania”, gara podi-
Nella categoria allieve il titolo regionale del giavellotto complessivi della gara in 8’22”1. Nella 3x1000 cadette stica organizzata dal comitato provinciale “Life” di
va a Matilde Niccolai (Cassa di Risparmio Pistoia & Pe- ancora la formazione pisana dell’Atletica Cascina (San- Pistoia dell’Associazione Toscana contro la Fibrosi
scia) con metri 27,95. Anna Salvini (Atletica Cus Pisa) toni- Garzelli - Cristiano) sul podio più alto con il tempo Cistica in collaborazione con l’Atletica Valdinie-
ha fatto sua la gara del Lancio del disco Assoluto con la di 9’28”8. vole Rione Empolese. L’atleta finnico si è imposto
misura di 49,79 e si aggiudica il titolo regionale; il titolo La staffetta 3x1000 Ragazzi va all’Asics Atletica Fi- sui 12 km del percorso precedendo David Spezziga
regionale Promesse lo vince Patrizia Ciabatti (Assi Ban- renze Marathon (Grazzini - Nieddu - Alberti) in 9’45”; (Silvano Fedi Pistoia), Alessio Lachi (Terra del Man-
ca Toscana Firenze) che scaglia l’attrezzo a metri 43,07, fra le ragazze ancora le magliette rosse dell’Atletica gia Siena), Paolo Tosetti e Alessio Biondi (entrambi
nel disco Juniores miglior misura per Carmela di Lerna Cascina (Nania - Giusti - Jannotta) davanti a tutte con Caripit Pistoia). L’azzurra Romina Sedoni (Pro Sport
(Atletica Apuana Femminile). Nel disco allieve suc- il tempo finale di 10’14”1. Vittoria per l’Asics Atletica Ferrara) invece ha fatto propria la gara nel settore
cesso di Sabrina Mando (Atletica Sestese Femminile) Firenze Marathon (Innocenti - Corri - Filippeschi) nella femminile riuscendo ad avere la meglio su Manola
con 28,59. Nel Lancio del martello femminile titolo re- staffetta 3x500 esordienti con il tempo finale di 5’38”8. Casalini (Atletica Apuana), Elisa Biagi (Team Suma
gionale assoluto e promesse per Lisa Palmieri (Uliveto
Pisa), Patrizia Liverani (Torre del Mangia Siena)
Uisp Atletica Siena) con la misura di metri 59,15 quello
juniores va alla fiorentina Chiara Sottocornola (Atletica Campionati Toscani indoor ed Elisa Dami (Silvano Fedi Pistoia). Fra i Vete-
Sestese Femminile) con 35,51. Allievi/e e Assoluti rani affermazione di Rinaldo Bolognesi (Massa e
Il martello allieve vede il successo della fiorentina Va- Cozzile) che vince su Luigi Gianni e Liano Renucci
lentina Raspa (ASICS Atletica Firenze Marathon) con Al Mandela Forum di Firenze è andata in scena la 1ª dell’Orecchiella. Fra i Veterani Argento il migliore
metri 30,28. giornata dei Campionati Toscani indoor 2005 per le ca- è stato Giuseppe Monini (Orecchiella) che ha supe-
Il pesciatino Maurizio Guidi (Asics Atletica Firenze tegorie Allievi/e e assoluti. Nei metri 200 allievi titolo rato Leonardo Monti e Bruno Salvadori dell’Atletica
Marathon) lancia il giavellotto a metri 62,15 e sale regionale per Matteo Dotolo (Toscana Atletica) che si Vinci. Nella categoria Veterane donne a gioire è in-
sul podio più alto nella categoria assoluta. Nel giavel- aggiudica la gara correndo in 23”98. vece stata Gigliola Masotti (Capraia e Limite). Infine
lotto promesse il miglior lancio è stato quello di Da- Nei 200 allieve la piombinese Alessandra Marsili fa sua nella classifica per società il trofeo “Correndo con
nilo Messere (Assi Banca Toscana Firenze) con 57,17. la gara e il titolo regionale con il tempo finale di 27’47. Stefania” è andato a Massa e Cozzile con 23 iscritti
Michele Ombrato (Atletica Massimo Pellegrini Banca I metri 200 maschili assoluti sono andati a Gabriele davanti alla Podistica Fattori Quarrata (21) e Poli-
Maremma) s’impone nel giavellotto Juniores con metri Faggioli (Assi Banca Toscana Firenze) con il tempo sportiva Iolo (20).
39,08. Il lucchese Giacomo Puccini (Virtus Atletica CR di 23’32”. Nei metri 200 assoluti donne titolo e gara
Lucca) è il migliore nel giavellotto allievi con 51,34. Il per Carlotta Batacchi (Assi Banca Toscana) in 25”80.
lancio del disco maschile assoluto vede il successo del I m 800 allievi vanno al pistoiese Filippo Grilli Leo- Campestre di Tavola di Prato
pistoiese Marco Fancelli (Asics Atletica Firenze Mara- nulli (Cassa di Risparmio Pistoia & Pescia) che ferma i
thon) che lancia a metri 46,53. Nel disco promesse s’im- cronometri a 2’18”90. Nei metri 800 assoluti femminili, Nonostante il freddo e la minaccia di neve circa un
pone con una buona misura il monsummanese Igor Rosi con il tempo di 2’21”70, la fiorentina Elisa Boncom- centinaio di concorrenti si sono dati convegno nel
(Virtus Atletica CR Lucca) che lancia a 44,25. Il fioren- pagni si aggiudica la gara. Nei metri 800 assoluti ma- Parco delle Cascine a Tavola (PO) per disputare la 3ª
tino Marco Carmagi (Asics Atletica Firenze Marathon) schili la vittoria va a Abassi Touhami mentre il titolo se ed ultima prova del Campionato Interzonale di corsa
ottiene il primo posto nella gara del Disco Juniores con lo aggiudica il fiorentino Tommaso Lisa che giunge al campestre UISP. Nella categoria assoluti vittoria del
metri 36,06. Con 37,73 si aggiudica la gara del disco secondo posto con 2’01”11. I metri 3000 allievi, con il rappresentante del GS Fiorino di Sesto Fiorentino Ab-
allievi Giacomo Puccini (Virtus Atletica CR Lucca) tempo finale di 9’44”79, se li aggiudica Giacomo Len- delilah Fedaoui, che ha preceduto Papi Marco (ASD
Vittoria lucchese con Emilio Filippi (Virtus Atletica CR cioni (Virtus CR Lucca). Nei metri 3000 assoluti ma- Montemurlo), Andrea Fusi (Nuova Atletica Lastra), Fi-
Lucca) nel martello categoria assoluta con metri 58,80. schili successo del livornese Sandy Ballis (Accademia lippo Bardazzi (ASD Montemurlo) e Ascanio Andreotti
Nel martello Promesse il migliore è stato Dario Cecca- Navale Livorno) che ottiene il tempo finale di 8’58”25. (ASCD Silvano Fedi Pistoia).
rini (Atletica Livorno) con 57,90. Lorenzo Rocchi (Assi Titolo per Francesca Fallani (Assi Banca Toscana) che Vittoria di Antonio Nobile (Nuova Atletica Lastra) nella
Banca Toscana Firenze) si aggiudica la gara del martello ottiene il tempo di 10’07”22. categoria veterani che batte Fabrizio Soldi (Atletica Ca-
a livello Juniores con la misura di metri 64, 81. Titolo Nel lungo allievi Tommaso Morganti portacolori della salguidi) e Domenico Cefala’ (Polisportiva Oste Mon-
toscano martello allievi per Luca Calzeroni (Uliveto Ui- Toscana Atletica si aggiudica la gara con metri 6,20, temurlo). Nella categoria argento trionfo per Romano
sp Atletica Siena) con 59,80. eccellente misura per il vincitore della gara assoluta Melani (La Stanca Valenzatico), davanti a Gaetano
maschile del lungo, il poliziotto Francesco Agresti che Morrone (Individuale) e Marco Bonacchi (ASCD Sil-
atterra a metri 7,42 mentre il titolo regionale va a Si- vano Fedi).
Grosseto 20 febbraio 2005 mone Zeppo (Massimo Pellegrini Grosseto). Nella gara Vittoria della fiorentina Fiammetta Gigli (Atletica Ca-
dell’alto allievi miglior misura per Lorenzo Matteucci lenzano), nella categoria donne, che precede Cinzia
Con la perfetta organizzazione dell’Atletica Massimo (Libertas Livorno) che salta metri 1,88 mentre nella Toccafondi (ALP Prato) e Elena Sciabolacci (ASCD
Pellegrini Banca Maremma e del Comitato Provincia- gara dell’alto maschile assoluti vittoria dell’altoatesino Silvano Fedi Pistoia).
le della FIDAL di Grosseto si sono disputati al Parco Alessandro Conti (Atletica Club 96 Alpikom Bolzano) Rossana Sarchielli (Nuova Atletica Lastra) vince nel-
di Viale Giotto i Campionati Regionali per le catego- che supera l’asticella a metri 2,02 mentre il titolo regio- la categoria donne veterane davanti a Ardelia Giani
rie assolute e per le categorie del settore promozionale nale se lo aggiudica il pistoiese Paolo Attanasio (Cassa (ASCD Silvano Fedi). Marco Venturini ottiene il primo
(Cadetti e Ragazzi, sia maschile che femminile) dove, Risparmio Pistoia & Pescia) con metri 1,94. Nella gara posto nella categoria Allievi. Per i cadetti primo posto
nonostante le cattive condizioni del tempo, un buon nu- dell’alto allieve la maremmana Sara Salvini (Massimo di Fabio Venturini (ASCD Silvano Fedi Pistoia), fra le
mero di atleti ha preso parte alla gara. Pellegrini Grosseto) ottiene la vittoria con metri 1,56, cadette podio più alto per Irene Vetere (Atletica Calen-
Nel Cross Corto Senior maschile km 4 successo di Irene Pregazzi (Atletica Apuana Massa) ottiene la mi- zano). Il pratese Jacopo Betti (ALP Prato) si impone
Emiliano Mazzei (Atletica Vinci) che ottiene il tempo glior misura invece nella gara dell’alto assoluti femmi- nella categoria ragazzi, mentre la sua compagna di co-
11’34”3. Nel cross corto km 4 Promesse il titolo se lo nile con metri 1,68. Titolo regionale nella gara dell’asta lori Immacolata D’Angelo vince fra le ragazze. Negli
aggiudica l’atleta locale Stefano La Rosa (Atletica Mas- allievi per il livornese Luca Marsi (Libertas Livorno) esordienti maschi la palma del migliore è andata a Nic-
simo Pellegrini B.M.) che corre in 11’20”6. Nel cross con metri 3,90) e a livello assoluto maschile la vittoria è colò Schiavone (ALP Prato) e nella categoria esordienti
corto categoria Juniores il nuovo campione toscano è andata a Alberto Motta (Aeronautica Militare) con metri femmine prima piazza per la fiorentina Federica Mazara
Maurizio Cito (Uliveto Uisp Atletica Siena) che corre 5,20 mentre il titolo è andato a Jacopo Burzio (Tosca- (Atletica Calenzano).

Podismo e Atletica - 51
Dieta mediterranea e sport
di Roberto Albanesi, direttore del sito Runny, il sito per vivere meglio - www.albanesi.it

S
econdo la versione più accreditata, la dieta me- nei propongono sono nettamente sovrastimati. Per la corpo nel cercare fonti alternative di energia; senza
diterranea è stata “scoperta” dal medico Ancel dieta mediterranea un uomo alto 172 cm con un peso arrivare all’estremo di chi consiglia diete iperlipidi-
Keys. Nel 1945 Keys sbarcò a Salerno insieme di 70 kg è perfettamente nella norma. Se non svol- che o iperproteiche per lo sportivo, assumere troppi
al contingente americano; durante la sua permanenza ge nessuna attività fisica il suo fabbisogno calorico carboidrati abitua il corpo ad avere sempre glucosio
nel Cilento si accorse che le patologie cardiovasco- è stimato in circa 2500 calorie. Misuriamo la massa a disposizione (non a caso la glicemia è spesso su
lari erano meno diffuse che nel suo paese. Seguirono grassa del soggetto e scopriamo che è del 22%, del valori medio-alti di normalità) e ad essere indifeso
diversi studi che stabilirono che l’incidenza delle tutto normale direbbe un dietologo tradizionale. Do- quando, a causa di uno sforzo sportivo intenso e pro-
patologie vascolari era inferiore nei paesi dove si uti- po un anno di attività fisica (moderata, ma costante, lungato, quest’ultimo viene a mancare.
lizzava una dieta mediterranea. In realtà ancora oggi per esempio 45’ di corsa al giorno) e un’op- La dipendenza da carboidrati è anche deleteria per
ci si avvale di quegli studi senza averli sottoposti ad portuna die- ta, lo stesso soggetto pesa 60,6 tutti quei runner che vogliono mettersi a dieta. Di-
analisi critica. kg con un 10% di magrire seguendo i dettami della dieta mediterranea
è, infatti, molto difficile. I singoli alimenti “mediter-
In particolare: ranei” vanno benissimo, ma privilegiare i carboidrati
a) non esiste una significativa differenza di vita significa che con la dieta mediterranea è praticamen-
media fra paesi come l’Italia, la Germania o il te impossibile avere un regime controllato in calo-
Giappone. Quindi se la dieta è responsabi- rie senza soffrire perennemente lo stimolo della
le della salute, se si conclude che migliora fame.
l’incidenza delle patologie cardiovascolari, È vero che la pasta non ingrassa, ma solo se
peggiorerà l’incidenza di altre: solo così la assunta in modica quantità (due piattoni al
vita media resta circa la stessa. Pratica- giorno e il runner over 40 è già spacciato)
mente non ne ho nessun beneficio; e con condimenti ipocalorici (praticamente
b) l’analisi statistica effettuata fra gli anni solo al pomodoro e senza molto olio, scor-
’50 e ’70 non teneva conto che le morti datevi una porzione di trenette al pesto).
per incidenti cardiovascolari di nazioni co- Provate a confrontare queste due colazioni:
me l’Italia e la Grecia erano inferiori rispetto
agli Stati Uniti semplicemente perché la gente a) ����������������������������������������
100 g di salmone al naturale + 150 g di
moriva prima per altre cause! yogurt magro + 50 g di biscotti light + tè
Attualmente anche la dieta mediterranea è sotto ac- moderatamente zuccherato (proposta della dieta
cusa perché gli italiani sono il secondo popolo più italiana);
obeso d’Europa (e il primo per obesità infantile);
nonostante questo, molti nutrizionisti continuano a mas- b) ������������������������������������������������
200 g di torta di mele con tè moderatamente zuc-
sostenere che la dieta mediterranea è il miglior mo- sa grassa e verifica cherato (proposta tipicamente mediterranea).
dello alimentare. che per mantenere tale condizioni sono La prima ha un rapporto proteine/carboidrati di 0,7 e
sufficienti 2300 calorie (attività fisica compresa!). In apporta 450 calorie, la seconda di 0,1 e apporta ben
Utile allo sportivo? entrambi i casi la massa magra è rimasta la stessa 700 calorie. Dopo un’ora, con la prima non proverete
Innanzi tutto precisiamo che “la dieta mediterranea (circa 54 kg). Cosa vuol dire tutto ciò? Che i calcoli nessuno stimolo, mentre con la seconda avrete fame
non esiste”. tradizionali sono sovrastimati perché vanno a nutrire e sarete “costretti” a fare un nuovo spuntino.
anche il grasso in eccesso! Morale della favola: la- Un piccolo test - La dieta mediterranea è nata 50
Sorpresi? Proviamo a chiedere a dieci nutrizionisti sciate perdere ogni tabella troppo ottimista, per una anni fa quando le conoscenze della medicina erano
che cosa sia la dieta mediterranea e avremo dieci ri- mamma il figlio non è mai obeso! Detto in termini sicuramente inferiori a quelle attuali. Ovvio che ri-
sposte diverse. In sostanza si hanno molte posizioni sportivi, o siete degli aspiranti Baldini e fate 200 km senta di molti consigli della nonna e sia completa-
comprese fra due estremi: alla settimana e siete ancora relativamente giovani mente a digiuno di informazioni moderne. Da un lato
• quello più permissivo che vi parlerà di pane, pasta, (il metabolismo si abbassa con l’età) o con la dieta perora l’uso di alimenti comunque molto sospetti per
olio d’oliva, pizza (cosa c’è di più mediterraneo della mediterranea è impossibile sconfiggere il sovrappeso lo sportivo (vino: oggetto di un prossimo articolo),
pizza?), vino (non fa bene al cuore?), ecc. sportivo (inteso come quei chili di troppo che pena- dall’altro trascura molti pericoli che solo recente-
• quello più restrittivo che vi parlerà solo di frutta e lizzano la prestazione). mente sono stati portati all’attenzione del grande
verdura, olio d’oliva extravergine e cereali integrali. La dipendenza dai carboidrati - Per i maratoneti pubblico. Il runner non deve solo alimentarsi con
questo è un concetto fondamentale. La dieta mediter- opportuni alimenti, ma deve anche scegliere quel-
In sostanza vi accorgerete che ognuno usa il termi- ranea utilizza percentuali di carboidrati anche molto li a maggiore qualità. Per esempio i grassi vegetali
ne “dieta mediterranea” per sostenere le “proprie” alte (fino al 70%). Se è vero che i carboidrati sono la idrogenati (o la margarina) sono ricchi di grassi trans
convinzioni alimentari e ciò, converrete, non è molto fonte più pregiata di energia è pur vero che un atleta che, oltre a problemi a lungo termine (aumentano il
scientifico. Non a caso, il mio modello alimentare di resistenza attinge le risorse necessarie anche da rischio cardiovascolare), rendono le membrane cel-
(che ha la presunzione di essere scientifico) l’ho proteine e da grassi. Non a caso il problema mag- lulari decisamente più fragili. Ora il piccolo test per
chiamato per coerenza con un nome diverso (dieta giore del maratoneta è di avere una buona potenza tutti coloro che mangiano “sano e mediterraneo”.
italiana) senza cercare facile supporto da un termine lipidica, cioè di essere in grado di bruciare paralle- Provate a controllare i biscotti che mangiate e ve-
di moda. lamente ai carboidrati anche una buona rificate se contengono margarina oppure oli/grassi
Analizziamo perché la dieta mediterranea non può percentuale di grassi. Una dieta vegetali idrogenati o (difetto meno grave) generici
essere utile allo sportivo (invero è utile a pochi, visto troppo ricca di oli/grassi vegetali. Se sì, cambiate
che non dà sufficienti informazioni). carboidrati prodotto, le membrane delle
Le calorie - Uno dei problemi maggiori dei runner impigri- vostre cellule
amatori è il sovrappeso. È incredibile come molti sce il ringrazieran-
runner siano pronti a sottoporsi ad allenamenti mas- no.
sacranti, ma a tavola non hanno la minima forza di
volontà. Un chilogrammo di grasso penalizza di 2-
3”/km eppure c’è chi ha il coraggio di chiederti la
tabella d’allenamento con 10 kg di sovrappeso.
La dieta mediterranea non fissa nessun fabbiso-
gno calorico, non mi dice cioè quante calorie de-
vo assumere per non ingrassare, parla solo di
cibi buoni o di cibi cattivi. E, statene certi,
non basta per rimanere magri. Inoltre i fab-
bisogni calorici che i nutrizionisti mediterra-
52 - Podismo e Atletica
Lettere in redazione
oasi di relax e benessere e luogo deputato ad ospitare 2° Memorial Giuliano Martelli
il villaggio dell’evento, che si leva una musica sem-
pre più alta, traslata in sonorità particolari, un valzer Considerazioni “dopo corsa”
di voci che si rincorrono, a creare un intercalare ti-
pico, quel brusio del pre gara, colonna sonora delle Voglio esprimere apertamente ciò che è stato rilevato
nostre domeniche podistiche. in una delle ultime riunioni del mio gruppo podisti-
Nuovi ottimi risultati per gli co: l’Oltrarno.
Le immagini di questi momenti magici, unici, riflet-
atleti del GP Massa e Cozzile tono quella animazione che, di minuto in minuto, Ebbene! Uno scambio di espressioni circa la suddet-
cresce sempre più, insieme a quella frenesia e a quei ta manifestazione, ha fatto emergere che la gara in
Il 2005 si è aperto sulla falsariga di tutto il 2004, con predicato risulta essere fra le più belle, ma ... ahimè
lo squadrone biancorossoblu protagonista in Toscana fremiti di gioia che ti stringono la gola, mentre ti fai
largo tra le onde fluttuanti di quella marea umana ... che faticaccia!
nelle gare in programma nel mese di gennaio. È bella perchè si svolge per lo più a contatto con la
Il 2, a San Michele a Torri, Bolognesi Rinaldo 3° tra in piena, che si agita per guadagnare la riva, il suo
approdo naturale tanto desiderato, la linea di parten- natura ed in strade bianche: è dura perchè il podista
i veterani con Zucconi Sergio 12°, Nerli Daniele 55°, si trova a dover affrontare salite davvero impegnati-
Bolognesi Riccardo 96° e Di Carlo Maurizio 101° za. L’emozione si percepisce, e filtra dagli sguardi
sognanti e dai sorrisi degli atleti che pregustano in ve che solo pochi “accaniti” riescono a correre, gli
tra gli assoluti. altri atleti affannano pietosamente anelando di ve-
Il 6, per Befana, la calza ha regalato un 4° posto a anteprima, le sequenze di quel videoclip proiettato
nella loro mente, le immagini spettacolari che, di lì a der prima possibile la strada che si spiana. Inoltre,
Bolognesi tra i veterani, 47° Zucconi, 250° Bologne- considerato il dispendio di energie che il concorrente
si Riccardo e 313° per Di Carlo tra gli assoluti. poco, coglieranno con il loro sguardo itinerante.
In più di mille hanno scelto questo evento, giunti qui rilascia lungo queste erte, ci sarebbe pure da riflet-
Tutti protagonisti poi l’8 alla CronoCaserana con tere sul chilometraggio che per i più risulta essere
Bolognesi 2° veterano e Zucconi, Michelotti Simo- da tutte le parti d’Italia, attratti dall’incanto e dalle
suggestioni evocati dai luoghi della mitica Stabia e, eccessivamente lungo.
ne, Nerli, Albanese Daniele, Niccoli Fabio e Di Car- In conclusione, per riconquistare con la corsa le cave
lo tra gli assoluti con tanto di rientro a premio. catturati dal canto delle sirene della Penisola Sor-
rentina, ammaliati da angoli di sogno che ti fanno di Maiano, si può affermare che il podista è costretto
Il giorno dopo a Colonna di Larciano, alla campestre a dover “CAVARE” dal proprio fisico tutte le energie
ancora Bolognesi secondo tra i veterani, Zucconi innamorare al primo sguardo, per la fragranza dei
profumi, per le atmosfere romantiche e ovattate, tra- disponibili.
10°, Michelotti 16°, Moroni Lorenzo 18°, Nerli 19°, Il Buon Giuliano (visto che a Lui è dedicata la cor-
Niccoli 20° tra gli assoluti ed i baby Maicol e Giulia sposte in ambientazioni paesaggistiche da fiaba, di
rara bellezza. sa) c’è il caso che da lassù guardi i suoi del gruppo
Politano 3° e 1ª nelle loro categorie giovanili. Maiano e dondolando il capo, un po’ sconsolato pen-
Il 15, Michelotti e Niccoli sfidano il vento a Livorno, I runners già pregustano il momento cruciale del
via, da mesi si sono preparati per questo importante si: “Guarda i mi’ compagni che percorso gli hanno
piazzandosi 54° e 56° in mezzo a tanti “professio- imbastito per quei poveri Cristi! L’è vero che l’è duro
nisti”. appuntamento agonistico da vivere in amicizia, una
tappa sportiva ed umana da affrontare con determi- organizzarle le gare, ma in quest’occasione l’aggra-
Giorno di campestre anche il 16 a Santonuovo di vio del correre non ha misura per essere paragonato
Quarrata ed ancora Michelotti e Niccoli 17° e 23° nazione, gioia e tanta passione. Ed eccola, in tutta la
sua prorompente bellezza, la forza propulsiva e trai- alle fatiche della preparazione. Oh!  un vo’ storie! La
assoluti, con il piccolo Maicol Politano ancora pro- corsa l’è dedicata a Me, e di questo vi ringrazio, ma
tagonista; come protagonisti lo sono stati i nostri nante, la linfa autentica di questo evento, la marea
degli amatori e senior master pronta ad interpretare a farmi compagnia quassù per causa mia, ’un ha a
Bolognesi, Nerli, Schettino Antonietta, Spini Cinzia, venire nessuno.”
Bolognesi Riccardo e Zonefrati Roberto a Torre del la corsa da protagonista, tuffandosi nell’agone agoni-
stico, sprigionando in libertà il proprio gesto atletico Quindi, miei cari Amici organizzatori, per il 3° Me-
Lago, dove sono stati messi ko solo dalla grande di- morial Giuliano Martelli, pensateci su e “martellate-
sorganizzazione del Gruppo Organizzatore. naturale e benefico.
Ed eccoci finalmente al count down finale, preludio le” meno queste anime affannate in corsa. E poi tanto
Il 23 si torna a Pistoia e Bolognesi si piazza 2° tra i lo so bene come la va a finire: accidenti qui, acciden-
veterani, con Maceroni Angelo 12°, Zonefrati 30°, di una storia sportiva entusiasmante, il conto alla ro-
vescia fa scattare quegli ultimi secondi quando, col ti là. E io accidenti a i’ mi’ indirizzo unne voglio!
mentre tra gli assoluti brillano Zucconi 35°, Miche- Anche se a dir la verità, da queste parti ’un hanno le
lotti 67°, Moroni 69°, Nerli 73°, Niccoli 79°, Bo- cuore in gola, si avanza sull’onda di intense sensa-
zioni, tutti insieme, in un abbraccio, pronti, allo spa- conclusioni così come da voi. Insomma, quassù tutto
lognesi Riccardo 94°, De Santis Gianfranco 108°, fa un altro effetto, e gli è tutto un altro vivere.”
Giannetti Luciano 119° e Di Carlo 151°. ro dello starter, a liberare tutto lo slancio, per vivere,
al diapason della felicità, questa splendida corsa da A questo punto credo non sia necessario aggiunge-
Infine, a Vinci il 30, Bolognesi 4° veterano, Ma- re altro, ha già detto tutto il Vecchio Presidente del
ceroni 19°, Zonefrati 45°, Cardelli Maurizio 50° e non dimenticare mai più.
Nello de Martino Maiano: riconsiderare la corsa cercando di renderla
Rinaldi 78°. Buon 17° posto per Schettino e 32° per più abbordabile senza per altro svilirla delle bellezze
Fastelle Eleonora tra le donne, e buon 23° posto tra i naturali.
veterani argento per Giacobello Pietro. Così facendo, penso, che senz’altro avrete la ricono-
Buon riscontro cronometrico per gli assoluti Miche- scenza della massa dei podisti, magari con una parte-
lotti, Nerli, Niccoli, Albanese, Bolognesi Riccardo, cipazione più numerosa.
De Santis e Di Carlo. Grazie per l’attenzione e un caro saluto.
Davvero un grande inizio non c’è che dire sperando Per la Podistica Oltrarno Rivara  Alessandra  
che continui così.
Gruppo Podistico Massa e Cozzile
Fabio Niccoli
Sono aperte le iscrizioni
alla corsa a tappe denominata
MareMonti: la fiaba più bella “Il Friuli Venezia Giulia
La mezza maratona nazionale, da Castellammare di
a tappe - 2ª edizione”,
Stabia a Sorrento, ha attraversato luoghi d’incanto che si correrà dal 9 al 14 maggio 2005
che fanno innamorare al primo sguardo.
Il soggiorno a Grado - GO - (isola del sole) darà
Un’onda lunga di emozioni si fa strada nel cuore modo ai partecipanti di apprezzare le bellezze
degli innamorati dell’atletica leggera, a rallegrare paesaggistiche della nostra regione e di gode-
una domenica di sport. Essa si insinua dolcemente in re dell’ospitalità e della cordialità delle nostre
questa agorà della nostra disciplina, ribalta speciale genti.
del podismo italiano. Siamo a Castellammare di Sta- Per informazioni ed adesioni:
bia, sulle Nuove Terme, per intraprendere un’avven- RUNNING WORLD TRIESTE
tura che, di anno in anno, ritorna con il suo fascino via Kosovel, 19/1 - loc. Basovizza - Trieste
di sempre, la MareMonti, mezza maratona nazionale, Tel. 0409220203 Fax 0409221333
classica del Centro Sud; ed è proprio da questo sito,

Podismo e Atletica - 53
La fermite sca e talvolta faccia davvero fatica ad andarsene con
conseguente perdita di autostima in chi ne è affetto.
Ho finalmente deciso di parlare di questa “tremenda” Ma si può contrarla anche in estate e, in questo ca-
sindrome che prima o poi colpisce tutti! Fortunata- so incolpare il caldo è comodissimo, non vi pare?
mente è un’invenzione e non la troverete in nessuna Una causa (possibilmente esterna) deve pur esserci
enciclopedia medica, ... ve lo garantisco! e poi noi podisti amatori che gareggiamo quasi 12
Succede nella carriera (se così la vogliamo chiamare mesi l’anno non possiamo essere sempre al top della
...) di noi poveri podisti di avere dei periodi in cui, condizione. Però se esiste una via di uscita, una cura,
come si dice: “Non si va nemmeno a pigiarci!”. …un vaccino: COMBATTIAMOLA INSIEME, LA
C’è un inesorabile calo delle prestazioni atletiche FERMITE È SEMPRE IN AGGUATO! Ciao a tutti
che (e qui parlo per esperienza personale, purtrop- David Parronchi
po!) conduce ad una mancanza di voglia di correre, Lettera dagli Spensierati
ed il tracollo è per questo motivo inevitabile. UN RAGAZZO D’ORO Vedete l’uomo nella foto non è niente popo’ di meno
Per quanto il suffisso -ITE indichi, generalmente,
che il Presidente degli Spensierati.
patologie infiammatorie, la Fermite talvolta diventa Mancano pochi secondi Un uomo buono, mite, generoso, sincero leale, ab-
cronica se non si reagisce prontamente! e uno sparo cancellerà, bandonato da solo, lungo il percorso della corsa di
Sì lo so, forse sto esagerando, ma non ne potevo più paura, sudore, Casciana Alta, da tutti i componenti del suo gruppo,
di tediarvi con articoli che sembravano voler essere chilometri e chilometri, soltanto il buon Giacomelli (per interesse) lo prece-
uno sfoggio delle mie conoscenze, e tra l’altro parla- ore e mesi di allenamento. deva di una decina di metri, forse sperando di leggere
re dei problemi che la corsa può dare mi provoca un
Centinaia di gambe in movimento, sul volto del santo uomo un segno di cedimento che
certo disagio, quindi proseguiamo. un fiume di persone, però non è mai arrivato perché esso incurante della
Un consiglio. Strappate e distruggete questa pagina sono tuoi compagni di viaggio, fatica e delle sofferenze a portato a conclusione la
inutile se siete delle persone serie, tanto come tutto di paesi e nazioni diverse. sua corsa.
ciò che è demenziale è completamente (o quasi…)
Tanti compagni, ma ti senti solo, Sarebbe meglio che tutti gli Spensierati e special-
priva di contenuto!
cerchi la migliore posizione, mente Lucia e Giuliana lasciassero perdere, che la-
Come dicevo, questa noiosa patologia non ha cause
in testa strani pensieri, sciassero perdere il Bandini e il Monti ai loro recupe-
ben precise, o almeno non credo, ma secondo alcuni
rivedi il tuo passato, ri (senza tirare in ballo certa gente che la Domenica
dei miei collaboratori, allenarsi poco e male peggiora
la tua famiglia, se ne sta tranquilla a casa) e si occupassero di più
la sintomatologia e perseverare con questo compor-
il tuo angelo che ti sta guardando dell’uomo, che con grande magnanimità li a accolti
tamento ritarda e nei casi più ostinati impedisce ad-
e non vedi l’ora di riabbracciarlo. nella sua famiglia.
dirittura la guarigione!
I chilometri passano veloci M.R.
Non è da sottovalutare l’aspetto psicologico, poiché
essere colpiti dalla Fermite porta anche ad essere de- E tu sei sempre lì davanti,
risi e sbeffeggiati dagli amici e non solo; per questo ci credi, controlli attento gli avversari, Lega UISP di podismo ed
motivo talvolta il “malato” sceglie l’isolamento dal guardando di fronte a te. atletica leggera
mondo della corsa che peraltro ama. Ho cercato di Rimani sempre più solo,
capire se esistono dei periodi in cui l’incidenza della ora ci credi sempre di più, Si è costituita a Livorno la Lega UISP di Podismo ed
Fermite è più alta ma, non essendo stato condotto rimangono solo pochissimi metri. Atletica Leggera.
alcuno studio, è risultato estremamente difficile e mi Quel sogno sta diventando realtà, L’intento principale, ovviamente, è quello di promuove-
sono dovuto basare sui miei dati personali! mentre tu un ragazzo tutto d’oro. re l’attività del podismo e dell’atletica leggera a tutti i
Il periodo autunno-inverno per noi meteoropatici è livelli (da quello giovanile a quello degli atleti “evoluti”
Athens Olimpic games 2004 - Gold Medal in senso anagrafico…).
letale; la pioggia, il freddo, le giornate corte, ecc., so-
Claudio Mazzola È stato istituito un Consiglio di Lega con rappresentanti
no un terreno fertile perché questa malattia attecchi-
dei vari gruppi podistici che si attiveranno per il perfetto
funzionamento del progetto.
Il primo obiettivo per la stagione in corso, è stato quello
Proposta di pacco gara 0,97 + IVA di creare un circuito di gare che si svolgono nell’arco
dell’anno, denominato “Trofeo podistico livornese”,

rivolta agli organizzatori che darà adito ad una classifica, sia per società sia in-
dividuale, con premiazione finale. Il relativo calendario

di corse podistiche non è, purtroppo, ancora definitivo al 100% per una se-
rie di difficoltà oggettive relative ad alcune manifesta-
zioni con una collocazione non ben precisata.
Maggiori e più dettagliate informazioni saranno dispo-
Per informazioni: STUDIOSPORT nibili sul sito www.balestriniteam.it
Belinda Sorice
via Giusti, 19 - S.Frediano a Settimo (PI)
Tel. 050 742763
www.studiosport.net VIGNOLA - GUIGLIA (MO)
Dopo la mancata organizzazione della Vignola -
Guiglia del 2004, lo Sporting Club Guiglia, orga-
nizza per sabato 28 maggio 2005 la 21ª edizione
della Vignola-Guiglia, corsa podistica nazionale
di km 12,060, aperta agli atleti FIDAL ed enti
di promozione, purché in regola con le norme
vigenti.
Percorso attraverso la valle dei Ciliegi ed arrivo
a Guiglia sulle colline modenesi.
La corsa rientra nella manifestazione “Vignola è
tempo di Ciliege”, che si svolgerà dal 28 maggio
al 5 giugno 2005, manifestazione che ha lo scopo
di far conoscere l’ambiente ed i prodotti tipici
della zona. Dalla prima edizione la corsa è segui-
ta da un’apposita cartolina con annullo filatelico
nazionale, in collaborazione con l’ente Poste Ita-
liane ed il gruppo filatelico città di Vignola.
Arrivederci a Vignola il 28 maggio per correre la
21° Vignola-Guiglia, in provincia di Modena.

54 - Podismo e Atletica
Il Balestrini Team è on line! biancorosse, si è sviluppata sia sulla strada sia sulla La prima si presenta con un tempo notevole sulla ma-
pista. Sono stati conquistati vari titoli di società a ratona, 3h 18’, ottenuto alla Maratona di New York,
Finalmente si realizza un sogno! Nei primi giorni di livello regionale: Campionato di Corsa Campestre, la seconda, giovanissima, si sta preparando con tanto
febbraio è stato inaugurato il sito del gruppo podistico Campionato di società su pista, molteplici titoli indi- impegno per presentarsi al meglio alle gare della nuo-
Balestrini Team Running che invitiamo tutti i lettori di viduali in diverse specialità. va stagione.
Podismo a visitare, saranno i benvenuti (www.balestri- L’arrivo di Silvana De Pasquale e di Silvia Carrado- Completano il gruppo rosa degli ospedalieri un grup-
niteam.it)! ri ha completato il valore della squadra che per ben petto affiatato di donne, Marilia, Marzia, Barbara,
Lo spirito che anima tutto lo spazio è quello del diver- quattro volte ha partecipato al campionato nazionale Giovanna, Rosanna, che ogni domenica alle marce
timento, perché la nostra passione deve essere caratte- di società: delle Tre Province passeggiano e chiacchierano alle-
rizzata dal piacere dello stare insieme e non solo dalla Senigallia 1994 4°posto gramente.
fatica che ci accompagna sempre nello svolgimento Pescia 1995 2° posto Una citazione a parte la merita l’esperta di dolci, l’in-
dell’attività. Formia 1996 3° posto faticabile Nina che prepara per ogni manifestazione
Prende corpo, quindi, un’idea venuta da lontano, acca- Acqui Terme 1996 1° posto degli Ospedalieri ottimi dolci che riscuotono molto
rezzata a lungo e quindi realizzata anche se con mode- (Campione italiano di società). successo tra gli assaggiatori (il suo record è di 20 torte
stissimi mezzi (la persona che se ne prende cura non è per una sola gara).
certo un’esperta…). Averci creduto fino in fondo è stato Fanno parte del gruppo femminile due specialiste del- Dal 1999 in occasione dell’8 marzo, il gruppo Ospe-
lo stimolo più forte: abbiamo creduto in questo progetto le lunghe distanze, anzi due ultramaratonete: Sandra dalieri organizza la Rosa Paradisa
e vederlo realizzato ci ha dato una grande soddisfazione. Ristori ed Eleonora Orvieto che hanno partecipato a una manifestazione per le donne con iscrizioni com-
In una civiltà globalizzata come quella dei giorni nostri, molte edizioni della 100 km del Passatore, Sandra per pletamente gratuite e premi per tutte le partecipanti.
la visibilità è diventata un’esigenza, più che un capriccio, ben cinque volte consecutive, Eleonora ha conquistato Quest’anno si è giunti alla settima edizione, alla prima
e, sicuramente, un piccolo gruppo come il nostro ne ave- nel 2004 il titolo europeo di categoria. Le nuove iscrit- parteciparono circa 60 donne, l’edizione 2004, nono-
va bisogno per farsi conoscere. Adesso ci siamo anche te, ultime in ordine di tempo, sono due atlete di ottimo stante le avverse condizioni atmosferiche, ha visto
noi: vorremmo diventare un riferimento per tutti coloro livello: Elena Baracchini e Silvia Viviavi. gareggiare ben 150 donne.
che abitualmente incontriamo sui percorsi (competitivi e
non), condividere le gioie ed i dolori della passione che
ci accomuna, correre e ridere insieme. Vi aspettiamo. Vivicittà Half Marathon Firenze 10 aprile 2005
Belinda Sorice Sabato 9 aprile (pomeriggio) e domenica 10 aprile (mattina)

Orlando Pizzolato
sarà presente allo stand della New balance per incontrarvi
e rispondere alle vostre domande

La podistica ospedalieri …in rosa


La nascita della sezione femminile della Podistica
Ospedalieri si può datare 21 aprile 1990 quando, du-
rante la manifestazione “12x1h Trofeo Mario Fan-
tacci”, è stata schierata una squadra interamente fem-
minile e composta da iscritte al gruppo.
Le dodici atlete: Scarpellini Aid, Ferpozzi Tersilla,
Ciardelli Franca, Rossi Elena, Pardini Sabina, Cai
Amalia, Ceccarelli Isabella, Bizzarri Marilia, Fiorini
Daiana, Fiaschi Nicoletta, Volterrani Carla, Favati
Antonella percorsero in totale la distanza di 120,92
km.
Come risulta evidente lo spirito di quelle donne era
prevalentemente amatoriale, l’importante era essere
presenti, correre insieme, sostenersi e incoraggiarsi a
vicenda.
La voglia di costruire qualcosa di più agonistico è au-
mentata nel tempo: Isabella ed Elena elaborarono a
partire dal ’92 un progetto per costruire una squadra
femminile, le tappe principali sono state due:
 l’incontro e la conseguente amicizia con Mariella
Biondi,
 gli allenamenti al Campo Scuola di Pisa sotto la
guida di Michele Crivellari.
Con l’aiuto di Mariella, la squadra delle donne Ospe-
daliere ha cominciato a prendere vita: Francesca
Andreotti, le sorelle Cotza, Nezha Elmekki, Luciana
Ghiara, Laura Mascia, Adriana Ferrucci.
Il contatto con l’ambiente sportivo del Campo Scuola
ha stimolato in ognuna il miglioramento delle proprie
prestazioni ed ha favorito l’incontro con atlete prove-
nienti dalla pista: Patrizia Gini, Luisella Rossi, Lucia
Guerrieri, Donatella Gianni, Alessandra Micheletti,
Annalisa Lazzeri.
Intorno alla metà degli anni ’90 l’attività delle donne

Podismo e Atletica - 55
A Lari … si è allungato!
Orfani per neve del raduno podistico extra lungo,
extra panoramico, extra spettacolare, extra impe-
gnativo, extra suggestivo di Vorno, domenica mat-
tina optiamo per un bel ritorno sul Trofeo Pisano,
che programma la sua giornata a Lari, centro delle
colline pisane a noi arci note per frequenti passaggi
podistici.
La giornata di sabato è stata caratterizzata da bufere
d’acqua, vento e neve con temperature impazzite che
oscillavano tra i 15 gradi e lo zero in pochi minuti!
Ci siamo ben accorti di questa bizzarria a Uliveto
Terme, dove però, nonostante tutto, il Criterium è
partito di gran carriera e dove ci siamo “bevuti” sen-
za respiro il tracciato di 7 chilometri tutt’altro che
facile. Per la domenica incognita sul da farsi.
Vada per i 15 km di Lari. Durante il trasferimento,
temperatura segnalata sotto lo zero e paesaggio inso-
litamente innevato. Quasi irriconoscibile, tanto che
sembra di capitare da queste parti per la prima volta.
Alle iscrizioni ci comunicano che il sabato pioggia
e neve sono scesi in abbondanza e che i percorsi so-
no stati variati, allungando un po’ tutte le distanze,
Neve a Cascina errore a Paco!). Insomma casino.
in particolare il tragitto più lungo portato intorno ai
Nonostante la gita a Cannes eravamo comunque 22,
18/19 km. anche se tre soggetti non meglio identificati sono ar-
Lunedì scorso uscendo da casa ad un orario De Cri-
La prima volta che un evento atmosferico obbliga rivati tardissimo e non si sono nemmeno preoccupati
stofoniano, per intraprendere il mio consueto viaggio
ad un “allungamento”. Prendiamo atto e riconoscia- di aggiungersi alla lista, quindi ufficialmente 19!
nel profondo nord est europeo non mi ero accorto di
mo agli organizzatori una buona dose di coraggio. Sono partito con il gruppone compatto e solidale con
un fatto straordinario. Un po’ per l’orario poco ade-
Scelta che si rivelerà più che azzeccata. Siamo oltre guato ad un solipsismo Cecchelliano, un po’ perché me, ed abbiamo percorso la strada pianeggiante che
seicento a prendere il via alla spicciolata infagottati nel nord est Europa la neve arriva a novembre e se attraversa il sottopasso, la tosco-romagnola e che ci
in berretti e guanti di lana. Sembra che anche il sole ne va a marzo e di conseguenza il mio occhio ne è porta al ponte sull’Arno. Quindi un pezzo di lungo
voglia provare a far capolino tra le foschie. La trup- abituato, non mi sono accorto che il mio giardino e monte proprio dove saremo sabato con il Criterium e
pa Biancogialla muove compatta sui commenti del le strade erano tutte bianche. Sono entrato in auto la corsa di Uliveto e qui la prima timbratura davanti
post-Uliveto. ho esclamato con estrema meraviglia: “Ma sono a alla fabbrica della Caparol.
Si scende per un breve tratto, lo sguardo volge ver- Pisa”.... Quindi Pian di Noce e qui ci siamo immediatamen-
so le terre all’orizzonte che appaiono pennellate di Non vi dico poi la tecnologia utilizzata in aeroporto te scaldati con una salitella di circa 6 km, ... e bella
bianco. La salita sfilaccia il gruppo. Ci stiamo av- per ripulire le ali degli aerei dalla neve … una scopa tosta.
vicinando a Casciana Alta, qui la neve ai lati della con tanto di addetto a spazzare! Sali, sali, sali siamo arrivati al bivio fra la 13 e la
strada è in abbondanza e dobbiamo fare attenzione a Ebbene quella neve abbondante l’abbiamo ritrovata 21. Proprio dove viveva la nonna di cinghiale Rossi.
qualche tratto con ghiaccio. oggi a Cascina. I miei programmi in realtà erano ben Uno scoop incredibile degno della più grande e ma-
Si lascia la parte in asfalto e ci tuffiamo nella campa- diversi. Avrei dovuto correre la Maratona dei Luoghi dre delle riviste: “Novella Dumila”. Ebbene guardate
gna lungo un sentiero irto e stretto “scavato” tra due Verdiani ma purtroppo l’influenza mi ha colpito e come il Rossi conserva oggi la casa della su’ povera
“bianchi” argini. mi ha costretto ad abbandonare l’idea di correre per nonnina, ... me lo riordo ancora quando vestito da
È un susseguirsi di piccoli saliscendi che impegnano 42,195 km. Peccato perchè ero abbastanza in forma. Cappuccetto Rosso ni portava stiacciata, sarcicce e
ma si digeriscono bene, visto che ora il sole ci sta Ho saputo però che gli amici che dovevano venire vino di vello bono....
accompagnando e che dietro ad ogni curva si cela con me (Nelli, Del Genovese, Capellini, Fedeli) Passata la casa della nonna der Rossi e girato verso la
una veduta diversa. Si gira per Sant’Elmo, poi ancora hanno tenuto molto alto l’onore dei toscani in terra 21 è cominciata anche la neve. Qui il bimbo Riccar-
verso Lorenzana, dopodiché si prolunga verso Cre- emiliana. dino Monti era scatenato più che mai. Davanti alla
spina. In questa zona pressoché in pianura la neve ha Tornando invece a Cascina la mattina faceva fre- neve si sa i bimbi si scatenano, e mentre fotografavo
lasciato spazio a un po’ di fango. schino, nonostante l’orario più che Cecchelliano ho gli Spensierati in cura antiemorroidi comodamente
L’arrivo però appare lontano, …iniziano a venire parcheggiato a circa 100 metri dall’area adibita alle adagiati con le natiche nella neve, il Monti si butta-
alcuni dubbi circa l’effettiva lunghezza del percorso iscrizioni, mentre il De Cristofano, non avendolo in- va su loro a tuffo d’angelo, ... scene che si vedono
… non si saranno mica fatti prendere un po’ troppo contrato, ho dedotto che fosse partito molto prima normalmente in prima o seconda elementare. Per il
la mano?! del suo consueto orario da panaio ... resto le foto parlano da sole, neve sotto il sole uno
Premetto subito che le iscrizioni non sono andate in spettacolo unico.
Un ennesimo ristoro, prima di una rampa piuttosto
modo ottimale. Ho dovuto consegnare e ritirare la Arrivati sotto la Verru’a abbiamo iniziato la discesa
impegnativa e faticosa che ci conduce in “quota” da
lista ben tre volte per l’arrivo dei Gallisti alla spic- che ci ha riportato lentamente verso Cascina. Qui ho
dove inizia a mostrarsi il borgo e il castello che lo
ciolata e quando sembrava tutto fatto e chiuso chi ti ribeccato i vari Gallisti che avevo abbandonato per
sovrasta. le mie solite foto di rito ed al ristoro al Caparol dove
vedo? Moreno. Incredibile viene una volta ogni venti
Finalmente siamo alle ultime battute, si sale nel il Papini e gli amici del Rossini mi hanno lanciato la
ed oggi c’era. Fra l’altro è venuto con un amico. Gli
centro storico fin sotto l’arco del CPPP che indica sfida. Ti vogliamo vedere scoppiare!... questo è stato
ho chiesto come si chiamava per inserirlo nella lista
la conclusione. Bella faticata …ma per quanti chi- il messaggio!
mi ha risposto: “È Finocchio!” Moreno ha sempre
lometri? Ben oltre quello annunciato e anche se non Poverini per far scoppiare il sottoscritto ce ne vole!
voglia di scherzare... ma mi ha ripetuto più volte che
ufficialmente qualcuno ci confida che saremo intor- era Finocchio. Oltre al Presidente della Galla non mi Ed infatti siamo partiti ad un ritmo per loro sostenuto
no ai 21. Ora sì! era mai capitato di inserire altri “finocchi” (almeno per me da puro riscaldamento. Li ho visti ad uno ad
Comunque un’ottima scelta quella degli organizzato- credo...). Ho dovuto allora chiamare il povero amico uno crollare. Il Papini si è scusato con me all’arrivo
ri e dei responsabili del Pisano perchè il percorso era di Moreno per farmi confermare che effettivamente dopo che ho dovuto aspettarlo per ben 2 minuti ...
apprezzabile e perchè abbiamo finalmente visto una si chiamava Finocchio di cognome. (cosa vuol dire, caro Papini, avere il potere dell’in-
parte “nuova” di questo pezzo di territorio. Gli arrivi Nel casino generale mi ci sono messo anch’io! Ho formazione!).
continuano mentre noi ci facciamo un bel tè caldo e consegnato due cartellini a Paco (uno in bianco) e Una corsa quella di Cascina sempre bellissima, ben
poi prendiamo la via per tornare verso le nostre di- mi sono ritrovato dei soldi in più! Quando poi lungo organizzata grazie alla mano esperta del Puccini e di
more con il riscaldamento dell’auto a palla! il percorso mia moglie e il tarpone Ugo mi hanno tutto il suo gruppo. Ottimi i ristori con tanto di risotto
Ora dico, … oramai ci avete viziato, … il prossimo chiesto i loro cartellini per la timbratura ebbene lì ho finale, ottimi i premi ai gruppi ed ai singoli.... e dopo
anno non vi dimenticate la neve! Avete 12 mesi per capito perchè i soldi erano avanzati. Mi ero dimenti- questa sviolinata in odore di Eco Marcia dei Monti
organizzarvi! cato dei loro cartellini (in realtà solo di Ugo perchè Pisani
Ciao STEFANO Cinzia ha sfruttato il cartellino in più consegnato per Salutoni Ceck

56 - Podismo e Atletica
Radicata e Ripafratta, con ancora cile dimenticare negli anni futuri la ricchezza filosofica
di quella polenta e cinghiale e il completamento lirico
il sapore di rapicelle e cicerbite di quei fagioli e rapicelle di montagna unite ad erbe
Il nuovo percorso offerto dal Rossini all’annuale ap- spontanee (i cui nomi pur essendomeli ripetuti conti-
puntamento pontasserchiese è di gran pregio, non solo nuamente sul percorso di oggi, come il Ceck in Polonia
per aver aggirato le discese pericolose della pietraia ai il numero del suo pettorale, ho inesorabilmente dimen-
margini delle cave del monte di Vecchiano o lo scivo- ticato, ma che Arnaldo per il tramite di Alessandro mi
lo fangoso alternativo della scorsa edizione, ma per la rammenta, si tratta della “cicerbita”), sublimi rape che
bellezza delle scenografie, queste certo non dovute ad hanno attenuato il caleidoscopio di sapori di porchetta
Ivo & soci, ma alla nostra buona sorte di essere nati in e rosticciana dai volumi di grasso trasudanti di brace
terra toscana ardente. Per poi dialogare di podismo e progetti sotto
È ancora la luminosità a primeggiare stamani, come l’euforia del vino e continuare all’infinito con pane ed
lo spirare implacabile del grecale che levigava i volti, olio vicarese e il calore del focolare.
prosciugava le gocce al naso e gelava le estremità. Il giorno dopo qualche dolente nota sociologica, per
Le prospettive lungo i canneti del padule al confluire gli effetti di quel cocktail di fagioli e rape, cui è seguita
del colle d’ulivi di Vecchiano, in quel freddo che è lun- una ghettizzazione familiare, reazione prevedibile di
go il monte verso Massaciuccoli, ove l’ombra persiste signore abituate agli aromi dei profumi parigini
durante tutto l’arco della giornata e ghiaccia il fosso Klaus
della barra (“bara” come dicono i vecchianesi); la sola-
perchè lo fanno? E per le creme antirughe come si fa,
rità della frattura tra i monti oltrepassata dall’autostra- Trofeo Casa Culturale si contano le rughe che restano attaccate alle mani?
da, gola attraverso la quale la tramontana si accresce
Troppe domande, oggi non ho voglia di faticare.
rimbalzando sulle ripe e acquista maggior forza - qui Noi de La Galla partiamo quasi tutti insieme poco L’aria è sempre tiepida, non sento neanche il bisogno
il popolo della corsa ha un sussulto e un tremore - sino dopo le otto, il grosso del gruppo probabilmente è già di coprirmi nonostante sia completamente fradicio di
alla salita di Radicata, tra gli ulivi e la discesa verso andato. Saliamo verso San Miniato, attraversiamo il sudore, niente più cosce ghiacciate e viola dal freddo
Filettole, dopo aver fiancheggiato la vecchia villa, per paese, poi scendiamo, poi un continuo saliscendi tra di qualche settimana fa, niente giaccone pesante.
poi confluire sul lungo argine ad ammirare di lontano le colline, ora su strada, ora su sentieri sterrati ma ab-
la sagoma della Rocca di Ripafratta e lo scorrere delle bastanza corribili.
acque sotto l’antico ponte, interrotto dalla cateratta. Oggi non ho voglia di faticare; vado svelto sull’asfal- Mare monti mare
Poi, come ogni anno, il percorso entra alle spalle del- to, ma in salita spesso cammino, faccio un po’ di foto
la Rocca di S. Paolino per l’erta del sentiero, ma non (scusa sempre buona per fermarsi), ai rifornimenti me In una fresca mattina di febbraio, il 6 per la precisione,
devia per Rupe Cava e Romagna (io resto nostalgica- la prendo comoda: bevo e mangio. Anche in discesa alle 9.00 è partita la 6° edizione della mezza maratona
mente legato a questa via di tre anni or sono, che dilata evito di buttarmi a rotta di collo come faccio di solito. Mare Monti da Castellammare di Stabia a Sorrento, a
la lunga fino ad oltre 25 km, ma noi delle lunghe di Voglio gustarmi il paesaggio. parte l’approccio tecnico a questa manifestazione, che
montagna temiamo solo le scorciatoie cui devono pre- I panorami per me sono nuovi e il movimento delle è stato preceduto da una settimana difficile, combat-
stare qualche volta acquiescenza le organizzazioni) e nuvole e il lento sparire della nebbia li rende diversi tuta contro l’influenza che ti fa vomitare e ti procura
dopo alcuni saliscendi ai fianchi della collina che offre ad ogni curva. Dopo più di un’ora e mezzo, l’ennesi- diarrea.
le basi ad una torre pisana di avvistamento intatta, che mo scollinamento e il ritorno in pianura, nel gruppet- Siamo in oltre 1260 maschi e 120 donne a partecipare
conserva da un lato le antiche merlature, ritorna verso to, in cui sono al momento, pensiamo che manchino a questa corsa. Il percorso è abbastanza veloce, con
la val di Serchio, all’altezza del molino Rossi. Da quel 4-5 km. Macché... altra salita, altro rifornimento, do- un’altimetria che facilita i più veloci. Si parte in disce-
tratto il percorso si fa meno nervoso. po un quarto d’ora siamo di nuovo in alto, un addetto sa, si fa una buona parte di percorso lungo il mare, si
Sul lungo rettilineo, con ai margini il canale di Ripa- ci dice che ci sono ancora quasi 4 km. Mica in piano, sale fino al culmine della salita di punta Scutolo (circa
fratta (quello che si rinviene dopo dieci chilometri lun- ovviamente... si scende, si sale, un altro rifornimento, 200 m s.l.m.) per poi discendere progressivamente fi-
go la statale a San Giuliano e penetra in città all’altezza la discesa molto panoramica anche se ripida. no a Sorrento con leggeri saliscendi che non creano
di via Battelli, in un lungo tratto ricoperto - su di esso, Però che spettacolo! Il cielo si è aperto, in alto al- problemi di tenuta.
nonostante la demanialità, qualche pisano ha costruito meno brilla il sole, le valli sono ancora avvolte nel- La giornata è serena, con uno scenario abbastanza
la sua villa sfruttando le condotte medicee come re- la nebbia e le soste per scattare foto sono quasi un strano per il posto. I monti intorno (i Lattazi e il Vesu-
cinzione di lusso - per poi condurre le sue acque alla dovere. Finalmente l’arco dell’arrivo in lontananza, vio) sono coperti di neve e l’aria frizzantina fanno sì
luce del sole alle Gondole, recentemente restaurate, e e tutta la trafila di fine corsa: cartellino, pacco gara di avere un clima perfetto per una corsa del genere.
gettarsi in Arno all’altezza della Fortezza), si fa sentire (oggi kiwi!). Dopo i bastoncini cinesi, i portacande- Conoscendo il caos napoletano e il traffico che sempre
sulle spalle il tiepido calore del sole ormai alto, con al- le da tavola, il secchio per le pulizie, ecco un altro attanaglia questa parte della nostra penisola, mi chie-
cuni suggestivi scorci tra le antiche case di Colognole prodotto della fantasia degli organizzatori per cerca- do cosa succederà visto che la strada risulta chiusa al
e Patrignone. Questo canale merita qualche ulteriore re regali che non siano la solita pasta e pomodoro), traffico.
cenno per la limpidezza delle acque e la ricchezza it- ristoro finale con fettunta e le solite bevande. Alla Invece poi succede quello che dalle nostre parti non
tica. spicciolata arrivano i compagni del mio gruppo (Toni succede mai. Il traffico è effettivamente chiuso, tutte
L’apoteosi finale, dopo la breve salitina dell’argine, in e Ale sono qui da un pezzo dopo avermi seminato a (poche) le macchine che troviamo sul percorso sono
golena di Serchio, con scorci straordinari del fiume, tra metà corsa). rigorosamente parcheggiate a destra, con il motore
i canneti e i vecchi contrafforti lorenesi mesi in luce da I commenti finali sono sulla distanza: a giudizio una- spento e nessun automobilista dà in escandescenze e
un recente intervento di fiumi e fossi. Non mi accon- nime la 22 è di un paio di km più lunga. Unanime tenta di forzare il blocco.
tento di un passaggio e decido di godermi le lunghe significa unanime su un campione di tre intervistati Salutano ed incitano a vincere la fatica, in ciascun
curve del fiume e il sottofondo sabbioso del percorso che hanno fatto la lunga e ci hanno messo più di quel- paese che attraversiamo la scena è la stessa, macchine
percorrendolo a ritroso per raggiungere le Cecchellia- lo che si aspettavano. ferme, in ordine, nessuno che strombazza, ma tanta
ne, così dice Von Cristofen, signore e giungere all’ap- Come, cosa dite, il campione non è significativo? Ma gente che fa il tifo e ti incita.
puntamento del libro che quest’ultimo annunciava sin via... ma leggete mai le righe in piccolo nei sondag- Dopo 21 km e tanta fatica, allietata da paesaggi in-
dalla serata vicarese. gi della pubblicità? “70 intervistati, su 85 che usano cantevoli, come quello che si apre una volta raggiunta
Bella corsa, forse perché ripropone le vie della mia il nostro prodotto, da un anno hanno riscontrato una punta Sentola, quando vedi tutte le scogliere che si
terra e dei miei allenamenti, ben organizzata con ai diminuzione media del 4% della caduta dei capelli.” sviluppano a picco sul mare fino a vedere Sorrento ed
ristori i volti rossiniani storici, il Papini al ristoro di Io quando sento queste cose mi faccio sempre un sac- in lontananza l’isola di Capri.
Ripafratta, il Bartalini al ristoro del Molino Rossi, Ri- co di domande: ma come fanno gli intervistati a dire Alla corsa troviamo anche tanti amici della Pod. Na-
no al ristoro finale, l’attenta direzione di Donatella con per me il 14%, per me il 2%... contano i capelli che ve, che come noi sono rimasti incantati da questa gara
scarpone e in partenza e all’arrivo il direttore dei lavori rimangono attaccati alle mani mentre si passano la che sarà sicuramente ripetuta.
Luperi a smanaccare con tanto di programma dei lavo- lozione? Non tutto è stato ovviamente idilliaco, in particolare
ri scritto e a distribuire il nettare d’arancio finale. Venerdì 23 gennaio 2004: 120 capelli. Sabato 24 gen- la mancanza di servizi igienici alla partenza e all’arri-
Ma il carnevale volge al termine (il tema è riproposto naio 2004: 119 capelli. Sabato 22 gennaio 2005: 115 vo, ha creato un problema in parte risolto dalla bella
da due simpatiche e note pinocchiette in foto editoria- capelli... wow, quasi il 5% in un anno! Domenica 23 giornata e dalla presenza di un ampio parco, e se in-
le) e presto si avvicina la quaresima; per me il digiuno gennaio 2005: zero capelli - wow, 100% di riduzione! vece fosse stato brutto tempo, cosa sarebbe successo?
è già iniziato dopo il baccanale da Arnaldo, vero e pro- Lunedì 24 gennaio 2005: zero capelli in testa, niente Speriamo che gli organizzatori facciano tesoro di que-
prio mercoledì delle ceneri (quelle della brace del suo lozione. E gli altri 15, quelli che continuano ad usa- ste raccomandazioni e migliorino il prossimo anno.
rifugio spirituale) con Ulivetese e Ortaccio: sarà diffi- re un prodotto che non sembra dare nessun risultato, Andrea Bagnoli

Podismo e Atletica - 57
58 - Podismo e Atletica
La maratona di Roma per prendere una cinquantina di metri, probabil-
mente aveva Prince in cuffia!
La corsi nel 2001, volevo fare il personale. C’ero A questo punto, visto che il gruppone appariva
quasi ma purtroppo mi sono venuti un’infinità di particolarmente silenzioso ho capito che era il mo-
crampi proprio nella discesa del Colosseo a 300 mento di inventare qualcosa ... ho chiesto al gruppo
metri dall’arrivo. Non riuscivo a muovermi, arrivai all’1, 2, 3 di urlare forte “PICCINIIIII” proprio in
con qualche minuto di ritardo correndo con uno sti- prossimità di un cavalcavia. Così hanno fatto. Poi
le sicuramente migliorabile, vale a dire più o meno tutti hanno cominciato a chiedermi chi fosse Pic-
strisciando in terra. cini, ho risposto il noto Dj Alex Piccini facilmente
Ho capito che Roma va vissuta e goduta ed è meglio riconoscibile davanti a noi per la folta capigliatura!
lasciar stare le ambizioni cronometriche (ammesso Avranno sicuramente pensato che era uno dei tanti
che io ne possa avere!). Dj made Linus fissato sulle corse. Nel frattempo
Sapevo già che l’avrei corsa con la digitale alla ma- tenevamo un ritmo al chilometro di 5 secondi più
no con le mie solite ripetutine fra una foto e l’altra. veloce, per consentire una sosta di circa 20 secondi
Poi, quando mi hanno contattato per fare il pace- ai ristori. La tattica funzionava ed era molto apprez-
maker, la cosa mi ha stuzzicato non poco, sia perchè zata.
essere pacer a Roma è un onore sia perchè avendolo Siamo entrati poi nel cuore della città: piazza Na-
già fatto a Reggio Emilia sapevo quanto la cosa fos- vona, piazza Venezia, via del Corso, piazza del Po-
se divertente. polo, piazza di Spagna, la Fontana di Trevi, piazza
Ok per il pacemaker, ho detto ma, .... ma doveva dei Miracoli (su quest’ultima potrei sbagliarmi!).
essere con mio fratello Klaus, e così è stato. Alla Un susseguirsi incredibile di emozioni. Al 31°, al
mattina ci hanno fornito l’attrezzatura e tutti i pal- ristoro, il gruppo appariva stanco e purtroppo ab-
loncini ... bianchi per noi delle 4 ore e 15’. Sopra biamo perso qualcuno, ... ma ne abbiamo recuperati
c’era scritto 4.15’. diversi davanti a noi. Al Circo Massimo le famiglie
Usciti dal pullman dove ci siamo preparati è stato Cecchella (moglie e figli) erano riunite. Hanno fat-
bello vedere le espressioni dei vari podisti. C’è chi, to un tifo bestiale, purtroppo come pacemaker non
guardando il tempo scritto sul palloncino, pensa potevamo fermarci ed allora ci siamo limitati ad un
Treviso Marathon “come fate cagare!” altri invece ti ammirano. Ai saluto volante e a qualche bacio virtuale mentre i
Doppio record di Curzi primi dico sempre: “Se faccio la lepre delle 4.15’ bambini erano particolarmente attratti dai pallonci-
non vuol dire che il mio personale è di 4.15’ ma ni legati alle nostre canotte arancione.
Il marchigiano si è imposto in 2h11’37”, primato molto di meno!” ai secondi in genere mi mostro Lentamente si avvicinava l’incubo! L’Ostiense. È
personale e della corsa gonfiando il petto ed indicando dove si entra nel- micidiale, quell’anda e rianda sulla psiche del podi-
Gara femminile all’etiope Alemu (2h40’53”), 3ª la le gabbie, facendo con il braccio il classico cigno! sta agisce in modo mostruoso, è come ricordare ad
Munerotto Come a Reggio molti mi hanno chiesto se tenevo uno che vuole suicidarsi che è senza lavoro, senza
Sessantamila persone lungo il percorso, oltre i 4.15 al km! Magari! No solo impiego 4 ore e 15 un soldo, che la moglie e i figli l’hanno abbando-
2.700 atleti al traguardo ad arrivare alla fine, cioè 6 minuti e 3 secondi al nato e che l’ex moglie si è messo con il suo ex mi-
chilometro. gliore amico!
Da Fabio Rinaldi a Denis Curzi. La Treviso Mara- Entrati nelle gabbie, sento: bum! bum! Ho pensato Era il momento in cui il gruppo doveva essere mag-
thon resta in Italia. Dopo il successo ottenuto dal fosse già la partenza, ... mi giro era il fratellone che giormente sostenuto. È qui che ti ho tirato fuori una
piemontese nell’edizione inaugurale, oggi, sul tra- aveva già fatto scoppiare due dei tre palloncini. Li serie infinita di “Hip Hip Hurrà”, “Dai che ce la
guardo di Piazza dei Signori, si è imposto il venti- aveva fatti urtare su dei pungiglioni strani sopra le facciamo!”, “Dai che è fatta!”, “Non mollate ora!”,
novenne carabiniere marchigiano, già quarto l’anno transenne. Mi sono immediatamente pentito di aver “Siamo in anticipo!”. Ho visto che l’incitamento
scorso. Curzi si è imposto in 2h11’37”, ottenendo, voluto come compagno il fratellone. Ho dovuto su- produceva un bell’effetto. Nessuno ha mollato e
con la prima vittoria importante della carriera, anche bito cedergliene uno. Siamo allora partiti con due rispondevano tutti urlando a voce alta. Il tutto men-
il primato personale (progresso di 51”) e il record palloni a testa mentre Nicola l’altro pacemaker con- tre la mia voce lentamente andava sparendo, come
della corsa (11” di miglioramento rispetto alla pre- tinuava a sfoggiarne tre. quando andavo in curva nord ad urlare “Forza Pi-
stazione di Rinaldi). Il via è stato dato con 4 minuti d’anticipo. Ho pen- sa”, ... ma, ahimè, questo accadeva anni ed anni fa!
La gara si è decisa al 38° chilometro, appena entra- sato inizialmente alle solite partenze anticipate dei Al 40° abbiamo concesso a tutti trenta secondi di
ti nel Comune di Treviso, quando Curzi ha stacca- nostri trofei non competitivi ... ma era proprio la pausa mentre abbiamo consigliato a chi ne aveva di
to l’etiope Abebe Halefom, arrivato al traguardo in partenza ufficiale. saltare il ristoro. Devo dire con piacere che molti lo
2h12’52”. “È una vittoria importantissima, che de- Abbiamo perso due minuti e mezzo alla partenza, ... hanno saltato! Siamo passati al 41° con 30 secondi
dico soprattutto a me stesso - ha spiegato Curzi - ero da recuperare nel primo chilometro o nei primi 15 di anticipo che si è ridotto a 20 al 42° per cercare di
arrivato a Treviso con l’obiettivo di piazzarmi sul po- km? Ok la risposta era facile, ... nei primi 15 km an- spronare tutti nella leggera salitella spacca gambe
dio e ottenere una buona prestazione cronometrica. che perchè con l’intasamento dei podisti all’inizio del Colosseo.
Ho raggiunto entrambi gli obiettivi. E il tempo finale non potevamo certamente fare un km a 3 e 30! Abbiamo chiuso quindi in 4.14’45”. Con 15 secon-
poteva essere anche migliore. Quando si è fermata Abbiamo percorso via dei Fori quindi piazza Vene- di di anticipo. Missione compiuta alla grande.
l’ultima “lepre”, il ritmo è subito calato. Mi sono in- zia e sulle scale del Campidoglio c’era la Banda dei Alla fine in molti ci hanno ringraziato e mi hanno
nervosito, ho chiesto agli altri di darmi una mano, Vigili Urbani; finché suonano ci sono sicuramente fatto particolarmente piacere gli stranieri, il tutto
ma nessuno si muoveva. Al 38° chilometro ho deciso meno multe! Quindi ben venga! mentre Fulvio, il “paron” dei pacemaker romani,
di allungare, stavo molto bene. Mi sono sentito un Sul Lungotevere siamo riusciti finalmente a man- ci immortalava con la sua digitale con aria soddi-
“piccolo” Baldini, perché non mi era mai successo di tenere il ritmo e ad imporre i fatidici 10 secondi in sfatta.
finire una maratona correndo tanto velocemente”. meno rispetto al tempo ufficiale per consentirci il Ceck
Curzi non era l’italiano più accreditato, ma gli al- recupero del tempo perso alla partenza.
tri azzurri non sono riusciti ad essere protagonisti. È sul Lungotevere che mi sono anche accorto che
Francesco Ingargiola si è ritirato al 28° chilometro, dietro a noi si stava formando un gruppo d’aficio-
dopo aver perso contatto dalla testa della corsa. Men- nado. Avevamo moltissimi podisti che ci seguiva-
tre Modica, terzo l’anno scorso, si è fermato a metà no. Passato il Lungotevere siamo entrati in via della
gara. In campo femminile, doppietta etiope, con un Conciliazione. È stato il momento più bello della
arrivo in volata tra Zinash Alemu e Hirut Areba: è manifestazione. Si apre improvvisamente la vista su
prevalsa la prima, in 2h40’53”, sei secondi meglio San Pietro: una visione mozzafiato. Quindi ci sia-
della connazionale. Per la ventitreenne Alemu si mo diretti verso il nord della città. Qui, con noi due
tratta del secondo successo consecutivo: lo scorso grandi esponenti della GP Galla, Alex Piccini con
novembre si era aggiudicata la Classic Marathon di la sua mitica compilation di 43 brani per i 42,196
Atene. Ottima terza la quarantaduenne trevigiana km della maratona (un brano a chilometro) e Valeria
Rosanna Munerotto (2h44’30”). alla sua prima esperienza sulla distanza. Ad un certo
Grande pubblico lungo il percorso (stimati 60 mila punto ci ha raggiunto anche Fabiola del Ponte (del
spettatori) e oltre 2.700 gli atleti giunti al traguardo Ponte non è il cognome!). Abbiamo chiacchierato
entro le 6 ore del tempo massimo. del più e del meno mentre il Piccini ne approfittava

Podismo e Atletica - 59
28 febbraio 2005
Sahara Marathon
È lungo il viaggio per arrivare fino a Smara, campo
profughi saharawi sul territorio algerino. L’aereo ti
porta fino a Tinduf ma non ci sono voli di linea, solo i
charter delle organizzazioni arrivano in questo piccolo
aeroporto militare. Da qui con i coach o con il pullman
in due ore si arriva a Smara, poi il senso del tempo
si perde, si entra in un’altra dimensione, senza orari,
senza impegni, senza “mille cose da fare”.
All’arrivo veniamo assegnati ad una donna; così im-
portanti e determinate le donne saharawi sono presenti
in ogni ruolo mentre gli uomini si occupano solo delle
questioni militari, anche se oggi la guerra non esiste
più, c’è, in ogni modo, un muro che li divide da tren-
ta anni dagli altri saharawi, quelli rimasti nei territori
occupati, e ci sono le loro terre da riprendere con un
referendum che il Marocco non vuole e l’ONU non
impone.
La donna ci porta per mano alla sua tenda, si beve il
tè, seduti per terra, il braciere acceso, sono tre giri,
il primo amaro come la vita, il secondo dolce come
l’amore, il terzo soave come la morte. E intanto il tem-
po passa, un altro giorno finisce e le stelle arrivano
incredibilmente splendenti e vicine.
La giornata della maratona inizia con il buio, la cola-
zione tutti assieme con la baguette e il caffè, due pull-
man ci caricano per andare alla partenza, ad uno man-
cano i sedili in fondo, all’altro manca un vetro, inizia
il viaggio, due ore almeno con musica più indiana che
araba, ogni tanto una sosta per una toilette in mezzo al ASM Prato - Foto di Piero Giacomelli (www.pierogiacomelli.com)
deserto, il sole già alzato ci scalda un po’, sembra una
bella giornata. mi giro sgomenta, l’adrenalina sale, gli spagnoli che mi arriviamo ad un coach, si prende l’acqua e si svuotano le
Alla partenza ci aspettano le donne con le loro grida seguono si guardano attorno, proviamo ad andare anco- scarpe, vedo dei datteri e riesco a mangiarli.
berbere, i bambini che chiedono “caramello” e noi che ra diritti e finalmente si vede l’ometto successivo. Sempre più forte questa dannata tempesta, vogliamo
vorremmo solo una toilette più intima di una distesa Sento che questa maratona sarà diversa, un viaggio in uscire, ma quanto manca? L’ultimo riferimento era il
di sabbia. Ci dobbiamo preparare in fretta, un assurdo una dimensione che non conosco, un deserto che non 35°, non siamo persi nello spazio ma il tempo non esiste
per un paese dove si vive a ritmo “tranquillo” e solo a vuole aiutarmi, vuole tenermi qua dentro, non vuole più.
volte si sente un jalla-jalla, sempre come conseguenza farmi arrivare a Smara, se penso che non siamo nean- Arriviamo alla strada asfaltata, dovremmo attraversarla
dei “nostri” impegni da occidentali. che alla mezza, se misuro la fatica che si fa a correre ma qualcuno dell’organizzazione ci dice che è diventato
Partiamo che sono quasi le dieci, il sole già alto, non fa con questo vento, le scarpe piene di sabbia, sembra che pericoloso, potremmo perderci, meglio fare un po’ di
né caldo né freddo, quasi tutti in calzoncini e canotta, siano un numero in meno, anche i calzini si riempiono chilometri sulla strada, il vento ora è proprio contrario,
molti con borraccia al seguito, i ristori non mancano e sembra di correre scalzi sopra alle noci, ora Smara è soffia a oltre 100 km/h, non si riesce a tenere alta la te-
ma stiamo in ogni caso entrando nel deserto e l’acqua veramente lontana. sta, un coach si mette davanti e cerca di ripararci, va un
è meglio averla vicino. Il percorso è segnato da sacchi Continuo ad orientarmi con i sacchi blu, gli spagnoli po’ meglio ma ora le gambe si fanno sentire, ora che non
blu pieni di sabbia, ometti di sassi come quelli lungo i sempre dietro, ci cerchiamo a vicenda per non restare devo più cercare la strada per uscire, ora che qualcuno
sentieri montani, coach che ci affiancano e ci indicano soli. lo fa per me.
la strada. Quando appare il villaggio di Austed, a metà marato- Il passo del coach è abbastanza lento ma ogni tanto dob-
Sembra tutto sotto controllo, ma il deserto oggi non è na, è tutto ricoperto di sabbia; al nostro passaggio le biamo fermarci per rifare il gruppo, vorrei fermarmi,
di buon umore, prima si presenta con un velo basso di donne urlano nel loro canto di gioia, i bambini cercano riposarmi un po’, provare a correre con il mio passo ma
sabbia, alta pochi centimetri da terra non dà fastidio e il cinque, mi danno l’energia per continuare ma devo so che se lascio questo gruppo, se perdo questo coach,
rende il paesaggio splendido, tutto sembra evanescente, fermarmi di nuovo a togliermi le scarpe. Il tempo che la porta per uscire potrebbe chiudersi. Chiedo una sosta
accarezzato da una grande coperta, il cielo intanto è di- perdo non importa, oggi il tempo non esiste, è una corsa veloce, mentre gli altri si tolgono le scarpe mi faccio
ventato grigio, sempre più intenso, specie davanti a noi, nello spazio, sono entrata da una porta socchiusa e devo dare zucchero dall’autista.
quando si apre e fa entrare la luce alle nostre spalle si trovare il modo per uscire da qui. Ora non ci si ferma più, compatti e determinati, è ora
creano effetti che non riesci a capire, ti viene da voltarti Arrivano le prime dune, non sono di sabbia, a parte di uscire da qui!
per vedere chi ha abbia acceso la luce. quella ammucchiata dal vento, davanti nessuna possi- Si torna sulla sabbia, il coach si mette di lato, finalmente
Il terreno sotto ai piedi è duro, piccoli sassi scuri tra la bilità che il vento cessi, anzi sembra aumentare, non si un ometto, una scritta a vernice dice 41, è fatta, il coach
sabbia tra il grigio e il rosso. vede niente, si cercano i coach, ora sono loro i nostri ci lascia, la strada è definita, porta diritti a Smara, piano
Sempre avanti lungo la rotta segnata, ma presto ci si ometti, sono anche i nostri ristori, ci danno acqua o ci piano si intravedono le costruzioni dell’uomo sotto la
accorge che non è come nelle altre maratone, il percor- riparano dal vento per l’ennesimo e inutile svuotamento sabbia, si vede l’antenna, il nostro punto di riferimento.
so non è una strada sola, niente dai contorni definiti, i delle scarpe. Arrivo e non mi guardo intorno, non cerco le mani degli
coach ci danno la direzione ma l’ometto potrebbe essere Arriva il gruppo dei modenesi, ero con loro all’inizio amici; credo che non ci sia nessuno, ma una mano pren-
più a destra o più a sinistra e se lo sbagli rischi di non ma la voglia di correre da sola mi aveva fatto allungare de me, è Sazi, il ragazzino della tenda che mi ospita, mi
vedere il successivo. il passo, ora voglio solo la loro compagnia, non posso prende e mi porta dagli altri, dagli amici già arrivati,
Quando il vento inizia ad alzarsi la sabbia si rifiuta di pensare di restare sola in questa tempesta, uno dei due dalle sorelle e dal padre in ansia per me.
stare bassa, inizia a colpirci le gambe, sembrano fru- spagnoli è già rimasto indietro, l’altro è caduto e sembra È come un secondo giro di tè, dolce come l’amore, es-
state o piccoli aghi che si conficcano nel fianco destro, voler rallentare, gli faccio segno di stare tutti assieme sere qui al riparo dal vento, qualcuno mi porta lo zaino,
all’altezza del viso cerca un varco sotto agli occhiali, i “amigos Italia”, mi fa segno di si ma non riparte con mi cambio e mi tolgo le scarpe, poi penso a chi non è
cappelli volano via, qualche podista lo insegue altri lo noi. ancora arrivato e non resisto, mi ributto fuori e gli vado
lasciano andare lontano. Andiamo avanti un po’ compatti per difenderci dal ven- incontro. Arriva lo spagnolo, mi faccio riconoscere e
Ogni tanto mi giro, vedo solo due spagnoli, davanti due to e un po’ ci apriamo per cercare le buste blu, da sopra corriamo assieme fino al traguardo, poi torno di nuovo
sagome nere, le seguo e cerco di tenerle come direzione, alle dune i coach lampeggiano con i fari, i fotografi indietro e aspetto anche gli ultimi amici, finché non ci
non si riesce più a vedere lontano, neanche un ometto in escono veloci per scattare, per loro siamo uno spetta- siamo tutti. Ora si può andare tutti assieme alla tenda, ci
vista, ogni tanto un sacco blu, la strada è giusta ma quan- colo incredibile. aspettano le donne con una brocca d’acqua per fare la
do finalmente riconosco le due sagome nere capisco che Inizia a finire l’energia, avrei una bustina da prendere doccia e tre giri di tè per ritrovarci.
sono uomini del deserto e mi hanno portata fuori rotta, ma sono talmente sfinita che non riesco a tirarla fuori, Donatella Mattarozzi

60 - Podismo e Atletica
Commenti in rosa Finalmente la Porcari corre viso e solo se si fermano qualche minuto riescono a
e … non solo vedere la geografia del suo sviluppo, come la leg-
Domenica 20 febbraio la “Porcari Corre”. Final- ge di gravità lotti con questi lunghi rami paralleli al
Domenica 16 gennaio, presso la sede del gruppo, la mente: questo pensano gli organizzatori, come lo terreno. Hanno tempo, se vogliono aspettare quelli
società G.S. Le Torri ha festeggiato la chiusura del- studente che teme un esame e che, allo stesso tempo, della 25. Noi torniamo sui nostri passi e, appunto
l’anno sportivo 2004, con un pranzo offerto ai propri non ha più voglia di aspettarlo. Tutto è pronto per con i temerari della 25, passiamo sotto il ristorante
iscritti, al quale hanno fatto seguito le premiazioni accogliere i podisti e, nelle intenzioni, dare loro un La Nina e scendiamo prima una strada che porta ad
degli atleti che, in un modo o nell’altro, si sono di- cordiale benvenuto. un Agriturismo e poi, attraverso una vigna, raggiun-
stinti durante l’anno. Fra i presenti anche l’Assessore Vorrei parlare dei percorsi, prima però vorrei rispon- giamo un laghetto ed entriamo nel bosco. Prima di
E. Giani, grande amico del gruppo e gran sportivo dere in anticipo a tutti quelli che si lamentano per la arrivare nelle vigne che ci porterebbero verso Lucia-
che, in tutti questi anni, ha saputo dare nuova linfa partenza anticipata. A Porcari la partenza è prevista ni, giriamo a sinistra e, prima nel bosco, poi in un
allo sport fiorentino in genere. Insieme a lui, l’as- dalle 8 alle 9.30, ma tutti sappiamo (e facciamo!) che gradevole saliscendi arriviamo a Veneri. Il campanile
sessore alle politiche sociali e della salute, Susanna dalle 7 in poi ogni minuto è buono. Invitiamo tutti a punta ci appare a breve distanza. Qui siamo nel co-
Agostini. di ritardare più possibile la partenza, dipende dalla mune di Pescia. A sinistra inizia un’antica strada che
È stata una bellissima giornata, culminata con le temperatura, da che tempo fa. Ma, guardandoci negli riporta sul Colle delle belle donne, di antica memo-
premiazioni che, veramente, non hanno lasciato nes- occhi, se le partenze sono diluite nel tempo, ci sono ria. All’inizio l’asfalto e poi la terra hanno cancellato
suno scontento … si, perché, al G.S. Le Torri, sono meno problemi ai ristori, lungo il percorso, all’arri- le antiche vestigia di questa strada, ma dopo poche
premiati proprio tutti, anche chi, nel corso dell’anno, vo. Soprattutto per i concorrenti. A Porcari possiamo centinaia di metri, ritroveremo le pietre, grosse, che
magari ha fatto registrare una sola presenza e pochi partire fino alle 9.30 per dare tempo a gruppi prove- facevano grande la Cassia.
chilometri effettuati; ma lo spirito sportivo che ca- nienti da fuori regione di arrivare in tempo. Poi ci Questo tratto è una diramazione dell’antica via con-
ratterizza il gruppo è diverso, forse, da altri: meno sono i porcaresi, quelli che non sono podisti abituali solare romana che giungeva a Rughi e poi verso
competitività, ma più unione, più presenza. Il gruppo e che non capiscono come si può andare a correre Lunata. Una piccola curiosità: la differenza più evi-
mira all’unità, alle relazioni umane, oltre che a far prima di giorno, se è possibile correre quando c’è il dente fra una strada romana e la Francigena è nella
sole. Non sono riuscito a dargli torto. Quindi prende- grandezza delle pietre. Quelle romane avevano pietre
affiorare lo spirito sportivo che c’è in ognuno, con
tevela comoda, se volete restare qualche minuto di grandi perché ci passavano in maggioranza carri trai-
la convinzione che lo sport praticato in ogni sua for-
più nel letto, lo potete fare. nati da buoi. La Francigena, strada medievale, del-
ma faccia bene a tutti ed a tutte le età. Poi molti del
I percorsi, anche per quest’anno, sono come quelli l’anno mille e seguenti, ha pietre più piccole perché
gruppo svolgono volontariato: sono, infatti, presenti
degli anni precedenti. Grossomodo. La partenza in percorsa in maggioranza dai cavalli. In ogni modo
a tutte le manifestazioni importanti effettuate nel Co-
direzione est, verso Altopascio. Prima del ponte sul avanti con la Cassia e attenti a dove mettete i piedi
mune di Firenze, come ad esempio, la FirenzeMara-
Leccio la 5 e la 3 lasciano la comitiva, deviando a perché i fisioterapisti sono lì dietro che sorridono!
thon, Vivicittà, Corri la Vita, Rosamimosa, ed altre.
sinistra, via Sbarra, salita nella bella vigna della Fat- Finita la Cassia, un ristoro italiano, moderno, ener-
Ritornando alle premiazioni sociali, ne cito solo
toria del Colle (già Angiolini) da dove provengono i getico quanto basta, un po’ di uvetta, biscotti parti-
alcune, come ad esempio il premio speciale come
vini che trovate in commercio con etichetta Montra- colari, poi un bel tratto in leggera discesa ci porta al
atleta emergente a Manuela Boschi; al 1° posto del
sio. Prima della salita un bel ristoro non fa mai ma- quercione dove ci stanno aspettando quelli della 20,
settore maschile, Fabio Gualtieri; mentre 1ª assolu-
le. Attraversata la fattoria saliamo in Torretta, dove infreddoliti. Lasciamo questa meravigliosa pianta e
ta con più chilometri e più presenze, la sottoscritta,
aspettiamo, se vogliamo, coloro che stanno facendo i ci troviamo nei terreni di proprietà dei Carrara, dei
premiata con l’ambita Scarpa d’oro, un Trofeo con
percorsi più lunghi. quali costeggeremo la villa e vedremo la scala che
inciso il proprio nome e i chilometri effettuati, una
Gli altri, quelli che abbiamo lasciato a ponte sul Lec- porta, in alto, all’entrata. Qui abitò Francesco Car-
coppa, una pianta e gli immancabili fiori, offerti a
cio, nel frattempo hanno raggiunto la località Pineta rara, insigne giurista. Potete vederne l’imponenza
tutte le donne presenti. a Lucca nel cortile che porta il suo nome. Un bo-
e si sono incamminati lungo via delle Pollinelle. Per
Scusate se, a chi legge, la mia possa risultare retori- sco di pini, una strada fra i rovi, un latrare di cani,
le statistiche possiamo affermare che dopo 400 m,
ca, ma ringrazio ancora una volta il gruppo, nonché maremmano bianco e lupo, vi fanno compagnia, un
trova la sede dell’Atletica Porcari, un bel cancello
Sanzio, neo presidente eletto e Rolando, consigliere improvviso prato allarga il vostro sguardo e vi trova-
verde, un laboratorio sormontato da un grazioso ap-
e responsabile UISP, grazie al quale ho potuto rea- te a Pompei. I meno giovani ricorderanno i balli nei
partamento. Ma non distraiamoci più di tanto. Ab-
lizzare tutto questo e al quale devo e dedico i miei pomeriggi delle domeniche e le sere illuminate dalla
bandoniamo via delle Pollinelle in località Madrigali
piccoli successi. Grazie! luna e dalle fioche lanterne, fra canne e acacie, una
e saliamo in via della Pace. La 12 gira a sinistra, sa-
Il G.S. Le Torri ha, altresì replicato il venerdì suc- fisarmonica. Dicono che in certe notti di luna si senta
le alla Villa Pucci e scende in un paesaggio dolce,
cessivo, 21 gennaio, ospitando in serata nella propria ancora suonare la cumparsita, ma non ci distraiamo.
toscano, verso La Legge. Qui gran ristoro dove il
sede, la 1° Festa annuale indetta dalla UISP-Firenze, Ecco il ristoro della Legge, riconosciamo qualcuno
Bottaini, il Magli e i loro collaboratori danno il me-
con le premiazioni di tutte le società dell’hinterland glio di loro (non in senso materiale, ma d’inventiva della 12 km. Salutiamo il Magli e compagnia. Un
fiorentino che hanno partecipato durante l’anno e di disponibilità). Gli altri concorrenti nel frattempo breve tratto di asfalto e poi in salita verso le proprietà
2004, ai due più importanti Trofei indetti dalla me- hanno girato a destra e sono scesi verso il Turchetto. Ramacciotti che per l’occasione apre i suoi cancelli.
desima UISP: il 1° Trofeo Enrico Camangi e il 1° Strada piacevolmente ondulata, in discesa. Trovano Girate intorno lo sguardo. Lucca, le sue torri, i suoi
Trofeo Franco Pollastri. il ristoro all’inizio della strada per Montecarlo. Chi alberi è laggiù davanti a noi. Alleggeritevi le gambe,
Le società sono state sensibili all’appello e più della non ha fretta può gustarsi un uovo al tegamino e da- purtroppo un ripida salita ci riporta in quota. Questa
metà di esse era presente alla serata, che si è aper- re al suo cane, se ce l’ha, il giusto ristoro. Ma già salita almeno per ora non è evitabile. I ruderi di una
ta con l’intervento del vicepresidente UISP, Marco la strada chiama, si sale verso il Gatto Nero, e non discussa piscina sono il contrasto con le ville del luo-
Ceccantini, cui ha fatto seguito l’intervento dell’As- facciamoci illudere da una leggera discesa verso il go. Sul pianoro Robertino ha preparato per noi un
sessore Regionale, Filippo Fossati. Relatori anche Campo Sportivo di Montecarlo perché la strada della posto di ristoro. Prendetevela comoda, mettetevi pu-
i giudici Giampiero, Giovanni, Rolando e Carlino Verruca, a sinistra, ci porta ancora in alto. Sempre re a sedere ai tavoli, potrete prendere un caffè caldo,
Mantovani, giornalista sportivo de La Nazione di per quell’amore per la statistica di cui sopra, appena con i biscotti di una nota pasticceria porcarese. Se
Firenze. iniziata la salita della Verruca si vede sulla destra, volete farvi amico Robertino ordinategli, con aria da
Sono proseguite le premiazioni: al 1° posto per il fra gli alberi, una bella magione: lì si riposa Miche- cospiratori, un ponche alla livornese, anche se la sua
trofeo Camangi, a punteggio, il G.S. Maiano, al 2° le Bartoli, ciclista pisano trasferitosi a Montecarlo. specialità è quello al Mandarino!
posto Le Panche Castelquarto, mentre al 1° posto per Finita la salita, lo chalet di caccia, dietro un gran Un bel sentiero nel bosco, recuperando quelli della
il trofeo Pollastri per numero di presenze, il G.S. Le ciuffo di mimosa. Gli organizzatori non sono riusciti 5, ci porta sulla Torretta, terrazza a sbalzo sulla pia-
Torri, davanti al Cral Le Poste. a farvela trovare fiorita, quest’anno è in ritardo. Un nura, luogo caro ai porcaresi, qui è obbligo ripren-
La serata, molto piacevole e in alcuni momenti com- tratto bellissimo di strada sterrata porta in cima alla dere fiato, ammirando il suggestivo paesaggio prima
movente, si è conclusa con il piccolo rinfresco offer- salita di San Martino. Un ristoro, un ottimo tè caldo di tuffarci nella discesa che ci porterà attraversando
to dai padroni di casa, i quali si augurano, così come è quello che di meglio si può dare, specialmente se l’antico Vicolo Toschi e la bella Piazza del Munici-
la stessa UISP, promotrice dell’iniziativa, che, l’anno la giornata è fredda. Mentre i temerari della 25 con- pio ormai all’arrivo dove torte deliziose, preparate
prossimo, le società saranno tutte presenti. tinuano a dritto (tanto li riprendiamo!), seguiamo un dalle gentili podiste del nostro gruppo ci allieteranno
Che dire di più? Grazie a tutti, Buon 2005, sia sul attimo quelli della 20. Scendono sotto la Chiesa e si insieme a cioccolato caldo, vino e tè.
piano sportivo che umano e … al prossimo anno portano con una bella strada sterrata, fra gli alberi Mi sembra di aver detto anche troppo.
Denise - G.S. Le Torri fino al quercione. Se lo trovano davanti all’improv- Andrea Bartalesi

Podismo e Atletica - 61
Il riscaldamento pre-gara
M
omento preliminare importante ratura e condizioni atmosferiche: pioggia, vento lungo e complesso, preparazione delle specia-
quanto basilare per qualsiasi seduta forte e, in casi estremi, neve; esso va suddiviso li scarpette, esecuzione di esercizi per favorire
di allenamento e ancora più fonda- in due fasi: inattiva e attiva. l’elasticità, la mobilità e la reattività, ed infine
mentale lo è per la gara, le sue funzioni sono Fase inattiva: vestirsi a strati e preparare tutto il tempo dedicato allo stretching sarà superiore,
molteplici: l’occorrente, applicare il numero, controllare le stesso discorso vale per le corse campestri.
scarpe, per quanto riguarda la maglia o canot- Per atleti evoluti: se avete una gara nel pomerig-
 aiuta ad evitare i pericoli di traumi muscolo- tiera gara indossare questi capi solo prima di gio oppure in notturna provate a fare nel matti-
tendinei ed articolari per effetto dell’aumento andare in griglia al contrario dei pantaloncini no una seduta di stretching o meglio ancora 15’
della temperatura corporea, in particolare quel- che andrebbero indossati sin dall’inizio del ri- di corsa più il solito “benemerito” stretching, la
la della muscolatura, parte maggiormente inte- scaldamento, eventualmente in caso di pioggia sera già dal riscaldamento pre gara avrete del-
ressata dall’esercizio fisico, favorendo l’elasti- o temperature estreme applicare olio/crema del le sensazioni insolite di fluidità a cui non siete
cità delle fibre muscolari, sino ad arrivare ad un tipo termico o neutro. Fase attiva: 10’ di cor- abituati, questo fattore inciderà favorevolmente
minor dispendio energetico sin dalle prime fasi sa al solo scopo di far girare il vostro apparato sulla condizione mentale per trovare i giusti sti-
della gara o dell’allenamento specifico; muscolare, 10’ di stretching e mobilità articola- moli che una gara richiede, esso servirà anche
 aiuta a trovare le giuste motivazioni psicolo- re andando ad interessare anche la parte supe- a ridurre i tempi del riscaldamento: provare per
giche scaricando tensioni negative che talvolta riore (bacino e spalle), 15’ di corsa cercando la credere.
si hanno prima di una gara o allenamento one- fluidità, in questa fase non dimenticate che il
roso, andando ad incidere favorevolmente nella vostro obiettivo è quello di riscaldare il vostro Il defaticamento
giusta interpretazione della prova; apparato muscolo-tendineo e articolare, perciò È buona norma ristorarsi dopo la gara o alle-
 aiuta a confluire un maggior flusso di san- l’intensità dell’esercizio deve essere graduale namento intenso, assumete i liquidi in piccole
gue in quei tessuti che poi saranno sollecitati e prevalentemente a ritmo lento, nei momenti dosi per avere una distribuzione ottimale, poi
dall’esercizio, favorendo una migliore distribu- finali eseguire 2/3 variazioni di 40/60 m circa a effettuate 10/15’ di corsa lenta, questo favorirà
zione delle sostanze nutrizionali; ritmo crescente ma mai massimale con recupe- il recupero e lo smaltimento delle tossine, accu-
 aiuta a trovare la giusta impostazione neuro ro di 1’30”/2’ di corsa, ultimi 10’ prima di an- mulate nei muscoli accorciando i tempi di re-
muscolare per arrivare ad un’azione del gesto dare ai nastri di partenza mettersi in tenuta gara cupero. Forse sarebbe chiedere troppo se dopo
atletico più elastica e reattiva e, cosa più impor- ed eseguire i soliti 4/5 allunghi di cui almeno una doccia ristoratrice eseguiste una seduta di
tante, economica che andrà ad incidere favore- 2/3 superiori alla velocità di gara, con il solito stretching ma avreste fatto quanto di più vi è
volmente sul risultato; recupero 1’30”/2’. possibile, ed i vostri muscoli vi ringrazieranno,
Per un’ottima interpretazione del riscaldamento Quello sopra descritto è un riscaldamento tipo, d’altronde sono o non sono i vostri “ferri del
va tenuto conto di taluni fattori legati alle qua- basta adattarlo alle vostre caratteristiche ed abi- mestiere”, perché non fargli avere il meglio?
lità individuali, elasticità muscolo-tendinea e tudini ed il gioco è fatto. Per quanto riguarda le
mobilità articolare e a quelle ambientali, tempe- gare in pista il riscaldamento dovrà essere più Tiziano Marzotti

Campaccio 2005 - Foto di Andrea Zanobini

62 - Podismo e Atletica
Contratture e dintorni
Parliamo di tendini
Rubrica dedicata
ai piccoli, ma
noiosi infortuni
in cui incorre di Damiano Fasciano - Istituto di cure Fisiche Florence s.r.l.
prima o poi
chi si dedica
to traumatico lesivo forte, in genere avviene in un tendi- mente o attuati con troppa intensità. Ci sono poi altri
al podismo. ne degenerato ed è molto frequente nello sportivo. Nei fattori (concause) non meno importanti da non sottova-
microtraumi invece, ci troviamo davanti a sindromi da lutare quali:
sovraccarico che, a seconda della tipologia inserzionale, - ��������������������
scarsa preparazione;
Affrontare un argomento così vasto è, senz’altro, cosa produrranno: la tendinite, la tenosinovite, la periostite, - ��������������������
squilibri muscolari;
ardua. Molti studiosi spesso lo fanno, però ognuno fa la fascite, la tendinosi, etc. - �������������������������
muscolatura non adeguata;
dei distinguo rispetto all’altro, creando spesso incertez- Ma vediamo come affrontare questi fastidiosi eventi - �����������
soprappeso;
ze nella classificazione di alcune patologie muscolo-ten- molto comuni nello sportivo. - ���������������������
calzature non idonee;
dinee, ma per fortuna la sostanza non cambia. Scrivere Incominciamo con la tendinite acuta. - �������������
terreni duri;
non è il mio forte, quindi cercherò di farlo nello stesso Abbiamo affermato che si tratta di una infiammazione, - ���������������
posture errate;
modo nel quale mi esprimo con i miei pazienti con le pertanto se noi la rispettiamo al suo insorgere, avre- - ���������������������
gestualità scorrette;
parole più semplici ed evitando di addentrarmi troppo mo una guarigione rapida e completa. A volte saranno - patologie
��������������������������������������������������������
reumatiche e tutte le altre malattie metaboli-
sull’anatomia e sulla fisiologia. sufficienti due tre giorni di riposo: utili in questa fase, che già accennate.
Il tendine è una robustissima struttura connettivale fi- applicazioni di crioterapia (borsa del ghiaccio, evitate Va da sé che, ad ogni insorgenza, vada ricercata sog-
brosa, per mezzo della quale l’estremità del muscolo si se potete, gli spray o quello sintetico). Prima di ripren- gettivamente la causa. Non basta curare il tendine, va
inserisce su un osso o altre strutture d’inserzione. Po- dere l’attività sportiva saggiate il tendine con blando ricercata ed eliminata la causa che ha prodotto l’evento
tremmo definirlo come una resistentissima corda, fatta stretching, è benefico anche un leggero massaggio di lesivo. Un cattivo appoggio nella corsa, il gesto o una
di tanti fili (fibre) disposti parallelamente ed avvolti in scarico sia del tendine sia del muscolo interessato. È racchetta troppo tesa nel tennis, l’altezza della sella per
sottili fasci cementanti che lo rivestono. A loro volta probabile che a riposo o col cammino il dolore non si la bicicletta o calzature non adatte per il trekking sono
questi fasci sono avvolti da una guaina dentro la quale manifesti, ma non sottovalutatelo mai. Riprendere con per esempio dei validi motivi di insorgenza di patologie
scorrono. I tendini servono da intermediari tra il corpo cautela lo sport solo se non c’è più dolore, altrimenti se tendinee, come pure un’ipotrofia muscolare di un arto,
del muscolo e la sua inserzione. È bene sapere che non persiste rivolgetevi al vostro fisioterapista di fiducia o uno squilibrio del bacino, etc.
tutti i fasci muscolari terminano con un tendine, pensate consultate un medico sportivo, un fisiatra o un ortope- Ecco perché prima di praticare uno sport seriamente è
ai muscoli della faccia, agli occhi, alla lingua, etc. Noi dico che con un’accurata indagine vi farà una diagnosi bene conoscersi. Saper scegliere lo sport più adatto al
comunque terremo conto soprattutto di quei muscoli che precisa e vi darà le cure e i consigli del caso. Non abbia- nostro fisico può farci divertire e renderlo salutare, per
terminano con uno o più tendini e che presentano due te mai fretta di riprendere l’attività sportiva, ogni tendi- questo non esitate a chiedere consigli al vostro medico e
punti di attacco. Uno è chiamato fisso, l’altro mobile. nite ha il suo decorso. Anche la fase acuta non è uguale non sarebbe male soprattutto nella prima fase di attività
Ci sono muscoli che hanno due o più corpi muscolari e per tutti: a volte dipende dal punto dove è insorta, altre sportiva chiedere aiuto ad un buon preparatore atletico.
che terminano ognuno con un tendine (bicipite, tricipite, da quanto l’abbiamo trascurata, altre ancora dalla rispo- Per le gravi lesioni traumatiche tendinee, il discorso è
quadricipite) e ci sono muscoli singoli che terminano sta di ogni singolo individuo e dalle attenzioni che gli un po’ più complicato.
con più tendini (per esempio nella mano e nel piede). prestiamo. Comunque quando la tendinite è conclamata In linea di massima subito dopo il trauma, qualunque sia
Anche le inserzioni dei tendini sono diverse, alcune so- e persistente, va curata e non trascurata. Innanzitutto la sua gravità, sospendere l’attività sportiva, applicare
no brevi, altre lunghe, altre ancora larghe o terminano ridurre o a seconda dei casi sospendere l’attività spor- quanto prima la borsa del ghiaccio o suoi similari e met-
sotto forma di fasce; ma, qualunque sia la sua forma, il tiva. Una mirata fisioterapia con ultrasuoni; laserterapia tere l’arto in scarico, se il trauma è importante recarsi
tendine, lo abbiamo già detto, è una struttura resisten- (ora ci sono dei potenti laser terapeutici ad alta potenza ad un pronto soccorso per la sua valutazione. È solo il
tissima e quasi inelastica. D’altronde se non fosse così, superpulsati che riescono a penetrare i tessuti fino a 7 medico che può e deve decidere, in base all’entità del
non costituirebbe più quel punto fisso che permette l’ef- cm). danno, il da farsi.
fetto leva. Quest’effetto c’interessa direttamente perché Naturalmente continuare la crioterapia soprattutto in In genere nelle lesioni di 1° e 2° grado è sufficiente un
l’azione meccanica di queste leve determina l’agente presenza di liquido nella guaina tendinea; ma soprattut- bendaggio o l’applicazione di un tutore che immobilizzi
attivo della locomozione. to scarico manuale del tendine con massaggi profondi. l’articolazione costringendo il traumatizzato ad un ripo-
Passiamo alla descrizione di alcune patologie molto fre- Lo stretching, dapprima deve essere passivo, dopo au- so almeno parziale. Sarà sempre il medico a decidere
quenti ma che spesso, proprio per la banalità con cui mentare progressivamente la tensione fino a renderlo un’eventuale terapia e valutare l’esigenza di esami com-
insorgono, sono ignorate fino a quando invalidano la efficace con una tenuta di 20-30 secondi. Se la tendinite plementari quali l’ecografia, la Risonanza Magnetica o
gestualità ed il dolore costringe ad interrompere l’atti- è ribelle, utili possono risultare alcuni FANS (farmaci quant’altro.
vità sportiva. antinfiammatori non steroidei) oppure la mesoterapia Nelle lesioni di 3° grado, tutto dipende dal tendine in-
Cominciamo a parlare di tendinite, questa altro non è locale. Ripeto di non avere fretta nel riprendere l’atti- teressato, a volte è sufficiente bloccare l’articolazione
che un’infiammazione del tendine che è caratterizzata vità sportiva. Se siete stati inattivi diversi giorni, è bene per qualche tempo, in altri casi anche il ricovero e la
da dolore locale che può insorgere o all’improvviso o in fare prima qualche seduta di ginnastica per il recupero riparazione chirurgica.
maniera sorda e progressiva. del tono e del trofismo muscolare abbinato a stretching Dopo l’immobilizzazione spesso uno crede di poter ri-
Distingueremo tendiniti di tipo: e poi riprendere gradualmente per saggiare le condizioni tornare a fare tutto e subito. Purtroppo non è così, anzi
- atraumatiche, caratterizzate da un alterato metaboli- del tendine. ora comincia la fase più delicata per il recupero.
smo cellulare; Ogni soggetto ha bisogno del suo tempo, ma soprattutto La fase di immobilizzazione serve solo a permettere al-
- traumatiche, per traumi diretti o indiretti o da taglio occorre rispettare la guarigione biologica del tendine e l’organismo di riparare il danno biologico, ma l’immo-
(che non tratteremo). del muscolo e solo dopo una sicura guarigione si può ri- bilità ha naturalmente prodotto una diminuzione della
Questa suddivisione è generalizzata e può essere allar- prendere l’attività sportiva. Anticipare i tempi, vuol dire forza senza considerare le lesioni associate, sia vascola-
gata a tutte le patologie muscolo-tendinee e alle loro forzare e peggiorare la situazione, ignorarla poi, può far ri che cicatriziali di riparazione e non ultima la perdita
inserzioni. Pertanto, quando le infiammazioni non pro- cronicizzare l’evento. Ribadisco che una infiammazio- di recettori di cui i tendini sono ricchi.
vengono da gravi malattie quali: l’artrite reumatoide, il ne acuta si guarisce sempre, ma se cronicizza, fa dege- Ecco perché questa fase è delicata. La cosa migliore è
diabete, l’insufficienza renale, etc., sono provocate da nerare il tendine costringendo talvolta ad abbandonare affidarsi ad un buon fisioterapista per cure fisiche ap-
micro o macrotraumi. lo sport definitivamente. propriate e naturalmente per un buon recupero funzio-
Il macrotrauma può essere diretto od indiretto. È diretto Non credete a stregoni o pseudo massaggiatori che con nale; anche in questo caso ultrasuoni e laserterapia sono
quando l’agente lesivo è esterno e colpisce direttamente impiastri e mani miracolose vi promettono veloci guari- da preferire a tutte le altre terapie fisiche strumentali che
il muscolo, il tendine o la sua giunzione e più il trau- gioni. Ricordate che tutte le malattie hanno un iter ed un spesso vengono richieste (elettrostimolazioni e ionofo-
ma è forte maggiore sarà la lesione causata. È indiretto, tempo per guarire e che come le medicine ci vogliono resi, a mio avviso, non servono a niente) è, inoltre, fon-
quando l’agente lesivo che lo provoca è distante e fanno quelle giuste. Rivolgetevi quindi alle persone giuste e damentale un buon lavoro manuale con massaggi, eser-
parte di questa categoria tutti i microtraumi. non abbiate fretta. cizi isometrici, eccentrici, tanto stretching, che all’inizio
Nei traumi diretti, secondo l’entità del danno si è soliti Cerchiamo ora di capire quali possono essere le cause deve essere effettuato passivamente, e soprattutto gin-
classificare la lesione del tendine in 1° e 2° grado come più frequenti dei microtraumi. nastica propriocettiva e recupero muscolare graduale e
parziale e completa se di 3° grado. La lesione completa In genere le lesioni da sovraccarico sono causate da progressivo fino al recupero totale finalizzato al ritorno
(rottura o distacco) può verificarsi anche senza un even- eccessive sollecitazioni per movimenti ripetuti intensa- dell’attività sportiva.

Podismo e Atletica - 63
È primavera, dai…
comincia a correre
S
e la mente non mi tradisce una canzone casa e correre fino a quando si ha fiato. Calma! Tab. 1 - programma per chi non ha
del passato diceva: “È primaveraaaaaa Correre è divertente, bello, fa bene, ma è un’at- mai fatto sport
svegliatevi bambine, alle Cascine, messer tività seria, e come tale per poterne assorbire Età (anni) Minuti di cammino Minuti da aggiungere
aprile fa il rubacuoooooor”. Un inno all’amore, tutti gli effetti positivi deve essere considerata. da compiere quando ogni settimana
ad uscire di casa ed a godere i piaceri della vita, Prima di indicarvi alcuni semplici programmi si inizia
della natura, proprio lì nel parco ultra noto a tut- di allenamento adatti ai principianti voglio in- 20 60’ 10’
ti i podisti fiorentini, e non solo: alle Cascine. dicarvi alcune regole di tipo generale. 40 40’ 8’
Il nostro “polmone” durante la giornata è mol- 50 e oltre 30’ 6’
to frequentato anche da donne ed uomini che a) ���������������������������
Accertatevi di essere sani. Recatevi in una (Arcelli-Massini “La mia maratona” editoriale sport Italia)
“consumano” un altro, non l’unico, piacere del- struttura di Medicina dello Sport e fatevi fare
la vita: la “corsa”. Fra questi viali molti e molte una prova da sforzo. Questo sarà sufficiente per Tab. 2 - Programma per iniziare a correre,
hanno fatto o stanno per fare le loro prime espe- poter cominciare a correre. Poi se più avanti adatto a chi è in grado di camminare
rienze con quello che è o sta per diventare uno avrete anche intenzione di partecipare a gare agevolmente per almeno 90’
degli amori della loro vita, la corsa. competitive dovrete iscrivervi ad una società Età Con quanti minuti di Quanti minuti di corsa
Questa volta voglio rivolgermi a coloro che e dovrete farvi rilasciare il certificato medico (anni) corsa è bene iniziare vanno aggiunti ad ogni
seduta
sono convinti nell’affermare: “Io non correrò di idoneità alla pratica del podismo. Non scher-
20 12 4”
mai, a me piacciono gli sport dove non si fa zate su questo aspetto: la salute prima di tut-
fatica.” Questa frase l’ho sentita dire migliaia to. Condivido il concetto espresso dell’amico 25 10 3’30”
di volte, da migliaia di persone. La mia sod- Luigi Felicetti nel numero di marzo di P. & A.: 30 8 3”
disfazione è però vedere sempre più gente a “Prevenire è meglio che curare”. 35 7 2’30”
correre alle Cascine, ma non solo. Scusate un 40 6 2”
po’ di retorica, ma si sta avverando quello che b) ���������
Le scarpe. Recatevi in un negozio specializ- 45 5 1’30”
dicevamo a chi, 30 anni e passa or sono, ci ve- zato e fatevi consigliare un paio di scarpe adatte 50 4 1”
deva correre per Firenze o da altre parti: “Un a voi. La scarpa è l’attrezzo fondamentale del 55 3 1”
giorno anche tu sarai uno dei nostri”. I numeri podista. Mi raccomando non uscite dal negozio (Arcelli-Massini “La mia maratona” editoriale sport Italia)
parlano chiaro, i partecipanti agli sport dove
“non si fa fatica” sono in netto calo di parte- Tab. 3 - Esempio di programma per principiante di 30 anni
cipazione (Magda Maiocchi, Correre febbraio 1° Giorno 2° Giorno 3° Giorno 4° Giorno 5° Giorno 6° Giorno 7° Giorno
2005, pagina …), mentre sono sempre di più 1° S 8’ 11’ 14’
i praticanti la corsa. Basta guardarsi intorno. 2° S 17’ 21’ 24’
Cosa sta succedendo? Il mondo sta impazzen- 3° S 8’ 11’ 14’
do? È il risultato dell’effetto serra, o del buco 4° S 27’ 30’ 33’
dell’ozono? Niente di tutto questo. La gente 5° S 36’ 39’ 42”
corre semplicemente perché sta bene. Chi non 6° S 27’ 30’ 33’
ha mai corso crede che la corsa sia sinonimo 7° S 45’ 47’ 50’
di fatica pazzesca. Quando poi, questi signori 8° S 53’ 56’ 59’
o signore, iniziano a correre si accorgono che 9° S 45’ 47’ 50’
(Arcelli-Massini “La mia maratona” editoriale sport Italia)
correre non è poi una gran fatica, nasce l’amore
per corsa. L’articolo non è rivolto a voi abituali
Tab. 4 - Esempio di programma per principiante di 50 anni
lettori di Podismo & Atletica, ma ai vostri ami- 1° Giorno 2° Giorno 3° Giorno 4° Giorno 5° Giorno 6° Giorno 7° G�����
iorno
ci quindi, approfittando delle imminenti feste 1° S 4’ 5’ 6’
pasquali, regalate pure un numero della rivista 2° S 7’ 8’ 9’
agli scettici, oppure fotocopiate l’articolo e fa- 3° S 10’ 11’ 12’
teglielo leggere. 4° S 7’ 8’ 9’
La decisione di scrivere quest’articolo non de- 5° S 13’ 14’ 15’
riva dalla voglia di far aumentare le vendite di 6° S 16’ 17’ 18’
Podismo e Atletica, bensì dall’intenzione di 7° S 19’ 20’ 21’
aiutare i vostri amici e le vostre amiche a co- 8° S 13’ 14’ 15’
noscere il nostro mondo. Non si può pensare di 9° S 22’ 23’ 24’
svegliarsi una mattina e dire: oggi comincio a 10° S 25’ 26’ 27’
11° S 28’ 29’ 30’
correre, precipitarsi nel ripostiglio a prendere le
12° S 22’ 23’ 24’
vecchie scarpe da ginnastica di quando facevate
13° S 31’ 32’ 33’
educazione fisica alle medie, indossare i vec-
14° S 34’ 35’ 36
chi pantaloncini da calcio di quando giocavate 15° S 37’ 38’ 39’
negli allievi, mettersi la maglietta a mezze ma- 16° S 40’ 41’ 42”
niche vinta alla fiera di beneficenza, uscire di (Arcelli-Massini “La mia maratona” editoriale sport Italia)

64 - Podismo e Atletica
se prima non avete provato a correre anche sul
posto con le vostre nuove scarpe da running.

c) ���������������
L’abbigliamento. In questa stagione, per ini-
ziare, una maglietta ed un paio di pantaloncini
da atletica per gli uomini andranno benissimo.
Se le ragazze sono un po’ vergognose, allora
potranno indossare una calzamaglia. Dovesse
essere tempo brutto non mettetevi il k-way, ma
una giacca della tuta sarò più che sufficiente.

d) ���������
L’orario. In questa stagione l’ora di pranzo
è perfetta, ma anche le ore serali prima di buio
vanno benissimo. Se e quando siete liberi dal
lavoro, optate per la mattina non all’alba, ma
con comodo e nel pomeriggio. Insomma evitate
di alzarvi presto, di correre al buio o nelle ore essere considerati mesocicli 2:1 ovvero con due dell’ultimo mesociclo eseguito (Tab. 4).
calde. settimane di microcicli in progressione ed una Una volta raggiunti i 40’ di corsa allora il prin-
settimana di recupero durante la quale si ripe- cipiante potrà essere considerato un “podista” e
e) Cosa
�������������
mangiare. Non iniziate a stomaco vuo- terà la prima settimana dell’ultimo mesociclo cominciare ad eseguire programmi di allenamen-
to, ma nemmeno a stomaco pieno. Una frutta eseguito (Tab. 3). to più adatti alle sue “nuove” caratteristiche.
mangiata 90’ prima dovrebbe essere l’ideale. Dopo i 40 anni dovranno essere considera- Messer aprile vi aspetta, forza, iniziate a corre-
ti mesocicli 3:1 ovvero ogni tre microcicli in re. Buon divertimento.
f) ���������������
Prima camminare. Questa volta mi rivolgo progressione sarà ripetuto il primo microciclo Fulvio Massini
ai sedentari “reali” ovvero a chi non mai fatto
sport in vita sua. Arrivati a 90’ di cammino con-
secutivo non a “passo vetrina”, ma un po’ più
spedito, allora potrete iniziare a correre seguen-
do le indicazioni dei programmi di allenamento
Il training holidays
L’
di seguito indicate. I sedentari non reali, coloro idea nacque nel 1989 quando, in qualità di fiduciario tecnico regionale della FIDAL, or-
che sono in grado di fare delle passeggiate sen- ganizzai il primo raduno tecnico giovanile, seguendo le orme del mio predecessore, a S.
za appoggiarsi ogni 20’ sui paracarri potranno Sepolcro. La località era perfetta: hotel, campo di atletica, palazzetto dello sport, piscina,
iniziare dal programma di corsa “saltando” paesino, tutto a portata di mano. A quei tempi facevo parte anche di una commissione federale che
si occupava di attività amatoriale ed una delle proposte che portai fu proprio quella di organizzare
quello del cammino.
un raduno tecnico per amatori proprio lì, a S. Sepolcro. A luglio del 1990 nacque il primo raduno
tecnico per amatori a S. Sepolcro, dove un mese più tardi ci sarebbe stato anche il raduno dei più forti
g) ���������������������
Frequenza settimanale. L’ideale all’inizio è
giovani atleti toscani. Dopo quell’esperienza, fino al 1999, fui molto impegnato nell’attività federale
tre giorni alla settimana. Di più non è necessa- a vari livelli e l’idea dei raduni per amatori restò chiusa in un cassetto del mio cervello. Nel 1999,
rio anzi può essere un po’ rischioso per tendini però, contemporaneamente alla nascita del Training Consultant, nacquero i Training Holidays, con
e muscoli. lo slogan: allenamento, cultura, divertimento. L’idea del 1990 si era evoluta. In 10 anni avevo fatto
tanti tipi di esperienze diventando, fra l’altro, anche subacqueo oltre a tecnico di atletica, specialista
h) Il
��������
ritmo. Sia durante il cammino che durante per il mezzofondo ed altro che vi risparmio. Nonostante le varie esperienze la corsa è sempre rimasta
la corsa il ritmo deve essere tale da consentire l’attività principale ed anche la passione preferita. Fare tanta esperienza, essere sempre assetato fino
di non andare mai in affanno e di parlare age- all’ingordigia di sapere per poi tenerlo per me non l’ho mai ritenuto un atto di onestà né nei miei
volmente addirittura di raccontare una barzel- confronti né nei confronti di tutti quelli che avrebbero potuto usufruire delle mie conoscenze per star
letta e di ridere se ne raccontano una bellina. bene e divertirsi. Ecco come sono nati il Training Consultant e i Training Holidays ovvero la sua
l’appendice vacanziera. Chi pensa ad una vacanza, noiosa, da vivere sotto l’ombrellone con un ro-
i) Il
������������
tracciato. Per camminare dopo le prime manzo da leggere, non vada avanti, smetta di leggere quest’articolo, eventualmente venga a trovarmi
due settimane potrete scegliere tutti i tipi di in ufficio a Firenze; chi ha voglia di vivere una vacanza attiva, piena di tutto ciò che desidera: allora
tracciato che desiderate. Per correre, almeno ok, potrà essere dei “nostri”.
fino a quando non sarete in grado correre 60’, Allenamento: lavoriamo con calma con gruppi organizzati per livelli facendo test, monitorando al-
dovrete preferire percorsi pianeggianti. lenamenti e non solo. Cultura: ogni giorno è prevista una parte di teoria sulle varie tematiche del
Le indicazioni riportate qui di seguito sono ri- mondo podistico senza tralasciare nulla, dai cenni di teoria dell’allenamento a nozioni su alimenta-
zione e integrazione e con la possibilità di affrontare argomenti di tipo individuale. Divertimento:
volte a chi non è sedentario.
non siamo fatti di sola corsa ed ecco che durante la giornata organizziamo escursioni o visite in varie
La prossima volta ci occuperemo di ex atleti e
parti delle zone per far conoscere per esempio i benefici dell’acqua se siamo all’Elba o la bellezza di
di chi pur praticando altri sport vuole iniziare
una passeggiata fra i mirtilli della Val Pusteria o della Val di Fassa, un bel giro in bici, ecc. No, non
a correre trascuriamo i familiari i quali in certi momenti si uniscono al gruppo e per i quali organizziamo co-
munque attività quando il gruppo è impegnato. Sì, tranquilli, penso anche alla sera, niente è lasciato
Ogni seduta dovrà essere preceduta e seguita al caso. Gli alloggi: all’Elba l’hotel Lacona, ovvero il massimo; dopo aver vagato per varie località
da almeno 15’ - 20’ di cammino a passo pro- dell’Elba qui ho trovato tutto ciò che cercavo. Il parco, l’aula delle conferenze, la piscina, il mare
gressivamente più veloce prima di iniziare e a 50 m e poi la disponibilità della dirigenza. Stesso tipo di accoglienza lo troviamo in tutti gli hotel
progressivamente più lento dopo il termine del o alloggi proposti che sono selezionati in base alle nostre specifiche richieste. Aggiungo solo che i
tratto di corsa. nostri Training Holidays hanno posti limitati perché, anche se mi avvalgo della presenza di collabo-
La progressione dei minuti di corsa da aggiun- ratori, voglio seguirvi tutti di persona.
gere ad ogni seduta di allenamento non deve es- Per saperne di più contattatemi: fulvio@fulviomassini.com. Grazie per l’attenzione, a presto.
sere sempre costante. Fino ai 40 anni dovranno Fulvio Massini

Podismo e Atletica - 65
Storia dell’Atletica
Emilio Lunghi: la prima
medaglia olimpica italiana
L
a rinuncia della città di Roma ad ospitare la IV di Gustavo Pallicca
edizione dei Giochi, fece dirottare su Londra
l’onere organizzativo della rassegna olimpica, un gran fascino sulle donne, verso le quali era attratto Lunghi si impose con grande facilità nella gara, sca-
la quale, dopo la buona riuscita dei Giochi Intermedi con ugual trasporto. vando una voragine fra lui e gli avversari.
di Atene del 1906, era attesa alla grande conferma Era molto versatile nella pratica sportiva, spaziando Emilio se ne andò in partenza facendo gara solita-
dopo il significativo esordio in terra di Grecia (1896), dalla ginnastica al nuoto, dalla lotta al sollevamento ria, transitò in 26”4/5 ai 200 metri, 56”1 ai 400 e
al quale erano seguiti i “fiaschi” di Parigi (1900) e St. pesi. 1’59”1/5 agli 800 (tempo che era di gran lunga la
Louis (1904). In atletica, dove non era ancora (almeno in Italia) in miglior prestazione italiana su quella distanza). Con-
In Italia si costituì il Comitato Italiano per i Giochi di auge la specialità del decathlon, nella quale avrebbe tinuò a spingere e chiuse ai 1000 metri nel tempo di
Londra che ebbe il compito di organizzare la trasferta sicuramente eccelso, si cimentò nelle più svariate 2’31”, che rappresentò la migliore prestazione mon-
e di comporre la squadra, anche se la scelta definitiva specialità. Era in grado di superare agevolmente il diale (ufficiosa in quanto la I.A.A.F. ancora non esi-
degli atleti fu demandata alle singole federazioni. metro e sessanta nel salto in alto e di battere nel lan- steva). Il tempo ottenuto da Lunghi andò a sostituire
La selezione dei partecipanti alle gare d’atletica fu cio del disco i migliori specialisti italiani. Anche la quello del francese Henri Deloge, podista che il 29
pertanto demandata, per quanto riguardava le gare di specialità dei 400 metri ad ostacoli lo vide fra i primi giugno del 1902 aveva corso la distanza in 2’35”4/5
corsa, alla Federazione Pedestre Italiana presieduta praticanti a livello nazionale. nel corso del Grand Prix de Paris.
dall’on. Brunialti, mentre per i lanci ed i concorsi fu Nel 1905 Lunghi passò al club Nell’occasione funzionarono da
competente la Federazione Nazionale di Ginnastica. più importante della Liguria, cronometristi il velocista
La F.P.I. scelse i campionati italiani, in programma a lo Sport Pedestre Genova Claudio Carpi e l’avvo-
Roma, Piazza di Siena (pista m 370,80), dal 31 mag- e il 18 giugno al velo- cato Volpi, ai quali si
gio al 3 giugno, per selezionare gli atleti da schierare dromo Umberto I di deve anche la rile-
a Londra. Vercelli vinse il vazione dei tempi
In questa edizione della massima rassegna atletica suo primo titolo intermedi.
nazionale, organizzata nell’ambito di una festa po- italiano aggiu- Prima di par-
lisportiva indetta dall’Istituto Nazionale per l’incre- dicandosi in tire per Lon-
mento dell’Educazione Fisica, si mise in luce, fra gli 4’27” la ga- dra Lunghi
altri, un atleta destinato ad entrare nella storia del- ra dei 1500 gareggiò a
l’atletica leggera italiana: Emilio Lunghi. metri, da- Milano, al
Lunghi era nato a Genova il 16 marzo 1886 (e non vanti a Ro- molo Lu-
nel 1887 come riportato da alcune fonti. Marco Mar- berto Pen- cedio, in
tini ha ottenuto dal comune del capoluogo ligure il na, che gli una gara di
certificato di nascita che conferma la data del 1886) giunse a tre 800 metri
ed aveva cominciato la sua attività sportiva nel 1902, metri, e ad in rettilineo
quando era ancora studente dell’Istituto Nautico, Aduo Fava su strada. Il
nelle file della Società Ginnastica Andrea Doria. della Fortitu- risultato di
In quel periodo la Liguria era una delle regioni più do Bologna. quella prova,
progredite nel campo sportivo ed era stata fra le pri- Lunghi si de- 1’52” fu salu-
me ad organizzare manifestazioni podistiche. La Li- dicò con grande tato dalla stam-
guria vantava inoltre già campioni consacrati come spirito agonistico a pa come nuovo
Cesare Augusto Ferrari, vincitore a Torino del primo molte gare su strada record del mondo.
campionato italiano di corsa di resistenza. (circuiti cittadini) tanto Emilio coprì i primi
Il giovane Lunghi si segnalò proprio in un campio- è vero che il 29 ottobre di quattrocento metri in 54”
nato regionale di mezzofondo (m 1800, Genova 12 quello stesso 1905 batté di ed ebbe ragione del profes-
ottobre 1902) finendo secondo dietro Annibale Gal- un soffio Dorando Pietri nel Giro sionista F. Hewitt di Sydney e del
mozzi della “Nicolò Barabino” di Sampierdarena, di Milano (metri 11.250) con il tempo di dilettante C. H. Kilpatrich di New York.
atleta che in quel momento era considerato il più 35’45” contro i 35’46” del carpigiano. La prestazione tuttavia non poté essere omologata
bravo in assoluto in Liguria (terzo classificato sul Nel 1906, per le note diatribe fra l’Unione Pedestre neppure come primato italiano.
miglio ai campionati italiani disputatisi a Torino il Italiana e La Gazzetta dello Sport, si disputarono Il “mondiale”, se così si può chiamare, apparteneva
15 settembre 1901). due campionati italiani. Emilio Lunghi partecipò ad allo stesso Kilpatrick (1’53”2/5) ottenuto sulle 880
La prima vittoria di Emilio Lunghi è datata 24 mag- entrambi vincendo a Torino (30 settembre) il titolo yard ma con le quattro curve regolamentari delle pi-
gio 1903 e fu ottenuta a Genova, loc. Acquasola in dei 400 e 1500 metri mentre a Milano (21 ottobre) ste da stadio.
una gara sui 3000 metri davanti a Carlo Rainero del- doppiò quello dei 1500. A Londra per la prima volta gli atleti gareggiarono in
lo Sport Pedestre di Genova. Disertò i campionati del 1907 mentre fu in gara a gare olimpiche nel nome dei rispettivi paesi.
In poco tempo Lunghi divenne un beniamino delle quelli del 1908, valevoli quale selezione per i Giochi I Giochi Olimpici si disputarono nell’impianto po-
folle e La Gazzetta dello Sport ne parlò continua- di Londra, che come già detto furono organizzati a lisportivo di White City in Shepherd’s Busch, una
mente con toni entusiastici, segnalando, fra l’altro, la Roma dal 31 maggio al 3 giugno. zona semi deserta della periferia londinese, su di una
sua presenza come “scratch” nelle gare a handicap. Le gare si svolsero sulla pista di Piazza di Siena, pista nuovissima che misurava m 536,45.
Nel 1904, sempre per i colori della S.G. Andrea favorite da splendide condizioni atmosferiche alla Le fatiche olimpiche di Lunghi ebbero inizio un’ora
Doria, partecipò al Concorso Ginnastico Nazionale presenza di oltre 5.000 spettatori fra i quali i Sovrani dopo la cerimonia d’apertura che ebbe luogo il 13
Federale che si disputò il 2 giugno a Firenze nel- d’Italia. luglio.
l’anfiteatro realizzato sul prato del Quercione alle Nella giornata di apertura il genovese si aggiudicò Schierato nella terza batteria dei 1500 metri, Lunghi
Cascine, Lunghi si cimentò sulla distanza dei 1000 di nuovo il titolo nazionale dei 400 metri battendo di corse sotto la pioggia in 4’03”4/5 classificandosi
metri finendo al secondo posto dietro al concittadino circa 15 metri Massimo Cartesegna dell’Audace di secondo alle spalle dell’inglese Norman Hallows
Roberto Penna della Cristoforo Colombo. Torino. A Roma quell’anno gli organizzatori inclu- (4’03”2/5). Il tempo del genovese risultò di gran
sero nel programma dei campionati la gara dei 1000 lunga inferiore a quelli dei vincitori delle altre sette
Lunghi era dotato di un fisico perfetto. Alto 1.80, ben metri al posto dei 1500 che si disputò nello stesso eliminatorie, ma non gli consentì l’accesso alla finale
strutturato, era di bellissimo aspetto e quindi esercitò pomeriggio del 31 maggio. che per l’assurdo regolamento spettava solo ai primi

66 - Podismo e Atletica
stile questi lusinghieri apprezza-
menti. Una cosa sola gli manca.
La volontà tenace di dedicarsi
con imperturbabile costanza,
misura e regolarità ad un serio e
razionale allenamento. Noi però
speriamo che il fortissimo geno-
vese, ammaestrato e stimolato da
questa sua onorevole disavven-
tura, si metterà d’ogginnanzi di
buzzo buono per far sì che s’av-
verino le speranze di coloro che
l’ammirano”.

Nel luglio del 1909 Lunghi, in-


vitato dall’allenatore americano
Lawson Robertson, che lo seguì
anche dal punto di vista tecni-
co, affrontò una lunga trasferta
americana che si protrasse dal 3
luglio al 27 ottobre (trasferimenti
esclusi…).
Dopo un inizio incerto (un ritiro,
un terzo ed un secondo posto),
Lunghi inanellò una serie di undi-
ci successi intervallati da altri due
secondi piazzamenti.
La prima grande affermazione è
datata 7 agosto quando il nostro
campione affrontò sulle 600 yard
(metri 548,62) all’Asbury Park di
classificati di ogni singola batteria. Lunghi dovette quanti sforzi facesse non riuscì a riprenderlo, finen- New York, Harry Hillman, l’or-
quindi rassegnarsi a guardare la corsa che assegnò le do secondo, distaccato di circa 8 metri nel tempo di goglio dei Mercury Footers dell’Athletic Club.
medaglia d’oro dalla tribuna. 1’54”1/5, migliore del precedente limite olimpico. Lunghi vinse la gara superando l’americano di soli
Il suo tempo non venne omologato dagli organismi La Gazzetta dello Sport del 27 luglio riportò alcuni 15 cm nel tempo di 1’13”4/5.
del tempo come primato nazionale. Il suo 4’03”4/5 commenti del dopo gara del nostro fuoriclasse: “Ne- Pochi giorni dopo, il 22 di agosto, sempre sulla stes-
fu migliorato solo nel 1923 da un altro italiano, Di- gli 800 metri (Lunghi) sollevò l’entusiasmo di tutto il sa distanza delle 600 yard, Lunghi sconfisse al Celtic
sma Ferrario che riuscì a correre in 4’02”1/5. pubblico che gremiva lo stadio pur rimanendo soc- Park di N.Y. il campione olimpico di Londra Shep-
Ecco come La Gazzetta dello Sport descrisse quel- combente al terribile Sheppard. Tutti però sono con- pard in 1’13”1/5, impresa che ripeté il 6 settembre
la sfortunata batteria: “Alla partenza Cartasegna di cordi nel preconizzare in lui il corridore fenomenale, sulla stessa pista ma sulla distanza delle 700 yard
Torino prende la testa. Lunghi lo passa quasi subito il futuro campione del mondo. La sua struttura me- (1’27”2/5, miglior prestazione mondiale, precedente
tenendo la testa per tutto il percorso. Cartasegna ravigliosa, snella, armonica e robusta ad un tempo, 1’31” di “Lon” Myers nel 1882).
intanto non resiste e cede mentre l’americano Riley giustifica infatti insieme alle sue doti di combattente, Subito dopo quella gara Emilio si trasferì in Canada
all’ultimo giro tenta di passare il nostro Lunghi, ma alla portentosa elasticità dei garretti ed al bellissimo dove si esibì a Montreal (15 settembre), Scarborou-
invano. Hallows subentra nel rettilineo d’ar- gh e Hamilton (25 settembre) sempre sulle 880
rivo battendo quasi sulla linea del traguardo yards.
Emilio Lunghi di appena un metro. Il tempo A Montreal le gare erano valide per il Campio-
però dell’uno e dell’altro costituiscono perciò nato del Canada e si disputarono su una pista
record del mondo, così che la giuria provvede- di 536,35 metri (un terzo di miglio inglese)
rà ad ammettere in finale anche l’italiano”. di proprietà della Montreal Amateur Athletic
Association. Lunghi, che correva per i colori
La previsione del corrispondente del quotidia- dell’Irish-American A.C., si aggiudicò la prova
no milanese fu piuttosto ingenua e il provvedi- in 1’52”4/5, rallentando volutamente nel finale,
mento auspicato in favore dell’italiano non si stabilendo un eccezionale record mondiale, che
realizzò. in Italia fu riconosciuto solo nel 1927 quando
Fu un vero peccato perché se Lunghi avesse la F.I.D.A.L., subentrata alla F.I.S.A. nella con-
potuto correre la finale, lo avrebbe sicuramen- duzione federale, si preoccupò di sollecitare
te fatto da protagonista. La vittoria andò così a alla consorella canadese i dati necessari per la
sorpresa all’americano Mel Sheppard, lo stesso omologazione della prestazione quale primato
che l’italiano incontrerà nella finale degli 800 italiano.
metri sette giorni dopo. Il giornale francofono “La Presse”, consultato
Lunghi smaltì la rabbia per l’immeritata eli- da Roberto L. Quercetani in occasione della
minazione e una settimana dopo - martedì 21 sua trasferta in Canada per assistere ai Giochi
luglio - ottenne un meritato secondo posto ne- del 1976, riportò questa annotazione: “Lunghi
gli 800 metri, conquistando la prima medaglia avrebbe potuto fare 1’50”, perché rallentò vo-
olimpica dell’atletica italiana. lutamente l’andatura a 25 yard dal filo di la-
In batteria (20 luglio) Lunghi ebbe ragione sen- na”.
za difficoltà dei suoi avversari, migliorando il A fine settembre Lunghi rientrò negli Stati Uni-
suo personale con un ottimo 1’57”1/5, il tempo ti e il 10 ottobre al Celtic Park di N.Y. stabilì un
più rapido delle batterie eliminatorie. nuovo primato del mondo, quello sui due terzi
Nella finale che si disputò il giorno dopo, di miglio (1.320 yard pari a metri 1072,86) con
Emilio seguì con coraggio il ritmo dello statu- il tempo di 2’45”3/5, battendo di 2”3/5 il re-
nitense Sheppard che a metà gara transitò con cord precedente stabilito nel 1882 dal celebre
un sensazionale 53”, andando poi a chiudere Walter G. George a Barkeley Oval (Inghilterra)
la gara nel tempo di 1’52”4/5, nuovo primato in 2’48”1/5.
mondiale. Lunghi tornò in Italia a metà dicembre sbarcan-
Lunghi fu sorpreso dal ritmo del rivale. Gli ri- do prima a Napoli e infine a Genova.
mase per tutta la gara abbastanza vicino, ma per Il bilancio del genovese in America era stato

Podismo e Atletica - 67
su 31 gare disputate di 27 vittorie ottenute contro i e 800 metri. di tempo nel quale Lunghi non ebbe praticamente
migliori mezzofondisti del mondo. Incontrò quattro Ormai la carriera di Lunghi è giunta al capolinea. Nel rivali in Italia. A parte i Giochi Olimpici, dove as-
volte il campione olimpico Mel Sheppard e lo batté 1918 e 1919 partecipò a manifestazioni di propagan- surdi regolamenti ne frustrarono - 800 metri a parte
tre volte. da oppure ad esibizioni. - le velleità di accesso alle finali ed alla esperienza
Per due anni, 1909 e 1910, Lunghi non partecipò ai Rinunciò all’ultimo momento a schierarsi al via de- statunitense e canadese del 1909, Lunghi non ebbe
campionati italiani, ai quali si ripresentò nel 1911 gli 800 metri nei Giochi Interalleati di Parigi (stadio molte altre opportunità di incontrare atleti americani
vincendo a Roma il titolo dei 1000 metri (2’40”1/5) Pershing) in programma per il 4 luglio 1919. e inglesi, i soli in grado di creare in lui incentivi e
davanti a Guido Calvi e Massimo Cartesegna, dal Cessata l’attività agonistica si impegnò in attività di stimoli in competizioni di alto livello.
quale venne successivamente battuto nella prova dei solidarietà in favore dei marittimi, fondando con il Più tardi qualcuno tentò un paragone fra Lunghi e
1200 metri con siepi. comandante Giulietti la Federazione dei lavoratori Beccali, la medaglia d’oro olimpica dei 1.500 metri
Lunghi si riprese il titolo di quest’ultima specialità del mare. ai Giochi di Los Angeles del 1932.
nel 1912 vincendo la prova disputatasi a Verona (16 Nel 1920 fu assistente dell’americano Platts Adams, Ma come spesso avviene in questi confronti lo stato
maggio) nel tempo di 4’00”3/5 battendo Massimo chiamato a svolgere l’incarico di Commissario Tec- delle piste ed anche, come sopra abbiamo visto, le
Cartesegna e Catullo Zanier e confermandosi cam- nico della nazionale di atletica in vista dei Giochi di difficoltà degli scontri diretti con avversari di valore,
pione italiano dei 1000 metri (2’42”1/5) ancora una Anversa. rende problematica una corretta valutazione dei me-
volta davanti a Calvi. Lunghi ricoprì lo stesso incarico anche ai Giochi di riti e del valore di due atleti che comunque furono i
Decisivo il suo apporto alle staffette dello Sport Club Parigi del 1924 dove fu anche membro della giuria primi a fare grande il mezzofondo italiano.
Italia di Milano che si laureò campione nazionale di marcia.
della 4x440 yard e della staffetta olimpionica sul mi- Abbiamo visto che la natura era stata prodiga con Fonti:
glio (200+200+400+809). Emilio Lunghi dotandolo di un fisico asciutto ed A. Frasca, S. Garavaglia, M. Martini, R. L. Quercetani
Cinque gare e cinque vittorie; questo fu il suo bi- armonioso di proporzioni. Piaceva alle donne e le “1898-1912. L’era di Dorando e di Emilio Lunghi - Sto-
lancio dei campionati che smentì categoricamente donne piacevano a lui. ria dei campionati italiani di atletica leggera”, A.S.A.I.
coloro che volevano Lunghi fuori forma a causa del Morì luetico nella sua Genova il 25 settembre del - Archivio Storico dell’Atletica Italiana “Bruno Bono-
servizio militare. 1925 a soli 39 anni. melli”, Brescia, 1999
Ma qualcosa nel suo meraviglioso meccanismo di L’elenco dei suoi risultati è lunghissimo a testimo- G. Colasante “La nascita del Movimento Olimpico in
atleta si andava guastando. Infatti ai Giochi di Stoc- nianza di un’attività veramente notevole in un lasso Italia”, C.O.N.I., Roma 1996
colma non riuscì a superare le semifinali sugli 800
metri come sui 400.
Per dirla tutta c’è da far osservare che alla vigilia dei
Giochi Lunghi era ancora arruolato nella Regia Ma-
rina in qualità di semaforista e non aveva indossato
le scarpette chiodate da molto tempo.
Il 6 luglio 1912 nello splendido stadio olimpico di
Stoccolma corse nella prima batteria degli 800 me-
tri e terminò al secondo posto dietro all’americano
Caldwell in un tempo stimato di 1’59”1.
Il giorno dopo si corsero le semifinali. Lunghi si pre-
sentò in testa nel rettilineo d’arrivo, ma venne sopra-
vanzato da quattro concorrenti che ne determinarono
la eliminazione nel tempo stimato di 1’56”.
L’11 luglio si corsero le batterie dei 400 metri piani.
Lunghi indossò per la prima volta le scarpette chio-
date (di solito utilizzate solo per le gare di velocità) e
si qualificò facilmente (50”5).
In semifinale Emilio giunge secondo dietro allo sta-
tunitense Hoff (49”7) in un tempo stimato di 50” che
tuttavia non gli permise di accedere alla finale.
Si concluse così la sua avventura olimpica comincia-
ta quattro anni prima a Londra.
Ai campionati italiani di Milano del 1913, organizza-
ti dalla F.I.S.A. sul campo della U.S. Milanese (pista
m 375), Lunghi si aggiudicò il titolo dei 1500 metri
in 4’16”3/5 (20 settembre), mentre il giorno dopo si
cimentò, aggiudicandosi il titolo, sulla distanza dei
400 metri ad ostacoli nel tempo di 1’02”2/5 davanti
a Giuseppe Bernardoni (Pro Morivione di Milano).
La gara si effettuò a cronometro.
Nel 1914 si trovò impegnato nella difesa delle coste
di Varignano nel golfo di La Spezia, attività che lo
impegnò fino al termine della guerra (1919).
Si allenò poco ma comunque partecipò a Milano ai
campionati italiani aggiudicandosi il titolo degli 800
metri nel tempo di 2’02”3/5 (27 settembre) e quello
della staffetta olimpionica con i colori dello Sport
Club Italia (26 settembre). In precedenza aveva
partecipato anche alla finale dei 400 metri finendo
secondo a 30 centimetri da Franco Giongo (Virtus
Bologna) dopo un entusiasmante spalla a spalla
protrattosi per tutto il rettilineo di arrivo. Tempo del
vincitore 51”3/5.
Giongo portò al successo la Virtus Bologna nella suc-
cessiva finale della staffetta 4x400, dopo che Lunghi,
in seconda frazione, aveva assicurato un temporaneo
vantaggio alla formazione milanese.
Dal 1915 al 1918 i campionati nazionali furono sop-
pressi a causa degli eventi bellici e vennero sostituiti
da “Gare Atletiche Nazionali” che videro la parte-
cipazione vittoriosa di Lunghi nelle prove dei 400

68 - Podismo e Atletica
50 CORSE 50
a cura di Franco Civai

Questa lista riporta i risultati di cinquanta


corse, disputatesi in Italia, nel 2004. Sono
escluse le maratone, le mezze maratone e le
ultramaratone. Inoltre non sono stati consi-
derati i cross e le corse in montagna. Vo-
lendone scegliere solo cinquanta, ne abbia-
mo dovuto lasciare fuori molte. Non vuole
essere questa una graduatoria di merito. É
solo una piccola panoramica delle corse
italiane su strada. Un aspetto salta subito
agli occhi: il dominio degli atleti africani.
Siano marocchini, keniani o etiopi, i “no-
stri” sono costretti a soccombere.

DATA LUOGO NOME TEMPO E VINCITORE UOMINI TEMPO E VINCITRICE DONNE


1 18-gen-04 Monteforte d’Alpone (VR) Montefortiana, 23a ed. 31.12 Domenico D’AMBROSIO 20.46 Jacklyne CHEMWEK (ken)
2 31-gen-04 Modena Corrida di s. Geminiano, 30a ed. 37.49 Benson BARUS (ken) 44.25 Gloria MARCONI
3 03-feb-04 Catania Tr. Sant’Agata, 42a ed. 31.06 Martin LEL (ken) 17.32 Carmela INCERTI
4 14-feb-04 Milano Passo del Ciovasso, 27a ed. 28,38 Paul LANGAT (ken) 21.30 Faith JERUTO (ken)
5 29-feb-04 Bra (CN) Nove miglia, 14a ed. 46,11 Vasyl MATVIYCHUK (ukr) 53.53 Faith JERUTO (ken)
6 21-mar-04 Cavriè (TV) Memorial A. Tomasi, 14a ed. 29,35 Philemon KIPKERING (ken) 16.50 Silvia SOMMAGGIO
7 12-apr-04 Gualtieri (RE) Diecimila della Pasquetta, 4a ed. 28.13 Silas KIRUI (ken) 32.01 Caroline CHEPTANUI (ken)
8 17-apr-04 Vigevano (PV) Scarpa d’oro, 25a ed. 22,52 Benson BARUS (ken)
9 18-apr-04 Treviso Corritreviso, 29,25 Gennaro DI NAPOLI 12.50 Michela ZANATTA
10 25-apr-04 Ponte in Valtellina (SO) Ponte in fiore, 27a ed. 23.10 Ronald KIPCHUMBA (ken)
11 01-mag-04 Trecastagni (CT) Trecastagni Star, 19a ed. 29.50 Simon KIILU KISINGA (ken) 15.36 Rita JEPTOO (ken)
12 01-mag-04 Oderzo (TV) Circuito città archeologica, 9a 28,38 Ruggero PERTILE 17.38 Patrizia TISI
13 01-mag-04 Teramo maratonina Pretuziana, 25a ed. 29.26 Said BOUMAHADI (mar) 33.20 Rose JEPCHUMBA (ken)
14 02-mag-04 Roma Decamilia, 1a ed. 44,49 Samuel NGANGA (ken) 50.04 Rosaria CONSOLE
15 16-mag-04 Milano Avon Running, 7a ed. 33.10 Patrizia TISI
16 23-mag-04 Livorno Corriprimavera, 25a ed. 34.04 Aziz DRIOUCHE (mar) 39.08 Simpet SULTAN (eri)
17 29-mag-04 Arezzo Scalata al Castello, 32a ed. 29.08 Stefano BALDINI 16.06 Rita JEPTOO (ken)
18 29-mag-04 Nuoro Corri Nuoro, 6a ed. 30.14 Salvatore ORGIANA 34.45 Emma IOZZELLI
19 05-giu-04 Comacchio (FE) 11 ponti, 38a ed. 29.01 Kenei KENAI KIPROTICH (ken)
20 12-giu-04 Tonadico (TN) Tr. S. Vittore, 33a ed. 28.05 Kenei KENAI KIPROTICH (ken) 17.37 Patrizia TISI
21 13-giu-04 Lumezzane (BS) Tr. Città di Lumezzane, 7a ed. 38.12 Abraham CHELANGA (ken) 46.05 Banuelia MRASHANI (tan)
22 19-giu-04 Firenze Notturna s. Giovanni, 30.09 Diomede CISHAHAYO (bur) 33.25 Gloria MARCONI
23 19-giu-04 Molinella (BO) Circuito internazionale 28.49 Giuliano BATTOCLETTI 35.05 Marina ZANARDI
24 20-giu-04 Chieti Notturna, 6a ed. 29.24 Ronald MUNJAO (ken) 32.57 Hafida IZEM (mar)
25 03-lug-04 Riva del Garda (TN) Notturna, 3a ed. 29.07 Martin TOROITICH (ken) Oksana MELZAEVA (ukr)
26 18-lug-04 Porto sant’Elpidio (AP) Tr. G. Ricci, 31a ed. 28.10 Stefano BALDINI
27 24-lug-04 Gonnesa (CA) Gonnesa corre, 19a ed. 20.59 Meba TADESSE (eth) 14.12 Caroline CHEPTANUI (ken)
28 26-lug-04 Castelbuono (PA), Giro podistico intern., 79a ed. 33.46 Martin LEL (ken) 18.54 Margaret OKAYO (ken)
29 31-lug-04 Agordo (BL) Le miglia di Agordo, 13a ed. 25.42 Edwin SOI (ken) 18.04 Gloria MARCONI
30 01-ago-04 Navazzo di Gargnano (BS) Dieci miglia del Garda, 31a ed. 47.56 Gashaw MELESE (eth) 26.54 Caroline CHEPTANUI (ken)
31 08-ago-04 Miglianico (CH) Miglianico Tour, 34a ed. 30.37 Martin LEL (ken)
32 09-ago-04 Bianco (RC) Corribianco, 3a ed. 28.48 Simon KIILU KISINGA (ken) 32.45 Caroline CHEPTANUI (ken)
33 11-ago-04 Amatrice/Configno (RI) Amatrice-Configno, 27a ed. 23.44 Stefano BALDINI 27.36 Alice CHELANGAT (ken)
34 12-ago-04 Miasino (NO) La Due Riviere, 6a ed. 30.57 Vasyl MATVIYCHUK (ukr)
35 29-ago-04 S. Daniele del Friuli (UD) Corrinfesta, 7a ed. 21.34 Gabriele DE NARD 17.55 Gloria MARCONI
36 12-set-04 Pordenone Giro Podistico, 23a ed. 25.03 Brahim TALEB (mar) 16.58 Bruna GENOVESE
37 18-set-04 Misterbianco (CT) Tr. Maria SS. D. Ammalati, 19a ed. 30.10 John CHERUIYOT KORIR (ken)
38 19-set-04 Francavilla Fontana (BR) Mem. A. Andriani, 10a ed. 25.50 Ottaviano ANDRIANI 19.43 Rosaria CONSOLE
39 26-set-04 Scicli (RG) Mem. P. Greco, 15a ed. 28.41 Sileshi SIHINE (eth)
40 02-ott-04 Rovereto (TN) Giro, 57a ed. 26.13 Daniel RONO (ken)
41 03-ott-04 Lama (PG) M.ina Lamarina, 21a ed. 40.28 Andrew SIGEI (ken) 46.53 Gladys CHERONO (ken)
42 09-ott-04 Martinengo (BG) Palio delle Porte, 29.34 David KIPRUTO METO (ken) 18.20 Caroline CHEPTANUI (ken)
43 09-ott-04 Trento Giro al Sas, 58a ed. 31.22 Stefano BALDINI
44 17-ott-04 Pettinengo (Biella) Giro podistico, 34a ed. 26.35 Moses MOSOP (ken) 12.32 Etalemahu KIDANE (eth)
45 14-nov-04 Cuneo Asics run, 16a ed. 27.59 Mohamed EL HACHIMI (mar) 18.55 Rita JEPTOO (ken)
46 14-nov-04 Villabate (PA) Mem. L. Zarcone, 3a ed. 24.53 Ronald MUNJAO (ken) 19.44 Silvia LA BARBERA
47 05-dic-04 Torino TuttaDritta, 2a ed. 29.19 Mohamed EL HACHIMI (mar) 33.47 Rosaria CONSOLE
48 12-dic-04 Fiumicino (Roma) Best Woman 29.24 Antonello PETREI 33.30 Rosaria CONSOLE
49 26-dic-04 Giavera del Montello (TV) Corsa di s. Stefano, 15a ed. 29.44 Ruggero PERTILE 17.07 Silvia SOMMAGGIO
50 31-dic-04 Bolzano S. Silvestro Boclassic, 30a ed. 28.24 Sergey Lebid (ukr) 16.14 Birhane ADERE (eth)

Podismo e Atletica - 69
U.P. Policiano - La nostra storia
N
egli anni settanta, il disordinato boom economico di circa 10\15 fino ad arrivare ad oltre 60 atleti attuali di
elevava il tenore di vita degli italiani, mettendo ottimo livello che gareggiano sia a livello regionale che
però a nudo le carenze strutturali e disorganiche nazionale ed internazionale.
dei servizi, accentuatesi notevolmente negli anni, per cui La presenza della Polisportiva Policiano è molto attesa
un ruolo essenziale in questo settore importante della so- nelle varie manifestazioni sia per la qualità che per il nu-
cietà, veniva assunto dal volontariato. Nel momento in cui mero di atleti partecipanti. In questi anni è stata la società
lo sviluppo si faceva più frenetico, aumentava tra la gente in provincia di Arezzo, ma forse anche a livello nazionale,
la domanda di sport effimero e tempo libero per sopperire che ha organizzato più gare podistiche, infatti la media è
al cosiddetto “logorio della vita moderna”. In questo conte- di circa 15\20 gare l’anno. IL GRAN PRIX: è stato idea-
sto, le grosse lacune ed il marcato disinteresse degli organi to ed organizzato dalla U.P. Policiano, un GRAN PRIX
istituzionali preposti a gestire quello che diveniva uno dei giunto con successo alla sua 9ª edizione inizialmente era
servizi più richiesti, creavano le condizioni perché lo sport all’interno della provincia di Arezzo, da alcuni anni copre
ed il passatempo a livello periferico ed armatoriale, fossero anche le provincie di Siena e Perugia. Consiste nel dispu- in costumi dell’epoca è stato complessivamente discreto:
monopolio di miriade di gruppi e società che si stavano co- tare gare prestabilite inserite in un circuito con determina- dobbiamo ancora migliorarci.
stituendo ovunque con alterna fortuna. Anche a Policiano ti punti per gli atleti partecipanti, che a conclusione delle Ultima della lista, ma prima per risultati raggiunti LA SCA-
non mancava chi sentiva vivamente il bisogno di parteci- gare vengono premiati in una cerimonia conviviale presso LATA AL CASTELLO fiore all’occhiello della Polisporti-
pare a questa nuova stagione di iniziative popolari, cosi la Polisportiva Policiano. Per 4 anni consecutivi abbiamo va Policiano. Dopo la prima pur modesta ma interessante
alcune persone del paese, dopo vari incontri, lunghe chiac- vinto i giochi senza frontiera ideati insieme alla Circoscri- gara, gli stessi policianesi protagonisti di questa iniziativa
chierate e vivaci discussioni, riuscirono a trovarsi d’accor- zione, in cui il paese di Policiano è stato molto compatto cominciarono a pensare di organizzare qualcosa di più
do per organizzare una modesta corsa podistica riservata coinvolgendo in modo totale bambini ed adulti. Spetta- importante nei ristretti confini del paese. In concomitanza
in prevalenza a gente del posto che dette poi la spinta per coli in occasione della Festa Paesana di agosto abbiamo con la nascita della Polisportiva si gettarono le basi per il
la realizzazione della prima Scalata al Castello che nacque creato anno dopo anno uno spettacolo diverso da concorsi battesimo di quella famosa manifestazione podistica assun-
nel 1973 insieme alla costituzione della Unione Polispor- Canori a spettacoli Pirotecnici a Concerti veri e propri ta col tempo a più alti livelli nazionali. Ad uno di questi
tiva Policiano. A quel tempo in una frazione piccola come con la presenza di Artisti di notevole livello come: Ivana baldi giovani venne in mente di utilizzare per la corsa un
la nostra, l’unica realtà funzionante era la parroc- luogo caratteristico e particolare: il più ameno del paese era
chia; oltre ad espletare la pratica religiosa si poteva senz’altro il Castello, un edificio dallo stile architettonico e
ritenere l’unico punto di aggregazione e di ritrovo dalla ubicazione che lo fanno veramente atavico. Da allora
del luogo . I primi contatti in merito a quello che la gara a livello Internazionale che ha fatto conoscere Poli-
poi sarebbe stata la nascita della Polisportiva furono ciano in tutta Italia prese il nome di Scalata al Castello.
appunto tra alcuni giovani nella sala parrocchiale, Purtroppo alcuni fattori che si rivelarono nel tempo deter-
che poi per un breve periodo rimase sede della Po- minanti, come la strada irta e lo spazio limitato influirono
lisportiva. I precursori di questa nascita furono Gal- sulla decisione di cambiare sede e percorso alla manifesta-
lorini Antonio (fu anche il 1° presidente), Moreno zione. Da un anno all’altro la competizione assumeva una
Massaini, che insieme ad altri, come Blasi Pasquale impronta di grande prestigio con la partecipazione di atleti
crearono la prima televisione, fra l’altro chiamata sempre più quotati, di grande spessore tecnico agonistico e
R.T.P. (Radio Televisione Policianese), Chini Ange- di campioni olimpici come Gelindo Bordin e Bohutaieb, di
lo, Tani Luigi, Sinatti Moreno, Rosi Italo, Lazzerini campioni del mondo ed europei Francesco Panetta, Stefa-
Mario per citarne alcuni. Colui invece che sarebbe no Baldini, Orlando Pizzolato altri campioni ancora come
stato l’artefice del grande sviluppo della società era Giacomo Leone e Salvatore Bettiol molti Keniani che negli
ancora molto giovane ma già faceva parte di questo ultimi anni hanno dominato la competizione. La Scalata
gruppo. La società fu costituita nel febbraio 1973 e dopo i primi 5 anni con arrivo al Castello, si trasferiva nel
le attività principali erano calcio ed atletica. centro del Paese di Policiano modificando costantemente
Il calcio che rappresentava l’interesse maggiore fu il percorso. Infatti da un percorso misto tra Policiano Ri-
dotato di un campo sportivo acquistato quasi intera- gutino - Frassineto, dopo alcune edizioni, la scalata veniva
mente con il contributo della Popolazione di Policiano ed Spagna, Orietta Berti, Cugini di Campagna, Don Bachi, collegata con Castiglion Fiorentino transitando per la S.S.
insieme all’amministrazione Comunale fu completato dopo Edorado Vianello, Nilla Pizzi, Jo Squillo ecc.. ed inoltre il 71 chiusa completamente al traffico. Anche questa formula
alcuni anni. Furono fatte migliorie nel tempo sempre con il famoso Cenone dei 500 in piazza. Problematiche Sociali nel giro di qualche anno si modificava fino ad effettuare un
lavoro continuo dei volontari di Policiano che sono riusciti e Civili: siamo stai i primi ad affrontare la questione dello circuito nel paese di Policiano. La manifestazione diventa-
a costruire spogliatoi, recinzione, illuminazione, ecc. Il cal- smaltimento dei rifiuti solidi urbani, esprimendo, propo- va sempre più grande e gli spazi sempre più ridotti per cui
cio giocato ha avuto degli alti e dei bassi, inizialmente veni- ste, contributi, posizioni che si sono rilevate molto utili necessitava di un palcoscenico diverso. L’occasione della
vano effettuati campionati del settore giovanile ed Amatori agli enti competenti di questa delicata materia. Abbiamo 25ª edizione fu fornita dal Comune di Arezzo per effettuare
con risultai alterni, successivamente il settore giovanile fu intrapreso una costante iniziativa tesa a coinvolgere la detta competizione nel centro della città. Qualche dissen-
tralasciato in mancanza di giovani, strutture e personale popolazione del territorio riguardo al latente problema so molto lieve vi fu nel paese, ma tutti erano consapevoli
addetto. Furono fatte esperienze di 3ª categoria con risul- della droga, con riunioni periodiche di genitori alle qua- dell’importanza del passo che veniva fatto; con grande im-
tati modesti e spese tante; sono stati effettuati campionati li partecipavano operatori specializzati del CEIS, con in pegno fu affrontata questa impresa che pur in condizioni
amatori di cui alcuni vinti, altra esperienza il Calcetto ed testa, quando poteva lo stesso povero ed indimenticabile atmosferiche proibitive fu un buon successo che poi si
infine il Campionato Femminile di serie C. Negli ultimi Don Enrico Trabalzini. La nostra società è sempre stata stabilizzo ed anzi si è accresciuta nelle ultime 2 edizioni
anni l’interesse per il Calcio si è notevolmente affievolito punto di riferimento anche per i rapporti tra la gente e le con uno spettacolo ed una cornice di pubblico veramente
dovuto all’impegno troppo arduo per alcuni volontari per istituzioni, in quanto nella nostra sede si sono tenuti sem- eccezionale.
cui è stato tralasciato in senso continuativo mentre va avan- pre incontri con gli amministratori locali e rappresentanti Siamo riusciti ad abbinare lo sport ed il podismo in parti-
ti, a livello sporadico di divertimento il Calcetto. In questi delle varie istituzioni Attività motoria: nelle strutture della colare con lo spettacolo ed è per questo che la Scalata al
27 anni sono state fatte molte attività di vario genere alcune società costruite nel tempo sono state realizzate varie ini- Castello è riuscita ad essere un vero spettacolo con defilé di
buone altre forse meno buone, ma sicuramente abbiamo ziative per dare vita a corsi di attività motoria per giovani, moda, Aerobic Dance, esibizione degli sbandieratori della
fatto quello che è stato nell’interesse della popolazione e adulti ed anziani il cui motivo principale è quello di stare Giostra del Saracino di Arezzo, esibizione di bambini del
del paese di Policiano. Sarebbe troppo lungo commentare insieme e socializzare, di stare bene migliorando così le karatè; insomma una grande manifestazione nel centro del-
una ad una tutte le fasi che hanno caratterizzato il cammi- proprie condizioni di vita. Attività di solidarietà: siamo la città di Arezzo.
no della società, perciò ci limitiamo a ricordarle in modo sempre stati sensibili ai problemi degli emarginati, degli L’Unione Polisportiva Policiano mette a disposizione dei
schematico. handicappati e delle fasce sociali più deboli organizzando cittadini del paese, ma anche di altre realtà limitrofe, le
Atletica leggera e podismo - abbiamo ottenuto ottimi risul- manifestazioni il cui ricavato e stato sempre devoluto ad proprie strutture per tutte quelle manifestazioni di carattere,
tati con i nostri atleti sia a livello regionale che nazionale Enti, Associazioni o direttamente al fruitore. civile, culturale, ricreativo e di qualsiasi genere, che abbia-
(GIORGI ALBA, NUCCI SERGIO, POLVANI ROBERTO, Dal 1997 abbiamo creato il Palio dei Barellini, psudo-rievo- no una valenza di aggregazione e di civile convivenza, che
FUCCI MORENO, LEONESSI MASSIMO, FARALLI cazione del 1400 con sfilata in costume creando 4 rioni (Il sono le ragioni essenziali dell’esistenza di questa società e
PAOLO, SCARAMUCCI VALTER, BISTONI DIEGO, Toppo, Il Tonacato, Il Castello, L’Oliveta) che si affrontano dei loro componenti.
SINATTI STEFANO, SINATTI FABIO, SERAFINO STE- in una competizione a staffetta trasportando con i Barellini La nostra speranza è che i giovani non facciano mancare
FANO, SINATTI CHIARA E LUCIA, BETTI ENRICO una Bigoncia di circa 50 kg (prima 2 atleti poi 4 ed ancora 6 la loro adesione, affinché ci possa essere quel rinnovo di
ecc..., vincendo i Campionati toscani di Corsa su Strada, fino a d effettuare l’ultimo giro in 8). Il risultato delle prime forze essenziale a garantire il ricambio pur graduale ma ne-
- Campioni Individuali e di società di corsa campestre. Con edizioni ha visto la vittoria netta del Rione del Toppo per cessario a far continuare e crescere questa importante realtà
il settore atletica abbiamo iniziato con un numero di atleti la parte agonistica mentre lo spettacolo del Corteo Storico del nostro paese.

70 - Podismo e Atletica
cui s’indossa ancora volentieri qualcosa di pesante
sia prima della partenza (e qui, al limite, si può but-
tare) che dopo l’arrivo, ma per averlo a disposizione
in quest’ultimo caso è necessario farlo prima entrare
nella sacca, solo che proprio non ci sta.
Tornando alla maratona di Treviso, come dicevo,
ingresso ordinato nelle varie gabbie di partenza, con
addetti gentilmente inflessibili che indirizzano cia-
scuno al cancello corrispondente al colore del petto-
rale indossato, e partenza puntuale; il percorso sarà
alla fine gradevole, ma non così facile come lascia
intendere l’altimetria favorevole: i tratti in leggera
8ª Maratona delle Terre Verdiane - storico della provincia di Treviso il cui territorio è in
salita non mancano ed alla fine presentano il conto!
Busseto (PR) pratica tagliato in due dal percorso di gara?
Eccezionale la chiusura al traffico: percorso di gara
Sul resto, assolutamente nulla da eccepire: essendo
Giorgio Calcaterra fa cinquina assolutamente blindato a tutto e a tutti con la sola
gli umani esseri imperfetti qualcosa di migliorabile
esclusione dei maratoneti e degli addetti ai vari ser-
c’è sempre, ma senza dubbio si tratta di una marato-
La cinquina di Giorgio Calcaterra corona una gior- vizi, e la cosa ha avuto qualche strascico sui giornali
na dalle grandi ambizioni supportate da mezzi ade-
nata di grande spettacolo, iniziata alle 10.00 del 27 locali che riportavano con buona evidenza le reazio-
guati, insomma una maratona “di serie A”.
febbraio 2005 dal centro termale di Salsomaggiore ni infastidite dei trevigiani, non solo impossibilitati
Già dal primo impatto, all’interno del parcheggio
dove più di 1500 atleti sono partiti per uno dei quat- ad utilizzare l’automobile ma costretti a lunghi giri
nelle vicinanze dello stadio Tenni (che di nome fa-
tro percorsi previsti. La creatura del prof. Giancarlo a piedi non potendo in alcun modo attraversare il
ceva Omobono, sicuramente di buon augurio, ma
Chittolini, infatti, oltre al traguardo di maratona ne tracciato della gara.
piuttosto impegnativo da portare), era evidente che
prevedeva uno ai 10 km (la Salso-Fidenza), uno do- Ineccepibili i ristori, piazzati esattamente come da
gli organizzatori avevano fatto tesoro dell’espe-
po 22,600 km circa (la 14 miglia) e uno dopo 30,800 regolamento, spesso da entrambi i lati della strada
rienza della prima edizione: bus navetta costituiti
km circa (la Corsa del Principe). e dotati di tutto il necessario, sia solido sia liquido,
da pullman gran turismo in numero sufficiente per
Nella gara più corta la vittoria è andata, tra gli uo- nonché presidiati da numerosi volontari prontissimi
permettere a tutti di viaggiare comodamente seduti
mini, a Gregorio Procopio in 31’10” e tra le donne a porgere al volo la bottiglia d’acqua o il bicchiere
- non si può dire altrettanto, ad esempio, per Padova
a Cristina Speziale in 37’15”. La 14 Miglia è andata di integratore, sempre conditi da un sorriso e una
o Venezia, dove non è raro viaggiare in piedi - ogni
all’azzurro Alessandro Lambruschini in 1h13’24” parola di incitamento. Ottimi anche gli spugnaggi,
pullman aveva a bordo, per qualsiasi evenienza, un
e a Ruth Pickvance, vincitrice della maratona dello per i quali si può ripetere quanto appena detto per
addetto dell’organizzazione.
scorso anno, in 1h26’13”. La Corsa del Principe è i ristori con l’aggiunta dell’utilizzo, al contrario di
Seconda impressione positiva a Vittorio Veneto:
stata vinta da Lorenzo Trincheri in 1h47’47”, mentre quanto avviene da altre parti dove vige il riciclo o il
nulla era stato lasciato al caso. Bagni chimici in
la lucana Tiziana Alagia, arrivando terza assoluta in fai da te, di spugne sempre pulite.
numero adeguato, deposito sacche ordinatamente
1h51’59”, ha trionfato in campo femminile. Notevole e abbastanza caldo il pubblico che diven-
rapido ed altrettanto ordinato l’ingresso nelle gabbie
Nella gara di maratona non si sono vissute grosse tava una folla all’attraversamento dei centri abitati,
di partenza; infine, caso unico nella mia esperienza
emozioni, se non una folcloristica nevicata che ha ma presente pure nei tratti più desolati dove l’inci-
di maratoneta ultra … centenario, un graditissimo
accompagnato tutti gli atleti nei primi chilometri di tamento anche del singolo spettatore diventa una
ristoro completo di tè, acqua e cibi solidi nella zona
gara. Giorgio Calcaterra ha fatto gara a sé e il suo molla importante; non siamo certo a New York ma
di ritrovo.
unico avversario è stato il cronometro. Alla vigilia poche, pochissime maratone italiane (e non solo)
A voler essere pignoli, quello che mancava (o che se
aveva dichiarato di voler ottenere un crono sotto le possono vantare un pubblico così.
c’era non ho visto, ma in questo caso a scarseggiare
2h20’, è stato di parola facendo registrare all’arrivo Chilometraggio sostanzialmente corretto col solo
sarebbero state le indicazioni), era uno spogliatoio
2h18’57”. È bene precisare che quest’anno il per- primo chilometro leggermente “corto” e immediata-
dove poter indossare la tenuta da gara perché, sebbe-
corso è risultato essere più lungo di 180 metri come mente compensato da un secondo chilometro “lun-
ne il sole avesse deciso di essere presente nonostante
dichiarato dallo stesso Chittolini. Ciò è stato fatto go”, cartelli indicatori però migliorabili soprattutto
le fosche previsioni della vigilia, la temperatura era
per esigenze coreografiche, per permettere a fotogra- per le dimensioni, risultando quelli utilizzati poco
piuttosto frizzante (2°C dichiarati dallo speaker alla
fi e a cine operatori di riprendere gli arrivi con lo visibili se si corre nella pancia di uno dei tanti grup-
partenza) e quindi non eccessivamente gradevole
sfondo della statua del maestro Giuseppe Verdi e del pi che si formano durante la corsa.
per effettuare uno strip-tease.
castello di Busseto. Sul secondo gradino del podio in Non nuova ma sempre gradevole l’idea di porre
Un secondo aspetto su cui mi voglio soffermare è
2h23’25” si piazza lo svedese Mans Hoiom, mentre lungo il percorso svariati gruppi musicali - dalle
un problema comune a quasi tutte le maratone che
Raffaello Villa è terzo in 2h29’41”, prestazione che majorette ai gruppi con qualche pretesa c’era un po’
si svolgono in linea, e non specifico di Treviso: la
gli ha permesso di cogliere il proprio primato perso- di tutto, ad esclusione della musica da camera, deci-
dimensione delle sacche per il trasporto del vestiario
nale. Marco Orsi e Massimo Colombo sono quarto samente poco adatta per l’occasione - che hanno co-
all’arrivo. Capisco che trasportare un volume equi-
e quinto. Da segnalare il ritiro di Mario Ardemagni, stituito delle utili occasioni di distrazione e, perché
valente a quasi quattromila borsoni dalla partenza
campione del mondo della 100 km, a causa di pro- no, anche di stimolo.
all’arrivo non sia agevole, quindi comprendo la scel-
blemi ad un piede. E dopo tanta fatica (malefico l’ultimo chilometro tra
ta dell’utilizzo delle sacche: però marzo, ma anche
Tra le donne Monica Casiraghi bissa la vittoria del pavé, ponti e salitelle mentre senti lo speaker ma non
ottobre o novembre, è un mese in cui il clima non è
2003 andando a vincere in 2h57’57”. Monica, re- riesci a vedere il traguardo perché il rettilineo finale
ancora (o non è più) estivo ed è quindi un periodo in
clutata solo nella giornata di venerdì, ha accusato - in salita anche questo - è lungo forse 100 metri
qualche problemino fisico nella parte conclusiva del- ed è posto dopo una curva secca ad angolo retto),
la maratona, ma ciò non le ha impedito di trionfare. finalmente il traguardo: brutta la medaglia (come
Dietro di lei è giunta la sua compagna di nazionale, nel 2004), una specie di rondella di latta con tanto
la lecchese Giovanna Cavalli che ha concluso la pro- di foro centrale attraverso cui fare passare il nastro
pria fatica in 3h00’56”. Natalia Bruniko ha comple- e, come grafica, una stilizzazione di quello che forse
tato il podio in 3h05’19”. è il profilo territoriale della provincia di Treviso; ma
Fabio Rossi buone le strutture con un’ampia zona di sfogo verso
l’abbondante ristoro.
Efficiente la riconsegna delle sacche con il cambio,
ma forse da rivedere il posizionamento di quest’ul-
2ª Treviso Marathon, serie A timo servizio e degli adiacenti spogliatoi: c’era un
tranne nome e medaglia po’ di sole e il problema maggiore è stato quello
di trovare questi luoghi date le poche segnalazioni
Perché battezzare Treviso Marathon una maratona
fisse, anche se i volontari presenti erano adeguata-
che nel territorio del comune di Treviso vede solo gli
mente informati ed hanno saputo facilmente dare
ultimi chilometri, oltretutto ricorrendo ad un inglesi-
le opportune indicazioni: ma in caso di maltempo
smo stereotipato e più che abusato? Questa gara ha
o semplicemente di una giornata particolarmente
dimostrato con i fatti di avere tutte le caratteristiche
fredda la passeggiata necessaria non risulterebbe
per aspirare ad una storia importante: non sarebbe
così gradevole.
allora più adatto, ad esempio, un italianissimo e di-
Maratona di Treviso Francesco Rinaldi
stintivo Maratona della Marca Gioiosa, soprannome

Podismo e Atletica - 71
72 - Podismo e Atletica