Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura TAeD Dipartimento di Tecnologia dell’Architettura e Design

bollettino della ricerca

0310
15 Luglio 2010
Dottorato di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura e Design - Servizio Ricerca via San Niccolò 89 - 50100 Firenze Responsabile scientifico: Francesca Tosi Direzione e coordinamento: Stefano Follesa/Roberta Montalbini Redazione: Francesco Armato/Michela Sarzotti/Elisa Segoni/Francesco Simoni Comitato Scientifico: Alberto Di Cintio/Paola Gallo/Giuseppe Lotti/Francesca Tosi e-mail bollettino.ricerca.taed@unifi.it Tel. +39 055. 2055500 Fax +39 055. 2055599

03/10
15 Luglio 2010

INDICE
BANDI NAZIONALI 4 Por-Creo 2007-13 5 PAR-FAS BANDI EUROPEI 6 ASP- Alpine Space Programme nuovo inserimento nuovo inserimento 8 EUROPEAN SCIENCE FOUNDATION Research Conferences 2012 9 Programme Med. 10 Programma Eurostars, finanziamenti di eccellenza nell’innovazione 12 Candidature di singoli individui per costituire una base dati di esperti indipendenti 13 Cip Eco-Innovation 14 Life+ (2007-2013) 16 Marie Curie international outgoing fellowships for career development (IOF) 17 Marie Curie action: “Intra-European fellowship for career development” (IEF) 18 Candidature di esperti incaricati di assistere l’agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) 20 Programma Vigoni BANDI INTERNAZIONALI
nuovo inserimento 21

MATSUMAE INTERNATIONAL FOUNDATION

bollettino della ricerca
Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia dell’Architettura e Design

03/10
15 LUGLIO 2010

INDICE
22 Research fellowship programme MIF 24 Programma Fulbright EVENTI
nuovo inserimento 24 Permanenze e innovazione nell’architettura del mediterraneo nuovo inserimento 25 Legno una scelta contemporanea nuovo inserimento 26 nuovo inserimento 27 nuovo inserimento 28 nuovo inserimento 29 nuovo inserimento 31 nuovo inserimento 33 nuovo inserimento 34

35 36 37

Formazione continua. Per formare un architetto sostenibile Ispirare l’eccellenza nella ricerca Leed, Itaca, Casaclima Thinking the Edge – Pensare il Limite Design che produce: innovazione e competitività Hotel Design Atelier Intersezioni, dalla metro alla metropoli Edifici in legno per il clima mediterraneo Attestare la qualità: prestazione energetica e certificazioni Costruire sostenibile - Saienergia

bollettino della ricerca
Università degli Studi di Firenze Facoltà di Architettura Dipartimento di Tecnologia dell’Architettura e Design

Por-Creo 2007-13. Programma Operativo Regionale Obiettivo “Competitività regionale e occupazione”
PROMOTORE: Regione Toscana OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: POR-CReO è uno dei più importanti programmi europei attraverso il quale la Regione Toscana sostiene i progetti di investimento delle imprese e degli enti pubblici. Obiettivo del programma è la promozione di uno sviluppo qualificato, nell’ambito di un quadro di sostenibilità ambientale, da perseguire attraverso il potenziamento della competitività delle imprese e di tutto il “sistema Toscana” e la conseguente crescita dell’economia e dei posti di lavoro.. AREE TEMATICHE DI RICERCA : 1- POR CREO 2007-2013. LINEA D’INTERVENTO 1.3.B “Aiuti alle pmi manifatturiere per l’acquisizione di servizi qualificati”. 2- POR CREO 2007-2013. ATTIVITÀ 1.2 “Sostegno alla qualificazione del sistema del trasferimento diretto a favorire processi di innovazione nel sistema delle imprese”3- POR CREO 2007-2013. ATTIVITÀ 1.5.B “Sostegno a programmi integrati di investimento per ricerca industriale e innovazione diretti a favorire processi di aggregazione delle imprese, attraverso forme di alleanza strategica su specifici progetti, la creazione di reti e altre forme di cooperazione a livello transnazionale”. bando crosstexnet 2010. TERRITORIO ELEGGIBILE : Soggetti operanti nel territorio della Regione Toscana SOGGETTI AMMISSIBILI: Per il punto 1 : PMI industriali e artigiane Per il punto 2: Soggetti gestori di Poli di Innovazione. PARTENARIATO / TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 31 Luglio 2009 MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Progetti in collaborazione, Reti di eccellenza, Coordinamento e azioni di supporto, Progetti individuali Sostegno alla formazione e allo sviluppo della carriera dei ricercatori, Ricerca a vantaggio di gruppi specifici, in particolare le PMI RIFERIMENTI Per informazioni sui fondi PorCreo consultare: http://www.regione.toscana.it/creo

4
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi nazionali
Bollettino della Ricerca

PAR-FAS Programma Attuativo Regionale Fondo Aree Sottoutilizzate
PROMOTORE: Regione Toscana OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: Per dare attuazione alla strategia della politica regionale unitaria delineata nel Quadro Strategico Nazionale 2007-2013”. il CIPE ha approvato la delibera n. 166 che definisce le assegnazioni del Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS), quale fondo nazionale pluriennale per lo sviluppo, alle Amministrazioni responsabili dell’attuazione della politica regionale. Il fondo per le aree sottoutilizzate costituisce lo strumento con cui si concentra e si da unità programmatica e finanziaria all’insieme degli interventi aggiuntivi a finanziamento nazionale che in attuazione dell’ art. 119 comma 5 della costituzione sono rivolti al riequilibrio socio economico fra le aree del paese. Alla Regione Toscana sono state assegnate risorse FAS per il periodo 2007-2013 per l’importo di 757,308 milioni di euro AREE TEMATICHE DI RICERCA : 1-PAR FAS 2007-2013 PIR 1.1 SOTTOPROGETTO 1.1.B LINEA 1 - AZIONE 3 “aiuti per il sostegno a programmi di investimento delle imprese per l’innovazione anche attraverso il sostegno alla domanda di servizi avanzati e qualificati”. 2- PAR FAS 2007-2013 PIR 1.1 SOTTOPROGETTO 1.1.B LINEA 1 AZIONE 2 “Sostegno al trasferimento tecnologico mediante qualificazione centri di competenze”. TERRITORIO ELEGGIBILE : Soggetti operanti nel territorio della Regione Toscana SOGGETTI AMMISSIBILI: Per il punto 1 : PMI industriali e artigiane Per il punto 2: Soggetti gestori di Poli di Innovazione. PARTENARIATO / TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Azione 3 - 31 Dicembre 2013 Azione 2 - 31 Luglio 2009 MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Progetti in collaborazione, Reti di eccellenza, Coordinamento e azioni di supporto, Progetti individuali Sostegno alla formazione e allo sviluppo della carriera dei ricercatori, Ricerca a vantaggio di gruppi specifici, in particolare le PMI RIFERIMENTI http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/minisiti/fas/pla/ pir1_1/visualizza_asset.html_2113649144.html

5
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi nazionali
Bollettino della Ricerca

ASP Alpine Space Programme

6
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

PROMOTORE: Unione Europea, tramite l’ERDF (European Regional Development Found) e gli Stati partner del programma. OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: Alpine Space è il programma dell’Unione Europea per la cooperazione transnazionale per la regione delle Alpi. Mette in contatto 33 regioni appartenenti a 7 diverse nazioni puntando ad accrescere la competitività e l’attrattiva dei territori alpini in un’ottica di sviluppo sostenibile. In particolare, è incoraggiata l’innovazione, l’imprenditorialità e il rafforzamento della ricerca e dello sviluppo nell’ambito della PMI. AREE TEMATICHE DI RICERCA : I progetti presentati possono afferire a tre macro-temi, a loro volta suddivisi in categorie più specifiche. Ogni bando stabilisce delle specifiche priorità, di seguito si riportano le attuali e alcuni dei temi specifici di lavoro: 1) Competitività e attrattiva (1. Rafforzamento della capacità di innovazione nelle PMI; 2. Sostegno allo sviluppo basato sulle attività tradizionali e sui beni culturali; 3. Rafforzamento del ruolo della città come motore di sviluppo; 4. Rafforzamento delle relazioni città-campagna e sviluppo delle aree periferiche); 2) Accessibilità e connettività (1. assicurazione di un accesso equo ai servizi pubblici, trasporti, informazioni, infrastrutture per la comunicazione e la conoscenza nell’ambito territoriale previsto dal programma; 2. promozione e sviluppo dell’accesso e dell’utilizzo delle infrastrutture esistenti; 3. Rafforzamento della connettività territoriale come base per una società dell’informazione e orientata alla conoscenza; 4. Sviluppo di modelli di mobilità sostenibili e innovativi; 5. Mitigazione delle conseguenze negative dei flussi di traffico attraverso le Alpi); 3) Ambiente e prevenzione del rischio. TERRITORIO ELEGGIBILE : Austria, Francia, Germania, Italia, Liechtenstein, Slovenia, Svizzera SOGGETTI AMMISSIBILI: A seconda dell’area tematica di interesse, diversi soggetti operanti nel territorio eleggibile possono partecipare al programma. In generale, sono ammessi: Enti e Amministrazioni pubbliche, Agenzie di Sviluppo, Università e strutture per la formazione, Centri per la ricerca, organizzazioni rappresentanti le imprese (in particolare PMI), Camere di Commercio, Confindustria, aziende per il trasporto pubblico e i servizi, as-

bandi europei

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

bandi europei
Bollettino della Ricerca

sociazioni e ONG operanti nel campo delle risorse naturali e culturali e della gestione delle energie rinnovabili. PARTENARIATO / BUDGET Circa 130.000.000 € per il periodo 2007 - 2013 TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Il programma segue una procedura di selezione in due fasi propedeutiche: I fase (Eol): 13 settembre 2010 - 15 ottobre 2010; II fase (AF): 17 dicembre 2010 - 25 febbraio 2011. Prima di inoltrare la documentazione per l’El è necessario prendere contatto con il Punto di Contatto locale Alpine Space (ACP): MECCANISMI DI FINANZIAMENTO L’ERDF co-finanzia i progetti per il 76%; i rimanenti costi devono essere coperti da altri fondi, a seconda dei diversi regolamenti applicati a livello nazionale . RIFERIMENTI http://www.alpine-space.eu/project-life-cycle/project-application/

7
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

EUROPEAN SCIENCE FOUNDATION Research Conferences 2012
PROMOTORE: ESF - European Science Foundation. OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: La European Science Foundation invita studiosi e ricercatori a inoltrare proposte per Conferenze su aree di ricerca ad alto livello da inserire nel suo calendario di eventi. L’iniziativa vuole favorire l’incontro e lo scambio di idee tra giovani ricercatori, chiamati a discutere dei propri ambiti di studio, fungendo da catalizzatore di contatti tra l’Europa e il resto del mondo. AREE TEMATICHE DI RICERCA : Tra gli ambiti disciplinari di interesse per l’organizzazione delle Conferenze: Scienze ambientali interdisciplinari; Scienze sociali e umanistiche. TERRITORIO ELEGGIBILE : Paesi membri della ESF (per informazioni: http://www.esf.org/about-us/79-memberorganisations.html). Le potenziali location sono prestabilite dalla ESF. SOGGETTI AMMISSIBILI: Studiosi e ricercatori afferenti a Università o Istituti di Ricerca situati nei Paesi membri della ESF.La lingua ufficiale è l’inglese. PARTENARIATO La partecipazione alla Conferenza deve essere adeguatamente rappresentativa dell’insieme degli Stati membri della ESF (almeno 70% di partecipanti provenienti dagli Stati membri della ESF e non più del 20% di partecipanti da un singolo Stato). BUDGET La ESF si farà carico dell’intero finanziamento delle proposte accettate. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 15 settembre 2010. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO I criteri di selezione per il finanziamento sono: finalità scientifica e interdisciplinarità della proposta; rilevanza scientifica in termini di novità e originalità; dimensione europea e valore aggiunto; qualità scientifica della bozza di programma. Le proposte sono valutate con un processo di peer review e quindi selezionate da un gruppo formato da esperti membri del ESF Comitato scientifico e studiosi nominati dalle organizzazioni partner. RIFERIMENTI http://www.esf.org/media-centre/press-releases/ext-single-news.html?tx_ ttnews%5Btt_news%5D=622&tx_ttnews%5BbackPid%5D=9&cHash=7b9b8c23db http://www.esf.org/activities/esf-conferences/call-for-proposals/framework-call-forproposals.html

8
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

PROGRAMME MED.
ENTE PROMOTORE Unione Europea. OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE È un programma transnazionale di cooperazione territoriale tra i Paesi membri dell’EU che si affacciano sul Mar Mediterraneo. I principali obiettivi sono: accrescere la competitività territoriale in modo da garantire una crescita adeguata e possibilità di impiego per le generazioni future; promuovere la cooperazione territoriale e la salvaguardia dell’ambiente in accordo con le attuali logiche di sviluppo sostenibile. AREE TEMATICHE DI RICERCA : I progetti presentati possono afferire a quattro macro-temi, a loro volta suddivisi in categorie più specifiche: 1) Rafforzamento delle capacità di innovazione; 2) Salvaguardia dell’ambiente e promozione di forme di sviluppo sostenibile del territorio; 3) Implementazione della mobilità e dell’accessibilità al territorio; 4) Promozione di uno sviluppo policentrico e integrato dello spazio Med. TERRITORIO ELEGGIBILE Cipro, Francia (Corse, Languedoc-Roussillon, Provence Alpes Côte d’Azur, RhôneAlpes), Grecia, Italia, Malta, Portogallo (Algarve, Alentejo), Slovenia, Spagna (Andalusia, Aragon, Catalonia, Balearic islands, Murcia, Valencia - città di Ceuta e Melill), Regno Unito (Gibilterra). È prevista la possibilità di partecipazione anche per altre aree territoriali. SOGGETTI AMMISSIBILI Enti, Istituzioni, Imprese sia pubbliche, sia private. Una lista indicativa dei soggetti ammissibili è riportata nella Appendice 1 alla Implementation Guide of the MED Programme (http://www.programmemed.eu/index.php?id=13834&L=1) PARTENARIATO I progetti devono essere presentati da un partenariato composto da almeno tre soggetti appartenenti a tre Paesi eleggibili differenti. BUDGET Circa 250.000.000,00 € SCADENZA 15 settembre 2010 MECCANISMI DI FINANZIAMENTO La percentuale massima del sostegno finanziario dell’Unione Europea varia dal 75% al 85% delle spese ammissibili, a seconda del Paese di appartenenza del partner. RIFERIMENTI http://www.programmemed.eu/index.php?id=14340&L=1 http://www.programmemed.eu/index.php?id=5179&L=1&tx_ttnews[tt_ news]=23094&tx_ttnews[backPid]=5175&cHash=5f71cfa094

9
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

PROGRAMMA EUROSTARS Finanziamenti di eccellenza nell’innovazione. Eureka 7° programma Quadro
ENTE PROMOTORE Direzione Generale Ricerca della Comunità Europea OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: La missione di Eurostars è quella di “supportare gli imprenditori che lavorano nel settore della ricerca e sviluppo, attraverso il finanziamento della loto attività, per renderli competitivi sul piano internazionale e per farli diventare leader nel loro settore”. I progetti possono riguardare qualsiasi area tecnologica e devono avere uno scopo civile e rivolto allo sviluppo di un nuovo prodotto, processo o servizio. La durata massima dei progetti è di 3 anni e entro il secondo anno il prodotto della ricerca dovrà essere pronto per il suo lancio sul mercato. Le PMI devono dimostrare la capacità di sfruttare i risultati dei progetti in un arco di tempo realistico. I progetti devono essere destinati alla popolazione ed essere finalizzati allo sviluppo di nuovi prodotti, processi o servizi. AREE TEMATICHE DI RICERCA : Progetti internazionali di ricerca e sviluppo nell’ambito di qualsiasi area tecnologica. TERRITORIO ELEGGIBILE Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Israele, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia e Regno Unito. SOGGETTI AMMISSIBILI Sono ammissibili tutte le attività di ricerca e sviluppo (R&D) guidate da una o più PMI stabilite negli Stati partecipanti che effettuano attività di R&D. Esse sono: - azioni attuate mediante progetti transnazionali con più partner che coinvolgono almeno due partecipanti indipendenti appartenenti a Stati partecipanti diversi e che riguardano attività di ricerca, sviluppo tecnologico, dimostrazione, formazione e diffusione. A questi progetti possono partecipare anche le organizzazioni di ricerca, le università e le grandi imprese; - azioni eseguite principalmente dalle PMI che effettuano attività di R&D, le quali dovrebbero contribuire almeno per il 50% dei costi connessi alla R&D nel progetto; - azioni mirate alla ricerca e allo sviluppo orientati al mercato. guidate e coordinate da una delle PMI che effettuano attività di R&D partecipanti, la cosiddetta PMI “capofila” PARTENARIATO 2 o più PMI stabilite in almeno due diversi Stati membri o un’impresa e un ente di ricerca.

10
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

BUDGET 5.000.000 € SCADENZA 30 settembre 2010 MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Il programma Eurostars è cofinanziato dagli Stati partecipanti e dalla Comunità. Gli Stati partecipanti definiscono un piano di finanziamento pluriennale per la partecipazione al programma comune e contribuiscono al cofinanziamento delle sue attività. I finanziamenti possono essere erogati tramite contributi e/ o prestiti in base alla natura istituzionale dei soggetti e alle attività: PMI: il contributo erogabile è compreso tra il 20 e il 45% del budget a cui si può aggiungere una quota di prestiti che va rispettivamente dal 65 al 40%. La percentuale minima di contributo dipende dalle attività intraprese e così suddivise: 20% in sviluppo, 30% in ricerca industriale. C’è un bonus del 10% per attività di cooperazione all’interno dell’UE e un 5 o 10% su base regionale. La percentuale massima di prestito si ottiene con attività così suddivise: 60% in sviluppo, 65% in ricerca industriale. Tale quota viene ridotta in caso di concessione di contributi. GRANDI IMPRESE: il contributo erogabile è compreso tra il 10 e il 40% a cui può essere aggiunta una quota di prestiti compresa rispettivamente tra il 75 e il 50% del budget. La percentuale minima di contributo dipende dalle attività intraprese e così suddivise: 10% in sviluppo, 20% in ricerca industriale. C’è un bonus del 10% per attività di cooperazione all’interno dell’UE e un 5 o 10% su base regionale. La percentuale massima di prestito si ottiene: 70% per lo sviluppo, 75% per ricerca industriale. Tale viene ridotta in caso di concessione di contributi. UNIVERSITA’: per questi enti sono previsti esclusivamente contributi compresi tra il 25 e il 75? L budget. La percentuale minima di contributo dipende dalle attività suddivise secondo quote: 25% sviluppo, 50% ricerca industriale. I bonus sono gli stessi concessi alle imprese. Le Università devono fare richiesta congiuntamente ad una impresa industriale italiana (criterio di eleggibilità). ISTITUTI DI RICERCA: per istituti di ricerca pubblici sono previsti esclusivamente contributi compresi tra il 25 e il 75%. La percentuale minima di contributo dipende dalle attività suddivise secondo quote: 25% in sviluppo, 50% in ricerca industriale. I bonus sono gli stessi concessi alle imprese. Le Università devono fare richiesta congiuntamente ad una impresa industriale italiana (criterio di eleggibilità). Gli istituti di ricerca privati ricevono lo stesso trattamento riservato alle imprese. La partecipazione dei soggetti italiani è assicurata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e copre il 50% dei costi sostenuti per le attività di ricerca industriale e il 25% dei costi sostenuti per le attività di sviluppo sperimentale. RIFERIMENTI http://www.eurekanetwork.org/ Sito internet ufficiale dell’iniziativa Eureka

11
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

CANDIDATURE DI SINGOLI INDIVIDUI PER COSTITUIRE UNA BASE DATI DI ESPERTI INDIPENDENTI
ENTE PROMOTORE Commissione Europea OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: La Commissione nominerà degli esperti indipendenti: - che assisteranno i suoi servizi nella valutazione delle proposte alla luce degli obiettivi scientifici, tecnologici e socioeconomici del Settimo programma quadro. Il lavoro di valutazione comprende l’elaborazione di raccomandazioni circa le modalità di orientamento della ricerca ai fini del conseguimento ottimale degli obiettivi del programma specifico in questione, - che assisteranno i suoi servizi nel controllo dei progetti selezionati e finanziati dalla Comunità, ivi compreso, qualora necessario, il monitoraggio di progetti finanziati dalla Comunità nell’ambito dei programmi quadro di RST precedenti; - per altre mansioni che potrebbero richiedere competenze specifiche (ad esempio monitoraggio dell’attuazione, valutazione e valutazione degli impatti dei programmi e delle politiche di RST). AREE TEMATICHE DI RICERCA : Settimo Programma Quadro di azioni comunitarie di ricerca, sviluppo tecnologico e dimostrazione (2007-2013) e i relativi programmi specifici (programma quadro CE). SOGGETTI AMMISSIBILI I potenziali esperti indipendenti dovranno possedere un’esperienza professionale di alto livello nel settore pubblico o privato, in uno o più dei seguenti campi di attività: - ricerca nei settori scientifici e tecnologici pertinenti, - amministrazione, gestione o valutazione di progetti di ricerca e sviluppo tecnologico (RST), - uso dei risultati dei progetti di RST, trasferimento tecnologico e innovazione, - problematiche connesse al rapporto tra scienza/società (ad esempio formazione, domini cognitivi, sfide e rischi, questioni etiche ecc.), - cooperazione internazionale nel campo della scienza e della tecnologia, - sviluppo delle risorse umane. - I potenziali esperti indipendenti devono inoltre possedere conoscenze linguistiche adeguate. PARTENARIATO Singoli individui SCADENZA 31 Luglio 2013 RIFERIMENTI Cordis “Research Openings” https://cordis.europa.eu/emmfp7/index.cfm

12
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

CIP ECO-INNOVATION FIRST APPLICATION AND MARKET REPLICATION PROJECTS Programma per l’Imprenditorialità e l’Innovazione
PROMOTORE Agenzia esecutiva della Commissione Europea per la Competitività e l’Innovazione (EACI) OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE - promuovere l’adozione di approcci nuovi ed integrati all’eco-innovazione in settori come la gestione ambientale ed i prodotti più rispettosi dell’ambiente. - contribuire ad abbattere le barriere sul mercato che ancora ostacolano il successo dei prodotti e dei servizi eco-innovativi; - accrescere le capacità di innovazione delle PMI. AREE TEMATICHE DI RICERCA Possono essere presentati progetti in uno dei seguenti settori: 1- riciclaggio dei materiali; 2- prodotti sostenibili per la costruzione; 3- settore alimentare e delle bevande; 4- green business.. I progetti devono dimostrare di possedere un potenziale di riproducibilità, una più ampia commerciabilità e una più vasta applicazione. Infine devono dimostrare un valore aggiunto europeo e una dimensione internazionale. La durata massima di un’azione è di 36 mesi. TERRITORIO ELEGGIBILE - i 27 Stati membri dell’UE e Islanda, Liechtenstein e Norvegia; - Albania, Croazia,Macedonia, Israele, Montenegro, Serbia e Turchia; - altri Paesi terzi sempre che sia in essere un accordo adeguato. SOGGETTI AMMISSIBILI Anche se sarà data priorità alle PMI e ai beneficiari privati, gli inviti a presentare proposte sono aperti a tutte le persone giuridiche. BUDGET 35 milioni di euro, per la realizzazione di circa 50 progetti. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 9 settembre 2010 (ore 17:00 di Bruxelles) MECCANISMI DI FINANZIAMENTO I costi ammissibili possono essere sostenuti soltanto dopo la firma della convenzione di sovvenzione da parte di tutte le parti. Non sarà elargita nessuna sovvenzione retroattiva per azioni già concluse. Un’azione che riceve un sostegno finanziario per lo stesso scopo da altri strumenti finanziari UE non riceverà finanziamenti per questa call. La sovvenzione comunitaria coprirà il 50% dei costi ammissibili. RIFERIMENTI Per il bando consultare: http://ec.europa.eu/environment/eco-innovation/index

13
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

LIFE+ (2007-2013)

14
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

PROMOTORE Comunità Europea OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE Politica e governance ambientali Obiettivi principali: cambiamento climatico, acque, aria, suolo, ambiente urbano, rumore sostanze chimiche. La Commissione darà la priorità alle proposte che hanno ad oggetto una gestione e un utilizzo sostenibili delle risorse naturali e dei rifiuti. AREE TEMATICHE DI RICERCA - Stabilizzazione della concentrazione di gas ad effetto serra ad un livello che eviti il surriscaldamento globale oltre i 2 gradi centigradi. - Contributo al miglioramento della qualità delle acque attraverso lo sviluppo di misure efficaci sotto il profilo dei costi al fine di raggiungere un «buono stato ecologico» delle acque nell’ottica di sviluppare piani di gestione dei bacini idrografici. - Raggiungimento di livelli di qualità dell’aria che non causino significativi effetti negativi, né rischi per la salute umana e l’ambiente. - Protezione del suolo e assicurarne un utilizzo sostenibile, preservandone le funzioni, prevenendo possibili minacce e attenuandone gli effetti e ripristinando il suolo degradato. - Contributo al miglioramento del livello delle prestazioni ambientali delle aree urbane. - Contributo allo sviluppo e all’attuazione di politiche sull’inquinamento acustico. - Miglioramento, della protezione dell’ambiente e della salute dai rischi costituiti dalle sostanze chimiche attraverso l’attuazione della normativa in materia di sostanze chimiche. TERRITORIO ELEGGIBILE I beneficiari possono essere nazionali o transnazionali, ma le azioni dovranno svolgersi esclusivamente all’interno del territorio dei 27 Stati membri dell’Unione europea. SOGGETTI AMMISSIBILI LIFE+ è aperto a organismi, soggetti e istituzioni pubblici e/o privati registrati nell’Unione europea. Le proposte di progetto possono essere sottoposte da un unico beneficiario o da un partenariato che comprende un incaricato del coordinamento e uno o più beneficiari associati.

bandi europei
Bollettino della Ricerca

bandi europei
Bollettino della Ricerca

PARTENARIATO illimitato BUDGET 243.243.603 €. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Le proposte di progetto devono essere presentate alle autorità nazionali competenti entro il 1° settembre 2010. Le proposte di progetto devono essere presentate all’autorità nazionale dello Stato membro nel quale il beneficiario è registrato. Le proposte saranno successivamente trasmesse dalle autorità nazionali alla Commissione entro il 4 ottobre 2010. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO La percentuale massima del sostegno finanziario dell’Unione è pari al 50 % delle spese ammissibili. LIFE+ copre sia la spesa operativa della DG Ambiente sia il cofinanziamento dei progetti RIFERIMENTI Per il bando consultare: http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus.htm http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus2010/call/index.htm http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus2010/components/ documents/2010it_guide_env.pdf

15
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

MARIE CURIE ACTION INTRA-EUROPEAN FELLOWSHIP FOR CAREER DEVELOPMENT (IEF) Borse di studio intraeuropee per lo sviluppo delle carriere

16
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

PROMOTORE FP7-PEOPLE-2010-RG OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE Questa azione è volta a supportare ricercatori esperti che si trovano a diversi stadi nella propria carriera, permettendo loro di sviluppare nuove capacità o di portare avanti esperienze intrasettoriali. AREE TEMATICHE DI RICERCA Formazione avanzata e mobilità transnazionale, sulla base del “piano personale di sviluppo della carriera” presentato dal ricercatore con il suo supervisore nell’istituzione ospitante. Sono ammesse proposte afferenti tutte le aree scientifiche. TERRITORIO ELEGGIBILE Stati membri Unione Europea e Paesi associati SOGGETTI AMMISSIBILI Ricercatori in possesso di un titolo di dottorato o con almeno 4 anni di esperienza in attività di ricerca. PARTENARIATO Le proposte sono presentate in accordo con l’istituzione ospitante. Il finanziamento verrà erogato per un periodo compreso tra 12 e 24 mesi. BUDGET / TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 17 agosto 2010. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Sono previsti un salario per il ricercatore e contributi per i costi correlati alla ricerca. RFERIMENTI http://ec.europa.eu/research/fp7/understanding/marie-curieinbrief/researchdevelopment_en.html http://ec.europa.eu/research/mariecurieactions/index.htm http://cordis.europa.eu/fp7/people/life-long-training_en.html http://ec.europa.eu/research/fp7/understanding/marie-curieinbrief/home_en.html

bandi europei
Bollettino della Ricerca

MARIE CURIE INTERNATIONAL OUTGOING FELLOWSHIPS FOR CAREER DEVELOPMENT (IOF) Borse di studio internazionali all’estero
PROMOTORE FP7-PEOPLE-2010-RG OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE Questa azione è volta a rinforzare la dimensione internazionale della carriera dei ricercatori europei fornendo loro la possibilità di essere formati ed acquisire nuove conoscenze in un’organizzazione di ricerca di alto livello di un Paese terzo (Paesi che non siano né Stati Membri né Paesi Associati al 7°PQ). AREE TEMATICHE DI RICERCA Sono ammesse proposte afferenti tutte le aree scientifiche. TERRITORIO ELEGGIBILE Stati membri Unione Europea e Paesi associati SOGGETTI AMMISSIBILI Ricercatori di stati membri o Paesi associati in possesso di un titolo di dottorato o con almeno 4 anni di esperienza in attività di ricerca. I candidati non devono avere risieduto nel Paese dove ha sede l’istituzione ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. PARTENARIATO Le proposte sono presentate in accordo con l’istituzione ospitante. Il finanziamento verrà erogato per un periodo massimo di 36 mesi. Il progetto dovrà obbligatoriamente contenere un programma di ricerca coerente per l’intera durata del contratto così strutturato: una fase iniziale di uscita di uno o due anni e una seconda fase, obbligatoria, di reinserimento di un anno (ritorno presso l’istituto di provenienza) in uno Stato Membro o Associato. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: 17 agosto 2010. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Formazione avanzata sulla base del “piano personale di sviluppo della carriera”. Il finanziamento avrà la forma di un grant che coprirà il 100% del budget. Sono previsti un salario per il ricercatore e contributi per i costi correlati alla ricerca. RFERIMENTI http://ec.europa.eu/research/fp7/understanding/marie-curieinbrief/europe-world_ en.html http://ec.europa.eu/research/mariecurieactions/index.htm http://cordis.europa.eu/fp7/people/life-long-training_en.html http://ec.europa.eu/research/fp7/understanding/marie-curieinbrief/home_en.html

17
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

CANDIDATURE DI ESPERTI INCARICATI DI ASSISTERE L’AGENZIA ESECUTIVA PER L’ISTRUZIONE, GLI AUDIOVISIVI E LA CULTURA (EACEA) Programma Cultura (2007-2013)
PROMOTORE EACEA - Education, Audiovisual and Culture Executive Agency OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE Obiettivo dell’invito è la raccolta di candidature per la costituzione di un elenco di esperti incaricati di assisterla nell’esecuzione dei seguenti compiti: • valutazione delle proposte ricevute nel quadro degli inviti a presentare proposte • valutazione e monitoraggio dei progetti (valutazione delle relazioni sui progetti, valutazione dei prodotti e dei risultati dei progetti, monitoraggio dei progetti e visite sul terreno, qualsiasi altro compito relativo all’analisi e/o al seguito dato ai programmi e ai progetti) • studi e analisi specifici legati ai settori di attività La missione degli esperti consisterà nell’assistere l’Agenzia o, se del caso, la Commissione, nell’esecuzione dei suddetti compiti, facendo riferimento agli obiettivi dei programmi, alle priorità e ai criteri definiti negli inviti a presentare proposte, nonché alle guide e ai manuali messi a disposizione dei candidati. AREE TEMATICHE DI RICERCA L’Agenzia ha sede a Bruxelles. La sua missione consiste nel realizzare, sotto la supervisione della Commissione, un certo numero di moduli relativi a più di 15 programmi e azioni finanziati tramite fondi comunitari, nei settori dell’istruzione e della formazione, della cittadinanza attiva, della gioventù, degli audiovisivi e della cultura, oltre alla rete d’informazione sull’istruzione in Europa, Eurydice. TERRITORIO ELEGGIBILE L’invito è aperto alle persone fisiche residenti: negli Stati membri dell’Unione europea, nei Paesi dell’EFTA che sono membri dello SEE, conformemente alle condizioni fissate nell’accord sullo SEE, nei Paesi candidati beneficiari di una strategia di preadesione, nei Paesi dei Balcani occidentali laddove esista un accordo che prevede la loro partecipazione ai programmi comunitari.. SOGGETTI AMMISSIBILI I candidati devono possedere un’esperienza professionale di almeno 4 anni maturata in un settore legato a quello del programma per il quale presentano la propria candidatura. Gli esperti saranno selezionati in base ai seguenti criteri: • comprovata competenza nei settori relativi ai programmi elencati al punto 3 del bando (fra cui Cultura) • capacità di lavorare in inglese, francese o tedesco, capacità di elaborare testi in

18
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

bandi europei
Bollettino della Ricerca

bandi europei
Bollettino della Ricerca

inglese o in francese; gli esperti selezionati saranno invitati a produrre le loro valutazioni in inglese o in francese, • competenze di base nell’uso dei programmi informatici di uso comune ed esperienza sufficiente nell’utilizzo del personal computer PARTENARIATO / BUDGET Le retribuzioni degli esperti selezionati saranno stabilite in base alle tabelle applicabili al momento della firma del contratto. Le spese di viaggio e di soggiorno degli esperti saranno rimborsate in base alle disposizioni in vigore presso la Commissione. Sul sito web dell’Agenzia è disponibile il modello di contratto che riporta il livello retributivo e le modalità di rimborso delle spese di soggiorno e di viaggio. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Anche se la scadenza per la presentazione delle candidature è lontana (30 giugno 2013 - coincide con la scadenza dalla nuova programmazione comunitaria per il periodo 2007-2013) si invitano gli interessati a manifestare il proprio interesse - compilando l’apposita scheda - prima possibile per eventualmente essere chiamati a partecipare alle valutazioni dei progetti dai primi bandi. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO A seconda delle necessità, gli incarichi potranno essere svolti nei locali dell’Agenzia, della Commissione o altrove, tramite gli strumenti di comunicazione elettronica. I contratti di servizio potranno essere firmati sia dagli esperti, sia, nel caso in cui questi siano impiegati presso una persona giuridica, da un rappresentante autorizzato di quest’ultima. RFERIMENTI http://eacea.ec.europa.eu/about/call_experts/call_experts_2007_en.php http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:C:2008:067:0051:0057:I T:PDF

19
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

PROGRAMMA VIGONI Programma di scambio di ricercatori tra le istituzioni universitarie italiane e tedesche

20
Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Ateneo Italo-Tedesco (AIT), Deutscher Akademischer Austausch Dienst (DAAD). OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: Il Programma Vigoni è un programma di scambio di ricercatori tra le istituzioni universitarie italiane e tedesche finalizzato a intensificare la cooperazione scientifica tra gli atenei dei due Pasi nell’ambito di progetti comuni. AREE TEMATICHE DI RICERCA : Tutti le aree disciplinari. TERRITORIO ELEGGIBILE Italia e Germania. SOGGETTI AMMISSIBILI In Italia, la domanda deve necessariamente essere presentata da un docente universitario (professore di I e II fascia o ricercatore) il quale sarà garante per il progetto stesso. Potranno beneficiare dei finanziamenti unicamente docenti, ricercatori, borsisti post-doc, dottorandi, assegnisti e titolari di contratti di collaborazione ad attività di ricerca afferenti o attivi presso l’Istituzione universitaria di appartenenza del responsabile del progetto. PARTENARIATO I progetti finanziabili devono essere sviluppati comunemente tra gruppi di ricerca italiani e tedeschi. BUDGET Indicativamente 3000 € per il primo anno di progetto, 2000 € per il secondo. I finanziamenti coprono esclusivamente i costi legati alla mobilità dei componenti del gruppo di ricerca. SCADENZA 03 settembre 2010 MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Le richieste di sovvenzione non sono individuali, ma devono essere presentate nell’ambito di un piano di collaborazione scientifica comune accuratamente definito. Le domande dovranno essere presentate da entrambi i partner ciascuno nel proprio Paese di appartenenza. RIFERIMENTI http://www.ateneoitalotedesco.org/page.asp?pag=1109&focusid=1385

bandi europei
Bollettino della Ricerca

MATSUMAE INTERNATIONAL FOUNDATION Borse di ricerca per il Giappone

21
bandi internazionali

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Matsumae International Foundation (MIF) OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: 20 borse di studio rivolte a ricercatori stranieri per condurre attività di ricerca presso università, laboratori e istituti di ricerca in Giappone (strutture di ricerca pubbliche o private) in diversi settori disciplinari. Le borse di studio sono fruibili nel periodo Aprile 2011/Marzo 2012. AREE TEMATICHE DI RICERCA : I settori disciplinari prioritari sono i seguenti: scienze naturali, ingegneria, medicina. I candidati possono individuare con piena discrezionalità l’istituzione ove svolgere il periodo di ricerca, ma devono ottenere formale accettazione dalla stessa prima di inoltrare l’istanza alla Fondazione, la quale peraltro non fornisce consulenza ai candidati ai fini della selezione dell’istituzione SOGGETTI AMMISSIBILI Ricercatori stranieri (di nazionalità non giapponese) in possesso dei seguenti requisiti: dottorato di ricerca (o titolo riconosciuto come equivalente dal MIF), adeguata conoscenza della lingua inglese o giapponese ed età inferiore a 40 anni al momento della domanda. Inoltre i candidati non devono essere stati precedentemente in Giappone, né essere già stati invitati dal MIF. Gli stessi devono altresì ricoprire stabili posizioni professionali nel loro paese di provenienza, nel quale dovranno rientrare al termine del loro periodo di ricerca in Giappone. BUDGET Le borse comprendono: -Viaggio aereo andata/ritorno dall’Italia -Indennità mensile di 240.000 Yen (pari a circa 1.900 Euro) per spese di soggiorno e connesse all’attività di ricerca (vitto, alloggio, trasporti, spese per materiali di ricerca, ecc.) -Indennità forfetaria di 100.000 Yen (pari a circa 800 Euro) per spese di prima sistemazione (alloggio, spostamenti interni, ecc.) -Copertura assicurativa per incidenti di viaggio e malattia. SCADENZA 31 Agosto 2010 per il periodo 2011-12 RIFERIMENTI http://www.mars.dti.ne.jp/~mif/ sotto la voce “Announcement of Fellowship Program”.

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

RESEARCH FELLOWSHIP PROGRAMME MIF Matsumae International Foundation Japan.

22
bandi internazionali

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Research Fellowship Programme. MIF - Matsumae International Foundation Japan. OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE: Lo scopo del programma è invitare giovani ricercatori, afferenti a diversi settori disciplinari, a svolgere le loro ricerche presso centri di studio e ricerca giapponesi, favorendo in questo modo la conoscenza profonda del Giappone da parte degli ospiti e lo stabilirsi di durevoli relazioni di amicizia e fiducia reciproca. AREE TEMATICHE DI RICERCA : Scienze naturali, ingegneristiche e medicina sono le aree tematiche ritenute prioritarie, ma tutti i settori sono interessati. TERRITORIO ELEGGIBILE Tutti i Paesi che hanno relazioni diplomatiche in corso con il Giappone SOGGETTI AMMISSIBILI Ricercatori post-doc che non hanno compiuto i 40 anni di età al momento della domanda. I richiedenti devono parlare fluentemente la lingua giapponese o inglese. I richiedenti possono scegliere l’istituzione presso la quale recarsi, ma devono obbligatoriamente ricevere l’approvazione della stessa. BUDGET 20 borse di studio per il periodo compreso tra aprile 2011 e marzo 2012. SCADENZA 31 agosto 2010. MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Al ricercatore verrà corrisposto uno stipendio mensile di 240,000 Yen in aggiunta ai costi di mobilità dal proprio Paese al luogo in cui si trova l’istituzione prescelta. RIFERIMENTI http://www.mars.dti.ne.jp/~mif/

Bollettino della Ricerca

PROGRAMMA FULBRIGHT Opportunità di Studio, Ricerca, Insegnamento negli Stati Uniti (A.A.2010-2011 e 2011-2012)

23
bandi internazionali

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

PROMOTORE Institute for Internationale Education USA - Ministero per gli Affari Esteri OBIETTIVI E AMBITI DI INTERESSE I finanziamenti del programma Fukbright sono volti a favorire lo scambio culturale tra l’Italia e gli Stati Uniti in tutti i campi: dalle discipline umanistiche e scientifiche alle scienze sociali e le arti. AREE TEMATICHE DI RICERCA Tutte le aree Icar sono comprese nel programma di cofinanziamento TERRITORIO ELEGGIBILE Cittadini italiani e statunitensi - Requisito di partecipazione ai Concorsi Fulbright è una ottima conoscenza della lingua inglese comprovata dal certificato TOEFL (Test of English as a Foreign Language - www.ets.org/toefl ). SOGGETTI AMMISSIBILI Le borse di studio Fulbright per gli Stati Uniti sono riservate a cittadini italiani: - Laureati, diplomati delle Accademie d’Arte o Musica - Dottorandi di ricerca Dottori di ricerca, ricercatori, professori universitari - Professori della scuola secondaria e responsabili ministeriali della didattica. Le borse di studio Fulbright sono anche offerte a Università italiane interessate ad invitare presso la loro sede docenti o ricercatori statunitensi Fulbright per tenere lezioni e/o seminari (Inter-country program e Senior Specialist Program). PARTENARIATO (n. min. partner) BUDGET Sono disponibili vari tipi di finanziamento - Consultare bando TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Le scadenze variano a seconda delle azioni - Consultare Bando MECCANISMI DI FINANZIAMENTO Sono disponibili vari tipi di finanziamenti e borse di studio, oer l’elenco consultare il bando RFERIMENTI Per il bando consultare: http://ww2.fulbright.it/

Bollettino della Ricerca

PERMANENZE E INNOVAZIONI NELL’ARCHITETTURA DEL MEDITERRANEO Ricerca, Interdisciplinarità e Confronto di Metodi Convegno Internazionale nell’ambito di OSDOTTA 2010, VI Seminario Estivo Rete Nazionale dei Dottorati di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura Venerdì 17 settembre 2010, H 9.30 – 19.30 Aula magna Palazzo Chiaramonte “Steri” piazza Marina 60 - Palermo
ENTE PROMOTORE OSDOTTA, Rete Nazionale dei Dottorati di Ricerca in Tecnologia dell’Architettura Università degli Studi di Palermo EMUNI, Euro-Mediterranean University Regione Sicilia, Assessorato ai Beni Ambientali e Culturali RELATORI/OSPITI : Alberto Sposito Responsabile scientifico Maria Luisa Germanà Coordinamento scientifico Rosa Maria Vitrano, Coordinamento operativo Maria Antonietta Esposito, Coordinamento nazionale rete OSDOTTA Relatori da Italia, Libano, Malta, Slovenia, Tunisia Contributi Docenti/Dottorandi Osdotta AREE TEMATICHE DI RICERCA : Sul tema “Permanenza ed innovazione nell’Architettura del Mediterraneo” sono stati sollecitati focus di ricerca che illustrano, da parte delle varie sedi della Rete Osdotta, punti di vista diversi orientati al confrontato con gli interessi e le ricerche svolte in ogni dottorato. Il Seminario 2010 si propone anche di aprire la riflessione sui contributi dei settori disciplinari affini (Ingegneria, ICAR 10 e 11) che formeranno con l’ICAR 12 (Tecnologia dell’Architettura) il macrosettore 08/C1 (Progettazione tecnologica dell’architettura). Obiettivo del Sesto Seminario è far emergere nuovi temi di ricerca europei connotati da una specificità Mediterranea e di proporre una ricerca interdisciplinare allargata ai settori affini dell’Ingegneria. INFORMAZIONI Segreteria organizzativa: Francesca Scalisi (francescascalisi@unipa.it) con Lucia Carruba, Carmelo Cipriano e Alessandro Tricoli (osdotta2010@unipa.it) Segreteria nazionale Rete OSDOTTA, presso il Dipartimento di Tecnologie dell’Architettura e Design “Pierluigi Spadolini”, Università degli Studi di Firenze (www. osdotta.unifi.it) RIFERIMENTI http://www.contestiantichi.unipa.it/osdotta10

24

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

LEGNO, UNA SCELTA CONTEMPORANEA Sostenibilità in termini di costi, energia ed estetica 5 ottobre 2010, H 14:30 – 18:00 Sede del Gruppo 24 ORE - Sala Collina, Via Monte Rosa 91, Milano

25

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Organizzato da Gruppo 24 ORE, in collaborazione con Rubner Con il Patrocinio di Regione Lombardia RELATORI/OSPITI : Günther Baumgartner, Direttore Commerciale Holzbau Mauro Dolce, Direttore dell’Uffi cio Valutazione, Prevenzione e Mitigazione del Rischio Sismico, Dipartimento della Protezione Civile Alessandro Lacedelli, Amministratore Delegato Rubner Objekctbau Piero Lissoni, Lissoni Associati Gerardo Sannella, Associate Director Chapman & Taylor Matteo Thun, Matteo Thun & Partners AREE TEMATICHE DI RICERCA : Presentazione delle realizzazioni sperimentali nel design e illustrazione dei livelli di qualità e dei valori intrinsechi del materiale “legno”. Temi specifici: Costruzione e Ambiente; il Valore del Dettaglio di Architettura; Grandi Strutture per Grandi Spazi; Le sfide dell’Interior Design; Sperimentazione per Nuovi Linguaggi; Forme avanzate di Housing Sociale; Velocità, Efficienza ed Affidabilità delle costruzioni; Versatilità, Innovazione, Performance delle Costruzioni in Legno. Il convegno sarà accompagnato dalla presentazione di Case History delle più recenti realizzazioni. INFORMAZIONI Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti. Iscrizioni ed informazioni presso Servizio Clienti Tel. 02 5660.1887 - Fax 02 7004.8601 info@formazione.ilsole24ore.com RIFERIMENTI http://www.formazione.ilsole24ore.com/legno http://www.edilio.it/convegni-e-seminari-legno-una-scelta-contemporanea/p_16159. html

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

FORMAZIONE CONTINUA. DALLA SCUOLA AL LAVORO PER FORMARE UN ARCHITETTO SOSTENIBILE Convegno Quarto appuntamento con il “Costruire Sostenibile” Incontro con i grandi progettisti e le aziende espositrici al SAIE 23 Settembre 2010, H 15:00 Seminario online

26

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Fondazione CRUI per le Università Italiane RELATORI/OSPITI : Docente del Seminario: Prof. Giovanni Schiuma, Università della Basilicata AREE TEMATICHE DI RICERCA : Il modulo formativo “Competenze per sviluppare ed orientare la ricerca” ha l’obiettivo di far comprendere quali siano le capacità di base che un ricercatore deve ottenere per affrontare con successo lo sviluppo di progetti e percorsi di ricerca. In particolare il modulo è focalizzato sui seguenti argomenti: • comprendere la ricerca; • essere ricercatore tra professione ed arte; • il dottorato di ricerca: struttura e caratteristiche; • definire e sviluppare un percorso di ricerca; • comunicare la ricerca Questi temi saranno affrontati fornendo le conoscenze e gli strumenti utili per riflettere sulle dimensioni e proprietà delle attività di ricerca, così da consentire, da un lato, ai giovani ricercatori di acquisire una consapevolezza delle competenze ed attitudini che hanno bisogno di sviluppare per raggiungere risultati di eccellenza, e, dall’altro, di definire un quadro conoscitivo per i formatori ed i coordinatori della ricerca che possa assisterli nelle loro attività di indirizzo, supporto e gestione di giovani ricercatori. INFORMAZIONI Costo del seminario: Euro 150,00 a persona (+ iva se dovuta) È rilasciato Attestato di Partecipazione Segreteria Organizzativa: Fondazione CRUI – Tel. 06684411 – Fax 0668441399 – seminari@fondazionecrui.it RIFERIMENTI http://www.fondazionecrui.it:80/HomePage.aspx?ref=1770

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

ISPIRARE L’ECCELLENZA NELLA RICERCA Come realizzare eccellenti percorsi di ricerca Seminario sul tema “Competenze per sviluppare ed orientare la ricerca” 27 settembre, replica 5 novembre e 17 dicembre 2010, H 10:00 – 17:00 Sede della Fondazione CRUI, Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Piazza Rondanini, 48 - 00186 Roma

27

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Associazione Fast (Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche) RELATORI/OSPITI : On. Avv. Giampaolo Landi di Chiavenna , Assessore alla Salute, Comune di Milano Prof.ssa Maria Cristina Treu, Dipartimento di Architettura e Pianificazione, Politecnico di Milano Arch. Paolo Bodega, paolo bodega architettura Ing. Maurizio Faravelli, Ellevi AREE TEMATICHE DI RICERCA : L’incontro affronterà esperienze e testimonianze a confronto: BTicino Spa, domotica Fumagalli Edilizia Industrializzata Spa, edilizia industrializzata Oikos Fragrances Srl, profumazione d’ambiente GranitiFiandre Spa, pavimenti e rivestimenti Iris Ceramica Spa, pavimenti e rivestimenti A seguire visita guidata alla “Casa del Ben-Essere” nei giardini Indro Montanelli INFORMAZIONI La partecipazione è gratuita e aperta a tutti. E’ gradita una conferma della partecipazione. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi all’indirizzo e-mail segreteria@lacasadelben-essere.it RIFERIMENTI http://www.lacasadelben-essere.it/calendario.asp#section2

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

LEED, ITACA, CASACLIMA Certificazioni energetiche e ambientali: sinergie e peculiarità Tavola Rotonda 16 settembre, H 10,00 /18,30 Centro Congressi ArtemideLive, Viale Terme 1010/C, Castel San Pietro Terme (BO)
ENTE PROMOTORE Aghape con il patrocinio di: INBAR – Istituto Nazionale di Bioarchitettura KYOTO CLUB OICE RELATORI/OSPITI : Presentazione e Coordinamento della Tavola Rotonda: Dott. Paolo Buzzetti, Presidente ANCE Relatori: Arch. Erminio Redaelli, Presidente INBAR; Mario Zoccatelli, Presidente Green Building Council Italia; Arch. Andrea Moro, Presidente iiSBE Italia; Dott. Norbert Lantschner, Direttore Agenzia CasaClima AREE TEMATICHE DI RICERCA : Introdotta su tutto il territorio nazionale, la Certificazione Energetica rappresenta in primo luogo un tentativo di sensibilizzare l’utente finale e l’intera collettività sulla qualità energetica degli edifici, consentendo di classificare le costruzioni non solo in base alle finiture estetiche, ma anche in base ai consumi energetici. Obiettivo di Aghape è promuovere una cultura della sostenibilità e diffondere tra i professionisti il valore, l’utilità e il vantaggio di scelte progettuali orientate al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente e dell’Uomo. La giornata del 16 settembre nasce da questo impegno e costituisce l’occasione di un aggiornamento professionale approfondito sull’evoluzione dei materiali e sulle avanguardie tecnologiche, grazie a una sessione di workshop tecnici tenuti da realtà leader in innovazione e sviluppo. Durante la tavola rotonda si cercherà di fare chiarezza e individuare sinergie virtuose tra i vari standard di certificazione energetica e ambientale in Italia, affinché i professionisti possano orientarsi in modo semplice ed efficace ed applicare i requisiti necessari nel costruire edifici ambientalmente sostenibili. INFORMAZIONI Aghape Via Cavour 94, 40026 Imola (BO) Tel. 0542.010392/010967 Fax 0542.31506 http://www.aghape.it/index.php RIFERIMENTI http://www.leed-itaca-casaclima.it/home.html

28

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

Thinking the Edge – Pensare il Limite Workshop Estivo Internazionale 26 luglio - 7 agosto 2010 Sarnico - lago d’Iseo
ENTE PROMOTORE ARCHIforum, associazione per la promozione della cultura architettonica, Bergamo Con il supporto e la direzione del Politecnico di Milano Patrocini: Ordine degli Architetti della Provincia di Bergamo Consulta Regionale degli Architetti della Lombardia RELATORI/OSPITI : Direzione scientifica: Remo Dorigati, Politecnico di Milano Paolo Belloni, Politecnico di Milano Oliviero Godi, Politecnico di Milano Comitato scientifico: Remo Dorigati, Politecnico di Milano Paolo Belloni, Politecnico di Milano Oliviero Godi, Politecnico di Milano Arianna Foresti, Politecnico di Milano Paolo Mestriner, Politecnico di Milano Marco Introini, Politecnico di Milano Paolo Vitali, Politecnico di Milano Frederic Levrat, Columbia University, New York Manuel Gausa, Actar arquitectura, Barcellona Florence Reveau, Actar arquitectura, Barcellona Leslie Kavanaugh, studiokav.com, Amsterdam Stefano Mirti, Nuova Accademia di Belle Arti, NABA, Milano Ilaria Mazzoleni, SCI-Arc Los Angeles Tutors: Frederic Levrat, Columbia University, New York Manuel Gausa, Actar arquitectura, Barcellona Leslie Kavanaugh, studiokav.com, Amsterdam Stefano Mirti, Nuova Accademia di Belle Arti, NABA, Milano Contributi: Ilaria Mazzoleni, SCI-Arc Los Angeles Silej Xhafa, artista, New York Luigi Prestinenza Puglisi, critico d’architettura

29

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

Leslie Kavanough, architetto, filosofo, già direttore del Dottorato di Ricerca (PhD) presso la Delft University AREE TEMATICHE DI RICERCA : Il tema di Thinking the Edge 2010 sarà il Waterfront. INFORMAZIONI Evento a pagamento. Costo: Euro 900 (rivolto a partecipanti esenti da IVA) Il Workshop si svolgerà in lingua inglese Numero partecipanti: 20/25 Il workshop è rivolto a studenti con almeno 3 anni di studi alle spalle. Il Politecnico di Milano riconoscerà crediti universitari agli studenti che concluderanno il workshop. E’ previsto un premio per il miglior progetto alla fine del corso Informazioni: Tel. +39 035 233 952 - Fax + 39 035 231 154, info@thinkingtheedge. org RIFERIMENTI http://www.thinkingtheedge.org/

30

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

IL DESIGN CHE PRODUCE: INNOVAZIONE E COMPETITIVITA’ Convegno nell’ambito del progetto“Imprese x Innovazione” 15 luglio 2010 - h.9.30 Confindustria Lazio - Auditorium Giovanni Agnelli Via Andrea Noale, 206 – Roma

31

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Confindustria Lazio, Confindustria Nazionale, A.D.I – Associazione per il Disegno Industriale RELATORI/OSPITI : Al convegno parteciperanno, in veste di relatori, Emilia Gangemi, Vice Presidente di Confindustria Lazio con delega alla Ricerca, Innovazione e Formazione, Luisa Bocchietto, Presidente ADI, Associazione per il Disegno Industriale, Stefano Cassio, Presidente ADI Lazio, Nicoletta Amodio, Responsabile Ricerca e Innovazione Confindustria, Giovanni Anzani, Presidente Assarredo, oltre ad una nutrita rappresentanza di imprenditori ed esperti del settore. AREE TEMATICHE DI RICERCA : Il Convegno, organizzato nell’ambito del progetto Imprese x Innovazione di Confindustria, in collaborazione con ADI, Associazione per il Disegno Industriale, vuole analizzare, attraverso dibattiti e testimonianze, il ruolo strategico che il design può avere per lo sviluppo dell’impresa, qualunque sia il suo settore di appartenenza. Il design è una disciplina che unisce imprese e progettisti nella ricerca di sistemi e prodotti che rispondano a desideri e necessità, a volte inespresse, di un pubblico sempre in cambiamento per il naturale evolversi della società, delle abitudini, dell’economia. Le case history, tutte storie di successi aziendali ottenuti attraverso l’utilizzo del design come leva di innovazione e sviluppo per l’impresa e come spinta all’internazionalizzazione,con particolare attenzione al tema della sostenibilità, dimostrano come si possa incrementare il successo dell’azienda anche, a volte, partendo da piccole realtà imprenditoriali e prescindendo dal territorio di appartenenza. Le testimonianze fanno riferimento ad alcuni settori produttivi, ma i metodi di approccio alla progettazione sono applicabili a qualunque tipologia produttiva, dall’alimentare all’information technology, dall’arredamento alle attività estrattive, dall’elettronica ai trasporti, dalle costruzioni alla metallurgia.

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

L’innovazione e lo sviluppo aziendale attraverso il design non possono prescindere dalla figura del designer che, per formazione, per indole, ma anche grazie alla sua natura (prevalentemente) di freelance esterno all’azienda, ha accesso a stimoli culturali, tecnologici e di mercati molto diversi fra loro: per questo porta alle aziende con cui collabora il grande valore della contaminazione, di culture, processi, materiali, tecnologie, fra un settore e l’altro. Un lavoro di equipe, dunque, tra due attori, designer e azienda, volto ad un unico obiettivo comune: innovazione, competitività e successo, attraverso la realizzazione di progetti di alta qualità. INFORMAZIONI La partecipazione è gratuita, previa registrazione. Per iscrizioni contattare la segreteria organizzativa, dott.ssa Laura Castrucci - tel.06 585214213, e.mail: l.castrucci@ confindustrialazio.it. Il programma e le modalità di accreditamento sono disponibili nel sito: http://www.unioneindustriali.roma.it RIFERIMENTI http://www.unioneindustriali.roma.it/eventi/appuntamenti/particolare/particolare_ appuntamenti.do?id=10402

32

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

HOTEL DESIGN ATELIER Workshop dal 19 al 30 luglio 2010 Full-time (09.30/12.30 Lezioni in aula – 14.30/17.30 Laboratorio workshop) Totale: 60 ore ISAD ISTITUTO SUPERIORE DI ARCHITETTURA E DESIGN Via Balduccio da Pisa 16, 20139 - Milano

33

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Confindustria Lazio, Confindustria Nazionale, A.D.I – Associazione per il Disegno Industriale RELATORI/OSPITI Course Leader: Marlene Doerrie Architetto AREE TEMATICHE DI RICERCA : Un progetto emozionale per l’architettura di un hotel per le zone e le funzioni di: reception, lobby, lounge e sala congressi, in un effetto reciproco che genera un’unità di percezione e identificazione. Il tema del workshop ruota intorno ai modi in cui l’architettura, disciplina materica per eccellenza, può rimettere in discussione i suoi codici consolidati di forma e funzione e, ispirandosi all’arte contemporanea, costruire una nuova estetica fondata sull’interazione e la socialità. Per interazione si intende il legame tra la situazione creata progettando lo spazio e la reazione provocata nei fruitori di quel luogo. L’ obiettivo è quello di progettare una situazione e soprattutto una atmosfera in cui gli individui agiscono e interagiscono, si incontrano in un Hotel. Il tema è la qualità, la funzionalità, l’estetica degli ambienti e di come si possono comunicare i valori del marchio della catena di hotel e del suo target, attraverso le scelte estetiche dei colori e dei materiali dei suoni e del clima. Durante il worskhop è prevista una visita guidata ad un Design Hotel di Milano. INFORMAZIONI La partecipazione al workshop è a pagamento. Per informazioni contattare la segreteria: per l’Italia - Annamaria Pioldi, segreteria@isad.it, TEL +390255210700; per l’estero - Suzanne Nassan Zaatar, coordinamento@isad.it, TEL +390255210700 RIFERIMENTI http://www.milanosummerschool.com/ita/corsi.asp?c=434&s=17&t=10

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

INTERSEZIONI, DALLA METRO ALLA METROPOLI, SETTE OCCASIONI PER FARE CITTÀ Workshop internazionale di progettazione architettonica e urban design dal 5 all’ 11 settembre 2010 PALAZZO PLATAMONE, CATANIA - ITALIA

34

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Fondazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Catania,nell’ambito del progetto Catania Urbs Clarissima 2010 RELATORI/OSPITI : Manuel Aires Mateus (Lisboa), Francesco Cacciatore (Siracusa); Jesus Maria Aparicio Guisado, (Madrid) Francesco Finocchiaro (Catania); Henri Bava (Paris), Alessandro Villari (Catania); Roberto Collovà (Palermo), Gaetano Licata (Palermo); Kengo Kuma (Tokyo), Marco Scarpinato (Palermo); Uwe Schröder (Bonn), Marco Mannino/Carlo Moccia (Messina); Antonio Tejedor Cabrera (Sevilla), Bruno Messina (Siracusa) AREE TEMATICHE DI RICERCA : Il workshop, che si terrà in italiano ed inglese, è rivolto a studenti delle scuole di Architettura, Ingegneria, Paesaggismo e delle Accademie di belle Arti, architetti ed ingegneri. Il tema di lavoro è il progetto dell’intorno di ogni nuovo nodo della linea metropolitana di Catania come occasione per una riflessione unitaria sull’intero sistema metropolitano. INFORMAZIONI La partecipazione al workshop è a pagamento. La quota di iscrizione è di 250 euro. La domanda di partecipazione, il curriculum ed il portfolio dovranno essere inviati entro il 22 luglio 2010 per posta elettronica secondo le modalità descritte nel bando di selezione. Programma completo su: www.intersectionsworkshop.com RIFERIMENTI http://www.intersectionsworkshop.com/

eventi

Bollettino della Ricerca

nuovo inserimento

EDIFICI IN LEGNO PER IL CLIMA MEDITERRANEO Convegno nell’ambito di EcoHouse: costruire sostenibile per vivere meglio nel clima mediterraneo, all’interno dell’evento ZeroEmissionRome1 Mercoledì, 9 settembre, H 14:30 – 18:00 Nuova Fiera di Roma - Pad. 7 - Sala in balconata - Ingresso NORD

35

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Artenergy Publishing Patrocini: Eolica Expo, CO2 Expo e CCS Expo, PV Rome Mediterranean Expo, CSP Solar Tech Expo, Geoenergy Expo, Eco House Organizzazione: Rinnovabili.it RELATORI/OSPITI : Mauro Spagnolo (Rinnovabili.it), G.B. Zorzoli (ISES Italia), Andrea Bernasconi (Technische Universität Graz), Kurt Schöpfer (Wolf System), Stefano Mattarei (Gruppo Mattarei), Davide Canducci (Canducci Holz Service Srl - Kauffmann), Klaus Romen (Thoma) AREE TEMATICHE DI RICERCA : Struttura portante in legno ad alto risparmio energetico, sistemi costruttivi ecocompatibili a pareti portanti in legno INFORMAZIONI L’accesso al convegno è gratuito, previo pagamento del biglietto di ingresso alla manifestazione. Si consiglia ai partecipanti di presentarsi con largo anticipo alla reception della Sala Conferenza; in ogni caso, almeno 20 minuti prima dell’inizio della sessione, per la registrazione. Il convegno sarà tenuto in italiano; non è previsto il servizio di traduzione simultanea RIFERIMENTI http://www.zeroemission.eu/pages/index_zem_IT.asp

eventi
Bollettino della Ricerca

ATTESTARE LA QUALITÀ: PRESTAZIONE ENERGETICA E CERTIFICAZIONI Convegno nell’ambito di EcoHouse: costruire sostenibile per vivere meglio nel clima mediterraneo, all’interno dell’evento ZeroEmissionRome1 Mercoledì, 8 settembre, H 14:30 – 18:00 Nuova Fiera di Roma - Pad. 7 - Sala in balconata - Ingresso NORD

36

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

ENTE PROMOTORE Artenergy Publishing Patrocini: Eolica Expo, CO2 Expo e CCS Expo, PV Rome Mediterranean Expo, CSP Solar Tech Expo, Geoenergy Expo, Eco House Organizzazione: Rinnovabili.it RELATORI/OSPITI : Cinzia Abbate (AeV Architetti), Roberto Moneta (Ministero dello Sviluppo Economico), Riccardo Battisti (Ambiente Italia), Marcella Pavan (AEEG), Augusto Colle (CTI), Andrea Moro (iiSBE), Mario Zoccatelli (Green Building Council Italia), Giovanni Berionne (Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Roma, Velletri e Civitavecchia) AREE TEMATICHE DI RICERCA : Efficienza energetica degli edifici: dalla Direttiva europea 2002/91/CE ai decreti nazionali, Il ruolo degli Enti locali per promuovere un’edilizia efficiente, Le opportunità offerte dai certificati bianchi per lo sviluppo di un’edilizia abitativa a basso consumo, L’evoluzione della normativa tecnica sulle prestazioni energetiche degli edifici, Certificazione ambientale: scenari e quadro normativo europeo, Progettare e realizzare edifici salubri, energeticamente efficienti, a contenuto impatto ambientale: la certificazione LEED, Certificazione energetica: le finalità, gli attori, le fasi principali, il registro, il ruolo dei Comuni, La certificazione energetica come driver per la realizzazione di edifici a elevate prestazioni, L’attestato di certificazione energetica nella compravendita immobiliare INFORMAZIONI L’accesso al convegno è gratuito, previo pagamento del biglietto di ingresso alla manifestazione. Si consiglia ai partecipanti di presentarsi con largo anticipo alla reception della Sala Conferenza; in ogni caso, almeno 20 minuti prima dell’inizio della sessione, per la registrazione. Il convegno sarà tenuto in italiano; non è previsto il servizio di traduzione simultanea RIFERIMENTI http://www.zeroemission.eu/pages/index_zem_IT.asp

eventi
Bollettino della Ricerca

COSTRUIRE SOSTENIBILE - SAIENERGIA 2010 Seminari On Line 12 luglio 2010 /Integrare per fare architettura 23 settembre 2010/Formazione continua. sito di SAIENERGIA http://www.saienergia.bolognafiere.it
ENTE PROMOTORE SAIENERGIA RELATORI/OSPITI Mario Cucinella (coord.) TEMATICHE E AMBITI DI INTERESSE: Quattro appuntamenti con il Costruire Sostenibile, con i grandi progettisti e le aziende espositrici di SAIE. In programma da maggio a settembre. Gli incontri in programma vertono sulla possibilità di sfruttare l’atto del “costruire sostenibile” come l’occasione per sperimentare nuovi codici progettuali e verificare se sia possibile parlare di nuovi linguaggi formali per le architetture energeticamente efficienti. Un’opportunità unica di dare vita a una progettazione efficiente sotto il profilo energetico e nello stesso tempo coerente come linguaggio, in un processo allargato che coinvolge non solo i progettisti ma anche costruttori, utenti e produttori di materiali e componenti. INTEGRARE PER FARE ARCHITETTURA Gli obiettivi Europei del 2020 sono alle porte; la riduzione dei consumi e l’uso delle energie rinnovabili diventeranno sempre più importanti soprattutto alla scala degli edifici. Lo scenario richiede un cambiamento radicale sulle modalità di integrazione tra architettura e tecnologie, come quelle del fotovoltaico, solare termico, geotermia. L’opportunità è quella di esplorare una più forte integrazione tra la forma e le tecnologie, evitando così che queste ultime siano estranee alla forma e ai linguaggi. FORMAZIONE CONTINUA. DALLA SCUOLA AL LAVORO PER FORMARE UN ARCHITETTO SOSTENIBILE Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi energetici ed ambientali del 2020, è necessaria la nascita di una nuova generazione di professionisti, non solo nell’ambito dell’architettura ma in tutta la filiera e ciò riguarda in primo luogo l’educazione didattica. Occorre rivedere i programmi universitari al fine di fornire in particolare ad architetti e ingegneri nuovi strumenti culturali e tecnici per affrontare la sfida. INFORMAZIONI Partecipazione gratuita. Modulo di iscrizione http://www.edilio.it/convegni-e-seminari-saienergia-2010/p_15702.html RIFERIMENTI http://www.saienergia.bolognafiere.it/seminari_online/

37

Bollettino n.3 del 15 Luglio 2010

eventi
Bollettino della Ricerca

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful