You are on page 1of 1

CAPITOLO 4

Le regole della dieta del


Supermetabolismo: cosa
fare e cosa non fare

ORA che sappiamo come e perch la dieta del Supermetabolismo funziona, il momento di applicarla
al vostro caso. In questo capitolo definiremo le regole da rispettare. Vi dir esattamente che cosa
dovete mangiare (e quali sono i pochi alimenti proibiti) nei prossimi ventotto giorni, che non saranno
ordinaria amministrazione, bens un periodo dedicato alle grandi riparazioni.
E se volete che funzioni, dovete accettare alcune regole, senza discutere e senza strappi. Per le
prossime quattro settimane, queste condizioni non sono negoziabili.
Sono regole semplici e chiare, non particolarmente opprimenti. Voglio farvi perdere il grasso, non
il senno. E voglio che non sia una galera. Ecco quindi una regola che vi piacer: dovete nutrirvi.
Anzi, la prima regola di questa dieta che bisogna mangiare cinque volte al giorno, tutti i giorni,
cio trentacinque volte alla settimana. Non potrete saltare i pasti, quindi mangerete molto, eppure
perderete peso. A patto, beninteso, che vi atteniate al piano strategico elaborato apposta per voi.
Sono regole cruciali, e vedrete che funzioneranno.

DIET

Cominciamo con il rappacificarci con la parola diet (dieta), o meglio con lacronimo DIET, che nel mio programma sta per Did I eat
today? (Oggi ho mangiato?), come in queste frasi:

Oggi ho mangiato ogni tre-quattro ore?


Oggi ho mangiato entro mezzora dal risveglio?
Oggi ho mangiato rispettando la fase in cui sono?
Oggi ho mangiato abbastanza carboidrati complessi (Fase 1), proteine magre e verdure verdi (Fase 2) o grassi sani (Fase 3)?

Ecco il nuovo significato del termine diet. Non voglio che lassociate mai pi allidea di fame e privazione. Per questa nuova
dieta la parola dordine mangiare.

Se volete avere successo, dovrete cambiare alcune abitudini, e non detto che questo vi piacer.
Intendiamoci, non voglio farvi mangiare nulla a cui siate allergici o contrari per ragioni etiche, o che
semplicemente detestate: le mie regole consentono un margine, in questo senso. Ma supponiamo che
vi rompiate una gamba. In tale malaugurato caso non andreste mai dal medico a dirgli: Mi scusi,
dottore, ma il gesso non lo posso portare. Non mi dona, e non ho nessuna voglia di usare le
stampelle. Ovviamente, se c una frattura il gesso va portato, punto e basta. Seguire le indicazioni
del medico, quindi, una necessit ortopedica. Seguire le mie, invece, una necessit metabolica!
Leggete le regole con attenzione, poi rileggetele. Valgono per tutte le fasi di cui abbiamo parlato