You are on page 1of 7

Funzioni

Definizione funzione:
Siano X e Y due insiemi non vuoti, chiameremo funzioni f da X in Y una legge che ad
ogni elemento di X associa uno, e un solo, elemento di Y, detto valore di f per x e
denotato f(x)

Dominio e codominio
Linsieme X detto dominio di f
Linsieme Y detto codominio di f

Scriveremo:
f: X Y
x y = f(x)

Immagine di x tramite f e grafico


Lelemento f(x) detto immagine di x tramite f o valore di f in x.
Chiameremo immagine di f il sottoinsieme di Y:
{y : x X con f ( x)= y }

e lo denoteremo f(X) o o Im f
Il grafico di una funzione linsieme:

{( x , y ) XY : y=f ( x )} XY

Graficamente:

X Y
x3 y1 y2
x1
x4 y3 y4
x2

Funzione reale di variabile reale

Definizione: Se X diremo che f una funzione di variabile reale. Se Y


diremo che f una funzione reale.
Notazione: Se f una funzione di variabile reale, intenderemo sempre come suo
dominio il suo dominio naturale cio il pi grande insieme ove definita la legge di f
e lo denoteremo con dom f
Es:
1
f (x)=
x non definita su tutto
Allora dom f = /{0}.

Funzioni elementari reali


Esempi i funzioni reali a valori reali:

n n1
f (x)=an x + an1 x + ....+ a1 x +1
1) Polinomi:
x
f (x)=a con a> 0
2) Esponenziali:
3) Logaritmiche: f ( x)=log a (x) con a>0

f ( x)=sin(x)
4) Trigonometriche: f (x)=cos( x )
f (x )=tan ( x)

f ( x)=arcsin ( x)
5) Trigonometriche inverse: f ( x)=arccos( x)
f ( x )=arctan ( x )

6) Modulo: f ( x)=|x|

7) Parte intera: f ( x)=[x ]

8) Mantissa: f (x)=(x)=x[ x ]

9) funzione di Dirichlet:
f (x)= 1
0 { se x
se x / }
Immagine e controimmagine di insiemi tramite funzione

Una funzione f che va da X a Y


Notazione: Sia f: X Y
a) Se A X denoteremo f(A) il sottoinsieme di Y {y Y :x A con f ( x)= y}
chiamata immagine di A tramite f
b) Se BY denoteremo f -1(B)il sottoinsieme di X {x X :f ( x)B} chiamata
immagine inversa di x tramite f o controimmagine di B tramite f.
Composizione di funzioni
Definizione: Siano f: X Y e g: V Z due funzioni tali che f (x)V .
Possiamo definire la funzione composta g f (leggi g composto f) come la
funzione definita su :
X ={x X : f (x )V }
nel seguente modo:
g f : X Z
x g(f (x ))
Osservazioni: In generale si ha f gg f

Propriet associativa delle composizioni: (f g)h=f (g h)

Funzioni iniettive
Definizione: Sia f: X Y una funzione. Diremo che f iniettiva se vale:
x 1, x2 X con x 1x 2 si ha f (x1 )f ( x 2) o in maniera equivalente
f (x1 )=f (x 2) x 1=x 2

Graficamente: f iniettiva se e solo se graf f {( x , y ): y y} ha al pi una


soluzione

Funzioni suriettive
Definizione: Sia f: X Y una funzione. Diremo che f suriettiva quando
y Y x X con f ( x )= y

Graficamente: f suriettiva se e solo se graf f {( x , y ): y y} ha almeno una


soluzione y Y .

Funzione biettiva
Definizione: Diremo che f: X Y biiettiva quando sia iniettiva che suriettiva.
Osservazione: Se f: X Y iniettiva. Allora f: X Imf biiettiva (questo perch )
f: X Imf sempre suriettiva per definizione di Imf).
Osservazione: f: X Imf biiettiva significa graficamente che valgono le seguenti 2
propriet:
1) x X associato un unico y=f ( x) cio graf f {x=x } ha esattamente
una soluzione(questa la definizione di funzione).
2) y Imf , ! X X : f ( x)= y (lesistenza assicurata dalla suriettivit,
lunicit assicurata dalla iniettivit).

Funzione inversa
Definizione: f: X Y iniettiva. Possiamo definire una nuova funzione, detta
funzione inversa di f (indicata con f - ) cos costruita:
1
f : Imf X
y x dove y=f ( x)
( ben definita come funzione perche un tale elemento x ed unico per lultima
osservazione)

Funzione restrizione
Definizione: Sia A X Sia f: X Y una funzione. Chiameremo restrizione di f ad
A, la funzione:
f A : A Y
x f (x )

Funzione restrittiva inversa


Definizione: Siano A X , f : X Y Se fA iniettiva diremo che f invertibile su A
(o che f iniettiva su A). In questo caso denoteremo (fA)-1 linversa di fA.

Funzioni simmetriche (pari e dispari)


Definizione: Sia f una funzione reale di variabile reale. Allora diremo che:
1) f pari quando f ( x)=f (x) e avremo una simmetria rispetto allasse x= 0
2) f dispari quando f (x)=f (x) e avremo una simmetria rispetto a O(0,0)

Funzione periodica
Definizione: Sia f una funzione reale di variabile reale. Sia T > 0. Diremo che f
periodica di periodo T quando:
1) f (x+T )=f (x) xdomf
2) T il pi piccolo numero >0 per cui valga 1

f
Osservazione: Se f e g sono entrambe periodiche di periodo T, allora f + g , fg ,
g
(laddove siano ben definite) sono funzioni sicuramente periodiche(di periodo al pi T)
il cui periodo minimo un multiplo di T.

Funzione monotona
Definizione: sia f una funzione reale di variabile reale. Diremo che:
1) f crescente quando x 1, x2 domf x 1< x2 f (x 1)f (x 2 )
2) f decrescente quando x 1, x 2domf x 1 < x 2 f (x 1 )f (x2 )
Diremo che f monotona quando essa una funzione crescente o decrescente.
Diremo che f :
1) strettamente crescente quando x 1, x 2domf x 1 < x 2 f ( x1 )<f (x2 )
2) strettamente decrescente quando x 1, x 2domf x 1 < x 2 f ( x 1 )> f (x 2 )

Osservazione: f strettamente crescente f crescente


(analogamente f strettamente decrescente f decrescente )
Funzioni iperboliche e loro propriet
Definizione di sinh, cosh, tanh:
e x +ex
Ch(x)=cosh (x) := coseno iperbolico di x
2
x x
e e
Sh (x)=sinh( x) := seno iperbolico di x
2
Sh(x) e x ex
Th(x)=tanh ( x) := =
Ch( x) e x +ex tangente iperbolica di x

Propriet:
1) Sinh dispari, cosh pari tanh dispari
ex
2) sinh< < cosh
2

cosh 2 ( x) sinh 2( x )=1


3)

4) sinh( x + y )=sinh(x )cosh ( y)+sinh ( y) cosh (x)


5) cosh (x + y)=cosh ( x) cosh ( y )+ sinh(x) sinh( y)
tanh ( x)+tanh( y)
6) tanh ( x+ y )=
1+tanh( x)tanh( y)

7) sinh(x) strettamente crescente


tanh(x) strettamente crescente
cosh(x) strettamente decrescente su (-0]
cosh(x) strettamente crescente su [0,+)

Funzioni iperboliche inverse


Inversa di sinh(x): Abbiamo visto che sinh strettamente crescente su tutto
iniettiva invertibile su
Denoteremo settsinh( x ) la sua inversa settore seno iperbolico
settsin(x )=ln (x+ (x 2+1))

Inversa di cosh(x): Osserviamo che cosh pari non iniettiva. Ma cosh(x)


strettamente crescente su [0,+). Allora invertibile su [0,+). Denoteremo
settcosh ( x) la sua inversa settore coseno iperbolico.
settcos ( x )=ln (x+ ( x2 1))

Inversa di tanh(x): (analogamente a quanto visto per sinh(x)) la funzione inversa di


tanh(x) denotata setttanh( x ) , setture tangente iperbolica, ha
dominio=Imm tanh=(1,1) ed ha formula esplicita:
1 1+ x
setttanh( x )= ln ( )
2 1x

Funzioni limitate e illimitate superiormente


Definizione: Diremo che f limitata/ superiormente limitata/ inferiormente limitata se
tale Imf. Diremo che f illimitata/ superiormente illimitata/ inferiormente illimitata
se tale Imf.

Osservazione: In altre parole:


f limitata m, M : mf ( x )M xdom f
f limitata N : |( f (x ))|N x dom f
f superiormente limitata M : f ( x )M x domf
f inferiormente limitata m: mf (x ) x dom f

Maggioranti e minoranti della funzione


Definizione: Diremo maggiorante (rispettivamente minorante) di f ogni maggiorante
(rispettivamente minorante) di Imf

Massimo, minimo, estremo sup, estremo inf


Definizione: Si definiscono massimo, minimo, estremo superiore ed inferiore di una
funzione f nel seguente modo:
sup f(x) := sup [Im(f)]
inf f(x) := inf [Im(f)]
max f(x) := max [Im(f)]
min f(x):= max [Im(f)]

Quando esistono max o min della funzione, essi soo detti estremi di f. Inoltre se
x M dom f : f ( x M )=max f diremo che x M punto di massimo di f.
Analogamente se x m dom f : f ( x m )=min f diremo che x m punto di minimo di
f.
Gli eventuali punti di massimo o di minimo sono detti estremanti o punti di estremo.
Propriet: Continuano a valere tutte le propriet di max, min, sup ed inf degli insiemi
Osservazione:
1) Non confondere gli estremi di f(max, min, sup, inf), che stanno nel codominio, con
i punti di estremo di f, che stanno nel dominio.
2) I valori estremi di f sono unici, mentre gli estremanti non lo sono

Massimo e minimo di funzioni ristrette


Definizione: Sia Adom f . Definiamo max, min, sup, inf di f in A e li denoteremo
max f , min f , supe f , inf f
rispettivamente x A x A x A x A

Il massimo (minimo) di una funzione anche detto max(min) globale o assoluto di f


per distinguerlo dai vari max(min) di f su sottoinsiemi del domf