You are on page 1of 2

Elementi trasponibili

Sono elementi mobili del DNA , che possono muoversi da un sito all’altro ed inseriti
sempre in altro molecole di DNA come plasmidi, cromosomi o genomi virali ; La
motivazione per cui avviene ciò è che questi elementi non hanno capacità
autoreplicative ma sono replicati passivamente , con la molecola di DNA ospite
all’interno del quale sono iscritti . Sono tutti elementi che avvengono all’interno della
stessa cellula.

Questi elementi si muovono attraverso un processo definito trasposizione , un
processo fondamentale sia per l’evoluzione sia per eventuali analisi genetiche.

La sua frequenza è notevolmente variabile , tra 10 -3 e 10-7 ; Questo fenomeno fu
inizialmente osservata nel mais negli anni 40’ , ma i dettagli molecolari della
trasposizione furono in seguito indagati nei batteri , organismi nei quali è più facile
condurre approfondite analisi genetiche.

Nei batteri i due principali elementi trasponi bile sono :

I trasposoni

Le sequenze di inserzione

Questi due elementi differiscono per le dimensioni e conseguentemente per le
informazioni da essi contenuti.

Entrambi questi due elementi hanno due importati caratteristiche :

Portano geni codificanti la trasposasi , enzima indispensabile per la trasposizione e
hanno piccole ripetizioni invertite alle estremità, necessarie sempre per la
trasposizione . Il taglio effettuato dalle trasposasi determina un’apertura assimetrica
nei due filamenti .

Le estremità degli elementi trasponibili non sono libere ma sono contigue con la
molecola del DNA ospite in cui sono inserite.

Le sequenze di inserzione sono il tipo più semplice ; sono brevi segmenti di DNA di
circa 1000 nucleotidi , che hanno un numero specifico di paia di basi alle estremità
terminali e l’unico gene che possiedono è quello che codifica le trasposasi . Ceppi
diversi della stessa specie possono differire per il numero di IS e per la loro
localizzazione. Questo tipo di elementi sono in grado di codificare esclusivamente le
funzioni necessarie alla inserzione di una loro copia in una residenza genomica e la
trasposizione ha come unica conseguenza un effetto mutageno.

I trasposoni sono elementi di dimensioni maggiori , in cui le trasposasi riconoscono le
sequenze terminali invertite e sposta il segmento di DNA da esse fiancheggiato da un
sito all’altro . Ogni porzione i DNA che si trova tra due ripetizioni invertite è parte
integrante del trasposone e viene anch’essa mobilizzata.

All’interno dei trasposoni si trovano molti altri tipi di geni che possono conferire
importati caratteristiche all’organismo che lo ospita, come la resistenza antibiotica.

La trasposizione è un tipo di ricombinazione sito – specifica . Nel caso delle trasposizione re plicativa . possono essere trasferiti da una specie all’altra mediante coniugazione. che è sia un DNA virale che un trasposone. mentre la parte centrale o core del trasposone contiene una serie di geni. Quando un elemento trasponi bile viene inserito in un DNA bersaglio . viene prodotta e inserita la copia di un trasposone in un nuovo sito. i quali oltre al poter trasporsi da un sito all’altro del genoma . costituito da segmenti di DNA inseriti tra due elementi IS. Un ulteriore caso è la presenza di un trasposone composto . In seguito . in cui sequenze omologhe di DNA si riconoscono grazie all’appaiamento delle basi. Quasi tutto il genoma batterico è codificante . MUTAGENESI CON I TRASPOSONI. Nella trasposizione conservativa . nel punto in cui è stato excido il trasposone. è possibile che si originino ibridi con un comportamento complesso. Le trasposasi riconoscono . la mutazione che si produce potrebbe. Sono noti due meccanismi di trasposizione : Conservativa e replicativa . gli enzimi della cellula ospite riparano le porzioni a singolo filamento produce la duplicazione.Nelle due sequenze di inserzione sono presenti le informazioni necessarie a codificare i materiali necessari al trasferimento . Un esempio è la formazione di trasposoni coniugativi . la copia originale rimane nel suo sito mentre la seconda copia si posizione nel nuovo sito di inserzione . In questo caso il numero delle copie del traspone rimane invariato. al contrario di quanto avviene nella ricombinazione omologa. Un altro caso particolare è il batteriofago MU . L’inserzione di un trasposone in un gene determina la mutazione dello stesso in cui è stato inserito . che codificano numerosi prodotti . in certe condizioni di crescita . MECCANISMI DI TRASPOSIZIONE. durante il processo di inserzione nel sito dell’integrazione . viene duplicata una breve sequenza di DNA bersaglio . identici che si possono muovere come un’unica grande struttura. in questo caso sul DNA donatore rimane un taglio sulla doppia elica . poiché specifiche sequenze di DNA corrispondenti alle ripetizioni invertite e le sequenze bersaglio sono riconosciute da particolari proteine definite trasposasi . . anche numerosi . essere letale . Poiché ogni gene che risiede tra due ripetizioni invertite diventa parte di un trasposone . tagliano e rilegano il DNA durante la trasposizione. La duplicazione avviene poiché la trasposasi taglia il DNA lasciando delle estremità a singolo filamento in cui si inserisco gli elementi trasponibili .il trasposone si excide e si inserisce in un secondo sito . Se la mutazione avviene in una proteina essenziale .