You are on page 1of 1

IL RIMUGINIO DESIDERANTE NEL DISTURBO BIPOLARE

UNO STUDIO PILOTA


S. Righini*, E. Mellina*, G. Caselli**, M. Baldetti*, F. Turchi*
*CENTRO STUDI COGNITIVI FIRENZE
**STUDI COGNITIVI MODENA

FORUM DELLA RICERCA IN PSICOTERAPIA


Riccione, 5 6 Maggio 2017

INTRODUZIONE: lo stile di pensiero sta ricevendo crescente attenzione in psicopatologia sia come elemento trans-diagnostico, che nello specifico dei disturbi dellumore, soprattutto
attraverso gli studi che analizzano il ruolo delle credenze metacognitive positive e negative del rimuginio come fattore di mantenimento e ricaduta. Il rimuginio uno stile di pensiero
persistente, ciclico e da attenzione focalizzata su di s. Costituisce un sintomo residuale importante nel mantenimento e nella ricaduta dei disturbi depressivi. Per quanto riguarda il Disturbo
Bipolare la letteratura evidenzia come la ruminazione sia uno stile di pensiero che caratterizza sia la fase depressiva che quella eutimica, ancora poche sono le evidenze riguardo le fasi
ipo/maniacali, anche se la letteratura circa il ruolo della ruminazione collegata ad emozioni positive rimanda alla definizione di rimuginio desiderante.

RIMUGINIO DESIDERANTE CREDENZE METACOGNITIVE

CONVINZIONI IMPLICITE O ESPLICITE CHE LE PERSONE


STRATEGIA COGNITIVA CONSAPEVOLE E VOLONTARIA CHE HANNO SULLA PROPRIA MENTE, SUI SUOI PRODOTTI E SULLE
COINVOLGE LELABORAZIONE DI INFORMAZIONI RELATIVE AD SUE FUNZIONI (sulla necessit/efficacia di seguire i pensieri/desideri)
UN OGGETTO O ATTIVITA PIACEVOLI, IN FORMA DI:
v META-CREDENZE POSITIVE: devo rimuginare sui miei desideri per
q IMAGINAL PREFIGURATION sentirmi motivato
v META-CREDENZE POSITIVE: devo rimuginare sui miei desideri per
qVERBAL PERSEVERATION prendere la decisione migliore
v META-CREDENZE NEGATIVE: pericolosit, incontrollabilit e
difettosit della mente

IPERATTIVAZIONE COGNITIVA CON SPINTA ALLAZIONE MANTENGONO LATTIVITA DI RIMUGINIO DESIDERANTE

CONSEGUENZE
o Amplifica il desiderio ed il senso di deprivazione
o Spinge ad agire in favore di gratificazioni immediate distorcendo i processi decisionali
o Favorisce la percezione di convinzione e fiducia nei pensieri permissivi e nella prospettiva mentale pi incline allazione verso oggetti o attivit desiderate
o Riduce le capacit di controllo ostacolando la naturale regolazione degli stati interni
o Distorce i processi decisionali dando priorit a ci che accade qui ed ora

METODOLOGIA
Allo scopo di esplorare le CREDENZE METACOGNITIVE POSITIVE E NEGATIVE sulla ruminazione relativa alla fase ipo/maniacale stata costruita, da psicoterapeuti
esperti MCT, unINTERVISTA SEMISTRUTTURATA poi somministrata a N. 6 pazienti bipolari in fase eutimica, 4 donne e 2 uomini di et compresa fra i 26 ed i 62 anni.
Lintervista stata strutturata con lobiettivo di individuare:
v un episodio ipo/maniacale di cui il paziente ha un ricordo vivido indagando quale fosse la prima cosa notata dal paziente in termini di sensazioni, pensieri, emozioni o impulsi.
v In che modo ha reagito a questi pensieri o stati di eccitazione nelle componenti di PENSIERO, ATTENZIONE, EFFETTI E COMPORTAMENTI
vMETA-CREDENZE POSITIVE sul trigger
vMETA-CREDENZE POSITIVE sullo stato mentale desiderato
vMETA-CREDENZE NEGATIVE di pericolosit, incontrollabilit e difettosit della mente
I contenuti delle risposte sono stati analizzati in termini qualitativi, in cieco, da due terapeuti in formazione allultimo anno di specializzazione.

RISULTATI: META-CREDENZE POSITIVE META-CREDENZE NEGATIVE


Sul trigger: Tutto questo entusiasmo mi faceva dire ce la faccio, il desiderio prevalso CASE 1 Incontrollabilit: Se inizia non riesco a metterci un freno, in quel momento non ne sono
su tutto. Se rinunci allentusiasmo poi arriva il vuoto e rimugini su cose brutte, mi dicevo consapevole.
non cedere.
Sullo stato desiderato: Rimanere nel mio desiderio ha il significato di rivalsa, vedevo Pericolosit: Non positivo, non dormire, non riposare i pensieri alla fine porta ad un
tutto bello, un sogno, mi sentivo anche pi bella. blocco.

Sul trigger: Sentirmi desiderata alzava la mia autostima, mi ero fatta un film e ci CASE 2 Incontrollabilit: I miei pensieri mi trascinano, non li controllo.
credevo.
Sullo stato desiderato: Continuare a pensarci, rimuginare aiutava a smettere di Pericolosit: Rimuginare negativo perch abbassa i freni inibitori e mi espone a
preoccuparmi, lo facevo per staccarmi dalla realt. situazioni a rischio. Mi deconcentra rispetto ai miei obiettivi.

Sul trigger: Tutta questa energia mi dava benessere, mi faceva sentire straordinario. CASE 3 Incontrollabilit: Non facevo niente per ridurre questi pensieri. Ho il 70% di controllo
Sullo stato desiderato: Rimuginare era come tenere un fuoco acceso, mi ripetevo Sono sui pensieri, sono molto consapevole di mettere in atto questo tipo di strategia.
il numero uno. Faccio qualcosa di straordinario, mi serviva per mantenermi distante
dalla realt.

Sul trigger: Pensare che sono riconosciuta dagli altri migliora la mia autostima. CASE 4 Incontrollabilit: Non mi rendevo conto che mi stavo perdendo nei miei pensieri.
Sullo stato desiderato: Rimuginare migliora le mie prestazioni, se non rimugino mi Pericolosit: Rimuginando ero meno riposata, non mi rendevo conto della situazione
precludo uno stato di grazia. Per mantenerlo sfoggio me stessa e provoco situazioni. concreta e non sfruttavo le occasioni al meglio.

Sul trigger: Lenergia mi faceva sentire che potevo fare tante cose, come uno stato di CASE 5 Incontrollabilit: Non ho nessun controllo sui miei pensieri, quando inizio a sentirmi
estasi. euforica chiamo subito il medico per i farmaci.
Sullo stato desiderato: Sentirmi cos bene mi faceva pensare che potevo salvare la mia Pericolosit: Rimuginare mi potrebbe far perdere il controllo perch abbassa i miei freni
famiglia. inibitori.

Sul trigger: Sentirmi cos tanto riconosciuto dagli altri mi fa sentire una persona di CASE 6 Incontrollabilit: Non ho nessun controllo e nessuna consapevolezza dei miei pensieri.
valore, mi esalta.
Sullo stato desiderato: Ho bisogno dello stato di esaltazione per non sentirmi solo, Pericolosit: Rimuginare negativo perch mi fa sprecare energia.
incompreso dagli altri.

CONCLUSIONI
Le caratteristiche del rimuginio desiderante sono compatibili con le caratteristiche dello stile di pensiero di pazienti con disturbo bipolare in fase maniacale o ipomaniacale. Emerge una quota
di rimuginio desiderante di stato in pazienti bipolari in fase eutimica, riferita allo stato della fase ipo/maniacale, la quale agisce come sintomo residuale.
Tale sintomo residuale potrebbe giocare un ruolo nel mantenimento della fase ipo/maniacale, nella ricaduta poich persiste in fase eutimica, nonch nei comportamenti di drop-out rispetto a
psicoterapia e farmacoterapia, particolarmente caratterizzanti il disturbo; merita quindi lattenzione della futura ricerca in psicoterapia.

BIBLIOGRAFIA
- Caselli, G., Spada, MM. (2015). Desire thinking: what is it and what drives it ? Addict Behav., 44:71-9.
- Caselli, G., Ruggiero, GM., Sassaroli, S. (2017). Rimuginio. Raffaello Cortina Editore.
- Wells, A. (2009). Terapia metacognitiva dei disturbi dansia e della depressione. New York: The Guilford Press.