Corriere della Sera Domenica 25 Luglio 2010

Cronaca di Milano

3
MI

Denuncia Imprese fallite, denunce, petizioni. E tempi biblici per chi chiede il risarcimento. Prezzi dei box lievitati anche di 10 mila euro

Cantieri infiniti, l’incubo della città perforata
Da piazza XXV Aprile a largo Gavirate: la mappa dei lavori. Ritardi anche di quattro anni
Piazza cardinale Ferrari Via Ampère Piazza Novelli Piazza XXV Aprile

Avvio dei lavori nel 2005 Consegna prevista nel 2007
Il giudice ha incontrato le parti, letto le memorie e deciso che in largo Gavirate ancora non si parte, ma ricordatevi la data: «L’udienza nel merito è fissata nell’aprile 2012». Per dirla con Francesca Verna, l’avvocato che tutela una quindicina di acquirenti pentiti dei box, questa è una storia in cui «nulla si sa e nulla si decide». Un buco nero nella Beirut del Piano parcheggi del Comune. Una voragine addossata alle uscite di sicurezza di un liceo, il «Vittorio Veneto», nella Milano martoriata dai posteggi contestati, appoggiati sulla falda o incatenati ai palazzi, bocciati, rivisti. In ritardo di anni. I 216 posti auto di largo Gavirate, a San Siro, sono stati approvati nel 2004, dovevano venir pronti nel 2007, ma sono finiti sotto inchiesta prima che gli operai attaccassero i lavori: carte sequestrate, varianti, permessi negati all’utilizzo dei tiranti. L’impresa costruttrice, adesso, sta riscrivendo il progetto definitivo e a Palazzo Marino si augurano che il cantiere possa riaprire «entro la fine del 2010». Problema: i cittadini si sono rivolti al giudice per stracciare i contratti e riavere indietro i 20 mila euro versati sei anni fa. Ce la faranno? Data di fine lavori: sbagliata. E poi: imprese fallite, alberi tagliati, danni, denunce, petizioni. Piazza XXV Aprile è stata sventrata nell’estate del 2006 per accogliere 322 box e 346 posti auto a rotazione: dovevano essere consegnati 18 mesi fa e ci sono solo le fondamenta. Intanto: qualche commerciante ha chiuso, altri licenziano, il Teatro Smeraldo langue nella palude. «Guardi lo scavo — protestano i ne-

Avvio dei lavori nel 2002 Consegna prevista nel 2006 Largo Gavirate

Avvio dei lavori nel 2006 Consegna prevista nel 2009
lavori. L’ultima, aggiornata a ieri, fissa la chiusura del cantiere tra settembre e ottobre prossimi. L’autosilo di via Ampère, Città Studi, sarà completato a dicembre — forse — con quasi cinque anni di attesa extra. Anni difficili, penosi: i palazzi affacciati sullo scavo hanno i muri crepati, fratturati, e gli abitanti stanno ancora affrontando cause civili e penali per avere il risarcimento dei danni. Poco lontano, in via Bazzini, c’è una ditta in crisi, nel cantiere del parcheggio, che sta cercando di vendere il ramo d’azienda e i 243 box costruiti per metà. I progetti in piazza Bernini e largo Rio de Janeiro sono ancora schiantati dai guai giudiziari, in attesa di una nuova conferenza dei servizi e delle autorizzazioni a procedere. E ancora. I 483 box di piazza Novelli sono stati venduti nel 2005, con consegna prevista nel 2008, prima che qualcuno scoprisse l’elettrodotto della Terna nel sottosuolo: il primo lotto sarà terminato a marzo 2011. I tempi sono raddoppiati. Un’agonia. Lenta, sfinente. Il futuro della Darsena, violentata da sei anni di abbandono, si saprà solo il 26 ottobre, quando il Consiglio di Stato stabilirà se il parcheggio va fatto, oppure no, sui reperti della Milano leonardesca e spagnola. Quanto a Sant’Ambrogio, l’impresa incaricata di costruire il posteggio accanto alla basilica sta limando il progetto esecutivo e dovrebbe riavviare il cantiere tra agosto e settembre. Il primo progetto, qui, venne autorizzato nel 2000.

La scheda

Lavori Atm

Il piano del Comune Il Piano urbano dei parcheggi è stato avviato dall’ex sindaco e commissario al Traffico, Gabriele Albertini: i 60 mila posti auto previsti nel piano hanno costituito un giro d’affari di oltre un miliardo di euro I bandi per le imprese Tra il 2002 e il 2006 il Comune ha assegnato ai privati oltre 160 piazze e strade (a costo zero) per costruire parcheggi interrati: le gare sono state divise in 3 bandi Gli autosilo completati Negli ultimi quattro anni sono stati realizzati cinquanta parcheggi sotterranei. Di qui a un anno chiuderanno i cantieri per altri 20 mila posti auto Le ferite aperte La convenzione tra Comune e impresa costruttrice per la realizzazione del parcheggio Darsena (713 posti auto) venne firmata nel settembre 2004: i lavori non sono mai iniziati. Il cantiere accanto alla basilica di Sant’Ambrogio aprirà invece tra agosto e settembre

Bus e tram, tutti i cambi di percorso
Parte oggi il cantiere per la sostituzione dei binari tranviari e degli scambi in viale Coni Zugna e corso Colombo e i lavori sconvolgeranno fino al 5 settembre la circolazione Atm nella zona di Porta Genova: l’intervento costringe l’azienda a rivedere il percorso di sette linee (i tram 2, 9, 14 e 29/30 e gli autobus 59, 47 e 74). Il restyling della rete in ferro, avvisa Atm, porterà «vantaggi in termini di comfort di viaggio, diminuzione della rumorosità e aumento della velocità del mezzo pubblico per quattro linee di "forza" — 2, 14, 9 e 29/30 — ovvero, tra le principali linee tranviarie per lunghezza, percorso e numero di passeggeri». Le modifiche di percorso, da oggi a martedì, saranno concentrate dalle 20.30 alla fine del servizio. Dal 28 luglio, invece, le deviazioni interesseranno l’intera giornata. Per informazioni: atm-mi.it.

Avvio dei lavori nel 2005 Consegna prevista nel 2007
gozianti —. Due operai smarriti in un canyon! A questo ritmo non finiranno mai». Il cantiere, già rallentato dai primi rilievi archeologici, nelle ultime settimane è rimasto pressoché paralizzato: le banche che finanziano l’operazione hanno chiuso i rubinetti, non si fidano delle garanzie spese sul piano di revisione dei costi, le parole volano, pretendono una firma dal Comune. Senza delibera, niente soldi: «La questione si sbloccherà a giorni, recupereremo il tempo perso» assicurano i tecnici di Palazzo Marino. Il tempo, aggiornato sui guasti, già significa un rinvio alla metà del 2011. Con il prezzo di un box lievitato di oltre 7 mila euro sul preventivo iniziale. Il masterplan dei parcheggi sotterranei, sbloccato dall’ex sindaco Gabriele Albertini, nel 2004, con i poteri di commissario straordina-

Avvio dei lavori nel 2005 Consegna prevista nel 2008

razione dell’autosilo di piazza Meda: «È stato aperto un nuovo parcheggio ogni mese e prevediamo, entro un anno, di arrivare a consegnare altri 20 mila posti auto». Manca un dettaglio: il posteggio di piazza Meda è stato realizzato con un ritardo di tre anni. I 502 posti auto sotto piazza cardinal Ferrari sono staI posti auto ti venduti nel 2005 previsti nel Piano su una promessa: urbano dei parcheggi «Saranno pronti nel 2007». Il 7 marproject financing. Un business moti- zo 2008, invece, col cantiere ancora vato dall’«interesse pubblico» di ri- agl’inizi, cinque rampe di scale del durre traffico e smog: «In questi ul- palazzo al civico 4 si sono sgretolatimi anni sono stati conclusi 50 par- te e sono precipitate nell’androne: cheggi senza esborsi per l’ammini- l’indagine per «disastro colposo» strazione» hanno spiegato il sinda- ha frenato l’attività per mesi, è finico Moratti e l’assessore ai Lavori ta poi con un’archiviazione, ma ha pubblici, Bruno Simini, all’inaugu- comunque sconvolto la tabella dei rio, nasce per togliere dalle strade e dalle piazze circa 60 mila auto. Il Comune ha concesso, a costo zero, oltre 200 aree pubbliche. I privati — quattro gruppi su tutti — si sono spartiti lavori da oltre un miliardo di euro con lo strumento del

60

mila

Armando Stella astella@corriere.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

APERTI
DOMENICA 25 LUGLIO
www.grancasa.it

IL POMERIGGIO
Salone del Mobile di Legnano, Nerviano e Paderno Dugnano Grancasa, Granbrico, Salone del Mobile e Planetsport di Desenzano del Garda

MATTINO E POMERIGGIO
Grancasa, Granbrico, Salone del Mobile di Alseno e Cava Manara
www.granbrico.it