9 ottobre ’07 ASTRALE -3° PARTE Ricordando che tutte le pratiche per l’astrale mirano al

risveglio della coscienza diviene di conseguenza urgente la necessità di vivere intensamente,
percependo il maggior numero di fenomeni che avvengono contemporaneamente dentro ed intorno
a noi. DISCIPLINA controllare che non ci siano GAS intestinali, che provocano effetti negativi
soprattutto nel cervello e nel fegato. Il gas infatti si liquefa e circolando giunge nel fegato e nel
cervello, che sono gli organo più irrorati. Nel fegato si ha lo scambio fra gas, zuccheri e proteine. I
vasi capillari della scatola cranica sono i più sottili ed in queste terminazioni si deposita il gas
liquefatto che secca e asciuga i capillari come se ci si soffiasse sopra causando la mineralizzazione (
calcificazione) del cervello. La presenza di gas chiude la porta all’astrale. Il gas si origina anche
mangiando “addormentati”, parlando e ridendo durante il pasto, o durante la consumazione
guardando la TV. ((((Anche le miscele di cibi producono gas, perché il tempo di digestione dei cibi
è diverso, bisogna anche fare attenzione agli accostamenti fra frutta acida e dolce, ci sono poi alcuni
cibi che inducono più di altri la produzione di gas. Per limitare i gas si devono assumere delle erbe
carminative (in pratica in grado di eliminare i gas). TISANA: mezz’ora dopo i pasti prendere un
infuso ottenuto con tre stelle d’anice stellato per mezzo litro d’acqua. RICORDO DI SE’: bevendo
acqua alzandosi e coricandosi durante i lavori liturgici durante la doccia pregando il LOGOS
SOLARE (il sole è il corpo fisico di un maestro e quindi ci sveglia la coscienza) quando si mangia,
( l’io psicologico conosce la digestione e mentre mangiamo noi mangia anche lui, è infatti molto
diverso mangiare soli o in compagnia) ( AUTOOSSERVAZIONE: il guardare i centri della
macchina, è anche possibile osservarsi mossi da un ego. CHIAVE DI SOL: il dividere l’attenzione
fra soggetto, oggetto e luogo. RICORDO DI SE’: è uno stato d’ispirazione, è il ricordarsi di essere
una scintilla divina- Dio mio) Il Mantram FA-RA-ON è la porta d’ingresso ai mondi interni, è la
nostra energia sessuale: FA ( si mantralizza concentrandosi sull’energia sessuale nel bacino RA ( ci
si dirige poi nei polmoni, aria e respiro ci portano nell’astrale, si mantralizza concentrandosi nella
testa ON ( vocalizzando si immagina come una spinta che parte dai polmoni e che ci porta fuori
proiettandoci verso un punto fisso che può essere ad esempio l’immagine delle piramidi. Questo
mantram si ripete in questo modo per 7 volte, si può assumere poi la posizione del leone (sul fianco
destro, rannicchiati con il palmo destro sotto il volto e il braccio sinistro lungo il fianco) o quella
dell’uomo morto. 4 optional- nella stanza, con la bacchetta magica ( fatta con il cedro del libano) le
donne e con la spada gli uomini o una barretta di ferro ( in mancanza va bene un indice della mano)
si fa il cerchio recitando : HELION-MELION-TETRAGRAMMATON Ci si protegge così
nell’astrale permettendosi anche un buon riposo, è un cerchio magico con il verso da EST ad
OVEST, orario. Si può fare anche la stella microcosmica e la runa GIBUR che simbolizzata dalla
croce uncinata, la croce in movimento, ci si mette in ginocchio ( con il sinistro giù e il destro
piegato), con la mano destra, con pollice, indice e medio uniti si disegna nello spazio la croce: E
poi E’ la croce in movimento, cioè l’energia sessuale in pratica. 5 optional- si può recitare la
preghiera del M° Lakhsmi: HARE RAM, HARE RAM, RAM HARE HARE HARE CRISTO,
HARE CRISTO, CRISTO, CRISTO, HARE HARE HARE MURARE MODUP COIPTUS HARE
COPAL GOVIND MUKUM SONRE. MAGE PRAGE YODI COLPI BASI PARVOT TULLO
HIRO NO DANE EN BAI DE NEM. SRI GOVIND, SRI GOVIND, SRI GOVIND, SRI GOVIND
GANESHA NAMAP NEL NOME DEL CRISTO, PER LA GLORIA DEL CRISTO, PER IL
POTERE DEL CRISTO, IO TI CHIAMO, LAHSHMI, LAKHSMI, LAKHSMI AMEN

Related Interests