Il concetto di cultura: Considerazioni sull'approccio simbolico-interpretativo

Author(s): Massimiliano Monaci
Source: La Ricerca Folklorica, No. 34, La vita sociale delle perle. Produzione materiale, usi
simbolici e ruoli sessuali: da Murano all'Africa e al Borneo (Oct., 1996), pp. 81-91
Published by: Grafo s.p.a.
Stable URL: http://www.jstor.org/stable/1480178 .
Accessed: 01/05/2011 10:11

Your use of the JSTOR archive indicates your acceptance of JSTOR's Terms and Conditions of Use, available at .
http://www.jstor.org/page/info/about/policies/terms.jsp. JSTOR's Terms and Conditions of Use provides, in part, that unless
you have obtained prior permission, you may not download an entire issue of a journal or multiple copies of articles, and you
may use content in the JSTOR archive only for your personal, non-commercial use.

Please contact the publisher regarding any further use of this work. Publisher contact information may be obtained at .
http://www.jstor.org/action/showPublisher?publisherCode=grafo. .

Each copy of any part of a JSTOR transmission must contain the same copyright notice that appears on the screen or printed
page of such transmission.

JSTOR is a not-for-profit service that helps scholars, researchers, and students discover, use, and build upon a wide range of
content in a trusted digital archive. We use information technology and tools to increase productivity and facilitate new forms
of scholarship. For more information about JSTOR, please contact support@jstor.org.

Grafo s.p.a. is collaborating with JSTOR to digitize, preserve and extend access to La Ricerca Folklorica.

http://www.jstor.org

tire dalla seconda meta del secolo scorso. to di relazioni di un contesto sociale. II concetto di cultura Considerazionisull'approcciosimbolico-interpretativo MassimilianoMonaci Introduzione 1.di solito sottovalutata nell'altra visione simbolismo quale forma di mediazione loro classica rivisitazione critica Kroeber . non sembra scorretto costanti2oppure che venga (come per in- non aproblematica fra strutturasociale e dire che in un certo senso Emile Durk- dinamiche culturali .lo studio di concetto che costituisca effettivamente trebbe sostenere che mentre la prima trat- culture. privilegiata del dibattito sulla cultura ta ad uno specifico approfondimento dei coincide con la moderna antropologia dell'intera vita collettiva comune ai mem- caratterie delle implicazioni dell'approc. e che 81 . heim rivive nel funzionalismo di Broni. se possono permettersi di rendere al me- La tesi avanzata in quest'ultima parte e zione del trattamento antropologico del glio questa dimensione pervasiva della che una prospettiva del genere riveli una concetto di cultura e l'elevata eteroge.specie ad opera degli un insieme sociale piu o meno vasto ripro- In seguito ci si soffermera proprio sulla autori classici . proccio simbolico-interpretativo di Clif- tura costituisca sostanzialmente il prodot- gnitivista. In particolare. Ma di certo. ford Geertz. questo approccio respinge con un collegamento esplicito tra "province della cultura in due vaste categorie: l'at. I lavori in lingua ingle- cio simbolico al fenomeno della cultura. uno strumento analitico per la compren- ta la cultura come qualcosa che un siste- dividuano due grandi tipologie di base ri. da tale posizione si ritiene che la cul- al suo intemo fra un'attenzione di tipo co. bri di una societa. e Kluckhohn (1952) sono riusciti ad indi- mentali dell'esperienza umana. sione della natura dell'azione umana nei ma sociale ha. l'altra rispecchia il convin- spetto alle quali e possibile distinguere sistemi sociali. stere (o venire pre-parata)fuori dal tessu- realta. forza un paio di conclusioni (o meglio di di significato" delle scienze umane talora teggiamento di chi la considera una va. le classificazioni piu interes.utilitarista e sim. Alcune questionidi base ciale). dalla fine del to. L'elemento portante co-comunicative e "drammaturgiche"del lavoro sull'argomento. basta ricordare quello che ormai rappre. sce la culturacome variabile di un sistema mento di trasversalita interdisciplinare. stessa sociologia . senta un aneddoto inevitabile in qualsiasi della vita collettiva. rispetto al punto di vista che concepi- pare costituire un'occasione e uno stru. a questo cimento che la culturasia qualcosa che un fra concezioni in cui la cultura e conside. inizialmente si in.che la cultura emerga dall'interazione delle dimensioni e degli enigmi fonda.Piutto- re le differenze che sembrano sussistere slaw Malinowski e Max Weber nell'ap- sto. proposito. rata qualcosa che un sistema sociale ha santi siano quelle di matrice antropologi- Se si aderisce a quest'ultimo indirizzo. e fra prospettive socioculturali ca non equivale a disconoscere che la non si e portatia credere che la cultura di oppure ideazionali.cercando di valuta. pare possibile rag. che si fanno nel contesto delle relazioni e stemi sociali con le concezioni psicologi.si sia rapportataai feno- duca (quasi automaticamente)le opzioni e posizione "ideazionale" . culturale. II primo dato che emerge dalla valuta. Ritenere che.che teorizza la meni della cultura proponendo contributi le sensibilita del contesto o dei settori cir- separazione o comunque un'integrazione significativi. ded": la culturae letteralmenteincastona- singolare propensione ad integrare la vi- sione interpretativo-fenomenologica sul. strutturalista. ta nell'ordito delle cose che accadono e le strutturedi significato condiviso dei si. e cioe che nella di una simile prospettiva risiede nell'idea . viduare piu di 150 definizioni del termine continua degli attorisociali. in tal sen. sotto forma di significati e simboli bolico-interpretativa. gruppare gli orientamenti nei confronti sociale. In altri termi- so. e quello di chi la ritiene una me- tafora fondamentale (root metaphor) del In questo scritto ci si propone di offrire Non e agevole superare il piano delle sistema sociale esaminato. Per evidenzia- una panoramica degli stili antropologici definizioni piu superficiali di cultura in re in tutta la sua intensita la differenza in- con cui e possibile affrontare . canto) plasmatada attoriindividuali o col- lettivi occupanti ruoli particolari3. l'orientamento simbolico-culturale cultura. oppure 6. ni. inter. na od estema rispetto ad un contesto so. si po- concretamente condotto . cultura attraverso l'espressione "embed- neita con cui esso e stato formulato a par. primo quartodel Novecento in poi la sede condivisi e negoziati.ed e stato modo da giungere ad una versione del tercorrente tra le due definizioni. della complessita La terza sezione del lavoro sara dedica. presupposti):che la culturapossa pre-esi- ritenutepiu distanti di quanto non siano in riabile (indipendente o dipendente. sistema sociale e. cosi. Di primo acchitol.

zione capitaledella teoriasociale ed an- ti. e puo venireappresae comunicataattra- capacita di adattamentodella societa. scriminare tra fattori culturali e struttura zionamentoe la vita dei settingsociali si La prospettivadiacronica. e in particolarel'approccio consideranoun sistemaideazionalecon. sistema socioculturale in quelle due entita o costantemente riconducibileai processi culturale. mescolati nel complessivo sistema socio.e probabileche la definizioneappena sviluppinodei processidi produzionee ri. elevato. tativa (p.trale teoriesincroniche loro rispettiva reificazione. Innanzitutto.: smo di Malinowski(1944).Inoltre. In altri termini. si suggerisceche gli attori due approcci: 1) la scuola ecologica-adat. canicacome paionosottindenderele de- le prospettiveche raffiguranola cultura D'altro canto.la culturasi integraarmoniosamente livello si ferma chi reputa che si. che fomiscono agli attorii pre- ral-funzionalismo di Radcliffe-Brown volte nell'interazione tra gli individui co. trasformati. tro. ai fini componentistrutturali. particolari contesti materiali e normativi. In tale ottica. ideazionale autonomo si pone l'accento socialee le fontio gli sbocchidell'azione le .In questavena. si soffermera in seguito .secondocui la mente convenzionale.) strumentalial soddisfa. esse continuano a costituire essenzial- narele prospettivesincroniche. trepassa la semplice soglia dell'accorgi.Come si vedra le investigatodalle visioni che invece la strutturasociale. rale che considera la cultura un sistema base alle qualil'integrazionefrastruttura schiatoad altri . Agar1982.all'intemodel globalesistemasocia. Tral'al- "emergente ". namica incessante di adattamentoalle si.Monaci essapossavenireassorbitadel tuttopassi. trattodecisivo aggiuntodall'interpreta- suntiva (Keesing 1974) che ha raccolto 2) la scuola storico-diffusiva (p.e possibileoperarealcunesi. ze. me. antropologiaculturale.). nor. Teorie antropologichesulla cultura mento socialmente trasmessi in grado di concettodi strutturasociale4.rafforza. tropologica. prieta della cultura da quelle del sistema siddettaetnoscienza. Parsons 1951 e 1960) che. basanocosi sull'esistenzadi comici di ri- 82 .che si soffermanoa descri. e la seconda come il modello ciale e una culturain quantofenomeno culturale.. piti avanti. sociale e di concepire i primi come un in. mentre cognizionicondivisein gradopiu o meno ro rapportocon l'ambiente.la distinzione concettuale tra costituenti orientamento"ideazionale"sulla cultura culturae dunquenon ignoranola dimen. dell'analisi e dell'interpretazione il ricer. fluisconol'approccioetnograficoe la co- istituzioni. il sistema li) perpercepire-interpretare-valutare-agi- dei meccanismipsicologici e sociali che culturale si riferisce ai modelli di signifi.Esso consta di una serie di dividuoe la collettivitaincontranonel lo.es. cato ("patternsof meaning": valori. possibiledissincronizzazione in una col- Perle teorieche si collocanonel primo mento provvisorio "di lavoro".dovecon- culturae l'apparatodi espressioni(miti.all'intemodi questoge. convenzionali. in menteil tragittodensoe contrastato del 2.2) lo struttu. sociale.es. sufficiente rilevare (Kroeber/Parsons conoscenza. gine dellaculturacome strettamente ade- ponentila strutturasociale e contribuisce catore 6 purtroppocostretto a scindere il renteai modelliinterattividella struttura a formareil complessivosistemasocio.es.persinoinadeguata. Secondo la scuola cognitivista(p. quest'ultimo conceme le condizioni coin. Invece. a sfidarel'imma- con i diversimodellidi interazionecom.sempreap.all'interno del complessivo vereproprioil processodi sviluppodi una . dalle prospettive tera produzione di uno studioso su cui ci diacroniche.: Harris 1979). che ritrae la citatadi strutturasociale appaiaeccessi- produzionesociale attraversocui i fattori culturacome il prodotto sociale di una di..pressocheindistinguibi. supposti(sottoformadi contenutimenta- (1952). in come un elementoirrimediabilmente mi. 3. A questo lettivitatra i fenomenidella culturae le tipo. Vale la pena sottolinea. per riconoscere le pro. in.che stu. quantunque non coincida affatto con la zione fra almeno quattroprospettivedi In particolare. forme espressive di conoscenza orga. pu6 anch'essa venire divisa in dell'interazionesociale stessa. autonomo tempo e dello spazio.affermandoche un sistemaso. sembra impli. peril qualela culturasi compone stituenti concrete collettivita. nell'orientamento gene. sulla separazione concettuale fra culturae collettiva e armoniosa5. presentarela cultura sotto forma di confi.la culturacoincidecon consentonoai soggetti individualidi ac. valori)indispensabiliperl'ordinee la nizzata.Clifford Geertz Peraltro. nale autonomoe l'eventualitache l'ag- antropologi. parepossibile inserire:1) il funzionali. tendente a rap.Goodenough1971). vamentesommariaperdesignareunano- culturalivengonopostiin essere. care ben di piii di un'operazione pura. tuazioni critiche proposte dall'ambiente.ecc. re che si tratta di una concezione che ol. nerale"paradigma" e possibilediscrimi. culturali e strutturalidel sistema sociale.D'altronde. l'insiemedelle manierein cui le persone quisirele caratteristiche mentali(creden. mente le due facce di una medesima coe. mettere in relazione le collettivita coi loro in questasede premesottolineareche il Basandosianchesu una tipologiarias. sembrautile operareun'ulterioredistin- sione temporaledel fenomeno. giustamentofra aspetti della culturaed gnificativedistinzionitrai vari approcci gurazioni espressive prodotte nel tempo aspettistrutturalidel sistemasociale non al concettodi cultura.I1fun- cioe perl'equilibriosociale.Al considera la cultura uno dei piu fattori in terminidei qualiha luogol'interazione contrario. organizzano la loroesperienzadelmondo. da circostanze e processi storici di natura avvengain manieratantoindoloree mec- nanzituttosembraproduttivodiscemere interattiva. un modo iniziale di di.la culturadi unadata cimentodei bisogniumanidi base ed alla sociale e condizione necessaria ma non collettivitae principalmente un sistemadi risoluzionedi problemispecificiche l'in. La cultura come sistema ideazionale diano la culturain particolaripunti del rente medaglia. re. 1958. salvo poi concludere che psicologicidegli attorisociali. Boas 1940).: Be. simbolico-interpretativoa discutere la cettualmenteautonomo. verso pratichedi socializzazione. zione dellaculturaqualesistemaideazio- parecchiconsensi nella comunitadegli nedict 1934.se si ha ossia un sistema di modelli di comporta. come indica l'in. partenente al generale orientamento che sieme piu o meno ordinatodi significati vamentedaimembridi unacollettivita. scrizioni perfettamenteisomorfiche.

zatacon questateoriae che la culturacon. fattorecostitutivo. stinguendolodai rimanentiaspettidella lontadi cooperaread "impresecomuni" ciprocita) e la mitologia (che riduce la fenomenologiasocialedi unacollettivita: degli attoriall'esitodel loro calcoloutili- complessitainfinitadegli aspetticontin.delle singole e differentiragioniper par- loroespressionitangibili.all'internodi un goli partecipantitendentipernaturaa ri- mentedei singolisoggetti. autenticadel concetto di struttura.attesee divietiche for- i loro svariati artefatti. valentementeutilizzato nello studio di di funzionamentomentale inconsci ed collocandosinella posizioneinterpretati.in quantouomini. L'interpretazioneavan.da partedei membridi nitiva di scoprirela realtasottostante. Le versionicognitivistae (psicodinami. collettive. occorre (se non si partecipanon si vince).Cosi.dei costi e degli in- datadalle dimensionipsicodinamichela.cio&ad do-cotto. di motivi e funzionid'utilitaindividuali.e prociinteressi.dipendedallapossibilitadi "sincronizza- all'individuazionedi "universalicultura.menti eccessivamentepredatori.un insiemesociale . colare.Di conseguenza. la visione proposta dalla scuola della taristico.intera..a pareredi chiscrive.Gli attori niscea ciascunattorequelminimodi con- prodottiesterioridi processi mentalila.or- universalisfocia in alcunipercorsitipici va dadovesi scorgetuttoquesto. che in presenzadi variazionidi qualche re l'indiscutibileed intuitivolegameesi- Per esemplificare. determinateaspira- sociali concretesono il totemismo(che Primadi passareallaconcezionedi cul. sonali piu o meno elevate di realizzare.qualsiasi 83 .butiintesia faremergereil nesso fracal- di questoapproccioalla culturae in defi. superficie.I cogniti.secco-umido. alle espressioniculturalied alle relazioni non si vede. b) successivamente.c) in lineacon il l'etnologiaclassicacon MarcelMauss.qualco.In teciparele si trovanoanchein queicontri- puntoprecedente. cludecomunqueil senso della continuitd centivi collegati alla permanenzanel si- tenti ed universalidel pensieroumano.come del insiemedi istruzioniperla reciprocapre.corrispondenzee Wallace 1970).Eppure. l'unovicinoall'altro.e la strutturaviene conce.le strutturedi pa.peresem. in esse contenuta.nella macro-comportamento collettivo. all'interno della strutturadi no indicazioninondi pococonto. lettivitacircoscrittedi variogenerequali esaminatecon riferimentoall'interazio.dificatodi norme.tore d'indaginesi tende a trattarele col- le praticheculturalivengonoinnanzitutto gnitivesocialmentesostenute. non perderecontattocon la valenzapiu continuitadei qualie legataa doppiofilo stazionepiu o meno evidentee consape.l'analisi mira come e venuto elaborandosinella mag.e di conseguenzaancheil fun. pio.oltrea fa.sfacimentodelle proprienecessita..:Levi-Strauss1958e 1973.col rischioannessoche le rassegna.ecc. derazionisul "coordinamento collettivo" si trasforminonel tempoe nello spaziole RomanJakobsone NoamChomsky. pensano. prenderenota di una penultimamaniera un altro conto e sovrapporrecompleta- rentela(relativealladimensionedel man.Inparti.in questoset- dell'analisistrutturalistadella cultura:a) di vitacollettivaappaionocostruzionico.menteil gradodi partecipazionee la vo- tenimentodellacomunicazionee dellare.la concezionecognitivistamerita zionamentodi certi insiemi sociali .nel.ossia di strutturee processiimmanen.derea tali standarde richieste.con stemasociale.istruzionidirettea contrastarecomporta- soprattuttoopposizionibinariecome cru. in psicologiacon gli psicologi della cro-motivi in modo che si fondano nel ti ed inconsapevoliche rimangonofor.non incamanola visionedi cul.i sistemi ganizzazioni.nel caso di certe collettivita .in talmodosi condi. al limite.pensano insieme. impedireche qualcuno. standonel sistema.stemae capacitadel sistemadi corrispon- alle manifestazioniculturaliparticolaridi pitacome un sistemadi elementi. gestalt.la presentialla coscienza e la loro manife.comportamentiinterrelatidata.movimenti). zioni o processirelativamentestabilian.si riducela cultura genti del mondo a certe fondamentalie struttura di mutua equivalenza (p. sociali.Essacoincidecio6 con stente .) condivise di essere tenutain considerazioneper la pende dalla possibilita di interrelarein dallamaggiorpartedei partecipanti. Evidentemente. daginepropostida questi"strutturalisti". E la sta (p.degli altripartecipanti. dunqueper la praticabilitadi un numero defezionicomportinoa lungoandarel'in- turasu cui ci si intendesoffermarein se.unacosa&rileva- frastrutture inconsce"(Rossi 1974). il significato attribuitoalla strutturain. qualcosadi resistente.negli studiantropo.e quindidi faremergerele "in. cioe salienzadell'assuntoprincipalesu cui si qualchemodo il comportamento dei sin- simultaneamentesociali e presentinella basa: la congiunzione.rappresentinoi re ed a "comportarsi". infatti. e dellatotalitd.fra processi non di culturaconsente. soprattutto. minimodi attivitainterconnesse.offro.di- rie-in-uso.l'esistenzadi strutture cludano.re" i singoli micro-comportamenti e mi- li". settingcollettivo.continuazionedel sistemae chancesper- tuentialtrettantiordinistrutturalisottesi sa che pesa e si sente anchese.cosi al destino dell'interosistema in quanto vole. II concettodi cultura ferimento (frame of reference: codici.in un certosenso. teo. D'altrocanto la nozione strutturalista luoghifisici e sociali dove si intersecano ne. tali peroda instaurareesclusivamenteun sia messo nella condizionedi dover ab- co-)strutturalista della cultura. visti ci insegnano6che i membridi un si.: complessiva di una collettivita a set di universalisimmetrie.Consi- malmenteinalteratinonostantevariinoe linguisticacon FerdinandDe Saussure.zioni e conseguiredeterminativantaggi incamala dimensionementaleimmanen.mentre te dell'identificazione). ed all'attivitamentalein genere.Ros. terruzionedel gioco stesso e quindipre- guito.culturae esattamenteil "framework" co- si 1974)ritieneche i sistemiculturali.bandonareil "tavoloda gioco" dei reci- resto le altreprecedentemente passatein visione dei rispettivi comportamenti. pero.perdendotroppo. colo individuale.IIconvin.fra logici di Levi-Strauss fenomeni costi.l'obiettivosostanziale ognunodegli approccie dei metodid'in. trollo anticipatosulle strategiepersonali tentied universalmente diffusi.). turache si intendeapprofondire.dell'azioneal pensiero cercareil propriotornacontoed il soddi- Da partesua la prospettivastrutturali. mappe causali.di "duro". giorpartedelle scienzesociali. antropologicadi definireil concetto di.I1concettodella cimento che le diverseespressionidella zionanoe condizionanole direzionie gli struttura di mutuaequivalenzaviene pre- culturavenganogenerateda meccanismi esiti delle loro attivita.particolariformazionisociali (gruppi.es.es. In quest'ottica. sista si di set di informazionicognitive. KurtLewin e JeanPiaget.

il senso di identita di dei micro-motivi individuali nel macro. un certo tragitto.Monaci possibilita di vincita da parte di chicches. A dire il problema. muta cultura.. sal- sociale.feno- teresse materiale. si della quale gli esseri umani interpretano suoi resoconti. e quindi la continua. privilegiato dell'analisi culturale 6 l'an- pratica. norme e valori condivisi all'inter. A fare quest'ottica e la cultura in s6. essa si forma. la propriaesperienza e orientanola pro- sia (se non si gioca. in ve. mare . samente. re l'utilizzo sul campo della visione fun- Posta la natura sociale. Conseguentemente. quale sistema ideazionale autonomo con.la concezione Sahlins 1976. concetto di culturasi era segnalato che. non solo induce a concepire la cultura zione di cultura pare difficile contestare turadi una formazione sociale ha senz'al. menologica ed interazionista. sistemi sociali diventano il prodotto in terpretativa della cultura . la cultura e (verrebbe da Geertz avviene un'incessante comunica- vi si riducano al minimo di accordi ed at. echi. nell'approccio simbolico di sare che i suoi fattori e processi costituti. denze. culturanon nella mente ("nelle teste") de. 6 stata successivamente "alienata" della personalita individuale" o quello struttural-funzionalista... si di. tale visione induce a cercare la societa e dei colleghi operantiin settori li- dividui. notazione che a sua volta la differenzia mente approfonditadal lavoro degli antro- to essenziale di una cultura sembra per. Durkheim. costituiscono il 84 . riesce ostico pen. Piuttosto. e altrettantoindiscutibile che In definitiva non e l'assunto dell"'ho.sia duplice.. una serie di riflessioni che illustranoi mo- mostri piu limitata e limitante delle altre no di un sistema sociale. [1973: 145] La sensazione e che l'idea di cultura equivalenza (nella sua versione piu pura) proposta dalla scuola della struttura di enfatizza precisamente l'assenza di cre. stituito uno dei fulcri dei grandi sistemi di duali7. all'origine di significativi contributi ma- mo oeconomicus" a disturbarein una raf. a ricoprire nonostante tutto vero. Certo. se presa da sola. "conditio sine qua non" per assicurare al. senza giungere a capo di nulla. Clifford Geertz. a livello assai generale. te nella forma in cui 6 espresso il concetto.intesa oltre il signi. I1 fatto e zione del "gioco" comune. pretare. co fa) non resta una "cultura in azione". infatti. Questa definizione offre lo spunto per mutua equivalenza. tali di attori individuali o di piccoli grup-tropologia. Non sembra azzardato ritenere che la delle reciproche dipendenze fra indagine tuito dal fatto che in questa prospettiva i peculiarita di una visione simbolico-in.. di una delle delicate questioni di base sui di visibile e soprattutto di "strutturale" Cominciando la nostra discussione sul caratteridella naturaumana destinate. inter- rita gli aspetti imbarazzanti sono altri. conservata e varia- all'intemo di (e con) un gruppo. evolve. Mentre nelle indagini di Malinowski e emozioni. sostando per un istante sul retroterra di persona umana sottesa al modello. mitrofi (come la teoria manageriale.. e vero che ormai da molto tempo il campo to e le conseguenze sul piano dell'azione ma soltanto le singole strategie strumen.e sostanzialmente un fenomeno tua equivalenza. Van Maanen 1988) 6 com- qualche modo fortuito della confluenza su cui ci si vuole maggiormente soffer. tiva simbolica di antropologia culturale. per (nell'accezione piu estesa consideratapo. In altre parole. si tratta della vita collettiva.. a tenere banco in etemo. ammessa l'ovvia constatazione che ta costituite le regole elementari tali da il simbolismo di stampo geertziano ri- l'uomo non e composto solo di came.Essa ha inizialmente co- tro ripercussioni. sensazioni. trama di significato. aggiungere: "semplicemente"): zione con i vari indirizzi appartenenti tese di reciproca condotta necessari per all'orientamento dell'azione sociale inau- consentire ad ognuno di attuarele proprie . Prima di tutto. cita di evocare conoscenze. in tivi che possono far propendereper un ap- definizioni parziali considerate.. infatti. ecco che la cultura esauri. pare l'immagine cosa essa sia. cettualmente separato dal generico conte. potrebbe sostenere che la visione di cultu. azione. dagli altri concetti ideazionali.vo poi ripresentarsi. contributi indivi. gata" in zone di confine proprio con l'an- storia" . pi coinvolti nell'interazione. che.pero nel caso della no- comportamento collettivo. nella ricerca antropologica pura) o "rele- accumulate dalla specie umana nella sua psicodinamico-strutturalista e della mu. ra promossa dall'approccio della mutua priaazione. gli attoribensi nei prodottiastrattio mate..) ci si accorge che tali Con la polemica sull"'homo oeconomi. In un certo senso. La versione simbolica di tropologia8o col pensiero filosofico9. alcune elementari ma fondamentali intui- puo spingerlo alla ricerca del proprio in. L'aspet. qualsiasi proccio simbolico alla cultura. condivisa ed Per il maggior esponente della prospet. si puo proseguire all'infinito tutti i partecipanti. principalmente Weber e mutua equivalenza.la strutturadi significato nei termini gurato da Max Weber. infatti. motivi e comportamenti pecu. e prevenire condotte d'interesse troppo prende ed in un certo senso "custodisce" altrettanto indiscutibile che la sua indole spregiudicate. turatiin quest'area ci sta il pensiero di al- figurazione della cultura ricalcata sulle cuni grossi "pilastri"della riflessione so- indicazioni della scuola della strutturadi 4. Addirittura. se l'importo ideologico ed affettivo implica.. che un ruolo fondamentalmente marginale.ecc. meno ad un livello minimo gli interessi di motivi sono gia manifestati esplicitamen- cus". accomunandola in altriambiti della scienza sociale (specie generico di "retaggio delle conoscenze viceversa agli orientamenti cognitivista. L'argomento dei rapporti e appare realmente poco credibile e costi. caratteristicache la distingue sociologia generale a cavallo fra '800 e ficato angusto di "processo formativo da prospettive come la funzionalista o la '900. Infatti. sce i suoi effetti e scompare dalla scena zioni delle tradizioni interpretativa. Caratteridi un approcciosimbolico- ciologica. la sua esistenza e reputata una termini (. dalla quale discende la sua capa. sto sociale. tutti perdono). Pero.). di Radcliffe-Brown e possibile rintraccia- liari in ciascuno di essi. all'attenzione degli studiosi della tanto essere la sua condivisione fra piu in. la cul. Le sue analisi ed i strategie strumentali.pologi. piu preci. antropologica e indagine sociologica (cfr. e le implicazioni teoriche di quei singoli e quella dell'"homo oeconomicus". Una vena simbolica molti 6 in gioco . ovvero nei sistemi con. quel che interpretativo Durkheim. plesso e delicato . una vol.zionalista di cultura teorizzata da Emile evocativa della cultura. possiede un'ulteriore con.Ma la cultura . riali della mente. divisi di significato. a prima vista.

se- puntisopraindicatisono tuttipresentiin te da AlfredSchutz(1932 e 1973)al mo. diverse prospettive in attodaimembri. negli individuia cui sono rivolti.i durantel'interazionecon gli altri). cedimentidi costituzionedella realta. denza l'integrazionefra sfera sociale e ne simbolicache i soggetticreanosenso. gia portaquestonome:6 formalmentela i comportamentiapprovatidagli altri)e disciplinache si fa caricodi studiarei me.Di quest'otticaGeertz In conclusione. i contenutidei quattro 2) Le integrazionie le criticheapporta.a di socializzazionea senso unico. ciascun partecipanteviene modificato.coordinamento venganoeffettivamentesimboli signifi.affinchetalirap.l'individuo frontanoincessantemente le richiestedi sostenutecostantemente e . esplicitamente(o si pensache suscitino) sta la credenzadiffusa sulla loro corri.relazioniquoti. razionistae esattamenteattraversol'azio- chi agisce . Tralasciandoi trattipiti generalie ca.il tazioniesteme.Le comuni tramite l'adozione di simboli come determinateformazionisociali si ipotesiinterazionisteaiutanoa compren.Questomette nelle esplorazionigeertzianedei sistemi per determinarepraticamente la realtain in gradogli attorisociali inizialmentedi simbolicie facile imbattersiin descrizio. sazioni.nel medesimotempo. individuoe sovente anche riferito.gli attoridi un settingsocialenon rizzarevalori"I.all'atteggiamentodi altriin.il fonda- possibile coerente. che le contestoove agiscee dacui traei principi .uti. dell'interfacciafral'individuo(ed il sim- dove si attuanomaterialmentei processi le tesi interazionistecolgonocome un at- bolo in quantoprivato)e la collettivitAcui di costruzionedel mondosocialegrazieai tore individualeoperantein un determi- appartiene(ed il simboloin quantopub- qualil'individuoe messo nella condizio.percosi dire.le azioniindividualie biamente nell'interazione sociale. produrreeffetti (orientamento omogeneo ne si ritieneche i gesti di unapersonadi.Inlineacon talevisione.In particolare. cininoallarealta. superficialmente. "indiretta"dalleprocedurecumulativedi contribuiscea darleunaformaed unadi- lizzabile nell'osservazionee per quanto interpretazione e "sense-making" messe rezione. ve con altri.e dianepiuo menostrutturate. li compiele stesse reazioniche suscitano siderandoquellealtrui. vigentinel contestospecificodel setting. Nel simbolismo interpretativo di spondenzaal veroo allagiustezzamorale. infatti.Specialmen- dello weberiano. nire "riempiti". esistenza. definizionedi s6 nella formasviluppata prima. cui si muovono sono procedimenti. dividui. IIconcettodi cultura tentativodi organizzarein unasintesi.e cio dualeelaborain qualchemodo e detiene membridi un sistemasocialesi spiegano.nella concezioneinte- senso soggettivamente intenzionato di fa propriala sensibilitadi metterein evi. ranola proprialinead'azionementreaf- succedonoin un setting sociale vengano ti. manieramaggioreo minore.normalmenteun soggetto indivi.In talmodole conver.l'altrogeneralizzato("thegenera- per la secondaconcezione. mentodel "sensocomune"risiedeindub- con in comuneunatendenzadi fondo:at.di apprendere ruolie di interio.L'intera- to ad impiegarel'approcciointerpretativo mente ai soggetti sociali autocoscienti zionismosimbolicoprospettaunaspiega- e comprendentesul concretoterrenodel ("self').le impresecollettive di presentazionicondivisesiano in gradodi boliche. Clifford Geertz. In tribuireall'esamedellaculturauncaratte.i criteriadoperatidai membri che esso inducenell'altro.dell'intera. natogruppood insiemesocialesia conti- ne di cogliere i vissuti di coscienza nuamentecoinvoltoin "imprese"colletti. sono n6 artefici indipendentidella loro che o multiple.atti giocareun ruolo ("role-playing": adotta- ni del funzionamento di unaculturain cui costitutivi.medianteinterazionidiadi. ne umana danno vita contemporanea.spessoignoratedagli e di elaborarloin manieraautonomasullo possono venire spiegate e comprese in scienziatisociali (forseperch6appaiono sfondo di un contesto globale di riferi- manieraintellegibileda un osservatore.Mead1934)... duo di estrapolareil senso della propria sentimenti. organismi attivichedirigonoedelabo- azioni e le interazioniquotidianeche si perattribuiresignificatoagli avvenimen.il raggiungimentodi significati Quest'ultimofenomenorendecontodi nei processidi mediazionesimbolica. costruzionesimbolicadel senso.da questaposizio. ratteristicidella riflessionedi Mead. graziealla gradualecapacitadell'indivi- dei significati (rappresentazioni. ai processidi pensiero("mind") zione dialetticaabbastanzaconvincente "mondodella vita"1':l'ambientecomune e all'organizzazionesociale ("society"). individuimericontenitoriin attesadi ve- dai singoliattori. poi via via di assumereun ruolo ("role- 1) Le idee weberianedi "agiredotatodi todicon i qualii soggettisocialiriducono taking":accettareconsapevolmente la senso" e di "agiresociale". re.infatti. blico).l'agire di un zionismosimbolico(cfr. condivisinonsi configuraqualeprocesso costituiscanoqualisistemidi interazione dereil difficilepassaggiomicro-macro. mento. sono piuttostoprocessimediantecui gli dell'agiredei partecipanti.portatoalle estre. diventadel tutto chiaroa chi lo compie ca non di leggi ma di significati. e cosi facendogestiscono.nel 1969.Durantequesteoccasioni 3) I1convincimento.)che orientanoil suo agire. notato.se ce n'e una .n6 l'oggettopassivodi solleci- me conseguenzedai piu recentisviluppi nel sensoche mutanola suaesperienza.In soltanto nella risposta o nella reazione un'operazioneriuscita. vatae collettivadellemanifestazionisim. attoriformulanoe comprendonole loro delle lorodifferentiiniziative. valori. collettiverinvianoa criterie presupposti quellasedeil significatodel propriogesto re interpretativo.Da questopuntodi vista.. intuitivamenteplausibili?).comesi e dell'altro. con gli fondati su rappresentazionipartecipate "costruire" il pontefra le dimensionipri.bensi della sociologiafenomenologica2. azionedalrapportoimmediatocon l'altro soprattuttoin base ai quali le sue azioni 4) Le indicazioni.cioe connessoallaricer.) non e cativiallorchesuscitanonel soggettoche linee d'azioneproprioconoscendoe con- necessarioche esse rispecchinoo si avvi. Blumer 1954 e lized other").ecc.Attraversoi pro.pero. Standoalla l'incertezzadel mondo.gli atteggiamentied traspaionole influenzeseguenti. condoi qualile dinamichedell'interazio.ma ba.. intervenendonell'"impresa"interattiva unmondoin continuomutamento neiter- 85 .nonpernullal'etno-metodolo.dal momentoche definitiva.E pare di cui sono realizzazionicontingenti. sfera psicologico-individualerealizzata Peraltro.i rapporti. te l'ultimonon va dimenticato.Fradi esse spiccal'invi.

Per sintetizzarle partedel lavoro&esattamentedi esplora. dominanti.tendesemplicementea diato con la qualita morale o le vere inten- mondo."il tessu. dimensioni privatae pubblica della comu- negli altri sottosistemi di un aggregato so. apprestiamoa riprenderesono situatepiu a propriamente monte della questionee riguardanol'essen- (Meyer 1979) con strumentisimbolici co.Gli esseri umani. se ad esse e.Monaci mini stessi in cui interpretanoquest'ulti. sparserilevabilinei lavoridi autoricome affettive e simboliche. ne rilevala vocazioneidiograficae parti.sociologie critici te e silenziosamente al controllo della letteraricomeDilthey. Una prospettiva co-interpretativadi Geertz.dunque. to e saggio) sia l'unico animale in grado mo. simbolica sulla cultura racchiude sugge. definizione di Burke'5l'aspetto notevole (1962. le indicazioni che ci condotta nelle discipline umanistiche ria organizzativa & stato dimostrato dette. I1 processo simbolico che rende coinciderecol nucleodei problemifonda. non solo nella tradizioneinterazionista bientali particolarmente dissimili o con.Husserl. ficati simbolici non riducibili a motivi lita di coordinare le tesi centrali del pen. gia da vari decenni.Anzi. to sociologico ed interazionistadel simbo- turadei processisimbolicisviluppatipro- stere fenomeni di "dissincronizzazione" lismo. schermo simbolico.. ca letterariaed artistica. guarda. mati i confini con la riflessione di base ciale. In questofilone non sa. della sua essenza. zioni dei propri governanti o dei propri possibile tutto cio costituisce non soltanto mentalidellanostraesistenza: capi religiosi).) di significato in base alla quale gli alla quale "quanto si &esperito..Ugo Fabietti viene adomato. e che nei riguardi interpretativa il sistema culturale &la in ambitipiu o meno distantidai settori di questo "reame"sia possibile una cono- struttura(per Geertz "la trama". cemente hanno dei rapporti sessuali. "naturali". gene.a tal fine si chiameran- cui la cultura aderisce armoniosamente al no in causaintuizionie concettisullana. portoa ci6oche e "umano".la discussionefilosofica. Puo anche darsi che.Burke. Ad esempio. Collegata alla prece..Weber. anche alcune considerazioni cialmente stabilite) e dimensioni socio. non uccidono soltanto blema a numerosi studiosi del funziona. per il cibo. del qualei "simboliin per la maggior parte di noi un'eventualita consapevolmente ed altre inconsciamente azione"costituisconogli eventi critici e abbastanzaremota (ad esempio. Si potrebbe dire che mentre questi prioallafrontieradellaricercaantropolo.come bene esprime Mead . Principi di funzionamento del sim. o nega. stein. bolismo creano l'amore. con il modello Secondo Gordon (1969). con un minimo di ordine ci si awale anco- da essi creato. patria. tenendo conto di alcuni punti consapevolezza degli attori sociali. quest'ultima e riali od intangibili con cui .che procciosimbolicoalla vita sociale come vuole costituire un'integrazioneai quattro ed inconcepibile nelle rappresentazioniin quellogeertziano. 5. turalee in tale manieraun mondo simbo- Un'idea tipicamente "simbolica" e che vitaa non dimenticareche lico.ugualmente sottile ra una volta di un elenco commentato. dell'esperienzasociale stessa.es.infatti.:Duncan1962e 1968). di esserlo tore. Sempre in quello specifico set. ca. to in maniera diretta.[1991:297] possibile formarsialcune idee su come fun- rando quasi un autonomo mondo simboli- co (la cultura non &nella testa dei suoi zionino praticamentei simboli.ma nel sistema di significati smo.la criti- esseri umani interpretano la loro espe. dell'uomo subito dopo l'affermazione no. nell'ambito della teo. ma pure la condizione Burkesostienechel'homosapiens(adul. In effetti.). di controllaree Ma nell'approccio simbolico di tipo emozioni.II mondo simbolico attuato tro che semplice essere in contatto imme- scenza diretta e puramente sensoriale del dall'uomo. mento dei sistemi sociali.che possano sussi. esista una realta relati- In definitiva.alcune volte no un "dramma". I ignorarel'intensita del loro messaggio 1958).Wittgen.qualila lin- to".Gli esseri umani non sempli- siero interpretativo e fenomenologico. L'uomo .l'indaginedei processi me la probabilita di un disgiungimento za stessa di cio che &"simbolico" in rap- simboliciche caratterizzano qualsiasiset- fra strutture tecniche e simboliche au. puntigia espressia propositodel trattamen- suo sistema sociale . nicazione simbolica. ma purenelle osservazionidei cosiddetti 5. ma anche per i propridei e la Introducendol'antropologiasimboli... re la portatadelle implicazionidi un ap- dente appare l'idea .per lo piu - il risultato . non escluse quelle che fanno ancora pro. [Wexler 1983: 242] municazioneintersoggettiva. localizzati. Ma l'uomo non "conosce" soltan- simboli sono. to che tali contributisiano stati elaborati vamente stabile e data. ma contemporaneamente colaristical4 in.vi concorro- strutturaformale (regole e politiche uffi. Geertzvi sonofilosofi. ting sociale trova materialiinteressanti menti quando vi siano delle pressioni am. 86 .1 L'uomo e un animale simbolico che trastanti. &tutt'al- .IIfat. strutturare"azioni"procedendoda signi- geertziano non si ravvisa solamente l'abi. afferrabilenella metaforadrammati- molteplici elementi e dinamiche di un si.Ricoeure messi in evidenza in quest'area di studi e SusanLanger.Schutz.gli individui estendono la propriacono. In particolare. 1966. autori"drammaturgici". di concepire"negazioni"e di agire in ba- gio e della condivisione di sentimenti. lo si e guistica. centrale:che la vitaumanae la societaso. si disgiungono dalla loro condizione na- rimenti piu specifici. esattamente. della co. i mezzi mate. nella versione simbolico.disposizioniall'azione. 1972) ed i suoi seguaci porto problematico fra componenti della e che l'autore colloca la qualita simbolica (p. i processi simbolici. si sovrappone a quello naturale. nella famosa convergonosoprattuttoKennethBurke del sistema socio-tecnico'3 & noto il rap.la dove sono piu sfu.nonautorizzaad esperito effettivamente" (Whitehead rienza e la loro situazione ed agiscono.. vede e conosce attraverso uno di processi sociali. SusanLangere AlfredWhitehead. scenza diretta e quasi infallibile in base antropologicoo sociologico.del passag. ultimi miravano a stabilireun ponte fra le fra i tratti culturali e gli aspetti implicati gica e sociologica.il loro corponon &protettoe basta. stema culturale tendano a venir dati per dietrol'impostazioneinterpretativa di [Wexler 1983: 248] scontati e dunque a sottrarsi gradualmen. entro certi limiti. il simboli- La nostra intenzione in quest'ultima "portatori". per6. cosi facendo.

esprimere. il simbolo si differenziadal segno (p. ri- possaformulareuna .associanounsimboloadunogget.alla noscenza simbolica pare una posizione zionedi fondonon&del tuttoassentenep. dunqueindurrecomportamenti.ed infine versogiusto.Innanzitutto.cosicch6 le centralinuclearie delle persecuzioni scambiarel'origine di una cosa o di un l'unico fattorein gradodi radicarel'uso nei confrontidegli ebrei od in generale avvenimentoper il suo importopratico.ecc.gnitive. Piu precisa- ciale. al rosso. mentreil de che spessogli uominisaggi manifesti- tale l"'erroregenetico".: un gufo puo manifestarela "sag- fiutarsidi credereal ruolopreponderante peril suo potereevocativo. non costituisca l'esatta descrizione . e si ser- biente. partedi unaformazionesociale.perpetuare uncertometodo ma voltale persone. importantidella vita agisce principal.McCullagh(1988) mentocognitivodellanostraspecie.Sono proprioquesteclassi ad in- trariamente collegatia cio che intendono durreall'azionee a determinare compor- Insisteresulla "inaffidabilitA" della co.da sole od in collet.i se- co" in cui &immerso'6. non arbitrari. ecc.cosi. Viceversa.(1973). menteconvenzionali.Infatti. a tabile.con un portamentosolenneed imperscru- dei simboliperla meraragioneche essi in cativa.:il bombarda- pliche.l'uomo.maadunachiesache rappresenta la croce congegnatoed attuatodaattoriindividua.dellasua sultaconvincentela tesi che qualsiasico- gli eventidell'ambienteentrocui l'uomo funzionereferenzialee rappresentativa.a suo avviso.unprecisoe vividoesempio).perriepilogarecon Gordon: perche si &stabilito cosi).e nel contempone costituiscono In altri termini.tantoil se. da presentalati interessanti.E parecchieco.conscioo meno. la nelle sue conseguenze: quantoimplicherebbel'impossibilitadi legge della metaforaconcretizzaunane- simboliprivati.appareun ordinenaturale.to.di contiguita (p. "gufesca"non &la saggezza fondo rappresentano qualcosad'altroda partela precedentedifferenza.&che. partedi un clantribaleafricanodi un ani- e men che meno direttoa fini particolari. ma poich6succe- Langer(1957) chiamatale reazionemen.del clan).es. gni sarebberoscelti in manieraassoluta- accorgasenzaper6prendereattodel peso emozioni.individualee di gruppo.lo stesso non accadeper non si rendaconto del "mondosimboli. l'autore ipotizza quattrogeneri.simboli.es.aggiungevache comunquea suo parerela di somiglianza(vicinanza. volente o meno. Un altro atteggiamento consueto se sono statescrittee dette. cessita quasi biologica per il funziona- Proprioil contrario.di relazionesimbolica: silenziosamentespostataadunlivello do.di manifestazione od espressiva dell'attoreumanoin questocampo&di ri. . un eventood un'idea. l'esperienzasimbolicapossaesserefallibi.il disastrodi Cher- perla Langer.e nonal verde.nonpu6fa. li e collettivi.due caratteritipici che contraddi. del simbolomedesimonon sarebbealtro razziali.Ad avviso di .convinzioniradicalied induce menteliberae convenzionale(ci si ferma da esso esercitatosulle premessecogniti.oppureche se ne le.del semaforosolo ve ed etichedellasua azione. . 5.dal cantoloro. perquanto di simbolizzare.).es. e che conduce a in modo pressoch6arbitrario.rispettivamente. uno dei due poli del continuum viene 87 . dell'orroredella branchedella filosofia e del discorsocri. che se ne simbolo risalga al riconoscimento.PerMcCullaghquestainclina.tamentinei soggetti sociali.mente.che proprioun animaledi quella specie questo:come si pu6 contestarecio che e gni e simboli&quasiun passaggioobbli.Unaterzacon. mediantei qualila comunicazioneviene re a menodei simboli17.Altri asserisconoche in veriti. se stessi e sono . alcuni. all'azione. Insomma.percosi dire .I1nodocru. Ancoradi recente.perla capacita gezza"nonperch6vi sia in qualchemodo esercitatonellanostravitadaisimboli. nondimenoessa suscita sentimenti. toutcourt. od anche solo gato per uno studioso che intraprenda nente e quindipermisela perpetuazione non aderirvi? l'analisidel simbolismo. Infatti.:la croce in ci- ve un determinatomondo simbolico .come nel caso di singoli elementilungo certe dimensioni manieranon si prendeil problemaper il Sperber (1975).comesostienecon altreparoleTho.bensila sua espressione). .si restaai margini.mentodi Hiroshima. mentesullascortadi formesimbolichedi di Cristo).: l'adozione da "corretto".nobyle l'olocaustonazistasono divenuti falsamentestorico impiegato in alcune tivita. degli "analoghi". dice simbolico sia organizzatoalla sua agiscenon significache sia irrealeo falso spiegazione non troppo persuasiva in base in modo non arbitrario.delle re- gno quanto il simbolo sono essenzial. pernullacreatoo fattoad arte.Cio significa.In questa per il resto illuminanti. il dibattitosulla que.quandoper la pri.come detto.la sceltadel simbolo. conoscenzae di comunicazione"8.se in effettidi stinguonola conoscenzasimbolicasono mas(1928)nellasuanota"leggedi definmi. cezione prevede che la peculiarita del Lasoluzioneprospettata daMcCullagh sempreammesso.procederebbero guerraatomica.di somiglianza(p.ed della culturaportandoa galla varigeneri perch6non sono perfetterappresentazioni dell'am.La di suscitare stati d'animo particolarie associatodirettamente.solito apparearbitrario quelche si decide rispettivamente o che.I simbolisonoreali.2 I simboli non sono semplici segni male quale totem. nelle cose .dei rischicomportatidal- tico (letterario.il fatto che un simbolo che la forzadell'abitudine.esattamente stione fosse lungi dall'essere esaurito.supportala creazioneed il mantenimento nomenipsicologiciche condizionanola segnalavaquanto nostraesistenza.avvertiil capostipitedi unpericoloimmi- ovvio e ci6 che &giusto.mapiuttostodellemetaforeal suo strada sicuramente fuorviante rimane ve di questiultimiperstabilireclassi co- posto![Gordon1969:87] quelladi pensareche i simbolisianoarbi.es.poich6spinge a segno sarebbein possessodi unavalenza no esteriormentequestaloro prerogativa sottovalutareo peggio deriderel'effetto esclusivamentee neutralmentecomuni.esemplificativa(p.l'uomo. quindi.puracategorizzazionesegue solitamente sterile nell'analisi del comportamento purein studisulle dinamichesimboliche la polarizzazionedelle classi o dei loro umano.tante. &comprenderei processi . Leach (1976) e Firth delle somiglianzein questione.t cio&veranei proprieffetti. II concettodi cultura Ora.degli oggettie de.). in quantosi racconta L'effettodel poteredei simbolie proprio La disputaintornoalla diversitatrase.l'uomo zione dellasituazione".L'impor.essa siacomedatilogicidellavitasiacomefe.

e non adidee aventia che farecon i problemied re che mentre un simbolo si puo prestare c'e bisogno di aggiungere quale sia la i misteri basilari dell'esistenza umana. In parti- bito del "simbolico" mediante la coppia cura per il suo stesso piacere.senza manifestare tuazione" che fa da sfondo all'azione dei nel propriodisegno un chiaro richiamo ad I1 simbolismo suscita nei membri di un simboli da interpretare. i simboli non soltanto espri. riprendendo lo stesso moti. le commedie caso tipico potrebbeessere fomito dalle vo da una prospettiva un po' piu cinica.esercitareun prieta dei mondi simbolici. zione della comunicazione sociale. una manie.) dente i processi della loro formazione. (nel senso goffmaniano di "recitare una bandieree dai vessilli. Ed umane che altrimenti risulterebberodeci. congiungere elementi istintuali ed emoti- lentemente al mondo delle cose. simbolicae sostanzialmentevisto in fun. per passa dal "simbolo" al "simbolismo". (purtroppo) incontrollabili espressioni ticando i due punti precedenti. svilendone cosi ra meno rigorosa nella forma ma proba. che le cose stanno diversamente. un simbolismo zazione---polarizzazione--->giudizi binari teredei simbolidi uniregli uominiai pro. l'altro e propriamente "drammaturgico". la comprensione di un sistema sim- facilmente: il bianco-rosso-verdedella mo non solo non si rassegna al pensiero di bolico (in azione all'intemo di una collet- bandieraitaliana. sembra sostenibile che un aspetto seguente di caratteridistintivi: 1969: 74] specifico del simbolismo sia invece di a) mentre i segni si riferiscono preva. del loro muta- molticommentatori ancoranon vannool. [Gordon colare. si &nella condi- spetto ai segni alla loro naturameno arbi. Sono simboliop. minare un contesto culturale complessivo degli dei). appartenentia paesi o gruppi appe.ecc. L'ultima delle due caratteristiche.il po. Tutto cio lo si puo riscontrare nelle si ha la sensazioneche unateoriadei sim. gnarsida viVere. miti. L'uo. non proprioemozionantie taloraarbitra.il ruolo della mediazione influenza sulla condotta di chi li condivi- Tuttavia. indispensabilial mantenimentodella dell'irrazionalita umana. di fomire senso ed importanza Pertanto. delle 5. ma pure mal tivita) richiede l'esame di una "totalita". Ma co.de. i simboli parte"). rie. della loro tre l'alternativasomiglianza-contiguita. con la metafora di base).suscitano fin dal primo giomo ledge" (cfr. i quali . metaforiciche la condottasimbolica pro. Pero. Nella sua ri. ter. dividuale.pro.Monaci esaltatomentrel'altrodiscreditato.la riproduzione. zione di porre in risalto un'ulteriore pro- traria. ad una disamina isolata. dire. atomistica. afferma che. ricordiamo.Un Qualcuno. con l 'analisi dei singoli simboli lizzazione. gruppo comprensioni continuamente cile riconoscere qui l'idea di "local know- fluttuantidi naturain prevalenzametafo- sentata .la morte. il primo e "scientistico" mentre i cui processi non sono afferrabili tramite b) inoltre. Condizione che pare realizzarsi proprio me regolarsi con quei vessilli nuovi di stituisca qualcosa di ragguardevole e di in quelle prospettive antropologiche mi- zecca. poiche &in grado di deter- il simbolo della temporanea malevolenza modo abbastanza indistinto.. ed altre quotidiane situazioni re le manifestazioni simboliche a mere e sommato credibile. meno come semplice fenomeno mentale l'uomo di molti secoli fa poteva costituire mini che noi finora abbiamo utilizzato in e psicologico. in un contesto sociale. compaiono e sortiscono effetti le storie.dove .dei singo- mono significati astratti. pur non dimen. "danno sapore" all'insipidezza della vita. li simboli in gioco. stema simbolico. cuidisegnopossiedeunaqualcheintrinse. societa. se per me il nuvolone nero e il prio orientamento "dramatist" allorche gica di comprensione dei fatti. sociale ed in.ma si riferiscono Con tali espressioni egli intende sostene. di valore. sopporta il sospetto che la sua vita non co. In tale maniera il simbolismo mandano al mondo astratto delle idee Burke (1966) manifesta appieno il pro. gli esercizi di retorica. flessione.illustra dal momento che costituisce l'elabora- In secondoluogo. quello del simbolismo. i impigliatanelle sue stesse distinzioni.riprodurrela razza. che. nota 14). Quantunque emozionale e non solo neutralmente controllo sociale sui nostri impulsi ag. boli di tal genere possa anche rimanere e condizione e conseguenza. di rado logica (una volta sviluppati i nessi messa in moto dallasequenzacategoriz. insulse.3 L 'analisi del simbolismo non coincide vi al principio ed alle pratiche di raziona- azioni e degli eventi concreti. non quota di azioni e di interazioni sociali comela nascita. senzialmente attraverso analisi semanti- in talecategoriarientrerebbero piuo meno samente banali. cessi fondamentalidella natura. nell'insieme delle dinamiche del si- sonosimboliesclusivamentele bandiereil ovvero avrebbero l'effetto. cana. unico: ranti a svelare l'intero "contesto della si- na formatisi.gli artefattimateriali. Il simbolismo fa apparirequesti la portata nell'esistenza delle persone e bilmente piti redditizia di concludere il comportamentinon soltantonecessarima delle societa. vale a pureno? Secondo la tesi di McCullagh. come guada. che con scarso successo cercheremmo della loro comunicazione. ecc. L'unione tra "raziona- 88 . se lo studio di singoli simboli ca relazione(di somiglianza. ed agli enigmi della psiche individuale evolversi in una totalita via via compren- scriminazionedelle relazionisimboliche (l'esigenza di esprimerel'ineffabile.richiede approcci d'analisi piu complessi. Procedendo dal piano dei simboli a Far risalire la diversita dei simboli ri. gli aggancidel simbolismoai fenomeni zione dei simboli: il risultato del loro Cullaghsembrasottile ed efficace la di.Tali gene- del loro riconoscimento stati d'animo e ri di comprensione aggiungono colore.. di cui maniere in cui.malgradogli indubbivantaggi. nelle descrizioniinterazioniste. ma nem- segno del temporale incombente. incoerenti. ed alla loro valenza evocatrice ed teggere la proprietaprivata. un'esistenza priva di senso. semplicemente. il guerrierodella Lega Nord. il punto centrale del rica di molti reciprociaccordi. un esame piuiattento rivela anche gratificanti a causa dei benefici discorso potrebbe essere di definire l'am. mente insulsi e mondani. non si prospetta certo come modalita lo- (pertanto.) con la a tutta una serie di vicende ed attivita o gruppi di simboli viene effettuato es- nazioneod il gruppoche rappresenta. di tipo espressivo ed esemplificativo.uno per uno . sia molto comune l'abitudine di equipara- informazionale pare un'operazione tutto gressivi. progetto di ricerca di Clifford Geertz? reazioni tipicamente simbolici? sapore o importanza ad atti sostanzial..lo mento di significato nel tempo. l'osservazione .E poi tanto diffi- aspetti peculiari della comunita rappre.le stelle di quellaameri. nel pensierodi Mc. i simboli ri.

o a conclusioni indipendenti operantinei diversi sottosistemi funzionali (basso) rango di situazioni triviali.noi rite. indicazioniconoscitive e di valoredella cul- comuni: sposte agli eterni enigmi fondamentali tura.. cabilmente interconnesse. ossia il si- giustificato. la struttura continua a restare li" bina di un jet dell'AeronauticaMilitare. alla visione classica. razionali particolare . In particolare nel campo 2 P. Gli uominici nasconoo vi sia che quest'ultimo venga attuato sui per poter accedere a certi aspetti del feno. fetti individuali e collettivi in una forma. 3 P.in quanto. soggettiva su basi comuni e la formazione 5 In quantoil sistema sociale rispecchia le ponderabile irrazionalitadel simbolismo. [1969: 74] grande riferimento teorico di Schutz.non ancoraen- denza in special modo da Whitehead ta ad etichettarecome "irrazionale"quanto tratonel meritodelle preciseteorie antropo- (1958).degli originali apporti di pro.che sia un sottoprodottopsicolo. bolica della cultura in quanto si ritiene generazione dopo l'altra di persone passa zionale connesso al simbolismo stesso.relazioni dall'altracon la tendenzacontinuaverso Conclusioni fra gruppiaventiun alto gradodi coerenzae la razionalizzazione. husserliana. to prevalentemente sulla concezione sim. gli ultimi due paragrafidel nostro discor. vedibili ed in definitiva non rilevanti pro- to che si sta osservando. idonea a: personevanno e vengono. e ci escono da gradinidel Campidogliooppurenella ca. in- 1) far emergere le dimensioni. 10 Lebenswelt. anche la sistematizzazionedi parec- 89 . zione sociale"9.) dei processi simbolici.I gruppirimangonogli stessi a di- te degli Stati Uniti presta giuramentodi Nel corso di questo scritto si e indugia- spettodel loro specifico contenutodi indivi- fedelta alla propriacarica su una Bibbia. relegando le di. La maggioranzadelle considerazionipsi. [1969: 73] lisi in grado di spiegare fenomeni tanto stema di posizioni. Ma in questo modo il sen.) in un dal processofisico ed emotivo del sogget. grazie a certi fattori ber nella loro sintesi. i metodi e gli obiettividella Scuola di La granpartedei dati sensorialiarticolati messe a disposizione da altri paradigmi Chicago. psicologici. delle identita personali dei singoli attori diventa piu facile sovvertire dei luoghi sociali (dal momento che la cultura da ri. ecc. Schutz. costanza. 7 Cfr. educativo. IIconcettodi cultura le" e "istintuale"concretizzata dal simbo. ti i rimanentiapprocciideazionalialla cultu- mondo razionalein un modo assurdo:va. fa. qualcosa di simile alla tendenza sopracita. nei termini del secondo cologico aggiuntivo intrinsecoal simbo- lismo.a questopropositole definizioni"psi- niamo il simbolismo un meccanismo che Infine. di stabilire un saldo punto cio simbolico-interpretativonon compor- d'appoggiosulla ragioneo sulla logica . ma la casa rima- re su un libro . Piu precisamente. "opporreresistenza"nel corso dell'azione L'osservazionedi Whiteheadrovescia lo sociale.islamica. (economico. 6 E la "lezione"restaimpressaun po' in tut- che consente all'uomo di esprimere il verso i quali essa "fluisce" e produce ef. la strutturasociale si limita a comprendere so di una ben particolarecerimoniaviene psicologico-individuali delle dinamiche culturali.e curioso constatarecome negli II Cfr.e queste ultime possono mutaresenza della vita).vengono impiegati per for.es. per una nazione. negli approccimaggiormenteflessibili re con facilita.come si e illustrato nella pri. Una volta sconfessato il mito dell'im.Goffmano Garfinkelper il solo fat- che costruisce i simboli. nella critica Non e neppure un atto di per se intera. sondabili. Al contrario. "gli aspettipiu stabili dell'azione e delle in- elevato e di conseguenza il simbolismo terazioni"(V.Quandoil Presiden..la macrociviltadi appar- appartenenza: stentato a riconoscere la natura variegata tenenza (europea. tivo (cfr.banalee di secondariaim. politico.sicche una non c'e nulla di essenzialmente non-ra. non escluso quello simbolico-interpreta- le a dire.giura. ra. sia sociali che fine. nel corso de.: il contestosocio-culturalenazionale bell'esempio tratto dalla sua cultura di dell'analisi culturale. mensioni sensoriali ed estetiche dell'espe. la strutturasociale consiste in ". Ed- mundHusserl. ne semprela stessa"(Rosaldo 1986:94). to dei loro evidentiagganciai contenutispe- apparenzanon-logici. attraversoforme simboliche viene consi. la strutturaassomiglia mente razionale.. stereotipoche il simbolismo sia utile per. Peraltro.. con l'universale forza dell'istinto. ancora Gordon offre un esplicative. che cosi appaiono in ultima ana. da qui la sua connessione da una parte 4Cosi.il simbolismoha aggiuntola prospettiva si dimostri particolarmente ni circolano nel corso della propriavita: le mistica del significato a un gesto . ossia al concreto sistema di simboli attra. cologiche" raccolte da Kluckhohne Kroe- permette all'uomo. nelle definizioni classiche "rigide". impre. parr. antropologici di indagine culturale ed in 9 Non pochi sociologi hanno ritenutodub- derataun insieme di dati logici. entranopiu tardi nella vita.. dui in ogni particolaremomento.. meno culturale altrimenti difficilmente morti. ta il disconoscimento delle categorie 8 Cfr. 2) andare dritto al cuore di una cultura. infatti. Stratagemmiin spettive come lo strutturalismo ed il co.: gli opinion leaders e le istituzioni cologiche non conducono ad una logica rienza simbolica in un setting sociale al piu ampia . prio perch6apparentementeirrazionali.I simbolismo lo paese od anche in un contesto locale. "latina". culativi della fenomenologiatrascendentale i giuramenti. E proprio seguendo le idee di non viene chiarito dalle usuali categorie logiche. bia la rilevanza pratica delle ipotesi di o "veri"all'intemo della specifica societa ma parte . inestri- portanzache chiunquepotrebberiprodur.es. e evidente che la predilezione per i concetti e gli strumenti dell'approc. che essa costituisca un 'ottica privilegiata attraversodi essi.4 e 5). gico della logica.come rileva so si e cercato di rilevare come questa a "unacasa con molte stanzedove gli uomi- Whitehead. quali le uniformie gnitivismo. (Evans-Pritchard1940: 262). si e spesso per un'istituzione. quest'ultimo. Turner1974: 36). nire a quantoe gia razionaleil poterepsi. ruoli e status occupati eterogenei come la comunicazione inter- nel tempo dai soggetti sociali. 1 Ad un livello superficiale. studi sociali in genere si sia verificato Note lismo e una caratteristica messa in evi.

trad.Y. Communication and LANGER. 1969... per cogliere delle for. A.. New York. Anthropologie no come analoghi della vita. della view". FIRTH. britannica. quello appuntoattraver. The Languages of me generali di vita -la loro totalita-e com- Communication. trad. Bedmini- Cambridge. New York.FABIETTI. Paris. Espressionee iden- conoscenza antropologica come "local BENEDICT.Mass. Bamforth(1951) sulle conseguenze sociali ti al controlloconsapevoledegli attori).D. 1962. 1971. The Nuer. it. titd.sforzo di creare intorno a noi un re.it. Bologna. Basic Books. HoughtonMifflin.The Logic by WhichSymbolsAre EVANS-PRITCHARD. qualsiasi no davvero lo specchio di una cultura in tures. it.A. Bologna. Cultureand Communi- li'>>(GORDON 1969: 163-64). seum of AmericanArchaeologyand Ethno- 1972.. 1961.Y.Bologna. Feltrinelli. Symbols in Society. Peabody Mu- l'acqua. permetafore.L.. Mulino.Cambridge. N. Anthropologie structurale deux.A CriticalReviewof Conceptsand De- Berkeley. volta da dire alle grandiquestioni. in tuttasincerita. HoughtonMifflin. trad. 1982. structurale.OxfordUniversityPress. II Mulino. la "local knowledge" consente di glewood Cliffs. 1958.Y. Boston. H.> AnnualReviewof Anthropology.N. guage and Society. Bologna. En..Milano.. socio-intellettuale dell'uomo. cante dello stupore. New York.Riferimenti bibliografici day. Human Behavior and Social Processes. Interpretativa.. secondo N. HumanOrganization.K. Addi- un'allusione. trad. Basic Books.V. 1974. 1969. TheSo- soggetti indagatideve essere primadi tutto cial Construction W. Lan- GOODENOUGH. 1974. 1961. 1984. 1972.Y. Patterns of Culture.N. GARFINKEL. E. 'specchi della gia.A Logical and Psycholo- prenderei veicoli in cui tali forme sono in.M.it. sono produzioniumane.1975.U.Oh. "WhateverHappenedto presentazione.. queste formulazionifenomenologicheresta come i rituali. In altri termini.C. Luckmann1966. Ha- corporatee indispensabile intraprendereil stings House. Mass.Indianapolis. Garfinkel 1967.Modelli di cultura.Y. 1940. TheStrugglefor a Science of Culture.it. 1967. S. trad.. of Reality. New York. una macchiad'inchiostro. Il con- 17 <<Lo.FurtherEssays (Cicourel 1974. OxfordUniversityPress. Kluckhohn. LEVI-STRAUSS. 1987. of Cleveland. N. WorldPublishing.e spiegheradelle orme ster Press. nienti e facilmente assimilabili>>(GORDON te. TheInterpretationof Cul- in ogni caso il seguente:la societa. Symbolic Interactionism. Race. 1973. verificatoabbastanzaprestonell'evoluzione tion. A Grammar of Motives 15 <<L'uomoe/l'animale che adopera(crea.H. it.Y.. C.J.Bologna.N.valorinormativisu ci6 che N.Plon. e T. so la varietde le stranezze. Cambridge. Rose (a cura di). R.. viaggio piu lungo.CambridgeUniver- 18 <<Tutti gli artisti (e tutti i santi) ci parlano Oxford.. E. AmericanSociological Review.. Mate- Languageand Cultu.Y. il motivo centraledi tutte stiche come le storiee i miti.. La realtdcome co.EnglewoodCliffs. logy (HarvardUniversity).Languageand Meaningin Social Interac. contenuticulturali(credenzecognitivesu ci6 che e vero/falso. Milano. "The piu forti. Feltrinelli. Ca. N. tanto cara a Geertz.trad.it.struzionesociale. registrareci6 che i piccoli fatti hannoa loro re. Basic Books. HARRIS. finitions. 1940. CognitiveSociology .H..I1Saggiatore. Free Press. Milano. 1991. Prentice-Hall. New York. Connected.J.R.Y. "Theories of Culture". Geertz(1973 e 1983). Harvard University panteranella foresta. E. convincerache le sue percezionisono 'rea..oggetti materiali)costituisco. Antropolo- natura'. RandomHouse. Sudnow ma permettonoal ricercatoredi "carpire"i in InterpretiveAnthropology. i quali piuttosto che riflettere la realta la trasformano in metafore conve. Storia dell'antropolo.. University of California cui il pesce.R. 1957. studioso di culturesia piu che altroun mer. Plon. la fondamentale ricerca di Trist e e preferibile/ingiusto. Antropologia 13 Cfr.3.Public and Priva. 90 . KEESING. New York. (1966: 16).Y. Mass.R.fino a che non si 1978.1979. son-Wesley. 1982.Monaci chi di tali elementi nella teoria di Berger e 19In tal senso. e T.N. uno che per compren. La vita quotidiana come rap- zione del lavoro in una miniera di carbone AGAR... C. The Presentation of Self (strutturadei gruppi informali) ed umane in EverydayLife. Relations in Public..Mass. capace di afferrareun proverbioo cogliere trad. New York.F. 1973. 1981.Bologna.L.ed egli vedrauna Social Order. Symbols. Milano..M. 1976. Local Knowledge.: l'approccio "scenico" di Goffman cita di significatiche suscitanostati emotivi Mulino.Two Studies in the Cognitive Anthropology: A Partial Re- Sociology of Interaction. "Societyas Symbolic In.E. quantonon soltantoesprimonounamoltepli... N. and a Rethoric Motives. comportamenti tice-Hall. Cultu- 1966.New adattarei grandi concettiai piccolifatti e di BOAS. i simboli (formazionilingui. Pren- Luckmann(1966).Y. Reading. N. N. 1959.teraction". Parsons 1958.Paris..Bar. GORDON. 1971) e l'etnometodologia e disposizioniall'azione nei soggetti sociali 1983. gical Examination.. sul soffittoin parecchimodi.H. 1962. BURKE. cation . 1979.cosi. P. N. Kroeber1952.Y. 1969: 65). Studies in Ethno.trad.Y. Dramatismand Development.N. cetto di cultura. Zanichelli.23.. New York. gia strutturale.assuntidi base sottrat. Bobbs Merrill. Interpretazione di culture. R. 16 In accordocon il noto paradossosecondo re . Double- (volonta di cooperaredei membri) dell'in- troduzionedi nuove tecniche di organizza. Mondadori. Cultural Materialism - senso. 14 L'immagine.In. Ithaca. Press. N. Mass. Doubleday.I loro sistemi simbolici opera. Il 1969. N. Comell UniversityPress.. sity Press. York. trad. .. BLUMER. 1934. GOFFMAN. mal utilizza) i simboli/inventore di. Clark UniversityPress. it. insieme sociale. knowledge"sta appuntoa suggerire che lo New York. 1954. methodology.Mostragli DUNCAN.1960. II 12 P. BERGER.es. 1973. LEACH. 1971. in un certo 1969. H.L. (1959. New York. e A.non sa cos'e Press. trad. Language as Symbolic Action. KROEBER. New York. Relazioni in dere la ricchezza della vita interiore dei pubblico. Milano. II Mulino. 1988. campo apparentemente'sensato' costituisce con ogni probabilitauno dei nostri impulsi CICOUREL. Philosophyin a New Key. rialismo culturale. Culture. it.Y.un tipo di sviluppoche deve essersi Concept of Cultureand of Social System". II Mulino. Encounters .in A. GEERTZ.Bompiani. Free Press.G.Tumer 1974).41.it.

trad. Milano..C. bera.tradit. T. Tales of the Field - MEYER. WHITEHEAD. N. Function in Primitive Society. SCHUTZ. altri saggi. Press. Nijhoff. Morgane T. N. sozialen Welt. IIconcettodi cultura MCCULLAGH. 1974. (a cura di) Ethnometho- trad. Symbolism.H.I. 1934. "Some ze". New York. Clifforde G. Symbol in Organizations". La On Writing Ethnography. 1958. 1988. N. Ca. York. M. N. J. TURNER. man Relations. "Environmentaland In. Bamforth 1951.G.N. D.N. TRIST. Sociology. Den Haag.CambridgeUniversityPress. RethinkingSymbolism. University of North Carolina Press. Chapel-Hill. 1974. Pondy. Cambridge. WEXLER. Fields and Me- Chicago.Y. "Fromthe Door of His THOMAS. A Scientific Theory of Ethnography. Turner. it. 1983. Chicago.Penguin. between Symbols and WhatThey Symboli. trad. Glencoe.. go Press.E.W.27.The Poetics and the Politics Social and Psychological Consequencesof MALINOWSKI. dology.in L. 1979. Dandridge(a A.Interac- le.. A. TheSocial System. RandomHouse. Press. it. 1988. Springer. 91 . Rossi. Ill.N. in J. D. 1975. II sistema socia. Milano. 1970 (primaediz. UTET.J. JAI Press. Societies. Wri. M. Cornell University it. Social Science Information.Y. tionism and Dramatism: Interpreting the 1960. A. Ill. PARSONS.trad. Comunita. Reason. it. Mente.se e societd. Frost.V. taphors. SUDNOW. Universityof Chicago Press.F. A.it. R. Marcus(a curadi). Dutton. P. Structure and RADCLIFFE-BROWN.W. N. Feltrinelli. Culturae utilitd.B.. Free Press.Wien.R.workingpaper. 1932. OxfordUniversityPress. Teoria scientifica della cultura ed New York. Chicago.Hu- of Culture and Other Essays. Ill. coe. 1974.C. R. C.Y.Conn. N. (parziale) Saggi sociologici..L.1965. 1962.E. Dramas. Mind. 1951. I.4.New ROSALDO. New York. Culture and Practical MEAD. ting Culture. Anabasi. 1976. 1972.Y. 1928. Firenze. B. Collected Papers I . Bologna. G. e K.C.. ternalOriginsof Symbolic Structurein Or. Structureand Process in Modern Sperber. W. University the LongwallMethodof Coal Getting". 1973. Free Press. fenomenologia del mondosociale. Der sinnhafteAufbauder VANMAANEN. Ithaca. London. of Social Reality. Self and Society.Y. 1944. University of Chica. StanfordUniversity. Social Interaction. Universityof Chicago Press.Berkeley.. (a cura di) Studies in cura di). 1972. J. 1961). Free Greenwich. 1974. ganizations".trad.Glen. Organizational Symbolism. Knopf. Milano. Macmillan..Departmentof I1Mulino.. 1952.. "The Relations Tent:The Fieldworkersand the Inquisitor". WALLACE.. The Unconsciousin Culture. Sahlins. 1986. 1994.. New York.. The Child in America.Y.The Problem Cultureand Personality. 1979. Torino. Ill. Harmondsworth. "Pragmatism. of CaliforniaPress. N. GiuntiBar.