SABATO 10 GIUGNO 2017 CORRIERE DELLE ALPI Elezioni comunali 2017 III

A Belluno una sfida tra sette candidati
Liste civiche di centrodestra e centrosinistra e partiti si contendono Palazzo Rosso per i prossimi cinque anni
JACOPO MASSARO PAOLO GAMBA PAOLO BELLO FRANCO GIDONI STEFANO MESSINESE FRANCO ROCCON

Il sindaco uscente e ricandidato L’ex assessore Paolo Gamba Il candidato sindaco Franco Gidoni è il candidato Il Movimento 5 Stelle punta Franco Roccon corre con
è Jacopo Massaro sostenuto è il candidato di tre liste civiche: del Partito Democratico sindaco della Lega Nord su Stefano Messinese Civiltà Bellunese, è stato
da tre liste civiche: In Movimento, Belluno è di tutti, Obiettivo è Paolo Bello, dirigente Usl è già stato vice sindaco già consigliere comunale sindaco di Castellavazzo
Insieme per Belluno e Belluno di + Belluno e Patto per Belluno nel settore delle dipendenze ed è consigliere regionale quando militava nei Verdi e presidente di Bim Gsp

di Irene Aliprandi La campagna ELDER RAMBALDI
◗ BELLUNO
elettorale
Sette candidati, undici liste e è stata all’insegna
una città in attesa. Domani gli
elettori bellunesi sono chiama- del fair play, con molti
ti a scegliere il sindaco e la temi in comune
maggioranza che guideranno alcune proposte
Palazzo Rosso per i prossimi
cinque anni e la sfida si presen- innovative e altre
ta interessante. Nell’ultimo più originali e ardite
mese, quello più intenso della
campagna elettorale, i candi-
dati hanno lanciato le loro pro- C’è tanto ambiente, invece,
poste con decine di incontri e nel programma di Stefano
numerosi confronti diretti, in Messinese, scelto dal Movi-
un clima di fair play che non si mento 5 Stelle per la conquista
vedeva da tempo, nonostante di Palazzo Rosso e per capire
le diversità e il percorso acci- se la sua presenza in città si è Il Partito Comunista dei lavoratori
dentato che ha spaccato cen- rafforzata. Messinese si diffe- candida a sindaco
trodestra e centrosinistra nei renzia dagli altri candidati per Elder Rambaldi, 28enne
mesi precedenti. una visione del Nevegal che vigile del fuoco
Lo studio affacciato sul Pia- Palazzo Rosso, sede del Comune di Belluno prende atto della mancanza di
ve, finora occupato da Jacopo neve e promette di investire su
Massaro, fa gola a molti, per- ferti ai cittadini e alle imprese. che da una Regione e uno Sta- Campo) che invece Bello pen- un turismo sostenibile e un e i ragazzi.
ché amministrare Belluno im- Ora che i debiti del Comune si to sempre più avari con gli enti sa di poter finanziare grazie al programma culturale ancora A vivacizzare una campa-
plica giocare una partita ben sono ridotti al minimo, Massa- locali. Un’aula studio con bar filo diretto che il suo partito ha più ricco. Per il M5S Belluno va gna elettorale dai temi spesso
più estesa: dalla Provincia al ro può anche intraprendere il e libreria al Bembo e un ripen- con il governo. riscoperta nelle sue bellezze scontati, ci ha pensato un gio-
Bim, dalle società partecipate piano di opere pubbliche, fino- samento della viabilità cittadi- Un filo più corto, nel caso di prima di tutto dai bellunesi, vane candidato che ha riporta-
alla Conferenza dei sindaci ra limitato alle manutenzioni na sono tra le proposte di Franco Gidoni, candidato sin- che potranno essere i primi e to di attualità idee e termini
per le politiche socio sanitarie. e ad interventi mirati alla sicu- Gamba, insieme al recupero daco della Lega Nord che tor- migliori promotori del loro ter- vintage. È Elder Rambaldi,
Da parte sua il sindaco uscen- rezza. del progetto della scuola sviz- na a misurarsi da sola dopo il ritorio. candidato del Partito Comuni-
te si ricandida con l’appoggio Tre sono le liste anche di zera sul Nevegal, visto ancora fallimento delle trattative per Parte dalle frazioni la visio- sta dei Lavoratori che vede nel-
di tre liste civiche, portando in Paolo Gamba, tutte civiche prioritariamente come polo un centrodestra unito. Gidoni, ne futura di Franco Roccon, la crisi del capitalismo l’oppor-
dote un’azione di risanamen- che raccolgono l’eredità del per gli sciatori. che attualmente siede in Re- anche lui candidato con una li- tunità per la crescita di una so-
to dei conti comunali, estesa centrodestra che amministrò Nonostante la predominan- gione, offre proprio il rapporto sta civica. Roccon ha affronta- cietà più responsabile e giusta
insieme ai colleghi anche alle Belluno dal 2006 al 2012, con za delle civiche, le elezioni di privilegiato con Venezia come to la campagna elettorale più e dove la classe operaia potrà
società che negli anni passati l’aggiunta di persone che si im- domani sono un test impor- strumento di sviluppo della lunga dei sette, raccogliendo tornare protagonista. Rambal-
erano finite nei guai. Dopo cin- pegnano per la prima volta. tante anche per la politica clas- città, senza dimenticare i ca- le richiesta dei cittadini e pro- di invoca una rivoluzione paci-
que anni di lavoro, Massaro Gamba, che in quegli anni fu sica, a iniziare dal Partito De- valli di battaglia della Lega: la ponendo una maggiore sicu- fica quanto decisa contro chi
spera di proseguire il suo man- assessore, vede una città spen- mocratico che si affida a Paolo sicurezza e una stretta sull’ac- rezza contro i furti nelle case, e si è arricchito sfruttando il pre-
dato per dare compimento ai ta e priva di capacità attrattiva Bello. Il candidato sindaco coglienza ai migranti. In cam- la riapertura al traffico del cen- cariato, l’ambiente e le disu-
progetti più importanti impo- e propone di rivitalizzarla pun- dem si concentra sui giovani e pagna elettorale Gidoni ha in- tro alle auto. Il candidato sin- guaglianze sociali; parla di
stati in questi anni: il piano di tando per prima cosa sul turi- sulle famiglie, senza dimenti- sistito molto anche sui servizi daco di Civiltà bellunese ritie- esproprio dei beni della Chie-
rigenerazione urbana, il rilan- smo. In campagna elettorale care le questioni pratiche e pubblici, a partire dai trasporti ne che la crisi del commercio sa (tranne i luoghi di culto) e
cio culturale e turistico con il Gamba ha spinto anche sul quindi quelle opere pubbliche e sulla necessità di creare posti sia causata o almeno aggrava- delle multinazionali e pensa
recupero e l’apertura al pubbli- ruolo di Belluno capitale delle condivise nei programmi di di lavoro anche di alto profilo, ta dalla pedonalizzazione deci- ad un futuro per i giovani fuori
co dei palazzi di maggior pre- Dolomiti, capace di ottenere i tutti (dalla sostituzione del per contenere la partenza dei sa vent’anni fa e intende inver- dalle gabbie del sistema.
gio del centro, e una maggiore finanziamenti per gli interven- ponte bailey al Fio 2 passando giovani bellunesi verso altre tire la rotta, insieme ad altri Domani sera si saprà chi ha
equità del costo dei servizi of- ti necessari più dall’Europa per il ponte di San Pietro in terre. provvedimenti per le famiglie convinto di più.