You are on page 1of 1

La magistratura (genericamente anche autorit� giudiziaria), in diritto

,
nell'accezione moderna del termine, identifica un complesso di organi istituzionali
(pubblici e statali) con funzioni giurisdizionali in campo civile, penale,
costituzionale e amministrativo, che si personificano nella figura del magistrato.

Indice [nascondi]
1 Potere
2 Distinzioni di funzione
2.1 Nei sistemi di civil law
2.2 Nei sistemi di common law
3 Requisiti per l'accesso
4 Indipendenza
5 Note
6 Voci correlate
7 Altri progetti
8 Collegamenti esterni
Potere[modifica | modifica wikitesto]
Esercita il potere giudiziario, uno dei tre poteri dello stato di diritto nella
teoria classica di Montesquieu. In generale la magistratura ha infatti competenza
su tutte le branche del diritto in cui vi sia una funzione giudicante, e la
funzione classica (e per alcuni sistemi tipica) del magistrato � quella di giudice;
in dipendenza di questo aspetto si possono perci� avere anche magistrature
specializzate per materie (magistratura militare, civile, penale, fallimentare,
contabile, tributaria, amministrativa, ecc).

Distinzioni di funzione[modifica | modifica wikitesto]
All'interno dei corpi di magistratura si possono per� avere ulteriori distinzioni.
Una delle pi� note, con speciale riferimento al diritto processuale penale, �
quella fra magistratura giudicante e magistratura requirente, a seconda che
l'ordinamento giuridico di appartenenza preveda che l'ufficio della pubblica accusa
sia o meno riservato alla competenza esclusiva di appartenenti all'ordine
giudiziario, in base cio� alla classificazione formale dei cittadini ammessi a
questa funzione pubblica.

Nei sistemi di civil law[modifica | modifica wikitesto]
Nei sistemi di civil law, la magistratura in molti sistemi, ma non tutti, comprende
anche la funzione accusatoria e al suo interno perci�, oltre ai giudici, operano
anche magistrati chiamati al ruolo di pubblico ministero.

Nei sistemi di common law[modifica | modifica wikitesto]
Nei sistemi di common law , invece, la funzione accusatoria � classicamente
delegata al prosecutor,[1] che pertanto non appartiene mai alla magistratura, la
quale comprende solo giudici (e ruoli di servizio per la funzione giudicante).

Requisiti per l'accesso[modifica | modifica wikitesto]
A seconda degli ordinamenti, la magistratura si differenzia inoltre per la modalit�
di accesso ai ruoli, cio� per il modo di scelta di coloro che dovranno farne parte.
In genere la selezione si effettua per titoli (cio� per possesso di determinati
requisiti) o per concorso, oppure si ha la nomina elettiva; in alcuni sistemi si
hanno anche combinazioni fra queste modalit� o modalit� differenziate per i diversi
ruoli previsti. Le magistrature possono poi, in alcuni sistemi, godere di un
autonomo organismo di controllo e gestione del suo operare interno allo stesso
ordine giudiziario, organismo che ha perci� funzioni di "autogoverno".