You are on page 1of 1

Lo spaventapasseri e il corvo

Ma. Belen:Cra una volta uno spaventapasseri che non aveva amici, lavorava
nello campo di grano non era un lavoro dificile ma lui stava solo. Senza niente
con chi parlare, tutto quello che poteva fare era guardare gli uccelli, ogni volta
che passavano gli ucelli, lui salutava.
Ma loro se spaventavano, un giorno lo spaventapasseri ha offerto alcuni semi gli
uccelli.
Henry: ciao, ciao amici unccelli, come stai? Gli piaceva un pi di semi?
Ma. Beln: ma ancora non volevano sapere niente. Lui non sapeva perche
nessuno voleva essere il suo amico, un giorno un uccelo caduto ai suoi piedi,
era un corvo cieco, che aveva fame.
Evelyn: Ho fame potete darmi un pi di semi perfavore?
Ma. Beln: Lo spaventapasseri deciso curar di lui, lo spaventapasseri ho
chiesto.
Henry: perche gli uccelli non vuole essere miei amici?
Evelyn: il lavore di lo spaventapasseri spaventare gli uccelli che ci vogliono
mangiare un pi di semi nello campo. Lo spaventapasseri sono malvagi sono
mostri.
Henry: non, non, io sono cattivo, io sono un spaventapasseri molto amabile che
le piace parlare, giocare e voglio avere molti amici.
Ma. Beln: Quella sera lui ha deciso di cambiare la sua vit, si svegliato il suo
padrone e ha detto che voleva un altro lavoro che non voleva spaventare pi gli
uccelli. Il padrone si svegliato spaventare ha detto che lo Spaventapasseri era
arrivato vivo e che quello era solo lpera da diavolo, ed ha deciso bruciare lo
spaventapasseri.
Il corvo cieco e tutti i suoi compagni hanno voluto salvare lo spaventapasseri, ma
era molto tardi e non hanno potuto fare niente lo spaventapasseri stato bruciato.
Gli ucceli in ricordo della morte di suo amico ha deciso di si vestivano de neri
sempre.