You are on page 1of 11

Sommario

Introduzione 6

Tutte le patologie dalla A alla Z 9

I rimedi naturali da tenere in casa 145

Elenco dei disturbi 156


Introduzione

E cco una guida, pratica e semplice, per chi intende curarsi con le
cure verdi. Nel libro i nostri esperti si sono concentrati sulle forme
di terapia naturale pi diffuse, quelle per cui risulta pi facile reperire
in farmacia o erboristeria i rimedi specifici. In particolare parleremo di
fitoterapia, omeopatia, oli essenziali, fiori di Bach, oltre a fornirvi una
ricca serie di semplici rimedi casalinghi di pronto intervento.
La struttura del libro prevede una sezione corposa con lelenco, orga-
nizzato in ordine alfabetico per facilitarne la consultazione, dei disturbi
pi comuni, dalle afte alle vertigini. Per ogni malattia sono indicati i
rimedi naturali migliori, da tenere sempre in casa per ogni evenienza,
suddivisi in cure omeopatiche, rimedi fitoterapici, oli essenziali, fiori di
Bach e integratori. Inoltre, ogni volta verr suggerito un consiglio della
nonna che insegna a far fronte ai piccoli incidenti quotidiani, usando
le sostanze che si hanno in casa: dal ghiaccio, allaceto, al sale, al
succo di limone.
Noterete la grande schematicit e praticit di questo libro che vuole
essere soprattutto un manuale di veloce e facile lettura, utilizzabile
nelle circostanze pi comuni e in grado di suggerire di volta in volta i
rimedi immediati o i comportamenti da tenere e da evitare. Tutto que-
sto partendo dalla convinzione che dalla natura possa venire tutto ci
che ci serve per migliorare la qualit della nostra vita.
Questo libro suggerisce le cure dolci consigliate nel caso di malesseri
improvvisi e i trattamenti considerati efficaci contro le patologie pi
frequenti. Le terapie naturali hanno questo in comune: si prefiggono
6
di stimolare il corpo a reagire alla situazione di squilibrio di cui la ma-
lattia il segnale, per ritrovare larmonia funzionale e quindi la salute.
Puntano dunque a rinforzare le difese interne per combattere le patolo-
gie, invece di affidarsi allazione di un agente esterno, cio il farmaco.
Cos lorganismo stesso diventa protagonista della propria guarigione.
I trattamenti verdi non mirano puramente alleliminazione del sinto-
mo, ma a ridare il benessere alla persona nel suo complesso e nel
rispetto della sua individualit e originalit.
Consultando questo manuale, ogni lettore pu personalizzare le indi-
cazioni che vi trover, diventando parte attiva della cura di se stesso.
Provando i rimedi consigliati per il vostro disturbo, fate attenzione alle
reazioni del corpo. Imparate ad ascoltarlo, osservate come vanno
cambiando i sintomi, lenergia e lumore. Cos potrete capire quali trat-
tamenti sono pi efficaci per voi e vi fanno davvero stare bene. Questo
vi guider nella scelta delle cure e nello stile di vita, puntando alla
salute e al benessere.
Prima della consultazione del testo opportuno ricordare a tutti i lettori
che lautocura basata sulle terapie naturali non deve sostituire il ricor-
so al proprio medico di fiducia, indispensabile specialmente nel caso
di gravi disturbi acuti o di malattie croniche.
Tocca comunque al medico il compito della diagnosi e della prescri-
zione dei farmaci, cos come il parere sulla compatibilit e utilit dei
rimedi naturali e degli integratori indicati per ogni disturbo.

7
AFTE
Le afte sono piccole ulcere dolorose che si formano allinterno del-
le labbra e in altre parti della bocca, in seguito alla rottura della
mucosa. Il primo sintomo una sensazione di bruciore nella zona
dove poi si svilupper la lesione ed, entro qualche giorno, si creer
una bollicina arrossata. Le afte orali possono durare da 1 a 4 setti-
mane, provocando un dolore localizzato e intenso, oltre a un senso
generale di malessere. Questo disturbo pu manifestarsi senza una
ragione apparente, ma in genere spia di una debolezza fisica
generale o di stress psicofisico. Le afte, a volte, possono segnalare
anche una carenza di ferro, di vitamina B12 o di B9 (lacido folico).

I RIMEDI OMEOPATICI
Quando le ulcere hanno bordi netti, si consiglia lassunzione di Nitri-
cum acidum 7 CH, 3 granuli, 5 volte al giorno.
Se le afte si presentano con margini piani e arrossati, la lesione
molto dolorosa (in particolare nella fase iniziale), la bocca molto
infiammata e c sanguinamento durante la masticazione, indicato
Borax 7 CH, 3 granuli ogni 2 ore.

LE CURE FITOTERAPICHE
Durante la fase acuta possono essere utili tre gemmoderivati: Ulmus
campestris, Alnus glutinosa e Vaccinium myrtillus. Si possono
prendere 50-70 gocce della miscela composta dai tre estratti, 3 volte
al giorno fino a risoluzione, eventualmente associati a un gel a base
di aloe, melaleuca o calendula da applicare direttamente sulle lesioni
allinterno della bocca.

GLI OLI ESSENZIALI


Per dare sollievo e freschezza alla bocca infiammata, si pu preparare
un collutorio aggiungendo a una tazza di acqua tiepida 3 gocce di
10
Tutte le patologie dalla A alla Z

olio essenziale di limone e un cucchiaio di un mix delle seguenti erbe:


camomilla, finocchio e salvia. Si filtra e si usa il liquido per fare degli
sciacqui in bocca, pi volte al giorno.

I FIORI DI BACH
Se lorigine del problema lo stress, ci si pu aiutare anche con i fiori
di Bach. Si diluiscono 2 gocce di Cherry Plum (rilassante) e 2 gocce
di Olive (contro lesaurimento fisico e mentale) in un flacone da 30
ml con contagocce riempito con acqua e 2 cucchiaini di brandy. Si
assumono 4 gocce 4 volte al giorno a digiuno per 3 settimane.

GLI INTEGRATORI
Lintegrazione con lacido folico (o vitamina B9) e la vitamina B12
utile per rinforzare il sistema immunitario (se si stanchi, si pi
vulnerabili e ci si ammala pi facilmente).
Lassunzione di questi due integratori consigliata sia per la preven-
zione, sia per la cura del disturbo. In commercio si trovano le due
vitamine anche abbinate in un solo prodotto (meglio sceglierne uno a
lento rilascio). Si possono assumere 1-2 tavolette o capsule al giorno,
anche ai pasti, con abbondante acqua minerale naturale.

I rimedi casalinghi
Masticare un chiodo di garofano no a che diventa
morbido e poi tenerlo in bocca appoggiato allulcera un
buon rimedio contro le afte.
utile anche fare dei gargarismi con acqua e sale, oppure
con succo di limone e di carota in parti uguali. Se non hai
una centrifuga, grattugia ne la carota e poi spremila. Si
ricaver un succo abbondante.

11
ALLERGIE
Lallergia una reazione eccessiva del sistema immunitario a so-
stanze (dette allergeni) verso cui lorganismo particolarmente
sensibile: pollini, acari della polvere, pelo di animale, oppure cibi,
quali crostacei, uova, grano e latte, per citarne solo alcuni fra i
pi comuni. Se si soggetti allergici, baster mangiare, respira-
re o semplicemente toccare minime quantit di un allergene per
provocare una reazione anomala dellorganismo. Questultimo, per
difendersi, rilascer sostanze conosciute con il nome di anticorpi.
La lotta che sinstaura tra anticorpi e allergeni provoca la liberazio-
ne di istamina e di altre sostanze simili che sono causa appunto dei
sintomi allergici: rinite, occhi gonfi, eruzioni cutanee, prurito, asma
e congiuntivite. Il primo imputato delle allergie linquinamento
atmosferico, che viene chiamato in causa soprattutto nelle forme
allergiche, come lasma e la rinite. Anche alcuni alimenti, come
gi accennato, possono procurare reazioni anomale. Altre cause
possibili: detersivi, nichel, profumi ecc. Fra i sintomi caratteristici ci
sono anche diarrea o stipsi, nausea, prurito e gonfiore intestinale.

I RIMEDI OMEOPATICI
Apis, Urtica o Graphites sono utili per curare le allergie cutanee.
Allium cepa, Sambucus o Euphrasia sono, invece, indicati per le
allergie respiratorie.
Lassunzione di tutti questi rimedi, alla diluizione 7 CH, avviene scio-
gliendo 4-5 granuli di ogni medicinale omeopatico sotto la lingua,
eventualmente anche in associazione tra loro, pi volte al giorno.
Per le allergie acute che colpiscono le vie respiratorie si usa Poumon
histamine 9 CH, 2-3 granuli da 3 a 6 volte al giorno per attacchi
acuti, una volta al giorno per le terapie di lunga durata.
Infine, in caso di rinite allergica con starnuti frequenti e abbondanti
secrezioni liquide acquose, si usa lo spray nasale Histaminum com-
positum: 2 spruzzi per narice, fino a 6 volte al giorno.
12
Tutte le patologie dalla A alla Z

LE CURE FITOTERAPICHE
I due gemmoderivati utili in caso di allergie sono Ribes nigrum 1 DH
in macerato glicerico, 40-50 gocce in poca acqua 2 volte al d, e rosa
canina in macerato glicerico, 40-50 gocce in acqua la sera.

I FIORI DI BACH
Se la pelle irritata, il fiore indicato Impatiens; Clematis contro
lipersensibilit generale. La dose di 4 gocce, 4 volte al giorno.

GLI INTEGRATORI
Per stimolare la funzione immunitaria, si pu assumere il polline da-
pi: fino a 2 cucchiaini al giorno.
Per trattare asma, rinite ed eczemi vengono consigliate anche le uova
di quaglia (1-3 compresse al giorno).

I rimedi casalinghi
In caso di allergie cutanee, per calmare larrossamento e
il prurito sulla pelle, consigliato un bagno serale in acqua
tiepida in cui saranno stati disciolti 5 cucchiai circa di fecola
di patate o di amido di riso.
Per disintossicare la pelle irritata, ottimo anche un bagno
tiepido con un chilo di sale grosso disciolto nellacqua.
Se lallergia cutanea dovuta a saponi, detersivi o altri
prodotti da bucato, una volta lavati gli abiti, basta immergerli
in una bacinella con acqua e aceto (la proporzione di 10
litri di acqua per 2 di aceto). I vestiti non vanno assolutamente
strizzati, n risciacquati ma appesi cos come escono dalla
bacinella. Una volta asciutti, saranno completamente anallergici
e privi dellodore dellaceto, che evapora rapidamente.

13
FUNGHI (MICOSI)
I funghi sono la causa delle cosiddette micosi, cio infezioni comu-
ni della cute contagiose e favorite da caldo e umidit. Una bassa
acidit della pelle facilita linsediamento dei funghi, che provocano
chiazze, prurito e sono in genere difficili da debellare. Compaiono
pi di frequente su piedi, ascelle e piega inguinale. I sintomi sono
pelle screpolata, vesciche, prurito e odore sgradevole. facile con-
trarre le micosi in piscina, poggiando i piedi su piatti di docce poco
pulite o camminando sulla sabbia.

LE CURE FITOTERAPICHE
In tutti i casi di micosi si pu usare come rimedio Ribes nigrum: 50
gocce di macerato glicerico 3 volte al giorno in poca acqua, anche
per lunghi periodi.
Il gemmoderivato di Juglans regia pu avere anche un uso topico:
metti una ventina di gocce in 5 ml di soluzione fisiologica e usala per
le spennellature. Se larea pi ampia puoi fare degli impacchi con 30
gocce di macerato glicerico in 10 ml di soluzione fisiologica.
Per applicazioni locali un valido aiuto anche la tintura madre di ca-
lendula: diluiscine due cucchiai in un bicchiere di acqua usa la solu-
zione per i lavaggi della parte colpita, soprattutto se si tratta dei piedi.
Sono adatte per lo stesso uso anche la tintura madre di echinacea o
di mirra, diluite in acqua: servono per lenire lirritazione.

I FIORI DI BACH
Green Essence (essenza verde) un fiore australiano con una po-
tente azione drenante e purificante sullorganismo, che protegge dalle
infezioni fungine e rende meno vulnerabili agli attacchi di virus, batteri,
funghi e parassiti.
Green Essence un ottimo coadiuvante nel trattamento delle micosi.
La dose di 5 gocce, 5 minuti prima dei tre pasti principali, per due

68
Tutte le patologie dalla A alla Z

settimane. In alternativa allassunzione orale, Green Essence pu ve-


nire applicato sulla pelle sotto forma di bagni o impacchi. Per i bagni
versa 10 gocce nella vasca e resta immersa nellacqua tiepida per 10
minuti. Se vuoi fare un impacco, versa alcune gocce in poca acqua e
applica con una garza sulle zone interessate.

GLI OLI ESSENZIALI


Gli oli essenziali di tea tree e di lavanda (5 gocce in un cucchiaio di
olio di mandorle) si possono usare per applicazioni locali, massag-
giando la zona colpita dalla micosi.
possibile usare anche una miscela di olio di calendula ed essenza
di timo rosso. Antisettico, antinfiammatorio, emolliente, lolio di calen-
dula disinfiamma la pelle. Laggiunta di olio essenziale di timo rosso
ha unelevata azione battericida. Diluisci 5 gocce di olio di timo rosso
in un cucchiaio di olio di calendula, immergi una garza nella miscela
e fai un impacco sulla zona da trattare, lasciandolo per una quindicina
di minuti. Ripeti 2-3 volte al giorno.

I rimedi casalinghi
Lapplicazione locale (sulla parte colpita) di uno spicchio
di aglio crudo schiacciato, una volta al giorno, svolge
unazione fungicida e antibiotica.
Se non sopporti lodore dellaglio, sostituiscilo con laceto,
che funziona altrettanto bene.
In alternativa, dopo aver lavato e asciugato bene il piede
con un sapone antibatterico, si pu passare una fetta di
limone fra le dita.
Molto efcace anche il pediluvio preparato mettendo 100
grammi di sale grosso marino integrale in 3 litri di acqua e
immergendo i piedi per almeno 20 minuti.

69
GASTRITE
La gastrite uninfiammazione estesa della parete interna dello sto-
maco che, quando viene a contatto con i cibi durante i pasti (ma
talora accade anche con la semplice ingestione di bevande), inizia
a bruciare, proprio come se le mucose gastriche fossero sfiorate
da una fiammella.
Il disturbo pu comparire allimprovviso (gastrite acuta) oppure
protrarsi nel tempo (gastrite cronica).
I sintomi principali sono dolore o bruciore nella parte alta dellad-
dome che pu migliorare o peggiorare dopo i pasti; diminuzione
dellappetito; gonfiore addominale. La gastrite pu essere anche la
conseguenza di disordini alimentari: eccesso di grassi, troppi cibi
acidi o affumicati, dolci, fritti e cibi da fast food, eccesso di alcol.

I RIMEDI OMEOPATICI
Per la gastrite acuta, se subito dopo pranzo compaiono bruciori che
durano per qualche ora scatenando nausea, acidit e reflusso, il ri-
medio indicato Argentum nitricum, che funziona anche quando la
gastrite esplode dopo un attacco dansia, quando si esagerato con
vino, superalcolici o dolci e in generale quando il disturbo accom-
pagnato da eruttazioni. Assumi il rimedio alla 7 CH nella dose di 3
granuli 2 volte al giorno, fino al miglioramento dei sintomi.
Nux vomica un rimedio omeopatico utilissimo in numerosi disturbi
che coinvolgono lo stomaco; indicato soprattutto per alleviare la
sensazione di macigno o nodo allo stomaco che compare dopo il
pasto (il pi delle volte circa due ore dopo averlo terminato), eventual-
mente associata a una sensazione di sonnolenza post prandiale che
peggiora soprattutto dopo lassunzione di bevande alcoliche, caff,
tabacco e spezie (questi aumentano lacidit dello stomaco). Il distur-
bo, invece, migliora riposandosi e assumendo bevande tiepide (quelle
fredde, invece, intensificano il dolore). La dose in questo caso di 3
granuli alla 9 CH prima dei pasti e alloccorrenza.
70
Tutte le patologie dalla A alla Z

LE CURE FITOTERAPICHE
Il ribes nero (Ribes nigrum) il gemmoderivato (il macerato glicerico
prodotto a partire dalle sue gemme) pi indicato in caso di gastrite
acuta e cronica; ha spiccate propriet antinfiammatorie della mucosa
gastrica. La dose di 50 gocce 2-3 volte al giorno prima dei pasti
principali. Lassunzione prolungata deve essere seguita dal medico e
va evitata in caso di ipertensione arteriosa.
La betulla potenzia lazione del ribes nero, in particolare le gemme e
la linfa di Betula verrucosa. Le sue gemme, in particolare, attenuano
la produzione di acido nello stomaco. Prendi 30 gocce del macerato
glicerico 2 volte al giorno. La linfa, invece, allevia linfiammazione
della mucosa (prendine 50 gocce 2 volte al giorno).
Il Ficus carica, in gemme, utile per la cura delle forme pi acute
di gastrite. La dose di 40 gocce di macerato glicerico, 1-2 volte al
giorno. I cicli di trattamento durano da 3 a 6 mesi.
Per tutti i tipi di gastrite, acuta e cronica, unottima tisana calmante
quella a base di malva: in 250 ml di acqua fai bollire per 10 minuti un
cucchiaino di fiori e foglie, spegni, filtra e bevi senza dolcificare una
volta al giorno, lontano dai pasti.

I rimedi casalinghi
Mezzora prima di mangiare, per un mese, bevi mezzo
bicchiere dacqua naturale nel quale avrai disciolto mezzo
cucchiaino di argilla verde ventilata. Questa sostanza ha
propriet antinammatorie e depurative sulle mucose del
tratto digestivo ed evita che il contatto tra tessuto gastrico e
alimenti scateni il bruciore. Prendi la bevanda allargilla no
a che i sintomi non scompaiono ma non prolungare troppo
la cura, per non impigrire lintestino.

71