You are on page 1of 5

Esercizi per casa e soluzioni

10/12/2013

Esercizio 1. Si consideri
(
x+k
1+x4
1 x < 0
f (x) = sinh x .
(1+cosh x)2
0x1

1. Determinare per quali valori di k la funzione di classe C 0 sull'intervallo


[1, 1].

2. In corrispondenza dei valori di k sopra determinati, calcolare tutte le


primitive di f (x).
3. Determinare la primitiva F (x) tale che F (0) = 0.

Vediamo i vari punti.


1. Per vedere quando la funzione continua sull'intervallo [1, 1] andiamo
a studiare quando continua in 0. f (0) = 0 e f (x) continua in un
intorno destro di 0. Calcoliamo allora il limite per x 0 .
x+k
lim f (x) = lim =k
x0 x0 1 + x4
Per avere la continuit in 0 deve essere k = f (0) = 0.
2. Dobbiamo calcolare le primitive di
(
x
1+x4
1 x < 0
f (x) = sinh x .
(1+cosh x)2
0x1

1
Per far ci integriamo ciascuna denizione della funzione nel corrispon-
dente intervallo. In questo modo, per 1 x < 0 dobbiamo calcolare
l'integrale
x
dx.
1 + x4
Anzich cercare di scomporre il denominatore e poi applicare la regola
di integrazione per le funzioni razionali fratte, conviene usare un trucco
pi astuto. Se, infatti, scriviamo x4 = (x2 )2 , vediamo che al numeratore
compare quasi la derivata di x2 , per cui abbiamo

x x 1 2x
dx = 2 dx = dx =
1 + x4 1 + (x2 ) 2 1 + (x2 )2
1
= arctan x2 + c1 .
2
Per 0 x 1 dobbiamo integrare (1+coshsinh x
x)2
. Qui al numeratore
compare gi la derivata di quello che sta nella parentesi tonda, per
cui
sinh x 1
2 dx = + c2 .
(1 + cosh x) 1 + cosh x
Una generica primitiva di f (x) dunque del tipo
(
1
2
arctan x2 + c1 1 x < 0
F (x) = 1
.
1+cosh x
+ c2 0x1

Ora, per, le due costanti c1 e c2 non sono indipendenti, perch sicura-


mente una primitiva F (x) deve essere continua. Il fatto che alla ne
ci sia una sola costante indipendente confortante perch eseguendo
un'integrazione ci aspettiamo che compaia un'unica costante di inte-
grazione. Andiamo allora ad imporre la continuit in 0, che il solo
punto problematico. F (0) = 21 + c2 e
 
1
lim F (x) = lim arctan x2 + c1 = c1 .
x0 x0 2
Deve allora essere c1 = c2 12 , per cui
(
1
arctan x2 12 + c2
2
1 x < 0
F (x) = 1
1+cosh x
+ c2 0x1

2
e per avere una scrittura un po' pi elegante scriviamo semplicemente
c in luogo di c2 .
(
1
arctan x2 12 + c 1 x < 0
2
F (x) = 1
1+cosh x
+c 0x1

3. Abbiamo F (0) = 21 + c se e solo se c = 21 . In questo caso otteniamo


la primitiva (
1
2
arctan x2 1 x < 0
F (x) = 1 1
1+cosh x
+ 2
0x1

Esercizio 2. Calcolare il seguente integrale indenito



x6
dx.
(x2 + 1)4

Sia I l'integrale da calcolare. Il metodo standard di integrazione di una


funzione di questo tipo prevede l'utilizzo del metodo di Hermite. Tuttavia,
questo metodo molto lungo e laborioso e conviene applicarlo solo se non
ci sono proprio altre strade. Conviene piuttosto perdere del tempo a trovare
un modo pi astuto per il calcolo dell'integrale. Nel nostro caso conviene
procedere per parti.

x6 x5 x 1 x5 2x
dx = 4 dx = dx
(x2 + 1)4 2
(x + 1) 2 (x2 + 1)4

Con i due passaggi fatti abbiamo isolato il fattore nito x5 e il fattore


dierenziale (x22x
+1)4
, che la derivata di 3(x21+1)3 .

x5 2x x5 5x4

1 1
dx = dx =
2 (x2 + 1)4 6 (x2 + 1)3 2 3 (x2 + 1)3

x5 5 x4 x5 5 x3 x
= + dx = + dx =
6 (x2 + 1)3 6 (x2 + 1)3 6 (x2 + 1)3 6 (x2 + 1)3

x5 5 1 x3 2x
= + dx
6 (x2 + 1)3 6 2 (x2 + 1)3

3
Procediamo ancora una volta per parti e prendiamo x3 come fattore nito e
2x
(x2 +1)3
come fattore dierenziale, che la derivata di 2(x21+1)2 .

x5 5x3 3x2

5
I= 3 2 dx =
2
6 (x + 1) 2
24 (x + 1) 12 2 (x2 + 1)2

x5 5x3 5 x2
= 3 2 + dx =
6 (x2 + 1) 24 (x2 + 1) 8 (x2 + 1)2

x5 5x3 5 xx
= 3 2 + dx =
2
6 (x + 1) 2
24 (x + 1) 8 (x2 + 1)2

x5 5x3 5 1 x 2x
= 3 2 + dx
2
6 (x + 1) 2
24 (x + 1) 8 2 (x2 + 1)2
Integriamo ancora una volta per parti, con il fattore nito x e il fattore
dierenziale (x22x
+1)2
, che la derivata di x21+1 .

x5 5x3

5x 5 1
I= 3 2 2
2
dx =
2
6 (x + 1) 2
24 (x + 1) 16 (x + 1) 16 x +1

x5 5x3 5x 5
= 3 2 2
+ arctan x + c
6 (x2 + 1) 24 (x2 + 1) 16 (x + 1) 16
Esercizio 3. Si mostri che la funzione
12
(
e x
x5
x 6= 0
f (x) =
0 x=0

continua. Si calcoli una sua primitiva F (x) tale che F (0) = 1.


Andiamo a calcolare il limite in 0 di f (x).
1
e x 2
lim f (x) = lim 5
x0 x0 x

Siamo nella forma indeterminata 00 . Conviene fare il cambio di variabile t = 1


x
e quindi calcolare il limite
2
et t5
lim 1 = lim 2 = 0.
t t et
t5

4
La funzione quindi continua in 0.
Per risolvere l'integrale ci sono pi modi. Si pu ad es. integrare diretta-
mente per parti
1 1
e x2 e x 2 1 2 12 1
dx = dx = e x 2 dx
x5 3
x x 2 2 x3 x

Usiamo come fattore nito 1


x2
e come fattore dierenziale 2 x12
x3
e , che la
derivata di e x2 .
1

1 
e x2
 
1 12 2
= 2
e x 3 dx =
2x 2 x
1  1
e x2 e x 2

1 1 2 1 1
= 2
+ e x2 3 dx = 2
+ e x2 + c
2x 2 x 2x 2
Questo vale ovviamente per x 6= 0. Per x = 0 prolunghiamo la funzione per
continuit. Abbiamo
1
!
e x 2 1 1
lim 2
+ e x 2 + c =c
x0 2x 2

12
perch vale limx0 e2xx2 = 0 (lo si vede operando come sopra). Abbiamo
allora che una generica primitiva di f (x)
12
( 1
e x
2x2
+ 12 e x2 + c x 6= 0
F (x) =
c x=0

Per avere F (0) = 1 basta prendere c = 1 e si ha


12
( 1
e x
2x2
+ 12 e x2 + 1 x 6= 0
F (x) = .
1 x=0