You are on page 1of 16

Prof. F.

Mandorli
MARCHE
DELLE M
OLITECNICA D E

Strumenti Formali per la


Rappresentazione di Processi
SITA PO

Prof. F. Mandorli
NIVERS
UN

Design Tools & Methods Group - f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Importanza dei Processi


DELLE M

Non sono solo i prodotti ma anche i processi


che
h permettono
tt di realizzarli
li li che
h assicurano
i un
OLITECNICA D

successo duraturo alle aziende


Processo: sequenza ordinata di eventi
Business Process: sequenza ordinata di eventi,
eventi
SITA PO

che coinvolgono persone, materiali, energia e


strumenti,i progettato per raggiungere
i un certo
NIVERS

risultato economico
UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Importanza dei Processi


DELLE M

Underlying the operations of every company,


working
ki lik
like its
it spine,
i is
i its
it Value
V l Delivery
D li
OLITECNICA D

System.
A companys performance is the direct result
of how effectively this system is structured
SITA PO

and managed.
George
G St
Stalk,
lk JJr. & Th
Thomas M.
M Hout
H t
NIVERS
UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Cos un modello di processo


DELLE M

Simply put, the Process Model is the way that


th work
the k is
i divided
di id d in
i a value
l delivery
d li
OLITECNICA D

system.
James B. Swartz
SITA PO

La rappresentazione di un processo e dei


componenti ad esso relazionati,
ela ionati ppresentati
esentati in
NIVERS

maniera cronologica
UN

Serve anche per rappresentare la logica


decisionale esistente nel sistema
Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it
DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Obiettivi della modellazione di processo


DELLE M

Rappresentare un processo (di ricerca o


aziendale)
i d l ) rendendo
d d chiare
hi e facilmente
f il t
OLITECNICA D

comprensibili:
le attivit previste
le risorse necessarie e la loro allocazione
SITA PO

levoluzione temporale del processo


NIVERS
UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

A cosa serve la modellazione di processo


DELLE M

Per analisi dei processi AS-IS


PPer d
documentare/standardizzare
t / t d di
OLITECNICA D

Per fare formazione


Per fare analisi ed individuare criticit
Per analisi dei processi TO
TO-BE
BE
SITA PO

Per definire nuovi processi pi efficienti


Per
Pe valutare
al ta e n
nuovi
o i processi
p ocessi prima
p ima della loro
lo o
NIVERS

implementazione
UN

Per
P valutare
l t i costi
ti e prevedere
d la
l necessitit di
nuove risorse

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Quando serve la modellazione di processo


DELLE M

Prima
Per progettare nuovi processi, valutare la
OLITECNICA D

fattibilit, presentarli per lapprovazione


Durante
Per controllare che lo sviluppo del progetto
SITA PO

proceda come previsto


Dopo
NIVERS

Per documentare i processi esistenti


UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Cosa rappresentare
DELLE M

In base al tipo di processo ed al tipo di analisi


d svolgere,
da l pu essere necessario
i focalizzare
f li
OLITECNICA D

lattenzione su:
Fasi ed attivit del processo
Dati e risorse coinvolte
SITA PO

Sequenza temporale delle attivit


Per
P ognuno di questiti aspetti,
tti un tipo
ti di
NIVERS

rappresentazione potrebbe essere migliore di


UN

unaltra

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Come rappresentare
DELLE M

Strumenti formali di rappresentazione


OLITECNICA D

Linguaggi nella maggior parte dei casi di tipo


grafico (Diagrammi + Testo) per la rappresentazione
di dati e/o procedure
Un linguaggio
g gg formale definito da:
SITA PO

Alfabeto: insieme dei simboli da utilizzare


Regole sintattiche: regole per la disposizione dei simboli
NIVERS

Regole semantiche: regole di interpretazione


UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Esempio: Diagramma di flusso


DELLE M

Algoritmi/procedure
NIVERS
UN OLITECNICA D
SITA PO

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Alcuni Strumenti Formali


DELLE M

Diagrammi di flusso
Algoritmi/procedure
Petri Net
OLITECNICA D

flusso dei materiali attraverso il processo produttivo


GRAI Method
sistema decisionale
Design Structure Matrix (DSM) Method
flussi di informazioni
SITA PO

Object-Oriented Modeling Methodology for Manufacturing


descrive la struttura funzionale, la topologia e le regole di controllo
di un azienda
NIVERS

Object Oriented Analisys and Design (OOAD)


struttura di prodotto
UN

Integrated
d DEfinition
fi i i Methodology
h d l (
(IDEF)
)
attivit, processi
Diagramma Gantt
pianificazione temporale di processi
Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it
DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Qual il migliore
DELLE M

Sono nati per esigenze e con obiettivi diversi


Non esiste il migliore in assoluto ma il pi
OLITECNICA D

adatto da usare in base al contesto ed a ci


che si intende rappresentare
Alcuni sono estremamente specifici altri
SITA PO

molto generici
NIVERS

La soluzione migliore spesso consiste in un loro


uso combinato
UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Uso Combinato
DELLE M

Struttura di Prodotto
OOAD/IDEF1x
OLITECNICA D

Cosa si fa
IDEF0
Come lo si fa
SITA PO

IDEF3
Con quali Dati
NIVERS

IDEF1x
UN

Con che tempistica e quali risorse


Gantt

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Come si usano
DELLE M

Definizione di un modello di rappresentazione


1 Definire un obiettivo della modellazione (perch ci
OLITECNICA D

vuole un modello)
2 Definire gli elementi che occorre considerare
considerare, in
funzione degli obiettivi previsti al punto1
3 Raccogliere
R li i dati
d ti e lel informazioni
i f i i relative
l ti aglili
SITA PO

elementi selezionati al punto 2


4 Costruire un modello tramite un opportuno
NIVERS

strumento metodologico o linguaggio, utilizzando gli


UN

elementi
l ti raccolti
lti all punto
t 3
5 validare e correggere il modello
6 utilizzare il modello
Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it
DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Vantaggi
DELLE M

Visualizzazione
Rappresentare la realt in maniera semplificata
OLITECNICA D

Gest
Gestione
o e de
della
a co
complessit
p ess t
Focalizzare lattenzione su aspetti fondamentali
Supportare lidentificazione
l identificazione degli interventi
SITA PO

migliorativi
Analizzare
Anali a e quantitativamente
q antitati amente le decisioni (e.g,
(e g
NIVERS

modelli di simulazione)
UN

Gestione delle comunicazioni


Formalizzare e g
gestire le comunicazioni
Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it
DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA
Prof. F. Mandorli
MARCHE
E

Riferimenti e Strumenti
DELLE M

Knowledge Based System Inc.


http://www.idef.com
OLITECNICA D

Microsoft
c oso t
Visio
Project
SITA PO
NIVERS
UN

Design Tools & Methods Group f.mandorli@univpm.it


DIISM Universit Politecnica delle Marche - Via Brecce Bianche 60131 ANCONA