You are on page 1of 1

IL REGIME

FASCISTA
1925
Il regime, con a capo consensi senza quasi narcisisticamente,
Benito Mussolini, inizia . mascherare il suo anche dei simboli del
Mussolini capì subito volto dichiaratamente potere di Mussolini, come
l’importanza fondamentale autoritario. bandiere, colonne o
della propaganda, in Mussolini fa persino del addirittura formazioni di
particolare attraverso suo tono di voce uno persone che riproducono
la stampa, per strumento persuasivo, la parola “Dux”.
affermare il suo usando tutti gli strumenti La propaganda fascista
potere. Il sistema della retorica: pause tramandava le immagini
totalitario del nuovo prolungate, gesti enfatici, di queste “folle
capo di governo fu espressioni ridondanti, oceaniche” plaudenti
caratterizzato da metafore di grande e osannanti il Duce
una grande capacità effetto. Egli non perde che annunciava la
comunicativa attraverso mai l’occasione di dichiarazione di guerra,
la quale fu stabilito esaltare la grandezza ma la verità è che gli
un controllo totale della nazione e delle sue entusiasmi furono
sull’informazione e imprese, per tenere viva relativamente pochi.
sulla cultura, tanto che la fede fascista. Mussolini Le immagini venivano
la propaganda fascista ama parlare davanti però in qualche modo
conquistò a folle oceaniche di contraffatte e in seguito
subito un persone, principalmente diffuse per portare
grande dalla finestra del primo avanti la campagna di
numero piano di Palazzo Venezia, esaltazione del Duce e
di luogo simbolo del mito la fedeltà che il popolo
e del potere, esibendo
riponeva in lui.
le sue doti oratorie e
ricevendo, ad ogni sua
Mussolini creò lo
parola, boati di applausi
dai partecipanti. Spesso, stereotipo del perfetto
gli incontri tra il “Duce” fascista con il volto
e la folla sono carichi, sbarbato ed il corpo
allenato da una vita

11