You are on page 1of 24

Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 02/03/2005 - Spediz. in abb. postale: postatarget creative - CENTRO 1/02524/11.

2014 - Posteitaliane
Anno XVIII - n° 186 Marzo 2018

L’Editoriale L’Italia rottamata
di Enrico Dello Sbarba
enricodellosbarba@virgilio.it
di Francesco Butini

Dalla L’esito delle elezioni politiche italiane del pienamente conseguito (non c’è nessu-
4 marzo è il risultato di un’Italia rotta- na maggioranza predefinita in Parlamen-
protesta mata, l’ultimo suggello ad un sentimen- to), ma forse non tutti i capi-partito po-
to popolare da tempo cresciuto nel Pa- tranno rimanere a galla.
alla ese e ora dilagato anche nelle urne per Dalle urne è nato un nuovo bipolarismo,
le elezioni del nuovo Parlamento. quello tra la coalizione di centro-destra
proposta Sulle colonne de Il Centro siamo stati e il Movimento 5 Stelle. La sinistra ita-
facili profeti nei mesi scorsi. Avevamo liana sembra avviata verso una nuova
E così, gli italiani “arrabbiati” già segnalato l’assenza all’interno del fase di travaglio interno, con un PD du-
in grande maggioranza hanno Partito Democratico di una seria analisi ramente sconfitto e la lista Liberi e
emesso il loro verdetto elet- sui risultati delle ultime consultazioni (ele- Uguali che non ha certo sfondato. Se si
torale. Hanno bocciato i par- zioni europee del 2014, elezioni ammini- dovesse rivotare nel breve termine, lo
titi di governo, in maniera cla- strative del 2015 e del 2016, referen- scontro sarebbe tra centro-destra e
morosa il PD ed hanno pre- dum costituzionale del 2016), un’assen- M5S.
miato largamente il M5Stelle za che non ha permesso le correzioni di Il cosiddetto “patto del Nazareno” tra
e, sul versante del centrode- linea e di atteggiamento necessarie per segue a pag. 2
stra, la Lega di Matteo Salvi- evitare il tracollo alle elezioni politiche
ni, entrambi espressione più del 2018. Avevamo già segnalato come Circolo «Il Centro»- Via Trieste 7 - Livorno
eclatante del cosiddetto po- il sentimento popolare si stava indiriz- Lunedì 12 Marzo, h. 18
pulismo sovranista. A parte zando verso la coalizione di centro-de- incontro con
una incredibile svolta quale stra e il Movimento 5 Stelle. E aveva-
sarebbe un’alleanza tra que- mo già segnalato come la nuova legge Gianni Anselmi
Presidente della commissione
elettorale fosse stata votata per raggiun-
ste due formazioni vincenti, la Sviluppo economico e turismo
gere due obiettivi: la fedeltà assoluta ai del Consiglio regionale
costituzione di un governo, in
capi-partito dei nuovi eletti (obiettivo
un momento di estrema deli- Moderatore:
raggiunto con la formazione delle liste Dott. Enrico Dello Sbarba
catezza e crescente preoccu-
elettorali prime del voto) e l’assenza di
pazione, si presenta di diffici-
ogni possibile maggioranza parlamenta-
le soluzione. In effetti, da un re coesa dopo il voto, così da garantire a Circolo «Il Centro»- Via Trieste 7 - Livorno
punto di vista puramente nu- tutti i capi-partito di rimanere a galla gio- Martedì 27 Marzo, h. 18
merico, quella ibrida maggio- cando il proprio futuro in Parlamento. incontro con
ranza sarebbe in condizione di Sintomatico di quest’ultimo punto fu la
poterlo formare ma non riu- dichiarazione del segretario del PD nel- Enrico Bonistalli
sciamo a percepire “una qual- l’ultima settimana di campagna eletto- Presidente Asamar - Livorno
siasi logica” vista la profonda rale: anche se perdo non me ne vado. Moderatore:
Ora il popolo si è espresso. Il secondo Dott. Enrico Dello Sbarba
segue a pag. 2
obiettivo della legge elettorale è stato
2 Politica e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

dalla prima pagina centro-destra c’è stata una risposta da
parte dell’elettorato, dalla parte del cen-
Dalla protesta tro-sinistra c’è stata una frana.
Le “larghe intese” sono una coalizione
alla proposta parlamentare frutto di un accordo tra
partiti avversari su un programma de-
differenza esistente tra le due forma- finito e limitato, dentro un Parlamento
zioni. Non vorremmo essere nei pan- senza maggioranze alternative.
ni del Presidente della Repubblica il In Germania le “larghe intese” sono tra
quale, di fronte alla difficile ricerca i due avversari storici, i cristiano-de-
di una qualsiasi maggioranza in en- mocratici e i social-democratici: poiché
trambi i rami del Parlamento, deve nel nuovo Bundestag non esiste una
comunque trovare una soluzione ra- maggioranza politica coesa, i due par-
gionevole perché, in ogni caso, il titi più grandi si fanno carico della re-
nostro Paese ha bisogno urgente- sponsabilità nazionale e hanno cercato
mente di un governo che dia garan- un faticoso accordo su alcuni punti pro-
zie sia all’interno che all’estero. grammatici che consentano al Paese
Un’analisi seria del voto di domeni- di garantire stabilità e governabilità.
Sergio Mattarella
ca 4 marzo, non può ignorare, al In Italia le “larghe intese” avrebbero
momento in cui si discuterà del pro- avrebbe consentito di avere un sicuro un significato solo se coinvolgono an-
gramma, le richieste “monstre” pre- vincitore o, in alternativa, il ricorso al che il centro-destra e il Movimento 5
sentate, in campagna elettorale, dal ballottaggio. Stelle. Impensabile? Impossibile? Pro-
M5Stelle e dalla Lega: il reddito di Non ha capito che, dopo quella gra- babilmente sì. Ma delle due l’una: o si
cittadinanza promesso a tutta la va- ve sconfitta, doveva ritirarsi, trascor- smette di parlare di “larghe intese”,
sta platea dei giovani disoccupati e oppure le “larghe intese” si fanno così.
rere qualche anno sabbatico: non lo
delle unità familiari più socialmente D’altra parte, noi non siamo tedeschi.
ha fatto ed ha pagato duramente que-
disagiate, fiore all’occhiello, dei gril- sto suo assurdo “ostracismo” e cioè
lini e la lotta, senza quartiere, agli ex- non aver voluto capire che quando è
tracomunitari irregolari oltre all’abo- Periodico mensile
necessario, un “uomo politico” può del Circolo Culturale
lizione della legge Fornero sulle pen- anche fare un passo indietro. Ed ora
sioni, punto di riferimento, della cam- paga duramente, con questa seconda
pagna elettorale della Lega di Salvi- clamorosa disfatta, la sua impreviden-
ni. Proposte su cui ci sembra logico za. Dopo le elezioni dei Presidenti dei Aut.ne Tribunale Livorno n° 683 del 2/3/2005
avanzare forti dubbi anche in rela- due rami del parlamento, il Capo del-
Redazione ed Amministrazione:
zione alla situazione finanziaria del lo Stato dovrà trovare una “via dritta Via Trieste 7 - 57124 Livorno
nostro paese. e sicura” per assicurare un governo al e.mail: ilcentro.livorno@gmail.com
www.circoloilcentro-livorno.it
Non possiamo certamente chiudere paese: non resta che rimetterci alla sua
queste brevi note, senza accennare proverbiale lungimiranza e sperare un DIRETTORE RESPONSABILE:
Enrico Dello Sbarba
alla drammatica situazione del PD po’ anche nella Provvidenza.
schiaffeggiato ben oltre le sue re- COMITATO DI REDAZIONE:
sponsabilità. Massimo Cappelli,
Laura Conforti Benvenuti,
Non ce la sentiamo, sarebbe ingiu-
sto ed ingeneroso, scaricare le re- L’Italia rottamata Sergio Cini, Valeria Grillo,
Luca Lischi, Mario Lorenzini,
Mauro Paoletti, Angela Simini,
sponsabilità della “debacle” solo ed PD e Berlusconi, eventualmente rivi- Marisa Speranza, Franco Spugnesi.
esclusivamente sulle spalle di Mat- sto e corretto, esce sepolto dal voto
teo Renzi che ha commesso molti degli italiani: la somma dei voti delle Hanno collaborato a questo numero:
Francesco Butini, Massimo Cappelli,
errori tra cui quello, madornale, di liste di Partito Democratico e Forza Fabio Figara, Gianni Giovangiacomo,
avere malgestito il referendum del 4 Luca Lischi, Mario Lorenzini, Angela
Italia al proporzionale per la Camera Simini, Franco Spugnesi, Lorenzo Tac-
dicembre 2016 che, comunque, con- dei Deputati arriverebbe appena al cini, Claudio Tonci.
teneva proposte interessanti, quali la 32% circa, la stessa percentuale pre-
STAMPA: Editrice «Il Quadrifoglio»,
eliminazione del Senato ed un pro- sa dal Movimento 5 Stelle da solo. Le Via Pisacane 7, tel. 0586/814033 - Livorno
getto di legge elettorale maggiorita- immaginate “larghe intese” si sono ri- Giornale chiuso in tipografia il 7/3/2018
ria, proposta, quest’ultima, che velate parecchio strette: dal lato del
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Economia 3

PER CONFINDUSTRIA LIVORNO MASSA CARRARA

Costituito il Gruppo
Giovani Imprenditori
E’ Filippo Vanelo il nuovo presidente del
Gruppo Giovani Imprenditori di Con-
findustria Livorno Massa Carrara. Ad
eleggerlo alla guida del neocostituito
gruppo, l’assemblea che si è riunita ieri,
mercoledì 21 febbraio, presso la sede
di via Roma.
“Sono orgoglioso di essere alla guida
dei Giovani Imprenditori di Confindu-
stria Livorno Massa Carrara - sottoli-
nea Filippo Vanelo - Come Gruppo
Giovani Imprenditori ci aspetta un pe-
riodo impegnativo, molte sono le ini-
ziative da mettere in agenda. Forte sarà
il nostro impegno nell’ambito delle at-
tività di orientamento negli Istituti Su-
periori dei nostri territori. Sosteniamo il mondo accademico, collaborazioni di vus.). Filippo Vanelo, classe 1978, è
la necessità di dedicare attenzione ed ricerca e innovazione e attività di tra- Amministratore Delegato e General
impegno costanti all’educazione e alla sferimento tecnologico, con l’obiettivo Manager di diverse aziende di fami-
formazione delle nuove generazioni e di far dialogare imprese e ricercatori, glia: Valdettaro Shipyard ed F.V. Can-
promuoveremo iniziative atte a dare con particolare attenzione alle profon- tiere Navale per quanto riguarda la
continuità alla collaborazione tra le de modifiche del sistema produttivo le- cantieristica da diporto, e la neo co-
scuole e le nostre aziende, intensifican- gate a Industria 4.0. stituita I.VAN.MASSA, che si occupa
do le attività in ambito dell’ Alternanza Eletti anche tre vice presidenti, Loren- di acquisizione e ristrutturazione di im-
Scuola-Lavoro. L’auspicio è che tali zo Santalena (Hallite Italia), Bernardino mobili. Ricopre inoltre ruoli importanti
interventi contribuiscano ad arginare Papasogli Tacca (Carbonati Apuani) e anche nelle altre aziende di famiglia: Do-
la disoccupazione giovanile e la lenta e Edoardo Vernazza (San Colombano Co- ganella Graniti, del settore Lapideo, Ma-
troppo lunga transizione tra l’uscita struzioni). Nel corso dell’assemblea è rina del Fezzano e Cantiere Valdettaro
dalla scuola e l’ingresso nel mondo del stato nominato anche il Consiglio del a Portovenere di La Spezia, due porti
lavoro”. Gruppo, di cui fanno parte Tommaso turistici ormai punti di riferimento fon-
Il Gruppo Giovani Imprenditori di Con- Barsotti (Famor Italia), Paolo Mazzi damentali per il ricovero, refitting e sta-
findustria Livorno Massa Carrara pro- (Furrer), Valentina Ricci (Gruppo Pro- zionamento di imbarcazioni da dipor-
muoverà inoltre iniziative congiunte con gramma) e Niccolò Zanchi (Carbono- to.
4 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

La partecipazione
di Ruggero Morelli

Il Tirreno diversamente da quanto lante Sergio Fabbrini vede un ruo- al Pil è valutato 60 miliardi - è capo-
avviene in genere di lunedi sui gior- lo e lo sollecita : ‘’delle organizza- saldo di una civiltà del bene di cui
nali, ha pubblicatodi recente tre ar- zioni sociali a sostegno della politi- essere orgogliosi; e dovremmo es-
ticoli molto qualificati di Volpi, Iaco- ca’’. Sui tre temi che mette al cen- sere 'più consapevoli del profondo
no e Mannari - che affrontano la tro della sua analisi Europa-Mer- significato civico e morale. Le molte
campagna elettorale e la nostra si- cato-Democrazia, invita ‘’la leader- persone che fanno del bene in modo
tuazione economica in rapporto al- ship sociale ad opporre il ‘’realismo disinteressato ( e spesso non 'vo-
l’Europa. di chi non si rassegna ad una Italia gliono che si sappia), li ripaga con
Enrico Mannari ha citato Michele provinciale in decrescita felice e un senso compiuto di utilità.'' Paro-
Sorice per possibili nuovi spazi e ‘’trasformista.’’. Aggiungo io : li in- le da incorniciare!!
soggetti politici collettori di interes- viata a far discutere su problemi veri Ancora De Bortoli: .«Ho girato in lun-
si consolidati e di identità. con proposte motivate e serie. go e in largo l’Italia del volontariato.
Da un lato mi ha ricordato il perio- Ed in giro ce ne sono di proposte, E ogni volta ho scoperto persone,
do ottobre 2013 maggio 2014 nel come quella del rilancio descritto realtà, modalità che per me erano
quale a Livorno ci furono aggrega- nella Industria 4.0 di un sindacali- del tutto sorprendenti. Quello dei vo-
zioni intorno a nuovi messaggi . Due sta come Bentivogli che scrive in- lontari italiani è un mondo sempre
i fattori trainanti : il successo del M5s sieme al ministro Calenda. sorprendente nella sua capacità di
nel febbraio 2013 e la crisi del Pd Le organizzazioni sociali sono vive inventare risposte di fronte a proble-
alla ricerca ansiosa di un candida- grazie ad un rilevante apporto del mi e bisogni che altrimenti non
to sindaco. volontariato. Ed allora se torniamo avrebbero avuto un nome, un volto
Trascorsi tre anni hanno fatto l’in- al recente 3 agosto 2017, quando e nemmeno una risposta».
gresso sulle cronache della nostra è entrata in vigore la legge sugli Ets E voglio anche ricordare che sull’on-
città, dopo il successo di ‘VivisanJa- con il codice, Ferruccio De Bortoli, da di quanto avviato da Barak Oba-
copo’ , altri soggetti simili per nome per il Corriere della sera, ha scritto ma nel 2011 col Open Governement,
e finalità, quasi uno per ogni quar- : ‘’Si sono voluti 'eliminare vincoli anche l’Italia si è unita ai 70 stati e ai
tiere: Ardenza, Garibaldi, Shangay, amministrativi per sprigionare le 15 governi locali che stanno produ-
Banditella, Montenero, Quelli che in energie che la società civile del cendo progetti per favorire la parte-
caciaia, ecc. nostro paese è senza dubbio in gra- cipazione dei cittadini alle scelte.
Alfonso M.Iacono ci ha parlato di do di esprimere. 'Sono 7 milioni gli Tema delicato per tutte le democra-
quattro comitati di quartiere che a italiani impegnati in attività di volon- zie, che pure teorizzano la facilità di
Pisa hanno promosso un’assem- tariato su fronti diversi. Il mix è dato attuazione delle delibere affiancate
blea per presentare le loro propo- da associazioni per solidarietà, co- da una seria partecipazione.
ste per il futuro sindaco. Per evita- operative 'ed imprese sociali che Senza scomodare il nostro amato
re che i candidati e gli amministra- uniscono l'impegno etico con la Giorgio Gaber "Libertà è partecipa-
tori in carica ‘’occupassero’’ la di- sostenibilità ambientale e con il zione’’, cito alcune realizzazioni no-
scussione il presidente dell’assem- ‘profitto per le persone che ci lavo- strane:
blea li ha invitati a non intervenire. rano. www.cittadinireattivi.it per il giornali-
Quindi il rapporto tra cittadini e go- La notizia della entrata in vigore smo civico di ambiente;
vernanti e/o politici in genere, è in della legge sul terzo settore è stata www.opencoesione.org per la coe-
crisi. commentata come 'buona notizia' sione sociale in Sardegna;
La colpa la possiamo dare alla man- da alcuni psicologi-politici : ''Se mi www.quaderno.comune.re.it a Reg-
canza di leader autorevoli, ai partiti chiedono su quali elementi si può gio Emilia;
rissosi al loro interno e nelle coali- far leva per essere più ottimisti sul e ultimo www.legami.urbani.it a Ber-
zioni, alle molte traversie giudizia- futuro del paese, rispondo con de- gamo che ha raccolto 18 milioni di
rie di amministratori con contorno cisione che uno è il 'volontariato; euro per il rammendo delle perife-
di passaggi dai gruppi parlamenta- che giudico più forte che in altre de- rie, tutte nate a seguito dell'Open
ri, acquisto di deputati e conniven- mocrazie antiche ed evolute.'' Ed governement forum di Obama.
ze mafie/politica ancora sub iudice. ancora: ''Al di la' degli aspetti eco- Possiamo ncora avere fiducia nel
In questo periodo a sinusoide ca- nomici - 'l'apporto del terzo settore futuro individuale e collettivo.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 5

È IN CORSO UNA IMPORTANTE INIZIATIVA CON LE SCUOLE LIVORNESI

Federmanager con gli studenti
breve illu-
di Massimo Cappelli strazione del
ruolo e dello
E’ in corso da qualche mese una interes- scopo di Fe-
sante iniziativa di Federmanager con le dermanager,
scuole livornesi. riguardano la
Nell’ambito del piano più generale della struttura del-
così detta “buona scuola”, assieme a veri le aziende, le
e propri stage di studenti nei luoghi di attività svol-
lavoro, sono stati programmati numerosi te, i vari ruoli
incontri in aula tra rappresentanti del all’interno
mondo del lavoro e studenti delle scuole delle stesse,
medie superiori cittadine. la necessità
Scopo degli incontri è quello di rendere di piani di
consapevoli i giovani, che al termine de- formazione
gli studi cercheranno lavoro, sia di quel- continua,
lo che la città può offrire, in termini di perché il
possibilità concrete di inserimento, ma mondo del lavoro non è statico, bensì è veramente ampio e abbraccia un po’ tut-
soprattutto come è strutturato il mondo fortemente dinamico, da qui la necessità ti i settori del mondo del lavoro.
del lavoro, cosa questo si aspetta dai gio- di essere sempre aggiornati per mante- Personalmente ritengo questa iniziativa di
vani e quindi cosa un neo assunto dovrà nere competitività. grande valore, non solo per la specifica
affrontare. La presenza dei dirigenti di Federmana- utilità che rappresenta una informazione
Nel progetto sono state coinvolte diver- ger, che dedicano parte dell’incontro dettagliata su argomenti che poi riguarde-
se associazioni professionali ed anche Fe- anche a illustrare le loro esperienze, è ranno i giovani ma anche perché ritengo
dermanager, in quanto sindacato che rap- anche una opportunità per conoscere la possa accrescere la loro “cultura industria-
presenta i dirigenti di azienda e che parte- realtà industriale e dei servizi di Livorno le”, cosa a mio avviso abbastanza carente
cipa a questi incontri con propri iscritti, e nazionale. Poiché i dirigenti ed ex diri- nella collettività che ci circonda.
dirigenti in servizio ed ex dirigenti. genti coinvolti provengono da ruoli Nel mondo odierno avere una “cultura in-
Il programma prevede tredici appunta- svolti sia in ambito portuale che nelle dustriale” e aggiungo anche una “cultura
menti in diversi Istituti con il coinvolgi- aziende chimiche ed energetiche, nella finanziaria” è importante, direi necessario.
mento di numerose classi delle medie su- cantieristica navale, nei servizi, etc..,ecco L’Italia è tra i Paesi più industrializzati
periori. Gli argomenti trattati, dopo una che il quadro che viene offerto ai ragazzi d’Europa e del mondo, membro permanen-
te del G20 e del G8, eppure la cultura me-
dia industriale ( e finanziaria) è bassa. La
grande stampa e i media in generale tra-
CON LA COMPAGNIA AEREA LOW-COST “POBEDA” scurano questi aspetti, sono portati più
alla notizia spicciola, allo scandalo, la di-

Pisa-San Pietroburgo è già operativo sgrazia, raramente l’informazione si tra-
sforma in formazione. Occorrerebbe una
maggiore consapevolezza sulla realtà del
A partire dal 18 febbraio 2018 è operativo il volo Pisa-San Pietroburgo (LED) della com- nostro Paese ma questo non mi sembra
pagnia aerea low-cost “Pobeda”, membro del Gruppo Aeroflot. Il collegamento prevede esserci.
due frequenze settimanali (domenica e giovedì) e si aggiunge al servizio di linea diretto Eccezione, devo dire, fa il quotidiano
Pisa-Mosca Vuknovo (VKO) già attivo da Pisa dal 29 dicembre 2016 e passato da 2 Sole24 Ore, non a caso giornale delle As-
frequenze settimanali fino a 5 frequenze settimanali da gennaio 2018. sociazioni Industriali, dove oltre ad una
La compagnia aerea low-cost “Pobeda” ha aperto alle vendite il nuovo volo di linea breve informazione sui fatti del giorno,
diretto Pisa-San Pietroburgo. numerosi sono gli approfondimenti che
Il volo è acquistabile sul sito della ne fanno un organo di informazione di in-
Compagnia Aerea Podeba: dubbia utilità.
www.pobeda.aero/en. Questa iniziativa di Federmanager forse
Grazie al nuovo collegamento di li- contribuirà a migliorare anche questo
nea da San Pietroburgo la Tosca- aspetto. E’ necessario conoscere per fare
na si conferma la seconda desti- scelte consapevoli, in questo i Dirigenti
nazione estera per “Pobeda” dal- ed ex Dirigenti di impresa, associati in Fe-
l'aeroporto di San Pietroburgo- dermanager possono aiutare e dare il loro
Pulkovo. contributo.
6 Attualità e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Investimenti stranieri Istituti Tecnici
preferiti ai Licei
in Toscana La precaria situazione per quanto ri-
guarda il lavoro nella nostra città ha
avuto effetto nella scelta degli isti-

meno che a Livorno tuti secondari dopo la scuola media
per il prossimo anno scolastico
20180-19.
Sono stati preferiti gli istituti tecnici

e Massa Carrara rispetto ai licei scientifici (il CLAS-
SICO è in una situazione precaria che
deve essere chiarita), fermi invece gli
istituti professionali ad eccezione del
COLOMBO che con i suoi indirizzi è
di Enrico Dello Sbarba preferito dalle studentesse.
I numeri sono i seguenti

Il Tirreno di mercoledì 21 febbraio, nel mente "istituzionali", non ci risulta ab- Indirizzo liceale
supplemento economia. ha pubblicato bia mai avuto costruttivi rapporti con i 2018 alunni 677
l'elenco degl investimenti stranieri in To- ministeri competenti in materia di inve- 2017 alunni 710
scana avvenuti nel 2017 esattamente 27 stimenti: Livorno vive la sua stagione Indirizzo tecnico
distribuiti in tutti i capoluoghi regionali più critica che coinvolge un po' tutti i 2018 alunni 639
ad eccezione, e la cosa non ci sorpren- settori. 2017 alunni 565
de, di Livorno e Massa Carrara. Per amor di patria non vogliamo ripar- Indirizzo professionale
La notizia, sicuramente ci addolora per- lare del giallo tuttora irrisolto del nuovo 2018 alunni 147
chè conferma, a noi naturalmente inte- 2017 alunni 125
ospedale sulla cui realizzazione sembra
DAL SITO DEL MINISTERO P.I.
ressa Livorno, la crisi che da tempo at- essere caduta una "imperscrutabile cor-
tanaglia l'economia cittadina. tina di silenzio". Per consentire un qualificato ingres-
D'altro canto, l'esclusione di Livorno da- Forse potrebbe essere giunto il momento so nel mondo del lavoro gli Istituti
gli investimenti stranieri, conferma la di una maggiore sensibilizzazione che Tecnici superiori offrono percorsi di
debolezza strutturale ,prima di tutto, delle coinvolga Enti economici, Organizzazio- formazione terziaria non universita-
Istituzioni: con in testa l'assenza clamo- ni sindacali ed anche "un risveglio" dal ria in risposta alla domanda delle im-
rosa e sistematica della Giunta comu- pericoloso "sonno" che sembra avvol- prese di nuove e elevate competen-
nale grillina la cui "diserzione" dalle pro- gere l'intera comunità livornese anche ze tecniche e tecnologiche. Sono isti-
blematiche della città sta assumendo di- per le conseguenze del violento chok tuiti attraverso una progettazione
mensioni sempre più ampie. successivo alla disastrosa alluvione dello condivisa e partecipata tra imprese
Nel frattempo, la giunta grillina si osti- scorso settembre. Università e Centri di ricerca.
na a contestare e contrastare ogni ini- Ci sembra indispensabile e urgente che Lo segnaliamo a chi ha il dovere di
ziativa che tenda a far uscire la città dalla la città riesca a trovare quella forza e provvedere nell’interesse dei giova-
grave crisi (vedi gli investimenti portua- quel coraggio, elementi indispensabili ni di casa nostra che non intendono
lie, le recenti critiche alla gestione di per dare un calcio alla grave crisi che, o non possono frequentare l’Univer-
Azimut Benetti), non ha rapporti orga- se non superata, rischia di essere mor- sità.
nici con la Regione, se non quelli mera- Mario Lorenzini
tale per il futuro della città.

Vieni alla CISL
troverai Cortesia, Competenza, Convenienza
I nostri servizi: Fiscali, RED, ISEE, Successioni, Vertenze e cause di lavoro, Colf e Badanti,
Permessi di soggiorno, Pensioni, Infortuni, Affitti, Tutela Consumatori.
Per ogni esigenza rivolgiti con fiducia alle sedi della CISL
Per informazioni degli orari telefona alla UST-CISL Livorno n° 0586-899732
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cinguettare 7

@ Elezioni politiche: un risultato che non mento su un politico appena eletto che
produce stabilità, anzi anche i vincitori affermava “proveremo a fare anche que-
sono privi di una maggioranza per go- sto mestiere”. Ci pensi -mi sottolinea-
vernare. Un dato abbastanza confortan- va- ha detto “mestiere” e non “servi-
te è quello che gli italiani non hanno di- zio”! Mi mancheranno le nostre chiac-
sertato le urne (ha votato il 73%, con chere di politica ma ricorderò sempre i
una lieve flessione di circa due punti suoi modi garbati e pacati, esempi di vita
percentuali rispetto al 2013). Resta il saggia. Giungano ai suoi cari l’affetto e
fatto che 27 cittadini su 100 non parte- la vicinanza non solo miei ma dei molti
cipano al voto, dato non certo irrilevan- che hanno avuto il dono di incontrarlo.
te, che deve far riflettere, se sommato
alle schede bianche e ai voti nulli, per- @ Il “mio” Sindaco Gianfranco Lam-
berti ha terminato su questa terra il suo
ché è il “partito degli assenti” che risul-
ta addirittura primo! Cinguettare di Luca Lischi
perenne impegno politico. E’ stato il mio
Sindaco durante una mia breve paren-
@ Qualcuno ha vinto, qualcuno ha per- tesi di Consigliere Comunale. Ricorde-
so, qualcun altro è sparito. Purtroppo rò sempre il suo apprezzamento del
con questo sistema elettorale sono tre i partiti, addirittura molti catapultati nei “giovane Lischi” quando commentai, fa-
poli che ne escono, alcuni rafforzati, territori senza alcun legame con esso. cendo una dettagliata analisi critica, il
altri dimagriti, che da soli non sono in Alcuni protetti anche in più collegi con Bilancio Comunale. L’esperienza di ana-
grado di realizzare una maggioranza per la certezza di passare, altri relegati in lista, grazie allora alla consulenza del-
un nuovo Governo. Chi ha governato un collegio a correre senza “paraca- l’amico Luciano Lombardo che mi aiu-
non ha ricevuto i consensi che si atten- dute”. Un sistema che è poco sistema e tò nella lettura del dettagliato Bilancio,
deva (si veda il Pd con le 100 cose fat- che concentra l’attenzione sui partiti e mi fece fare bella figura e subito si creò
te, sicuramente tante, ma non percepi- poco sulle persone. Basta ricordare la un rapporto di stima con il dott. Lam-
te come quelle veramente essenziali per tristezza degli spazi elettorali. Quasi berti. E’ stato un Sindaco presente e
dare una svolta positiva al Paese). Anzi vuoti, con scarni manifesti, senza più attivissimo. A lui si devono scelte co-
i cittadini hanno manifestato un voto volti e slogan. Anche la carta non ha raggiose e qualificanti per la nostra bel-
preferenziale verso i Cinque Stelle e più valore nell’era degli smart-phone! la città. Grazie Sindaco per il tuo impe-
verso la Lega, indicando che si aspet- gno e per la tua passione, esempi vir-
tano azioni efficaci e convincenti su @ Nella nostra vita incontriamo molte tuosi di attività politica.
Europa, sicurezza, immigrazione, lavo- persone. Alcune passano per poco tem-
ro (Fornero e precarietà). Colpisce come po sul nostro cammino, altre perman-
il Sud abbia dato pieni voti ai Cinque Stel- gono per tempi lunghi e diventano ami-
le (con percentuali quasi del 50%!): il ci. Ricordo con piacere Gabriele Me-
reddito di cittadinanza promesso è visto azzini, una persona mite e pacifica, un
come una manna dal cielo, (del resto è uomo semplice e dai valori saldi. La
nel cielo che brillano le stelle!). parrocchia Sette Santi è stato il luogo
che ci ha fatto incontrare. Tanti impe-
@ Aver abolito le preferenze, è aver abo- gni pastorali, tra cui il servizio nei Con-
lito una bella competizione tra candida- sigli parrocchiali, tanti progetti condi-
ti, che trainavano voti, che stabilivano visi e poi la passione per la politica. Lui
contatti e relazioni con il territorio. Ades- “sempre” democristiano, con i suoi
so gli elettori non sanno neppure chi modi affabili commentava i nostri tem-
sono i candidati nelle liste, blindati dai pi con un velo di sfiducia sul volto, ram-
maricato dalla mediocrità di certi politi-
ci di oggi. Ricordo ancora un suo com- Gianfranco Lamberti

Compagnia
FRATELLI NERI
Portuale di
S.P.A. Livorno
LIVORNO - ITALY Società Cooperativa
8 Spigolature e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

che tanti e meritati elogi ha raccolto

ure durante il suo mandato, è stato battuto
nel collegio uninominale di Pesaro va- LE R I M E

lo at lido per un posto di deputato alla Ca-
mera.
E’ risultato invece eletto il grillino An- Saggezza tibetana
ig drea Cecconi, espulso da M5Stelle per

Sp
lo “rimborsopoli” . Monastero tibetano.
Si legge sulla Stampa di martedì 6 Meditando sta il santone.
marzo che è scomparso e quindi è stato Un discepolo s’appressa
assente dalla campagna elettorale. e gli pone la questione:
E’ stato eletto egualmente ma si di-
metterò davvero? “Come mai, quando un uomo
Chi di voi Il Ministro degli Interni è potuto rien- con più donne fa del sesso,
trare in Parlamento grazie alla lista
lo uccide? proporzionale.
è considerato un mito
Subito dopo il discorso di Renzi, Mat- ed un uomo di successo
tarella ha convocato Gentiloni, Fran-
ceschini, Orlando e Minniti: “Chi di voi Silvia Velo: Disappunto mentre, se lo fa la donna
di donar la feritoia
lo uccide”. (da Jena La Stampa, per la mancata elezione a più uomini diversi,
martedi 6 marzo) E’ stata invece bocciata la sottosegre- è considerata troia?
taria al Ministero dell’Ambiente - Sil-
via Velo - già Sindaco di Campiglia “C’è una regola, figliolo,
Bizzarrie dei seggi Marittima. Ne siamo veramente dispia- dai maestri tramandata:
Tra le tante “bizzarrie” e sorprese dei ciuti perché aveva ben operato, risol- <Se una chiave apre di tutto
risultati elettorali di domenica 4 mar- to numerosi problemi in materia am- si può dir ch’è una ganzata;
zo una notizia ha fatto scalpore. bientale e dimostrando capacità ed im-
Il Ministro degli Interni Marco Minniti pegno non comuni in politica. ma se c’è una serratura,
E’ stata sconfitta da un sconosciuto te lo dico co’ imbarazzo,
candidato della Lega di Salvini. che ogni chiave la può aprire
Pensiamo che avrebbe meritato, come serratura gli è del cazzo!>”
è avvenuto per altri, una ciambella di
salvataggio nel proporzionale!

Ci si è messa Chirurgia
anche la neve....
Le già trasandate strade della città, si “Ma perché tu sei scappato,
sono arricchite di altre buche a causa ho sentito questa storia,
della recente caduta della neve. E prima dell’operazione
meno male che si è trattato di soli due dalla sala operatoria?”
fiocchi.... “Aspettavo l’iniezione
pronto per l’anestesia,
l’infermiera ripeteva
sempre questa litania:
<Non si deve preoccupare!
Cosa vuol che sia un taglietto!
Su, si deve far coraggio!
La paura non l’ammetto!
L’intervento è di routine,
abbandoni ogni timore!>
“E non ti ha tranquillizzato?”
“No! Parlava col dottore!”
Via della Villana, 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Franco Biancani
Telefono:0586 760981
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 79

Una città che non solo non cambia, ma si deprime ogni giorno di più

Elezioni: Livornesi
facciamoci del male!
di Franco Spugnesi

Scorrendo i numeri del responso elet-
torale a Livorno del 4 marzo c’è di
che restare basiti.
Una bella fetta dei consensi fino ad
oggi attribuiti dai livornesi, spesso in
maniera acritica, al PCI prima e poi
ai partiti che hanno rappresentato la
sinistra, sembra sia migrata, senza bi-
sogno del ballottaggio, al movimento
5 stelle.
E’ vero la tendenza è nazionale, ali-
mentata da una campagna elettorale
bugiarda e sognatrice che specialmen-
te al sud, ha affascinato le masse og-
gettivamente in difficoltà che anelano
a una ripresa della politica assisten-
ziale, sia essa rappresentata da distri-
buzione di “redditi” vari o da pensioni
facili, ma a Livorno, oggettivamente, Per molti concittadini la risposta è stata sto che ci auguriamo per l’Italia?
dovevamo chiederci se, avendo il pri- evidentemente positiva, per altri, nu- A Livorno, più che nel resto del paese
vilegio di essere la prima provincia a merosi anch’essi, la scelta si è orien- è sopravissuto, il voto ideologico dei co-
essere amministrata da un sindaco tata sui partiti della destra essenzial- munisti “duri e puri” un piccolo polo di
grillino “ortodosso”, cioè ubbidiente ai mente la Lega, portando il centro de- circa il 10%, mentre è stato disperso il
dettami superiori dell’ex movimento, stra a livelli che a Livorno erano fino consenso ai partiti intermedi, i cosid-
ora partito dominato da un ferreo su- ad oggi non solo mai raggiunti ma ad- detti moderati, quelli del progresso sen-
per centralismo, fosse il caso di au- dirittura impensabili. za avventure che la linea del nostro pe-
spicare l’estensione della nostra tri- La voglia di cambiamento che nel riodica cerca, senza molta fortuna di
ste esperienza al resto del Paese. 2014 portò Nogarin prima al ballottag- rappresentare e sostenere.
gio e poi alla vittoria alle comunali si è Questo sistema elettorale li cancella
evidentemente conservata e sconfig- praticamente dalla scena parlamenta-
ge anche la realtà. Una città che non re a favore dei grandi partiti, gli accor-
solo non cambia, ma si deprime ogni di tra diversi sono ormai definiti “inciu-
giorno di più, l’amministrazione che ci”, e la “terza repubblica” come la de-
non esprime né un progetto né una spe- finisce un certo Di Maio, nasce con
ranza di cambiamento e che è defici- seri rischi per la democrazia rappre-
taria anche nel mantenimento dell’esi- sentativa. Sarà possibile una forma di-
stente, senza parlare delle emergenze versa di democrazia “dei cittadini”, ma-
e delle grandi opere che non siano le gari digitale oppure, anche con il voto
strisce blu per i parcheggi a pagamen- dei livornesi, corriamo verso l’oligar-
to, meritava veramente di veder cre- chia di chi controlla il sistema informa-
scere il consenso? E’ veramente que- tico?
10 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

È un periodo di “lotta spirituale” neces- mente. Spesso restiamo nei nostri er-

qui sario, in cui possiamo riflettere sulle no-
stre debolezze e avvicinarci al prossi-
mo, procedendo come in un cammino
rori, anche se sappiamo che sono tali.
Proviamo a tirarcene fuori, ma ogni
salita è gravosa, e rinunciamo».

Diocesi di Fabio Figara
di preghiera con cui, simbolicamente,
seguire Gesù. La Quaresima inizia con
un rito antico, le Ceneri, la cui imposi-
La Quaresima è veramente un momen-
to in cui tentare di uscire dai nostri pec-
cati, riscoprendo la gioia del donare al
zione ricorda la caducità della natura prossimo: «Nella misura in cui ci dimen-
umana e la necessità della conversione ticheremo di noi stessi, saremo vera-
del cuore: numerosi sono i riferimenti mente felici!»
nella Sacra Scrittura, a cominciare dal È il tempo del digiuno per i cristiani,
Libro del Genesi con “polvere sei e in esattamente come lo sono il Ramadan
per i musulmani e il Kippur per gli ebrei:
Quaresima, polvere devi tornare” (3, 19). Tale cele-
brazione nacque per dimostrare pubbli- un privarsi del cibo, della carne ma, so-
prattutto, riuscire a raggiungere questa
tempo camente l’inizio del percorso penitenzia-
le dei fedeli, che avrebbe visto la pro- astensione dal peccato, dal vizio.
«Privarsi della carne nasce da un atto
per riscoprire pria conclusione con l’assoluzione dai
loro peccati la mattina del Giovedì Santo. caritatevole – ha spiegato don Luca Giu-
starini, parroco del Santuario di Mon-
la Carità Ma quali sono gli ostacoli presenti lun-
go il nostro cammino? Anzitutto l’amo- tenero, nell’omelia della prima domeni-
re deviato, per gli oggetti, per il denaro, ca di Quaresima – in antichità i cristiani
La Quaresima, Quadragesima(m), qua- per sé stessi. «Ogni forma morbosa di rinunciavano ad essa in quanto cibo co-
ranta giorni come il periodo di digiuno attaccamento è causa di male – ha spie- stoso. In questo modo potevano rispar-
e preghiera vissuto dal Signore nel de- gato Mons. Giusti nell’omelia della Mes- miare a sufficienza per poter effettuare
serto, tempo di riflessione, di pentimen- sa del Mercoledì Santo, in Cattedrale - maggiori donazioni ai poveri.» Un atto
to, momento per ritrovare sé stessi, di soprattutto quella al denaro, che ci im- d’amore, quindi, compiuto con il cuo-
meditare sull’esperienza terrena di Dio pedisce di essere caritatevoli con il pros- re, che ne genera un altro, quello della
fatto Uomo, che ha preso su di sé il simo. Quella al cibo, ai vestiti, al sesso, Misericordia divina: un atteggiamento
carico delle fragilità umane per riscat- al divertimento… rischiamo di perderci che, tuttavia, possiamo avere nella vita
tare i nostri peccati fino al sacrificio dietro questi piccoli piaceri dimentican- di ogni giorno, vivendo da autentici cri-
estremo. do la gioia vera, quella che sazia vera- stiani la nostra quotidianità.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 11
La conferenza alla Fondazione Livorno

Gran pubblico per Franco Cardini
di Gianni Giovangiacomo
dente della Turchia, Erdogan. dita chiese l’aiuto militare degli USA e
Cardini ha rilevato che non si può pre- permise che vi installassero le loro basi
scindere dalla complessità degli avve- militari. Tutto ciò ha costituito per Bin
Marcello Murziani, vice presidente del- nimenti politici e non si possono mai Laden “un sacrilegio” per cui bisognava
la Fondazione Livorno, ha accolto il re- dare giudizi affrettati. Diffido -ha det- “purificare” l’Islam a partire dagli sciiti.
latore della serata, il professore medie- to- del termine “dittatore”, Saddam, ad Dunque “tra Islam e Occidente non ci
valista Franco Cardini illustrandogli le esempio, era stato nominato cittadino può essere pace”. Gli Occidentali sono
finalità della Fondazione e facendogli onorario di Detroit prima di essere chia- nemici delle tradizioni e “nemici dello Spi-
ammirare la Mostra, tutt’ora in corso, mato “il nuovo Hitler”. Anche le ditta- rito” perciò bisogna ucciderli. Nello stes-
del pittore Ferdinando Chevrier. Quindi ture hanno spesso una base democra- so tempo in Occidente si diffonde l’idea
Murziani di fronte ad una sala confe- tica ed è al “consenso” che bisogna che “il musulmano buono è il musulma-
renze completamente affollata, ha invi- guardare, in fin dei conti Erdogan eser- no morto”.
tato i presenti, citando le parole di un cita una autorità che gli proviene dal Il Ministro Minniti ha detto che il terro-
intellettuale francese, che dicevano che suo Parlamento e le dittature cadono rismo si sconfigge con l’intellighenzia e
è sempre opportuno “sapere per poter quando perdono il consenso. Erdogan l’infiltrazione, ma bisogna aggiungere -
prevenire” ad ascoltare le parole del prof. è dunque un personaggio complesso che ha chiarito il prof. Cardini - anche con
Cardini che ha parlato sul tema: “Nuo- agisce sul modello laico di Kemal Ata- “la conoscenza e il dialogo”. Certo biso-
ve prospettive sulla crisi del Vicino turk ed oggi si è fatto una base diplo- gna anche capire chi si sente offeso nei
Oriente”. matica parlando anche con i suoi tradi- suoi principi più sacri, e Cardini ha cita-
L’iniziativa dell’incontro era stata pre- zionali nemici per gestire il riassetto del to la frase di Papa Francesco quando ha
sa da tre associazioni: dal Circolo cul- Vicino Oriente. detto: a chi dice male della mia mamma
turale “Il Centro”, il cui presidente En- Vicinanza ha poi chiesto se l’Islam è io gli do un pugno!
rico Dello Sbarba ha ricordato che il una minaccia e come combattere il Vicinanza ha terminato chiedendo del-
prof. Cardini “ha la squisitezza di in- terrorismo. Cardini ha evidenziato che l’incontro di Davos e dell’evoluzione de-
trattenerci sempre con argomenti di ci sono correnti pericolose per lo stesso mocratica. Il relatore ha risposto ricor-
grande attualità”; dalla sezione livorne- Islam. Ci sono tanti Islam quante sono dando che il 10% della popolazione ge-
se della FIDAPA che con la presidente, le “chiese musulmane” che tendono a stisce la ricchezza a scapito del 90% del
Angela Simini, ha sottolineato che il re- divenire “chiese nazionali”. Esiste un ter- mondo, questo crea un mondo profon-
latore farà “un compendio delle confe- rorismo come tecnica di un progetto che damente ineguale, il colonialismo perdura
renze svolte fino ad oggi, fornendoci la attua una metodologia della violenza. nello scambio asimmetrico delle ricchez-
conoscenza di altre culture”; e infine Il terrorismo musulmano - ha continua- ze, è necessario perciò spezzare il ciclo
Spartaco Geppetti, presidente dell’ANP- to - nasce ai primi anni ’80 fra coloro vizioso delle multinazionali che sfrutta-
PIA ha chiarito che il prof. Cardini “esa- che si vogliono liberare del governo no le ricchezze dell’Africa, mentre oc-
minerà una problematica superando socialista afgano. correrebbe sviluppare quelle società in
quella indifferenza che sembra essere Il relatore ha fatto poi una lunga digres- loco. Per quanto riguarda l’ONU biso-
la caratteristica dei nostri giorni”. sione sull’intervento in Oriente degli Sta- gna tener presente che Russia, Cina, Stati
L’incontro ha avuto come moderatore ti Uniti a partire da Reagan e ha sottoli- Uniti, Francia e Inghilterra, hanno il van-
il dottor Luigi Vicinanza, direttore de “Il neato le differenze tra sciiti e sunniti, taggio del diritto di veto e detengono
Tirreno”, che ha subito chiesto, vista sempre in lotta tra loro, la nascita dei anche loro un rapporto privilegiato con i
la sua recente visita a Roma, cosa ne talebani e la presenza dei volontari sau- paesi ex coloniali creando anche qui un
pensasse di un dittatore come il Presi- diti in Afghanistan. Il Re dell’Arabia Sau- circolo vizioso che andrebbe eliminato.

Scavi - Demolizioni
Movimento Terra
Edilizia Industriale
Lavori Stradali
Sede legale e amm.va: Via dello Struggino, 5/7/9 - Tel. 0586/429636 - 429331 - Livorno
Sede operativa: Zona Industriale Vallin del Buio - Livorno ◆ e-mail: info@abatesrl.it - www.abatesrl.it
12 Livorno e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

La Camera di Commercio diffonde un modello innovativo di alternanza scuola lavoro, a contatto
diretto con l’ambiente - Affollato convegno martedì 20 febbraio nella sala Elba delle sede livornese

Un'isola per le scuole
Un convegno affollato, quello tenutosi
martedì 20 febbraio nella sala Elba
della sede livornese della Cciaa, tutto
dedicato ad un nuovo modello di alter-
nanza scuola lavoro, a cui hanno par-
tecipato il Comune di Capraia Isola, il
Parco nazionale dell’arcipelago tosca-
no, due Istituti scolastici toscani e i
referenti del progetto “Scuola outdoor in
rete”, coordinati da Pierluigi Giuntoli Se-
gretario Generale dell’ente camerale.
Presenti le istituzioni: ospiti del Presi-
dente Cciaa Riccardo Breda l’on. Sil-
via Velo, sottosegretario Ministero
Ambiente, la Regione Toscana con il
capo Gabinetto dell’assessore Cristi-
na Grieco Luca Lischi, il Comune di Li- Da sinistra Pierluigi Giuntoli Segretario Generale Cciaa, Claudio Gagliardi Vicesegretario gene-
vorno con la vicesindaco Stella Sorgen- rale di UNIONCAMERE nazionale, Riccardo Breda Presidente Cciaa Maremma Tirreno).
te ed il sistema camerale nazionale con
il vicesegretario Claudio Gagliardi. all’Elba: sviluppa il concetto di “outdo- trovano nella Camera di commercio la
Nato da un progetto elaborato nel nord or” spalancando la porta della classe loro casa comune: dobbiamo far capi-
Italia, il progetto è già stato collaudato e trasferendo gli studenti all’aria aper- re al mondo delle imprese la grande
con successo nell’isola di Capraia e ta. Si riscoprono così attività manuali opportunità che oggi viene offerta dal
e artigiane, si conosce e si rispetta mondo della scuola”.
l’ambiente, si fanno osservazioni scien- Il modello sperimentato da “Rete scuo-
tifiche, e nella settimana del campus le outdoor” – capofila il Liceo Duca
– preceduta da una preparazione in degli Abruzzi di Treviso - ha già all’atti-
classe – gli studenti imparano anche vo esperienze nel nostro territorio, nel-
Mercoledì 28 Marzo, h. 16 l’isola di Capraia e nelle altre isole del-
ad autogestirsi, a cucinare e a riordi-
al Grand Hotel Palazzo di Livorno l’arcipelago, in particolare all’Elba.
nare.
il Coordinamento Donne FNP-Cisl “Questo progetto di alternanza in ou- “L’isola, vero e proprio territorio di fron-
organizza la conferenza sul tdoor che vi vede impegnati anche nel tiera, offre il contesto ideale per que-
lavoro artigiano – sono le parole del sto tipo di attività: recupero terrazza-

Biotestamento Presidente Riccardo Breda alla platea
di studenti intervenuti - è un esempio
menti, riscoperta di antichi sentieri,
mantenimento di opere che hanno an-
Legge n.219 del 22/12/2017 del nostro futuro, fatto di tutela del ter- che un ritorno di utilità enorme – ha
“Informazione e consapevolezza” ritorio e dell’ambiente, aspetti impor- dichiarato Stefano Feri, vicepresidente
tantissimi. E’ necessaria una grande del Parco nazionale dell’arcipelago.
saranno presenti
sinergia tra mondo della scuola e mon- Particolarmente interessanti sono state
CARMELO TRIGLIA
do del lavoro, e la Camera di commer- le esperienze raccontate con i filmati
Segretario Gen.le FNP Livorno
cio è in grado di mettere insieme tutti della settimana trascorsa alla Capraia
ROBERTA PAGNI e all’Elba dagli studenti del Liceo clas-
i protagonisti di questo progetto; ma
in rappresentanza del Coord. Donne sico di Colle Val d’Elsa e del Liceo
un contributo forte deve darlo anche il
Dott. ALESSANDRO COSIMI mondo del lavoro, quelle imprese che scientifico Galilei di Siena.
Responsabile attività aziendale
di Prevenzione Oncologica
Dott.sa SUOR COSTANZA GALLI
Resp. Unità cure palliative Livorno
Moderatore:
Dott. Enrico Dello Sbarba

LA CITTADINANZA È INVITATA
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Livorno 13

L’isola di Capraia è stata una vera pro- Capraia Smart Island.
tagonista del convegno: fotografata con L’intervento di Claudio Gagliardi - Ab-
i suoi panorami mozzafiato, le sue
asperità e bellezze. Presente il vice-
biamo bisogno di esperienze come
questa, abbiamo bisogno di una scuo-
Etica
sindaco Arturo Vasuino, che ha ricor-
dato il sindaco Guarente mancato po-
la outdoor, oggi le imprese - ne abbia-
mo intervistate 400mila - chiedono com-
della
chi mesi fa, a cui è stato tributato un petenze trasversali (soft skills), adat-
lungo applauso. tamento e flessibilità, lavorare in auto- comunicazione
Appassionata e lucida l’esposizione nomia, in gruppo, affrontare novità e ri-
del metodo outdoor fatto sia dalla diri-
gente scolastica del Liceo Duca degli
solvere problemi. Emerge anche l’at-
tenzione alla sostenibilità ambientale
medica
Abruzzi di Treviso Maria Antonia Piva, e al risparmio energetico.
che da Pier Paolo Traversari, coordi- “Tutto questo lo si fa con l’appoggio di Cristina Battaglini
natore della Rete. “Livorno città di li- delle istituzioni, come la Cciaa, istitu-
bertà, di ricchezza e innovazione. Non zione che mette in collegamento la Marco Rossi, cardiologo e angiologo
è casuale che oggi ospiti questo pro- scuola con le altre istituzioni, e può aiu- all’Ospedale S. Chiara di Pisa, presi-
getto per diffonderlo – ha esordito Piva tare anche nel far acquisire le cono- dente della Società di Angiologia e
– L’idea parte nel 2006, quando anco- scenze necessarie. La Camera può tro- Cardiologia Vascolare, è stato ospite
ra non si parlava di alternanza e so- vare le imprese per collegarle col mon- del presidente del Serra club Giacomo
stenibilità didattica. Tutta l’Italia è uno do della scuola. Il registro nazionale per Sargenti e dei soci, illustrando il tema
straordinario laboratorio didattico a cie- l’alternanza serve, ma in questo con- “Etica della comunicazione medica” e
lo aperto. In Toscana, poi, è nata testo di dialogo e di supporto. parlato del suo libro “Comunicare in
l’esperienza straordinaria di don Loren- Occorre iniziare a sperimentare un camice bianco”.
zo Milani, in un contesto miserrimo, a percorso di certificazione delle com- Ha introdotto la conferenza il socio
testimoniare che la vera ricchezza è petenze, quelle che si acquisiscono serrano Paolo Mirenda, medico cardio-
l’idea. I ragazzi sono i veri protagoni- in maniera informale, nei contesti di logo. La nascita di ogni rapporto uma-
sti, imparano facendo. Comprendono esperienza lavorativa o di alternan- no è condizionata dalla capacità di co-
meglio i settori verso cui orientarsi. za. In Italia le Cciaa possono esse- municare, un’attitudine fatta di cuore
Lavoro e fatica, sbagliare e imparare. re la piattaforma di un sistema di cer- e intelligenza che ci porta a compren-
Questo non è turismo scolastico, è tificazione delle competenze, posso- dere lo stato d’animo del paziente an-
scuola a tutti gli effetti, e riguarda tut- no mettere insieme i soggetti e cre- cor prima di assisterlo; si parla allora
te le discipline”, ha detto. are una rete facendo interagire sog- di “empatia”.
Interventi anche di Franca Zanichelli, getti diversi: lancio un appello alla - Ho scritto questo libro perché il tema
Direttore Parco nazionale arcipelago, Cciaa della Maremma e del Tirreno mi sollecitava a riflessioni, e perché la
che ha accompagnato i campus didat- affinché sia protagonista di questo comunicazione è diventata importan-
tici, e di Sofia Mannelli, curatrice di processo”. te - ha spiegato Rossi, che ha citato
anche alcuni famosi medici e studiosi
del passato, come Platone e Ippocra-
DISTRIBUTORI STRADALI Benzina, Gasolio, Gpl e Metano te.
AREZZO LUCCA
- Viviamo in un’epoca in cui disponia-
San Giovanni Valdarno Gallicano mo di una medicina tecnologica che ab-
Montevarchi Antraccoli
Terranuova Bracciolini
bandona un po’ l’aspetto umano, che
Altopascio
Loro Ciuffena Ponte alla Ciliegia
invece è importante - ha detto Rossi.
Viale Santa Margherita (AR) - Inoltre con Internet possiamo docu-
.............................................
.............................................
SIENA PISTOIA mentarci su tutto, con il rischio che
Abbadia san Salvatore Panicagliora
.............................................
queste informazioni non siano conte-
Sovicille
............................................. LIVORNO stualizzate alla nostra situazione. La
FIRENZE Via Cattaneo (LI) scelta terapeutica - ha spiegato - è
Viale Guidoni (FI) * .............................................
PISA
un’alleanza, è capire insieme qual è
San Polo (FI)
Fucecchio Montecatini Val di Cecina l’obiettivo; per alcune patologie, la co-
* in ristrutturazione (Loc. La Bacchettona) municazione contribuisce inoltre all’ef-
.............................................
fetto terapeutico.

L.R.C.
Oggi le cure - ha detto Rossi - vengo-

Consorzio
no fatte in maniera un po’ rigida, ma
questo non è il modo di curare: così
riteneva anche l’illustre Umberto Ve-
Consorzio globale impianti e costruzioni civili-industriali e stradali ronesi.
Imprese consorziate delle provincie di Livorno e Pisa La qualità della comunicazione - ha con-
cluso Rossi - richiede impegno, ener-
Via Aurelia, 453 - Rosignano Solvay gia, ed arricchisce lo stesso medico.
Tel. 392/2128889 Fax: 0586/763570 e-mail: consorziolrc@hotmail.it
14 Rosignano e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Nonostante sia scomparso nel 1960 è ancora nella mente di tanti rosignanesi

Ricordo di Don Ezio Rivera
cappella e una sovvenzione annua di due-
di Dino Dini
mila lire. Tutte le altre spese erano a carico
del sacerdote e dei fedeli che lo aiutavano
Quando arrivò a Rosignano Solvay nel- con le loro offerte. Comunque, poiché l'ubi-
l'ottobre del 1926 era un prete di trentaset- cazione della chiesina non era delle miglio-
te anni e fu il primo parroco di questa fra- ri in quanto si trovava in zona abbastanza
zione del comune. Lui era don Ezio Rivera decentrata rispetto all'abitato, nel 1927 sot-
nato a Livorno il 1° febbraio 1889 da Ore- to la guida dello stesso don Ezio venne
ste, spedizioniere di dogana e da Corinna istituito un comitato per la costruzione di
Giannoni. La vocazione per il sacerdozio il una chiesa che avrebbe preso il nome di
piccolo Ezio l'aveva dimostrata già in te- Santa Teresa del Bambino Gesù.
nera età. Nel 1928 la direzione dello stabilimento
Quando aveva appena sei anni "giocare belga decise di dare inizio ad una proget-
alla processione" era il suo divertimento tazione e nel 1929 il direttore generale Sol-
preferito. Il padre Oreste però osteggiava vay ingegner Van Caubergh presentò la
questa sua inclinazione perché sperava che proposta per la realizzazione dell'immobile.
il figlio continuasse il suo lavoro di doga- L'edificio sarà portato a compimento in tre
niere. Il giovane dopo le scuole medie co- fasi: in una prima fase sarà costruita la na-
minciò con buon profitto a frequentare il vata centrale, la cupola e la sacrestia, nella
ginnasio ma il genitore, accorgendosi che seconda fase saranno erette le navate la-
lui continuava a coltivare la speranza di terali con il campanile ed infine nella terza
fare il prete, decise di iscriverlo alle scuole sarà edificata l'abitazione del curato. La pro-
tecniche, però qui il ragazzo si fece delibe- Don Ezio Rivera (1889 - 1960)
prietà rimarrà della Solvay fino al 1955. La
ratamente e ripetutamente bocciare. Il pa- consacrazione del luogo di culto e l'aper-
dre allora lo mandò a lavorare in dogana La cappella fu chiamata Santa Cecilia in tura al pubblico avvennero nel luglio del
ma poi alla fine dovette arrendersi ed Ezio ossequio alla consorte del direttore della 1931. Così nacque la nuova chiesa con il
finalmente quando aveva vent'anni entrò Solvay di quel tempo, ma la gente comin- grado di vicariato e don Ezio fu il suo vica-
in seminario. ciò a chiamarla ben presto la "Chiesina rio.
Allo scoppio della prima guerra mondiale del mare". Quel sacerdote livornese incontrò subito
nel 1914, all'età di venticinque anni fu ri- Alla domenica e in tutte le altre festività il favore dei fedeli il cui numero si incre-
chiamato e raggiunse il fronte. Un anno cattoliche ci celebrava messa il pievano di mentava di anno in anno. La sua azione di
dopo fu promosso caporale ed entrò nel Rosignano Marittimo don Paganelli con il proselitismo aveva successo in particola-
reparto sanità come addetto alla cura dei suo cappellano don Paolino Parducci. Agli re con i giovani tanto che subito dopo la
feriti e degli ammalati. Al termine della guer- spostamenti per l'andata e il ritorno dei seconda guerra mondiale nel 1945, fu fon-
ra rientrò a Livorno e riprese a frequentare due sacerdoti provvedeva la direzione del- dato il gruppo dei boy-scouts. I fondatori
il seminario. l'azienda belga che metteva a loro dispo- furono Primo Creatini, Primo Capitani, Lu-
Nel maggio del 1920 a trentun anni fu con- sizione un'automobile con relativo autista. ciano Pagni, Fulvio Montagnani, Franco
sacrato sacerdote. Iniziò la sua missione Dal 1922 al 1926 si contarono nella chiesi- Franchi e Franco Pardini. Gli scouts sulla
di prete nella chiesa di San Giuseppe a Li- na del mare nove funerali e diciotto batte- loro camicia color cachi indossavano in-
vorno dove due anni dopo celebrò le noz- simi. torno al collo vistosi fazzoletti amaranto
ze di sua sorella Lina. Prima del suo arrivo I matrimoni venivano invece celebrati tut- che erano stati recuperati da don Ezio rita-
a Rosignano, la cura delle anime degli abi- ti a Rosignano Marittimo e le comunioni gliandoli da vecchie tende della sacrestia.
tanti veniva sì assicurata, ma soltanto, di- si impartivano alternativamente un anno Nacquero così le squadriglie dell'Aquila,
ciamo così, a mezzo servizio. Infatti poco a Marittimo e un anno a Castiglioncello. del Leone e della Volpe. All'inizio le tre
dopo la costruzione dello stabilimento La popolazione aumentava progressiva- squadriglie trovarono la loro sede nella sof-
Solvay che si era conclusa nel 1914, la zona mente con lo sviluppo dell'industria e a fitta della parrocchia.
aveva cominciato a popolarsi e subito era quel punto ci fu l'esigenza della presenza Un paio di anni dopo però si verificò un
affiorata la necessità di istituire una scuo- costante di un pastore che non fosse part- fatto di estrema importanza. Don Rivera riu-
la e una parrocchia. La direzione della fab- time. scì ad acquistare dagli americani un gran-
brica provvedette a proprie spese a realiz- Fu così che a quel punto il vescovo di de capannone in legno che fu montato nel
zarle entrambe. Nella villa Morgantini in Livorno, Massa e Populonia monsignor terreno dell'orto dietro la sua abitazione.
zona Lillatro di fronte al mare, un fondo a Giovanni Piccioni nominò don Ezio retto- Quel capannone fu la nuova sede dei suoi
piano terra diventò la cappella in cui si re della chiesina di Santa Cecilia. Al sacer- scouts che erano diventati davvero nume-
celebrava messa e si faceva catechismo dote vennero concessi un alloggio an- rosi. Ma l'istituzione dello scoutismo fu
tre volte la settimana. ch'esso di proprietà Solvay adiacente alla segue a pag. 15
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Rosignano 15

da pag. 14 Nel 1954, sempre grazie all'assiduo inte-

soltanto la prima di una lunga serie di altre
ressamento dell'attivissimo don Ezio, la
società Solvay cedette all'Istituto delle
Immigrato a chi?
attività associazionistiche portate avanti Figlie di Nostra Signora della Misericor- Dal 2016 il progetto “Immigrato a chi?”
dal buon don Ezio. dia un terreno di 15.000 metri quadri sul supporta circa quaranta ragazzi e ragaz-
Nei primi anni '50 fu costruita una sala par- quale venne poi edificato l'asilo delle suo- ze di età media tra i 18 e i 25 anni, prove-
re. Nel 1958 la parrocchia di Santa Teresa nienti da paesi africani, che proseguono a
rocchiale nella quale trovarono posto la Rosignano i percorsi di educazione e for-
Confraternita del SS. Sacramento, le Don- diventò arcipretura e conseguentemente
mazione interrotti forzatamente nei paesi
ne dell'Azione Cattolica, l'ACLI, il Centro don Ezio passò da parroco ad arciprete. di origine. L’idea centrale del progetto pro-
Turistico Giovanile che pubblicava anche Nel piccolo teatro parrocchiale fece dav- mosso dall’Informagiovani di Rosignano
un mensile che si chiamava "Il Tarlo" di- vero epoca nel 1960 la rappresentazione Marittimo in collaborazione Arci Bassa Val
retto da Piermario Pucci. Qualche tempo della commedia "Marcellino pane e vino" di Cecina e Oxfam, le associazioni che ge-
di cui fu protagonista il piccolo Marco Co- stiscono l’accoglienza di immigrati sul ter-
dopo la stessa sala fu dotata di un palco-
lombaioni di sei anni il quale dimostrò una ritorio, è sostenere i minori e giovani pro-
scenico, delle relative quinte, del sipario e venienti da Paesi terzi nel processo di cre-
con l'entusiastico sostegno di don Ezio si particolare predisposizione per la recita- scita personale ed integrazione sociale.
formò una compagnia filodrammatica che zione. Per questo i giovani sono stati coinvolti in
iniziò un'attività teatrale di tutto rispetto e Ad una delle tante repliche di "Marcellino percorsi di istruzione e formazione paral-
che aveva poco di dilettantistico. pane e vino" intervenne anche don Raffa- leli all’anno scolastico (autunno 2016/pri-
La compagnia fu intitolata a "Remo Lotti" ele Lavagna della radio vaticana venuto mavera 2017 e autunno 2017/primavera
appositamente da Roma per assistere alla 2018), in momenti di educazione non for-
in onore di un cittadino di Vada che era male, come laboratori artistici e piccoli
stato negli anni '30 e '40 un attore di primo trasposizione teatrale della riduzione che
eventi pubblici rivolti a cittadini e associa-
piano sulla scena nazionale. Il direttore lui aveva fatto per la televisione. zioni. L’intento era valorizzare il loro pro-
della filodrammatica era Piero Rotelli e la Purtroppo però nel maggio di quel 1960 tagonismo sociale, incoraggiare l’autosti-
regia fu affidata a chi scrive. Le attrici era- don Ezio, già malato da qualche tempo, si ma e la creatività per costituire un gruppo
no Anna Gambini, Anna Maria Caprai, trasferì a Firenze ospite di una sua nipote. interculturale che in futuro potrebbe anche
Qui egli nonostante le amorevoli cure il 2 strutturarsi in associazione.
Carmen Secchi, Mila Vagelli, Dina Colom-
settembre rese l'anima a Dio. Il giorno dopo I giovani migranti hanno così imparato a
baioni, Mirella Tei mentre gli attori erano stendere un curriculum, hanno partecipa-
Bruno Armaroli, Piero Chiellini, Sandro Si- le sue spoglie furono riportate a Rosigna- to a incontri di orientamento, sensibilizza-
gnorini, Benito Giammaria, Carlo Rotelli, no e il 4 settembre furono celebrate le ese- zione e informazione sui progetti di acco-
Piero Pierazzini, Sergio Rocchi, Marcello quie. Il lutto per la sua scomparsa colpì glienza attivi sul territorio con il “Progetto
Corsi, Federico Martinelli e Giuseppe Ma- tutta la popolazione che in maniera gran- scuola”, hanno frequentato il laboratorio
rino. Suggeritore Renato Banchi, sceno- diosa prese parte ai funerali. Se n'era an- di fumetto a “Le Creste” con il disegnato-
dato un prete buono, di grande umanità, re rosignanese Salvatore Bevacqua, con-
grafi Ottorino Franchini, Guido Gavazzi, cluso con una mostra degli elaborati pro-
Franco Mercuriali e Mauro Donati. Diret- che era stato un fratello per tutti ed un
dotti, hanno partecipato alla Giornata sui
trice di scena e trovarobe Bianca Rotelli. vero padre spirituale per i giovani di tante diritti umani a dicembre con un focus sulla
Molte furono le commedie rappresentate generazioni che ancora oggi lo ricordano letteratura africana e all’iniziativa natali-
da questa compagine, tutte coronate da- con sincero affetto. zia al centro “Le Creste” con canti gospel
gli applausi di una platea sempre al com- Fu sepolto nel cimitero di Rosignano Ma- della tradizione africana.
rittimo ma dopo diversi anni i suoi resti Da marzo a maggio i giovani seguiranno
pleto, in cui non mancava mai la presenza
furono trasferiti nella sua chiesa ed anco- un laboratorio sull’espressione corporea
di don Ezio. Poiché la capienza del teatro in collaborazione con Armunia, che per-
era piuttosto limitata, le messe in scena ra oggi riposano nella navata di destra sot- metterà loro di scoprire le potenzialità del
contavano sempre molte repliche. to la statua di Santa Teresa. corpo in rapporto al proprio vissuto e al
tessuto sociale, insieme a studenti dell’Isis
“Mattei”, cittadini over 60, associazioni
del territorio. “Il progetto è nato per dare
risposta ai bisogni dei giovani migranti di
essere accompagnati in percorsi di inclu-
sione e educazione non formale – spiega
l’assessora alle politiche educative Vero-
nica Moretti – ma è stato sviluppato con
l’obiettivo di favorire la loro piena inte-
FAMIGLIA CHIANINA MINNOZZI grazione e creare coesione sociale. Infatti
coinvolgendoli in progetti e iniziative pub-

PORCAVACCA
- AGRITURISMO & MACELLERIA -
bliche significa creare consapevolezza sul
loro vissuto e sulla loro presenza sul terri-
torio, oltre che sul potenziale contributo
che possono dare alla nostra comunità.
“Immigrato a chi?” ha anche la funzione di
Vendita al dettaglio di carni e salumi stimolare la creazione e il consolidamento
interamente prodotti e lavorati in azienda di un gruppo di lavoro informale di cui fa
parte l’amministrazione comunale, che col-
Loc. Poggio Marchino - Rosignano Marittimo labora per progettare e attuare azioni volte
all’inclusione e allo scambio culturale”.
Tel. 0586.799032 - Cell. 338.661.38.16 - 333.824.10.52
16 Cultura e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

Il progetto della Regione Toscana: “Per la storia di un confine difficile. L’Alto Adriatico nel novecento”

Viaggio-studio nei luoghi della memoria
Partecipare ad un Viaggio è sempre una posi-
Sabba, unico
tiva esperienza. Far parte del viaggio di stu-
campo di
dio “Per la storia di un confine difficile. L’Al-
concentra-
to Adriatico nel novecento”, in occasione del
mento e di
Giorno del ricordo 2018, promosso dalla Re-
sterminio na-
gione Toscana con gli Istituti storici della Re-
zista presen-
sistenza e della società contemporanea e del-
te in Italia, al
l’Ufficio scolastico regionale, è stato un dono
Campo di
memorabile di formazione e di conoscenza sto-
Gonars e alla
rica. Ed è stato anche un incontro e uno scam-
Foiba di Ba-
bio tra storie e culture, tra persone e luoghi
sovizza. E
insoliti.
ancora a Fiu-
Hanno partecipato al viaggio 52 studenti delle
me, accolti
scuole toscane accompagnati dai loro inse-
dal preside
gnanti. Ho conosciuto persone preparate e
Scalembra
appassionate, capaci di trasmettere entusia-
del Liceo ita-
smo e valori positivi ai loro alunni. Toccanti
liano di Fiu-
sono state le esperienze di visita e di incontro delebile. La realtà totale, la comprensione con-
me in un costruttivo clima di partecipazione e
durante il viaggio. Dal Sacrario Militare di creta di quello che fu l’universo concentrazio-
di condivisione. Con gli studenti fiumani che
Redipuglia, con i suoi 22 gradoni pieni di tom- nario morirà probabilmente con noi. Ma qual-
hanno commemorato i morti che portavano il
be di cui 40.000 con nome e cognome inciso cosa rimarrà. [….] Mai più questo. Chi giorno
loro cognome, scomparsi per mano tedesca,
sulla pietra quale segno di ricordo e di memo- per giorno, nelle piccole come nelle grandi cose,
jugoslava e talvolta italiana. A chiudere il toc-
ria. Commovente quanto nel silenzio ciascu- opera perché l’amore vinca l’odio e l’indiffe-
cante momento del “silenzio” che uno stu-
no si sia recato a cercare il proprio cognome e renza, contribuisce a realizzare il grido che i
dente ha suonato con la tromba, facendo co-
a rendere omaggio a quei caduti (forse non superstiti lanciarono allora dopo la liberazio-
gliere la bellezza dello stare insieme uniti in
parenti) ma comunque presenti. Ed è la parola ne”. Quel grido che è sgorgato in ognuno di noi
armonia, quali costruttori di amicizia, di pace
“PRESENTE” che parla nel silenzio monu- visitando a Carpi il “Museo monumento al
e di giustizia. E poi la visita al “Museo centro
mentale dei 22 gradoni sulla cui sommità si Deportato”, un luogo in cui sono scolpite frasi
raccolta profughi di Padriciano”, nel quale sono
erigono tre croci, segno di una cristiana sepol- che penetrano come lance e trafiggono anche il
raccolti gli oggetti (abiti, arredi, tavoli, sedie,
tura. cuore più arido. Com-
libri, quaderni, fotografie) dimenticati dalle fa-
Nella prima parte del viaggio il gruppo è stato movente vedere lacrime
miglie che decisero di non vivere più in Istria
accolto dalla presenza della Vicepresidente sui volti di ognuno, non
dopo il passaggio alla Jugoslavia sancito dagli
della Regione Toscana, Monica Barni, che ha per condannare alcuno
accordi successivi alla seconda guerra mon-
sottolineato quanto sia fondamentale che la ma per trovare la forza
diale. E ancora la visita-incontro al Museo della
memoria e la storia siano strumenti per co- del perdono evangelico
civiltà Istriana, Fiumana e Dalmata dove è
struire un contesto di riconoscimento reciproco scritto in latino in un
avvenuto un dialogo intenso e toccante con
e di ascolto. messaggio riportato sui
uno dei profughi, Livio Dorigo, persona mite
E poi la visita a Trieste, alla Risiera di San freddi muri delle pareti:
e profonda, appassionato ricercatore e costrut-
tore del dialogo fra le persone, della compren- “Pater dimitte illis, quia
sione reciproca. nesciunt quid faciunt”
La conclusione del viaggio-studio è avvenuta (Padre perdonali, perché
a Fossoli e a Carpi. Il campo di smistamento non sanno quello che
di Fossoli, luogo che ricorda per noi livornesi fanno). E infine uscire e
la figura di Don Angeli, transitato in questo continuare ad abbracciare tutti quei nomi, da
posto prima di essere destinato a Mathausen oggi parte di noi, accolti nei nostri cuori, come
e a Dachau. pietre di inciampo incise sulla roccia. Grazie
Don Angeli, un prete attivo nella resistenza per questo viaggio e per i compagni di viaggio,
che ha scritto il “Vangelo nei La- insegnanti e studenti, studiosi e istituzioni, che
ger”: “Rasati a zero, smistati nel- con me si sono recati in “luoghi insoliti” che
le varie baracche, segnati col trian- sono entrati nelle nostre vite per essere diffu-
golo rosso dei detenuti politici, di- si, disseminati e raccontati. Ricordo alcuni dei
ventammo un numero del campo vostri nomi, cari insegnanti: Silvia, Caterina,
di Fossoli. Io divenni il numero Maria Pia, Chiara, Simona, Paola, Laura, Pa-
2188”. L’assessore all’istruzione trizia, Paolo, Giovanni, Simone, Roberto, Lara
della Regione Toscana, Cristina e Maria Assunta. E attraverso voi i vostri stu-
Grieco, ha letto con commozio- denti, di loro conserverò il ricordo dei loro volti
ne, alcuni passi del libro di Don di giovani attenti e interessati, capaci di sof-
Angeli e si è soffermata commen- fermarsi sulle cose, desiderosi di conoscere, di
tando le sue parole di appello alle approfondire. Volti sorridenti e gioiosi, per me
giovani generazioni: “chi tornò a emozionanti quando su di loro ho visto scen-
casa, si trovò profondamente di- dere qualche lacrima, che anch’io non sono riu-
verso, segnato da un marchio in- scito a trattenere.
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Cultura 17

UN TESORO SOTTERRANEO SARÀ PRESTO RESTITUITO ALLA CITTADINANZA

Forte della Bocca:
al via i lavori di recupero
Un manufatto di rara bellezza in- tà, cunicoli, archi, volte, logge, poz- Non è la prima volta che l’Authority
castonato nel Porto Mediceo. Co- zi, che si snodano lungo un cam- si preoccupa di recuperare alla cit-
struito fra 1609 ed il 1621 a difesa minamento sotterraneo di circa tà nuovi spazi di waterfront, lo ha
del porto sul Molo Cosimo, e dispo- cinquecento metri di sviluppo line- fatto con la Fortezza Vecchia, pre-
sto su due livelli (le gallerie che are. L’obiettivo è quello di renderle sa in gestione nel 2013 quando ver-
ospitavano i fucilieri, e uno supe- pienamente accessibili al pubbli- sava in uno stato di completo ab-
riore, la piattaforma, per i canno- co. Il tempo che i tecnici dell’Au- bandono, e restituita al grande pub-
ni), il Forte della Bocca versa da thority si sono dati per questa pri- blico per iniziative di spessore cul-
tempo per il piano a quota banchi- ma fase di messa in sicurezza è turale, e lo sta facendo con il recu-
na in uno stato di abbandono. di due mesi circa. pero della Torre del Marzocco, che
Ora l’Autorità di Sistema sta lavo- Una volta terminati i lavori (a ese- si trova in porto e che potrebbe di-
rando per riportare agli originari guirli, la ditta F.lli Colloca), l’area ventare meta di percorsi turistici.
splendori questo capolavoro di in- potrebbe per esempio utilizzata
gegneria militare: sono infatti da per ospitare mostre o iniziative cul-
poco partiti i lavori per la messa in
sicurezza del complesso fortifica-
turali, o potrebbero essere pro-
mossi tour underground che per-
Laurea
to, con l’obiettivo di fare un rilievo mettano di esplorare questo intri- SIMONE ANILE si è brillan-
della struttura che possa permet- co urbanistico capace di rivelare temente laureato in Informa-
tere la stesura di un progetto di ri- molto sulla dinastia dei Medici. Si tica con la tesi titolata: Svilup-
sistemazione delle gallerie sotter- tratta di un percorso di valorizza- po di un utility per prodotti
ranee. zione che andrebbe ad impattare Cloud-based -Tirocinio per
Riempitesi delle macerie degli edi- su tutta la infrastruttura. Che, pe- l'azienda Blue Team Computers
fici e delle superfetazioni novecen- raltro, a livello superiore, ospita di Livorno.
tesche abbattute durante i bombar- due edifici, oggi sedi rispettiva- Al nero dottore le nostre più
damenti della seconda Guerra mente dello Yachting Club Livorno vive congratulazioni.
Mondiale, le gallerie ospitano cavi- (dal 1968) e dei Piloti.
18 Cultura e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

LA NOTTE AMERICANA DEL VESPUCCI – COLOMBO

Storie
di cinema
a scuola
di Sabina Meini le del tutto originale, un autore molto
amato da cinefili e non, quel Franço-
is Truffaut che tre anni fa abbiamo
Con la legge 107 del 2015, quella della visto al cinema in un documentario
Buona scuola, l’educazione all’immagi- sulla celebre intervista che Hitchcock ri-
ne, e al linguaggio cinematografico, è sta- lasciò al giovane critico dei Cahiers du di grammatica e laboratori di critica cine-
ta ufficialmente posta al centro dell’inte- Cinéma. matografica.
resse e degli interventi degli educatori, Saranno analizzate tre opere fondamenta- Notte americana. Truffaut, l’uomo che
quale mezzo privilegiato per trasmettere li del regista francese, Gli anni in tasca e I amava il cinema, questo il titolo del corso,
ai ragazzi il senso della bellezza e della 400 colpi, dedicate al mondo dell’infanzia, è realizzato, nell’ambito del progetto Lan-
centralità dell’opera d’arte. Qualche mese, ed Effetto notte, un’opera di metacinema terne magiche, della Fondazione Sistema
Carlo Verdone, sulle pagine di Avvenire, che introdurrà i corsisti ai laboratori tec- Toscana, in collaborazione con il Centro
rilanciava l’idea di fare della storia del nica cinematografica tenuti dai Licaoni. Studi Commedia all’italiana, le Edizioni Era-
cinema una vera e propria materia curri- Infine, Notorious di Alfred Hitchcock e smo, il Circolo Kinoglaz e il Centro Artisti-
culare. Johnny Guitar di Nicholas Ray permetteran- co Il Grattacielo. Le lezioni si terranno nel-
Chi, in questi ultimi anni, nella nostra pro- no ai partecipanti di accostarsi all’esperien- l’aula magna dell’Istituto Vespucci, in ora-
vincia, ha precorso i tempi, e le sollecita- za di critica cinematografica, grazie agli in- rio pomeridiano, per la durata di 30 ore. Il
zioni del Ministero dell’Istruzione, è sta- terventi di Edoardo Becattini. corso è curato oltre che da Massimo Ghir-
to il presidente del Centro Studi Comme- Il corso, che si concluderà il 5 maggio, landa, anche da Michele Cecchini, Edoar-
dia all’italiana di Castiglioncello, Massi- vede infatti per la prima volta alternarsi, do Becattini e Francesca Detti, Alessan-
mo Ghirlanda, che, in qualità di docente alle tradizionali lezioni frontali, seminari dro Izzo (I Licaoni).
di Lettere presso l’Istituto Vespucci Co-
lombo di Livorno, fin dal 2013 ha avviato
un progetto di studio e analisi dell’opera
cinematografica, destinato agli studenti,
ma aperto anche agli insegnanti interes-
sati ad arricchire il proprio curriculum,
attraverso un’esperienza di condivisio-
ne con le proprie classi.
Dalla commedia all’italiana, che racconta
la storia d’Italia meglio di tanti manuali,
alle opere del Neorealismo, fino al mae-
stro della suspense, Alfred Hitchcock, e
al passaggio dal muto al sonoro, Ghirlan-
da affronta, quest’anno, secondo uno sti-

Acli Labor
SOCIETÀ COOPERATIVA
Edilizia - Pulizie civili e industriali - Giardinaggio
Via del Mondiglio 18, loc. Le Morelline
Tel. 0586.790.751 - Fax 0586.790.604 - www.aclilabor.it
ROSIGNANO SOLVAY
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 19
7
FANTAST
ANTASTORIA - Tra disorganizzazione, falsari, scioperi, salmonella, scambio di cartelle, abusi sessuali...
ASTORIA

Ma quanto è difficile
fare il terrorista in Italia!
L’Italia è al sicuro da attacchi terroristici. ni, rimangono bloccati da una manifesta- roristi discutono se continuare oppure
L’ISIS ha dichiarato: “E’ molto difficile fare zione di studenti uniti alle tute bianche no… non sanno più se distruggere Napoli
un attentato in Italia” anti-global e ai disoccupati napoletani che è un atto terroristico o un’opera di carità.
In realtà alcuni documenti del SISDE rive- non li lasciano passare. Lunedì, ore 23.30 - Morti di fame decido-
lati recentemente affermano che quelli del- Lunedì, ore 12.30 - Arrivano finalmente no di mangiare qualcosa al ristorante del-
l’ISIS ci hanno provato, tempo fa organiz- in piazza Garibaldi, decidono di cambiare l’aeroporto: ordinano panino con la fritta-
zarono un attentato aereo in Italia. dei soldi per muoversi più liberamente: i ta e impepata di cozze.
Due terroristi, provenienti da un Paese del loro dollari vengono cambiati in biglietti Martedì, ore 4.35 - In preda a una salmo-
Medio Oriente, arrivarono a Napoli con la da 100 Euro falsi. nellosi fulminante causata dalla frittata fi-
ferma determinazione di eseguire il “casti- Lunedì, ore 15.45 - Arrivano all’aeropor- niscono all’ospedale Cardarelli, dopo aver
go di Allah per gli infedeli italiani”. to di Capodichino con la ferma intenzione aspettato tutta la notte nel corridoio del
Ecco com’é andata: di dirottare un aereo per farlo cadere sulle pronto soccorso. La cosa non sarebbe du-
Domenica, ore 23.47 - Arrivano all’aero- torri dell’Enel del centro direzionale. rata più di due giorni se nel frattempo non
porto internazionale di Napoli, via aerea I piloti Alitalia sono in sciopero perché fosse subentrato un sospetto di colera
dalla Turchia; escono dall’aeroporto dopo chiedono la quadruplicazione del salario e dovuto alle cozze. Successivamente, a cau-
otto ore perché gli hanno perso le valige. vogliono lavorare meno ore. Stessa cosa sa di un banale scambio di cartelle clini-
La società di gestione dell’aeroporto non per i controllori di volo che pretendono che, ad uno dei terroristi viene asportato
si assume la responsabilità della perdita e anche la pinza obliteratrice per tutti (“altri- un rene sano, all’altro viene applicato un
un impiegato consiglia ai terroristi di pro- menti che controllori saremmo” hanno di- doppio pacemaker di fabbricazione cinese
vare a ripassare il giorno dopo: “chissà, chiarato). L’unico aereo disponibile che c’é acquistato sul mercato nero.
con un po' di fortuna…” in pista è uno della RyanAir con destina- Domenica, 17.20 - Dopo dodici giorni
Prendono il taxi: il taxista (abusivo) li guar- zione Alghero e ha 18 ore di ritardo… gli escono dall’ospedale e si trovano nelle vi-
da dallo specchietto retrovisore, e veden- impiegati ed i passeggeri sono accampati cinanze dello stadio San Paolo. Il Napoli
do che sono stranieri, li porta in giro per nelle sale d’attesa, intonano canti popola- ha perso in casa con il neopromosso Paler-
tutta la città per un’ora e mezza. Dal mo- ri, gridano slogan contro il governo e i pi- mo per 3-0, con due rigori assegnati alla
mento che non proferiscono lamentela, loti! Arrivano i celerini, cominciano a dare squadra siciliana dall’arbitro Concettino
neanche dopo che il tassametro raggiun- manganellate a destra e a manca, contro Riina da Corleone. Una banda di ultrà della
ge i 200 Euro, decide di fare il colpo gob- tutti, si accaniscono in particolar modo sui “Masseria Cardone”, vedendo i due scuri
bo: arrivato alla rotonda di Villaricca, si due arabi. di carnagione, li scambiano per tifosi del
ferma e fa salire un complice. Dopo averli Lunedì, ore 19.05 - Finalmente si calma- Palermo e gli rifilano un’altra caterva di le-
derubati e ricoperti di mazzate li abbando- no un po' gli animi. I due figli di Allah, gnate. Per di più il capo degli ultrà, un tale
nano esamini al Rione 167. coperti di sangue, si avvicinano al banco detto “Peppo o Ricchione”, abusa sessual-
Lunedì, ore 4.30 - Al risveglio, dopo la della RyanAir per acquistare i biglietti per mente di loro.
mazziata, ambedue i terroristi riescono a l’aereo con destinazione Sassari, dirottar- Domenica, 19.45 - Finalmente gli ultrà se
raggiungere l’albergo sito in zona piazza lo e farlo schiantare contro la torre Enel. Il ne vanno. I due terroristi decidono di ubria-
Borsa. Decidono quindi di affittare un’au- responsabile della RyanAir che gli vende i carsi per la prima volta nella loro vita (anche
to presso la Hertz di piazza Municipio. biglietti tace il fatto che il volo, in realtà, è se è peccato!). In una bettola della zona por-
Quindi si avviano in direzione aeroporto, già stato cancellato. tuale gli rifilano del vino adulterato con me-
ma giusto prima di arrivare a piazza Mazzi- Lunedì, ore 22.07 - A questo punto i ter- tanolo e i due rientrano al Caldarelli per l’in-
tossicazione. Gli viene anche riscontrata la
sieropositività all’HIV (Peppo non perdona).
Martedì, 23.42 - I due terroristi fuggono
è CAF, via Cecconi 40 - Tel. 0586/811809 - Livorno dall’Italia in zattera in direzione Libia, se-
è Patronato, via degli Apostoli 5 - Tel. 800740044 - Livorno miorbi per il metanolo ingerito e con una
e dozzina di infezioni a causa del virus HIV.
Giurano ad Allah che non tenteranno mai
sport, tempo libero, volontariato più nulla contro il paese italiano.
Manca una cosa: Mentre sono in mare per
assistenza, consulenza, sostegno tornare in Libia vengono intercettati da una
Acli Service Srl
Via Cecconi 40 ai lavoratori, ai giovani, motovedetta italiana e "salvati" riportati in
Italia vengono ospitati in trasmissione da
Livorno
ai migranti, alle famiglie Barbara D'Urso e in diretta si suicidano per
la disperazione!!!! "
20 sponsor e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

AZIENDA STORICA
Dal 1839 Olivete e Frantoio
in Bibbona (LI)
Vendita diretta
Olio Extravergine di Oliva
e linea cosmetica
a base di polifenoli
www.peccianti.com
Tel. 0586/670087

GUIDI Soc. SECOS srl AUTOFFICINA Paolo di Paolo Di Capua
Tagliandi Multimarche
Costruzioni Edili e Industriali Diagnosi Elettronica
Via Modigliani, 21 - Rosignano Solvay Via Caduti di Nassirya 6 - Rosignano M.mo
Tel. 0586/799456 - Cell. 335/7850476
Tel. 0586.760153 - Fax 0586.760414
e-mail: paolo_dicapua@virgilio.it

Loc. Cotone, 75 - Rosignano Solvay Erogazione del servizio
Tel/Fax 0586.792464 di manutenzione di aree verdi
Via della Repubblica 118
ROSIGNANO SOLVAY
dei F.lli Costantini Tel. 0586/794962 - Fax 0586/764026
s.n.c. e-mail: coopgiglio@tin.it
S.C.R.L.

CA.PA. TER s.r.l.
Ca.Pa. Ter è da tempo un autentico punto di riferimento sul territorio
toscano per opere di movimento terra e lavori di edilizia pubblica e privata Dal 1963 operativi in Toscana con autisti e servizi multilingua
di qualunque tipologia, con competenze specifiche nella costruzione e
nella manutenzione di fognature, canali di drenaggio e sistemi di bonifica. Via della Villana 126, Rosignano Solvay-Castiglioncello
Via Don Luigi Sturzo n. 172 - Tel. 0586.984479 - Guasticce (LI) Telefono: 0586 760981

COSTRUZIONI EDILI
GEOM. LUONGO ANTONIO
Via Risiera San Saba 19 - Castiglioncello (LI) ANACI Sezione di Livorno
Tel. 0586.764080 - Cell. 347.7683628 Via Puini 97 Int. 35 - Livorno

ETRURIA
NORD
Soc. Coop a r.l.
O.M.P.
ROSIGNANO SOLVAY
S.r.l.

Imballaggio industriale - Trasporti - Facchinaggio - Servizi Via G. Rossa 24 Tel. 0586.791174
Piazza Monte alla Rena, 5 - Rosignano Solvay Fax. 0586.791173
Tel. 0586.793288 - Fax 0586.793304 E.mail: omp@omprosignano.it

Di Gabbia A. & Figlio SRL
COSTRUZIONI - stradali - fognature - acquedotti
PRODUZIONE - emulsioni bituminose - conglomerati bituminosi - MEZZI PROPRI
Sede Legale Uffici, Impianto: Via dello Struggino 24 - Livorno (loc. Picchianti) Tel. 0586/428121 e-mail: info@digabbia.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it Attualità 21

10 FEBBRAIO: IL GIORNO DEL RICORDO

Migliaia di italiani massacrati
ed infoibati dalle truppe titine
di Claudio Tonci snada di de-
celebrati che
. nascondono
Il 10 febbraio si è celebrata la giornata dietro slogan
del ricordo in tutto il Paese alla presenza e deliranti
delle più alte cariche dello Stato nella ca- messaggi la
pitale, e di autorità locali nel territorio loro ignoran-
(con un’attenzione molto distratta da za . Se per fini
parte dei nostri amministratori cittadini ) elettorali da
Fortunatamente Di Maio non ha parlato, parte di qual-
altrimenti avrebbe confuso le cavità car- cuno si striz-
siche con le fosse delle Bermude!!! za un occhio
Ma tornando al 10 febbraio si sono nuo- benevole nei
vamente riscontrate le becere voci dei loro confron-
cosiddetti antagonisti che hanno osan- ti, allora vuol
nato alle foibe ed ai loro esecutori: un dire che sia-
misto di disprezzo per quelle morti inno- mo caduti
centi (in famiglia una delle vittime comu- molto in bas-
nista, partigiano, italiano ha fatto quella so!!!
fine, in quanto italiano ), assieme ad una Nel mondo esistono questi fenomeni , ste deviazioni. L’intreccio mafia politica ,
desolante riaffermazione di ignoranza in- rappresentati anche da politici stranieri la corruzione con le istituzioni locali ormai
tellettuale, di mancanza di cognizioni sto- che in un recente passato hanno dichia- sono verità accertate, ma per troppo tem-
riche, un vuoto di cultura che lascia in- rato che l’olocausto non esiste, ma è un’in- po se non sottaciute, sono state colpevol-
terdetti, a dir poco imbarazzante. venzione dei sionisti e dei loro alleati etc. mente minimizzate
Forse nei banchi della scuola si dovreb- Nel nostro piccolo, in passato, abbiamo Un Paese che non mette al primo posto la
be dare più spazi a questi episodi che sentito dire che “la mafia non esiste” ma diffusione della cultura come caposaldo
hanno lacerato le zone giuliano dalmate . che si tratta di fenomeni isolati: ci sono della democrazia, si troverà a scontrarsi
Dare una matrice “politica” a questi grup- volute le morti di coraggiosi magistrati e con i negazionisti, sottoculturati , ed il cui
pi –fortunatamente ridotti - è un errore forze dell’ordine, da Chinnici a Falcone , obiettivo e quello di sovvertire l’ordine
grossolano: si tratta invece di una ma- da Borsellino a Giuliano per smentire que- pubblico e le istituzioni in genere.

CHORUS S.r.l.
Ingegneria Impiantistica
Via Guido Rossa, 27
57016 Rosignano M.mo (LI) Italy
Telefono: 0586 764794 Centralino 0586 768783
mail: www.chorusimpianti.com
Sito Internet: www.chorusimpianti.com

Ristorante ARAGOSTA
CHIUSO IL MARTEDÌ

specialità Cacciucco alla Livornese - Frutti di Mare - Pesce fresco - Crostacei
Terrazza estiva - Sala climatizzata - Servizio Catering e Banqueting
ACCURATA SELEZIONE DI VINI TOSCANI E NAZIONALI
Livorno - Piazza dell'Arsenale 6 (Porto Mediceo) - Tel. 0586.89.53.95 - Cell. 349.860.75.25
22 Teatro e-mail: ilcentro.livorno@gmail.com

apprezzabilissima della partitura, che il ne vi seppellirà”, nel 40° del rapimento e
pubblico ha lungamente applaudito. dell’uccisione di Aldo Moro.
Venerdì 23 marzo, h. 21 , in collaborazione
Vediamo ora quali sono i prossimi appun- con LEG e Menicagli Pianoforti, Arte Bra-
tamenti: chetti produzione spettacoli presenta “
La Prosa propone: Solo” di e con Arturo Brachetti.
Martedì 27 marzo, h. 21, la Compagnia
Enfi e Teatro Stabile del Veneto presenta-
no “Tempi Nuovi”, scritto e diretto da Cri- Periodico mensile
stina Comencini, con Ennio Fantastichini del Circolo Culturale
e Iaia Forte.
a cura di Angela Simini
La Musica Classica, sezione “Al Chiaro
di Luna” propone :
è in distribuizione gratuita
Giovedì 29 marzo, h.21 Trio Metamorfo-
Il cartellone di marzo si è aperto con la anche presso i seguenti punti:
si: Mauro Lo Guercio violino, Angelo Pe-
quarta ed ultima opera della Stagione Liri- LIVORNO:
picelli pianoforte, Francesco Pepicelli vio- Libreria nuova di Biagini Silvia,
ca 2017/18, “La Fanciulla del West” di Gia- loncello. corso Amedeo 23-27;
como Puccini andata in scena con suc-
Edicola Cairoli, via Cairoli 18;
cesso al Teatro Goldoni sabato 3 marzo e La sezione Classica con Gusto, alla Gol- Edicola Nelli, piazza Cavour 39;
la domenica successiva come coproduzio- donetta, presenta : Edicola P.zza Grande,
ne Italia-Usa, insieme ad un pool di Teatri: Giovedì 8 Marzo, h. 21, “ Enoch Arden, lato Farmacia Ospedale,
il New York City Opera e l’Opera Carolina Una storia di Mare e d’Amore” , musica di Edicola Bianchi, via del Porticciolo,
di Charlotte (North Carolina) con il Giglio R. Strauss, con Dario Garofalo, voce reci- Edicola Attias, corso Amedeo;
di Lucca (in qualità di capofila), Lirico di tante (che firma anche l’adattamento in Edicola piazza Matteotti;
Cagliari, Goldoni di Livorno, Alighieri di prosa) e il Maestro Carlo Palese al pia- Edicola Ramagli e Rossi
Ravenna e Pavarotti di Modena. via Calatafimi:
noforte.
L’allestimento, dopo aver avuto il suo “bat- Edicola Paolini (Baracchina Bianca),
tesimo americano” lo scorso anno, ha chiu- piazza S. Jacopo;
SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO: Ed. Lo Strillone, viale Italia 113;
so proprio a Livorno una fortunatissima Sabato 10 marzo h. 21, Marco Massini Edicola Barcellona, via Goito;
tournée che l’ha vista ovunque apprezzata presenta “Gli uomini vengono dal Marte, Edicola Borghi, corso Amedeo,
con autentico entusiasmo di pubblico, com- le donne da Venere”, con Paolo Migone. angolo via dell’Origine;
plice la novità dell’ ambientazione (un lon- Venerdì 16 marzo, h.21 Odemà e Tiktalik Tabaccheria Cioni, via Roma 133;
tano West di metà Ottocento ai tempi della Teatro presentano “Piombo- Una canzo- Tintoria Rossi, corso Mazzini;
febbre dell’oro, fra rudi cercatori, sceriffi e Ed. Martelli Anna Lisa,
banditi, saloon e tentativi di linciaggio) via Meucci 5 (Coteto);
espressa da una musica moderna e ricca di Edicola c/o Bar Oasi, Ardenza Mare;
spunti melodici americani. Edicola Dharma, Viale Antignano 115
Molto eloquente la scenografia di Ivan Tabaccheria-Edicola di Rolle Marco,
Stefanutti, che ha firmato anche regia e via C. Puini 97 - Antignano.
CASTIGLIONCELLO:
costumi, coinvolgente la storia d’amore
Edicola Rossi, P.zza della Vittoria;
interpretata da un cast di alto livello: Svetla
L’Edicola, Via Aurelia 512.
Vassileva, alla quale è subentrata nella se- ROSIGNANO SOLVAY:
conda recita Kristin Sampson, il tenore Edicola Giovannoni, via Allende;
spagnolo Enrique Ferrer (Dick Johnson, Edicola Vallini, via O. Chiesa.
Ramerrez), Enrico Marrucci. Sul podio di Tabacchi-Edicola Bicego, via Aurelia 459.
Orchestra della Toscana e Coro del Festi- VADA:
val Puccini (maestro del coro Elena Pieri- Cartoleria 'Cartoland, via Magellano 3.
ni), il M° James Meena ha dato una lettura

PORTO DI LIVORNO 2000 s.r.l.
Terminal Crociere
Piazzale dei Marmi
LIVORNO
Tel. 0586.202901 - Fax 0586.892209
info@portolivorno2000.it
periodico online www.circoloilcentro-livorno.it attualità 23
19

TRA MUSICA E POESIA

Lorenzo Taccini ci racconta
“Le Donne di De André”
Giovedì 22 Marzo nel prestigioso cola orchestra.
spazio del Nuovo Teatro delle Com- Cogliamo l’oc-

Lorenzo Taccini
medie a Livorno sarà presentato un casione per invi-
nuovo libro del giovane (collabora- tare tutti gli inte-
tore giornalista per Il Centro) auto- ressati e certa-
re Lorenzo Taccini, dal titolo “Le mente i membri
donne di De André”. del Centro, la-
L’evento, con inizio rpevisto alle ore sciando la paro-
19:00 sarà patrocinato dal Comu- la alla scrittrice
ne e completamente gratuito, pre- Susanna Cap-
vedendo presentazione del libro, pellini che com-
mostra espositiva delle sculture, menta il nuovo
opera della Professoressa Donatel- libro in sucita:
la Nannipieri, che corredano nelle Tante, tantissi-
foto di Matteo Verre le pagine del me le donne di
volume di Taccini; seguirà anche un De André, da
concerto finale tenuto dal gruppo una canzone al-
stesso di Lorenzo Taccini e la pic- l’altra, da un te-
sto al-
l’altro,
dalle madri alle innamora- insidiato com’è nel tempo dall’ipo-
te, fino alle prostitute, gio- crisia.
vani e vecchie: tutte trat- Il gusto per le atmosfere antiche
tate con garbo, a volte con di De André, medievaleggianti e ri-
ironia, sempre con rispet- nascimentali, ben si sposa con il
to. gusto di Lorenzo, da sempre esti-
Tutte, in un certo senso, matore delle ballate, genere fecon-
trasportate in una dimen- do della tradizione popolare. La so-
sione ‘mitica’, svincolata litudine della dama di Vly nel suo
dalla meschinità del reale castello è del resto la stessa che
e dove la donna può espri- attende Ninetta, amata dal solda-
mere la sua essenza più to Piero che riposerà tra i papave-
profonda. ri rossi.
Molti i poeti, soprattutto Per un principe (quello di Marinel-
francesi, che hanno ispi- la) che bussa per cent’anni alla
rato De André, da Ron- porta della donna perduta, c’è la
sard a - tramite George dama di Vly che fila “per mill’anni
Brassens - Baudelaire. e forse ancora” nell’illusione del ri-
Donne innamorate malin- torno del suo signore.
coniche, spesso emargi- Belle e forti, queste donne. Bene
nate, eternamente in atte- ha fatto Lorenzo, come un antico
sa e eternamente sole. cavaliere, a dedicare loro l’atten-
L’amore a lieto fine è infat- zione e la cura che meritano.
ti raro nelle canzoni di D., Susanna Cappellini