You are on page 1of 1

Scheda di autovalutazione per lo studente

Val Note

Corrispondenza con i requisiti

1. lo scenario principale di successo descrive il processo dell’attore 1


come effettivamente emerge dal testo del progetto o da richieste al
committente?

2. le estensioni descrivono tutti i possibili scenari alternativi, così come x


emergono dai requisiti o da richieste al committente, o dall’analisi
dello scenario principale?

Linguaggio

3. il linguaggio è libero da tecnicismi e comprensibile per l’ipotetico 2


committente o utente finale, dunque consistente con il glossario?

4. Le frasi sono concise e ben formate, caratterizzate da un verbo che ha 2


per soggetto l’Attore o il Sistema a seconda della colonna in cui si
trovano?

Livello di astrazione / Stile essenziale

5. La colonna dell’Attore si situa al corretto livello di astrazione, 3


indicando le intenzione dell’attore a prescindere dalla UI (e non le
azioni concrete su una ipotetica UI)?

6. La colonna del Sistema si situa al corretto livello di astrazione, 2


indicando le responsabilità del Sistema a scatola nera (e non come
svolge le operazioni al suo interno?

7. I singoli passi sono al giusto livello di dettaglio (ossia non 2


dettagliano microscopicamente aspetti di interazione che potrebbero
essere decisi in seguito, né tralasciano elementi rilevanti della
suddetta interazione)?

Uso del template Cockburn

8. Il preambolo è ben formato e riporta informazioni adeguate? 1


9. E’ stata espressa correttamente la distinzione fra “scenario principale x
di successo” e “estensione”, ossia le estensioni rappresentano
effettivamente scenari alternativi?

10. La numerazione delle estensioni e dei passi che le compongono è 1


corretta e adeguata a ciò che viene descritto?

L’autovalutazione viene espressa come: 3, 2, 1 o X

3: riteniamo di aver curato in maniera particolare questo aspetto


2: riteniamo di aver curato in maniera adeguata questo aspetto
1: riteniamo di non aver curato molto questo aspetto
X: questo aspetto non ci è molto chiaro e non sappiamo quindi autovalutarlo