You are on page 1of 21

IL “MATERIALIZZATORE” DEL

SOGNO

MANUELA E SILVIA
IL POTERE MAGICO

I risultati nella creazione di un desiderio sono direttamente


proporzionali, in termini di efficacia e tempo di realizzazione, alla
fede.

La FEDE consiste nel "ritenere possibile" quel che ancora non si è


sperimentato o non si conosce personalmente.

Nel caso dei nostri sogni, la fede risulta un ingrediente necessario


non tanto per velocizzare la loro realizzazione, ma per permetterla.

Acquisire fede è fondamentale ed è una delle cose più difficili in


assoluto.

Page 2
Mi viene sempre in mente, e mi conforta, quando parlo di fede, un
famosissimo episodio tratto dai Vangeli in cui gli apostoli, che
avevano già assistito ad un numero impressionante di miracoli e
guarigioni, non riuscivano a loro volta a compierli, e sconsolati
chiesero a Gesù: "Aumenta la nostra fede!". Gesù, stizzito, rispose:
"Se aveste fede quanto un granellino di senape, potreste dire a
questo gelso: Sii sradicato e trapiantato nel mare, ed esso vi
ascolterebbe!".

Mi conforta per due motivi: il primo è che se avevano difficoltà gli


apostoli, figuriamoci noi; il secondo è che la fede non si misura a
chili. E' uno stato d'animo, uno stato di coscienza particolare ed è
quindi istantanea e raggiungibile, in modo forse difficile, ma
comunque possibile.

Essendo che viviamo nella dualità, esiste il suo opposto che è il


DUBBIO. Il dubbio lo conosciamo molto bene, coi suoi mille sussurri
e suggerimenti; si è comodamente seduto all'interno del cervello e
non molla il trono tanto facilmente.

Fede e dubbio non possono coesistere (nello stesso istante)


contemporaneamente all'interno di noi, perchè la materia
tridimensionale come la conosciamo, sparirebbe. Scegliamo sempre,
consapevolmente o no, l'uno o l'altro.

Page 3
Come fare per acquisire FEDE?

Se vuoi costruire un castello, e non hai mai preso in mano una


cazzuola, è necessario che ti sperimenti nella costruzione di una
capanna. Andare per gradi è un processo fisiologico necessario per
qualsiasi attività della vita; un bambino prima di imparare a correre,
gattona e cammina; prima di laurearsi frequenta la scuola
elementare.

In maniera analoga, per acquisire fede occorre un processo


graduale, fatto di piccoli passi, di piccole conquiste, di piccoli
obiettivi, uno dopo l'altro, fino ad arrivare a quello finale; occorre un
processo fatto di conoscenza e di messa in pratica; occorre capire le
forze all'interno di noi che sono in gioco (ragione e cuore), dove
agiscono e quali effetti producono; occorre conoscere il "nemico" (il
dubbio) e come renderlo inoffensivo.

Per cambiare la tua vita non devi fare un cambiamento radicale


dal giorno alla notte, cosa impossibile, ma è sufficiente che operi
piccoli cambiamenti ( nel modo di pensare e nel modo di agire)
per avere nel tempo evidenti risultati (effetto farfalla).

Page 4
Ovviamente avrai dei grandi sogni, grandi obiettivi o progetti che
vuoi realizzare, però devi fare comunque un passo dopo l'altro; un
grande cambiamento è il risultato di tanti piccoli cambiamenti.

Page 5
SCIOGLIMENTO DEI NODI

Io sottoscritta........nata a...........e residente a ................in virtù del


diritto acquisito con la mia nascita in questa dimensione corporea, il
LIBERO ARBITRIO,

avendo ottemperato alla mia parte di accordo stipulato all'origine dei


tempi, di aver vissuto nell'illusione di essere un semplice corpo e di
aver pienamente sperimentato la parte "oscura" della dualità

INTENDO

usufruire in pieno, a partire da oggi, del libero arbitrio e CHIEDO


quanto segue:

 lo scioglimento della LEGGE DELL'EQUILIBRIO, applicata


nella creazione della mia realtà fino ad oggi, che implicava una
sottrazione notevole di energia AMORE e DENARO in

Page 6
compensazione del notevole potere della mia Anima;

 lo scioglimento del VINCOLO GENEALOGICO del tradimento


e dell'ingiustizia che mi impedisce di essere veramente me
stessa e di raggiungere risultati superiori a mio padre e a mia
madre in termini di successo, felicità, amore, salute e
ricchezza, con la scelta di scioglierlo anche per le generazioni
dopo di me;

PERCHE'

.........................

FIRMA

Page 7
1. completare con i propri dati personali, specificando il motivo
(personale e in favore della collettività) per cui si chiede lo
scioglimento;
2. scriverne 3 copie a mano;
3. bruciarne una copia per consegnarla simbolicamente a Padre
Cielo;
4. spezzettarne una copia e seppellirla sotto una pianta per
consegnarla alla Madre Terra, che sa utilizzare e purificare e
mentre fai questo, immagina di consegnare alla Terra tutti i
problemi e il dolore che ti sei portato addosso fino allo
scioglimento dei voti;
5. tienine una copia per te e conservala in un luogo per te sacro.

Page 8
VISUALIZZAZIONE DELLA PIOGGIA

Quasi sempre noi preferiamo tenere i nostri sogni in un'altra


dimensione, che raggiungiamo saltuariamente per crogiolarci nelle
emozioni piacevoli del sogno ma consapevoli che dopo un po’ ne
usciremo e torneremo alla nostra quotidianità. Facciamo questo per
paura. E così i nostri sogni non si avvereranno mai.

Ogni volta che fai la doccia, o che ti trovi casualmente sotto la


pioggia, immagina di avere una nuvola scura sopra la tua testa e
visualizza al suo interno il tuo sogno. Nel momento in cui senti
scorrere l'acqua lungo il corpo, chiudi gli occhi e percepisci la nuvola
sopra la testa che lentamente si scioglie e l'energia gioiosa legata
alla realizzazione del desiderio.

Il desiderio scende nella dimensione in cui vivi sottoforma di acqua.


Il catalizzatore è la percezione sensoriale corporea della tua pelle a
contatto con l'acqua.

Page 9
SPECCHIO DELLE MIE BRAME

L'esercizio che segue è straordinariamente potente per entrare in


contatto con la tua vera essenza.

Trova un compagno con cui eseguire questo esercizio.

Mettiti in una posizione comoda, chiudi gli occhi ...presta ascolto al


tuo respiro, e lentamente entra in uno stato di rilassamento
profondo.

Tutto ciò che devi fare è lasciarti guidare dalla voce del tuo
compagno...lasciarti andare...non hai nessuna azione da compiere.

Il compagno, che è la parte attiva dell'esercizio, si deve munire di un


orologio e dopo essersi seduto vicino a te, dopo 30 secondo da
quando hai chiuso gli occhi, ripeterà ogni 15 secondi la seguente
frase: ....CHI SONO IO?....

Dopo i primi 5 minuti ripeterà ( sempre ogni 15 secondi) ad alta voce


la frase, leggermente modificata, in ...CHI SONO IO,
VERAMENTE?...
Page 10
Dopo altri 5 minuti, ripeterà la frase: ....COSA VOGLIO?....e per
finire, dopo 5 minuti la frase ....COSA VOGLIO, VERAMENTE?....

Al termine, tornerai lentamente ad uno stato di veglia.

Page 11
ESERCIZIO DELLA TORRE

Fai un elenco di 7 tuoi attuali problemi e numerali.

Quando hai finito, rilassati e immaginati di fronte ad una porta.

Quando ti senti pronto, apri la porta ed oltrepassala.

Oltrepassata la porta ti trovi di fronte ad un'alta torre di pietra con


una singola porta d'entrata di legno di rovere con borchie di ferro,
che è leggermente aperta.

Entra nella torre.

Quando sei dentro, ti trovi in una singola grande stanza centrale con
una porta d'uscita e una scala a chiocciola di pietra che gira attorno
alle pareti.

Dentro questa stanza c'è un grande camino acceso, però nella stanza
fa molto freddo.

Se guardi in sù, ci sono finestre disposte ad intervalli lungo tutta


l'altezza della torre e ognuna di esse è aperta.

Page 12
Sali lungo la scala a chiocciola fino in cima alla torre...i tuoi passi
riecheggiano nella pietra...mentre sali, uno scalino dopo l'altro, noti
che ci sono in totale sette finestre.

Quando arrivi in cima alla torre, guarda attraverso la finestra aperta


e vedrai una scena che simboleggia il problema al quale hai attribuito
il numero 1.

Osserva questa scena qualche secondo, poi chiudi la finestra. Questo


non è per negare il problema, nè per risolvere il problema, ma per
impedirti di sprecare la tua energia con il problema.

Quando la finestra è chiusa, nota che il problema si trasforma in


qualcosa di meno minaccioso.

Scendi le scale e ripeti la procedura con ciascuna finestra,


chiudendole una per volta.

Ritornato nella stanza centrale, nota che l'atmosfera è più calda


perchè tutte le finestre ora sono chiuse.

Chi è stato ad aprire le finestre? Le finestre sono state aperte dal


tuo Sabotatore e il luogo dove puoi incontrarlo è in cantina, che puoi
raggiungere oltrepassando la seconda porta nella stanza centrale.

Page 13
Attraversa la porta senza nessun preconcetto. La porta conduce ad
una rampa di scale di legno che scende giù nell'oscurità della cantina.

Una volta scesi tutti i gradini, troverai il tuo Sabotatore, non è


importante con quale forma sceglie di manifestarsi.

Ora dirigi un raggio di luce dal tuo cuore al cuore del Sabotatore, e
se te la senti puoi abbracciarlo.

Quando lo fai il Sabotatore si trasforma in Alleato.

Una volta che la trasformazione è avvenuta, tu e il tuo Alleato salite


insieme dalla cantina e raggiungete la grande stanza centrale.

Ora saluta il tuo Alleato, lasciandogli il compito di fare la guardia alla


torre e di mantenere ben chiuse le finestre.

Ora puoi lentamente rientrare nel tuo stato di coscienza ordinario.

Page 14
FORMULA DI MATERIALIZZAZIONE

Questa formula è consigliata in quei momenti in cui viviamo situazioni


negative.

Pronuncia queste parole, ma fallo senza riserve, perchè in questo sta


il potere:

Io sono responsabile di ciò che vedo

scelgo le sensazioni di cui faccio esperienza

e decido l'obiettivo che voglio raggiungere

e ogni cosa che sembra accadermi la chiedo,

e ricevo secondo ciò che ho chiesto!

Non ingannarti pensando di essere inerme di fronte a ciò che ti viene


fatto. Riconosci solo che ti sei sbagliato, e tutti gli effetti dei tuoi
errori scompariranno.

Page 15
E' nell'istante sacro (l'istante di consapevolezza che sei creatore
della tua realtà) in cui il mondo che non vuoi ti viene portato via, e
quello che vuoi ti viene dato.

Ma per questo il potere del tuo volere deve essere prima


riconosciuto.

Page 16
SCAMBIO DI COMPITI

Cos'è che ostacola maggiormente la realizzazione di un sogno? E' il


carico emozionale reso pesante dall'aspettativa e dalla paura che il
sogno non si realizzi.

Per superare questo ostacolo c'è un sistema poco ortodosso ma


molto efficace.

Di solito noi "usiamo" i nostri amici per lamentarci e sfogarci, ma


possiamo "approfittare" della loro presenza in modo più costruttivo.
L'amico diventa il "risolutore". Ecco come.

Trova una persona con la quale hai un rapporto reciproco di fiducia e


confidenza e che accetti di buon grado di aiutarti.

Fai un elenco degli obiettivi che vuoi raggiungere e dei problemi che
vuoi risolvere, scrivili in un foglio, imbustali e consegnali all'amico.
Lui, dopo averli visionati con calma, scriverà vicino ad ogni
obiettivo/problema, quali azioni compirebbe. Una volta scritto, ti
riconsegnerà la busta.

Questo esercizio necessita di un accompagnamento per un po' di


tempo, affinchè anche le evoluzioni che derivano dalle azioni messe

Page 17
in pratica, siano di volta in volta considerate tramite
l'amico/risolutore.

L'efficacia è data dal fatto che nell'approcciare i nostri


problemi/obiettivi ricorriamo a ragionamenti automatici e restiamo
impantanati nella stessa tipologia comportamentale. Il vantaggio è
che il nostro amico, invece, non ha ansia riguardo all'esito, e riesce a
vedere con leggerezza e lucidità le azioni più giuste da
intraprendere.

Page 18
IL RISVEGLIO

Lo strumento per materializzare quello che desideri si chiama


INTENTO. Lo puoi immaginare come una bacchetta magica.

L'intento è un COMANDO all'energia universale che può scaturire


solo quando il tuo cuore e la tua mente funzionano in accordo.

Il cuore spontaneamente ti porta a desiderare il piacere, se è


lasciato libero.

L'unico scopo dell'Anima su questa terra è realizzare il tuo massimo


benessere. Questo è ciò che viene chiamato IL RISVEGLIO.

La mente invece è da indirizzare perchè, in realtà è piena di dubbi


sulla riuscita. E' come un cavallo che deve essere imbrigliato
affinchè ti porti alla meta. La mente si esprime con pensieri, quindi
l'unico modo per guidarla è attraverso pensieri "forzati"
consapevolmente.

Identifica un desiderio e visualizzalo come se fosse già realizzato.

In questa fase è normale sentire dubbi, quello che ti sostiene è la


speranza.

Page 19
Ripeti le seguenti frasi molte volte al giorno:

 Se i miei pensieri adesso vagano è solo perchè glielo permetto


 Posso facilmente risolvere ogni tipo di problema
 Se voglio qualcosa vado a prenderlo, perchè è già mio
 Non tutto il male viene per nuocere
 La mia anima ha risorse illimitate
 Ottengo con facilità ciò che voglio
 Niente è impossibile
 Rinuncio al controllo
 Non ho bisogno di fare nulla
 Tutto arriva al momento giusto

Prima di dormire ogni sera rifai la visualizzazione del desiderio.

Nel momento in cui il tuo desiderio si manifesterà, acquisterai


consapevolezza e la fede necessaria per sperimentarti in un
desiderio più grande.

Non voglio, non credo, non spero....ma Intendo e So

Page 20
Page 21