You are on page 1of 28

10/22/2013

10/22/2013 Accordi Un accordo è l’unione di tre o più note suonate simultaneamente. Ogni nota di
Accordi Un accordo è l’unione di tre o più note suonate simultaneamente. Ogni nota di un
Accordi
Un
accordo
è
l’unione
di
tre
o
più
note suonate
simultaneamente.
Ogni nota di un accordo viene detta voce,eciascuna
voce è caratterizzata da un’altezza di suono.
3 voci
4 voci
5 voci
6 voci
basso
basso
basso
basso
tenore
tenore
baritono
baritono
soprano
contralto
tenore
tenore
soprano
contralto
contralto
soprano
mezzosoprano
soprano
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
2

10/22/2013

Triadi

Una triade

è

un

accordo

tre voci, formato

da due

a

intervalli rispetto ad una tonica.

 

Quando

due intervalli sono

i

di terza

e

quinta,

di

la

triade si dice fondamentale o perfetta.

Una triade perfetta si dice

maggiore se il primo intevallo è di 3 a M

minore

se il primo intevallo è di 3 a m

Triade Maggiore 3 a 5 a
Triade Maggiore
3 a
5 a
Triade Minore 3 a m 5 a
Triade Minore
3 a m
5 a

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

3

Triadi

Una triade prende il nome dalla tonica Una triade maggiore con tonica x, viene indicata con X

Triade Maggiore triade Una minore con tonica viene indicata con x, X– Xm o Triade minore
Triade Maggiore
triade
Una
minore con tonica
viene indicata con
x,
X–
Xm
o
Triade minore
Tonica
5
3m
1
5
13
Caratteristica
Mediante o
Dominante

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

4

10/22/2013

tonica suonata tonica immaginata diteggiatura ( ) 321 3 5 Posizioni di accordi nota opzionale gradi
tonica suonata
tonica immaginata
diteggiatura
(
)
321
3
5
Posizioni di accordi
nota opzionale
gradi

Una corda non indicata non deve essere suonata a vuoto, ma stoppata.

Una corda a vuoto viene indicata con 0

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

5

Posizioni Fondamentali

Tutte le posizioni degli accordi possono essere ricondotte a una delle seguenti posizioni di base:
Tutte le posizioni degli accordi possono essere
ricondotte a una delle seguenti posizioni di base:
  • 321 234

5 3
5
3
5 3
5 3

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

132 5
132
5

3

6

10/22/2013

Triadi Maggiori Posizioni con la tonica sulla 6 a corda: 321 34211 134211 4 (3) 1
Triadi Maggiori
Posizioni con la tonica sulla 6 a corda:
321
34211
134211
4 (3) 1
1
1
5
5
1
5
1
5
3
3
3
3
(
)
5
5
3
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
7
Triadi Maggiori
Posizioni con la tonica sulla 5 a corda:
2
3
4 (1)
1333
12341
132
43121
(
)
5
5
5
3
5
3
5
3
5
3
5
3
3
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
8

10/22/2013

Triadi Maggiori Posizioni con la tonica sulla 4 a corda: 1 3 2 1 2 3
Triadi Maggiori
Posizioni con la tonica sulla 4 a corda:
1
3
2
1
2
3
4
2
1
3
4
5
3
5
3
3
5
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
9
Triadi Minori
Posizioni con la tonica sulla 6 a corda:
111
3111
34111
134111
3-
5
1
3-
5
1
3-
5
1
3-
5
1
5
5
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
10

10/22/2013

Triadi Minori Posizioni con la tonica sulla 5 a corda: 231 3421 13421 5 5 3-
Triadi Minori
Posizioni con la tonica sulla 5 a corda:
231
3421
13421
5
5
3-
3-
3-
5
5
5
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
11
Triadi Minori
Posizioni con la tonica sulla 4 a corda:
2
3
1
3
2
4
1
1
3
4
2
2
1
3
4
3-
3-
3-
3-
5
5
5
5
3-
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
12

10/22/2013

Accordi a 4 voci

Un accordo perfetto a 4 voci si forma aggiungendo alla triade perfetta un intervallo di settima.

L’accordo si dice di settima maggiore se l’intervallo è di 7 a M

se l’intervallo è di 7 a m Maggiore con 7 a M maj7 1 3 5
se l’intervallo è di 7 a m
Maggiore con 7 a M
maj7
1 3
5
7M
Maggiore con 7 a
7
13
5
7
Minore con 7 a M
m / maj7
1 3m
5
7M
Minore con 7 a
m7
1 3m
5
7
− di settima minore
Caratteristica
Mediante o
Dominante
Sensibile
sigla
Tonica

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

13

Accordi maj7

342 7+ 3 5 1
342
7+
3
5
1

4321

       
5 3
5
   
5

5

   
3

3

 
 
5 3
     
         

7+

134 3 3 1333 5 7+ 5 7+ 2
134
3 3
1333
5 7+
5 7+
2
Per ogni posizione, è utile visualizzare la triade fondamentale di riferimento
Per ogni posizione, è utile visualizzare
la triade fondamentale di riferimento

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

14

10/22/2013

Accordi maj7 43111 1324 1 342 2 134 5 5 3 5 7+ 3 7+ 7+
Accordi maj7
43111
1324
1
342
2
134
5
5
3
5
7+
3
7+
7+
3
5
3
3
7+
Eseguire gli accordi avanzando
progressivamente sul manico
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
15
Accordi di settima
1
243
1333
131241
2314
1324
7
5
7
5
1
7
1
3
3
3
3
7
5
5
5
3
7
7
Per ogni posizione, è utile visualizzare
la triade fondamentale di riferimento.
Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo
16

10/22/2013

 

Accordi di settima

 
 

3241

2314

13141

1

24

1113

1 3 7
1
3
7
  • 1 5

   
5 3 7
5
3
7
3 7 5
3
7
5
7 5 3
7
5
3
7 3
7
3
Eseguire gli accordi avanzando progressivamente sul manico
Eseguire gli accordi avanzando
progressivamente sul manico
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

17

 
 

Accordi m7

 

1

333

1111

131141

1324

2

134

7 3- 5
7
3-
5
7 3- 5 1 1 7 3- 5 7
7
3-
5 1
1
7
3-
5
7
7 5
7
5

3-

3- 7 5
3-
7
5
Per ogni posizione, è utile visualizzare la triade fondamentale di riferimento.
Per ogni posizione, è utile visualizzare
la triade fondamentale di riferimento.
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

18

10/22/2013

3141 3- 7 1
3141
3-
7
1

Accordi m7

1314 7 5 3- 1
1314
7 5
3-
1
13121 7 5 3- 5
13121
7 5
3-
5
243 7 5 3- 1
243
7 5
3-
1
2314 3- 5 7
2314
3-
5
7
Eseguire gli accordi avanzando progressivamente sul manico
Eseguire gli accordi avanzando
progressivamente sul manico

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

19

Accordi a più voci

Un accordo può essere ampliato con l’aggiunta di altre note, che formano nuovi intervalli con la tonica.

7M Cm7/9 1 do 3m 9 7 5 mib sol sib re Bb6maj7 1 sib la
7M
Cm7/9
1 do
3m
9
7
5
mib sol
sib
re
Bb6maj7
1 sib
la
6
5
3
re
fa
sol
la
gradi
sigle
note
re
Eb6
1356
mib
sol
sib
do
F6/9
13569
fa
la
do
L’accordo si indica con la sigla di base, seguita dagli
intervalli che le note aggiunte formano con la tonica:
sol
Gm6/9
1 sol
3m
9
6
5
sib
re
mi

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

20

10/22/2013

Accordi Alterati

Sono accordi che contengono delle alterazioni sugli intervalli giusti (la quinta o la nona).

sol Gmaj7b5 1 reb 7M sol 5b si 3 fa# G7#5#9 1 9# re# mib 5#
sol
Gmaj7b5
1 reb
7M
sol
5b
si
3
fa#
G7#5#9
1 9#
re#
mib
5#
si
7
3
fa
la#
gradi
sigle
I
dal
note
7
C#5
1 sol#
mi
5#
do
3
F7b5
1 si
5b
fa
la
gradi alterati si indicano facendoli precedere
simbolo b o #:
3
mib
D7b9
1 7
fa#
9b
re
la
5
3
do

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

21

Regole di assonanza

Servono ad evitare dissonanze sgradevoli:

La quinta alterata esclude la quinta giusta.

La nona alterata esclude la nona giusta.

La quarta (o l’undicesima) esclude la terza maggiore.

L’11# o la 13b escludono la quinta giusta.

La nona viene alterata solo negli accordi di settima

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

22

10/22/2013

Accordi Sospesi

Sono accordi in cui la terza maggiore viene sostituita dalla quarta.

D7/4 note sigle gradi la fa re do sol 14579 G7/9sus do la sol re 1457
D7/4
note
sigle
gradi
la
fa
re
do
sol
14579
G7/9sus
do
la
sol
re
1457
Sono detti sospesi perché generano una sensazione di
attesa verso l’accordo maggiore con la terza.
sib
sol
fa
do
7
5
4
1
C7sus
sol
fa
do
145
Csus

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

23

Classi di Accordi

Tutti gli accordi possono essere suddivisi in sei classi, a seconda della sonorità che creano:

Maggiori

hanno la 3, ma non la 7

Minori

hanno la 3m

di Settima

hanno la 3 e la 7

Diminuiti

hanno 3m e 5b, ma non la 7

Semi-diminuiti

hanno 3m, 5b e 7

Sospesi

hanno la 4 al posto della 3

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

24

10/22/2013

Accordi Maggiori

1 sol si C6maj7 1 sol 7M mi do 6 5 3 la si C9maj7 3
1 sol
si
C6maj7
1 sol
7M
mi
do
6
5
3
la
si
C9maj7
3
7M
mi
do
9
5
3
si
re
gradi
sigle
note
13569
C
135
sol
mi
do
C6
1356
sol
mi
do
la
C6/9
Hanno la terza (maggiore), ma non la settima (minore):
sol
mi
do
la
re
Cmaj7
1 sol
7M
mi
do
5

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

25

Accordi Minori

1 mib do 7 5 sol sib 1 mib Cm/maj7 7M 3m do 5 sol si
1 mib
do
7
5
sol
sib
1 mib
Cm/maj7
7M
3m
do
5
sol
si
3m
Cm7/9
3m
do
7
9
5
sol
sib
re
gradi
sigle
note
la
1 mib
3m
Cm
do
5
sol
1 mib
Cm6
3m
do
6
5
sol
Hanno la terza minore (a prescindere dalla settima):
1 mib
Cm6/9
3m
do
9
6
5
sol
la
re
1 mib
Cm7

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

26

10/22/2013

Accordi di Settima

1 9 7 3 sib C7/9#5 1 9 sol# mi 5# do 7 3 sib re
1 9
7
3
sib
C7/9#5
1 9
sol#
mi
5#
do
7
3
sib
re
C6/7/9
do
sol
mi
do
7
6
5
3
sib
re
la
gradi
sigle
note
C7b9
C7
1357
sol
mi
do
sib
C6/7
13567
sol
mi
do
la
sib
Hanno la terza (maggiore) e la settima (minore):
1 sol
mi
do
9b
7
5
3
sib
reb
C7#5
1 sol#
mi
5#

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

27

Accordi Diminuiti

Hanno 3m e 5b, ma non la 7

Se è presente anche un intervallo di 6 a , l’accodo viene detto di settima diminuita

reb do mib solb sib C7/9 o = C7/9dim 1 9b 3m 5b 6 do mib
reb
do mib
solb
sib
C7/9 o = C7/9dim
1 9b
3m
5b
6
do mib
solb
la
7
gradi
sigle
note
operatore che riduce
simbolo dim ( o )
Il
un
un
di
è
1 5b
C o
=
Cdim
1 5b
3m
do mib
solb
C7 o
=
C7dim
semitono tutti gli intervalli indicati alla sua sinistra
3m
6
do mib
solb
la
C o 7
=
Cdim7
1 5b
3m

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

28

10/22/2013

Accordi Semi-diminuiti

Hanno la 3m, la 5b e la 7 Possono avere anche la nona diminutita (9b)

1 note sigle gradi sib reb solb do mib 9b 7 5b 3m Si indicano con
1
note
sigle
gradi
sib reb
solb
do mib
9b
7
5b
3m
Si indicano con il simbolo ∅ , che riduce tutti gli intervalli
di un semitono, tranne che la settima.
C9 ∅ = Cm7b5b9
solb sib
do mib
7
5b
3m
1
= Cm7b5
C ∅

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

29

Convenzioni

Le seguenti convenzioni hanno lo scopo di rendere la scrittura più sintetica:

L’accordo minore Xm si indica anche con X - L’accordo Xmaj7 può essere indicato con XΔ La nona e l’undicesima sottintendono la settima La tredicesima sottintende la settima e la nona La nona senza la settima si indica con add9 La sigla X7+ significa X7#5 La sigla Xmaj7/9 si indica anche con Xmaj9

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

30

10/22/2013

3 do 1359 Cadd9 sol# sib mi do 7 5# mi 1 C7+ = C7#5 re
3
do
1359
Cadd9
sol# sib
mi
do
7
5#
mi
1
C7+ = C7#5
re
sib
la
sol
mi
9
note
sigle
gradi
si
re
sol
mi
do
do
7M
5
3
1
Cmaj9 = Cmaj7/9
re
sol
sol
re
sib
sol
mi
do
13579
C9 = C7/9
si
C11 = C7sus
mi
do
7M
5
3
1
CΔ = Cmaj7
3m
135679
C13 = C6/7/9
sib
fa
mib
do
7
4
Esempi di sigle
1
C -11 = Cm7/4
sib
sol
fa
do
1457

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

31

Note di abbellimento

Sono note che possono essere aggiunte o alterate per creare nuove sensazioni, più o meno dissonanti.

Le note che possono essere aggiunte o alterate dipendono dal tipo di accordo. cambiare il tipo
Le note che possono essere aggiunte o alterate
dipendono dal tipo di accordo.
cambiare il tipo di un accordo.
abbellimento
devono
note
non
Le
di

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

32

10/22/2013

Note di abbellimento

Accordi Maggiori Si possono abbellire con 6 a , 7 a M e 9 a La 7 a può essere aggiunta solo nel Blues

La

quinta alterata crea

una dissonanza che può

essere utilizzata per aumentare la tensione La nona alterata crea un effetto sgradevole

Ad esempio, C può essere abbellito con:

Cmaj7

Cmaj9

Cmaj7/6

C6

C6/9

Oppure, in casi particolari con

 

Cmaj7b5

Cmaj7/#5

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

33

Note di abbellimento

Accordi di Settima

Si possono abbellire con 6 a e 9 a La 6 a insieme alla 7 a e alla 9 a

p

rende il nome di 13 a

.

L’11 a può essere aggiunta solo in passaggi di tipo X11

X7,

X11 X9.

La 5 a e la 9 a

possono essere alterate sia da sole che

in combinazione (b5b9, b5#9, #5b9, #5#9).

Ad esempio, C7 può essere abbellito con:

C9

C13

C11 C7

oppure con

C7b5

C7/#5

C7/b9

C7/#9

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

34

10/22/2013

Note di abbellimento

Accordi Minori Si possono abbellire con 6 a , 7 a , 9 a e 11 a Con l’11 a si aggiunge anche la 7 a La 7 a M genera tensione La 5 a # si usa in presenza della 7 a La 5 a b è da evitare (provoca un cambio di classe) La nona alterata crea un effetto sgradevole

Ad esempio, C-7 può essere abbellito con:

C-6

C-9

C-6/9

C-11

C-13

Oppure, in casi particolari con

C-maj7

C-7#5

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

35

Abbellimenti

C-6/9 C7#9 C7b5b9 C7b5#9 C7#5b9 C7#5#9 C-6 C-7 C-9 C7b9 C-11 C-13 C-maj7 C-7#5 Maggiori Settime
C-6/9
C7#9
C7b5b9
C7b5#9
C7#5b9
C7#5#9
C-6
C-7
C-9
C7b9
C-11
C-13
C-maj7
C-7#5
Maggiori
Settime
Minori
accordi
C7#5
C7b5
C11 → C7
C13
C9
C7
Cmaj7#5
Cmaj7b5
C6/9
C6
Cmaj7/6
Cmaj9
Cmaj7
Classi di
Possibili abbellimenti

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

36

10/22/2013

Abbellimenti

Ad esempio, la seguente successione di accordi Cmaj7 Am7 Dm7 G7
Ad esempio, la seguente successione di accordi
Cmaj7
Am7
Dm7
G7
può essere abbellita come: C6/9 Am9 Dm9 G7/6 G7#5 C6maj7 Am6/9 Dm11 G7#5#9
può essere abbellita come:
C6/9
Am9
Dm9
G7/6
G7#5
C6maj7
Am6/9
Dm11
G7#5#9

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

37

Accordi ridotti

scopo cercano si jazz usano in accordi si A tale accordi forma Nel concatenabili, posizioni eliminando
scopo
cercano
si
jazz
usano
in
accordi
si
A tale
accordi
forma
Nel
concatenabili,
posizioni
eliminando alcune note per semplificarne la posizione.
facilitare i passaggi veloci.
per
ridotta,
con molte note spesso hanno posizioni
difficili sullo strumento.
Gli

Di solito si usano accordi a quattro voci, che possono ridursi a tre durante i passaggi veloci.

Gli

accordi a

raramente.

cinque o

a

sei voci sono

usati molto

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

38

10/22/2013

Accordi ridotti

Quali sono le note che si possono eliminare?

Si ragiona per esclusione:

La

3 a

non

l’accordo.

si

può

eliminare,

perché

caratterizza

Se l'accordo è sospeso,

poiché sostituisce la 3 a .

la

4 a

non si può eliminare,

La 7 a non può essere scartata

,

categoria dell'accordo.

in quanto definisce la

Le note di abbellimento non vanno eliminate per non

impoverire la sonorità dell’accordo.

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

39

Accordi ridotti categoria dell'accordo e sulla sua sonorità sono la tonica (prima) e la dominante (quinta
Accordi ridotti
categoria dell'accordo e sulla sua sonorità sono
la tonica (prima) e la dominante (quinta giusta).
non influiscono sulla
Le uniche
note
che
dipende dalla comodità della posizione risultante La scelta di eliminare l una o l altra, o
dipende dalla comodità della posizione risultante
La scelta di eliminare l una o l altra, o entrambe,
sullo strumento.
'
'

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

40

10/22/2013

 

Accordi ridotti

 
sigle Accordi completi Accordi ridotti Cmaj7 1 5 3 7M 1 3 5 7M Cmaj9 1
sigle
Accordi completi
Accordi ridotti
Cmaj7
1 5
3
7M
1
3
5
7M
Cmaj9
1 9
3
5
7M
3
5
7M
9
C6/9
13569
3569
C13
135679
3679
C -11
1 3m
3m
4
57
457
C7b5
1 3
5b
7
1
3
5b
7
C7#9
1 7
3
5
9#
3
5
7
9#
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

41

 

Accordi con basso obbligato

Per

ottenere

particolari

movimenti

armonici,

alcuni

accordi

vengono

eseguiti

con

una

nota

di

basso

prefissata.

 

Si parla di accordi con basso obbligato.

 

Esempi

 
Accordi ridotti sigle Accordi completi Accordi ridotti Cmaj7 1 5 3 7M 1 3 5 7M
 
 

Am7

D9

A

B

A

G

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

42

10/22/2013

Basso Pedale

Quando il basso viene mantenuto costante per due o più

accordi, si parla di basso pedale.

Il basso pedale crea una sospensione ritmica, usata per

interrompere la dinamica di un brano e sottolineare una

particolare sequenza armonica.

Esempio G7#5 Cmaj9 Dm9 G G G
Esempio
G7#5
Cmaj9
Dm9
G
G
G

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

43

Rivolti

Le

note

di

un accordo possono essere suonate in

diverso ordine, dalla più grave alla più acuta.

Un particolare ordinamento dei gradi di un accordo è

detto rivolto.

Se

i

vengono

gradi

ordine crescente, il

ordinati in

rivolto si dice fondamentale.

 

Un

rivolto si dice

a

parti strette se

l'intervallo tra il

basso e il soprano è inferiore ad un’ottava;

Un rivolto si dice a parti late se l'intervallo tra il basso

e il soprano è superiore ad un’ottava.

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

44

10/22/2013

Rivolti

Rivolti a parti strette b [1 3 5 7] rivolto fondamentale [3 5 7 1] [5
Rivolti a parti strette
b
[1 3 5 7]
rivolto fondamentale
[3 5 7 1]
[5 7 1 3]
[7 1 3 5]
Rivolti a parti late
b
[1 5 7 3]
[7 3 5 1]
[3 7 1 5]
[5 7 3 1]

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

45

Rivolti

Nel jazz i rivolti sono importanti perché:

 

1. consentono

di

variare

l'effetto

sonoro

di

un

accordo;

 

2. possono

semplificare

 

il

concatenamento

di

posizioni.

 

La

chitarra

è

per

sua

natura uno strumento in cui

le

posizioni più comode sono quelle a parti late:

 
 

rivolto

un

a

p

arti

late

p

essere

suonato

comodamente all'interno di due o tre tasti.

Viceversa, un accordo a parti strette richiede quasi

sempre l'uso di quattro tasti.

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

46

10/22/2013

Passaggio a parti late

1

342

         
         
7
 
7

7

7
     
3-

3-

         

5

2

143

           
   
3

3

 
3 5 9 7
3 5 9 7
   
3 5 9 7

5

9

     
7

7

         

1324

7+ 5 3
7+ 5 3

7+

7+ 5 3

5

3

Passaggio a parti late 1 342 7 3- 5 2 143 3 5 9 7 1324
Cmaj7 Suonando gli accordi in forma ridotta, il passaggio tra Dm7 e G9 può essere eseguito
Cmaj7
Suonando gli accordi in forma ridotta, il passaggio tra
Dm7 e G9 può essere eseguito variando una sola nota!
Dm7
G9

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

47

Rivolti

Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni

più comode sono quelle a parti strette:

Un

rivolto

a

parti

strette

può

essere

suonato

comodamente all’interno di un’ottava.

Viceversa, un accordo a parti late richiede posizioni

con la mano allungata.

       
   
Rivolti Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni più comode sono quelle
 
Rivolti Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni più comode sono quelle
Rivolti Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni più comode sono quelle
   
     
Rivolti Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni più comode sono quelle
Rivolti Il piano, al contrario, è uno strumento in cui le posizioni più comode sono quelle

[3m 5 7 1]

Dm7

[7 9 3 5]

G9

[3 5 7M 9]

Cmaj9

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

48

10/22/2013

 

Forme A e B per piano

 

Sono particolari rivolti, studiati per semplificare

 

i

passaggi più comuni.

 
Accordo Forme A Forme B X6/9 3569 6935 X13 7936 3679 Xm9 3m 5 7 9
Accordo
Forme A
Forme B
X6/9
3569
6935
X13
7936
3679
Xm9
3m
5
7
9
7 3m
9
5
X 5b
3m
7
9b
7 9b
3m
5b
X 5b
o
3m
6
9b
6 9b
3m
5b
 
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

49

 
 

Forme A e B per piano

 
 

C6/9

Forma A

Forma A
 

3

56

9

Forma B

Forma B
 
 

6

93

5

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

50

10/22/2013

 

Forme A e B per piano

 
 

G13

 

Forma A

Forma A
 

7

93

6

Forma B

Forma B
 
 

3

67

9

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

51

 
 

Forme A e B per piano

 
 

Dm9

 

Forma A

Forma A
 

3m

5

7

9

Forma B

Forma B
 
 

7

9

3m

5

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

52

10/22/2013

 

Forme A e B per piano

 
 

B

Forma A

Forma A
 

3m

5b

7

9b

Forma B

Forma B
 
 

7

9b 3m

5b

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

53

 
 

Forme A e B per piano

 
 

B o

Forma A

Forma A
 

3m

5b

6

9b

Forma B

Forma B
 
 

6

9b 3m

5b

 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

54

10/22/2013

 

Passaggi in Forma A

Dm9

 
Dm9
 

[3m

5

7

9]

 

3m

5

7

9

 

G13

 
7 93 6

7

93

6

 

[7

9

3

6]

 
 

C6/9

 
3 56 9

3

56

9

[3

5

6

9]

 
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

55

 
 

Passaggi in Forma B

Dm9

 
Dm9
 

[7

9

3m

5]

 

7

9

3m

5

 

G13

 
3 67 9

3

67

9

 

[3

6

7

9]

 
 

C6/9

 
6 93 5

6

93

5

 

[6

9

3

5]

 
 

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

 

56