You are on page 1of 4

Chiesa Evangelica Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi

)
CHIESA VALDESE DI PERUGIA - CHIESA METODISTA DI TERNI
BOLLETTINO DI COLLEGAMENTO – ESTATE 2018

Care sorelle e cari fratelli, amiche e amici,
Ecco a Voi il nuovo bollettino di collegamento con informazioni, appuntamenti e qualche spunto
di riflessione. A tutte e tutti voi un affettuoso saluto in Cristo Signore. I Consigli di chiesa di Perugia e Terni
Pastore: Pawel Andrzej Gajewski, Via Francesco Rismondo 10A, 05100 Terni,
tel.: 0744 285948, cell.: 3473039262; e-mail: pgajewski@chiesavaldese.org
Presidente del Consiglio di chiesa di Perugia: Antonella Violi, via della Quarzite, 15, 06132 Perugia;
tel. 0757179804; e-mail: antonella.violi@yahoo.it
Presidente Consiglio di chiesa di Terni: Ulf Koller, Loc. Casaccia 3, 05034 Ferentillo;
tel.: 0744 780142; cell.: 3664511299; e-mail: ulfkoller@hotmail.com (anche segretario)

«... io sono venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza»
Past. Anne Zell (tratto da www.chiesavaldese.org)

La “vita in abbondanza” promessa da Gesù ovviamente non ha niente a che fare
con una vita facile nel “troppo”, piena di cose superflue, egoisticamente senza limiti.
È invece la prospettiva di una vita vera, appassionante, vissuta fino in fondo con
tutto ciò – di gioioso e di difficile – che ci viene offerto - non ad alcuni in modo esclusivo,
ma a tutti e tutte.
Gesù nel suo essersi fatto uomo ha vissuto e ci ha indicato la vita in abbondanza,
piena di passione.
Gesù non era un personaggio triste o ascetico, ma visse in compagnia la gioia
dell’amicizia e dell’amore; lui non ha odiato ma ha amato ed ha perdonato; Lui non si è
abbandonato alla collera, ma l’ha trasformata in una forza costruttrice, in un servizio; Lui
non si è rassegnato, ma ha lottato ed ha pagato di persona; Lui, Gesù, non ha calcolato o
guadagnato, ma ha donato tutto ed ha rischiato; Lui non ha servito i potenti ma i deboli,
gli ultimi, gli esclusi.
Gesù non ha chiuso dei confini, ma ha saputo, al contrario, annunciare e vivere
l’amore sconfinante di Dio liberatore.
Lui invita anche noi ad uscire dagli schemi sicuri e conosciuti, per pensare e creare
spazi e tempi nuovi. Spazi aperti dove condividere ciò che la vita ci offre, difendendo il
diritto di tutti e tutte, senza discriminazioni alcune. Soltanto in questo modo l’abbondanza
di vita si schiuderà per noi.

1
Uno sguardo sui mesi scorsi a Perugia e Terni

Gli ultimi due mesi (maggio e giugno) sono stati segnati prima di tutto dalle assemblee di chiesa
e poi dalla Consultazione Metodista e dalla Conferenza Distrettuale. Sia a Terni che a Perugia le assemblee
hanno esaminato e discusso le relazioni preparate dai Consigli di chiesa. Tali relazioni sono disponibili sia
in versione cartacea, sia in formatto elettronico pdf. Chi ne desiderasse una copia può rivolgersi
direttamente al pastore Gajewski.
Dalle relazioni morali emerge un clima di serena collaborazione che ormai da anni caratterizza le
nostre due chiese. La partecipazione ai culti domenicali e allo studio biblico è stata quest’anno regolare e
abbastanza numerosa.
A Terni, grazie al grande impegno della sorella Patrizia Ceracchi, siamo riusciti a organizzare
alcuni incontri di Scuola Domenicale con una partecipazione regolare di tre bambine. A Perugia ci stiamo
preparando per far ripartire la Scuola Domenicale dopo le vacanze estive.
Rivolgiamo un ringraziamento e un affettuoso saluto alla professoressa Marisa D’Ulizia. La sua
ricerca sulla storia della Chiesa metodista di Terni, presentata il 18 aprile nel corso di una conferenza
pubblica tenutasi nella sala della Biblioteca Comunale, è in questo momento il più completo contributo
alla riflessione sul passato e sul presente dell’evangelismo ternano. Dopo le vacanze estive sarà presentata
ufficialmente la pubblicazione a stampa di questo prezioso contributo.
A febbraio 2018 è partito a Perugia un progetto di accoglienza dei rifugiati provenienti dai
“Corridoi umanitari”, finanziato e gestito dalla Commissione Sinodale per la diaconia (CSD). La casa sita
invia Campo di Marte ospita già le prime persone in attesa dell’asilo politico. La referente del progetto è
Alice Fagotti che può essere contattata al numero 3402759955.
Last but non least due belle notizie. il 15 aprile a Terni abbiamo ringraziato il Signore per i 61 anni
di matrimonio di Peggy e Archimede Bertolino. Il 15 aprile non è stata una scelta casuale perché
esattamente quel giorno del 1957 nel salone di Agape il loro matrimonio è stato celebrato dal pastore
Tullio Vinay. Desideriamo ricordare che quest’anno Archimede ha compiuto 90 anni (il 18 giugno
realmente, il 1° luglio anagraficamente). Con tanto affetto gli facciamo i nostri auguri ad multos annos.

Il XI Circuito e il III Distretto
Domenica 6 maggio si è svolta a Ecumene la giornata delle chiese promossa dal Consiglio del
nostro circuito e dedicata in modo particolare alla diaconia. Il culto solenne con la predicazione del
pastore Ermanno Genre ha visto la partecipazione di un centinaio di persone, nonostante qualche nuvola
piuttosto minacciosa.
Dal 15 al 17 giugno a Casa Cares (Reggello) si è riunita la Conferenza Distrettuale. Nel corso dei
lavori sono stati affrontati numerosi argomenti riguardanti la vita delle Chiese del Distretto. La relazione
introduttiva della diacona Alessandra Trotta è stata fondamentale per i lavori della Conferenza. Alessandra
infatti ha fornito diversi spunti di riflessione sulla situazione delle chiese protestanti europee che operano
in una situazione politica e sociale segnata da cambiamenti repentini e, talvolta, preoccupanti. I due atti
della CD riportati in seguito rispecchiano perfettamente i contenuti del dibattito sia in sessione plenaria
sia nei gruppi di lavoro.
La Conferenza ha eletto la CED, quest’anno abbastanza rinnovata. Il fratello Ulf Koller,
presidente del Consiglio di chiesa a Terni, dopo un anno di pausa, è stato rieletto vicepresidente della
CED. La CED III è dunque composta attualmente da Milena Martinat, presidente, Ulf Koller,
vicepresidente, Stefano Valenti, cassiere, Luana Pallagrosi, segretaria e Antonella Violi, archivista.
Riportiamo in seguito due importanti atti approvati dalla Conferenza distrettuale.
11. La Conferenza del III Distretto delle chiese metodiste e valdesi, riunite a Casa Cares
(Reggello) il 15-17 giugno 2018
- Dichiara la propria sofferenza e preoccupazione per il clima di chiusura, razzismo e
discriminazione che cresce nel nostro paese e per la costruzione della paura nei confronti dell’”altro/a”
2
(siano essi migranti, stranieri, detenuti, appartenenti alla comunità LGBT, Rom, Sinti e Camminanti e
chiunque venga stigmatizzato sulla base del colore della pelle, dell’orientamento sessuale, del ceto sociale,
della salute psicofisica);
- Esprime la propria solidarietà verso tutti e tutte coloro che ne sono vittime, in particolare nei
confronti dei migranti e delle vittime di tratta, che vengano criminalizzati e rifiutati dal Governo Italiano;
- Denuncia la chiusura dei porti e i respingimenti in mare come contrari al diritto umanitario e
allo spirito di accoglienza che proviene dall’Evangelo;
- Sostiene il lavoro di quanti e quante operano in favore di un’accoglienza solidale, dignitosa e
inclusiva anche all’interno delle nostre chiese e della nostra diaconia;
- Invita le chiese del Distretto ad aprire i propri spazi e le proprie strutture, in collaborazione con
la Diaconia Valdese, costruendo progetti di accoglienza secondo la vocazione ad essere comunità
profetiche;
- Invita le chiese a vigilare sulla difesa dei diritti umani, in particolare delle fasce più fragili della
società (Deut. 16:19-20: Non farai violenza al diritto […] La giustizia e solo la giustizia seguirai […]).

29. La Conferenza del III Distretto delle Chiese Valdesi e Metodiste approva il seguente documento-
sintesi dei tre laboratori:
La riflessione sulle difficoltà che le nostre chiese vivono di fronte ai mutamenti profondi e rapidissimi
della società ci ha portato a mettere in luce tre aspetti.
Il primo è quello delle dinamiche nelle comunità, il secondo riguarda il ruolo che le nostre chiese hanno
(e quello che dovrebbero avere) nella società, mentre il terzo tocca la sfera dei linguaggi con i quali ci
esprimiamo, all’interno e all’esterno, nell’annunciare la nostra fede in Gesù Cristo.
1) Occorre riscoprire la chiesa come luogo di incontro, confronto di fede, ricerca teologica, rapporti
interpersonali, segno di una testimonianza della Parola vissuta. Per fare questo bisogna lavorare
sull’accoglienza e sulla inclusione reale di chi si avvicina e dimostrarci disponibili a fare insieme un
percorso di fede. La grande sfida è quella di progettare forme nuove del nostro essere chiese protestanti:
comunità che devono avanzare insieme senza dimenticare nessuno.
2) Le chiese sono chiamate ad aprirsi verso la società all’insegna del dialogo. La speranza cristiana aiuta a
superare la preoccupazione di forze inadeguate e il timore di perdere la propria identità. Solo attraverso
la nostra testimonianza evangelica - predicazione e diaconia - intesa quale risposta alla vocazione ricevuta
da Dio, potremo essere davvero, citando la metafora biblica, il sale che dà sapore.
3) Per aprirci alla società abbiamo bisogno di rendere più comprensibile la nostra comunicazione in tutte
le sue forme, senza banalizzare i contenuti: un linguaggio chiaro e capace di annunciare i fondamenti della
nostra fede in Gesù Cristo, senza dare nulla per scontato. Questa modalità è necessaria per una chiesa
davvero in grado di reagire agli stimoli dell’attualità e proiettarsi all’esterno. In questo contesto va
considerato l’utilizzo efficace e prudente dei nuovi media. Per quanto riguarda la comunicazione, è
fondamentale educare all’ascolto reciproco per mantenere la caratteristica delle nostre chiese come luogo
di confronto non gridato: Una capacità di ascolto da declinare sia a livello di dialogo interpersonale, sia
durante il culto e gli studi biblici, così come nella dinamica democratica della nostra struttura assembleare,
dove la sintesi è frutto del contributo di tutti.

Attività estive a Perugia e Terni
Sia a Perugia che a Terni il culto domenicale sarà celebrato regolarmente; a Terni alle 10:30 e a
Perugia alle 17. A Terni il culto sarà sospeso il 12 e il 19 agosto.
A Perugia, sabato 28 luglio, alle 18, ci riuniremo per la veglia di preghiera, animata dal gruppo
ivoriano. Seguirà una “cena di mezza estate”. Sempre a Perugia, domenica 2 settembre durante il culto
sarà raccolta la colletta speciale per i bisogni della nostra chiesa locale.
Il Sinodo quest’anno si aprirà domenica 26 agosto e i lavori del Corpo Pastorale giovedì 23 agosto.
Il pastore Gajewski sarà in vacanza dal 9 al 23 luglio e poi da lunedì dal 6 al 20 agosto.
A Perugia, mercoledì 26 settembre, alle 18:30 inaugureremo lo studio teologico dedicato
quest’anno ai grandi principi del protestantesimo che si terrà ogni ultimo mercoledì del mese. Il primo
incontro di studio biblico (settimanale) si terrà lunedì 1° ottobre sempre alle 18:30.
A Terni il primo studio biblico dopo la pausa estiva si terrà martedì 25 settembre alle 16.
3
Calendario dei culti a Terni da LUGLIO a SETTEMBRE 2018

Data Orario Predicazione Festività/Altro Santa Cena Agape
15 LUGLIO 10:30 A. Bertolino
22 LUGLIO 10:30 E. Genre
29 LUGLIO 10:30 P. Gajewski
5 AGOSTO 10:30 P. Gajewski X
12 AGOSTO # Sospeso
19 AGOSTO # Sospeso
26 AGOSTO 10:30 A. Bertolino SINODO
2 SETTEMBRE 10:30 P. Gajewski X
9 SETTEMBRE 10:30 P. Gajewski
16 SETTEMBRE 10:30 A. Bertolino
23 SETTEMBRE 10:30 PL
30 SETTEMBRE 10:30 P. Gajewski
7 OTTOBRE 10:30 P. Gajewski X X

Calendario dei culti a Perugia da LUGLIO a SETTEMBRE 2018

Data Orario Predicazione Festività/Altro Santa Cena Agape
15 LUGLIO 17:00 PL
22 LUGLIO 17:00 PL
29 LUGLIO 17:00 P. Gajewski
5 AGOSTO 17:00 P. Gajewski X
12 AGOSTO 17:00 PL
19 AGOSTO 17:00 PL
26 AGOSTO 17:00 PL SINODO
2 SETTEMBRE 17:00 P. Gajewski X
9 SETTEMBRE 17:00 P. Gajewski
16 SETTEMBRE 17:00 PL
23 SETTEMBRE 17:00 P. Gajewski
30 SETTEMBRE 17:00 P. Gajewski
7 OTTOBRE 17:00 P. Gajewski X X

4