You are on page 1of 19

Traigolzu Saga

di
Emanuele Nicolosi

l'Isola di Cerdiria o "l'Isola del Corallo" o "Isola dei Corallai" e una piccola isola del Mar
Meditteraneo, collocata in un area intermedia tra la Corsica e la Sardegna, nella Sardegna del Nord,
si trovano numerose isole, sparsagliate e diffuse per la sardegna settentrionale, vicino alla Corsica
meridionale, un arcipelago di isole che comprende le isole di Tavolara, Molara, l'Isola del Asinara,
l'Arcipelago della Maddalenna, le isole di Serpentara, San Pietro e Sant'Antioco e l'isola di Mal di
Ventre ("Malu Entru" in Sardo)...

tra queste isole, si trova l'isola di Cerdiria, una piccola isola, dal clima meditteraneo, al cui interno,
ci sono colline e una piccola montagna di 700 metri d'altezza, con l'isola, nel suo interno, ricoperta
dalla Macchia Meditteranea...

l'Isola fu colonizzata nel Medioevo, da popolazioni di pescatori di corallo Liguri e genovesi, che
partiti dalla liguria, sbarcarono nel isola, poichè attorno al quel isola, c'erano grandi, vasti e
immensi banchi di corallo e grandi barriere coralline, che fecero la fortuna e gli affari di quei
pescatori-coloni liguri, che decisero di stabilirsi nel Isola...

L'isola di Cerdiria o Cerdeira, venne colonizzata e popolata da dei pescatori di Corallo della
Medaunia, provenienti da villaggi e borghi costieri Medaunici, che salpando dalle coste della
Medaunia, raggiunsero l'isola di Cerdiria, abitandola e colonizzandola...

la Colonizzazione del isola, fu causata da popolazioni di pescatori di corallo della Medaunia, per via
del ipersfruttamento del corallo nei mari e coste medauniche, si spinsero verso sud, per cercare
nuove barriere coralline e nuovi bacini e giacimenti di corallo da pescare...

mentre i primi abitanti nativi del isola, i discendenti dei coloni Cartaginesi ed Egiziani, si nascosero
e rifugiarono nelle foreste e boschi al interno del Isola, ma anche nelle caverne e grotte del isola,
vivendo nascosti e occultati alla presenza dei coloni Medaunici,

i coloni Medaunici, quando colonizzarono l'isola e iniziarono a pescare il corallo nella barriera
corallina locale, scoprirono ben presto, che quel corallo era diverso da tutti gli altri, esso infatti, era
un corallo Magico, un corallo dotato di poteri magici e sovrannaturali, un corallo dai poteri
portentosi e miracolosi...

ma i coloni Medaunici del isola di Cerdiria, scoprirono che la barriera corallina e i grandi banchi di
corallo, che si trovavano nelle profondità marine attorno e limitrofe al isola di Cerdiria, erano
abitate e popolate da una razza di creature magiche e sovrannaturali, le "Janai", delle creature
mezze Sirene, mezze Fate, mezze Ninfe del mare, mezze Maghe, le Janai, erano creature magiche
antropomorfe, di forma femminile, che erano state create e generate dal corallo Magico, creature
magiche, che erano emanazioni stesse del corallo magico...

quel Corallo magico, sprigionava una strana e misteriosa energia, un misterioso potere mistico e
sovrannaturale, ma di origini "Naturali", qualcosa che era intrisesco nel cosmo e nella natura e che
misteriosamente, si esprimeva tramite il corallo magico, anche se alcuni ipotizzavano che fosse il
corallo stesso a creare e generare quella magia, altri invece, ipotizzavano che il Corallo fosse come
una "Spugna" che "Assorbe" o "Cattura" la magia e la forza magica dal esterno...

la forte concentrazione di Magia e di Essenza magica, che veniva sprigionata a dosi massicce dal
Corallo magico delle profondità marine di Cerdiria, aveva alterato, plasmato e mutato, la fauna
marina del isola di Cerdiria, creando e generando, una vera e propria fauna marina Magica o
"Magicizzata", poichè l'esposizione al essenza magica del corallo, aveva plasmato i Pesci e animali
marini di quelle barriere coralline, rendendoli antropomorfi e senzienti, facendo nascere da quegli
animali, delle razze magiche e creature magiche, tra cui le Janai, che nacquero direttamente dal
Corallo, nascendo come una "Forma umana" del Corallo magico, le Janai divennero una razza
magica evoluta e senziente, ma una razza fatta solo di femmine, senza i maschi, poichè,
misteriosamente il corallo magico, creando e generando le Janai, le aveva create e generate
solamente femmine, senza dotarle di un sesso maschile, ma grazie alla forte concentrazione della
Magia, le Janai erano divenute creature di pura magia, creature "Intrise" o "Porose"o "bagnate"
perennemente, della Magia del corallo, cosa che aveva reso le Janai eterne e immortali, capaci di
vivere in eterno, senza bisogno di riprodursi...

ma gli umani di Cerdiria, iniziarono a venerare le Janai, come delle creature sacre, come delle
creature guardiane e custodi dei pescatori del corallo, che si avventuravano nelle profondità marine
di Cerdiria, per pescarne il corallo, che le Janai, donavano agli umani, come segno di pace e
amicizia, tra gli umani di Cerdiria e le Janai...

le leggende di Cerdiria, narrano che il Corallo magico, fosse un corallo senziente, un corallo
"Intelligente", come se quel corallo fosse dotato di una mente propria e di un pensiero proprio,
anche se meno evoluto e sviluppato di quello dei comuni esseri umani...

le leggende di Cerdiria, narrano che la grande barriera corallina, che era situata attorno a Cerdiria,
fosse una sola e unica "Grande mente", sola e unica grande entità, fatta di pura magia, una magia
ancestrale e millenaria, una magia occulta e misteriosa, una magia originaria delle profondità
marine, una magia che viene dal profondo del mare e degli abissi, una magia ancestrale e
primordiale, una magia nata dal oceano stesso, dal mare stesso...

le leggende di Cerdiria, narrano che il Traigolzu, era il guardiano, custode e difensore delle Janai e
delle Barriere coralline, il Traigolzu, ricavava la sua forza, potenza ed energia dal Corallo Magico di
Cerdiria, un corallo che dava forza e potenza al Traigolzu...

le leggende, narrano che il Corallo magico, avesse creato e generato il Traigolzu, che il Traigolzu
non fosse altro che una creazione ed emanazione stessa del Corallo magico...
le leggende di Cerdiria, narrano che il Corallo magico, avesse creato e generato il Traigolzu, per
difendere e proteggere sia la stessa barriera corallina, che le Janai, che la Città del corallo, la città
magica nelle profondità marine, dove vivevano le Janai e le creature magiche del corallo magico, la
città sottomarina, dove viveva la "Regina delle Janai", la Regina delle Janai e della barriera
corallina sottomarina e della città del Corallo...

ben presto, gli abitanti di Cerdiria, impararono a dominare e padroneggiare il Corallo magico,
specializzandosi nel intarsiatura e lavorazione del corallo, ben presto, si formarono gruppi e
congreghe di Maghi Corallini e Maghe coralline attivi a Cerdeira...

i miti e le leggende, narravano che il "Mare di Mezzo", fosse abitato e popolato da mostri marini e
creature marine giganti di ogni specie e tipo, che erano nemici, rivali e avversari del Traigolzu, tra
cui:
l'Iskultai o "Drago di Mare" o "Drago Marino, il membro di un antica razza di Draghi marini,
che dominava i mari e gli oceani della Terra e del mondo conosciuto, ma che giunsero sul orlo del
estinzione, dopo una guerra che contrappose i Draghi di Mare a un alleanza di creature marine, che
erano stanchi e stufi dello strapotere ed egemonia dei Draghi di mare sui mari e oceani della Terra...
gli Iskultai, sono draghi dalle scaglie azzurre e le zampe palmate, sono creature mastodontiche e
gigantesche...

ma le leggende, narravano che un Iskultai, fosse stato rinchiuso e sigillato in una caverna marina,
nelle profondità del nord del isola di Cerdiria, tramite un sigillo magico, che teneva quel Iskultai,
alcuni narrano che fossero stati i "Maghi del Corallo nero" a intrappolare e sigillare quella creatura
in quella caverna marina, per sfruttare quella creatura, a loro scopo e vantaggio, altri narrano che
quel Iskultai, fosse stato catturato in mare aperto da dei Maghi del corallo nero e poi rinchiuso e
sigillato in quella caverna sottomarina per i loro affari e interessi...

ma anche il Nagus o "Manta Gigante" o "Manta di Ferro" o "manta degli Abissi", il membro di
una razza di Mante marine gigantesche e mastodontiche, che le leggende, narrano come creature
nate da delle Mante di mare, esposte troppo al corallo nero, che divennero creature gigantesche e
mastodontiche, che terrorizzavano il mare di Mezzo...

il Nagus e una Manta di Mare, gigantesca e mastodontica, dotata di Artigli, simili a spade o lame,
ma fatte di Osso, Cartilagine e calcio osseo, una sostanza simile ai denti di uno squalo o al "Avorio"
e sostanza Ossea-calcica di una Conchiglia di mare...

i Nagus, possono riprodursi, covando delle uova, simili a delle uova di Squalo...

alcune Repubbliche marinare della Penisola e alcuni stati Repubblicani Penisolani e alcuni
Granducati, tentarono di catturare e imprigionare dei Nagus, per sfruttarli a loro favore e vantaggio,
ma spesso, capitava, che quei Nagus, scampassero al controllo dei loro stessi catturatori o carcerieri,
arrivando a ritorcersi contro i loro stessi catturati o carcerieri, distruggendoli e annientandoli,
arrivando a distruggere e devastare intere repubbliche marinare...
poichè i Nagus sono molto difficili da controllare o da tenere a freno, poichè il Nagus e una creatura
molto aggressiva, violenta e feroce...

la Regina di Cartagine

Le leggende narrano, che il Traigolzu, giunse in Sardegna, nel isola dei Corallini, in tempi molto
antichi, ancestrali e remoti, in un epoca, antecedente al avvento della razza umana e del genere
umano nella Terra e nel mondo conosciuto, prima ancora della creazione del genere umano...

il corallo Magico, non era stato davvero scoperto per primo dai pescatori di Cerdiria, poichè già nel
300 A.C., navigatori Punici e Cartaginesi, come anche navigatori Greci e della Magna Grecia, che si
erano avventurati in Sardegna, avevano scoperto sia l'isola di Cerdiria e sia l'esistenza del Corallo
magico e anche loro, cercarono di imposessarsene e impadronirsene...

molti secoli passarono, attorno al 300 AC, nel Bacino del Meditteraneo, si affermava una potenza,
ovvero, l'Impero Cartaginese, fondato da un gruppo di coloni Fenici, che si erano stabiliti in Tunisia
e NordAfrica...

la Regina di Cartagine, fu nel mondo antico, l'Imperatrice suprema del Impero Cartaginese, la
dominatrice suprema della città di Cartagine, una donna forte, temuta e rispettata da tutti...

la Regina di Cartagine e una regina misteriosa, che vive avvolta in un alone di mistero, un
imperatrice che non si presenta mai in volto scoperto, che vive sempre rinchiusa nel suo palazzo,
ma la regina di cartagine e una regina oscura e malvagia, dotata di poteri basati sulla Magia Nera,

narrano le leggende, che la Regina di cartagine, fosse dotata di poteri magici, ma poteri magici
oscuri, si narra che la Regina di Cartagine, fosse in grado di poter evocare intere orde e interi
eserciti di Mostri e creature oscure, provenienti da una "Dimensione Oscura", detta il "Chtonium",
il cui signore supremo di quella dimensione oscura era il Moloch, creature che la regina di
Cartagine, poteva evocare nel nostro mondo, anche in forma di Mostri Marini, che la Regina di
Cartagine, usava per combattere il Traigolzu...

il Chtonium e una dimensione, un universo fatto interamente di oscurità e tenebre, un intero
universo fatto solo di pura tenebra e oscurità, abitato da orrori cosmici e Abominii di Eldritch, la
popolazione e di mostri e creature oscure e mostruose, che venerano Moloch come il loro Dio-Re
supremo, come il loro "Imperatore cosmico oscuro", signore del Chtonium il "Cosmo Oscuro",
come viene chiamato dalle "Creature del Abisso" o "spiriti del abisso"; ovvero, le entità che
popolano il Chtonium...

la regina di Cartagine, divenne nemica e avversaria del Traigolzu, la regina di Cartagine tentò
sempre e con ogni mezzo, di combattere e contrastare il Traigolzu, vedendolo come un intralcio e
ostacolo ai suoi piani per la conquista e dominazione del mondo, ai suoi piani per sprigionare le
creature e forze oscure del Chtonium sulla Terra...

la regina di Cartagine, fu nel 290 A.C., una ragazza ricca e nobile di una famiglia aristocratica di
Cartagine, che si offrì di far parte di un gruppo di sacerdoti di una misteriosa setta occulta, che
venera come dio, una creatura mostruosa e demoniaca, chiamata "Moloch", un Dio simile a un
mostro lovecraftiano o a un Abominio di Eldritch, i membri della setta, usarono la ragazza, di nome
Zenfiria, come "Cavia" per un rituale, per far entrare dentro il suo corpo, "L'energia" e "forza
oscura" del Moloch, che a dosi massiccie, iniziò ad alterare la mente di Zenfiria, che ritrovandosi
"Posseduta" dal Moloch, ne ottenne la forza e poteri sovrannaturali del Moloch, ma diventando
malvagia, corrotta dalla pura cattiveria, malvagità e oscurità di cui e fatto il Moloch...

Zenfiria, aiutata dai membri della setta, prese il potere a Cartagine, con un colpo di stato,
imponendo il culto di Moloch, come la religione base del impero cartaginese, ma il Moloch e una
creatura ematofaga e mangiacarne, che parlando tramite la bocca di Zenfiria, con una voce
cavernosa e demoniaca, chiedeva sacrifici umani, sennò il Moloch avrebbe sterminato e massacrato
il genere umano, poichè il Moloch e una creatura che ha bisogna di Carne e sangue per sostentarsi,
di divorare e infagocitare perennemente altri esseri viventi, traendo forza ed energia dal dolore e
sofferenza degli esseri viventi...

per questo, la regina di Cartagine, controllata dalla setta del "Tempio del Moloch", spinse gli
abitanti di Cartagine a far sacrificare i loro figli primogeniti, che fossero maschi o femmine, per
placare l'ira di Moloch, per dare forza ed energia a Moloch, alimentandolo...

ma Zenfiria, corrotta dalla sete di potere, divenne ben presto, malvagia e crudele, ambendo a
conquistare e dominare il mondo intero, usando i suoi poteri magici e oscuri, in maniera negativa...

ma la regina di Cartagine, venne sconfitta e sbaragliata dal Traigolzu, che a guida di un esercito di
Mostri marini, prima distrusse la flotta Cartaginese, facendola a pezzi e poi attaccò Cartagine,
distruggendola e devastandola, allo scopo di fermare un rituale da parte del "Tempio di Moloch", un
rituale che prevedeva l'evocazione dello stesso Moloch, per aprire un portale spazio-dimensionale
tra la dimensione oscura in cui viveva relegato il Moloch e la nostra dimensione, ovvero, nella
Terra, ma il Traigolzu, guidando l'esercito dei mostri marini, sbaragliò completamente l'esercito
Cartaginese e a fermare il rituale demoniaco, sconfiggendo la regina di Cartagine, che però, non
venne sconfitta definitivamente, poichè, tradita da un sacerdote del "Tempio di Moloch", venne
sigillata dentro una bara di Granito, dura e inscalfibile, da un sacerdote ribelle e ammutinato della
setta, che fece relegate la bara di Granito, nel sottosuolo di Cartagine, sotto terra, dove nessuno
poteva più trovare la Regina di Cartagine...

La regina di Cartagine, nel tentativo di conquistare e soggiogare il mondo, riuscì ad evocare, un
esercito e orda di mostri marini, dalla dimensione oscura in cui viveva rinchiuso e relegato il
"Moloch"...

la Regina di Cartagine, uso i suoi poteri oscuri, per controllare mentalmente quel esercito di mostri
marini, che si misero a distruggere e devastare l'intero bacino del Mar Meditteraneo, allo scopo di
rendere l'Impero Cartaginese, un impero forte, potente ed egemonico...

ma l'esercito dei mostri marini oscuri, venne combattuto e contrastato dal Traigolzu, che si mise a
capo di un esercito di Mostri marini, provenienti dalle profondità degli abissi marini, con cui il
Traigolzu, si mise a capo e testa, guidando l'esercito dei mostri marini buoni, contro i mostri marini
oscuri della regina di Cartagine...

ebbe inizio, nel mar Meditteraneo, una guerra titanica e leggendaria tra l'esercito dei mostri marini
del Traigolzu e i mostri marini oscuri, creati dalla regina di Cartagine, questi ultimi, si stavano
rivelando una minaccia per la razza umana e per il mondo intero...

la Guerra delle creature di Moloch, venne vinta dai mostri marini guidati dal Traigolzu, che
riuscirono, a fatica e con numerose perdite, a sconfiggere e sbaragliare i mostri marini oscuri, servi
di Moloch e della Regina di Cartagine...

dopo la sconfitta dei mostri marini oscuri, per fermare definitivamente la minaccia oscura della
Regina di Cartagine, il Traigolzu e il suo esercito di mostri marini, attaccarono e devastarono
Cartagine, scontrandosi contro la flotta Punica e l'esercito Punico, entrambe due, finirono macellati
e fatti a pezzi dal Traigolzu e dal suo esercito di mostri marini

dopo la sconfitta della regina di Cartagine, quest'ultima, venne perduta e dimenticata per anni, se
non per secoli e millenni, rinchiusa e imprigionata in un sarcofago di Marmo, dotato di poteri
magici e sovrannaturali, imprigionata in una via di mezzo tra un sonno eterno e una prigionia
eterna, con il sarcofago di marmo, che venne sepolto nel sottosuolo di Cartagine, dove oggi sorge
l'odierna Tunisi...

ma le leggende, narrano che quando avvenne il confronto finale tra il Traigolzu e la Regina di
Cartagine, si formarono due "Versioni" del Traigolzu, evento causato da un incantesimo di
manipolazione Spazio-temporale e spazio-dimensionale, creato dalla Regina di Cartagine, nel
tentativo di combattere e contrastare il Traigolzu, un Incantesimo e Magia, lanciato dalla regina di
Cartagine, che aveva alterato una porzione dello spazio-tempo, la stessa in cui si trovava, il
Traigolzu, trascinando il Traigolzu, in un altra dimensione, ma l'incantesimo in realtà, non sortì
alcun effetto, poichè quella magia, aveva creato una "Divergenza" spazio-temporale, che non aveva
fatto sparire il Traigolzu dalla Terra, ma aveva creato un altra "versione" del Traigolzu, che non era
stato trascinato al interno del portale spazio-dimensionale, evocato dalla regina di cartagine, ma che
era rimasto a Cartagine, quel Traigolzu, rimasto nel nostro mondo, uccise la regina di cartagine,
sconfiggendola e sbaragliandola, ma non definitivamente, poichè, un "Monile d'ombra",
proveniente dalla dimensione oscura del Moloch, aveva intrappolato al suo interno, l'anima della
regina di Cartagine, ma il monile era stato trapiantato nel corpo della regina di cartagine, sotto il
collo di quest'ultima, dopo la sua sconfitta la regina di cartagine, venne prelevata dai cartaginesi,
che per punizione, confinarono il suo corpo in una bara di marmo, che venne Sigillata e poi sepolta
nella zona più sotteranea di Cartagine, rendendo quel area sotterranea inacessibile a chiunque...

mentre l'altra "versione" del Traigolzu, il Traigolzu trascinato al interno del portale spazio-
dimensionale, finì in un altra dimensione, in un altro universo, in un mondo fatto di mari e oceani,
in un "Oceanoverso" eterno e infinito nello spazio e nel tempo...

-

in un epoca intermedia tra il 900 DC e il 1200, l'Isola di Cerdiria, venne ripetutamente attaccata e
assalta da razzie da parte dei "Saraceni" e di Pirati Arabi del NordAfrica, ma ripetutamente, quegli
attacchi navali, vennero sconfitti e respinti dal Traigolzu, che era divenuto il guardiano e custode
del Isola dei Corallini...

-

Nel isola di Cerdeira, detta "l'Isola dei corallai" o "l'Isola dei Corallini" o "l'Isola del Corallo",
c'erano solo piccoli villaggi di pescatori di coralli e di artigiani intarsiatori di corallo...

il più grande di questi villaggi e anche "Capitale" del isola di Cerdeira e la città portuale di Ensiria,
dove il potere e detenuto dal "Sommo Corallaio", un anziano che ha ottenuto la padronanza dei
poteri magici dei coralli magici della barriera corallina, situata attorno al isola di Cerdeira...

i coralli di Cerdeira, sono coralli magici, dotati di poteri magici e sovrannaturali, ma le grandi
barriere coralline attorno al isola, che ricordando l'isola e i mari attorno a Cerdeira, sono abitate e
popolare da razze e specie di creature magiche del mare, che hanno in quelle grandi barriere
coralline, la loro casa e sede, tra questi popoli e creature magiche del mare, ci sono le "Siarane", le
Fate del mare e le "Coirane", le fate del corallo e le "Indaire", le fate dei Pesci,

i coralli attorno al isola di Cerdeira, hanno tantissimi colori: corallo Rosso, corallo Blu, Corallo
verde, corallo Bianco e il Corallo nero e tantissimi altri tipi di corallo ancora...

le grandi barriere coralline di Cerdeira, sono governate dalla "Regina del Corallo", una regina
magica, che risiede nel "Palazzo del Corallo Azzurro", un maestoso e sontuoso palazzo reale,
situato nella "Città del Corallo", una città magica abitata dalle Janaire, le "Ninfe del Corallo",
assieme ad altre razze magiche acquatiche antropomorfe, come Coirane, Siarane e Indaire, situata
al largo di Cerdeira, nelle profondità marine, nel area della Barriera Corallina, nel Palazzo del
corallo azzurro, risiedono la Regina-Corallo e la sua corte e cortigiani...

Cerdeira e comunemente chiamata da tutti, anche dagli stati, Repubbliche e regni del continente,
come "l'Isola del Corallo" o "l'Isola dei Corallai"

e nelle profondità marine di quest'isola, al largo di Cerdeira, vicino alla città del corallo magico,
risiede addormentato e assopito, il gigante del mare, il titano dei mari, ovvero, il Traigolzu, che e
anche il guardiano, difensore e custode della "Città del corallo magico", dove vive il popolo delle
Janai, le "Ninfe del corallo" o "Ninfe del mare"...

Nel Isola dei Corallai, vivono dei "Maghi Corallini" e "Maghe Coralline", ovvero, congreghe di
Maghi e Maghi, che basano la loro magia, sul controllo e la manipolazione del Corallo magico,
pescato nelle coste attorno al "Isola dei Corallini"...

nel isola dei Corallini, gli artigiani corallai e gli Intarsiatori e Cesellatori di corallo, divennero bravi
e abili nel creare Bacchette magiche di Corallo magico, che divennero molto popolari e diffusi tra i
"Maghi Corallai" e i Corallini di Ensiria e del Isola del corallo, quelle bacchette magiche, venivano
largamente usate e impiegate anche dalle Janai delle profondità marine, che avevano un legame più
forte e intimo con il corallo magico e le sue magie, più di quanto ne avessero i comuni esseri
umani...

Nel isola dei Corallai, nella zona più interna del isola, in una rete di caverne e nella Macchia
meditteranea e foresta meditteranea nel interno del isola, vive una setta antica e misteriosa, ovvero,
"l'Ordine del Tauro", una setta che venera il Traigolzu come un Dio, come una divinità suprema,
venerandolo come il "Signore dei Mari" e come il guardiano e custode del "Corallo magico"...

l'Ordine del Tauro, venne fondata da alcuni sacerdoti del "Isola dei Corallai", che crearono una
specie di "Religione" attorno al Traigolzu, che veneravano come la creatura guardiana e custode
non solo del isola dei Corallini, ma anche come la creatura guardiana e custode del "Corallo
Magico"...
l'Ordine del Tauro e diventata una setta ricca e potente al interno di Ensiria e del governo dei
"Sommi Corallai", influenzando le politiche di Ensiria e dei Sommi Corallai...

nel Isola dei Corallini, in un villaggio che si trova nel area Nord-Occidentale del isola, vivono i
membri del "Clan del Isola", ovvero, i primi abitanti del isola, discendenti dei coloni Cartaginesi
della Sardegna del 300-200 AC, ma colonizzata anche da un gruppo di antichi egizi, che veneravano
il Dio Api come un Dio supremo...
il Clan del Isola sono i primi abitanti del Isola dei corallini, gli abitanti ancestrali e primordiali del
Isola dei Corallini, che vennero relegati nelle zone marginali del Isola, dopo che nel Medioevo,
attorno al XIII°secolo, l'isola venne colonizzata da popolazioni Sarde e Liguri...

-

La città del Corallo, si tratta di una città magica, fatta interamente del corallo magico che compone
la barriera corallina attorno al isola dei Corallini, la città del Corallo, venne costruita dalle Janai e
dalle creature magiche marine antropomorfe, usando come materiale basico, il corallo magico della
grande barriera corallina, la città del corallo e una città letteralmente intrisa di Magia, una città nata
e generata non solo dal lavoro delle Janai, ma dalla magia stessa del corallo magico, una città
sottomarina intrisa e impermeata del “Essenza magica” e della “Essenza”, ovvero, la magia del
corallo magico che avvolge l'intera città del corallo, come se fosse un energia o una forza
energetica, che alimenta e tiene in vita la città del Corallo, poiché, le Janai e le creature magiche
della città del corallo, sono alimentate e rafforzate dalla “Essenza” del Corallo magico...

la regina delle Janai, vive in un grande palazzo reale, fatto di corallo Magico, al cui interno, c'e tutta
la corte della Regina Janai, detta anche “Signora del corallo” o “Signora delle Janai”, che è la regina
e signora di tutte le Janai, spesso la Janai più “Anziana” che è più longeva o che esiste da più
tempo...

le Janai, amano e adorano il Traigolzu, vedendo nel Traigolzu, non solo il guardiano e difensore
delle Janai, ma vedendo nel Traigolzu, anche il “Padre” protettivo delle Janai, il “fratello” protettivo
delle Janai, come un “Grande padre” o un “Fratellone”, a cui tutte le Janai, vogliono molto bene e a
cui, sono molto affezionate...

il Traigolzu e l'unico che può difendere e proteggere le Janai e la città del corallo, da minacce e
pericoli esterni, poiché le Janai, non sono in grado di autodifendersi da sole, le Janai sono creature
pure e innocenti, creature candide, poiché creature generate direttamente dal corallo magico e dal
Essenza magica, quindi, creature di base buone, pacifiche, innocue e inoffensive, che provano di
base paura, terrore, disgusto e repulsione verso la violenza e la brutalità...

-

il Corallo Nero

fin dai tempi antichi, fin dal arrivo dei coloni sardi e liguri nel isola dei Corallini, nel isola del
Corallini, si erano susseguiti e succeduti vari "Re del Corallo" e "Regine del Corallo", detti anche
"Re Corallini" e "Regine coralline", che erano re o regine che prima erano corallai d'alto rango e
d'alto livello, che guadagnarono peso e rilievo, fino a farsi incoronare come "Re Corallaio" o
"Regina corallaia", tramite la leggendaria "Corona di Corallo", una corona fatta interamente di
corallo, che venne intarsiata e lavorata artigianalmente, dai migliori corallai di Ensiria...

narrano le leggende, che a Ensiria, avvennero più volte, guerre e conflitti tra varie clan e fazioni di
"Maghi del Corallo" o "Maghi Corallai", per il controllo e il dominio dei Coralli magici e della
"Magia dei coralli", racchiusa nelle barriere coralline attorno al Isola dei Corallai...

tutto ebbe inizio, quando un gruppo di pescatori di corallo di Ensiria, avventurandosi nelle
profondità marine, scoprirono nel area più profonda e abissale della Grande barriera corallina, un
nuovo tipo di corallo, un corallo mai visto prima d'ora, ovvero, il "Corallo Nero", un corallo
magico, fatto di magia nera, del essenza oscura degli abissi marini, molti corallai, iniziarono a
pescare il Corallo nero, ma iniziarono ad essere influenzati negativamente dalla essenza oscura dei
coralli Neri, un corallo che veniva visto come paura e timore dalle stesse Janai, le "Ninfe del
Corallo" o "Fate del Corallo", che vivevano nelle profondità marine, nelle barriere coralline di
Ensiria...

le leggende narrano di una guerra che avvenne tra i Maghi corallai del "Corallo Nero", ovvero, la
Magia nera del isola dei Corallini e l'alleanza dei Maghi Corallai, dopo che i "Maghi Corallini"
fedeli al Corallo nero, vennero scacciati ed esclusi, dal "Concilio dei Maghi Corallini", l'alleanza
dei Maghi Corallini e "Corallai" di Ensiria e del Isola dei Corallini...

dopo la caduta dei "Sommi Corallai" e poi del "Re del Corallo Azzurro", il potere venne preso e
detenuto dal "Re del Corallo Nero", un monarca, tirannico e dispotico e dittatoriale, che impose la
sua dominazione su tutta l'isola dei Corallai...

il Re del Corallo Nero, prese il controllo e possesso mentale, di un mostro marino gigante, che in
tempi antichi e remoti, era stato rinchiuso e confinato in una caverna sottomarina, nel nord del Isola
di Cerdeira, ovvero, "l'Iskultai", chiamato da tutti "Drago di mare" o "Drago Marino", che il re del
Corallo nero, ne ottenne il controllo e possesso mentale, tramite i poteri oscuri e malefici del
Corallo nero...

-

la Guerra Medaurica

per molto tempo, l'Isola dei Corallini, era un territorio governativo della Repubblica Medaunica,
esso, faceva parte a livello istituzionale e governativo, della "Repubblica Medaunica"...

ma l'Isola dei Corallini, era un territorio marginale e di periferia della Repubblica Medaunica, per
via della grande distanza e del lungo tempo di navigazione, che ci voleva per raggiungere la
Repubblica Medaunica...
l'Isola di Cerdiria, aveva proclamato l'indipendenza e la secessione dalla Medaunia e dalla
"Repubblica Medaunica", proclamandosi come uno stato indipendente e diventando il "Regno di
Cerdiria" o "Regno dei Corallini", con il potere retto e detenuto dai "Re del Corallo" o "Re
Corallini", dei Re-Maghi, custodi e detentori della magia dei coralli marini e della barriera corallina
attorno al isola di Cerdiria...

ma secoli dopo, dopo una rivolta popolare e delle proteste popolari, la Monarchia dei corallini ne
Regno di Cerdiria giunse al termine e venne instaurata la "Repubblica Isolana di Cerdiria", detta
anche "Repubblica dei Corallini", con un governo Repubblicano, ma con una forte influenza
politica, sociale ed economia dei "Maghi del Corallo" o "Maghi Corallini" del isola di Cerdiria...

ben presto, al interno della Società di Cerdiria, si erano create famiglie e "Clan" e fazioni, anche
avversarie e rivali di Corallini e di "Maghi del Corallo", che si contendevano le magie del Corallo
magico, ma anche rivalità e tensioni tra famiglie di mercanti di corallo, che si facevano gara e
concorrenza a controllare il mercato e commercio del Corallo di Cerdiria...

ma dopo una rivolta popolare, l'Isola dei corallini, aveva ottenuto l'indipendenza e la secessione
dalla Repubblica Medaunica, diventando uno stato indipendente, la cui economia e basata sulla
Pesca, Agricoltura, pastorizia e sopratutto sul commercio e pesca del Corallo Marino...

ma l'Isola dei Corallini, iniziò a diventare ricca e potente, tramite il commercio e la pesca del
Corallo, cosa che rese l'isola dei Corallini, da isola povera, marginale e arretrata, a un isola ricca e
potente, dotata di una propria economia, ben presto, l'Isola dei Corallini, iniziò a fare rivalità e
concorrenza, economica e nel commercio del Corallo, con la repubblica Medaunica...

per questo, il governo repubblicano Medaunico, iniziò a guardare con ostilità e diffidenza al Isola
dei Corallini, poichè stava diventando un rivale e concorrente scomodo della Repubblica
Medaunica e dei suoi commerci di corallo...

Nella repubblica di Girandia e nella Repubblica di Meressia, come nella "Repubblica Medaunica",
che alcuni chiamavano "Repubblica Medaurica", tre repubbliche costiere della Penisola, si erano
largamente diffusi i "Maghi del Corallo" o "Maghi Corallini", dei Maghi e Alchemisti, che
traevano e ottenevano i loro poteri magici e sovrannaturali, dal corallo magico che veniva pescato
nelle zone di mare attorno al "Isola dei Corallini"...

le storie e voci sui Coralli magici di Ensiria e sulle magie del Corallo delle barriere coralline attorno
a quel isola, attirarono le attenzioni di Maghi e Alchimisti, da ogni zona e angolo d'Europa, che
volevano mettere le mani sui coralli magici del Isola dei Corallini e impossessarsi delle magie del
corallo, per i propri scopi e interessi personali, ma sopratutto, per conquistare e dominare il
mondo...

numerosi Maghi e Alchimisti da ogni zona e angolo d'Europa, che erano venuti a sapere del Corallo
Magico e dei suoi poteri magici e portentosi, partirono in direzione e ricerca del Isola dei Corallini e
del Corallo magico...

così, Maghi e Alchimisti, anche Maghi di Corte e Alchimisti di Corte, provenienti dalle Corti
Europee o dai centri Magici e Alchemici di Praga, Parigi, Salamanca, Granada, Torino, Firenze e
Napoli, giunsero nella Medauria, partendo poi per le zone di mare attorno al Isola di Cerdiria, per
studiare e analizzare il Corallo magico...

a Praga, il Re degli Asburgo, era attratto e affascinato dal Corallo Magico e fece incaricare, un
gruppo di Alchimisti di Praga, al epoca, la capitale della Magia e del Alchimia in Europa, di partire
in direzione del Isola di Corallini, con l'idea di portare a Praga, del corallo magico...

Praga era al epoca, la capitale Europea del Alchimia, il maggiore centro europeo del Alchimia e
degli alchimisti, la sede delle più grandi, ricche e importanti scuole di Magia e alchimia del
continente Europeo...
Praga era divenuta letteralmente una città di Maghi e di Alchimisti, di ogni specie e tipo, con
congreghe e organizzazioni di maghi e alchimisti, di ogni specie e tipo, Praga era anche sede di
scuole di Alchimia Ebraica, la maggiore capitale europea del Alchimismo Ebraico o "Cabbalismo" o
"Alchimia Cabbalistica", dopo che sotto la protezione e benevolezza del Monarca Asburgico, molti
alchimisti ebrei, avevano trovato riparo e rifugio a Praga, anche l'Alchimista Ebrei Jehuda Rabbi,
lo stesso che creò il leggendario "Golem"...

ma molti alchimisti e Maghi di Praga, erano interessati al corallo magico del Isola dei Corallini,
così, un gruppo di alchimisti di Praga, detta la "Congrega Alchemica della Torre d'Ambra", tramite
un accordo con il monarca Asburgico, partirono da Praga, in direzione del isola dei Corallini, per
imposessarsi del corallo magico del isola dei Corallini...

ma anche i maghi e alchimisti di Ducati, Granducati e Repubbliche della Penisola, volevano
impadronirsi e imposessarsi del Corallo Magico, per i loro affari loschi, per ottenere facilmente il
potere...

un organizzazione di alchimisti di Firenze, ovvero, la "Congrega Alchemica Medicea", fondata
durante la Toscana del XV°secolo, ma ancora attiva nel Granducato di Toscana del XVIII°secolo,
condusse una spedizione nel isola dei Corallini, nel tentativo di impadronirsi e imposessarsi dei
Coralli magici e delle magie del corallo, per sfruttarli per i loro affari e interessi personali, ma
sopratutto per scopi di potere...

al epoca, la "Repubblica Medicea" o "Granducato Mediceo", era uno degli stati più ricchi e
potenti della Penisola, uno stato e nazione, sede di grandi scuole e istituti di Magia e di Alchimia,
anche la "Repubblica Medicea", ambiva a controllare il corallo magico del Isola dei Corallini...

ma la spedizione degli Alchimisti Medicei, giunta nel Isola dei Corallini, venne sconfitta e respinta
dal Traigolzu, con l'aiuto delle Janai e del esercito locale del Isola dei Corallini...

gli alchimisti Medicei riuscirono a catturare un Nagus dalle profondità marine del mare di mezzo e
progettarono nel loro losco e malefico piano, di creare una covata di Nagus, di far proliferare un
orda di Nagus e poi ritorcere l'orda dei “Cuccioli” e “piccoli” di Nagus affamati, ma affamati di
Carne umana e sangue umano, prima contro dei villaggi e centri abitati delle repubbliche marinare
rivali e nemiche, per far crescere i cuccioli di Nagus, controllati mentalmente dagli Alchimisti e poi,
di ritorcere l'orda dei “Cuccioli” di Nagus, contro la città del corallo, in modo da sterminare e
annientare le Janai...

ma quel infausto e diabolico piano, venne sventato dal Traigolzu, con l'aiuto di un gruppo di
Alchimisti buoni, alleati del Regno del Isola dei corallini...

ma nella Repubblica Medaurica, (una versione fantasy della Repubblica di Genova del XVII° e
XVIII°Secolo), per via dei forti e numerosi commerci tra l'Isola dei Corallini e la Repubblica
Medaurica, si erano diffusi numerosi "Maghi del Corallo" e "Maghi Corallini" anche tra i
Medaurici e nella Repubblica Medaurica, poichè i pescatori di Corallo e gli artigiani corallini, erano
largamente diffusi anche nelle coste e villaggi costieri della "Medauria", che ben presto, i pescatori
di corallo della Medauria e i maghi corallini Medaurici, erano divenuti rivali e concorrenti dei
Maghi corallini e dei "Corallai" di Ensiria e del Isola dei Corallini...
anche la "Congrega dei Maghi Corallini Medaurici", con sede nella Medauria, tentarono di
invadere e conquistare l'isola dei Corallini, sia nel tentativo di imposessarsi del Corallo magico e
delle magie del corallo del isola dei Corallini, sia nel tentativo di spazzare via la concorrenza dei
pescatori di corallo e corallini del Isola dei Corallini, che facevano da rivalità e concorrenza ai
pescatori di corallo e ai Corallai della Medauria, che si contendeva e spartiva con l'isola dei
Corallini, il mercato e commercio della pesca e lavorazione del corallo...

ma i Maghi Corallini Medaurici, erano in grado di generare con le loro magie, sia delle Armature
magiche di corallo, che ricoprivano o in parte o interamente il loro corpo, ovvero, le "Armature
Coralline", oppure, evocare dei mostri giganti antropomorfi o zoomorfi, fatti interamente di
Corallo, ovvero, i "Corallomorfi" o "Corallodonti", che tentarono di attaccare prima la città
sottomarina di corallo delle Janai e poi, di attaccare Ensiria e l'isola dei Corallini, ma venendo
combattuti e contrastati dal Traigolzu...

La guerra dei Titani di Corallo

i Maghi corallai Mendairici, erano divenuti nemici e rivali dei Maghi Corallai del isola dei
Corallini, poiché la “Scuola magica” del Isola dei Corallini, era divenuta nemica e rivale della
scuola magica di Mendaria, la capitale della Repubblica Mendarica, che era anche una ricca e
importante repubblica Marinara...

i maghi Mendarici, erano guidati da un importante e potente Re-Mago, ovvero, il Re Gaviano di
MezzoMonte, un re crudele, perfido e senza scrupoli, abile nel evocare i “Titani di Corallo”, dei
mostri marini, fatti interamente di corallo, evocati e generati da rituali magici militari, creati da
Gaviano di Mezzomonte, tramite le barriere coralline della “Riviera Mendairica”,

Gaviano di Mezzomonte e un alleato del governo Repubblicano Mendairico, con i funzionari e
“Decani” del Parlamento Mendairico, che sono divenuti amici e alleati di Gaviano di MezzoMonte,
poiché, le autorità militari e repubblicane di Mendairia, cercano di sfruttare la Magia Corallina e i
Titani del Corallo per scopi bellici e militari, per rendere ricca, potente ed egemonica la
“Repubblica Mendairica”...

per questo, la Repubblica dei Corallai, proclamò l'indipendenza e la secessione dalla “Repubblica
Medaunica”, diventando uno stato isolano indipendente e poi, mettendosi sotto la protezione
militare della “Repubblica Arsacica”, una Repubblica rivale e avversaria della “Repubblica
Mendairica”...

ma per questo, la Repubblica Mendairica, progettò una invasione militare su vasta scala del Isola
dei Corallini, sia per conquistarne l'isola, rivendicata come “Territorio Mendairico” dalla
Repubblica Mendairica e sia per sbaragliare la concorrenza dei corallai del isola dei corallini, sia
per ottenere il controllo e monopolio del mercato locale del Corallo...

i Maghi Corallini di Mendairia, progettavano di invadere e conquistare l'isola dei Corallini, usando i
Titani di corallo, anche come mezzo per combattere il Traigolzu e il Forco (detto anche Re Forco)...

ma i Maghi Corallini di Mendairia, giunsero ad evocare un esercito di creature mostruose
antropomorfe, delle specie di “Tritoni corallini” o ibridi Umano-Tritone fatti di Corallo, ovvero, i
“Corallomorfi”, impiegati come soldati acquatici o guerrieri acquatici, sia dalla Repubblia
Medaunica, che dai Maghi corallini Medaunici...

la flotta militare Medaunica, radunata e ancorata, nel porto di Medaunia, salpa da quest'ultima, con
forze militari medauniche e battaglioni mercenari imbarcati a bordo delle navi, navigando fino al
isola dei Corallini, preparando a sferrare un invasione armata su larga scala del Isola dei Corallini,
anche a scatenare una “Guerra magica” o “Guerra dei Maghi”, tra i Corallai del isola dei Corallini e
i Corallai della Riviera Medaunica o Medaunia...
la flotta militare Medaunica e affiancata sia dai Titani di Corallo, che dai “Corallomorfi”, che dai
Maghi-guerrieri della “Gilda dei Maghi Corallini” di Medaunia...

la Città del Corallo, abitata dalle “Janai”, viene attaccata sia dai Titani di Corallo, che da un esercito
di Corallomorfi...
la città di Corallo, viene salvata dal intervento congiunto del Traigolzu, che del Re Forco...

la Guerra dei Corallai

la "Guerra dei Corallai", ebbe inizio nel 1741-1743, una guerra che contrappose un alleanza di
Impero Ottomano e Regno di Tunisia, retto dal "Bey" di Tunisi, contro la Repubblica Genovese e
alcuni stati della Penisola italiana...

la guerra, ebbe inizio per il controllo dei banchi e giacimenti di corallo, per controllare le barriere
coralline del Mar Meditteraneo, una guerra fomentata dalla rivalità tra i pescatori di Corallo
Europei, ovvero, Italiani e Spagnoli e Catalani e i Pescatori di corallo Arabi e Maghrebini del
NordAfrica, per il controllo e dominio dei bianchi e giacimenti di Corallo del Mar Meditteraneo...

la guerra ebbe inizio, quando la "Repubblica di Tabarka", una repubblica isolana, in un isola al
largo delle coste Tunisine, abitata da coloni liguri e italiani, perlopiù, pescatori di Corallo, venne
invasa e conquistata dal Esercito Ottomano-Tunisino, prendendo il controllo del Isola di Tabarka e
dei banchi di corallo, attorno al isola...
l'Isola era fortificata, ma venne conquistata dal esercito Ottomano-Tunisino, con l'aiuto e appoggio
di alcuni Djinn, creature magiche e mistiche delle Terre arabe, evocati da Alchimisti Ottomani ed
Egiziani, invasero e conquistarono l'isola di Tabarka, con l'aiuto di un aquila gigante antropomorfa
delle Terre arabe, ma catturata dagli Ottomani, ovvero, il "Rokh" o "Roc" o "Rok", che lanciandosi
dal cielo, riuscì a distruggere e devastare da solo, una flotta da guerra mandata dalla "Repubblica
Ascalea", una Repubblica ricca e potente della penisola italiana, mandata in aiuto e soccorso della
"Repubblica Tabarchina", ma annientata dalla potenza distruttiva del "Rok"...

il Bey di Tunisi, che aveva il suo palazzo imperiale a Tunisi, la capitale della Tunisia, teneva
rinchiuso e custodito nelle rovine del antica Cartagine, in una cripta sotteranea, il corpo della regina
Arsacis, la Regina di Cartagine, cripta che si trovava nel antico Tempio di Salammbo,

fu in quella guerra, che l'Impero Ottomano, alleato con il Regno Tunisino, tentò di sferrare un
invasione armata del Isola di Cerdiria, con una grande flotta, nel tentativo di invadere e conquistare
l'isola di Cerderia, con il Generale-Sultano ottomano Hamir Adabey, che tentò di guidare e aizzare il
Rok, contro il Traigolzu...

la città del corallo, abitata dalle Janai, venne attaccata da un esercito di Djinni guerrieri, che tramite
un incantesimo, avevano ottenuto la capacità di respirare sott'acqua, che tentò di distruggere la città
di Corallo delle Janai, ma quel esercito di Djinn, venne sconfitto e respinto dal Traigolzu...

il Traigolzu, si ritrovò sia a dover combattere contro il Rokh, aiutato dal Re Forco e sia a dover
respingere l'invasione del isola dei Corallini, da parte sia del esercito Ottomano, che del esercito dei
Djinni guerrieri, alleati degli Ottomani...

a fatica, con l'aiuto del re Forco, il Traigolzu, riuscì a sconfiggere e respingere il Rokh e a
respingere l'invasione del isola dei Corallini, da parte di Djinn e soldati ottomani, anche dopo
l'intervento di soccorso militare, da parte del Esercito della Repubblica Medaunica, che aiutato dal
Traigolzu e dal Re Forco, erano sbarcati nel isola dei Corallini, aiutando l'esercito locale di Ensiria,
a respingere i soldati Djinn e i soldati ottomani...

la Guerra dei Cobra

nella prima metà del XIX°secolo, attorno al 1801-1810, l'Impero PanContinentale di Jersen-Adhara,
detto "Impero del Re Serpente", (che ricalca l'Impero Coloniale Britannico e il Commonwealth
Britannico ma molto Indianizzato), sferra una poderosa invasione armata su larga scala della
penisola italiana, allo scopo di renderla una colonia e possedimento imperiale Jersen-Adharico,
dopo che il Re-Serpente, voleva invadere la penisola italiana e le Repubbliche italiane, allo scopo di
donare a uno dei suoi numerosi figli, il Principe Rahun, la penisola italiana, perchè il Principe
Rahun potesse farne il suo regno personale e stabilirci la sua casata...

l'Impero Jersen-Adhara e una specie di Impero Anglo-Indiano, una specie di Fusione e sincretismo
culturale tra cultura inglese-Anglosassone e cultura Indiana\Hindi...
una specie di Commonwealth Anglo-Indiano o Impero Coloniale anglo-Indiano, co-gestito tra India
e Inghilterra, dove la cultura dominante e la cultura Anglo-Indiana, la cultura mezza inglese-
britannica e mezza Indiana, dove le maggiori lingue sono l'Inglese e l'Hindi, di base comprende
tutto l'Impero coloniale britannico del XIX°secolo, ma e un impero Co-gestito e co-guidato tra
Inghilterra e India, tra la Corona Inglese e la Corona indiana, poichè, in questa ucronia, c'e una
monarchia assoluta simil-Europea in India, ma l'impero Jersen-Adharico, nelle usanze e costumi,
ricalca l'Inghilterra del Epoca "Regency" (1810-1820), fusa e mescolata con elementi asiatici e
orientali, sopratutto Indiani e del Asia Meridionale e anche il British Raj o India Coloniale
Britannica del XIX°secolo...

ma l'impero Jersen-Adhara e un impero gerarchico e classista, un impero dove la società e
fortemente stratificata, una società suddivisa in tante caste, una società a Caste, in un sistema
sociale, che ricalca una fusione di Antica India ed Europa Pre-Rivoluzionaria del XVIII°secolo...

la Penisola italiana, subì un invasione armata su vasta scala, da parte del Impero Adharico, che
ambiva a rendere le Repubbliche e stati Repubblicani della penisola italiana, delle colonie e
possedimenti coloniali del Impero Adharico, poichè, le autorità imperiali Adhariche, vedevano nella
penisola italiana, una posizione strategica nel Mar Meditteraneo, per tener testa alle potenze
nemiche e rivali del Impero Jersen-Adharico, sia come guerra, voluta dai nobili e aristocratici
Adharici, per donare ai loro figli, il Trono e guida monarchica locale dei regni che i nobili Adharici,
vogliono stabilire nella penisola italiana...

la Repubblica Ascalea, subisce una grossa e poderosa invasione armata su vasta scala, da parte delle
truppe imperiali Jersen-Adhariche, che hanno un esercito più grosso, potente e poderoso di quello
della Repubblica Ascalica...
poi, l'Impero Jersen-Adhara ha un grosso esercito di creature magiche e leggendarie sia dal India,
che dal Inghilterra, sopratutto Krishni, umani dalla pelle blu, dotati di poteri magici e
sovrannaturali, discendenti del Dio induista Krishna, dei Ganeshi, Elefanti antropomorfi da guerra (
i guerrieri Elefante), degli Uomini-Cobra antropomorfi da combattimento (i guerrieri Cobra),
Uomini-Tigre antropomorfi da combattimento (i Guerrieri Tigre), come anche eserciti di Naga,
uomini-serpente del folklore indiano e dei Garuda, uomini-Aquila della mitologia Indiana...

con la Marina militare imperiale Jersen-Adhara, che dispone di un Pesce Gigante, ovvero, il
"Manu", simile a un ibrido mezzo Squalo e Mezzo Balena, gigantesco e mastodontico e un Cobra
gigante acquatico, che vive nelle profondità marine, il "Kunda", considerato il Dio-Re supremo dei
"Naga", gli uomini-serpente indiani...

la Repubblica Ascalea, venne facilmente invasa, conquistata e soggiogata dal Impero Jersenico-
Adharico, che ridusse la Ascalea a una colonia e possedimento coloniale Adharico...

ma il Principe Rahun, ambiva a conquistare e soggiogare l'isola di Cerdeira, ovvero, l'Isola dei
Corallini, allo scopo di far diventare quel isola, un centro d'estrazione indiscriminata del corallo,
allo scopo di ipersfruttare il Corallo del isola, cedendolo a ricche e potenti compagnie privati del
Impero Jersen-Adhara, in modo che potessero iper-sfruttare in maniera indiscriminata, i giacimenti
di corallo del Isola dei corallai, rischiando di distruggere e devastare la grande barriera corallina,
rischiando di devastare anche le Janai, di privarle della loro "casa"...

ma la Repubblica Medaunica, alleata del "Regno dei Corallini", nel Isola di Cerdeira, schierò truppe
e forze militari e navi da guerra nel isola dei Corallini, per aiutare l'esercito del Isola di Cerdeira a
combattere le orde di Naga guerrieri, Garuda Guerrieri e Ganeshi guerrieri, mandati dalle truppe
imperiali Jersen-Adhara ad assaltare l'isola dei Corallini, ma quei guerrieri Anglo-indiani, vennero
sconfitti e respinti dal Traigolzu, che si ritrovò anche a combattere contro Cobra giganti marini e
contro Naga giganti acquatici...

la città del Corallo, venne attaccata da un esercito di Naga-Shitra, degli Uomini-Cobra, dei Cobra
antropomorfi, umani con la testa di Cobra e il corpo fatto di scaglie di rettile invece che di pelle
umana, in grado di nuotare e di respirare sott'acqua, che tentarono di distruggere e devastare, la città
del Corallo e di sterminare le Janai, ma la città del corallo e le Janai, vennero salvati e protetti dal
Traigolzu, che aiutato dal Re Forco, riuscì a sconfiggere e respingere l'attacco dei Naga-Shitra,
contro le Janai e la città del Corallo...

il Traigolzu, per salvare l'Isola dei Corallini dal invasione dal invasione da parte del esercito
imperiale di Jersen-Adhara, dovette scontrarsi contro il Kunda, un cobra gigante marino, originario
del Oceano Indiano, una creatura marina gigante, che vive al largo delle coste indiane e che i popoli
nativi del India meridionale, veneravano come il "Re Naga" o "Re Serpente" o "Re Cobra del
Grande Oceano", ed era venerato come un Dio, sia dagli umani del india meridionale e sia dai
popoli, clan e tribù dei Naga, che vivevano nelle profondità marine del Oceano Indiano...

-

La lotta contro Tairia

dopo che l'impero Jersen-Adhara venne respinto nel tentativo di invasione del Isola dei Corallini,
nelle profondità marine e oceaniche, tra i popoli e le creature magiche delle profondità marine dei
mari e oceani della terra, laggiù dove quelle entità vivevano nascoste e lontane dagli occhi e dagli
sguardi del genere umano, si diffusero le voci riguardanti il Traigolzu, il leggendario Tauro marino
o “Tauro di Mare”, che aveva sconfitto, respinto e sbaragliato molti mostri marini e molti “Titani
del Mare”, ovvero, un insieme eterogeneo, di leggendarie creature marine giganti, che avevano
minacciato l'isola di corallini, ben presto, quelle voci, giunsero fino alle profondità del Oceano
Pacifico, dove viveva una razza di Meduse giganti antropomorfe e di meduse antropomorfe, ovvero,
i Tianbai, che vivevano nelle zone di mare più profonde e abissali del Oceano Pacifico, il cui potere
e retto da una Regina suprema, una Medusa gigante antropomorfa, simile a una “Caravella
Portoghese” antropomorfa, che venne a sapere delle voci riguardanti al traigolzu, prima di allora,
Tairia, si considerava la creatura marina più forte e potente di tutti i mari e gli oceani del mondo, ma
quando venne a sapere, che c'era un titano del mare più forte e potente di lei, ovvero, il Traigolzu,
Tairia, decise di sfidare il Traigolzu, per dimostrare al suo popolo e a tutte le creature del Male, che
Tairia e la creatura marina più forte e potente di tutti i mari e gli oceani della Terra...
il Tairia, non voleva accettare che ci fosse qualcosa di più forte e potente di lei, non riusciva a
riconoscere il fatto che ci fosse qualcosa di migliore di lei, qualcosa di più grande, forte o superiore
di lei, Tairia si autoconsidera da sempre la creatura più forte e potente di tutto l'Oceano, non
riusciva a tollerare che qualcosa lo stava detronizzando dal suo trono o che qualcosa gli stava
portando via lo scettro, Tairia era talmente schiava della sua arroganza, superbia e presunzione, che
si era autoconvinta che nulla avrebbe mai potuto sconfiggere o sfidare l'egemonia dei Tairia, ma il
Traigolzu, stava facendo vacillare quelle convinzioni fasulle e ingannevoli...

per questo, il Tairia, partì dal oceano Pacifico, accompagnato da un esercito di Tianbai da battaglia e
da combattimento, nel tentativo di difendere, proteggere e preservare il suo primato ed egemonia...

il Tairia, piuttosto che accettare o riconoscere di essere solo una creatura marina tra le tante creature
marine forti e potenti e non la sola e unica creatura marina più forte e potente, era pronto ad
abbandonarsi alla violenza, a uccidere forme di vita innocenti, anche a causare stragi e massacri se
strettamente necessario, il Tairia avrebbe fatto di tutto pur di difendere il suo primato e la sua
egemonia...

il Tairia, condusse un lungo viaggio, attraverso i mari e gli oceani, fino a raggiungere il “Mare di
Mezzo” e l'isola dei Corallini, dove il Tairia, cercò di sfidare il Traigolzu...

la città del corallo, venne attaccata da un esercito di Tianbai guerrieri, che tentarono di distruggere
la città del corallo e di sterminare le Janai, ma l'esercito dei Tianbai guerrieri, venne sconfitto e
respinto dal Traigolzu...

Il Traigolzu, si scontra contro Tairia, una Medusa gigante antropomorfa, una creatura che vive nelle
profondità marine, originaria del Oceano Pacifico e giunto nel Mar Meditteraneo, per sfidare il
Traigolzu...

-

Secondo Ciclo o Ciclo del Oceano

Esistono molte e numerose versioni spazio-temporali del Traigolzu, delle versioni “Ucroniche” del
Traigolzu, tante “versioni” diverse e differenti del Traigolzu, ognuno dalla propria “Timeline” o
“Linea temporale, ogni traigolzu che viene dal proprio Binario spazio-temporale o un Traigolzu che
ha subito una variazione o un alterazione spazio-temporale, venendo trascinato in un altro mondo,
in un altro universo o in un altra dimensione, per varie cause o fattori, oppure, un Traigolzu
“Alternativo” che è stato sconfitto o sbaragliato dai suoi nemici e avversari...

l'Errante delle Dimensioni Oceaniche

esiliato dalla Terra dalla regina di Cartagine, il Traigolzu, era divenuto un errante dei mondi,
dimensioni e universi, con il Traigolzu, che si ritrovò a vagare e viaggiare tra i vari mondi,
dimensioni, universi e multiversi, con il Traigolzu, che ogni volta, cercava di tornare a casa o di fare
ritorno nel suo mondo, nella Terra, per difendere le sue Janai e la Grande Barriera corallina di
Cerdeira...

il Traigolzu, vagano tra i mari e oceani di altri mondi, dimensioni e universi, scoprì forme di vita
marine e acquatiche di ogni specie e tipo, scoprì popoli e razze e specie sia Magiche, che non, dalle
Sirene, ai Tritoni, fino agli Alieni marini o alieni acquatici, viaggiando sia in mondi dove la magia
regnava sovrana e incontrastata, altri, dove la Magia non esisteva nemmeno e altri mondi ancora,
dove al contrario, regnavano incontrastati la scienza e la tecnologia, retti da iper-evolute e iper-
avanzate civiltà aliene marine-acquatiche...

nel frattempo, una civiltà aliena acquatica extra-dimensionale e pandimensionale, ovvero, i
Xuaragi, stanno creando un impero Marino-oceanico, Pan-dimensionale e inter-dimensionale,
cercando di invadere e conquistare il maggior numero di Oceanoversi possibili, ovvero, universi e
dimensioni fatti solo e unicamente di mare e oceano, simili a oceano sconfinati e illimitati...

gli Xuaragi, scoprono l'esistenza sia del pianeta Terra, che del nostro universo e dimensione e
cercado di dare il via al invasione sia della Terra, che del nostro universo, a partire dai mari e oceani
della Terra...

-

la regina di Cartagine, riuscì a far confinare il Traigolzu, in un altra dimensione, facendolo smarrire
nel Oceano cosmico dei multiversi e universi,

Traigolzu, divenne il re supremo di tutti i mostri marini e le creature marine, in un Oceanoverso,
chiamato "Titanium Oceanicus", un intero Oceanoverso, abitato e popolato da mostri marini e
creature marine di ogni specie e tipo, un "Oceanoverso" eterno e infinito nello spazio e nel tempo...

-

il Traigolzu, si ritrovò a viaggiare nel Multiverso, a vagare per il Multiverso, scoprendo che non
c'era un solo e unico Multiverso, ma tanti, numerosi ed eterogenei multiversi, il Traigolzu, esiliato e
scacciato dalla Terra dalla regina di Cartagine, si ritrovò a vagare e viaggiare tra mondi, universi e
dimensioni, materializzandosi sempre a partire dai Mari e oceani di quei mondi, universi e
dimensioni, in cui arrivava o raggiungeva...

il Traigolzu, scoprì l'esistenza di intere Dimensioni e universi, fatti solo e unicamente di mari e
oceani, dei veri e propri "Oceanoversi", delle "Dimensioni Oceaniche" o "Dimensioni Oceano",

il Traigolzu, entrò in contatto con i mostri marini e titani Marini delle varie Dimensioni oceaniche,
stabilendoci contatti e alleanze

il Traigolzu, giunse nel Oceanoverso di Teiridion
nel Oceanoverso di Teiridion, il Traigolzu, divenne il Re e signore supremo di tutti i mostri marini
del Oceanoverso di Teiridion, undendoli e unificandoli sotto il suo cospetto ed egemonia...

-

in questi Oceanoversi, c'erano varie civiltà aliene e imperi alieni, imperi e civiltà di alieni acquatici-
marini, che avevano creato civiltà talmente evolute e avanzate, che avevano ottenuto la capacità di
viaggiare e spostarsi nel multiverso e nei vari multiversi, scoprendo altri oceanoversi e altri
Universi marini-oceanici, dove scoprirono razze senzienti extraumane acquatiche-marine

quelle civiltà aliene acquatiche-marine, guardavano con ostilità e diffidenza al Traigolzu, vedendolo
come una minaccia e pericolo, come un entità troppo forte e potente, come un entità, che andava
fermata e contrastata a ogni costo, con ogni mezzo...

anche perchè, il Traigolzu, aveva unito e coalizzato le razze e specie senzienti marine extra-umane,
in un fronte unito, un fronte delle specie marine libere, contro l'imperialismo delle Civiltà aliene
Acquatiche-marine,

-

il Traigolzu, a capo di un esercito di mostri marini, riuscì a ritornare nella terra, ma scoprendo che
in sua assenza, la Terra era stata devastata e soggiogata dal Imperatrice di Cartagine e dal demone
Salammbo,

ma il Traigolzu, scoprì che quella Terra, non era la sua "Terra", ma una linea temporale alternativa,
una "Ucronia", una "Timeline" differente, dove la Regina di Cartagine, aveva sconfitto e sbaragliato
il Traigolzu e dove per via del assenza del Traigolzu, causata dal risucchio di quest'ultimo, nel
portale spazio-dimensionale evocato dalla regina di Cartagine, quest'ultima, era riuscita a
conquistare e soggiogare il mondo intero, a sottomettere tutta la Razza umana e a imporsi come
l'imperatrice suprema del mondo intero, usando il suo esercito di Guerrieri oscuri umani e di mostri
giganti oscuri, per tenere soggiogato e sotto controllo il mondo intero, lasciandosi una Terra
distrutta, devastata e in macerie, con tutta la popolazione umana, ridotta a una massa di schiavi, tutti
soggiogati al volere del imperatrice di Cartagine...

l'Esilio

La Civiltà Undghara, un impero acquatico alieno, un impero pan-Dimensionale e
multidimensionale, che progetta di invadere i mari e oceani degli altri mondi, dimensioni o
universi...

gli Undghara, erano divenuti una civiltà aliena ricca, potente ed evoluta, che si era espansa e
allargata e dilatata in molti mondi, dimensioni e universi, un impero alieno Pan-Oceanico e inter-
oceanico, che era nato, inizialmente, per unire e coalizzare le razze e popoli alieni marini e
acquatici, dei mari e oceani del Multiverso, sotto una sola e unica autorità, sotto un solo e unico
governo e guida, che doveva unire e coalizzare i popoli e razze marine aliene, sotto un grande
"Ecumene", sotto un governo ecumenico dei popoli e razze aliene...

ma corrotti dalla sete di potere, i funzionari Undghara, divennero malvagi e crudeli e resero
"l'Unione Undghara", un utopia di cosmopolitismo, pace e amore, nel "Impero Undghara", in un
impero militarista e guerrafondaio, in espansione perenne, con la scusa di unire i popoli marini e
acquatici, sotto una grande "Fratellanza cosmica oceanica"...

la civiltà Undghara, progetta di invadere e conquistare prima il nostro universo e poi il pianeta
Terra, per dominare e soggiogare i mari e gli oceani della Terra, per imporsi come la civiltà marina-
oceanica suprema, dominatrice sia del Oceanoverso originario degli Undghara, sia degli altri
“Oceanoversi”, che degli altri mondi e pianeti marini e oceanici...

-

gli Undghara, sferrarono un invasione su larga scala del Pianeta Terra, creando dei portali spazio-
dimensionali nelle profondità marine e oceaniche del Pianeta Terra, attaccando la Terra e la razza
umana, direttamente dalle profondità marine, con portali che collegavano il nostro universo a un
altro universo, un universo alieno conquistato e soggiogato dagli Undghara, ma vennero combattuti
e contrastati dal Traigolzu,

il Traigolzu, venne catturato dagli Undghara e trascinato su un altro pianeta, un pianeta-Oceano,
senza terre emerse, fatto solo di mari e oceani, un pianeta remoto e sperduto nel nostro universo, in
una galassia lontana e distante dalla Via Lattea...
il Traigolzu, si ritrovò esiliato e confinato nel pianeta Mendicor, un pianeta marino, dove venne
rinchiuso e confinato durante l'invasione Undghara del pianeta terra, dopo che gli Undghara,
crearono un portale Spazio-dimensionale, un portale che permetteva agli Undgara, di poter
viaggiare oltre la velocità della luce, il portale fece trascinare e teletrasportare il Traigolzu nel
pianeta Undghara...
poi, gli Undghara, dopo che il Traigolzu, venne trascinato nel pianeta Mendicor, chiusero al istante
il portale spazio-dimensionale, imprigionando e intrappolando il Traigolzu, in un pianeta distante
esaliardi ed esaliardi di anni luce dalla Terra, tenendo il Traigolzu lontano e distante dal pianeta
terra...

il Traigolzu, confinato nel Pianeta Mendicor, scoprì che quel pianeta, era retto e dominato dal
Impero ed egemonia, dei Kriomon, una civiltà di alieni acquatici mutaforma, che tengono oppresse
e soggiogate le razze e popoli alieni acquatici-marini del pianeta Mendicor...

il Traigolzu, aiutato dagli alieni marini nativi di quel pianeta, guidò una grande rivolta di massa, una
vera e propria “Guerra rivoluzionaria” dei popoli marini nativi di Mendicor, contro la tirranide ed
egemonia Kriomon...

i Kriomon, provarono a mandare contro il Traigolzu, delle “Borgon-Khua”, delle astronavi
senzienti, titaniche e mastodontiche, organismi giganteschi, delle specie di Granchi-Anemoni
giganti antropomorfi, sfruttati dai Kriomon, sia come fortezze mobili, che come astronavi marine,
ma molti Borgon-Khua, finiscono sconfitti e sbaragliati dal Traigolzu, che porta alla vittoria, i
popoli marini di Mendicor, sconfiggendo e sbaragliando i Kriomon, che si ritrovano costretti a
scappare e fuggire, dal pianeta Mendicor, andandosene altrove nel Universo...

per molti anni, il Traigolzu diventa il re supremo e supremo dominatore del pianeta Mendicor,
mettendo sotto la sua protezione, i popoli e razze marine aliene del pianeta Mendicor, ma il pianeta
Mendicor e raggiunto dalla civiltà aliena degli Xenoda, che alleandosi con il Traigolzu, crearono un
portale spazio-dimensionale, con le loro avanzate ed evolute tecnologie, permettendo al Traigolzu,
di lasciare il pianeta Mendicor e di ritornare nella Terra, al suo ritorno, il Traigolzu, trova però una
terra conquistata e soggiogata dal Impero PanOceanico Undghara, ma il Traigolzu, guida la
resistenza mondiale e le forze di opposizione terrestri alle forze Undghara nel pianeta Terra...

-

il Tairia, una Medusa gigante antropomorfa senziente, decide di allearsi con il Traigolzu e il Re
Forco e di aiutarli a combattere contro i Corallodonti e contro l'esercito Medaunico, a difesa del
Isola dei Corallini...

Note:

La società Medaunica e la società delle repubbliche e Granducati della penisola italiana, come
anche numerose società del continente Europeo, sono dominate da tecnologie "Clockpunk", da un
retrofuturismo, simil XVII°secolo e XVIII°secolo...
ma un Clockpunk, con elementi "Magitek", ovvero con fusione di Magia, Alchimia e Tecnologia
"Clockpunk" retrofuturistica, come la fusione di Alchimia e tecnologie belliche del 1600 o 1700, la
fusione del Alchimia e della Magia, con meccanismi meccanici o sistemi meccanici...

-

Molti e numerosi mostri marini, del universo del Traigolzu, ricalcano i mostri marini disegnati nei
"Portolani" o nelle Carte nautiche Europee del XVI°secolo e XVII°secolo, mappe nautiche piene di
mostri marini di ogni specie, genere e tipo...