You are on page 1of 6

F O C U S O N

SQUADRA AEREA 4.0
IL FUTURO è OGGI: REALIZZIAMOLO
Rivista
Aeronautica 34
Squadra Aerea 4.0

Il 27 ed il 28 febbraio scorsi, presso il 31° Stormo di
Ciampino, si è svolta la 1a riunione di tutti i Co-
mandanti del Comando Squadra Aerea denominata
“Facciamo Squadra”. L’evento ha coinvolto tutti i
Comandanti nell’avvio del Piano Squadra 4.0 che,
nell’ambito della Mission e della Vision dell’Aero-
nautica, si prefigge di affrontare, in maniera strut-
turata e comunque agile le nuove sfide imposte da
un contesto di difesa nazionale
e internazionale sempre più
complesso e mutevole.

di Fernando Giancotti*

I
l Comando della Squadra Aerea è d’arma creano un grande poten-
l’Alto Comando che costituisce la ziale in grado di realizzare un salto
componente operativa dell’Aero- di qualità che, pur con risorse limi-
nautica Militare. Insieme al Co- tate, porta il nostro prodotto nei cieli
mando Logistico, al Comando delle a livelli di eccellenza globale e pertanto
Scuole e allo Stato Maggiore Aeronau- più capace di fronteggiare le sfide.
tica per gli aspetti di policy e di coordi- Esso è indispensabile per promuovere
namento, produce il prodotto della quanto possibile la sicurezza del Paese
Forza Armata: la sicurezza e la Difesa ed è abilitante per la capacità delle
del Paese nei cieli. Un prodotto che altre Forze Armate di operare. Queste verso una forte leadership, ampia-
non si vede. Qualcuno ha detto: è come poche righe hanno l’ambizione di dare mente distribuita. Il valore che può na-
l’aria, ti accorgi di quanto vale quando un’idea di cosa la Squadra Aerea stia scere da questa integrazione e dalle
manca. Un prodotto importantissimo, il facendo in attuazione delle linee guida sue innumerevoli sinergie è impressio-
cui valore va compreso e difeso, per della Forza Armata, sintetizzate nella nante ed è quello che discrimina le or-
poter difendere i cittadini. Purtroppo, il Mission e Vision e nel logo “Aeronau- ganizzazioni burocratico-funzionali,
nostro nuovo secolo, tanto mutevole e tica 4.0” indicati dal capo di Stato Mag- retaggio della rivoluzione industriale,
incerto, ha creato nuove sorprendenti giore, per sviluppare una rapida da quelle agili, ad alte prestazioni, che il
minacce, intersecate, multiformi e im- evoluzione del nuovo potenziale opera- mondo globalizzato richiede. Ma que-
prevedibili. Queste minacce non sono tivo dell’Aeronautica Militare. Le capa- ste sono chiacchiere. E chiacchiere ri-
remote situazioni da pagina esteri dei cità promosse dalla Mission, l’identità mangono se non si struttura,
telegiornali: esse lambiscono i nostri proposta dalla Vision («un’Aeronautica organizza, governa e presidia una tra-
confini, entrano nelle nostre città, de- sempre più coesa e utile al Paese»), sformazione dei processi profonda,
stabilizzano il nostro mondo tanto in- possono essere sintetizzate in una for- che parta dalla leadership ma coin-
terconnesso quanto striato da tensioni tissima tensione a fare sistema. Oggi, volga cultura, struttura e prassi quoti-
difficili da comprendere appieno, ancor “fare sistema” per un’organizzazione diane. La sfida del Piano Squadra 4.0 è
più da risolvere. Ma se tensioni e mi- militare operativa significa mettere in questa. Per questo il Piano si collega
nacce crescono, cresce anche il poten- rete le menti e i cuori, valorizzando le esplicitamente agli indirizzi generali
ziale per comprendere e operare più persone e la loro partecipazione, met- della Forza Armata, declinandoli in tre
efficacemente per contrastarle. La ca- tere in rete i sistemi d’arma e la loro nuove, chiare direttive di governo del
pacità professionale, l’identità di Forza capacità di generare effetti e infine fon- piano, comunicazione interna e linee
Armata, la capacità dei nuovi sistemi dere insieme queste reticolarità attra- guida sull’azione di comando. Per que-

35 Rivista
Aeronautica
sto viene strutturato un sistema infor- sciplinate dalla direttiva di comunica-
matico di condivisione dei processi e zione. Per questo, in collaborazione Nelle pagg. di apertura, a sinistra, l’F-35 è
della conoscenza basato su Share- con il Comando delle Scuole, si è av- uno dei sistemi che, interconnessi, possono
Point, una piattaforma a cui tutto il per- viato un notevole investimento sulla moltiplicare l’efficacia delle forze in volo e a
sonale della Squadra Aerea ha qualità dell’azione di comando, che si terra, a parità di risorse. Da qui il pro-
accesso, così come tutti i Comandi, i allargherà con modalità OJT (On Job gramma TQG (Trasformazione Quinta Ge-
Reparti e gli Enti, con cui si gestiscono Training, ndr) ed e-learning a tutti i co- nerazione) per consentire all’intero
programmi, progetti, attività e collabo- mandi, enti e reparti della Squadra e a Comando Squadra Aerea di beneficiare
razioni trasversali attraverso specifici tutti i livelli gerarchici, con adeguata at- delle nuove capacità (foto Troupe Azzurra);
gruppi di progetto e, novità, maglie per- tenzione alle articolazioni intermedie e a destra, il gen. Giancotti durante la visita
manenti degli addetti ai lavori, opportu- distribuite: gruppi, sezioni, nuclei, squa- presso il 16° Stormo. Sopra,
l’alzabandiera a Ciampino in occasione
namente presidiate, che partono da dre, dove il prodotto viene material- della 1° riunione dei Comandanti del Co-
quella dei comandanti per includere mente realizzato e il benessere (o mando Squadra Aerea.
tutte le articolazioni che possono bene- malessere) del personale tanto influen- In alto, il logo ideato per l’iniziativa “Fac-
ficiare direttamente da scambi di espe- zato dalla qualità dell’azione di co- ciamo Squadra”, con l’invito a “Fare squa-
rienze, buone pratiche, mando. Per questo i sei programmi dra” rivolto a tutta l’Aeronautica Militare e il
standardizzazione: progressivamente strategici avviati per il Comando della richiamo a “fare”, “comunicare” ed “essere”
tutte. Per questo la leadership della Squadra sono stati strutturati in un Al- perché si comunica facendo purchè ogni
Squadra si incontra in modo struttu- bero dei Programmi, illustrato in que- azione risulti fondata su un solido e preciso
rato e con intensità senza precedenti, ste pagine, teso a generare coerenza modo di essere e di sentire: quello delle
con riunioni dei comandanti intermedi strategica tra tutte le attività del Co- Forze Armate sempre più coese e sempre
più utili al Paese, quello dell’Aeronautica
ogni settimana, una volta in VTC (Vi- mando. Infatti tutti i Comandi ed enti di- 4.0. Nella pag. a fianco, il gen. Giancotti con
deoTeleConferenza, ndr) e una volta in pendenti debbono generare il loro il personale della Task Force Air-Kuwait.
presenza, di tutti i comandanti dei albero dei progetti in coerenza con l’Al-
circa 75 enti per due giorni ogni tre bero dei Programmi dell’Alto Co-
mesi, in tutti i reparti con modalità di- mando, con grande libertà propositiva

Rivista
Aeronautica 30
ma con una necessaria, forte sinergia una “fortissima tensione a fare si- uno dei tantissimi piccoli passi che
di sistema. Per questo i sei programmi stema”. Si può fare e lo faremo. Ab- stiamo facendo per portare a sistema
sono affidati a gruppi di programma biamo sin qui brevemente accennato la prospettiva accennata. è l’e-mail con
presieduti da ufficiali generali respon- all’approccio del piano Squadra 4.0. Il cui ho condiviso con le 20.000 per-
sabili, tratti dai generali del Comando merito del Piano, ovvero i suoi pro- sone della Squadra Aerea queste idee,
della Squadra, assistiti da colonnelli re- grammi, sono il “core business” della il Piano e lo strumento approntato per
ferenti dei vari settori del Comando Squadra. Tre di questi sono di connota- supportare la nuova qualità e intensità
stesso e coadiuvati da rappresentanti zione operativa: attengono diretta- degli scambi interni. Un piccolo passo
dei comandi intermedi. Tutto ciò può mente alla funzione, assegnata per dell’effettivo lavoro per la trasforma-
essere utilizzato e supervisionato rigo- legge al Comando Squadra Aerea, di zione che può testimoniare forse più di
rosamente con un mouse e un’ade- Addestramento, Predisposizione, Ap- altre descrizioni concettuali.
guata connessione. prontamento e Comando e controllo Chi ha accesso ad Aeronet può fare
Per tutto ciò e altro su cui non mi di- (APAC) delle Forze Aeree. Tre riguar- una visita informativa di questo nuovo
lungo, per la necessità e la determina- dano il supporto all’APAC, altrettanto mondo. La Squadra Aerea dovrà pro-
zione di una trasformazione verso un cruciale, poiché senza il secondo non gressivamente e velocemente operare
modello organizzativo più agile ed effi- può realizzarsi la prima funzione. I pro- ogni giorno in esso, in modo assai più
cace nel mondo complesso e incerto grammi del Piano Squadra 4.0 sono interconnesso, condiviso e collabora-
che ci sfida, pensiamo di potercela ambiziosi, in pieno sviluppo, e hanno il tivo, per il grande valore aggiunto al-
fare. Cambiare non è facile. è una potenziale di trasformare la compo- l’operatività della Forza Armata che si
grande sfida. Ma la maturità, la compe- nente operativa dell’Aeronautica Mili- potrà realizzare. Bella sfida, che la rile-
tenza e la passione del personale, op- tare. Meritano un articolo a parte, vanza del nostro prodotto per il Paese
portunamente coinvolto, hanno magari sul prossimo numero della Rivi- ci impone di vincere. n
profondamente trasformato l’Aeronau- sta Aeronautica. Intanto, una prima, ve-
tica Militare in un’organizzazione ca- loce presentazione di che cosa si tratta © Riproduzione riservata
pace ed efficace. Si tratta di accelerare può essere vista nella “testimonianza *Generale di Squadra Aerea
la trasformazione e catalizzarla con dal campo” che integra questo articolo, Comandante della Squadra Aerea

37 Rivista
Aeronautica
A dimostrazione dell’importanza che la comunicazione interna riveste nell’ambito del Piano Squadra 4.0, in queste pagina è riproposto,
in forma pressoché integrale, il “terzo messaggio” che, via mail, è stato inviato alle 20.000, tra uomini e donne, che oggi operano alle di-
pendenze del Comando Squadra Aerea. Un piccolo passo che, però, ben illustra i contenuti e lo spirito della trasformazione in atto in
questo Alto Comando. Lasciamo ora la parola al gen. s.a. Fernando Giancotti.

TERZO MESSAGGIO AL PERSONALE DEL COMANDANTE DELLA SQUADRA AEREA

«S ono passati circa tre mesi
dall’ultima comunicazione ri-
volta a tutti voi, uomini e donne
del Comando Squadra Aerea. Oggi prose-
stesso settore d’impiego o d’interesse at-
traverso enti e comandi diversi. Il Governo
del Piano Squadra 4.0 intende gestire i sei
programmi del piano stesso, ma vuole
– Alimentazione dei Reparti Operativi, per
affrontare le criticità di personale, molto
sentite nei Reparti ed Enti del Comando;
oltre ad affrontare le criticità di alcuni Re-
guiamo il discorso avviato con i miei primi anche essere un modo nuovo per gover- parti, il progetto contribuirà alla definizione
messaggi al personale per andare nel con- nare la Squadra Aerea: più integrato, reti- di un piano complessivo, a guida SMA e
creto. Ci siamo lasciati con una domanda colare e denso di interazioni. Vediamo DIPMA (Direzione per l’Impiego del Perso-
in sospeso: “come possiamo assolvere la rapidamente i sei programmi. Il primo è il nale Militare, ndr), per gestire una evolu-
nostra missione e operare sempre al me- Programma “Trasformazione Quinta Ge- zione governata del personale A.M. al
glio in un contesto di sfide emergenti e ri- nerazione” (TQG). Tende a porre i sistemi 2024, quando dovremo essere molte mi-
sorse carenti?”. La risposta a questa d’arma molto avanzati di cui disponiamo in gliaia di meno di oggi.
domanda è stata avviata il 20 novembre un sistema più ampio che coinvolga tutti – Sostegno al personale, per assicurare
scorso, con la riunione iniziale per l’avvio gli altri sistemi collegabili, perché sia la un migliore supporto al personale fuori
del progetto Piano Squadra 4.0 (S 4.0), da Squadra intera a beneficiare delle nuove area e alle famiglie, a coloro che si ritro-
cui è partito un intenso lavoro di sviluppo. capacità. Il CAEW (Conformal Airborne vano in problematiche di servizio o perso-
Spiegherò brevemente cosa significa, per- Early Warning, ndr), l’F-35, ma anche molti nali in cui possono beneficiare di un po’ di
ché poi lo potrete vedere da soli, di per- altri sistemi, interconnessi, possono molti- aiuto e per cercare di far star meglio le
sona. Significa che l’A.M., in accordo con la plicare molte volte l’efficacia delle forze in persone che ne hanno bisogno.
nuova Missione e Visione esplicitata dal volo e a terra, a parità di risorse. Dob- Il quinto programma riguarda l’efficienza
Sig. Capo di SMA, con i sistemi molto avan- biamo partire immediatamente su questa linea, perché senza velivoli efficienti e con
zati che sono di recente entrati in servizio, strada, poiché siamo tra le prime aeronau- poche ore di volo disponibili la Squadra
con la crescita culturale e professionale tiche al mondo a confrontarci con una tale Aerea produce ben poco. Questo pro-
del personale, può e deve fare un ulteriore opportunità. Dobbiamo saperla cogliere, gramma è a guida Comando Logistico, ma
salto di qualità. Affinché ciò si concretizzi, perché possiamo farlo e perché farlo signi- implica un grande e diretto coinvolgimento
per la Squadra Aerea, abbiamo sviluppato fica dare un servizio migliore ai cittadini, del Comando Squadra Aerea, come pro-
un nuovo approccio basato su un sistema rendere il nostro Paese più rilevante e duttore di efficienza linea e come utilizza-
di governo del Piano Squadra 4.0 e sei contribuire alla sicurezza del nostro tore dei velivoli. Il sesto e ultimo
programmi, che coinvolgono tutti i co- mondo. Il secondo programma ha il nome programma si occupa delle risorse, al fine
mandi, i reparti e gli enti [...]. Tutto ciò dun- esotico di AtoSI (Air-to-Surface Integration) di trovare il modo di reperirne altre, per ot-
que, in un modo o nell’altro, riguarda tutti ed implica una maggiore integrazione del timizzarle e mitigare la cronica carenza
noi. Il sistema di governo prevede infatti sistema di sicurezza nazionale. Significa di- che ci affligge. Tutti questi programmi
una rete di comunicazione molto fitta, di venire importanti, molto importanti per i sono già partiti e disponibili sul portale
cui questi miei messaggi sono solo uno nostri colleghi delle altre Forze Armate, Sharepoint e, per ognuno di loro, sono
degli elementi. Fanno parte del Piano S 4.0 Corpi Armati e agenzie dello Stato. Il per- stati nominati degli Ufficiali Generali Re-
tre nuove direttive. La prima, sulla comuni- ché è che si deve lavorare bene insieme sponsabili, dei referenti CSA e dei rappre-
cazione interna, stabilisce i requisiti comu- affinché il dispositivo militare e di sicurezza sentanti dei Comandi Intermedi. Vi sono
nicativi minimi per ogni Comandante. del Paese sia efficace. Inoltre, la rilevanza lavori in corso… ma si è aperti a contributi
Dobbiamo scambiare di più: idee, valori, dell’A.M. e come questa viene impiegata e di chiunque ne volesse dare. Vi direte, ma
sentimenti, anche disagi. Con forte disci- finanziata dipende molto anche da questo. come faccio a capire meglio? Che contri-
plina ma anche con grande franchezza. Il Il terzo programma, “Addestramento 4.0”, buto posso dare anche io disponendo di
27 e 28 febbraio scorso abbiamo di- intende migliorare il processo di indirizzo queste poche e superficiali informazioni?
scusso tutto ciò nella prima riunione S 4.0 dell’addestramento e dell’approntamento Bene, è ora di parlare del nuovo portale
dei Comandanti della Squadra. Anche le delle Forze, rendendolo insieme più agile del Comando Squadra Aerea, realizzato su
riunioni Comandanti fanno parte della co- ed approfondito. Ciò è necessario per ge- piattaforma Sharepoint, che ci proietta in
municazione interna, insieme a molto nerare, in breve tempo ma in modo otti- quello che potremmo definire “Mondo S
altro. Un’altra direttiva descrive proprio il mizzato, nuove capacità, per fronteggiare 4.0”, ovvero un ambiente lavorativo condi-
sistema di governo, perché tutti possano le minacce che emergono spesso in modo viso. Siamo in una fase iniziale di questa
comprenderlo. Un’altra ancora, fondamen- improvviso. Il quarto programma è impor- grande innovazione, perciò potrete navi-
tale e da ben comprendere, stabilisce le tantissimo: il programma “Personale”. Si gare liberamente nelle parti pubbliche del
linee guida per l’azione di comando nel articola in tre diversi progetti: sito, per ora a titolo informativo, mentre
2018: le priorità da sviluppare, più detta- – Qualità dell’azione di comando, a tutti i li- quelle private sono accessibili solo al per-
gliate di Missione e Visione, che devono in- velli gerarchici. Questo è l’elemento che sonale autorizzato. Vi consiglio di esplo-
formare tutte le attività e i programmi del più di ogni altro incide sull’efficacia organiz- rare, sin da subito, l’area “Governo del
Comando. In pratica, cosa dobbiamo fare. zativa e sul benessere del personale; su di Piano”, per entrare nella pagina “Linee di
Vi sono poi altre novità, come le “maglie”, esso prevediamo un rilevante investimento indirizzo”. Qui troverete una presentazione
un sistema trasversale che mette in co- attraverso l’intero comando, con il sup- in Powerpoint e le direttive accennate...
municazione gli addetti ai lavori dello porto del Comando delle Scuole. Esplorate poi le pagine “Albero dei Pro-
grammi”, “Maglie” e “Formazione”; que- termedi, gli Enti e i Reparti. A breve sarà stemi e lasciare le persone disconnesse
st’ultima , in particolare, vuole essere un organizzato un “conclave” degli addetti ai semplicemente non ha senso. Ma voglio
contenitore di utili contributi formativi. lavori dei portali di tutti i Comandi, Enti e smettere qui per non inondarvi di parole.
Nelle successive aree “Condivisione cono- Reparti della Squadra per fare, tutti in- Leggete le direttive, navigate…e ne riparle-
scenze” e “Servizi” troverete rispettiva- sieme, formazione, standardizzazione e remo, man mano che faremo. Uscire dal
mente materiale da consultare e link ai realizzazione dei portali Sharepoint in consueto per un nuovo sistema, peraltro
servizi esistenti in Forza Armata. Leggete tempo reale. Ecco la porta di questo nuovo non ancora maturo, è una grossa sfida
per capire, navigate per scoprire e se c’è mondo: https://extranet.aeronautica.di- che può generare timore e scetticismo.
qualcosa che non va, segnalatelo nella pa- fesa.it/am/CSA. Siamo all’inizio di questa Possiamo vincerla se ci crediamo, con la
gina “Problematiche e Suggerimenti". Così avventura, ma sulla nostra piattaforma po- determinazione e con un po’ di pazienza.
come se avete una proposta sugli specifici tranno passare ed essere tracciate una Mi auguro di esser riuscito a trasmettere
temi in lavorazione o segnalare cose im- quantità di attività, connessioni, collabora- l’importanza e la novità di questo piano:
portanti che non abbiamo previsto, fatelo! zioni, scambi e conoscenza senza prece- l’Aeronautica Militare può divenire una
Il vostro contributo è necessario. Lo spirito denti nella storia organizzativa del delle aviazioni militari di riferimento nel
è lo stesso della “Palestra del Pensiero”, Comando. Del resto, non si può pensare mondo, nonostante le mille difficoltà che vi-
ma qui lo scopo è più specifico: contribuire alla Trasformazione in Quinta Generazione viamo e che vogliamo affrontare con rinno-
al Piano Squadra 4.0, ai suoi programmi, e continuare a operare ognuno nella pro- vato vigore. Realizziamo insieme questo
progetti e attività. Il nostro “sistema per pria scatola organizzativa, sapendo e ve- sogno. Noi tutti possiamo farne parte.
fare sistema” crescerà e diverrà progres- dendo quasi nulla di quanto accade nelle
sivamente operativo per tutti i Comandi In- altre realtà. Interconnettere velivoli e si- Gen. S.A. Fernando Giancotti»