You are on page 1of 1

GIOVEDÌ 6 DICEMBRE 2018 FOSSOMBRONE, CAGLI E URBANIA 25 ••

PRIMO CITTADINO Sopra, Giorgio Mochi e, di fianco, una


suggestiva visione del Castello Brancaleoni

PIOBBICO CASTELLO BRANCALEONI

«Per rinascere faremo


una vera Accademia»
– PIOBBICO – «Corsi per l’utilizzo delle pian-
NUOVE linee guida per lo svi- te spontanee in cucina, fitotera-
luppo turistico ed economico pia e piante tintorie, incontri,
del paese, partendo da una del- convegni, dibattiti e realizzare
le sue peculiarità, il Castello progetti su temi di carattere am-
Brancaleoni. Ad approvarle bientale, salutistico, etc. Han-
con tanto di delibera, l’ultima no già dato il loro consenso nu-
assise del Consiglio Comunale merose personalità del mondo
di Piobbico. «A seguito della accademico e scientifico».
adesione, assieme ad altri 8 co- Come verrà strutturata
muni, al progetto Strategia Na- l’Accademia?
zionale Aree interne, Area Pilota «All’interno del castello verran-
Regione Marche- Appennino Bas- no realizzate, in ambienti già
so Pesarese e Anconetano – spie- predisposti, cucine professiona-
ga il sindaco Giorgio Mochi – li complete di forniture ed alle-
il nostro comune ha identifica- stite aule didattiche (una di
to il Castello Brancaleoni come queste con di isole per dimo-
contenitore culturale, riparten- strazioni culinarie), sale conve-
do così dalla propria identità e gni e sale espositive (una volta
storia: “chi ha valore riparte completata questa sezione ver-
dalla sua cultura”». rà allestita una importante mo-
Nello specifico?
stra sul Manierismo con le ope-
«Da sempre Piobbico vanta re della Arcidiocesi di Urbino,
una ricca tradizione nell’utiliz- Urbania e Sant’Angelo in Va-
zo delle piante spontanee in cu- do). All’ingresso del castello la
cina, fitoterapia e piante tinto- segreteria con un “Food-fito-
rie. Questa tradizione è forte- book-shop”, cioè una esposizio-
mente legata alla figura del me- ne e vendita di testi, gadget,
dico naturalista Costanzo Feli- prodotti agroalimentari, pro-
ci, fine ricercatore vissuto nella dotti fitoterapici e prodotti
seconda metà del ‘500. Il pro- dell’artigianato locale».
getto prevede di istituire nel Ca- E Costanzo Felici?
stello Brancaleoni una Accade- «Nelle adiacenze del castello
mia legata a questa figura. Ol- verrà realizzato l’antico ortale
tre alla ricca corrispondenza di Costanzo Felici: piante com-
con lo studioso Ulisse Aldro- mestibili, officinali, tintorie e
vandi di Bologna, molti infatti aromatiche ed una sezione
sono i trattati e gli studi e gran- piante arboree con piante di
de importanza assume l’erba- frutti dimenticati. Stiamo defi-
rio del 1500, recentemente rin- nendo accordi per istituire
venuto ed attribuito proprio al all’interno del Castello la sede
Felici. L’Accademia ha visto il della Dante Alighieri, scuola di
coinvolgimento di enti ed isti- lingua e cultura italiana per stu-
tuzioni (Regione Marche, Uni- denti stranieri; corsi di forma-
versità degli studi di Urbino, zione in accordo con Universi-
scuola alberghiera, etc.)». tà degli studi di Urbino ed altre
Di cosa si occuperà l’Acca- iniziative».
demia? Amedeo Pisciolini
© RIPRODUZIONE RISERVATA