You are on page 1of 23

Legislazione Italiana del Vino

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Cosimo III De’Medici

Bettino Ricasoli

Camillo Benso Conte di Cavour

Associazione Italiana Sommelier Toscana


1963 : LEGGE N° 116 , D.P.R. N° 930

DISCIPLINA ORGANICA SUI VINI PREGIATI"

Classificazione dei vini di qualità in 2 categorie



Vino da Tavola

Vino di Qualità Prodotto in Regione Determinata
(Vino D.O.C. , Vino D.O.C.G.)

Associazione Italiana Sommelier Toscana


1987

Regolamenti UE n° 822 e n° 823

Associazione Italiana Sommelier Toscana


n° 822
"IL VINO E' IL PRODOTTO OTTENUTO
ESCLUSIVAMENTE DALLA FERMENTAZIONE
ALCOLICA TOTALE O PARZIALE DI UVE
FRESCHE PIGIATE O NON PIGIATE, O DI MOSTI
D'UVA"

Associazione Italiana Sommelier Toscana


n° 823
identifica i V.Q.P.R.D., detta le basi per
l'affermazione della qualità e stabilisce i
principali elementi dei disciplinari di
produzione.

Associazione Italiana Sommelier Toscana


1992 : Legge n° 164 del 10.2.92

"Nuova disciplina sulle


denominazioni d'origine"
(armonica con le norme UE)

Associazione Italiana Sommelier Toscana


La Legge N° 164 del 10.2.1992
(legge Goria)

in particolare stabilisce i contenuti


obbligatori dei disciplinari di produzione dei
vini I.G.T. , D.O.C. e D.O.C.G.

Associazione Italiana Sommelier Toscana


 NUOVA CLASSIFICAZIONE CON DISCIPLINARI DI
PRODUZIONE CHE STABILISCONO PARAMETRI
E CARATTERISTICHE PER IGT, DOC E DOCG:

la "PIRAMIDE QUALITATIVA"

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Associazione Italiana Sommelier Toscana
Associazione Italiana Sommelier Toscana
Contenuti obbligatori nel disciplinare (1)

a) LA DENOMINAZIONE DI ORIGINE;
(Doc almeno da 5 anni)
b) LA DELIMITAZIONE DEL TERRITORIO
DI PRODUZIONE DELLE UVE;
c) LA RESA MASSIMA DI UVA (E DI VINO)
PER ETTARO;
d) LE CONDIZIONI DI PRODUZIONE (E
TECNICHE DI COLTURA);

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Contenuti obbligatori nel disciplinare (2)

e) LE CARATTERISTICHE FISICO-CHIMICHE ED
ORGANOLETTICHE DEL VINO;
f) IL TITOLO ALCOLOMETRICO MINIMO AL
CONSUMO
g) MODALITA' DELL'ESAME CHIMICO ED
ORGANOLETTICO;
h) EVENTUALE PERIODO DI INVECCHIAMENTO IN
BOTTE ED AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA:

Associazione Italiana Sommelier Toscana


“CLASSICO”, “RISERVA” e “SUPERIORE”

CLASSICO – menzione riservata a vini non spumanti


prodotti nella zona di origine più antica
 RISERVA – menzione riservata a vini non spumanti
sottoposti a maggior invecchiamento (in genere non meno
di due anni)
 SUPERIORE – menzione prevista da alcuni disciplinari
per vini con titolo alcolometrico di almeno 1% superiore a
quello del vino base
NOVELLO – menzione riservata a vino ottenuto da
macerazione carbonica (almeno 30%) immesso al consumo dal 6
novembre dell’anno della vendemmia

Associazione Italiana Sommelier Toscana


 Come ci vedono all'estero...

● http://terroir.winelibrary.com/2007/01/30/the-italian-wine-label-or-what-the-hell-is-this/

Associazione Italiana Sommelier Toscana


L'etichetta

● Esigenze legislative
● Scelte commerciali
● Pubblico di riferimento

Associazione Italiana Sommelier Toscana


L'etichetta

● Denominazione del prodotto e relativa classificazione


di qualità (D.O.C.G.)
● Marchio commerciale

Associazione Italiana Sommelier Toscana


 L'etichetta

● Indicazione della sottozona o tenuta o vigna


● Indicazione dell’Azienda imbottigliatrice (in questo
caso è lo stesso produttore) e del luogo di
imbottigliamento

Associazione Italiana Sommelier Toscana


 L'etichetta

● Indicazioni ecologiche
● Titolo alcolometrico
● Lettera “ e “ relativa al contenitore a norma europea

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Esempio etichetta DOCG

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Esempio etichetta DOC

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Esempi etichette IGT

Associazione Italiana Sommelier Toscana


Esempi etichette VDT

Associazione Italiana Sommelier Toscana